Risonanza magnetica per immagini dei reni con contrasto: preparazione per la procedura

La risonanza magnetica per immagini (MRI) è prescritta per varie malattie. Questo metodo di diagnosi consente di identificare con precisione malattie renali, anomalie negli organi genito-urinari, problemi alla colonna vertebrale..

La risonanza magnetica dei reni prevede l'utilizzo delle caratteristiche del campo magnetico e degli impulsi a radiofrequenza, con l'aiuto dei quali è possibile realizzare immagini ad alta precisione che mostrano le malattie esistenti ei loro luoghi di localizzazione.

Cosa mostra la risonanza magnetica dei reni??

Utilizzando questo metodo di esame, si ottengono i seguenti dati:

  1. La dimensione dell'organo, lo stato del suo sistema vascolare, la presenza di cambiamenti nella struttura strutturale dei tessuti.
  2. Diventerà chiaro se i cambiamenti patologici nei reni hanno o rimangono normali nella loro struttura..
  3. La presenza di nuove formazioni, probabili prerequisiti per il processo di ingrossamento del tumore.
  4. Lo stato dei vasi degli organi, la presenza di congestione e altri processi in essi.
  5. Il livello di funzionalità dell'organo associato, insufficienza renale, cambiamenti patologici nel sistema vascolare, sviluppo di processi infiammatori e altre malattie.

Vantaggi e svantaggi del metodo

Il vantaggio principale del metodo è che consente di eseguire immagini di organi di alta qualità ed estese, lo stato dei loro tessuti, aree di localizzazione di lesioni o tumori formati. Inoltre, durante la risonanza magnetica, il paziente non è esposto a radiazioni e altri carichi sul corpo, il che ci consente di considerare questa opzione di esame come universale. Non ci sono sensazioni di disagio, la procedura è prescritta anche per i bambini, se ce n'è un'urgente necessità.

Lo svantaggio è la durata del sondaggio. La procedura può richiedere almeno trenta minuti e, quando i problemi di salute sono più gravi, ci vorrà almeno un'ora per una risonanza magnetica. Durante questo periodo, al paziente è vietato muoversi in modo che le immagini siano chiare e accurate..

Come svantaggio, si può anche notare il fatto che questo metodo di tomografia è controindicato per i pazienti con impianti metallici, pacemaker e altri elementi innestati. Ma prima di prescrivere un tale metodo di esame, il medico studia le caratteristiche del corpo umano e solo allora prende una decisione.

Risonanza magnetica o ecografia dei reni: che è meglio?

L'uso dell'esame ecografico è prescritto se la diagnosi è stabilita e deve essere confermata, ci sono alcuni sintomi caratteristici della malattia renale. Un'ecografia mostrerà se ci sono nuove formazioni, calcoli nei reni. Nel caso in cui una persona sia ferita, questo tipo di esame aiuta a identificare le dimensioni dell'area interessata, l'area della sua localizzazione.

Quando il paziente non si sente bene e le cause di questa condizione non sono completamente stabilite e il metodo ecografico non ha portato i risultati attesi, il paziente può essere indirizzato a una risonanza magnetica. Con l'aiuto di questo metodo di esame, il medico riceve un quadro affidabile del problema, specifica lo stadio di sviluppo della malattia, seleziona un corso di trattamento adeguato, elabora un ulteriore piano di procedure.

Indicazioni per la procedura

La terapia di risonanza magnetica viene eseguita per identificare e studiare i seguenti dati:

  • parametri degli organi, informazioni sui dipartimenti con la definizione dei loro confini esatti;
  • struttura anatomica del tessuto renale, sua struttura;
  • dinamica di sviluppo di cisti, tumori, calcoli;
  • fasi di un tumore oncologico, la sua diffusione;
  • il livello di coinvolgimento vascolare renale;
  • salute degli organi.

Le indicazioni per questo tipo di ricerca sono:

  • gonfiore delle braccia e delle gambe;
  • colica;
  • dolore nella parte bassa della schiena, accompagnato da un aumento della temperatura corporea, vertigini, brividi;
  • deviazioni dai normali indicatori dell'analisi delle urine.

Controindicazioni

La risonanza magnetica non danneggia il corpo del paziente, non crea complicazioni collaterali. Non ci sono molte restrizioni a questa procedura, tuttavia, esistono. La risonanza magnetica non è indicata in determinate situazioni:

  • soffre di insufficienza renale;
  • ci sono reazioni di natura allergenica ai farmaci somministrati al paziente per fornire contrasto;
  • la presenza nel corpo di un pacemaker, impianto metallico, frammenti;
  • se il paziente è claustrofobico o soffre di disturbi mentali;
  • donne in gravidanza quando il termine non supera i tre mesi;
  • il peso corporeo del paziente supera i centoventi chilogrammi;
  • se una procedura che utilizza il contrasto è prescritta a una madre che allatta, non deve nutrire il bambino per uno o due giorni.

Preparazione per la ricerca

Assumere farmaci, mangiare, bere: tutto viene fatto nella solita modalità per una persona, se lo studio non applica il contrasto. Si raccomanda solo di limitarsi ai cibi grassi ed escludere le bevande alcoliche. Il giorno in cui è programmata la procedura, si consiglia di indossare biancheria intima realizzata con materiale naturale.

I campi magnetici attireranno il metallo verso di loro. Chiavi, telefoni, orologi, gioielli, oggetti con cerniere metalliche o rivetti devono essere rimossi dalle tasche..

La procedura non crea difficoltà e non danneggia il corpo. Il paziente viene posto su un apposito tavolo che scorre nel tunnel dell'apparecchiatura. La calma e l'immobilità dovrebbero essere osservate durante la scansione. Se una persona non tollera uno spazio chiuso, il medico può prescrivere un sedativo..

Come faccio?

In base alla gravità della malattia e ad altri motivi, la risonanza magnetica può essere eseguita da quindici a quarantacinque minuti. Il paziente viene portato in una stanza speciale, adagiato sul tavolo, spinto nella camera nella posizione desiderata.

Il corpo umano è fissato saldamente, la respirazione dovrebbe essere equilibrata, calma. Dopo aver acceso lo scanner, il paziente inizia a sentire lievi clic e altri suoni. Va bene, non preoccuparti.

In caso di malessere, è necessario informare lo specialista che esegue la risonanza magnetica. A tal fine, la telecamera dispone di un microfono che consente di comunicare con il personale medico. Il medico avrà bisogno di circa due ore per decifrare le immagini e determinare i risultati dell'esame..

Risonanza magnetica dei reni con contrasto

Questo tipo di esame che utilizza il contrasto è considerato il modo più accurato per diagnosticare la malattia. L'esame può essere prescritto non solo in caso di sospetto della presenza di alterazioni patologiche, ma anche al momento del chiarimento della diagnosi, durante il monitoraggio del decorso della malattia, dopo aver eseguito interventi chirurgici.

