Estrofia della vescica

L'estrofia vescicale è forse la malformazione congenita più grave in urologia, in cui sono assenti la parete anteriore della vescica e la corrispondente parete addominale anteriore (addome). Tutta l'urina viene versata, il pene non ha uretra, l'uretra e la testa del pene sono divise lungo la superficie dorsale. I corpi cavernosi si accorciano a causa delle ossa pubiche che sono divergenti ai lati. La mucosa della vescica urinaria sotto l'influenza di pannolini o pannolini è soggetta a erosione e sanguinamento, quindi compaiono polipi e segni di infiammazione bollosa. Alcune delle anomalie nel loro aspetto causano semplicemente shock nelle persone che le incontrano. L'estrofia della vescica è rara. In media, l'incidenza del difetto varia da 1: 10.000 a 1: 50.000 neonati.

Le anomalie del gruppo “estrofia-epispadia” sono una combinazione di più difetti, accomunati da un'unica eziologia e dalla presenza di almeno parte della vescica e dell'uretra lungo la superficie ventrale del difetto. Le manifestazioni di questa patologia vanno dalle epispadia capitate all'estrofia cloacale..

Nel caso delle epispadia (Fig.1 A) si osserva un difetto dell'uretra e in alcuni casi dello sfintere della vescica.

Nei pazienti con estrofia parziale (Fig. 1B), manca solo una piccola parte della parete vescicale anteriore,

Estrofia classica (Fig. 1B), quando l'intera vescica è all'esterno. E la forma più complessa di estrofia è l'estrofia cloacale (Fig.1 D) quando la vescica si presenta in due porzioni rotonde situate sul colon diviso lungo la superficie anteriore, il difetto è accompagnato da un enorme difetto della parete addominale anteriore e da un intestino accorciato.

Una vescica aperta e genitali deformati sono visibili al primo momento dopo la nascita. E il compito del team di trattamento dell'estrofia è decidere se è possibile fornire a questo bambino altrimenti sano una vita produttiva attiva, o se sarà condannato alla solitudine, al disagio e alla disperazione..

Negli ultimi 3 decenni, la chirurgia della vescica è diventata un intervento abbastanza comune, soprattutto perché ci sono sempre più segnalazioni di complicanze della chirurgia di diversione urinaria. Purtroppo, tuttavia, il mantenimento della ritenzione urinaria nella maggior parte dei pazienti con estrofia vescicale rimane un problema molto difficile da risolvere..

Chirurgia primaria della vescica (chiusura) Gli scopi della chiusura primaria della vescica sono i seguenti:

1. Rotazione delle ossa anonime per l'inserimento delle ossa pubiche e la chiusura del diaframma pelvico.

2. Chiudere la vescica e spostarla in posizione posteriore nella cavità pelvica.

3. Garantire il libero flusso di urina attraverso l'uretra.

4. Mobilizzazione dei corpi cavernosi dalle ossa pelviche per l'allungamento primario del pene.

5. Chiusura del difetto della parete addominale anteriore.

Abbiamo esperienza nel trattamento dei neonati con estrofia della vescica urinaria presso il St. Vladimir's Hospital dal 1996. Più di 130 neonati sono stati operati con successo. ; Questa è la più grande esperienza in termini di numero di osservazioni in Russia. Il numero di complicanze non era superiore al 7%. Le nuove operazioni hanno avuto successo. In molti bambini, la continenza urinaria è stata raggiunta dopo il primo intervento chirurgico. La maggior parte di loro è riuscita a raggiungere la minzione in porzioni e, soprattutto, è stata notata la crescita della vescica. t Chiusura primaria della vescica e appiattimento dell'osso pubico senza osteotomia nei neonati con estrofia della vescica urinaria. (Fig. 2) e plastica del collo vescicale e dell'uretra nelle epispadia totali

Fig. 2 A. Bambino di 4 giorni con estrofia vescicale classica. B. Quel paziente dopo l'intervento chirurgico.

La prima fase della chirurgia plastica del pene di solito non viene eseguita. La formazione dell'uretra (Fig.3) è il prossimo passaggio sequenziale per correggere questo difetto, eseguiamo questa operazione all'età di 2-3 anni.

Fig.3 A Un bambino di 3 anni con estrofia della vescica (dopo un intervento di chirurgia plastica primaria all'età di 3 giorni), B - lo stesso bambino dopo l'intervento uretrale di Rensley.

Chirurgia plastica del collo vescicale Una fase del trattamento volta a creare un meccanismo di ritenzione urinaria. È importante capire che la vescica è un serbatoio per l'accumulo e l'evacuazione dell'urina. Nei casi in cui la dimensione iniziale della vescica è piccola, è molto difficile formare un meccanismo di ritenzione urinaria di alta qualità, poiché ciò richiede parte del tessuto della vescica stessa, motivo per cui i bambini con una piccola dimensione del cuscinetto vescicale e microcisti. Inoltre, per una buona guarigione dei tessuti nel periodo postoperatorio dopo la plastica cervicale e un drenaggio adeguato, è necessario un volume sufficiente della vescica. Secondo i nostri dati, è necessario avere una vescica di 120-150 ml. Il raggiungimento della crescita della vescica nei bambini con microcisti e incontinenza urinaria per una riparazione cervicale di successo è considerato uno dei problemi ancora irrisolti dell'estrofia. I pazienti con microcisti vengono sottoposti a operazioni di aumento volte ad aumentare la capacità della vescica. collegandolo a un segmento dell'intestino (piccolo o grande). L'operazione richiede la creazione di una stomia secca (appendicostomia) - un tubo ricavato dall'appendice che viene utilizzato per svuotare la vescica con un catetere. A seconda della capacità del serbatoio, questa cateterizzazione deve essere eseguita 4-7 volte al giorno. I serbatoi intestinali richiedono un lavaggio regolare (ogni giorno) per eliminare il muco, che può contribuire al tartaro e allo svuotamento compromesso del serbatoio.

Il compito più difficile è raggiungere la crescita naturale della vescica nei bambini con microcisti per mantenere la capacità di urinare naturalmente e mantenere una ritenzione urinaria di alta qualità. Ci sono molte tecniche utilizzate per questo, tuttavia. la loro efficacia non è così grande. Il trattamento farmacologico è accompagnato da un effetto debole ed è spesso combinato con l'intolleranza ai farmaci. I metodi meccanici di allungamento della vescica in combinazione con la mancanza di ritenzione urinaria sono imperfetti e altrettanto inefficaci. Uno dei modi per risolvere questo problema è stato il metodo di iniezione della tossina botulinica nella vescica. Il rilassamento della parete vescicale dopo queste iniezioni, combinato con l'espansione medica e meccanica della vescica, consente di ottenere un effetto più significativo..

