Dolore nella zona dei reni

Il dolore nell'area dei reni è un sintomo spiacevole, spaventoso e doloroso. Una diagnosi e un trattamento corretti ridurranno al minimo i rischi di complicanze e ti consentiranno di tornare a una vita piena.

Come capire se ti fanno male i reni?

La sensazione principale nasce dalla schiena sotto le costole inferiori e sopra il bacino. Questa condizione è accompagnata da una spiacevole sindrome del dolore di natura lancinante, dolorante, tirante, tagliente o parossistica acuta.

È impossibile diagnosticare inequivocabilmente la causa del problema solo con l'aiuto di un esame visivo o di sensazioni umane, poiché il fegato, l'intestino, la colonna vertebrale, il sistema ureterale e la milza si trovano nelle immediate vicinanze dei reni, pertanto, in ogni caso, sarà necessaria una diagnostica complessa, molto probabilmente in ambiente ospedaliero.

Possibili cause e malattie

Malattia da urolitiasi

Uno dei fattori più comuni è dovuto alla presenza di formazioni pietrose nei reni stessi o negli ureteri adiacenti. La sindrome del dolore diretto si forma dopo spasmi causati dal movimento di una pietra, una violazione del deflusso di urina o un aumento della pressione nella pelvi, nonché danni ai bordi della formazione, la mucosa dell'organo.

È l'urolitiasi che causa la colica renale - un dolore acuto, spesso di natura insopportabile, non soppresso nemmeno da forti antidolorifici. L'adozione di una postura comoda per una persona non porta sollievo. Inoltre, la temperatura aumenta leggermente, il benessere peggiora, possono apparire coaguli di sangue nelle urine.

Pielonefrite

Il danno batterico infettivo ai reni e agli organi correlati provoca dolore doloroso nell'area corrispondente, la sensazione stessa è statica, la temperatura aumenta in modo significativo (fino alla febbre), la salute normale è disturbata.

Glomerulonefrite

L'infiammazione in questo caso colpisce i glomeruli / tubuli dei reni, c'è un forte gonfiore principalmente sul viso, la pressione sanguigna aumenta, ci sono molti coaguli di sangue nelle urine e poca urina viene rilasciata durante il giorno.

Aterosclerosi delle arterie renali

Una delle manifestazioni della classica aterosclerosi con intasamento dei canali con placche di colesterolo provoca dolori periodici e aumento della pressione. Sintomi del problema della discesa con ipertensione essenziale.

Trombosi dell'arteria renale

Questa condizione acuta e molto pericolosa richiede il ricovero immediato: un coagulo di sangue entra nell'arteria renale, bloccando il flusso sanguigno. Provoca forti dolori, aumento della pressione sanguigna, vomito, nausea / costipazione, febbre.

Cisti renale

Una causa relativamente rara ma scarsamente diagnosticata di dolore ai reni si verifica gradualmente, ostruisce il flusso di urina e induce frequenti pielonefriti e infezioni renali.

Tumori benigni e cancro

Adenomi, oncocitomi, gamatromi e altre formazioni benigne / maligne il più delle volte causano dolore doloroso periodico prolungato ai reni o semplicemente disagio nell'area corrispondente, che aumenta con la crescita della neoplasia.

Per un lungo periodo di tempo, l'appetito diminuisce, si verifica anemia, la temperatura è bassa, si verifica sonnolenza periodica, una persona si stanca rapidamente e non dorme bene.

Idronefrosi

Il ristagno di urina nella pelvi e le violazioni del suo deflusso provocano dolore moderato nella parte bassa della schiena, lesioni infettive, disfunzione dell'apparato digerente, sindromi dolorose nell'addome.

Malformazioni congenite d'organo e VUR

Lo sviluppo anormale dei reni durante l'infanzia (stenosi congenita dell'uretere, duplicazione di parti dell'organo, cisti, ecc.) Può provocare dolore nell'adolescenza o nell'età adulta. Le malformazioni sono spesso asintomatiche e si manifestano nelle fasi successive durante la formazione della disfunzione d'organo.

Il reflusso vescico-ureterale può essere considerato uno dei tipi e delle complicanze frequenti di tali disturbi: l'urina in questo caso può penetrare dalla vescica negli ureteri, irritando le sue pareti e provocando processi infiammatori di natura batteriologica. In questo caso, la persona avverte un malessere costante, un dolore sordo e doloroso nella parte bassa della schiena, soffre di gonfiore.

Varie lesioni d'organo

Contusioni, rotture e danni renali causano sempre sindromi dolorose dell'organo, portano alla formazione di una sua persistente disfunzione e richiedono ricovero immediato e trattamento chirurgico ambulatoriale.

Tubercolosi

Una terribile malattia del nostro tempo può colpire non solo i polmoni, ma anche altri organi del corpo umano, in particolare i reni. In questo caso i sintomi del dolore sono simili alla classica colica renale, e nelle urine, oltre ai coaguli di sangue, si può trovare anche il pus.

Gravidanza

Il dolore ai reni può essere causato non solo da malattie e lesioni, ma anche dalla fisiologia, in particolare dalla gravidanza, soprattutto se una donna porta un feto grande con una presentazione bassa, che inizia a premere sugli organi vicini e provoca disagio, soprattutto nelle fasi successive.

Lesioni di altri organi

Il dolore ai reni è talvolta causato da problemi agli organi vicini o ai sistemi correlati, in particolare, ernia dei dischi intervertebrali, osteocondrosi, appendicite, prostata e adenoma prostatico, varie lesioni.

Diagnostica

La causa del dolore ai reni deve essere scoperta senza fallo e questo studio completo è possibile solo su base ambulatoriale. Le seguenti attività vengono svolte più spesso:

  1. Esame con palpazione e percussione, analisi delle informazioni anamnestiche del paziente.
  2. Ecografia addominale con reni.
  3. Analisi del sangue generale e biochimica.
  4. Coltura batterica e analisi generale delle urine.
  5. Antiografia.
  6. Raggi X della parte vertebrale.
  7. Urografia renale.

Cosa fare in caso di dolore?

Prima di tutto, niente panico. Se il dolore è di natura piccola o moderata senza sintomi aggiuntivi, fissare un appuntamento con un medico qualificato. Se hai un attacco, il dolore doloroso è in costante crescita e non scompare, iniziano a comparire altri sintomi, in particolare nausea con vomito, irradiazione agli organi e alle regioni limitrofe, quindi è meglio chiamare un'ambulanza che porterà la persona in ospedale o in ospedale, dove il più tempestivo diagnostica e ha creato un altro complesso necessario di misure di arresto riparativo.

Il rene sinistro fa male. Cosa fare?

Molto spesso, il dolore al rene sinistro si verifica a causa dello sviluppo di pielonefrite, cancro, nefroptosi, urolitiasi, idronefrosi. È accompagnato da sindrome da dolore parossistico moderato o grave, febbre alta. Brividi, minzione frequente, vomito e nausea. Se possibile, chiama un'ambulanza e prendi una serie di misure per alleviare il dolore.

Il rene destro fa male. Cosa fare?

Il rene destro è leggermente più basso del sinistro ed è molto vicino in posizione al fegato, mentre ha un'identità anatomica con il "fratello gemello".

La sindrome del dolore è accompagnata da irradiazione della colica renale all'inguine, parte bassa della schiena e parte dell'addome, mal di testa, aumento della frequenza cardiaca, dolore durante la minzione, ematuria. Causano sindrome nefroptosi, pielonefrite, idronefrosi, processi tumorali, urolitiasi (fino a due terzi di tutti i casi), cisti, stenosi dell'arteria renale destra, nonché problemi con gli organi vicini, in particolare il fegato. Il dolore stesso può essere cronicamente doloroso, tirante o acuto con segni di un attacco.

