Tipi e fasi di sviluppo dell'insufficienza renale, trattamento e prevenzione della malattia

L'insufficienza renale è una condizione patologica che si sviluppa sullo sfondo di varie malattie. È caratterizzato da disfunzione dell'organo interessato, disturbi metabolici (elettroliti, azotati e altri).

A seconda delle caratteristiche del quadro clinico, questa condizione è suddivisa in malessere cronico e generale..

Informazione Generale

La funzione principale dei reni è la formazione e l'eliminazione dell'urina dal corpo. La disfunzione d'organo provoca un malfunzionamento nel lavoro di questo processo e contribuisce anche a un cambiamento nella concentrazione di ioni nel sangue e nel volume degli ormoni prodotti.

La sindrome in questione si sviluppa dopo complicazioni in gravi patologie. Le malattie dovrebbero influenzare direttamente o indirettamente l'organo associato. L'insufficienza renale si verifica a seguito di una violazione dell'omeostasi o della capacità di tutti i sistemi interni di autoregolarsi e mantenere l'equilibrio dinamico del corpo.

Classificazione ed eziologia della malattia

Esistono due forme di disfunzione renale:

Ciascuna di queste condizioni si sviluppa sotto l'influenza di vari fattori ed è caratterizzata dal proprio quadro clinico..

La forma acuta è divisa in tre tipi, inoltre li considereremo.

Il tipo prerenale (rene da shock) di una forma acuta si verifica a causa di una violazione del flusso sanguigno all'interno dei tessuti dell'organo interessato. Per questo motivo, il volume di urina diminuisce, il che porta a cambiamenti patologici. Questo tipo viene diagnosticato in circa il 55% dei pazienti..

Le seguenti patologie portano a questa condizione:

  1. Disfunzione del cuore. Qualsiasi condizione in cui il volume del sangue pompato diminuisce.
  2. Una forte diminuzione degli indicatori della pressione sanguigna. Ciò si verifica sullo sfondo di avvelenamento del sangue generalizzato, gravi manifestazioni allergiche, sovradosaggio di farmaci.
  3. Grave disidratazione. Osservato con vomito o diarrea profusi, uso prolungato di diuretici, ustioni estese.
  4. Patologia renale. Interrompono il deflusso del sangue venoso, che influisce negativamente sul lavoro del sistema cardiovascolare e, di conseguenza, sui reni..

Il tipo renale (rene tossico) deriva da patologie che colpiscono i tessuti dell'organo. Le malattie interferiscono con il normale flusso sanguigno, provocando un'interruzione nel processo di formazione dell'urina.

Questo tipo si sviluppa per i seguenti motivi:

  1. Avvelenamento acuto. Può essere morsi di serpenti e altri animali o piante velenosi, sostanze chimiche, metalli pesanti.
  2. Distruzione attiva di erythrocytes ed emoglobina. Si verifica a causa di trasfusioni di sangue inappropriate e malaria.
  3. Patologie autoimmuni. Causano danni al tessuto renale da anticorpi sintetizzati dal sistema immunitario.
  4. Malattie che provocano danni all'organo appaiato da prodotti metabolici.
  5. Infiammazione del tessuto renale. Si sviluppa sullo sfondo di gotta emorragica, glomerulonefrite e altre patologie.
  6. Malattie che colpiscono i vasi renali. Questi includono sclerodermia, porpora trombocitopenica e altri.
  7. Danno meccanico al rene. Pericoloso quando il secondo organo non funziona (assente).

Il tipo post-renale viene diagnosticato nei casi in cui è presente un blocco nell'uretra che impedisce la normale escrezione di liquidi. Se questo problema colpisce solo un organo, il fallimento non si verificherà: il secondo rene assumerà tutte le funzioni.

Questo tipo si verifica quando sono presenti i seguenti fattori:

  1. Tumori degli organi pelvici.
  2. Danni, legatura dell'uretere. Di solito si verificano a causa degli errori del medico commessi durante l'operazione.
  3. Blocco dell'uretra. Si verifica a causa di coaguli di sangue, pus, pietre. Inoltre, il blocco si osserva nelle persone con malformazioni congenite del canale..
  4. Uso a lungo termine di droghe, il cui effetto ha portato a una violazione del deflusso di urina.

In circa il 60%, si sviluppa una forma acuta di carenza dovuta a errori medici o lesioni.

La forma cronica si sviluppa sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  • patologie renali congenite;
  • malattie croniche che colpiscono i reni (diabete mellito, epatite virale, obesità e altri);
  • patologie del sistema urinario, a causa delle quali i canali escretori si sovrappongono, questi includono urolitiasi, tumori di diversa natura e altro;
  • patologie renali (glomerulonefrite policistica, cronica).

I problemi renali vengono spesso diagnosticati nelle persone che lavorano in industrie pericolose. Le condizioni patologiche si verificano sullo sfondo del contatto costante con sostanze tossiche.

L'origine della malattia nei bambini

Nei bambini, la disfunzione renale si sviluppa per ragioni simili. In questo caso, vanno aggiunti i fattori sopra elencati:

  • giada di varie forme;
  • mal di gola, scarlattina, tonsillite;
  • patologie reumatiche;
  • predisposizione genetica;
  • anomalie renali.

La probabilità di sviluppare insufficienza renale nei primi anni di vita è estremamente bassa. La sindrome viene diagnosticata in circa 5 bambini su 100mila pazienti esaminati.

Quadro clinico

La natura dei sintomi nell'insufficienza renale dipende dalla forma della sindrome e dall'attuale stadio di sviluppo. I sintomi generali che indicano un danno d'organo si manifestano nella forma:

  • diminuzione del volume giornaliero di urina escreta;
  • aumento della fatica;
  • letargia;
  • debolezza generale;
  • disturbi;
  • fiato corto;
  • attacchi di asma bronchiale;
  • dolore addominale.

Nel quadro clinico generale vengono alla ribalta i sintomi della malattia che ha provocato l'insufficienza renale. A questo proposito, nella pratica medica, è consuetudine distinguere 4 fasi dello sviluppo della forma acuta della sindrome. I sintomi dell'insufficienza renale non differiscono tra uomini e donne.

Fasi di sviluppo della malattia

Nella fase iniziale, l'insufficienza renale si sviluppa rapidamente. Questo periodo dura in media 2-4 giorni ed è caratterizzato dall'assenza di sintomi pronunciati che indicano una disfunzione dell'organo appaiato. Nella fase iniziale, si nota anche quanto segue:

  • brividi;
  • ittero;
  • aumento della temperatura corporea;
  • tachicardia;
  • diminuzione temporanea della pressione sanguigna.

Il secondo periodo, noto anche come oligoanuria, dura da 1 a 2 settimane. Durante questo periodo, il volume giornaliero di urina escreta diminuisce, a causa del quale aumenta la concentrazione di sostanze nocive e prodotti dei processi metabolici nel corpo. Nel primo segmento di oligoanuria, le condizioni di molti pazienti migliorano. In futuro, riceveranno reclami su:

  • inibizione nelle azioni;
  • debolezza generale;
  • perdita di appetito;
  • nausea con attacchi di vomito;
  • contrazioni muscolari (a causa di un cambiamento nella concentrazione di ioni nel sangue);
  • palpitazioni cardiache e aritmie.

Durante l'oligoanuria, l'emorragia interna si apre spesso in pazienti con patologie gastrointestinali.

