Cisti ovarica: cause, sintomi e trattamento

Ultimo aggiornamento: 30/04/2020

Il contenuto dell'articolo

  • Cosa sono le cisti e i cistomi
  • Tipi di cisti ovariche
  • Le cause delle cisti ovariche
  • Sintomi e segni di cisti ovarica
  • Diagnosi di cisti ovarica
  • Trattamento della cisti ovarica
  • Trattamento alternativo

Una cisti rotta è un rischio per la vita di una donna.
La cisti ovarica (Cysta ovarii) è un concetto collettivo e include una serie di processi, malattie o conseguenze di determinati cambiamenti nel corpo associati a infiammazione, età, esposizione a fattori esterni o interni, assunzione di una serie di farmaci. Da un punto di vista medico, le cisti ovariche sono formazioni che si verificano a causa della ritenzione di liquidi o di altra secrezione in una delle cavità. Fisicamente, una cisti può essere immaginata sotto forma di una cavità o una bolla che ha una capsula ed è piena di determinati contenuti (fluido, sangue, grasso, ecc.). Da qui il nome della malattia: "kystis" in greco significa "bolla".

Distinguere tra cisti e cistomi

Una cisti non è un vero tumore ovarico. Può essere formato direttamente dalla struttura dell'ovaio o "accompagnarlo" (paraovariale, endometrioide). Si verifica sia su una che su entrambe le ovaie. La membrana (capsula) della cisti è costituita da tessuto connettivo, quindi non cresce, ma si allunga solo per il contenuto che si accumula. Pertanto, le cisti possono rompersi, torcersi.

Un cistoma è un vero tumore ovarico, può crescere rapidamente in modo autonomo, crescere in altri tessuti e svilupparsi anche in un tumore maligno.

Al momento della nascita, l'ovaio è completamente formato e contiene una scorta di follicoli (follicolo) nello strato corticale, che viene consumato per tutta la vita della donna, e nello strato midollare - tessuto connettivo, vasi sanguigni e terminazioni nervose, che garantisce il funzionamento dell'organo.

Cisti follicolare - breve diagramma

Con il normale funzionamento delle ovaie, il processo di follicologenesi avviene in modo continuo, dalla nascita al periodo postmenopausale. Alcuni follicoli subiscono uno sviluppo inverso - atresia, e il resto attraversa un ciclo completo di crescita, ovulazione e trasformazione in un "corpo giallo". Nell'atresia, un ruolo importante appartiene a un processo come l'apoptosi - morte cellulare programmata, a seguito della quale si verifica un completo riassorbimento della cellula sotto l'influenza dei fattori stessi del corpo. Se questo processo viene interrotto, viene avviato il meccanismo di formazione delle neoplasie.

L'emergere di una cisti dell'ovaio destro o sinistro è molto spesso dovuto a disturbi ormonali nel corpo femminile, tuttavia, fino alla fine, il meccanismo della comparsa delle cisti non è stato ancora stabilito.

Tipi di cisti ovariche

Le cisti ovariche si dividono in diversi tipi, in base alla loro origine e alla natura del contenuto. Va tenuto presente che le cisti appartenenti alla categoria funzionale (cisti follicolari e del corpo luteo), nella stragrande maggioranza dei casi, scompaiono da sole, senza richiedere alcun intervento sull'organismo. Dopo la comparsa di tali cisti, si dissolvono semplicemente entro 2-3 mesi e non causano alcuna preoccupazione..

Cosa causa le cisti ovariche?

Considera le cisti comuni:

Cisti ovariche funzionali

La cisti del corpo luteo dell'ovaio è un tipo di formazione funzionale. Si forma nel sito di rilascio dell'uovo dal follicolo dopo l'ovulazione. Normalmente, la dimensione del "corpo luteo" va da 17 a 25 mm, tutto ciò che supera questa dimensione è chiamato formazione cistica o "cisti del corpo luteo". Possono raggiungere un diametro di circa 5-6 cm. Con sforzo fisico, rapporti sessuali intensi, possono verificarsi emorragie nella cisti o rottura della sua capsula, che richiederanno un intervento chirurgico d'urgenza, in quanto causeranno sanguinamento intra-addominale e rischio per la vita della donna. In una tale situazione, c'è un forte dolore, nausea, vomito, perdita di coscienza.

Cisti follicolare

Questa cisti appartiene alla categoria delle formazioni funzionali. Questo tipo di cisti ovarica appare più spesso in giovane età a causa della non ovulazione, dell'ulteriore crescita del follicolo e dell'accumulo di liquido nella sua cavità. Normalmente, il follicolo dominante ha una dimensione di 17-23 mm e ovula tra gli 11 ei 14 giorni del ciclo. Se esiste più a lungo, non ovula e le sue dimensioni superano quelle indicate, allora stiamo parlando di una cisti follicolare (Cysta ovarii follicularis), il cui diametro può raggiungere gli 8-10-12 cm.

Cisti paraovarian

Questo tipo di cisti "accompagna" l'ovaio, può essere localizzato tra i legamenti. È caratterizzato dalla presenza di una capsula (la sua dimensione è solitamente da 2 a 10 cm), all'interno contenente un liquido trasparente, che contiene una piccola quantità di proteine. Lo sviluppo della cisti è rappresentato da un decorso asintomatico; meno comuni sono i dolori tiranti nell'addome inferiore. La cisti si sviluppa lentamente, a causa della quale il suo aspetto può essere diagnosticato solo mediante ultrasuoni o durante un esame ginecologico.

Cisti endometrioide

Una cisti che è una conseguenza diretta dell'endometriosi nelle ovaie. Si tratta di "cellule endometriali perse" che obbediscono alle leggi generali di regolazione del ciclo mestruale. Durante le mestruazioni, le cellule vengono distrutte e si accumulano nel fuoco, delimitate dalla capsula. Nel tempo, il sangue si addensa, si riduce e può assomigliare al cioccolato. Tra i sintomi di tali cisti sono solitamente chiamati dolori doloranti nell'addome inferiore alla vigilia delle mestruazioni, dispareunia - dolore nelle relazioni intime e paura del dolore. Tali cisti sono benigne, ma possono trasformarsi in maligne in condizioni sfavorevoli (cancro endometrioide). In questo caso, il trattamento viene spesso eseguito tempestivamente. È importante farlo in modo tempestivo, poiché in caso di abbandono della malattia, possono comparire aderenze nella piccola pelvi, infertilità.

Cisti dermoide

Una tale cisti ovarica raramente diventa maligna. Rappresenta i rudimenti dei tessuti avventizi, che sono circondati da una spessa capsula. Questa capsula può contenere tessuto adiposo, rudimenti di denti, ossa, capelli. La cisti dermoide cresce molto lentamente, ma quando raggiunge una grande dimensione, la cisti può esercitare pressione sugli organi vicini, interrompendo il loro normale lavoro, causando atrofia e sostituzione del tessuto ovarico funzionante.

