Schiacciare i calcoli renali con un laser: recensioni e risultati

La nefrolitiasi deve essere eliminata: soprattutto se non si tratta più di sabbia, ma è necessario rimuovere un tartaro completo. Una tecnica moderna, minimamente invasiva e ad alta tecnologia per la rimozione del tartaro dai reni è la litotripsia laser. Implica l'utilizzo del tratto urinario naturale per eliminare i calcoli del paziente. Con l'uso della tecnologia endoscopica e dell'installazione laser, è più facile ottenere un effetto terapeutico. Il metodo è utilizzato in tutte le fasce d'età, nonché per eliminare la nefrolitiasi nelle donne in gravidanza.

La particolarità è che non viene utilizzato un litotritore pneumatico traumatico. L'intervento viene effettuato transuretrale o endoscopico-intraluminale. Questo è uno dei chiari vantaggi della tecnica: l'integrità anatomica del sistema urinario non viene violata. Non è necessario danneggiare il parenchima renale. Oggi, la frantumazione laser della pietra è uno dei metodi più sicuri di rimozione attiva del tartaro.

Indipendentemente dalla forza della pietra, la litotripsia con un raggio ad alta energia distrugge la sua struttura fino a quando non viene completamente rimossa, poiché la potenza dell'attrezzatura utilizzata supera i 60-80 W.

Indicazioni e controindicazioni

L'indicazione principale per l'operazione è la presenza di calcoli relativamente piccoli all'interno dei reni: la loro dimensione è fino a 1,5 cm La minima invasività di questa tecnologia consente di frammentare prima la pietra all'interno del rene, quindi rimuovere le particelle più piccole all'esterno.

Le pietre più difficili da schiacciare sono le pietre di una configurazione di cistina, poiché sono considerate le più dense. Possono essere rilevati solo mediante tomografia computerizzata e osservando i cambiamenti nelle urine. I concrementi non possono essere frantumati a distanza, quindi devono essere rimossi con un raggio laser e strumenti unici che consentono di raggiungere la pietra senza tagli, forature, schiacciarla e quindi estrarla.

pietre di cistina

Ci sono alcune controindicazioni alla procedura:
• Prostatite acuta.
• Infiammazione purulenta dei reni.
• Stato epilettico.
• Gravi disturbi mentali (schizofrenia, psicosi).
• Progressione dei processi infiammatori acuti nel corpo.
• La condizione generale grave della paziente (spesso dovuta a uno stato di HIV positivo, stadio terminale del processo oncologico, presenza di tubercolosi aperta, gravidanza nel terzo trimestre o periodo postpartum precoce).

Inoltre, l'intervento chirurgico non viene eseguito durante le mestruazioni e se il paziente ha un'infezione virale respiratoria acuta. Una limitazione importante per eseguire la frantumazione delle pietre è la presenza in una persona di problemi di coagulabilità del sangue e disturbi del cuore. Se vengono stabilite aritmia, insufficienza valvolare, cardiomiopatia, lo schiacciamento laser non può essere eseguito per un solo motivo: la possibilità di anestesia è esclusa. La litotripsia laser non viene eseguita senza l'anestesia preliminare del paziente.

Preparazione per la procedura

Il paziente è accuratamente preparato per l'intervento medico: lo stato di salute deve essere così forte da resistere non solo allo schiacciamento del tartaro, ma anche all'anestesia.

1. Le misure preparatorie diagnostiche comprendono l'esame radiografico utilizzando un mezzo di contrasto (Triombrast o Trazograf). È possibile ottenere informazioni sulle caratteristiche della composizione e della forma delle pietre grazie a un'immagine a raggi X, che mostrerà la loro struttura cristallina..

2. Tra le procedure preparatorie obbligatorie - esame di laboratorio: è necessario donare il sangue da una vena e un dito, così come l'urina.

3. La sera, alla vigilia dell'operazione, al paziente viene somministrato un clistere purificante: dopo di esso, non puoi mangiare cibo, ma puoi bere acqua. Al mattino, nel giorno della frantumazione, non puoi più mangiare o bere. Il re-clistere non viene messo.

4. La sera, preparando il paziente alla litotripsia, l'infermiera esegue la depilazione dalla regione pubica.
Quando si esegue il controllo sulla macchina a raggi X, la flatulenza interferisce con la visualizzazione del rene situato dietro il peritoneo. Puoi ridurre il gonfiore usando farmaci come Espumisan o bevendo l'infuso di camomilla..

Avanzamento della procedura

Il sito urologico multifunzionale per la frantumazione laser della pietra include un litotritore fisso con sistemi integrati di localizzazione a raggi X e ultrasuoni.

Durante la litotripsia da contatto, l'immagine viene trasmessa al monitor utilizzando una telecamera HD ed è più chiara e comprensibile per il chirurgo.

Il medico deve portare un endoscopio sottile al tartaro: ha un aspetto tubolare. Lo strumento ispeziona prima il lume. Quindi viene fatto passare attraverso l'uretra, superando la vescica e l'uretere, quindi il raggio laser viene acceso, avendo precedentemente regolato la potenza richiesta dell'azione sul dispositivo. Se il parametro è selezionato in modo ottimale, il tessuto sano del paziente non sarà influenzato e solo il calcolo sarà influenzato..

La distruzione del parenchima è esclusa. Come risultato della procedura, verrà schiacciato fino alla consistenza più piccola e, dopo essersi trasformato in polvere, verrà lavato via dal corpo con l'urina. La sabbia rimanente viene lavata con un liquido di irrigazione, che viene utilizzato come soluzione salina.

Tutte le fasi dell'intervento sono indicate e chiaramente predeterminate: durante l'operazione non devi decidere cosa fare - la tecnologia è sempre la stessa.

Dopo la procedura

L'efficacia della procedura è dell'83%. Ciò suggerisce che la sabbia potrebbe rimanere a causa della pietra distrutta. Il paziente ha bisogno di aiutare il rene dopo aver frantumato le pietre: bere una maggiore quantità di acqua al giorno. Il volume ottimale è di circa 2-3 litri, a seconda del peso e dell'età. È l'acqua che bevi che aiuta a rimuovere le particelle dettagliate dal corpo nel periodo postoperatorio. Il suo ingresso nel sistema genito-urinario è più veloce del succo o del latte: il loro stomaco prende cibo e impiega tempo per digerirli.

Recensioni e risultati

Igor, 28 anni, Ivanovo:

“Non avrei mai pensato che a questa età avrei affrontato il problema dei calcoli renali. All'inizio non ci credevo nemmeno, ma il medico ha mostrato la dimensione delle pietre e la loro posizione sulla radiografia. Si è scoperto che all'età di 28 anni è riuscito a raccogliere fino a tre pezzi! Mi hanno offerto lo schiacciamento laser. Ho accettato, perché avevo sentito parlare di colica renale e non ho aspettato che il dolore fosse superato. La procedura è stata eseguita per più di un'ora, all'inizio sono stati sottoposti ad anestesia spinale - non ho sentito nulla dal corpo alle gambe, ma ho osservato l'intero processo di schiacciamento. È stato in ospedale per 5 giorni. Quando ho urinato in un contenitore dopo l'operazione, non ho nemmeno visto una miscela di sabbia: il medico ha detto che la pietra è stata distrutta e la sabbia è stata lavata. Sono molto contento che la mia salute sia stata preservata "

Ekaterina, 55 anni, Krasnodar:

“Lo schiacciamento laser è stato suggerito quando l'ambulanza mi ha portato in ospedale con un attacco epilettico - il mio rene sinistro mi faceva male in modo insopportabile. È stata eseguita un'ecografia con urgenza, si è scoperto che la pietra era troppo grande e non c'era possibilità che uscisse da sola. Ho accettato lo schiacciamento laser e non me ne sono mai pentito: la cosa principale è che sono riuscito a salvare il rene. Ho sentito che con pietre di grandi dimensioni, il rene può anche essere rimosso. Lo schiacciamento laser mi ha salvato dalla disabilità - posso tranquillamente dirlo! "

Metodi alternativi

Tra i metodi popolari, si presta attenzione all'uso di una soluzione di soda (un cucchiaino in un bicchiere d'acqua), acqua di sorgente e succo di limone al mattino. Per quanto riguarda l'uso di erbe e tinture, è necessario consultare un medico: è possibile che non ci sia solo calcolo nel rene, ma anche idropisia (idronefrosi). In questo caso, l'uso di alcune piante medicinali è severamente vietato. In alternativa - compresse Kamnelom insieme ad analgesici (per sopprimere il dolore quando i frammenti di pietra se ne vanno) e Uronefron.
Un'opzione alternativa per eliminare le complicazioni simili alla pietra è l'esposizione agli ultrasuoni. Anche questo tipo di litotripsia ha le sue controindicazioni e l'essenza del metodo consiste nella distruzione del tartaro da impulsi di un'onda d'urto di breve durata.
Dovrebbe anche essere chiaro che la litotripsia rimuove i calcoli che già esistono nel rene, ma non ne impedisce il ripetersi. Per evitare la comparsa di tali neoplasie indesiderate, è necessario seguire le raccomandazioni dello specialista curante in tutti i dettagli, aderire alla dieta corretta e uno stile di vita sano.

Litotripsia e recensioni a riguardo

Attualmente, i metodi di intervento chirurgico non chirurgico sono sempre più utilizzati per trattare pazienti con urolitiasi o calcoli biliari. Ciò salva i pazienti da operazioni traumatiche, accelera la loro riabilitazione e aiuta anche a evitare una serie di gravi complicazioni postoperatorie..

I primi tentativi di trattamento con un'onda d'urto (litotrissia della pietra) sono iniziati già nel 1976 in Germania e dal 1992 i primi litotritori sono apparsi nelle cliniche russe. Attualmente, la tecnica di intervento è migliorata in molti modi, sono apparse apparecchiature moderne che offrono ai medici l'opportunità di eseguire la procedura in modo indolore, affidabile, rapido e, soprattutto, sicuro..

Esistono diversi tipi di intervento non chirurgico per i calcoli, ognuno dei quali ha i suoi vantaggi e svantaggi, e solo uno specialista determina il trattamento richiesto in un caso particolare.

C'è litotripsia da contatto (litotripsia laser), extracorporea (extracorporea) ad onde d'urto (SWL) e percutanea (percutanea). Di seguito esamineremo ciascun metodo di trattamento, i suoi principali vantaggi e svantaggi..

Litotrissia extracorporea ad onde d'urto

L'essenza del metodo è usare un'onda d'urto dall'esterno, a causa della quale la pietra viene frantumata. Allo stesso tempo, la pelle e tutte le strutture anatomiche del corpo umano rimangono intatte. Il calcolo di grandi dimensioni si scompone in piccoli frammenti, che vengono gradualmente escreti con il flusso di urina o bile dal corpo del paziente.

Con l'aiuto della litotripsia, i calcoli formati nel tratto urinario (calice, ureteri o vescica) o nelle vie biliari (nella cistifellea e nelle vie biliari) vengono rimossi con successo.

I vantaggi di questo tipo di intervento chirurgico sono:

  • alta efficienza;
  • non invasività e basso livello di effetti traumatici sugli organi adiacenti;
  • la velocità della procedura;
  • brevi periodi di riabilitazione e recupero postoperatorio.

Indicazioni per la procedura:

  • la presenza di un calcolo renale (la cui dimensione non supera 2,5-3 cm);
  • l'assenza di disturbi urodinamici, vale a dire problemi con il deflusso di urina sotto il sito di localizzazione del calcolo;
  • la capacità di visualizzare e mettere a fuoco con precisione la pietra mediante ultrasuoni o raggi X (dipende dall'attrezzatura strumentale dell'istituto medico).

La litotripsia dei reni con pietre grandi, la cui dimensione supera i 3 cm, comprese quelle di corallo, ha le sue caratteristiche:

  • per la distruzione della pietra, è necessario un numero maggiore di impulsi, che porta la minaccia di più frammenti con direzioni diverse e sono possibili danni agli organi vicini; spesso c'è un blocco del lume dell'uretere con piccoli frammenti di tartaro frantumato, che successivamente richiede un intervento endoscopico aggiuntivo o un intervento chirurgico a cielo aperto;
  • c'è una probabilità di complicazioni di natura settica, che è associata al rilascio di un gran numero di agenti batterici che si riproducono attivamente in una grossa pietra.

Puoi leggere di più sulla litotripsia extracorporea in questo articolo..

Contatta litotripsia

Questo è un metodo che consente di avere un effetto distruttivo sul calcolo con l'approccio più vicino possibile del litotritore alla pietra formata. Affinché il medico si avvicini all'area richiesta, introduce prima l'endoscopio (attraverso l'uretra, la vescica e il lume ureterale), quindi dirige il dispositivo necessario lungo di esso.

Per questa manipolazione vengono utilizzati diversi tipi di dispositivi, ognuno dei quali ha dimostrato la sua efficacia e sicurezza (laser, pneumatica, litotrissia ultrasonica e altri).

I vantaggi di questo tipo di intervento chirurgico:

  • visualizzazione diretta del calcolo sullo schermo del monitor, che consente al medico di valutarne la forma, le dimensioni, la posizione esatta, la configurazione e altre caratteristiche;
  • esiste la possibilità di distruzione di calcoli anche di grandi dimensioni, mentre il rischio di blocco dell'uretere è minimo, poiché i frammenti vengono rimossi attraverso il lume dell'endoscopio inserito;
  • il rischio di impatto traumatico di un'onda d'urto sugli organi circostanti e sui tessuti molli è minimo.

Tra gli svantaggi del metodo, vale la pena notare:

  • periodo di riabilitazione più lungo (rispetto alla litotripsia esterna);
  • possibilmente un effetto traumatico di un endoscopio sulle vie urinarie (con il successivo sviluppo di processi infiammatori in essi).

Ulteriori informazioni sulla litotripsia da contatto possono essere trovate in questo articolo..

Litotripsia percutanea (percutanea)

Il metodo non è assolutamente non invasivo, poiché per l'operazione il medico deve effettuare una puntura nella regione lombare (dal lato della localizzazione del calcolo), attraverso la quale vengono poi inseriti un endoscopio e un dispositivo che distrugge il calcolo (litotritore).

La posizione del litotritore nelle immediate vicinanze del calcolo consente di distruggere la formazione di una dimensione abbastanza grande e di una forma molto diversa. Successivamente, nel paziente viene installata una nefrostomia, grazie alla quale viene eseguito un vero e proprio deflusso di urina dal rene sul lato interessato (di regola, il drenaggio viene rimosso dopo 1-2 giorni).

  • alta efficienza dell'intervento, che esclude quasi completamente la possibilità di una sua ripetuta attuazione;
  • la litotripsia percutanea consente di frantumare calcoli renali di grandi dimensioni e delle forme più diverse (mentre non è necessaria la chirurgia aperta e traumatica).