Pertanto, con l'oligoanuria, i pazienti diventano più suscettibili alle infezioni. Il terzo stadio, o poliurico, è caratterizzato da un graduale miglioramento delle condizioni del paziente. Tuttavia, alcuni pazienti hanno sintomi che indicano cattiva salute..

Nella fase poliurica, si osserva una forte diminuzione del peso sullo sfondo di un aumento dell'appetito. Allo stesso tempo, viene ripristinato il lavoro del sistema nervoso centrale e circolatorio.

Al quarto stadio, il livello di urina escreta e la concentrazione di azoto nel sangue sono normalizzati. Questo periodo richiede circa 3-22 mesi. Nella quarta fase vengono ripristinate le funzioni di base dei reni.

Sintomi della forma cronica

La malattia si sviluppa in modo asintomatico per molto tempo. I primi segni di insufficienza renale cronica si verificano quando il processo patologico ha interessato fino all'80-90% dei tessuti. I sintomi della sindrome della forma cronica appaiono come:

  • prurito alla pelle;
  • diminuzione del volume di urina escreta;
  • essiccazione della mucosa orale;
  • diarrea;
  • emorragia interna ed esterna.

Nei casi più gravi, l'insufficienza renale cronica è complicata dal coma e dalla perdita di.

Metodi diagnostici

Se si sospetta un'insufficienza renale, vengono prescritte misure per confermare la diagnosi preliminare e identificare la patologia che ha provocato questa condizione. Queste procedure includono:

  • analisi generale delle urine;
  • esame batteriologico delle urine;
  • analisi del sangue generali e biochimiche;
  • Ecografia, TC e RM del sistema urinario;
  • dopplerografia ecografica;
  • radiografia del torace;
  • biopsia renale.

Inoltre, viene eseguita l'elettrocardiografia, che mostra lo stato attuale del cuore. Contemporaneamente a queste misure, viene assegnato un test Zimnitsky, attraverso il quale viene specificato il volume giornaliero di urina escreta.

Metodi di trattamento

La tattica del trattamento per l'insufficienza renale si riduce all'eliminazione della causa che ha causato questa condizione. Inoltre, l'ordine e il tipo di intervento terapeutico dipendono dall'attuale fase di sviluppo della disfunzione..

Se l'insufficienza renale è accompagnata da sanguinamento abbondante, viene prescritto quanto segue:

  • trasfusione di sangue;
  • l'introduzione di soluzione salina e altre sostanze per ripristinare il plasma;
  • farmaci che aiutano ad eliminare le aritmie;
  • farmaci che ripristinano la microcircolazione.

In caso di avvelenamento tossico, viene prescritta la lavanda gastrica e intestinale. Oltre a questo metodo, vengono utilizzati i seguenti per purificare il corpo dalle sostanze nocive:

  • plasmaferesi;
  • emosorbimento.

Le malattie infettive sono trattate da:

  • farmaci antibatterici;
  • farmaci antivirali.

Nel trattamento delle patologie autoimmuni vengono utilizzati:

  • glucocorticosteroidi, che ripristinano le ghiandole surrenali;
  • citostatici immunosoppressori.

Se si è verificata un'insufficienza renale a causa dell'ostruzione dei canali, vengono prese misure per eliminare il fattore causale: calcoli, coaguli di sangue, pus e altro.

Se vengono superati i valori consentiti di urea (fino a 24 mol / l) e potassio (più di 7 mol / l), viene prescritta l'emodialisi. La purificazione del sangue esterno viene eseguita durante questa procedura..

Durante la fase di oligoanuria, i diuretici osmotici e la furosemide stimolano la produzione di urina. Durante questo periodo viene prescritta anche una dieta che prevede il rifiuto del consumo di prodotti proteici..

Nel trattamento dell'insufficienza renale cronica viene utilizzata principalmente l'emodialisi, che viene eseguita secondo un programma specifico in ospedale oa casa. Se si verifica tale necessità, viene prescritto il trapianto dell'organo interessato.

Previsione

La prognosi di sopravvivenza dipende dalla forma dell'insufficienza renale. Nella sindrome acuta, fino al 25-50% dei pazienti muore. La morte si verifica più spesso per i seguenti motivi:

  • coma;
  • grave disturbo del flusso sanguigno;
  • sepsi.

La prognosi dell'insufficienza renale cronica dipende dai seguenti fattori:

  • cause di disfunzione renale;
  • stato del corpo;
  • età del paziente.

Grazie alle moderne tecnologie che consentono il trapianto degli organi colpiti e la depurazione del sangue esterno, la probabilità di morte per insufficienza renale cronica è ridotta al minimo.

Prevenzione delle malattie

La prevenzione di una condizione patologica consiste nel trattamento tempestivo di malattie che possono portare allo sviluppo di questa sindrome..

L'insufficienza renale è una sindrome pericolosa in cui il lavoro degli organi e dei sistemi interni viene interrotto. Si verifica sullo sfondo del decorso di molte malattie e porta a danni sistemici al corpo. Il trattamento della sindrome ha lo scopo di sopprimere le comorbidità e ripristinare la funzione renale.

Insufficienza renale: che cos'è, sintomi e trattamento della malattia

Una condizione patologica, essendo una sindrome, può accompagnare una varietà di malattie, comprese quelle la cui causa risiede al di fuori dei reni. Se la glomerulonefrite precedente era riconosciuta come il principale colpevole della malattia, ora il suo posto è diviso dall'ipertensione arteriosa e dal diabete mellito..

Le ragioni

Le cause dell'insufficienza renale si trovano molto spesso nella malattia renale cronica, in cui si verifica una lenta distruzione delle cellule stesse dell'organo e la loro sostituzione con tessuto fibroso:

  • malattia da urolitiasi;
  • pielonefrite;
  • tumori del sistema urinario;
  • glomerulonefrite;
  • trombosi della vena renale;
  • idronefrosi.

Altre patologie possono anche essere colpevoli di insufficienza renale funzionale:

  • diabete;
  • ipertensione;
  • malattie infettive;
  • congelamento e ustioni;
  • avvelenamento con sostanze tossiche;
  • overdose di farmaci;
  • shock di qualsiasi genesi (traumatico, operativo, cardiogeno, anafilattico);
  • sindrome polimetabolica;
  • perdita anormale di liquidi (attraverso la pelle o i reni);
  • complicazioni ostetriche (aborto settico);
  • disidratazione del corpo dovuta a vomito incontrollabile, diarrea;
  • peritonite;
  • massiccia perdita di sangue;
  • blocco delle vie urinarie.

Molto raramente, le anomalie ereditarie sono la causa della malattia..

Sintomi

I segni di insufficienza renale dipendono dallo stadio in cui si trova il processo patologico. La fase iniziale non si manifesta in nulla. Il paziente durante questo periodo si lamenta solo dei sintomi della malattia principale..

I primi vividi segni di insufficienza renale compaiono nella fase oligurica. È caratterizzato da una diminuzione del volume giornaliero di urina e da una violazione dell'equilibrio del sale marino, che è espresso dai seguenti sintomi:

  • deterioramento della salute generale, debolezza, letargia, perdita di prestazioni;
  • bassa temperatura;
  • mancanza di respiro, bradicardia, aritmia;
  • prurito alla pelle;
  • anemia;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • appetito alterato, vomito, nausea, gonfiore;
  • contrazioni muscolari.