Cytadenoma (cistoma)

Il loro secondo nome è vere cisti. I citadenomi sono una o una serie di camere. A seconda del contenuto di queste camere, le vere cisti sono divise in sierose e mucinose. La diagnosi di una tale formazione è spesso un'indicazione diretta per il trattamento chirurgico..

Le cause delle cisti ovariche

Perché si verifica una cisti ovarica??

Come accennato in precedenza, le cause delle cisti ovariche non sono completamente comprese. Gli scienziati notano un effetto significativo di squilibrio nell'apoptosi e l'equilibrio degli ormoni sessuali nel corpo di una donna. Anche nell'anamnesi di pazienti a cui sono state diagnosticate cisti ovariche, si notano spesso malattie infiammatorie degli organi genitali femminili, malattie endocrine. Tra i fattori aggiuntivi che provocano la comparsa di cisti si notano:

  • fumo e abuso di alcol;
  • sovrappeso o, al contrario, peso eccessivamente basso;
  • cambiamento climatico;
  • depressioni e stress, superlavoro;
  • inizio precoce dell'attività sessuale;
  • attività fisica seria.

Sintomi e segni di cisti ovarica

Se si sospetta una cisti ovarica.

La situazione più comune è il decorso asintomatico del processo di insorgenza e riassorbimento della cisti ovarica. Tali neoplasie, di regola, vengono rilevate durante un'ecografia o con regolari esami preventivi. Tuttavia, a volte la presenza di una cisti si fa sentire da una serie di sintomi:

  • dolori doloranti e tiranti localizzati nell'addome inferiore;
  • aumento del dolore durante i rapporti sessuali;
  • una sensazione di pesantezza nell'addome inferiore;
  • sanguinamento uterino disfunzionale;
  • pressione durante lo svuotamento dell'intestino o della vescica;
  • nausea o vomito, specialmente durante lo sforzo fisico;
  • violazione del ciclo mestruale prima dell'amenorrea (amenorrea).

Oltre ai segni di cui sopra, ci sono una serie di sintomi dello sviluppo di cisti, in cui una visita da un medico dovrebbe essere urgente:

  • un chiaro sigillo nella cavità addominale che può essere sentito con le mani;
  • temperatura elevata (superiore a 38 ° C) pur mantenendo il dolore nell'addome inferiore;
  • sanguinamento uterino aciclico;
  • debolezza, vertigini, perdita di peso, sete intensa con minzione abbondante.

I suddetti sintomi possono essere un segno di una cisti ovarica rotta. Questa può essere una vera minaccia per la vita..

Cisti ovarica: video

Il dottor Herman Gandelman sulle cause delle cisti ovariche.. Fonte - JIt Zdorovo

Diagnosi di cisti ovarica: quali test e studi vengono effettuati?

Il medico può ipotizzare la presenza di una cisti ovarica anche con un esame manuale di routine. Tuttavia, per fare una diagnosi accurata di una cisti, viene sempre prescritta un'ecografia. L'ecografia delle ovaie consente di determinare con precisione la localizzazione e le dimensioni della cisti, formulare ipotesi sul suo tipo e sulla necessità di un intervento chirurgico o sull'uso della terapia conservativa. Di solito agli ultrasuoni, una cisti ovarica si presenta sotto forma di una formazione anecoica - una macchia scura.

Come misure aggiuntive per la diagnosi delle cisti ovariche, la medicina moderna utilizza:

  • Laparoscopia;
  • tomografia computerizzata delle ovaie;
  • risonanza magnetica;
  • test per il livello degli ormoni sessuali;
  • test per identificare il marker tumorale CA-125, che riflette l'attività del processo, cancro preclinico HE-4;
  • puntura della tasca di Douglas, utilizzata per sospetta rottura della cisti e sanguinamento interno.

Trattamento della cisti ovarica

Considerando che molte cisti ovariche passano da sole, per il loro trattamento è generalmente sufficiente normalizzare il background ormonale della paziente. Per eliminare le cisti, il medico curante, sulla base di analisi ed ultrasuoni, prescrive alcuni farmaci ormonali o contraccettivi, terapia antinfiammatoria, antibatterica, fisioterapia, farmaci enzimatici, che portano al riassorbimento delle cisti entro diversi cicli mestruali. Se non si osserva il riassorbimento della cisti ovarica, viene prescritta un'operazione.

Anche la neoplasia più innocua necessita di monitoraggio e terapia costanti per evitare complicazioni..

In una situazione urgente, il medico curante decide il tipo di intervento: laparotomia (aperta) o laporoscopia (endoscopica), poiché sono necessarie la revisione degli organi e la prima possibile interruzione del sanguinamento.

La chirurgia programmata viene eseguita più spesso in assenza di altre controindicazioni mediante accesso laparoscopico. Il vantaggio di tale operazione è un minor trauma alla parete addominale anteriore, effetto cosmetico e un breve periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico..

Affinché l'operazione per rimuovere la cisti ovarica abbia il maggior successo possibile, è necessario prepararsi adeguatamente. Per fare ciò, è necessario superare esami preliminari del sangue e delle urine, esami del sangue biochimici, test per l'assenza di AIDS, sifilide (sifilide), epatite B (epatite B) e C (epatite C), coagulogramma, ECG ed ecografia degli organi pelvici e della cavità addominale, fibrogastroduodenoscopia, colonscopia. La preparazione dell'intestino viene eseguita immediatamente prima dell'operazione.

Il volume dell'operazione è determinato dal tipo, dalla posizione e dal diametro della formazione. Può essere ridotto all'esfoliazione della cisti, alla resezione (escissione) di una parte dell'ovaio o alla rimozione dell'intera ovaia.

Oltre alla laparoscopia, è possibile prescrivere un'operazione addominale per rimuovere la cisti ovarica con apertura della cavità addominale. Di solito, si ricorre a un metodo così radicale solo in caso di sospetto della natura maligna della cisti ovarica, quando la dimensione della formazione è superiore alla media, rotture e torsioni.

Considerando che lo sviluppo delle cisti ovariche è spesso accompagnato da vari disturbi ormonali, l'olio di enotera può essere utilizzato come aiuto per normalizzare i livelli ormonali per ridurre gli effetti negativi. Lo strumento è stato sviluppato da specialisti di un'azienda farmaceutica e dispone del pacchetto necessario di documenti e certificati di qualità.

Trattamento alternativo: come trattare una cisti ovarica con le erbe?

Molte donne che scoprono di avere una cisti si pongono una domanda naturale: come trattare una cisti ovarica senza intervento chirurgico ed è possibile? Sì, in effetti, in alcuni casi, puoi fare a meno della chirurgia. Tuttavia, in nessun caso dovresti decidere da solo se hai bisogno di un'operazione o puoi limitarti ad altri metodi. Questa decisione può essere presa solo dal medico..