Perché i bambini con estrofia vescicale operano sui neonati? In conformità con il protocollo internazionale (i leader nel trattamento di questa patologia in America, Inghilterra, la maggior parte dei paesi europei aderiscono), è consigliabile correggere questo difetto nelle prime fasi (i primi 2-5 giorni dopo la nascita). Tali operazioni precoci sono dovute alla possibilità di ridurre le ossa dell'utero nei pazienti con estrofia della vescica senza osteotomia (intersezione delle ossa iliache), purché le ossa rimangano di plastica. La riduzione delle ossa pubiche fornisce il miglior effetto di ritenzione urinaria, che è il compito più difficile di tali operazioni. La riduzione delle ossa pubiche nei ragazzi può aumentare la lunghezza del pene. (Fig.4)

Figura: 4 La mobilizzazione delle gambe dei corpi cavernosi e la convergenza delle ossa pubiche, consentono di ottenere un aumento della lunghezza del pene.

Interventi chirurgici in un secondo momento, dopo 1 mese. e richiedono inoltre la stessa operazione in combinazione con un'osteotomia di tipo Chiari, che è molto più traumatica ed è accompagnata da un periodo di recupero più volte più difficile e prolungato. A cosa serve un'osteotomia? Negli ultimi anni sono apparse pubblicazioni sulla possibilità di posticipare queste operazioni di 6-8 mesi. Oppure, in generale, eseguire la chiusura primaria senza far convergere le ossa pubiche o senza osteotomia. Siamo d'accordo che quando un bambino nasce indebolito, con un gran numero di patologie combinate e una dimensione molto piccola della vescica, l'operazione può essere posticipata fino a 1 anno. Perché fino a 1 anno. È necessario eseguire un'osteotomia con fissazione dei frammenti con fili. Nei neonati, gli aghi vengono tagliati e non trattengono i frammenti in modo sufficientemente stabile. La chiusura della vescica senza osteotomia è associata al rischio di un gran numero di complicanze e, soprattutto, a un risultato estetico e funzionale basso. Quindi, secondo le nostre osservazioni, i bambini per i quali non viene eseguita la riduzione delle ossa pubiche o l'osteotomia hanno una diastasi dell'osso pubico fino a 18 cm (Fig. 5).

Fig.5. I risultati estetici e funzionali del trattamento di estrofia nei pazienti senza compressione dell'osso pubico sono molto peggiori.

Nei ragazzi si osserva un accorciamento del pene, nelle ragazze è possibile il prolasso dell'utero e della vagina durante la gravidanza. L'opinione che la convergenza delle ossa pubiche non consenta di ottenere il risultato desiderato, che le ossa pubiche divergano di nuovo è sbagliata. Deve essere chiaro che con l'estrofia le ossa pubiche sono sottosviluppate e non crescono in lunghezza come nei bambini senza questa patologia. Nei neonati operati precocemente secondo il protocollo standard, si forma un cordone fibroso tra le ossa pubiche e, nonostante il ritardo nella crescita delle ossa pubiche, la discrepanza dell'articolazione pubica è significativamente inferiore rispetto ai bambini che non sono convergenti in età neonatale senza osteotomia o in età avanzata con osteotmia.... La discrepanza delle ossa nella maggior parte dei bambini non supera i 3-4 cm. (Fig.6)

Fig. 6. La discrepanza delle ossa pubiche dopo l'osteotomia iliaca è minima

Questo è il motivo per cui in tutto il mondo i pazienti con estrofia vescicale sono concentrati in grandi cliniche con una vasta esperienza nella conduzione di tali operazioni. La nostra squadra è proprio così. Il nostro team di urologi di estrofia (Rudin Yuri Edvartovich e Marukhnenko Dmirtiy Vitalievich) ha più di 20 anni di esperienza nella chiusura della vescica nei neonati. Questo è estremamente importante per piccole aree di bolle. Nel nostro team è presente un ortopedico qualificato Chekeridi Yuri Eleftrovich, che ha maturato esperienza nelle osteotomie iliache per estrofia in più di 100 pazienti di varie età (neonati compresi). Questo approccio ci consente di ottenere i migliori risultati nel trattamento di una patologia così grave..

Se i pazienti con estrofia vescicale sono nati nella tua città o regione, puoi ottenere consigli sulle tattiche di trattamento e sulla possibilità di un'operazione. Immediatamente dopo la nascita, è importante preservare la superficie della mucosa vescicale dall'infiammazione e dalle escrescenze vescicali. Per fare ciò, è possibile utilizzare con successo la pellicola morbida in plastica (pellicola trasparente per prodotti da imballaggio, venduta in rotoli). Un quadrato di 12 x 12 mm viene ritagliato dalla pellicola e al centro vengono praticati fori da 4-5 punti per l'evacuazione dell'urina. La superficie della bolla è coperta da una pellicola con dei buchi e il pannolino viene indossato. Abbiamo una straordinaria esperienza nella conduzione di tali operazioni. Il numero di complicazioni è minimo. È importante ricordare che è consigliabile operare i bambini nei primi 3-10 giorni dopo la nascita. Puoi inviare questi pazienti (se hai la cittadinanza russa e una polizza assicurativa dei tuoi genitori, i cittadini di altri paesi possono sottoporsi a cure autosufficienti) in clinica per ulteriori cure solo previo accordo con il prof. Rudin Yu.E. per telefono (499) 164-13-65, 8-905-555-05-39. Non perdere tempo, consulta esperti

Estrofia vescicale: cause, sintomi e trattamento (con foto)

L'estrofia della vescica è una patologia congenita caratterizzata dall'assenza della parete anteriore della vescica, a seguito della quale la parete posteriore dell'organo sporge verso l'esterno. Questa diagnosi si verifica in 1 persona su 50 mila, la patologia si verifica nei ragazzi 5-6 volte più spesso che nelle ragazze.

Cause di patologia

Tra le ragioni per lo sviluppo della patologia presentata, si distinguono:

  • Predisposizione genetica - secondo le statistiche, il rischio di sviluppare l'estrofia della vescica in un bambino aumenta di 70 volte se almeno uno dei parenti stretti ha avuto la malattia e di 100 volte se è stata diagnosticata in uno dei genitori.
  • L'uso di alcol e droghe da parte di una donna, il fumo prima della gravidanza, così come nel primo trimestre, quando il feto ha una deposizione diretta di tutti gli organi e sistemi interni a livello cellulare.
  • Influenza di fattori esterni e interni sfavorevoli, ad esempio radiazioni e allergeni chimici, cibo di bassa qualità.
  • Esame a raggi X, superato da una donna nel primo trimestre di gravidanza, nonché assunzione di farmaci ormonali contenenti progesterone.
  • Assunzione di farmaci che possono provocare difetti alla nascita: citostatici, una serie di antibiotici. Ecco perché qualsiasi farmaco assunto durante il periodo di gestazione, una donna dovrebbe coordinarsi con il medico curante.
  • Secondo dichiarazioni non confermate, anche alcune tecnologie di riproduzione assistita possono provocare questo difetto congenito. Ma questa causa principale non è confermata e quindi non è considerata e percepita da tutti i medici..

