I primi segni di calcoli renali

Il dolore ai reni si verifica più spesso a causa della comparsa di pietre in essi, o meglio, le sensazioni spiacevoli compaiono quando la pietra ha già iniziato il suo viaggio attraverso l'uretere. L'insorgenza della malattia di solito è impercettibile. Come capire che nel tuo corpo è iniziato un processo spiacevole? Devi prestare attenzione ad alcuni sintomi.

Mal di schiena

Le sensazioni spiacevoli compaiono, di regola, improvvisamente e si manifestano sotto forma di convulsioni. A volte il dolore può coinvolgere l'addome o la zona inguinale.

Minzione frequente

Se la voglia di andare in bagno "piccola" si verifica abbastanza spesso, ma l'urina esce in piccole porzioni, è probabile che il calcolo sia già nella zona della vescica e ne irriti le pareti. Questo è il motivo per cui hai voglia di usare il bagno anche quando la vescica è vuota..

Difficoltà a urinare

Questo sintomo indica che la pietra si è formata abbastanza grande e ha bloccato l'uretere, impedendo il flusso di urina nella vescica..

Impurità del sangue nelle urine

Questo segno, probabilmente, può essere definito il più ovvio e in nessun caso dovrebbe essere ignorato. La pietra, spostandosi verso l'uscita, graffia le mucose all'interno dei reni, degli ureteri e della vescica, che iniziano a sanguinare. Allo stesso tempo, l'urina può essere colorata sia in un colore chiaramente rosso, sia in marrone o rosa: questo dipende dalla quantità di sangue che vi è entrata.

Febbre, brividi

Le lesioni all'uretere e alla vescica, inoltre, facilitano la penetrazione dei batteri negli organi, dove iniziano a svilupparsi attivamente. Febbre e brividi: reazione all'infezione.

Nausea e vomito

Le grandi pietre formate interferiscono con il libero flusso di urina, inizia ad accumularsi nei reni o nell'uretere. Ciò porta all'infiammazione, che viene trasmessa lungo le terminazioni nervose agli organi vicini, in particolare all'intestino. La motilità intestinale è compromessa, causando dolore addominale, nausea e persino vomito.

Se riscontri uno o più dei sintomi elencati, questo è un motivo per consultare immediatamente un medico..

I principali tipi di calcoli renali nelle donne, diagnosi e trattamento

L'urolitiasi (urolitiasi) si verifica spesso nelle persone di mezza età e negli anziani. Il gentil sesso ne soffre un po 'meno spesso degli uomini. Malnutrizione, disturbi metabolici, uno stile di vita sedentario, cambiamenti ormonali e un aumento del carico sul sistema urinario durante la gravidanza possono provocare la comparsa di calcoli. Esistono diversi tipi di calcoli renali nelle donne, differiscono per composizione chimica, forma, dimensioni. Nella prima fase della diagnosi, uno specialista può suggerire il tipo di calcolo, le conclusioni finali vengono tratte sulla base di ulteriori ricerche.

  • 1 Motivi per l'aspetto
  • 2 Sintomi della malattia
  • 3 tipi di pietre
    • 3.1 Pietre uriche
    • 3.2 Calcoli di ossalato
    • 3.3 Fosfati
    • 3.4 Struviti
    • 3.5 Carbonati
    • 3.6 Depositi di proteine ​​e colesterolo
    • 3.7 Formazioni di cistina e xantina
  • 4 Diagnostica
  • 5 Trattamento

Le cause dei calcoli nelle donne sono disturbi metabolici, a seconda di quali inclusioni di diversa composizione si formano. Ma ci sono anche fattori provocatori comuni dell'ICD, questi includono:

  1. 1. Mancanza di liquidi nel corpo. L'urina diventa concentrata, stagnante. La mancanza d'acqua dipende dal regime di consumo (consumo inferiore a 1,5 litri al giorno), forte sudorazione. Il problema si verifica con diarrea, vomito durante malattie infettive, tossicosi o malattie dell'apparato digerente. A volte la coagulazione delle urine si verifica con l'uso frequente di forti diuretici.
  2. 2. Infezione cronica delle vie urinarie.
  3. 3. Dieta povera, consumo di grandi quantità di acido ascorbico, mancanza di vitamine B e A, eccesso di sali nell'acqua utilizzata.
  4. 4. Stile di vita sedentario.
  5. 5. Assunzione di determinati farmaci (farmaci antinfiammatori non steroidei e antibiotici).

Nel processo di formazione di sabbia e tartaro, sono spesso coinvolti diversi fattori e cause..

I segni di formazione di calcoli dipendono dalle loro dimensioni e dalla composizione chimica. Ma ci sono sintomi generali di urolitiasi:

  • dolori tiranti e doloranti nell'area della proiezione del rene, aggravati dal sollevamento di pesi e dalle curve strette del corpo;
  • frequente bisogno di urinare a causa della costante irritazione della mucosa del tratto urinario;
  • escrezione di urina ostruita (con blocco dell'uretere o del calcolo dell'uretra) o anuria (nessun flusso di urina nella vescica);
  • colica renale (dolore insopportabile lungo il progresso della pietra, che è scarsamente controllato dagli analgesici);
  • offuscamento delle urine e l'aspetto del sangue in esso.

L'aggiunta frequente di infezioni porta ad un aumento della pressione, della temperatura e dei dolori muscolari. Nel 15% dei casi la malattia è asintomatica e viene rilevata solo dagli ultrasuoni o durante la migrazione del tartaro dal rene.

Le tattiche del loro trattamento dipendono dal tipo di pietre. In alcuni casi, si consiglia al medico di assumere farmaci da bere, a volte la litotripsia (schiacciamento con ultrasuoni o laser) aiuta e le forme gravi di ICD possono essere eliminate solo con la resezione completa del rene.

Per numero di istruzione, sono divisi in singoli (nella metà dei pazienti con ICD) e multipli, in base alla loro posizione, sono bilaterali e unilaterali. Sotto forma di educazione, ci sono coralli (con bordi irregolari), rotondi, piatti. A volte si osservano varietà complesse con punte e bordi.

Anche le dimensioni giocano un ruolo nel determinare l'assistenza necessaria. Piccoli calcoli (diversi mm di diametro) possono essere rimossi con diuretici e grandi quantità di liquidi. In alcuni casi, le formazioni secondarie vengono ammorbidite con l'uso di preparati speciali e le formazioni di grandi dimensioni vengono frantumate utilizzando un laser o viene eseguita un'operazione chirurgica. Esistono tipi di enormi inclusioni che riempiono completamente le cavità dell'intero rene.

A seconda della composizione chimica, si distinguono i seguenti nomi di pietre:

  • urati;
  • ossalati;
  • struvite;
  • fosfati;
  • carbonati.

Può apparire nei reni delle formazioni e con inclusioni organiche (proteine, colesterolo, cistina, xantina).

Può verificarsi in persone di età compresa tra 20 e 55 anni. Formato da sali di acido urico e sodio o potassio. In apparenza, gli urati sono rotondi, lisci e sciolti. Il colore di questo tipo di pietre varia dal giallo chiaro al marrone scuro..

L'acido urico è un prodotto del metabolismo delle purine. Queste sostanze contengono praticamente ogni cellula del corpo. L'interruzione del suo metabolismo e la comparsa di depositi nei reni si verificano in tali condizioni patologiche:

  • gotta;
  • leucemia;
  • idronefrosi;
  • aterosclerosi o trombosi dell'arteria renale.