Nonostante il fatto che la terapia farmacologica tradizionale sia la più efficace oggi, la medicina tradizionale appartiene anche ai metodi efficaci di trattamento delle cisti ovariche. Stiamo parlando di fitoterapia: il trattamento delle cisti con le erbe. Tuttavia, i preparati a base di erbe agiscono sulla cisti molto più lentamente rispetto ai preparati farmaceutici, quindi ci vuole più tempo per trattare una malattia come una cisti ovarica. Di solito, i primi cambiamenti positivi nelle condizioni della cisti si verificano dopo un paio di mesi..

La cisti ovarica non è motivo di disperazione

Se noti sintomi di cisti, fissa un appuntamento con il medico. Di solito, una cisti può essere facilmente gestita: l'importante è non ritardare l'inizio del trattamento e seguire le istruzioni del medico.

Fonti:

  1. CARATTERISTICHE DELLA CISTIA ENDOMETRIOIDE OVARICA. Sidorova I.S., Unanyan A.L. // Ostetricia, ginecologia e riproduzione. - 2011. - N. 1. - S. 29-31.
  2. DOMANDE DI GESTIONE DEI PAZIENTI CON EDUCAZIONE OVARIALE. Khairutdinova M.R., Egamberdieva L.D. // Medicina pratica. - 2015. - N. 4 (89). - S. 191-196.

Espressione clinica di leptina e interleuchina-6 nell'endometriosi ovarica. Davydov A.I., Strizhakov M.A., Orlov O.N. // Domande di ostetricia, ginecologia e perinatologia. - 2004. - t. 4, n. 2, pagg. 40-46.

Ancora una volta sulla terminologia delle formazioni endometriosiche ovariche. Savelyeva G.M., Solomatina A.A., Mikhaleva L.M., Pashkova A.V., Vorobieva N.N. // Ostetricia e ginecologia. - No. 6. - 2005.-- S. 33.

Clinica, diagnosi e trattamento dell'endometriosi (libro di testo). Peresada O.A. // Minsk. - 2001.- S. 274.

Segni di una cisti ovarica

Tra le malattie femminili, la cisti ovarica è molto comune. Le formazioni di natura benigna portano molti problemi alla loro padrona sotto forma di irregolarità mestruali, dolore, disagio. Conoscendo i principali segni dell'insorgenza di questa malattia, una donna sarà in grado di cercare aiuto medico in modo tempestivo..

Tipi di cisti ovariche e loro caratteristiche

Perché si verifica l'infiammazione della cisti ovarica, come appare e come differiscono i tipi? Per prima cosa devi capire cosa costituisce una neoplasia, che spesso compare nelle donne in età fertile. Una cisti è una cavità simile a un sacco piena di liquido che appare sulla superficie o all'interno dell'ovaio. Le dimensioni, la struttura, i motivi per cui è apparso, il metodo di rilevamento potrebbero essere diversi.

Funzionale

Il tipo più comune è funzionale, può apparire sia sull'ovaia sinistra che su quella destra. Si forma con un disturbo ormonale, se un follicolo troppo maturo non può rompersi in tempo prima dell'inizio delle mestruazioni successive. I principali segni di una cisti ovarica funzionale sono che scompare da sola in uno o più cicli mestruali e non richiede un intervento chirurgico, sebbene la dimensione a volte raggiunga diversi centimetri di diametro.

Follicolare

L'uovo di una donna matura in una piccola vescicola attaccata alla parete dell'ovaio chiamata follicolo. Con uno squilibrio ormonale nel corpo o in presenza di processi infiammatori nella piccola pelvi, l'ovulazione potrebbe non verificarsi. Il follicolo in questo caso non scoppia, ma sempre più si riempie di liquido, formando una capsula voluminosa. Per un certo periodo di tempo, si verifica il processo opposto, la cavità con il liquido diminuisce di dimensioni, i segni di cisticosi non sono visibili.

Cisti del corpo luteo

Un processo simile può verificarsi nel corpo luteo, che si forma sulla base di un follicolo rotto. L'espansione delle pareti della cavità, dove l'uovo è maturato, è provocata dalla presenza di malattie endocrine e dal malfunzionamento delle ovaie durante l'infiammazione. Con una produzione insufficiente dell'ormone progesterone desiderato, appare un sigillo con un contenuto liquido all'interno. Il disagio si avvertirà quando la formazione diventa di grandi dimensioni (con un diametro di 8-10 cm). Il riassorbimento della cisti del corpo luteo avviene indipendentemente.

Mucinoso

Una forma molto pericolosa è mucinosa. La struttura ha una superficie irregolare multicamera. Secondo i segni, la cisti ovarica è caratterizzata dalla presenza di partizioni interne, le camere sono piene di secrezioni mucose. Molto spesso, il tipo mucinoso viene diagnosticato nelle donne prima della menopausa. Compaiono forti dolori di trazione, la formazione cistica in breve tempo raggiunge dimensioni enormi, a volte il diametro raggiunge i 30-35 cm Le cure chirurgiche urgenti sono in grado di fermare il processo, che può degenerare in un tumore maligno.

Dermoide

Le ragioni dell'aspetto dermoide non sono completamente comprese. Questo accade spesso con lesioni addominali. A causa del grande accumulo di liquido nella cavità addominale, la capsula raggiunge una dimensione di circa 12-18 cm di diametro. Spesso durante la diagnostica ecografica, viene registrata la torsione della gamba della cisti dermoide, in cui si trovano i nervi ei vasi sanguigni. Da qui ci sono improvvise sensazioni dolorose acute. È possibile sbarazzarsi del tumore solo eseguendo un'operazione chirurgica, con ulteriore trattamento riabilitativo.

Endometrioide

La cisti ovarica endometrioide ha preso il nome dalla somiglianza nella sua composizione dei tessuti con la mucosa all'interno dell'utero. Le capsule piccole e dense che appaiono sulla superficie dell'ovaio sono riempite con un fluido scuro e denso, costituito dai resti di sangue rilasciati durante le mestruazioni e la linfa. A seconda dello stadio di sviluppo dell'istruzione, il trattamento viene eseguito chirurgicamente o viene prescritta la terapia ormonale.

Emorragico

I ginecologi classificano il tipo emorragico come funzionale. È diverso dagli altri in quanto i vasi sanguigni si rompono all'interno del corpo luteo o del follicolo. I segni di una cisti emorragica sono un'emorragia con forte dolore nell'addome inferiore. È impossibile fare a meno dell'intervento chirurgico. Un'ovaia asportata o parte di essa, insieme a una formazione indesiderata, viene sottoposta a un esame istologico per escludere la diagnosi di un tumore canceroso.