Tra gli svantaggi del metodo ci sono i seguenti:

  • il trauma della procedura (è necessario distruggere l'integrità della pelle e altre strutture anatomiche del corpo umano);
  • questo tipo di intervento chirurgico viene eseguito in anestesia generale (può svilupparsi una depressione post-anestetica);
  • dopo la litotripsia percutanea, il paziente ha bisogno di tempo per la riabilitazione e il recupero (periodi, che di solito non superano diversi giorni);
  • vi è il rischio di danni a grandi vasi e plessi nervosi durante la dissezione dei tessuti e l'introduzione di un dispositivo endoscopico.

Controindicazioni per l'esecuzione della procedura

Nonostante i numerosi vantaggi dei metodi di endochirurgia rispetto alla chirurgia a cielo aperto, ci sono alcune controindicazioni che limitano la conduzione della litotripsia nei pazienti. Tutte queste controindicazioni possono essere suddivise in diversi gruppi..

Natura tecnica

  • i dati fisici del paziente (altezza superiore a 200 cm o inferiore a 100 cm, nonché peso del paziente superiore a 130 kg);
  • gravi deformità del sistema muscolo-scheletrico, che non consentono al paziente di essere posizionato normalmente sul tavolo operatorio e rendono anche difficile fissare il calcolo nel campo visivo di una radiografia o ecografia;
  • il paziente ha calcoli negativi ai raggi X e l'assenza di apparecchiature ad ultrasuoni nel reparto in cui viene eseguito l'intervento.

Generale

Il gruppo comprende:

  • la presenza di patologia nel sistema di coagulazione del sangue;
  • periodo di gravidanza;
  • la presenza di gravi disturbi mentali;
  • malattie del cuore e dei polmoni nella fase di scompenso.

Carattere urologico

Il gruppo comprende:

  • deformità pronunciate del lume dell'uretere (stenosi o cicatrici) situate sotto il sito di localizzazione della pietra;
  • processi infiammatori nelle vie biliari, nelle vie urinarie o nei tessuti della prostata nel periodo acuto (pielonefrite acuta, cistite acuta, prostatite acuta, colecistite acuta, colangite acuta e altri);
  • una diminuzione del livello di filtrazione glomerulare al di sotto dei valori normali (oltre il 50%);
  • il paziente ha un unico rene con ridotta funzione escretoria.

Possibili complicazioni ed effetti indesiderati della procedura

Qualsiasi intervento chirurgico è sempre associato a un certo rischio e la litotripsia non fa eccezione. Tra gli effetti indesiderati più comuni della procedura, vale la pena evidenziare i seguenti:

  1. Complicazioni che si verificano durante la litotripsia: disturbi del ritmo cardiaco, cambiamenti nei numeri della pressione sanguigna (aumento o diminuzione), aumento dell'eccitazione da parte del paziente.
  2. Complicazioni che si verificano nel primo periodo dopo l'intervento chirurgico: comparsa di sangue nelle urine (ematuria), colica renale (il suo aspetto è causato dal blocco del lume dell'uretere da parte di frammenti di una pietra), emorragia sotto la capsula renale o intorno ad essa (ematoma perirenale o sottocapsulare), esacerbazione dei processi cronici nei reni ( pielonefrite), vescica (cistite) o uretra (uretrite), sanguinamento da diverse parti del tratto gastrointestinale.
  3. Complicazioni che si verificano nel tardo periodo dopo l'intervento chirurgico: restringimento cicatriziale dell'uretere, ipertensione arteriosa.

Conclusione

Grazie all'introduzione di metodi moderni di chirurgia non invasiva o minimamente invasiva, è diventato possibile trattare in modo sicuro e soprattutto i pazienti affetti da disturbi come l'urolitiasi e la colelitiasi..

Sempre più si è iniziato a ricorrere ad operazioni combinate, durante le quali il paziente si sottopone a diverse tipologie di intervento chirurgico, che permette di asportare anche calcoli di corallo e di grandi dimensioni.

Chi ha schiacciato i calcoli renali?

  • 26 febbraio 2014
  • Risposte

La nostra scelta

A caccia dell'ovulazione: follicolometria

Consigliato

I primi segni di gravidanza. Sondaggi.

Sofya Sokolova ha pubblicato un articolo su Sintomi della gravidanza, 13 settembre 2019

Consigliato

Wobenzym aumenta la probabilità di concepimento

Consigliato

Massaggio ginecologico: l'effetto è fantastico?

Irina Shirokova ha pubblicato un articolo su Gynecology, 19 settembre 2019

Consigliato

AMG - ormone anti-mulleriano

Sofya Sokolova ha pubblicato un articolo su Analyzes and Surveys, 22 settembre 2019

Consigliato

Argomenti popolari

Autore: * Jellyfish *
Creato 4 ore fa

Autore: Baba
Creato 13 ore fa

Autore: Yaroslavka2015
Creato 16 ore fa

Autore: Alena_1985
Creato 15 ore fa

Autore: Mamalla
Creato 11 ore fa

Autore: Sage
Creato 7 ore fa

Autore: // Ira //
Creato 19 ore fa

Autore: abyrvalg
Creato 4 ore fa

Autore: Tonya777
Creato 12 ore fa

Autore: Margarishka
Creato 1 ora fa

Informazioni sul sito

Link veloci

  • Informazioni sul sito
  • I nostri autori
  • Aiuto del sito
  • Pubblicità

Sezioni popolari

  • Forum di pianificazione della gravidanza
  • Grafici della temperatura basale
  • Biblioteca sulla salute riproduttiva
  • Recensioni di cliniche sui medici
  • Comunicazione nei club per PDR

I materiali pubblicati sul nostro sito sono a scopo informativo e sono destinati a scopi educativi. Si prega di non usarli come consiglio medico. La determinazione della diagnosi e la scelta di un metodo di trattamento rimane una prerogativa esclusiva del medico curante!

Un calcolo renale sfortunato che distrugge la vita

Vorrei condividere la mia storia di un calcolo renale. Forse qualcuno consiglierà qualcosa di sensato.

Ci siamo spostati da un appartamento all'altro, (21 aprile 2019) abbiamo pattinato con le nostre cose tutto il giorno, siamo andati a letto. Verso le 4 del mattino mi sono svegliato con dolore al fianco destro. Pensavo come una donna, forse sono stata recentemente dal dottore e c'erano dei problemi. Beh, penso, scriba, l'ovaia è scoppiata. Il dolore sta diventando più forte, la foresta secca è selvaggia e nausea, e come se uno spasmo alla schiena, non un dolore, ma uno spasmo, non piegarti - non piegarti. Ho trovato il passaporto e la polizza, ho svegliato mio marito, dico di chiamare l'ambulanza. Mi hanno portato in ospedale, hanno condotto tutti i test e hanno annunciato che la pietra nel mio rene destro era di 9 mm. Ho fatto un casino, non ho mai nemmeno sospettato della sua presenza. Mi hanno trafitto per un giorno e mi hanno lasciato andare a casa dicendo che non potevano fare nulla, andare dal tuo urologo locale, registrarmi, chiedere un rinvio a quello regionale per schiacciamento. Sono tornato a casa, mio ​​marito era al lavoro per un giorno, al mattino di nuovo lo stesso spasmo e dolore, si è iniettata un no-shpa nella coscia, è entrata in una nave, un livido e un nodulo sono stati cinque giorni.