Provoca lo sviluppo di calcoli di urato, l'acidificazione delle urine e l'uso di cibi contenenti molte purine (carne, spinaci, pomodori), nonché cibi acidi e salati.

La descrizione delle pietre di ossalato è diversa dagli urati. Queste sono formazioni solide con sfumature scure (marrone, nero). Spesso hanno punte e spigoli vivi e hanno un'alta densità. Sono composti di acido ossalico con sodio, potassio, calcio (calcio monoidrato), ammonio e vengono escreti in piccole quantità quotidianamente nelle urine. Trovato in persone con patologia metabolica ereditaria, diabete mellito, ipervitaminosi delle vitamine C e D.

Gli ossalati sono difficili da eliminare dai reni e spesso causano coliche renali e ostruzione urinaria. Proprio come gli urati, si formano più velocemente quando il pH delle urine si sposta verso il lato acido..

Sono composti chimici dell'acido fosforico. Spesso sono incluse anche inclusioni di ossalati e urati. Le pietre fosfatiche hanno contorni lisci e arrotondati, sono di colore grigio-biancastro. Non differiscono nella densità della struttura; le cavità sono visibili sulla colpa di un tale calcolo. È questo tipo di pietre che si sviluppa più spesso nelle donne..

Una caratteristica dei fosfati è la loro rapida crescita, quindi possono raggiungere grandi dimensioni e portare alla morte renale. A volte queste pietre assumono una forma simile a un corallo e i medici devono rimuovere l'intero organo. Molto raramente, queste formazioni sono accompagnate da dolore, poiché hanno una superficie liscia e non danneggiano la mucosa delle vie urinarie. Spesso portano allo sviluppo di pielonefrite.

I calcoli di struvite si formano sullo sfondo di un'infezione del tratto urinario. Sono di colore chiaro o grigio e sembrano insoliti, ricordando la forma del coperchio di una bara. Il fattore eziologico del loro sviluppo è spesso Klebsiella e Proteus. I calcoli sono caratterizzati da una crescita accelerata e possono trasformarsi in formazioni coralline in poche settimane. Contiene fosfato di magnesio ammonio e carbonato di calcio.

Si trova spesso in persone con problemi urinari (vescica neurogena, paralisi, diabete mellito grave). Raramente manifestano sintomi caratteristici, più spesso sono mascherati da segni di una malattia infettiva. Crescere rapidamente quando l'urina è alcalina.

Hanno una consistenza morbida e una tinta bianca. Per struttura chimica, sono sali di acido carbonico.

I calcoli proteici sono rari nelle donne (e anche negli uomini). Sono piatti, di consistenza morbida, leggeri. In termini di composizione chimica, sono un accumulo di fibrina con flora batterica e impregnazioni di sali.

I calcoli di colesterolo sono di colore scuro, morbidi. Il loro pericolo sta nella capacità di sgretolarsi e danneggiare gli organi dall'interno..

Possono essere trovati in giovani donne e bambini. Ritardato a causa di un'anomalia congenita (cistinuria). Sono di colore giallo con una superficie molto liscia e morbida. Quando i calcoli sono grandi (fino a 2 cm), spesso accompagnati da dolore nella regione lombare.

I calcoli di xantina sono anche causati da una malattia genetica. Nei pazienti in questo caso, vi è una violazione della conversione della xantina in acido urico a causa di una violazione della sintesi enzimatica con la comparsa di formazioni bruno-giallastre con una superficie ruvida irregolare. Tali forme di urolitiasi sono molto rare, ma il loro pericolo risiede nell'impossibilità di autoescrezione e nella necessità di rimozione chirurgica.

Non è possibile determinare in modo indipendente la composizione chimica dei calcoli renali. Ai primi sintomi, dovresti contattare uno specialista che, dopo l'esame, ti invierà per l'esame. La diagnostica per determinare il tipo di calcoli renali include:

  1. 1. Analisi delle urine. È particolarmente importante identificare quali sali e altre sostanze vengono escrete dal corpo in grandi quantità. Un modo indiretto per determinare è la presenza di batteriuria, leucociti (segni di infiammazione renale). L'aumentata acidità delle urine può indicare la presenza di urati e ossalati. E lo spostamento verso il lato alcalino indica la possibile formazione di depositi di struvite..
  2. 2. Raggi X. Può mostrare non solo la forma e la localizzazione del calcolo, ma aiuta anche a suggerire che tipo è nei reni. Formazioni di struvite, fosfati e ossalato formano un'ombra ben definita. Sono chiamati positivi ai raggi X. Il rilevamento di urati, cistine, xantine o depositi di proteine ​​in uno studio convenzionale è impossibile, poiché sono negativi ai raggi X. È possibile verificare la presenza di queste formazioni solo introducendo un mezzo di contrasto.
  3. 3. Ultrasuoni. In questo caso, si fa riferimento a metodi diagnostici non informativi, poiché consente solo di identificare la presenza e l'ubicazione della pietra, ma non aiuta a scoprirne la composizione chimica.

Determinare chiaramente il tipo di struttura di un calcolo renale aiuta solo a studiarlo quando si lascia il tratto urinario o lo si rimuove dopo un intervento chirurgico.

Il trattamento dei calcoli renali consiste nell'eliminare la causa del loro aspetto e prevenirne l'ulteriore formazione. A tale scopo, a una persona viene prescritta una bevanda e una dieta abbondanti. L'elenco degli alimenti proibiti dipende dal tipo di pietre:

  1. 1. In caso di urati, l'urina deve essere alcalinizzata con acqua minerale. Escludere cibi con purine (carne, frattaglie, sottaceti, carni affumicate, salsicce, acetosa, asparagi). È consentito mangiare qualsiasi tipo di cavolo, frutta, verdura (mele, uva, uva spina, fichi), bere succhi, mangiare patate bollite nelle loro uniformi, farina d'avena, aggiungere burro ai piatti - burro e verdura.
  2. 2. Gli ossalati richiedono l'eliminazione di acetosa, prezzemolo, lattuga, asparagi. Non consumare mele, albicocche, kiwi, cachi, ananas. Fanno eccezione salsicce, carni affumicate, carne e pesce grassi, gelatina e carne in gelatina, fagioli, mirtilli rossi, ribes, cioccolato e noci. Puoi usare tutti i latticini, carne e pesce dietetici, brodi e zuppe vegetali, grassi vegetali, farina d'avena. È utile mangiare zucca e anguria.
  3. 3. In presenza di fosfati, latte e latticini, orzo perlato e farina d'avena, tutti i pasti ad alto contenuto di calcio devono essere eliminati dalla dieta. Non puoi consumare alcol e uova di gallina, spezie piccanti e carni affumicate. Puoi mettere in tavola qualsiasi tipo di carne e pesce, cibi grassi e fritti, spezie, funghi e pasta.

L'uso di compresse per sciogliere i calcoli aiuta bene. Per questo vengono utilizzati colestiramina, allopurinolo, Cyston. Si consiglia di assumerli solo come indicato da un medico e dopo aver identificato il tipo di calcolo.

La terapia sintomatica comprende analgesici e antispastici. In caso di infezione, viene preso un ciclo di antibiotici.

A casa, è possibile essere trattati solo in presenza di piccole formazioni e sabbia. Pietre grandi e in rapida crescita richiedono litotripsia o intervento chirurgico. Il metodo di trattamento per ICD dipende anche dalla composizione chimica delle pietre:

  1. 1.Urati e carbonati vengono gestiti con l'aiuto di bere abbondante, l'uso di acqua minerale (con carbonati - Essentuki n. 20 o Naftusya, con urati - Borzhomi, Essentuki n. 4 e n. 17), attività fisica e assunzione di farmaci.
  2. 2. Struviti e ossalati vengono rimossi principalmente mediante frantumazione o intervento chirurgico.
  3. 3. La rapida crescita dei fosfati porta anche alla necessità di metodi radicali per sbarazzarsene..