Sintomi comuni di cistosi

Accade spesso che una donna scopra la presenza di una malattia nell'ambulatorio del ginecologo durante l'esame o durante un'ecografia, dove nella foto vengono registrati i cambiamenti nelle ovaie. Nella fase iniziale, la formazione di formazioni a livello fisico non appare in alcun modo, non infastidisce il paziente, ma tutte le specie hanno segni simili della comparsa di una formazione cistica, che non dovrebbe essere ignorata. Sottoponiti al test se noti uno dei seguenti sintomi:

  • pesantezza nell'addome inferiore;
  • dolori più frequenti, dolori tiranti, con esacerbazione;
  • scarico insolito;
  • un ciclo mestruale mancato con periodi frequenti o la loro assenza;
  • disagio durante il rapporto sessuale;
  • aumento del volume dell'addome;
  • temperatura bassa ma persistente;
  • costipazione inspiegabile;
  • pressione sulla vescica con aumento della minzione.

Come fa male una cisti ovarica

La gamba della neoplasia ha terminazioni nervose, quindi quando viene schiacciata o attorcigliata, si verifica dolore, spesso molto forte e acuto. Gli stessi sintomi del dolore acuto si verificano quando la capsula si rompe. In altri casi, è un dolore doloroso di natura prolungata, non associato al ciclo delle mestruazioni. Il dolore appare all'inguine dell'addome sul lato sinistro o destro, a seconda di dove si trova la neoplasia. Senza trattamento, il dolore ovarico può progredire alle gambe, nella regione lombare.

Quali sono le secrezioni con una cisti ovarica

Durante la crescita di una formazione cistica nell'ovaio, uno dei segni è una piccola macchia che non coincide con il programma con le mestruazioni. Il colore si osserva dal marrone scuro al rosso. Scarse secrezioni possono comparire al momento della pressione sull'addome durante un esame ginecologico in presenza di una cisti ovarica endometrioide.

Può esserci sanguinamento con una cisti ovarica

Il sanguinamento, di diversa intensità, si verifica durante la diagnosi di un tipo emorragico di cisti, ovaio sinistro o destro. I vasi che scoppiano, accompagnati da un dolore acuto e acuto, consentono al sangue di fluire nella cavità addominale o attraverso la vagina. Ci sono casi in cui il sanguinamento uterino è provocato da una cisti del corpo luteo, a causa di un peeling irregolare dell'endometrio. Il sanguinamento può verificarsi durante il decorso più terribile della malattia: il passaggio allo stadio oncologico.

Quali sono i sintomi di una cisti ovarica nelle donne con rottura

I segni di una cisti ovarica durante la rottura sono caratterizzati da un intenso dolore che blocca il movimento indipendente della donna. È necessario chiamare una brigata di ambulanze se una donna presenta i seguenti sintomi:

  • dolore acuto e paralizzante nell'addome inferiore;
  • nausea;
  • sanguinamento, sia interno con gonfiore dell'addome, sia esterno;
  • una forte diminuzione della pressione;
  • vertigini, in alcuni casi perdita di coscienza;
  • un aumento della temperatura corporea, che non è influenzata dai farmaci antipiretici;
  • labbra blu, pelle pallida.

Possibili complicazioni e conseguenze della malattia

Se viene rilevata una malattia cistica di qualsiasi tipo, non vale la pena ignorare il trattamento, anche se si tratta di un tipo funzionale che non richiede un intervento speciale e si dissolve da solo. I processi che avvengono all'interno dell'organismo non sempre segnalano tempestivamente il guasto di un qualsiasi sistema. Per non perdere il tempo importante assegnato per l'inizio del trattamento e bloccare lo sviluppo della malattia, è necessario sottoporsi tempestivamente a un esame regolare da parte di un ginecologo.

In alcuni casi, la malattia progredisce molto intensamente, il che porta alla degenerazione della formazione in un tumore canceroso, che è raramente curabile e porta alla morte. La rottura dei sigilli e l'ingresso di liquido cistico nella cavità addominale per un breve periodo di tempo porta a un processo infiammatorio, peritonite e, di conseguenza, ad avvelenamento del sangue. Ciò si verifica spesso quando è presente una cisti sierosa e dermoide.

La mancata ricerca di assistenza medica per ignoranza o in altre circostanze durante il sanguinamento porterà a una grave perdita di sangue, che è irta della morte del paziente. Nel migliore dei casi, la donna è predeterminata da un trattamento riabilitativo a lungo termine dopo la rimozione degli organi interni femminili della piccola pelvi, che sono stati colpiti da un processo infiammatorio irreversibile dovuto a sanguinamento..

video

Trovato un errore nel testo?
Selezionalo, premi Ctrl + Invio e sistemeremo tutto!

Perché appare una cisti ovarica e quanto è pericolosa?

Ti diciamo quando andare dal ginecologo e se hai sempre bisogno di un'operazione.

Una cisti ovarica è una sorta di vescica piena di contenuto liquido o semiliquido, che appare nella struttura dell'ovaio e aumenta il suo volume più volte. Questa è una malattia abbastanza comune che si verifica più spesso nelle donne in età riproduttiva, ma può verificarsi anche nelle donne anziane..

Come spiega il ginecologo della clinica "Alone" Viktoria Yarovikova, queste formazioni possono essere organiche o funzionali, ma quest'ultimo tipo è più comune. Una cisti funzionale appare a causa di anomalie nel lavoro dell'ovaio, di solito è asintomatica e può scomparire dopo 1-3 cicli mestruali senza trattamento e intervento chirurgico.

Le ragioni

La causa più comune della malattia è il malfunzionamento delle ovaie. A volte appare a causa di problemi con gli ormoni, il sistema endocrino, processi infiammatori nelle appendici, aborto, infezioni genitali ed endometriosi (la comparsa del rivestimento uterino in luoghi atipici).

Sintomi

Il sintomo principale di una cisti è il dolore nell'addome inferiore. Si verifica nel mezzo del ciclo mestruale, durante le mestruazioni o durante o dopo il sesso. A volte può essere sentito durante lo sport. Il dolore può essere tirante, doloroso e monotono. La malattia a volte colpisce le mestruazioni: possono scomparire, diventare più dolorose, abbondanti o, al contrario, molto scarse.

Se il gonfiore diventa più grande, può premere contro la parete della vescica o il retto. In questo caso, la ragazza sviluppa disturbi disurici (dolore, sensazione di bruciore durante la minzione, urgenza frequente), diarrea e costipazione.

Con complicazioni come la rottura di una cisti o la torsione delle gambe, la ragazza avverte un dolore acuto e intenso che non può essere tollerato. Dal dolore, può sentire vertigini e persino svenire, osserva il ginecologo. Inoltre, i sintomi allarmanti sono febbre alta, brividi, nausea, vomito e palpitazioni cardiache. In questi casi, la ragazza deve chiamare urgentemente un'ambulanza: il ritardo può costarle la vita.

