Rottura della cisti ovarica nelle donne: cause, sintomi, trattamento e possibili conseguenze

La rottura di una cisti ovarica nelle donne è rara, ma può verificarsi per molte ragioni, sia esterne che interne. È difficile dire quali tipi di cisti siano più suscettibili alla rottura: ognuna di esse ha determinate caratteristiche e rischi. La patologia è accompagnata da sintomi di anemia e uno shock doloroso acuto. Il trattamento senza intervento medico è inaccettabile. Le misure per eliminare il sanguinamento devono essere prese immediatamente.

  • 1 Descrizione
    • 1.1 Tipi di cisti e loro tendenza alla rottura
  • 2 motivi
  • 3 sintomi
  • 4 gradi di gravità
  • 5 Diagnostica
  • 6 Trattamento
    • 6.1 Rimedi popolari
  • 7 Conseguenze

Una cisti ovarica è una cavità con contenuto liquido e una capsula che si forma dalla membrana dell'ovaio o dalle particelle che vi sono cadute. Una delle complicazioni più gravi che derivano dalla crescita della formazione e dallo stiramento della sua capsula è la rottura.

Il contenuto della cisti fuoriesce ed entra nel peritoneo, il che porta a conseguenze disastrose per la salute e la vita della donna.

Esistono diversi tipi di cisti ovariche. Sono convenzionalmente suddivisi in:

  1. 1. Funzionale.
  2. 2. Non funzionante.

Il primo gruppo include quanto segue:

NomeCaratteristica
FollicolareIl risultato della maturazione biologica del follicolo. Tali neoplasie sono di piccole dimensioni, più comuni nelle giovani donne e tendono ad auto-dissolversi. È accettabile l'uso di rimedi popolari o trattamenti conservativi. Se la cisti ha una dimensione superiore a 10 cm e non vi sono dinamiche positive dal trattamento per più di 3 mesi, viene prescritta la rimozione chirurgica
Cisti del corpo luteo (luteale)È meno comune, si forma al posto del corpo luteo a causa della mancanza di estrogeni ed è piccolo (fino a 8 cm). Viene trattato con farmaci o rimedi popolari. A volte è necessario un intervento chirurgico
EmorragicoÈ considerato principalmente come una formazione secondaria: non si presenta da solo, è una complicazione di una cisti funzionale o di una cisti del corpo luteo. È una capsula piena di sangue. Quest'ultimo entra dai vasi del guscio. Man mano che la formazione cresce, le pareti dei vasi possono rompersi

Le cisti di tipo follicolare vengono principalmente diagnosticate. Hanno un guscio sottile quindi scoppiano più facilmente. Ma poiché tendono a scomparire da soli dopo diversi cicli mestruali, i casi di rottura sono rari. Lo stesso vale per altre neoplasie che appartengono al primo gruppo..

Le cisti non funzionali includono:

NomeDescrizione
DermoideLe cause sono sconosciute. Si verifica abbastanza spesso, è costituito da residui embrionali (unghie, denti, capelli), può raggiungere grandi dimensioni - fino a 15 cm È trattato solo con un intervento chirurgico. La chirurgia viene eseguita nelle donne in postmenopausa
EndometrioideSi forma sullo sfondo di una malattia in cui lo strato interno dell'utero si diffonde nei tessuti circostanti, comprese le ovaie. Raramente raggiunge grandi dimensioni. La cisti endometrioide è circondata da aderenze e contiene un liquido brunastro - sangue coagulato che si verifica durante le mestruazioni. Può scuotere entrambe le ovaie, spesso causa infertilità
SierosoLe pareti sono composte da epitelio, al suo interno è presente un fluido sieroso. L'istruzione può crescere fino a 30 cm o più. Si trova principalmente su un lato, nell'area dell'ovaia sinistra o destra. Il trattamento conservativo non viene utilizzato - solo chirurgico
ParaovarialSi trova vicino all'ovaio, la dimensione può essere fino a 20 cm.Le donne in età riproduttiva sono esposte alla malattia. La rinascita è impossibile. Se il tumore non viene curato prima della gravidanza, raggiunge grandi dimensioni durante la gestazione, il che porta a disagio e necessità di un intervento chirurgico
Produzione di ormoniFormazioni che producono ormoni indipendentemente: estrogeni e androgeni. Nel tempo, degenerano in un tumore maligno. Principalmente trovato durante la menopausa
MucinosoL'istruzione è formata nelle donne in postmenopausa. Può raggiungere proporzioni gigantesche. L'interno contiene muco. Il trattamento è solo chirurgico, poiché la cisti spesso degenera in un tumore maligno

Le cause della rottura della cisti sono i cambiamenti nella struttura delle membrane; violazione della circolazione sanguigna, pressione all'interno delle cavità, coagulazione del sangue e integrità delle pareti dei vasi sanguigni. I fattori che contribuiscono all'insorgenza della patologia sono suddivisi in esterni e interni.

Esterno include:

  • alterata circolazione ovarica dopo un infortunio;
  • danno meccanico durante il rapporto;
  • aumento della pressione all'interno dell'addome durante il sollevamento pesi e l'esercizio.

Le cause interne possono essere cambiamenti nella struttura dei vasi sanguigni a seguito di processi infiammatori nelle ovaie o in altri organi del sistema riproduttivo. La comparsa della patologia è facilitata dalla torsione della gamba della cisti e dallo squilibrio degli ormoni, che porta ad un aumento della formazione e dell'assottigliamento delle pareti.

Inoltre, le ragioni interne per il divario includono:

  • Disturbi endocrini che derivano dal malfunzionamento dell'ipotalamo e della ghiandola pituitaria. Questi organi sono responsabili della produzione di sostanze che regolano la sintesi degli ormoni sessuali nelle ovaie..
  • Squilibrio ormonale che si verifica sullo sfondo dell'interruzione artificiale della gravidanza.
  • Interruzioni del ciclo (periodi pesanti, sanguinamento uterino, allungamento della prima fase e qualsiasi altro disturbo).
  • Vene varicose della cavità addominale.
  • Mancanza di circolazione sanguigna negli organi pelvici, formazione di cicatrici e aderenze, prolasso dell'utero o sua curva.
  • L'uso di contraccettivi orali combinati.

In caso di rottura dei vasi sanguigni, possono verificarsi gravi emorragie durante l'assunzione di anticoagulanti (aspirina), farmaci che modificano i parametri della coagulazione del sangue, alcuni farmaci antidiabetici, antibiotici e altri..

