Malattia renale cistica

Escluso:

  • cisti renale (acquisita) (N28.1)
  • Sindrome di Potter (Q60.6)

Cisti congenita di un singolo rene

Cisti renale congenita (singola)

Malattia del rene policistico, autosomica recessiva

Malattia del rene policistico, tipo di bambino

Malattia del rene policistico, autosomica dominante

Malattia del rene policistico, tipo adulto

Malattia del rene policistico, non specificata

Displasia renale

Multicistico:

  • rene displastico
  • rene (disturbo dello sviluppo)
  • nefropatia
  • displasia renale

Esclude1: malattia del rene policistico (Q61.1-Q61.3)

Cistosi midollare del rene

Spugnosità renale NAS

Altre malattie renali cistiche

Fibrocistosi:

  • reni
  • degenerazione o malattia renale

Malattia renale cistica, non specificata

Cerca nel testo ICD-10

Cerca per codice ICD-10

Classificazione statistica internazionale delle malattie e dei problemi di salute correlati, 10a revisione.
Come rivisto e integrato dall'Organizzazione mondiale della sanità 1996-2019.
Ultime modifiche all'ICD-10 (a partire dal 2020) apportate dall'OMS nel 2019.

Malattia renale cistica (Q61)

Escluso:

  • cisti renale (acquisita) (N28.1)
  • Sindrome di Potter (Q60.6)

Cisti renale congenita (singola)

Malattia del rene policistico, tipo di bambino

Malattia del rene policistico, tipo adulto

Multicistico:

  • rene displastico
  • rene (disturbo dello sviluppo)
  • nefropatia
  • displasia renale

Esclude1: malattia del rene policistico (Q61.1-Q61.3)

Spugnosità renale NAS

Fibrocistosi:

  • reni
  • degenerazione o malattia renale

Cerca in MKB-10

Indici ICD-10

Cause esterne di lesione - I termini in questa sezione non sono diagnosi mediche, ma descrizioni delle circostanze in cui si è verificato l'evento (Classe XX. Cause esterne di morbilità e mortalità. Codici colonna V01-Y98).

Medicinali e sostanze chimiche - Tabella dei medicinali e sostanze chimiche che causano avvelenamento o altre reazioni avverse.

In Russia, la classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione (ICD-10) è stata adottata come un unico documento normativo per tenere conto dell'incidenza, delle ragioni per cui la popolazione fa appello alle istituzioni mediche di tutti i dipartimenti e delle cause di morte..

L'ICD-10 è stato introdotto nella pratica sanitaria in tutta la Federazione Russa nel 1999 con ordinanza del Ministero della Salute della Russia del 27 maggio 1997, n. 170

Una nuova revisione (ICD-11) è prevista dall'OMS nel 2022.

Abbreviazioni e simboli nella classificazione internazionale delle malattie, revisione 10

NOS - nessun chiarimento aggiuntivo.

NCDR - non classificato / i altrove.

† - il codice della malattia sottostante. Il codice principale in un sistema a doppia codifica, contiene informazioni sulla principale malattia generalizzata.

* - codice opzionale. Codice aggiuntivo nel sistema di doppia codifica, contiene informazioni sulla manifestazione della principale malattia generalizzata in un organo o un'area separata del corpo.

Displasia renale

Intestazione ICD-10: Q61.4

Soddisfare

  • 1 Definizione e informazioni generali
  • 2 Eziologia e patogenesi
  • 3 manifestazioni cliniche
  • 4 Displasia renale: diagnosi
  • 5 Diagnosi differenziale
  • 6 Displasia renale: trattamento
  • 7 Prevenzione
  • 8 Altro
  • 9 Fonti (collegamenti)
  • 10 Ulteriore lettura (consigliata)
  • 11 ingredienti attivi

Definizione e contesto [modifica]

Malattia renale multicistica

Sinonimi: displasia multicistica

Displasia multicistica - un'anomalia in cui il parenchima renale è completamente sostituito da cavità cistiche.

Epidemiologia

La malattia renale multicistica rappresenta circa l'1,5% di tutti i difetti strutturali renali.

Eziologia e patogenesi [modifica]

Patomorfologia

Il rene cistico è solitamente di dimensioni ridotte, ma alcune delle sue cisti costituenti possono diventare grandi e persino palpabili attraverso la parete addominale anteriore, le membrane delle cisti possono essere calcificate. Il fluido contenuto nelle cavità cistiche è il filtrato glomerulare che ha subito un parziale riassorbimento. Il contenuto delle cisti a volte è suppurativo. Nefroni non funzionanti sottosviluppati separati possono essere trovati negli strati di tessuto tra le cavità, non hanno un apparato iuxtaglomerulare. L'uretere è mancante o rudimentale.

La malattia renale multicistica può essere combinata con varie malformazioni del sistema della coppa pelvica e dell'uretere fino alla loro completa assenza. Le coppe si deformano sempre a causa della pressione esercitata su di esse dalle cisti. I vasi principali del rene multicistico sono ristretti in modo non uniforme. La vascolarizzazione del parenchima è estremamente scarsa: la vascolarizzazione intrarenale ha una struttura irregolare. In circa un terzo delle osservazioni, la multicistosi è associata a malformazioni di altri organi. Il rene multicistico non funziona. L'anomalia bilaterale (* 143400, ℜ) è incompatibile con la vita.

Manifestazioni cliniche [modifica]

Un processo unilaterale potrebbe non manifestarsi in nulla durante la vita. Tuttavia, non è raro che un rene multicistico sia la causa di sintomi clinici o un prerequisito per complicazioni e malattie concomitanti..

Con lesione unilaterale, sorgono reclami in caso di crescita di cisti, compressione degli organi circostanti, infezione delle cavità.

Displasia renale: diagnosi [modifica]

Ricerche di laboratorio e strumentali

La diagnosi viene effettuata utilizzando l'ecografia in combinazione con l'ecografia Doppler. La diagnostica ecografica è attualmente considerata la più istruttiva.

Con l'urografia escretoria, anche su immagini ritardate, il funzionamento del rene interessato non viene rivelato.

Con la cistoscopia, la bocca dell'uretere sul lato interessato non viene visualizzata.

Diagnosi differenziale [modifica]

Con il sottosviluppo dell'uretere o in completa assenza, è necessario differenziare la multicistosi con l'aplasia del rene.

Displasia renale: trattamento [modifica]

Nel caso in cui il rene cistico provochi manifestazioni cliniche (lombalgia) o si manifesti la sua malattia (suppurazione, gonfiore), viene eseguita la nefrectomia.

