Segni di dolore ai reni e come trattarlo

Il dolore ai reni è un disturbo comune espresso dai pazienti agli appuntamenti del medico. Naturalmente, senza un esame completo, è impossibile affermare in modo inequivocabile che questo particolare organo fa male, poiché i sintomi spesso indicano una serie di altri problemi. I medici dicono che le sensazioni dolorose hanno una vasta gamma di manifestazioni e negli uomini e nelle donne possono differire. Per determinare i reni o altri organi, è necessario avere un'idea di dove si trovano e quali funzioni svolgono.

Reni, loro struttura, localizzazione, funzioni

I reni sono un organo accoppiato che assomiglia a grossi fagioli. Sono localizzati nello spazio retroperitoneale, a destra e sinistra della colonna vertebrale a livello delle vertebre lombari superiori. Dietro di loro ci sono i muscoli della schiena, davanti: lo stomaco, il pancreas e l'intestino. Il fegato si trova sul lato destro fianco a fianco, che preme sul lobo destro, a causa del quale ha una dimensione più piccola ed è leggermente spostato verso il basso rispetto a sinistra.

Ogni rene è coperto dall'esterno con una membrana densa (capsula), sotto la quale si trova il parenchima. Ha due strati: corticale (esterno) e cerebrale. Al suo interno ci sono tazze, i cui condotti si aprono nel bacino, una cavità in cui si accumula l'urina. Il tessuto stesso contiene molti nefroni che filtrano il fluido e formano l'urina da esso. Dalla cavità dell'organo entra nella vescica attraverso i dotti escretori, dove esce con l'aiuto del canale uretrale. Oltre a filtrare ed espellere i liquidi di scarto, i reni hanno molte altre funzioni:

  • regolazione della pressione sanguigna;
  • mantenere un normale livello acido-base;
  • partecipazione alla coagulazione del sangue;
  • garantendo una pressione osmotica costante in esso;
  • eliminazione di tossine, farmaci, prodotti metabolici e altre sostanze nocive;
  • partecipazione al metabolismo di carboidrati, proteine ​​e lipidi.

La natura e l'eziologia del dolore ai reni

Molte persone soffrono di dolori lombari comuni per i segni di disturbi renali, ma in realtà l'organo si trova leggermente sopra la colonna lombare, sotto le costole della fila inferiore. Le sensazioni spiacevoli possono essere avvertite costantemente e avere un carattere tirante, dolente, lancinante o manifestarsi acutamente sotto forma di attacchi con forte dolore severo.

Specificità dei sintomi

Prima di scoprire le cause del dolore ai reni, dovresti assicurarti che questa sindrome sia causata proprio dalla patologia renale.

Questo può essere determinato dalle seguenti condizioni:

  1. Il dolore si manifesta nella parte posteriore sopra la regione lombare a livello dell'ombelico. Può dare al lato destro o sinistro (area dell'organo interessato).
  2. Le sensazioni dolorose si intensificano se ti alzi in piedi, ti alzi in punta di piedi e poi scendi improvvisamente su tutto il piede.

È impossibile confondere il dolore renale con un altro, soprattutto se si verificano tali sintomi di accompagnamento:

  • impulso frequente, spesso falso, di svuotare la vescica;
  • oliguria: una diminuzione della quantità di urina escreta;
  • minzione rara e difficile, accompagnata da tagli e bruciore;
  • impurità nelle urine - muco, pus, sangue;
  • oscuramento delle urine, comparsa di un forte odore sgradevole;
  • la comparsa di edema (soprattutto al mattino).

Possibili ragioni

Prima di tutto, devi sapere che le patologie renali nelle prime fasi non hanno sintomi. Oltre al dolore spiacevole nella regione lombare, non ci sono altre manifestazioni specifiche. Man mano che il processo procede, compaiono segni vividi, il che li rende non solo comuni, ma anche pericolosi per i pazienti. Quindi, il rene fa male con le seguenti malattie o lesioni:

  • cistite;
  • malattia da urolitiasi;
  • pielonefrite;
  • glomerulonefrite;
  • aterosclerosi dei vasi renali;
  • trombosi delle arterie d'organo;
  • cisti renale;
  • tumori benigni e cancro;
  • difetti renali congeniti;
  • reflusso vescico-ureterale;
  • trauma d'organo: lividi, rotture, lesioni gravi;
  • tubercolosi renale.

Il dolore può manifestarsi in pazienti di qualsiasi età: una ragazza durante le mestruazioni (dare l'addome), una donna durante la gravidanza (soprattutto nell'ultimo trimestre), un bambino, un adolescente. Il rinvio tempestivo a specialisti e una terapia adeguata aiuteranno a evitare complicazioni e mantenere la salute per molti anni.

Dolore ai reni: come non essere confuso con altre patologie

Come mostra la pratica dei terapisti, il dolore ai reni può indicare una violazione dell'attività di altri organi o sistemi. Per determinare quale patologia provoca dolore, i medici eseguono una diagnostica differenziale e prescrivono procedure di ricerca obbligatorie e aggiuntive.

Sondaggio

Se un paziente si lamenta che i reni fanno male, solo il medico ti dirà cosa fare dopo la diagnosi. Il suo principio principale è eseguire una serie di studi di laboratorio e strumentali. Ma prima, il medico deve esaminare il paziente e fare un'anamnesi.

  1. Ecografia dei reni. Vengono valutate le condizioni, la struttura e le dimensioni.
  2. Radiografia. Condotto con l'uso di un mezzo di contrasto.
  3. TC e risonanza magnetica. L'organo è studiato a strati.
  4. Scintigrafia con radionuclidi. Uno studio dettagliato viene effettuato dopo l'introduzione di una sostanza radioisotopica.
  • analisi clinica delle urine;
  • inoculazione batteriologica delle urine;
  • analisi del sangue generale;
  • analisi del sangue biochimica.

L'analisi delle urine consente di determinare la composizione quantitativa di leucociti, eritrociti, epitelio, nonché la presenza di proteine, colate, creatinina, urea, livelli di glucosio. Un esame del sangue dà un'idea dello sviluppo di infiammazione, anemia.

I reni fanno male: cosa fare

Il dolore nell'organo associato può manifestarsi in modi diversi, quindi anche le tattiche di trattamento differiscono in modo significativo. Solo una cosa rimane invariata: un approccio integrato. In un attacco acuto, questa è una terapia sintomatica, in un ambiente ospedaliero - trattamento empirico. I metodi di supporto sono la dieta e talvolta i rimedi popolari.

Appuntamenti dal dottore

A volte i medici aspettano e vedono la tattica e la sua durata dipende dalle condizioni del paziente. Se il paziente ha un attacco prolungato di colica renale, deve essere eseguito il blocco della novocaina del cordone spermatico o del legamento uterino dal lato della lesione.

