Attacco di calcoli renali

Se hai un attacco di colica renale, la reazione dovrebbe essere immediata. Un attacco di colica renale provoca un dolore acuto e acuto che non può essere tollerato.

Nella migliore delle ipotesi, avrai qualcuno vicino a te o solo una persona che può aiutarti. Idealmente, dovrebbero sapere come affrontare la colica renale. In questi casi, l'aiuto sarà immediato ed efficace..

In questo articolo imparerai come sbarazzarti rapidamente di un attacco e come ridurne la probabilità..

Attacco di colica renale

Il sintomo più caratteristico dei calcoli renali e ureterali è un attacco di dolore acuto - colica renale. La colica renale è causata da un'improvvisa interruzione del flusso di urina causata da un blocco del tratto urinario superiore da parte di un calcolo.

La violazione del deflusso di urina porta al trabocco del bacino con l'urina, un aumento della pressione intralocale, che a sua volta provoca irritazione dei recettori dei nervi sensoriali dell'ilo e della membrana fibrosa del rene. Il dolore aumenta a causa della ridotta microcircolazione nel rene e dello sviluppo dell'ipossia del tessuto renale e delle terminazioni nervose dei plessi che innervano il rene.

Un attacco di colica renale causato da un calcolo si verifica all'improvviso, più spesso durante o dopo uno sforzo fisico, camminare, tremare, assunzione di liquidi pesanti.

Nella regione lombare e nell'ipocondrio compaiono dolori acuti, che spesso si diffondono a tutta la metà corrispondente dell'addome. I pazienti cambiano costantemente posizione, spesso gemono e addirittura urlano.

Questo comportamento caratteristico del paziente spesso consente di fare la diagnosi "a distanza". I dolori a volte durano per diverse ore o addirittura giorni, periodicamente diminuendo. Il dolore acuto è seguito da nausea, vomito e talvolta aumento della minzione dolorosa.

Alcuni pazienti presentano paresi intestinale riflessa, ritenzione delle feci, tensione muscolare della parete addominale anteriore.

I disturbi del tratto gastrointestinale nella colica renale sono spiegati dall'irritazione del peritoneo parietale posteriore, adiacente alla superficie anteriore della capsula adiposa del rene e dalle connessioni tra i plessi nervosi del rene e degli organi addominali.

Con la colica renale, si può osservare l'oliguria, associata sia a una diminuzione della funzione renale, ostruita da un calcolo, sia a una maggiore perdita di liquidi dovuta al vomito. La colica renale è anche accompagnata da debolezza, secchezza delle fauci, mal di testa, brividi e altri sintomi generali..

Pronto soccorso per coliche renali

  1. Dagli analgesici e cerca di mantenerlo calmo il più possibile;
  2. Un aiuto efficace è l'applicazione del calore. Applicare una piastra riscaldante calda sulla regione lombare del paziente e, se possibile, preparare un bagno caldo o anche leggermente caldo. È il bagno caldo che rilassa i muscoli dell'uretere e della pelvi renale e ha un effetto analgesico..
  3. Se il paziente ha problemi cardiaci, il trattamento termico non farà che aggravare la situazione..
  4. Preparare il tè per il malato;
  5. Riproduci il tuo film o la tua musica preferita. Il rilassamento è uno dei metodi per combattere la colica renale.
  6. Misura la temperatura corporea e la pressione sanguigna.
  7. Chiami un dottore.

Pronto soccorso per coliche renali - fornendo riposo completo al paziente, fornendo spazio libero. I pazienti di solito corrono in preda al dolore, non riescono a trovare un posto per se stessi, quindi è importante creare condizioni confortevoli per loro.

Se al paziente è consentito fare il bagno, puoi provare a metterlo in acqua calda. E fai attenzione al fatto che l'acqua deve essere molto calda. Eccezione: se dolore al rene destro.

È importante non assumere analgesici narcotici, anche se l'attacco è esasperante. Un'emergenza medica sarà più appropriata perché hanno tutti i farmaci che possono ridurre il dolore quando necessario. Non dobbiamo dimenticare che anche il dolore alla parte sinistra del rene può essere pericoloso se la paziente è una donna..

Le appendici femminili si trovano su entrambi i lati, gli spasmi che una cisti ovarica può dare se scoppia e provoca la rottura di un organo sono identici alla colica renale. Se sai di avere una cisti ovarica o qualche altra formazione nel corpo, devi immediatamente informare il team dell'ambulanza di questo.

Se il dolore può essere tollerato prima dell'arrivo dei medici, allora è meglio fare a meno degli antidolorifici per facilitare l'effettuazione di una diagnosi preliminare..

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata se la donna è incinta. Il trattamento della colica renale nelle donne nella posizione può essere effettuato solo al momento dell'ammissione al dispensario più vicino.

La colica renale nelle donne in gravidanza è molto simile alle contrazioni, quindi è importante non esitare e chiamare immediatamente gli specialisti. Non dimenticare di dire immediatamente che la paziente è incinta e da quanto tempo, quindi la squadra arriverà più velocemente a causa della possibile minaccia alla vita della madre e del bambino.

Farmaci per il trattamento della colite renale

Durante il trattamento, è preferibile iniettare tutti i farmaci per via intramuscolare e non sotto forma di compresse. L'efficacia aumenta più volte, l'azione del farmaco stesso si verifica più velocemente. Inoltre, questo disturbo a volte è accompagnato da altri sintomi, come nausea e vomito. In questo caso, puoi inserire il paziente con un antiemetico, ad esempio Cerucal.

Il trattamento della colica renale in ambiente ospedaliero ha lo scopo di eliminare lo spasmo muscolare e ripristinare il naturale passaggio dell'urina. La ricerca aiuta a determinare rapidamente e con precisione la causa sottostante della colica..

In ogni caso, devi capire che la colica renale è solo un sintomo e più spesso è segno di un blocco delle vie urinarie. L'ostruzione è un fenomeno estremamente pericoloso, in cui è importante eliminare la causa del blocco delle vie il prima possibile con l'aiuto di un trattamento accurato.

Altrimenti, le condizioni del paziente peggioreranno immediatamente a causa di un aumento del livello di intossicazione del corpo. Inoltre, ci sono molte malattie che si manifestano in modo simile. La peritonite è una delle malattie più pericolose, richiedono l'intervento immediato di un chirurgo per evitare la mortalità.

È utile sapere che la mortalità in questi casi ha un'alta percentuale solo a causa della miopia del paziente stesso e dei suoi parenti. Il sanguinamento nella cavità addominale si sviluppa rapidamente e quindi diventa difficile salvare una vita. Pertanto, anche se sei sicuro di poter far fronte alle coliche da solo, non esitare a visitare il tuo urologo..

Antidolorifici per il dolore ai reni - cosa bere?

Gli analgesici dovrebbero essere usati con estrema cautela. Qual è lo scopo degli analgesici (antidolorifici)? Il fatto che siano in grado di indebolire ed eliminare la sensazione di dolore.

Gli analgesici si dividono in due gruppi: non narcotici e narcotici. Questi ultimi sono potenti antidolorifici che vengono tipicamente utilizzati per tumori maligni, traumi, infarto miocardico, interventi chirurgici e altre malattie che causano dolore insopportabile..

Va notato che gli analgesici narcotici hanno i loro gravi inconvenienti, che causano paure ai medici. Tali farmaci influenzano particolarmente fortemente il sistema nervoso centrale, una persona ha una sensazione di euforia.