Tuttavia, come sottolinea Yarovikova, nella fase iniziale, la malattia potrebbe non manifestarsi in alcun modo. Si può conoscere l'esistenza dell'istruzione solo per caso. Ad esempio, quando un ginecologo esegue un'ecografia per qualche altro motivo.

Trattamento

Una cisti funzionale, se non ci sono complicazioni, viene trattata in modo conservativo - con i farmaci. Di solito il ginecologo prescrive farmaci per il didrogesterone, che rallentano la crescita dell'istruzione. Un altro medico può prescrivere contraccettivi orali monofasici o bifasici e un ciclo di vitamine dei gruppi B, A, E, C, K.

L'operazione viene prescritta quando i farmaci non aiutano e il tumore cresce. Il metodo più comune è la laparoscopia. Durante questa operazione, attraverso un'incisione di 0,5 - 1,5 cm con strumenti chirurgici, la formazione viene rimossa senza intaccare il tessuto sano.

Le cisti dermoidi, mucinose ed endometrioidi vengono trattate solo con la chirurgia. Inoltre, l'intervento chirurgico è necessario quando si pianifica una gravidanza, poiché durante il periodo di gravidanza aumenta il rischio di rottura del tumore e torsione delle gambe..

- Dopo la laparoscopia, le donne guariscono rapidamente, di solito non ci sono conseguenze significative per la sua salute, quindi non c'è bisogno di aver paura di questa operazione. Non è tecnicamente difficile, viene eseguito su un thread. Dal primo giorno dopo la laparoscopia, la donna è già attiva, trascorre fino a una settimana in ospedale, - ha osservato Victoria Yarovikova.

Con lo sviluppo di un processo maligno nelle ovaie, la laparoscopia non viene eseguita. In questi casi, viene utilizzata un'operazione addominale (prevede un'incisione di tessuto a grandezza naturale) con un esame istologico di emergenza (esame del tessuto tumorale al microscopio).

Rimedi popolari

Victoria Yarovikova ha sottolineato che lei, come ginecologa, ha un atteggiamento negativo nei confronti del trattamento delle cisti con rimedi popolari. Può essere pericoloso, spiega. Una donna, cercando di far fronte a una malattia con le erbe, perde il momento in cui è ancora possibile risolvere il problema in questa fase con l'aiuto di medicinali sicuri. Se non intervieni in tempo, il tumore può aumentare di dimensioni e endometrioide e mucinoso - svilupparsi in cancro.

Conseguenze di una cisti ovarica

Le conseguenze dipendono dalla natura dell'educazione e dal metodo di trattamento. Se il tumore è stato trattato in modo conservativo, non ci sono conseguenze. Il ginecologo sottolinea che la malattia può ripresentarsi, ma questo è un segno di altri problemi di salute. Le cisti ricorrenti possono essere causate da problemi ormonali ed endometriosi..

Le conseguenze della rimozione del tumore, se le ovaie erano intatte o il chirurgo ha rimosso una piccola parte dell'organo, di solito sono limitate a due settimane di guarigione. Nel primo mese dopo l'intervento, è meglio escludere il sesso vaginale, lo sport e l'attività fisica intensa. Dopo un mese, vale la pena tornare all'allenamento gradualmente, iniziando con piccoli carichi. Gli esercizi sono fatti meglio sotto la supervisione di un allenatore..

Se durante l'operazione è stato necessario rimuovere l'ovaio, ciò può influire sulla salute della donna, poiché questo organo produce estrogeni e progesterone. Ai pazienti che hanno perso un'ovaia in età riproduttiva viene prescritto un lungo ciclo di contraccettivi orali. Se a una donna vengono rimosse entrambe le ovaie, prima della menopausa naturale (50-55 anni) riceverà una terapia ormonale sostitutiva che imita il ciclo mestruale naturale. Allo stesso tempo, una volta ogni sei mesi, ha bisogno di andare a un appuntamento con un ginecologo e fare i test necessari..

Se la cisti scoppia

La rottura della cisti è una complicanza pericolosa che richiede un intervento chirurgico urgente. La sua conseguenza, inclusa la morte, può essere. La gravità della situazione dipende dalla quantità di sangue perso a causa della rottura. Pertanto, ai primi sintomi (dolore acuto nel basso addome, nausea, vomito, febbre alta, perdita di coscienza), chiamare un'ambulanza.

Un'eccessiva attività fisica, tipi di sesso duro, cadute di pressione (volo in aereo, immersioni), movimenti intestinali irregolari (costipazione) possono provocare una rottura.

Cosa fare se una cisti ovarica si sta restringendo o è scomparsa

Piccole formazioni funzionali possono ridursi o dissolversi senza farmaci e interventi chirurgici. Ciò è dovuto ai cambiamenti nei livelli ormonali durante le diverse fasi del ciclo mestruale. Questo è normale e non c'è bisogno di averne paura. Ad esempio, una cisti follicolare fino a 4 cm può scomparire in 1-3 cicli e una cisti del corpo luteo fino a 5 cm spesso scompare in un ciclo..

Sesso con una cisti ovarica

Se una donna ha una cisti, il sesso vaginale dovrebbe essere escluso fino a quando la formazione non scompare o viene rimossa, poiché può provocare una rottura. Anche il sesso anale non è raccomandato per lo stesso motivo (il retto è vicino alle ovaie). Anche i giocattoli sessuali progettati per essere inseriti nella vagina dovrebbero essere messi da parte fino a quando non ti riprendi..

Brevemente sulla cosa principale:

1. La cisti ovarica è una malattia comune che si verifica più spesso nelle donne in età riproduttiva..

2. I principali sintomi della malattia sono dolore addominale inferiore, irregolarità mestruali.

3. La cisti viene trattata sia con farmaci che operativamente. Alcuni tipi di formazioni possono dissolversi da soli in 1-3 cicli mestruali.

4. Le conseguenze della malattia possono essere diverse, dipende dalla natura del tumore, dalla presenza di complicanze e dal metodo di trattamento. Dopo il trattamento conservativo o la laparoscopia (chirurgia a basso trauma e conservazione dell'organo), non ce ne sono quasi nessuno. Il recupero completo dopo l'intervento chirurgico richiede circa due settimane, ma la donna è attiva dal primo giorno.

Se hai domande a cui non riesci a trovare risposta, chiedici e proveremo a rispondere.

Cisti ovariche

Una cisti ovarica è una neoplasia benigna che si sviluppa direttamente nei tessuti dell'ovaio o nell'epididimo sopra-ovarico. È una capsula cava piena di liquido (sangue, fluido sieroso, ecc.) All'interno. Le cisti ovariche possono essere rilevate in pazienti di qualsiasi età. Nel 15% dei casi, queste neoplasie vengono diagnosticate durante la menopausa (nei primi 5 anni). A volte le cisti ovariche vengono rilevate anche nei neonati. Eppure, questa patologia si sviluppa principalmente nelle donne in età riproduttiva. Spesso tali neoplasie vengono diagnosticate nelle donne con irregolarità mestruali, sebbene possano svilupparsi durante il suo corso normale..