    Sintomi

    La malformazione congenita si manifesta con i seguenti sintomi:

  • Un difetto nella parete peritoneale, attraverso il quale appare la mucosa della parete posteriore della struttura anatomica della vescica: puoi visualizzare visivamente la bocca dell'uretere, l'urina trasuderà costantemente da loro.
  • Il ragazzo ha una scissione dell'uretra, il pene è sottosviluppato e nelle ragazze il clitoride è diviso, come le labbra, anche l'uretra sarà divisa o completamente assente.
  • Se la patologia è pronunciata, la divergenza delle ossa frontali si svilupperà fino a 10-12 cm, il che influisce sulla formazione della curvatura delle gambe e sull'andatura caratteristica.
  • Il bambino non ha un ombelico, poiché la parete anteriore del peritoneo si estende dal centro.

    Il processo patologico è accompagnato da manifestazioni concomitanti. I più comuni sono i seguenti:

    • Ernia inguinale, unilaterale o bilaterale, chiaramente sporgente in superficie.
    • Uno sfintere anale sottosviluppato e frequente prolasso rettale.
    • Raddoppio della vagina della ragazza e problemi con il lavoro dei reni, degli ureteri.
    • Il sacro e il coccige sono sottosviluppati nella loro struttura, il che influisce sulla struttura dell'articolazione dell'anca e delle gambe.
    • Difetti anorettali nella loro struttura - l'assenza di un ano nel bambino e un retto ciecamente chiuso.

    Diagnostica

    È possibile determinare la patologia della vescica prima della nascita di un bambino usando gli ultrasuoni. In assenza di una tale diagnosi, la malattia viene diagnosticata immediatamente dopo la nascita da sintomi caratteristici..

    Trattamento

    Il trattamento prevede esclusivamente un intervento chirurgico: l'importante è non perdere tempo ed eseguire l'operazione prima che il bambino raggiunga i 3 mesi. Se l'anomalia patologica non supera i 3 cm della vescica e non ci sono complicazioni gravi, la plastica ricostruttiva viene eseguita utilizzando i tessuti del paziente, da cui si forma la parete anteriore della vescica. Le ossa pubiche sono articolate dal disco impiantato.

    Se i tessuti del bambino non sono sufficienti, per la ricostruzione vengono utilizzati impianti sintetici, che proteggeranno la vescica da sostanze irritanti esterne, migliorando il processo di minzione. Dopo l'operazione, al paziente viene prescritto un ciclo di assunzione di antibiotici per eliminare il rischio di infezione e accelerare il periodo di riabilitazione.

    L'operazione è efficace, ma in rari casi può manifestarsi l'incontinenza urinaria. In questo caso, può essere eseguito un trapianto ureterale nel colon sigmoideo del bambino. Ciò normalizzerà il processo di minzione e consentirà di controllare l'urina..

    Dopo l'operazione, per tutta la vita, una persona deve seguire una serie di regole e raccomandazioni:

  • Divieto di introdurre sottaceti e spezie, marinate e cibi piccanti nella dieta.
  • Non consumare grandi quantità di liquidi, poiché un'eccessiva assunzione di liquidi esercita un carico molto pesante sui reni.
  • È necessario visitare regolarmente un medico e seguire corsi di procedure urologiche.
  • È vietato l'uso di droghe e alcol, il fumo e il rispetto del livello appropriato di attività fisica.

    Potenziali conseguenze e complicazioni

    Il volume delle complicanze di questa patologia dipende direttamente dal momento dell'operazione di riparazione. Prima di tutto, i medici parlano di diagnosi di ipotermia - eccessiva perdita di calore. Questo processo patologico si verifica a causa di un difetto nella parete addominale anteriore, privo di derma e dovuto a un'eccessiva perdita di calore. Per evitare catastrofiche perdite di calore - dopo l'operazione, il bambino viene posto in un'incubatrice, in cui vengono mantenute la temperatura e l'umidità ottimali.

    I medici chiamano complicazioni settiche un'altra complicanza pericolosa in un bambino con diagnosi di estrofia vescicale. È l'assenza di pelle sulla parete anteriore del peritoneo che è una tale porta per la microflora patogena. È per questo motivo che al neonato, prima e dopo l'operazione, viene prescritto un ciclo di antibiotici e terapia antibiotica. Ciò impedirà lo sviluppo di complicazioni come sepsi e peritonite..

    Al gruppo delle complicanze secondarie e concomitanti che possono svilupparsi dopo l'intervento chirurgico, i medici all'inizio attribuiscono il rischio di formazione di aderenze. A causa dell'elevato numero di operazioni eseguite, una notevole quantità di fibrina può formarsi nella cavità addominale, che successivamente si sviluppa in legami fibrosi. Questo, a sua volta, può causare lo sviluppo della sindrome del dolore e dell'ostruzione intestinale..

    Prevenzione

    Ad oggi, non esiste una prevenzione efficace in quanto tale, ma le donne incinte dovrebbero controllare il livello degli ormoni durante il periodo di gestazione, che può causare lo sviluppo di un processo anormale. È inoltre importante durante il periodo di gestazione escludere o, se possibile, ridurre al minimo l'infezione da virus dell'herpes e della rosolia, la sifilide e la toxoplasmosi..

    Inoltre, durante il periodo di gravidanza, vale la pena escludere l'uso di alcol e droghe, stare a lungo al sole e ipotermia, cioè escludere o ridurre al minimo tutti i fattori esterni e interni sfavorevoli.

    Se segui almeno queste regole, puoi leggermente, ma ridurre, il rischio di sviluppare una patologia come l'estrofia della vescica.

    Estrofia della vescica

    Scanner a ultrasuoni WS80

    Strumento ideale per la ricerca prenatale. Qualità dell'immagine unica e una gamma completa di programmi diagnostici per la valutazione esperta della salute di una donna.

    introduzione

    L'estrofia vescicale (EMF) è una rara e grave malformazione congenita delle basse vie urinarie, caratterizzata dall'assenza della parete addominale anteriore e della parete anteriore della vescica, nonché dalla divergenza dell'articolazione pubica (diastasi). Attraverso il difetto della parete addominale anteriore, la mucosa prolassa. Nella parte inferiore della mucosa esposta si trovano gli orifizi degli ureteri, dai quali l'urina viene costantemente escreta. Il cordone ombelicale scorre basso nel bordo superiore del difetto della parete addominale anteriore.

    I difetti estrofici delle basse vie urinarie sono suddivisi in classica estrofia della vescica ed estrofia della cloaca. Nei ragazzi, l'estrofia della vescica è combinata con la scissione dell'uretra (epispadia). L'estrofia della vescica nelle ragazze è accompagnata da scissione del clitoride, scollatura o assenza dell'uretra, nonché aderenze delle grandi labbra e delle piccole labbra [1, 2].

