Perché il livello dei leucociti nelle urine aumenta durante la gravidanza?

I leucociti sono globuli bianchi responsabili dello stato delle difese dell'organismo. Differiscono per struttura, aspetto e funzionalità. Nonostante le differenze, lo scopo principale è la formazione dell'immunità umorale e cellulare. I leucociti nelle urine durante la gravidanza consentono al ginecologo di valutare il livello di salute e lo stato di immunità.

L'urina è prodotta dalla filtrazione del plasma sanguigno. Con l'aiuto di esso, il corpo lascia il fluido in eccesso, il sale, i prodotti metabolici, che gli conferiscono un odore e un colore caratteristici. I risultati dello studio indicano il funzionamento dei reni e di altri organi, il cui lavoro è molto importante durante il periodo di gestazione..

Un test delle urine, che una donna richiede per nove mesi, consente al medico di scoprire il contenuto dei leucociti e identificare tempestivamente i problemi di salute. Questa analisi è regolare. La prima volta che viene consegnato al momento della registrazione, poi una volta ogni due settimane e negli ultimi due mesi ogni sette giorni.

Per garantire che l'analisi non sia distorta da fattori collaterali, è necessario seguire semplici regole durante la raccolta dell'urina. Pochi giorni prima della raccolta, smetti di usare prodotti coloranti (barbabietole, carote) e diuretici che influenzano il risultato. Solo l'urina del mattino è adatta per la ricerca di laboratorio. Prima della raccolta, è necessario eseguire l'igiene dei genitali. La prima porzione viene inviata alla toilette e la porzione centrale viene raccolta in un contenitore sterile e, entro e non oltre un'ora e mezza, viene consegnata al laboratorio.

Cosa ti dirà il conteggio dei leucociti nelle urine?

In medicina vengono prescritte le norme di base per la presenza di leucociti nelle urine delle donne in gravidanza. Il risultato dell'analisi secondo Nechiporenko sarà normale se la conta dei leucociti è fino a 2.000 unità. in un millilitro e nello studio generale delle urine da 4 a 6 unità. Un aumento della soglia consentita indica un processo infiammatorio localizzato nei reni, nella pelvi renale, nel tratto urinario, nell'uretra e nella vescica. Non appena l'infezione entra nel corpo, il numero di leucociti aumenta, prevenendo la diffusione della malattia, che è una normale funzione protettiva dell'organismo..

La norma dei leucociti nelle urine durante la gravidanza va da 4 a 7 unità, anche un leggero eccesso indica un processo infiammatorio in corso. Con un valore da 8 a 15 unità di leucociti nelle urine di una donna incinta, indica lo stadio iniziale della malattia. Se l'indicatore è nella regione di 25 unità, il medico diagnostica una piccola leucocituria. Una lettura di oltre 45 indica pielonefrite..

Le cause più comuni di globuli bianchi alti sono il mughetto (candidosi) e la cistite. Queste malattie si trovano in ogni seconda donna incinta. Per tutti i nove mesi, le forze del corpo mirano a sopportare e sviluppare il feto. Le funzioni protettive sono ridotte e consentono a qualsiasi infezione di entrare nel sistema genito-urinario.

Quando i risultati indicano leucociti nelle urine durante la gravidanza da 70 unità, ciò indica la presenza di piuria. La piuria è un ascesso localizzato nei reni, nella vescica, nell'uretra e nella pelvi renale. È caratterizzato da una sfumatura giallo-verde di urina con impurità di pus e un odore sgradevole.

Le cause più comuni di un aumento dei leucociti

  • La pielonefrite è un processo infiammato che colpisce i reni, innescato da un'infezione batterica. L'ingrandimento dell'utero esercita una pressione sugli organi adiacenti, impedendo il normale flusso di urina. Viene rigettato nei reni e ristagna. I batteri iniziano a moltiplicarsi attivamente, provocando infiammazione. La pielonefrite potrebbe non comparire per mesi.
  • La cistite è un'infiammazione della mucosa della vescica. Si manifesta come un dolore acuto e tagliente durante la minzione, una sensazione di svuotamento incompleto della vescica.
  • Il mughetto, o candidosi, si manifesta come bruciore, prurito e secrezione bianca flocculata. Ciò accade a causa di cambiamenti nella microflora degli organi genitali e dei livelli ormonali..
  • L'urolitiasi o urolitiasi è la formazione di calcoli nei reni e nella vescica e si verifica a causa di disturbi metabolici. Le pietre hanno una superficie irregolare e danneggiano lo strato epiteliale degli organi. L'urina ristagna e quando viene escreta contiene una quantità significativa di leucociti.
  • La vaginite è un'infiammazione della mucosa vaginale che compare a causa del mancato rispetto delle regole di base dell'igiene genitale.
  • Insufficienza renale.

Tecniche di base per normalizzare il livello dei leucociti

Non esiste una singola terapia farmacologica quando i leucociti sono aumentati durante la gravidanza. Quando si sceglie un trattamento, il medico tiene conto della gravità della malattia, dell'età della donna e della durata della gravidanza..

Il principio principale del trattamento è ridurre l'indicatore a 10 unità. La durata del farmaco è di circa due settimane.

Se il numero di leucociti non è superiore a 25 unità, la donna incinta non necessita di ricovero. Una donna ha bisogno di assumere decotti diuretici, preparati renali e medicine naturali (Canephron). Quando il test delle urine ha mostrato una cifra di 75 unità, vengono prescritti farmaci antibatterici. Il danno causato al corpo del bambino, dall'assunzione di antibiotici, sarà molto inferiore a un processo infiammatorio grave non trattato.

A volte, come risultato della ricerca, il numero di leucociti può essere di circa 500 unità. In questo caso è necessario il ricovero urgente, con ulteriore esame della donna incinta. Il trattamento a casa non è consigliabile, perché la vita del feto e della madre è a rischio.

La caratteristica principale nelle donne in gravidanza è la rapida progressione di malattie e complicazioni che si sviluppano nel loro contesto. Pertanto, è molto importante monitorare costantemente la conta leucocitaria nelle urine, identificare la malattia nel tempo e prescrivere il trattamento necessario.

Cosa fare se, durante la gravidanza, un gran numero di leucociti nelle urine: norme, deviazione e aumento delle analisi

La leucocitosi che si verifica durante la gravidanza può essere fisiologica o patologica. In quali casi si verifica, come si manifesta e come sbarazzarsene, è presentato in dettaglio in questo articolo..

  1. Aumento del livello di leucociti nelle urine durante la gravidanza: normale o patologico?
  2. Cosa sono i leucociti nelle urine
  3. Codice ICD-10: quanti leucociti sono considerati superati durante la gravidanza
  4. Probabili ragioni per l'aumento
  5. Perché l'indicatore aumenta in 1 trimestre
  6. È normale un aumento dei leucociti nelle urine nel secondo trimestre?
  7. Se elevato prima del parto
  8. Norma critica: qual è il maggior numero di leucociti nelle urine
  9. Sintomi e patogenesi
  10. Pielonefrite
  11. Cistite
  12. Uretrite
  13. Malattie del sistema riproduttivo
  14. Lupus eritematoso sistemico (LES)
  15. Tumori
  16. Complicazioni per il feto
  17. Come vengono eseguiti la diagnosi differenziale e il trattamento?
  18. Cosa viene nominato
  19. Un corso di trattamento
  20. Prevenzione
  21. Previsione
  22. Video utile

Aumento del livello di leucociti nelle urine durante la gravidanza: normale o patologico?

Le condizioni patologiche che si verificano durante la gravidanza sono associate non solo a cambiamenti nei livelli ormonali, ma anche al verificarsi di malattie infettive e infiammatorie.