Tipi di cisti ovariche

Le cisti ovariche sono:

  • lato sinistro (si verifica sull'ovaia sinistra);
  • lato destro (sull'ovaia destra);
  • bilaterale (si sviluppa su entrambe le ovaie contemporaneamente).

Inoltre, tali neoplasie sono suddivise nei seguenti tipi:

  • camera singola (rappresentano una cavità senza partizioni);
  • multicamera (separata da tramezzi interni).
  • Piccolo - fino a 2,5 cm Nelle fasi iniziali, le neoplasie sono in miniatura e non hanno gambe.
  • Grande - più di 5 cm La capsula aumenta gradualmente a causa di un aumento della quantità di liquido in essa contenuta. Sviluppa una gamba (la cisti inizia visivamente ad assomigliare a un fungo).

Le cisti ovariche, che sono simili a un tumore solo in apparenza (cioè non sono tumori in senso letterale) e si presentano a causa dell'accumulo di liquido all'interno di una o un'altra formazione di cavità, sono chiamate cisti da ritenzione. Crescono esclusivamente per l'allungamento delle pareti della capsula (che si verifica quando la quantità di liquido al suo interno aumenta). Non si verifica alcuna crescita eccessiva dei tessuti..

Le cisti da ritenzione non hanno tendenza alla malignità (degenerazione in tumori cancerosi) e si dividono nelle seguenti tipologie:

  • Follicolare (diagnosticato nel 73% di tutti i casi di cisti da ritenzione). Il più delle volte si verificano in presenza di piccoli disturbi ormonali. In condizioni normali, l'uovo matura all'interno del follicolo ovarico. Quindi il follicolo esplode, l'uovo esce e si muove lungo le tube di Falloppio. In caso di guasto, il follicolo non si rompe. L'uovo rimane al suo interno. Quindi una neoplasia si sviluppa al posto di questo follicolo. Se si sono formate diverse cisti follicolari, questa condizione patologica è chiamata ovaio policistico.
  • Cisti del corpo luteo (luteale). Dopo il rilascio dell'uovo, si forma un corpo luteo al posto del follicolo che scoppia, una sorta di ghiandola endocrina che produce il progesterone dell'ormone sessuale femminile. È così che il corpo si prepara per una possibile gravidanza. Se la fecondazione non si verifica, la necessità di un corpo luteo scompare e gradualmente si dissolve. Le mestruazioni iniziano. In alcuni casi, quando la gravidanza non si verifica, il corpo luteo non scompare e al suo posto si sviluppa una cisti.
  • Endometrioide. Si verificano con l'endometriosi, all'interno sono pieni di liquido marrone (sangue mestruale). L'endometrio è il rivestimento interno dell'utero (un ovulo fecondato è attaccato ad esso in caso di gravidanza). Durante il ciclo mestruale, si verificano cambiamenti in esso. Nella prima metà del ciclo, sotto l'influenza di un aumento del livello di estrogeni, l'endometrio cresce e si ispessisce. Allo stesso tempo, un uovo matura nel follicolo ovarico. A metà del ciclo, lascia il follicolo. Se la sua fecondazione non si verifica, il livello degli ormoni femminili nel corpo diminuisce e lo strato superiore dell'endometrio viene rifiutato e lascia il sangue mestruale. All'inizio del successivo ciclo mestruale, l'endometrio si rinnova. In caso di disturbi ormonali, l'endometrio inizia ad andare oltre l'utero e penetra in altri tessuti e organi. Questa condizione patologica è chiamata endometriosi. Una cisti endometrioide può svilupparsi quando il tessuto endometrioide appare sulla superficie dell'ovaio. Una capsula si forma dal tessuto, riempiendosi di sangue durante le mestruazioni. Nel tempo, il sangue si ispessisce e diventa marrone, quindi le cisti endometrioidi sono talvolta chiamate anche cioccolato.
  • Tecalutein. Derivano da follicoli con un eccesso di hCG (gonadotropina corionica) in essi con deriva cistica (anomalie nello sviluppo dell'ovulo durante la gravidanza) o presenza di coriocarcioma (tumore maligno). Le cisti tecaluteal sono bilaterali nella maggior parte dei casi (si verificano su entrambe le ovaie).
  • Paraovarial. Si sviluppano dai tessuti dell'epididimo ovarico (paro-ovario, un organo rudimentale costituito da tanti piccoli dotti non funzionanti) a causa dell'accumulo di liquido nel condotto del paraovario. Tali cisti si trovano tra l'ovaio e la tuba di Falloppio. Di solito monocamerale.

Poiché le cisti follicolari e luteali si formano a causa di una violazione del processo di rilascio dell'uovo dal follicolo, sono anche chiamate funzionali. Tendono a dissolversi da soli durante 1-3 cicli mestruali. Tuttavia, non scompaiono da soli in tutti i casi, quindi, durante questo periodo (il momento in cui si suppone che la cisti si dissolva), il paziente dovrebbe essere sotto la supervisione di un medico.

Se un'emorragia si verifica nella cavità di una neoplasia funzionale, si trasforma in una cisti emorragica piena di sangue o coaguli di sangue. È pericolosa perché c'è un alto rischio di rottura.

Ci sono anche cistomi - veri tumori benigni, spesso multicamera. Al loro interno, come le cisti da ritenzione, sono piene di liquido, ma in esse si sta già verificando una crescita eccessiva dei tessuti e sono in grado di diventare maligne (trasformandosi in neoplasie cancerose).

I cistomi includono:

  • Cistoadenoma (tumore epiteliale dell'ovaio, formato dai tessuti dell'epidermide). A seconda della natura del contenuto, ci sono cisti sierose (cisti lisce con liquido sieroso), mucinose (con contenuto mucoso) e sierose-papillari (con superficie papillare e contenuto sieroso).
  • Cisti dermoide. Appartiene alla classe dei tumori teratoidi. La ragione per la formazione di teratoidi sono le violazioni dello sviluppo embrionale. La ragazza è già nata con il rudimento di una cisti dermoide nel tessuto ovarico. Tuttavia, tali neoplasie crescono lentamente e fino a un certo punto potrebbero non essere rilevate né a seguito degli ultrasuoni né durante gli esami ginecologici. Di solito vengono diagnosticati durante l'adolescenza (poiché gli ormoni iniziano a crescere più velocemente) o più tardi. Una cisti dermoide è una capsula contenente vari tessuti del corpo: grasso, ossa, capelli, cartilagine e persino denti. La cisti dermoide è formata dall'esoderma - un rudimento embrionale.

Cause di occorrenza

Le ragioni principali per lo sviluppo delle cisti ovariche includono i processi che portano a un rallentamento del deflusso e alla ritenzione del sangue venoso negli organi pelvici:

  • disturbi ormonali;
  • Malattia infiammatoria pelvica.