Tipi di calcoli renali

Quando si verifica l'urolitiasi, la prima cosa da decidere è il tipo di calcoli renali. Tutti i trattamenti successivi dipenderanno dalla composizione chimica della pietra..

Nella mia pratica, ci sono stati un numero enorme di casi in cui, avendo un calcolo renale di ossalato, le persone hanno deciso che non avevano bisogno di sottoporsi ad esame e trattamento successivo. Cominciarono a praticare metodi popolari o semplicemente a bere acqua più fortemente, il che, ovviamente, non eliminò la malattia, ma piuttosto portò a uno stato più trascurato..

Leggi i metodi per sciogliere i calcoli renali in modo da non utilizzare inefficaci.

Vale la pena fare subito un'osservazione che ci sono ancora calcoli renali di urato solubili, per sbarazzarsi di cui è sufficiente bere molta acqua e seguire una dieta semplice.

Secondo la legge della meschinità, sono coloro che decidono di auto-medicare che si trovano pietre che non possono essere sciolte con acqua o metodi popolari..

Ma per scoprire che tipo di pietre hai, devi sottoporti a un esame prescritto da un medico. Quindi parliamo dei tipi di calcoli renali.

In breve, sui tipi di calcoli renali, dice l'urologo

Informazioni sui tipi e sulla composizione chimica dei calcoli renali

Per composizione chimica si distinguono ossalati, fosfati, urati, carbonati. Meno comuni sono la cistina, la xantina, le proteine, i calcoli di colesterolo. Le pietre, di regola, sono stratificate, il numero di minerali che formano la pietra non è superiore a tre, il resto dei minerali può essere trovato sotto forma di impurità. La pietra è una miscela di minerali con sostanze organiche.

Pietre di ossalato

È il tipo più comune di calcolo renale (75% - 80%). Maggiori informazioni sulle pietre rocciose... Questo tipo di pietre è formato da sali di calcio dell'acido ossalico. Queste pietre sono dense, di colore grigio-nero, con una superficie spinosa. Feriscono facilmente la mucosa, a seguito della quale il pigmento del sangue li macchia di marrone scuro o nero..

E ora più in dettaglio, le pietre di ossalato sono pietre composte da sali di acido ossalico. Questi sono i calcoli renali più comuni. Molto spesso si tratta di sali di calcio dell'acido ossalico.

In precedenza si credeva che mangiare più cibi ricchi di calcio contribuisse alla formazione di calcoli di ossalato, ma oggi è stata confermata l'affermazione opposta: i calcoli di ossalato si formano con una piccola assunzione di calcio nel corpo.

Esempi di calcoli renali di ossalato

Forse questo è dovuto al fatto che il calcio lega i sali di acido ossalico nell'intestino. E quando la quantità di calcio nell'intestino viene ridotta, più ossalati vengono assorbiti nel corpo e, quindi, il rischio di formazione di calcoli è maggiore..

Va notato che le pietre di ossalato di calcio sono le pietre più dure e sono molto difficili da sciogliere..

A causa del fatto che le pietre di ossalato sono le più dense, vengono rilevate molto chiaramente usando una radiografia.

Urate pietre

Queste pietre sono composte da acido urico o suoi sali. Le pietre sono di colore giallo mattone, con una superficie liscia e una consistenza solida. A proposito di pietre di urato di più.

Più in dettaglio, i calcoli di urato si trovano nel 5% - 15% dei casi, più spesso nelle persone con gotta. Questo tipo di calcoli si verifica in caso di un'alta concentrazione di sali di acido urico nelle urine o quando sono insolubili nelle urine..

Una concentrazione così alta di urati può essere dovuta all'alto contenuto di urati nelle urine o quando il loro contenuto è normale in un volume molto piccolo di urina. Gli urati sono più spesso formati da reazioni urinarie acide.

Di solito, livelli elevati di urato si trovano nei pazienti con gotta, alcuni tipi di cancro e dopo la chemioterapia per i tumori. Le persone che vivono in regioni calde e secche hanno un alto rischio di disidratazione, in cui il volume di urina è ridotto.

Inoltre, le persone con disfunzione intestinale con diarrea hanno una diminuzione dell'acidità delle urine e una diminuzione del suo volume. Tutto ciò contribuisce alla formazione di calcoli di acido urico..

Va notato che i calcoli di urato di solito non vengono rilevati alla radiografia. Pertanto, la diagnosi di calcoli renali di urato viene effettuata sulla base di questo studio come un alto livello di urato nelle urine e una reazione acida dell'urina..

Esempi di calcoli renali di acido urico

Il trattamento dei calcoli di urato per forme non complicate della malattia è leggermente diverso dal trattamento per altri tipi di calcoli. Solitamente un buon carico d'acqua e un aumento del pH delle urine (alcalinizzazione) sono sufficienti per sciogliere questi calcoli. Come risultato di qualsiasi altro intervento invasivo solitamente non richiesto.

Pietre di struvite

Questo tipo di calcoli è anche chiamato "infettivo" perché la loro formazione è associata a un'infezione delle vie urinarie. Ulteriori informazioni sui calcoli renali di struvite. Le pietre di struvite sono caratterizzate da una rapida crescita, nell'arco di poche settimane e possono occupare un'area abbastanza ampia del rene (la cosiddetta pietra di corallo). Nonostante l'uso diffuso di potenti antibiotici, i calcoli di struvite non sono rari.

Le pietre di struvite sono solitamente composte da fosfato di magnesio ammonio e carbonato di calcio. Si verificano quando l'urea viene scomposta da un enzima speciale: l'ureasi.

I batteri più comuni che hanno questa proprietà sono Proteus e Klebsiella. Inoltre, per la formazione dei calcoli di struvite è necessaria una reazione urinaria alcalina..

Il principale fattore di rischio per la formazione di calcoli di struvite è l'infezione, nonché le condizioni in cui la minzione è compromessa, poiché vi è ristagno di urina e sviluppo di batteri in essa. Questa condizione di solito include una vescica neurogena, che è comune nel diabete, ictus e paralisi..

A differenza di altri tipi di calcoli renali, i calcoli di struvite sono lievi. La maggior parte delle manifestazioni sono associate all'infezione stessa nel rene..

La diagnosi dei calcoli di struvite si basa sulla rilevazione di cristalli nelle urine sotto forma di "coperchi di bara". Le pietre di corallo indicano anche la pietra di struvite.

I calcoli renali di struvite sono caratterizzati da complicanze infettive come sepsi o insufficienza renale acuta. Inoltre, con un processo infettivo prolungato, può verificarsi un restringimento dei reni..

Vale la pena notare che la terapia farmacologica è inefficace per i calcoli di struvite. Litrotripsia - ESWL è un metodo di trattamento efficace. Per i calcoli di corallo è indicata la litotomia percutanea. A volte è necessaria una combinazione dei due. Per calcoli molto grandi è indicata la chirurgia a cielo aperto.

Dopo il trattamento per i calcoli di struvite, è necessario un attento monitoraggio per valutare possibili complicazioni e la possibilità di formazione di nuovi calcoli.

Se tutti i frammenti della pietra di struvite vengono rimossi, la possibilità di non recidiva è del 90% entro 3 anni. Ma anche se nel rene rimangono anche i frammenti più piccoli di una pietra, allora la possibilità che ci sia una ricaduta della pietra è molto alta.