Una sostanza speciale viene iniettata nella vena, che si diffonde attraverso il corpo attraverso il sistema vascolare e si accumula negli organi. Ciò consente di vedere con la massima precisione tutti i parametri che confermano lo sviluppo di una particolare malattia.

La risonanza magnetica che utilizza una tale sostanza aiuta perfettamente a rilevare i problemi nel corpo, la presenza di neoplasie anche minori. Non ci sono regole speciali in preparazione per questa procedura. Il paziente viene pre-testato per reazioni allergiche, vengono spiegate le caratteristiche dello studio e la procedura per il comportamento durante l'esecuzione.

La risonanza magnetica dei reni utilizzando una composizione di contrasto è raccomandata in determinate situazioni:

  1. È necessario identificare la struttura e chiarire la dimensione dei tessuti dei reni e di altri organi situati nelle vicinanze.
  2. Rivelate nuove formazioni.
  3. Ci sono anomalie nell'uretra.
  4. Per malattie di natura batterica, infettiva e infiammatoria.
  5. Per determinare le prestazioni di un organo accoppiato.

Con l'uso di una composizione così speciale, è possibile:

  • determinare malattie in caso di controindicazioni ad altri studi;
  • identificare il problema e determinare l'efficacia del corso di trattamento prescritto.

La respirazione, il battito cardiaco, il polso, la quantità di tessuto adiposo non hanno alcuna influenza sull'efficacia dell'esame. Le informazioni vengono elaborate su un computer, la probabilità di possibili errori è ridotta al minimo.

Per i bambini, questa procedura è controindicata, perché la sostanza può influire negativamente sul corpo, che non si è ancora completamente formato..

Risultati della ricerca

Alla fine della scansione, lo specialista esaminerà le immagini risultanti e stabilirà una diagnosi accurata. Se ci sono cambiamenti nell'organo associati ad un aumento delle dimensioni, un'irregolarità del contorno, allora possiamo affermare con sicurezza che un processo patologico si sta verificando nei reni.

Con l'ausilio della terapia di risonanza magnetica e con l'uso di un mezzo di contrasto, diventa possibile rilevare la presenza e il grado di nuove formazioni, la loro prevalenza in organi e tessuti situati nelle loro vicinanze, determinati siti di localizzazione.

Succede che dopo aver ricevuto informazioni di questa natura, il medico prescrive ancora la consegna di test per assicurarsi completamente della decisione presa. Dopo una diagnosi accurata, viene prescritto un trattamento terapeutico.

Conclusione

La risonanza magnetica è uno strumento diagnostico moderno ed efficace che aiuta nell'esame dei reni. La sua tecnica innovativa consente un trattamento rapido dell'organo accoppiato. Tuttavia, il costo di un tale servizio è piuttosto elevato..

Oggi varia da tre a seimila rubli e dipende dalla regione e dall'attrezzatura stessa, dai suoi parametri tecnici. Va notato che il prezzo non influisce sulla qualità della ricerca e sulla sicurezza della procedura..

Rene MRI con contrasto

La risonanza magnetica dei reni è un metodo di ricerca unico che consente di calcolare la patologia degli organi anche nella fase della sua formazione. La tecnologia MRI si basa sull'effetto dei campi magnetici, per cui, dopo la diagnosi, uno specialista può valutare sullo schermo una ricostruzione 3D degli organi studiati. Per una maggiore precisione del risultato, viene mostrata la risonanza magnetica dei reni con contrasto. La tecnica MRI dei reni senza contrasti aiuta a identificare con precisione la presenza o l'assenza di un disturbo patologico. Tuttavia, l'agente di contrasto iniettato migliora il contenuto informativo dell'esame e la visualizzazione di tutti i dati aggiuntivi sulla neoplasia. Inoltre, il metodo di risonanza magnetica con contrasto dei reni è raccomandato allo scopo di diagnosticare le condizioni dei vasi renali e calcolare i siti della loro lesione. Ma, nonostante i vantaggi, il contrasto è categoricamente controindicato per l'uso in pazienti con insufficienza renale e altre malattie classificate come "gravi" in medicina..

Cosa mostra la risonanza magnetica dei reni senza contrasto??

  • la dimensione degli organi e i loro confini chiari;
  • la dimensione e la struttura dei calcoli renali;
  • struttura anatomica del tessuto renale e struttura del tessuto;
  • indicatori dinamici dello sviluppo di tumori benigni;
  • lo stato del tumore maligno e l'area della sua distribuzione;
  • il grado di danno ai vasi dei reni;
  • prestazioni e funzionamento dei reni;

La risonanza magnetica senza contrasto è indicata per i seguenti sintomi:

  • gonfiore del viso e delle gambe;
  • colica renale ricorrente;
  • dolore alla colonna lombare;
  • aumento della gravità specifica del fluido urinario;

È interessante notare che le manifestazioni sopra descritte sono spesso accompagnate dai segni caratteristici di ARVI: febbre alta, brividi, dolori muscolari, mal di testa. In caso di manifestazione di tali sintomi, è necessario consultare un medico, che successivamente prescriverà una risonanza magnetica dei reni senza contrasto o uno studio di contrasto.

Rene MRI con contrasto

La risonanza magnetica del rene con contrasto è prescritta al paziente in caso di assunzione di tumori dei reni e delle ghiandole surrenali. La sintomatologia per la quale viene prescritta una risonanza magnetica dei reni è la stessa, tuttavia, per un contenuto informativo più elevato, il medico può prescrivere un ulteriore utilizzo di mezzi di contrasto durante la diagnosi. Di norma, la risonanza magnetica del rene con un mezzo di contrasto è prescritta per un esame ripetuto, ma in assenza di controindicazioni assolute. Inoltre, il contrasto visualizza in dettaglio tutti i vasi, le arterie ei canali renali. Va notato che l'intensità della "colorazione" delle aree del risultato sullo schermo dipende dalla velocità di circolazione sanguigna del corpo. Più e più velocemente i vasi sono saturati di sangue, più luminosa sarà la resa dell'immagine.

Possibilità di risonanza magnetica con l'uso di contrasto:

  • determina la struttura sia del tessuto renale che dei tessuti degli organi dell'intera cavità addominale;
  • identifica neoplasie di qualsiasi eziologia, determina la loro natura e dimensione;
  • visualizza la posizione dettagliata delle aree vascolari interessate, l'area del loro restringimento e blocco;
  • determina la natura dei disturbi del sistema urinario;
  • mostra la presenza di un processo infiammatorio, batteri, infezioni e virus;
  • calcola il grado di efficienza e funzionamento degli organi renali;
  • controlla il periodo postoperatorio

Benefici della risonanza magnetica del rene con agente di contrasto:

  • la procedura diagnostica è spesso adatta quando è impossibile eseguire altri metodi di ricerca;
  • dettaglia il disturbo patologico in tutti gli angoli;
  • l'accuratezza delle letture non dipende dal fattore umano naturale (respiro, polso, frequenza cardiaca, pressione sanguigna);
  • il rischio di probabilità di errore è minimo a causa dell'elaborazione informatica degli indicatori;
  • a causa del suo alto contenuto di informazioni, la risonanza magnetica a contrasto dei reni promuove una cura precoce (in molti casi con l'aiuto della terapia conservativa)

Come prepararsi per una risonanza magnetica renale con contrasto?

