Dieta per malattie renali e delle vie urinarie

La terapia per le malattie che colpiscono i reni e il sistema urinario viene sempre eseguita sotto la supervisione di un urologo o nefrologo. È diretto contro la causa e prevede l'uso obbligatorio della terapia nutrizionale.

La dieta per le malattie dei reni e delle vie urinarie è la componente principale di un trattamento complesso, che consente non solo di ridurre le manifestazioni cliniche della malattia, ma anche di ridurre il rischio di complicanze.

Panoramica sulle patologie renali

La presenza nella storia delle malattie del sistema urinario si riflette sempre nella qualità della vita umana. Il processo patologico può coinvolgere sia i tessuti renali che gli organi del sistema genito-urinario (ureteri, vescica, uretra, uretra).

Il sistema urinario reagisce bruscamente ai processi infiammatori, quindi è molto importante riconoscerli nel tempo.

Nella pratica dei medici, le malattie più comuni sono:

  • nefrite;
  • pielite;
  • pielonefrite;
  • insufficienza renale;
  • glomerulonefrite;
  • malattia da urolitiasi.

La dieta per le malattie renali migliora l'effetto dei farmaci, aiuta a normalizzare il funzionamento del tratto digestivo. Nelle donne e negli uomini, le patologie renali si sviluppano con la stessa frequenza, la nutrizione medica non differisce. Tutte le sostanze tossiche e nocive vengono escrete dai reni, quindi è necessario preservare il loro pieno lavoro, proteggere dalle influenze negative.

Le cause della malattia renale sono varie, ma l'80% dei casi è causato da infezioni. Manifestazioni cliniche di malattie che colpiscono i reni e il sistema urinario, pronunciate e accompagnate da:

  • violazione della minzione;
  • dolore o fastidio nella parte bassa della schiena;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • gonfiore degli arti, viso;
  • segni di intossicazione.

La nutrizione per patologie renali e delle vie urinarie comprende alimenti con un contenuto minimo di proteine ​​animali e vegetali. Senza l'alimentazione dietetica, l'effetto della terapia non sarà, anche quando il paziente sta assumendo farmaci.

I benefici della nutrizione dietetica

Per le malattie che colpiscono i reni e il sistema urinario, i medici prescrivono la dieta numero 7. A seconda della diagnosi, la tabella numero 7 è divisa in diversi.

  1. 7a (dieta ipoproteica) consente di rimuovere dal corpo prodotti metabolici sottoossidati, tossine azotate, ha un effetto ipotensivo, riduce i segni di uremia.
  2. 7b è prescritto per patologie renali croniche.
  3. 7c aiuta a reintegrare la perdita di proteine.
  4. 7g è raccomandato per l'insufficienza renale, specialmente per quei pazienti che sono in emodialisi.
  5. 7p, l'indicazione principale per la quale è l'insufficienza renale, l'emodialisi continua.

Oltre alla dieta numero 7, il medico può prescrivere una tabella numero 6 o numero 14. La scelta delle tabelle dietetiche dipende direttamente non solo dalla diagnosi, ma anche dallo stadio di sviluppo della malattia.

I principi di base di una corretta alimentazione:

  • scarico del sistema urinario;
  • purificare il sangue da sostanze nocive e tossiche;
  • stabilizzazione dei processi metabolici;
  • riduzione dell'edema;
  • normalizzazione del metabolismo del sale marino;
  • riportare gli indicatori della pressione sanguigna alla normalità;
  • eliminazione dell'infiammazione;
  • miglioramento del tratto digestivo.

La dieta per le malattie renali è uno dei componenti principali della terapia, pertanto i pazienti devono seguire rigorosamente le raccomandazioni del medico in materia di alimentazione e stile di vita, utilizzare solo alimenti approvati.

prodotti sponsorizzati

La gamma di prodotti consigliati per le malattie dei reni e del sistema urinario è piuttosto varia, il che consente di preparare piatti gustosi e sani..

  • pane di grano;
  • carne magra;
  • zuppe di verdure;
  • pesce bollito o al forno a basso contenuto di grassi;
  • latticini;
  • verdure e ortaggi;
  • bacche e frutti;
  • formaggio dolce;
  • thé con latte;
  • brodo di rosa canina.

I pasti inclusi nella dieta dovrebbero contenere una quantità minima di sale.

Quali prodotti dovrebbero essere scartati

In caso di malattie dei reni e delle vie urinarie, è vietato consumare alcolici, alcolici e bevande gassate..

Elenco dei prodotti vietati:

  • cibi salati;
  • pane nero;
  • funghi;
  • carni affumicate;
  • salsicce;
  • cibo in scatola;
  • legumi;
  • caffè.

Una corretta terapia nutrizionale per le malattie del sistema urinario aiuterà a migliorare la funzione renale, alleviare il gonfiore, normalizzare la pressione sanguigna e migliorare il benessere generale del paziente. L'effetto della terapia dietetica può essere visto in 2-3 giorni..

Caratteristiche della dieta numero 7

Tutti i pasti consumati dal paziente devono essere equilibrati nella composizione, contenere vitamine ed essere sani. Il paziente dovrebbe consumare al giorno:

  • 3000 kcal;
  • 70 g di proteine;
  • 90 g di grassi;
  • 400 g di carboidrati.

Per ridurre il carico sugli organi del sistema urinario, limitano l'assunzione di proteine ​​e sale, regolano la quantità di liquido. Per alcune patologie, si consiglia di abbandonare il sale, includere nella dieta succhi di frutta e verdura. La durata della dieta da seguire dipende dallo stadio della malattia, dalla diagnosi finale.

In presenza di calcoli renali, viene prescritta una dieta tenendo conto della composizione delle pietre. La malattia renale richiede spesso una dieta priva di proteine, poiché è l'eccessivo consumo di alimenti proteici che provoca la formazione di sostanze nocive. Ma le proteine ​​sono un importante materiale da costruzione del corpo, quindi non sono completamente escluse, ma solo limitate all'uso.

La terapia per le malattie renali comprende anche giorni di digiuno monoprodotto. Questo aiuta ad aumentare la quantità di urina, ad accelerare l'escrezione del metabolismo delle proteine ​​dal corpo e a normalizzare la pressione sanguigna.

La dieta è prescritta per quante settimane o mesi. Nelle patologie croniche con gravi menomazioni nel lavoro dei reni, una dieta rigorosa dovrà essere rispettata per tutta la vita.

Raccomandazioni dietetiche

Dopo che la diagnosi è stata stabilita, al paziente viene assegnato individualmente un regime di trattamento, che include la terapia dietetica.

  1. Mangia piccoli pasti.
  2. Mangia solo cibo fresco e di alta qualità.
  3. I prodotti devono essere cotti al vapore, al forno o bolliti.
  4. Si consiglia di programmare cinque pasti al giorno.
  5. Bere almeno 1,5 litri di liquidi al giorno.
  6. Aggiungere il sale non durante la cottura, ma nel piatto.
  7. Aumenta l'assunzione di frutta e verdura.
  8. Non usare sale, spezie o erbe durante la cottura.
  9. Rinuncia a cibi grassi e "pesanti".
  10. Evita di mangiare troppo.
  11. Non trascurare la dieta e le raccomandazioni del medico.

Seguendo semplici regole, puoi migliorare le condizioni generali del paziente. Oltre alla nutrizione medica, al paziente vengono prescritti farmaci, erbe diuretiche, aderenza al lavoro e al riposo. Per alcune malattie diagnosticate nelle prime fasi, la dieta è considerata l'unico trattamento..