Alcune malattie non possono essere curate a casa a causa della scarsa efficacia di molti metodi. Quindi, l'uso di antidolorifici o rimedi popolari può offuscare il quadro clinico, che diventerà un ostacolo al corretto comportamento della terapia per i processi purulenti e infiammatori.

Nelle forme gravi di malattia renale e nelle esacerbazioni della nefrolitiasi, viene eseguito un trattamento chirurgico, anche urgente. La scelta del tipo di intervento è determinata da uno specialista in base a una combinazione di fattori: età del paziente, gravità del processo, dati diagnostici.

Trattamenti domiciliari

Abbastanza spesso, con patologie renali, il mal di schiena può verificarsi improvvisamente, inaspettatamente e una persona si perde, non sapendo cosa fare. Nel frattempo, ci sono molti strumenti che aiutano ad alleviare la condizione a casa, senza ricorrere ai farmaci..

  1. Il miglior sollievo dal dolore è un bagno moderatamente caldo, la cui temperatura non deve superare i 39 ° C. All'acqua va aggiunto un decotto di origano, salvia, camomilla, tiglio, foglie di betulla e immerso in essa per mezz'ora.
  2. Durante e dopo le procedure idriche, è necessario bere molti liquidi. Inoltre, è consigliabile sostituire le bevande ordinarie con decotti di erbe medicinali: camomilla, achillea, rosa selvatica, ortica. Hanno proprietà diuretiche, antinfiammatorie e antisettiche. Le bevande veramente "urologiche" sono le bevande alla frutta a base di mirtillo rosso e mirtillo rosso, il tè al limone.
  3. Dopo il bagno, dovresti andare a letto e restare lì per un paio d'ore. Per ridurre al minimo il disagio, è necessario applicare una piastra elettrica e assumere una posizione semi-seduta.

Medicinali

Se i reni fanno costantemente male ei sintomi sono pronunciati, solo uno specialista può dire come trattare. In questa situazione, non è consigliabile sperimentare e sostituire la terapia farmacologica con la fitoterapia. I rimedi popolari possono essere usati come aggiunta ai metodi di base. Devono essere usati i seguenti farmaci:

  1. Per alleviare il processo infiammatorio - "Ciprofloxacina", "Ciclofosfamide", "Verapamil", "Amoxicillina", "Cephalexin".
  2. Per sciogliere le pietre - "Allopurinol", "Blemaren", "Urodan".
  3. Medicinali a base vegetale - "Kanefron", "Urolesan", "Cyston", "Nephroleptin".

È impossibile curare i reni con un farmaco qualsiasi. L'approccio alla terapia è sempre complesso, quindi è importante comprendere gli obiettivi della prescrizione di farmaci per determinati gruppi. Quando si sceglie un dosaggio, è necessario tenere conto dell'età del paziente.

"Le ricette della nonna"

Il trattamento delle malattie renali può essere integrato con la medicina tradizionale. Per fermare il processo infiammatorio e ripristinare il passaggio dell'urina, vengono utilizzate raccolte di erbe medicinali con spiccate proprietà antispasmodiche e diuretiche: poligono, uva ursina, prezzemolo, equiseto di campo, frutti di ginepro, foglie di betulla.

Ricetta numero 1. Prendete in parti uguali foglie di mirtillo rosso, coda di cavallo, orecchie d'orso, tritate tutto. Mettere 2 cucchiaini di materie prime in un contenitore e versare 300 ml di acqua bollente. Lasciare il prodotto per 1,5 ore, quindi filtrare. Aggiungi 0,3 g di mummia e mescola accuratamente. Dividete l'infuso in tre parti, ciascuna delle quali va bevuta prima dei pasti.

Ricetta numero 2. Fiori di camomilla, sambuco e tiglio (1 cucchiaino ciascuno) Mettere in una tazza, versare 250 ml di acqua bollente. Mettere il contenitore a bagnomaria per 30 minuti. Filtrare il prodotto finito e riportarlo al volume originale. Prendi di notte.

I brodi e gli infusi vengono presi a lungo, per 1,5-2 mesi. Si consiglia di seguire 2-3 corsi di riabilitazione all'anno. Le erbe vengono selezionate individualmente o utilizzate in raccolte complesse. Possono differire nella composizione a seconda dello scopo di utilizzo. Un altro rimedio efficace è l'uso di bevande alla frutta, che dovrebbero essere preparate con mirtilli rossi, olivello spinoso, ribes, fragole..

L'importanza della nutrizione

La nutrizione per le malattie renali si basa sull'introduzione di una serie di severi divieti. La dieta è basata su cibi ricchi di carboidrati; è fortemente sconsigliato l'uso di cibi piccanti, affumicati e fritti. Le restrizioni si applicano al sale da cucina, alle proteine.

La preparazione del cibo dovrebbe essere fatta senza aglio e cipolle. La categoria degli alimenti proibiti comprende spinaci, acetosa, ravanello, asparagi. In caso di problemi con il tratto gastrointestinale, anche l'aceto e l'acido citrico dovrebbero essere inclusi qui. L'esclusione temporanea dalla dieta richiede il seguente elenco:

  • carne di pesce;
  • condimenti, spezie;
  • legumi;
  • verdure in scatola;
  • caffè, cacao, cioccolato;
  • birra, alcol forte.

Un punto importante nella terapia nutrizionale è l'aderenza al corretto regime di consumo. Un eccesso di liquido è categoricamente controindicato, un volume di 1,5 litri è considerato accettabile. Questo include primi piatti, acqua, tè, succhi.

Sollievo rapido per forti dolori a casa

Il dolore ai reni è spesso così grave che il paziente non riesce a trovare la postura corretta per ridurne l'intensità. I medici in questi casi si consiglia di avere antidolorifici, tasse di trattamento nell'armadietto dei medicinali di casa.

  1. Per fermare l'attacco e rilassare il muro dei flussi urinari, puoi prendere un paio di compresse dell'antispasmodico combinato - "Spazmalgon", "Baralgin", "Maxigan".
  2. Per alleviare i sintomi dell'infiammazione, si consiglia un antibiotico: "Furadonin", "Negram", "Palin".
  3. Per eliminare il dolore, puoi usare analgesici: "Aspirina", "Askofen", "Nurofen".

Quali farmaci assumere con l'esacerbazione del dolore, ogni paziente decide da solo. È importante non ritardare dopo aver interrotto un attacco acuto, ma cercare l'aiuto di un medico. Aiuterà a identificare la causa e prescriverà il trattamento..