Malattia renale cistica nei bambini

RCHD (Republican Center for Healthcare Development of the Ministry of Health of the Republic of Kazakhstan)
Versione: Protocolli clinici MH RK - 2014

Informazione Generale

Breve descrizione

La malattia renale cistica è una malattia renale caratterizzata dalla presenza di cisti nel parenchima renale, separate sia dal tessuto renale stesso che dagli strati di tessuto connettivo [2].
Sinonimi: ciliopatie, malattia renale cistica.

- Libri di consultazione medica professionale. Standard di trattamento

- Comunicazione con i pazienti: domande, recensioni, fissare un appuntamento

Scarica l'app per ANDROID / iOS

- Guide mediche professionali

- Comunicazione con i pazienti: domande, recensioni, fissare un appuntamento

Scarica l'app per ANDROID / iOS

Classificazione

Secondo lo stato della funzione renale:

Tabella 1. Classificazione internazionale degli stadi della malattia renale cronica CKD (secondo K / DOQI, 2002) [3]:

PalcoscenicoDescrizioneGFR (ml / min / 1,73m2)
ioDanno renale con GFR normale o ↑≥90
IIDanno renale con lieve ↓ GFR89 - 60
IIIModerato ↓ GFR59-30
IVGrave ↓ GFR29 - 15
VInsufficienza renale≤15 (dialisi)

Diagnostica

II. METODI, APPROCCI, PROCEDURE DIAGNOSTICHE E METODI DI TRATTAMENTO


altezza (cm) x coefficiente

creatinina plasmatica
(creatinina in μmol / l)

Misure diagnostiche eseguite nella fase di pronto soccorso di emergenza: non eseguite.

• Esame del sangue biochimico: aumento della creatinina e funzionalità renale compromessa (riduzione della GFR inferiore a 90 ml / min).

Diagnosi differenziale

PatologiaEreditàManifestazioni cliniche (diverse dalle cisti renali)
Sindrome di Bardet-BeadleARTEObesità, ipogonadismo, degenerazione retinica, deterioramento cognitivo, polidattilia, disfunzione renale
Sindrome bronchio-otorenale (BOR)ADT (alta variabilità nell'espressione)Cisti / fistole bronchiali, malformazione dell'orecchio esterno, cavità parotidee (cavità), deficit uditivo, disfunzione renale
La sindrome di JoubertARTEIpoplasia cerebellare, ritardo dello sviluppo, sintomi neurologici, alterazioni fibrotiche del fegato
Sindrome di Meckel-GruberARTEAnomalie del sistema nervoso centrale, polidattilia, danno epatico fibrocistico
Sindrome della moglie (distrofia toracica asfissiale)ARTETorace gravemente compresso con insufficienza respiratoria, anomalie scheletriche, polidattilia, fibrosi epatica congenita
Sindrome da cisti renale e diabeteADT (grande variabilità, spesso mutazioni spontanee)Diabete mellito della giovane età adulta, anomalie genitali, iperuricemia, disfunzione epatica

Tabella 3. Caratteristiche della malattia del rene policistico autosomica recessiva e autosomica dominante [2,5]

Malattia del rene policistico, non specificata

Intestazione ICD-10: Q61.3

Soddisfare

  • 1 Definizione e informazioni generali
  • 2 Eziologia e patogenesi
  • 3 manifestazioni cliniche
  • 4 Malattia del rene policistico, non specificata: diagnosi
  • 5 Diagnosi differenziale
  • 6 Malattia del rene policistico, non specificata: trattamento
  • 7 Prevenzione
  • 8 Altro
  • 9 Fonti (collegamenti)
  • 10 Ulteriore lettura (consigliata)
  • 11 ingredienti attivi

Definizione e contesto [modifica]

Malattia del rene policistico, un'anomalia ereditaria che colpisce entrambi i reni.

Epidemiologia

Le anomalie renali cistiche si verificano con una frequenza di 1 su 250 neonati, tuttavia, a causa del torpore del loro decorso, vengono spesso diagnosticate solo in età adulta. Esistono varie forme di malattia renale cistica: forma totale, cisti solitaria e lesione focale.

Aspetti genetici

La malattia del rene policistico autosomica recessiva (* 263200, 6p21.1-p12, difetti nei geni PKHD1, ARPKD, ρ) è associata a più malformazioni (viso, fegato, sistema cardiovascolare, ecc.), Laboratorio manifestato da mitocondri giganti negli epatociti.

La grave malattia del rene policistico infantile con sclerosi tuberosa (# 600273, 16p13.3, difetto del gene PKDTS, is) è indicata come malattie microcromosomiche.

La microcistosi renale di tipo finlandese congenito (* 256300, ρ) si riscontra principalmente in Finlandia e nel nord della Russia.

Esistono altre varietà.

• La malattia del rene policistico III (600666, ℜ) si manifesta negli adulti.

• Rene policistico con cataratta e cecità congenita (263100, ρ).

• Rene policistico con microbrachicefalia, ipertelorismo e arti sproporzionatamente corti (* 263210, ρ).

Eziologia e patogenesi [modifica]

Tradizionalmente, si distinguono due forme di malattia policistica renale, a seconda dei tipi di ereditarietà: autosomica recessiva e autosomica dominante.

Lo sviluppo di anomalie cistiche è associato ad una compromissione dell'embriogenesi nelle prime settimane di vita intrauterina, che porta alla mancata unione dei tubuli renali primari con i rudimenti dei dotti collettori del dotto metanefroso. Il resto del nefrone si forma normalmente e inizia persino a funzionare. Tuttavia, non avendo sbocco alle vie urinarie, un tale nefrone si espande e si trasforma, di fatto, in una tipica cisti da ritenzione. Le cisti sono localizzate inizialmente nello strato corticale dei reni e non hanno mai comunicazione con i dotti escretori sottostanti.

Ulteriori discrepanze nella genesi di varie forme di displasia renale cistica sono principalmente quantitative. Se tutti o quasi tutti i nefroni non sono entrati in comunicazione con i dotti collettori (questo di solito è accompagnato da una forte diminuzione del numero di generazioni di nefroni), allora la degenerazione cistica (con sostituzione completa del parenchima renale con cisti) è determinata dal momento della nascita. Un difetto dello sviluppo può essere unilaterale o bilaterale. Questo è il cosiddetto rene multicistico..

Manifestazioni cliniche [modifica]

Nei reni policistici, i reni sono notevolmente ingranditi, deformati a causa di numerose cisti di varie dimensioni. Le piccole isole del parenchima sono compresse da cisti tese, il parenchima è displastico.