Se si verifica una rottura, il paziente avverte un forte dolore all'ovaio, che si verifica a causa dello spasmo dell'arteria e dell'irritazione delle terminazioni nervose situate nel peritoneo con il sangue. Il dolore si irradia alle cosce, alla parte bassa della schiena e al retto. Gradualmente si attenua, ma si diffonde nello stomaco. A volte, alla vigilia di un attacco, può esserci un dolore sordo e doloroso all'inguine a destra oa sinistra, che è associato al trabocco della cisti con il sangue e al verificarsi di edema nell'ovaio.

La rottura porta all'espulsione del sangue dalla cisti, quindi appare una scarica rossa. Man mano che il dolore si attenua, si interrompono gradualmente, ma il sanguinamento interno continua, il che è molto più pericoloso. Durante un attacco acuto, la pressione sanguigna aumenta, ma poi scende a causa di una significativa perdita di sangue. La donna diventa pallida, inizia a sudare, sente nausea e vertigini. Si verifica vomito, sono possibili disturbi della coscienza e shock emorragico.

Un medico dell'ambulanza non è sempre in grado di distinguere una cisti rotta dalla parodontite, in cui c'è un dolore acuto al lato, che si irradia alle aree vicine. Un fenomeno simile può verificarsi a causa di una gravidanza extrauterina. Con entrambe le patologie, c'è un ritardo nelle mestruazioni. Se è stata stabilita una gravidanza utilizzando il test, è urgente informarne uno specialista..

I sintomi tipici di una cisti rotta sono:

  • malessere generale;
  • la comparsa di sanguinamento uterino;
  • consistenza insolita delle perdite vaginali;
  • dolore acuto, penetrante e persistente nell'addome inferiore;
  • aumentare la temperatura a numeri elevati senza la possibilità di rimuoverla con farmaci antipiretici;
  • perdita di conoscenza;
  • pallore della pelle;
  • disturbi delle feci;
  • segni di intossicazione;
  • un forte calo della pressione sanguigna.

Quando una cisti si rompe, possono verificarsi condizioni di diversa gravità:

  • Leggero. La perdita di sangue non supera i 150 millilitri.
  • Media. Circa 150-500 ml di sangue entrano nella cavità addominale.
  • Grado severo. Fuoriescono più di 0,5 litri di sangue.

A seconda della predominanza di alcuni sintomi, si distinguono diverse forme di patologia:

  • Doloroso. C'è un accumulo di sangue sotto il guscio di una cisti scoppiata, la lunghezza dell'area danneggiata non è più di un centimetro. C'è una rottura parziale della cisti. Il sangue coagula rapidamente, si forma un coagulo che ne impedisce l'ulteriore flusso, le sue perdite sono minime. Il coagulo esercita una pressione sul tessuto ovarico, che causa dolore.
  • Anemico. Il sangue fuoriesce in una grande cavità, prevalgono i sintomi di una grave perdita di sangue.
  • Misto. Combina entrambe le forme.

Il medico può diagnosticare preliminarmente una cisti rotta da un forte dolore e sintomi caratteristici. Per confermare il sanguinamento, viene eseguito un esame del sangue per la coagulazione, l'emoglobina, i leucociti e altri componenti. Viene eseguita un'ecografia addominale degli organi pelvici. A volte può essere utilizzato un esame transvaginale. Quest'ultimo metodo ti consente di studiare completamente la struttura dell'ovaio..

A volte una puntura del peritoneo viene eseguita attraverso la parte posteriore della vagina per aiutare a determinare la presenza di sangue.

Se necessario, viene utilizzata la laparoscopia diagnostica. Con l'aiuto di un laparoscopio, puoi esaminare la cavità addominale e gli organi pelvici, assicurandoti che la causa dei sintomi non sia appendicite acuta, gravidanza ectopica, perforazione del colon.

Quando una cisti si rompe, viene eseguito un trattamento conservativo e chirurgico. La terapia conservativa è possibile se:

  • gli esami del sangue indicano un leggero calo dei livelli di emoglobina;
  • L'ecografia mostra l'assenza di liquido nella zona pelvica;
  • la donna è in condizioni normali.

Riposo a letto prescritto, una piastra riscaldante per il ghiaccio sul basso addome, l'assunzione di antidolorifici, il rilassamento dei muscoli e gli agenti emostatici.

Il trattamento chirurgico è prescritto quando l'attacco si verifica di nuovo. Il sangue si trova nella cavità addominale, lo stato di salute peggiora, si verifica uno stato di gravità moderata o grave.

Chirurgia per rottura della cisti

Le operazioni possono essere eseguite utilizzando vari metodi:

  • Laparoscopia. Viene eseguito attraverso punture nel peritoneo di piccolo diametro. Attraverso di loro la cisti viene rimossa.
  • Laparotomia. Utilizzato per gravi emorragie o crampi addominali. Un intervento invasivo viene eseguito attraverso un'incisione nella parete addominale. Successivamente, i piccoli vasi vengono sigillati con un coagulatore e vengono applicate le suture.

Affinché le conseguenze siano minime, una donna deve chiamare immediatamente un'ambulanza, senza cercare di aiutare se stessa da sola..

Se è impossibile eseguire operazioni con metodi delicati, la cisti viene esfoliata. A volte parte dell'ovaio o l'intero organo vengono rimossi insieme alla formazione.

Con una piccola dimensione del tumore e la sua origine funzionale, può essere applicato un trattamento conservativo con rimedi popolari. Se l'educazione richiede un intervento chirurgico, non è assolutamente possibile eseguire la terapia con rimedi popolari. È anche controindicato in caso di rottura della cisti.

I metodi alternativi sono usati per il recupero nel periodo postoperatorio. Le ricette più efficaci sono descritte nella tabella:

NomeDescrizione
Tintura di AmanitaUn metodo piuttosto complicato, poiché è necessario osservare rigorosamente le proporzioni. La tintura viene applicata tre volte al giorno. Il primo giorno - 1 goccia, nei giorni successivi la quantità aumenta gradualmente fino a 15 gocce, quindi diminuisce di nuovo a una. Una ripetizione del corso è possibile in 2 settimane se c'è una dinamica positiva
Tamponi di cipollaUno strumento efficace sono i tamponi fatti dal nucleo delle cipolle. Devono essere avvolti in una garza impregnata di miele. L'uso di tali tamponi può ridurre le dimensioni della cisti e prevenirne la ricomparsa dopo l'intervento chirurgico
Succo di celidoniaAiuta ad alleviare i sintomi, favorisce il riassorbimento delle formazioni patologiche e la rigenerazione dei tessuti. Utilizzato con miele e alcool
Tintura di propoliHa proprietà antinfiammatorie. Devi tagliare la propoli, versare acqua bollente in un rapporto da 1 a 3, insistere per un giorno e impiegare circa 3 mesi

Una cisti rotta può avere molte conseguenze negative:

  • Anemia. Causato da un'eccessiva perdita di sangue.
  • Processo di adesione. Un disturbo comune dopo l'intervento chirurgico, può causare infertilità o contribuire a una gravidanza extrauterina.
  • Peritonite purulenta. La condizione è caratterizzata dall'ingresso di pus nella cavità addominale e richiede un intervento chirurgico urgente.