Nutrizione terapeutica per processi infiammatori nei reni

L'infiammazione dei reni appare come risultato di ipotermia, shock da stress, intossicazione e molti altri motivi. Questa malattia è caratterizzata da mal di schiena, nausea, febbre, scolorimento delle urine. Oltre ai metodi standard - ricovero in ospedale, terapia farmacologica con farmaci antibatterici e antinfiammatori - anche una dieta speciale per l'infiammazione renale è un trattamento..

Dieta per l'infiammazione dei reni

Distingue tra pielonefrite acuta e cronica (infiammazione dei reni). In base a ciascun tipo di malattia, al suo stadio, viene selezionato un ciclo di trattamento, vengono prescritti farmaci, una dieta specifica. Ma in ogni caso, verrà prescritta l'una o l'altra dieta, poiché è estremamente importante rimuovere il carico dal corpo per tutte le malattie, specialmente con l'infiammazione dei reni e della vescica. In ogni fase, cibi grassi, piccanti, cioccolato, spezie, alcol sono completamente esclusi dalla dieta del paziente.

Le possibilità curative della dieta

I reni sono il filtro dell'organismo, elaborando e purificando ogni giorno decine di litri di sangue. Rimuovono sali, tossine, separandoli dagli elementi utili necessari per una persona. Con la pielonefrite, i reni non affrontano le loro funzioni, il che comporta non solo un fallimento nei processi del metabolismo renale, ma anche altre gravi conseguenze.

Una corretta alimentazione non danneggia nessuno, dopo aver consultato un medico, puoi scegliere più accuratamente il regime appropriato, un elenco di prodotti consentiti per l'infiammazione acuta o cronica.

Indicazioni per l'appuntamento

La dieta è un rimedio efficace per qualsiasi malattia, ma se non la segui correttamente, non solo non puoi ottenere l'effetto desiderato, ma persino aggravare la situazione. Pertanto, ci sono una serie di requisiti che chiariscono cosa e come si può mangiare con l'infiammazione renale. Un nuovo menu non deve essere stressante. È anche importante osservare il livello di valore nutritivo del cibo - da 2,5 mila calorie al giorno.

I giorni di digiuno sono di grande importanza nel trattamento della pielonefrite. Ma prima, devi discutere tutte le sfumature con il dottore. Le seguenti opzioni differiscono:

  • giorno dello zucchero;
  • zucche;
  • anguria;
  • patate.

Di conseguenza, in questi giorni è necessario concentrarsi su un prodotto specifico..

Suggerimenti per la cucina

Nella pielonefrite acuta, il cibo è principalmente bollito, al vapore o in umido, i cibi fritti sono completamente esclusi, tutto dovrebbe essere magro. È interessante notare che anche per frutta e verdura consentite in quantità illimitata, si consiglia il trattamento termico.

Con il sollievo dei sintomi della fase acuta, con pielonefrite cronica, l'elenco dei prodotti consentiti è in qualche modo ampliato, ma le dosi sono ancora rigorosamente osservate.

Un posto speciale nella dieta per l'infiammazione dei reni negli adulti è occupato da rimedi popolari preparati sotto forma di decotti di salice, mais, uva ursina, infusi di germogli di canna e radici di consolida maggiore, nonché polvere di foglie di ortica, liquirizia.

Dieta e bevanda

Nell'infiammazione cronica, la dieta mira a stabilizzare la pressione, il metabolismo nel corpo e a regolare l'equilibrio idrico del paziente. Nei primi giorni di malattia, la quantità di alcol aumenta in modo significativo. Gli adulti sono solitamente assegnati a consumare 2-3 litri di liquido, mentre per i bambini il volume viene calcolato utilizzando la formula: il peso del bambino viene moltiplicato per 30, e poi per un altro 1,5. Un elenco di ciò che puoi mangiare per l'infiammazione renale:

  • carne;
  • pesce magro;
  • uova;
  • Latticini;
  • verdure.

Le principali restrizioni si applicano a sale, oli essenziali, assunzione giornaliera di carboidrati, proteine, grassi.

In caso di infiammazione acuta dei reni, invece, si riduce l'assunzione di cibo: pesce, carne, proteine, verdura.

Come per la pielonefrite cronica, anche il sale è escluso dalla dieta al massimo. Sono ammesse invece alcune spezie (erbe essiccate, cannella), acido citrico, salse. Poiché un rifiuto completo del sale è impossibile per il corpo, viene periodicamente reintrodotto nella dieta e quindi riescluso.

Prodotti di cui hai bisogno

Oltre all'acqua, si consiglia di bere decotti alle erbe, succhi naturali (ma non agrumi), tè dolce debole, composte.

Per cambiare, frutta e verdura con un alto contenuto di acqua vengono introdotte nella dieta:

  • prezzemolo;
  • cetrioli;
  • angurie;
  • meloni.

Quando vengono utilizzati, hanno anche un effetto diuretico positivo..

In generale gli alimenti consigliati includono: pane senza sale, zuppe vegetariane, carne e pesce magri, miele, verdure al forno, bollite, frutta, un po 'di zucchero, burro.

I prodotti a base di latte fermentato sono di particolare importanza nella dieta per l'infiammazione renale negli adulti:

  • kefir;
  • latte cotto fermentato;
  • yogurt;
  • fiocchi di latte.

Ma è importante ricordare che la panna pesante e la panna acida non sono incluse in questo elenco..

Prodotti pericolosi

Con la pielonefrite sono vietati cibi grassi, speziati, fritti e cibi affumicati, salati e in salamoia. Elenco di cosa non mangiare durante l'esacerbazione dell'infiammazione renale:

  • spuntini;
  • cibo in scatola;
  • caffè, cacao, tè forte;
  • legumi;
  • funghi;
  • carne grassa, pesce;
  • cioccolato e dolciumi;
  • bevande alcoliche;
  • formaggi a pasta dura;
  • Grasso;
  • caviale di pesce;
  • cibi piccanti (come aglio, rafano, senape).

Questo elenco richiede un'attenzione speciale non solo per chi soffre di pielonefrite, ma anche per le persone sane..

Menu per la settimana

I primi giorni della dieta per la nefrite renale (designazione collettiva delle malattie infiammatorie dell'organo accoppiato) non differiscono per varietà, il volume di liquidi bevuti aumenta: composte, bevande alla frutta, gelatina e tè non zuccherati. Frutta e verdura dopo il trattamento termico sono consentite in quantità quasi illimitate. L'assunzione di proteine, fosforo e sodio dovrebbe essere ridotta. I giorni successivi beneficeranno di una dieta a base di latticini, verso la fine della settimana puoi espandere gradualmente l'elenco dei prodotti: mangiare zuppe, purè di patate, cereali.

Piatti per una dieta sana per l'infiammazione dei reni

Mangiare bene non significa insapore. Ci sono molte ricette varie e semplici. Ci sono due principali diete generalmente accettate: "Tabella numero 7" (per la pielonefrite acuta e in fase di recessione), "Tabella numero 7a" (per la forma cronica della malattia, nonché per insufficienza renale). Il rispetto di tali standard alimentari implica il rifiuto di cibi e piatti proibiti, ma l'uso di quelli che sono inclusi nell'elenco dei.

Con un'esacerbazione della malattia, tutti i piatti vengono preparati cucinando o stufando per alleviare il più possibile i reni. Per aggiungere gusto al cibo fresco, puoi aggiungere aneto essiccato, cumino.

