La fattibilità di esercizi di fisioterapia per la nefroptosi

La discesa dei reni (sinonimo: nefroptosi) è un cambiamento nella localizzazione di uno o entrambi i reni a causa dell'indebolimento del tessuto connettivo. La nefroptosi è particolarmente comune nelle donne dopo la gravidanza e di solito si manifesta sul lato destro; se il rene affonda molto in profondità, può causare ristagno di urina. I principali metodi di trattamento sono la chirurgia. Gli esercizi in questa situazione sono inefficaci. Nell'articolo analizzeremo la rilevanza della terapia fisica per la nefroptosi. Nella classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione (ICD-10), il prolasso renale è designato dal codice N28.8.

Ginnastica speciale per persone con prolasso renale

La malattia è nota dal IX secolo. Il termine "nefroptosi" è stato utilizzato dal 1885, ma originariamente era usato per tutti i tipi di malattie che si pensava fossero causate dal prolasso intestinale. Molte lamentele sono associate alla patologia, incluso dolore ai reni e sintomi di minzione alterata. Circa 1/3 di tutta la nefroptosi è un "rene vago".

Con la diagnosi descritta, c'è un forte spostamento dell'organo in posizione eretta. La causa della nefroptosi è la mancanza di fissazione da parte della capsula adiposa e dei vasi sanguigni a causa dell'indebolimento del tessuto connettivo. Questo accade spesso in pazienti che stanno perdendo peso molto rapidamente. Le donne hanno maggiori probabilità di soffrire rispetto agli uomini; nella maggior parte dei casi, la malattia si trova sul rene destro.

L'organo danneggiato si sposta verso il basso quando il paziente è in posizione eretta (in piedi, seduto). A seconda della gravità, il rene è in grado di scivolare nel bacino. In molti casi, non ci sono sintomi della malattia. Spesso i pazienti hanno dolore in una certa posizione.

Occasionalmente, le persone hanno un reflusso vescico-ureterale. Possono formarsi calcoli renali. Inoltre, un'infezione delle vie urinarie con pielonefrite si verifica molto più frequentemente nei pazienti con nefroptosi. Il sintomo guida della patologia è il dolore laterale, che migliora quando si è sdraiati. Spesso i pazienti hanno ematuria e aumento della pressione sanguigna quando sono in piedi. Altri sintomi includono nausea, vomito, tachicardia e diminuzione della produzione di urina.

La nefroptosi è più comune nelle donne che negli uomini (rapporto 10: 1) e di solito si verifica tra i 18 ei 45 anni. Principalmente è colpito il rene destro, probabilmente perché l'arteria renale destra è più lunga. L'incidenza della nefroptosi aumenta immediatamente dopo il parto (periodo postpartum), probabilmente a causa della distensione addominale durante questo periodo e della debolezza dei muscoli addominali. La patologia può anche verificarsi come parte della sindrome da ipermobilità congenita.

Le possibilità degli esercizi di fisioterapia e lo scopo della prescrizione per la nefroptosi

Il prolasso renale deve essere trattato solo in rari pazienti che presentano l'intero spettro dei sintomi. A causa del comportamento ipocondriaco che spesso accompagna la nefroptosi non complicata, il trattamento non chirurgico è raccomandato come intervento di prima linea.

Alcuni di questi trattamenti includono aumento di peso, terapia con farmaci gastrointestinali, esercizi per rafforzare la parete addominale e legamenti negli organi. Il supporto extracorporeo dei reni sembra essere il trattamento non chirurgico più efficace. I corsetti erano molto diffusi durante il 1900.

Divieti e limitazioni alla condotta

L'esercizio fisico intenso è vietato ai pazienti con malattie cardiovascolari in fase di scompenso. Inoltre, un carico elevato non è raccomandato per le persone con insufficienza renale allo stadio terminale, disturbi circolatori, problemi al fegato, all'utero o patologie infettive acute. Con un recente infarto miocardico, ictus emorragico e ischemico, è impossibile dedicarsi all'educazione fisica. L'insufficienza epatica è una controindicazione relativa.

Consultare un medico prima di iniziare qualsiasi esercizio. La nefroptosi a destra oa sinistra non richiede in tutti i casi un intervento conservativo o chirurgico. Le procedure necessarie per il prolasso bilaterale dei reni saranno prescritte dal medico curante (sia per il bambino che per l'adulto).

Attività fisiche eccessive non saranno utili per la malattia. Pertanto, si consiglia di evitarli. Un esercizio controindicato è un movimento che aggrava gli addominali. "Birch" può essere eseguito, ma sotto la supervisione di uno specialista.