Il decorso clinico della malattia del rene policistico dipende dalla gravità e dalla prevalenza della displasia cistica. Nel decorso maligno della malattia policistica, la malattia si manifesta in tenera età e si manifesta con leucocituria persistente, ematuria transitoria e proteinuria, ipoisostenuria. Spesso si sviluppa l'ipertensione arteriosa. Il decorso progressivo della malattia porta al rapido sviluppo dell'insufficienza renale cronica (insufficienza renale cronica.

Con un decorso relativamente torpido, la malattia policistica si manifesta in età avanzata. I bambini lamentano dolore alla schiena sordo, rapida stanchezza. Con un decorso complicato, vengono rivelati segni di pielonefrite e ipertensione arteriosa. Una storia familiare stretta può rendere la diagnosi molto più semplice..

Malattia del rene policistico, non specificata: diagnosi [modifica]

Ricerche di laboratorio e strumentali

La malattia del rene policistico viene rilevata mediante ultrasuoni, urografia escretoria e TC, angiografia.

Sugli ecogrammi nella proiezione del parenchima renale di entrambi i reni, si trovano più ombre eco-negative, solitamente di forma arrotondata, non associate al sistema collettore dei reni.

Se si sospetta una malattia del rene policistico, è necessario condurre un'ecografia del fegato, del pancreas, delle ovaie, poiché tra i bambini con questa patologia si riscontrano cambiamenti cistici nel fegato nel 5%, nel 4% - nella milza, meno spesso nei polmoni, nel pancreas, nelle ovaie.

Sugli urogrammi con funzione conservata vengono determinati reni ingrossati, allungamento e allargamento dei colli delle coppe con deformazione a fiasco di queste ultime. Tuttavia, nelle prime fasi, il quadro urografico spesso non è indicativo..

L'angiografia rivela l'assottigliamento e l'esaurimento del sistema vascolare, la diffusione dei rami arteriosi.

Il nefrogramma è debole, scarso, il contorno del rene è indistinto, tuberoso.

Diagnosi differenziale [modifica]

La diagnosi differenziale deve essere eseguita con altre lesioni renali cistiche e il tumore di Wilms. Va tenuto presente che la malattia policistica è sempre caratterizzata da danni a entrambi i reni, a differenza di altre anomalie cistiche. L'angiografia consente di distinguere la malattia policistica dal tumore di Wilms. In presenza di un tumore, viene rivelato un aumento solo di una parte del rene e la sua maggiore vascolarizzazione.

Malattia del rene policistico, non specificata: trattamento [modifica]

Trattamento conservativo

Gli obiettivi del trattamento conservativo sono combattere la pielonefrite associata, l'ipertensione arteriosa e correggere l'equilibrio idrico-elettrolitico. Nella fase terminale dell'insufficienza renale cronica, ricorrono all'emodialisi permanente e al trapianto di rene.

Chirurgia

Nel caso di un rapido aumento delle cisti in volume, è possibile utilizzare un trattamento chirurgico - svuotamento puntuale delle cisti sia sotto controllo ecografico che mediante tecnica laparoscopica, che riduce la tensione nella cavità cistica, migliora la circolazione sanguigna nelle restanti aree del parenchima e stabilizza le condizioni del paziente.

Prevenzione [modifica]

Altro [modifica]

La prognosi per la malattia policistica dipende dal decorso clinico della malattia e dalla gravità delle complicanze concomitanti, sebbene ci siano casi di sopravvivenza a lungo termine (fino a 70 anni) in un decorso benigno della malattia.

Malattia renale cistica (Q61)

  • cisti renale (acquisita) (N28.1)
  • Sindrome di Potter (Q60.6)

Cisti renale congenita (singola)

Malattia del rene policistico, tipo di bambino

Malattia del rene policistico, tipo adulto

  • rene displastico
  • rene (disturbo dello sviluppo)
  • nefropatia
  • displasia renale

Esclude1: malattia del rene policistico (Q61.1-Q61.3)

Spugnosità renale NAS

  • reni
  • degenerazione o malattia renale

Cerca in MKB-10

Indici ICD-10

Cause esterne di lesione - I termini in questa sezione non sono diagnosi mediche, ma descrizioni delle circostanze in cui si è verificato l'evento (Classe XX. Cause esterne di morbilità e mortalità. Codici colonna V01-Y98).

Medicinali e sostanze chimiche - Tabella dei medicinali e sostanze chimiche che causano avvelenamento o altre reazioni avverse.

In Russia, la classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione (ICD-10) è stata adottata come un unico documento normativo per tenere conto dell'incidenza, delle ragioni per cui la popolazione fa appello alle istituzioni mediche di tutti i dipartimenti e delle cause di morte..

L'ICD-10 è stato introdotto nella pratica sanitaria in tutta la Federazione Russa nel 1999 con ordinanza del Ministero della Salute della Russia del 27 maggio 1997, n. 170

Una nuova revisione (ICD-11) è prevista dall'OMS nel 2022.

Abbreviazioni e simboli nella classificazione internazionale delle malattie, revisione 10

NOS - nessun chiarimento aggiuntivo.

NCDR - non classificato / i altrove.

† - il codice della malattia sottostante. Il codice principale in un sistema a doppia codifica, contiene informazioni sulla principale malattia generalizzata.

* - codice opzionale. Codice aggiuntivo nel sistema di doppia codifica, contiene informazioni sulla manifestazione della principale malattia generalizzata in un organo o un'area separata del corpo.

Diagnosi, sintomi e trattamento della malattia del rene policistico

Una malattia come la malattia del rene policistico è congenita e il più delle volte ha un fattore ereditario. La malattia è caratterizzata da più cisti cavitarie nei tessuti renali (le foto dei reni colpiti possono essere visualizzate visitando qualsiasi forum medico). La prevalenza della malattia è bassa, circa un caso ogni 1.000 bambini nati. La statistica esatta dell'incidenza è contenuta da miele specializzato. Forum. La malattia non è divisa per sesso, sia le donne che gli uomini sono ugualmente suscettibili ad essa.

Caratteristiche della malattia

La formazione e la crescita delle cisti, che caratterizzano la malattia policistica, porta ad un aumento significativo dei reni. Le foto dei tessuti renali colpiti possono essere trovate visitando il forum medico tematico. Le cisti stesse sono piene di un fluido di colore e consistenza che ricorda l'urina.