Pietre di cistina

Queste pietre sono composte da un composto di zolfo dell'amminoacido cistina. Sono di colore bianco-giallastro, di forma rotonda, di consistenza morbida, con una superficie liscia..

I calcoli di cistina sono relativamente rari rispetto ad altri tipi di calcoli renali. La ragione della loro formazione è una rara malattia metabolica ereditaria - cistinuria. Un'altra caratteristica di queste pietre è che si trovano nei bambini e in giovane età. L'unico modo per curare questa patologia è un trapianto di rene..

I calcoli di cistina sono composti da cistina, un amminoacido. Di solito, gli amminoacidi entrano facilmente nell'urina attraverso i reni, ma normalmente, una volta filtrati, vengono immediatamente riassorbiti, cioè riassorbiti. Nella cistinuria, c'è un difetto genetico in cui il rene non può assorbire questo amminoacido. Le molecole di cistina sono scarsamente solubili nelle urine e quindi cristallizzano, formando calcoli di cistina.

Le manifestazioni di urolitiasi con calcoli di cistina nei reni sono solitamente le stesse di altre pietre, ma per l'urolitiasi da cistina, è caratteristico che il dolore persiste anche dopo il sollievo della sindrome del dolore.

La diagnosi dei calcoli di cistina si basa sui dati dell'anamnesi: se il paziente ha parenti che soffrono di questa malattia e si dovrebbero sospettare i calcoli di cistina nel caso in cui il paziente sia molto giovane (ad esempio, nei bambini).

I normali raggi X possono rivelare i calcoli di cistina, ma a differenza, ad esempio, dei calcoli di calcio, questi calcoli sono meno visibili. Pertanto, potrebbero non essere rilevati. In questo caso, viene utilizzata l'urografia escretoria endovenosa o la TC. Inoltre, la diagnosi si basa sui dati dell'analisi delle urine: con la cistinuria si trovano cristalli esagonali nelle urine e una grande quantità di cistina.

Nel trattamento dei calcoli di cistina viene utilizzata l'alcalinizzazione delle urine, poiché si dissolvono meglio in questo ambiente. Per questo vengono solitamente utilizzati citrati o bicarbonati. Inoltre, si raccomanda di ridurre l'assunzione di sodio.

Metodi per il trattamento dei calcoli di cistina

Con l'inefficacia della terapia convenzionale per i calcoli di cistina, che consiste in un regime idrico e l'alcalinizzazione delle urine, vengono utilizzati farmaci che impediscono la conversione della cisteina in cistina: pennicilamina, tiopronina e captopril.

La pennicilamina è la più facilmente disponibile, ma ha complicazioni. La tipronina è più efficace e ha meno complicazioni, ma non è disponibile ovunque. Il captopril ha anche meno effetti collaterali, ma anche il meno efficace di questi tre farmaci..

Quando la terapia conservativa è inefficace, viene solitamente utilizzata la litotripsia. Tuttavia, questa procedura non è sempre efficace, soprattutto quando la dimensione del calcolo è superiore a 1,5 cm, pertanto è spesso necessario un intervento invasivo (endoscopico). Inoltre, se allo stesso tempo è stato possibile distruggere la pietra, le parti rimanenti possono essere sciolte direttamente iniettando penicillamina nel rene.

Il risultato del trattamento dei calcoli di cistina è inefficace. Sono difficili da trattare e di solito infastidiscono le persone per tutta la vita. Di solito, con la terapia conservativa, il paziente ha 1 - 2 attacchi di colica renale durante l'anno.

E il resto, i tipi più rari di calcoli renali

I calcoli fosfatici contengono sali di calcio dell'acido fosforico. La loro superficie è liscia o leggermente ruvida, la forma è varia, la consistenza è morbida. Sono di colore bianco o grigio chiaro, si formano nell'urina alcalina, crescono rapidamente e si schiacciano facilmente.

I calcoli proteici sono formati principalmente dalla fibrina con una miscela di sali e batteri. Sono piccoli, piatti, morbidi, bianchi.

I calcoli di colesterolo sono composti da colesterolo e sono molto rari nei reni. Sono di colore nero, morbidi, si sbriciolano facilmente.

Le pietre carbonatiche sono formate da sali di calcio dell'acido carbonico. Sono bianchi, con una superficie liscia, morbida, di forma diversa.

Definizione di segni di calcoli renali

I calcoli renali possono essere singoli o multipli. Le loro dimensioni sono le più diverse: da 0,1 a 10-15 cm e più, peso da frazioni di grammo a 2,5 kg o più. Spesso, la pietra esegue il sistema calice-pelvico come un'impronta con ispessimenti alle estremità dei processi situati nel calice. Tali pietre sono chiamate corallo..

Per origine, i calcoli nell'uretere sono quasi sempre calcoli renali spostati. Sono di varia forma e dimensione. I calcoli singoli sono più comuni, ma ci sono due, tre o più calcoli in un uretere.

La pietra viene spesso trattenuta in punti di restringimento fisiologico dell'uretere; nel sito di uscita dal bacino, all'intersezione con i vasi iliaci, nelle regioni perivescicolare (iuxtavesicale) e intramurale.

I cambiamenti morfologici nel rene con nefrolitiasi dipendono dalla localizzazione della pietra, dalle sue dimensioni e forma, dalle caratteristiche anatomiche del rene. Per molti aspetti, i cambiamenti morfologici nel rene sono causati dal processo infiammatorio in esso contenuto..

Spesso, le pietre si verificano sullo sfondo di una pielonefrite già esistente, che viene successivamente aggravata da una violazione del deflusso di urina causata da una pietra. Tuttavia, anche con calcoli "asettici", i cambiamenti morfologici nel parenchima renale sono piuttosto caratteristici.

L'assenza di infezione nelle urine durante il suo esame batteriologico non significa l'assenza di alterazioni infiammatorie nel rene, che in questi casi sono nella natura della nefrite interstiziale; espansione dei tubuli e dei glomeruli urinari, fenomeni di peri- ed endarterite, proliferazione del tessuto connettivo interstiziale, soprattutto intorno ai tubuli.

L'atrofia del tessuto renale si verifica gradualmente.

I moderni studi istochimici e di microscopia elettronica mostrano che nel tessuto renale con nefrolitiasi, c'è un accumulo eccessivo di glicoproteine, mucopolisaccaridi, compreso l'acido ialuronico, nel tessuto interstiziale del rene e nelle membrane basali dei capillari glomerulari.

La sclerosi e l'atrofia dei tessuti, a partire dal bacino, passano al tessuto interstiziale del rene, che porta alla graduale morte degli elementi funzionali del parenchima renale e alla sua contemporanea sostituzione dei grassi.

Una componente importante dei cambiamenti morfologici nel rene nella nefrolitiasi "asettica" sono le conseguenze del deflusso di urina alterato causato da un calcolo.

Sintomi di calcoli renali

Come già accennato, le piccole pietre possono essere escrete indolore dal corpo nelle urine. Pietre di grandi dimensioni possono bloccare l'uretere e causare forti dolori alla schiena o ai fianchi, attacchi di nausea e vomito ed ematuria (sangue nelle urine).

Più la pietra si avvicina alla vescica, più è probabile che abbia un bisogno frequente di urinare e una sensazione di bruciore durante la minzione.