Un aumento del livello dei leucociti nelle urine delle donne in gravidanza è il primo fatto che indica la presenza di un'infezione..

Cosa sono i leucociti nelle urine

I leucociti sono globuli "bianchi" che svolgono la funzione di protezione dell'organismo. Sono loro che determinano il livello del sistema immunitario e rivelano la presenza di un processo infiammatorio nel corpo. Con l'aiuto di studi di laboratorio - analisi generale delle urine e analisi delle urine secondo Nechiporenko, è possibile identificare il numero di queste cellule protettive.

Codice ICD-10: quanti leucociti sono considerati superati durante la gravidanza

Secondo la classificazione internazionale 10 della revisione, la malattia ha il numero R82 (deviazioni dei dati negli studi sulle urine).

Normalmente, durante la gravidanza, il numero di leucociti nelle urine non dovrebbe essere superiore a 5 nel campo visivo (f / h). Nelle donne in gravidanza, a volte questo indicatore può aumentare fino a 10 in f / s..

Probabili ragioni per l'aumento

La presenza di malattie infiammatorie con decorso cronico può spesso portare alla comparsa di un alto livello di leucociti nelle urine (leucocitosi). Cistite, uretrite, pielonefrite, urolitiasi contribuiscono allo sviluppo di una tale condizione patologica.

A volte, a causa di una diminuzione dell'immunità, l'infiammazione entra nel corpo in 3 modi:

  • ascendente;
  • ematogeno;
  • linfogeno.

Durante la gravidanza, il percorso ascendente è il più comune. Dalle parti inferiori del sistema urinario, i microrganismi penetrano nelle parti superiori, interrompendo il funzionamento dei reni e degli ureteri.

Gli agenti infettivi possono penetrare dal tratto genitale con un'infezione fungina di lunga data (candidosi o mughetto).

Oltre a questi motivi, ce ne sono altri meno comuni:

  • la presenza di una cisti renale;
  • lupus eritematoso sistemico;
  • malattie oncologiche del sistema urinario;
  • Malattie trasmesse sessualmente;
  • infiammazione del sistema riproduttivo femminile.

Perché l'indicatore aumenta in 1 trimestre

Nel primo trimestre, un aumento del livello dei leucociti può essere associato a un'igiene impropria dei genitali, all'infiammazione delle appendici uterine (annessite), al passaggio alla fase di esacerbazione - pielonefrite, cistite o uretrite.

Nelle fasi iniziali, ciò si manifesta con un aumento asintomatico lieve o moderato (10-20 in FOV) dei leucociti nelle urine. L'immunità ridotta, i cambiamenti nella microflora della vagina e i cambiamenti nei livelli ormonali possono causare lo sviluppo di infiammazioni nei tessuti urinari.

In assenza di una terapia adeguata, si sviluppa un aumento persistente dei leucociti e un quadro clinico pronunciato di queste malattie.

È normale un aumento dei leucociti nelle urine nel secondo trimestre?

Nel secondo trimestre, un aumento del livello dei leucociti è considerato normale. A causa del fatto che il feto cresce e aumenta il carico sul corpo della madre, può svilupparsi leucocitosi.

Nel secondo e terzo trimestre, le ragioni dell'aumento possono essere la gestosi. La gestosi è una condizione patologica in cui la funzione renale è compromessa. Si verificano gonfiore, aumento della pressione e dei livelli di proteine ​​e convulsioni. La gestosi si sviluppa a seguito di interruzioni ormonali o lo sviluppo di un conflitto immunologico tra la madre e il feto (a causa di diversi fattori Rh). Ciò porta alla vasocostrizione degli organi vitali (cervello, cuore, reni), ridotta circolazione sanguigna in essi e assottigliamento della parete vascolare. Il risultato è un aumento della permeabilità vascolare, la formazione di coaguli di sangue e cambiamenti patologici nelle cellule..

Se elevato prima del parto

Nell'ultimo trimestre, il carico sul corpo della madre aumenta. Le donne incinte sono sempre più suscettibili allo sviluppo della gestosi e all'aumento del livello di leucociti e proteine ​​nelle urine. Il medico diagnostica e prescrive un ciclo di terapia per eliminare le cause della leucocitosi nelle urine.

Dopo aver valutato le condizioni della donna incinta, l'ostetrico-ginecologo sceglie il percorso di consegna. Se il feto è a basso rischio di sviluppare un'infezione prenatale o postnatale, viene eseguito il parto vaginale. Altrimenti (per malattie sessualmente trasmissibili, infezioni fungine) - taglio cesareo.

Norma critica: qual è il maggior numero di leucociti nelle urine

Il tasso critico dipende dalla durata della gravidanza, alla quale si è verificato un aumento del livello dei leucociti. Nel primo trimestre, il livello della cella non è più di 5 nel campo visivo, nel secondo e terzo - non più di 10.

Esistono 3 gradi di leucocitosi:

  • insignificante quando si trovano fino a 15 cellule nelle urine nel campo visivo;
  • moderato, il numero di leucociti varia da 20 a 40;
  • alto, il livello dei leucociti è superiore a 40.

Quando viene rilevata la leucocitosi, il medico intervista attentamente la futura mamma e raccoglie dati di ricerca che possono aiutare a fare una diagnosi accurata in modo da non danneggiare la madre e il feto.

Sintomi e patogenesi

Con un leggero aumento dei leucociti, i sintomi clinici possono essere assenti. Man mano che la malattia progredisce, i sintomi della malattia sottostante si verificano nella madre.

Pielonefrite

È un'infiammazione del sistema tubulare renale causata da agenti batterici. Durante la gravidanza, si verifica a causa del fatto che il feto e l'utero aumentano costantemente di dimensioni e iniziano a spremere organi e vasi sanguigni vicini. Quando un bambino pizzica le arterie renali, il flusso sanguigno è disturbato e c'è il rischio di penetrazione di un'infezione del serbatoio. Durante la gravidanza si verificano anche cambiamenti renali. In essi, la pressione, il tono vascolare diminuisce e l'attività motoria diminuisce. L'urina non è completamente evacuata negli ureteri e nella vescica. Ciò porta all'accumulo di microrganismi patogeni in esso e allo sviluppo della leucocitosi..

A causa dei cambiamenti nei livelli ormonali e di un aumento della quantità di estrogeni, la crescita della microflora, in particolare di E. coli, aumenta.

  • tirando il dolore nella regione lombare;
  • aumento della temperatura corporea;
  • dolore durante la minzione;
  • debolezza generale;
  • nausea;
  • vomito.

Cistite

Questa è un'infiammazione delle pareti della vescica, innescata dall'ipotermia o dalla presenza di microbi nel corpo. Ciò è dovuto a focolai cronici di infezioni di lunga data: denti cariati, infiammazione delle tonsille, malattie croniche del sistema urinario che erano in remissione.

Con la cistite, i seguenti sintomi si sviluppano nelle donne in gravidanza:

  • difficoltà a urinare, combinata con prurito e bruciore, dopo di che si verifica il dolore;
  • la quantità di urina escreta è ridotta, c'è una sensazione di svuotamento insufficiente della vescica;
  • debolezza generale;
  • ipertermia;
  • forte dolore nell'addome inferiore;
  • cambiamento di colore, densità delle urine;
  • presenza di strisce di sangue nelle urine.

Uretrite

Questa è un'infiammazione dell'uretra che si verifica quando i microrganismi penetrano dalle sezioni superiori della MVS o dai genitali.

  • minzione frequente con dolore che persiste dopo lo svuotamento della vescica,
  • scarico abbondante dall'uretra.