    In letteratura, l'estrofia della vescica è descritta più spesso in combinazione con l'epispadia, sebbene vi siano segnalazioni di lesioni isolate della parete vescicale quando si formano il collo e l'uretra. Questa patologia è chiamata estrofia incompleta o fistola vescicale anteriore. Con l'estrofia incompleta, non c'è patologia degli organi genitali [3, 4]. La forma più grave e rara di difetto è l'estrofia cloacale, in cui la scissione si estende non solo all'area urogenitale, ma anche all'intestino terminale [5, 6].

    Per la prima volta l'estrofia della vescica urinaria, come una malformazione congenita, fu descritta da Schenk von Grafenberg nel 1597. Nel 1780, Chaussier usò per primo il termine "estrofia". I riferimenti all'estrofia della vescica urinaria si trovano su tavolette assire risalenti al 2000 a.C. e. [7]. L'incidenza dell'estrofia della vescica è 0,25-0,5 per 10mila neonati. Il rapporto dell'estrofia della vescica classica nei ragazzi e nelle ragazze è 3: 1 [1, 8]. Con l'estrofia della vescica si verificano anomalie congenite concomitanti: ernie inguinali (56% dei ragazzi, 15% delle ragazze), criptorchidismo (20%), anomalie del colon-retto (1,8%), ecc. [1, 2]. L'estrofia vescicale può far parte del complesso OEIS (omphalocele, estrofia, ano imperforato, difetti spinali), OMIM 258040.

    La diagnosi prenatale dell'estrofia della vescica urinaria è possibile già al primo esame di screening a 11-14 settimane di gestazione, quando normalmente la cavità vescicale inizia a riempirsi di urina. L'imaging della vescica è obbligatorio nei protocolli di screening prenatale standard.

    Embriopatogenesi

    L'estrofia vescicale si sviluppa a 4-5 settimane di embriogenesi, quando la migrazione caudale della membrana cloacale avviene nei giorni 28-32. Allo stesso tempo, si forma la parete addominale anteriore, ma se il mesenchima non passa da uno strato cellulare della parete addominale inferiore a un altro, ciò porta all'instabilità della membrana cloacale. La rottura prematura della membrana cloacale porta a un complesso di anomalie subombelicali. La rottura della membrana cloacale dopo la completa separazione della parte "urogenitale" dal tubo digerente porta alla formazione di una classica estrofia della vescica urinaria.

    Se il danno alla membrana si verifica prima che il setto urerettale discenda, allora porta all'eversione del tratto uretrale inferiore e parte del tubo digerente con la formazione di estrofia cloacale. I fattori genetici associati all'estrofia della vescica urinaria non sono stati finora identificati, ma esiste l'ipotesi che la perdita di espressione di p63 dovuta a polimorfismi di sequenza nel promotore sia un fattore di rischio per lo sviluppo dell'estrofia vescicale [1, 9].

    Di seguito è riportato un caso di diagnosi di estrofia vescicale nel III trimestre di gravidanza.

    materiale e metodi

    Paziente S., 18 anni, questa è la prima gravidanza, dal primo matrimonio, i coniugi sono somaticamente sani, non hanno rischi professionali, l'eredità non è gravata. La paziente è stata registrata presso la clinica prenatale a partire da 9 settimane di gravidanza. La gravidanza è stata tranquilla. L'esame ecografico di screening nel 1 ° e 2 ° trimestre nel luogo di residenza non ha evidenziato malformazioni congenite e marker ecografici di riarrangiamenti cromosomici nel feto..

    Un esame ecografico a 34 settimane di gestazione nella clinica prenatale del luogo di residenza ha rivelato la formazione di un'ecogenicità media di 28x23x25 mm nella regione delle parti inferiori della parete addominale anteriore. La donna è stata inviata al reparto di genetica medica del MONIIIAH con una diagnosi: "Malformazione congenita del feto, estrofia della vescica?".

    L'esame ecografico è stato eseguito su uno scanner WS80A (azienda Samsung Medison) utilizzando una sonda volumetrica CV1-8A.

    risultati

    Un esame ecografico ha rivelato un feto femmina vivo in una presentazione cefalica. Il periodo gestazionale è stato di 34,4 settimane. Gli indicatori fetometrici del feto corrispondevano a questo periodo. Non sono stati identificati cambiamenti patologici nella placenta e nel liquido amniotico. All'esame, la vescica non è stata visualizzata nel sito tipico.

    Nelle parti inferiori della parete addominale anteriore nella regione sovrapubica è stata visualizzata una formazione ecogena di 30x28x25 mm (Fig. 1, 2). Determinata la bassa confluenza del cordone ombelicale. I reni fetali sono stati visualizzati in una posizione tipica, senza cambiamenti strutturali. Non sono stati trovati cambiamenti patologici in altri organi.

    Figura: 1. Formazione ecogena nella parte inferiore della parete addominale anteriore (vescica estrofizzata).

    Figura: 2. Estrofia della vescica urinaria in combinazione con l'assenza di patologia visibile degli organi genitali esterni (modalità di ricostruzione tridimensionale).

    Diagnosi: "Gravidanza 34,4 settimane. Malformazione congenita del feto - estrofia della vescica".

    Discussione

    I segni ecografici prenatali dell'estrofia della vescica sono: nessuna visualizzazione della vescica con una quantità normale di liquido amniotico, reni strutturalmente invariati, visualizzazione della formazione ecogena nella regione sovrapubica, anomalie della struttura degli organi genitali. L'uso del CDC è uno strumento aggiuntivo per la diagnosi dell'estrofia vescicale. Normalmente, le arterie ombelicali corrono lungo la parete della vescica in una scansione trasversale dell'addome inferiore. L'estrofia della vescica è caratterizzata da una bassa confluenza del cordone ombelicale, in cui le arterie coprono la formazione nella regione sovrapubica. In assenza di visualizzazione della vescica in un luogo tipico, è necessario ripetere la scansione dopo 30-40 minuti per valutarne adeguatamente la posizione e il grado di riempimento.

    L'estrofia isolata della vescica urinaria, di regola, non è combinata con riarrangiamenti cromosomici nel feto e non richiede cariotipo prenatale.

    In questa osservazione clinica, è stata diagnosticata l'estrofia della vescica in un feto femmina, che è molto meno comune rispetto ai feti maschi. Inoltre, l'assenza di una deformazione pronunciata degli organi genitali esterni suggerisce una forma incompleta di estrofia. La valutazione dell'anatomia della vescica è inclusa nel protocollo dell'esame di screening obbligatorio in tutti i trimestri di gravidanza. La mancanza di visualizzazione della vescica in una posizione tipica dovrebbe avvisare i medici della diagnostica ecografica. Tuttavia, l'estrofia della vescica viene spesso diagnosticata solo nel terzo trimestre di gravidanza..