Diagnosi e trattamento dei calcoli renali

Il trattamento dei calcoli renali è necessario nei casi in cui il calcolo è troppo grande per uscire da solo o il paziente è tormentato da forti dolori e sanguinamento. In questo caso, dovrai rimuovere o frantumare la pietra in frammenti più piccoli. Oggi esistono diversi metodi per rimuovere i calcoli renali:

La litotripsia extracorporea ad onde d'urto è una procedura non invasiva che utilizza le onde d'urto per frantumare le pietre in frammenti più piccoli che vengono successivamente lavati via con le urine.

La litotripsia percutanea ad ultrasuoni viene eseguita utilizzando uno strumento speciale: un litotritore, che viene inserito nella pelvi renale attraverso una piccola incisione nella regione lombare, dove le pietre vengono frantumate dagli ultrasuoni. I frammenti della pietra possono essere rimossi immediatamente durante la procedura.

Ureteroscopia: uno speciale strumento ureteroscopio viene inserito attraverso l'uretere fino alla vescica, dopo di che il calcolo viene frantumato e rimosso.

Trattamento dei calcoli renali

Nella maggior parte dei casi, il trattamento dei calcoli renali non richiede affatto un intervento chirurgico a cielo aperto. Possono essere prescritti farmaci e linee guida dietetiche per prevenire i calcoli renali e prevenire la futura formazione di calcoli.

In genere si consiglia di bere abbastanza liquidi, ma evitare un consumo eccessivo di bevande contenenti caffeina (caffè, tè, cola).

Informazioni tratte dal sito andrology.su

Tipi di diatesi dell'urolitiasi

Esistono tre tipi di diatesi dell'urolitiasi. E li descrivo in questo articolo, perché la loro formazione, trattamento e classificazione non è praticamente diversa dai tipi di calcoli renali. Inoltre, spesso la diatesi dell'urolitiasi è una conseguenza diretta dei calcoli renali, quindi sarà utile conoscerne i tipi e le modalità di trattamento.

Diatesi dell'acido urico

È caratterizzato da una perdita molto abbondante di acido urico, sali di acido urico (urati) dalle urine. Allo stesso tempo, l'urina ha un'acidità persistente e significativamente aumentata, che è decisiva nel processo di formazione dei calcoli..

La concentrazione di acido urico nelle urine gioca un ruolo secondario nel processo di formazione dei calcoli. Il precipitato di sali di acido urico sembra sabbia rossa.

La diatesi dell'acido urico è considerata un processo patologico associato a un cambiamento qualitativo e quantitativo dello stato colloidale delle urine, in particolare, con una mancanza di colloidi protettivi in ​​grado di trattenere l'acido urico, urati allo stato disciolto in una soluzione supersatura con essi.

La formazione di acido urico è lo stadio finale del metabolismo delle proteine ​​(purine) nel corpo. In questo caso, la diatesi dell'acido urico si verifica con violazioni del metabolismo delle proteine, quando la scomposizione delle proteine ​​aumenta e la quantità di acido urico nel corpo nel suo insieme e nelle urine, in particolare, aumenta in modo significativo.

Questo accade quando mangi cibi contenenti una grande quantità di basi purine (cibi a base di carne). Un consumo eccessivo di carne aumenta notevolmente l'acidità delle urine, migliora la diatesi, favorisce la precipitazione dei colloidi (sotto forma di torbidità flocculante), cristalli di acido urico, urati.

La diatesi dell'acido urico accompagna spesso la gotta, una malattia metabolica comune, associata anche a un metabolismo delle purine alterato nel corpo. Secondo le osservazioni disponibili, il 15-20% dei pazienti con gotta ha contemporaneamente urolitiasi (N.B. Felistovich, 1956].

Tuttavia, la gotta e la diatesi acida delle urine sono due malattie diverse. Per la gotta è caratteristica una diminuzione del contenuto di acido urico e dei suoi sali nelle urine, mentre con l'uraturia si osserva un aumento della concentrazione di acido urico e urato nelle urine.

Diatesi dell'acido ossalico (ossaluria)

Questo è un processo associato a una maggiore escrezione di acido ossalico nelle urine, principalmente cristalli di acido ossalico e ossalato di calcio.

Sotto l'influenza della sovraeccitazione nervosa, la produzione di acido ossalico nel corpo viene stimolata e la sua concentrazione nelle urine aumenta notevolmente. Questo è uno dei meccanismi dell'iperossaluria, in cui il sistema nervoso centrale gioca un ruolo dominante..

Alcuni autori [N. B. Felistovich, 1956; S.A. Mirov et al., 1958J indica che l'ossaluria dovrebbe essere considerata un processo patologico associato a un cambiamento nello stato colloidale dell'urina, in particolare, causato da una diminuzione delle funzioni dei colloidi protettivi secreti dai reni.

Senza negare il ruolo del sistema nervoso centrale e l'importanza dello stato colloidale dell'urina nel processo di insorgenza della diatesi ossalurica, prestiamo particolare attenzione al ruolo estremamente importante che l'acido ossalico svolge in questo caso, che entra nel corpo con il cibo..

È stato anche notato che l'ossaluria spesso accompagna le malattie del fegato, degli organi del sistema cardiovascolare, del pancreas (diabete mellito).

In uno stato normale, una persona espelle 15-20 mg di acido ossalico al giorno nelle urine. Se c'è una violazione dell'escrezione di acido ossalico dal corpo, la sua concentrazione nelle urine può aumentare fino a 1000 mg.

L'acido ossalico può entrare nel corpo con il cibo e anche essere formato nel corpo come prodotto metabolico, nell'intestino - dai carboidrati alimentari sotto l'azione dei batteri intestinali. Nella patogenesi dell'iperossaluria, l'acido ossalico, che entra nel corpo dall'esterno, gioca un ruolo decisivo, poiché la sua quantità formata nel corpo è estremamente piccola e non ha alcun significato pratico..

Diatesi fosfaturica (fosfaturia)

È uno dei tipi più gravi di diatesi dell'urolitiasi associata a un metabolismo del fosforo-calcio alterato nel corpo e accompagnato dalla perdita di fosfati dalle urine. Normalmente, una persona espelle fino a 3 g di fosfato nelle urine, con fosfaturia questa quantità può raddoppiare. Distinguere tra fosfaturia vera e falsa.

Con la vera fosfaturia, c'è un aumento significativo della quantità di sali di fosfato-calcio escreti nelle urine, con falsa fosfaturia, i fosfati cadono nelle vie urinarie senza aumentare la loro escrezione nelle urine.

La fosfaturia è una malattia sistemica generale, all'origine della quale i disturbi nell'attività dei corrispondenti centri cerebrali del metabolismo del sale giocano un ruolo primario.

La perdita di fosfati nelle urine è una conseguenza di una violazione dello stato colloidale dell'urina e di un cambiamento nella reazione dell'urina da acida ad alcalina. Una reazione urinaria alcalina molto persistente è molto caratteristica della diatesi fosfaturica..

Nei pazienti con fosfaturia, l'urina intensamente torbida viene escreta, contenente una quantità significativa di sali fosfatici e dall'aspetto simile al latte diluito. I sedimenti salini osservati nelle urine dei pazienti sono più spesso costituiti da acido fosforico e carbonato di calcio.

La fosfaturia spesso accompagna l'ulcera gastrica e duodenale, la gastrite cronica con elevata acidità del succo gastrico, il diabete mellito e una serie di altre malattie. Tale fosfaturia è secondaria, in contrasto con la primaria, esistente come malattia indipendente..

La fosfaturia è caratterizzata dalla frequente formazione di calcoli sciolti e facilmente sgretolabili..

Molto spesso, la fosfaturia si osserva nelle strade dei giovani, in età lavorativa, che hanno disturbi funzionali del sistema nervoso autonomo (nevrosi, nevrastenia, ecc.).