Preparazione per le lezioni

Gli esercizi per abbassare i reni mirano a rafforzare i muscoli della schiena, dell'addome e degli arti inferiori. La terapia fisica può essere eseguita al mattino o durante il giorno. Si consiglia di ripetere l'insieme delle lezioni ogni giorno. La stanza in cui si svolgerà la formazione deve essere ventilata. Gli esercizi possono essere eseguiti su un pavimento precedentemente posato con un tappeto o su una coperta speciale. Indossare indumenti comodi che non interferiscano con il movimento e non esercitino una pressione significativa sul tessuto renale interessato.

Ogni attività fisica dovrebbe iniziare con un po 'di riscaldamento per evitare ulteriori distorsioni o lesioni gravi. La durata della carica preparatoria varia da 3 a 4 minuti. Questi esercizi non dovrebbero essere trascurati in quanto aiutano a prevenire il deterioramento della salute generale..

La reidratazione regolare aiuta a mantenerti idratato. Il paziente ha bisogno di bere acqua durante l'esercizio per compensare la perdita di liquidi. L'integrazione con minerali riduce la probabilità di disturbi elettrolitici, che si manifestano come crampi muscolari. Composti chimici utili: magnesio, calcio, zinco, potassio. Il sodio non deve essere consumato a dosi elevate, poiché nelle persone "sensibili al sale" il prodotto può aumentare la pressione sanguigna e, di conseguenza, il carico sul sistema urinario. Ulteriori consigli possono essere ottenuti da un medico specifico.

Tipi di esercizi, loro vantaggi e caratteristiche di implementazione

Fino al 1900, le persone cercavano di spingere manualmente il rene in posizione supina con una pressione esterna normale. Quindi l'addome è stato fasciato o allacciato in un corsetto. C'è stato anche un tentativo di rafforzare i muscoli addominali attraverso l'esercizio e aumentare il tessuto adiposo perirenale attraverso una dieta ipercalorica; spesso prescriveva un lungo riposo a letto con le gambe sollevate. Nel 1880 fu sviluppata un'operazione in cui il rene veniva suturato in posizione naturale alle strutture circostanti.

Oggi la patologia viene trattata in modo conservativo con esercizi per rafforzare il corsetto muscolare dell'addome e della schiena. Se la terapia non chirurgica non allevia i sintomi della malattia, la capsula nel rene può essere attaccata allo psoas utilizzando una procedura laparoscopica. Entro 1-5 anni, tale operazione migliora la qualità della vita di oltre il 70% delle vittime.

Allenamento mattutino

Qualsiasi esercizio dovrebbe essere iniziato con un piccolo riscaldamento di tutti i gruppi muscolari. Al paziente viene chiesto di sdraiarsi sul pavimento, sollevare le gambe e abbassarle con l'espirazione. Durante l'inalazione, è necessario sollevare nuovamente le gambe e quindi abbassarle di nuovo. Ripeti 5-10 volte.

Torcere il corpo in diverse direzioni aiuta ad allungare i muscoli dell'addome e della schiena. È necessario rotolare a sinistra oa destra mentre si è sdraiati sul pavimento. Durata della pausa prima del secondo turno: 20-40 secondi. La torsione deve essere eseguita 4 volte.

Gli esercizi di cui sopra possono essere utilizzati non solo come riscaldamento preparatorio prima di eseguire il complesso principale. Sono adatti per gli esercizi mattutini quotidiani dopo il risveglio. Se non ci sono controindicazioni, un'attività fisica regolare rafforzerà la struttura muscolare e ripristinerà l'immunità indebolita..

Educazione fisica per il trattamento

Gli esercizi di fisioterapia non sono in grado di rimuovere la nefroptosi, contrariamente alle idee sbagliate comuni. L'unico trattamento efficace è la chirurgia. La terapia fisica è prescritta per ridurre i sintomi: dolore, disagio e altre sensazioni spiacevoli.

Gli esercizi più semplici vengono eseguiti stando sdraiati. La più famosa è “Bicicletta”: chiudi le mani dietro la testa, piega le gambe e imita la pedalata. Il seguente complesso è accettabile per la nefroptosi:

  • In alternativa, abbassare e quindi sollevare le gambe raddrizzate 20 volte.
  • Piega le ginocchia e stringi la palla di gomma tra le gambe 15 volte.
  • Tirare le gambe piegate alle ginocchia verso il petto 10 volte.
  • Ruota le gambe e sollevale in direzioni opposte.

L'elenco degli esercizi viene selezionato tenendo conto delle capacità fisiche del paziente, dello stato di salute e delle malattie associate da un fisioterapista. Si consiglia di contattare un centro di riabilitazione specializzato. Le sessioni terapeutiche dovrebbero essere eseguite nel periodo post- o preoperatorio.

