Cistite durante la gravidanza

La cistite è una malattia che spesso mette in ombra uno dei periodi più piacevoli della vita di una donna: la gravidanza. Secondo le statistiche, una donna incinta su dieci ha riscontrato questa malattia. La medicina spiega una tale prevalenza di questa patologia tra le future mamme dalle caratteristiche strutturali del corpo femminile e dai cambiamenti ormonali e fisiologici che si verificano in esso durante la gravidanza. Allora, cos'è la cistite e come una donna incinta può far fronte a questo disturbo senza danneggiare se stessa e il bambino?

Cos'è la cistite durante la gravidanza?

La cistite è un'infiammazione della parete vescicale. Questa è la più comune malattia urologica di origine infettiva e non infettiva..

La cistite infettiva può provocare microflora opportunistica: stafilococchi, streptococchi, Escherichia coli, ecc., Nonché agenti patogeni come clamidia, micoplasma, ureaplasma, Trichomonas vaginale, ecc..

Portare a cistite non infettiva: ipotermia, affaticamento, indebolimento dell'immunità, disbiosi intestinale e disbiosi vaginale, irritazione della mucosa della vescica da parte di sostanze chimiche rilasciate attraverso la sua parete (ad esempio, con assunzione incontrollata di farmaci), danni alla mucosa durante manipolazioni mediche, ecc..

Cistite all'inizio della gravidanza

La cistite all'inizio della gravidanza può anche essere definita un certo schema. Non è raro che una donna scopra accidentalmente la gravidanza, dopo aver consultato un medico a causa della cistite esacerbata. Pertanto, gli esperti attribuiscono questa malattia ai segni condizionali della gravidanza precoce. Perché sta succedendo?

Nelle donne in gravidanza, la cistite si verifica spesso a causa di cambiamenti nei livelli ormonali e immunosoppressione (soppressione naturale dell'immunità della donna incinta, necessaria per prevenire il rigetto immunologico dell'embrione). La difesa indebolita del sistema immunitario consente alle infezioni di moltiplicarsi attivamente, che a loro volta, entrando nella vescica, causano infiammazione.

Inoltre, dai primi giorni di gravidanza, vecchie piaghe e disturbi iniziano a intensificarsi. Pertanto, se hai una storia di cistite cronica, allora c'è una probabilità piuttosto alta che si ripresenti già nelle prime fasi della gravidanza..

Segni di cistite durante la gravidanza

Esistono due forme di cistite: acuta e cronica. I sintomi della cistite acuta includono:

  • minzione dolorosa frequente;
  • dolore nell'addome inferiore (da dolori tiranti nell'addome inferiore e dolore minore alla fine dell'atto di minzione a dolori acuti debilitanti e l'incapacità di trattenere l'urina);
  • scarico di sangue nelle urine;
  • aumento della temperatura corporea.

Con un'esacerbazione della cistite cronica, i sintomi possono essere meno pronunciati e dipendono dalle cause della malattia.

Somiglianze tra cistite e primi segni di gravidanza

La cistite è spesso uno dei primi segni di gravidanza. Ciò è dovuto al fatto che i cambiamenti che si verificano nel corpo di una donna dal momento della fecondazione creano condizioni confortevoli per lo sviluppo della patologia.

  1. Quali cambiamenti si verificano dopo la fecondazione
  2. Segni di cistite
  3. Come distinguere cistite e gravidanza
  4. Trattamento
  5. video

Quali cambiamenti si verificano dopo la fecondazione

Dal momento della fecondazione, il corpo femminile ricostruisce il lavoro di diversi organi e sistemi, che mira a portare un bambino.

Questi processi sono associati a un cambiamento dei livelli ormonali, nonché a un cambiamento nella posizione degli organi pelvici, che è irto della comparsa di segni di cistite durante la gravidanza.

I primi cambiamenti si verificano anche prima del ritardo, il che consente di determinare la gravidanza prima del ritardo. Queste modifiche includono:

  • Rilassamento della muscolatura liscia. Affinché l'utero si allunghi con la crescita del feto, il suo tono è ridotto. Vale la pena notare che i muscoli lisci non solo di questo organo, ma anche di quelli che lo circondano, si rilassano. Pertanto, le pareti dell'intestino e della vescica perdono il loro tono normale. A causa di tali cambiamenti, il sangue venoso si accumula nei tessuti, che è ricco di prodotti metabolici e anidride carbonica. Ciò porta al fatto che la resistenza dei tessuti locali diminuisce e l'ingresso di agenti patogeni.
  • Crescita dell'utero. L'utero allargato esercita una pressione eccessiva sulla vescica, comprimendo i vasi sanguigni. La condizione è aggravata perché anche la capsula rettale aumenta di dimensioni a causa della perdita del tono normale. L'ischemia locale porta a una mancanza di linfociti e leucociti, che hanno una funzione protettiva.
  • Diminuzione della quantità di urina prodotta. L'allargamento dell'utero, in particolare dell'endometrio, richiede una grande quantità di liquido. A causa di ciò, la quantità di urina escreta diminuisce drasticamente e il peso specifico aumenta. Cioè, aumenta la concentrazione di sali nelle urine. Ciò provoca l'irritazione della mucosa della vescica. Cambiamenti nel corpo durante la gravidanza

Tali processi aumentano il rischio di sviluppare un processo infiammatorio nella vescica. Va notato che alcuni sintomi della cistite compaiono durante la gravidanza e senza un processo patologico. Per questo motivo, la cistite viene confusa con la gravidanza..

Segni di cistite

Il quadro clinico della cistite presenta sintomi caratteristici che sono difficili da confondere con altre malattie del sistema urinario. Questi includono:

  • Voglia frequente di urinare. Se una donna ha la cistite, un segno con cui andrà in un istituto medico è una violazione della minzione. La minzione frequente sono i primi segni di cistite, lo sviluppo avviene sullo sfondo di una salute completa. Questo fenomeno si osserva anche durante la gravidanza, che è associato alla crescita dell'utero. La differenza è che durante la gravidanza la minzione terminerà con una sensazione di completo svuotamento della vescica, mentre con la cistite non porta sollievo.
  • Ematuria e piuria. La comparsa nelle urine di impurità sanguinolente o purulente si verifica a causa dell'attività vitale dei batteri. Il pus è un batterio morto, globuli bianchi e prodotti di scarto che vengono escreti nel flusso urinario. Il sangue appare a causa del fatto che l'infiammazione porta a una violazione dell'integrità dei vasi sanguigni della mucosa. La dimensione dei capillari della mucosa è piccola, quindi la quantità di sangue è piccola.
  • Dolore, bruciore e taglio. Sopra il pube nelle donne si nota un dolore moderato, che diminuisce nella posizione orizzontale del corpo. Durante la minzione si osservano bruciore e crampi, che sono associati a danni all'uretra. Va notato che l'uretrite accompagna la cistite nella maggior parte dei casi clinici..
  • Aumento della temperatura corporea. Si sviluppa una risposta immunitaria all'infezione della cavità vescicale, che si manifesta sotto forma di aumento della temperatura corporea, non supera i 38,5 ° C, ma date le caratteristiche del sistema immunitario, può essere superiore o entro limiti normali.

I sintomi della cistite variano, poiché ogni organismo ha caratteristiche strutturali e funzionali..

Come distinguere cistite e gravidanza

Alcune manifestazioni si verificano sia con la cistite che durante la gravidanza. Pertanto, si avvicinano con attenzione alla diagnosi per determinare la cistite o la gravidanza in una donna..

La diagnostica viene eseguita da un terapista e un ginecologo. Per differenziare la cistite o la gravidanza, tenere conto del momento di insorgenza dei sintomi.

Se le manifestazioni si sono verificate prima del ritardo delle mestruazioni, è più probabile che la donna sviluppi una patologia della vescica. Prima di ritardare, possono comparire minzione frequente e sensazione di trazione nell'addome inferiore.

L'aspetto della piuria non si osserva durante la gravidanza, poiché il processo infettivo non si sviluppa.

Inoltre, una donna incinta avrà una storia di rapporti sessuali non protetti il ​​giorno prima..

I metodi di esame strumentali e di laboratorio sono metodi efficaci per determinare la causa della comparsa di sintomi spiacevoli. Questi includono:

  • Test di gravidanza. Un test per il livello di hCG è prescritto per le donne con malattie del sistema urinario. Questo al fine di identificare tempestivamente la gravidanza e tenere conto di questo fatto quando si prescrive il trattamento.
  • Coltura batteriologica delle urine. Un segno assoluto di cistite batterica è la presenza di batteri nelle urine. Rivelato al microscopio o per coltivare una coltura su un mezzo nutritivo in un termostato. Il secondo metodo è accurato, poiché non esiste un fattore umano.
  • Ultrasuoni. La diagnostica ecografica diagnostica accuratamente la gravidanza e la cistite. Con la cistite, verranno rilevati cambiamenti infiammatori caratteristici nella parete della vescica e la gravidanza è caratterizzata dalla presenza di un ovulo nell'utero e da un ispessimento dell'endometrio.
  • Test di laboratorio generali. Con la cistite si osserva leucocitosi nel sangue, mentre durante la gravidanza non ci sono tali cambiamenti.