Ciò indica il ruolo decisivo del sistema nervoso centrale nello sviluppo della fosfaturia a causa di disturbi nel normale rapporto tra sali di calcio solubili e insolubili nell'organismo..

La prevenzione e il trattamento completi di pazienti con ICD e diatesi di urolitiasi nei resort consistono in una combinazione dei seguenti fattori terapeutici: uso interno ed esterno di acque minerali; la nomina di fanghi terapeutici, nutrizione terapeutica, terapia fisica, regime di cure termali, apparato fisioterapico.

Come determinare la composizione e che tipo di calcoli renali

Come determinare i calcoli renali questa domanda viene posta dai pazienti che soffrono di urolitiasi. Poiché il trattamento non può essere prescritto correttamente se il tipo e la composizione della pietra non è nota.

Ragioni per la formazione di pietre

Nel caso in cui un paziente si presenti in un istituto medico che ha dolore al basso ventre o alla regione lombare, accompagnato da nausea, vomito o febbre, prima di tutto viene controllata la presenza di calcoli renali. Il risultato del trattamento prescritto dipende completamente dalla diagnosi corretta e tempestiva..

Fondamentalmente, l'urolitiasi si verifica a causa dei seguenti disturbi:

  • scarso metabolismo;
  • difficoltà a urinare;
  • dieta irregolare o impropria;
  • mancanza di sostanze nell'organismo responsabili della ritenzione di sali.

Come mostra la pratica medica, a seconda di cosa sono fatte le pietre, è facile determinare la causa del loro verificarsi..

Sintomi di calcoli renali

Nella fase iniziale della formazione dei calcoli renali, il paziente non ha praticamente sintomi pronunciati. Pertanto, molti pazienti, quando vengono rilevati i sintomi, non hanno idea di come scoprire se ci sono calcoli renali. Ma le cose sono completamente diverse quando il paziente ha dolore nella regione lombare. Ciò accade già quando le pietre raggiungono dimensioni impressionanti e iniziano a ferire l'organo..

Per accertarti della presenza o dell'assenza di formazioni nei reni, devi prima di tutto chiedere aiuto a un medico che prescriverà l'analisi appropriata, effettuerà una radiografia o un'ecografia.

Varietà di pietre

Prima di determinare quali calcoli renali, diamo un'occhiata ai loro tipi. A seconda del numero di formazioni, le pietre possono essere singole, multiple, a due e tre pietre. Inoltre, i calcoli renali sono classificati in base alla loro posizione e sono unilaterali e bilaterali.

Inoltre, le pietre variano in forma e dimensione. Sono di piccole, medie e grandi dimensioni. Per quanto riguarda la forma, sono classificati nelle seguenti varietà:

  • con bordi;
  • con punte;
  • piatto;
  • il giro;
  • corallo.

Distinguo anche i calcoli renali in base alla composizione chimica e alla componente organica. Per composizione chimica, i calcoli renali sono:

  • fosfati;
  • struvite;
  • urati;
  • carbonati;
  • ossalati.
  • colesterolo;
  • proteico;
  • cistina;
  • xantina.

A seconda di quali pietre vengono riconosciute nel paziente, viene selezionato il metodo e il metodo di trattamento, così come vengono selezionati i farmaci. Per quanto riguarda il metodo per sbarazzarsi delle pietre, viene scelto solo dopo che tutte le procedure e i test sono stati completati. Poiché, a seconda delle dimensioni e della composizione delle pietre, dipende se viene eseguita un'operazione per rimuoverle, oppure se sarà possibile ammorbidire le pietre e rimuoverle dal corpo con l'aiuto di compresse.

Urate pietre

Nel caso in cui a un paziente vengano diagnosticate pietre lisce e dure che hanno un colore giallo-arancio e sono più simili a formazioni rocciose, fare riferimento ai calcoli di urato. Per identificare tali pietre, è imperativo condurre un'ecografia. Non dovresti provare a determinare tali formazioni usando una radiografia convenzionale o facendo test, poiché ciò non darà alcun risultato. Queste pietre si formano principalmente in pazienti di mezza età. Fondamentalmente, queste formazioni appaiono per i seguenti motivi:

  • a causa dell'eccesso di acido urico;
  • da uno stile di vita sedentario;
  • con malattie dell'apparato digerente;
  • mancanza di vitamina B;
  • in presenza di una reazione acida dell'urina;
  • gotta;
  • quando si beve acqua di bassa qualità, così come cibi acidi e salati.

Per sbarazzarsi di tali pietre, è necessario un trattamento conservativo. Nella maggior parte dei casi, i medici preferiscono prescrivere una dieta speciale e bevande alcaline..

Pietre di ossalato

Quando gli specialisti trovano pietre dense nei reni del paziente che hanno bordi affilati o spine, vengono chiamate ossalato. Fondamentalmente, tali pietre sono inerenti al colore nero o marrone scuro. Per diagnosticare queste particolari formazioni, è sufficiente scattare un'istantanea dei reni e superare i test appropriati. Fondamentalmente, questo tipo di pietre si forma a causa dei seguenti fattori:

  • con diabete mellito;
  • pielonefrite;
  • carenza di vitamina B e magnesio;
  • disordini metabolici;
  • Morbo di Crohn.

Quando tali formazioni vengono diagnosticate in un paziente, l'unico trattamento è la chirurgia, poiché la loro composizione è completamente resistente a qualsiasi azione farmacologica e quindi tali pietre non si dissolvono. Anche dopo che le pietre sono state rimosse dal paziente con l'aiuto di un'operazione, molto spesso questo porta successivamente a una ricaduta. Pertanto, durante il periodo di recupero, è necessario aderire a una dieta rigorosa, nonché includere nella dieta cibi e un complesso di vitamine, che contengono magnesio e vitamina B.

Pietre di struvite

Quando la formazione di calcoli si verifica a causa degli effetti di vari batteri e infezioni sul corpo umano, compaiono pietre di struvite. In apparenza, sono più simili a formazioni grigie lisce. Tali pietre rappresentano un enorme pericolo per il corpo umano, poiché hanno la capacità di crescere e formare spine sulla loro superficie..

Tali pietre appaiono come risultato di una reazione alcalina dell'urina, durante lo sviluppo di batteri e malattie infettive..

A seconda delle dimensioni di una tale pietra, viene scelto anche il metodo per sbarazzarsene. Ciò accade principalmente durante l'operazione. Le uniche eccezioni sono quei casi in cui le pietre sono di piccole dimensioni. In questo caso, la preferenza è data alla litotripsia o alla litotomia percutanea..

Pietre fosfatiche

I principali costituenti delle pietre fosfatiche sono gli acidi fosfatici. Queste pietre differiscono in quanto hanno una superficie morbida e liscia. Si trovano in forme completamente diverse, ma nonostante ciò non danneggiano mai gli organi interni. La diagnostica viene eseguita grazie ai raggi X. Tali formazioni si formano quando le infezioni entrano nel corpo umano, con l'abuso di latticini e la quantità sbagliata di sostanze.

La caratteristica principale di tali formazioni è che nella maggior parte dei casi non è nemmeno necessario un intervento chirurgico per eliminarle. Sarà sufficiente aderire alla dieta prescritta dagli specialisti, nonché l'uso rigoroso di medicinali. L'uso della medicina tradizionale e dell'acqua minerale è eccellente per il trattamento di tali pietre..

Calcoli di proteine ​​e colesterolo

I calcoli renali come proteine ​​e colesterolo si trovano raramente nei pazienti. Esternamente, sono più simili alle formazioni morbide e piatte di bianco..