Registrato in clinica con un urologo, dice che farò un rinvio, ma ci arriverà tra un mese, non prima. Meglio andare in una clinica privata. Sono andato lì, ho superato tutti gli esami, il dottore ha detto "faccio lo schiacciamento in anestesia spinale, mi piace quando il paziente è cosciente, ma immobilizzato". Ho rifiutato una tale anestesia.

Si è iscritto alle rocce il 13 maggio. Ai parenti è stato consigliato di guardare la finestra del medico tra i pazienti e chiedere aiuto. L'ho fatto, alla fine, il dottore mi ha buttato fuori dall'ufficio, perché non su appuntamento.

Ho aspettato il 13 maggio, sono andato agli scogli per un appuntamento a pagamento, mi dice il dottore, ma il nostro dispositivo per frantumare le pietre si è rotto, ti scrivo per il 3 luglio. Ho scritto una serie di test da superare nella mia clinica e tornare da loro. Ti ho consigliato di andare in una clinica privata, dove il risultato è più veloce e più garantito.

Sono andato alla clinica loro assegnata. L'ureteroscopia con schiacciamento da contatto è stata prescritta per il 17 maggio. Di conseguenza, dopo l'operazione, il medico è venuto da me e mi ha detto che si era verificato un caso di forza maggiore e un frammento di pietra è volato di nuovo nel rene durante lo schiacciamento, quindi mi hanno messo uno stent e io avrei pagato solo lo stent. Mi sono irrigidito, perché tanta generosità, ho sospettato che stessero barando. Mi hanno dimesso il giorno successivo, mi hanno detto di venire entro 2 settimane per rimuovere lo stent. Analisi registrate. Penso di essere registrato presso un urologo in un policlinico e mi sottopongo ad esami. Si è scoperto che l'urologo è in congedo per malattia, vai dal terapista. La terapista si è rifiutata di farmi degli esami, ha detto che quello che fai nelle cliniche private non ci disturba. Ho chiamato il Ministero della Salute della regione e ho lasciato una denuncia, lo stesso giorno mi hanno richiamato e mi hanno invitato per i test. Sono stati follemente gentili!

Ho superato tutti i test, va tutto bene. Ho scritto in un barattolo per due settimane, niente! La radiografia non ha mostrato alcuna pietra. Uzi non ha mostrato alcuna pietra. Sono felice di rimuovere lo stent. Stavo già andando in sala operatoria, il dottore ha deciso di fare un'ecografia di controllo, ha chiamato un collega, l'ha guardato e mi ha mandato per una TAC in una clinica vicina. Ho fatto la TC, che ha mostrato una pietra nell'uretere destro di 8,5 mm di dimensione (cioè, quello che era ed è rimasta nello stesso punto, l'operazione è stata eseguita male!) E due calcoli nel rene sinistro di 1 mm e 2,5 mm. Sono tornato in clinica, dicono che è necessario fare una seconda operazione, mi sono voltato e sono tornato a casa.

Qui mi siedo e penso a cosa fare. Di conseguenza, 1,5 mesi di corsa e tormento, bullismo, l'operazione è stupida e tutto inutile. Bevo blemaren come prescritto, ma a che serve l'ossalato (che lo mostrava esattamente) per non sciogliere nulla! Da dove vengono??!

e schifezze sul cibo, non mangio né piccante né salato, non bevo, non fumo, attività fisica moderata, mangio frutta e verdura, il mio peso è normale. Peccato per l'acqua cattiva, anche se beviamo in bottiglia su ordinazione. A causa di questa pietra ho perso il lavoro, ho superato il colloquio, sono dovuto partire il 22 aprile, mi ha chiamato per spiegare la situazione, mi hanno aspettato tutto questo tempo, ieri mi hanno chiesto scusa, non possiamo più aspettare. In una parola, questa pietra è per me, non riesco proprio a liberarmene. Trascorro tempo, nervosismo e denaro incommensurabilmente, ma senza senso.

mesier

Delinquente dipendente

Bene, mi hanno dimesso dall'ospedale, è andato tutto bene.. Ho promesso di scrivere una recensione sull'operazione per schiacciare un calcolo renale - Sto mantenendo la mia promessa.
Le operazioni di frantumazione e rimozione dei sassi vengono eseguite in diversi modi. I vecchi metodi prevedevano l'interferenza con il corpo, l'inserimento di strumenti attraverso le vie urinarie o attraverso un'incisione nella schiena. Tali operazioni sono molto dolorose, vengono eseguite in anestesia generale, sono associate a grandi traumi agli organi, e quindi a perdita di sangue, e richiedono un lungo ricovero..
Ho subito l'operazione con metodi moderni, utilizzando attrezzature ultramoderne, senza interferire con il corpo.!

Quindi, attenzione, benvenuto - litotripsia extracorporea.
Probabilmente sono stato fortunato. Quando il mio rene mi ha fatto male e sono stato ricoverato in ospedale, i test, gli ultrasuoni e i raggi X non hanno mostrato infiammazione e gonfiore del rene. Per lo meno, l'urina è stata deviata.. Ma la pietra era abbastanza grande, più di un centimetro di lunghezza e 7-8 mm di diametro. Una pietra di queste dimensioni non può più essere espulsa spontaneamente dal corpo.. Tutto questo insieme era indicazioni per frantumare una pietra a distanza, utilizzando un'onda d'urto ultrasonica.
Come ho detto, all'inizio tutte le analisi vengono eseguite con cura: sangue, urina, ultrasuoni, raggi X.. Quindi ci si sdraia sul tavolo dell'apparecchio. L'anestesista conduce un sondaggio e spiega cosa ti succederà nella prossima mezz'ora: questo è quanto dura lo schiacciamento. Dopodiché, mettono una flebo con l'anestesia, portano i monitor dell'apparato nella parte bassa della schiena, il dottore da remoto, sul computer, "punta" alla pietra e inizi a sentire battiti ritmici nell'area dei reni - come se un metronomo stesse facendo clic. Devo dire che la qualità del "puntare" sulla pietra è il fattore determinante per la buona riuscita dell'intera operazione. Pertanto, è molto importante che l'operazione venga eseguita da medici esperti. Le apparecchiature per la litotripsia a distanza sono state fornite da molti ospedali e centri medici commerciali, ma le qualifiche del personale non sono così semplici.. Sono stato curato presso la migliore clinica di litotripsia a distanza nel Distretto Federale Nord-Ovest, nell'Ospedale Alexander. Sul Web ho trovato un video sulla clinica e brevemente sulla procedura di frantumazione, dai un'occhiata. Personalmente, mi ha fatto piacere vedere i volti di medici familiari e, in generale, guardare il video conoscendo già, come si suol dire, il processo dall'interno.