La preparazione per una risonanza magnetica non prevede regole specifiche. Il paziente deve solo conoscere alcune regole importanti:

  • rimuovere i prodotti in metallo (cinture, gioielli);
  • indossare biancheria intima di cotone il giorno della procedura;
  • disporre l'elettronica mobile, gli orologi e tutte le cose che un magnete attrae;
  • se hai un apparecchio acustico, rimuovi il dispositivo;
  • in caso di claustrofobia avvisare preventivamente il radiologo

In generale, la preparazione per la diagnostica MRI, durante la quale viene iniettato il contrasto, è simile alla preparazione per la MRI senza contrasto. Di solito, se il paziente non ha intolleranza allo iodio, la procedura è consentita. Tuttavia, in presenza di patologie gravi, come insufficienza renale, diabete mellito e altre gravi malattie, il contrasto è vietato.

È importante sapere che prima di prepararsi per una risonanza magnetica del rene con contrasto, è necessario consultare uno specialista ed escludere un'allergia alla sostanza utilizzata durante il contrasto.

Risonanza magnetica del rene: come viene diagnosticato il mezzo di contrasto?

La diagnostica prevede la scansione degli organi del paziente con un effetto magnetico. La procedura senza contrasto è assolutamente sicura, poiché non esiste il principio dei raggi X. Questo non vuol dire che il contrasto sia dannoso, sebbene sia costituito da una sostanza tossica: il gadolinio. Con il normale funzionamento e le prestazioni degli organi, il contrasto viene escreto dal corpo entro un giorno senza causare danni.

Dopo essersi accertati che non vi sia allergia al farmaco, lo specialista prescrive il dosaggio del farmaco e inietta il contrasto nella vena del paziente. Spesso, la sostanza viene iniettata alla volta, ma a volte viene fornita un'introduzione graduale utilizzando un contagocce. Non appena il contrasto ha avuto effetto, il paziente si sdraia sul lettino, dopodiché il lettino si sposta nella camera dell'apparato. La sessione di esame di risonanza magnetica per immagini viene eseguita solo in posizione orizzontale, con il paziente completamente immobile. Movimenti estranei e conversazioni possono causare difetti nella successiva ricostruzione 3d dei risultati, a seguito della quale il contenuto informativo dell'immagine risultante diminuirà.

Va notato che grazie alla moderna modernizzazione delle attrezzature, è più facile superare la paura di uno spazio ristretto, poiché a causa dell'apparato ampio e corto, una parte significativa del corpo rimarrà all'esterno. Inoltre, nella fotocamera è installato un microfono, con il quale è possibile contattare uno specialista in caso di disagio. Inoltre, non si dovrebbe aver paura del rumore che si verificherà durante la procedura: questo è il principio dell'attrezzatura. I tappi per le orecchie che il paziente riceverà prima dell'esame aiuteranno a far fronte a questo momento. In caso di estrema eccitazione del paziente, una persona cara potrebbe trovarsi nelle vicinanze durante la diagnosi MRI.

La durata della risonanza magnetica per immagini è in media di 30 minuti, ma sono possibili deviazioni dal tempo, a seconda dello scopo della diagnosi e dei singoli fattori.

Controindicazioni alla risonanza magnetica del rene con mezzo di contrasto

La risonanza magnetica è l'unica tecnica di ricerca sicura che aiuta a identificare sia le più piccole deviazioni dalla norma sia a riconoscere tempestivamente la formazione patologica. Ad esempio, puoi scoprire la presenza di un tumore e dei suoi confini, che viene mostrato dalla risonanza magnetica del rene senza contrasto. Ma un contrasto aggiuntivo fornisce un contenuto informativo più elevato nel rilevare una neoplasia: con l'aiuto del contrasto, è possibile calcolare immediatamente non solo la presenza di un tumore, ma anche la sua natura. In questo caso, viene rilevata una formazione patologica alla dimensione più piccola: ciò consente di eliminare rapidamente il problema.

Naturalmente, la risonanza magnetica è superiore a molte tecniche diagnostiche in termini di sicurezza, compresa la TC (tomografia computerizzata).

I comuni agenti di contrasto si basano sul gadolinio, un metallo argenteo dalla consistenza morbida che è di per sé tossico. Tuttavia, nella sua forma elaborata, il farmaco è praticamente innocuo, altamente solubile e insostituibile negli studi diagnostici. La sostanza iniettata raggiunge i reni, dopodiché si accumula nei tessuti e migliora l'efficacia della risonanza magnetica. I preparati con un mezzo di contrasto sono caratterizzati da un'escrezione relativamente rapida dal corpo: in media, vengono eliminati senza residui entro un giorno. Tra i farmaci più comuni utilizzati ci sono: Primovist, Magnescan e Omniscan.

Ma, nonostante tali dati, la risonanza magnetica dei reni con l'introduzione di contrasti ha controindicazioni:

  • la presenza di oggetti metallici estranei nel corpo, senza contare gli oggetti in acciaio medico;
  • una reazione allergica al farmaco;
  • intolleranza allo iodio;
  • la presenza di protesi;
  • danno meccanico agli organi;
  • ferite da schegge;
  • disturbi del sistema cardiovascolare;
  • la presenza di ipertensione;
  • l'uso di pacemaker;
  • instabilità della psiche del paziente;
  • paura degli spazi ristretti;
  • la presenza di diabete mellito nel paziente;
  • insufficienza renale;
  • violazioni della funzionalità del sistema endocrino;

È importante ricordare che la risonanza magnetica dei reni con contrasti non è sempre severamente vietata durante la gravidanza: la decisione viene presa dopo aver consultato un medico su base individuale..

Quando il paziente è mentalmente squilibrato, ad esempio convulsioni epilettiche, è consentito lo studio dei reni con contrasto, ma con l'introduzione preliminare dell'anestesia generale.

Risonanza magnetica dei reni

Rene MRI

La risonanza magnetica dei reni è il metodo più informativo, indolore e innocuo per valutare lo stato dei reni, che consente di rilevare cambiamenti minimi nella loro struttura, anche nei casi in cui altri metodi di indagine non possono rilevare la patologia.

Inoltre, eventuali formazioni possono essere attentamente esaminate grazie a sezioni sottili (fino a 1 mm) su vari piani, nonché alle possibilità di imaging tridimensionale. In questo caso, il medico può valutare la concentrazione e la funzione escretoria, lo stato delle vie urinarie e del flusso sanguigno, nonché i tessuti vicini che circondano i reni. Buoni anche i tipi di pietre nelle immagini.