Inoltre, con un uso frequente (ripetuto), si verifica la tossicodipendenza (psicologica e fisica). Se diventi fisicamente dipendente, potrebbero esserci conseguenze come ansia costante, dolore "spezzato" nel corpo, ritiro.

Solo se il dolore è veramente atroce e causato da una grave malattia, sono consentiti gli analgesici narcotici. Farmaci appartenenti a questo gruppo: omnopom, morfina, fentanil, codeina, estocini, promedolo.

Gli antidolorifici per il dolore ai reni, che appartengono al gruppo dei non narcotici, si dividono in farmaci antinfiammatori (non steroidei) e analgesici-antipiretici. Questi ultimi hanno effetti antipiretici e analgesici..

Puoi usarli sotto forma di paracetamolo e analgin. Inoltre, medicinali come tempalgin, pentalgin, baralgin, benalgin, ecc. Contengono anche analgin. Farmaci particolarmente famosi: efferalgan, nurofen, panadol.

Al gruppo di farmaci antinfiammatori che abbassano la temperatura corporea, riducono il dolore e sopprimono l'infiammazione (non infettiva, asettica). Il diclofenac sodico è un farmaco molto comune di questo gruppo. Inoltre, questo gruppo include acido acetilsalicilico, kofil, brufen, citramon, clotazolo, askofen, indometacina.

Se soffri di dolori renali atroci, dimentica la pubblicità "cura unica per tutto". Vai dal medico, fai il test e sii sano!

Sintomi di colica renale

Un esame clinico generale obiettivo di un paziente con colica renale rivela un dolore pronunciato nell'area dell'ipocondrio corrispondente, tensione dei muscoli della parete addominale anteriore in quest'area, un sintomo di Pasternatsky fortemente positivo.

La palpazione dell'area renale e il picchiettamento della regione lombare per identificare il sintomo di Pasternatsky devono essere eseguiti con la colica renale con estrema cautela in modo da non causare un aumento persistente del dolore.

Con una pietra nell'uretere, la palpazione a volte rivela il dolore maggiore non nell'area dei reni, ma nell'addome inferiore, nella proiezione della parte dell'uretere in cui si trova il calcolo.

Un attacco di colica renale può essere accompagnato da un aumento della temperatura corporea e da un aumento della leucocitosi ematica, che è causata da reflussi pieloveni e pielotubulari.

La colica renale causata da un piccolo calcolo di solito termina con una scarica spontanea. Se il calcolo persiste, la colica renale può ripresentarsi..

Nei bambini la colica renale è meno comune che negli adulti, a causa della presenza di un'alta percentuale di piccoli calcoli, che scendono facilmente nella vescica attraverso ureteri relativamente larghi. I dolori sono caratterizzati dalla loro moderazione in forza e breve durata..

Spesso questi dolori sono localizzati nell'ombelico e sono accompagnati da nausea, vomito e aumento della temperatura corporea a numeri elevati. I bambini piccoli non possono indicare chiaramente il punto dolente.

Cause di coliche renali

La colica renale è causata da un ritardo acuto nel deflusso di urina dalla pelvi renale e dal calice. Il tessuto renale gonfio provoca la stasi venosa, alterata circolazione sanguigna nel tessuto renale. L'edema renale dovuto alla stasi venosa allunga la capsula fibrosa.

La capsula fibrosa ha un piccolo potenziale di estensibilità, contiene molti recettori del dolore. L'edema del rene provoca pressione su questi recettori, che provoca una grave sindrome del dolore.

La causa di un disturbo acuto del flusso sanguigno nei tessuti renali può essere una condizione in cui è presente un ostacolo al normale deflusso delle urine..

Può essere una pietra che si è mossa nell'uretere e ha bloccato il lume dell'organo, un coagulo di pus o muco, sangue nelle malattie renali, formazione e rapida crescita di un tumore che blocca l'uretere, malattie degli organi pelvici adiacenti, che formano un infiltrato di infiammazione, comprimendo l'uretere.

La causa più comune di colica renale è l'urolitiasi, il blocco del lume dell'uretere con una pietra.

Ma in ogni caso, in caso di colica renale, è necessario consultare un medico, anche nei casi in cui i sintomi del dolore sono rapidamente scomparsi da soli: la colica renale può segnalare malattie pericolose che devono essere trattate immediatamente - tumori cancerosi e benigni dell'uretere e del rene.

Con la formazione di calcoli nel rene e l'insorgenza di coliche renali dovute a calcoli renali, si verifica prima un sintomo doloroso e poi, durante la minzione, si trova una miscela di sangue nelle urine.

Con la colica renale, causata dalla formazione di un denso coagulo di sangue che ostruisce l'uretere, un'impurità di sangue viene prima rilevata nelle urine del paziente per un po 'di tempo, quindi si sviluppa un attacco di colica renale.

Con la tubercolosi del rene, l'uretere può essere ostruito da un tappo purulento.

Consigli per donne e ragazze

La raccomandazione standard in questa situazione è l'aumento di peso. Se non ci sono bambini, i medici raccomandano di non ritardare il parto, perché dopo il parto viene aggiunta la quantità di grasso retroperitoneale.

Se i muscoli addominali sono deboli, usa una benda, indossala prima di alzarti dal letto la mattina, la benda sosterrà i reni.

Le giovani fashioniste dovrebbero anche ricordare che se si sono portate all'ipertensione, solo la chirurgia può essere una via d'uscita: le amache vengono tagliate dal muscolo psoas, in cui giacciono i reni, ma il tormento non finirà: il ristagno di urina nei reni porta all'urolitiasi e il verificarsi di nuove coliche.

Consigliamo vivamente alle ragazze di pensare seriamente a ciò che è più importante per loro: la salute o la bellezza immaginaria, che scomparirà non appena sorgeranno problemi nel corpo. Ricomparirà la colica renale, la cui causa è che qualcosa sta interferendo con il flusso di urina: un uretere attorcigliato, un coagulo di sangue o una pietra bloccata nei dotti.

Quando compare la colica renale, i sintomi che la prefigurano sono semplici: una spiacevole distensione nell'ipocondrio. Poi c'è il dolore - il secondo in forza dopo un mal di denti. Possono comparire sia nausea che vomito.

La minzione con urgenza frequente passa in piccole porzioni, letteralmente goccia a goccia. Allo stesso tempo, una persona malata si precipita, a volte rotolando sul pavimento, senza comprendere le sue azioni: il corpo sta cercando di spostare l'ostacolo che interferisce con il flusso di urina. Questo spinge la famiglia del paziente nel panico, lo stress per tutta la famiglia sarà solo intensificato..

Se i reni fanno male a destra

Le cure di emergenza per la colica renale possono essere espresse solo assumendo antispastici di tipo no-shpa: somministrare al paziente 4 compresse contemporaneamente o iniettare, sotto l'azione dell'antispasmodico, le pareti dell'uretere si rilassano e l'urina accumulata può fuoriuscire nel condotto risultante. Non somministrare mai antidolorifici.

La causa della colica, specialmente a destra, può essere un blocco del dotto biliare o un'appendicite, quindi, un aiuto non qualificato per la colica renale, come pensano i parenti, può offuscare l'immagine della malattia - significa danneggiare il paziente, a volte irreparabile.

Dovrebbe essere chiamata un'ambulanza e solo l'ospedale sarà in grado di stabilire la causa esatta delle coliche e alleviare il dolore. In caso di colica renale, il primo soccorso consiste nel gocciolamento di una grande dose di antispastici e analgesici, sotto l'azione di cui si aprirà l'uretere.