Spesso la malattia si sviluppa completamente asintomatica. Ma con la malattia policistica ereditaria, nel tempo, il paziente inizia a manifestare segni di ipertensione, dolore nell'area dei reni e compaiono inclusioni di sangue nelle urine. In questi casi, le cisti in crescita dovrebbero essere sicuramente rimosse..

Numerosi sondaggi, che contengono un gran numero di miele. Il forum ha dimostrato che i pazienti spesso manifestano sintomi non direttamente correlati alla malattia del rene policistico. Ad esempio: scarso appetito, poliuria, aumento della sete, dolore durante la minzione. Inoltre, le informazioni che il forum ha, indicano la comparsa di dolore sordo e una sensazione di pesantezza nella regione lombare, e con lo sviluppo della malattia compaiono apatia, diminuzione della capacità di lavorare e mal di testa. La nausea regolare e un aumento della temperatura corporea indicano intossicazione, dovuta alla suppurazione delle cisti. Sintomi simili indicano una fase grave della malattia, in cui è richiesto un trattamento immediato..

Il dolore lombare si verifica a causa di cisti che allungano il tessuto renale. La disfunzione urinaria può essere un indicatore della pielonefrite, che è spesso associata alla malattia del rene policistico..

Possibili complicazioni

Spesso, questa malattia diventa il colpevole di malattie come: calcoli renali, pielonefrite e tubercolosi renale.

Questo disturbo è particolarmente pericoloso per i neonati. La filtrazione insufficiente delle sostanze tossiche nel corpo, che i reni svolgono, può avere una prognosi triste e portare alla morte.

Poiché molto spesso la malattia del rene policistico nelle donne si manifesta proprio durante la gravidanza, gli esperti raccomandano di condurre un esame anche durante il periodo di pianificazione del bambino. A seconda della gravità della malattia e dello stadio del danno tissutale, è possibile prescrivere dieta, terapia conservativa o intervento chirurgico. Il trattamento tempestivo consente di eliminare possibili complicazioni, migliorare la prognosi per il recupero e aumenta anche la capacità di evitare completamente la malattia in un neonato.

Nonostante il fatto che la malattia del rene policistico sia un disturbo congenito, le sue manifestazioni sono possibili a un'età abbastanza matura o addirittura avanzata. Di norma, i sintomi vengono rilevati nelle persone di età superiore ai 30 anni, ma ci sono anche casi in cui il paziente per tutta la vita non sospetta di avere una malattia policistica.

Classificazione della malattia secondo ICD - 10

Secondo la classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione o ICB 10, la malattia del rene policistico ha ricevuto il codice - Q61. Inoltre, ogni sottospecie della malattia ha il proprio codice. Ad oggi, 8 cifrari attivi sono identificati nell'unità ICB 10, ovvero:

  • Q 61.0 - disturbo congenito con caratteristiche singole;
  • Q 61.1 - malattia policistica da bambini;
  • Q 61.2 - sintomi della malattia del rene policistico adulto;
  • Q 61.3 - natura incerta della malattia;
  • Q 61.4 - displasia renale;
  • D 61.5 - Complicazione sotto forma di un rene ruvido. Le cause di questa patologia si basano sul tipo modulare di cistosi;
  • D 61.8 - alcuni altri tipi di malattia;
  • D 61.9 - Malattia del rene policistico, le cui cause sia nei bambini che negli adulti non sono completamente comprese.

Puoi conoscerli in modo più dettagliato visitando un forum medico specializzato.

Nonostante il fatto che l'istituzione di una storia accurata della malattia del rene policistico secondo il codice microbiologico 10 codice - Q61 dovrebbe essere trattata da un urologo, in alcuni casi può anche essere diagnosticata da un medico di famiglia.

Diagnostica

Negli adulti, l'identificazione della malattia viene effettuata in diversi modi principali. Nell'esame iniziale, il medico determina il possibile ingrossamento del rene con una semplice puntura. Per ulteriori diagnosi, viene utilizzata una macchina ad ultrasuoni, che consente di identificare i cambiamenti visivi. Gli stessi indicatori sono forniti dall'urografia escretoria. Inoltre, possono essere eseguiti esami dei vasi renali e della risonanza magnetica, prescritti per chiarire la sottospecie della malattia secondo μb 10.

Poiché questo disturbo ha spesso complicazioni sotto forma di cistosi della tiroide, del pancreas o delle ovaie, dopo la diagnosi è necessariamente prescritta un'ecografia di questi organi.

Diagnosi della malattia nei bambini

Di norma, rilevare la malattia nei bambini non è difficile per i medici. Le moderne tecnologie possono rilevare la malattia del rene policistico anche durante lo sviluppo intrauterino. Ciò avviene con l'ausilio di un'ecografia di screening, per periodi gestazionali superiori a 30 settimane.

La diagnosi nei neonati si basa su:

  • puntura dei reni;
  • analisi delle urine. Con la malattia policistica renale, c'è un aumento del livello di leucociti con una diminuzione della densità;
  • una storia di storia familiare;
  • identificare i sintomi caratteristici della malattia.

Un indicatore della presenza della malattia del rene policistico nei bambini nel primo anno di vita sono anche le frequenti ricadute di pielonefrite. Una diagnosi tempestiva e una terapia prescritta tempestivamente preverranno lo sviluppo di complicazioni in futuro e avranno un effetto benefico sulla qualità dell'intera vita del bambino.

Dieta per persone con malattia renale policistica

Per evitare complicazioni e la comparsa di uno stadio cronico della malattia, aiuteranno un trattamento medico competente e una dieta speciale per la malattia del rene policistico. È stato dimostrato che la mancanza di cibi proteici nella dieta provoca uno sviluppo più grave della malattia. Pertanto, la base del menu dovrebbe essere satura di prodotti come:

  • uova;
  • fiocchi di latte;
  • carne;
  • latte magro;
  • formaggio.

In questo caso, la quantità di grassi e carboidrati dovrebbe essere limitata. Non dovrebbero essere affatto esclusi, perché sono la principale fonte di energia. È richiesto il consumo giornaliero di verdura, cereali e frutta. È meglio scegliere cibi fortificati con fibre. La fibra vegetale è un assorbente naturale che aiuta a liberare il corpo dalle sostanze tossiche. Gli alimenti più ricchi di fibre includono:

  • Pesche;
  • schiacciare;
  • carota;
  • cavolo;
  • mele;
  • barbabietola;
  • zucchine;
  • Mela cotogna.

Il menù più accurato di prodotti e ricette può essere trovato visitando il forum medico.

Inoltre, con questa malattia, si consiglia vivamente di limitare l'uso di sale da cucina e zucchero. Va notato che la dieta non è temporanea, quindi, per migliorare la qualità della vita, il paziente dovrà rivedere la sua dieta per sempre..