Il dolore nell'insufficienza renale può essere localizzato sia nella regione lombare che diffuso sull'addome o concentrarsi su un lato. Tutto dipende dalla causa che ha provocato la compromissione funzionale dei reni e dal numero di organi colpiti.

La fase acuta della malattia dura 7-14 giorni, quindi inizia la fase di recupero, durante la quale le condizioni del paziente migliorano gradualmente. Durante lo stesso periodo, la quantità di urina secreta può superare significativamente la norma..

Il ripristino finale della funzionalità renale dura 8-12 mesi. Se durante il decorso acuto della malattia la maggior parte del parenchima è stata esclusa dal lavoro, la riabilitazione completa è impossibile.

Tra le donne

I sintomi dell'insufficienza renale nelle donne sono molto specifici. Lo squilibrio emotivo si sviluppa anche allo stadio latente, causato da un disturbo della sintesi del progesterone.

Il gentil sesso diventa estremamente litigioso, permaloso e piagnucoloso. Forse una violazione del ciclo mensile, sanguinamento intermestruale prolungato, insonnia. Frequenti cambiamenti della pressione sanguigna causano mal di testa e svenimenti, costipazione, gonfiore e comparsa di gas. Le donne dal fisico magro spesso soffrono di disturbi della termoregolazione.

Negli uomini

I sintomi dell'insufficienza renale negli uomini non sono niente di speciale. Nella fase iniziale, la quantità di urina diminuisce, si verifica prurito, diarrea, possono comparire segni di un disturbo del sistema nervoso centrale.

Non esiste una classificazione generalmente accettata della malattia. La maggior parte dei noti tassonomi distribuisce i sintomi dell'insufficienza renale in base al tasso di aumento dei disturbi e alla gravità dei segni.

Su questa base è stata adottata la seguente classificazione dei disturbi:

  • insufficienza renale acuta (ARF) - si manifesta come un improvviso deterioramento del benessere e sintomi in rapido aumento. Nonostante la gravità della condizione, la patologia con una terapia adeguata è completamente guarita;
  • insufficienza renale cronica (CRF) - si sviluppa lentamente, a volte per anni senza mostrarsi. La graduale morte dei nefroni porta a una completa interruzione della funzionalità dei reni e dell'intossicazione del corpo.

In una forma cronica di insufficienza, anche un trattamento adeguato non sarà in grado di ripristinare il funzionamento dei reni..

Gradi

Tra gli specialisti domestici, la più completa e verificata è la classificazione urologica sviluppata nel 1973 da I.N. Kuchinsky e N.A.Lopatkin.

La sistematizzazione proposta divide l'insufficienza renale in 4 fasi:

  • latente;
  • compensato;
  • intermittente;
  • terminale.

Latente o stadio 1 della malattia non si manifesta. Il paziente lamenta affaticamento, perdita di prestazioni e debolezza, attribuendo questi sintomi a malessere, raffreddore o sindrome premestruale comuni. Tuttavia, anche in assenza di segni della malattia, iniziano a verificarsi cambiamenti patologici nel corpo..

Lo stadio compensato si manifesta con lievi violazioni nell'attività dei reni: il volume giornaliero di urina aumenta, la voglia di urinare diventa più frequente e l'osmolarità dell'urina diminuisce. Le funzioni renali morenti in questa fase sono compensate da altri organi, quindi un trattamento competente può mantenere la malattia entro certi limiti e impedire il passaggio alle fasi successive..

L'insufficienza renale intermittente si manifesta con un quadro clinico più intenso. I sintomi diventano più luminosi, le condizioni della pelle cambiano: il derma diventa terroso e si incurva. Di norma, l'insufficienza renale allo stadio 3 è accompagnata da nicturia e poliuria, il paziente diventa suscettibile a tutti i tipi di infezioni, compaiono debolezza e dolore alle articolazioni.

Lo stadio terminale dipende in gran parte dal grado di danno ai sistemi del corpo principale. Come dimostra la pratica medica, possono essere necessari diversi anni dal momento del rilevamento dell'ultima fase all'uso dell'emodialisi. A questo proposito, gli scienziati sovietici hanno creato un'altra classificazione che già divide lo stadio terminale in diversi gradi di insufficienza renale..

Quale medico cura l'insufficienza renale?

Se provi un doloroso bisogno di urinare, accompagnato da nausea, vertigini, dolore all'addome o alla schiena, dovresti andare da un urologo o nefrologo.

Se questi specialisti non sono disponibili presso la clinica locale, è necessario posticipare il biglietto al medico di base o consultare il proprio medico di famiglia.

Diagnostica

La diagnosi di insufficienza renale è spesso difficile. È particolarmente difficile identificare la forma cronica della malattia. Per non sbagliare nella diagnosi, al paziente vengono prescritte una serie di misure di laboratorio e strumentali.

I principali e più affidabili per l'insufficienza renale sono i test delle urine: generali, secondo Nechiporenko e Zimnitsky.

Inoltre, il paziente viene inviato per ulteriori esami:

  • SERBATOIO;
  • MRI;
  • scansione radioisotopica;
  • Ultrasuoni dei reni;
  • studio del fondo oculare;
  • ECG;
  • dopplerografia ecografica;
  • CT;
  • biopsia.

Gli esami del sangue generali e biochimici, la cromocistoscopia sono obbligatori. I dati di studi precedenti vengono utilizzati per differenziare la causa sottostante dell'insufficienza renale. Tuttavia, nelle fasi intermittente e terminale, le analisi non sono più indicative..

Trattamento

Il trattamento dell'insufficienza renale acuta viene eseguito in un ospedale. Un paziente in gravi condizioni viene posto in terapia intensiva.

Nella malattia cronica, la terapia viene prescritta a seconda del grado di danno renale. In una fase iniziale, la malattia sottostante viene interrotta. Nella maggior parte dei casi, ciò consente di far fronte al disturbo funzionale ed evitare complicazioni..

Quando compaiono sintomi di insufficienza renale, viene effettuato un trattamento specifico: eliminano il blocco degli ureteri, reintegrano la perdita di plasma, usano farmaci antiaritmici e cardiaci.

Farmaci per insufficienza renale:

  • farmaci che migliorano la circolazione sanguigna - Dopamina;
  • compresse diuretiche - Lasix, Furosemide, Hypothiazid, Diacarb, Trigrim;
  • farmaci sostitutivi del plasma - Reogluman, Sorbilact. Le soluzioni vengono somministrate per via endovenosa tramite contagocce o iniezioni;
  • assorbenti - Filtrum-STI, Enterodez;
  • pillole per la pressione - Enalapril, Captopril, Adelan.

Per le malattie autoimmuni e la glomerulonefrite vengono prescritti glucocorticosteroidi - Prednisolone. Lotta contro l'anemia mediante somministrazione sottocutanea di Epovitan.

Gli antibiotici per l'insufficienza renale vengono utilizzati se la causa del malessere è la sepsi, la pielonefrite o un altro processo patologico infettivo. I più efficaci e sicuri in questo caso sono Cefepim e Cefaclor..

Se i farmaci per l'insufficienza renale non hanno l'effetto atteso e i sintomi continuano a svilupparsi, il paziente viene trasferito in emodialisi o viene eseguito un trapianto d'organo..

Trattamento con rimedi popolari

In caso di funzionalità renale compromessa, le erbe medicinali con proprietà diuretiche danno un buon effetto. Infusi e tè vengono preparati dalle piante, i decotti vengono aggiunti a un bagno caldo.