Inoltre, se la pietra gira verso il lato "destro", può fuoriuscire, ma può anche ostruire nuovamente il condotto, e comparire dopo poche ore, o addirittura giorni. Ecco perché il paziente viene osservato in ospedale per almeno tre giorni, cioè il tempo sufficiente al rene per ripristinare la sua attività.

La colica renale ha le sue caratteristiche durante la gravidanza: qui la causa può essere un'esacerbazione della pielonefrite o dell'urolitiasi, il dolore è concentrato a destra, con un ritorno ai fianchi e ai genitali. Le donne incinte dovrebbero consultare immediatamente un medico per evitare un parto prematuro..

Tutto questo è importante se la colica si verifica sul lato destro..

Se i reni fanno male a sinistra

Se senti che c'è una colica renale a sinistra, il trattamento, o meglio, la rimozione dei sintomi, può essere fatto a casa. Oltre all'uso di farmaci, se si verifica una colica renale, il trattamento alternativo non sarà meno efficace, ripetiamo - se la colica è a sinistra, dove non c'è cistifellea o appendice.

I passaggi più semplici sono sdraiarsi in una vasca da bagno piena di acqua calda quanto puoi gestire. Gli spasmi saranno alleviati. Ma non sarà superfluo prendere no-shpa, iniezioni di baralgin o per via orale, puoi prendere cystenal o rautex (10 gocce per zolletta di zucchero).

Se si verifica una colica renale, il primo soccorso fornirà un sollievo temporaneo. Quando il dolore passa, è necessaria una visita dall'urologo! Se non è stato possibile alleviare la colica entro un giorno o due, il terzo giorno la temperatura aumenta, perché sotto la pressione dell'urina le coppe renali si rompono, compaiono pustole, qui è importante il ricovero tempestivo. E

gli antibiotici non possono essere presi! I microbi verranno uccisi, ma rimarranno le tossine che non vengono escrete nelle urine, entrano nel flusso sanguigno e lo shock batteriemico può diventare la conseguenza.

Solo un medico può fare la diagnosi corretta!

L'autodiagnosi è molto rischiosa. La colica renale può essere confusa con appendicite, infiammazione delle appendici, ulcere duodenali e gastriche perforate, ostruzione intestinale, pancreatite e trombosi mesenterica (infarto intestinale).

Dieta per coliche renali

È importante ricordare che la dieta per la colica renale esclude sale, affumicato, brodi, piatti di fegato, legumi e salsicce, cioccolato e cacao, tè forte. Vengono mostrate minestre di verdura e verdure bollite, cereali, verdure e macedonia di frutta.

Colica renale

Nel tempo, la maggior parte delle persone inizia a provare disagio nella parte bassa della schiena. Molto spesso non pensano che questi dolori possano significare esattamente coliche ai reni. Molte persone pensano che questi sintomi scompariranno nel tempo, il che significa che potrebbero sentirsi meglio dopo pochi giorni. Ma così facendo, i pazienti aggravano il processo della malattia. La soluzione corretta in questa situazione sarebbe quella di visitare un medico specialista in grado di identificare le cause specifiche di questo sintomo..

Cause di un attacco

La causa più comune di colica renale è l'urolitiasi. Allo stesso tempo, il tratto urinario è ostruito da calcoli chimici. I più comuni includono: urati, fosfati, ossalati, struviti, colesterolo e placche di sale. Se non ti sbarazzi di tali calcoli in tempo, si verificheranno conseguenze disastrose, fino alla morte inclusa..

La colica renale praticamente non si verifica nei bambini e negli adolescenti, principalmente le persone di mezza età e gli anziani ne soffrono. Cambiamenti nella vita, circostanze familiari, problemi, battute d'arresto e dolori mentali possono perseguitare una persona proprio durante gli anni di un organismo già formato. In connessione con i disturbi psicologici ed emotivi esistenti, l'età gioca un ruolo significativo anche nella colica renale emergente.

La prossima causa comune dello sviluppo di convulsioni è la dieta. Cibo inadeguato e non bere abbastanza liquidi possono causare ingombri del sistema urinario. In questo caso, tutti i condotti che si estendono dai reni alla vescica traboccano di pietre, che causano forti dolori nella regione lombare. In questa condizione, i reni sono instabili e richiedono un trattamento immediato..

La colite renale si verifica nella maggior parte dei casi negli uomini, ma secondo le statistiche mediche, le donne si lamentano di questo sintomo non meno e non sanno perché ciò sta accadendo. Sulla base di ciò, possiamo dire che lo sviluppo del dolore lombare è principalmente associato a malattie e condizioni concomitanti, tra cui:

  • malattia da urolitiasi,
  • pielonefrite, cistite,
  • gravidanza, inclusa ectopica,
  • trauma lombare (urinario),
  • aderenze chirurgiche,
  • policistica, tubercolosi renale,
  • tumore benigno o maligno.

La presenza di tali disturbi insieme alla colica renale può indicare che il lume delle vie urinarie è ristretto dai calcoli formati ed è necessario un trattamento immediato. Per l'autoaffermazione, è molto più facile identificare l'urolitiasi dai sintomi esistenti, che è anche considerato un punto importante.

Il segno più caratteristico della colica renale è il dolore stesso, che si manifesta nel lato destro o sinistro con acutezza e acutezza. Se la colite è a destra, il rene destro è colpito, se fa male a sinistra, quindi, di conseguenza, quello sinistro. Gli spasmi possono tormentare il paziente da entrambi i lati, a causa di un decorso complesso. Il paziente avverte un dolore insopportabile nella regione lombare, che in seguito si irradia all'area dell'inguine o anche alle gambe. Con movimenti improvvisi, la minzione, i dolori lancinanti si intensificano e non consentono al paziente di eseguire alcuna azione, a volte non è nemmeno possibile mentire in uno stato calmo. Possono durare per un tempo considerevole, a seconda della negligenza dell'urolitiasi. Pertanto, non dovresti aspettare che lo spasmo si risolva, ma chiama immediatamente un'ambulanza.
Gli attacchi di colica renale si verificano raramente in un bambino piccolo. In questo caso, i sintomi sono localizzati non nella parte lombare, ma nell'addome. I genitori spesso confondono questi dolori con qualsiasi altra condizione del bambino (formazione di gas nello stomaco, appendicite, avvelenamento). In questi casi, sarà corretto consultare un medico per bambini e non indovinare la causa della sofferenza del bambino..
Con un forte dolore arriva una febbre alta, che complica notevolmente le condizioni del paziente. In questo caso compaiono i seguenti sintomi: debolezza generale, sete, a volte brividi, anche se il corpo può bruciare, febbre, sudore freddo, sensazione di nausea, aumento della pressione sanguigna.
In nessun caso la temperatura dovrebbe aumentare, poiché ciò può essere fatale. Si consiglia di controllare periodicamente la pressione e installare un termometro. Tale monitoraggio è essenziale per il primo soccorso per la colica renale prima dell'arrivo del personale medico..
Il riflesso del vomito è inaspettato, variabile, indipendentemente dall'assunzione di cibo. Molto spesso ciò è dovuto a uno shock doloroso. In ogni caso, qualcuno dovrebbe essere con il paziente per monitorare le sue condizioni e prevenire incidenti..
La colica renale porta a una falsa minzione, che è associata a un blocco del tratto urinario. Tuttavia, non c'è bisogno di dubitare che, insieme all'urina, piccoli calcoli lasceranno il corpo, il dolore si attenuerà e il paziente si sentirà meglio. Quando il paziente viene urinato, il fluido urinario avrà una tinta rossastra, che indica danni ai dotti da pietre appuntite. Andare in bagno è doloroso, a volte appena sopportabile, quindi è consigliabile avere un assistente nelle vicinanze.
La colica nei reni ha sintomi terribili, quindi in questi casi è sempre necessaria l'assistenza medica. I medici esperti dovrebbero esaminare il paziente, ascoltare i reclami e quindi condurre una diagnosi approfondita.