La rimozione dell'ovaio, che a volte viene eseguita durante l'intervento chirurgico, può metterti a rischio di infertilità. La ricerca prematura di assistenza medica può portare alla morte..

Rottura della cisti ovarica

Una cisti ovarica rotta è una condizione grave che richiede il ricovero immediato. Una cisti ovarica è una massa addominale benigna e nella maggior parte dei casi non rappresenta una minaccia per la salute del paziente. La comparsa di una neoplasia dipende dalla fase del ciclo mestruale (il periodo di ovulazione in particolare). Esistono diverse opzioni per le formazioni cistiche:

Ogni forma ha le sue caratteristiche e il suo modello di trattamento, ma ognuna di esse può dare una lacuna come complicazione.

Attenzione! Foto di contenuto scioccante.
Fare clic sul collegamento per visualizzare.

Sintomi di una cisti ovarica rotta

Il divario si manifesta con i classici sintomi di un addome acuto. Questo è un complesso sindromico correlato a condizioni potenzialmente letali e nell'80-90% che richiede un intervento chirurgico (laparoscopia diagnostica o laparotomia).

  1. Forte dolore all'addome inferiore. Sorge bruscamente, senza un periodo prodromico, sullo sfondo di un completo benessere. La differenza differenziale rispetto all'appendicite è che una donna può nominare l'ora esatta dell'inizio del sintomo. Il dolore nelle fasi iniziali è spesso localizzato nella cavità pelvica (proiezione dell'utero). Man mano che procede, si alza, catturando il basso addome (proiezione delle ovaie - le regioni iliache destra e sinistra). In questo caso, l'esame obiettivo (palpazione) rivelerà tutti i classici sintomi peritoneali (Shchetkin-Blumberg, Sitkovsky, Razdolsky, Voskresensky).
  2. Sanguinamento. L'intensità della perdita di sangue dipenderà dalla posizione anatomica del follicolo che scoppia e dal numero di vasi che lo alimentano. Con una vascolarizzazione pronunciata nel sito di rottura, il sangue entrerà intensamente nella cavità addominale e nella cavità del bacino a terra e causerà l'irritazione delle radici nervose del peritoneo.
  3. Nausea e vomito.
  4. Diarrea o, al contrario, ritenzione delle feci.
  5. Con il coinvolgimento della vescica - dolore, aumento della minzione. Possibili cambiamenti nei dati di laboratorio, che possono portare a difficoltà nella diagnosi.
  6. Sintomi di intossicazione: debolezza, perdita di coscienza, aumento della sudorazione.
  7. Aumento della temperatura a 38-39 ° С. Più spesso, puoi vedere le curve di temperatura sotto forma di un picco (aumento a 39 e un forte calo alla normalità).
  8. Tachicardia e diminuzione della pressione sanguigna in risposta all'aumento dell'intossicazione, centralizzazione della circolazione sanguigna dovuta a sanguinamento e febbre.

Un possibile sintomo potrebbe essere una scarica sanguinolenta dall'utero. Questo sintomo non è tipico e richiede una diagnosi differenziale con condizioni come gravidanza ectopica, endometriosi, carcinoma a cellule squamose.

Nel caso di una lacrima e non di una rottura completa della formazione cistica, le manifestazioni cliniche vengono attenuate, non esiste un quadro tipico della malattia. Il contenuto del follicolo potrebbe non fuoriuscire nella cavità addominale, cioè la capsula della cisti mantiene la sua integrità.

È necessaria un'ecografia di emergenza degli organi pelvici per escludere l'apoplessia ovarica e una consultazione ripetuta con un ginecologo per determinare ulteriori tattiche di trattamento.

Le conseguenze di una cisti ovarica rotta

Con una diagnosi tempestiva, le conseguenze possono essere ridotte al minimo. Tra le gravi complicazioni della rottura stessa ci sono:

  1. Peritonite. Grave processo diffuso purulento nella cavità addominale associato a danni ai fogli del peritoneo. Può essere sieroso, purulento, fibrinoso, emorragico, a seconda dell'essudato (con rottura dell'ovaio, l'emorragia è più comune). Può essere delimitato (nelle fasi iniziali) e non delimitato (nelle fasi successive). Nel caso in cui la peritonite sia limitata alla cavità pelvica, cioè a una regione anatomica, ha il carattere di un processo locale, ma man mano che progredisce, passa prima nella diffusa (2-5 regioni anatomiche), quindi totale (l'intera cavità addominale). Manifestato da tutti i sintomi clinici di uno stomaco affilato.
  2. Fallimento e successiva rimozione dell'ovaio. Quando la cisti si trova direttamente nella cavità ovarica, è necessario rimuoverla completamente.
  3. Ostruzione intestinale adesiva precoce e tardiva. Questa variante di complicanze è associata al verificarsi di costrizioni sulle anse intestinali (la causa potrebbe essere un lavaggio insufficiente durante l'intervento chirurgico e la fibrina residua sulle pareti intestinali). Per la prevenzione, le procedure di fisioterapia sono prescritte ogni sei mesi per due anni successivi. Diviso in base al momento in cui si è verificato (prima o dopo 2 settimane dopo l'intervento). Il quadro clinico è presentato dai sintomi di un addome acuto, il vomito e la ritenzione di feci sono più pronunciati.
  4. Adesioni nell'area delle tube di Falloppio, che si estendono dall'ovaio interessato (la causa potrebbe essere un'insufficiente igiene della cavità). Può causare disfunzioni e problemi con il concepimento a causa della ridotta pervietà della tuba di Falloppio.
  5. Gravi forme di anemia, che sono associate alla necessità di trasfusioni di sangue. Solo con sanguinamento grave dopo la sutura chirurgica di una cisti ovarica scoppiata è indicata la trasfusione di sangue. Dati di laboratorio per trasfusioni di sangue: emoglobina inferiore a 80, eritrociti inferiore a 3 * 109 mmol / l, bassi valori del coagulogramma.
  6. Interruzioni pronunciate del ciclo mestruale, che portano a difficoltà di concepimento o infertilità. Questa opzione di sviluppo è possibile in presenza di disfunzione ormonale. In altri casi, poiché l'ovaio è un organo accoppiato, i disturbi gravi sono rari.
  7. Sepsi. Si sviluppa quando è attaccata un'infezione batterica. In questo caso, c'è un'infezione totale del sangue con il passaggio all'insufficienza di più organi. Estremamente raro con ovaia rotta.