Il rischio di neoplasie è aumentato da:

  • patologie endocrine (ad esempio, malfunzionamento della ghiandola tiroidea);
  • ciclo mestruale irregolare;
  • obesità;
  • assunzione di farmaci ormonali (per contraccezione o in preparazione per la fecondazione in vitro);
  • malattie infiammatorie croniche della vescica e dell'intestino;
  • fumare;
  • aborto;
  • alcuni farmaci prescritti per i tumori maligni delle ghiandole mammarie;
  • anomalie dello sviluppo del tessuto congenito;
  • inizio troppo precoce delle mestruazioni (prima degli 11 anni);
  • fatica;
  • operazioni sugli organi del sistema riproduttivo.

Inoltre, il rischio di sviluppare neoplasie aumenta nei pazienti a cui sono state precedentemente diagnosticate cisti..

Sintomi

In alcuni casi, le cisti (soprattutto quelle funzionali) non si manifestano con alcun sintomo. Pertanto, è importante effettuare regolarmente visite preventive dal ginecologo (1-2 volte all'anno).

I sintomi specifici dipendono dal tipo di cisti e dalla velocità con cui cresce. Si osservano sensazioni dolorose sul lato su cui si trova la neoplasia (a destra, a sinistra o entrambi contemporaneamente). La malattia può manifestarsi con segni come:

  • dolori tiranti o doloranti (o una sensazione di pienezza nell'addome inferiore), aggravati durante il rapporto, lo sforzo fisico, la minzione o le mestruazioni;
  • irregolarità mestruali (i periodi sono assenti o il loro periodo è allungato);
  • infertilità;
  • un aumento dell'addome (se la cisti è grande);
  • spotting dalla vagina;
  • aumento della minzione, stitichezza (con la crescita di una cisti e, di conseguenza, compressione degli organi interni);
  • un nodulo (palpabile) nell'addome.

Ulteriori sintomi (possono verificarsi in aggiunta a quanto sopra) includono:

  • un aumento del volume del flusso mestruale;
  • sete intensa costante;
  • una forte diminuzione o aumento di peso senza ragioni oggettive;
  • violazioni della pressione sanguigna;
  • crescita di peli sul viso;
  • aumento della temperatura corporea (da 38 gradi e oltre);
  • nausea.

Possibili complicazioni

In assenza di trattamento e nella progressiva crescita di una cisti ovarica, possono svilupparsi le seguenti complicazioni:

  • Emorragia nella cavità cistica e successiva trasformazione di una neoplasia funzionale in una emorragica;
  • Torsione delle gambe della cisti. Con una torsione incompleta (graduale, di 90-180 gradi), si verificano disturbi circolatori, perdita di mobilità della cisti e formazione di adesione. Con una torsione completa (acuta) (360 gradi), può verificarsi necrosi (morte dei tessuti), che porta allo sviluppo di peritonite (infiammazione del peritoneo). Questa è una condizione pericolosa in cui è necessario prestare immediatamente assistenza medica. La torsione completa della gamba cistica si manifesta con sintomi come diminuzione della pressione sanguigna e aumento della temperatura corporea, nausea e vomito, diarrea o costipazione, dolore parossistico acuto nella parte inferiore dell'addome, che si irradia alla parte bassa della schiena o alla gamba.
  • Rottura della parete della cisti (può portare allo sviluppo di peritonite). Il paziente avverte un forte dolore unilaterale nell'addome inferiore (a seconda della posizione della neoplasia). La parete addominale è tesa. Può verificarsi stitichezza. La rottura della cisti può verificarsi a seguito di trauma addominale, sforzo fisico, rapporti sessuali, malattie infiammatorie degli organi pelvici, disturbi ormonali, torsione della gamba cistica.
  • Sanguinamento intra-addominale (può verificarsi quando si rompe una neoplasia).
  • Infertilità.

Diagnostica

Innanzitutto, il ginecologo raccoglie l'anamnesi e conduce esami generali e ginecologici. Quindi vengono assegnati i seguenti studi:

  • Ultrasuoni degli organi pelvici;
  • radiografia, tomografia computerizzata;
  • test di gravidanza o analisi del sangue per hCG (per escludere una gravidanza ectopica);
  • esami generali del sangue e delle urine.

Inoltre potresti aver bisogno di:

  • analisi del sangue per marker tumorali;
  • esame laparoscopico con biopsia (durante il quale la cisti può essere trattata contemporaneamente);
  • un esame del sangue per gli ormoni (per identificare le cause dello sviluppo di una cisti).

In presenza di patologie concomitanti (endocrine, patologie infiammatorie degli organi interni), può essere richiesto l'aiuto di specialisti appropriati: endocrinologo, gastroenterologo, urologo, terapista, ecc..

Trattamento

Il trattamento delle cisti può essere sia conservativo che chirurgico. In presenza di neoplasie funzionali, è possibile utilizzare tattiche di attesa, ma il paziente è sotto costante controllo medico per evitare lo sviluppo di complicanze..

La terapia conservativa prevede la nomina di farmaci ormonali. Se i risultati del trattamento desiderati non vengono osservati entro 2-3 mesi, viene eseguita un'operazione (cistectomia), durante la quale viene rimossa la cisti, cercando di preservare il più possibile il tessuto ovarico.

Esistono due tipi di cistectomia:

  • Laparotomica (tradizionale). Viene praticata un'incisione nella parete addominale attraverso la quale si accede all'ovaio. La cisti e le aree patologiche del tessuto vengono rimosse, quindi l'incisione viene suturata. Questa è un'operazione traumatica con un periodo di riabilitazione piuttosto lungo. Pertanto, al momento, questo metodo è raramente utilizzato, principalmente in presenza di enormi cisti, aderenze, malignità o rottura della neoplasia.
  • Laparoscopico. L'intervento chirurgico viene eseguito attraverso incisioni puntate nella parete addominale utilizzando un dispositivo laparoscopico. Durante l'operazione, l'anidride carbonica viene pompata nella cavità addominale per la migliore visualizzazione. Innanzitutto, la cisti viene aperta, quindi il suo contenuto viene rimosso e quindi la capsula vuota viene rimossa. Si può anche eseguire l'elettrocoagulazione dei vasi sanguigni ("cauterizzazione" con corrente). La chirurgia laparoscopica è meno traumatica di quella classica, il tempo di recupero dopo è molto più breve, ma non è indicato in tutti i casi. Viene eseguito con piccole cisti, assenza di processi purulenti e cambiamenti nella funzione delle appendici.

La rimozione laser delle cisti ovariche è un tipo di chirurgia laparoscopica. Viene eseguito utilizzando raggi laser, non un bisturi..