Durante l'operazione, a causa dell'anestesia, non ho sentito alcun dolore. Devi solo "vagare tra le nuvole", e in qualche modo il tempo passa in modo completamente impercettibile - uno stato di dormiveglia.
Quando la procedura di frantumazione è finita, vai a riposare sul letto nella stanza accanto. Menti per circa mezz'ora. Durante questo periodo, l'effetto dell'anestesia sul sistema nervoso centrale finirà finalmente, smetterà di assaltarti.. E ti danno anche una "papera", dove, quando richiesto, devi fare pipì. Il primo risultato sembra piuttosto spaventoso (forse è per questo che la stanza è al crepuscolo): il sangue esce da te a metà con l'urina. Comunque, qualunque cosa si possa dire, ma anche lo schiacciamento a distanza è un'operazione... Ma quando si fa pipì una seconda volta, il risultato non sembra così spaventoso e persino promettente - la prima sabbia è visibile nelle urine - questo indica il successo dell'operazione.
È tutto, la procedura è terminata. Nel caso di pietre sciolte e non complicate, può anche essere fatto senza ricovero. Ho coltivato una pietra solida, che non si è frantumata completamente in una volta. Il giorno dopo, ho fatto un'altra ecografia e radiografia e l'operazione è stata ripetuta. Successivamente, la pietra è uscita completamente sotto forma di frammenti molto grandi, che ho mostrato nel post precedente.
Quando le pietre escono, non fa neanche male.. L'unica cosa è che, un giorno, a quanto pare, a causa dell'accumulo di sabbia e detriti nella vescica, ho avuto un forte dolore al basso ventre, tanto che anche nella parte bassa della schiena ha ceduto. Ma non dovevo essere eroico, sopportare il dolore e aspettare - ero in ospedale.. Mi hanno fatto un'iniezione di spasmolgin (oh e un'iniezione dolorosa!), Alleviando così spasmi e dolore.
Per una migliore rimozione dei detriti, il consiglio del medico è di bere di più e di muovermi di più.. Ho seguito rigorosamente le raccomandazioni, e anche con entusiasmo seguito.. Sembravo, probabilmente, un paziente "violento" molto insolito. Immagina: un ospedale, una folla di persone fasciate, lamentose e infelici, e qui un tizio in abiti da ospedale si precipita su e giù per le scale, e nel corridoio fa esercizi di jogging a intervalli!. )))
Una volta eliminati i calcoli renali, è molto importante non farli ricrescere. Sì, questo può accadere facilmente! Ci sono diversi motivi. Questa è anche una violazione del metabolismo del sale marino nel corpo e se dopo aver frantumato non tutti i frammenti sono usciti, possono fungere da centro di cristallizzazione.
Attenzione, informazioni importanti per i sostenitori dello stile di vita sano, del vegetarianismo, delle diete! Né l'attività fisica né i cibi vegetali possono garantirti che non svilupperai un calcolo renale! Con montagne di verdure ed erbe per colazione, pranzo e cena, la situazione è esattamente l'opposto: questo aumenta la probabilità di calcoli renali.
Per prevenire la formazione di calcoli renali, è molto importante bere molta acqua, seguire una dieta equilibrata (calcio, magnesio, vitamine del gruppo B) e proteggersi dalle infezioni.
Inoltre, secondo alcuni medici e scienziati, la psicosomatica influisce fortemente sulla formazione delle pietre! Tutto quel peso dei problemi della vita, insoddisfazione per la vita, preoccupazioni e nervosismo - tutto questo, in senso figurato, colpisce i reni.. E io, amici, penso che questo sia solo il mio caso! Mi sono trasferito a San Pietroburgo tre anni fa. Ma questo, sfortunatamente, non ha portato la felicità. Ma ha aggiunto problemi e delusioni. Brevi risultati di 3 anni di vita a San Pietroburgo, riflessioni sui pro e contro del trasferimento in città sulla Neva, sulla psicosomatica, nonché conclusioni e raccomandazioni, farò il 15 giugno, il giorno del mio terzo anniversario del trasferimento. Non cambiare, aggiungi come amici se sei interessato e c'è voglia di non perdere. ))

Rimozione laser dei calcoli renali: vantaggi e controindicazioni

La formazione di calcoli nella pelvi renale è una patologia che oggi viene sempre più diagnosticata non solo negli anziani, ma anche nei giovani.

Poiché nella fase iniziale la malattia non presenta sintomi pronunciati, viene spesso rilevata durante gli esami di terze parti.

Se i calcoli superano i 5-6 mm di diametro, la terapia farmacologica sarà inutile e sarà necessario un trattamento più radicale. Uno dei metodi più efficaci è riconosciuto come la frantumazione dei calcoli renali con un laser.

Caratteristiche della malattia

L'urolitiasi, che nel linguaggio professionale è chiamata "urolitiasi" è una malattia estremamente pericolosa che complica in modo significativo la vita del paziente.

La sua caratteristica principale è la formazione di calcoli renali che, durante il movimento, provocano forti sensazioni dolorose..

I medici notano che la malattia risponde ancora male al trattamento e nella maggior parte dei casi è grave..

Se inizi la malattia, il paziente soffrirà di una grave colica renale, le sensazioni possono essere così spiacevoli che la persona cercherà ancora una volta di non muoversi.

I medici avvertono i pazienti che è impossibile ignorare la presenza di calcoli nei reni, poiché possono causare gravi complicazioni e persino portare alla morte del paziente.

Cos'è la litotripsia laser

La litotripsia laser è una tecnica moderna per frantumare e rimuovere i calcoli dai reni. L'indubbio vantaggio della procedura: il ritiro viene effettuato utilizzando il tratto urinario naturale.

Poiché durante l'evento non viene utilizzato un litotritore pneumatico, non vi è alcuna probabilità di lesioni alle vie urinarie. Numerosi studi clinici hanno confermato che la tecnica è il più sicura possibile, può essere utilizzata a qualsiasi età e anche durante il trasporto di un bambino..

Poiché per l'elaborazione viene utilizzato un raggio laser, la cui potenza supera gli 80 W, è in grado di distruggere completamente una neoplasia di qualsiasi fortezza.

La necessità di una procedura

La frantumazione della pietra laser è più spesso prescritta in questi casi:

  • il trattamento farmacologico è inefficace e non migliora entro 2 mesi;
  • il diametro delle pietre è superiore a 0,5 cm Se la pietra è cresciuta fino a una tale dimensione, non c'è probabilità che esca da sola;
  • a causa della localizzazione specifica, la pietra interrompe il funzionamento del rene;
  • al paziente sono stati diagnosticati calcoli non solo nel rene, ma anche nella vescica o nell'uretere;
  • processi infiammatori associati dei reni.

Com'è schiacciante

La rimozione laser dei calcoli viene eseguita solo se la presunta diagnosi è confermata. Immediatamente prima della procedura, al paziente viene somministrato un anestetico.

Dopo alcuni minuti, quando l'anestesia funziona, il medico inserisce con cura un filo sottile con un endoscopio flessibile e un laser all'estremità nell'ingresso uretrale.

L'endoscopio viene fatto avanzare nella posizione desiderata nel rene lungo il tratto urinario. Poiché durante la procedura viene utilizzato un endoscopio, il medico monitora visivamente l'andamento del midollo e, se necessario, corregge la traiettoria.

I successivi 5-8 giorni dopo la procedura, è possibile minzione frequente con un leggero scarico di sangue (l'aspetto è causato dal movimento di frammenti lungo le vie urinarie).

Se nel periodo postoperatorio il paziente avverte un forte dolore, vengono prescritti antidolorifici. Durante la riabilitazione, è necessario assumere i seguenti farmaci:

  • farmaci che aiutano a sciogliere neoplasie di varia natura (Cyston, Uroholum);
  • antispastici (No-shpa);
  • antimicrobici e antibiotici (ceftriaxone);
  • farmaci antinfiammatori non ormonali (ibuprofene).

Gli esperti assicurano che l'efficienza della litotripsia laser è superiore al 95%.

Tipi di rimozione

I pazienti sono interessati a quale tipo di frantumazione laser sia il più ottimale. I medici assicurano che, indipendentemente dall'attrezzatura utilizzata, il trattamento viene eseguito allo stesso modo, la frantumazione laser della pietra può essere di un solo tipo.