Diagnosi di colica renale

Dopo che il paziente è stato portato in ospedale, viene inviato all'ufficio di un nefrologo, un medico specialista che si occupa di patologie dei reni e dell'intero sistema urinario. Per cominciare, il medico chiede informazioni sulle condizioni del paziente, quali sintomi sono comparsi di recente, misura la pressione e la temperatura e palpa i reni su entrambi i lati (palpazione). Quindi la diagnosi primaria gli sarà chiara, dopo di che verrà inviato alle seguenti procedure diagnostiche ed esami:

  • Analisi delle urine. Vengono determinati indicatori di eritrociti, leucociti, proteine, pH, glucosio e altri. Allo stesso tempo, il pH non deve superare 7, non ci sono proteine ​​o un valore fino a 0,033 g / l, il glucosio è assente o un valore fino a 0,8 mmol / l, eritrociti e leucociti non sono più del normale, l'urina senza condizioni patologiche deve essere giallo paglierino, trasparente, nessun odore pungente.
  • Chimica del sangue. Se il valore di creatinina e urea viene superato, questo indica la presenza di urolitiasi, rispettivamente, attacchi di colica renale.
  • Raggi X della cavità addominale. Viene eseguito per identificare malattie concomitanti e per valutare lo stato degli organi interni.
  • Ultrasuoni dei reni e della vescica. L'ecografia renale può rilevare minuscoli calcoli che potrebbero bloccare il sistema urinario e causare dolore.
  • Urografia endovenosa. Attraverso una vena, un medico inietta un mezzo di contrasto di una preparazione speciale, quindi esegue i raggi X. Ciò gli consentirà di valutare il funzionamento e le condizioni generali dei reni del paziente, nonché dei loro reparti..
  • Cromocistoscopia. Una procedura dolorosa che viene eseguita più spesso in anestesia. Il dispositivo cistoscopico viene inserito attraverso l'apertura del pene, quindi vengono esaminate le vie urinarie, l'uretere, le loro condizioni e la presenza di calcoli. Viene somministrata un'iniezione endovenosa con l'introduzione di indigo carmine, che dovrebbe colorare di blu l'urina. Se entro 15 minuti durante la minzione l'urina non ha una tale tonalità, il paziente ha ICD..
  • RM e TC. La risonanza magnetica viene eseguita per valutare le condizioni dei reni: dimensioni, struttura, pervietà delle vie, presenza di tumori, pietre, lesioni. La procedura dura circa mezz'ora e la tomografia computerizzata solo 5-10 minuti, il che consente di esaminare rapidamente un paziente gravemente malato.

Con la colica renale nei bambini, viene eseguito un esame utilizzando un'ecografia. La diagnostica viene eseguita con ogni paziente per determinare le patologie esistenti, valutare e anche fare una diagnosi accurata. Tuttavia, prima dell'ospedale, se il paziente è in gravi condizioni, è necessario eseguire il primo soccorso..

Primo soccorso

Se un paziente avverte tutti i sintomi della colica renale ed è sicuro di soffrire della presenza di calcoli nel sistema urinario, il primo passo è fermare il dolore applicando calore nell'area in cui si avvertono gli spasmi. Per questo, il paziente viene posto su una piastra elettrica calda e avvolto in una coperta per eliminare le sensazioni dolorose. Allo stesso tempo, respira profondamente e cerca di muoverti di meno. Tuttavia, se ci sono altre malattie infiammatorie e si osserva una temperatura elevata, il corpo del paziente non deve essere esposto al contatto termico..
Con attacchi di dolore insopportabile, è consentito assumere farmaci antispastici e antinfiammatori: Baralgin, Ketorol, Papaverin, No-shpa, Spazmalgon. I diuretici sono vietati, poiché non è consigliabile visitare il bagno prima dell'arrivo di un medico specialista, in modo che possa valutare correttamente le condizioni del paziente e confermare la diagnosi.

Sollievo dal dolore

Dopo l'arrivo dei paramedici, è necessario informarli delle procedure di pronto soccorso eseguite. Dopo aver specificato ciò, il paziente viene esaminato, la temperatura e la pressione sanguigna vengono misurate e vengono sondati i luoghi di localizzazione della colica. In casi estremi, i farmaci antidolorifici vengono somministrati per via endovenosa o intramuscolare: diclofenac, ketamina, platifillina.
Ulteriore sollievo dal dolore continua in ambiente ospedaliero. Il paziente viene posto sotto un contagocce usando farmaci: No-shpy, Papaverin, Baralgin. La colica renale può persistere a lungo, quindi il paziente è sempre sotto la supervisione di professionisti medici. Forse la nomina di farmaci diuretici - Indapamide, Kanefron, Fitolizin, Urolesan, poiché i dolori possono calmarsi solo quando i calcoli lasciano naturalmente il sistema urinario. Se l'urolitiasi è in uno stato trascurato e le pietre non sono in grado di uscire da sole, sono necessarie cure di emergenza, viene eseguito un intervento chirurgico.

Trattamento delle coliche renali

La terapia per attutire gli spasmi del dolore nella colica renale viene eseguita in modo medicamentoso. Se gli attacchi di dolore sono minori, puoi bere antispastici e diuretici per rimuovere le pietre ancora non formate dal corpo in modo indolore: Cyston, Tsistenal, Fitolizin. I dolori vengono leniti da un caldo bagno al sale marino, mentre viene controllata l'assenza di pressione e temperatura corporea. A volte, se possibile, al paziente vengono somministrate iniezioni di analgesici in modo che l'effetto sia molto più rapido..
Altrimenti, se le scorte mediche non salvano a lungo dagli attacchi nella parte bassa della schiena, la minzione è rara e dolorosa, mentre le condizioni del paziente sono depresse e appare una sensazione di nausea, dovresti assolutamente andare in ospedale.

Dieta per coliche renali

Le manifestazioni dell'urolitiasi hanno un esito pericoloso e difficile, che causa un dolore insopportabile. Per alleviare i crampi e sbarazzarsene completamente, devi seguire una certa dieta..
Consigliato da usare:

  • prodotti a base di latte fermentato (kefir, yogurt, latte, formaggio),
  • frutta e verdura fresca (cetrioli, anguria, albicocche, melone, pere),
  • brodi magri (a base di pollo, tacchino),
  • pesce di mare bollito (melù, merluzzo, sgombro, nasello, storione),
  • una grande quantità di liquido (compreso il succo di mirtillo rosso e il decotto di rosa canina).

Con coliche renali e per accelerare la rimozione dei calcoli dal sistema urinario, infusi e decotti di piante medicinali, tra cui: Camomilla, Centaurea, Salvia, Ginepro, Equiseto, Ortica, Menta, foglie di betulla, saranno utili per il corpo.
I seguenti alimenti e ingredienti saranno influenzati negativamente:

  • burro e pasticcini fritti (pasticcini, crostate, pagnotte, ciambelle),
  • carne grassa (maiale, agnello, manzo),
  • preparazioni in scatola (marinate, sottaceti, adjika, cavoli, funghi),
  • prodotti contenenti caffeina (cioccolato, caffè, cacao),
  • bevande gassate.