Caratteristiche delle singole tecniche

Yoga, ginnastica Norbekov, il corso di Osipov e il complesso di Bubnovsky sono metodi alternativi di trattamento che hanno un'efficacia terapeutica non dimostrata. Asana, pranayama e altri elementi dello yoga non sono stati studiati nella terapia della patologia, quindi non sono raccomandati nella pratica clinica. Le sessioni lunghe comportano alcuni rischi, di cui il paziente verrà informato dal trainer. La formazione speciale per la nefroptosi renale non aiuterà.

Ginnastica Norbekov

Il complesso di classi Norbekov non dovrebbe essere eseguito senza consultare un medico. Alcuni di loro possono fare più male che bene. Esercizi ginnici di base per abbassare i reni in donne e uomini:

  • Inclina le coppe verso il petto e aumenta la tensione per 20-30 secondi.
  • Incliniamo la testa indietro e ci allunghiamo nella direzione opposta.
  • Eseguiamo inclinazioni in diverse direzioni. Si consiglia di cercare di raggiungere l'orecchio fino all'articolazione della spalla.
  • Eseguiamo movimenti circolari con il collo a destra oa sinistra

Se esegui le azioni di cui sopra sotto la supervisione di un medico, il rischio di conseguenze pericolose è significativamente ridotto. L'automedicazione è severamente vietata, poiché potrebbero sorgere complicazioni.

Il complesso di Bubnovsky e il corso di Osipov: quanto sono efficaci

Gli esercizi di Bubnovsky possono essere eseguiti utilizzando il video e in palestra. Su Internet sono disponibili anche lezioni fotografiche con esecuzione passo passo di vari movimenti. Con la nefroptosi, non puoi fare ginnastica su un simulatore senza prima consultare un medico.

Asana yoga per sollevare i reni

Le asana aumentano la flessibilità, l'equilibrio e la resistenza dei muscoli. Gli studi hanno dimostrato un effetto positivo sul lavoro di tendini, legamenti, vasi sanguigni e linfatici. Tuttavia, il sovraccarico e gli esercizi eseguiti in modo improprio possono essere pericolosi per la vita. Pertanto, lo yoga dovrebbe essere studiato non solo dai libri, ma anche sotto la guida di un insegnante qualificato..

La tecnica ha un effetto calmante ed equilibrante su molte persone ed è quindi in grado di contrastare gli effetti dello stress. Inoltre, la meditazione interna associata agli esercizi di respirazione può essere utilizzata per migliorare il benessere generale quando il rene si abbassa..

Lo yoga stimola il sistema nervoso parasimpatico e accelera il recupero del corpo. Non solo aiuta a far fronte allo stress esistente, ma lo previene anche in larga misura. La ginnastica rafforza le tue risorse, necessarie per superare il sovraccarico. I maestri di pratica di questa tecnica gradualmente "approfondiscono" il loro respiro o si rilassano consapevolmente in situazioni "pericolose".

Il grado di efficacia della terapia fisica nelle diverse fasi della nefroptosi

L'efficacia clinica dello yoga, della ginnastica e della terapia fisica nei diversi stadi della nefroptosi bilaterale non è stata dimostrata in nessun ampio studio randomizzato. L'esercizio fisico non è in grado di riportare i reni nella posizione precedente e quindi non è raccomandato dai medici come metodo di terapia principale. Non dovresti auto-medicare e, se possibile, cercare un vero aiuto.

La ginnastica con l'abbassamento del rene sul lato sinistro o destro deve essere eseguita sotto la supervisione di un medico. Si consiglia di esercitare con una benda femminile o maschile per evitare lesioni.

Il metodo più efficace per la nefroptosi complicata è la chirurgia. Ai pazienti vengono prescritti metodi laparoscopici o trattamenti invasivi aperti. Le revisioni delle procedure chirurgiche variano ampiamente. Puoi eseguire l'operazione su consiglio di un medico.

Esercizi per aiutare a sollevare i reni!

La fisioterapia per la nefroptosi è uno dei principali tipi di trattamento conservativo. Gli esercizi per abbassare il rene, raccomandati da molti medici, possono riportare l'organo vago al suo posto.

Serie di esercizi iniziali

La terapia fisica per la nefroptosi è prescritta per i primi due gradi della malattia (nella terza fase, il trattamento conservativo non ha senso). Grazie ad esso, puoi ottenere il sollevamento del rene in posizione o prevenirne l'ulteriore abbassamento..

I medici raccomandano di iniziare la terapia fisica dal complesso di partenza: gli esercizi che lo compongono non sono troppo difficili e chiunque può eseguirli.

Esercizi di riscaldamento

Per prima cosa, sdraiati sul pavimento (la maggior parte degli esercizi di abbassamento dei reni vengono eseguiti sdraiati). Inizia a sollevare le gambe unite. Tutti i movimenti dovrebbero essere fluidi e lenti - prenditi il ​​tuo tempo e ricordati di respirare correttamente: inspira per sforzo - espira per rilassarti. Questo esercizio può essere eseguito con vari gradi di prolasso renale..