La diagnosi del problema viene eseguita esclusivamente su base ambulatoriale, in caso di una condizione grave del paziente, è richiesto il ricovero urgente. Il trattamento è prescritto esclusivamente da un medico professionista.

Entrambi i reni fanno male. Motivi per farlo?

La sindrome del dolore bilaterale nell'area dei reni indica più spesso l'attivazione del processo infiammatorio di natura infettiva o autoimmune. Inoltre, il dolore stesso è pronunciato nel caso di una forma acuta o un po 'sfocato nella fase cronica.

È severamente sconsigliato prescrivere antibiotici, citostatici e altri gruppi di farmaci per te stesso, è consentito un sollievo temporaneo dei sintomi del dolore prima dell'arrivo di un'ambulanza e del ricovero in ospedale.

Come alleviare il dolore ai reni?

La sindrome del dolore è quasi impossibile da sopportare e l'ambulanza chiamata non ti ha ancora raggiunto? In questo caso, puoi provare ad alleviare il dolore da solo. Come dimostra la pratica, gli analgesici classici, i farmaci antinfiammatori non steroidei e gli analgesici (rispettivamente, analgin, paracetamolo con ibuprofene e persino ketan) fanno poco per aiutare in caso di dolore parossistico acuto ai reni, specialmente se è causato da coliche spasmodiche e molto spesso solo leggermente "lubrifica" sindrome, complicando la diagnosi anamnestica.

In questa situazione, la soluzione migliore sarebbe la somministrazione sequenziale intramuscolare di drotaverina, spazmalgon e diclofenac (rispettivamente 1, 0,5 e 2 millilitri). Questo "cocktail" funzionerà efficacemente in 10-15 minuti. Nel caso di assumere la forma in compresse dei suddetti farmaci, aiuteranno dopo un'ora.

Non hai medicine a portata di mano? Puoi alleviare la colica renale applicando calore all'area problematica: una piastra elettrica o immergendo questa parte del corpo in un bagno di acqua calda. L'effetto di sopprimere il dolore insopportabile scompare molto rapidamente quando il fattore di calore scompare, ma puoi sopportarlo prima che arrivi l'ambulanza e il ricovero in ospedale.

I reni fanno male

I reni sono organi parenchimali accoppiati a forma di fagiolo che filtrano il sangue e formano l'urina. Si trovano tra la terza e l'undicesima vertebra della regione lombare. I reni fanno male più spesso nelle persone che soffrono di malattie del sistema genito-urinario.

Perché i reni fanno male negli esseri umani

Le coppe renali si trovano all'interno dell'organo che, quando combinato, forma il bacino. Da esso proviene l'uretere, che scorre nella vescica. Il dolore ai reni appare quando si verificano processi infiammatori, lesioni alla colonna lombare, con formazione di tumori oncologici o benigni che interrompono il loro funzionamento. Il dolore è il sintomo principale delle seguenti malattie:

  • prolasso del rene,
  • tubercolosi renale,
  • idronefrosi,
  • malattia policistica renale,
  • cancro,
  • cisti,
  • trombosi dell'arteria renale,
  • pielonefrite,
  • malattia dei calcoli renali,
  • glomerulonefrite,
  • ascesso.

Il dolore può verificarsi su un lato, ma ce ne sono due. Il rene destro fa male con la pielonefrite e tutte le deviazioni di cui sopra, così come il dolore a destra appare spesso con appendicite e nefroptosi. Questo è uno spostamento di un organo dovuto a una diminuzione della forza dei legamenti e alla pressione che il fegato esercita su di esso. Le donne sono più spesso colpite da questo problema..

I principali sintomi

Se una persona avverte dolore, inizialmente devi assicurarti che siano questi organi a essere nervosi. Spasmi simili si verificano con appendicite, osteocondrosi della colonna vertebrale.

I principali segni di dolore ai reni sono:

  • È localizzato principalmente nella parte bassa della schiena o sopra di essa. La minzione diventa più frequente. Quando si svuota la vescica, appare una sensazione di bruciore. È possibile un aumento della temperatura corporea.
  • In presenza di processi infiammatori dei reni, il dolore si verifica al mattino. Possono essere così forti che il paziente avvertirà spasmi non solo nella parte bassa della schiena, ma anche nell'inguine e talvolta anche nella gamba..
  • Con la colica renale, si fanno sentire solo su un lato, intensificati premendo o colpendo questo punto (sintomo di Pasternatsky).
  • Il dolore peggiora con l'ipotermia.
  • Aumenta dopo sollevamento di carichi pesanti, esercizio fisico e altre attività fisiche.
  • Le impurità del sangue e i leucociti compaiono negli esami delle urine.

I medici usano il sintomo di Pasternatsky per assicurarsi che siano i reni a essere interessati. Tuttavia, questo metodo fornisce un risultato falso negativo per l'urolitiasi, se la pietra non ha ancora raggiunto una dimensione grande..

Dolore doloroso nell'area dei reni al mattino tormenti con pielonefrite, policistica. Di regola, preoccupa il paziente solo nella prima metà della giornata e si indebolisce nel tardo pomeriggio..

Per tutti gli altri disturbi, il dolore si manifesta indipendentemente dall'ora del giorno..

La glomerulonefrite è una malattia infiammatoria che colpisce i glomeruli renali. Principalmente si verifica nei bambini e negli adulti di età inferiore ai quarant'anni, mentre il rischio di insorgenza in un uomo è molto più alto che in una donna.

  • al mattino, le palpebre e gli arti si gonfiano, sorge la sete,
  • ipertensione,
  • dolore lombare bilaterale, cambiamenti nella composizione delle urine.

Un sintomo specifico di questa malattia è il gonfiore del viso. Il gonfiore è molto evidente al risveglio e diminuisce durante il giorno. Ma la ritenzione di 2-3 litri di liquido nei muscoli e nel grasso sottocutaneo è possibile senza la formazione di cambiamenti visibili. Le sensazioni dolorose al mattino possono apparire non solo a causa della presenza di patologie. I seguenti fattori fisiologici possono essere considerati la causa del loro verificarsi:

  • compressione dei reni da parte di altri organi interni,
  • gravidanza, soprattutto nelle fasi successive,
  • peso in eccesso,
  • dopo uno sforzo fisico intenso.

Spesso è molto difficile per una persona distinguere il dolore ai reni dai problemi con altri organi interni nelle vicinanze. Per assicurarti cosa fa esattamente male e per quale motivo, devi consultare un medico. Condurrà un sondaggio e un esame, eseguirà i test necessari, diagnosticherà e prescriverà il trattamento corretto.

Dolore lombare con ciste renale

Una cisti è una formazione rotonda o ovale piena di contenuto liquido, circondata da una capsula. A volte può contenere pus, sangue o urina primaria. Questa patologia di solito colpisce un rene. Una persona può avere una ciste dalla nascita e apparire anche durante la vita. A seconda del numero di telecamere, succede:

  • Semplice. C'è solo una neoplasia.
  • Complesso. Questo è un gran numero di formazioni separate l'una dall'altra da partizioni..
  • Solitario. Formato a causa di un danno renale. Si verifica principalmente negli uomini principalmente sul lato sinistro.
  • Multicistosi. Ci sono diverse cavità in un rene. Questa è una patologia d'organo congenita.
  • Policistico. Malattia ereditaria che può manifestarsi a qualsiasi età. Le neoplasie si trovano in entrambi i reni.