Le conseguenze si verificano nel 5-10% di tutte le donne. I decessi sono estremamente rari (1: 10000).

Le ragioni

Le cause della rottura delle cisti ovariche non sono sempre chiare. Ci sono una serie di fattori predisponenti:

  1. Rapporto sessuale. Nella maggior parte dei casi, si tratta di rapporti sessuali non tradizionali (uso di dispositivi aggiuntivi) o criminali (stupro).
  2. Intensa attività fisica. In questo caso, una donna potrebbe non determinare immediatamente esattamente la rottura dell'ovaio, cancellando il dolore all'addome per il sovraccarico del telaio muscolare.
  3. Trauma contusivo all'addome. Si verifica in caso di caduta dall'alto e può essere accompagnata da rotture di altri organi interni (milza, fegato, vescica).
  4. Disturbi della regolazione ormonale. In questo caso, la paziente ha una storia di più dati sulle cisti ovariche, che compaiono periodicamente e scompaiono spontaneamente. La diagnosi principale è cronica.
  5. Patologie congenite. Questi includono la malattia dell'ovaio policistico e, di regola, ricorrono all'intervento chirurgico molto prima delle rotture, eseguendo un'operazione pianificata dopo aver identificato le cisti che hanno un rischio di rottura.
  6. Processi infiammatori nella cavità addominale. In particolare, stiamo parlando di un'appendicite localizzata atipica (posizione pelvica). Quando un'appendice vermiforme infiammata entra in contatto con un'ovaia, in cui c'erano già segni di una cisti, può verificarsi una transizione di infezione.

Se il paziente ha una storia di cisti, i fattori di rischio di cui sopra dovrebbero essere evitati.

Trattamento

Se le cisti si rompono, il paziente viene ricoverato nell'unità di terapia intensiva e quindi trasferito in sala operatoria. Nell'unità di terapia intensiva:

  • stabilizza le letture emodinamiche (pressione sanguigna, frequenza cardiaca);
  • con una significativa perdita di sangue, la massa eritrocitaria, il plasma, la massa piastrinica vengono trasfuse;
  • stabilizzare l'ossigenazione del sangue (saturazione almeno del 90%);
  • eseguire una terapia sintomatica (terapia antibiotica);
  • vengono somministrati farmaci per fermare l'emorragia (eparina, acido gamma-aminocaproico, Vikasol).

Esistono diverse opzioni per l'intervento chirurgico:

Tecnica di operazioni minimamente invasiva, che viene eseguita attraverso 3 forature. Dispositivi high-tech (videocamere) vengono utilizzati per ispezionare la cavità addominale dall'interno ed eventualmente chiudere il divario con punti di sutura. Utilizzato in casi relativamente semplici (rottura non complicata, sanguinamento interno minore). Elevata cosmeticità delle operazioni.

La laparotomia mediana con una quantità significativa di intervento (incisione ampia, ampio accesso) viene utilizzata più spesso. Questo viene fatto per lavare a fondo la cavità addominale con soluzione salina e prevenire complicazioni. Questo tipo di intervento chirurgico viene eseguito con rotture totali ed estese..

Possibili tipi di operazioni:

  • ovariectomia unilaterale (rimozione dell'ovaio su un lato);
  • resezione ovarica (rimozione di una parte dell'ovaio preservandone la funzione);
  • tubo-ovariectomia unilaterale (rimozione dell'ovaio e delle tube di Falloppio su un lato);
  • tubo-ovariectomia unilaterale con resezione della seconda ovaia (si verifica quando ci sono cambiamenti cistici in due ovaie e c'è il sospetto di rotture multiple).

Al termine dell'operazione, viene inserito un drenaggio per 2-4 giorni per lavare e drenare la cavità addominale, che impedisce l'accumulo di liquidi e ripetute laparotomie.

Nella maggior parte dei casi (90% o più), la funzione ovarica viene completamente ripristinata in 2-3 mesi..

video

Offriamo per la visualizzazione di un video sull'argomento dell'articolo.

Sintomi vividi e conseguenze disastrose di una cisti ovarica rotta

La rottura della formazione cistica dell'ovaio (il termine medico "apoplessia") è una complicazione della presenza di una cisti, in cui si verifica la sua rottura. Il processo è accompagnato da una violazione dell'integrità della formazione e dal rilascio del contenuto di sangue direttamente nella cavità degli organi pelvici e nello spazio addominale.

Approssimativamente la stessa frequenza si verifica nelle ragazze di età compresa tra 15 e 18 anni e nelle donne in età riproduttiva più avanzata. Di tutte le diagnosi, il 12-13% richiede un intervento chirurgico immediato e il 25-28% si riferisce a patologie ginecologiche acute.

La rottura della cisti ovarica non è una malattia indipendente, agisce come una complicazione.

Cisti ovarica: che cos'è?

Una cisti è un tumore cavo con contenuto di fluido, localizzato sulla superficie dell'ovaio, uno o entrambi contemporaneamente. Visivamente, la cisti sembra una sacca con un segreto patologico all'interno. Il diametro della formazione può variare da una dimensione insignificante di 1-2 cm, a molto impressionante - 15-20 cm.

Viene quasi sempre diagnosticata una cisti funzionale, la cui causa è il follicolo troppo maturo, un componente strutturale dell'ovaio formato dall'uovo.

Una cisti è una formazione benigna; le cellule atipiche non si sviluppano in essa. Tuttavia, il tumore può provocare molte complicazioni, anche durante il tentativo di concepire.

Cisti funzionali

La formazione cistica funzionale è il tipo più comune di tumore cavo. Formato dallo stroma - il tessuto connettivo della ghiandola, situato sulla superficie dell'ovaio sotto forma di un sacco. Di norma, si sviluppano durante l'ovulazione, nel corso di piccoli disturbi ormonali e disturbi del sistema riproduttivo.

Esistono due tipi di cisti funzionali:

  • Follicolare.
  • Luteal.