Una deliziosa zuppa di cavolo cappuccio si prepara semplicemente: 200 g di verdura vengono cotti con una carota e una radice di prezzemolo, il tutto in forma tritata. Quindi si versano 400 ml di latte, si aggiungono aneto e un po 'di farina tostata.

La purea di carne è adatta per il secondo: tritare finemente 300 g di carne e versare 150 ml di acqua fredda, cuocere a fuoco lento finché sono teneri. Quindi saltare due volte attraverso un tritacarne e condire con un po 'di burro.

Soufflé di carne e riso: passare 200 g di bollito al tritacarne con porridge di riso, aggiungere 1 uovo alla carne macinata e disporla in una pirofila unta, quindi infornare.

Pesce bollito con uovo: mettere 200 g di pesce sbucciato tritato in acqua bollente con radice di prezzemolo, cuocere finché sono teneri. Quindi prendere le ossa, schiacciare la carne e aggiungere l'uovo tritato.

Per dessert, puoi preparare la crema di latte: 1 cucchiaio di acqua viene sciolto in una padella asciutta. l. si aggiunge lo zucchero, l'acqua e lo sciroppo viene cotto. Quindi è necessario aggiungere un bicchiere di latte bollito, aggiungere 1 cucchiaino di amido (mescolato con latte freddo), portare tutto a ebollizione.

Quando la pielonefrite acuta diventa cronica, è consentito non elaborare frutta e verdura, puoi mangiare alcuni dolci.

Conseguenze di imprecisioni nella dieta

È importante passare senza problemi a una dieta speciale per l'infiammazione renale. Altrimenti, un brusco cambiamento nella dieta contribuirà a un rilascio ancora maggiore di tossine e al carico sul rene malato..

Un adulto sarà in grado di percepire normalmente le restrizioni dietetiche, ma per i bambini non sarà facile, quindi è richiesto un controllo speciale di ciò che il bambino mangia. Dopo la fine del periodo pianificato della dieta, non dovresti tornare bruscamente alla dieta abituale, anche qui dovrebbe essere mantenuta la morbidezza. Superlavoro, ipotermia, infezione non dovrebbero essere consentiti.

Conclusione

La pielonefrite è un'infiammazione infettiva dei reni, le cui conseguenze sono perdita di appetito, febbre. In questo caso, la vescica può essere disturbata e il rene colpito può emanare un forte dolore nella parte bassa della schiena. Si distinguono pielonefrite acuta, cronica e anche gestazionale separatamente (nelle donne in gravidanza). Ci sono molte cause di malattie renali, tra cui urolitiasi, cistite, policistica.

Quasi tutti sono a rischio, ma soprattutto riguarda le seguenti categorie:

  • bambini di età diverse;
  • giovani ragazze durante la pubertà;
  • donne durante la gravidanza;
  • uomini anziani.

Anche le persone con processi infiammatori acuti, immunità debole, dieta o riposo inadeguati, persone esposte a varie situazioni stressanti, uomini e donne con tendenza ereditaria sono inclini alla malattia.

Durante il trattamento, a seconda della gravità della malattia, vengono utilizzati il ​​ricovero e la terapia farmacologica. In ogni caso, è necessaria una dieta speciale, che aiuti ad alleviare il carico sul rene sconfitto dalla pielonefrite e ripristinare il metabolismo.

Le seguenti misure aiuteranno a prevenire la malattia: rispetto delle regole di igiene, uno stile di vita sano, modelli di sonno e trattamento tempestivo, indurimento durante tutto l'anno.

Principi nutrizionali per la nefrite renale e l'infiammazione della vescica

Viene seguita una dieta per l'infiammazione renale per almeno 12 mesi. Un regime nutrizionale correttamente selezionato normalizzerà l'equilibrio del sale marino, rimuoverà l'edema e migliorerà le condizioni del paziente. E anche una dieta terapeutica per le malattie renali aumenta l'effetto dei farmaci.

Al momento, la dieta più efficace per varie patologie degli organi genito-urinari è la "Tabella numero 7". Questo sistema alimentare è stato sviluppato dal famoso medico M.I.Pevzner.

  1. Principi nutrizionali di base
  2. Elenco dei prodotti vietati e consentiti
  3. Un esempio di un menu di cinque giorni

Principi nutrizionali di base

Una dieta efficace per nefrite renale (acuta e cronica), cistite, urolitiasi. E anche per eventuali malattie infiammatorie e infettive del sistema urinario.

A seconda della gravità della malattia, viene introdotta una restrizione sul sale, nella maggior parte dei casi questo additivo alimentare viene completamente rimosso dalla dieta..

Un altro principio importante della dieta è ridurre l'uso di prodotti proteici, uno specialista calcola il tasso consentito. È categoricamente impossibile escludere completamente le proteine ​​dalla dieta per lungo tempo, poiché ciò influenzerà negativamente lo stato del corpo.

Puoi bere non solo acqua pulita, ma anche bevande alla frutta, succhi, tisane. Le eccezioni sono: bevande agli agrumi, caffè, cacao, soda dolce.

Devi mangiare in modo frazionato, ogni 3-4 ore. La dieta del paziente deve essere equilibrata. La preferenza dovrebbe essere data a piatti bolliti, al forno o in umido. Le bevande alcoliche sono vietate.

Con l'infiammazione dei reni, la dieta in ogni caso viene regolata da uno specialista individualmente: vengono presi in considerazione il grado della malattia, l'età, la presenza di malattie croniche.

Questi sono i principi di base della nutrizione nel processo infiammatorio nei reni negli adulti e nei bambini..

È consentito utilizzare erbe aromatiche, alcune salse leggere, succo di limone, lime come condimento.

Elenco dei prodotti vietati e consentiti

I seguenti alimenti sono esclusi dalla dieta del paziente:

  • marinate e cibo in scatola;
  • carni grasse;
  • pesce azzurro;
  • cioccolato;
  • carni affumicate;
  • aglio;
  • Rafano;
  • mostarda;
  • formaggio;
  • funghi;
  • Fast food.

I prodotti di cui sopra non devono essere consumati, poiché contengono molto sale, possono provocare allergie o aumentare il carico sull'organo interessato.

Dopo aver esaminato l'elenco degli alimenti proibiti, molti pazienti pongono la domanda su cosa può essere mangiato con questa patologia?

Cosa mangiano con questa patologia:

  • eventuali cereali;
  • frutta diversa dagli agrumi;
  • ortaggi, tranne ravanelli, legumi, cipolle;
  • uova;
  • miele, marmellata, marmellata;
  • latticini con una bassa percentuale di grassi;
  • carne magra;
  • pane di farina integrale;
  • pesce non grasso.

L'elenco degli alimenti consentiti è piuttosto ampio, quindi la nutrizione per l'infiammazione renale è completa ed equilibrata. La cosa principale è scegliere il menu giusto.

Un esempio di un menu di cinque giorni

Come già accennato in precedenza, la dieta del paziente dovrebbe essere il più equilibrata possibile, questo è necessario non solo per saturare il corpo con importanti oligoelementi e vitamine, ma anche aiutare ad evitare guasti.