Le principali cause di occorrenza:

  • età avanzata,
  • tubercolosi,
  • ipertensione,
  • danno renale,
  • operazioni sugli organi del sistema urinario.

La cisti non può causare alcuna preoccupazione al paziente fino a quando le neoplasie non raggiungono una dimensione che può interrompere il funzionamento del rene.

Questa malattia è pericolosa perché può provocare un'esacerbazione dei processi infiammatori cronici dei reni o portare all'idronefrosi. Spesso può verificarsi un'emorragia nella cisti, è anche la causa della comparsa di insufficienza renale.

Se a un paziente viene diagnosticata una malattia policistica, deve essere costantemente sotto la supervisione di specialisti al fine di evitare conseguenze pericolose e ottenere tutto l'aiuto necessario in tempo.

Pielonefrite

La pielonefrite è una malattia renale causata da batteri patogeni. Le principali cause di occorrenza:

  • Anomalie congenite del sistema urinario. Possono essere ereditati o sorgere a causa della presenza di cattive abitudini in una donna incinta. Questi includono fumo, alcol e droghe..
  • Caratteristiche della struttura del sistema genito-urinario. L'uretra nelle donne è più corta che negli uomini, l'infezione penetra nel rene più velocemente, motivo per cui il gentil sesso soffre di questa malattia più spesso.
  • Gravidanza. Il tono dei muscoli del sistema genito-urinario in questo momento è ridotto, l'utero comprime gli ureteri, il che contribuisce alla violazione del deflusso di urina. Tutto ciò crea condizioni favorevoli per lo sviluppo di microrganismi dannosi..
  • Diminuzione dell'immunità. Si manifesta con varie malattie esistenti (sindrome di Gitlin, AIDS) e gravidanza.
  • Malattie croniche del sistema genito-urinario (cistite, presenza di focolai cronici di infezione).
  • Acuto. Un attacco può verificarsi inaspettatamente. La temperatura aumenta bruscamente, l'appetito scompare e appare un forte mal di testa. Crampi sordi si verificano nella parte bassa della schiena, l'urina diventa brunastra. Questo di solito è accompagnato da nausea e vomito..
  • Cronico. Si verifica quando la forma acuta della malattia non è stata curata in tempo. I pazienti lamentano letargia, emicrania e minzione frequente. Sono anche preoccupati per il dolore doloroso nella regione lombare, che si intensifica con il freddo o con l'ipotermia..
  • Unilaterale.
  • Doppia faccia.

Questa malattia è pericolosa perché può provocare l'insorgenza di insufficienza renale cronica. A causa di ciò, possono formarsi ascessi e quindi necrosi delle papille renali, che alla fine porterà il paziente al tavolo operatorio.

Idronefrosi

Questa è una malattia che si verifica a causa del restringimento del lume dell'uretere. Il liquido inizia ad accumularsi all'interno, il che porta ad un aumento del bacino o delle coppe. Si verifica più spesso nei bambini e colpisce principalmente un solo rene.

Esistono i seguenti tipi di idronefrosi:

  • Congenita.
  • Acquisita.

A seconda della posizione: unilaterale, bilaterale.

Ha diverse fasi:

  • Fase 1: solo la pelvi renale è ingrandita, tutto il resto rientra nei limiti normali. Di regola, è asintomatico. Se la causa dell'aspetto era l'urolitiasi, potrebbero esserci delle coliche.
  • Fase 2: c'è un notevole aumento dei reni, le loro pareti iniziano ad assottigliarsi.
  • Fase 3 - terminale. Il rene è raddoppiato, ci sono camere vuote all'interno. La maggior parte dell'organo è già morta.

L'idronefrosi si verifica a causa di varie malattie dei reni e delle vie urinarie.

Se la malattia è iniziata, il rene cessa di funzionare correttamente e talvolta solo la rimozione parziale o completa può salvare una persona.

Malattia da urolitiasi

Questa è una condizione in cui si formano pietre nei reni o nella vescica. Sono di origine organica, inorganica e mista, singola o multipla.

  • patologie congenite del sistema urinario,
  • insufficiente assunzione di liquidi,
  • eccesso di cibo,
  • consumo frequente di cibi grassi e fritti,
  • obesità,
  • malattie dei reni e del tratto gastrointestinale.

Se il problema non viene trattato, le pietre aumenteranno di dimensioni al punto da bloccare il tratto urinario. Può anche rompere la parete dell'uretere o della vescica..

Ascesso renale

Questa è un'infiammazione in cui il parenchima viene distrutto e la cavità risultante è piena di pus..

  • pielonefrite purulenta acuta,
  • malattia dei calcoli renali,
  • ferite da taglio ai reni,
  • interventi chirurgici negli organi del sistema genito-urinario,
  • unendo l'infezione al processo purulento.

Questa malattia è pericolosa e, se non adeguatamente trattata, è spesso fatale. Viene spesso trattato chirurgicamente..

Lesione renale

Questa è una violazione dell'integrità dell'organo a causa dell'azione traumatica di fattori ambientali. Può essere applicato con un oggetto appuntito o smussato, diventare conseguenza di un incidente stradale, caduta dall'alto e altre spiacevoli situazioni di vita.

Tipi di lesioni a seconda della posizione:

  • lato destro,
  • lato sinistro,
  • doppia faccia.

Per tipo di danno:

  • chiuso (la pelle rimane intatta),
  • aperto (l'integrità della pelle è compromessa).

Per gravità:

  • lesione,
  • danno renale con danni al sistema caliceale,
  • rene schiacciante (molti danni arrecati),
  • trauma ai suoi grandi vasi.

In caso di lividi e lesioni lievi, gli specialisti eseguono la terapia farmacologica utilizzando antibiotici, farmaci per fermare il sangue e alleviare l'infiammazione. Problemi più gravi richiedono un intervento chirurgico.

Sintomi

Il dolore ai reni o al fianco appare in quasi tutte le malattie del sistema genito-urinario, ma oltre ad esso, ci sono molti altri segni.

Questi includono:

  • aumento della temperatura corporea,
  • l'aspetto del sangue nelle urine, un cambiamento nel suo colore,
  • sudorazione eccessiva,
  • nausea,
  • sete,
  • un forte deterioramento del benessere,
  • rigonfiamento,
  • pallore della pelle,
  • mal di testa,
  • brividi,
  • aumento della pressione sanguigna.

Quando compaiono questi sintomi, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza, perché qualsiasi ritardo in questo caso può causare danni irreparabili alla salute e persino costare la vita a una persona.

Cosa fare in caso di dolore

L'automedicazione senza consultare un medico è in ogni caso inaccettabile. Solo un medico può fare la diagnosi corretta e prescrivere i farmaci necessari. Le farmacie vendono un'enorme quantità di tisane che possono alleviare le zone infiammate e fermare le coliche renali. Si consiglia di portarli a casa, in aggiunta alla terapia farmacologica. Per alleviare gli attacchi di dolore, puoi usare antispastici (Spazmalgon, Papaverine). Per il trattamento dei reni, i medici consigliano di preparare le collezioni di uva ursina, mirtillo rosso, camomilla, immortelle, fiordaliso e calendula.

Trattamento

La tattica e la durata del trattamento del dolore dipendono dalla malattia che ha provocato il suo verificarsi.

Per la terapia conservativa vengono utilizzati i seguenti agenti:

  • antibiotici,
  • farmaci antimicrobici,
  • mezzi per sciogliere i calcoli e normalizzare il processo metabolico,
  • medicinali diuretici,
  • farmaci con effetto analgesico.