Non considerare la cistite come un segno di gravidanza. I sintomi richiedono cure mediche per cure mediche.

Alcuni medici considerano la cistite come un segno di gravidanza perché l'indebolimento dell'immunità locale provoca la manifestazione di sintomi spiacevoli con i quali le donne vanno in ospedale e scoprono di essere incinta.

Trattamento

Nonostante il fatto che la cistite sia associata a cambiamenti nel corpo di una donna incinta, è necessario un trattamento completo.

Va tenuto presente che alcune donne confondono la minzione frequente associata ad un aumento dell'utero con manifestazioni di patologia. Il trattamento è prescritto solo dopo un esame completo. Il trattamento tradizionale della cistite consiste in una combinazione dei seguenti gruppi di farmaci:

  • Antibiotici I farmaci antibatterici sono una terapia etiotropica per la cistite. L'azione è volta ad eliminare la causa diretta dello sviluppo della malattia: i batteri. Se una donna rimane incinta, è severamente vietato usare medicinali da sola. Ciò è dovuto al fatto che alcuni rappresentanti di questo gruppo farmacologico sono in grado di causare anomalie dello sviluppo in un bambino, che è irto di morte fetale..
  • Diuretici I diuretici sono una misura preventiva per la cistite. A causa dell'aumentata escrezione di urina, l'eliminazione dei batteri dal corpo viene accelerata, il rischio di entrare nei reni è ridotto.
  • Antinfiammatorio. Per eliminare le manifestazioni spiacevoli e normalizzare il deflusso di urina, ai pazienti vengono prescritti farmaci antinfiammatori. Aiuta ad eliminare dolori e bruciore, che ha un effetto benefico sul benessere.

A volte, con grave sindrome da intossicazione, alle donne vengono prescritti antipiretici. Una diminuzione della temperatura corporea è indicata nei casi in cui supera i 39 ° C, ed è anche maligna (inibizione del sistema cardiovascolare, pallore della pelle, segni di alterazione della coscienza).

Il trattamento è raccomandato in un ambiente ospedaliero se una donna è incinta. Ciò è dovuto al fatto che sullo sfondo della malattia esiste il rischio di aborto spontaneo..

Ciò richiede l'uso di mezzi speciali per mantenere la gravidanza. Se l'aborto è iniziato, allora questo è accompagnato da una abbondante perdita di sangue, che richiede un risarcimento sotto forma di trasfusioni o infusioni.

L'infiammazione della vescica e la gravidanza possono essere confuse? Questo è difficile, poiché ogni processo ha manifestazioni e cambiamenti caratteristici..

Ciò è possibile solo nei casi in cui la donna non dispone di informazioni sufficienti su come si manifesta la gravidanza..

Cistite durante la gravidanza: per curare e prevenire il ri-sviluppo

Una delle malattie urologiche più comuni è la cistite. Sia i bambini che gli adulti lo affrontano. Le donne incinte hanno maggiori probabilità di soffrire di questa malattia. La cistite oscura la "situazione interessante", che è il periodo più piacevole della vita di una donna, è un pericolo per la futura mamma e il suo nascituro..

Al primo sospetto della presenza di questa malattia, vale la pena contattare un istituto medico. Gli esperti ti diranno come trattare la cistite durante la gravidanza e come non affrontarla di nuovo in futuro.

Cos'è la cistite ed è possibile rimanere incinta con essa?

Questa malattia è un'infiammazione della mucosa della vescica, una violazione delle sue funzioni. Può essere causato sia da microrganismi che da altri fattori.

Molte donne che soffrono di infiammazione della vescica sono tormentate dalla domanda se sia possibile rimanere incinta di cistite. Va notato che non crea ostacoli al concepimento. Tuttavia, se una donna sa di avere la cistite, non dovresti pensare al bambino nel prossimo futuro. Prima di tutto, devi sbarazzarti della malattia, perché non vuoi affrontare ulteriori problemi durante la gravidanza e assumere farmaci. Una donna che sogna un bambino sano deve sottoporsi a un esame completo prima del concepimento.

Segni di cistite durante la gravidanza

La malattia è accompagnata da sintomi molto spiacevoli.

Quindi, si possono distinguere le seguenti caratteristiche:

  • forte e frequente desiderio di andare in bagno, seguito dal rilascio di una piccola quantità di urina;
  • il verificarsi di una sensazione di bruciore durante la minzione;
  • la presenza di sangue nelle urine;
  • scarico di urina dall'odore forte e torbida;
  • disagio nella regione pelvica;
  • sensazione di pressione nell'addome inferiore;
  • aumento della temperatura corporea.

Se trovi sintomi di cistite durante la gravidanza da questo elenco, dovresti contattare un istituto medico per chiedere aiuto il prima possibile..

Cause di cistite durante la gravidanza

La vescica può infiammarsi per una serie di motivi. L'infezione più comune è la cistite causata da vari batteri. Il principale patogeno è l'Escherichia coli. Le donne spesso affrontano un tipo di malattia infettiva, poiché la loro uretra è corta e si trova vicino all'ano. I germi possono causare infiammazioni se l'igiene è scarsa. Inoltre, le infezioni batteriche possono derivare dal rapporto sessuale..

Nelle donne all'inizio della gravidanza, la cistite si verifica spesso a causa dell'immunosoppressione (soppressione dell'immunità della donna incinta) e dei cambiamenti nel background ormonale. L'immunità indebolita consente a vari microrganismi di moltiplicarsi e causare infiammazione della vescica.

Meno comuni nella pratica medica sono le forme non infettive di cistite (medicinale, allergica, termica, ecc.).

La causa della forma di dosaggio della malattia può essere alcuni farmaci, le cui sostanze alterate vengono escrete nelle urine, mentre irritano la mucosa della vescica.

Un tipo allergico di cistite all'inizio della gravidanza può verificarsi in persone che sono ipersensibili a qualsiasi componente di prodotti quali bagnoschiuma, creme spermicide, spray per l'igiene. Inoltre, cibo (noci, legumi, cavoli), medicinali, preservativi, tamponi vaginali possono agire come allergeni..

La cistite termica può essere causata dall'esposizione del rivestimento della vescica a fluidi caldi. Non puoi raffreddare eccessivamente il tuo corpo (indossa gonne corte quando fa freddo, siediti su cemento o pietra, nuota in acqua fredda).

Durante il trasporto di un bambino, vengono attivati ​​disturbi di vecchia data. In gravidanza e cistite cronica, c'è un'alta probabilità che una forte esacerbazione della malattia possa verificarsi nelle prime fasi..

Perché la cistite è pericolosa durante la gravidanza?

La questione di come la cistite influisce sulla gravidanza è di interesse per molti del gentil sesso. Nelle persone sane, l'infiammazione della vescica è piuttosto spiacevole. Per una donna in una posizione con un sistema immunitario indebolito, questa malattia è un test serio, perché si preoccuperà e si preoccuperà, e come vuole godersi i giorni più belli, per non pensare a vari problemi e malattie per 9 mesi. Purtroppo nella vita non tutto va come vorremmo..

Le donne incinte che affrontano l'infiammazione dovranno affrontare molti problemi. La cistite è pericolosa durante la gravidanza? Certo, è pericoloso, ma con l'accesso tempestivo a un medico, è possibile evitare conseguenze negative. L'automedicazione, ignorando la malattia, può portare a complicazioni molto gravi, vale a dire un'infezione renale. I batteri possono danneggiarli seriamente..

L'infiammazione della mucosa della vescica può influire negativamente sul feto. Un bambino può nascere prematuramente ed è sottopeso.

Diagnosi di cistite durante la gravidanza

Il medico, in presenza di sintomi di cistite e relativi reclami della paziente, consiglierà di sottoporsi a esami diagnostici, quindi, studiati i risultati del test, prescriverà un trattamento specifico per la cistite in gravidanza.

Se si sospetta un'infezione nella vescica, può essere eseguita un'analisi delle urine. Grazie ad esso, puoi determinare se ci sono microrganismi, pus o sangue nel liquido.

Il medico può ordinare una cistoscopia per diagnosticare l'infiammazione della vescica. Questa procedura viene eseguita utilizzando un cistoscopio. Questo dispositivo è un tubo sottile collegato a una sorgente di luce e una telecamera e inserito nella vescica attraverso l'uretra..

I test di imaging per i segni di infezione possono essere molto utili. Con l'aiuto di loro, puoi decidere rapidamente come trattare la cistite durante la gravidanza, perché gli esami ecografici e radiografici aiuteranno a escludere altre possibili cause di infiammazione (ad esempio, disturbi strutturali, gonfiore).

Trattamento della cistite durante la gravidanza

Il trattamento per l'infiammazione della vescica dipende dalle cause sottostanti. Se la cistite è causata da un'infezione, vengono prescritti antibiotici. Alcuni di loro influenzano negativamente il feto. Tali farmaci sono vietati alle donne incinte. Tuttavia, ci sono anche medicinali sicuri per la cistite durante la gravidanza. Sono questi i mezzi che i medici prescrivono ai loro pazienti..