Malattie del sistema riproduttivo

  • clamidia;
  • gonorrea;
  • sifilide;
  • HIV e altri.

In presenza di malattie infettive e infiammatorie dell'apparato riproduttivo, si riscontra che una donna incinta presenta:

  • prurito e bruciore nella zona genitale esterna,
  • perdite vaginali abbondanti con un odore sgradevole,
  • la presenza di eruzioni cutanee nella zona genitale,
  • dolore nell'addome inferiore e nei genitali.

Lupus eritematoso sistemico (LES)

Il LES è una patologia del tessuto connettivo che si verifica durante la formazione di un conflitto immunitario (compaiono anticorpi alle proprie cellule).

  • dolori articolari;
  • eruzioni cutanee sul viso;
  • la perdita di capelli;
  • infiammazione delle membrane cardiache - pericardio, miocardio (dolore al cuore, mancanza di respiro);
  • ipertermia;
  • mal di testa;
  • danno renale (aumento delle proteine ​​urinarie e dei leucociti).

Tumori

Inoltre causano un aumento del livello dei leucociti e lo sviluppo di un quadro clinico grave e complicazioni per il feto.

Se il tumore è benigno (cisti), nelle prime fasi non ci sono sintomi. Nel tempo possono manifestarsi sintomi generali: dolore in varie parti della parte bassa della schiena, disturbi urinari, ecc..

Nei tumori maligni che producono ormoni, il quadro clinico si deteriora rapidamente. Oltre al dolore, ci sono svenimenti a breve termine, secrezioni sanguinolente dall'uretra e dal tratto genitale.

Complicazioni per il feto

Un aumento del livello dei leucociti è irto dello sviluppo di complicazioni sia per il feto che per la madre..

Le complicazioni del feto includono:

  • aborto spontaneo;
  • infezione intrauterina, che provoca lo sviluppo di ipossia e morte fetale;
  • embolia del liquido amniotico;
  • ritardo della crescita e sviluppo fetale alterato;
  • la formazione di coaguli di sangue placentare;
  • un cambiamento nella posizione del feto (da obliquo a trasversale, che rende difficile muoversi lungo il canale del parto con il rischio di sviluppare tumori alla nascita e lesioni);
  • alto rischio di patologie infettive nel feto quando si muove attraverso il canale del parto (congiuntivite, polmonite).
  • preeclampsia;
  • eclampsia;
  • distacco prematuro della placenta;
  • sanguinamento.

Come vengono eseguiti la diagnosi differenziale e il trattamento?

La diagnosi differenziale viene eseguita in condizioni stazionarie dopo metodi di ricerca di laboratorio e strumentali.

Non solo l'urina viene prelevata dalle donne in gravidanza, ma anche il sangue. Viene eseguita un'analisi generale del sangue, l'urina, in cui viene rilevato un aumento del livello di leucociti, che indica un processo infiammatorio.

Un esame del sangue generale determina anche la presenza di forme giovani e mature di leucociti, che indicano un processo oncologico.

Inoltre, è necessario effettuare inoculazioni microbiologiche su terreni nutritivi al fine di identificare un possibile patogeno.

Per non esporre il feto a un alto livello di raggi X, viene prescritta solo la diagnostica ecografica, poiché non danneggia la madre e il feto. Con l'aiuto degli ultrasuoni, il fatto della presenza di un processo patologico negli organi del sistema urinario (infiammazione delle pareti degli organi, presenza di pietre, tumori, ecc.).

Dopo aver confermato la diagnosi, viene eseguito un trattamento combinato che non interferisce con lo sviluppo del feto e non provoca la formazione di condizioni patologiche per la sua esistenza. Il medico redige una ricetta in base all'età gestazionale, al quadro clinico e ai dati della ricerca.

Cosa viene nominato

Dopo aver confermato il processo infiammatorio nel corpo della madre, viene prescritta una terapia antibiotica.

I più efficaci e sicuri sono i farmaci "Monural" e "Amoxiclav". Inoltre, vengono prescritti urosettici - farmaci che sopprimono la microflora nel tratto urinario - "Kanefron", "Furadonin".

Per combattere l'infezione fungina, vengono prescritte supposte vaginali: "Nistatina", "Flucanazolo".

Un corso di trattamento

La durata del trattamento è prescritta individualmente dal medico. In media, il corso della terapia antibatterica è di 7-12 giorni e antifungino 5-10 giorni.

Prevenzione

Le misure preventive sono volte a osservare tutte le raccomandazioni del medico, una modalità di lavoro e di riposo adeguata. Devi camminare all'aria aperta il più possibile, mangiare bene e assumere vitamine.

Previsione

Con una diagnosi e una terapia tempestive, è caratteristica una prognosi favorevole. È necessario sottoporsi a un ciclo completo di trattamento anche dopo la scomparsa dei sintomi, per prevenire la ricomparsa della patologia.

I leucociti elevati nelle urine non sono causa di panico. A volte possono essere innescati da un intenso sforzo fisico. Se viene rilevata la leucocitosi nelle urine delle donne in gravidanza, non è necessario sottoporsi a ulteriori metodi di ricerca per identificare la causa dell'aumento dei leucociti. Successivamente, il medico prescriverà una terapia adeguata per non danneggiare il corpo della madre e del feto. Il rispetto di tutte le prescrizioni del medico contribuirà a un decorso favorevole del travaglio.

Aumento dei leucociti nelle urine durante la gravidanza, norma, cause di leucocituria

I leucociti elevati nelle urine durante la gravidanza indicano lo sviluppo di infezioni del tratto urinario (UTI). Va notato che le IVU sono una delle complicanze più comuni della gravidanza. Ciò è dovuto a tali cambiamenti fisiologici nel corpo di una donna incinta come lo stiramento dell'uretere (dopo la sesta settimana di gravidanza), un aumento delle dimensioni della MP (vescica) e una significativa diminuzione del suo tono. A causa di ciò, si forma il reflusso vescico-ureterale, che crea uno sfondo favorevole per lo sviluppo di processi infiammatori spesso ricorrenti nel tratto urogenitale di una donna incinta..

Inoltre, circa il settanta per cento delle donne in gravidanza sviluppa glucosuria, nonché un aumento dei livelli di progestinici ed estrogeni nelle urine. Ciò contribuisce alla rapida moltiplicazione dei batteri nelle urine, nonché alla loro ulteriore invasione nell'epitelio delle vie urinarie..

A questo proposito, un'analisi delle urine generale è inclusa nell'elenco degli esami regolari obbligatori eseguiti durante la gravidanza. Rileva l'infiammazione nel tratto genito-urinario, dall'uretra ai reni.

La norma dei leucociti nelle urine nelle donne in gravidanza

Normalmente, le cellule leucocitarie nelle urine sono assenti o sono nella quantità di due o tre nel campo visivo. Per le donne, il massimo consentito è fino a cinque per campo visivo.

Norma: i leucociti nelle urine durante la gravidanza non differiscono dagli indicatori standard (fino a cinque nel campo visivo). Anche il tasso del 3 ° trimestre è simile.

Quando si esegue l'analisi delle urine secondo Nechiporenko, in 1 ml di sedimento urinario (dopo centrifugazione) sono ammessi fino a 2000 leucociti.

Un aumento del contenuto di leucociti nelle urine è chiamato leucocituria. Potrebbe essere:

  • scarsamente espresso o insignificante (meno di quaranta cellule leucocitarie nel campo visivo);
  • moderatamente espresso (da cinquanta a cento leucociti);
  • pronunciato.