È importante monitorare la tua salute e non aggravare i prodotti con una composizione chimica, una grande quantità di spezie e spezie, aspettare un po 'con l'alcol. Nel peggiore dei casi si possono formare grosse pietre e nessuna dieta può aiutare, sarebbe consigliabile andare solo in un istituto medico.

Previsione

I pazienti che hanno sperimentato la sindrome da colica renale ricorderanno a lungo questi tormenti, perché anche dopo averli eliminati, è necessaria la terapia farmacologica per curare tutte le tracce profonde di calcoli nel sistema urinario. Il trattamento tempestivo delle malattie che hanno portato ad attacchi nella parte bassa della schiena eviterà complicazioni e intervento chirurgico, pertanto, l'algoritmo terapeutico per una persona malata dovrebbe essere preso sul serio.

Complicazioni

Nonostante il gran numero di prognosi favorevoli dopo attacchi renali, ci sono ancora complicazioni che possono causare la morte. Ciò è facilitato dalla negligenza dell'urolitiasi. Quando il tratto urinario è bloccato dai calcoli, l'urina non può passare tranquillamente all'uretere e alla vescica, quindi si verifica il ristagno e l'intossicazione dell'intero organismo. Il paziente presenta sintomi quali: secchezza delle fauci, sudore freddo, pressione sanguigna bassa, perdita di coscienza. Una condizione così prolungata può portare a conseguenze disastrose. In questo caso si sviluppa insufficienza renale, pielonefrite acuta, avvelenamento del sangue, shock settico.
Un attacco di colica renale può rendere una persona disabile. Un frivolo appello al tuo corpo porta solo al peggior risultato, quindi è molto importante monitorare ogni sintomo, contattare un medico specialista in modo tempestivo e seguire le sue raccomandazioni.

Misure preventive

Per non formare calcoli renali, non c'è ristagno di urina, non ci sono attacchi di coliche renali, vanno evitate malattie legate al sistema urinario. Si consiglia vivamente di consumare molta acqua pulita, garantire una dieta equilibrata, esercizio fisico e ginnastica speciale. In presenza di malattie infettive e infiammatorie, è necessario trattarle correttamente e in tempo. Eseguire periodicamente esami del sangue e delle urine, sottoporsi a visita medica annuale e esame ecografico.
La colica renale è pericolosa e può apparire impercettibilmente in ogni abitante della popolazione. All'inizio è asintomatico, poi si presenta con attacchi di dolore acuto insopportabile nella regione lombare. Per non conoscere condizioni così gravi, è necessario monitorare rigorosamente la propria salute, in caso di malessere, rivolgersi immediatamente a un medico, non cercare di anestetizzare il sintomo da soli. Questi semplici principi salveranno una persona dai calcoli renali e dalle sofferenze indesiderate..

Con colica renale

La colica renale è una complicanza del decorso dell'urolitiasi nella metà dei casi. È caratterizzato da un dolore intollerabile ed è il risultato dello spostamento di calcoli insolubili nelle strutture cave delle vie urinarie con conseguente danno alla mucosa..

Come si sviluppa la colica renale?

Il termine colica renale definisce una condizione patologica associata allo spostamento di calcoli insolubili (calcoli) nei calici, nella pelvi renale o negli ureteri. In questo caso, si sviluppa un danno alla mucosa, uno spasmo della muscolatura liscia delle pareti con il verificarsi di un dolore "lancinante" molto forte (da cui il nome - colica). La patogenesi (meccanismo di sviluppo) della colica renale comprende diversi componenti:

  • Spostamento di calcoli insolubili con danno meccanico alla mucosa.
  • Spasmo della muscolatura liscia delle pareti delle strutture cave del tratto urinario con una diminuzione del diametro del lume.
  • Sviluppo di una reazione infiammatoria, in cui le cellule del sistema immunitario si accumulano nell'area danneggiata della mucosa, che producono specifici composti biologicamente attivi delle prostaglandine. Irritano le terminazioni nervose sensibili, causano gonfiore dei tessuti molli e rallentano anche il deflusso del sangue con lo sviluppo del ristagno.
  • Blocco del calice, del bacino o dell'uretere, che interrompe il flusso di urina, facendolo accumulare e allungare le strutture cave delle vie urinarie.
  • Flusso sanguigno alterato nei tessuti renali.

La colica renale non è solo una sindrome da dolore grave. Questa è una condizione patologica, durante lo sviluppo di cui soffre l'attività funzionale dell'organo..

Le ragioni

La causa principale della colica renale è lo sviluppo della urolitiasi. È un disturbo metabolico in cui si verifica un cambiamento nelle proprietà fisico-chimiche dell'urina con la successiva formazione di calcoli insolubili. Le ragioni per la formazione di calcoli nei reni e negli ureteri includono:

  • Predisposizione ereditaria, che determina le caratteristiche dello scambio di vari composti con la successiva formazione di calcoli nelle strutture cave del sistema urinario.
  • La gotta è un disturbo metabolico caratterizzato da una maggiore concentrazione di acido urico e dalla deposizione dei suoi sali insolubili in vari tessuti e organi, compresi i reni.
  • Disturbi congeniti o acquisiti del deflusso di urina nelle strutture cave del sistema urinario - restringimento degli ureteri, curve patologiche, prolasso dei reni.
  • Processi infettivi cronici nei reni e in altre strutture del sistema urinario.

La colica renale si sviluppa quando una pietra è presente nelle strutture cave del tratto urinario. Lo spostamento di un calcolo insolubile può provocare tremori, assunzione di alcol, stress, eccessivo sforzo fisico. La conoscenza dei fattori causali (eziologici) aiuterà a prevedere lo sviluppo della malattia e ad adottare le misure necessarie per prevenirlo.

Sintomi di colica renale

Lo sviluppo della colica renale è accompagnato da sintomi clinici caratteristici. La manifestazione principale è il dolore intenso e insopportabile, che è principalmente localizzato nella regione lombare. Ha un carattere acuto, parossistico, che costringe il paziente a prendere una posizione forzata del corpo per alleviare almeno un po 'la condizione. Di solito, una persona in posizione seduta si piega in avanti e mette una mano sulla schiena nella zona di maggiore intensità del dolore. Le sensazioni di dolore possono essere date (irradiazione) alla gamba, al retto, allo scroto negli uomini. La durata di un attacco di dolore varia da alcuni minuti a diversi giorni.

Prima dell'inizio di un attacco di colica renale, nelle urine appare "sabbia", che è la prova dello spostamento di calcoli insolubili. Durante un attacco, il sangue appare spesso nelle urine, il che indica lo sviluppo di sanguinamento dall'uretere danneggiato.

Un ulteriore spostamento della pietra porta a un cambiamento nella localizzazione del dolore. Spesso c'è un'uscita del tartaro con l'urina, dopo di che c'è un sollievo dalla condizione.