Il trattamento chirurgico viene spesso utilizzato per le lesioni renali. Inoltre, è l'unica via d'uscita dalla situazione con forme avanzate di pielonefrite, idronefrosi e urolitiasi..

Dieta

Le persone a cui è stata diagnosticata una malattia renale devono seguire una dieta rigorosa..

I seguenti tipi di prodotti devono essere inseriti nella lista nera:

  • brodi di carne e pesce,
  • maiale, manzo,
  • Spezia,
  • sottaceti,
  • frutti di mare,
  • cioccolato, cacao, caffè,
  • cibi e bevande con esaltatori di sapidità.

Queste persone dovrebbero rimuovere completamente il sale dalla dieta; può essere sostituito con succo di limone, che aggiungerà sapore al piatto. È necessario monitorare costantemente la quantità di liquidi che bevi (non più di un litro e mezzo al giorno). È meglio mangiare cibo 5-6 volte al giorno, ma in piccole porzioni. I medici consigliano di mangiare più frutta e verdura che hanno un effetto diuretico (angurie, meloni, zucchine, cetrioli). Altri prodotti consentiti includono:

  • pane e altri dolci senza sale aggiunto,
  • latticini,
  • tè, succhi,
  • zuppe di verdure,
  • porridge.

La salute umana dipende direttamente dal suo stile di vita. Dopo che il trattamento è stato effettuato, il paziente deve seguire questa dieta e seguire alcuni suggerimenti più utili:

  • non mangiare di notte per non sovraccaricare il tratto gastrointestinale,
  • stare più al caldo e in nessun caso raffreddare eccessivamente,
  • condurre uno stile di vita attivo, praticare sport. È necessario per prevenire la congestione dei reni.,
  • eseguire esercizi appositamente progettati,
  • sbarazzarsi delle cattive abitudini.

Il rispetto di queste regole aiuterà a migliorare la qualità della vita e prevenire l'ulteriore insorgenza di malattie dei reni, del sistema muscolo-scheletrico, del tratto digerente, della bocca e di altri organi del corpo umano..

Dolore nella zona dei reni: tutte le cause e le caratteristiche

Cause di dolore ai reni

Come accennato in precedenza, il dolore nell'area dei reni indica condizioni patologiche, che possono essere manifestate dai seguenti disturbi e malattie:

Malfunzionamenti del tratto gastrointestinale

Il processo di digestione disturbato è accompagnato da sintomi piuttosto caratteristici sotto forma di:

  • Sensazioni dolorose alla schiena
  • Voglia frequente di defecare
  • Caratteristiche cromatiche alterate dell'urina
  • Disagio durante la minzione
  • Prurito della pelle.

I segni descritti indicano tali malattie del tratto gastrico e intestinale come appendicite, colite ulcerosa, neoplasie tumorali.

Malattie della colonna vertebrale

Con lo sviluppo di tali malattie, il fulcro dell'infiammazione è nella regione lombare a livello della posizione dei reni. Le patologie stesse possono essere rappresentate:

  • Osteocondrosi della parte bassa della schiena
  • Ernia di tipo intervertebrale
  • Protrusione del disco (una situazione in cui il disco intervertebrale si gonfia nel canale spinale)
  • Osteoporosi
  • Artrite reumatoide e altri.

Inoltre, le sensazioni dolorose possono essere causate da ferite, contusioni, distorsioni. Quindi il dolore inizia ad essere acuto ed è causato dai seguenti sintomi:

a) Allungamento:

  • La sindrome del dolore disturba su entrambi i lati della colonna vertebrale
  • L'attività motoria della schiena è significativamente limitata

b) Frattura vertebrale:

  • Subito dopo l'infortunio si verifica un forte disagio
  • Parte bassa della schiena disturbata quando si cammina
  • Sindrome del dolore quando si assume una posizione seduta.

c) Spostamento dei dischi intervertebrali:

  • Le sensazioni di dolore sono localizzate su un lato
  • Devono essere nella stessa posizione forzata
  • Diminuzione della sensibilità
  • Disfunzione del bacino.

Nefropatia

Quando si verificano questi disturbi, il dolore può colpire ugualmente entrambi i reni o solo uno di essi. La localizzazione della sindrome del dolore corrisponde al sito della lesione dell'organo interno e indica le seguenti malattie:

  • Pietre nei reni
  • Pielonefrite
  • Nefroptosi
  • Insufficienza renale.

Inoltre, i sintomi in ogni singolo caso sono molto simili:

  • Interruzioni della minzione, accompagnate da sensazioni dolorose alla schiena e tre anche nel processo di escrezione di urina
  • Scolorimento delle urine che si manifesta come nuvolosità
  • Impulso frequente di usare il bagno.

Malattie di tipo cancro

In questo caso, i tumori possono essere benigni o maligni e colpire l'intestino, lo stomaco e altri organi digestivi. Come risultato dell'aumento delle dimensioni, il tumore preme sui reni, a seguito del quale il dolore appare nell'area della loro posizione..

Trauma

In genere, le lesioni coinvolgono la colonna vertebrale quando le vertebre sono fratturate, contuse o spostate. Tuttavia, è possibile una lesione dei tessuti molli, che provoca anche la comparsa di dolore..

Caratteristiche del dolore

In base al tipo di sensazioni dolorose, è possibile stabilire la causa iniziale del loro verificarsi, il grado di danno agli organi interni e anche comprendere le manifestazioni dolorose nell'area dei reni.

La sindrome del dolore può essere:

  1. Acuto. In questo caso, stiamo parlando di malattie renali o dello sviluppo di un tumore maligno. Il dolore è caratterizzato da una breve durata, ma allo stesso tempo - acutezza e maggiore intensità
  2. Tirando. Nella maggior parte dei casi, tale disagio nell'area dei reni è causato da contusioni, distorsioni o esposizione prolungata a correnti d'aria. Non è richiesto alcun trattamento speciale, poiché la sindrome del dolore passa da sola dopo un certo intervallo di tempo. Tuttavia, la sua presenza costante indica una funzionalità renale compromessa o un'infiammazione dell'appendice.
  3. Dolorante. Può indicare un'eccessiva assunzione di liquidi o malattie croniche degli organi interni
  4. Forte. Il dolore intenso è un segno visibile di gravi disturbi interni e infiammazioni. In questo caso, ci sono sintomi di accompagnamento caratteristici. La sindrome del dolore grave è accompagnata da malattie infettive, tumori
  5. Stupido. Questa natura del disagio localizzato nella regione lombare indica un danno alla colonna vertebrale.
  6. Pulsanti. Qui dovremmo parlare di pielonefrite cronica. La sindrome del dolore si manifesta con pulsazioni nella regione lombare.

Ulteriori sintomi per il dolore ai reni

Il dolore nell'area dei reni può essere accompagnato da una serie di sintomi, poiché, come si è scoperto, un gran numero di varie malattie agisce come cause indirette e dirette di disagio..

Ha senso evidenziare i segni più comuni caratteristici di ciascuna delle patologie:

  1. Distonia vegetovascolare, che include sintomi di malattie in cui è colpito il sangue e il sistema vascolare
  2. Sintomi di cistite, manifestati in una sensazione di bruciore e disagio durante la minzione, nonché in impulsi frequenti e scarsi
  3. Malattie associate a ridotta funzione genito-urinaria, sotto forma di: prostatite, impotenza
  4. In alcuni casi, possono esserci manifestazioni edematose sul viso e su altre parti del corpo.
  5. Sintomi di malattie che sono caratterizzate dalla formazione di calcoli renali
  6. Sensazioni dolorose nelle orecchie
  7. Disturbi del sonno e mentali
  8. Distruzione ossea
  9. Scarsa produzione giornaliera di urina
  10. Visione offuscata.