Con un aumento del contenuto di leucociti di oltre duecento nel campo visivo, viene fatta la diagnosi: piuria. Con lo sviluppo della piuria, il pus viene escreto nelle urine. Tale urina ha un odore putrido, pungente e un colore verde giallastro nuvoloso..

Aumento dei leucociti nelle urine durante la gravidanza

Va notato che un singolo test delle urine non costituisce una diagnosi. Se ci sono molti leucociti nelle urine, l'analisi va ripetuta con un wc più approfondito degli organi genitali esterni, per escludere falsi risultati.

Se i leucociti elevati vengono nuovamente identificati, si raccomanda alle donne di essere visitate da un ginecologo, al fine di escludere processi infiammatori come vulvovaginiti e vaginiti batteriche.

Inoltre, vengono eseguiti un esame del sangue generale e un esame ecografico degli organi pelvici e dei reni.

L'analisi delle urine dovrebbe essere integrata dalla sua coltura per la sterilità (rilevamento della batteriuria).

Lo spettro dei microrganismi che causano UTI

Nella maggior parte dei casi, l'infiammazione della vescica, dei reni, dell'uretra, ecc., È associata a Escherichia coli, Proteus, Klebsiella. Meno comunemente, le UTI sono causate da stafilococchi, enterobatteri e streptococchi..

Nelle infezioni a trasmissione sessuale, gonococchi, Trichomonas e clamidia svolgono il ruolo più importante.

I leucociti nelle urine durante la gravidanza sono aumentati: cause

Molti leucociti nelle urine durante la gravidanza possono indicare la presenza di:

  • pietre negli ureteri;
  • pielonefrite;
  • pielite;
  • cistite;
  • uretrite;
  • leucocituria asintomatica e batteriuria nelle donne in gravidanza;
  • glomerulonefrite (associata a ematuria e / o proteinuria);
  • glomerulosclerosi capillare;
  • lupus eritematoso disseminato;
  • allergia urinaria (estremamente rara);
  • ipertensione arteriosa maligna;
  • tubercolosi renale;
  • tossicosi (particolarmente pericolose sono l'aumento dei leucociti nelle urine durante la tarda gravidanza, combinato con proteinuria);
  • Malattie trasmesse sessualmente;
  • infiammazioni ginecologiche (bartolinite, vaginite e vulvovaginite, annessite, ecc.).

Va notato che con una pronunciata reazione alcalina dell'urina, i leucociti vengono distrutti, pertanto un aumento dei leucociti nell'analisi delle urine può essere assente anche in presenza di grave infiammazione. A questo proposito, quando conducono uno studio, devono prestare attenzione al pH delle urine..

La piuria nelle donne in gravidanza può essere causata da:

  • pielonefrite e pielite;
  • processi infiammatori ginecologici;
  • ascesso di carbonchio o renale nella fase di sfondamento (quando il pus viene escreto nelle urine);
  • una svolta nel tratto urinario dei processi infiammatori purulenti dall'OMT (organi pelvici);
  • infiammazione cronica della vescica;
  • cancro alla vescica;
  • trombosi delle vene dei reni (in rari casi, l'aumento dei leucociti nelle urine durante la gravidanza nelle fasi avanzate può essere causato dalla trombosi delle vene renali dovuta all'ipercoagulazione);
  • shock tossico;
  • tossicosi grave (possibilmente piuria sterile).

Quali sintomi accompagnano un aumento dei leucociti nelle urine?

Leucocituria negli esami delle urine indica la presenza di processi infiammatori nel MP (sistema genito-urinario). Nella maggior parte dei casi, la causa di un aumento dei globuli bianchi durante la gravidanza è:

  • cistite acuta o cronica;
  • pielonefrite;
  • batteriuria asintomatica.

Infiammazione della vescica (cistite)

La malattia si manifesta con disagio e dolore nell'addome inferiore (il dolore massimo si osserva sopra il pube), frequente falsa voglia di urinare, bruciore e crampi durante la minzione. Con un decorso grave del processo infiammatorio, sono possibili febbre, brividi e la comparsa di strisce di sangue nelle urine.

Pielonefrite

La pielonefrite è un processo infiammatorio che colpisce i reni. In questo caso, l'infiammazione colpisce l'interstizio, i tubuli e il sistema calice-pelvico..

I sintomi della malattia, di regola, si sviluppano bruscamente, con febbre, febbre e brividi, tachicardia, pallore della pelle. I pazienti lamentano dolore lombare (più intenso sul lato colpito), dolore ai muscoli e alle articolazioni, nausea (è possibile il vomito, che non porta sollievo).

Potrebbe anche esserci un aumento della voglia di urinare, dolore e disagio durante la minzione. L'urina è torbida con un odore sgradevole. Possono comparire muco e strisce di sangue visibili.

In assenza di un trattamento tempestivo, la pielonefrite durante la gravidanza è accompagnata da un alto rischio di sviluppare urosepsi, morte fetale intrauterina o parto prematuro..

Batteriuria asintomatica nelle donne in gravidanza

Questo termine significa colonizzazione batterica persistente delle vie urinarie di una donna incinta, senza sintomi clinici del processo infiammatorio.

Va notato che, nonostante l'assenza di manifestazioni cliniche, tale batteriuria non è una condizione innocua che non richiede trattamento, poiché aumenta significativamente il rischio di sviluppare cistite e pielonefrite..

Inoltre, le infezioni del tratto urinario durante la gravidanza possono causare IUGR (ritardo della crescita fetale intrauterina), parto prematuro di un bambino (prematurità), anomalie congenite (con infezioni all'inizio della gravidanza) e anche portare a infezione fetale intrauterina, morte intrauterina e aborto spontaneo, infezione durante il parto, sviluppo della sepsi postpartum.

Uretrite durante la gravidanza

L'inizio di un processo infiammatorio nell'uretra è accompagnato dalla comparsa di bruciore e dolore durante la minzione, frequente falsa voglia di urinare, difficoltà a urinare (a causa dell'edema). È anche possibile lo scarico di pus, muco e strisce di sangue.

Se vengono rilevati sintomi di uretrite, è necessario eseguire un esame per malattie sessualmente trasmissibili (malattie sessualmente trasmissibili), poiché la causa principale dell'uretrite sono gonococchi, Trichomonas, clamidia.

Vulvite e vaginite

I sintomi principali sono fastidio vaginale, bruciore e secchezza. È possibile la comparsa di secrezioni mucopurulente o muco-sanguinolente con un odore sgradevole dalla vagina. Ci possono essere anche dolori tiranti e doloranti nell'addome inferiore e nella parte bassa della schiena..

Annessite

Il processo infiammatorio nelle ovaie è accompagnato da febbre, febbre, brividi, nausea, gonfiore, forte dolore nella parte inferiore dell'addome (a volte il dolore si irradia alla parte bassa della schiena o alla gamba), comparsa di secrezione mucopurulenta o purulenta dalla vagina, dolore durante la minzione. Alla palpazione, le appendici dell'utero sono fortemente dolorose.

Bartolinite

Il processo infiammatorio nelle ghiandole del vestibolo della vagina è accompagnato da un forte dolore, aggravato dal camminare o sedersi, un aumento delle dimensioni della ghiandola e l'edema delle grandi labbra sul lato colpito. C'è anche una grave secchezza e sensazione di bruciore nella vagina, disagio durante la minzione.

Quando scoppia l'ascesso della ghiandola di Bartolini, il pus viene scaricato. Nella fase di formazione dell'ascesso, vi è un aumento della temperatura corporea e un intenso dolore pulsante nelle grandi labbra.

Tossicosi tardiva (gestosi) della gravidanza

Una delle complicazioni più formidabili della tarda gravidanza è la preeclampsia e l'eclampsia. Con lo sviluppo di queste condizioni, l'analisi delle urine mostrerà non solo leucocituria sterile, ma anche una significativa proteinuria..