Il primo giorno:

  1. Mattina: zuppa di spaghetti al latte, tè.
  2. Spuntino: anguria, melone.
  3. Pranzo: cotolette al vapore, insalata di cetrioli, succo di mirtilli rossi.
  4. Spuntino: cracker, tè.
  5. Cena: casseruola di cagliata.
  6. Spuntino: gelatina.
Secondo giorno:
  1. Mattina: porridge di grano saraceno, tè.
  2. Spuntino: kefir.
  3. Pranzo: barbabietola magra, patate lesse con vitello in umido, tisana.
  4. Spuntino: prugne.
  5. Cena: verdure grigliate, pesce al vapore, composta di olivello spinoso;
  6. Spuntino: pane, yogurt;
Il terzo giorno:
  1. Mattina: uova strapazzate, composta.
  2. Pranzo: patate al forno, insalata di cavolo cappuccio fresca con olio vegetale, succo di mirtillo rosso.
  3. Spuntino: pane integrale con marmellata, tè verde
  4. Cena: cotolette di verdure con panna acida e salsa di verdure.
  5. Spuntino: mela.
Quarto giorno:
  1. Mattina: porridge di farina d'avena, tè, marmellata.
  2. Spuntino: frutta candita.
  3. Pranzo: zuppa di purea di zucca, brodo di ribes.
  4. Spuntino: pera.
  5. Cena: pasta di semola di grano duro, pollo bollito, insalata di verdure.
  6. Spuntino: bar di soia, tè.
Il quinto giorno:
  1. Mattina: uovo sodo, pane con burro, brodo di salvia.
  2. Spuntino: mele al forno.
  3. Pranzo: pesce al forno, riso, composta di frutti di bosco.
  4. Spuntino: marshmallow, tisana.
  5. Cena: porridge di grano saraceno, acqua minerale.
  6. Spuntino: frutta secca.

Durante la terapia dietetica, si consiglia di mangiare a casa, di non visitare ristoranti e caffè.

In caso di infiammazione dei reni, utilizzare succo di ravanello mescolato con miele, questa bevanda ha un effetto depurativo, diuretico, antimicrobico.

La dieta gioca un ruolo importante nel trattamento dell'infiammazione renale. Grazie a una corretta alimentazione, il recupero è molto più veloce. Per evitare complicazioni, il menu medico non può essere compilato da solo, è necessario il controllo di un medico.

Dieta per malattie renali e delle vie urinarie: una corretta alimentazione

Tipi di malattie del sistema genito-urinario

Con la patologia, sono interessati i seguenti organi:

  • Rene,
  • Vescica urinaria,
  • Ureteri,
  • Organi pelvici.

Il processo infettivo può svilupparsi a causa dell'introduzione di funghi, virus o batteri nel corpo.

Si distinguono le seguenti malattie del sistema urinario:

  • Uretrite. È accompagnato da disagio e sensazione di bruciore durante la minzione. Le formazioni mucopurulente con un odore sgradevole vengono secrete dall'uretra.
  • Balanopostite. Una malattia comune negli uomini. È accompagnato da prurito e dolore ai genitali La causa principale della patologia è il mancato rispetto delle regole di igiene personale.
  • Prostatite. Danni alla ghiandola prostatica. Procede su uno sfondo di debolezza, disagio nel perineo, dolore nell'addome inferiore e un'erezione indebolita.
  • Vescicolite. Infiammazione delle vescicole seminali negli uomini. I principali sintomi della malattia: debolezza, disagio durante la minzione, dolore al perineo e all'inguine.
  • Vaginite. Lesione della mucosa vaginale nelle donne. Il problema è accompagnato da secrezione purulenta, prurito e sensazione di irritazione dei genitali (letteralmente bruciore).
  • Orchoepidimite. Infiammazione dei testicoli e delle loro appendici. Le aree colpite si gonfiano e crescono di dimensioni, il che è accompagnato da un aumento della temperatura corporea.
  • Cistite. Patologia che si estende alla vescica. Durante la minzione, i pazienti avvertono una sensazione di bruciore e dolore nell'area pubica.
  • Pielonefrite. Danno ai reni. Molto spesso si sviluppa come una malattia secondaria quando i batteri entrano nei reni dalla vescica o dall'uretra. La malattia è accompagnata da febbre, sintomi di intossicazione, diminuzione dell'appetito.

Caratteristiche del trattamento nutrizionale, a seconda del tipo di pietre

La diagnosi di urolitiasi consiste in tre sottospecie, ognuna delle quali caratterizza il tipo di calcoli formati. Quindi, i calcoli di urato, ossalato e fosfato vengono isolati. Il tipo di medico è determinato dai risultati dei test di laboratorio. È impossibile capire in modo indipendente che tipo di pietre ci sono nei reni o nella vescica..

A seconda della diagnosi, viene prescritto un pasto dietetico. L'elenco degli ingredienti per ogni tipo di urolitiasi è diverso. Quindi, i prodotti consentiti per gli urati sono severamente vietati con pietre di ossalato. Pertanto, iniziare una dieta senza consultare un medico è pericoloso per la salute..

Regole dietetiche di base per le malattie genito-urinarie

Affinché il trattamento della patologia genito-urinaria sia efficace, è necessario aderire alle regole di base della nutrizione e del regime alimentare.

I principi di base di una dieta per le malattie genito-urinarie:

  • È importante bere molti liquidi durante la giornata. Il fluido attiva l'intero sistema urinario e aiuta a purificare gli organi dalle tossine che vengono escrete con l'urina.
  • Devi limitare il più possibile la quantità di latte che bevi. Il calcio in esso contenuto può causare la formazione di calcoli renali, che aggraveranno il decorso del disturbo sottostante..
  • Riduci il consumo di carne.
  • Escludere dalla dieta tutti gli alimenti contenenti acido ossalico - agrumi, fragole, acetosa. Questa sostanza irrita le mucose degli organi urinari..
  • Rinuncia a cibi grassi e fritti.
  • Rinuncia completamente al sale. Il prodotto influisce negativamente sui processi metabolici nel corpo e rallenta il prelievo di liquidi. Allo stesso tempo, i reni sono fortemente stressati e le mucose infiammate sono gravemente irritate..
  • Per stabilizzare il lavoro degli organi urinari, è necessario arricchire la dieta con vitamine B6 e A..
  • Quando si tratta la patologia con diuretici, vengono introdotti nella dieta alimenti con un alto contenuto di potassio: uvetta, albicocche secche, prugne, patate al forno.
  • Nella lotta contro le malattie urinarie, si consiglia di organizzare giorni di digiuno per te, durante i quali vengono consumati solo frutta e verdura.

Cavolfiore

Il cavolfiore è ampiamente apprezzato per il suo alto contenuto di vitamine (A, K, B e C), che migliorano il metabolismo nei nefrociti, aumentano la velocità di formazione dell'urina primaria.

Il vegetale è ricco di antiossidanti che neutralizzano i radicali liberi, riducendo il rischio di malattie distruttive dell'epitelio dei tubuli renali e la formazione di tumori maligni.

La ricerca scientifica mostra che il cavolfiore contiene un gran numero di composti antinfiammatori (ad esempio gli indoli) che hanno un trofismo per il tessuto renale. Un ulteriore vantaggio è l'alto contenuto di fibre, che normalizza la digestione (dopotutto, la flatulenza rende difficile per i reni).

Si consiglia di mangiare cavolfiore crudo o schiacciato (un ottimo sostituto della patata).

Il cavolfiore è necessario per ripristinare il normale funzionamento dei tubuli renali e la prevenzione delle patologie oncologiche.

Cosa puoi mangiare e bere per le malattie del sistema genito-urinario?

La dieta non significa che devi letteralmente morire di fame. L'elenco degli alimenti accettabili per le persone con malattie del sistema genito-urinario è piuttosto vario..