Mosca, metro st. 1905 Goda, 7, edificio 1

sette giorni su sette, 24 ore su 24

Potente tomografo Philips da 1,5 Tesla

al momento della registrazione indicare il numero dell'auto

Rene MRI con contrasto

Per eseguire una tomografia dei reni e delle vie urinarie, in alcuni casi, sono necessarie informazioni aggiuntive, che consentono di diagnosticare in modo molto accurato le formazioni volumetriche dei reni, i loro confini, l'afflusso di sangue e molte altre informazioni importanti necessarie per decidere la questione del trattamento chirurgico, nonché per i processi tumorali. In questo caso, il medico può prescrivere una risonanza magnetica dei reni con contrasto.

Indicazioni per la ricerca

Risonanza magnetica dei reni e delle vie urinarie

  • dolore nella regione lombare di origine sconosciuta e mancanza di una diagnosi accurata dopo tomografia computerizzata ed ecografia;
  • tumori, malattie renali benigne e maligne, metastatiche;
  • ridotta funzione escretoria renale, funzionale e ostruttiva;
  • controindicazioni per la diagnostica a raggi X;
  • controllo sull'efficacia del trattamento delle vie urinarie e dei reni;
  • malattie renali distrofiche e infiammatorie metaboliche, nonché urolitiasi;
  • massa renale non neoplastica;
  • anomalie nello sviluppo dei reni e dei loro vasi.

Le controindicazioni per la risonanza magnetica dei reni coincidono con le controindicazioni generali per questa procedura. Di solito, urologi e nefrologi ordinano una risonanza magnetica dei reni con contrasto (contrasto).

MRI nella valutazione delle vie urinarie

Il compito principale della risonanza magnetica dei reni oggi è differenziare i tumori maligni e benigni in pazienti che non possono essere sottoposti a TC con un mezzo di contrasto contenente iodio o pazienti con risultati discutibili di una scansione TC dei reni. La RM e la TC con mezzo di contrasto hanno un'accuratezza comparabile nel rilevamento e nella caratterizzazione delle masse renali. La tomografia magnetica ha il netto vantaggio di rilevare strutture con poco grasso o grasso intracellulare, come angiomiolipomi e adenomi. Le prove scientifiche supportano anche la maggiore accuratezza della risonanza magnetica del rene con contrasto nella valutazione di cisti complesse, nonché l'individuazione di linfoadenopatia precoce.

Negli ultimi anni sono stati compiuti progressi significativi nella valutazione della funzionalità renale sulla base dei risultati della risonanza magnetica. La malattia renale è spesso associata a funzionalità renale compromessa. La misurazione di questa funzione può servire come indicatore della gravità della patologia e determinare le corrette tattiche di trattamento. La misurazione della perfusione renale mediante la risonanza magnetica può essere un modo efficace per valutare il significato della stenosi dell'arteria renale e della nefropatia ischemica, nonché prevedere il successo del trapianto. Inoltre, speciali tecniche di risonanza magnetica dei reni e delle vie urinarie possono valutare la velocità di filtrazione glomerulare.

Prezzo della risonanza magnetica dei reni e delle vie urinarie

Cari pazienti, il 13 e il 14 giugno c'è uno sconto del 20% sulla risonanza magnetica!

Rene MRI con contrasto

Tomografia magnetica dei reni

La risonanza magnetica dei reni con contrasto è un metodo che consente di ottenere immagini dettagliate non solo dei principali filtri del corpo umano, ma anche degli ureteri, delle ghiandole surrenali, dei processi patologici nello spazio retroperitoneale. L'introduzione di una preparazione paramagnetica a base di chelati di gadolinio migliora la visualizzazione e aumenta il contenuto informativo dei tomogrammi, che è particolarmente importante nella diagnosi dei tumori in una fase iniziale di sviluppo. Lo studio non prevede l'utilizzo di raggi ionizzanti e quindi può essere effettuato senza alcuna conseguenza per la maggior parte delle persone che non soffrono di malattie renali con insufficienza scompensata e non hanno un metallo nell'organismo. Per completare il quadro, viene spesso esaminato l'intero tratto urinario, ad es. compresa la vescica e l'uretra (uretra).

  • Rene MRI con contrasto: cosa mostra?
  • Indicazioni e controindicazioni per la risonanza magnetica dei vasi renali con contrasto
    • Controindicazioni alla risonanza magnetica renale con mezzo di contrasto
  • Preparazione per rene MRI con contrasto
  • Come viene eseguita la risonanza magnetica dei reni e delle vie urinarie con mezzo di contrasto??
    • Prezzi per la risonanza magnetica degli organi interni

Rene MRI con contrasto: cosa mostra?

La risonanza magnetica dei reni con contrasto mostra una serie di processi patologici nel tratto urogenitale:

MRI del rene nelle viste coronarica (a) e assiale (b): la freccia indica una cisti renale con una parete sottile e un setto

  • Cisti. Le cavità con contorni chiari e uniformi pieni di liquido sono indicate come un tipo benigno di neoplasia, ma sotto l'influenza di fattori mutageni (intossicazione cronica da alcol e nicotina, radiazioni, contatto con coloranti), possono avere una tendenza alla malignità. La risonanza magnetica dei reni mostra le caratteristiche della formazione: dimensioni, numero di camere, deposizione di calcio, chiarezza del contorno. Una semplice cisti del rene non necessita di tattiche chirurgiche attive (ad eccezione di un diametro superiore a 6 cm, quando sussiste il pericolo di rottura spontanea); in caso di forma complicata viene eseguita un'operazione con successivo esame morfologico, che consente di verificare definitivamente la diagnosi. Ma i tomogrammi mostrano una malattia policistica (molte cavità con liquido in entrambi i reni), che è una condizione congenita.

A: ascesso nel polo superiore del rene sinistro, B: le frecce bianche indicano la zona ischemica nell'infarto renale

  • Processo infiammatorio. Con la risonanza magnetica a contrasto, il processo infiammatorio si manifesta con l'espansione del sistema pelvico renale, la disorganizzazione della corteccia e del midollo, edema, isole con un ridotto accumulo di sostanza paramagnetica. Il metodo iniziale di diagnosi strumentale della pielonefrite è l'ecografia. La risonanza magnetica per immagini viene eseguita per escludere un fattore di supporto per l'infiammazione, per valutare la funzionalità renale e se si sospetta un tumore con manifestazioni cliniche appropriate. La risonanza magnetica mostra un ascesso renale, che è una condizione urgente.
  • Nefrolitiasi. La formazione di calcoli si trova più spesso alla risonanza magnetica dei reni con contrasto. Prima dell'operazione, la preferenza è data alla tomografia computerizzata, che mostra la densità del calcolo, che è importante per la scelta dell'intervento: litotripsia (schiacciamento) o rimozione aperta.