Il primo tipo di formazione - follicolare, è benigno, si sviluppa all'interno dell'ovaio. Si verifica in quasi il 90% dei casi, è una sorta di risposta a disturbi fisiologici nel sistema riproduttivo. Una cisti follicolare è un follicolo che è nel processo di ovulazione e ha rilasciato un uovo già maturo pieno di secrezione.

Spesso vengono diagnosticate formazioni fino a 5 cm, clinicamente non si manifestano in alcun modo, ma aumentano la concentrazione di estrogeni nel sangue. Pertanto, la prima lamentela del paziente è una violazione del ciclo mestruale. La causa di questo tipo di cisti sono spesso i processi infiammatori negli organi pelvici..

Il secondo tipo di cisti - luteale, sono anche formazioni benigne. Si sviluppa nella fase del corpo luteo (fase luteale), che avviene subito dopo l'ovulazione e dura circa 11-14 giorni. Le cisti compaiono durante questo periodo, da cui hanno preso il nome. La ragione principale dello sviluppo è lo squilibrio ormonale.

Se non ci sono complicazioni, non è richiesto un effetto terapeutico, tali formazioni tendono a risolversi da sole. Scompaiono anche durante la gravidanza, nel terzo trimestre, a volte nel secondo.

Ragioni per il divario

Nella maggior parte dei casi, si verifica la rottura del tipo follicolare e delle cisti luteali. Tali tumori hanno pareti molto sottili, quindi è più probabile che vengano sezionati. Inoltre, a differenza dell'endometrio, sono in grado di auto-riassorbimento. Pertanto, è importante non confondere le prime formazioni dell'endometriodale, che richiedono la rimozione obbligatoria.

Una cisti follicolare tende a rompersi durante l'ovulazione, una cisti luteale nella seconda fase del ciclo.

È stato riscontrato che la rottura della formazione cistica si sviluppa più spesso nell'ovaio destro, il che è spiegato dal suo afflusso di sangue più pronunciato.

Ci sono anche una serie di fattori provocatori che possono portare alla rottura della cisti:

  • interruzione del sistema endocrino;
  • gravi situazioni stressanti, malfunzionamenti del sistema nervoso centrale;
  • malattie della natura infiammatoria del sistema genito-urinario;
  • violazione della microcircolazione nell'utero e nelle sue appendici;
  • disturbo del ciclo mestruale, accompagnato dall'assenza di mestruazioni;
  • neoplasie di varie eziologie nella piccola pelvi;
  • varie anomalie dell'utero;
  • un lungo ciclo di terapia ormonale.

A volte questo accade senza alcuna situazione causale, spesso accade nelle ragazze adolescenti dopo un'attività fisica attiva. Inoltre, rapporti sessuali intensi, manipolazioni di natura ginecologica possono servire a rompere la formazione cistica. Tuttavia, la rottura può anche essere in uno stato di completo riposo, ad esempio di notte, mentre si dorme..

Sintomi di rottura

Il sintomo principale è un dolore grave e improvviso nello spazio addominale, che è localizzato nell'addome inferiore, sul lato dell'ovaio colpito. La condizione può essere accompagnata da nausea, vomito, vertigini.

Oltre al quadro clinico dell '"addome acuto", si osservano i seguenti sintomi:

  • sensazioni acute e dolorose nell'addome inferiore, simili a un attacco di appendicite;
  • violazione del funzionamento dell'apparato digerente, sviluppo di stitichezza acuta;
  • tensione pronunciata della parete addominale anteriore.

Lo sviluppo della sindrome del dolore acuto nella cavità addominale è caratterizzato dall'ingresso di sangue dopo la rottura della cisti nel tratto gastrointestinale.

Oltre al dolore addominale, possono comparire le seguenti manifestazioni:

  • sbavature, perdite vaginali sanguinolente;
  • diarrea alternata a costipazione;
  • temperatura corporea superiore a 37 ° C;
  • segni di ipotensione (abbassamento della pressione sanguigna).

Il dolore nell'addome inferiore dovrebbe sempre essere allarmante per una donna, soprattutto se non è associato a sanguinamento mestruale. Il processo patologico può interessare ogni organo del sistema riproduttivo femminile, ovaie, utero, tube di Falloppio. Con un'assistenza prematura, la possibilità di sviluppare la peritonite è estremamente alta, il che richiederà un intervento chirurgico urgente.

La gravità della condizione

Data la manifestazione clinica del processo patologico, l'apoplessia è solitamente suddivisa nelle seguenti forme: anemica ed emorragica (con sviluppo di sanguinamento nel tratto gastrointestinale); doloroso (sindrome del dolore grave, fino alla perdita di coscienza); misto (combina più forme di cui sopra contemporaneamente).

La rottura della cisti è quasi sempre accompagnata da sanguinamento di varia intensità, per questo motivo la patologia è solitamente divisa per il grado di gravità. Nella pratica ginecologica, ci sono tre gradi di gravità dell'apoplessia: lieve, moderata, grave. Quest'ultimo include anche un grado estremamente severo, dove l'operazione viene eseguita in condizioni di emergenza..

Articoli popolari:

  • Come sbarazzarsi dei coaguli nell'utero dopo il parto?
  • Cause di scarico verde nelle donne e metodi di trattamento
  • Rimozione del polipo dell'utero mediante isteroscopia. Periodo postoperatorio, quali sono le conseguenze?

Diagnosi di una cisti rotta

Nel 90% dei casi, i pazienti vengono ricoverati con diagnosi di addome acuto, dove chirurghi, urologi e ginecologi sono coinvolti per chiarire la causa. È estremamente importante identificare rapidamente il divario ed eliminare il processo di sanguinamento il prima possibile. Visita ginecologica standard con specchietti, esame ecografico, laparoscopia diagnostica.

Ricorrono anche a test di laboratorio su urine e sangue. Viene eseguito un test delle proteine ​​delle urine. La presenza di proteine ​​nelle urine è tipica di molte condizioni patologiche, compreso il suo aumento dell'apoplessia. L'analisi delle urine per il sangue occulto è obbligatoria. Utilizzando uno speciale test chiamato contrasto di fase, è possibile distinguere se i globuli rossi passano attraverso i glomeruli o provengono dagli organi pelvici inferiori. Il sangue viene esaminato per la quantità di emoglobina, che viene significativamente ridotta durante il sanguinamento. Viene eseguita un'analisi per hCG al fine di escludere una gravidanza ectopica.

La diagnosi viene effettuata sulla base dell'esame, della presenza della sindrome del dolore e dei risultati delle misure diagnostiche. Il corso della terapia dipenderà dalla gravità del problema; possono essere utilizzate sia tecniche conservative che chirurgiche..