Importante! La dieta esatta per la malattia del rene policistico deve essere elaborata da uno specialista ed eseguita sotto la stretta supervisione del medico curante. Solo in questo caso la malattia avrà una prognosi favorevole senza ricadute..

Trattamento

È quasi impossibile curare completamente la malattia, a causa delle peculiarità dei cambiamenti genetici associati a un fattore ereditario. Fondamentalmente, la terapia è finalizzata al trattamento dei sintomi sottostanti. Come trattare la malattia del rene policistico, un urologo o terapista specialista aiuterà a scoprirlo dopo un'accurata diagnosi e determinazione della natura della malattia.

La terapia della malattia è finalizzata principalmente all'eliminazione delle complicanze e alla prevenzione della malattia. L'ordine del trattamento è il seguente.

  1. Diagnosi della malattia e identificazione delle possibili complicanze.
  2. Abbassare la pressione sanguigna.
  3. Terapia per segni di anemia, diminuzione dell'emoglobina e dei globuli rossi. A tale scopo vengono utilizzati preparati contenenti ferro..
  4. Eliminazione della carenza di proteine ​​con medicinali a base di aminoacidi.
  5. La nomina di agenti antibatterici aiuta a far fronte all'infiammazione.
  6. Puntura. Viene eseguito se è necessario rimuovere meccanicamente le suppurazioni.
  7. Intervento operativo. È un metodo estremo, eseguito nei casi in cui il trattamento farmacologico non porta il risultato desiderato. Inoltre, è necessario un intervento chirurgico se del caso: grave suppurazione, emorragia o rottura della cisti. Nelle situazioni più estreme, può essere necessaria una rimozione completa o un trapianto di rene.

Farmaci per il trattamento della malattia del rene policistico

Il trattamento per la malattia renale è un processo piuttosto lungo e complesso. Inoltre, la terapia di ogni singolo caso viene eseguita rigorosamente individualmente e la prescrizione di farmaci per ciascun paziente sarà diversa..

Tali farmaci come Tolvaptan, Lasix, Hypothiazit, Aldactone si sono dimostrati molto efficaci nel trattamento delle malattie renali. I fondi hanno proprietà diuretiche, analgesiche, antibiotiche e uro-antisettiche. Alcuni farmaci di nuova generazione, ad esempio: Hypothiazit e Tolvaptan, hanno le proprietà di trattamento complesso. Aiutano non solo ad alleviare il dolore, ridurre il gonfiore e la suppurazione, ma aiutano anche ad abbassare la pressione sanguigna, a sbarazzarsi di nefrosi e nefrite.

Va notato che l'assunzione dei farmaci Tolvaptan, Lasix, Hypothiazit è piuttosto lunga e il trattamento più efficace viene mostrato nel primo anno di utilizzo..

Nonostante l'effetto positivo dei farmaci, il gruppo di pazienti ha spiegato il proprio rifiuto dal trattamento per la presenza di effetti collaterali. Gli effetti collaterali più pronunciati includono:

  • aumento della sete o polidipsia (specialmente durante l'assunzione del farmaco Tolvaptan);
  • debolezza (durante l'assunzione di Hypothiazit);
  • alcalosi ipocloremica;
  • poliuria;
  • aumento della produzione di urina notturna;
  • sintomi di ipernatriemia;
  • nausea, vomito, diarrea (principalmente durante l'assunzione di Lasix);
  • un aumento della concentrazione di acido nelle urine (soprattutto durante l'assunzione del farmaco Tolvaptan).

Ma anche dopo il rifiuto dei farmaci, il dolore nell'area dei reni o qualsiasi altra complicanza non si è ripresentato. Anche dopo l'assunzione di farmaci: Tolvaptan, Lasix, Hypothiazit, Aldactone, l'infezione del tratto urinario è scomparsa, l'ematuria è scomparsa. Quale particolare farmaco diventerà il più efficace è determinato esclusivamente da uno specialista, dopo aver preso in considerazione il quadro clinico generale.

Le principali cause dello sviluppo e dei metodi di trattamento della malattia del rene policistico

La malattia del rene policistico è più comune nei neonati e negli adulti di età superiore ai 30 anni. Numerose formazioni cistiche comprimono i tessuti sani e interrompono le funzioni degli organi. Il trattamento precoce può ridurre il rischio di complicanze e prevenire lo sviluppo di insufficienza renale scompensata.

Cos'è?

La malattia del rene policistico (codice ICD-10 Q61) è una malattia ereditaria in cui un gran numero di cavità cistiche riempite di forma fluida nel parenchima renale.

I cambiamenti patologici iniziano a livello dell'epitelio ciliato dei tubuli renali. La violazione della sintesi di alcune proteine ​​(fibrocistina o policistina), porta a un'eccessiva divisione delle cellule epiteliali. Compaiono numerose cisti invece di tubuli renali funzionanti.

Come risultato della degenerazione cistica, i reni aumentano significativamente di volume, il loro peso a volte raggiunge i 35 kg. Le cisti si sviluppano solo nel 2-5% dei nefroni (unità renale), ma comprimono il tessuto sano, quindi nel tempo l'organo perde la sua capacità di filtrare.

La malattia policistica può colpire contemporaneamente altri organi e formazioni:

  • fegato,
  • pancreas,
  • intestini,
  • vasi cerebrali,
  • milza,
  • vescicole seminali,
  • polmoni,
  • stomaco.

Le cisti possono essere il risultato di malattie che non sono associate a mutazioni genetiche. Nella vera malattia policistica, entrambi i reni subiscono cambiamenti cistici e in altre patologie le cisti possono verificarsi solo in un organo.

Esistono due forme di malattia del rene policistico congenito, a seconda della natura dell'ereditarietà:

  • Autosomica dominante. I cambiamenti renali iniziano negli adulti di età compresa tra 30 e 50 anni. Nelle persone con questa forma di malattia, il rischio di avere un figlio con patologie è del 50%.
  • Autosomica recessiva. È caratterizzato da un esordio precoce, i sintomi si verificano nei neonati. La malattia si sviluppa solo se entrambi i genitori del bambino hanno geni difettosi. Allo stesso tempo, loro stessi potrebbero non avere patologie renali..

I cambiamenti cistici sono di due tipi:

  1. Chiuso (sotto forma di capsule) - non comunica con i dotti urinari, caratteristico della malattia policistica con una forma di eredità autosomica recessiva.
  2. Aperto - formato dalla sporgenza delle pareti dei tubuli renali, ha una connessione con il bacino, è più spesso osservato negli adulti con una modalità di ereditarietà autosomica dominante della malattia.