Per le malattie genito-urinarie, cibo e bevande sono ammessi:

  • Pane di segale e frumento fatto con farina premium.
  • Cottura con l'aggiunta di crusca. La restrizione è imposta ai dolci a base di pasta di burro.
  • Zuppe con brodo vegetale: zuppa vegetariana di cavolo e borscht, zuppa di patate con cereali, barbabietola.
  • Carni magre: tacchino, vitello, manzo, coniglio. Consentito l'uso non più di 3 volte a settimana, 150 g.
  • Pesce bollito.
  • Uova - non più di 1 pz. in un giorno.
  • Verdure crude e cotte illimitate.
  • Bacche e frutti in qualsiasi quantità.
  • Composte e gelatine di frutta secca.
  • Caramelle senza cioccolato, marmellata, marshmallow, marshmallow, marmellata.
  • Tisane, decotto di rosa canina, tè debole, caffè con latte.
  • Utile per malattie urogenitali e latticini a basso contenuto di grassi - yogurt, kefir, yogurt.

Oltre ai prodotti elencati, medici e nutrizionisti stanno discutendo sulla possibilità di utilizzare il miele, perché in alcuni casi può causare problemi con i movimenti intestinali e la minzione, ma allo stesso tempo il miele ha un effetto antinfiammatorio e sedativo..

Olio d'oliva

L'olio d'oliva è una fonte ideale di grassi "sani", a basso contenuto di proteine ​​e praticamente zero fosforo.

Il prodotto è consigliato per pazienti con obesità e varie malattie renali.

L'acido oleico merita un'attenzione speciale, che, secondo i ricercatori spagnoli, ha un marcato effetto antinfiammatorio (che è particolarmente importante in caso di disturbi autoimmuni dei reni).

L'olio d'oliva riduce l'attività dei processi infiammatori ed è consigliato per le malattie con difetti del sistema immunitario.

Quali cibi e bevande sono severamente vietati e nocivi?

Il compito principale della terapia è prevenire l'irritazione delle mucose degli organi genitali e del sistema urinario, pertanto la nutrizione dovrebbe essere appropriata.

Escludere dalla dieta:

  • Prodotti affumicati, sottaceti e piatti piccanti.
  • Alimenti fritti, in salamoia e in scatola.
  • Carni grasse: maiale, agnello.
  • Verdure piccanti: peperoncino, ravanelli, ravanelli.
  • Alcuni tipi di frutta: banane, pesche, cibi esotici (come il frutto della passione), mele acide.
  • Alcuni tipi di verdure: acetosa, prezzemolo.
  • Spezia.
  • Oli vegetali e animali.
  • Prodotti lattiero-caseari con un'elevata quantità di grassi: formaggio e panna acida.
  • Pasta.
  • Pomodori.
  • Condimenti per salsa e maionese.
  • Prodotti contenenti OGM.
  • zucchero.
  • Dolciumi (tranne quelli consentiti dall'elenco precedente).
  • Cioccolato e bevande al cioccolato.
  • Agrumi e il loro succo.
  • Tè forte e caffè in grani, bevande gassate.
  • Bevande alcoliche.

Rucola

La rucola può essere un ottimo sostituto di molte verdure verdi (spinaci, cavoli), poiché contiene poco potassio.

Inoltre, la rucola è una preziosa fonte di vitamina K, nonché di macro e microelementi (magnesio, calcio, zinco), necessari per mantenere il tono dei miociti renali lisci e un adeguato metabolismo minerale..

La rucola contiene nitrati, che abbassano la pressione sanguigna, e l'azione viene svolta localmente, non sistematicamente. L'azione è dimostrata nelle opere degli scienziati londinesi.

La rucola va aggiunta alla dieta per i disturbi già esistenti degli organi urinari, poiché contiene poco potassio ma ha molte proprietà utili.

Dieta nella fase di esacerbazione e remissione

Alcuni alimenti che non dovrebbero essere consumati nella fase acuta delle malattie genito-urinarie sono consentiti in piccole quantità nella fase di remissione.

Lo stadio acuto della patologia è caratterizzato da un'infiammazione significativa delle pareti della vescica o dei genitali, quindi l'obiettivo principale in questa fase è rimuovere il più possibile i prodotti di scarto di batteri e virus. Durante questo periodo, la dieta implica una maggiore quantità di assunzione di liquidi - da 2 litri al giorno. Quando la temperatura aumenta, questa cifra può essere aumentata a 2,5 litri..

Nella fase di esacerbazione sono utili frutta e verdura con un effetto diuretico: meloni, angurie, cetrioli, spinaci, zucchine. Per un po 'dovresti smettere di usare prodotti a base di latte fermentato, in particolare i formaggi. Con le malattie urinarie, si consiglia di bere succo di mirtillo rosso o composta: queste bacche contengono sostanze che sopprimono l'attività vitale dei microrganismi patogeni.

Durante il periodo di remissione della malattia, non ci sono rigide restrizioni dietetiche: l'importante è escludere carni affumicate, cibi salati, cibi fritti e conservazione. In piccole quantità è consentito consumare latticini fermentati e formaggi a basso contenuto di sale. Il regime di consumo durante la remissione è fino a 2 litri al giorno. La preferenza dovrebbe essere data a tisane, bevande naturali alla frutta, succhi di frutta, composte.

Peperone

I peperoni contengono molti nutrienti preziosi. Il contenuto di potassio è basso, il che fa risaltare il pepe dalle altre verdure.

1 verdura contiene il 150% del valore giornaliero di vitamina C, il 100% dell'assunzione giornaliera di vitamina A..

I componenti sopra descritti riducono il rischio di sviluppare processi infiammatori asettici nella parete dei tubuli renali, che si verificano con aterosclerosi grave e diabete mellito, e normalizzano anche il lavoro dei fattori di immunità locale. Effetti scientificamente provati.

Il pepe dovrebbe essere aggiunto al cibo per proteggere il tessuto renale da un gran numero di patologie..

Raccomandazioni di medici e nutrizionisti

Nutrizionisti e medici raccomandano la dieta più equilibrata per l'infiammazione delle vie urinarie. Il menu viene compilato individualmente per ciascun paziente, tenendo conto della gravità della patologia, dell'età del paziente e di altri fattori.

Gli esperti attribuiscono grande importanza al metodo di cottura. Dopotutto, gli stessi piatti preparati in modi diversi differiscono in modo significativo nel contenuto di minerali, vitamine, sali e sostanze insolubili. Inoltre, gli alimenti che mangi dovrebbero avere il giusto rapporto tra carboidrati, proteine ​​e grassi. Per questo motivo, i medici raccomandano ai pazienti con malattie genito-urinarie di introdurre nella loro dieta bacche fresche, frutta e verdura, pane integrale o crusca, uova..

Tutto il cibo deve essere fresco e naturale.

La cottura viene eseguita tenendo conto delle seguenti regole:

  • Le verdure sono cotte al minimo.
  • Il porridge è ben bollito fino a ottenere una consistenza viscida.
  • La frutta viene cotta per ridurre i livelli di acido.