Situazioni di emergenza per chiamare un'ambulanza

Il dolore ai reni è un fenomeno spiacevole e pericoloso. È difficile per una persona che ne soffre liberarsi da sola della sindrome del dolore. Non dà riposo al corpo ed è in grado di mantenere a lungo l'intensità. La condizione può diventare pericolosa e pericolosa per la vita se compaiono i seguenti sintomi:

  • un forte aumento della temperatura corporea a livelli critici (38-39 ° C);
  • forti brividi, febbre, accompagnati da attacchi di nausea e vomito;
  • crampi penetranti e bruciore durante la minzione;
  • frequente, ma falso bisogno di svuotare, con una diminuzione del volume di urina;
  • scolorimento (torbido scuro, comparsa di sedimenti e sangue), un odore sgradevole di urina;
  • tirando i dolori alla colonna lombare si trasformano in acuti e insopportabili.

Ognuno di questi segni è un motivo per una chiamata di emergenza al team di ambulanza e al ricovero. In ambito ospedaliero, un medico qualificato sarà in grado di diagnosticare correttamente la patologia e sviluppare un'adeguata strategia terapeutica.

Possibili conseguenze dell'inazione

Molti pazienti con dolore alla parte bassa della schiena o alla schiena cercano di annegarlo con farmaci antidolorifici ed esitano a visitare un medico. Nel frattempo, il processo patologico che si sviluppa nei reni porta spesso a gravi complicazioni. Sullo sfondo dell'infiammazione delle strutture renali, possono svilupparsi condizioni:

  • ipertensione arteriosa: un aumento persistente della pressione sanguigna;
  • urosepsis: la penetrazione dell'infezione dall'organo escretore nel sangue;
  • ascesso renale - lesione purulenta;
  • paranephritis - infiammazione del tessuto perineale;
  • fallimento renale cronico;
  • shock batteriotossico;
  • uremia - autointossicazione dell'intero organismo.

Solo un trattamento efficace aiuterà ad evitare conseguenze pericolose in caso di danno renale. Tenendo conto delle restrizioni e delle controindicazioni esistenti, una terapia adeguatamente eseguita contribuisce a una guarigione completa già dopo 1,5-2 mesi. Prevenire le recidive del dolore ai reni è possibile con una prevenzione tempestiva.

Suggerimenti per mantenere sani i reni

Mantenere sani i reni e le vie escretorie è possibile con l'osservanza di uno stile di vita corretto, la correzione dell'alimentazione, le norme di igiene personale e uno sforzo fisico moderato. Solo aderendo a queste raccomandazioni, è possibile prevenire lo sviluppo di processi patologici nel sistema urinario.

Regole per il bambino:

  • cambia la tua biancheria intima ogni giorno;
  • lavati ogni volta che svuoti l'intestino o la vescica, prima e dopo il sonno;
  • usa i pannolini mentre dormi e cammini;
  • vai in bagno in tempo.

Regole per le donne:

  • evitare correnti d'aria, ipotermia;
  • escludere il sesso promiscuo;
  • usare la contraccezione;
  • osservare le regole di igiene personale.

Regole per gli uomini:

  • evitare l'ipotermia e il raffreddore;
  • prevenire un'attività fisica intensa;
  • sbarazzarsi delle dipendenze.

Indipendentemente dal sesso o dall'età, si raccomanda di monitorare il peso corporeo, rafforzare l'immunità e, a scopo preventivo, sottoporsi a visita medica due volte l'anno. Nelle donne, la prevenzione prevede l'uso di farmaci ormonali durante la menopausa e nel sesso più forte - metodi contraccettivi di barriera e consultazioni sistematiche con uno specialista specializzato.

Conclusione

I reni svolgono un ruolo importante nel mantenimento della salute e della vita umana. Un atteggiamento attento al tuo corpo e una rapida reazione ai segnali che dà aiuteranno ad evitare molti problemi associati all'organo accoppiato.

Come fanno male i reni e dove nelle donne e negli uomini

I reni sono un organo essenziale che, come altri, può funzionare in modo improduttivo per vari motivi. Ciò porta a gravi disturbi nel corpo: malfunzionamenti nel funzionamento dei genitali, disturbi dell'apparato digerente, interruzione dell'equilibrio del sale marino. Come identificare gravi violazioni? Quali sono i segni del dolore ai reni?

Dove sono i reni

Secondo le statistiche, la maggior parte dei pazienti non è in grado di spiegare cosa fa male e cosa provoca disagio. Per determinare la malattia, è necessario sapere dove si trova l'organo unico del sistema urinario, che funziona 24 ore al giorno. I reni si trovano nella parte posteriore della cavità addominale, dietro il peritoneo. Determinare la loro posizione è semplice: se metti i palmi delle mani sulla vita ai lati, alzi i pollici, le loro punte si troveranno sopra l'organo.

Di regola, la destra si trova sotto la sinistra, ma i confini possono variare a seconda della pressione del fegato, delle caratteristiche strutturali del corpo. L'organo lavora continuamente: pompa il sangue attraverso se stesso più volte al giorno, lo pulisce da tossine, tossine, favorisce la formazione di urina e l'escrezione attraverso gli appositi canali. Inoltre, partecipa ai processi metabolici, alla pressione interna. Se il loro lavoro viene interrotto, tutti i sistemi specificati iniziano a funzionare male.

  • Marmellata di prugnolo con noccioli
  • Come legare una sciarpa a un cappotto
  • Il bambino ha le feci verdi

Come fanno male i reni - sintomi

Per iniziare il trattamento, è importante capire quale organo infastidisce una persona. Se l'organo urinario fa male, questo non significa sempre patologia. Le sensazioni spiacevoli alla schiena sono tipiche degli attacchi di appendicite, della colica biliare e della pielonefrite. Se una persona ha malattie dell'organo urinario, si possono distinguere sintomi comuni e locali. I primi sono:

  • colore della pelle pallida;
  • faccia gonfia al mattino;
  • ipertensione;
  • affaticabilità rapida, debolezza;
  • brividi;
  • mal di testa ricorrenti.

Se parliamo di sintomi locali per il dolore ai reni, il più evidente è il disagio nella regione lombare. Il dolore aumenta con la minzione, alcuni movimenti, ad esempio, se ti alzi sui calzini e torni bruscamente. Altri segni locali:

  • odore specifico e sgradevole di urina;
  • odore di ammoniaca dalla bocca;
  • piccoli "brufoli" sulla pelle;
  • aumento della voglia di urinare, crampi;
  • sfumatura rossastra di urina.