    Dopo la nascita, i bambini con estrofia vescicale richiedono una correzione chirurgica complessa in più fasi. La percentuale di risultati insoddisfacenti a lungo termine, purtroppo, rimane oggi molto alta, solitamente a causa dell'aggiunta di complicazioni come la disfunzione degli organi pelvici: incontinenza urinaria, deformità cicatriziale dei genitali, disfunzione sessuale, grave deformazione della parete addominale anteriore, ureteroidronefrosi III-IV di grado, pielonefrite a recidiva continua con ridotta funzionalità renale, insufficienza renale cronica, ecc. [4, 7]. La riabilitazione medica e sociale dei pazienti con estrofia della vescica urinaria rimane un problema enorme e complesso..

    Conclusione

    Le difficoltà della diagnosi precoce sono associate a manifestazioni ecografiche inespresse di una patologia piuttosto grave. La stretta aderenza all'algoritmo di screening degli studi ecografici dell'anatomia del feto a 11-14 e 20-22 settimane di gravidanza consente di diagnosticare l'estrofia della vescica. Se viene rilevata un'estrofia della vescica urinaria nel feto, è necessario condurre una consulenza medica e genetica con la registrazione di una consultazione prenatale. È necessaria una spiegazione approfondita ai genitori dell'essenza della patologia rivelata, nonché informazioni sulle frequenti conseguenze postoperatorie a lungo termine e complicazioni della genesi fisica e psicogena..

    Letteratura

    1. Lopatkin N.A., Pugachev A.G. Malformazioni della vescica e dell'uretra. Nel libro. Urologia pediatrica. Comando. M.: Medicina, 1986 S. 207-242.
    2. Gearhart J.P. Criteri per la diagnosi prenatale dell'estrofia vescicale classica / J.P. Gearhart, J. Ben-Chaim, R.D. Jeffs // Obstet. Ginecol. 1995. Jun. 1. V. 85. No. 6. P. 961-964.
    3. Mikhelson A.I. Trattamento chirurgico dell'incontinenza urinaria dovuta ad anomalie congenite del sistema urinario. Minsk, casa editrice statale della BSSR. 1957.
    4. Osipov I.B. Chirurgia plastica ricostruttiva per l'estrofia della vescica urinaria nei bambini: autore. insultare. doct. miele. scienze. SPb, 1996.
    5. Akhunzyanov A.A. Diagnostica e trattamento della cloaca congenita nei bambini // Chirurgia. 1976. No. 9. S. 98-101.
    6. Zakharov N.L. Difetti della parete addominale anteriore nei neonati // Chirurgia. 1986. No. 6.
    7. Hollowell J.G., Ransley P.G. Gestione chirurgica d'incontinenza in exstrophy della vescica // Brit. J. Urol. 1991. V. 68. No. 5. P. 543-548.
    8. Kockum C.C., Hansson E.E., Stenberg A.et. al. Estrofia della vescica in Svezia: uno studio di follow-up a lungo termine // Eur. J. Pediatr. Surg. 1996. V. 6. P. 208-211.
    9. Bairov G.A., Akhmetdzhanov I.A., Osipov I.B. Chirurgia plastica ricostruttiva per l'estrofia della vescica urinaria nei bambini // Bollettino di chirurgia. 1986, vol. 136, n. 6.P. 105-108.
    Scanner a ultrasuoni WS80

    Strumento ideale per la ricerca prenatale. Qualità dell'immagine unica e una gamma completa di programmi diagnostici per la valutazione esperta della salute di una donna.

    Estrofia della vescica

    Foto da medicinetrip.ru

    L'estrofia della vescica viene diagnosticata più spesso nei neonati e nella maggior parte dei casi è integrata da epispadia, una formazione inadeguata dei genitali. In caso di malattia, l'uscita dell'uretra si trova molto più in alto di quanto dovrebbe essere normale. Nei ragazzi malati, è localizzato non sulla testa del pene, ma sul pube.

    Le ragioni

    Gli esperti hanno identificato diversi motivi che provocano lo sviluppo dell'estrofia della vescica urinaria nei bambini:

    • predisposizione ereditaria alla malattia;
    • l'assunzione di potenti farmaci dalla madre durante la gravidanza;
    • condizioni ambientali sfavorevoli (inquinamento dell'acqua, elevato livello di radiazioni ambientali);
    • una quantità in eccesso di progesterone prodotta nel 1 ° trimestre di gravidanza;
    • la presenza di cattive abitudini nella futura mamma: alcolismo, uso di droghe.

    La storia di fumo a lungo termine di una donna può aumentare il rischio di estrofia. In caso di abuso di prodotti del tabacco durante la gravidanza, l'ossigeno viene fornito al feto in quantità insufficienti. Ciò porta alla formazione difettosa dei suoi organi interni nel 1-2 trimestre.

    Sintomi

    La patologia si distingue per sintomi vividi, quindi il medico sarà in grado di notare la violazione immediatamente dopo la nascita del bambino. Segni distintivi di estrofia:

    • visualizzazione della parete posteriore dell'organo urinario nell'addome inferiore;
    • infiammazione della pelle vicino all'area problematica;
    • condizione generale insoddisfacente del paziente;
    • uscita di materiale biologico dall'uretere all'esterno;
    • la presenza di eruzioni cutanee sull'epitelio della vescica.

    I bambini nati con una tale malattia non ingrassano bene e sono costantemente capricciosi. I bambini malati non hanno praticamente appetito. I sintomi del disturbo possono differire nei pazienti di sesso femminile e maschile a causa della diversa struttura del sistema genito-urinario.

    Segni di estrofia della vescica urinaria nelle ragazze:

    • la posizione dell'uretra sotto l'articolazione pubica;
    • biforcazione del clitoride o sua mancanza;
    • posizione anomala delle labbra e loro forte diluizione laterale.

    Quale medico tratta l'estrofia della vescica?

    Un chirurgo è coinvolto nell'eliminazione della malattia. Con un intervento tempestivo, le persone che soffrono di estrofia non solo saranno in grado di trattenere l'urina, ma avranno anche una vita sessuale sana. L'operazione consente ai pazienti di preservare la fertilità, poiché il sistema riproduttivo non è influenzato dall'estrofia della vescica.

    Diagnostica

    La diagnosi di patologia non è difficile. Per assicurarsi che la diagnosi sia corretta, i chirurghi possono inoltre prescrivere ai pazienti metodi di esame strumentale:

    1. Citoscopia. La procedura rivela la posizione e le dimensioni della vescica.
    2. Ultrasuoni per l'esame dettagliato degli organi interni (fegato, milza, reni).
    3. Tomografia computerizzata per valutare la gravità della patologia.
    4. Esame endoscopico. Rivela il grado di deviazione dell'organo dai normali indicatori.

    Le tecniche elencate sono sufficienti per tracciare un quadro completo dell'estrofia vescicale. In alcuni casi, il chirurgo può prescrivere un regime di trattamento appropriato subito dopo l'esame visivo del paziente..