Metodi di trattamento

Terapia conservativa

Il trattamento conservativo è prescritto in presenza di forme lievi di apoplessia, che non sono accompagnate da sanguinamento nello spazio addominale. Al paziente viene prescritto un riposo completo, un impacco freddo sull'addome, supposte vaginali con effetto antinfiammatorio, antidolorifici. Dopo l'eliminazione del processo acuto, viene prescritto un ciclo di elettroforesi o altre procedure fisioterapiche.

Procedure di fisioterapia dopo una cisti ovarica rotta

Metodi chirurgici

Recentemente, gli esperti raccomandano di trattare prontamente l'apoplessia, anche in presenza delle sue forme lievi, soprattutto se è prevista una gravidanza.

Nella maggior parte dei casi, la chirurgia viene eseguita per via laparoscopica. La laparoscopia è una tecnica chirurgica endoscopica. La procedura di trattamento viene eseguita non attraverso una grande incisione, ma attraverso diversi piccoli, lunghi 1-2 cm, che servono per entrare nella fotocamera e negli strumenti chirurgici di lavoro. Dopo l'operazione, rimangono solo pochi piccoli punti. Ciò riduce significativamente il recupero postoperatorio e il paziente può solitamente tornare a casa entro pochi giorni..

Di norma, l'operazione viene eseguita con la conservazione delle ovaie, ma nei casi più gravi vengono rimosse insieme alla capsula cistica. In questi casi, viene eseguita l'ovariectomia, il metodo di resezione più delicato con un rischio minimo di complicanze.

Quando si esegue un intervento chirurgico, è importante rimuovere qualitativamente i coaguli di sangue dalla cavità addominale, il che eviterà le aderenze.

Laparoscopia per rottura ovarica

Riabilitazione

La riabilitazione nel periodo postoperatorio consiste nel prevenire lo sviluppo di aderenze, la normalizzazione dei livelli ormonali, nonché la possibilità di un ulteriore concepimento di successo. Durante il periodo di recupero del paziente, la contraccezione ormonale viene selezionata tenendo conto delle caratteristiche individuali del corpo. Inoltre, viene prescritto un corso di manipolazioni fisioterapiche, che accelererà il processo di guarigione.

Conseguenze e complicazioni

Se la cisti si rompe, accompagnata da una grave perdita di sangue, può svilupparsi uno shock emorragico. Se un'ambulanza non è stata chiamata in tempo e non sono state prese misure terapeutiche, una cisti rotta può essere fatale..

Se l'operazione raccomandata viene rifiutata e viene eseguito un trattamento conservativo, la possibilità di formazione di adesione raggiunge il 90%, infertilità - 50%.

L'accesso tempestivo a un medico garantisce l'esito più favorevole del trattamento e aiuterà a evitare ulteriori complicazioni durante la gravidanza.

Rottura della cisti ovarica (apoplessia): come riconoscerla e quali sono le conseguenze?

L'apoplessia o la rottura di una cisti ovarica è una condizione patologica in cui si verifica un'emorragia nel suo tessuto, violazione dell'integrità, distruzione della capsula della cisti con rilascio del contenuto di quest'ultima e sangue nella cavità pelvica.

La malattia si sviluppa principalmente nelle ragazze adolescenti e nelle donne in età riproduttiva. Nel numero di patologie chirurgiche acute, è quasi l'11% e nel numero di malattie ginecologiche acute - 10-27%, al terzo posto. Il numero di esacerbazioni di questa complicanza si verifica nel 40-69% delle donne.

Le cause dell'apoplessia e le sue conseguenze

Una rottura può verificarsi con una cisti ovarica di qualsiasi origine. Molto spesso ciò accade quando l'ovulazione è disturbata, a seguito della quale si forma un corpo luteo con la formazione di una cisti di un follicolo non ovulatorio (la cosiddetta cisti funzionale). Nel 90-95% delle donne con apoplessia, quest'ultima si manifesta nel mezzo del ciclo mestruale o nella sua seconda fase. Di questi, durante l'ovulazione in circa il 17%, nella seconda fase del ciclo - nell'82%.

Le conseguenze di una cisti ovarica rotta sono principalmente lo sviluppo di aderenze nella cavità pelvica con la successiva formazione di infertilità tuboperitoneale, soprattutto con un metodo di trattamento conservativo. Come risultato delle aderenze, il tasso di gravidanza dopo la rottura della cisti ovarica è solo del 26% circa.

Tra tutti i meccanismi proposti per lo sviluppo della rottura della cisti, la preferenza è data ai processi che si verificano dal momento dell'ovulazione (12-14 giorni dall'inizio delle mestruazioni) all'inizio delle mestruazioni e accompagnati da un flusso sanguigno eccessivo e riempimento di sangue delle appendici uterine, nonché una maggiore permeabilità dei loro vasi. Il ruolo principale in questo è giocato dalle violazioni del rapporto tra la secrezione di ormoni da parte del lobo anteriore della ghiandola pituitaria - ormoni follicolo-stimolanti, luteinizzanti e prolattina.

Una rottura nell'ovaia destra si verifica 2-4 volte più spesso che nella sinistra. Ciò è dovuto all'afflusso di sangue più intenso alla prima e alla pressione sanguigna più alta nell'arteria che la alimenta, che parte direttamente dall'aorta (l'arteria ovarica sinistra parte dall'arteria renale).

I fattori predisponenti della malattia includono:

  • disturbi disfunzionali del sistema endocrino, in particolare, uno squilibrio nel sistema ipotalamo-ipofisi-ovaio;
  • labilità psicoemotiva, disturbi funzionali del sistema nervoso, provocati da situazioni stressanti, superlavoro e stress psicologico;
  • processi infiammatori degli organi genitali interni e delle vie urinarie, che portano a microcircolazione e flusso sanguigno alterati alle appendici uterine, nonché a cambiamenti sclerotici e fibrotici nei tessuti di questi ultimi;
  • irregolarità mestruali (dismenorrea) e un gran numero di aborti artificiali;
  • aderenze e tumori nella piccola pelvi;
  • congestione nei vasi della piccola pelvi, vene varicose delle ovaie;
  • posizione errata e anormale dell'utero;
  • policistica, stimolazione ovarica.

I fattori provocatori sono l'attività fisica, rapporti eccessivamente intensi o interrotti, traumi addominali, esame vaginale o altre procedure ginecologiche o mediche. A riposo o con poco esercizio fisico, può verificarsi apoplessia in caso di ricaduta. Ma in alcuni casi, la rottura di una cisti ovarica è possibile sullo sfondo di uno stato di assoluto riposo e anche durante il sonno notturno.