Diagnostica

I sintomi clinici caratteristici che accompagnano lo sviluppo della colica renale consentono di diagnosticare in modo affidabile la condizione patologica. Per determinare ulteriori tattiche di trattamento in un istituto medico, vengono prescritti ulteriori diagnostici oggettivi, inclusi diversi metodi di base per la visualizzazione del calcolo insolubile:

  • L'esame ecografico dei reni e delle strutture cave delle vie urinarie è un metodo che consente di stabilire con un alto grado di certezza la localizzazione del calcolo, la sua forma, dimensione e struttura. La tecnica di ricerca strumentale è assolutamente sicura per l'uomo. Permette di diagnosticare bambini e donne incinte.
  • La tomografia computerizzata è una moderna tecnica a raggi X di scansione dei tessuti strato per strato, che ha un'alta risoluzione. Consente di rilevare cambiamenti minimi nei tessuti e di visualizzare calcoli insolubili in situazioni diagnostiche discutibili. La tomografia computerizzata è prescritta nei casi in cui l'ecografia non ha consentito di stabilire una diagnosi affidabile..
  • La risonanza magnetica è una tecnica di scansione strato per strato dei tessuti, in cui l'effetto della risonanza nucleare in un forte campo magnetico viene utilizzato per l'imaging. Lo studio di solito non viene utilizzato per verificare l'urolitiasi, è prescritto per la diagnosi differenziale della patologia oncologica.
  • L'urografia escretoria è un metodo di ricerca a raggi X. Implica l'introduzione di uno speciale composto di contrasto per raggi X, che viene escreto dai reni nelle urine, nel sangue, seguito da una serie di raggi X. Poiché le strutture cave del sistema urinario sono riempite di urina con composto di contrasto per raggi X, è possibile visualizzare gli ostacoli.

Per determinare il tipo e la composizione chimica dei calcoli, è necessaria un'analisi clinica delle urine con microscopia dei sedimenti. Il medico determina l'origine dei calcoli renali (ossalati, urati, fosfati) dalla forma dei cristalli rilevati al microscopio. La valutazione dello stato funzionale del corpo viene effettuata utilizzando un ulteriore esame obiettivo, che comprende tecniche di laboratorio (esame del sangue clinico, fegato biochimico, esami renali, emogramma), strumentali (fluorografia, ecografia degli organi della cavità addominale, cuore) e funzionali (elettrocardiogramma).

Sulla base di tutti i risultati dell'esame, il medico curante fa una conclusione sull'origine dell'urolitiasi, sulla natura e sulla gravità dei cambiamenti nelle strutture del sistema urinario.

Pronto soccorso per coliche renali

La colica renale si sviluppa spesso in situazioni in cui è impossibile effettuare un trattamento specialistico adeguato (in vari eventi, in viaggio, mentre una persona è in campagna). Fornire cure di emergenza include l'implementazione di diverse semplici misure:

  • Garantendo la pace, una persona non dovrebbe provare tremori, vibrazioni. Di solito viene posato su una superficie orizzontale che dovrebbe essere moderatamente dura. Allo stesso tempo, assume una postura "moderata" con la minima intensità di dolore.
  • Se una persona è nella stanza, allora è necessario fornire ossigeno (aprire una finestra, allentare il colletto dei vestiti).
  • Applicare calore alla regione lombare dal lato del massimo dolore - l'effetto termico ha un effetto antispasmodico, in cui il tono della muscolatura liscia delle vie urinarie diminuisce. A casa, puoi usare una piastra termica medica o una bottiglia di plastica per bevande riempita con acqua calda con moderazione..
  • L'uso di farmaci del gruppo antispasmodico (No-Shpa, Papaverin, Drotaverin) - i farmaci hanno la capacità di ridurre il tono della muscolatura liscia delle strutture cave del sistema urinario, a causa del quale la gravità dello spasmo diminuisce, il diametro del lume aumenta e la gravità del dolore è significativamente ridotta.

L'uso di farmaci del gruppo antispasmodico come primo soccorso per la colica renale è il metodo più efficace. I medicinali sono disponibili nella forma di dosaggio di una compressa per somministrazione orale o di una soluzione per somministrazione parenterale. Il farmaco più comune che può essere trovato nell'armadietto dei medicinali di casa è No-Shpa. La concentrazione del principio attivo in 1 compressa o 1 ml di soluzione è di 40 mg. Per ridurre la gravità delle manifestazioni della colica renale, di solito sono necessari 80 mg (2 compresse o 2 ml di soluzione). L'uso di una forma di dosaggio per la somministrazione parenterale porta ad un effetto terapeutico più veloce e più pronunciato. La soluzione può essere somministrata per via intramuscolare o endovenosa. Al di fuori di un ospedale medico, è possibile l'iniezione intramuscolare del farmaco nel quadrante esterno superiore del gluteo o nella superficie anterolaterale della coscia (il paziente può somministrare indipendentemente la soluzione nella superficie anterolaterale della coscia). La somministrazione parenterale di un farmaco implica l'osservanza obbligatoria delle regole di asepsi e antisettici, volte a prevenire l'infezione secondaria dei tessuti nell'area della puntura con un ago:

  • Per somministrare il farmaco deve essere utilizzata una siringa sterile monouso prelevata da una confezione originale integra..
  • La pelle nell'area di iniezione viene trattata con un antisettico: il più comune è l'alcol medico.
  • Dopo l'iniezione, viene applicato sulla pelle un tampone di garza di cotone o un tampone di cotone imbevuto di una soluzione antisettica (siringa).

Se non sei sicuro dell'iniezione corretta, allora per il primo soccorso è meglio usare medicinali sotto forma di compresse. Molto spesso, sullo sfondo della colica renale, il paziente e le persone che lo accompagnano sono in uno stato di stress, pertanto la mancanza di competenze sufficienti nell'esecuzione di manipolazioni mediche può causare complicazioni (puntura di un vaso sanguigno, profondità insufficiente di inserimento dell'ago, frattura dell'ago, infezione dei tessuti).

Le persone che soffrono di urolitiasi che hanno sofferto ripetutamente di coliche renali di solito hanno sempre No-Shpu o Drotaverin con loro sotto forma di una soluzione per la somministrazione parenterale. Possono auto-somministrarsi il farmaco.

È molto importante garantire l'inizio precoce delle cure specialistiche in ambiente ospedaliero. Per questo, il paziente viene trasportato in modo indipendente o viene chiamata un'ambulanza..

Trattamento specializzato

Il trattamento della colica renale comprende misure volte a rimuovere il tartaro insolubile. Viene eseguito utilizzando diverse tecniche:

  • La litotripsia ad ultrasuoni è una tecnica moderna che prevede l'esposizione di una pietra ad ultrasuoni ad alta energia, che porta alla sua graduale distruzione. Il metodo è efficace solo per alcuni tipi di pietre.
  • Intervento endoscopico: un endoscopio (un tubo con una telecamera, illuminazione e manipolatori) viene inserito nel lume delle strutture cave delle vie urinarie. Sotto il controllo visivo sullo schermo del monitor utilizzando micromanipolatori, il medico esegue la frantumazione e l'estrazione del calcolo insolubile.
  • Chirurgia ad accesso aperto: l'intervento è prescritto per grandi dimensioni o numero di calcoli, nonché per lo sviluppo di un complicato decorso di urolitiasi.

Indipendentemente dal metodo di rimozione dei calcoli insolubili, è necessaria la terapia farmacologica in anticipo. Include la nomina di antibiotici, antispastici.

La colica renale è una complicanza dell'urolitiasi, che è accompagnata da un dolore molto intenso. Per evitare lo sviluppo, è necessaria una diagnosi tempestiva e il trattamento della patologia..