Il trattamento per la cistite non infettiva dipende dalla sua forma. Può essere applicato:

  • antidolorifici;
  • farmaci anticolinergici;
  • farmaci per la cistite durante la gravidanza, rilassando i muscoli della vescica, riducendo la forte voglia di urinare.

Indipendentemente dal tipo di infiammazione, si consiglia di rimanere a letto e bere abbastanza acqua.

Prevenzione della cistite durante la gravidanza

È più facile prevenire l'infiammazione della vescica che curare la cistite durante la gravidanza, tormentare il corpo con pillole e procedure spiacevoli.

Per proteggerti da questa malattia, devi seguire le regole di base dell'igiene genitale. Le donne dovrebbero lavarsi quotidianamente con acqua tiepida (con il getto diretto da davanti a dietro). È meglio usare prodotti a pH neutro per la toilette genitale. Invece di un bagno, si consiglia di fare una doccia per evitare l'ingresso di detergenti nei genitali.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla biancheria intima. Si ritiene che indossare un perizoma possa portare alla cistite all'inizio della gravidanza. Il gentil sesso in posizione dovrebbe abbandonare temporaneamente la biancheria intima fatta di materiali sintetici.

Le donne dovrebbero essere più attente a se stesse ed escludere l'ipotermia. Certo, nella stagione fresca, vuoi vantarti di un bel corpo, gambe snelle, ma non dimenticare le possibili conseguenze dell'ipotermia. È questo che può provocare l'inizio dell'infiammazione della vescica..

La comparsa di questa malattia può essere associata a una diminuzione dell'immunità. La prevenzione della cistite durante la gravidanza dovrebbe includere misure volte a mantenere e aumentare l'immunità del corpo. Vale la pena camminare più spesso all'aria aperta, eseguendo esercizi fisici speciali consigliati per il gentil sesso in posizione. Maggiori informazioni sulla tariffazione per le donne incinte →

Con la voglia di urinare, non è necessario resistere a lungo. Per questo motivo, può verificarsi cistite. Si consiglia di visitare il bagno ogni 2-3 ore, anche se non lo si desidera davvero. I batteri che entrano nella vescica vengono rapidamente escreti da essa con minzione frequente. Se resisti a lungo, inizieranno a moltiplicarsi attivamente. Dovresti anche svuotare la vescica prima e dopo il sesso..

Una corretta alimentazione gioca un ruolo molto importante nella prevenzione della cistite. La dieta dovrebbe contenere prodotti naturali. Il menu dovrebbe escludere cibi salati, speziati, in salamoia, fritti, carni affumicate, spezie. Le bevande vietate includono caffè, alcol, bevande analcoliche con caffeina, succhi di agrumi.

Si consiglia di bere quanta più acqua pura possibile (se la donna incinta non ha controindicazioni per questo). Le bevande a base di mirtillo rosso e mirtillo rosso saranno molto utili. Con l'aiuto di loro, puoi sia curare la cistite durante la gravidanza che prevenirne la comparsa.

L'inizio dell'infiammazione della vescica può essere innescato dal lavoro sedentario. Per non affrontare questa malattia, si consiglia di eseguire speciali esercizi di riscaldamento ogni 20 minuti..

Osservando le raccomandazioni di cui sopra, puoi mantenere la tua salute e proteggere il bambino, portato sotto il cuore, da vari pericoli.

Pertanto, l'infiammazione della vescica è una malattia dalla quale puoi facilmente sbarazzarti se, quando compaiono i primi sintomi, consulta immediatamente un medico e segui le sue ulteriori raccomandazioni. In nessun caso dovresti auto-medicare. Un medico può dirti come trattare la cistite durante la gravidanza. Solo lui può consigliare un medicinale che sarà sicuro per la madre e il suo bambino e non causerà reazioni allergiche. Non esiste un farmaco che possa aiutare con qualsiasi tipo di malattia. Ogni modulo ha il suo trattamento.

Non è necessario ascoltare i consigli di amici, madri, nonne e altre persone che offrono il trattamento della cistite durante la gravidanza con rimedi popolari. Alcune erbe non dovrebbero essere prese dalle donne in posizione, poiché possono influire negativamente sul bambino, provocare un aborto spontaneo.

Cistite nelle donne in gravidanza

La cistite è una malattia pericolosa delle vie urinarie

La cistite è un'infiammazione della vescica. Il 96% dei casi clinici è causato da infezione. La causa della malattia è l'attività attiva della flora condizionatamente patogena del sistema genito-urinario e microrganismi pericolosi: clamidia, Escherichia coli, micoplasma, ecc. Gli agenti patogeni provocano irritazione della mucosa della vescica. Compaiono malessere, dolore, disturbi della minzione - 3 segni principali di cistite.

Spesso le donne confondono la cistite con l'aumento della minzione durante la gravidanza in diverse fasi. Quest'ultimo è la norma e non è accompagnato da dolore, che differisce dal processo infiammatorio..

Meno comunemente, si verifica cistite da farmaci, allergica e termica. In questi casi, il fattore irritante sono determinate sostanze, l'esposizione a basse o alte temperature..

Cause della malattia

La gravidanza provoca cambiamenti drastici nel corpo. Si ricostruisce rapidamente e si adatta alle nuove condizioni. Pertanto, le donne che sono "in una posizione" spesso affrontano problemi di salute.

Le cause della cistite durante la gravidanza includono:

  1. Violazione dell'equilibrio della microflora nella vagina di una donna (disbiosi). Durante la gravidanza inizia un'intensa crescita del numero di lieviti e altri microrganismi e l'attività del resto viene soppressa. Questa situazione provoca lo sviluppo del processo infiammatorio. Con la disbiosi vaginale, l'infezione può entrare nell'uretra e da lì raggiungere la vescica.
  2. Cambiamento dei livelli ormonali. Nel sangue di una donna incinta, la concentrazione di progesterone aumenta, provocando il rilassamento dei muscoli dell'utero e della vescica. Se un'infezione (portatore batterico) si annida nella vescica, l'inibizione del tono porterà a una forte esacerbazione della clinica.
  3. Diminuzione della funzione del sistema immunitario. Un calo delle forze immunitarie in una donna incinta non è raro: il corpo si concentra sul portare un feto.
  4. Nelle fasi successive, l'utero entra in contatto con la vescica vicina e inizia a premere su di essa. Si forma il ristagno di urina - un ambiente fertile per lo sviluppo della microflora patogena.
  5. Mancanza di igiene intima.
  6. La presenza di malattie croniche.
  7. Ipotermia.
  8. Fatica.

Una donna che aspetta un bambino dovrebbe monitorare attentamente la sua salute, notando attentamente i cambiamenti nelle sue condizioni e iniziare tempestivamente il trattamento per i disturbi.

Sintomi di cistite in una donna

La cistite cronica praticamente non si manifesta in alcun modo. Il quadro clinico della forma acuta della malattia è pronunciato.

Sintomi durante la gravidanza:

  1. Dolore localizzato nell'addome inferiore. Spesso si intensificano durante o dopo la minzione, avendo un carattere "tagliente".
  2. Minzione frequente La donna sente il bisogno di usare il bagno ogni 15–40 minuti. A volte sono false.
  3. Disagio nella zona pelvica.
  4. Ridurre la quantità di urina rilasciata durante la minzione, fino a 20-30 ml.
  5. Dopo aver visitato il bagno, si ha la sensazione che la vescica non si sia completamente svuotata.
  6. Cambiamenti nell'aspetto delle urine: diventa torbido. A volte appare una tinta rosa e con un decorso aggressivo del processo infettivo: impurità di pus, sangue, muco.
  7. La temperatura corporea può aumentare, ci sono segni di intossicazione, febbre.
  8. Deterioramento della qualità della vita e malessere: l'appetito scompare, l'umore cala. Compaiono irritabilità e sonnolenza costante.
  9. Se l'infezione colpisce l'uretra, il dolore appare nella sua area.

I segni della cistite sono individuali: i sintomi dipendono dalla forma della malattia, dal grado di diffusione dell'infezione e dall'attività dei microrganismi.

Il pericolo di cistite per una donna incinta

Il processo infiammatorio nel corpo è pericoloso per ogni persona. I rischi per le donne incinte aumentano molte volte.

Le complicazioni comuni della cistite durante la gravidanza includono:

  1. Infezione al rene. Sono collegati alla vescica, quindi se non trattati, i batteri iniziano la loro attività nei reni, provocando una malattia pericolosa: la pielonefrite. È accompagnato da un aumento della temperatura, edema e un forte deterioramento del benessere.
  2. Nascita prematura.
  3. Bambino di basso peso alla nascita.

La cistite porta grave disagio e dolore, compromettendo significativamente la qualità della vita di una donna incinta. Invece di essere in gioiosa attesa della nascita di un bambino, diventa nervosa, irritabile. Le emozioni negative danneggiano la salute della futura mamma e del bambino.