I sintomi clinici della gestosi tardiva sono:

  • aumento della pressione sanguigna;
  • la comparsa di edema;
  • mal di testa persistenti e gravi;
  • deficit visivo;
  • nausea e vomito;
  • perdita di conoscenza;
  • mosche lampeggianti e macchie colorate davanti agli occhi;
  • tremore degli arti;
  • convulsioni.

Se questi sintomi vengono rilevati e si sospetta la preeclampsia, la donna incinta viene immediatamente ricoverata. Lo sviluppo di eclampsia può causare coagulazione intravascolare disseminata, sanguinamento, distacco della placenta, morte fetale e gravidanza.

Malattia da urolitiasi

In alcuni casi, un aumento delle cellule leucocitarie ed eritrocitarie nell'analisi delle urine può indicare l'urolitiasi. I sintomi includono dolore lombare e forte disagio durante la minzione (se è presente sabbia).

I sintomi clinici chiari sono caratteristici dello sviluppo della colica renale. In questo caso, c'è un dolore acuto, intenso e doloroso nella parte bassa della schiena, nell'addome, lungo l'uretere, ecc. Il dolore può irradiarsi alla gamba. I pazienti sono acutamente irrequieti, urlano, corrono per il dolore. Possibile vomito vicino a una fontana.

Cosa fare se vengono rilevati i leucociti elevati nell'analisi delle urine?

Il criterio principale per la diagnosi di infezione delle vie urinarie è la combinazione di leucocituria con batteriuria. Inoltre, a favore del processo infiammatorio, la presenza di sintomi clinici indicherà:

  • mal di schiena;
  • disturbi disurici;
  • aumento della temperatura, ecc..

In un esame del sangue si possono notare VES accelerata, leucocitosi e neutrofilia. È anche caratteristico un aumento delle proteine ​​della fase acuta (proteina C-reattiva). Tuttavia, tali cambiamenti sono caratteristici di una grave infiammazione (pielonefrite) con cistite o uretrite non complicata, potrebbero non esserci cambiamenti nell'analisi del sangue.

In presenza di leucocituria minore e periodica, non è sempre possibile rilevarla mediante un'analisi delle urine di routine. Per ottenere risultati più affidabili, vengono eseguite analisi quantitative speciali (test di Addis-Kakovsky e Amburzhe).

Per escludere l'infiammazione ginecologica, gli strisci vengono prelevati dalla vagina per l'ulteriore microscopia.

Inoltre, può essere raccomandata la raccolta delle urine per un urocitogramma (indicato in presenza di una storia allergica gravata, per escludere allergie urinarie).

Un esame da un ginecologo, un esame per le IST e anche un esame ecografico degli organi pelvici e dei reni viene eseguito senza fallo.

Aumento dei leucociti nelle urine durante la gravidanza: un algoritmo di azioni

Trattamento

In presenza di infezioni del tratto urinario non complicate, viene prescritta la fosfomicina (ad esempio, Monural ®). A causa dell'ampio spettro d'azione, che copre l'intero spettro dei patogeni UTI, un breve ciclo di trattamento (1 o, se necessario, 2 giorni), nonché l'assenza di effetti indesiderati sul feto, Monural ® è il farmaco di scelta per il trattamento della batteriuria asintomatica e della cistite non complicata nelle donne in gravidanza..

Per la pielonefrite possono essere prescritte aminopenicilline e cefalosporine di seconda e terza generazione.

Tutti i trattamenti devono essere strettamente controllati da un medico. L'automedicazione e la modifica dei dosaggi prescritti sono inaccettabili e possono causare danni significativi al nascituro e alla donna incinta.

Aumento dei leucociti nelle urine durante la gravidanza

Lo stato di sopportare un feto è un processo complesso in cui il corpo di una donna subisce gravi cambiamenti. Durante l'intero periodo, è necessario effettuare controlli medici in istituzioni specializzate, analizzando attentamente i principali indicatori dello stato di salute. Un metodo medico popolare è il solito test generale delle urine. Fornisce allo specialista informazioni su due dozzine di parametri e mostra il livello delle cellule del sangue. Le ragioni del forte aumento dei leucociti nelle urine durante la gravidanza sono diverse e spesso parlano di deviazioni dalle norme stabilite. In quanto elemento principale dell'immunità umana, i gruppi di corpo bianco sono i primi a incontrare e attaccare microrganismi alieni.

Un leggero aumento dei leucociti nelle urine durante la gravidanza non dovrebbe causare preoccupazione. Durante la gravidanza, il corpo si ricostruisce per dare alla luce un bambino, mentre le cellule del sangue possono scambiare il feto in via di sviluppo per una formazione aliena. La leucocituria (quando i leucociti nelle urine aumentano durante la gravidanza) è già un sintomo grave. Le ragioni principali di questo fenomeno:

  • infezioni genito-urinarie,
  • malattia da urolitiasi,
  • diabete,
  • malattie dei reni e del sistema riproduttivo femminile.

Per una diagnosi accurata, un'analisi generale delle urine non è sufficiente. Esistono metodi aggiuntivi, per una diagnosi completa, una donna incinta viene inviata a specialisti di profilo stretto.

Conta normale dei leucociti nelle urine di una donna incinta

Le normative mediche definiscono con precisione gli standard per l'uso nelle elaborazioni di laboratorio. La norma dei leucociti nelle urine di una donna incinta:

Tasso di leucociti1-3 in vista
I leucociti sono aumentatiPiù di 5 in vista
Possibile infiammazioneDa 10 a 20 per campo visivo

Un aumento dei leucociti nelle urine di una donna incinta a 50-60 può essere il risultato di pielonefrite, una malattia grave in cui sono indicati il ​​ricovero urgente e la terapia antibiotica. La norma dei leucociti nell'analisi delle urine di una donna incinta varia in ogni trimestre, a seconda delle caratteristiche dell'organismo. I medici esperti considerano normali i livelli di leucociti fino a 10, causati da cambiamenti ormonali durante la formazione fetale.

La consegna regolare dell'analisi delle urine durante la gravidanza una volta al mese garantisce un'identificazione tempestiva dei problemi, in assenza di sintomi pronunciati di malattie.

Il risultato finale è influenzato dalla preparazione per la procedura, comprese le misure igieniche e preventive.

Come determinare il livello di leucociti nelle urine durante la gravidanza

Questi globuli bianchi infiammatori entrano nell'urina attraverso le pareti dei vasi. Pertanto, il numero di leucociti nelle urine di una donna incinta è insignificante. E un aumento è un segnale per un esame più approfondito..

La norma dei leucociti nelle urine nelle donne in gravidanza 0-5.

La sera e dopo aver mangiato, gli indicatori aumentano. Ciò è facilitato da:

  • Attività fisica;
  • Situazioni stressanti;
  • Orologio biologico individuale.

Pertanto, al mattino viene eseguito un test delle urine generale a stomaco vuoto. L'igiene intima e la preparazione del contenitore per la raccolta dei liquidi è essenziale. Qualsiasi materia estranea contribuisce alla comparsa di un gran numero di particelle estranee nelle urine.

I leucociti nelle urine di una donna incinta, a differenza di altri parametri organolettici, vengono rilevati mediante microscopia del sedimento. La durata massima di un prototipo è di 3-4 ore. L'accuratezza nel determinare il risultato finale è influenzata da una serie di fattori: la responsabilità del paziente e dei medici, l'attenta aderenza alla metodologia e le modifiche di altri parametri. Le proteine ​​nelle urine rendono più probabile vedere la causa della leucocitosi. Potrebbe anche essere necessaria una diagnostica aggiuntiva, in caso di superamento della norma, viene eseguito un test delle urine generale ripetuto o viene eseguito un test delle urine secondo Nechiporenko.