“Come fanno male i reni nelle donne? Sintomi e differenze da altri dolori, metodi di trattamento "

4 commenti

Il problema del dolore all'addome e alla parte bassa della schiena è particolarmente grave nella fase preospedaliera, e soprattutto nelle donne. Cosa fare? Chiama un'ambulanza? Vai alla clinica prenatale? O il dolore in quest'area era causato dalla sciatica o dal "pizzicamento del nervo sciatico"? Perché la lombalgia si verifica durante la gravidanza e in generale - come fanno male i reni nelle donne e quali sintomi indicano la loro sconfitta?

Molte persone sanno molto poco dei reni. In generale, ci sono informazioni che producono urina, e alcune casalinghe lo sanno solo perché prima di preparare il sottaceto con i reni, devono essere sciacquati e immersi in acqua per eliminare l'odore di urina. Di solito è qui che finisce la conoscenza. Ma per una chiara comprensione di quale tipo di dolore indica un danno renale, è necessario parlare un po 'della loro anatomia e funzione. Capirai perché questo è importante.

Perché sono necessari i reni e dove si trovano?

I reni si trovano a livello della XII vertebra toracica e io lombare

I reni sono un organo accoppiato. Ognuno di essi ha una forma simile ai fagioli, solo di dimensioni molto più grandi: 12 cm di lunghezza, 6 cm di larghezza e 3 cm di spessore, si trovano verticalmente, con i lati concavi tra loro e non si trovano nella cavità addominale, ma dietro di essa (retroperitoneale ), ai lati della colonna vertebrale. Il peso totale dei reni è di circa 300 grammi, solitamente quello sinistro è leggermente più grande di quello destro.

Visti da dietro, i reni si trovano a livello della XII vertebra toracica e io lombare, quindi il loro bordo superiore è coperto di costole. Sono tenuti in posizione dalla pressione della pressa addominale, posizionata in una speciale fossa renale fatta di tessuto adiposo, nonché da vasi che si trovano al centro della superficie concava dell'organo e formano il peduncolo renale. Quando una donna perde peso, il letto adiposo del rene diventa "superficiale", l'organo scivola verso il basso e questo provoca dolore.

All'interno, l'organo è costituito da corteccia e midollo. La struttura interna dei reni è molto complessa, non ci soffermeremo su questo in dettaglio. Il loro compito è prima filtrare il sangue dalle sostanze nocive, quindi restituire ciò che può essere riutilizzato (acqua, ioni). Questa azione concentra l'urina primaria e, di conseguenza, una donna sana non espelle più di 1,5 litri di urina al giorno..

Se confrontiamo questo con la quantità di urina primaria che non ha subito riassorbimento (riassorbimento), la differenza è enorme: normalmente gli organi sani espellono circa 120 ml di urina primaria al minuto e il 95% di essa viene riassorbita - 1 ml rimane. Ciò significa che se una persona non avesse un meccanismo di ri-aspirazione, allora rilasceremmo (0,12 l * 720 = 86 litri) al giorno. Grazie ai reni, l'umanità è stata in grado di andare sulla terra e creare civiltà, poiché per espellere cento litri di urina al giorno, avremmo dovuto bere costantemente acqua e vivere nell'acqua.

Per lavorare in modo così efficace, questi corpi hanno bisogno di condizioni speciali:

  • i reni consumano un quarto di tutto il sangue espulso dal ventricolo sinistro del cuore;
  • circa 1,2 litri di sangue passano attraverso i reni di una donna del peso di 70 kg in un minuto.

Inoltre, sono strettamente associati alla sintesi dei globuli rossi, alla regolazione della pressione sanguigna e al metabolismo del sale marino nel corpo. La vita senza reni è impossibile, ma con una persona (sana) si può vivere un'intera vita. Per non perdere un organo e la loro funzione non è persa, è necessario ascoltare il proprio corpo, soprattutto quando il dolore si manifesta nell'area dei reni.

Come fanno male i reni: sintomi e differenze da altre fonti di dolore

Caratteristiche dei sintomi del dolore renale, differenze dagli altri

Il dolore ai reni è diverso. Prima di tutto, la natura stessa del sintomo doloroso sarà un po 'diffusa, incerta e difficile da localizzare. Tutti sanno che con una mano ammaccata, puoi mostrare con precisione la fonte del dolore colpendo il dito. Questo perché la parte somatica (animale) del sistema nervoso innerva la pelle ei muscoli del corpo. I reni sono innervati dal sistema nervoso autonomo, che è leggermente più lento. Pertanto, puoi mostrare come fa male nell'area dei reni semplicemente coprendo la parte bassa della schiena con il palmo della mano..

Oltre alla localizzazione "sfocata", il dolore nell'area dei reni è molto spesso un carattere doloroso costante. Non è caratterizzato da un colore brillante e pulsante. A volte c'è una colica renale, quando una pietra conficcata nel bacino o nell'uretere è "la colpa", ma questa è una situazione molto speciale, di cui abbiamo parlato nella sezione sull'urolitiasi.

Di solito, con la lombalgia causata da "lombalgia", sciatica, movimenti scomodi, protrusione intervertebrale ed ernia, una persona non può raddrizzarsi, ma raddrizzata, "zoppica" a letto e cerca una posizione comoda in cui il dolore si attenui. Il meccanismo è chiaro: è necessario trovare una tale posizione in modo che il muscolo spasmodico si rilassi, o il disco intervertebrale si muova, che preme la radice del nervo infiammato.

Nel caso del dolore renale, il cambiamento di postura non ha alcun ruolo, tranne un caso - con nefroptosi o prolasso d'organo. Inoltre, se "sollevi le gambe" e abbassi la testa, l'organo tornerà alla sua posizione anatomica, la tensione dei vasi del peduncolo renale diminuirà e diminuirà anche la sindrome del dolore.

Molto spesso, c'è dolore da un lato. Più spesso è il rene sinistro che fa male, poiché è più grande e il carico su di esso, rispettivamente, è maggiore. In generale, la localizzazione bilaterale della sindrome del dolore è rara, ad esempio nella pielonefrite bilaterale, nell'urolitiasi. Ma in questo caso, i pazienti vengono informati sulla loro diagnosi e preferiscono non provocare l'insorgenza del dolore, osservando un certo regime.

Oltre ai reni, potrebbe esserci dolore agli ureteri. Il loro compito è portare l'urina nella vescica. Per questo, gli ureteri si contraggono periodicamente - tali movimenti sono chiamati cestoidi. Nel caso in cui l'uretere sia infiammato o vi sia un'ostruzione al flusso di urina, il dolore si avverte come una trazione, situato tra la parte bassa della schiena e l'addome, diretto dall'alto verso il basso.

Perché i reni fanno male - le ragioni principali

Pericolo di danni agli organi e connessione con la sindrome del dolore

Perché i reni fanno male? Le ragioni si riducono alle seguenti situazioni:

  • Infiammazione: acuta o cronica.

Questa è la causa più comune di lieve lombalgia. Molto spesso è un'esacerbazione della pielonefrite cronica. Se si sviluppa un'infiammazione purulenta acuta - un ascesso o un carbonchio - si verifica una nefrite apostematosa, ad esempio a causa della tubercolosi, questa è una situazione chirurgica urgente. Il paziente deve essere ricoverato nel reparto di urologia. Compaiono sintomi generali pronunciati: febbre, brividi, alterazioni infiammatorie compaiono nelle urine, se il fuoco infiammatorio comunica con il sistema calice-pelvico.