Le migliori erbe per l'insufficienza renale:

  • foglia di mirtillo rosso;
  • uva ursina;
  • seta di mais;
  • camomilla;
  • equiseto di campo;
  • foglie e boccioli di betulla.

Si consiglia di preparare le tisane in un thermos e di prenderle calde almeno 3 volte al giorno. Va ricordato che la fitoterapia è utilizzata solo come coadiuvante al trattamento farmacologico e deve essere prescritta da un medico. In alcune condizioni del corpo, le erbe sono controindicate..

Complicazioni

Le complicanze più comuni dell'insufficienza renale sono malattie infettive (sepsi), disturbi cardiovascolari e coma uremico..

Quanto tempo vivi con l'insufficienza renale? È difficile rispondere a questa domanda. Tutto dipende dal grado di danno d'organo e dalla presenza di complicanze o patologie concomitanti. È anche importante quale tipo di malattia sia stata la causa del fallimento funzionale..

Se parliamo di dati approssimativi, le statistiche sono le seguenti: i pazienti che ricevono la terapia sostitutiva vivono 5-7 anni. L'emodialisi prolunga la vita di 22-23 anni. Se si verifica un'insufficienza renale, viene eseguito un trapianto, che aggiunge almeno 25 anni di vita.

Prevenzione

Non sono state sviluppate misure speciali per la prevenzione della condizione patologica. La prevenzione del malessere consiste nell'esame regolare delle persone con malattia renale ereditaria. Inoltre, le persone con gravi ustioni, congelamento o lesioni alla parte bassa della schiena dovrebbero consultare immediatamente un medico..

Con l'inizio tempestivo del trattamento, la funzionalità degli organi potrebbe non essere influenzata oi disturbi non saranno così difficili.

L'insufficienza renale non è una condanna a morte. Anche nella fase termica della malattia, quando il paziente è in emodialisi o in attesa di una sostituzione d'organo, non tutto è perduto. Il desiderio di convivere con una terapia ben scelta sconfiggerà qualsiasi processo patologico.

Insufficienza renale: sintomi, cause, trattamento

Insufficienza renale: sintomi, cause e trattamento

Insufficienza renale

L'insufficienza renale, nota anche come malattia renale allo stadio terminale, si verifica quando i reni non sono più in grado di rimuovere adeguatamente i rifiuti dal sangue e di controllare i livelli di liquidi nel corpo. L'insufficienza renale può verificarsi improvvisamente o gradualmente. Le persone con insufficienza renale hanno bisogno di dialisi o trapianti per sopravvivere.

Se hai una malattia renale, ciò non significa che svilupperai un'insufficienza renale. Una persona su dieci di età pari o superiore a 18 anni ha almeno un segno di malattia renale cronica.

Puoi perdere fino al 90 percento della funzione renale prima di sentirti male. In molti casi, i segni di malattia non vengono notati.

Sintomi di malattie renali

Nelle prime fasi della malattia renale, le persone non hanno sintomi. In effetti, alcune persone non hanno sintomi fino a quando più del 90% della loro funzione renale non è scomparsa..

I sintomi della malattia renale possono includere:

  • fatica
  • perdita di appetito
  • difficoltà a dormire
  • mal di testa
  • mancanza di concentrazione
  • respiro affannoso
  • nausea e vomito
  • cambiamenti nella quantità e nella quantità di urina
  • cambiamenti nell'aspetto delle urine o del sangue nelle urine
  • gonfiore alle gambe e alle caviglie
  • dolore nella zona dei reni.

Trattamento dell'insufficienza renale

  • dialisi
  • trapianto di rene
  • cure di supporto non dialitiche

La dialisi o il trapianto di rene sono necessari quando rimane meno del 10% della funzionalità renale. Queste opzioni sono note anche come terapia sostitutiva renale. Alcune persone scelgono cure di supporto non dialitiche rispetto alla dialisi o al trapianto di rene.

Dialisi per insufficienza renale

La dialisi rimuove artificialmente i prodotti di scarto dal sangue. Esistono due forme di dialisi: emodialisi e dialisi peritoneale. La dialisi peritoneale è ulteriormente classificata in due tipi principali: dialisi peritoneale ambulatoriale continua (CAPD) e dialisi peritoneale automatizzata (APD).

La scelta del metodo di dialisi dipende da fattori quali età, salute e stile di vita.

Trapianto di rene

Un trapianto di rene è un trattamento per l'insufficienza renale, ma non è una cura. Un trapianto offre una vita più attiva, nonché libertà dalla dialisi e restrizioni sull'assunzione di liquidi e sulla dieta. È importante ricordare che un nuovo rene ha bisogno di cure.

Cura dell'insufficienza renale di supporto non illicida

Il supporto non dialitico è una scelta terapeutica per l'insufficienza renale quando una persona ha deciso che la dialisi e le opzioni di trapianto non sono adatte a loro.

L'assistenza di supporto non dialitica significa che la tua assistenza è ancora monitorata e supportata da professionisti sanitari. Potresti assumere farmaci e una dieta ristretta per migliorare la qualità della tua vita. La terapia di supporto non dialitica non prolungherà artificialmente la tua vita quando i tuoi reni sono completamente senza lavoro.

Le cause dell'insufficienza renale

  • diabete (nefropatia diabetica) - anche se ben gestito, il diabete può causare danni ai reni
  • pressione sanguigna alta (ipertensione)
  • glomerulonefrite: gonfiore o infiammazione di minuscole unità filtranti (nefroni) nei reni
  • malattia del rene policistico - una condizione ereditaria che causa la formazione di cisti a nido d'ape nei reni
  • reflusso urinario (nefropatia da reflusso) - un problema della valvola della vescica che consente all'urina di rifluire nei reni, causando cicatrici
  • Farmaci: alcuni farmaci, come il litio e la ciclosporina, possono causare insufficienza renale. I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) assunti alle dosi terapeutiche usuali possono talvolta causare insufficienza renale acuta.

Malattia renale cronica (CKD)

La malattia renale spesso si sviluppa gradualmente e la funzione renale si deteriora nel corso degli anni. Se perdi in modo permanente più di un terzo della funzione renale, si parla di malattia renale cronica (CKD). Può portare a insufficienza renale..

Sei più a rischio di malattia renale cronica se:

  • ha il diabete
  • ha la pressione alta
  • sono obesi
  • oltre 60 anni
  • avere una storia familiare di malattia renale allo stadio terminale o malattia renale ereditaria in un parente di primo o secondo grado
  • insufficienza cardiaca o un precedente attacco di cuore, o ha avuto un ictus
  • ha una storia di danno renale acuto

Il rischio di CKD che porta a insufficienza renale dipende dal livello di danno renale. Se la malattia renale si manifesta precocemente, il trattamento, combinato con i cambiamenti della dieta e dello stile di vita, può prolungare la vita dei reni..

Insufficienza renale acuta

Un forte calo della funzione renale è chiamato insufficienza renale acuta. Questo può essere pericoloso per la vita e richiede un trattamento immediato. Le cause dell'insufficienza renale acuta possono essere suddivise in tre gruppi:

  • renale (danno al rene stesso)
  • post-renale (ostruzione in altre parti del tratto urinario).

L'insufficienza renale acuta è spesso di breve durata e molte persone con insufficienza renale acuta necessitano di dialisi mentre aspettano che i loro reni guariscano. A volte il trattamento consiste nel controllare la pressione sanguigna e la chimica del sangue in attesa del ritorno della funzione renale.