Metodi aggiuntivi per esaminare l'urina in una donna incinta

L'urina cattiva durante la gravidanza è la base per il medico per ripetere la procedura di analisi generale. Questa è una regola integrale stabilita dai documenti normativi.

Se si ripete un risultato negativo, il medico prescrive ulteriori esami: analisi delle urine secondo Zimnitsky o urinocoltura batteriologica.

Il loro obiettivo è identificare la malattia e individuare l'esatta portata del problema. Il metodo di Zimnitsky consiste nella diagnosi di malattie renali o cardiache in base alla densità delle urine. Un alto livello di leucociti nelle urine altera le prestazioni fisiche. La ricerca richiede una stretta aderenza a una dieta specifica, un regime alimentare e un periodo di tempo.

I campioni vengono raccolti nell'arco della giornata ogni tre ore, dopodiché vengono consegnati a uno specialista. In base alle caratteristiche fisiche del liquido e delle tabelle speciali, viene effettuata una diagnosi finale. La coltura delle urine viene utilizzata per rilevare l'infiammazione batterica delle vie urinarie. È semplice e molto efficace. I batteri e i globuli bianchi nel corpo aumentano in proporzione l'uno all'altro. Il campione di urina viene posto in un contenitore che fornisce un comodo terreno fertile. Dopo 1-2 giorni, il medico determina il tipo di flora patogena. Gli esperti imparano empiricamente la resistenza dei microrganismi ai farmaci antibatterici, che è importante quando si prescrive il trattamento durante la gravidanza.

Cause di aumento dei leucociti nelle urine in una donna incinta

Gli organi del sistema genito-urinario durante la gravidanza sono molto vulnerabili. L'allargamento del feto provoca una violazione del deflusso e il ristagno di liquido nei reni. Un leggero indebolimento dell'immunità porta alla rapida moltiplicazione della flora patogena. Nelle urine, gli indicatori sono aumentati: E. coli, stafilococco e batteri gram-negativi. In presenza di un processo infiammatorio compaiono segni caratteristici, aumenta il numero di globuli protettivi. Sono le malattie infettive più comuni del sistema genito-urinario, cistite, uretrite e pielonefrite, che nel 70% dei casi sono responsabili di un aumento del livello di leucociti nelle donne in gravidanza. Esiste una minaccia per il feto, quindi il trattamento viene effettuato negli ospedali sotto la costante supervisione di specialisti.

Se i leucociti sono elevati nelle urine, ma la coltura batterica delle urine dà un risultato negativo, la causa sono patologie non infettive: urolitiasi o glomerunephritis. Trasportare un feto interrompe l'equilibrio ormonale del corpo, il che porta a difficoltà nella rimozione dei sali. Di conseguenza, si formano pietre che interferiscono con il funzionamento degli organi dell'apparato escretore, i tessuti traumatici e provocano un processo infiammatorio dei reni e delle vie urinarie. La glomerunephrite, una malattia autoimmune che porta a insufficienza renale, può influenzare la crescita dei globuli bianchi.

Sintomi che accompagnano un aumento dei leucociti nelle urine

Oltre ai test, un operatore sanitario presta attenzione ai segni che accompagnano un aumento dei globuli protettivi. Con il loro aiuto, uno specialista esperto è in grado di fare la diagnosi corretta e determinare la durata del trattamento..

  1. L'infiammazione della vescica o la cistite è una condizione comune durante la gravidanza. I pazienti lamentano la frequente necessità di usare il bagno, mentre si avverte una sensazione di svuotamento incompleto dell'organo. Ci sono dolori doloranti nell'addome inferiore e disagio durante la minzione. Un numero maggiore di leucociti nelle urine è accompagnato dalla temperatura corporea subrephilic.
  2. La pielonefrite è una malattia pericolosa tipica delle donne in posizione. In caso di violazione del deflusso di urina e l'ingresso di un'infezione batterica, inizia un processo infiammatorio nei reni. Il numero di leucociti raggiunge valori a due cifre. Il decorso acuto della malattia si manifesta con febbre alta, mal di schiena, brividi, sensazione di debolezza, perdita di appetito.
  3. Il batterio asintomatico non ha manifestazioni esterne, tuttavia, durante l'analisi delle urine per la microflora, viene diagnosticato un aumento dei leucociti. A volte i pazienti lamentano sangue nelle urine, debolezza e mal di schiena. La malattia influisce negativamente sulla salute del nascituro, pertanto richiede un trattamento urgente.
  4. L'uretrite delle donne in gravidanza colpisce il tratto escretore. La moltiplicazione di virus e batteri porta a sensazioni estremamente dolorose durante la minzione. L'uretra stessa è iperemica, con la voglia di andare in bagno, è presente una secrezione purulenta. Il dolore nella parte bassa della schiena e nell'addome inferiore è assente.
  5. La vulvite e la vaginite sono patologie ginecologiche che causano anche leucocitosi. Le infezioni batteriche o fungine colpiscono le parti interne ed esterne dei genitali. La vaginite è caratterizzata da una spiacevole scarica di vari colori, che dipendono dal tipo di agente patogeno. Le donne incinte con vulvite provano prurito e bruciore nell'area dell'organo colpito. Inoltre, il dolore può diffondersi più in alto nell'addome e nella parte bassa della schiena, la temperatura aumenta, i linfonodi inguinali aumentano.
  6. Con annessite, le pazienti in gravidanza soffrono di dolore nell'addome inferiore. Possono donare ad altre parti del corpo, come i fianchi o la parte bassa della schiena. La temperatura spesso aumenta, l'appetito scompare ed è presente una debolezza generale. Il desiderio sessuale scompare, il che distingue la malattia dalle lesioni della sfera genito-urinaria.
  7. La bartolinite è un'altra patologia che spesso colpisce le donne in gravidanza, provocando un processo infiammatorio acuto delle ghiandole vaginali. Le labbra sono gonfie, i pazienti avvertono un forte dolore al perineo e anche i linfonodi all'inguine si ingrandiscono. Per il decorso acuto della malattia, la febbre è caratteristica, raggiungendo valori estremi di 39,5-40 gradi.
  8. La tossicosi tardiva è caratterizzata da edema di tessuti, organi, che porta ad affaticamento e un forte deterioramento della salute della donna. Improvvisi picchi di pressione sanguigna portano a mal di testa, vertigini e perdita di coordinazione. Nelle fasi successive della gestosi, i principali sistemi del corpo funzionano in modo inadeguato: il tratto nervoso, cardiovascolare e gastrointestinale. Condizione fetale a rischio.
  9. L'urolitiasi interrompe il normale corso della gravidanza. La zona lombare, l'addome e l'inguine fanno male. La debolezza generale può essere accompagnata da un aumento della temperatura. Tuttavia, la presenza di patologie renali e delle vie urinarie non è un motivo per interrompere la gravidanza.

Terapia delle condizioni con leucociti nelle urine durante la gravidanza

Il ripristino della normalità dei leucociti nelle urine dipende dalla causa dell'aumento del livello delle cellule protettive. Nella fase iniziale, il medico raccoglie i dati per l'anamnesi e conduce test di laboratorio sulle urine durante la gravidanza. In caso di malattie infettive (uretrite, pielonefrite, batteriuria), viene utilizzata la terapia antibatterica, poiché l'avvelenamento del corpo con tossine e l'alta temperatura corporea può influire negativamente sul feto e anche minacciare la vita della madre. Di norma vengono prescritti farmaci della serie di penicilline e cefalosporine. Il loro utilizzo richiede un monitoraggio obbligatorio in ambiente ospedaliero..