Sintomi di malattie renali nelle donne

Se c'è un problema con un organo, i primi segni possono essere visti dagli esami del sangue e delle urine. Secondo loro, il medico può diagnosticare malattie come insufficienza renale, cistite, pielonefrite, policistica, idronefrosi, nefrolitiasi. Si distinguono i seguenti sintomi di malattia renale nelle donne:

  • gonfiore del viso, che passa la sera;
  • gonfiore delle gambe e delle braccia;
  • alta temperatura;
  • cambiamento nel volume, nell'odore, nel colore delle urine;
  • debolezza generale;
  • nausea e vomito;
  • mal di testa;
  • nicturia;
  • gonfiore;
  • perdita di appetito;
  • dolori di diversa natura;
  • urina con impurità del sangue;
  • bocca asciutta;
  • picchi di pressione.

Come fanno male i reni negli uomini

Nel sesso più forte, i segni non sono così pronunciati come nelle donne, quindi le malattie spesso assumono una forma avanzata e vengono trattate con le pillole più a lungo. Se i reni fanno male, l'esame diagnostico rivela malattie come l'idronefrosi, l'urolitiasi. Oltre a loro, sono possibili pielonefrite, nefroptosi. Come fanno male i reni negli uomini? Il sintomo è localizzato nella regione lombare, può essere parossistico, permanente. Altri possibili segni:

  • ipertensione;
  • gonfiore sul viso, nell'addome;
  • bocca secca e sete costante;
  • stato letargico;
  • anuria (completa cessazione del flusso di urina nella vescica), poliuria;
  • minzione eccessiva;
  • annebbiamento delle urine, comparsa di sangue;
  • aumento della temperatura corporea;
  • iperlipidemia;
  • brividi.

Dove i reni fanno male

In caso di disagio, è necessario identificare tutti i sintomi. Grazie a loro, è possibile determinare autonomamente la malattia e, dopo una visita dal medico, iniziare il trattamento per prevenire la forma cronica. È importante capire dove fanno male i reni. Ad esempio, con la pielonefrite, il disagio è localizzato nella regione lombare, ha un carattere doloroso. Ulteriori informazioni sulle peculiarità della localizzazione del dolore in diverse malattie.

  • Brufoli sul mento
  • Emorroidi cosa fare
  • Come sbarazzarsi della muffa sui muri con rimedi popolari. Liberarsi della muffa nera per sempre, foto

Dolore ai reni a sinistra

Ci sono molte malattie in cui può comparire questo sintomo e tutte hanno sintomi simili. Se hai dolore al rene a sinistra, dovresti assolutamente andare dal medico. Il sintomo può indicare le seguenti malattie:

  1. Pielonefrite. La malattia definita è affilata. Oltre al dolore, il paziente ha un aumento della temperatura, cambiamenti nel gusto, vomito, nausea, brividi, gonfiore al mattino.
  2. Malattia da urolitiasi. Le sensazioni dolorose in una persona possono essere tollerabili e insopportabili, spesso compaiono dopo un brusco cambiamento nella posizione del corpo, sforzo fisico.Quando si urina, prurito, crampi, bruciore, potrebbe esserci sangue.
  3. Cancro. C'è dolore costante che peggiora con il crescere della formazione, forse febbre alta, perdita di peso, debolezza, dolori ossei, febbre.

Come fa male il rene destro - sintomi

Un segno localizzato sul lato destro indica processi patologici che si verificano nell'organo di escrezione o negli organi vicini. Le cause principali possono essere la nefroptosi del lato destro, l'infiammazione dell'appendice, l'urolitiasi, il cancro, la cisti, la pionefrosi, le malattie parassitarie. Se il rene a destra fa male, i sintomi sono possibili:

  • colica del lato destro;
  • sangue nelle urine;
  • condizione febbrile;
  • prurito alla pelle;
  • sensazione dolorosa durante la minzione;
  • cambiamento di colore, composizione delle urine;
  • fatica;
  • eruzione cutanea;
  • deterioramento della vista;
  • odore di ammoniaca dalla bocca.

Dove va il dolore ai reni?

La malattia renale è un sintomo importante che non può essere ignorato. Presta attenzione alla localizzazione, alla natura del segno. Forse il dolore ai reni si irradia alla parte bassa della schiena, alla schiena, all'inguine, ai genitali. Non sarà possibile riconoscere autonomamente la malattia, ma è necessario ascoltare le sensazioni in modo che lo specialista identifichi correttamente il disturbo. Anche se è chiaro dov'è il dolore, la malattia sarà determinata solo dopo esami di laboratorio.

Quali sono i dolori nelle malattie renali

Il sintomo è presente in quasi tutte le malattie dell'organo urinario. Il carattere può essere diverso: acuto, parossistico, dolorante, lancinante, tirante e così via. Fino a quando un medico non esamina una persona, è impossibile dire con certezza quale sia la sua origine: ce ne sono altri vicino all'organo, ad esempio la milza, gli ureteri. Il dolore nella malattia renale si manifesta in modi diversi. Con la pielonefrite, sono opachi e doloranti, con trombosi dell'arteria renale - acuta, forte.

Come capire se ti fanno male i reni

Per non confondere il disagio con il mal di schiena, è necessario conoscere le caratteristiche del sintomo. Cosa fare, come controllare, per determinare che i reni fanno male? Raccomandazioni:

  1. Pensa a cosa potresti ammalarti. Se capisci di essere stato impegnato in un duro lavoro fisico, di essere stato a lungo in una posizione scomoda, c'è un grande rischio di malattie dei muscoli lombari e della colonna vertebrale. Se sei super raffreddato, questo indica che l'organo del sistema urinario non è in ordine..
  2. L'organo urinario è principalmente disturbato di notte, raramente durante il giorno, e sensazioni dolorose del sistema muscolo-scheletrico - periodicamente, più spesso dopo il movimento.
  3. Il dolore nell'organo urinario è accompagnato da sintomi specifici: sete costante, febbre, cambiamenti nella minzione, diminuzione dell'appetito.

Scopri di più su cosa sia una cisti renale: sintomi e trattamento della malattia.

“Come fanno male i reni nelle donne? Sintomi e differenze da altri dolori, metodi di trattamento "

4 commenti

Il problema del dolore all'addome e alla parte bassa della schiena è particolarmente grave nella fase preospedaliera, e soprattutto nelle donne. Cosa fare? Chiama un'ambulanza? Vai alla clinica prenatale? O il dolore in quest'area era causato dalla sciatica o dal "pizzicamento del nervo sciatico"? Perché la lombalgia si verifica durante la gravidanza e in generale - come fanno male i reni nelle donne e quali sintomi indicano la loro sconfitta?