L'esito per le persone con insufficienza renale acuta dipende dalla causa sottostante e dalla presenza o assenza di altre condizioni. Nei casi in cui la causa è renale o post-renale, il rene spesso si ripara bene una volta rimosso il fattore causale. L'insufficienza renale acuta è meno comune dell'insufficienza renale cronica (permanente).

Diagnosi di insufficienza renale

È possibile utilizzare una serie di test per controllare la funzionalità renale. Se viene rilevata una malattia renale cronica, è possibile utilizzare i test per determinare:

  • causa di danno renale
  • quantità di danno renale
  • opzioni di trattamento.

I test possono includere:

  • esami delle urine per albumina, sangue, glucosio e globuli rossi o bianchi
  • controllo della pressione sanguigna
  • ecografia, tomografia computerizzata (TC), raggi X e altre tecniche di imaging per fotografare i reni
  • una biopsia renale, in cui un ago viene utilizzato per rimuovere un piccolo pezzo di tessuto renale per l'esame al microscopio.

Insufficienza renale

I reni sono organi accoppiati che filtrano il sangue dai prodotti finali del metabolismo, così come le sostanze tossiche che sono entrate nel corpo dall'esterno. Durante il processo di filtrazione, si forma l'urina, insieme alla quale vengono escrete queste sostanze nocive. Inoltre, i reni fanno parte del sistema endocrino, partecipando alla sintesi di alcuni ormoni. Sono anche coinvolti nel metabolismo delle proteine ​​e dei carboidrati..

Insufficienza renale - una malattia in cui questi organi perdono la capacità di svolgere adeguatamente la loro funzione.

Si verifica l'uremia: avvelenamento umano con prodotti metabolici tossici, fallimento dell'equilibrio acido-base e sale-acqua e, di conseguenza, interruzione di tutto il corpo.

L'insufficienza renale è una malattia pericolosa con un alto rischio di mortalità. che richiede cure mediche immediate e una stretta supervisione.

Funzione renale

Escretore

Nei nefroni (unità strutturali dei reni), il sangue viene filtrato, a seguito del quale si forma l'urina.

I seguenti vengono escreti nelle urine:

  • Residui del metabolismo proteico: urea, creatinina, sali di ammonio, acido solforico, fosforico, urico.
  • Acqua in eccesso, sali, micro e macroelementi, glucosio.
  • Ormoni.
  • Sostanze nocive di origine di terzi, compresi i farmaci.

Omeostatico

L'omeostasi significa l'equilibrio dell'ambiente interno del corpo. La quantità e il rapporto di sostanze vitali (ad esempio, acqua, sodio, potassio, ecc.) Possono fluttuare solo entro limiti limitati - anche un leggero squilibrio porta alla malattia.

I reni "vigilano" in modo che la quantità di sostanze escrete corrisponda alla quantità ricevuta. Questo è il modo in cui viene mantenuta l'omeostasi osmotica, acqua-sale, acido-base. Ciò significa che viene fornito un volume costante di sangue, fluido esterno e intracellulare, un flusso ininterrotto di processi metabolici, viene mantenuto un normale livello di pressione sanguigna.

Endocrino

Questa è la sintesi di alcune sostanze e ormoni biologicamente attivi.

Ad esempio, i reni producono l'ormone eritropoietina, che stimola la produzione di globuli rossi nel midollo osseo. Completano anche la formazione della vitamina D3 attiva (calcitriolo), che forma il tessuto osseo..

Metabolico

Partecipazione alla scomposizione delle proteine, alla costruzione di una parte delle membrane cellulari. Sintesi del glucosio da altre sostanze.

Cos'è l'insufficienza renale

Se i reni non affrontano completamente i loro compiti, questa condizione è chiamata insufficienza renale..

La malattia è divisa in due forme: acuta e cronica:

  1. L'insufficienza renale acuta o il danno renale acuto (ARF) è una malattia che si sviluppa nell'arco di diversi giorni o settimane. Ha un carattere potenzialmente reversibile: spesso il lavoro degli organi viene ripristinato. Tuttavia, questo non sempre accade e il paziente sviluppa insufficienza renale cronica..
  2. L'insufficienza renale cronica (IRC) è una patologia renale lentamente progressiva che porta a una compromissione irreversibile della loro funzione. La malattia si sviluppa da diversi mesi a diversi anni.

L'ARF si sviluppa in insufficienza renale cronica se il danno acuto dura più di 3 mesi e la funzione renale non viene completamente ripristinata dopo l'eliminazione delle cause. E anche se le ragioni sono permanenti, ad esempio con la distruzione autoimmune delle cellule renali.

Se un rene è colpito e l'altro funziona normalmente, l'organo sano assumerà le funzioni di entrambi. Una persona si sentirà in buona salute sia soggettivamente che secondo i parametri di laboratorio. Pertanto, l'insufficienza renale si verifica quando entrambi i reni sono interessati..

Il declino acuto e cronico della funzione degli organi può verificarsi a qualsiasi età, ma più spesso si verifica nelle persone anziane.

Come si manifesta l'insufficienza renale

I sintomi dipendono dalla forma e dallo stadio di sviluppo della malattia:

  • Con AKI, i primi sintomi sono una forte diminuzione o la cessazione della minzione.
  • Con il CPP, l'insorgenza dei sintomi è lenta. In una fase iniziale, la disfunzione renale può comportare la loro incapacità di ridurre il volume di urina durante la notte riassorbendo l'acqua da essa. Pertanto, con una forma lieve della malattia, la nicturia può diventare l'unico sintomo: minzione notturna frequente.

Con il progredire della patologia, la funzione di filtraggio ed escretore dei reni viene compromessa. Gli acidi metabolici non vengono escreti dal corpo, quindi l'equilibrio acido-base del sangue si sposta sul lato acido (acidosi). Urea, fosforo, sostanze azotate si accumulano nel sangue, si verifica un eccesso di sali. Tale auto-avvelenamento del corpo è chiamato uremia, o urochem.

Il modo in cui l'insufficienza renale si manifesta con l'uremia può essere compreso dalla presenza dei seguenti sintomi:

  • diminuzione dell'appetito;
  • apatia, debolezza generale;
  • sete;
  • sapore sgradevole in bocca;
  • disordine del sonno;
  • compromissione della memoria;
  • abbassando la temperatura corporea a una media di 35 ° C;
  • nausea.

Se il trattamento fallisce e la malattia si sviluppa ulteriormente, l'intossicazione si diffonde al sistema nervoso. Una persona ha contrazioni muscolari involontarie, appare l'inibizione delle reazioni.

Il corpo inizia a liberarsi delle tossine in altri modi, ad esempio attraverso il vomito e la diarrea continui. L'odore di ammoniaca nasce dalla bocca.

Le sostanze azotate vengono rilasciate attraverso la pelle e le mucose, il che porta alla loro irritazione e quindi a gastrite uremica, tracheite, stomatite. Può verificarsi una grave patologia: infiammazione del muscolo cardiaco (pericardite).

Quando i polmoni si riempiono di liquido e il pericardio è colpito, si verifica mancanza di respiro.

Nelle fasi terminali dello sviluppo dell'uremia, sul naso, sul mento e sul collo del paziente compaiono cristalli biancastri di urea (gelo uremico). Calo della pressione sanguigna, si verifica confusione.

La morte può verificarsi a causa del coma uremico.

Con una fase grave di insufficienza renale, quasi tutti i sistemi del corpo vengono interrotti..