Un altro esercizio nel complesso di partenza è la rotazione in entrambe le direzioni. Per prima cosa, allunga le braccia e bloccale nella serratura. Alza le gambe in modo che siano parallele al pavimento. Avvolgi delicatamente in una direzione o nell'altra. Non dimenticare i periodi di relax tra gli scricchiolii..

La serie principale di esercizi

Questo set contiene principalmente esercizi per le gambe..

Con diversi gradi di prolasso renale, è necessario utilizzare diversi angoli di ascesa e posizione del corpo. Quindi, ad esempio, per correggere il terzo grado, è necessario sollevare le gambe di 30 gradi, con il secondo - di 15. Il primo grado, come il più semplice, non richiede sollecitazioni speciali.

Esercizio 1 - "Bicicletta"
Un esercizio molto popolare in questa terapia fisica è la bicicletta. Alza le ginocchia piegate e pedala per circa 2 minuti. (Esegui sdraiato sulla schiena)

Esercizio 2
Sdraiato sulla schiena, piega le ginocchia e inizia a fare a turno tirandole verso lo stomaco. Per ogni gamba, devi fare 5-8 ripetizioni..

Esercizio n. 3
Posizione di partenza: sdraiato sulla schiena, gambe piegate alle ginocchia, ma con i piedi premuti sul pavimento. Stringi la palla tra le ginocchia (ti serve una di gomma, ma piuttosto stretta) e inizia a schiacciarla con le ginocchia per circa 8 secondi. Ripeti questo esercizio 8 volte.

Esercizio 4
Può essere eseguito con vari gradi di prolasso renale. Sdraiato sulla schiena, mentre inspiri, inizia a sollevare le gambe dritte, mentre espiri, abbassale. In alternativa, puoi farlo in questo modo: solleva le gambe in modo che si trovino rispetto al corpo con un angolo di 90 gradi. Inspirando, allarga le gambe in direzioni diverse, mentre espiri, collegale di nuovo insieme. Il numero ideale di ripetizioni è 6.

Esercizio 5
Un altro esercizio molto popolare per abbassare i reni. Sdraiato su un fianco, inizia a sollevare la gamba tesa, circa 8 volte, quindi fallo dall'altra parte.

Posa del ginocchio-gomito

Quando i reni sono abbassati, si consiglia spesso di utilizzare la posizione ginocchio-gomito. Mettiti in ginocchio, quindi poggia i palmi di entrambe le mani sul pavimento (la seconda posizione, quando devi riposare con tutto l'avambraccio). Inizia ad inarcare la schiena: su e indietro. Questo esercizio dovrebbe essere ripetuto circa 15 volte. Con il suo aiuto, il carico sulla schiena viene ridotto, gli organi hanno l'opportunità di tornare al loro posto. È anche utile stare in questa posizione. Questo esercizio si chiama "Gatto".

Cosa considerare quando si esegue tale ginnastica

L'esercizio per la nefroptosi è considerato uno dei tipi più sicuri di educazione fisica. Tuttavia, devi ancora prepararti con cura. Non fare ginnastica subito dopo aver mangiato: potresti causare problemi all'apparato digerente.

I benefici della ginnastica per le malattie renali sono innegabili. Tuttavia, l'effetto può essere ottenuto solo se viene mantenuta la regolarità delle azioni. Ciò significa che devi esercitarti quotidianamente. In media, questa ricarica richiederà circa 25 minuti, quindi è possibile trovare il tempo per farlo anche con un programma serrato..

Se durante l'esercizio provi strane sensazioni, ad esempio, ti senti stordito (quando esegui lo stesso "Gatto") o oscurato negli occhi, e anche se senti dolore, dovresti fermarti. Assicurati di consultare un medico dopo..

Ginnastica terapeutica e yoga con prolasso renale

L'attività fisica specializzata migliora il tono dei muscoli esterni ed interni, che impediscono il cambiamento di posizione degli organi. Nelle prime fasi della malattia, l'esercizio fisico può salvare il paziente dall'intervento. La tecnica corretta per la loro implementazione contribuirà a garantire la sicurezza e l'efficacia dei complessi medici..

Nefroptosi: che cos'è

La posizione normale e fisiologicamente giustificata dei reni si ottiene grazie ai legamenti addominali, ai muscoli del diaframma e del peritoneo, nonché alle membrane interne - la fascia.

Quando questo apparato di supporto è indebolito, l'organo diventa mobile e può spostarsi verso il basso o ruotare attorno al peduncolo vascolare.

I legamenti deboli consentono al rene di scendere nell'addome o nella regione pelvica, interrompendo così la posizione relativa di tutti gli organi addominali.