Diagnosi della malattia

La prima cosa che dovrebbe fare una donna che ha notato segni di cistite è andare a vedere un medico. L'urologo si occupa del trattamento della malattia. Se non è in clinica, devi andare dal ginecologo o dal terapista. Se necessario, indirizzerà il paziente a un istituto medico idoneo e per i test.

La diagnosi di cistite in una donna incinta consiste in diverse fasi:

  1. Raccolta di reclami. Il medico chiederà il tempo e la natura del dolore, nonché la frequenza della minzione. Scoprirà cosa potrebbe servire da "fattore scatenante" dell'infezione, ad esempio, se c'è stata una recente ipotermia o un raffreddore.
  2. Esame del paziente da parte di un ginecologo e prelievo di uno striscio per la flora. Il medico valuta le condizioni dei genitali: le malattie ginecologiche di natura infettiva (colpite, annessite) sono spesso la causa della cistite. Se viene stabilita la diagnosi, sarà necessario il trattamento delle malattie femminili, altrimenti la terapia dell'infiammazione della vescica non sarà efficace.
  3. Ricerca di laboratorio. La donna dovrà sottoporsi a un esame del sangue generale. "Indicatori" di infiammazione: aumento della VES e deviazioni nella formula dei leucociti. L'analisi delle urine sarà informativa: fornirà informazioni sulla sua composizione, presenza o assenza di proteine, sangue, sali, cellule epiteliali.
  4. Diagnostica PCR delle comuni infezioni genito-urinarie.

Questo è lo "standard" per la diagnosi di cistite nelle cliniche pubbliche. Se necessario, verranno aggiunti altri sondaggi all'elenco. L'urinocoltura batterica è un test prezioso per l'infiammazione della vescica. Senza di esso, il medico prescrive antibiotici ad ampio spettro. La semina batterica mostra quale patogeno dovrebbe essere combattuto. Spesso lo studio viene effettuato contemporaneamente alla determinazione della sensibilità dei microrganismi agli antibiotici.

I batteri possono essere immuni all'azione di alcuni farmaci e il trattamento sarà inutile in questo caso. Sapendo quali ingredienti attivi saranno molto probabilmente efficaci, il medico prescriverà la terapia più ottimale.Per valutare le condizioni degli organi interni del sistema genito-urinario, vengono prescritti un esame ecografico e una cistoscopia. Durante l'ultima procedura, un tubo elastico con una videocamera e un dispositivo di illuminazione viene inserito nella vescica. L'esame fornisce preziose informazioni su patologie, condizioni della vescica, uretra.

Trattamento

La cistite è una malattia che richiede un trattamento immediato come prescritto da un medico. Il modo più efficace è assumere farmaci antibatterici per via orale. Sopprimono l'attività attiva dei microrganismi patogeni. Di solito, non ci vogliono più di 4-7 giorni dal momento in cui inizi a prendere antibiotici fino al completo recupero..

La terapia per la cistite dovrebbe essere sotto la supervisione del medico. Una donna dovrebbe attenersi rigorosamente a tutte le raccomandazioni..

Ma il trattamento della cistite durante la gravidanza è complicato dal divieto dell'uso della maggior parte dei medicinali, comprese le tetracicline e i sulfonamidi, che sono efficaci in altre situazioni. Pertanto, prescrivi preparati delicati o prodotti a base di erbe che hanno un lieve effetto sul corpo di una donna incinta e di suo figlio.

Un'alternativa al farmaco orale è l'installazione: l'introduzione di farmaci direttamente nella vescica. La procedura è prescritta quando altri metodi di trattamento non hanno portato il risultato desiderato. Con il permesso del medico, vengono utilizzati rimedi popolari sicuri per una donna incinta, ma con cautela e sotto costante controllo medico.

Farmaci antibatterici

La regola d'oro per il trattamento della cistite nelle donne in gravidanza è che l'uso di qualsiasi farmaco è indicato se i benefici dell'assunzione superano i rischi teoricamente possibili per il feto. Pertanto, tutti i farmaci sono prescritti solo da un medico qualificato. L'aspettativa di un bambino impone restrizioni alla scelta dei farmaci: la maggior parte degli antibiotici sono proibiti o altamente indesiderabili.

Gli studi hanno dimostrato che hanno un effetto teratogeno (interrompono il corretto sviluppo dell'embrione). Nella pratica medica, per la cistite nelle donne in gravidanza, vengono utilizzati i seguenti farmaci antibatterici:

  1. L'amoxiclav è un farmaco efficace popolare nel trattamento delle malattie infiammatorie del sistema genito-urinario. I principi attivi sono amoxicillina e acido clavulanico: la combinazione mostra ottimi risultati. L'amoxiclav è prodotto principalmente sotto forma di compresse..
  2. Monural è una polvere comoda da usare: si diluisce semplicemente in acqua. Il principio attivo è la fosfomicina trometamolo. A volte è sufficiente prendere una bustina per fermare i sintomi di una donna incinta.

Solo uno specialista prescrive il dosaggio dei farmaci e il regime. Prenderà in considerazione fattori importanti: termine, caratteristiche della condizione della futura madre e bambino. È impossibile interrompere la terapia immediatamente dopo il sollievo e la scomparsa dei sintomi spiacevoli. I restanti microrganismi patogeni "si annidano" nella vescica o nei percorsi adiacenti e quindi portano a una recidiva di cistite.

Nelle prime fasi della gravidanza, è più probabile che i medici prescrivano farmaci antibatterici rispetto alla gravidanza avanzata. Dopo l'inizio del 3 ° trimestre, l'uso di farmaci teoricamente in grado di produrre un effetto teratogeno è indesiderabile.

Kanephron N

Il rimedio naturale Canephron N. ha un effetto simile agli antibiotici ed è prescritto come farmaco principale o come farmaco aggiuntivo nella terapia di combinazione. Modulo di rilascio - dragee. La composizione comprende principi attivi di origine vegetale:

  • levistico (radici);
  • centaurea (erba);
  • rosmarino.

Le erbe hanno effetti antibatterici e antinfiammatori. Pertanto, Kanephron N allevia simultaneamente i sintomi dolorosi della cistite in una donna incinta e uccide la microflora patogena. Non ci sono danni al feto. Gli ingredienti a base di erbe hanno un effetto positivo sul funzionamento del sistema urinario: normalizzano l'afflusso di sangue locale, la funzione renale e anche la vescica.

Kanephron N ha un effetto antispasmodico e allevia la tensione vascolare. Questo stimola l'eliminazione del liquido in eccesso dal corpo della donna, quindi il gonfiore diminuisce - un problema familiare alla maggior parte delle donne in gravidanza.

Instillazione

L'instillazione è una procedura efficace per iniettare soluzioni antibatteriche direttamente nella vescica. Quindi i principi attivi arrivano direttamente al centro dell'infezione, il che aumenta notevolmente l'efficacia rispetto ai farmaci orali. L'instillazione è indicata per le donne in gravidanza per le quali altri metodi di trattamento non sono adatti o non hanno prodotto l'effetto desiderato. La mancanza di instillazione è chiamata il disagio causato dall'introduzione del catetere attraverso l'uretra.

La procedura non dura a lungo, in media 3-7 minuti, e aiuta a far fronte rapidamente alla cistite. L'instillazione viene eseguita solo in un istituto medico sotto la supervisione attenta di un medico. Gli urologi affermano che tale manipolazione è sicura per il bambino atteso (il medicinale non entra nel flusso sanguigno e, quindi, non può attraversare la placenta) e consente a sua madre di tornare alla vita normale il prima possibile senza minzione frequente e dolore lancinante.

Stile di vita

Una donna incinta dovrebbe avvicinarsi al trattamento della cistite in modo responsabile: per aiutare l'organismo a far fronte all'infezione e riprendersi dalla malattia, si consiglia di seguire semplici ma utili consigli:

  • aderire al riposo a letto;
  • non impegnarsi in lavori fisici (massimo - 1-2 ore al giorno per lavori domestici leggeri);
  • cerca di proteggerti da situazioni stressanti;
  • evitare correnti d'aria e ipotermia;
  • escludere dal menu fast food, piccante, fritto e altri cibi pesanti per il sistema digestivo;
  • bere da 2 litri di liquido al giorno. Il succo di mirtillo rosso e le tisane antinfiammatorie sono i benvenuti: il tè alle foglie di mirtillo rosso è particolarmente buono, se consentito dal medico.

Ciò salverà una donna incinta da fattori che aggravano il decorso della cistite e darà al corpo la forza per combattere i microrganismi patogeni..

Un altro elemento obbligatorio sono le visite regolari dal medico e la consegna degli esami, per i quali darà un rinvio.

A proposito di rimedi popolari

La possibilità di utilizzare rimedi popolari a base di erbe durante la gravidanza è controversa. Ma, usandoli con il permesso del medico e secondo le sue prescrizioni, una donna renderà l'erboristeria un buon assistente nel trattamento.