Molte persone sanno molto poco dei reni. In generale, ci sono informazioni che producono urina, e alcune casalinghe lo sanno solo perché prima di preparare il sottaceto con i reni, devono essere sciacquati e immersi in acqua per eliminare l'odore di urina. Di solito è qui che finisce la conoscenza. Ma per una chiara comprensione di quale tipo di dolore indica un danno renale, è necessario parlare un po 'della loro anatomia e funzione. Capirai perché questo è importante.

Perché sono necessari i reni e dove si trovano?

I reni si trovano a livello della XII vertebra toracica e io lombare

I reni sono un organo accoppiato. Ognuno di essi ha una forma simile ai fagioli, solo di dimensioni molto più grandi: 12 cm di lunghezza, 6 cm di larghezza e 3 cm di spessore, si trovano verticalmente, con i lati concavi tra loro e non si trovano nella cavità addominale, ma dietro di essa (retroperitoneale ), ai lati della colonna vertebrale. Il peso totale dei reni è di circa 300 grammi, solitamente quello sinistro è leggermente più grande di quello destro.

Visti da dietro, i reni si trovano a livello della XII vertebra toracica e io lombare, quindi il loro bordo superiore è coperto di costole. Sono tenuti in posizione dalla pressione della pressa addominale, posizionata in una speciale fossa renale fatta di tessuto adiposo, nonché da vasi che si trovano al centro della superficie concava dell'organo e formano il peduncolo renale. Quando una donna perde peso, il letto adiposo del rene diventa "superficiale", l'organo scivola verso il basso e questo provoca dolore.

All'interno, l'organo è costituito da corteccia e midollo. La struttura interna dei reni è molto complessa, non ci soffermeremo su questo in dettaglio. Il loro compito è prima filtrare il sangue dalle sostanze nocive, quindi restituire ciò che può essere riutilizzato (acqua, ioni). Questa azione concentra l'urina primaria e, di conseguenza, una donna sana non espelle più di 1,5 litri di urina al giorno..

Se confrontiamo questo con la quantità di urina primaria che non ha subito riassorbimento (riassorbimento), la differenza è enorme: normalmente gli organi sani espellono circa 120 ml di urina primaria al minuto e il 95% di essa viene riassorbita - 1 ml rimane. Ciò significa che se una persona non avesse un meccanismo di ri-aspirazione, allora rilasceremmo (0,12 l * 720 = 86 litri) al giorno. Grazie ai reni, l'umanità è stata in grado di andare sulla terra e creare civiltà, poiché per espellere cento litri di urina al giorno, avremmo dovuto bere costantemente acqua e vivere nell'acqua.

Per lavorare in modo così efficace, questi corpi hanno bisogno di condizioni speciali:

  • i reni consumano un quarto di tutto il sangue espulso dal ventricolo sinistro del cuore;
  • circa 1,2 litri di sangue passano attraverso i reni di una donna del peso di 70 kg in un minuto.

Inoltre, sono strettamente associati alla sintesi dei globuli rossi, alla regolazione della pressione sanguigna e al metabolismo del sale marino nel corpo. La vita senza reni è impossibile, ma con una persona (sana) si può vivere un'intera vita. Per non perdere un organo e la loro funzione non è persa, è necessario ascoltare il proprio corpo, soprattutto quando il dolore si manifesta nell'area dei reni.

Come fanno male i reni: sintomi e differenze da altre fonti di dolore

Caratteristiche dei sintomi del dolore renale, differenze dagli altri

Il dolore ai reni è diverso. Prima di tutto, la natura stessa del sintomo doloroso sarà un po 'diffusa, incerta e difficile da localizzare. Tutti sanno che con una mano ammaccata, puoi mostrare con precisione la fonte del dolore colpendo il dito. Questo perché la parte somatica (animale) del sistema nervoso innerva la pelle ei muscoli del corpo. I reni sono innervati dal sistema nervoso autonomo, che è leggermente più lento. Pertanto, puoi mostrare come fa male nell'area dei reni semplicemente coprendo la parte bassa della schiena con il palmo della mano..

Oltre alla localizzazione "sfocata", il dolore nell'area dei reni è molto spesso un carattere doloroso costante. Non è caratterizzato da un colore brillante e pulsante. A volte c'è una colica renale, quando una pietra conficcata nel bacino o nell'uretere è "la colpa", ma questa è una situazione molto speciale, di cui abbiamo parlato nella sezione sull'urolitiasi.

Di solito, con la lombalgia causata da "lombalgia", sciatica, movimenti scomodi, protrusione intervertebrale ed ernia, una persona non può raddrizzarsi, ma raddrizzata, "zoppica" a letto e cerca una posizione comoda in cui il dolore si attenui. Il meccanismo è chiaro: è necessario trovare una tale posizione in modo che il muscolo spasmodico si rilassi, o il disco intervertebrale si muova, che preme la radice del nervo infiammato.

Nel caso del dolore renale, il cambiamento di postura non ha alcun ruolo, tranne un caso - con nefroptosi o prolasso d'organo. Inoltre, se "sollevi le gambe" e abbassi la testa, l'organo tornerà alla sua posizione anatomica, la tensione dei vasi del peduncolo renale diminuirà e diminuirà anche la sindrome del dolore.

Molto spesso, c'è dolore da un lato. Più spesso è il rene sinistro che fa male, poiché è più grande e il carico su di esso, rispettivamente, è maggiore. In generale, la localizzazione bilaterale della sindrome del dolore è rara, ad esempio nella pielonefrite bilaterale, nell'urolitiasi. Ma in questo caso, i pazienti vengono informati sulla loro diagnosi e preferiscono non provocare l'insorgenza del dolore, osservando un certo regime.

Oltre ai reni, potrebbe esserci dolore agli ureteri. Il loro compito è portare l'urina nella vescica. Per questo, gli ureteri si contraggono periodicamente - tali movimenti sono chiamati cestoidi. Nel caso in cui l'uretere sia infiammato o vi sia un'ostruzione al flusso di urina, il dolore si avverte come una trazione, situato tra la parte bassa della schiena e l'addome, diretto dall'alto verso il basso.

Perché i reni fanno male - le ragioni principali

Pericolo di danni agli organi e connessione con la sindrome del dolore

Perché i reni fanno male? Le ragioni si riducono alle seguenti situazioni:

  • Infiammazione: acuta o cronica.

Questa è la causa più comune di lieve lombalgia. Molto spesso è un'esacerbazione della pielonefrite cronica. Se si sviluppa un'infiammazione purulenta acuta - un ascesso o un carbonchio - si verifica una nefrite apostematosa, ad esempio a causa della tubercolosi, questa è una situazione chirurgica urgente. Il paziente deve essere ricoverato nel reparto di urologia. Compaiono sintomi generali pronunciati: febbre, brividi, alterazioni infiammatorie compaiono nelle urine, se il fuoco infiammatorio comunica con il sistema calice-pelvico.