MRI: le frecce bianche mostrano i reni che sono fusi ai poli durante l'embriogenesi (rene a ferro di cavallo)

  • Malformazioni congenite del sistema urinario. Ci sono molti difetti congeniti del tratto urologico: duplicazione del rene / ureteri, assenza di un organo, fusione, vasi accessori, restringimento del segmento pelvico-ureterico, ecc. Tutte queste patologie possono essere viste alla risonanza magnetica dei reni con contrasto.
  • Neoplasie maligne. Con la disponibilità della diagnostica ecografica sotto forma di studi di screening (di massa), è aumentata la rilevazione del cancro del rene in una fase precoce (prima dell'inizio delle manifestazioni cliniche). La risonanza magnetica mostra anche un piccolo tumore, il che implica un trattamento chirurgico. Esiste un collegamento diretto: prima viene rilevato il cancro del rene, maggiori sono le possibilità di un esito favorevole e la capacità di salvare il rene. Nella fase iniziale, viene eseguita una nefrectomia parziale (parziale), quindi viene eseguita una risonanza magnetica ogni anno in dinamica per non perdere una ricaduta.

L'urogramma a risonanza magnetica mostra l'obliterazione dell'uretere destro nella regione pelvica (1) e l'idroureteronefrosi (2)

  • Restringimento dell'uretere. La stenosi ureterica può essere congenita o acquisita. Il pericolo principale è una violazione dell'urodinamica (deflusso di urina), che porta a una trasformazione idronefrotica del rene con una graduale perdita di capacità funzionale. Le stenosi congenite bilaterali non diagnosticate sono particolarmente pericolose a causa dello sviluppo della fase terminale dell'insufficienza renale cronica. La fibrosi retroperitoneale - malattia di Ormond - porta a conseguenze negative quando la proliferazione del tessuto connettivo schiaccia l'uretere e i vasi che alimentano il rene.
  • Valvole e reflussi patologici. Le tasche nell'uretere ostruiscono il flusso di urina, con conseguente riflusso urinario anormale. Il ristagno di urina e la riproduzione della microflora patogena portano a infezioni persistenti del tratto urogenitale, insufficienza renale. La patologia è più comune nei bambini per i quali, come parte della diagnosi, è possibile eseguire una risonanza magnetica dei reni.

Con l'aiuto della risonanza magnetica, è possibile valutare le conseguenze post-traumatiche, diagnosticare la paranefrite (infiammazione del tessuto peronefrale). Le ghiandole surrenali sono nel campo visivo durante la risonanza magnetica dei reni con contrasto. I cambiamenti patologici in queste ghiandole possono manifestarsi come un tumore (adenoma) o iperplasia diffusa. La risonanza magnetica con mezzo di contrasto mostra anomalie vascolari, aree di ischemia / infarto renale, rughe secondarie.

Indicazioni e controindicazioni per la risonanza magnetica dei vasi renali con contrasto

I benefici della ricerca dovrebbero sempre superare i potenziali danni: leggere le indicazioni e le controindicazioni per la risonanza magnetica

I farmaci paramagnetici sono distribuiti lungo il letto vascolare agli organi, il che migliora la visualizzazione, la chiarezza delle piccole strutture. Le indicazioni per la risonanza magnetica con l'introduzione di un mezzo di contrasto sono le seguenti:

  • cambiamenti persistenti nei test delle urine che non sono suscettibili di terapia farmacologica, frequenti ricadute di infezione urogenitale;
  • dolore nella regione lombare, viso pastoso;
  • tumore palpabile nella proiezione del rene;
  • forma maligna di ipertensione;
  • disturbi disurici: crampi, dolore durante la minzione;
  • intolleranza ai mezzi di contrasto contenenti iodio;
  • il pericolo di eseguire TC;
  • diagnostica preoperatoria, monitoraggio della condizione in dinamica.

In situazioni di emergenza, ad esempio, con una lesione renale penetrante, la rottura di una cisti, è preferibile la TC, poiché la procedura richiede meno tempo. A volte la diagnosi viene eseguita in sala operatoria.

Controindicazioni alla risonanza magnetica renale con mezzo di contrasto

Poiché la scansione magnetica è classificata come metodo di ricerca non invasivo, ci sono poche controindicazioni:

  • la presenza di oggetti metallici nel corpo: impianti installati, pacemaker funzionanti, strutture ortopediche, pompe per insulina, clip vascolari. Un tatuaggio nella regione lombare contenente ferro può provocare irritazione della pelle sotto l'influenza di un campo magnetico;
  • peso corporeo superiore a 120 kg;
  • curvatura della colonna vertebrale, impedendo la posizione sdraiata;
  • arti fusi che non consentono di entrare nell'anello del tamburo.

Per i pazienti che soffrono di claustrofobia, la procedura viene eseguita dopo la somministrazione di sedativi, che immerge il soggetto nel sonno farmacologico..

Il contrasto non viene eseguito se c'è:

  • insufficienza renale cronica con una diminuzione della velocità di filtrazione glomerulare inferiore a 30 ml / min e un aumento dei livelli di creatinina;
  • una reazione allergica del tipo di angioedema, anafilassi in studi precedenti;
  • primo trimestre di gravidanza;
  • l'età del bambino è inferiore a 4 settimane. La risonanza magnetica renale per i bambini viene eseguita in cliniche urologiche specializzate.

Preparazione per rene MRI con contrasto

Per sentirsi a proprio agio, non mangiare troppo prima della procedura di risonanza magnetica, cibi leggeri in piccole quantità 40 minuti prima che la risonanza magnetica dei reni sia benefica

Non sono necessarie misure speciali, ma affinché la procedura sia più confortevole, i vestiti devono essere larghi e realizzati con tessuti naturali. Se sei venuto per una risonanza magnetica dei reni con un abito formale, puoi usare un ampio camice usa e getta. Tutto ciò che contiene metallo deve essere depositato o lasciato a casa. Carte magnetiche, orologi, forcine per capelli, gioielli portano alla comparsa di difetti sulle pellicole, il che mette in dubbio la qualità dell'esame.

Non dovresti essere affamato di un rene MRI con contrasto, questo può causare un aumento dei sintomi autonomici, che spesso sono una risposta alla somministrazione di gadolinio. Lo stomaco magro provoca nausea, sapore metallico in bocca, vampate di calore, salivazione. Per evitare ciò, fare un piccolo spuntino 40 minuti prima della diagnosi. All'altro estremo, l'eccesso di cibo - sdraiarsi sulla schiena immobile per 40 minuti a stomaco pieno non è molto comodo. Per 2-3 giorni, rinuncia ai prodotti che formano gas: cavoli, erbe aromatiche, legumi, latte, pasticcini, alcol. Porta con te un passaporto, un rinvio di un medico, una polizza assicurativa (se la visita è effettuata nell'ambito di un'assicurazione medica obbligatoria o di un'assicurazione medica volontaria), tutti gli estratti disponibili della storia medica, i risultati di precedenti ecografie, urografia, scintigrafia, ecc. Non ci sono controindicazioni all'assunzione di farmaci quotidiani.