Per la cistite, si consiglia di bere tisane che producono effetti antinfiammatori e antibatterici. Per esempio:

  • camomilla farmaceutica;
  • foglie di mirtillo rosso;
  • cenere di montagna (bacche) con miele;
  • decotto di semi di aneto;
  • foglie di ribes nero, arricchite con vitamina C e che migliorano notevolmente l'immunità - questo è importante per la cistite.

Tutti i mezzi sono disponibili: erbe aromatiche, bacche e semi sono facili da preparare in estate o da acquistare in farmacia a basso prezzo. Per la preparazione di tè e brodi viene utilizzata solo acqua di alta qualità. Il metodo esatto di applicazione, dosaggio, regime di dosaggio sono individuali per ogni materiale vegetale. Se, dopo aver usato rimedi popolari, si verifica un'allergia o un deterioramento, la ricezione deve essere interrotta.

Quando provi rimedi popolari, dovresti iniziare con piccole porzioni. Ciò aiuterà a monitorare come il corpo risponderà all'azione delle piante..

Prevenzione

La cistite è più facile da prevenire che da curare. Si consiglia a una donna incinta di essere particolarmente vigile per non provocare lo sviluppo della malattia.

  1. Adeguata igiene dei genitali: include trattamenti idrici quotidiani. Puoi utilizzare prodotti speciali per l'igiene intima che hanno un pH neutro. Non disturbano la microflora, pulendo delicatamente le mucose delicate. Si consiglia di dare la preferenza alla doccia, perché durante il bagno i cosmetici possono entrare nella vagina.
  2. Biancheria intima di alta qualità. È meglio rinunciare alle mutandine sintetiche e sostituirle con quelle di cotone. I materiali naturali sono traspiranti e non irritanti.
  3. Proteggere il corpo dal freddo. Nella stagione fredda, assicurati di vestirti in modo appropriato per il tempo, senza dimenticare il cappello, la sciarpa, i guanti. Presta particolare attenzione alle scarpe calde. In estate è meglio evitare le correnti d'aria e avere sempre con sé una giacca calda..
  4. Supportare il sistema immunitario conducendo uno stile di vita sano e attivo. Sono utili passeggiate piacevoli all'aria aperta, esercizi speciali per donne incinte e l'assunzione di complessi vitaminici.
  5. Mangiare una dieta sana. Una donna in una posizione deve monitorare quotidianamente la dieta, escludendo da essa cibi dannosi e inutili. Gli alimenti ricchi di proteine, minerali e vitamine naturali sono i benvenuti. Verdure e frutta richieste. I piatti grassi, speziati, salati, affumicati dovranno essere abbandonati. Ovviamente l'alcol è severamente proibito..
  6. Trattamento tempestivo delle malattie ginecologiche. Come già accennato, di solito gli agenti causali della cistite "si spostano" nella vescica dalla vagina.
  7. Bevi più acqua. Le bevande ai frutti di bosco sono particolarmente utili.
  8. Svuotamento tempestivo della vescica. Il ristagno di urina provoca la crescita batterica.
  9. Se una donna trascorre molto tempo in posizione seduta, è necessario alzarsi per riscaldarsi ogni ora..

Queste misure per la prevenzione della cistite sono utili non solo durante la gravidanza, ma anche per ogni donna. La cistite è una malattia spiacevole e pericolosa per una donna incinta. Ma grazie ai metodi moderni, puoi ottenere una cura rapida senza danneggiare il nascituro. La cosa principale è consultare un medico alla prima comparsa dei sintomi, sottoporsi a diagnosi e seguire rigorosamente le istruzioni di uno specialista. Se, dopo aver assunto i farmaci, la condizione peggiora, è necessario informare immediatamente il medico curante.

Cistite nelle donne in gravidanza

La cistite nelle donne in gravidanza è il leader costante dei problemi urologici nelle donne incinte. In questa malattia, le pareti della vescica si infiammano, il che porta a una violazione delle sue funzioni. I sintomi della cistite sono abbastanza specifici: sono difficili da confondere con altre patologie. Una donna può sperimentare:

  • minzione frequente e dolorosa;
  • impurità di sangue nelle urine;
  • febbre.

La presenza di tutti i sintomi è caratteristica della cistite primaria o acuta. Le manifestazioni della forma cronica potrebbero non essere così ovvie. In genere, compaiono solo alcuni dei segni caratteristici, come il dolore durante la minzione. Di per sé, una maggiore frequenza di minzione non indica cistite, poiché questa situazione è considerata normale durante la gravidanza..

Forme cliniche di cistite

Esistono diverse opzioni per il decorso della malattia:

1. Acuto - infiammazione di natura infettiva con sintomi gravi, che persiste per 5-7 giorni.

2. Latent può procedere senza sintomi caratteristici. In questo caso, i focolai di infiammazione vengono rilevati solo con la cistoscopia.

3. Persistente, in cui l'infezione persiste nel fuoco infiammatorio per più di due mesi.

4. Interstiziale - infiammazione di natura non infettiva. I risultati della coltura batterica delle urine e dell'esame citologico sono negativi, qualsiasi altra patologia urologica, di regola, è assente.

Cause di cistite nelle donne in gravidanza

Secondo varie stime, questa malattia viene diagnosticata nel 40-50% delle donne in gravidanza. Lo sviluppo della cistite è facilitato dalle caratteristiche della fisiologia femminile. La forma più corta e più ampia dell'uretra e la sua vicinanza alla vagina e all'intestino facilitano la rapida trasmissione delle infezioni dagli organi vicini. Oltre alle caratteristiche anatomiche, la malattia ha altre cause..

Durante la gravidanza, c'è un ulteriore rischio di sviluppare cistite, a cui il corpo femminile è più incline al maschio. Nelle donne incinte, portare un bambino è accompagnato da immunosoppressione, una diminuzione naturale dell'immunità. Questa condizione è necessaria per eliminare il rischio di rigetto immunitario dell'embrione..

Allo stesso tempo, i disturbi cronici, inclusa l'infiammazione della vescica, sono esacerbati. Le difese immunitarie instabili non possono far fronte ai microbi patogeni, che ne provocano la rapida moltiplicazione. Nel 70-80%, la fonte del processo infiammatorio è E. coli, nel 10% - stafilococchi e infezioni dell'area genitale. Sono i microbi patogeni che, di regola, portano all'insorgenza della cistite nelle prime fasi..

In un secondo momento, compaiono nuovi motivi per la disfunzione del sistema urinario. L'utero in crescita comprime la vescica, interrompendo il suo naturale svuotamento. Questo a sua volta irrita la mucosa. Un altro svantaggio è il rallentamento del flusso sanguigno nella regione pelvica a causa della pressione sui vasi sanguigni..

Come hai già capito, le possibilità di contrarre la cistite durante l'attesa del bambino sono piuttosto alte. Ma non pensare che questo spiacevole problema sorgerà sicuramente per te. Come affrontare i fattori negativi, puoi imparare dalla sezione "Prevenzione". Ma cosa fare se la malattia si è già fatta sentire?

Quale medico contattare con la cistite?

Prima di tutto, una donna dovrebbe visitare un urologo. Egli prescriverà i test, gli esami necessari e ti consiglierà di sottoporsi a ulteriori consulti con un ginecologo. Questo viene fatto per escludere la presenza di infezioni del tratto genitale, che possono portare a vaginosi batterica, colpite, mughetto. Se non trattate, queste condizioni possono causare il ripetersi di episodi di cistite..

Pertanto, quando si verifica la cistite, una donna dovrebbe apparire contemporaneamente a due medici: un urologo e un ginecologo. L'opzione ideale è trovare un medico che combini entrambe le specialità: un urogenologo. Tali medici di profilo ristretto sono rilevanti per una donna incinta, poiché la sollevano dalla necessità di viaggi non necessari presso istituzioni mediche.

Diagnostica

Per determinare la diagnosi corretta e il regime di trattamento corretto, il medico intervista il paziente e prescrive una serie di studi:

  • analisi generale e coltura dell'urina per batteri;
  • Ecografia del sistema genito-urinario;
  • Diagnostica del DNA delle infezioni;
  • cistoscopia.

L'ultimo tipo di esame non dovrebbe essere trascurato, poiché è considerato la fonte più informativa nell'urologia moderna..

Come trattare la cistite nelle donne in gravidanza

I regimi di trattamento della cistite mirano a una soluzione completa di diversi problemi:

  • neutralizzazione dei fattori provocatori: correzione dell'immunità e dello stato ormonale, patologie anatomiche, miglioramento della circolazione sanguigna, raccomandazioni sulla dieta, ecc.;
  • lotta contro gli agenti patogeni (E. coli, funghi Candida, malattie sessualmente trasmissibili, virus);
  • ripristino della struttura danneggiata della vescica;
  • prevenzione delle esacerbazioni.

Puoi bere antibiotici?

La terapia antibiotica della cistite nelle donne in gravidanza viene eseguita solo dopo che sono state trovate indicazioni specifiche. Gli agenti antimicrobici vengono selezionati tenendo conto della sensibilità del patogeno in base ai dati dell'antibiogramma.