Regole generali

Come sapete, una dieta terapeutica è prescritta per varie malattie ed è un prerequisito per il loro trattamento. La nefrite è un gruppo di malattie renali di natura infiammatoria (o autoimmune). Ciò include glomerulonefrite (i glomeruli dei reni sono coinvolti nel processo), nefrite interstiziale (o nefrite tubulointerstiziale - il processo patologico colpisce il tessuto interstiziale del rene), pielonefrite (infiammazione della pelvi renale e del calice). Tutte queste malattie possono essere acute o croniche, che spesso diventano la causa dell'insufficienza renale..
La settima tabella di dieta di Pevzner è stata sviluppata per i pazienti con malattia renale in fase di recupero, di solito 3 settimane dopo una malattia acuta e la dimissione dall'ospedale. La dieta ha diverse varietà, che vengono prescritte in diversi stadi della malattia (esacerbazione, decorso subacuto o remissione persistente) e tenendo conto della funzione renale (assenza o presenza di insufficienza renale). Con queste malattie, i reni sono colpiti a vari livelli e la loro funzione è compromessa e anche la gravità dei sintomi è diversa. Questi sono aumento della pressione, minzione frequente, alterazioni delle urine (eritrociti, cilindri, proteine) e sindrome dell'edema. Tutto ciò viene preso in considerazione quando si prescrivono i tipi di dieta..

La tabella principale della Dieta 7 fornisce un moderato risparmio dei reni, la nutrizione mira a ridurre l'edema e la pressione sanguigna. Inoltre, aiuta a migliorare l'escrezione di prodotti metabolici azotati dal corpo. È caratterizzato dalla restrizione delle proteine ​​e grassi e carboidrati sono contenuti nella norma fisiologica. Il contenuto calorico giornaliero di questo alimento è di 2700-2900 kcal. Al paziente sono ammessi 80 g di proteine ​​al giorno (principalmente da latticini), 90-100 g di grassi e 400-450 g di carboidrati (in termini di zucchero - 80-90 g). Il cibo è cotto senza sale.

Pertanto, la dieta n. 7 per le malattie renali ha le seguenti caratteristiche:

  • Restrizione del sale: il cibo viene preparato senza sale, ma è consentito consumarne una certa quantità (3-6 g al giorno) - dipende dalla gravità della malattia e dalla gravità dell'insufficienza renale ed è fornito nelle principali varietà da tavola. Ad esempio, con la nefrite acuta, è completamente esclusa, e con la nefrite tubulointerstiziale cronica in remissione e senza funzionalità renale compromessa, è consentita fino a 7-8 g al giorno e solo in presenza di ipertensione arteriosa è necessario ridurla a 5 g.
  • Consentiti 80 g di proteine. Le proteine ​​del latte e gli albumi (più facilmente digeribili) sono preferiti alle proteine ​​della carne o del pesce. Le proteine ​​vegetali, d'altra parte, hanno un valore nutritivo inferiore rispetto alle proteine ​​animali..
  • Carne e pesce (sono consentiti in una quantità di 150 g) durante la preparazione di tutti i piatti vengono prima bolliti e poi cotti, stufati o fritti. Questo metodo tecnologico riduce notevolmente la quantità di estrattivi nel piatto finito..
  • Esclude cibi ricchi di oli essenziali (sedano, aneto fresco, prezzemolo, basilico, aglio fresco e cipolle) e fonti di acido ossalico (spinaci e acetosa).
  • Con la malattia renale, la quantità di liquido consumato è limitata - da 0,9 a 1,1 litri. Più precisamente, è calcolato dalla quantità di urina escreta nell'ultimo giorno e non deve superare la diuresi di 300-400 ml. Nella fase terminale dell'insufficienza renale, il fluido è significativamente limitato a 0,7-0,8 litri.
  • Sono richiesti prodotti che abbiano un effetto diuretico: zucca, cetrioli, zucchine, barbabietole, insalate verdi, albicocche fresche, uvetta, albicocche secche, albicocche, prugne, anguria e melone.
  • Vengono organizzati 5 pasti al giorno.
  • La razione giornaliera non deve superare i 3 kg di peso.
  • Obbligatoria inclusione di vitamine A, C, B1, B12, K nella dieta.
  • Sono escluse eventuali bevande alcoliche, tè e caffè forti, cacao, cioccolato, snack piccanti e salati che irritano i reni.
  • È vietato l'assunzione di acque minerali di sodio.

Menu per la settimana

Usa le tue liste di alimenti approvate e le raccomandazioni del tuo medico quando prepari i menu..

Lunedi:

Colazione. Porridge di grano saraceno su acqua, ricotta a basso contenuto di grassi, succo di mela. 2a colazione. Gelatina di mirtilli rossi o mirtilli rossi, pane di segale. Pranzo. Zuppa di verdure, petto di pollo bollito, brodo di rosa canina. Spuntino pomeridiano. Latte cotto fermentato o kefir. Cena. Frutta (mele o pere), kefir.

Martedì:

Colazione. Mela verde, farina d'avena, tisana. 2a colazione. Succo di frutta, crostini di pane o pane. Pranzo. Okroshka di verdure, patate al forno, gelatina di mirtilli rossi. Spuntino pomeridiano. Kefir o latte cotto fermentato. Cena. Frittata di aneto, pane di segale, barbabietola o succo di carota.

Mercoledì:

Colazione. Muesli con latte magro, succo di frutti di bosco. 2a colazione. Tè alle erbe, mela o pera. Pranzo. Zuppa con crostini di pane, vitello bollito, composta di frutta secca. Spuntino pomeridiano. Gelatina di mirtilli rossi, pane. Cena. Patate al forno, pesce magro bollito, insalata di verdure fresche, kefir.

Giovedi:

Colazione. Purea di frutti di bosco, tisana. 2a colazione. Ricotta con frutta secca, succo di mela. Pranzo. Zuppa di verdure, riso bollito con pesce, insalata di verdure fresche. Spuntino pomeridiano. Insalata di verdure, succo di mela, pera al forno. Cena. Cotolette al vapore con verdure in umido, kefir.

Venerdì:

Colazione. Porridge di miglio con l'aggiunta di 1 cucchiaino. olio di girasole, formaggio non salato, camomilla. 2a colazione. Bacche, decotto di rosa canina. Pranzo. Zuppa con grana e petto di pollo, casseruola, succo di mirtillo rosso. Spuntino pomeridiano. Mela al forno, pane, gelatina di mirtilli rossi. Cena. Okroshka di verdure, polpette di carne al vapore, tisane.

Sabato:

Colazione. Farina d'avena, tisana con l'aggiunta di 1 cucchiaino. miele. 2a colazione. Ricotta con frutta, succo di melograno. Pranzo. Zuppa di pesce magro, pane integrale, succo di carote. Spuntino pomeridiano. Composta di mele, ricotta o casseruola. Cena. Zuppa di latte con riso, kefir.

Domenica:

Colazione. Casseruola di ricotta con albicocche secche, tè verde. 2a colazione. Insalata di mele e carote, gelatina di mirtilli rossi. Pranzo. Zuppa di patate, zucca in umido, pane, tè vitaminico. Spuntino pomeridiano. Pera o kiwi, succo di frutti di bosco. Cena. Pesce al vapore, riso bollito, latte cotto fermentato.

Ogni settimana, l'uno o l'altro prodotto può essere sostituito con un altro approvato in modo che la dieta sia il più varia possibile. Allo stesso tempo, è importante monitorare la reazione del corpo: se la condizione peggiora, è necessario consultare un medico per regolare la dieta.

La terapia delle patologie genito-urinarie non può avvenire senza osservare le regole della nutrizione. Sullo sfondo del trattamento farmacologico, la dieta eviterà complicazioni e appianerà il quadro clinico della malattia.

Condividi il link:

aglio

L'aglio è uno dei medicinali più potenti utilizzati per una vasta gamma di patologie..