    Trattamento

    L'estrofia della vescica viene eliminata solo attraverso la chirurgia. L'intervento è sempre difficile e rappresenta una minaccia per la vita e la salute dei neonati.

    Nella prima fase, il medico cerca di eliminare il difetto nella parete della vescica. Di solito è chiuso con i propri tessuti addominali senza la necessità di materiale biologico aggiuntivo..

    Se durante l'estrofia della vescica urinaria si forma una grande apertura nella cavità addominale del bambino, che non può essere chiusa con i propri tessuti, durante l'operazione viene utilizzato un film di polietilene sterile. L'operazione viene ripetuta dopo che i tessuti coprono una piccola superficie del film plastico. Durante la seconda procedura, il materiale sintetico viene rimosso e ulteriore stiramento dei propri tessuti sulla zona difettosa.

    Le forme gravi di estrofia della vescica urinaria non possono sempre essere eliminate con l'aiuto di 2 interventi. Ogni operazione è stress per il corpo umano, soprattutto quando si tratta di bambini. Pertanto, i medici lo eseguono con la massima cura. Usano strumenti speciali e selezionano il farmaco appropriato per ogni paziente nel periodo di riabilitazione.

    Dopo l'intervento, i bambini necessitano di un'attenzione speciale da parte dei genitori e del personale medico. I piccoli pazienti che soffrono di estrofia vescicale dovranno essere monitorati da un urologo per tutta la vita. Ciò è dovuto al fatto che la patologia non può essere completamente eliminata anche con un'operazione riuscita..

    Durante il periodo di riabilitazione, il paziente deve escludere dalla dieta cibi fritti, salati e affumicati. Inoltre, non è consigliabile consumare più di 1,5 litri di liquidi al giorno, poiché può sovraccaricare i reni..

    Complicazioni

    L'estrofia della vescica trattata in modo inopportuno porta a una serie di altre conseguenze negative:

    1. Disfunzione dei reni e insolvenza dello strato muscolare delle vie urinarie.
    2. Lo sviluppo del cancro del sistema genito-urinario. Questa complicanza si verifica nel 13% degli adulti affetti da estrofia..
    3. Infezione delle vie urinarie (paranefrosi, pielonefrite).

    Le complicazioni dopo il trattamento chirurgico della patologia includono:

    • diminuzione dell'immunità;
    • la formazione di calcoli nel tratto urinario;
    • incontinenza di urina e feci;
    • frequenti ricadute di malattie infettive.

    Prevenzione

    È possibile prevenire l'estrofia della vescica nei bambini solo durante la gravidanza. Per fare ciò, la futura mamma dovrebbe:

    1. Consultare un genetista per identificare le anomalie cromosomiche nel feto.
    2. Prima di pianificare un bambino, sottoponiti a una diagnosi completa del corpo, che include test per sifilide, citomegalovirus, rosolia, toxoplasmosi. Le patologie identificate durante la gravidanza richiedono un trattamento immediato.
    3. Riduci il tempo trascorso in regioni ecologicamente sfavorevoli.
    4. Rifiutare dalle cattive abitudini.

    L'estrofia della vescica è più facile da prevenire che curare in seguito. La terapia farmacologica in questo caso non porterà risultati positivi. Sarà possibile affrontare il problema solo con l'aiuto di un intervento chirurgico tempestivo. Tuttavia, anche un'operazione di successo non garantisce un completo recupero del paziente..

    Autore: Inna Garanina, medico,
    appositamente per Nefrologiya.pro

    Video utile sul trattamento dell'estrofia della vescica urinaria nei bambini

    Elenco delle fonti:

    • Ashkraft KU Chirurgia pediatrica. SPb. LLC "Rarity-M". 1999.S. 1128.
    • Osipov I B., Kazachkov S. A. e altri // Urologia e nefrologia. 1996. No. 5. S. 21-23.
    • Shimkevich V.M. Estrofia della vescica urinaria // Dizionario enciclopedico Brockhaus ed Efron: in 86 volumi (82 volumi e 4 aggiuntivi). - SPb., 1890-1907.

    Estrofia della vescica

    L'estrofia della vescica (EK-strh-fee) è un raro difetto alla nascita in cui la vescica si sviluppa al di fuori del feto. La condizione è più comune negli uomini che nelle donne. La vescica e l'uretra esposte - il tubo che espelle l'urina - fanno sì che la vescica non sia in grado di immagazzinare l'urina.

    L'estrofia della vescica è il più comune dei più grandi gruppi di difetti alla nascita chiamati complesso di estrofia epiteliale della vescica (EK-strh-fee-ep-ih-SPAY-dee-us) (BEEC). I difetti derivanti da questo complesso vanno da lievi a gravi. L'estrofia della vescica ha anche una serie di gravità e, oltre alle anomalie della vescica, dei genitali e delle ossa pelviche, può includere difetti nell'intestino e negli organi riproduttivi.

    Spesso i medici identificano l'estrofia della vescica sugli ultrasuoni durante la gravidanza. A volte, tuttavia, il difetto non è visibile fino a dopo la nascita del bambino..

    I chirurghi trattano l'estrofia della vescica dopo la nascita. La riparazione chirurgica viene solitamente eseguita ao dopo i 3 mesi di età. A volte sono necessari due o più trattamenti. Alcuni bambini richiedono un intervento chirurgico aggiuntivo per circa 4 anni.

    Con la chirurgia e talvolta i farmaci, molti bambini raggiungono il controllo della vescica (astinenza).

    sintomi

    L'estrofia della vescica è il più comune dei più grandi gruppi di difetti alla nascita chiamato complesso di estrofia della vescica-epispadia (BEEC). Man mano che il feto cresce, la struttura chiamata cloaca (klo-AY-kuh), dove si moltiplicano gli orifizi riproduttivi, urinari e digestivi, non si sviluppa correttamente. I difetti risultanti possono variare in modo significativo a seconda dell'età del feto quando si verifica l'errore di sviluppo. Se tuo figlio ha un BEEC, avrà uno dei seguenti:

    • Epispadia. Questa è la forma meno grave di BEEC in cui il tubo delle urine (uretra) non si sviluppa completamente.
    • Extratrofia della vescica. Questa è la forma più comune di BEEC. L'estrofia della vescica significa che la vescica si forma all'esterno del corpo e si capovolge. Tipicamente, l'estrofia della vescica coinvolgerà gli organi del tratto urinario, così come i sistemi digestivo e riproduttivo. La condizione può includere difetti specifici nella parete addominale, nella vescica, nei genitali, nelle ossa pelviche, nella parte terminale del colon (retto) e nell'apertura all'estremità del retto (ano). I bambini con estrofia vescicale soffriranno anche di una condizione chiamata reflusso vescico-ureterale. in cui l'urina non scorre correttamente - dalla vescica ai tubi che si collegano ai reni (ureteri). I bambini con estrofia della vescica hanno anche epispadia, che vengono trattate con procedure chirurgiche che riparano gli organi, i muscoli e le ossa colpiti.
    • Estrofia clocal. L'estrofia cloacale (KLOA-kul EK-stroh-fee) è la forma più grave di BEEC in cui il retto, la vescica e i genitali non sono completamente separati durante lo sviluppo del feto. Questi organi possono essere malformati. Inoltre, il dolore pelvico è gravemente colpito. La colonna vertebrale e il midollo spinale, così come i reni, possono essere colpiti. È probabile che i bambini nati con organi addominali sporgenti (omphalocele) siano sottoposti a estrofia cloacale. Tuttavia, l'onfalocele (OM-fuh-loh-seel) a volte può essere associato all'estrofia della vescica. La maggior parte dei bambini con estrofia cloacale presenta anomalie spinali, inclusa la spina bifida.

    le ragioni

    I medici non sono sicuri di cosa causi l'estrofia della vescica. Come per preoccupazioni simili, ciò sembra essere dovuto a una combinazione di fattori di rischio genetici e ambientali.