Il trattamento con un numero maggiore di leucociti nelle urine, nel caso di natura non infettiva, è prescritto da uno specialista di profilo stretto.

Vengono prese in considerazione le controindicazioni per l'uso di farmaci e la durata della gravidanza. In presenza di calcoli renali, al paziente vengono prescritti una dieta e rimedi erboristici. Le misure necessarie per le malattie ginecologiche fungine sono dovute all'uso di farmaci locali che influenzano la fonte del problema. Con la gestosi, è richiesto un ricovero urgente e un complesso di misure mediche speciali nel centro perinatale.

Leucociti nelle urine delle donne in gravidanza

10 minuti Autore: Lyubov Dobretsova 1114

  • Il ruolo dei leucociti nel corpo
  • Indicatori normali
  • Regole di base per la raccolta delle urine per l'analisi
  • Sintomi della leucocituria
  • Motivi dell'aumento
  • Perché la leucocituria è pericolosa??
  • Diagnostica aggiuntiva
  • Video collegati

Dall'inizio della gravidanza e quasi fino alla nascita, una donna deve fare molti test diversi e l'esame delle urine è uno dei più frequenti. Alcune future mamme sono perplesse sul motivo per cui questa procedura debba essere eseguita così tante volte, ma ciò è dovuto in larga misura a una mancanza di informazioni che una malattia rilevata troppo tardi potrebbe minacciare.

Uno studio regolare della composizione qualitativa e quantitativa dell'urina rivelerà i più piccoli cambiamenti che causeranno ulteriori esami. Ad esempio, i leucociti alti nelle urine durante la gravidanza sono una condizione piuttosto pericolosa..

E prima vengono prese tutte le misure necessarie per l'istituzione di una diagnosi e la nomina di una terapia appropriata, minore è la probabilità di gravi complicazioni che minacciano sia la madre che il feto. I leucociti nelle urine o leucocituria spesso diventano la prima campana sullo sviluppo di patologie pericolose, e specialmente durante il periodo di portare un bambino.

Il ruolo dei leucociti nel corpo

I leucociti, o globuli bianchi (cellule), sono elementi formati del sangue, il cui compito principale è garantire il funzionamento del sistema immunitario umano. La formula dei leucociti comprende 5 tipi di globuli bianchi, ognuno dei quali svolge un ruolo specifico nel processo protettivo.

Alcune cellule assorbono o dissolvono microrganismi o sostanze estranee, mentre altre svolgono la funzione di una sorta di accumulatori di memoria, registrando informazioni su infezioni precedentemente note. I successivi guidano l'attacco agli agenti estranei che hanno invaso il corpo, e questi ultimi controllano il processo protettivo, e il suo successo, nonché il completamento tempestivo.

I leucociti hanno una proprietà speciale, che consiste nella capacità di muoversi non solo lungo il flusso sanguigno, ma anche di penetrare nei tessuti e negli organi, in cui entrano agenti patogeni o corpi estranei. Inoltre, i corpi bianchi trasmettono l'immunità ereditaria, svolgendo questa azione trasferendo il fattore di trasferimento al bambino dalla madre..

Dal contenuto quantitativo di leucociti nel sangue, viene determinato il livello della difesa immunitaria di una donna, cioè quanto è alta la sua capacità di far fronte agli agenti estranei. Quando i microrganismi patogeni compaiono nel sistema urinario, queste cellule vengono inviate lì, svolgono la loro funzione e quindi vengono escrete all'esterno insieme all'urina.

Per stabilire un'analisi affidabile, il medico deve considerare tutti gli indicatori delle urine, non solo il numero di leucociti, ma anche la presenza di batteri, proteine ​​e globuli rossi.

A volte può esserci un aumento dei leucociti durante la gravidanza, che non è considerato un segno di patologia, poiché tale condizione si sviluppa come una reazione del corpo materno al feto, che è un mezzo corpo estraneo. Di norma, in questo caso, l'aumento dei globuli bianchi è insignificante e non richiede alcuna azione medica..

Indicatori normali

La norma dei leucociti nelle urine delle donne incinte che non hanno malattie del sistema urinario è di 3-6 cellule nel campo visivo del microscopio. Quando vengono trovate 6-8 unità di leucociti, si può concludere che il carico antigenico sul corpo della donna aumenta.

Quando si esegue un'analisi delle urine secondo Nechiporenko, viene contato il numero di leucociti in 1 ml di liquido secreto. In questo caso, il tasso di globuli bianchi nelle urine può essere fino a 2.000 pezzi. La comparsa di un numero maggiore di leucociti indica il decorso dei processi infiammatori localizzati nel tratto urinario.

Il rilevamento di 1–15 leucociti indica una leucocituria piccola o insignificante, cioè un piccolo processo infiammatorio, 15-40 pezzi nel campo visivo indicano un grado medio. Una cifra superiore a 40 indica una malattia grave, la cui base è un processo infiammatorio forte e pericoloso, come, ad esempio, pielonefrite o glomerulonefrite.

Dovresti sapere che un aumento del numero di leucociti nelle urine può essere il risultato di una raccolta impropria di biomateriale per la ricerca, cioè l'ingresso di globuli bianchi dai genitali.

Regole di base per la raccolta delle urine per l'analisi

Durante la gravidanza, alle future mamme vengono spesso prescritti esami delle urine. Nel 1 ° trimestre - una volta al mese, nel 2 ° trimestre - dopo circa 2 settimane e nel terzo - quasi ogni settimana. Quali punti devono essere presi in considerazione affinché il risultato della ricerca sia affidabile e non debba essere ripetuto??

Questi includono quanto segue:

  • 1-2 giorni prima dell'analisi, è necessario ridurre la quantità di prodotti proteici nella dieta, nonché agrumi, frutta e bacche;
  • discutere con l'ostetrico-ginecologo la possibilità di continuare a prendere farmaci se la donna è attualmente in trattamento;
  • preparare un contenitore per la raccolta dell'urina (sciacquare e sterilizzare quello esistente o acquistare un contenitore speciale in farmacia);
  • al mattino, immediatamente prima di raccogliere il biomateriale, dovrebbe essere eseguita una toilette genitale;
  • Prima di urinare, un tampone deve essere inserito nella vagina - questo ridurrà il rischio che l'epitelio o la microflora entrino nel campione di urina.

La raccolta avviene secondo il seguente principio: la prima porzione di urina scende nella toilette, la successiva nel contenitore e la restante anche nella toilette. Il campione raccolto deve essere consegnato al laboratorio il prima possibile, perché se l'urina viene lasciata a temperatura ambiente per più di due ore, le sue proprietà fisiche e chimiche potrebbero cambiare e l'analisi non sarà affidabile.

Se il campione viene conservato in frigorifero a 4–6º, questo tempo aumenta a 6–8 ore. È ottimale eseguire i test delle urine in contenitori speciali, che, insieme al rispetto di tutte le regole di preparazione, garantiscono la ricezione di materiali di ricerca affidabili e informativi.

Sintomi della leucocituria

Una condizione in cui i leucociti nelle donne in gravidanza sono elevati è nella maggior parte dei casi accompagnata da un certo numero di sintomi. Ad esempio, l'urina diventa torbida da trasparente, si scurisce, a volte c'è un sedimento sotto forma di filamenti o fiocchi insolubili.