Allo stesso tempo, i reni non possono produrre l'ormone eritropoietina in quantità sufficienti, quindi il paziente ha una diminuzione del numero di globuli rossi e si sviluppa l'anemia..

Anche la produzione di calcitriolo è ridotta, il che porta alla fragilità ossea. Nei bambini, l'insufficienza renale porta a una crescita ossea stentata.

Si sviluppano ipertensione e insufficienza cardiaca.

Un aumento persistente dell'acido urico spesso porta alla gotta.

Le cause dell'insufficienza renale

L'insufficienza renale si sviluppa per tre ragioni principali:

  • disturbi circolatori degli organi;
  • danno ai nefroni;
  • blocco delle vie urinarie.

Due patologie più spesso portano allo sviluppo di insufficienza renale cronica:

  • Diabete.
  • Grave ipertensione (aumento della pressione sanguigna).

Sono queste malattie che portano a lesioni di piccoli vasi che alimentano i reni e una violazione persistente della loro circolazione sanguigna..

In alcuni casi, è impossibile identificare la causa dello sviluppo della malattia..

Diagnostica

Il medico esegue un esame visivo del paziente e prescrive studi di laboratorio e strumentali.

Chimica del sangue:

  1. Determinazione del livello dei prodotti finali del metabolismo nel sangue: creatinina, acido urico e azoto.
  2. Determinazione del livello di acidità del sangue (identificazione dell'acidosi).
  3. Determinazione della quantità di elettroliti nel sangue.

Analisi del sangue generale:

Determinazione del livello di emoglobina ed eritrociti. Gli indicatori al di sotto del normale possono indicare una perdita della capacità dei reni di partecipare alla sintesi dei globuli rossi..

  1. L'analisi clinica generale consente di determinare la presenza di proteine, sangue e cellule anormali nelle urine.
  2. Biochimico: rileva la quantità di elettroliti: composti di sodio, potassio, calcio, fosfato.

Dagli studi sull'hardware, l'ecografia e la TC (tomografia computerizzata) sono più spesso prescritte.

Nei casi più gravi viene utilizzata una biopsia renale, un'analisi dei tessuti che consente di giudicare il grado e la natura del suo danno. Non prescritto se l'ecografia ha rivelato una significativa diminuzione degli organi e dei cambiamenti cicatriziali.

Trattamento dell'insufficienza renale

La malattia della forma cronica, di regola, progredisce perfino con il trattamento. Tuttavia, la velocità del processo può essere ridotta e la qualità della vita del paziente può essere aumentata..

Dipende dal controllo della malattia che ha portato allo sviluppo di CRF. Ad esempio, nel diabete mellito, è molto importante mantenere normali livelli di zucchero, così come i livelli di pressione sanguigna nell'ipertensione, altrimenti la qualità della funzione renale diminuirà rapidamente.

Le misure prese per mantenere la funzione renale sono estremamente importanti:

  • Limitare l'assunzione di liquidi.
  • Rifiuto di assumere una serie di farmaci che aumentano il carico sui reni.
  • Terapia dietetica. Restrizione nella dieta di cibi e bevande con un alto contenuto di sodio, fosforo, potassio. Questo è sale da cucina, latticini, fegato, legumi, noci, anche la quantità di proteine ​​è rigorosamente dosata. In caso di insufficienza renale acuta, la dieta deve essere seguita fino alla guarigione del paziente, con insufficienza renale cronica - per tutta la vita.
  • Terapia farmacologica. Prescritto da un medico in base ai risultati dei test.
  • Dialisi. Rimozione hardware di prodotti di scarto. Viene eseguito in caso di compromissione a lungo termine grave e prevedibile della funzione renale. Per grave insufficienza renale cronica, viene utilizzato su base continuativa.

Il paziente deve monitorare costantemente la biochimica del sangue: il livello di creatinina, urea e fosfati nel sangue, la sua acidità e anche eseguire regolarmente esami delle urine.

In caso di complicazioni - anemia, insufficienza cardiaca, osteodistrofia, ecc. - è necessario collegare la terapia mirata.

Con lo sviluppo di una grave insufficienza renale cronica, una persona è indicata per un'operazione di trapianto di rene.

L'insufficienza renale è fatale senza un trattamento adeguato.

Prevenzione

Non è sempre possibile prevenire lo sviluppo di insufficienza renale.

Tuttavia, puoi contribuire a ridurne la probabilità:

  • Uno stile di vita sano.
  • Controllo del peso.
  • Limitare l'uso di sale, birra, carni affumicate, prodotti proteici.
  • Smettere di fumare.
  • Attività fisica.

Se sospetti un malfunzionamento degli organi del sistema urinario, assicurati di consultare un medico.

Insufficienza renale

Cos'è l'insufficienza renale?

Questo è un deterioramento o una cessazione della funzione renale.

L'interruzione del suo lavoro è associata a varie malattie.

Allo stesso tempo, i reni non possono formare, filtrare, espellere l'urina.

Questa non è una malattia indipendente, ma una condizione patologica che è una compagna di varie malattie. Compresi quelli non legati ai reni.

La patologia influenza non solo le loro prestazioni, ma anche il corpo nel suo insieme. Si verifica sia negli uomini che nelle donne. Ma a causa delle caratteristiche anatomiche, in manifestazione, la natura del corso differisce nei diversi sessi.

  1. Le cause dell'insufficienza renale
  2. Fattori provocatori
  3. Tipi e stadi di insufficienza renale
  4. Sintomi
  5. Sintomi di insufficienza renale negli uomini
  6. Sintomi di insufficienza renale nelle donne
  7. Diagnostica
  8. Trattamento
  9. Trattamento farmacologico
  10. Chirurgia
  11. Emodialisi e dialisi peritoneale
  12. Nutrizione (dieta speciale)
  13. Rimedi popolari per l'insufficienza renale
  14. Prevenzione
  15. Prognosi di recupero
  16. Video collegati

Le cause dell'insufficienza renale

L'insufficienza renale acuta (abbreviata in ARF) nel 60% dei casi è provocata da interventi chirurgici e lesioni. 2% - gravidanza.

Cause di insufficienza renale acuta:

  • minzione problematica;
  • neoplasie;
  • malattia del fegato;
  • infiammazione renale;
  • mancanza di acqua nel corpo (disidratazione);
  • rapido calo di pressione;
  • disfunzione del sistema cardiovascolare;
  • malattie autoimmuni (lupus, miastenia grave, tiroidite autoimmune, ecc.)
  • blocco dell'uretere;
  • massiccia distruzione delle cellule del sangue;
  • intossicazione.

Il decorso cronico della pielonefrite, la glomerulonefrite più spesso provoca insufficienza renale cronica (insufficienza renale cronica).

Le cause dell'insufficienza renale cronica:

  • nefropatia;
  • inosservanza del dosaggio dei medicinali;
  • malattie che provocano un blocco delle vie urinarie;
  • intossicazione;
  • malattie a lungo termine che causano danni ai reni.

Fattori provocatori

I fattori provocatori più comuni della sindrome da funzionalità renale compromessa sono:

  • dipendenza;
  • diabete;
  • neoplasie maligne;
  • obesità;
  • alcolismo;
  • cambiamenti legati all'età;
  • fumare.

Tipi e stadi di insufficienza renale

Esistono 2 forme di insufficienza renale:

  1. insufficienza renale acuta (ARF);
  2. insufficienza renale cronica (IRC).