  • Spostamento del rene dal suo posto - nefroptosi.
  • Un tumore che distrugge il tessuto degli organi. In questo caso, possiamo parlare sia di tumori primari che metastatici. In questo caso, il dolore è intenso, forte, che non può essere fermato dagli antidolorifici. Tipici dolori notturni laceranti.
  • Presenza di calcoli - o pietre nel calice - sistema pelvico. In questo caso, i sintomi possono essere diversi: da un decorso completamente asintomatico alla colica renale. Di regola, il dolore è forte, parossistico, lancinante o tagliente in natura.
  • Ingrandimento del rene causato da un ridotto passaggio dell'urina.

Nelle donne, la condizione più famosa è la pielonefrite durante la gravidanza. Questa condizione è causata dal fatto che il feto in crescita nell'utero inizia a premere l'uretere contro i muscoli e il deflusso dell'urina è compromesso. Più spesso il rene sul lato sinistro fa male. Di conseguenza, si verifica un ristagno nel sistema calice-pelvico, che porta a dolori dolorosi. Dopo il parto, l'ostruzione al passaggio dell'urina scompare, la corrente si normalizza e di solito questa pielonefrite scompare da sola.

C'è un flusso inverso di urina dalla vescica all'uretere e dall'uretere al bacino. Questa condizione è chiamata reflusso e quindi il dolore alla schiena appare solo quando si urina. È causato da un improvviso aumento della pressione nel sistema pelvico-calice.

  • Compromissione acuta del flusso sanguigno renale.

Ciò può portare a infarto renale e allo sviluppo di un successivo ammorbidimento e all'aggiunta di infiammazione secondaria. Ma è anche possibile la trombosi dei vasi renali, torsione della gamba (con uno stadio molto avanzato di nefroptosi - un rene vago).

Cosa succede nelle urine?

Se i reni fanno male, l'urina subisce cambiamenti qualitativi e quantitativi. I seguenti fenomeni si verificano più spesso:

  • Proteinuria e leucocituria. Le proteine ​​e i globuli bianchi si trovano nelle urine: questo è un segno di infiammazione. Questa urina sembra torbida;
  • Ematuria e microematuria;

Questo è sangue, o tracce di esso nelle urine. Questo sintomo può essere caratteristico di danni a qualsiasi parte del sistema urinario, dalla pelvi renale all'uretra. Pertanto, grande attenzione viene prestata all'aspetto degli eritrociti (con microscopia del sedimento). Se vengono lisciviati, la fonte è alta, e se sono freschi e non decomposti, allora, molto probabilmente, la fonte dell'ematuria si trova non più in alto della vescica.

  • La batteriuria è l'escrezione di microbi nelle urine. Con questo fenomeno si deve effettuare l'urinocoltura, l'isolamento di una coltura pura con identificazione dell'agente patogeno e determinazione della sua sensibilità agli antibiotici.

Altri sintomi di laboratorio si verificano nella malattia renale, ma spesso non sono associati al dolore..

A quale medico rivolgersi per il dolore nell'area dei reni?

L'ecografia risponderà a molte domande ed escluderà alcune opzioni pericolose

Se i reni fanno male, cosa fare? Prima di tutto, è vietata qualsiasi procedura di riscaldamento. Il riscaldamento è indicato solo per la colica renale e in altri casi può aggravare l'infiammazione o stimolare lo sviluppo di un processo tumorale. Prima di tutto, devi visitare un urologo (ci sono anche urologhe donne), un terapista locale o un ginecologo, se il dolore è ancora più localizzato nell'addome.

Un grande aiuto per fare una diagnosi sarà un'ecografia, che non ha controindicazioni e può escludere immediatamente malattie formidabili come tumori renali, alterazione del flusso sanguigno renale, idronefrosi e altre malattie.

Successivamente, è necessario superare gli esami delle urine e del sangue, che mostreranno accuratamente la causa del dolore. In alcuni casi, dovranno essere eseguiti altri studi: urografia escretoria, cistografia o persino laparoscopia diagnostica.

Principi generali di gestione del dolore

Se i reni fanno male, il trattamento domiciliare può essere eseguito solo se la diagnosi e la causa del dolore sono note. Quindi, con la pielonefrite, vengono mostrati uroantisettici (furagina), che assumono preparati a base di erbe che migliorano la minzione (orecchie d'orso, foglia di uva ursina, tè ai reni). A volte i farmaci antinfiammatori non steroidei sono indicati come prescritto dal medico curante, antibiotici.

In casi dubbi, è necessario fare ogni sforzo per identificare la causa. Dopotutto, l'assunzione di antidolorifici con un aumento della pressione nel sistema calice-pelvico allevierà il dolore, ma porterà allo sviluppo di idronefrosi e insufficienza renale e l'assunzione di antibiotici quando si verifica un tumore sarà una perdita di tempo prezioso.

Dolore nella zona dei reni

Tutti i contenuti di iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

  • Le ragioni
  • Sintomi
  • Chi contattare?
  • Diagnostica
  • Trattamento

Il dolore nell'area dei reni è uno dei sintomi dello sviluppo di una malattia nel corpo e non è facile determinare immediatamente la diagnosi esatta, poiché il dolore nell'area dei reni si verifica con molte malattie. Naturalmente, per fare la diagnosi corretta, è necessaria la consultazione, l'esame e la consegna dei test necessari da parte di un medico, che il medico prescriverà. Tuttavia, ci sono una serie di sintomi che consentono di determinare la causa approssimativa del disagio nell'area dei reni prima di visitare un medico..

Cause di dolore nella zona dei reni

Ecco le cause più comuni che possono causare dolore nell'area dei reni:

  • La pielonefrite cronica, la glomerulonefrite è un'infiammazione dei reni, è considerata una delle malattie più comuni in nefrologia;
  • Deposizione di calcoli nei reni stessi o nell'uretra;
  • La radicolite e la lombodinia sono una manifestazione nevralgica dell'osteocondrosi;
  • Spondiloartrosi - si verifica con una malattia delle piccole articolazioni intervertebrali. In questo caso, il dolore nell'area dei reni si riversa più spesso al mattino;
  • Altre malattie nefrologiche che coinvolgono il parenchima renale, il più delle volte accompagnate da un colore delle urine non standard (impurità sanguinolente, noduli, ecc.)

Queste non sono tutte le cause del dolore nell'area dei reni; le malattie possono essere causate da una serie di altre infezioni e anomalie. Una diagnosi più accurata può essere fatta solo da uno specialista esperto..

Dolore alla schiena nella zona dei reni

Molto spesso, il mal di schiena nella zona dei reni viene confuso con varie malattie della colonna vertebrale, dei muscoli della schiena. Ma questo sintomo è anche accompagnato da colica renale e pielonefrite. Nella regione lombare, la schiena fa male se sono i reni, e non la colonna vertebrale, a essere malati. La pielonefrite è accompagnata da nausea, attacchi di formicolio. Soprattutto se si è verificata un'attività fisica e la persona ha camminato molto. Gli attacchi possono durare diverse ore. In alcuni casi, il dolore nell'area dei reni può irradiarsi all'addome. È molto importante determinare la posizione esatta della malattia. Poiché il trattamento della colonna vertebrale e dell'addome è significativamente diverso dal ciclo di trattamento dei reni. Alcune terapie richiedono molto tempo, spesso anni..