Benefici e controindicazioni

Sebbene la tecnica sia stata introdotta relativamente di recente, ha una massa di ammiratori in tutto il mondo. Ciò è dovuto ai seguenti vantaggi:

  • dopo la procedura, il paziente non avrà cicatrici o altri danni visibili;
  • il laser consente di rompere i più piccoli depositi di pietra senza danneggiare il tessuto circostante;
  • nessun rischio di detriti;
  • per sbarazzarsi di una neoplasia, è necessaria 1 sessione;
  • alte prestazioni;
  • mancanza di sensazioni dolorose.

A differenza di altri metodi di frantumazione dei depositi di pietrisco, la litotripsia laser ha un solo inconveniente: il costo elevato.

Ci sono poche controindicazioni per l'elaborazione, ma è necessario conoscerle. Il metodo dovrebbe essere abbandonato in questi casi:

  • esacerbazione della prostatite;
  • malattie oncologiche;
  • calcoli di corallo;
  • ematoma renale;
  • scarsa coagulazione del sangue;
  • condizione grave del paziente;
  • grave aritmia;
  • la formazione di una cisti nei reni;
  • malattie purulente e infettive.

La procedura deve essere eseguita con estrema cautela negli ultimi mesi di gravidanza..

I tempi di recupero

Affinché il corpo si riprenda più velocemente, è necessario seguire rigorosamente le raccomandazioni mediche..

Nella maggior parte dei casi, in assenza di complicazioni, il recupero completo si verifica in 8-10 giorni..

Affinché i frammenti di pietre escano più velocemente, il paziente deve prima bere molta acqua filtrata (almeno 2,5 litri) e aderire alla dieta prescritta.

Il criterio più importante è l'assenza di attività fisica per i primi giorni.

Recensioni dei pazienti

Dopo la procedura, alcuni pazienti hanno condiviso le loro opinioni, questo è quello che dicono.

Mi sono rotto i calcoli renali con un laser circa 2 anni fa. All'inizio, per molto tempo non ho osato sottopormi alla procedura, perché la consideravo qualcosa di terribilmente spaventoso. Ma dopo pochi mesi ho deciso, e ne sono contento, perché da allora i dolori non mi danno più fastidio.
Ivan, 26 anni.

Ho sofferto di urolitiasi per diversi anni. Il medico ha detto che i calcoli nei miei reni sono apparsi a causa del consumo di acqua di scarsa qualità con un grande contenuto di depositi. E ora, quando i dolori sono diventati costanti ed era impossibile sopportarli, ho accettato la rimozione laser. Devo dire subito che è andato tutto quasi senza fastidio, e ora mi sento benissimo!
Anna, 34 anni.

Mi è stato diagnosticato un ICD più di 6 anni fa. All'inizio, in realtà non ho sentito alcun disagio e mi sono semplicemente dimenticato della diagnosi. Ma dopo un paio d'anni i dolori sono diventati insopportabili, ho accettato tutto. Certo, lo schiacciamento laser a quel tempo mi sembrava molto costoso, ma mia moglie mi convinse. L'operazione è andata bene, tutte le pietre sono state rotte in 1 seduta! I primi 3 giorni sono stato in ospedale sotto la supervisione di medici, ho seguito una dieta... alla fine, dopo una settimana mi sono sentito come se fossi nato di nuovo!
Oleg, 52 anni.

A giudicare dalle recensioni delle persone che hanno subito questo trattamento, possiamo presumere che il risultato soddisfi effettivamente le aspettative..

Il costo

Il prezzo di questo servizio può variare notevolmente a seconda del luogo di residenza e della clinica scelta. Oggi, lo schiacciamento laser è più spesso offerto da cliniche private, il costo dei servizi include non solo l'operazione stessa, ma anche la consultazione iniziale, l'anestesia e l'osservazione postoperatoria.

Oggi, la frantumazione laser della pietra è di gran lunga il modo migliore per affrontare l'MCD. Pertanto, se la situazione finanziaria lo consente, è necessario soffermarsi su questa opzione..

Come dimostra la pratica, questo metodo è il più efficace, indolore e non causa mai complicazioni..

Frantumazione laser di calcoli renali: recensioni e prezzi

Sfortunatamente, i calcoli situati nella pelvi renale o nella vescica (urolitiasi) sono comuni. Chiunque può essere colpito dalla malattia. Le persone anziane e i bambini sono a rischio.

Le concrezioni si formano per vari motivi: uso di acqua dura, cibo scadente, predisposizione genetica, danni cronici al sistema urinario, ecc. La medicina moderna offre un metodo di intervento come la frantumazione dei calcoli renali.

La gravità della malattia per il paziente

Se una persona non sta bene, occasionalmente soffre di coliche renali. Questa condizione è accompagnata da un forte dolore. Il paziente non può mangiare con calma, sdraiarsi, sedersi, è costretto a muoversi costantemente per sfuggire all'attacco. L'assunzione di analgesici può aiutare ad alleviare le coliche, ma non risolve il problema. La frantumazione dei calcoli renali è l'unica procedura che rimuove i calcoli in modo sicuro ed efficace senza il rischio di recidiva.

Diagnostica e scelta del metodo di trattamento

Prima di iniziare misure terapeutiche, una persona deve passare attraverso una serie di studi. Al paziente vengono assegnate procedure diagnostiche come ultrasuoni e raggi X. Il medico, sulla base dei dati ottenuti, determina la posizione esatta delle pietre, la loro composizione chimica e dimensione.

Per implementare una diagnosi e una valutazione più accurate delle condizioni del paziente, è possibile assegnare una serie aggiuntiva di misure:

  • Fluorografia.
  • ECG - elettrocardiogramma.
  • Analisi del sangue per lo zucchero, biochimica.
  • Scansione TC.

A seconda dei risultati dell'esame, può essere offerta la frantumazione ultrasonica o laser dei calcoli renali. Tali manipolazioni sono riconosciute come le più efficaci e sicure, sono incluse nel piano di trattamento nei moderni centri medici. L'intervento chirurgico, che prevede l'accesso ai calcoli attraverso un'incisione nella regione lombare o nell'addome, non viene praticamente utilizzato. Le uniche eccezioni sono i casi di emergenza..

Controindicazioni e possibili complicazioni

La realizzazione di misure diagnostiche permette di escludere la presenza di altre condizioni patologiche del paziente. Quindi, quando si rilevano formazioni cistiche sui reni, tumori cancerosi, pietre di tipo corallo, la tecnica non viene eseguita.

Senza fallo, il paziente è guarito da qualsiasi malattia infettiva acuta. Inoltre, lo schiacciamento dei calcoli renali con un laser non può essere realizzato quando vengono rilevati disturbi della coagulazione del sangue (deviazione dalla norma nella direzione di aumento) e nelle donne in gravidanza.

I medici notano che tra le complicazioni è possibile lo sviluppo dell'ematoma renale, l'esacerbazione della pielonefrite, la formazione del cosiddetto percorso di pietra, che può portare a ricadute. La ricerca di cure mediche professionali aiuterà a evitare questi problemi. È importante che la procedura venga eseguita da un medico qualificato ed esperto..

La seduta di cura viene svolta in regime ambulatoriale. Prima che il paziente subisca la frantumazione laser dei calcoli renali (il prezzo del trattamento aumenterà leggermente), viene sottoposto a una serie di procedure preparatorie. In particolare, l'intestino viene ripulito da feci e gas, il che determina il normale corso del trattamento..

Caratteristiche distintive dell'esposizione al laser

Lo schiacciamento dei calcoli renali con un laser viene eseguito quando l'effetto degli ultrasuoni è inefficace, cioè il problema è in uno stato trascurato. È questa tecnica che è necessaria per combattere grandi formazioni.