Un altro nome per la nefroptosi è "rene vago". Tuttavia, l'organo può "vagare" nella norma, ma lo spostamento non supera i 2 cm e con un respiro profondo - 5 cm, a condizione che il corpo si trovi verticalmente. Valori elevati indicano lo sviluppo della patologia.

Molto spesso, il rene destro viene spostato, molto meno spesso: quello sinistro o entrambi.

Tra le cause della violazione ci sono:

  • malformazioni congenite del letto renale, ureteri, pelvi renale, un insieme di vasi sanguigni del rene (compreso il sottosviluppo della fascia);
  • cambiamenti nella struttura del tessuto connettivo dovuti a infezioni;
  • lesioni chiuse e aperte dell'addome e della parte bassa della schiena (contusioni, commozioni cerebrali), nonché interventi chirurgici;
  • cambiamenti regressivi legati all'età;
  • incoerenza nei tassi di crescita e sviluppo dei tessuti (nei bambini);
  • diminuzione del tono muscolare a causa della gravidanza o di uno stile di vita sedentario;
  • carichi estremi, lavorare con grandi pesi, sforzi eccessivi durante l'attuazione delle azioni riflesse (tosse);
  • una forte diminuzione del peso corporeo, accompagnata dalla degenerazione del tessuto adiposo.

Regole per condurre la formazione terapeutica

Le raccomandazioni riguarderanno il regime di esercizio per il sollevamento dei reni e cambiamenti generali nell'attività fisica del paziente che influenzano la dinamica della nefroptosi:

  • limitare il sollevamento pesi a 2 kg;
  • è utile integrare la ginnastica con camminare, nuotare e una buona alimentazione (non dovresti ridurre il contenuto calorico senza indicazioni speciali);
  • se ci sono prescrizioni per indossare una benda renale, deve essere rimossa durante la terapia fisica;
  • cerca di evitare salti improvvisi, tremori e torsioni del corpo;
  • l'intervallo ottimale tra i pasti e la ginnastica è di almeno 2 ore;
  • si consiglia di eseguire esercizi regolarmente 1-2 volte al giorno per 30 minuti;
  • dovresti esercitarti sul pavimento, stendendo un tappeto e mettendo un cuscino sotto la parte bassa della schiena;
  • vale la pena prestare attenzione al controllo della respirazione;
  • se compaiono dolore o sintomi di stanchezza atipica, l'esercizio deve essere interrotto;
  • consultare il proprio medico prima di eseguire qualsiasi esercizio.

Esercizi terapeutici

Il complesso fornisce un numero approssimativo di ripetizioni, all'inizio potrebbe essere inferiore (specialmente con un basso livello di formazione di base). In generale, è preferibile fare meno esercizi, ma più spesso (ad esempio, 10 ripetizioni due volte al giorno saranno più utili di 20 o anche 30 eseguite 1 volta, e anche in questo caso non regolarmente).

Complesso di base della terapia fisica

A volte il tempo per l'allenamento è limitato, quindi alcuni esercizi possono essere esclusi dal complesso o eseguiti a turno (oggi - uno, domani - un altro). Per comodità di studio, è conveniente differenziare tutti i movimenti in base al tipo di posizione iniziale (di seguito - I.p.).

L'elenco degli esercizi da fare stando sdraiati sulla schiena:

  1. Esercizio di riscaldamento. Porta le mani dal corpo ai lati, inspirando, mentre espiri, riportale indietro. Puoi usare il diaframma quando respiri. Per fare questo, durante l'inalazione, lo stomaco dovrebbe essere leggermente gonfiato ed espirare attraverso la bocca..
  2. In alternativa, alza le gambe e piegale, imitando il ciclismo. Le mani possono essere raddrizzate ai lati o posizionate sotto la testa. Portare gradualmente il tempo di esecuzione a 2 minuti.
  3. Allunga le braccia sopra la testa. In alternativa, alza le gambe dritte il più in alto possibile. Esegui 6-8 volte.
  4. Simile al precedente, solo tu devi sollevare entrambe le gambe mentre inspiri.
  5. Alza le gambe dritte di 90 gradi (o un angolo stretto). Separali il più possibile. Fai 6-8 ripetizioni.
  6. Alza le gambe di 10-20 cm dal pavimento, è meglio non piegare le ginocchia (anche se questo è consentito). Ora le gambe dovranno essere divaricate e quindi tornare indietro 5-6 volte, incrociandole (il movimento ricorda le forbici).
  7. A turno, tirare le gambe piegate verso il petto. Il numero totale di ripetizioni è 10-40 volte.
  8. Simile al precedente, ma devi tirare entrambi i fianchi verso il petto mentre espiri. Non più di 4-6 volte.
  9. Questo esercizio richiede una pallina. Piega le ginocchia, premi i piedi sul pavimento. Ora devi stringere la palla tra le ginocchia per circa 6-10 secondi. Corri 5-8 volte.
  10. Allarga le braccia ai lati, metti i piedi alla larghezza delle spalle. Esegui 4-6 giri fluidi, cercando di toccare l'altro con il palmo di una mano.
  11. Metti le mani dietro la testa, piega le ginocchia. Esegui 5 colpi di scena, cercando di mettere le gambe alternativamente a destra ea sinistra. La scorrevolezza è importante in questo e nell'esercizio precedente, le curve strette sono inaccettabili.
  12. Piega le ginocchia, i piedi alla larghezza delle spalle, premuti sul pavimento. Le mani giacciono lungo il corpo, piegate ai gomiti. Sollevare il bacino e mantenerlo in questa posizione per un massimo di 5 secondi ("mezzo ponte"). I muscoli del perineo sono tesi. Fai 4-6 ripetizioni.