  • Spostamento del rene dal suo posto - nefroptosi.
  • Un tumore che distrugge il tessuto degli organi. In questo caso, possiamo parlare sia di tumori primari che metastatici. In questo caso, il dolore è intenso, forte, che non può essere fermato dagli antidolorifici. Tipici dolori notturni laceranti.
  • Presenza di calcoli - o pietre nel calice - sistema pelvico. In questo caso, i sintomi possono essere diversi: da un decorso completamente asintomatico alla colica renale. Di regola, il dolore è forte, parossistico, lancinante o tagliente in natura.
  • Ingrandimento del rene causato da un ridotto passaggio dell'urina.

Nelle donne, la condizione più famosa è la pielonefrite durante la gravidanza. Questa condizione è causata dal fatto che il feto in crescita nell'utero inizia a premere l'uretere contro i muscoli e il deflusso dell'urina è compromesso. Più spesso il rene sul lato sinistro fa male. Di conseguenza, si verifica un ristagno nel sistema calice-pelvico, che porta a dolori dolorosi. Dopo il parto, l'ostruzione al passaggio dell'urina scompare, la corrente si normalizza e di solito questa pielonefrite scompare da sola.

C'è un flusso inverso di urina dalla vescica all'uretere e dall'uretere al bacino. Questa condizione è chiamata reflusso e quindi il dolore alla schiena appare solo quando si urina. È causato da un improvviso aumento della pressione nel sistema pelvico-calice.

  • Compromissione acuta del flusso sanguigno renale.

Ciò può portare a infarto renale e allo sviluppo di un successivo ammorbidimento e all'aggiunta di infiammazione secondaria. Ma è anche possibile la trombosi dei vasi renali, torsione della gamba (con uno stadio molto avanzato di nefroptosi - un rene vago).

Cosa succede nelle urine?

Se i reni fanno male, l'urina subisce cambiamenti qualitativi e quantitativi. I seguenti fenomeni si verificano più spesso:

  • Proteinuria e leucocituria. Le proteine ​​e i globuli bianchi si trovano nelle urine: questo è un segno di infiammazione. Questa urina sembra torbida;
  • Ematuria e microematuria;

Questo è sangue, o tracce di esso nelle urine. Questo sintomo può essere caratteristico di danni a qualsiasi parte del sistema urinario, dalla pelvi renale all'uretra. Pertanto, grande attenzione viene prestata all'aspetto degli eritrociti (con microscopia del sedimento). Se vengono lisciviati, la fonte è alta, e se sono freschi e non decomposti, allora, molto probabilmente, la fonte dell'ematuria si trova non più in alto della vescica.

  • La batteriuria è l'escrezione di microbi nelle urine. Con questo fenomeno si deve effettuare l'urinocoltura, l'isolamento di una coltura pura con identificazione dell'agente patogeno e determinazione della sua sensibilità agli antibiotici.

Altri sintomi di laboratorio si verificano nella malattia renale, ma spesso non sono associati al dolore..

A quale medico rivolgersi per il dolore nell'area dei reni?

L'ecografia risponderà a molte domande ed escluderà alcune opzioni pericolose

Se i reni fanno male, cosa fare? Prima di tutto, è vietata qualsiasi procedura di riscaldamento. Il riscaldamento è indicato solo per la colica renale e in altri casi può aggravare l'infiammazione o stimolare lo sviluppo di un processo tumorale. Prima di tutto, devi visitare un urologo (ci sono anche urologhe donne), un terapista locale o un ginecologo, se il dolore è ancora più localizzato nell'addome.

Un grande aiuto per fare una diagnosi sarà un'ecografia, che non ha controindicazioni e può escludere immediatamente malattie formidabili come tumori renali, alterazione del flusso sanguigno renale, idronefrosi e altre malattie.

Successivamente, è necessario superare gli esami delle urine e del sangue, che mostreranno accuratamente la causa del dolore. In alcuni casi, dovranno essere eseguiti altri studi: urografia escretoria, cistografia o persino laparoscopia diagnostica.

Principi generali di gestione del dolore

Se i reni fanno male, il trattamento domiciliare può essere eseguito solo se la diagnosi e la causa del dolore sono note. Quindi, con la pielonefrite, vengono mostrati uroantisettici (furagina), che assumono preparati a base di erbe che migliorano la minzione (orecchie d'orso, foglia di uva ursina, tè ai reni). A volte i farmaci antinfiammatori non steroidei sono indicati come prescritto dal medico curante, antibiotici.

In casi dubbi, è necessario fare ogni sforzo per identificare la causa. Dopotutto, l'assunzione di antidolorifici con un aumento della pressione nel sistema calice-pelvico allevierà il dolore, ma porterà allo sviluppo di idronefrosi e insufficienza renale e l'assunzione di antibiotici quando si verifica un tumore sarà una perdita di tempo prezioso.

Se i reni fanno male, dove va il dolore e quali sono le sue caratteristiche

I reni sono un organo unico che funziona continuamente per tutta la vita. 24 ore al giorno, i reni distillano attivamente il sangue più volte, lo purificano dalle tossine, rimuovono l'umidità in eccesso dal corpo, reindirizzandola ai tubuli appropriati.

La struttura e la posizione dell'organo non sono meno uniche. A differenza di altri organi accoppiati, i reni si trovano in modo asimmetrico, uno leggermente più alto dell'altro. La differenza nel gap di posizione dipende dalle caratteristiche dell'anatomia umana, dall'età e dal tipo di attività.

A causa di una posizione così interessante, quando i reni fanno male, dà dolore a varie parti del corpo: schiena, addome, parte bassa della schiena.

Interessante! In effetti, i reni si trovano sopra la parte bassa della schiena, quasi al centro della schiena..

Per determinare dove si trova l'organo, è necessario brancolare la costola inferiore con il dito e tracciare una linea retta dal bordo della costola indietro rigorosamente parallela alla coscia.

Sintomi di malattie renali

I reni possono ferire sia a causa della presenza di malattie, neoplasie patologiche, sia a causa di danni agli organi, lesioni della schiena e della parte bassa della schiena, cavità addominale.

Quasi immediatamente, eventuali violazioni nel lavoro dell'organo si manifestano con sensazioni di dolore di varia gravità, da abbastanza sopportabili a intollerabili.

Tutti i sintomi della malattia renale sono convenzionalmente suddivisi in generali e locali o specifici. I primi sono:

  • sbiancamento della pelle;
  • gonfiore del viso e degli arti, a volte appare gonfiore del corpo, che scompare la sera;
  • eruzione cutanea di vari gradi e posizioni (piccoli brufoli compaiono senza una ragione apparente);
  • la stanchezza aumenta, appare la stanchezza immotivata;
  • brividi, febbre;
  • emicranie periodiche e mal di testa di varia intensità e posizione senza motivo;
  • aumento della pressione sanguigna.