In alcuni casi (con cisti particolarmente grandi, alto rischio di cancro, processi infiammatori su larga scala nell'ovaio), la cistectomia potrebbe non dare il risultato desiderato. Quindi vengono eseguiti:

  • Resezione ovarica. Un'operazione durante la quale, oltre a rimuovere la cisti, viene asportato anche il tessuto ovarico.
  • Ovariectomia. La cisti viene rimossa insieme all'ovaia.
  • Annessectomia. Non viene rimossa solo l'ovaia, ma anche la tuba di Falloppio.

Prevenzione delle cisti ovariche

La prevenzione delle cisti e delle cisti ovariche include:

  • Stile di vita sano (alimentazione corretta, assenza di cattive abitudini, attività fisica regolare).
  • L'uso di metodi contraccettivi per evitare gravidanze indesiderate e, di conseguenza, l'aborto.
  • Normalizzazione del peso.
  • Trattamento tempestivo di malattie ginecologiche e altre malattie infiammatorie.

In caso di irregolarità mestruali, è necessario contattare un ginecologo il prima possibile. Sono importanti anche esami preventivi regolari, almeno 1-2 volte all'anno..

I principali segni di una cisti ovarica nelle donne

Una cisti ovarica può essere sicura e andare via da sola, oppure può essere pericolosa per la vita. Per proteggerti dai guai, impara tutto in anticipo su questa malattia..

Molte donne hanno familiarità con sintomi spiacevoli come mestruazioni irregolari e dolore nell'addome inferiore durante le mestruazioni. Sfortunatamente, la stragrande maggioranza delle donne non prende sul serio queste manifestazioni, credendo che se ne andranno da sole. E questo è il loro enorme errore..

Dopotutto, questi sintomi allarmanti sono i primi segni di una cisti ovarica nelle donne, che può essere sia funzionale (temporanea) che anormale (che richiede un trattamento medico o chirurgico).

Una cisti ovarica è un tumore cavo pieno di liquido che si forma sulla superficie di una o due ovaie contemporaneamente. La protrusione è ricoperta da una palla di cellule epiteliali e al suo interno è piena di un segreto, prevalentemente di natura sierosa, meno spesso emorragica.

L'educazione, di regola, si sviluppa dai follicoli contenuti nella ghiandola riproduttiva femminile. Normalmente, ad ogni ciclo mestruale, uno dei follicoli matura, si rompe e rilascia un uovo pronto per la fecondazione nella tuba di Falloppio..

Se ad un certo punto questo processo viene disturbato, il follicolo si surmatura senza rilasciare la cellula riproduttiva femminile e al suo posto si forma una cisti, che in alcuni casi può raggiungere un diametro di 20 cm.

Una semplice cisti follicolare di solito non rappresenta un pericolo per la salute di una donna e si risolve da sola prima dell'inizio del ciclo successivo.

La situazione è peggiore con la cisti del corpo luteo delle ovaie, cisti dermoide, emorragica ed endometroide, che sono formazioni con crescita anormale dei tessuti e possono causare lo sviluppo di un processo patologico più complesso, comprese escrescenze cancerose.

Quali fattori influenzano lo sviluppo di una cisti nel corpo

È stato dimostrato che lo sviluppo della formazione cistica non dipende in alcun modo dall'età e dalla salute della donna. Naturalmente, la malattia viene diagnosticata più spesso nei pazienti giovani ed è supportata da una serie di fattori che possono provocare il processo di formazione della cisti:

  • menarca precoce (comparsa della prima mestruazione all'età di 10 anni o meno);
  • irregolarità mestruali;
  • malattie del sistema endocrino;
  • obesità;
  • una storia di aborti, interventi chirurgici sugli organi genitali interni, aborti spontanei e simili;
  • assunzione di farmaci ormonali;
  • cattive abitudini, in particolare il fumo.

I sintomi della malattia sono allarmanti

La cisti ovarica è una malattia molto comune dell'area genitale femminile. Secondo le statistiche degli ultimi anni, viene diagnosticata in ogni quarta donna in età riproduttiva e ogni 15 donne in menopausa.

I primi sintomi che indicano la presenza di una cisti ovarica nel corpo di una donna sono la comparsa di dolore doloroso nell'addome inferiore, un aumento delle sue dimensioni, nonché l'irregolarità del ciclo mensile e il dolore durante le mestruazioni.

Con l'aumento delle dimensioni, l'istruzione esercita una pressione sugli organi vicini. Ciò si manifesta con la voglia di urinare frequentemente, il disagio durante il rapporto e il dolore nella vagina, che può essere accompagnato da sanguinamento minore. Alla maggior parte delle donne viene diagnosticata febbre, tachicardia e picchi di pressione.

Tali pazienti riferiscono nausea, a volte vomito, vertigini e debolezza generale.

La parete addominale anteriore delle donne è leggermente tesa, attraverso di essa a volte puoi sentire una formazione arrotondata nella cavità addominale.

A causa dello squilibrio ormonale nelle donne, il tessuto adiposo in eccesso inizia a formarsi nella zona della vita e compaiono i peli del viso, che crescono in base al tipo maschile.

La letteratura medica descrive anche casi di decorso asintomatico della malattia, quando una donna non ha segni di una cisti e le viene diagnosticata esclusivamente quando si sottopone a un esame ecografico preventivo..

Passaggi diagnostici

La diagnosi di una cisti ovarica è un processo complesso, ha lo scopo di identificare la formazione cistica nella cavità pelvica, determinandone la natura e le dimensioni. Comprende un'intera gamma di misure passo passo che consentono al medico di fare una scelta a favore dell'una o dell'altra tattica per l'ulteriore trattamento del paziente:

  • esame da parte di un ginecologo, durante il quale lo specialista determina la presenza di un'ovaia ingrossata;
  • Diagnostica ecografica, tomografia computerizzata degli organi pelvici, meno spesso MRI;
  • puntura del fornice posteriore della vagina, che consente di escludere la rottura della cisti o la sua infiammazione;
  • analisi del sangue di laboratorio, determinazione del livello degli ormoni sessuali, nonché analisi per
  • marker tumorali (ad esempio, il marker tumorale CA-125 per escludere il cancro ovarico);
  • un test di gravidanza per escludere una gravidanza extrauterina;
  • laparoscopia, che viene eseguita per diagnosticare la torsione della gamba della cisti o la rottura e, se necessario, può essere utilizzata per scopi medicinali.

Terapie

Le cisti ovariche vengono trattate sia con farmaci che con interventi chirurgici. La terapia conservativa è applicata in relazione a cisti non complicate di origine follicolare.

Il medico prescrive al paziente un ciclo di contraccettivi orali, oltre a vitamine del gruppo B, acido ascorbico, retinolo, tocoferolo. Un punto importante nel trattamento conservativo delle cisti ovariche è la normalizzazione del peso della donna, la nomina di esercizi terapeutici e procedure fisioterapiche.

Segui i più importanti e interessanti nel canale Tatmedia Telegram