Medicinali per alleviare un attacco di colica renale

La colica renale è una sindrome da dolore parossistico luminoso, intensamente espresso che si forma quando l'uretere è ostruito da un coagulo di pus, muco o sangue, tartaro, accumulo di cristalli di sale solidi. Sembra che equivalga a pesante e quasi insopportabile. Un paziente che ha provato un tale dolore una volta cerca di prepararsi in anticipo per il suo sollievo. Per le coliche renali, l'antidolorifico è un must..

Sintomi di un attacco di colica renale

Il quadro clinico si manifesta chiaramente, il sintomo principale è considerato un dolore intenso, spesso insopportabile di natura spastica, che si verifica improvvisamente e bruscamente. Le sensazioni insopportabili sono localizzate nella regione lombare della colonna vertebrale e possono diffondersi lungo l'uretere, cedendo all'area del perineo, dello spazio intercostale o della costola esterna.

Oltre al dolore, il paziente può manifestare le seguenti manifestazioni:

  • aumento dell'eccitazione;
  • nausea;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • diminuzione della frequenza cardiaca.

Poiché il dolore si irradia a varie parti dell'addome, dei genitali e del retto, il paziente ha dolorosi impulsi a eseguire un atto di defecazione. In alcuni casi, si nota gonfiore, un sintomo caratteristico di un addome acuto. Se il calcolo è localizzato nel lume dell'uretra, il processo di minzione viene interrotto. Il paziente avverte un bisogno costante e doloroso di urinare, provando sensazioni spiacevoli al momento dello svuotamento della vescica. Il dolore insopportabile fa precipitare una persona alla ricerca di una posizione comoda che possa alleviare almeno un po 'la sofferenza..

Se la colica renale si verifica in un bambino, il focus del dolore è localizzato nell'ombelico. La sua temperatura corporea aumenta, appare una sensazione di nausea, che termina con il vomito. Diventa eccessivamente agitato e piagnucoloso. In una donna incinta, un attacco acuto si verifica spesso nel terzo trimestre, può prenderlo per l'inizio del travaglio. I dolori spastici possono provocare un parto prematuro, quindi, al primo segno, dovrebbe essere chiamata una squadra di ambulanze.

Trattamenti per alleviare il dolore nella colica renale

Il sintomo principale della colica renale è il dolore intenso di natura spastica, che si manifesta all'improvviso e provoca sensazioni insopportabili nel paziente. Pertanto, il compito principale è eliminarlo. Esistono molti modi per somministrare i farmaci, ma i più popolari sono le iniezioni o le forme per la somministrazione orale. Dovresti sapere qual è la differenza tra iniezioni, compresse e capsule e cosa è meglio prendere con la colica renale.

Iniezioni, compresse, capsule: caratteristiche di azione e utilizzo

Molto spesso sentiamo che le compresse hanno un effetto negativo sugli organi digestivi, irritano la mucosa, danneggiano il fegato e i reni, aumentando il carico su di essi. Non l'ultimo posto è occupato da affermazioni che a volte hanno un sapore sgradevole e semplicemente non è possibile inghiottirle. Pertanto, la preferenza è spesso data ad altri metodi di introduzione della composizione terapeutica..

Le proprietà caratteristiche di varie forme di dosaggio possono essere confrontate:

  • Il medicinale sotto forma di iniezione entra direttamente nel flusso sanguigno, quindi inizia ad agire rapidamente e l'effetto si ottiene il prima possibile.
  • Le forme delle compresse non funzionano immediatamente, poiché entrano per la prima volta nel tratto digestivo, si dissolvono in uno stato liquido e solo successivamente vengono assorbite dall'intestino tenue.
  • I preparati in capsule sono sotto forma di polvere, che inizia a decomporsi immediatamente dopo essere entrati nello stomaco. Pertanto, il principio attivo viene rilasciato rapidamente e agisce di conseguenza.

Rimozione di un attacco a casa

Il primo soccorso per la colica renale dovrebbe essere tempestivo e competente. Per fermare rapidamente il dolore acuto, è necessario seguire l'algoritmo corretto di azioni. Questa serie di misure dovrebbe essere eseguita solo con una chiara convinzione nella diagnosi..

Nei primi minuti, le misure principali dovrebbero essere volte ad eliminare il dolore con l'aiuto di metodi termici e farmaci. È necessario agire con chiarezza, seguendo la sequenza delle procedure:

  • chiamare una squadra di ambulanze;
  • creare un ambiente calmo;
  • scoprire l'area di localizzazione del dolore;
  • determinare la temperatura corporea e monitorare i suoi possibili cambiamenti;
  • raccogliere l'urina per l'analisi.

Poiché i reni amano il calore, è necessario avvolgere il paziente con un tappeto o una coperta, applicare una piastra riscaldante non molto calda. In alcuni casi, questa misura aiuta a ridurre l'intensità del dolore o ad eliminarlo completamente.

Droghe

Alla fine delle procedure che utilizzano il calore, vengono mostrati farmaci per la colica renale, vale a dire il loro uso in qualsiasi forma di dosaggio: compresse o iniezioni. Se non c'è la possibilità di chiamare un medico nel prossimo futuro, puoi far fronte al dolore da solo somministrando iniezioni di anestetico per la colica renale acuta. Hanno effetti antinfiammatori, vasodilatatori, antispastici..

Medicinali usati durante un attacco:

  • "No-Shpa";
  • Drotaverina;
  • Baralgin;
  • "Ketorol";
  • "Spazmalgon";
  • "Analgin" insieme a "Diphenhydramine".

Al paziente deve essere prescritto riposo a letto, riposo completo. Se l'attacco viene facilmente interrotto, il paziente rimane in trattamento ambulatoriale e viene sottoposto a un corso che include i seguenti farmaci:

  • antibiotici e urosettici - "Fosfomicina", "Nitroxoline," Ceftriaxone ";
  • FANS - "Diclofenac", "Lornoxicam", "Drotaverin";
  • farmaci per migliorare la microcircolazione - "Trental", "pentossifillina".

La medicina tradizionale aiuterà ad alleviare il benessere e ridurre la gravità dei sintomi.

Modi popolari

Il trattamento domiciliare è quasi sempre integrato dalla medicina tradizionale. Con un approccio integrato, un medicinale per la colica renale sotto forma di tisane ha un effetto positivo e allevia le condizioni del paziente. I preparati a base vegetale e i preparati pronti con proprietà diuretiche e antisettiche possono essere acquistati in qualsiasi farmacia. Per il trattamento della colica renale, si consiglia di scegliere un medicinale a seconda della composizione del calcolo.

OssalatiUrataFosfatiTipo misto
KnotweedCrespinoPrezzemoloCoda di cavallo
WheatgrassFoglie e boccioli di betullaErba di San GiovanniMenta piperita
anetoBacche di mirtillo rossoMirtillo rossoRadice di calamo
Foglie di fragolaFoglie di ortica


I seguenti metodi sono considerati i più efficaci..

  • Un impacco caldo sulla zona dei reni da un decotto di avena aiuta ad espandere i dotti e facilita il movimento del calcolo lungo le vie escretorie, che accelera il suo rilascio.
  • Per eliminare le sensazioni dolorose, viene utilizzata una raccolta di camomilla, centaurea e salvia, presi in parti uguali. Prepara per 1 cucchiaino. in un bicchiere d'acqua bollente e bevi un cucchiaino ogni ora. Il corso del trattamento è di 2-3 mesi.
  • Un decotto di gemme di betulla, giovani germogli o foglie elimina i sintomi della colica. Bollire 8 cucchiai di materie prime in un litro d'acqua per 20 minuti. Dividi il volume risultante in 5 parti e prendi durante il giorno.