Le cause specifiche sono simili a quelle elencate, ma sono integrate da disturbi dell'appetito, sviluppo di costipazione o diarrea e perdita di peso. Il dolore ai reni si irradia alla parte bassa della schiena, principalmente da un lato: destro o sinistro. La comparsa di dolore con improvvisi cambiamenti nella posizione del corpo, durante e dopo la minzione. Si osservano cambiamenti nelle urine: il colore diventa giallo o con una tinta rossa, appare un odore sgradevole, la quantità cambia (anuria o poliuria - rispettivamente completa assenza o minzione frequente).

Un odore sgradevole appare dalla bocca, le papille gustative sono interrotte, a causa del quale la percezione del gusto è distorta, ad esempio, il miele sembra non zuccherato. La bocca secca è comune, soprattutto nelle donne.

Interessante! I sintomi della malattia renale negli uomini sono meno pronunciati rispetto alle donne. Pertanto, i primi sviluppano spesso una malattia renale cronica..

Una caratteristica delle malattie renali sono i sintomi sfocati e la manifestazione del dolore: non sono locali, ma danno al lato, alla schiena e persino all'addome. Pertanto, possono essere percepiti come precursori della prossima mestruazione, che è caratterizzata da dolori nella parte bassa della schiena e leggero gonfiore, o come stanchezza dopo un duro lavoro fisico..

Pertanto, quando compaiono i sintomi descritti, non possono essere ignorati e cercare immediatamente l'aiuto di un urologo.

Dolore al rene sinistro

Il dolore irradiato nella parte sinistra della schiena può indicare lo sviluppo di malattie renali come:

  • pielonefrite. È accompagnato da un aumento della temperatura. Brividi, nausea, senso dell'olfatto alterato, gonfiore al mattino;
  • malattia da urolitiasi. Differisce nella forza del dolore, che può essere insignificante o insopportabile. Di regola, si intensificano con i cambiamenti nella posizione del corpo. La minzione è accompagnata da tagli e bruciore, il sangue può essere presente nelle urine;
  • tumore maligno. Man mano che il nodo patologico cresce, il dolore si intensifica a causa della sua pressione sui tessuti dell'organo. Insieme a questo, la temperatura aumenta, compare la febbre, debolezza muscolare, perdita di appetito e peso.

I sintomi elencati possono essere isolati o apparire tutti in una volta. Ma se il dolore è associato ai reni e non alla parte bassa della schiena o alla schiena, si intensificano più spesso di notte che durante il giorno. Inoltre, il dolore ai reni tende ad essere permanente: non si attenuano, anche se ci si sdraia.

Dolore al rene destro

Se il dolore proviene dal rene destro, può essere causato da un processo patologico:

  • appendicite;
  • malattia da urolitiasi;
  • nefroptosi del lato destro;
  • cisti e altre formazioni benigne;
  • oncologia;
  • malattie virali e batteriche.

Come nel caso del rene sinistro, in questo caso il quadro sintomatico è generale e può parlare di ciascuna delle malattie elencate. Di regola, oltre al dolore, il paziente nota una diminuzione dell'acuità visiva, un deterioramento dell'appetito e nausea. C'è un odore ammoniacale dalla cavità orale con un'interruzione simultanea delle papille gustative. Spesso la temperatura corporea aumenta, così come la pressione sanguigna..

La natura del dolore in qualsiasi malattia può essere molto diversa: acuta, opaca, dolorante, tirante, pulsante. Pertanto, è impossibile diagnosticare te stesso da solo. Questo è reale solo dopo l'esame e gli esami di laboratorio su urine e sangue.

In presenza di dolore frequente o prolungato nell'area dei reni, consultare un urologo. Può risultare che i dolori abbiano un'origine diversa e non abbiano nulla a che fare con i reni. Ma, di regola, se i reni fanno male, il disagio è completato dai sintomi elencati.

A proposito, non solo i reni, ma il cuore, i dolori allo stomaco sono difficili da identificare indipendentemente. Succede che il dolore si concentri nell'area in cui si trovano i reni, ma in realtà il problema è nella vescica. Ecco perché non dovresti ignorare questi sentimenti e non perdere tempo a risolverli.

Come fanno male i reni: 12 sintomi che non possono essere confusi

I reni sono il filtro biologico primario del corpo. Prodotti metabolici, medicinali, sali, acqua vengono escreti nelle urine. Se gli organi sono infiammati o danneggiati, è pericoloso per la salute. Ti diremo come capire che i reni fanno male e quali sintomi devi prestare attenzione.

La struttura e la funzione del sistema urinario

I reni sono una parte fondamentale del sistema urinario. Ogni persona sana ne ha due, si trovano in profondità nella cavità addominale, dalla parte posteriore. Si trovano nell'area del confine tra il torace e la cavità addominale, su entrambi i lati della colonna vertebrale, il terzo superiore è coperto da costole per una protezione aggiuntiva in caso di urto o cadute. Gli organi hanno una forma simile ai fagioli, negli adulti hanno le dimensioni di un pugno umano.

Se i reni sono sani, filtrano circa 200 ml di sangue ogni minuto, rimuovendo i prodotti di scarto del metabolismo, i sali in eccesso, l'acqua con l'urina.

Il lavoro attivo degli organi mantiene l'equilibrio elettrolitico - il corretto rapporto di minerali (sodio, magnesio, fosforo).

Regolano il metabolismo delle proteine, sintetizzano gli ormoni che mantengono un livello stabile di pressione sanguigna e producono eritropoietina, un composto che stimola il midollo osseo a produrre globuli rossi (eritrociti).

La salute dei reni è importante per mantenere la forza scheletrica: regolano il metabolismo del calcio e della vitamina D..

Fattori che influenzano la salute dei reni

Il sistema urinario, insieme al fegato, è la principale fabbrica per la disintossicazione di scorie, metaboliti intermedi, farmaci, vitamine.

Cosa può danneggiare il sistema urinario

Inquinamento atmosferico, acqua potabile

Tossine alimentari

Farmaco eccessivo

Processi infiammatori nel bacino e nei glomeruli

Danno tossico o ipossia (carenza di ossigeno dovuta a flusso sanguigno alterato)

Per molto tempo, i reni possono soffrire in silenzio, la persona non avverte dolore o altri sintomi, sebbene il lavoro degli organi si sia già notevolmente deteriorato.

Come sapere se ti fanno male i reni

Gli urologi identificano una serie di cambiamenti, che insieme possono essere motivo di preoccupazione, andando dal medico per i test delle urine e un'ecografia. Lo specialista determinerà l'ambito di altri esami.