Un aumento del sanguinamento è facilitato da una violazione della coagulazione del sangue in varie malattie o durante l'assunzione di determinati farmaci (anticoagulanti e agenti antipiastrinici, acido acetilsalicilico, ecc.).

Manifestazioni cliniche

I principali sintomi di una cisti ovarica rotta sono:

  1. Dolore acuto e improvviso associato a emorragia nel tessuto ovarico, con stiramento e rottura della sua tunica albuginea, con irritazione del peritoneo con sangue versato, nonché con ischemia (afflusso di sangue alterato) nell'area di afflusso di sangue alla corrispondente arteria ovarica. L'ischemia si verifica a causa dello spasmo arterioso compensatorio. Il dolore appare nell'addome inferiore, meno spesso nell'area sotto l'ombelico. Può cedere nella zona inguinale, all'interno della coscia, nella regione lombare e nell'ano. A poco a poco, il dolore diventa meno intenso e si diffonde ad altre parti dell'addome. In alcuni casi, un attacco di dolore acuto il giorno prima è preceduto da dolore sordo inespresso e intermittente, fastidio nella parte inferiore dell'addome, dolore nella zona inguinale. Questi sintomi sono associati a un eccessivo riempimento di sangue ed edema ovarico, nonché a piccole emorragie nel tessuto..
  2. Scarico sanguinante moderato dal tratto genitale, che scompare rapidamente quando il dolore si attenua.
  3. Debolezza generale, mancanza di respiro, umidità e pallore della pelle, pallore della congiuntiva delle palpebre, capogiri e talvolta perdita di coscienza a breve termine.
  4. Aumento della frequenza cardiaca, aumento a breve termine della pressione sanguigna (durante un attacco di dolore), seguito da una diminuzione con l'aumentare della perdita di sangue nella cavità addominale.
  5. Nausea, vomito singolo associato a irritazione del peritoneo con flusso sanguigno.
  6. Febbre, a volte accompagnata da brividi.
  7. In alcuni casi, può svilupparsi uno shock emorragico (con significativa perdita di sangue).

Se una cisti ovarica è esplosa, nelle manifestazioni cliniche possono predominare dolore o sintomi di sanguinamento. A seconda di ciò, la malattia è suddivisa condizionatamente in forme dolorose, emorragiche (anemiche) o miste..

Tuttavia, quando si effettua una diagnosi, l'importanza principale è attribuita alla gravità della condizione, che è associata alla quantità di volume della perdita di sangue in uno stadio o graduale in un breve periodo:

  1. Lieve, in cui la perdita di sangue nella cavità addominale non supera i 150,0 ml.
  2. Grado medio - con sanguinamento in 150,0-500,0 ml.
  3. Grave: la perdita di sangue supera i 500,0 ml.

Più pronunciato è il sanguinamento, più manifestazioni cliniche e reclami del paziente. Il volume della perdita di sangue è determinato dalla gravità dei sintomi (indicatori di dinamica della pressione sanguigna, frequenza del polso, pallore e umidità della pelle), esami del sangue per il contenuto di emoglobina, ematocrito, dati ecografici, nonché la quantità di sangue nella cavità pelvica durante la laparoscopia diagnostica (se necessario ). La gravità determina la scelta delle tattiche di trattamento.

Trattamento

Una cisti rotta è di solito un difetto di tessuto lungo 1 cm coperto da un coagulo di sangue, che causa una rapida interruzione del sanguinamento. Questo processo si verifica con una forma dolorosa di apoplessia.

Con una condizione generale soddisfacente, parametri emodinamici stabili, l'assenza di contenuto liquido e coaguli durante l'esame ecografico, cioè in assenza di segni pronunciati di sanguinamento intra-addominale, è possibile un trattamento conservativo. Consiste nel riposo a letto, la nomina del freddo al basso addome, farmaci antispastici e analgesici all'interno o sotto forma di supposte vaginali, agenti emostatici.

L'intervento in caso di rottura di una cisti ovarica viene eseguito in caso di un attacco doloroso ripetuto, con un peggioramento delle condizioni generali o con evidente sanguinamento intra-addominale, che ha causato una gravità moderata o grave del paziente.

Il trattamento chirurgico viene solitamente eseguito con il metodo laparoscopico, che consente una diagnosi differenziale preliminare con appendicite, perforazione del diverticolo del colon, gravidanza ectopica compromessa, torsione della gamba della cisti, processo infiammatorio acuto delle appendici, ecc..

In assenza della possibilità di eseguire un intervento chirurgico con il metodo laparoscopico (aderenze della cavità addominale, sanguinamento intenso e condizioni gravi del paziente), viene eseguito mediante accesso laparotomico (un'incisione attraverso la parete addominale anteriore parallela all'articolazione pubica).

L'essenza dell'operazione è fermare l'emorragia mediante elettrocoagulazione di piccoli vasi sanguinanti o sutura nell'area di rottura. Se necessario, viene eseguita l'esfoliazione della cisti, la resezione dell'ovaio (con una dimensione significativa della formazione) o l'ovariectomia (rimozione dell'ovaio).

Anche il trattamento conservativo dovrebbe essere effettuato solo in un ospedale ginecologico. L'appello tempestivo di una donna per l'assistenza medica ti consente di salvare non solo la sua vita, ma anche la sua funzione riproduttiva.

Rottura della cisti ovarica: sintomi e segni di apoplessia

La rottura di una cisti ovarica è un'improvvisa complicazione in ginecologia, a seguito della quale la capsula della cisti si rompe e il suo contenuto viene versato nella cavità addominale. Questa condizione patologica è accompagnata dallo sviluppo di un addome acuto "ostetrico" e può portare a conseguenze fatali. Si verifica principalmente tra le donne in età riproduttiva. La quota di questa malattia nella struttura delle patologie ginecologiche acute è di circa il 17-18%. Il numero di esacerbazioni di questa complicanza si verifica nel 40-50% delle donne..

L'ospedale Yusupov è un centro multidisciplinare costruito secondo gli standard europei per la qualità delle cure mediche. Ogni giorno, i medici della clinica sono impegnati nella risoluzione di problemi e nel trattamento di vari tipi di complicazioni che accompagnano le formazioni cistiche delle appendici uterine, inclusa l'apoplessia della cisti ovarica. L'ospedale è dotato di moderne attrezzature, con l'aiuto delle quali si eseguono operazioni poco traumatiche che richiedono le più alte competenze professionali. Dopo la prima fase del trattamento (chirurgico o conservativo), il paziente viene firmato individualmente per una serie di misure riabilitative che abbreviano il periodo di recupero. Le cliniche ospedaliere forniscono assistenza sia terapeutica che psicologica.