    • Fattori genetici. Ricerche recenti suggeriscono che il gene per il gene di controllo ISL1 è probabilmente un gene suscettibile per l'estrofia della vescica. Un gene di suscettibilità è quello che è probabile che sia la causa di una particolare malattia o disturbo. Questo gene è importante anche per regolare lo sviluppo delle vie urinarie.
    • Fattori ambientali. Alcuni studi suggeriscono associazioni con età materna, riproduzione assistita, uso dell'ormone progesterone durante la gravidanza e fumo durante la gravidanza, ma nessuna causa o effetto.

    Fattori di rischio

    I fattori che aumentano il rischio di escrezione della vescica includono:

    • Storia famigliare. I primogeniti, i figli di un genitore con estrofia vescicale o i fratelli di un bambino con estrofia vescicale hanno maggiori possibilità di nascere con la condizione.
    • Gara. L'extratrofia della vescica è più comune nei bianchi che in altre razze.
    • Pavimento. Più uomini che donne nascono con l'estrofia della vescica.

    complicazioni

    Se non trattati, i bambini con estrofia vescicale non saranno in grado di trattenere l'urina (incontinenza urinaria) e avranno un aumentato rischio di sviluppare il cancro alla vescica. Sono anche a rischio di disfunzione sessuale.

    Il trattamento chirurgico può ridurre le complicanze, a seconda della gravità dei difetti. Molti bambini sottoposti a riparazioni chirurgiche possono trattenere l'urina (continente). I bambini piccoli con estrofia vescicale possono camminare con le gambe leggermente rivolte verso l'esterno a causa della separazione delle ossa pelviche.

    Le persone nate con l'estrofia della vescica possono continuare ad avere una normale funzione sessuale, inclusa la capacità di avere figli. Tuttavia, la gravidanza avrà un alto rischio sia per la madre che per il bambino. Le donne incinte con escrezione vescicale possono scegliere di avere un parto vaginale, sebbene ciò possa essere complicato dalle condizioni della sua cervice. L'opzione presunta potrebbe essere prevista per il taglio cesareo.

    L'estrofia vescicale viene spesso diagnosticata prima della nascita mediante ecografia o risonanza magnetica (MRI). I segni che un medico cercherà nelle immagini includono:

    • Problema di riempimento o svuotamento
    • Il cordone ombelicale è posizionato in basso sulla cavità addominale
    • Ossa pubiche - parte dell'anca che forma il bacino - divisa
    • Genitali più piccoli del normale

    A volte questa condizione non può essere vista fino alla nascita del bambino. In un neonato, i medici cercano:

    • La dimensione dell'area della vescica aperta ed esposta all'aria (sagoma della vescica)
    • Posizione testicolare
    • L'intestino sporge dalla parete addominale (ernia inguinale)
    • Anatomia dell'area intorno all'ombelico
    • Posizione di apertura all'estremità del retto (ano)
    • Quante ossa pubiche sono divise e con quale facilità si muove il bacino

    La Mayo Clinic dispone di un centro di cura fetale all'avanguardia che assiste nella diagnosi e nella cura prenatale dei neonati con disabilità urologiche, compresa la BEEC. Il Fetal Support Center ha accesso ad alcune delle immagini fetali più avanzate, tra cui l'ecografia ad alta definizione e la risonanza magnetica embrionale. La gestione del Fetal Care Center garantisce inoltre che i genitori dei bambini affetti da BEEC incontrino l'intero gruppo di assistenza prima della nascita.

    Cos'è l'estrofia della vescica, foto della malattia nei bambini

    L'estrofia della vescica è una grave patologia congenita della formazione delle basse vie urinarie nei bambini.

    La malattia è caratterizzata da una parziale assenza della parete addominale, della parete anteriore della vescica, della divergenza dell'articolazione pubica.

    A causa di questo difetto, la mucosa dell'urea sporge verso l'esterno, cioè l'organo non è all'interno, ma all'esterno del corpo.

    Questa patologia è piuttosto rara, può verificarsi in entrambi i sessi. Secondo le statistiche, i ragazzi hanno la malattia più spesso delle ragazze. In passato, la medicina attribuiva l'estrofia alla categoria delle malattie incompatibili con la vita, ma ora sono state sviluppate tecniche speciali per il suo trattamento di successo..

    Tipi e gravità della malattia

    L'estrofia è divisa in 2 tipi:

    • parziale;
    • cloacale.

    Inoltre, viene isolata una piccola anomalia, che raggiunge una dimensione di 4 cm e una grande - da 4 cm o più..

    La gravità dell'estrofia della vescica:

    1. 1 grado. Il sito di scissione della parete addominale fino a 4 cm, ossa (pubiche) fino a 4 cm, malfunzionamento minore dell'ano, ureteri.
    2. 2 ° grado. Il difetto esterno è di 5-7 cm, le ossa pubiche 5-8 cm, disturbi nel funzionamento delle vie urinarie, organi del sistema riproduttivo.
    3. 3 gradi. È caratterizzato da complicati difetti del sistema genito-urinario, la scissione delle ossa pubiche raggiunge i 9 cm o più, ci sono evidenti violazioni nel lavoro dello sfintere anale e delle aperture ureterali, che portano all'espansione della pelvi renale (pielettasia) e dei reni (idronefrosi).

    Cause che portano allo sviluppo della patologia

    Fino ad oggi, i medici stanno conducendo ricerche su questa patologia, le ragioni del suo sviluppo rimangono sconosciute. Tuttavia, sono stati identificati i fattori che possono portare a questa malattia:

    1. Eredità. Gli scienziati hanno scoperto che i bambini che soffrono di un difetto congenito dell'urea hanno un malfunzionamento nella struttura di alcuni geni..
    2. L'uso di bevande alcoliche, sigarette, droghe prima di concepire un bambino, nonché nei primi 3 mesi di gravidanza.
    3. Ecologia sfavorevole, ad esempio radiazioni, emissioni tossiche nell'aria.
    4. Esposizione ai raggi X nel primo trimestre di gravidanza.
    5. Assunzione di farmaci durante il trasporto di un bambino che possono causare disturbi dello sviluppo, difetti di forma, ad esempio alcuni tipi di antibiotici.
    6. Assunzione dell'ormone progesterone nei primi 3 mesi di gravidanza a dosaggi più elevati.