1. Urina schiumosa

Una piccola quantità di schiuma nelle urine è accettabile se il flusso è forte durante la minzione. Ma le bolle dovrebbero scomparire rapidamente. Se la schiuma è abbondante, compaiono ulteriori sintomi, è ora di vedere un medico e fare il test. La formazione di schiuma è possibile quando sono presenti proteine, determinate tossine o cellule nelle urine. Questo è un segno che i reni sono compromessi, filtrano il sangue in modo inadeguato a causa del processo infiammatorio, traumi o disturbi circolatori nelle arterie renali.

2. Scolorimento delle urine

A seconda del volume di fluido consumato, della temperatura ambiente, il colore in una persona sana varia dal giallo chiaro all'ambra. L'uso di determinati cibi coloranti (rabarbaro, barbabietola, acetosa), vitamine del gruppo B o farmaci può cambiare temporaneamente il colore in giallo brillante, rosa o verdastro. Ma se il cibo non cambia e l'urina diventa rosa o rossastra, ha un forte odore, schiuma - questo è un segnale allarmante.

3. Torbidità, fiocchi nelle urine

Determinare come fanno male i reni, valutare i sintomi negli uomini o nelle donne che indicano chiaramente problemi: questa è la torbidità delle urine o l'aspetto di fiocchi bianchi e giallastri. Compaiono con urolitiasi o processo infiammatorio con pielonefrite o glomerulonefrite.

La torbidità uniforme dell'urina senza fiocchi è possibile con la disidratazione. In questo caso, l'urina è concentrata, in essa si accumulano più sali che formano una sospensione. Se aumentare l'assunzione di acqua non risolve il problema, consultare il medico.

4. Sindrome del dolore

Se si verifica una colica renale, i suoi sintomi sono difficili da confondere con qualsiasi cosa. Questo è un dolore acuto sotto le costole, che si manifesta a onde, lungo il lato destro o sinistro della colonna vertebrale, sparando all'inguine o alla cavità addominale. È accompagnato da nausea o vomito. La colica renale si verifica quando un calcolo si blocca nell'uretere e il flusso di urina è compromesso.

Con l'infiammazione, il rene si gonfia, aumenta di dimensioni. È importante sapere come determinare se i reni o la schiena fanno male. I medici possono picchiettare leggermente sulla regione lombare: se il tessuto renale è danneggiato, il dolore in questo punto aumenta.

5. Malessere generale, debolezza

I reni sono coinvolti nella produzione di globuli rossi secernendo un ormone chiamato eritropoietina, che stimola il midollo osseo a formare nuove cellule. Se sono danneggiati, la secrezione dell'ormone diminuisce, possono manifestarsi segni di anemia con debolezza, pallore, sensazione di stanchezza costante.

6. Mal di testa, vertigini

Il compito principale dei reni è rimuovere i metaboliti di scarto e i composti tossici dal corpo. Se gli organi sono danneggiati, non affrontano completamente questo compito, le tossine, i prodotti metabolici si accumulano nel plasma sanguigno, influenzando negativamente il funzionamento del sistema nervoso e del cervello. Ciò provoca problemi di memoria, ridotta concentrazione, mal di testa o vertigini occasionali. Se l'anemia si verifica con una malattia renale, i sintomi possono peggiorare a causa del ridotto apporto di ossigeno alle cellule cerebrali.

7. Dolore addominale con nausea, vomito

Se la dieta non cambia, tutti i prodotti sono freschi, di alta qualità, ma nausea, gonfiore o dolore all'ombelico, si verificano attacchi di vomito, la causa può essere patologie renali. Gli organi non possono rimuovere completamente i prodotti metabolici tossici, si accumulano nel sangue, provocando segni di avvelenamento.

8. Frequente voglia di urinare

Minzione aumentata, urgenza imperativa (un impulso improvviso di visitare il bagno quando vengono rilasciate solo poche gocce di urina) sono caratteristici delle infezioni del tratto urinario - cistite o uretrite. Meno comunemente, questi sintomi si verificano con l'infiammazione dei reni. Può essere pielonefrite, urolitiasi o danno glomerulare nel diabete mellito.

9. La comparsa di edema

Se i reni non riescono a far fronte alla rimozione del fluido in eccesso dal corpo, il gonfiore si verifica sul viso, intorno agli occhi o sulle gambe, nell'area del piede. È importante capire come fanno male i reni: possono verificarsi sintomi nelle donne, in particolare l'edema:

  • quando si consumano cibi molto salati,
  • molto liquido,
  • sullo sfondo dei cambiamenti ormonali,
  • prendendo alcuni farmaci,
  • durante la gravidanza.
È importante distinguere l'edema fisiologico da quello patologico. Se il gonfiore scompare entro poche ore, si verifica solo occasionalmente: questa è una variante della norma. Ma il gonfiore quotidiano al mattino, dopo il risveglio, è un segnale che i reni potrebbero ferire.

10. Pelle secca e pallida

11. Aumento della pressione

I reni sono attivamente coinvolti nella regolazione della pressione sanguigna, rimuovendo il sodio e l'acqua in eccesso dal corpo. Inoltre, rilasciano l'ormone renina, che aumenta la pressione e il flusso sanguigno agli organi per eliminare l'ipossia glomerulare. Se ci sono malattie del sistema urinario, in particolare l'infiammazione dei tubuli renali e dei glomeruli (glomerulonefrite), la pressione può aumentare bruscamente. È molto scarsamente ridotto dai farmaci antipertensivi tradizionali, è necessario chiedere al proprio medico i metodi corretti di trattamento.

12. Temperatura elevata

Febbre prolungata, brividi e sudorazione grave possono essere sintomi di infiammazione renale - pielonefrite. Un aumento della temperatura è accompagnato da malessere, mal di schiena, nausea e alterazioni delle urine. Ma non ci sono segni di raffreddore, gli antipiretici non abbassano bene la temperatura, si alza di nuovo dopo poche ore.

Esame per sospetta malattia renale

La prima cosa da fare se si sospetta problemi ai reni è consultare un terapista o un nefrologo.

Per riconoscere le patologie renali, il medico prescriverà esami delle urine e del sangue, ecografia dei reni e della vescica.

Le donne devono verificare la presenza di segni di anomalie ginecologiche che possono avere sintomi simili.

La salute dei reni nelle donne in gravidanza dovrebbe essere costantemente monitorata. Durante questo periodo, i processi infiammatori sono più comuni, influenzano negativamente la salute della donna stessa, il suo bambino non ancora nato. Pertanto, è necessario trattare eventuali patologie quando compaiono i primi sintomi allarmanti..