Spesso, per le coliche renali, è indicato il trattamento con farmaci come "Kanefron", "Cyston", "Urolesan".

Se si verificano sintomi di colica renale, le cure di emergenza possono fermare un attacco acuto, alleviare il dolore. Il calcolo si sposta nelle parti inferiori del sistema urinario e la sua scarica avviene naturalmente. Il paziente sperimenta un sollievo immediato e le sue condizioni tornano rapidamente alla normalità..

Metodi di sollievo dal dolore ospedaliero

Se la dimensione della pietra supera il diametro del lume dell'uretere, non può uscire da sola e il movimento lungo le vie escretorie è accompagnato da una serie di convulsioni. In questo caso si considera opportuna la degenza del paziente in ospedale..

Al momento del ricovero in clinica, il paziente viene esaminato e vengono determinate le dimensioni e il numero di calcoli. Questo fattore influenza la scelta dell'opzione di trattamento imminente..

La lotta contro la colica renale inizia sempre con la nomina di antispastici e antidolorifici. La scelta del farmaco è fatta dal medico. Con un attacco prolungato, il blocco della novocaina o l'introduzione a goccia di miscele medicinali complesse aiuta bene. Il più comune è un tale composto: "Platyphyllin", "Baralgin", glucosio. I contagocce sono spesso combinati con iniezioni di "Analgin", "Pipolfen" e l'assunzione di compresse "Diphenhydramine", "Promedol", "No-shpy", "Papaverina".

Se viene rilevato un processo infiammatorio nel corpo, al paziente viene prescritto un ciclo di terapia antibiotica, se ha una tendenza all'edema, è consigliabile prescrivere diuretici.

Note importanti

Se una persona sviluppa l'urolitiasi, i calcoli prima o poi inizieranno a muoversi lungo il tratto urinario, cercando di uscire. Le condizioni del paziente in questo caso dipenderanno dalle azioni di se stesso, così come dai suoi parenti. Puoi alleviare un attacco solo usando antispastici e analgesici. Ma senza eccezioni, tutti i medicinali hanno controindicazioni per l'uso e una serie di effetti collaterali, che sono descritti in dettaglio nelle istruzioni. Pertanto, prima di utilizzarlo, dovresti studiarlo attentamente..

Maggiore cautela dovrebbe essere esercitata dalle donne durante la gravidanza e l'allattamento, scegliendo per il trattamento solo quei farmaci i cui benefici sono sufficientemente alti e il rischio per il feto è ridotto al minimo il più possibile.

Overdose di farmaci antidolorifici

Gli analgesici per la colica renale devono essere assunti in conformità con la quantità e la frequenza specificate di farmaco. Se si ignorano queste raccomandazioni e l'eccesso non autorizzato del volume del farmaco, si verifica un sovradosaggio. A volte può apparire per caso se un paziente in uno stato di shock doloroso ha preso più pillole del normale.

I seguenti sintomi possono indicare un eccesso di anestetico nel corpo del paziente:

  • mal di testa;
  • abbassamento della pressione sanguigna;
  • secchezza della mucosa orale;
  • eruzioni cutanee, prurito, edema di Quincke;
  • sovraeccitazione nervosa;
  • disturbi del ritmo cardiaco, tachicardia;
  • convulsioni, tremori degli arti;
  • violazione della coscienza: confusione, delirio, allucinazioni;
  • problemi gastrointestinali - nausea, vomito, diarrea.

Va ricordato che un sovradosaggio di droghe è una condizione pericolosa per la vita, quindi, quando compaiono uno o più dei suddetti sintomi, è necessario chiamare una squadra di ambulanze e non auto-medicare con mezzi improvvisati. Se si sviluppa una condizione critica, il paziente deve essere portato in un ospedale dove viene eseguita la terapia sintomatica, in casi estremi - plasmaferesi.

Effetto collaterale

Quando prescrive farmaci anestetici, il medico tiene conto, prima di tutto, delle condizioni del paziente e della durata dell'attacco. Ma indipendentemente dal gruppo, hanno tutti una serie di effetti collaterali..

I farmaci antinfiammatori e gli analgesici non steroidei possono causare queste reazioni:

  • irritazione della mucosa gastrointestinale;
  • deterioramento della funzionalità epatica o renale;
  • vertigini, sonnolenza o insonnia, mal di testa;
  • nausea, vomito, debolezza;
  • convulsioni, depressione respiratoria;
  • un disturbo emorragico che causa sanguinamento, perdita dell'udito, vista.

Gli effetti collaterali compaiono dopo aver assunto una grande dose di un farmaco o una miscela di farmaci, quando, senza attendere l'azione desiderata, il paziente assume un altro antidolorifico. Ciò è dovuto al desiderio di alleviare il dolore il prima possibile. Qualsiasi farmaco deve essere assunto con cautela, privilegiando i farmaci più sicuri e collaudati.

Controindicazioni per l'uso

Quando si fornisce cure di emergenza, è necessario tenere presente che qualsiasi rimedio che allevia il dolore può avere alcune controindicazioni. Prima di eseguire le manipolazioni necessarie a casa e utilizzare antidolorifici, va notato che non possono essere prescritti a persone che hanno i seguenti disturbi:

  • tendenza alle reazioni allergiche;
  • malattia microbica intestinale;
  • tubercolosi;
  • colite;
  • Morbo di Crohn;
  • ingrossamento dell'intestino tenue;
  • ipersensibilità a componenti di medicina.

Dovresti anche sapere che nei processi infiammatori, le manipolazioni termiche sono rigorosamente controindicate..

Prevenzione delle ricadute

La dieta è uno dei principi fondamentali su cui si basa la prevenzione della colica renale nell'urolitiasi. Durante i periodi di calma, è necessario attenersi alle seguenti raccomandazioni.

  1. Bere una quantità sufficiente di liquido, includere il consumo alcalino nel regime di consumo (con calcoli di urato).
  2. Limita il consumo di carne, pesce, legumi e prodotti contenenti calcio: ricotta, latte.
  3. Rinuncia a spinaci, acetosa, pomodori, insalata verde.
  4. Assumi complessi vitaminici e minerali.
  5. Aumentare l'attività fisica per evitare l'accumulo di cristalli di sale nella pelvi renale.
  6. Vivi una vita sana.

Il paziente deve cercare di evitare l'esposizione a tali fattori:

  • correnti d'aria, ipotermia;
  • caffè, alcol;
  • infezioni urologiche e malattie virali;
  • lesioni nella posizione anatomica dei reni.

Ai fini della prevenzione, il paziente deve sottoporsi regolarmente a visite mediche, diagnosticare tempestivamente processi patologici nelle strutture dell'organo accoppiato e condurre una terapia adeguata. Se una persona è stata precedentemente diagnosticata con urolitiasi, allora deve seguire rigorosamente gli ordini del medico, anche seguendo una dieta.

Conclusione

L'autodiagnosi può esacerbare la situazione, poiché i sintomi caratteristici della colica renale possono indicare lo sviluppo di molte altre malattie. Certo, è necessario avere un'idea delle manifestazioni di un attacco acuto per fornire il primo soccorso in modo tempestivo e competente. È anche importante sapere quale analgesico aiuterà a fermare il dolore insopportabile e ad alleviare la condizione prima dell'arrivo del team medico.