Come viene eseguita la risonanza magnetica dei reni e delle vie urinarie con mezzo di contrasto??

Il contrasto durante la risonanza magnetica può essere iniettato automaticamente utilizzando un iniettore

Dopo aver scelto una clinica e fissato un appuntamento, è necessario presentarsi per la procedura. Assicurati di informare il tuo medico su una possibile gravidanza, allergia al contrasto, parti metalliche del corpo.

Se hai il diabete mellito, ipertensione persistente, potresti non essere a conoscenza di un'insufficienza renale concomitante, quindi è meglio donare prima il sangue per la creatinina. Ma la nefropatia indotta dal contrasto è una complicanza casisticamente rara, quindi questa misura non è obbligatoria. Il gadolinio e farmaci paramagnetici simili praticamente non causano effetti collaterali significativi, a differenza degli agenti contenenti iodio, pertanto, la risonanza magnetica è preferibile all'urografia escretoria non solo in termini di contenuto informativo, ma anche in termini di sicurezza. Il contrasto può essere bolo: la sostanza entra automaticamente nella vena con l'ausilio di un iniettore durante alcune fasi dello studio.

Per situazioni impreviste, c'è un pulsante a portata di mano per comunicare con il personale, la procedura viene monitorata da una stanza adiacente. Dopo aver completato la diagnostica, puoi condurre una vita normale, non ci sono restrizioni alla guida di un'auto, non ci sono lavori precisi. Affinché l'agente di contrasto lasci il corpo più velocemente, si consiglia di rafforzare il regime di consumo.

I risultati saranno pronti in un'ora, tutte le domande possono essere poste al radiologo. Nel 99%, dopo aver decodificato le immagini, la diagnosi è nota, ma la verifica finale è legittima solo presso il medico curante, il più delle volte dopo l'istologia. Nei casi più difficili, ricorrono alla revisione tra pari dei tomogrammi.

Rene MRI con contrasto

Studiaprezzi senza scontiprezzi scontati -15%
Risonanza magnetica per immagini del cervello5.000 rubli.4 250 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini dei seni paranasali5.000 rubli.4 250 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini della ghiandola pituitaria5.000 rubli.4 250 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini del cervello e della ghiandola pituitaria8.000 rubli.6800 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini del cervello e angiografia senza contrasto (arterie + vene) dei vasi cerebrali13500 sfregamenti.11 450 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini dei vasi cerebrali con 1 programma di indagine aggiuntivo per la materia cerebraleRUB 5.700.4800 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini del cervello e angiografia senza contrasto (arterie)8500 sfregare.7200 rubli.
Risonanza magnetica per immagini di 2 sezioni della colonna vertebraleRUB 10.000.8500 sfregare.
Risonanza magnetica per immagini del cervello e 2 parti della colonna vertebrale14.500 rubli.12300 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini di una parte della colonna vertebrale5 500 sfregamenti.4 650 sfregare.
Risonanza magnetica per immagini della colonna vertebrale sacro-coccigea5 500 sfregamenti.4 650 sfregare.
Risonanza magnetica di 3 parti della colonna vertebrale: cervicale, toracica, lombosacrale14.500 rubli.12300 sfregamenti.
Risonanza magnetica di 3 parti della colonna vertebrale: cervicale, toracica, lombosacrale e cervello18.000 rubli.15 300 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini delle articolazioni sacroiliache5 300 sfregamenti.4 500 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini degli organi addominali e retroperitoneali8500 sfregare.7200 rubli.
Risonanza magnetica per immagini degli organi pelviciRUB 5.700.4800 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini dell'articolazione della spalla6 200 rubli.5250 sfregamento.
Risonanza magnetica per immagini delle articolazioni delle 2 spalle11 400 sfregamenti.9.650 sfregare.
Risonanza magnetica per immagini dell'articolazione dell'ancaRUB 5.700.4800 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini di 2 articolazioni dell'anca10400 sfregare.8 800 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini del ginocchio5 300 sfregamenti.4 500 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini di 2 articolazioni del ginocchioRUB 9.000.7 650 sfregamenti.
Risonanza magnetica della caviglia6300 sfregamenti.5 350 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini di 2 articolazioni della caviglia11600 sfregamento.9850 sfregare.
Risonanza magnetica per immagini del gomito6300 sfregamenti.5 350 sfregamenti.
Risonanza magnetica per immagini del polso e della mano6 500 sfregamenti.5 500 sfregamenti.
Studia con un mezzo di contrasto4 500 sfregamenti.4 500 sfregamenti.
solo nel centro medico Maryino
Colangiopancreatografia a risonanza magnetica (nuova)4 500 sfregamenti.RUB 3800.
Risonanza magnetica per immagini degli organi addominali e retroperitoneali + colangiopancreatografia RM (nuova)11.000 rubli.9350 sfregamenti.

La risonanza magnetica dei reni è una procedura diagnostica ad alta precisione che consente di stabilire la diagnosi corretta, nonché di determinare la patogenesi dei cambiamenti morfologici. Questo metodo utilizza solo un campo magnetico, rendendo questa procedura indolore e sicura. Prescrivere una risonanza magnetica dei reni (con contrasto) se c'è il sospetto di varie patologie renali.

La risonanza magnetica è il metodo più informativo e fornisce un'immagine tridimensionale di alta qualità del tessuto, che consente una diagnosi accurata. Esistono controindicazioni minime per la risonanza magnetica dei reni con (o senza) contrasto e delle vie urinarie. La procedura è sicura e non richiede una preparazione speciale.

Indicazioni per l'appuntamento

La risonanza magnetica dei reni viene prescritta se è necessario stabilire una diagnosi, nonché valutare le condizioni del paziente prima di prescrivere la terapia.

Principali indicazioni per le scansioni MRI del rene:

  • dolore cronico nella regione lombare, che si irradia al bacino, alla parte bassa della schiena e ha un'eziologia indeterminata;
  • grave gonfiore del viso e degli arti;
  • risultati del test delle urine scadenti;
  • genesi inspiegabile di brividi e febbre;
  • sangue nelle urine;
  • debolezza, affaticamento e malessere accompagnati da dolore nella parte bassa della schiena;
  • minzione dolorosa o una violazione di questo processo.

Cosa ti permette di vedere la risonanza magnetica dei reni?