Nei pazienti con cisti aperte, la funzione urinaria viene mantenuta più a lungo, poiché gli elementi cistici esercitano una pressione meno pronunciata sui nefroni sani.

Motivi di sviluppo

La causa principale della malattia del rene policistico è la patologia ereditaria dei geni responsabili della sintesi proteica.

  • Nella forma autosomica dominante, la formazione di policistina-1 o policistina-2 è compromessa.
  • La forma autosomica recessiva è caratterizzata da una sintesi impropria di fibrocistina.

Queste proteine ​​sono responsabili della sensibilità delle ciglia epiteliali al flusso di urina. La disfunzione delle ciglia porta all'accumulo di adenosina monofosfato ciclico nelle cellule epiteliali. L'aumentata concentrazione di questa sostanza provoca la formazione incontrollata di nuove cellule epiteliali. Il risultato dei processi cellulari è la formazione di cavità cistiche..

Quadro clinico

Negli adulti, il danno renale policistico può essere asintomatico o minimo per lungo tempo. I primi segni compaiono già quando i cambiamenti diventano significativamente pronunciati. Nei bambini, i sintomi della malattia possono manifestarsi già nei primi mesi di vita e in alcuni casi anche prima della nascita.

Il quadro clinico della malattia del rene policistico è caratterizzato dalle seguenti manifestazioni:

  • Dolore sordo nella parte bassa della schiena e nell'addome di un personaggio che tira, una sensazione di pienezza, pesantezza.
  • Frequente voglia di urinare, dolore durante lo svuotamento della vescica. Questi sintomi possono segnalare l'aggiunta di pielonefrite.
  • Sindrome astenica. È caratterizzato da crescente debolezza, stanchezza rapida, diminuzione dell'appetito, nausea.
  • Poliuria: il rilascio di un aumento del volume di urina. Fino a 2-3 litri di urina possono essere secreti al giorno, mentre ha una tonalità chiara. Il sintomo indica una violazione della funzione di concentrazione dei reni..
  • L'ematuria è la presenza di sangue nelle urine. È osservato con emorragie nelle cavità cistiche che comunicano con il bacino.
  • Disturbi delle feci (spesso sotto forma di diarrea) - si verificano a seguito del rilascio di parte del fluido nell'intestino.
  • Prurito in assenza di malattie allergiche. Indica l'accumulo di acido urico nel sangue, a seguito del quale inizia a essere secreto con il sudore.
  • Aumento della pressione sanguigna, che è scarsamente ridotta dai farmaci antipertensivi.
  • Edema.

Metodi diagnostici

Metodi di laboratorio e strumentali vengono utilizzati per diagnosticare la malattia del rene policistico..

La diagnostica di laboratorio include:

  • analisi clinica generale delle urine (diminuzione del peso specifico, presenza di batteri, aumento del numero di leucociti, presenza di eritrociti);
  • Test di Nechiporenko (leucociti oltre 2000 per ml, eritrociti oltre 1000 per ml, cilindri oltre 20);
  • Test di Zimnitsky (diminuzione della funzione di concentrazione);
  • un esame del sangue dettagliato (anemia, con pielonefrite concomitante - aumento della VES, leucocitosi);
  • esame del sangue biochimico (aumento dei livelli di acido urico, urea, creatinina, con lo sviluppo di insufficienza renale - una diminuzione del livello di proteine ​​totali).

Il valore più grande per la diagnosi è l'esame strumentale:

  • Esame ecografico dei reni: si trovano molte cavità piene di liquido. Il metodo consente di stimare la dimensione degli organi, il numero e la dimensione delle cisti.
  • Esame ecografico di fegato, milza, pancreas (per la diagnosi di lesioni cistiche di altri organi).
  • Risonanza magnetica e computerizzata.

La diagnosi differenziale della malattia viene effettuata con malattie che sono accompagnate dalla formazione di cisti nel parenchima renale:

  • malattia da urolitiasi,
  • cisti dermoidi,
  • rene spugnoso,
  • infarto renale.

Come trattare la malattia del rene policistico?

Esistono due tipi di trattamento tradizionale: conservativo e chirurgico.

Trattamento conservativo

La terapia farmacologica ha lo scopo di alleviare i sintomi della malattia e trattare le complicanze.

  • I farmaci antipertensivi sono usati per abbassare la pressione sanguigna.
  • L'eliminazione dell'anemia comporta la nomina di preparati di ferro e complessi vitaminici.
  • Per il trattamento della pielonefrite vengono utilizzati antibiotici e urosettici (fluorochinoloni, derivati ​​nitrofuranici, cefalosporine).

Chirurgia

L'intervento chirurgico è indicato per la rapida crescita delle cisti chiuse e la loro suppurazione. Le cavità della cisti vengono aperte e svuotate.

Nel caso dello sviluppo dell'ultimo stadio dell'insufficienza renale, i pazienti sono collegati ad un apparato "rene artificiale". Un sofisticato sistema di filtri pulisce il sangue dai prodotti metabolici e dai liquidi in eccesso. Il trapianto è un metodo radicale per curare la malattia..

Rimedi popolari

Il trattamento con rimedi popolari per la malattia policistica può essere effettuato dopo aver consultato un medico. I metodi di medicina alternativa possono essere utilizzati solo sullo sfondo della terapia farmacologica di base.

Il fungo Chaga ha la capacità di rallentare la divisione cellulare anormale dell'epitelio renale e mantenere l'attività funzionale del tessuto sano. Si consiglia di bere chaga sotto forma di decotto o infuso preparato con materie prime essiccate pure..

Piante medicinali

Con la malattia del rene policistico, puoi bere decotti a base di calendula, camomilla, celidonia, radice di bardana, borsa del pastore. Queste piante alleviano lo spasmo del tratto urinario, uccidono i batteri, migliorano il metabolismo.

Perga

Perga è usato per trattare malattie associate a un'eccessiva proliferazione cellulare, tra cui la malattia del rene policistico. Anche questo prodotto dell'apicoltura:

  • ha un effetto antimicrobico;
  • normalizza la pressione sanguigna;
  • aiuta ad aumentare l'emoglobina.