Quando prescrive un medicinale, il medico deve tenere conto del possibile pericolo per il feto in via di sviluppo. È noto che l'assunzione di antibiotici, specialmente nelle prime fasi, influisce negativamente sulla salute del bambino e l'elenco dei farmaci antimicrobici raccomandati per le donne in gravidanza è piccolo, quindi solo un medico può prendere una decisione sulla terapia farmacologica..

Non dovresti bere alcun farmaco da solo, perché gli antibiotici non aiutano in tutti i casi di cistite. Ad esempio, in un processo cronico, possono essere completamente inefficaci. La difficoltà di curare completamente questa forma della malattia è dovuta al fatto che spesso mostra resistenza alla terapia antibiotica..

Studi clinici dimostrano che un terzo dei pazienti con cistite cronica presenta anomalie nell'immunogramma. Per correggere tali disturbi, vengono selezionati farmaci immunomodulatori appropriati..

Instillazione della vescica

Il modo migliore per sbarazzarsi della cistite durante la gravidanza è iniettare una soluzione antimicrobica direttamente nella vescica. La procedura viene eseguita in regime ambulatoriale con anestesia locale. Durante l'instillazione vengono utilizzati vari farmaci che distruggono i batteri e ripristinano la struttura della mucosa: nitrato d'argento, soluzione di acido borico, eparina, ecc. Il numero di procedure varia individualmente. Per curare completamente la cistite, devi fare da 3 a 7 instillazioni.

C'è un malinteso che l'inserimento di un catetere sia una procedura molto scomoda. Gli specialisti esperti lo eseguono quasi indolore.

Fitoterapia

La scelta delle erbe va affrontata con cautela: non tutte sono innocue per le donne incinte. Inoltre, non dovresti trattare la fitoterapia come una panacea. Le tisane e i decotti alle erbe sono consigliati solo come terapia aggiuntiva. Aiuteranno ad accelerare il recupero e fungeranno da buona prevenzione..

Un rimedio popolare riconosciuto che allevia le spiacevoli manifestazioni della cistite è il mirtillo rosso. Le sue bacche contengono phytoncides e acidi che sopprimono E. coli e altri batteri nocivi. Il succo di mirtillo promuove l'acidificazione delle urine, che inibisce la flora patogena. Le bevande alla frutta dovrebbero essere consumate calde, inoltre possono includere ribes rosso e mirtilli rossi.

La cistite nelle donne in gravidanza viene trattata con le seguenti piante:

  • equiseto,
  • fermentazione dell'avena,
  • radici di asparagi,
  • frutti di sorbo,
  • menta.

Esistono anche fito-farmaci farmacologici, ad esempio kanefron. La sicurezza di questo prodotto è stata confermata da studi clinici. Contiene rosmarino, levistico e centaurea con un buon effetto urosettico..

Indipendentemente dal corso prescritto, con un'esacerbazione dell'infiammazione, dovresti aderire al riposo a letto e bere molto liquido, che elimina le sostanze irritanti dal corpo.

Prevenzione

Che l'aspettativa di un bambino non sia oscurata da una complicanza così fastidiosa come la cistite, è necessario fare attenzione quando si pianifica una gravidanza. Ciò è particolarmente vero per le donne che hanno avuto una storia della malattia..

In una situazione del genere, è necessario informare il proprio ostetrico-ginecologo di questo: darà un rinvio a un urologo che condurrà un esame preliminare e prescriverà un corso di trattamento preventivo.

È inoltre necessario attenersi ai seguenti suggerimenti:

  • evitare l'ipotermia;
  • non sopportare a lungo se vuoi urinare;
  • evitare la stitichezza;
  • preferibilmente biancheria intima realizzata con tessuti di cotone traspirante;
  • non indossare collant stretti, leggings;
  • nell'igiene intima utilizzare formulazioni a PH neutro;
  • rafforzare il sistema immunitario: stare regolarmente all'aria aperta, mangiare bene e dormire a sufficienza, mantenere un atteggiamento positivo.

Come misura preventiva, le donne non dovrebbero trascurare la terapia fisica. Il suo effetto curativo è associato al rafforzamento generale del corpo e alla stimolazione dell'afflusso di sangue alla piccola pelvi. Speciali esercizi di yoga per le donne incinte possono aiutare ad alleviare la tensione che si verifica quando si stringe la vescica.

Terapia dietetica

Una corretta alimentazione è di grande importanza nella prevenzione della cistite. Alcuni cibi e bevande possono irritare la vescica e dovrebbero essere evitati se si è soggetti a malattie..

Cosa non può essere mangiato con la cistite?

  • Verdure, erbe aromatiche e spezie con un eccesso di sostanze essenziali: aglio crudo, cipolla, ravanello, ravanello, rucola, aglio orsino.
  • Alimenti altamente salati, piccanti e piccanti.
  • Salse piccanti (ketchup, adjika, senape, ecc.)
  • Birra, caffè, succhi di agrumi.
  • Non dovresti lasciarti trasportare da cibi grassi, fast food, piatti esotici.

Non esiste uno schema universale per il trattamento della cistite nelle donne in gravidanza in medicina. Nell'urologia moderna viene utilizzato un approccio differenziato, tenendo conto delle caratteristiche di ciascun paziente. Sulla base dell'esperienza accumulata, gli esperti affermano che quando si utilizza una diagnostica altamente informativa e una terapia sistemica, è possibile eliminare completamente questo disturbo..

Cistite durante la gravidanza

Tutti i contenuti di iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

La cistite durante la gravidanza è molto comune. In realtà, questo è un processo infiammatorio che copre la mucosa della vescica, con conseguente violazione delle sue funzioni..

Le statistiche dicono che il 10% del numero totale di donne incinte deve affrontare questo problema in diverse fasi del trasporto di un bambino. Molto spesso, un tale gruppo "a rischio" comprende donne che hanno precedentemente avuto questa malattia o hanno la cosiddetta. una forma cronica di cistite, che contribuisce a un'esacerbazione della malattia sullo sfondo di una diminuzione dell'immunità, una violazione della microflora della vagina (vaginosi batterica), nonché cambiamenti nello sfondo ormonale del corpo femminile durante il trasporto di un bambino. La cistite infettiva si sviluppa come risultato della riproduzione attiva della flora opportunistica e di vari agenti patogeni (Escherichia coli, micoplasmi, stafilococchi, Trichomonas vaginale, clamidia, streptococchi, ecc.). La cistite durante la gravidanza si verifica a causa delle caratteristiche strutturali del sistema urinario del corpo femminile, in particolare, della vicinanza del tratto urinario all'utero. Naturalmente, i sintomi della cistite (crampi nell'addome inferiore, forte dolore durante la minzione, frequente bisogno di usare il bagno, ecc.) Causano ansia, panico e paure per la salute del bambino nelle donne in gravidanza. In questo caso, solo un medico specialista aiuterà, che diagnosticherà e prescriverà un ciclo di trattamento efficace..

Codice ICD-10

Cistite come primo segno di gravidanza

La cistite durante la gravidanza non deve essere confusa con la minzione frequente, che spesso indica una gravidanza. La cistite è una condizione infiammatoria della vescica, non un segno che una donna è incinta. Tuttavia, molti considerano la maggiore voglia di usare il bagno nelle prime settimane di gravidanza (da 7 a 8 settimane) come cistite. Il fatto è che dopo il concepimento, il flusso sanguigno aumenta nei genitali di una donna e l'utero diventa più eccitabile in risposta all'impianto dell'embrione. Poiché è collegato alla sua innervazione alla vescica, anche una piccola quantità di urina in essa fa urinare una donna. Pertanto, la compressione meccanica della vescica avviene tramite l'ingrandimento dell'utero. Allo stesso tempo, una donna incinta non avverte alcun disagio o dolori lancinanti che accompagnano la vera cistite. Entro la fine del primo trimestre, lo sfondo ormonale della donna torna alla normalità e l'utero occupa una posizione sopra l'utero, cessando di premere sulla vescica. Di conseguenza, la frequente voglia di andare in bagno si interrompe..

La cistite come primo segno di gravidanza non dovrebbe essere presa sul serio, tuttavia, la minzione frequente in combinazione con altri segni dovrebbe allertare una donna. Ad esempio, se la voglia di andare in bagno è accompagnata da dolore, febbre e deterioramento delle condizioni generali, c'è motivo di presumere che una donna incinta abbia la cistite sullo sfondo di un sistema immunitario indebolito e di un'infezione. In ogni caso, una visita dal medico dissiperà tutti i dubbi e aiuterà a stabilire una vera diagnosi..

Sintomi di cistite durante la gravidanza

La cistite durante la gravidanza è accompagnata da sintomi di base come:

  • frequente bisogno di urinare (compresi quelli falsi), accompagnato dal rilascio di una piccola quantità di urina e una sensazione di svuotamento insufficiente della vescica;
  • una forte sensazione di bruciore durante la minzione;
  • scarico di urina torbida con un odore pungente;
  • la presenza di impurità di sangue e pus nelle urine;
  • una sensazione di oppressione nell'addome inferiore, dolore e disagio nella regione pelvica;
  • aumento della temperatura corporea.