L'ARF è un forte deterioramento della funzione renale. Il processo è associato a improvvisa inibizione, sospensione della rimozione di prodotti metabolici dal corpo. La quantità di urina escreta è drasticamente ridotta o del tutto assente.

La CRF è una lenta diminuzione del numero di unità strutturali funzionanti di un organo. Inizialmente, i sintomi potrebbero non apparire. La sindrome provoca processi irreparabili nel corpo. Si verifica la distruzione del tessuto renale. Formato a seguito di malattia renale cronica. Installato durante l'esecuzione di ricerche pertinenti.

L'insufficienza renale acuta è suddivisa in:

  • prerenale; È associato alla circolazione sanguigna nei reni. Il processo di minzione si sta deteriorando. Succede nella metà dei casi.
  • renale; Dolore al tessuto renale. Allo stesso tempo, la circolazione sanguigna non è disturbata, ma l'urina è scarsamente formata.
  • postrenale; Il processo di formazione dell'urina non è disturbato, ma non può drenare attraverso l'uretra.

L'insufficienza renale acuta può essere provocata da fattori sia esterni che interni. Il più delle volte si verifica nelle persone di età avanzata. Con un trattamento adeguatamente selezionato, la funzione renale viene completamente ripristinata.

L'insufficienza renale cronica non è una malattia. È una sindrome con molti segni che mostrano una ridotta funzionalità renale.

Vengono utilizzate diverse classificazioni degli stadi dell'insufficienza renale cronica. Il più comune è associato alle condizioni del paziente.

Fasi di progressione dell'insufficienza renale cronica:

  • latente;
  • compensato;
  • intermittente;
  • terminale.
  1. Nella prima fase, alcuni nefroni iniziano a morire e gli altri iniziano a lavorare attivamente. Di conseguenza, si esauriscono. I sintomi sono rari. Potrebbero esserci alcuni cambiamenti nella minzione.
  2. Il 2 - i nefroni rimanenti non possono più far fronte alla filtrazione. Le condizioni del paziente peggiorano. Si stanca velocemente.
  3. Il 3 - lo stato di salute del paziente peggiora notevolmente. La pelle diventa secca. Minzione aumentata.
  4. Il 4 - la forma più grave. La pelle diventa gialla. Il paziente vuole dormire costantemente. Senza un trattamento adeguato, una persona muore.

Sintomi

Il tessuto renale muore in diversi stadi della malattia non nello stesso modo.

Pertanto, ci sono diverse fasi di progressione dell'insufficienza renale cronica..

I sintomi compaiono in ogni fase.

  • Stadio latente (latente) - nessun sintomo. Il paziente non è a conoscenza della patologia. Ma con carichi di potenza, può verificarsi:
    • letargia;
    • bocca asciutta;
    • astenia;
    • sonnolenza;
    • più urina del solito.
  • Stadio clinico: compaiono i sintomi dell'avvelenamento:
    • mal di testa;
    • vomito;
    • odore ammoniacale dalla bocca;
    • una diminuzione del volume di urina;
    • Aritmia cardiaca;
    • mancanza di vita della pelle;
    • diarrea;
    • nausea;
    • sonnolenza;
    • tachicardia del cuore;
    • fatica.
  • Stadio di scompenso: a quanto sopra si aggiungono complicazioni sotto forma di raffreddori frequenti, processi infiammatori del sistema urinario.
  • La fase terminale (fase di compensazione): il lavoro di tutti gli organi viene interrotto, a seguito del quale si verifica la morte di una persona. Ci sono sintomi come:
    • colore paglierino della buccia;
    • disordini neurologici;
    • forte odore di ammoniaca dalla bocca.

Sintomi di insufficienza renale negli uomini

La progressione del processo anormale si riflette nella forma dei sintomi. Un uomo può inizialmente provare dolore durante la minzione, diminuzione dell'appetito. I sintomi dipendono dalla forma della malattia.

Sintomi di ARF negli uomini, a seconda dello stadio:

  1. Fase uno
    1. nausea;
    2. carnagione pallida, corpo.
  2. Fase due
    1. una forte riduzione del volume di urina escreta;
    2. rigonfiamento;
    3. letargia.
  3. Terza tappa
    1. il processo di formazione dell'urina è normalizzato;
    2. il gonfiore scompare.
  4. Quarta tappa
    1. la funzione renale riprende.

Sintomi di insufficienza renale cronica negli uomini, a seconda dello stadio:

  1. Stadio latente. Di solito non ci sono sintomi. La fatica può manifestarsi durante i carichi di potenza. Il test delle urine mostra proteine.
  2. Fase compensativa. Il volume dell'urina escreta aumenta.
  3. Fase intermittente. La capacità lavorativa dei reni si deteriora in modo significativo. Il palcoscenico è diverso:
    1. diminuzione dell'appetito;
    2. letargia;
    3. pelle secca;
    4. sensazione di sete;
    5. pelle gialla.
  4. Stadio terminale. Il volume di urina diminuisce o è del tutto assente. Il paziente sente odore di urina.

Sintomi di insufficienza renale nelle donne

I segni di insufficienza renale nelle donne sono correlati alla misura in cui la funzione renale è stata compromessa:

  1. Grado iniziale: non ci sono sintomi dello sviluppo della patologia, ma i cambiamenti stanno già avvenendo nei tessuti.
  2. Stadio oligurico: i sintomi iniziano ad apparire e progredire. C'è impotenza, mancanza di respiro, lentezza, dolore all'addome, al bacino, nausea, aritmia cardiaca. Il volume di urina escreto entro 24 ore diminuisce. La frequenza cardiaca aumenta. Durata: 1,5 settimane.
  3. Stadio poliurico: il benessere del paziente migliora. L'urina sta diventando più grande. Ma possono svilupparsi malattie infettive e infiammatorie del sistema urinario.
  4. Fase di riabilitazione - I reni ripristinano principalmente la loro capacità di filtrazione. Se durante una forma acuta di insufficienza renale ha sofferto un numero impressionante di unità strutturali, l'organo non può più riprendersi completamente.

All'inizio, i segni di insufficienza renale nelle donne potrebbero non essere nemmeno notati. Ma con l'infiammazione sorgono sintomi che sono già difficili da perdere..

L'insufficienza renale cronica appare a causa della progressione della forma acuta.

Diagnostica

Per iniziare il trattamento dell'insufficienza renale, è necessario diagnosticare. Vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • analisi del sangue biochimica, analisi delle urine (l'analisi biochimica può rilevare cambiamenti di urea, creatinina. Gli indicatori di calcio, fosforo, potassio e magnesio diminuiscono o aumentano);
  • radiografia del torace;
  • esame ecografico (ecografia);
  • biopsia d'organo (la biopsia viene eseguita se ci sono problemi nel determinare la diagnosi corretta);
  • Test Reberg-Tareev (utilizzando il test Reberg-Tareev, viene valutata la capacità escretoria dei reni. Per questo metodo, è necessario prelevare sangue, raccogliere l'urina);
  • Ecografia Doppler (l'ecografia dei reni controlla la circolazione sanguigna nei vasi);
  • Scansione TC;
  • cromocistoscopia (durante la cromocistoscopia, un liquido colorante viene iniettato in una persona per via endovenosa. Dà un colore insolito all'urina e consente di esaminare la vescica);
  • analisi generale del sangue, delle urine (OAM), (un esame del sangue generale può mostrare un numero ridotto e aumentato di globuli sanguigni, emoglobina. Nelle urine ci saranno proteine);
  • risonanza magnetica per immagini (MRI);
  • Test di Zimnitsky (il test di Zimnitsky consente di scoprire il volume di urina escreta durante il giorno e la notte. Per questo, il paziente la raccoglie 24 ore);
  • elettrocardiografia (ECG), (l'elettrocardiografia è obbligatoria per tutti i pazienti, consente di conoscere i problemi associati al cuore).