Previsione e prevenzione

La prognosi per la malattia del rene policistico non è sempre favorevole. La forma autosomica recessiva della malattia si sviluppa spesso nel feto mentre è ancora nel grembo materno, quindi è possibile la nascita di feto morto o la morte di un bambino di età inferiore a un anno. Negli adulti, il tipo autosomico dominante di malattia policistica è più comune, che è caratterizzato da uno sviluppo lento. L'insufficienza renale porta alla necessità di dialisi o all'uso di una macchina per il rene artificiale, che compromette in modo significativo la qualità della vita e può portare a complicazioni.

L'aspettativa di vita nella malattia del rene policistico dipende da una serie di fattori:

  • età al momento dello sviluppo della patologia,
  • diagnosi precoce,
  • modalità di eredità della malattia,
  • possibilità di trapianto,
  • la presenza di lesioni cistiche di altri organi.

Tra i bambini con malattia policistica congenita, il 9-13% dei casi finisce fatalmente prima di 1 anno, l'80% dei bambini vive fino a 9 anni e oltre. Negli adulti, l'insufficienza renale allo stadio terminale si verifica a 53-69 anni.

Il modo principale per prevenire la malattia è la consulenza genetica medica. È indicato per le coppie che hanno avuto casi di malattia del rene policistico in famiglia o hanno già avuto un figlio con patologia. Con la diagnosi, la prevenzione delle complicanze consiste nella stretta aderenza alla prescrizione del medico.

Le cause della malattia del rene policistico: metodi diagnostici e approccio cardinale al trattamento

Uno degli organi più importanti del corpo umano sono i reni..

Se si verificano patologie in questo organo, l'intero meccanismo del lavoro del corpo cessa di funzionare correttamente.

Una di queste malattie è la malattia policistica, che, se non rilevata e trattata in modo tempestivo, può portare alla morte..

Informazioni di base sulla malattia

Malattia del rene policistico (PBD) - degenerazione dell'epitelio renale, eziologia genetica.

Lo strato cellulare della mucosa renale si trasforma in una superficie tuberosa, costituita da formazioni di cavità riempite di liquido (cisti). La malattia colpisce gli organi a coppie.

Man mano che la PBP progredisce, numerose cisti crescono di dimensioni a causa del plasma filtrato che le riempie.

Ciò porta a malfunzionamenti funzionali degli organi urinari. Inoltre, la formazione di cisti si estende spesso agli organi adiacenti dell'apparato digerente..

In assenza di profilassi e trattamento tempestivo, si sviluppa uno scompenso renale, il cui risultato potrebbe essere la morte del paziente. Secondo la classificazione internazionale delle malattie della decima revisione (ICD-10), alla malattia policistica renale viene assegnato il codice Q 61.1 - per un tipo di patologia pediatrica e 61.2 - per un adulto.

Le cause della malattia

La malattia del rene policistico non può essere contratta o acquisita sotto l'influenza di fattori esterni.

La sua presenza è determinata a priori, poiché ha una natura ereditaria, cioè è congenita.

Il gene anomalo si trova sul sedicesimo cromosoma parentale, che non ha sesso. Pertanto, sia i ragazzi che le ragazze nascono con una patologia renale iniziale..

Tipi e gruppi di PBP

Esistono due tipi di trasmissione ereditaria della malattia renale policistica:

  • da uno dei genitori (tipo autosomico dominante);
  • da mamma e papà allo stesso tempo (autosomica resistiva).

Quest'ultimo tipo è caratterizzato dalla manifestazione della malattia nell'infanzia e nell'infanzia..

Rilevazione di patologia in un bambino fino a 3 mesi (gruppo perinatale o neonatale), quasi sempre porta alla morte.

Il neonato sviluppa rapidamente un'insufficienza renale, che non può essere affrontata.

Nel caso in cui la PBP venga rilevata all'età di 3 mesi a sei mesi (fascia di età precoce) o da sei mesi a 5-6 anni (gruppo giovanile), rimane anche il rischio di mortalità.

L'aspettativa di vita dei giovani pazienti è generalmente limitata all'adolescenza.

La malattia renale policistica autosomica dominante è nascosta. In persone diverse, la malattia si manifesta in età diverse, la maggior parte dei pazienti del nefrologo con questa diagnosi appartiene alla categoria di età 40+.

La manifestazione del quadro clinico

I sintomi della malattia del rene policistico congenito compaiono a un ritmo più lento nell'età adulta. I pazienti a rischio (con una storia di malattia policistica dei genitori) devono monitorare regolarmente la salute dei reni. Altrimenti, la malattia viene registrata solo nella fase di sviluppo moderata o grave..

L'intensità dei sintomi dell'anomalia renale dipende dall'evoluzione della malattia. In nefrologia, è consuetudine considerare diverse fasi dello sviluppo del PBP..

Lo stadio è latente. Nella fase primaria, non ci sono segni somatici della malattia. Determinare la presenza della malattia policistica è possibile solo attraverso la diagnostica hardware (ultrasuoni);

Lo stadio di limitazione della capacità o compensazione renale. I sintomi sono identici alla malattia infiammatoria del sistema tubulare renale (pielonefrite):

  • ipertermia;
  • vomito e nausea;
  • dolore lombare;
  • rigonfiamento;
  • bisogno frequente di svuotare la vescica;
  • debolezza.

Gli esami di laboratorio delle urine e del sangue mostrano un'infiammazione senza alcun danno visibile della funzione renale. I cambiamenti cistici vengono diagnosticati mediante ultrasuoni.

Lo stadio è intermedio o subcompensato. I segni sono tipici della maggior parte delle malattie renali:

  • la presenza di un processo infiammatorio cronico;
  • mancanza di dinamiche positive nella terapia antibiotica;
  • ipertensione;
  • nausea e vomito, non associati al mangiare;
  • dolore intenso nella regione lombare;
  • violazione della termoregolazione del corpo;
  • affaticamento, debolezza, anemia.

Fase finale o scompensata. È caratterizzato da un aumento dei sintomi dovuto all'incapacità dell'apparato renale di svolgere la funzione escretoria (escretoria) e dall'accumulo di tossine azotate nel sangue. Si osservano disturbi nel funzionamento del fegato, del cuore, ipertensione persistente. L'insufficienza renale progredisce.

Possibili complicazioni

Le lesioni cistiche comprimono il tessuto renale, con conseguente alterazione della circolazione sanguigna. I disturbi circolatori causano ipertensione.

L'emorragia cistica causa sangue nelle urine (ematuria).

A causa dell'incapacità dei reni di rimuovere prontamente le sostanze azotate, si accumulano nel sangue, il che porta a una grave intossicazione del corpo.

A causa di una violazione del deflusso di urina nel sistema urinario, si formano calcoli (pietre).