Scienziati dell'Università di Scienze Mediche di Isfahan hanno dimostrato che l'aglio previene lo sviluppo della nefropatia renale diabetica, che porta contemporaneamente a una diminuzione di tutte le funzioni degli organi ed è strettamente associata al diabete di tipo II..

Inoltre, l'aglio, soprattutto in combinazione con il succo di limone, normalizza il livello di colesterolo e le sue frazioni nel sangue, riducendo il danno aterosclerotico ai grandi vasi, comprese le arterie del glomerulo glomerulare dei reni.

È necessario consumare l'aglio su base continuativa per il diabete e l'aterosclerosi per mantenere la salute dei reni.

Mirtillo

Il mirtillo rosso è un antisettico ad ampio spettro, efficace contro la maggior parte dei microrganismi gram-positivi e alcuni gram-negativi.

Un ulteriore vantaggio è la presenza di flavonoidi che prevengono lo sviluppo di cistite e uretrite. Ecco perché il succo di mirtillo rosso è consigliato a tutti i pazienti con profilo nefrologico..

Studi in Sud Africa dimostrano che l'assunzione di succo di mirtillo rosso riduce la saturazione urinaria di ossalato di calcio e diminuisce l'escrezione urinaria di ossalato. Gli scienziati raccomandano di includere la pianta nell'elenco delle raccomandazioni nazionali per il trattamento dell'urolitiasi.

Separatamente, l'articolo scientifico del 2010 dovrebbe essere cancellato. Secondo lei, le bacche dei becchi contengono molti fitonutrienti che bloccano l'adesione di particelle batteriche alla mucosa dei tubuli dei reni e della vescica, prevenendo così la comparsa di batteriosi.

L'uso di mirtilli rossi aiuta a prevenire urolitiasi, cistite, uretrite e batteriosi.

La dieta più efficace e semplice per malattie renali e delle vie urinarie con esempi di menu

La dieta per le malattie dei reni e delle vie urinarie è un prerequisito per un risultato positivo del trattamento prescritto da un medico. Se il paziente non segue i principi di una corretta alimentazione, il suo trattamento può richiedere molto tempo. Inoltre, il mantenimento dell'abitudine di cibi e piatti malsani che sovraccaricano gli organi del sistema urinario è garantito per portare al ri-sviluppo di problemi renali..

Alimenti dietetici

Esistono molti tipi di malattie renali. È difficile creare una dieta unica per ogni singolo caso, quindi le regole di una corretta alimentazione per varie malattie renali sono molto spesso simili..

Medici e specialisti hanno combinato i principi di base del menu per chi soffre di disturbi renali.

Tabella numero 7: proprietà positive

La dieta comporta l'esclusione degli estrattivi dalla dieta umana. L'esempio più eclatante di tali composti è il ricco brodo di carne. Alimenti come questi mettono a dura prova i reni e influiscono negativamente sulla loro capacità di filtrazione. Per ridurre al minimo i danni, è necessario versare il primo brodo e mangiare solo il secondo. Altri vantaggi dell'alimentazione per questo sistema sono:

  • effetto antinfiammatorio. A causa dell'esclusione di cibi piccanti, carni affumicate, cibi in salamoia dalla dieta, i reni non subiscono uno stress eccessivo ei tubuli renali non sono irritati;
  • liberazione del corpo dalle tossine. I reni malati non affrontano bene le loro funzioni di filtrazione, a causa di ciò, i prodotti di decomposizione sottoossidati dell'acido nitroso iniziano ad accumularsi nel corpo. Se il paziente aderisce a una dieta, faciliterà il lavoro dei reni e proteggerà il corpo dalle tossine;
  • arricchimento del corpo con vitamine e microelementi utili. Quando una persona inizia ad aderire alle regole di una dieta sana, il corpo riceve molti più nutrienti del solito. La dieta diventa equilibrata e veramente fortificata.

La tabella numero 7 non può essere definita dieta troppo rigida e limitata, quindi non sarà difficile seguirla. L'elenco dei prodotti è piuttosto ampio, quindi è molto facile creare un menu vario.

Prodotti consentiti

L'elenco dei prodotti consentiti nel menu della tabella 7 include un numero abbastanza elevato di prodotti diversi. Grazie a questo, anche se segui una dieta per un lungo periodo di tempo, il corpo umano non sperimenterà una carenza di nutrienti.

NomeDescrizione del menu
Prodotti da fornoIdeale per pane fatto in casa, senza lievito o sale aggiunto.
Primo pastoNel periodo acuto della malattia, si consiglia di cucinare zuppe senza carne. È meglio cucinare zuppa di verdure con cereali o pasta. Se il piatto è troppo insapore, è possibile aggiungere un po 'di burro, succo di limone ed erbe essiccate.
Un pesceIn un primo momento, dovrebbero essere preferite le varietà a basso contenuto di grassi. Il pesce è cotto al vapore o al forno. Si sposa bene con il succo di limone e varie erbe aromatiche essiccate. La cosa principale è scegliere condimenti naturali senza aggiungere sale e pepe..
Frutta e baccheLa frutta viene utilizzata sia cruda che sotto forma di vari dessert. Ad esempio gelatine, mousse, marmellate e puree di frutta. La preferenza dovrebbe essere data a cibi moderatamente agrodolci, poiché un contenuto eccessivo di acido può modificare il Ph dell'urina e provocare la crescita di batteri patogeni.
VerdureLe verdure si consumano al meglio fresche, bollite o al forno. È meglio rinunciare al fritto per un po '. Non abusare di cavoli e legumi, poiché provocano gonfiore, che influisce negativamente sulla circolazione sanguigna del sistema urinario.
PastaI piatti sono preparati al meglio con il grano duro, poiché sono meglio assorbiti dall'organismo.
Le bevandeTè nero, decotti, frutta naturale e succhi di bacche non dovrebbero essere troppo concentrati e acidi.

Per le prime settimane di trattamento dei reni e delle vie urinarie, la carne deve essere eliminata in qualsiasi forma. Se la consegna di test intermedi mostra che il trattamento ha dato risultati positivi, è consentito introdurre gradualmente piatti di carne nella dieta. Dovrebbero essere cotti al vapore, al forno o bolliti..

Alimenti da evitare

I seguenti alimenti sono considerati dannosi per i reni:

  • acqua frizzante e bevande gassate dolci;
  • pane nero;
  • conservazione domestica contenente una grande quantità di sale;
  • brodi di carne grassi;
  • prodotti affumicati;
  • cibo in scatola;
  • verdure in salamoia e vari cibi fermentati;
  • funghi e legumi (con moderazione);
  • cioccolato e dolciumi;
  • caffè forte.

All'inizio, tali restrizioni possono sembrare eccessive per una persona. Tuttavia, l'eliminazione di questi alimenti è estremamente importante per la normale funzione renale. A proposito, dovrai smettere di bere alcolici e birra. Sovraccaricano l'intero sistema urinario e provocano anche la lisciviazione di importanti oligoelementi dal corpo.

Menù giornaliero per malattie renali

Con le malattie del sistema urinario, il menu del paziente può essere simile a questo:

  • insalata di verdure bollite condite con panna acida - 150 g;
  • ricotta 5% - 200 g;
  • pane tostato - 1 fetta;
  • brodo di rosa canina - 250 ml.