La risonanza magnetica, l'ecografia, la tomografia computerizzata vengono utilizzati per rilevare le cause del restringimento delle vie urinarie.

Trattamento

Il trattamento dell'insufficienza renale negli uomini e nelle donne avviene solo sotto la supervisione di un nefrologo o urologo in un ospedale. All'inizio adottano misure mirate all'eliminazione delle cause, al ripristino dell'autoregolazione e delle disfunzioni del corpo.

Nella forma acuta, una persona può essere collocata in un'unità di terapia intensiva. Effettuano la terapia anti-shock, combattono l'avvelenamento, la disidratazione.

Nella forma cronica vengono prescritti diuretici, vengono somministrate soluzioni saline. Durante il trattamento, il paziente segue una dieta. Tratta le malattie che hanno causato la sindrome.

In casi difficili, si consiglia il trapianto di organi.

Trattamento farmacologico

I sintomi e il trattamento sono correlati alle condizioni della persona.

A seconda dei risultati dell'analisi, vengono prescritti farmaci per il benessere del paziente, antibatterici, ormonali e diuretici.

Produce: emosorbimento, dialisi peritoneale, trasfusioni di sangue, emodialisi, plasmaferesi.

Tutti i farmaci vengono assunti solo sotto la supervisione di uno specialista. L'automedicazione può essere fatale.

Elenco dei farmaci prescritti per l'insufficienza renale:

  • Ticarcillina;
  • Losartan;
  • Maltofer;
  • Dopamina;
  • Epovitan;
  • Polysorb;
  • Cocarbossilasi-Ellara;
  • Enoxacina;
  • Mannitolo;
  • Amikacin;
  • Enalapril;
  • Polyphepan;
  • Reogluman;
  • Eritromicina;
  • Cefradine;
  • Renagel;
  • Trometamolo;
  • Furosemide;
  • Cefazolin;
  • Enterodesi;
  • Epoetina;
  • Mezlocillina.

Sorbenti, farmaci per il trattamento dell'ipertensione arteriosa, anemia, processi metabolici, ecc..

Chirurgia

Se durante l'insufficienza renale il trattamento non ha dato risultati, il rene ha già perso la sua capacità di filtrare, il paziente necessita di un trapianto di rene. Ciò si verifica nell'ultima fase della malattia..

È trapiantato da una persona viva o morta. Il ricevente o il donatore può vivere con un rene.

Dopo l'intervento, il paziente assume farmaci volti a ridurre le difese del corpo. Questo viene fatto in modo che il corpo del ricevente non rigetti l'organo trapiantato..

Emodialisi e dialisi peritoneale

L'emodialisi è una purificazione del sangue artificiale mediante un apparato. Viene prescritto se non è più possibile aiutare il paziente in altri modi..

Dopo la procedura, il benessere del paziente migliora, ma per un breve periodo.

La dialisi peritoneale è un modo per rimuovere le tossine dal sangue. Si basa sulla capacità di filtrazione del peritoneo.

Durante questo processo, un liquido detergente viene iniettato nella cavità addominale. Porta via tutte le tossine. Dopo di che viene portata fuori.

Nutrizione (dieta speciale)

La dieta è richiesta durante il trattamento.

È necessario ridurre la quantità di proteine ​​e sale consumate.

La dieta del paziente dovrebbe essere dominata da cibi ricchi di carboidrati..

Elenco degli alimenti che possono essere consumati

  • tè verde o alle erbe;
  • pane;
  • olio (vegetale, animale);
  • frutta verdura;
  • zucchero;
  • cereali;
  • succhi, composte;
  • pasta;
  • latticini (il formaggio non è consentito);
  • miele;
  • cereali.

Elenco degli alimenti che non dovrebbero essere consumati

  • spezie piccanti;
  • caffè;
  • piatti con molta soda, sale;
  • formaggio;
  • legumi;
  • bevande gassate;
  • funghi;
  • alcune verdure - acetosa, spinaci, ravanelli.
  • Grasso animale;
  • pesce, brodo di carne.

È consentito bere acqua non più di 2-2,5 litri. Proteine: 30-60 grammi per tutti i pasti. Sale - 3-5 grammi.

Rimedi popolari per l'insufficienza renale

Durante l'insufficienza renale, il trattamento a base di erbe viene eseguito solo durante la fase di recupero..

Prima di prenderne uno, è necessario consultare un nefrologo competente.

Ricette della medicina tradizionale

  • Mirtilli: prendi 1 tazza di acqua bollente e versala in 1 tazza di mirtilli. Cuocere per 20 minuti a fuoco lento. Sforzo. Dividi il brodo risultante per 4 e prendi durante il giorno.
  • Equiseto (1 cucchiaino), Motherwort (1 cucchiaio), foglie di betulla (1 cucchiaino). Tutte le erbe devono essere combinate e versare 1 bicchiere di acqua bollente. Metti a insistere. Prendi 3 volte al giorno per 1 cucchiaio.
  • Melograno: prendi la buccia di melograno. Asciugalo e macinalo fino a renderlo polveroso. 1 cucchiaino di questa polvere, versare 1 bicchiere d'acqua. Cuocere per 20 minuti. Difendi per 2 ore. Prendi 1 cucchiaio prima dei pasti 3 volte al giorno.
  • Bardana: la radice della pianta (1 cucchiaio) viene versata con 1 bicchiere di acqua bollente e conservata per una notte. Il giorno dopo pompano. Bere durante il giorno, diversi sorsi. Corso - 1 mese.

Prevenzione

  • Al fine di evitare gravi problemi di salute, per qualsiasi sintomo, è necessario rivolgersi tempestivamente a un nefrologo.
  • Non puoi assumere farmaci senza la nomina di uno specialista. Alcuni di questi possono interferire con la funzione renale. Bere tempestivamente i farmaci prescritti dal medico.
  • Se ci sono malattie come ipertensione arteriosa, glomerulonefrite, diabete mellito, è necessario sottoporsi a esami regolari.
  • Non consumare bevande alcoliche, droghe.

Prognosi di recupero

Tutto dipende dalla posizione del paziente, dallo stadio della sindrome. Nell'insufficienza renale acuta senza complicazioni, il 90% delle persone guarisce in sicurezza.

In caso di complicazioni, la morte si verifica nel 25-50% dei casi. Le cause più comuni di morte: avvelenamento del sangue (sepsi), danni al sistema nervoso, problemi di circolazione sanguigna.

In caso di insufficienza renale cronica, la mortalità dipende dall'età del paziente, dallo stato del suo corpo, dalle malattie che hanno causato i problemi di filtrazione. Il trapianto di organi e la purificazione artificiale del sangue hanno ridotto il numero di morti.

Secondo le statistiche, 600 europei su un milione sono affetti da questa malattia. Il numero di pazienti aumenta del 10-12% ogni anno. Le persone di età 5 volte più spesso si ammalano.

Gli uomini hanno un'uretra più lunga, quindi l'insufficienza renale è meno comune delle donne.