Grazie alle scansioni MRI, puoi esaminare molti organi cavi che si trovano nella regione lombare:

  • condizione renale: funzione escretoria, presenza di calcoli;
  • struttura morfologica dei reni - forma, dimensioni, presenza di tessuti patologicamente alterati;
  • pervietà dei vasi sanguigni, nonché pervietà del sistema urinario;
  • la presenza di infiammazione nella vescica;
  • rilevamento di tumori benigni o maligni, metastasi;
  • lesioni infettive dei reni e di altri organi

Vantaggi e rischi della risonanza magnetica

La risonanza magnetica renale presenta i seguenti vantaggi: alto contenuto di informazioni, sicurezza, capacità di rilevare un gran numero di patologie nelle prime fasi dello sviluppo. La radiografia e altri metodi di ricerca non hanno un'accuratezza diagnostica così elevata..

La risonanza magnetica dei reni non causa alcun danno al paziente e non ha quasi complicazioni. Tuttavia, ci sono alcune controindicazioni per l'esecuzione di una risonanza magnetica del rene. Questi includono:

  • violazione della funzione escretoria renale;
  • una reazione allergica al contrasto con gadolinio;
  • la presenza nel corpo del paziente di impianti metallici, pacemaker, frammenti, graffette;
  • disturbi mentali, claustrofobia;
  • gravidanza, soprattutto nel primo trimestre;
  • paziente in sovrappeso (oltre 120 kg);
  • se la risonanza magnetica dei reni con contrasto viene eseguita su una madre che allatta, non è consigliabile allattare per 48 ore dopo la scansione.

Funzionalità di ricerca

Non è necessario prepararsi specificamente prima di sottoporsi alla procedura. Il paziente può assumere cibo, liquidi e vari farmaci. L'unica eccezione è la risonanza magnetica del rene con contrasto. In questo caso, non è consigliabile utilizzare farmaci potenti..

Prima di iniziare lo studio, il paziente deve sbarazzarsi di tutti gli oggetti metallici (anelli, orologi, orecchini, ecc.). Quindi si sdraia su un divano mobile e viene fissato con cinghie. Durante questa procedura, il paziente deve rimanere immobile. Ciò si traduce in un'immagine di alta qualità..

Una risonanza magnetica dei reni dura non più di 30 minuti. Le immagini e la loro trascrizione vengono solitamente ricevute lo stesso giorno..

Risonanza magnetica dei reni con contrasto: questo studio è prescritto se si sospetta un tumore. In questo caso, viene iniettata per via endovenosa una sostanza speciale (contrasto) che, passando attraverso i vasi, si accumula negli organi e nei tessuti e li contrasta. La qualità delle immagini dipende da quanto è attivo il flusso sanguigno nell'area desiderata. L'agente di contrasto viene escreto nelle urine entro 24 ore.

Attraverso questo esame si possono vedere cisti cave e masse dense. Inoltre, le immagini valutano il fluido nella cisti e diagnosticano l'infiammazione e il sanguinamento. Questa procedura è controindicata in gravidanza..

Complicazioni del rene MRI con contrasto

La fibrosi sistemica nefrogenica è una condizione rara ma grave che colpisce la pelle e altri organi che è stata riscontrata in alcuni pazienti con malattia renale dopo l'esposizione a coloranti di contrasto contenenti gadolinio.

La RM del rene mediante contrasto (con gadolinio) viene utilizzata per migliorare i dettagli dell'immagine. Nelle persone con IRC, i reni potrebbero non essere in grado di eliminare abbastanza tossine o farmaci. Nella CRF avanzata, l'escrezione dei coloranti di contrasto contenenti gadolinio utilizzati nella risonanza magnetica è più lenta rispetto alle persone con normale funzionalità renale. Questo ritardo nell'escrezione è considerato uno dei motivi principali per cui può svilupparsi la fibrosi sistemica nefrogenica..

Risonanza magnetica dei reni

I metodi di diagnostica hardware vengono utilizzati per rilevare le malattie renali. Uno di questi è la risonanza magnetica (imaging a risonanza magnetica). Può essere eseguito con contrasto. Differisce in un alto contenuto di informazioni. La risonanza magnetica si basa sulla scansione del tessuto mediante radiazione magnetica. Viene visualizzato, a seconda della densità delle strutture.

Cos'è il rene MRI?

La risonanza magnetica dei reni consente di valutare le dimensioni, la posizione e la struttura dell'organo, per identificare malattie e patologie esistenti nelle prime fasi dello sviluppo. Durante la diagnosi, si ottiene un'immagine tridimensionale di sezioni di tessuto sottili. Il loro piano corre orizzontalmente o verticalmente. Dopo la scansione, si ottengono molte immagini, in cui è possibile vedere anche le più piccole modifiche. Non solo le neoplasie sono chiaramente visibili, ma anche il sistema vascolare.

Il metodo MRI si basa sulle proprietà magnetiche degli atomi. I tessuti del corpo variano nei livelli di idrogeno. Il tomografo è dotato di un forte campo magnetico e durante la scansione, i sensori raccolgono i segnali che vengono inviati al computer, dove, dopo l'elaborazione dei dati, i risultati vengono visualizzati sotto forma di un'immagine grafica.

Viene proiettato su un film speciale. A causa della chiarezza delle immagini, è possibile rilevare i minimi cambiamenti nei reni, che spesso passano inosservati con altri metodi diagnostici. La risonanza magnetica ha diverse varietà: MSCT, con contrasto.

Il primo tipo di diagnostica è la tomografia multispirale. Questa è l'ultima tecnica innovativa. È molto più informativo, eseguito più velocemente e ti consente di vedere l'organo in un'immagine tridimensionale. Inoltre, la radiazione magnetica che colpisce i tessuti umani viene ridotta del 30 percento.

MRI con contrasto

Il secondo tipo di risonanza magnetica dei reni è con contrasto. Durante l'esame vengono utilizzati prodotti a base di sali di gadolinio (altrimenti, argento metallico). Si dissolvono bene, hanno una bassa tossicità e, accumulandosi nei tessuti, potenziano i segnali emessi.

Per l'imaging RM vengono utilizzati principalmente i farmaci Magnevist, Omniscan, Premovist, ecc. La risonanza magnetica dei reni con contrasto viene eseguita principalmente nei casi di sospetti tumori cancerosi, metastasi. Inoltre, questo metodo è necessario per valutare il sistema vascolare, controllare i canali arteriosi renali.

Cosa può rivelare il sondaggio?

La procedura di risonanza magnetica renale consente di determinare varie malattie del sistema urinario, per trovare le ragioni del loro aspetto. Molte patologie vengono rilevate nelle prime fasi. Inoltre, la tomografia aiuta a identificare:

  • neoplasie (corticoestromi, feocromociti, natura cistica, oncologica, ecc.);
  • deformità post-traumatiche nei reni, ureteri e altri organi che si trovano nelle vicinanze;
  • tubercolosi;
  • idronefrosi;
  • scarso afflusso di sangue ai reni;
  • struttura impropria dei reni, degli ureteri e di altri organi del sistema escretore;
  • infiammazione derivante dall'infezione del sistema escretore;
  • formazioni cistiche, il loro contenuto;
  • necrosi renale;
  • sviluppo errato (anormale);
  • stato dei vasi sanguigni, arterie;
  • prolasso dei reni;
  • danno parassitario.