I sintomi della cistite durante la gravidanza sono provocati da una serie di fattori che causano lo sviluppo della malattia: una diminuzione dell'immunità sullo sfondo dell'inizio della gravidanza, "ristrutturazione" ormonale nel corpo della donna, ipotermia, infezione nel corpo di una donna incinta. È anche necessario tenere conto del fatto che la gravidanza spesso causa la crescita di funghi di lievito nella vagina e la disbiosi vaginale è uno dei fattori che contribuiscono allo sviluppo della cistite. Il decorso di questa malattia durante la gravidanza può essere latente, senza la manifestazione di sintomi pronunciati. Nei casi più gravi, oltre ai principali sintomi della cistite, una donna incinta può essere disturbata da nausea e persino vomito. Ecco perché, se appare il minimo sospetto sullo sviluppo della cistite, è necessario consultare urgentemente un medico per un esame approfondito e una diagnosi accurata. Un'analisi generale delle urine e del sangue aiuterà a identificare la malattia nelle fasi iniziali e ad affrontare questo problema il prima possibile al fine di evitare lo sviluppo di una pericolosa complicanza sotto forma di pielonefrite (infiammazione dei reni). Uno specialista esperto prescriverà il trattamento ottimale, tenendo conto di tutti i rischi legati alla salute della madre e del nascituro.

Cistite all'inizio della gravidanza

La cistite durante la gravidanza è considerata una delle malattie più comuni, che può avere complicazioni molto pericolose se non trattata in tempo o iniziata. Come risultato di questa malattia, la mucosa della vescica si infiamma. Molto spesso, l'insorgenza della cistite è associata all'inizio della gravidanza, quando vari agenti patogeni e infezioni attaccano gli organi del sistema genito-urinario femminile. Secondo i medici, ciò è dovuto alle caratteristiche strutturali del corpo della donna, nonché a cambiamenti pronunciati a livello fisiologico e ormonale, che si osservano in ogni donna sullo sfondo della gravidanza..

La cistite all'inizio della gravidanza, per sua origine, può manifestarsi in forma infettiva o non infettiva. Tra i motivi principali per lo sviluppo della cistite non infettiva si può chiamare un indebolimento dell'immunità di una donna incinta, un grave superlavoro, ipotermia, disbiosi intestinale, colpite (disbiosi vaginale), nonché irritazione o danno alla mucosa della vescica a causa di manipolazioni mediche. Va tenuto presente che se la futura madre ha già una forma cronica di cistite nell'anamnesi, ciò garantisce manifestazioni ricorrenti della malattia. I cambiamenti nel sistema ormonale sullo sfondo della gravidanza in corso, così come la soppressione dell'immunità, diventano prerequisiti per la moltiplicazione intensiva della microflora patogena e di varie infezioni che possono causare l'infiammazione di un organo come la vescica. La forma infettiva della cistite è solitamente causata dal cosiddetto. "Microflora condizionatamente patogena" e agenti patogeni dannosi (E. coli, Trichomonas vaginale, stafilococchi o streptococchi, clamidia, ureaplasma, micoplasma, ecc.).

La cistite all'inizio della gravidanza può manifestarsi sia in forme acute che croniche. Nella cistite cronica, i sintomi della malattia sono generalmente lievi, mentre la forma acuta della malattia è accompagnata da una serie di sintomi, il principale dei quali è un forte dolore tirante di natura debilitante durante la minzione. In questo caso, l'urina può acquisire una tonalità torbida e contenere impurità del sangue, che indica un processo infiammatorio. Per una diagnosi accurata di cistite, una donna incinta deve contattare immediatamente un istituto medico per sottoporsi a una visita medica: eseguire un test delle urine (generale, analisi Nechiporenko, batteriologico); sottoporsi alla diagnostica del DNA delle infezioni e all'esame ecografico degli organi del sistema genito-urinario; essere esaminato per possibile disbiosi della microflora vaginale. Se la diagnosi di cistite è confermata, il medico deve prescrivere un trattamento efficace per la donna incinta, tenendo conto delle sue condizioni e dei possibili rischi per il feto. Nonostante il fatto che molti farmaci siano severamente vietati durante la gravidanza, i moderni progressi della medicina consentono di affrontare rapidamente la malattia senza rischi per il bambino. A tale scopo vengono utilizzati preparati speciali, nonché antibiotici di origine "erboristica", che hanno un effetto parsimonioso sulla salute della futura mamma e del suo bambino. Uno dei metodi più efficaci per trattare la cistite nella fase iniziale della gravidanza è il cosiddetto. "Instillazione della vescica" - l'introduzione di farmaci direttamente nell'organo malato. Una donna incinta può aver bisogno di diverse di queste manipolazioni per ottenere la completa eliminazione dei sintomi dolorosi della cistite, alleviare l'infiammazione e prevenire possibili ricadute..

Per una guarigione di successo, una donna incinta dovrebbe consultare un medico specialista in modo tempestivo al fine di evitare lo sviluppo di gravi complicazioni, in particolare, come la pielonefrite (infiammazione dei reni), la nascita di un basso peso alla nascita e il parto prematuro. L'automedicazione e l'assunzione della medicina tradizionale senza prima consultare un medico possono portare a tristi conseguenze, quindi è meglio ignorare i consigli "intelligenti" di fidanzate, nonne e madri "intelligenti" e affidarsi solo a un medico specialista.

Cistite all'inizio della gravidanza

La cistite durante la gravidanza può essere causata da una serie di motivi, tra cui l'immunosoppressione (soppressione dell'immunità) e i cambiamenti nello sfondo ormonale del corpo di una donna incinta. Spesso c'è una forma infettiva di cistite nelle donne in gravidanza, che è associata a un processo infiammatorio, che di solito è causato dalla riproduzione attiva di vari microrganismi, un'infezione batterica o Escherichia coli (Escherichia coli). Ciò è dovuto alla struttura speciale del sistema urogenitale delle donne (la loro uretra è molto più corta di quella degli uomini e si trova vicino all'ano).

La cistite all'inizio della gravidanza può essere di origine non infettiva e può essere causata, ad esempio, da allergeni sotto forma di spray per l'igiene, bagnoschiuma, creme spermicide e alimenti (noci, legumi, cavoli, ecc.). La malattia (in particolare la sua forma cronica) provoca ipotermia del corpo, oltre a frequenti affaticamenti sullo sfondo di un sistema immunitario soppresso di una donna incinta. È la cistite cronica che manifesta la sua ricaduta all'inizio della gravidanza, quando il corpo della futura gestante diventa indifeso contro molte infezioni a causa dell'immunità indebolita. Indipendentemente dal periodo di gravidanza, a una donna è severamente vietato auto-medicare a causa di pericolose complicazioni della malattia. È particolarmente importante tenere conto del fatto che molti farmaci (ad esempio, antibiotici di un certo numero di tetracicline e sulfonamidi) sono categoricamente controindicati per le donne in gravidanza. Pertanto, il trattamento della cistite dovrebbe essere prescritto solo da un medico, tenendo conto delle condizioni della futura mamma e dello sviluppo del feto. Con una visita tempestiva a un medico specialista, una donna incinta sarà in grado di evitare molti problemi pericolosi, in particolare l'infezione renale.

Nelle prime fasi della gravidanza, i medici sono particolarmente attenti nel prendere decisioni sul trattamento del paziente, poiché l'effetto di alcuni farmaci può diventare una seria minaccia per il feto. Questo vale anche per la cistite, che richiede un approccio speciale al trattamento, tenendo conto di tutti i possibili rischi, sia per la futura mamma che per il suo bambino. Il pericolo di questa malattia sta nel suo impatto negativo sul feto: il bambino può nascere prematuramente o con mancanza di peso corporeo.

Cistite nella tarda gravidanza

La cistite durante la gravidanza può manifestarsi sia all'inizio del periodo di gestazione che alla fine. Indipendentemente da ciò, un medico esperto dovrebbe essere coinvolto nel trattamento di questa malattia, che prescriverà i farmaci più delicati al paziente..

La cistite nella tarda gravidanza può essere causata da un'infezione o da cambiamenti fisiologici nel corpo di una donna. Il fatto è che alla fine della gravidanza, l'utero, di dimensioni notevolmente ingrandite, comprime gli organi pelvici, compresa la vescica. Pertanto, il deflusso dell'urina viene impedito, il che, a sua volta, porta al suo ristagno nella vescica. Ciò causa una maggiore riproduzione di varie flora patogena..

L'esame di una donna incinta, oltre a superare i test e gli esami medici necessari, aiuterà il medico a stabilire una diagnosi finale al fine di prescrivere il trattamento ottimale per la cistite. Va notato che nella seconda metà della gravidanza, l'uso di molti farmaci (inclusi antibiotici di un certo numero di penicilline e cefalosporine) ha meno probabilità di mettere in pericolo il feto, perché è protetto in modo affidabile dalla placenta. Inoltre, la medicina moderna ti consente di affrontare la malattia in altri modi. Ad esempio, l'instillazione è un trattamento alternativo per la cistite. Questo metodo prevede l'iniezione di farmaci attraverso l'uretra direttamente nella vescica.