11.00 Spuntino leggero:

  • frittata senza sale e pepe da due uova al vapore con l'aggiunta di una piccola quantità di latte - 100 g;
  • porridge di grano saraceno con un pezzetto di burro - 100 g;
  • succo naturale - 200 ml.
  • zuppa con brodo vegetale - 200 g;
  • bollito di carne (pollo o manzo) –100 g;
  • patate al forno con la buccia o bollite con la buccia –100 g;
  • gelatina -200 ml.
  • pasta di grano duro -150 g;
  • alcuni pezzi di formaggio ammessi secondo la dieta - 30 g;
  • mela cotta - 70 g;
  • latte cagliato - 200 ml.
  • cotolette di riso con verdure al vapore - 200 g;
  • frutta secca - 50 g;
  • gelatina - 200 ml.

1-2 ore prima di coricarsi, puoi bere un bicchiere di kefir. Se, dopo aver consumato kefir, il paziente ha spesso bisogno di urinare, allora è meglio non caricare i reni di notte.

Un'altra opzione di menu per il giorno:

  • insalata "Vinaigrette" - 150 g;
  • ricotta 5% con panna acida - 100 g;
  • pane tostato con burro - 1 fetta;
  • tè nero debole - 200 ml.

11.00 Seconda colazione:

  • yogurt da bere naturale senza coloranti e additivi - 200 ml;
  • toast di pane di grano - 50 g;
  • succo naturale - 200 ml.
  • carne magra bollita;
  • verdure al forno o al vapore;
  • foglie di lattuga;
  • brodo di rosa canina - 200 ml.
  • macedonia di frutta o dessert di frutta e bacche fatto in casa sotto forma di mousse, budino o gelatina;
  • biscotti di farina d'avena - 3 pezzi.
  • filetto di pesce al cartoccio - 100 g;
  • contorno di verdure - 150 g;
  • kefir 1% di grassi - 200 ml.

Un'altra ottima opzione per la colazione è la farina d'avena con frutta secca. Si consiglia di alternarlo con altri cereali, poiché l'uso quotidiano di farina d'avena peggiora l'assorbimento del calcio nell'organismo..

Nutrizione per malattie nefrologiche

La dieta per le malattie dei reni e delle vie urinarie aiuta il paziente a sentirsi meglio riducendo il carico sui reni malati. Spesso c'è una situazione in cui, dopo aver migliorato la salute, una persona interrompe la dieta e inizia a mangiare nel solito modo.

Questo comportamento porterà immediatamente a una ricorrenza di malattie del tratto urinario..

Uso di spezie e condimenti

Durante la dieta, dovresti evitare di mangiare cibi piccanti, in salamoia e affumicati. Per evitare che il cibo sembri insapore e insipido, puoi aggiungere un po 'di aneto essiccato, cannella o cumino.

Quando si diagnostica la pielonefrite, la glomerulonefrite o altre malattie infettive e infiammatorie, è necessario abbandonare completamente il sale ei prodotti che lo contengono. In altri casi, è consentito consumare non più di 5 g di sale al giorno..

Mangiare cibi con effetto diuretico

A causa del lieve effetto diuretico, l'umidità in eccesso viene rimossa dal corpo e diventa più facile per i reni lavorare. Gli alimenti consigliati includono:

  • zucca;
  • cetrioli;
  • zucchine;
  • piatti di barbabietola;
  • verdure crude sotto forma di insalate, condite con una piccola quantità di verdura o olio d'oliva;
  • insalate a foglia;
  • frutti e bacche. Angurie, meloni, albicocche hanno un ottimo effetto diuretico;
  • frutta secca. Si consiglia di mangiare diversi pezzi di prugne, albicocche secche, uvetta al giorno.

Inoltre, non dovresti abusare di tali prodotti, in modo da non sovraccaricare i reni. È meglio consultare in anticipo il proprio medico in merito a problemi nutrizionali, in modo da non provocare un deterioramento del benessere..

Nutrizione frazionata e regime alimentare

Mangiare piccoli pasti fino a 6 volte al giorno, una persona facilita il lavoro del sistema urinario. Se la nutrizione frazionata è integrata con l'uso di una quantità sufficiente di liquido al giorno (circa 1-1,2 litri di acqua pura + zuppe e frutta), ciò consentirà di rimuovere i patogeni ei loro prodotti di scarto dai reni, che influiscono negativamente sul benessere del paziente. C'è anche una pulizia meccanica degli organi accoppiati..

Il paziente deve capire che le restrizioni dietetiche e l'uso di piatti inclusi nell'elenco del menu della tabella n. 7 possono richiedere diversi mesi o addirittura un anno. Ricorda che i problemi nel funzionamento degli organi del sistema urinario sono sorti molto prima della comparsa dei primi sintomi della malattia. La malattia potrebbe passare in modo latente per un po 'di tempo, quindi ci vorrà del tempo anche per eliminarla..

Caratteristiche distintive delle diete a seconda delle malattie

Ogni specifica malattia renale ha le sue caratteristiche, che determinano le specifiche del trattamento e alcune caratteristiche della dieta. Con alcune patologie, si consiglia di consumare più latte, con altri - di bere decotti di erbe diuretiche.

Di seguito una tabella con le più comuni malattie di natura nefrologica e abitudini alimentari durante il trattamento e la remissione..

Cisti nel reneIl consumo quotidiano di latte e altri prodotti lattiero-caseari aumenta le possibilità di riassorbimento della formazione. Questo effetto è dovuto alle proprietà lipotropiche dei prodotti..
PielonefriteDurante il periodo di remissione, le cipolle e l'aglio devono essere presenti nella dieta umana con moderazione, sia in forma pura che come parte dei piatti.

Si consumano fino a 2 litri al giorno. Tale importo tiene conto anche dei decotti di erbe diuretiche, nonché delle tasse per prevenire lo sviluppo di infiammazioni.

CistiteCon la cistite, gli esperti raccomandano di mangiare la quantità principale di cibo prima delle 15:00. Nel pomeriggio, la dieta dovrebbe consistere negli alimenti più leggeri possibile. Quindi di notte i reni non daranno fastidio alla persona e gli verrà fornito un sonno completo..
Sali e calcoli renaliCon l'urolitiasi, per cominciare, viene eseguita un'analisi della composizione dei depositi. Questo è necessario per determinare la dieta più efficace. Con le pietre di ossalato, l'acido ossalico è proibito. Con gli urati, è utile mangiare cibi che promuovono l'alcalinizzazione del corpo. I calcoli di fosfato richiedono alimenti acidificanti. Latte e frutta con questo tipo di ciottoli non dovrebbero essere consumati.
Malattia oncologicaLa dieta è impostata individualmente con il medico curante. Tiene conto della gravità delle condizioni del paziente e del massimo beneficio che dovrebbe portare alla persona.
Rimozione del reneCon la chirurgia e la rimozione di un organo, l'intero carico cade sul secondo rene. In questo caso, devi mangiare in piccole porzioni, ma spesso.
Angiomoilipoma del reneCon una formazione non maligna di questo tipo, è sufficiente aderire ai principi generali della nutrizione per le malattie renali. A causa della limitazione dei grassi che entrano nel corpo, nel tempo, la formazione viene riassorbita.

Affinché il trattamento e la dieta diano il risultato più positivo, tutte le sfumature devono essere coordinate con il medico curante. Per monitorare il benessere del paziente, si consiglia di effettuare regolarmente dei test. Per uno specialista, i test di laboratorio sono la fonte più affidabile di informazioni sull'efficacia del trattamento. Inoltre, in base ai risultati ottenuti, il medico può correggere la dieta del paziente o prescrivere altri farmaci..