L'ultimo stadio della malattia e una grave complicanza è l'insufficienza renale, quando il paziente necessita di un intervento chirurgico o di un apparato di purificazione continua del sangue.

Misure diagnostiche

La diagnosi della malattia del rene policistico viene effettuata sulla base di una storia genetica, esami di laboratorio e risultati di un esame apparato del paziente.

Diagnostica microscopica di laboratorio

Include:

  • analisi cliniche e biochimica del sangue;
  • test delle urine: generale, secondo Zimnitsky (raccolta delle urine ogni tre ore durante il giorno), test di Reberg (valutazione della velocità di filtrazione delle urine da parte dei reni);
  • coltura batterica delle urine per determinare il numero di microrganismi e la sensibilità agli antibiotici;
  • studi genotipici: cromosomica (cariotipo), istocompatibilità (tipizzazione HLA);
  • per la ricerca embrionale - test perinatale per fattore Rh fetale, paternità e altri.

Procedure hardware

Si applicano diverse opzioni, vale a dire:

  1. Ultrasuoni dei reni. Può essere eseguita con ecografia Doppler (esame aggiuntivo dello stato dei vasi dell'organo).
  2. Urografia con mezzo di contrasto (esame a raggi X con mezzo di contrasto).
  3. TC (tomografia computerizzata - una forma più informativa di raggi X).
  4. MRI (esame su risonanza magnetica con capacità di valutare in dettaglio i tessuti molli, la dimensione e la forma delle formazioni cistiche).
  5. PET (tomografia a emissione di positroni - esame di un organo a livello cellulare).

La diagnostica PET viene eseguita estremamente raramente a causa dell'attrezzatura insufficiente delle istituzioni mediche con attrezzature.

Terapie

È impossibile eliminare la patologia genetica. Il trattamento della malattia del rene policistico ha lo scopo di eliminare e alleviare i sintomi, prolungando il termine della funzionalità renale.

I metodi medici includono:

  • cibo dietetico:
  • terapia conservativa;
  • chirurgia.

Da farmaci vengono prescritti diuretici, amminoacidi, medicinali per il cuore, farmaci antipertensivi. Con un'esacerbazione del processo infiammatorio, vengono utilizzati antibiotici. Per alleviare il dolore, vengono prescritti farmaci antispastici.

Approccio cardinale

Quando i farmaci non portano a dinamiche positive del trattamento, i medici ricorrono a metodi operativi (chirurgici):

  • escissione di cisti;
  • resezione per suppurazione delle cisti;
  • chirurgia mininvasiva per rimuovere le formazioni cistiche utilizzando un laparoscopio (laparoscopia di una cisti renale);
  • sostituzione dell'organo interessato con uno donatore (trapianto).

Quest'ultima tecnica è la più efficace, ma costosa e non sempre disponibile..

Trattamento delle complicanze

Le complicanze del PBP vengono trattate in modo sintomatico. Con la pressione alta, vengono prescritti farmaci antipertensivi.

Quando i calcoli vengono trattati con farmaci speciali, viene prescritta la litotripsia ad onde d'urto (frantumazione di pietre). Nei casi gravi (pietre di grandi dimensioni), viene eseguita la chirurgia endoscopica o aperta per rimuovere le masse.

L'essenza del metodo è pompare il sangue attraverso uno speciale filtro con dializzato e restituirlo nel flusso sanguigno..

Fitoterapia

La medicina tradizionale, se prescritta in modo tempestivo con medicinali e una dieta dietetica, può alleviare le condizioni del paziente, rallentare lo sviluppo della malattia policistica e prolungare la vita di una persona.

Ricetta fito efficace - tintura di vodka.

Macina una foglia di aloe con un coltello e mettila in frigorifero per 5-7 giorni (la pianta deve avere almeno 3 anni). Aloe invecchiato (1 cucchiaino) mettere in un contenitore di vetro, aggiungere un po 'di peperoncino, assenzio essiccato e germogli di betulla (nella stessa quantità dell'aloe), versare la vodka (500 ml).

Rimuovere per due settimane in un luogo buio. Dovrebbe essere bevuto tre volte al giorno in una forma diluita, al ritmo di 1 st. cucchiaio di medicinale per 3 cucchiai. cucchiai d'acqua.

La malattia policistica è una malattia pericolosa e grave, quindi l'uso di qualsiasi rimedio e metodo popolare è consentito solo con il permesso di un nefrologo.

Dieta

La dieta per la PPD è una parte obbligatoria del trattamento. Il paziente deve rinunciare a cibi salati, affumicati e in salamoia. Riduci al minimo l'assunzione di cibi proteici e sale da cucina. L'alcol è rigorosamente controindicato..

Per non sovraccaricare gli organi malati, organizzare i pasti secondo la tabella sottostante.

Prodotti da escludereCibo consentito
Prodotti a base di latte fermentato: yogurt, kefir, ricotta con un contenuto di grassi superiore al 2%, panna acida grassa, latte di soia e formaggio.Latte (1,5% di grassi), vitello, tacchino, coniglio, pesce magro: questi prodotti sono consigliati come fonte di proteine, non dovrebbero essere abusati.
Carne di maiale, pancetta, latticini ricchi di grassi, fegato, cuori di animali, formaggi grassi.Verdure in umido, bollite e fresche. Frutta (escluse le banane). Qualsiasi piatto di cereali (grano saraceno, farina d'avena, riso).
Fagioli, lenticchie, piselli e altri legumi. piatti di funghi.Oliva, sesamo, olio di lino come fonte di acidi omega
Tè e caffè fortiBevanda alla frutta, gelatina, composta con zuccheri aggiunti limitati.

Il cibo dovrebbe essere assunto almeno cinque volte al giorno, osservando la norma di 300-400 grammi per porzione.

Previsione e prevenzione

Il livello e la durata del ciclo di vita nella malattia del rene policistico dipendono dallo stadio in cui la malattia è stata diagnosticata.

La qualità della terapia ricevuta, l'aderenza del paziente alle raccomandazioni mediche è molto importante per non perdere le complicazioni di accompagnamento

Quando la malattia viene rilevata in età adulta, la prognosi è relativamente favorevole..

Il trattamento migliorerà leggermente la qualità della vita, ma in ogni caso lo scompenso renale è l'inevitabile fine della malattia.

Come principale misura preventiva, le persone con predisposizione genetica devono sottoporsi a un esame completo degli organi del sistema urinario due volte all'anno, per evitare errori nella nutrizione.

Un trattamento tempestivo e corretto può rallentare la progressione dello scompenso renale e ritardare la morte.