Rottura della cisti ovarica: cause

Stranamente, ma una cisti ovarica rotta può verificarsi in presenza di una cisti ovarica di qualsiasi origine. Molto spesso ciò si verifica quando l'ovulazione è disturbata, quando si verifica la formazione delle cosiddette cisti ovariche funzionali (cisti del corpo luteo e cisti follicolare). La rottura di una cisti nell'ovaia sinistra si verifica 2-4 volte meno spesso che nella destra. Ciò può essere spiegato da un afflusso di sangue più intenso all'ovaio destro e da una pressione sanguigna più alta nell'arteria che lo alimenta..

I fattori predisponenti di questa malattia includono:

  • Disturbi endocrini metabolici;
  • Disturbi funzionali del sistema nervoso superiore, situazioni stressanti;
  • Aborti multipli;
  • Processi di adesione nella piccola pelvi;
  • Congestione negli organi pelvici;
  • Policistico;
  • Malformazioni congenite degli organi del sistema riproduttivo;
  • Iperstimolazione ovarica con farmaci.

Tra le cause esogene delle cisti ovariche rotte ci sono:

  • Trauma addominale;
  • Attività fisica eccessiva;
  • Rapporto sessuale;
  • Intervento chirurgico sugli organi pelvici;
  • Clistere;
  • Esame vaginale.

Lo sviluppo dell'apoplessia della cisti ovarica è preceduto dalla formazione di un ematoma, che causa un forte dolore a causa di un aumento della pressione intraovarica. Questo è seguito da una rottura della parete della cisti ovarica. Anche una piccola rottura (fino a 1 cm di diametro) può essere accompagnata da sanguinamento abbondante. Un aumento del livello di gonadotropine durante l'ovulazione e prima delle mestruazioni contribuisce allo sviluppo di questa complicanza. Si ritiene che la fonte più comune di sanguinamento sia una cisti rotta del corpo luteo dell'ovaio.

Rottura della cisti ovarica: classificazione

Secondo l'ultima revisione, una cisti ovarica rotta ha il codice ICD-10: N83.0 - cisti ovarica follicolare emorragica e N83.1 - cisti emorragica del corpo luteo. La classificazione dell'apoplessia della cisti ovarica è diversa. Si basa sul quadro clinico della complicanza e sulla quantità di perdita di sangue. A seconda della manifestazione di alcuni sintomi, si distinguono:

  • Forma pseudo-appendicolare, che è caratterizzata da una grave sindrome del dolore;
  • Forma anemica: quando la cisti ovarica si rompe, il sintomo principale è il sanguinamento interno;
  • Forma mista.

Per gravità, a seconda della quantità di perdita di sangue, l'apoplessia della cisti ovarica è suddivisa in:

  • Grado lieve (perdita di sangue 100-150 ml);
  • Grado moderato (perdita di sangue 150-500 ml);
  • Grado grave (perdita di sangue superiore a 500 ml).

Inoltre, l'aumento del sanguinamento è facilitato da una ridotta coagulazione del sangue sullo sfondo dell'assunzione di farmaci (anticoagulanti, agenti antipiastrinici).

Rottura della cisti ovarica: sintomi

I segni di una cisti ovarica rotta sono così pronunciati che non ci sono dubbi sull'urgenza della complicazione che si è sviluppata. I sintomi di una cisti ovarica rotta nelle donne, di regola, compaiono in modo acuto con un forte dolore. Il dolore è principalmente localizzato nell'addome inferiore sul lato dell'ovaio colpito. Spesso, nei giorni prima che la cisti ovarica scoppi, una donna sviluppa alcuni sintomi: una sensazione di formicolio o un dolore sordo in una delle zone inguinali, a causa di una piccola emorragia all'interno dell'ovaio.

Principali, con una cisti ovarica rotta, sono i seguenti sintomi:

  • Macchie abbondanti dal tratto genitale;
  • Dolore acuto e pugnale nell'addome inferiore, che si irradia alla regione lombare;
  • Nausea;
  • Debolezza;
  • Vertigini.

Quando si effettua una diagnosi, l'importanza principale è attribuita alla gravità delle condizioni del paziente, che è direttamente proporzionale al volume della perdita di sangue.

Se la cisti del corpo luteo della gravidanza ovarica si rompe, è possibile interrompere la gravidanza nelle prime fasi. Nel caso della sua apoplessia, il corpo luteo viene suturato senza resezione.

Rottura della cisti ovarica: trattamento conservativo

Il trattamento conservativo per le cisti ovariche rotte è indicato per tutti i pazienti con emodinamica stabile, a condizione che non ci siano sintomi peritoneali e un piccolo volume di liquido nella piccola pelvi. Il trattamento non chirurgico comprende riposo, freddo nell'addome inferiore, farmaci emostatici, antispastici.

In caso di rottura di una cisti ovarica di grado moderato e lieve, fatto salvo l'interesse della donna a preservare la funzione riproduttiva, è indicata la laparoscopia diagnostica. Il problema è l'impossibilità di lavare a fondo la cavità addominale dai coaguli di sangue. In futuro, questo può portare allo sviluppo di un grave processo adesivo, infertilità e recidiva dell'apoplessia della cisti ovarica.

Rottura della cisti ovarica: trattamento chirurgico

In caso di rottura di una cisti ovarica con sintomi pronunciati e gravi conseguenze, il trattamento chirurgico è indicato dall'accesso laparoscopico o laparotomico. Le indicazioni per un intervento chirurgico urgente per questa complicanza sono le seguenti:

  • Reclami di dolore nell'addome inferiore;
  • La presenza di un'immagine ecografica di versamento in una piccola pelvi.

Durante l'operazione vengono esaminate entrambe le ovaie, le tube di Falloppio e l'intero utero. Spesso, l'apoplessia di una cisti ovarica è combinata con una gravidanza extrauterina o un'appendicite acuta.

Grazie al lavoro dei principali specialisti dell'ospedale di Yusupov, tali complicanze acute come la rottura della cisti ovarica e la torsione della gamba della cisti ovarica sono state ridotte al minimo il più possibile. Dopo il ricovero in ospedale, una donna viene consultata non solo dai ginecologi, ma anche da altri specialisti correlati: chirurgo, cardiologo, endocrinologo, cardiologo, ecc. Il lavoro in ospedale si basa su un approccio integrato, oltre che individuale, a ciascun paziente. Per fissare un appuntamento, chiamare il telefono elencato sul sito web.