Inoltre, possono comparire altri segnali di avvertimento:

  • aumento della minzione, spesso combinato con tagli;
  • dolore all'inguine, sopra il pube, nella parte bassa della schiena;
  • prurito e bruciore nell'uretra;
  • perdita di appetito, nausea;
  • aumento della temperatura corporea;
  • disturbi disurici.

Se una donna incinta sviluppa almeno uno dei suddetti sintomi, dovrebbe recarsi in ospedale il prima possibile e informare il suo medico curante del deterioramento della salute. È impossibile sperare che le manifestazioni patologiche andranno via da sole - al contrario, la condizione può peggiorare rapidamente e irreversibilmente.

Motivi dell'aumento

Escludendo la tecnica sbagliata per la raccolta di biomateriali per la ricerca, è possibile identificare molte delle cause più comuni di leucocituria. In primo luogo, il ristagno si verifica nella vescica durante la gravidanza, che, inoltre, può essere accompagnato da reflusso (flusso inverso di urina negli ureteri e nei reni).

L'urina stagnante può verificarsi per diversi motivi:

  • l'utero allargato comprime la vescica;
  • cambiamenti nei livelli ormonali, che portano a una diminuzione del tono degli ureteri;
  • rilassamento muscolare dovuto alla scarsa attività nel 3 ° trimestre.

In secondo luogo, i leucociti nelle urine di una donna incinta possono aumentare a causa della presenza di malattie a trasmissione sessuale nella donna o nel suo partner. E anche vari microrganismi patogeni entrano spesso nel tratto urinario, il che porta ad un aumento del numero di globuli bianchi.

Pielonefrite

La pielonefrite gestazionale si sviluppa nel 7% dei casi. Questa è una patologia renale, in cui si forma un processo infiammatorio nella pelvi dell'organo. Questa malattia è per lo più tipica per la fine del secondo e terzo trimestre, quando l'utero è abbastanza grande, a causa del quale schiaccia gli organi adiacenti, senza escludere gli ureteri.

Il liquido filtrato non può attraversarli normalmente, provocando infiammazione. E anche i cambiamenti ormonali a volte riducono la qualità della peristalsi degli ureteri, che, di conseguenza, provoca un deterioramento della loro funzione escretoria. Il risultato è il ristagno di urina nel bacino, che è un ambiente favorevole per lo sviluppo della microflora patogena.

La causa principale della pielonefrite durante la gravidanza è considerata una bassa immunità, uno stile di vita sedentario, ipotermia, ricadute di questa malattia o cistite. Come molte altre patologie, la pielonefrite può manifestarsi in forma acuta e cronica..

Nel primo caso si osservano mal di testa e dolori muscolari, febbre, mancanza di appetito, nausea, vomito, debolezza e brividi. Le sensazioni di dolore possono essere sia su un lato (pielonefrite unilaterale), sia su entrambi, quando entrambi i reni si infiammano.

Negli studi di laboratorio vengono determinati livelli elevati di proteine ​​e leucociti, che sono i principali indicatori clinici del processo infiammatorio. La forma cronica è accompagnata da periodici dolori sordi doloranti nella parte bassa della schiena, nonché debolezza e mal di testa.

Cistite

Questa malattia viene diagnosticata nel 10% delle donne in gravidanza. La probabilità che si verifichi aumenta se la futura madre ha già avuto uno o più episodi di cistite nell'anamnesi. La patologia è un processo infiammatorio sul rivestimento interno della vescica, che porta all'interruzione del suo funzionamento.

La malattia può svilupparsi quando entra un'infezione oa causa di una serie di determinati fattori. Da cui ne consegue che la cistite può essere infettiva, allergica, medicinale e termica:

  • Infettivo - causato da vari microrganismi patogeni o opportunisti. La causa più comune di tale malattia è l'Escherichia coli, che è associata alle caratteristiche strutturali degli organi genitali femminili e dell'uretra, cioè la loro posizione vicina all'ano.
  • Medicinale - si sviluppa durante l'assunzione di determinati farmaci, i cui componenti escono attraverso il tratto urinario, irritando la superficie mucosa interna della vescica.
  • Allergico - si manifesta nella maggior parte dei casi in soggetti ipersensibili a determinati componenti, ad esempio gel, spray per l'igiene, bagnoschiuma, saponi, preservativi, ecc..
  • Termico: si sviluppa dopo l'ipotermia o quando i liquidi caldi sono esposti alla mucosa della vescica.

Di solito la cistite è accompagnata da un intero elenco di sintomi negativi, che in forma acuta fanno vedere al paziente un medico il prima possibile. Può essere:

  • bisogno frequente e pronunciato di urinare;
  • bruciore e prurito durante lo svuotamento della vescica;
  • scarico eccessivamente frequente di una piccola quantità di urina;
  • ematuria (sangue nelle urine), un odore sgradevole di liquido secreto;
  • pesantezza e pressione all'inguine e all'addome inferiore, fastidio nella regione pelvica;
  • l'urina diventa torbida o ha un sedimento caratteristico;
  • aumento della temperatura corporea.

Perché la leucocituria è pericolosa??

Se si osserva un numero maggiore di leucociti sullo sfondo di un processo infiammatorio nei reni, il trattamento deve essere eseguito immediatamente, altrimenti le conseguenze possono essere le più tristi. Perché il ritardo in questa situazione è pericoloso? La leucocituria, che è un segno di nefrite (infiammazione dei reni) nelle donne in gravidanza, è irta di quanto segue:

  • lo sviluppo della tossicosi tardiva - una delle cause della gestosi e della morte fetale;
  • il processo infiammatorio può portare alla cancrena della vescica, seguita dalla rottura della sua parete e dall'ingresso del contenuto nel peritoneo, che significa peritonite;
  • i processi infiammatori cronici spesso portano alla formazione di calcoli renali e vescicali e forti attacchi di dolore a volte forzano un'operazione anche durante la gravidanza;
  • l'ipertensione provoca un deterioramento della nutrizione del feto e porta alla sua morte, nonché deviazioni della circolazione cerebrale e coronarica nella madre;
  • l'eclampsia porta alla sindrome convulsiva, il bambino nell'utero non riceve abbastanza ossigeno e nutrizione, il che aumenta la probabilità di parto prematuro o anomalie congenite.

Diagnostica aggiuntiva

Per confermare i sospetti del medico sulla diagnosi, a una donna incinta viene assegnato un esame completo, che mostrerà perché ci sono molti leucociti nelle urine e aiuterà anche a stabilire la gravità della condizione. Oltre agli studi generali su urina e sangue, è necessario analizzare l'urina secondo Nechiporenko e Zimnitsky, coltura batteriologica, sottoporsi a un'ecografia dei reni, seguita da consultazione ed esame da parte di un nefrologo.

In alcune situazioni, può essere prescritto il cateterismo ureterale o la cromocistoscopia. A volte vengono eseguite radiografie con mezzo di contrasto, ma questi casi sono estremamente rari, poiché la sostanza utilizzata è sicura per la donna, ma può danneggiare il bambino. I medici scelgono tutti i metodi di esame in base alla loro fattibilità e sicurezza, tenendo conto dei possibili rischi sia per la madre che per il feto..

In una nota. Il periodo della nascita di un bambino non è solo un momento piacevole per ogni donna, ma allo stesso tempo è molto responsabile. Non puoi ignorare le raccomandazioni degli specialisti, ma al contrario, dovresti registrarti in una clinica prenatale in modo tempestivo, fare tutti i test, mangiare bene, proteggerti dal raffreddore, camminare di più.

Al minimo disturbo, vai in ospedale per non dare una possibilità allo sviluppo della malattia. Quindi la gravidanza procederà senza intoppi e senza complicazioni e la futura mamma proverà solo emozioni gioiose dal processo di gestazione..