    Sintomi della malattia

    La malattia dell'estrofia dell'urea può essere riconosciuta alla nascita dai seguenti sintomi, che possono essere visti nella foto:

    1. Nell'addome inferiore, c'è un chiaro difetto del peritoneo, a causa di ciò, la superficie rossa dell'organo urinario è chiaramente visibile.
    2. Dal tratto urinario, situato nella regione inferiore dell'urea, l'urina viene rilasciata senza interruzioni. Come risultato di tali secrezioni, compare dermatite da pannolino, ammorbidimento e gonfiore della pelle nelle cosce, luoghi intimi.
    3. Assenza di una cicatrice ombelicale (il più delle volte).
    4. L'apertura anale si trova vicino all'organo urinario.
    5. Apporto insufficiente di urea, tessuti vicini con cellule nervose (innervazione). Di conseguenza, il lavoro di questo organo viene interrotto dopo l'operazione..
    6. L'emergere di uno spazio (fino a 12 cm) tra le ossa pubiche.

    Diagnosi della malattia

    I primi segni della malattia descritta possono essere rilevati durante il periodo di sviluppo del bambino nell'utero. È possibile sospettare una malattia durante un esame ecografico se:

    • l'uretere è visibile all'esame a partire dalla 13a settimana di gestazione.
    • si riconosce un evidente difetto della parete anteriore del peritoneo lungo la linea mediana sotto l'ombelico.

    Dopo il parto, viene fatta una conclusione, sulla base di un esame visivo, viene accertato lo stato di altri sistemi corporei e organi interni. Poiché la patologia è caratterizzata da sintomi specifici, la diagnosi non è difficile..

    Viene prescritto uno studio aggiuntivo se è necessario confermare che la condizione patologica non entra nella cavità peritoneale, ma nell'uretere. La diagnostica consente di vedere il quadro clinico completo con disturbi paralleli.

    In primo luogo, la selezione dalla parte difettosa viene presa per l'analisi. Con l'estrofia, l'urina si troverà nei risultati del test.

    Il metodo diagnostico più efficace è la cistoscopia vescicale. Questo metodo consente di rilevare l'entità dell'anomalia e altri difetti del sistema urinario, genitali.

    Anche le seguenti procedure possono essere assegnate come diagnostica:

    1. Ultrasuoni. Può essere utilizzato per dettagliare gli organi interni.
    2. Tomografia computerizzata: determinazione della gravità della malattia.
    3. Test per malattie genetiche.

    Come viene trattata la patologia??

    Di norma, un bambino ha bisogno di diversi interventi chirurgici durante i primi anni della sua vita. Il piano di trattamento dipenderà dalle condizioni generali del corpo e dalla gravità dell'estrofia. Il compito principale del trattamento è formare un organo del sistema urinario del volume richiesto, plastica della parete peritoneale, per ripristinare l'urodinamica.

    Con lieve estrofia, è possibile rianimare le pareti della vescica e lo spazio addominale con i tessuti del paziente.

    Se tale operazione non è possibile, la membrana della vescica mancante viene sostituita con una parte della parete del tratto intestinale e la parete della cavità addominale viene creata utilizzando materiale sintetico.

    Nel tempo, il materiale impiantato (impianto) viene rimosso dal peritoneo e il lume è ricoperto dalla pelle e dai tessuti muscolari del paziente.

    Quando si crea una cavità vescicale mediante speciali cateteri, gli ureteri vengono portati nella posizione corretta per evitare che il deflusso di urina venga disturbato. Dopo un intervento chirurgico complesso, viene eseguita la chirurgia plastica dei genitali.

    Periodo di riabilitazione dopo la malattia

    Una persona nata con il difetto descritto dovrebbe sottoporsi regolarmente a una terapia preventiva del sistema urinario per tutta la vita. Sarà utile ogni anno visitare località specializzate nella cura di malattie con sorgenti minerali. Di tanto in tanto, il paziente deve essere esaminato da un urologo, poiché dopo l'intervento chirurgico possono svilupparsi complicazioni.

    Stile di vita in presenza di patologia

    Le persone con estrofia devono rispettare alcune regole nel loro stile di vita quotidiano. Per quanto riguarda l'alimentazione:

    1. Escludere dal menu cibi salati, piccanti, pepati, grassi e troppo caldi.
    2. Bere con moderazione, poiché il liquido in eccesso può causare complicazioni renali.

    Per quanto riguarda la vita quotidiana:

    1. Dopo aver installato gli impianti, il bambino deve stare molto attento, a non ferirsi, per evitare sforzi fisici sul corpo.
    2. I genitori devono insegnare al bambino a sostituire il catetere da solo, a esaminare la cavità addominale ogni giorno, prestare attenzione al benessere generale del bambino e, in caso di eventuali deviazioni, recarsi presso l'ufficio del medico.

    Possibili complicazioni

    A volte, i pazienti possono sperimentare le seguenti complicazioni:

    1. Infiammazione del peritoneo (peritonite). Un organo non protetto è suscettibile alla penetrazione di agenti patogeni che causano l'infezione.
    2. Infezione del sangue da batteri nocivi che sono entrati nel flusso sanguigno.
    3. Enuresi, incontinenza fecale. Questi processi possono apparire a causa della deformazione dell'urea, la posizione del tratto intestinale.
    4. Malattia adesiva - compare dopo l'intervento chirurgico, accompagnata da sindrome del dolore, interruzione dei processi nell'intestino (ostruzione intestinale).
    5. Perdita di calore (ipotermia).
    6. Malattie del tratto gastrointestinale - si manifestano in futuro a causa di un posizionamento improprio dell'intestino, uno stato anormale della vescica.

    Precauzioni

    Ai fini delle misure preventive per prevenire la malattia, è necessario aderire ad alcune raccomandazioni:

    1. Quando si trasporta un bambino, escludere fumo, droghe, alcol.
    2. Controlla regolarmente la presenza di toxoplasmosi, virus, infezioni, soprattutto prima di concepire un bambino.
    3. Consultare un medico qualificato se esiste una predisposizione genetica a questa malattia.

    Durante la gravidanza, la patologia può essere riconosciuta da un'ecografia. Tale opportunità consentirà a una donna di prendere una decisione seria se lasciare il bambino o meno..

    Nato con l'estrofia urinaria, una persona dovrebbe visitare regolarmente un urologo per monitorare la malattia. Inoltre, è necessario seguire una dieta speciale che preveda l'esclusione di cibi piccanti, salati, pepe in grani, bevande alcoliche, e limitare anche troppo l'assunzione di liquidi.