Dolore nella zona del rene destro

Se il dolore appare nell'area del rene destro, è problematico determinare immediatamente la causa, poiché le sensazioni dolorose possono essere associate a molte malattie. Sarà sicuramente necessaria la diagnostica. Il dolore nell'area del rene destro può essere associato a patologia vertebrogenica, malattie intestinali, malattie della colecisti e anche se l'appendicite è infiammata. Le malattie ginecologiche e urogenitali spesso causano dolore nell'area dei reni. Inoltre, con il dolore, una persona sviluppa uno stato di affaticamento, il peso è perso e talvolta la temperatura aumenta senza una ragione apparente. Se la malattia è associata ai reni, si può osservare un tumore nella parte bassa della schiena.

Dolore nella zona del rene sinistro

Poiché ci sono due reni nel corpo, il dolore può verificarsi non solo sul lato destro, ma anche a sinistra. Anche il dolore nell'area del rene sinistro può essere associato a molte cause. Alcuni di questi non hanno nulla a che fare con la malattia renale. Ma questo non significa affatto che il dolore nell'area dei reni possa essere ignorato. Molto spesso, tale dolore può verificarsi a causa di un nervo schiacciato, l'osteocondrosi. Se il fegato, l'intestino, la milza, lo stomaco non sono sani (cioè gli organi si trovano anatomicamente sul lato sinistro), molto probabilmente le ragioni dovrebbero essere cercate in questi organi. Quando i calcoli si depositano nel rene sinistro, può verificarsi dolore su questo lato. Ma questo motivo ha il secondo lato della medaglia: molto spesso la malattia si sviluppa senza sintomi evidenti..

Dolore nella zona del rene sinistro

Il dolore nell'area del rene sinistro è ancora un sintomo di un tumore renale benigno, pielonefrite, idronefrosi renale, glomeronefrite. Se la causa è la pielonefrite, il dolore nell'area del rene sinistro si manifesta come spremitura. Ma sensazioni dolorose possono essere date a entrambe le parti. Non dimenticare che questo tipo di dolore nell'area dei reni si verifica con una malattia associata all'attività cardiovascolare. Questi includono pericardite, angina pectoris e malattia aortica. Il dolore al rene sinistro può essere un sintomo di un disturbo del tratto respiratorio, del tratto digerente, del sistema urinario.

Dolore nella zona dei reni a destra

Come si manifesta il dolore nell'area del rene destro? I sintomi differiscono dall'infiammazione bilaterale e dipendono da molti fattori. I principali sintomi sono: mal di schiena, lato inferiore destro; colica renale sullo stesso lato, spesso accompagnata da aumento della minzione; l'aspetto del sangue nelle urine; dolore lombare, se il corpo è in posizione eretta e in posizione orizzontale, il dolore scompare; dolore addominale sul lato destro; febbre, polso rapido, emicrania. Quando il dolore nell'area dei reni a destra appare dopo una caduta, gravi lividi, il primo passo è consultare un traumatologo.

Sintomi

I sintomi più comuni del dolore ai reni sono:

  • Distonia vegeto-vascolare (abbreviata in VSD). Ciò include ipotensione, ipertensione, malattie associate al sistema circolatorio;
  • Sintomi di cistite;
  • Tutti i problemi associati alla funzione genito-urinaria: impotenza, frigidità, malattie in direzione ginecologica, prostatite;
  • Il gonfiore può verificarsi sul viso o su altre parti del corpo;
  • Sintomi di malattie che sono accompagnate dalla formazione di calcoli renali;
  • Mal d'orecchi;
  • Disturbi del sonno, insonnia;
  • Violazione dello stato mentale;
  • Rompere le ossa.

Degli esempi forniti, ne emergono solo alcuni. Non appaiono tutti in una volta. Pertanto, se avverti dolore nell'area dei reni, non dovresti farti prendere dal panico, ma non è consigliabile rimanere indifferenti ai sintomi..

Dolore doloroso nella zona dei reni

Il dolore doloroso nell'area dei reni può verificarsi quando si bevono molti liquidi, durante la gravidanza, malattie urologiche. Inoltre, questo tipo di dolore può essere osservato con tubercolosi, pielonefrite e cronica. Se il dolore nell'area dei reni si verifica proprio a causa di queste malattie, spesso si verificano sensazioni dolorose quando si scuote, in movimento, in una posizione orizzontale del corpo. Questa è la differenza fondamentale tra malattia renale e radicolite, spondilite (una malattia della colonna vertebrale) e spondilosi (il processo di invecchiamento della colonna vertebrale). Se c'è un dolore doloroso nell'area dei reni nel corpo, questo può anche indicare la tubercolosi renale. Si manifesta malessere, la temperatura aumenta, la minzione diventa più frequente.

Disegnare dolore nell'area dei reni

Se il dolore ha un carattere tirante, è molto probabilmente dovuto a lesioni, tensione muscolare. Il primo segnale è che anche il dolore alla trazione nell'area dei reni appare in uno stato di calma. Ma dopo un po 'si ferma. In questa situazione, è meglio evitare movimenti improvvisi e applicare un impacco caldo. Se la lesione è minore, il dolore passerà nel tempo. Ma se si è formata una rottura del rene (questo accade quando si sollevano pesi), il dolore si intensificherà, sarà difficile sopportarlo. A casa non farai nulla e devi recarti in ospedale il prima possibile per fornire al paziente cure mediche professionali.

Dolore acuto nella zona dei reni

Uno dei tipi più gravi di dolore è il dolore acuto nell'area dei reni. Con tali sensazioni, non è consigliabile andare in ospedale da soli. È meglio chiamare un'ambulanza. Fino all'arrivo dei medici, il paziente deve rimanere a riposo. Un errore molto comune quando si avverte un dolore acuto ai reni è l'assunzione di antidolorifici. Questo non dovrebbe mai essere fatto. Gli unici farmaci consentiti dai medici sono gli antispastici (Nosh-pa, Baralgin). Inoltre, durante la diagnosi, sarà più difficile stabilire la vera causa degli attacchi. Oltre alla malattia renale, questo può essere un sintomo di una gravidanza extrauterina, appendicite e un attacco di pancreatite..

Forte dolore nella zona dei reni

Succede che un forte dolore nell'area dei reni si manifesti improvvisamente ed è accompagnato da attacchi intollerabili. Ciò si verifica nelle coliche renali. Il dolore nell'area dei reni si attenua a ondate: si intensifica, quindi si attenua. Molto spesso, un forte dolore nell'area dei reni si irradia ancora allo stomaco, ai genitali. Possono verificarsi vomito, vertigini, diarrea e nausea. Tali sintomi sono causati da una forte violazione del deflusso di urina, che è sorto a causa di un forte dolore nell'area dei reni. Il dolore nella zona dei reni può apparire a causa di un forte stress, l'assunzione di liquidi prima di coricarsi. In questo caso viene chiamata anche un'ambulanza ed è richiesto un esame immediato..

Dolore acuto nella zona dei reni

Di solito, il dolore acuto nell'area dei reni si verifica con la colica renale. La colica renale è un dolore forte e insopportabile nell'area dei reni, che è accompagnato da sensazioni appiccicose nella regione lombare, a volte può anche irradiarsi alla coscia. Con questo tipo di dolore, è molto difficile per il paziente trovare una posizione in cui il dolore si attenui. Con la colica renale, il dolore acuto nell'area dei reni si verifica improvvisamente, può accadere mentre si cammina, si va in bicicletta o durante il trasporto. A volte il dolore nell'area renale scompare con la stessa rapidità con cui è iniziato. Ma a volte il dolore acuto si trasforma in sordo. Anche lei rapidamente - poi si calma, poi appare all'improvviso. La colica renale a intermittenza può durare un giorno o anche di più. In una situazione del genere, è importante consultare un medico in tempo..