In tutti gli esercizi elencati, assicurati di prestare attenzione ai seguenti punti:

  • l'aspetto di una deflessione innaturale nella parte bassa della schiena è inaccettabile, dovrebbe essere premuto sul pavimento (cuscino);
  • è importante sentire il lavoro nei muscoli addominali inferiori, non permettendo loro di "spostare" il carico sulla schiena. In caso contrario, l'allenamento non gioverà né alla muscolatura esterna né alla "sacca" renale.

L'elenco degli esercizi che devi fare stando sdraiato su un fianco:

  1. Appoggiati al gomito, solleva la gamba sinistra (se il corpo poggia sul lato destro) con un angolo di 45 gradi. Oscilla in aria 6-8 volte. L'esercizio può essere reso più difficile cercando di sollevare entrambe le gambe a una piccola altezza e mantenerle in questa posizione..
  2. Piega la gamba sinistra e premila sul petto mentre espiri, tirando in dentro i muscoli addominali. Allunga la gamba mentre inspiri. Ripeti 4-8 volte.
  3. Inspirare, sollevare contemporaneamente il braccio e la gamba sinistra, tenerlo premuto per 2-4 secondi, quindi, espirare, abbassarlo. Non più di 8 volte.
  4. Raffigura camminare sdraiato su un fianco. Per fare ciò, 8-10 volte contemporaneamente fai oscillare la gamba sinistra in avanti e ritrae la mano sinistra indietro.

Dopo aver completato il numero richiesto di approcci di un esercizio con una gamba, dovresti rotolare sull'altro lato e ripetere lo stesso movimento con l'altro. Quindi puoi passare all'esercizio successivo..

L'elenco degli esercizi da fare sdraiati a pancia in giù:

  1. Mani sotto il mento. Alza le gambe a turno. Le ginocchia possono essere leggermente piegate. Nel tempo, puoi rendere il movimento più difficile alzando ulteriormente la mano opposta. Fai 6-8 ripetizioni.
  2. Ip - lo stesso. Piega le gambe alle ginocchia, tendendo i glutei e tirando l'ano per 2-5 secondi. Ripeti 6 volte.
  3. Allunga le braccia in avanti, prova ad alzare contemporaneamente le braccia e le gambe dritte alla stessa altezza. Mantieni questa posizione per un massimo di 1 minuto..

La raccomandazione generale per questo gruppo di movimenti è di mantenere il tono dei muscoli addominali e di non sovraccaricare la parte bassa della schiena..

L'elenco degli esercizi che devi fare stando in piedi a quattro zampe:

  1. Oscilla alternativamente con le gambe destra e sinistra, in totale, dovrebbero esserci almeno 12-16 ripetizioni.
  2. L'esercizio è simile al precedente, solo la gamba deve essere tenuta in posizione sollevata per almeno un minuto. Puoi complicare il compito tenendo contemporaneamente sollevata la stessa mano o quella opposta. Il numero di ripetizioni - da 4 a 6.
  3. Piegato ai gomiti, divaricato. Ora prova a sdraiarti sul pavimento con il petto. Corri 6-8 volte.
  4. In alternativa, tira il ginocchio al petto, cercando di raggiungerli con la mano o il gomito opposto. Ripeti almeno 6-8 volte.
  5. Dalla posizione di partenza, eseguire un movimento che simuli lo strisciare sotto una traversa bassa. Per fare questo, abbassa la parte superiore del corpo e vai avanti, piegando le ginocchia. Corri 5-8 volte.
  6. Posa "gatti". Inarca la schiena in un arco ("gatto cattivo") mentre espiri e piega la parte bassa della schiena ("gatto buono") mentre inspiri. Corri 6-8 volte.

Naturalmente, non tutti questi esercizi sono adatti a principianti e persone con scarsa forma fisica. Gli esercizi per la schiena sono considerati i più facili (vengono dati per primi) e sarà più conveniente iniziare con loro..