Non è consigliabile prescrivere antibiotici di un certo numero di tetracicline, aminoglicosidi, sulfonamidi o sulfonamidi a donne in gravidanza. Se il medico attribuisce tali farmaci antibatterici alla futura mamma, è necessario rifiutare il trattamento e contattare un altro specialista, poiché questi farmaci sono severamente vietati durante la gravidanza. Possono portare a ittero fetale e danni irreversibili ai nervi cranici..

Tenendo conto dei sintomi della malattia, l'urologo dovrebbe diagnosticare la donna incinta al fine di identificare le modalità di infezione, l'agente patogeno, lo stadio della cistite (cronica o acuta). Pertanto, la terapia dovrebbe essere selezionata con estrema cautela, utilizzando farmaci che sono assolutamente sicuri per la futura mamma e il feto in via di sviluppo. La cistite nella tarda gravidanza, che è accompagnata da forte dolore, sensazione di bruciore durante la minzione e presenza di sangue nelle urine, viene solitamente trattata con un agente antibatterico, che viene escreto principalmente nelle urine e ha un minimo di effetti collaterali per una donna incinta e il suo bambino..

Cistite acuta durante la gravidanza

La cistite durante la gravidanza può manifestarsi sia in forme croniche che acute. La forma acuta di cistite ha un carattere improvviso e il più delle volte si verifica dopo l'ipotermia o come risultato dell'esposizione a qualche altro fattore, in particolare l'infezione della vescica.

La cistite acuta durante la gravidanza è sempre accompagnata da un processo infiammatorio acuto e si manifesta sotto forma dei seguenti sintomi:

  • aumento della voglia di urinare seguito dal rilascio di una piccola porzione di urina;
  • forti sensazioni dolorose e sensazione di bruciore durante la minzione, a volte di natura permanente;
  • falsa voglia di svuotare la vescica;
  • dolore nell'addome inferiore;
  • grave intossicazione;
  • torbidità delle urine, in cui si possono osservare impurità di sangue e pus;
  • un forte aumento della temperatura.

Va notato che gli ultimi due sintomi segnalano uno stadio grave della cistite. Il decorso acuto della malattia è caratterizzato da un'intensità del dolore gradualmente crescente durante la minzione. In questo caso, le sensazioni dolorose possono assumere un carattere permanente, ma nella maggior parte dei casi è direttamente correlato all'atto della minzione. Il forte bisogno di usare il bagno a volte porta all'incontinenza urinaria.

La cistite acuta durante la gravidanza è pericolosa per la salute della futura mamma e rappresenta una minaccia per il feto, perché il processo infiammatorio può coprire non solo la vescica di una donna incinta, ma anche i reni, provocando lo sviluppo di una complicanza pericolosa: la pielonefrite. Con un decorso più lieve della malattia, una donna incinta può sentire solo dolori tiranti nell'addome inferiore e pollachiuria moderatamente pronunciata (minzione frequente). In questo caso, il bruciore e il dolore di solito si verificano alla fine del processo di minzione. Succede che questi sintomi scompaiano dopo un paio di giorni da soli, senza un trattamento speciale. Ma il più delle volte, la cistite acuta dura 6-8 e talvolta 10-15 giorni, a seconda della gravità, nonché della presenza di una malattia concomitante nel corpo femminile, a causa della quale il processo infiammatorio si intensifica. In questo caso, è necessaria una visita medica aggiuntiva..

Per quanto riguarda il trattamento della cistite acuta, è quasi sempre accompagnato dalla nomina di farmaci alle donne in gravidanza che hanno effetti antispasmodici, antinfiammatori e antibatterici, tenendo conto di tutti i rischi per il feto. Il trattamento può durare circa 3-5 giorni, di solito non più di una settimana. Metodi di trattamento efficaci possono ridurre significativamente i sintomi delle manifestazioni acute della malattia. Se, dopo le misure di trattamento, si osserva una ricaduta, la donna incinta deve visitare nuovamente uno specialista e sottoporsi a un secondo esame..

Cistite cronica e gravidanza

La cistite durante la gravidanza di solito si manifesta in una forma acuta, ma ci sono spesso casi in cui i sintomi della malattia sono lievi e c'è un'immagine "sfocata" dello sviluppo della malattia. In questo caso, possiamo parlare della manifestazione della cistite in forma cronica..

Cistite cronica e gravidanza: come si incastrano questi due concetti? Va notato che la forma cronica di cistite si verifica sullo sfondo di un trattamento improprio o di una cistite acuta non trattata, che si osserva nella storia di una donna incinta. Infatti, la cistite cronica ha un decorso ricorrente o procede come un processo continuo con lievi segni della malattia. Se parliamo della stagione in cui di solito ricorre la cistite cronica, allora l'esacerbazione di questa malattia si verifica più spesso nel periodo autunno-primavera, quando c'è il rischio di ipotermia a causa del tempo instabile. Tuttavia, durante la gravidanza, la stagione non gioca un ruolo importante. Di solito la forma cronica di cistite nelle donne incinte si manifesta quando si verificano cambiamenti fisiologici nel corpo femminile, in particolare, un allargamento dell'utero, che preme su altri organi della piccola pelvi, compresa la vescica.

La cistite cronica può essere considerata uno scompenso delle difese del sistema urinario. I suoi sintomi principali sono dolore, pollachiuria (aumento della minzione) e piuria (secrezione di pus nelle urine). L'intensità del dolore dipende dalla frequenza della voglia di urinare. I dolori alla trazione si trovano solitamente nel perineo lungo il percorso dell'uretra. Ai primi sintomi che indicano la manifestazione di cistite cronica, una donna incinta dovrebbe consultare un medico. Dopo un'accurata diagnosi della malattia basata sui risultati di analisi e studi medici, il medico prescriverà il trattamento più delicato per la futura mamma utilizzando procedure fisioterapiche e farmaci che non rappresentano una minaccia per la salute della donna incinta e del suo bambino..

Esacerbazione della cistite durante la gravidanza

La cistite durante la gravidanza si verifica sullo sfondo dell'immunità indebolita della futura mamma e dei cambiamenti ormonali nel suo corpo, a causa dei quali la microflora vaginale naturale viene interrotta. Di conseguenza, aumenta il rischio di sviluppare varie infezioni. Molte donne che si trovano in una "posizione interessante" soffrono di questo disturbo durante la gravidanza. Le ragioni dell'esacerbazione della cistite dipendono in gran parte dai cambiamenti fisiologici nel corpo di una donna incinta: quando si trasporta un bambino, il tono del sistema genito-urinario è molto ridotto. Questo fattore, a sua volta, porta al ristagno urinario, allo svuotamento parziale della vescica e, di conseguenza, allo sviluppo dell'infezione..

L'esacerbazione della cistite durante la gravidanza è più spesso associata a una ricaduta della forma cronica di cistite, che si manifesta dopo l'ipotermia o con una diminuzione del sistema immunitario. Se una donna ha già riscontrato il problema della cistite prima della gravidanza, allora, molto probabilmente, sarà suscettibile alla probabilità di un'esacerbazione di questa malattia durante il periodo di partorire un bambino molto più forte di altre donne. Se parliamo dei tempi, molto spesso la cistite ricorda se stessa all'inizio della gravidanza. Naturalmente, misure preventive tempestive riducono i rischi di sviluppare la malattia.

I sintomi di una esacerbazione della cistite sono gli stessi di quelli che sono sintomi concomitanti di questa malattia: minzione frequente con poca produzione di urina, dolore tagliente nell'addome inferiore e sensazione di bruciore durante la minzione, sangue e pus nelle urine. Se l'esacerbazione della malattia ha una forma acuta, tutti i sintomi elencati sono accompagnati da un aumento della temperatura.

La diagnosi di cistite nelle donne in gravidanza, prima di tutto, prevede un esame ginecologico, nonché un esame del corpo per la presenza di infezioni genitali e disturbi della microflora vaginale. Con un'esacerbazione della cistite, è necessario escludere la possibilità dell'esistenza di altre fonti di infezione che potrebbero provocare una ricaduta della malattia. Tra tali fonti ci sono varie malattie dei denti e del tratto gastrointestinale, disbiosi, malattie otorinolaringoiatriche, tonsillite cronica. Con una ridotta immunità sullo sfondo della gravidanza, anche la carie banale può portare a un'esacerbazione della cistite.

La cistite durante la gravidanza crea molti problemi alle future mamme, in particolare per quanto riguarda il trattamento. Solo una terapia complessa aiuterà a far fronte rapidamente alla malattia, compresa l'assunzione di farmaci immunitari, agenti antibatterici efficaci, nonché farmaci che ripristinano la microflora naturale del corpo femminile, ma solo tenendo conto dei possibili rischi per la salute della futura mamma e del suo bambino.