Dolore sordo nell'area dei reni

Un dolore sordo nell'area dei reni può verificarsi a seguito di lesioni spinali. È anche un segnale di una malattia degli organi interni. Se nelle donne si verifica dolore nell'area dei reni, ciò potrebbe indicare una malattia pelvica. Molto spesso, questi sintomi si verificano nelle malattie croniche..

Un'altra causa di dolore sordo può essere un prolasso del rene. Il dolore si verifica nella regione lombare se una persona è in posizione eretta, quando tossisce, durante l'esercizio. Durante la discesa, il dolore nell'area dei reni scompare, se ti corichi su un fianco o sulla schiena. E con la posizione "a pancia in giù", al contrario, aumenta.

Palpitante dolore nella zona dei reni

La pielonefrite è cronica. Entra in questa fase dopo la forma acuta. E procede quasi senza sintomi visibili. Di regola, la forma cronica viene acquisita durante l'infanzia. Statisticamente, le donne sono più inclini alla forma cronica. I primi sintomi della pielonefrite cronica sono la comparsa di febbre e dolore lancinante costante nell'area dei reni. Inoltre, il rene colpito può essere uno o entrambi. Se la malattia si sviluppa su entrambi i lati, il dolore nell'area dei reni si diffonderà a tutta la parte bassa della schiena. Di norma, solo un quinto dei pazienti sperimenta un aumento della temperatura..

Chi contattare?

Diagnosi del dolore nell'area dei reni

Quando si diagnostica il dolore nell'area dei reni, la fase iniziale è un colloquio dettagliato con il paziente e un esame generale. L'indagine determina le principali lamentele, i sintomi della malattia. Naturalmente, i sintomi dipendono direttamente dalla forma e dallo stadio della malattia. Durante l'esame generale del paziente, viene prestata particolare attenzione all'edema (se presente). L'area dei reni viene toccata per determinare la gravità del dolore nell'area dei reni. La pressione sanguigna aumenta anche quando si sente il polso..

Per fare una diagnosi di tonnellata, viene eseguito un metodo diagnostico di laboratorio. Questo metodo include:

  1. Consegna di un esame del sangue generale. Ciò consente di determinare la presenza di infiammazione. La concentrazione di proteina C nel sangue aumenta, aumenta il numero di leucociti e aumenta anche la velocità di sedimentazione degli eritrociti.
  2. Con un esame del sangue biochimico, viene stabilito un aumento della concentrazione di urina. A volte vengono condotti studi per determinare gli anticorpi dell'antistreptolisina, che indica l'ambiente batterico.
  3. Con un'analisi dettagliata delle urine, è possibile determinare la presenza o l'assenza di questo elemento. In una normale analisi della proteina, non dovrebbe contenere.
  4. Viene eseguita anche una biopsia renale. Ti consente di determinare il tipo morfologico della malattia renale.

Trattare il dolore ai reni

La malattia renale può variare nella forma e nel metodo di trattamento. Ma assolutamente con tutti i tipi di malattie è necessaria una dieta corretta.

Il nemico numero uno, con una malattia renale, è il sale e il bere molti liquidi. I cibi molto salati ti fanno naturalmente venire voglia di bere più liquidi. Questo non è consigliabile se hai dolore nella zona dei reni. Se trascuri questa condizione nutrizionale, di conseguenza il paziente si gonfia e aumenta la pressione. Il dosaggio dell'assunzione di sale al giorno è di 3-7 grammi. Tutto dipende dal grado di complessità della malattia.

Se stai trattando il dolore nell'area dei reni, è necessario evitare l'eccesso di fosforo e potassio. Cibo in scatola, frutta secca, verdure fritte e latticini contengono una grande quantità di questi elementi. Stranamente, devi stare attento con la frutta. Consigliato per mangiare mele e pere.

Idealmente, devi programmare la tua dieta con un medico. Solo uno specialista esperto ti indicherà i prodotti che dovrebbero essere presi in considerazione e quelli a cui prestare attenzione.

Quando si tratta il dolore nell'area dei reni con farmaci, vengono utilizzati molto spesso steroidi anabolizzanti, tra cui Nerobol, Retabolil, Lespenephril. Dosaggio di Nerobol - 0,005 g di 2-Zraza al giorno; Retabolil: la dose media per un adulto è di 25-50 mg, il farmaco viene assunto ogni 3 o 4 settimane; Lespenephril - 1-2 cucchiaini per l'età di 18 anni; Lespenefril - 1-2 cucchiaini al giorno e se la forma è più complessa - a partire da 2-4 (massimo - 6) cucchiaini al giorno.

Naturalmente, non è raro che un paziente sopravviva senza intervento chirurgico. Dopotutto, il dolore nell'area dei reni è un segno molto serio di una deviazione nel corpo..

Trattamento del dolore nell'area dei reni con metodi alternativi

Se decidi di sbarazzarti del dolore ai reni usando metodi popolari, presta particolare attenzione alle erbe e ai frutti di bosco.

  1. Una delle ricette più comuni è il trattamento della seta di mais. Molto spesso questo metodo viene utilizzato per l'edema renale. La dieta è molto importante durante l'assunzione di seta di mais. Per preparare questa tintura avrete bisogno di: versare acqua bollente sull'erba (1 cucchiaio) (1 bicchiere), far bollire a fuoco basso per 20 minuti. Quindi lasciate riposare per 25-30 minuti e scolate. La tintura dovrebbe essere presa ogni 3 ore, 2 cucchiai.
  2. Se sei tormentato da un'infiammazione renale, avrai bisogno di orecchie d'orso per preparare la prossima tintura (anche le persone chiamano questa erba "uva ursina"). Le principali proprietà di questa pianta sono fattori diuretici e antinfiammatori. Anche la tintura viene preparata rapidamente: le orecchie d'orso (1 cucchiaio) vengono versate con 1 bicchiere di acqua bollente, e dura circa 30 minuti a bagnomaria. Successivamente, la soluzione deve essere raffreddata, filtrata e portata a volume - 1 bicchiere. Un medicinale a base di uva ursina viene preso 3 volte al giorno per ¼ di bicchiere.
  3. Quando una persona soffre di dolori ai reni, è molto utile fare un bagno di coda di cavallo. E non devi immergerti completamente nella soluzione a base di erbe. È possibile eseguire procedure a piedi o seduti. Per fare questo, è necessario versare l'equiseto di campo con 5 litri di acqua bollente e lasciare per 2-3 ore. Se vuoi fare un pediluvio, allora hai bisogno di 150 grammi di brodo. Per un bagno intero aggiungere all'acqua 350 grammi di equiseto. E goditi la procedura.
  4. Per la nefrite e la cistite, si consiglia di bere una tintura di fiori di fiordaliso blu. Per cucinare, prendi i fiori di fiordaliso (1 cucchiaio) e versa 2 bicchieri di acqua bollente. Prendi la tintura mezz'ora prima dei pasti 3 volte al giorno. Questo brodo è un forte diuretico..
  5. Inoltre, in caso di malattie renali, è utile bere succo di ravanello una tazza o mezza giornata. Il miele viene aggiunto alla bevanda e questo rende il succo più piacevole.

Il trattamento con i rimedi popolari di solito richiede più tempo rispetto ai farmaci, ma provoca meno danni al corpo. Pertanto, quando si scelgono metodi di trattamento e prevenzione, è bene controllare tutti i pro e i contro.

Di norma, per molte malattie esistono sempre metodi di automedicazione. Un numero considerevole di pazienti ricorre alla medicina tradizionale. Ma se improvvisamente senti dolore nell'area dei reni, è severamente vietato ricorrere al trattamento a casa..