I calcoli proteici sono costituiti da fibrina, batteri e sali, e i calcoli di colesterolo, rispettivamente, sono costituiti da colesterolo. Questo tipo di formazioni è considerato pericoloso per la salute umana. Ciò è dovuto principalmente alla loro predisposizione alla colorazione. Pertanto, al primo segno, devi immediatamente cercare aiuto medico. Poiché solo il tuo medico ti dirà come determinare la composizione dei calcoli renali. Dopo i test e le radiografie, il medico prescriverà il trattamento farmacologico appropriato, oltre a selezionare la dieta appropriata.

Pietre di cistina

Le formazioni di cistina sono considerate uno dei tipi più rari di pietre. Si formano principalmente nei bambini. Tali formazioni possono essere diagnosticate solo mediante ultrasuoni. Gli aminoacidi sono considerati il ​​componente fondamentale di queste formazioni. In apparenza, assomigliano a un cerchio con una superficie morbida e perfettamente liscia. Nelle persone con formazioni simili, i sintomi sono molto pronunciati e si manifestano come dolore grave e acuto..

Per sbarazzarsi di tali formazioni, ai pazienti viene prescritto un trattamento con farmaci speciali e viene selezionata anche una dieta appropriata. Tra le altre cose, in alcune situazioni, tali pietre vengono rimosse utilizzando un'operazione. Ciò accade principalmente se le pietre sono di dimensioni significative..

Formazioni di xantina

Inoltre, ad alcuni pazienti possono essere diagnosticati calcoli xantinici durante la loro vita, che si formano a seguito di una predisposizione genetica. Per diagnosticare tali formazioni, viene eseguita un'ecografia, poiché gli altri metodi sono completamente inutili. Per sbarazzarsi di questo tipo di formazioni, il medico, a seconda dei singoli casi, sceglie un determinato metodo, che può consistere in:

  • nella rimozione delle pietre usando la chirurgia;
  • nel processo di litotripsia ad onde d'urto.

La rimozione dei calcoli xantinici con i farmaci non porta alcun risultato.

Nota! Oltre a determinati tipi di pietre, esistono anche pietre miste in natura, che contengono vari acidi.

Conclusione

Molti pazienti si chiedono come scoprire quali pietre sono nei loro reni. E questo è ora molto facile da fare grazie a un numero enorme di metodi diagnostici, come l'ecografia, i raggi X e l'urografia. Questi metodi non solo aiuteranno a determinare la presenza di pietre, ma anche la loro composizione. Poiché è dalla composizione delle formazioni che puoi scegliere un trattamento davvero efficace. Dopotutto, le formazioni nei reni possono portare a conseguenze come coma renale, infiammazione purulenta e ascesso. Per evitare non solo la formazione di calcoli, ma anche per prevenire spiacevoli conseguenze, è necessario rafforzare la propria salute e aderire a una dieta corretta ed equilibrata..

Qual è la composizione dei calcoli renali??

L'urolitiasi è una condizione in cui si formano pietre e sabbia nei reni. Questo fenomeno si verifica se l'equilibrio del sale dell'acqua è disturbato nel corpo di una persona. La formazione di calcoli nell'urolitiasi inizia con la formazione di microliti. Questi cristalli contengono sali di calcio con acido fosforico, ossalico o il loro componente principale è l'acido urico.

I cristalli di sale iniziano a formarsi sullo sfondo dei processi infiammatori che si verificano nei reni e nel canale uretrale, la loro base è una matrice di proteine, che include coaguli di cellule epiteliali esfoliate dello strato mucoso. È su di esso che si depositano i sali acidi, dopo di che si formano i microliti e quindi i calcoli. I tipi di pietre possono essere diversi a seconda della loro composizione chimica..

Come vengono classificati i calcoli renali?

Abbiamo detto sopra che i tipi di pietre possono essere diversi. In base alla composizione, i calcoli renali sono suddivisi in urati, ossalati, fosfati. Ma molto più spesso il tipo di calcoli renali è misto, sebbene prevalga ancora uno qualsiasi dei minerali.

La composizione della pietra non è l'unica cosa che viene presa in considerazione quando si classificano le formazioni renali. Tra i criteri da considerare ci sono:

  • Il numero di calcoli. In circa il 50% dei casi le vittime presentano singole pietre, ma spesso viene diagnosticata la presenza di due o tre elementi nei reni. In rari casi, possono verificarsi più calcoli.
  • Posizione. Può essere unilaterale o bilaterale. In questo caso, i calcoli vengono distribuiti non solo nel rene, ma anche nella vescica, uretere.
  • Il modulo. I calcoli differiscono per forma e sono rotondi e piatti, con punte o bordi. Ci sono anche formazioni coralline.
  • Dimensioni. Il calcolo di acido urico nelle sue dimensioni può assomigliare alla cruna di un ago o occupare il volume dell'intero organo. Considera i calcoli renali: quali tipi di calcoli possono essere, a seconda delle dimensioni. Si parla di microliti se la formazione raggiunge i 10 mm. Se superano 1 cm, stiamo parlando di macrolite. La pietra di corallo può superare i 15 cm.
  • Densità. Questo indicatore non ha poca importanza, poiché nel caso in cui la densità delle pietre formate nei reni supera le 1000 unità Hounsfield, non è possibile schiacciarle accuratamente. Devi ripetere la litotripsia o impegnarti nella selezione di altri metodi di trattamento.

Parleremo più tardi di cosa è incluso esattamente in questo o quel tipo di calcoli renali. Per quanto riguarda il tipo di calcoli nella composizione, va notato che quasi tutti includono il calcio. La sua percentuale sulla massa totale può raggiungere il 75-80%, ovvero si tratta di sali di calcio di numerosi acidi. Come dimostra la pratica, la formazione di calcoli è tanto più probabile, maggiore è la disidratazione del corpo, poiché la densità dell'urina in questo caso aumenta ei sali cristallizzano senza difficoltà.

Le pietre contenenti calcio sono chiaramente visibili ai raggi X e sono chiamate raggi X. Se stiamo parlando di urati puri, questi calcoli non vengono visualizzati sulla radiografia. Di conseguenza, uno qualsiasi degli elementi di questo tipo è chiamato negativo ai raggi X. Va anche menzionato le pietre di origine organica, che includono proteine, cistina, colesterolo, formazioni di xantina.

Caratteristiche dei calcoli renali

Puoi determinare il tipo di calcolo renale in base a una serie di caratteristiche e dovresti iniziare con le principali formazioni che vengono diagnosticate più spesso nei reni:

NomiComposizioneAspettoCaratteristiche:
Ossalati.Formato dall'aggregato di calcio con acido ossalico, ossalato di calcio.Forma grumosa, possibilmente presenza di spine, la superficie è nera con una sfumatura marrone.Si trovano in circa il 75% dei casi, tra i calcoli renali - la formazione più dura che è difficile da sciogliere. A causa della forma, è facile danneggiare lo strato mucoso, che contribuisce all'acquisizione di un colore marrone scuro o nero. Chiaramente visibile quando si esegue una radiografia.
Urata.Calcoli di acido urico, includono ammonio e urati di sodio.Dipinto in un colore giallo-marrone, la superficie è liscia, la consistenza è dura.Diagnosticati nel 5-15%, più spesso in chi soffre di gotta, includono vino, pesce e carne, uova nella dieta. Formato in caso di aumento della concentrazione di sali di acido urico nelle urine e pH inferiore a 5,5. Non visibile alla radiografia.
Fosfati.Sali di calcio dell'acido fosforico.La superficie è liscia o leggermente ruvida, di consistenza morbida, bianca, grigio chiaro.Formati nell'8-10%, se l'urina è alcalina - il pH è superiore a 7. Sono caratterizzati da una rapida crescita e facilità di frantumazione. Si formano più spesso in coloro che preferiscono una dieta vegetale e casearia, praticamente non consumano piatti di carne. Le pietre sono visibili ai raggi X..