La TC è consigliata per diagnosticare l'urolitiasi. La risonanza magnetica aiuta a determinare i parametri degli strati (corticale e cerebrale), la struttura dei tessuti, il livello di danno e la funzione renale. Il contrasto aiuta a determinare le dimensioni esatte e i confini dei tumori, delle aree colpite.

Vantaggi e svantaggi del metodo

I vantaggi della risonanza magnetica includono la capacità di ottenere immagini ampie e accurate di un organo e delle sue sezioni. Utilizzando il metodo, vengono valutati lo stato dei tessuti, la posizione delle lesioni, le neoplasie. Non c'è esposizione ai raggi X durante la scansione. Il paziente non avverte alcun disagio. L'esame può essere effettuato anche per i bambini, se ce n'è un'urgente necessità..

Anche la risonanza magnetica dei reni e delle vie urinarie presenta diversi svantaggi. Questa è la durata del sondaggio: fino a mezz'ora o più. Non muoverti durante la scansione, altrimenti la chiarezza delle immagini sarà ridotta. La risonanza magnetica non viene eseguita per le persone con pacemaker, impianti metallici.

Indicazioni e controindicazioni per la risonanza magnetica

La risonanza magnetica viene eseguita per valutare l'entità del danno renale prima dell'intervento chirurgico o per selezionare un regime di trattamento efficace. Inoltre, le indicazioni per un esame renale sono molte malattie o alcuni sintomi:

  • gonfiore delle gambe e delle braccia;
  • l'aspetto del sangue nelle urine;
  • malattie endocrine;
  • minzione difficile;
  • affaticabilità veloce;
  • ipertensione;
  • scarsi test delle urine;
  • mal di schiena con aumento simultaneo di temperatura, vertigini e brividi;
  • colica renale;
  • dolore e bruciore durante la minzione;
  • incapacità di inviare il paziente a un metodo di ricerca alternativo o controindicazioni a loro.

Le controindicazioni includono la gravidanza, la presenza di impianti metallici, un pacemaker. L'esame non viene effettuato per le persone con convulsioni e claustrofobia.

Se viene utilizzato il metodo di contrasto, il paziente deve essere pre-controllato per allergie a soluzioni o farmaci. La risonanza magnetica ha anche dei limiti tecnici, quindi non è fatta per le persone con un alto grado di obesità - 120-150 kg e oltre. Durante l'allattamento, la scansione è consentita solo se il bambino viene trasferito alla nutrizione artificiale per un paio di giorni.

Preparazione e conduzione della tomografia MRI

Non è richiesta alcuna preparazione speciale per una risonanza magnetica dei reni. Prima dell'esame, il paziente deve rimuovere il piercing, tutti gli oggetti metallici e l'apparecchio acustico. Se la scansione viene eseguita con il contrasto, la soluzione viene iniettata prima della scansione, a volte con un contagocce. Il dosaggio viene calcolato individualmente.

I bambini piccoli o le persone molto sensibili ricevono sedazione o anestesia a breve termine prima della procedura. Questo è necessario per limitare qualsiasi movimento..

Procedura

Il paziente si spoglia, indossa un ampio accappatoio e si sdraia sul divano del tomografo nella posizione specificata. La piattaforma viene quindi spostata lungo lo scanner in modo che l'area dei reni sia completamente aperta per l'esame. Quindi la macchina inizia a scattare foto a strati.

In questo caso, il lettino con il paziente entra completamente nel tunnel. Pertanto, se è presente claustrofobia, la risonanza magnetica non viene eseguita o il paziente viene sedato in anticipo. Durante la procedura, non puoi muoverti, la respirazione dovrebbe essere uniforme. Durante il funzionamento del tomografo si possono sentire crepe o piccoli rumori. Se agiscono sui nervi del paziente, durante la preparazione possono essere indossate cuffie speciali..

In caso di disagio, informare il medico. Puoi contattarlo tramite il microfono integrato nella fotocamera. Dopo aver completato la procedura, si consiglia di bere molti liquidi - per la rimozione più rapida del contrasto. Questo processo si svolge durante il giorno. Il contrasto viene escreto nelle urine.

Decodificare i risultati

L'interpretazione dei risultati viene eseguita immediatamente, di solito entro due ore. Normalmente, i reni hanno parametri (in cm):

  • lunghezza - 10-12;
  • spessore dell'organo - fino a 5;
  • la larghezza di ciascun rene - fino a 6;
  • spessore del parenchima - 1,5-2,5.

I reni dovrebbero occupare una posizione anatomicamente corretta, quello sinistro è leggermente più alto di quello destro, avere contorni uniformi. Il parenchima si assottiglia con l'età, questo valore non può superare 1,1 cm Il sistema calice-pelvico si presenta più pallido, presenta cavità (nelle foto sono nere), da cui non emanano segnali. I reni dovrebbero essere circondati da una capsula di grasso e da una fascia.

L'aspetto di alcuni processi patologici nelle immagini è descritto nella tabella seguente.

MalattieDescrizione
TumoriSono visibili cambiamenti nella composizione cellulare del parenchima renale. La struttura del tumore è eterogenea. Differisce dal tessuto renale. Se le metastasi sono visibili, sembrano neoplasie maligne sulle immagini. La risonanza magnetica del rene con contrasto consente di vedere i confini chiari dei tumori e la loro dimensione esatta.
Formazioni cisticheSembrano lesioni a bassa densità e forme arrotondate. La malattia policistica è vista come molteplici formazioni irregolari e deformate. La divisione del parenchima è compromessa.
FibrosiIl primo segno è un rene avvizzito. La strutturalità è compromessa, il parenchima inizia a essere sostituito da tessuto connettivo con una densità maggiore.
Attacco di cuoreSi forma un'area di necrosi a forma di cuneo. La sua base è diretta verso il sistema calice-bacino. C'è gonfiore, l'area interessata è oscurata. Il contrasto non è distribuito nell'area dell'infarto.
PielonefriteSono visibili focolai patologici ad alta intensità. Sono scarsamente pieni di contrasto. Nell'infiammazione cronica, c'è atrofia del parenchima, deformazione cicatriziale della regione pielocaliceale.
NefroptosiC'è un distinto prolasso del rene.
Anomalie dello sviluppoLe immagini mostrano chiaramente la struttura irregolare dei reni, le dimensioni e la loro forma modificata.

In caso di urolitiasi, la risonanza magnetica non è prescritta, poiché i calcoli non sono praticamente visualizzati. Di conseguenza, lo studio perde la sua rilevanza..

La risonanza magnetica dei reni è superiore nel contenuto informativo rispetto alla TC. Se confrontiamo l'esame con l'ecografia, le ghiandole surrenali non possono essere viste durante l'ecografia, ma la risonanza magnetica le mostra chiaramente. La risonanza magnetica è l'esame renale più sicuro e informativo.