Yoga per i reni

Questi esercizi comportano un carico statico senza richiedere molte ripetizioni. Il loro obiettivo è accelerare la circolazione sanguigna, fornire ossigeno agli organi ed eliminare gli spasmi. Si raccomandano le seguenti asana (posture) eseguite stando seduti o sdraiati sul pavimento:

  1. "Personale". Siediti sul materassino con gli arti estesi in avanti. Solleva il corpo, "solleva" l'osso sacro sui glutei. Ora, mentre espiri, devi piegarti in avanti, mantenendo la schiena dritta. Se non c'è disagio, puoi toccare o stringere i piedi. In caso di inspirazione, tornare alla posizione di partenza. Ripeti 3-4 volte, approfondendo leggermente la pendenza.
  2. "Bastone invertito." Posa al contrario della precedente. È progettato per allungare i muscoli della schiena. In posizione seduta, poggia i palmi delle mani sul pavimento. Quindi sollevare il busto, appoggiandosi su braccia e piedi distesi (non piegare le ginocchia). Ripeti 2-3 volte.
  3. "Testa sul ginocchio". I. p. - simile all'esercizio numero 1. Piega una gamba in modo che il piede si trovi vicino all'inguine e il ginocchio sia premuto sul pavimento. Mentre inspiri, allunga le braccia verso l'alto, espirando, piegati verso il basso, cercando di diffondere il corpo lungo la superficie della coscia estesa. Si consiglia di afferrare il piede con le mani. Mantieni questa posizione per un minuto. Quindi ripetere, piegando l'altra gamba.
  4. "Ponte". Sdraiato sulla schiena, piega le ginocchia e premi i piedi sul pavimento. Allunga le braccia lungo il corpo. Mentre inspiri, solleva il bacino in modo che il suo angolo con la parte inferiore della gamba sia di quasi 90 gradi. Metti le mani vicino ai piedi, ruotando i palmi verso l'interno. Mantieni la posa per un minuto.
  5. "Gambe estese verso l'alto" (versione dinamica). - lo stesso, solo le braccia sono divaricate. Mentre espiri, solleva le gambe dritte a un angolo di 90 gradi. Quindi abbassarlo lentamente, fermandosi alla posizione di 30 gradi. Ripeti 10 volte.
  6. "Aratro". I. p. - sdraiato sulla schiena, le braccia lungo il corpo, gli arti inferiori sono estesi. Durante l'espirazione, le gambe dritte devono essere sollevate e portate dietro la testa, toccando il pavimento con i piedi. Rimani in questa posizione per 5 minuti, respira in modo uniforme.

Le asana verticali e le torsioni del busto richiedono più esperienza e controllo (o meglio ancora - avere un insegnante), quindi non sono sempre adatte ai principianti.

Controindicazioni per esercizi di fisioterapia

Prima di eseguire qualsiasi esercizio (sia terapeutico che riparativo), dovresti consultare un medico, mentre non dovresti tacere sulla presenza di malattie concomitanti.

L'elenco generale, sia per lo yoga che per la terapia fisica per la nefroptosi, si presenta così:

  • neoplasie, soprattutto maligne;
  • malattie infettive nel periodo acuto;
  • lesioni alla colonna vertebrale e alle articolazioni;
  • asma bronchiale (soprattutto yoga);
  • malattie del sistema ematopoietico;
  • disturbi del ritmo cardiaco, pressione sanguigna instabile;
  • trauma cranico.

La ginnastica terapeutica con il prolasso dei reni consente di evitare un intervento chirurgico e rafforzare il tono muscolare di tutto il corpo. Una condizione importante è la regolarità e l'autocontrollo della correttezza delle prestazioni, nonché la conoscenza della misura e la prevenzione dei sovraccarichi..

Selezioniamo esercizi che aiuteranno con il prolasso del rene

I reni sono organi con poca mobilità e con un respiro profondo e altri carichi possono adattarsi un po ', ma in uno stato normale tornano sempre al loro solito posto. Per una serie di motivi, è possibile l'atrofia degli elementi di ritenzione degli organi, a seguito della quale cadono di oltre 2 cm Questa malattia è chiamata nefroptosi. In alcuni casi, l'esercizio fisico può aiutare con il prolasso del rene, che può riportare l'organo alla sua normale posizione fisiologica..

Ginnastica terapeutica con prolasso renale: principi di base

La nefroptosi è più comune nelle donne che negli uomini, il che è spiegato da una serie di caratteristiche fisiologiche. Quindi, i loro muscoli addominali sono meno sviluppati, il tessuto connettivo è più elastico e la capsula adiposa del rene è più piccola..

L'esercizio per i reni durante la discesa è la terapia principale a meno che non sia indicato un trattamento chirurgico..