Ossalati

Il primo segno che la formazione di ossalato inizia nei reni è la comparsa di cristalli, che sono una risposta alla reazione del calcio e dell'acido ossalico. La sua fonte principale sono i frutti arricchiti con vitamina C. Quando si determina la predisposizione all'ossalaturia, si consiglia di rifiutare l'uso di cioccolato e caffè, poiché contengono una maggiore quantità di calcio.

Tra le ragioni per la formazione di ossalati:

  1. Mancanza di magnesio, vitamina B6 nel corpo.
  2. Processi metabolici interrotti.
  3. La presenza di malattia da zucchero o pielonefrite cronica.
  4. Presenza di morbo di Crohn.

Di solito è necessario un intervento chirurgico per eliminare gli ossalati a causa della loro maggiore densità. È possibile utilizzare un metodo per frantumare le pietre mediante ultrasuoni. Il trattamento dovrebbe includere bere molti liquidi, usare prodotti farmaceutici, dieta e attività fisica..

Fosfati

Il motivo principale della formazione dei fosfati e del loro aumento di dimensioni sono le infezioni che penetrano nel sistema urinario, principalmente dall'intestino. Di conseguenza, l'urina diventa alcalina, il che contribuisce al processo. Il principale pericolo dei fosfati è la velocità della loro crescita e la possibilità di riempire l'organo. L'unica via d'uscita è l'intervento chirurgico, che può comportare la rimozione del rene..

A causa della fragilità della struttura, i fosfati possono essere frantumati o sciolti quando l'acidità cambia, per cui prescrivono l'assunzione di acque minerali e farmaci speciali, nutrizione medica.

Urata

Con la predominanza degli urati, la caratteristica principale della malattia è la capacità dei calcoli di apparire in diverse parti del sistema, che dipende dalla categoria di età del paziente. Questi tipi di calcoli renali o ureterali hanno maggiori probabilità di verificarsi in coloro che hanno raggiunto la mezza età. In genere, il corpo acquisisce tali calcoli renali sotto l'influenza di:

  • acqua purificata insufficiente e alimentazione impropria, quando cibi fritti, acidi o salati sono costantemente presenti nella dieta;
  • ecologia sfavorevole;
  • stile di vita insufficientemente attivo;
  • processi metabolici disturbati;
  • mancanza di vitamine del gruppo B..

Dopo aver realizzato che gli urati sono presenti nel corpo, dovresti concentrarti sul trattamento. La regola di base è che conoscendo le pietre, è importante concentrarsi sull'eliminazione dell'infiammazione, sull'assunzione di farmaci e sulla cura nutrizionale..

Tipi rari di calcoli

Oltre ai calcoli renali sopra descritti, potrebbero esserci altre formazioni: cistina, proteine, colesterolo e altri calcoli. Come puoi immaginare, differiscono anche per composizione e alcune caratteristiche..

Pertanto, le struviti sono calcoli simili a coralli contenenti magnesio, carbonato di calcio e fosfato di ammonio. Crescono rapidamente, sono di colore bianco, che può avere una sfumatura giallastra..

Molto raramente, i calcoli di colesterolo si formano nel corpo. Sono neri, morbidi e friabili. Le pietre di cistina arrotondate, dipinte in colori bianco-giallastri, che sono caratterizzate da una superficie liscia, hanno anche una consistenza morbida. Sullo sfondo di un difetto genetico, sotto l'influenza del quale si forma un deficit di xantina ossidasi, si formano calcoli di xantina. Non sono visibili ai raggi X, ma vengono rilevati mediante ultrasuoni. Il problema principale è l'impossibilità di eliminare le xantine con metodi terapeutici conservativi..

I calcoli proteici sono solitamente formati dalla fibrina, a cui vengono mescolati sali con batteri. Si distinguono per le dimensioni ridotte, la consistenza morbida, la forma piatta. Il colore di tali pietre è bianco. I sali di calcio dell'acido carbonico prendono parte alla formazione dei calcoli carbonatici. Tali calcoli sono di colore bianco, hanno una superficie liscia, presentano una varietà di forme e una consistenza morbida..

Importante. Per eliminare correttamente l'urolitiasi, è necessario ottenere informazioni complete sui calcoli, inclusa non solo la composizione, ma anche la dimensione, la forma e la posizione nell'organo..

Perché si formano le pietre e come scoprire la loro presenza

Secondo le statistiche, la manifestazione di urolitiasi in diverse regioni si osserva nel 7-15% dei residenti. La patologia è particolarmente pericolosa per coloro che si trovano costantemente in aree aride con un clima caldo. In tali zone, la disidratazione del corpo diventa più frequente, a seguito della quale aumenta la densità delle urine, il che contribuisce allo sviluppo della cristalluria. Inoltre, un calcolo renale può formarsi sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  1. Cibo selezionato in modo errato.
  2. Violazione del regime di bere, quando il bisogno di acqua del corpo viene costantemente ignorato.
  3. Durezza eccessiva dell'acqua potabile.
  4. La presenza di patologie del sistema urinario.
  5. Mancanza di vitamina D e calcio o il loro eccesso.
  6. Malattie che colpiscono le ghiandole paratiroidi.
  7. Predisposizione ereditaria.
  8. Immobilizzazione prolungata.
  9. Uso di determinati prodotti farmaceutici.
  10. Stile di vita insufficientemente attivo e mobile.

La presenza di questi fattori non porta necessariamente alla urolitiasi, ma se compaiono sintomi spiacevoli, in particolare dolore, la soluzione migliore sarebbe quella di visitare un urologo. Se c'è il sospetto di un calcolo renale, come determinare quanto è grande il rischio? È sufficiente condurre un'analisi generale delle urine. Tuttavia, quando diventa necessario determinare quali calcoli renali, sorge la domanda su come farlo. Ciò richiederà una serie di studi..

Oltre a uno studio generale, il set di misure solitamente assegnato include quanto segue:

  • Analisi chimica delle urine. In questo caso, è necessario controllare il livello di acidità. Sali rilasciati.
  • Esame ecografico dell'organo. L'ecografia, eseguita regolarmente, aiuta a osservare l'aumento delle dimensioni dei calcoli.
  • Urografia escretoria. Va tenuto presente che i raggi X non consentono di rilevare ogni calcolo, pertanto è prescritta un'urografia escretoria utilizzando il contrasto.

È possibile chiarire quali calcoli si sono formati e come determinare la composizione dei calcoli renali, senza ricorrere ai servizi di un urologo? Questa possibilità esiste quando c'è sabbia o piccoli sassi nelle urine. In presenza di tali pietre, il tipo può essere determinato dalla loro tonalità e densità dopo aver lasciato l'urina. Un altro modo per scoprire quali sono i calcoli renali è usare la cartina di tornasole. L'aspetto di una tinta rossa indica un ambiente ossidato, un cambiamento di colore in verde indica alcalinizzazione.

Importante. Qualsiasi diagnosi presuntiva deve essere chiarita: se è possibile raccogliere calcoli che sono usciti da soli, devono essere raccolti e portati a un urologo per analisi di laboratorio.