Durante la seduta di trattamento, al paziente viene praticata un'incisione puntiforme. Può essere localizzato nella vescica o nella parte bassa della schiena. Una speciale punta del dispositivo viene alimentata attraverso il foro ottenuto. Il dispositivo si accende e influenza la formazione patologica, che viene completamente distrutta o si trasforma in polvere. Successivamente, tutte le sostanze vengono escrete naturalmente attraverso la minzione.

I vantaggi della procedura laser si rivelano come segue:

  • Alta efficienza di impatto su pietre di qualsiasi dimensione.
  • Non ci sono segni postoperatori sul corpo del paziente.
  • L'azione del raggio è mostrata per la distruzione di pietre di rocce difficili.
  • Il recupero completo può essere ottenuto dopo un trattamento.
  • Il paziente non è anestetizzato.
  • Rapida eliminazione del dolore, rimozione dell'infiammazione, miglioramento del deflusso di urina.

La terapia laser non viene eseguita nella rilevazione della prostatite acuta negli uomini, con pielonefrite purulenta, nella condizione generale grave di una persona.

Dopo 48-72 ore dall'implementazione del trattamento, una persona può tornare al lavoro e dopo 14 giorni è considerata completamente sana.

Caratteristiche dell'esposizione ultrasonica

Lo schiacciamento dei calcoli renali mediante ultrasuoni è indicato se la dimensione delle formazioni patologiche non supera i 2 cm Durante la sessione di trattamento, il paziente riceve l'anestesia e non avverte dolore.

La sequenza delle azioni è la seguente:

  • L'uomo si sdraia sul tavolo operatorio e viene posto in anestesia.
  • Il medico determina l'esatta localizzazione del calcolo.
  • Il paziente viene posto in una posizione che fornisce un accurato effetto ecografico.
  • Una speciale bolla piena d'acqua è installata nella proiezione della formazione patologica. L'apparecchiatura crea onde d'urto mirate che interrompono la struttura delle pietre.
  • Il controllo viene effettuato utilizzando i monitor, che visualizzano lo stato dei calcoli.
  • L'operazione viene interrotta quando il calcolo si è disintegrato e si sono formate piccole particelle che possono passare liberamente attraverso l'uretra e l'uretere.

Al paziente viene assegnato un piano di misure terapeutiche, il cui scopo è facilitare il rilascio degli elementi rimanenti. Questi sono vari antibiotici, antispastici, analgesici e tisane diuretiche..

Dopo il completamento della sessione di trattamento, la persona è sotto controllo medico (24-48 ore), seguita da un estratto. Il medico prescrive raccomandazioni speciali relative alla dieta, al bere e ai farmaci.

Valutazioni dei pazienti

Ora è consigliabile conoscere ciò che la frantumazione dei calcoli renali meritava recensioni tra le persone che hanno avuto l'urolitiasi.

La maggior parte dei pazienti nota che la lotta contro le neoplasie nella pelvi renale mediante un raggio laser è il metodo di terapia più indolore. La litotrepsia (il nome ufficiale della procedura) viene eseguita solo una volta, aiutando a dimenticare il dolore intenso e dà il recupero.

Le persone si liberano di pietre molto grandi con un diametro superiore a 12 mm. Tuttavia, tra le recensioni ci sono lamentele sul costo molto elevato di una sessione di trattamento. Questa terapia potrebbe essere troppo costosa per le persone a basso reddito..

I medici completano le valutazioni positive con le loro raccomandazioni. Una persona che ha avuto l'urolitiasi dovrebbe rivedere radicalmente il proprio stile di vita in modo che la malattia non possa ripresentarsi. È necessaria una dieta adeguatamente organizzata, un corretto regime di consumo (esclusivamente acqua filtrata pura).

L'esposizione agli ultrasuoni non è meno positiva. I pazienti notano che una sessione di trattamento aiuta a sbarazzarsi di più formazioni contemporaneamente. Inoltre, l'anestesia (il più delle volte l'anestesia epidurale) rende l'effetto il più confortevole possibile, il che è molto importante per i pazienti delle fasce d'età più anziane e più giovani..

Cosa succede dopo la schiacciamento dei calcoli renali?

Immediatamente dopo le manipolazioni mediche, il paziente viene esaminato. Il primo giorno, il paziente può sperimentare minzioni frequenti, il che è abbastanza normale. Nelle urine si possono osservare inclusioni sanguinolente, dovute al rilascio naturale di residui di pietra. Tali sintomi dovrebbero scomparire dopo 72 ore, altrimenti dovresti visitare un medico.

Durante il passaggio dei frammenti attraverso le vie urinarie possono svilupparsi attacchi di colica renale. Non causano tanto dolore come prima, ma una persona può assumere un antispasmodico per alleviare i sintomi spiacevoli. In rari casi, la temperatura aumenta.

Costo del trattamento

Se viene utilizzato un laser per schiacciare i calcoli renali, il prezzo di una sessione di trattamento sarà di almeno 27-30 mila rubli. Il costo totale dipende dalle condizioni generali del corpo e dalle dimensioni degli elementi patologici.

Schiacciare i calcoli renali (il prezzo varia da 15 a 40 mila rubli) utilizzando gli ultrasuoni è leggermente più economico, ma comporta anche gravi costi finanziari. Il trattamento costoso viene effettuato in cliniche private, le istituzioni mediche governative offrono servizi a un costo inferiore.

Invece del completamento

L'urolitiasi causa sintomi estremamente spiacevoli. La qualità della vita del paziente sta peggiorando, sperimenta un dolore insopportabile. I moderni metodi di trattamento, nonostante i costi elevati, ti consentono di ripristinare la salute e trovare gioia nella vita.

Frantumazione laser e ultrasuoni di calcoli renali

La frantumazione laser dei calcoli renali è uno dei trattamenti più popolari e presenta molti vantaggi rispetto alla chirurgia a cielo aperto convenzionale. La procedura non causa dolore, non danneggia gli organi e riduce al minimo la probabilità di ri-sviluppo della patologia il più possibile.

L'essenza e le caratteristiche della tecnica

La frantumazione laser delle pietre è un modo efficace per eliminare in modo rapido e indolore le formazioni renali.

È prescritto in presenza delle seguenti indicazioni:

  • i farmaci non aiutano ad alleviare il dolore;
  • c'è un'ostruzione cronica, in cui aumenta il rischio di sviluppare una disfunzione renale;
  • c'è un'alta probabilità che si verifichi l'ostruzione di entrambi i reni, così come l'urosepsi, la pielonefrite.

L'intervento si svolge in due fasi. Per prima cosa, le pietre vengono frantumate, quindi vengono rimosse dal corpo. Non vengono praticate incisioni, tutte le manipolazioni vengono eseguite attraverso il canale urinario utilizzando uno speciale tubo sottile chiamato endoscopio.

Gli ultrasuoni agiscono sui calcoli trasformandoli in piccole particelle. Successivamente, i residui vengono escreti nelle urine. La durata del trattamento non richiede più di 60 minuti.

Il processo terapeutico è controllato da una telecamera, il medico può vedere le pietre sullo schermo.

Vantaggi e svantaggi della procedura

La rimozione dei calcoli renali con un laser è una procedura poco traumatica, grazie alla quale i pazienti non hanno paura di sdraiarsi sul tavolo operatorio e di relazionarsi con calma all'eliminazione dell'urolitiasi.

Vantaggi del trattamento laser per calcoli renali:

  • non è richiesta l'introduzione dell'anestesia, poiché la procedura è indolore;
  • la terapia è efficace anche con un'elevata resistenza ai calcoli;
  • una seduta è sufficiente per rimuovere tutti i calcoli renali;
  • il rischio di danno d'organo è ridotto al minimo;
  • la probabilità di recidiva è minima;
  • nessuna cicatrice rimane dopo l'intervento;
  • il processo di minzione migliora immediatamente.
  • è impossibile eliminare calcoli di grandi dimensioni - oltre 20 mm;
  • c'è la possibilità che un pezzo di pietra rimanga bloccato nel tratto urinario;
  • il rischio di ricaduta è minimo, ma c'è ancora.

L'operazione ha più vantaggi che svantaggi. In ogni caso, l'adeguatezza del trattamento è determinata dal medico curante, che valuta anche le possibili conseguenze.

Tutte le pietre possono essere frantumate?

La procedura laser è efficace contro le pietre, ma non tutti i calcoli possono essere rotti. La dimensione della formazione non deve essere superiore a 20 mm. La forza non ha importanza. Se è troppo alto, potrebbe essere necessario schiacciarlo di nuovo..

Controindicazioni e complicazioni

Non tutti i pazienti possono eseguire la frantumazione laser dei calcoli renali. Esistono le seguenti controindicazioni:

  • portare un bambino;
  • infiammazione del sistema urinario o riproduttivo, che procede in una forma acuta;
  • danno al canale urinario;
  • grave restringimento dell'uretra;
  • violazione del tono dell'urea del tessuto muscolare;
  • sanguinamento dai reni;
  • ipertensione;
  • insufficienza del ritmo cardiaco;
  • instabilità dell'angina.

Dovrai astenersi dal trattamento se meno di sei mesi fa il paziente ha subito una forma acuta di infarto o ictus.

Possibili complicazioni dopo l'intervento chirurgico sono possibili coliche renali, sviluppo di pielonefrite e restringimento del lume dell'uretere. Tali conseguenze possono essere prevenute con un'attenta osservazione del paziente nei primi giorni dopo la procedura..

Preparazione per la procedura

Prima di eseguire un'operazione, il medico invia una persona per l'esame. Il medico è tenuto a tenere a portata di mano i risultati dei seguenti studi:

  • analisi del sangue generale e biochimica;
  • analisi generale delle urine;
  • test del gruppo sanguigno, fattore Rh;
  • ricerca presso RW;
  • elettrocardiogramma;
  • esame ecografico dei reni;
  • Raggi X degli organi colpiti;
  • tomografia computerizzata dei reni.

Forse uno specialista prescriverà di prendere uno striscio dal canale urinario, l'urinocoltura. Questo viene deciso su base individuale..

Il medico conduce necessariamente una conversazione con il paziente, durante la quale scopre se la persona sta assumendo farmaci, se è allergico ai farmaci, quali altre malattie ci sono e così via..

Il paziente stesso ha bisogno di radersi i capelli nella zona genitale prima della procedura. Ciò è necessario per la migliore protezione contro la penetrazione della microflora patogena..

Nessun cibo o bevanda è consentito 8 ore prima della terapia..

Com'è la procedura?

Immediatamente prima del trattamento, è necessario svuotare la vescica. Quindi il paziente si sdraia sul tavolo operatorio, solleva le gambe, posizionandole su un supporto speciale.

Il medico tratta il perineo con un disinfettante, copre il corpo e gli arti inferiori, quindi procede alla procedura, eseguendo i seguenti passaggi:

  1. Inserisce uno strumento nell'uretra, che è pre-lubrificato con gel per la migliore scorrevolezza.
  2. Muove lentamente il dispositivo lungo il canale, esaminandone le pareti. Introduce un liquido speciale per migliorare la visibilità.
  3. Porta lo strumento all'urea inserendolo direttamente nella cavità. Fornisce fluido all'organo, dal quale si espande.
  4. Esamina la cavità vescicale, quindi sposta lo strumento verso le vie urinarie finché non vede i calcoli.
  5. Conduce un raggio laser nell'area interessata ed esegue una procedura per frantumare le pietre.

Dopo l'operazione, i calcoli renali vengono distrutti, trasformandosi in particelle più piccole o addirittura in polvere. Vengono portati nelle vie urinarie, da dove escono naturalmente pochi giorni dopo la terapia..

Periodo postoperatorio

Dopo la frantumazione laser dei calcoli renali, il paziente viene inviato in un reparto separato. Per qualche tempo si dovrà rimanere in ospedale, dove i paramedici monitoreranno la condizione, eseguiranno le iniezioni e le procedure necessarie come prescritto dal medico curante.

Un catetere viene inserito nella vescica e lasciato per un massimo di 3 giorni. Se durante la manipolazione è necessario installare uno stent, viene rimosso qualche tempo dopo la terapia.

Dopo aver rimosso le pietre, possono comparire sensazioni dolorose durante lo svuotamento della vescica o dopo la minzione. Questo è normale e non dovrebbe essere preoccupato. Potrebbero esserci impurità del sangue nelle urine.

Ma ci sono una serie di segni che normalmente non dovrebbero verificarsi in un paziente. Questi includono quanto segue:

  • aumento della temperatura corporea;
  • sanguinamento abbondante dall'uretra;
  • forte dolore nella zona pubica o al fianco;
  • minzione a goccia o nessuna minzione;
  • voglia di vomitare.

Quando compaiono questi sintomi, è importante consultare un medico..

Costo delle procedure

Il prezzo della procedura non è fisso. Dipende dall'istituzione medica specifica, dalla regione in cui si trova la clinica e dall'incuria della malattia. Prima dell'operazione è necessaria una diagnosi, per la quale dovrai pagare anche negli ospedali a pagamento.

Pertanto, la fascia di prezzo è ampia: da 20 a 150 mila rubli.

Recensioni dei pazienti

I pazienti rispondono positivamente alla frantumazione laser dei calcoli renali, rilevando la prontezza, l'indolore e l'efficacia della procedura. Le complicazioni dopo la terapia si sono verificate solo in pochi.

Ecco cosa dicono le persone trattate con il laser.

Natalia Ivanova, 59 anni

“Ho formato calcoli renali per molto tempo. All'inizio preferivo essere trattata di più con rimedi popolari, acqua minerale, seguita da una dieta sana. Ma questo non ha aiutato, dopo alcuni anni si è sviluppato il processo infiammatorio.

Il dottore ha suggerito lo schiacciamento laser. L'operazione è andata a buon fine, dopo 2 giorni sono stato dimesso. A quel tempo il nostro intervento costava 40mila, ma non rimpiangevo i soldi spesi. I dolori sono scomparsi, l'infiammazione è scomparsa. Sono passati 3 anni dall'operazione, non si sono formate nuove pietre ".

Evgeny Osipov, 48 anni

“Dopo un'altra sessione di allenamento, ho avuto un forte dolore nella regione lombare. Dopo l'esame, è stato trovato un calcolo renale di 1 cm Il medico ha prescritto dei farmaci, ma non hanno aiutato. Pertanto, abbiamo deciso di fare la frantumazione laser.

La procedura si è rivelata efficace, la polvere è rimasta dai calcoli renali. I test hanno mostrato un buon risultato, quindi sono soddisfatto e continuo a godermi la vita ".

Pertanto, schiacciare i calcoli renali con un laser è un metodo di terapia efficace che consente di trasformare rapidamente la formazione in polvere e rimuoverla dal corpo insieme all'urina. L'intervento ha le sue controindicazioni, quindi il medico decide sull'adeguatezza della sua attuazione dopo un esame completo del paziente.