Oggi ci sono un gran numero di complessi di esercizi. La scelta di uno specifico sarà determinata dal grado della malattia, dalla forma fisica, dalla posizione del rene e dalla presenza di malattie concomitanti. È importante che lo specialista selezioni gli esercizi individualmente..

L'obiettivo principale perseguito dalla ginnastica quando il rene viene abbassato è quello di riportare l'organo nella sua posizione anatomicamente normale, nonché di rafforzare la schiena, la stampa, i fianchi.

Ci sono regole generali da seguire quando si eseguono gli esercizi:

  • Devi farli tutti i giorni, senza perdere le lezioni..
  • Durata di una lezione - 20-30 minuti.
  • Indipendentemente dallo stadio della malattia, sono vietati movimenti improvvisi, saltare, correre, sollevare pesi.
  • Allenati con abiti comodi e rilassati realizzati con materiali naturali. Usa anche un comodo tappetino.
  • Fare esercizio al mattino a stomaco vuoto. La stanza deve essere ben ventilata. Se il tempo lo consente, puoi esercitarti all'aperto, ma è importante che la superficie sia piana e solida..

Gli esperti consigliano di iniziare gli esercizi per il trattamento del prolasso dei reni con un riscaldamento. Questo aiuterà a riscaldare i muscoli e preparare il corpo a un ulteriore stress. Il riscaldamento ha anche un certo effetto curativo..

Riscaldamento

Gli esercizi di riscaldamento sono piuttosto semplici. Vengono eseguiti in posizione supina:

  • Sdraiati su una superficie solida, raddrizza le gambe e posiziona le braccia lungo il busto. Mentre inspiri, solleva contemporaneamente delicatamente entrambe le gambe verticalmente. Abbassa le gambe ed espira con calma.
  • Raddrizza le braccia sopra di te e bloccale insieme. Alza leggermente le gambe e gira il corpo in modo che l'una o l'altra gamba sia alternativamente sopra. Quando si effettua una svolta a destra ea sinistra, tenere premuto per alcuni secondi.
  • Solleva le gambe da terra di 5 cm e mantieni la posizione per 10 secondi.
  • Esercizio di respirazione: mentre inspiri, tira dentro lo stomaco, mentre espiri, tiralo fuori.

Sdraiato sugli esercizi per la schiena

Gli esercizi più semplici e basilari per sollevare il rene durante la discesa vengono eseguiti in posizione supina. Si consiglia di utilizzare uno scudo con estremità delle gambe regolabile. Maggiore è il livello del suo aumento, minore è il carico sulla pressa addominale. Con il primo grado di nefroptosi, non viene sollevato, con il secondo aumenta di 15 gradi, con il terzo di 30.

Gli esercizi stessi saranno i seguenti:

  • "Bicicletta". Chiudi le mani dietro la testa. Alza le gambe piegate ad angolo retto ed esegui movimenti che simulano la pedalata.
  • "Forbici". Alza le gambe di 10-15 cm, allargale, quindi collega. Se questo è difficile per te, puoi fermarti abbassando i piedi in superficie o incrociandoli. Ripeti 8-12 volte.
  • Le gambe piegate alle ginocchia, si sollevano alternativamente verso il petto durante l'inspirazione e durante l'espirazione ritornano alla posizione di partenza. Ripeti per ogni gamba 10 volte..
  • Piega le gambe alle ginocchia, i piedi dovrebbero essere completamente piatti sulla superficie. Devi posizionare una piccola palla di gomma stretta tra le ginocchia. Strizzalo il più forte possibile per cinque secondi, quindi riposa per la stessa quantità. Ripeti otto volte.
  • Alza e abbassa le gambe dritte alternativamente, simulando la camminata. Fai otto passaggi per ciascuno.
  • Mentre inspiri, solleva le gambe dritte perpendicolari al pavimento, allargale, espirando, collegale e abbassale delicatamente..

Se questo complesso è facile per te, lo specialista può scegliere esercizi più complessi..

Esercizi collaterali

Gli esercizi per abbassare i reni nelle donne possono anche essere eseguiti alternativamente sul lato sinistro e destro..

  • Allunga la mano, mettici sopra la testa, solleva la gamba il più in alto possibile, tienila per qualche secondo e abbassala dolcemente. Ripeti lo stesso per il secondo lato..
  • Da una posizione di partenza simile, solleva il braccio e la gamba contemporaneamente.
  • Mentre inspiri, tira la parte superiore della gamba verso lo stomaco, mentre espiri, raddrizza.

Per rafforzare i muscoli addominali e ridurre al minimo lo sforzo sulla schiena, alcuni esercizi possono essere eseguiti in posizione ginocchio-gomito. Basterà un semplice esercizio chiamato "Gatto" per iniziare. Può essere eseguito con appoggio sui palmi o con le braccia piegate all'altezza dei gomiti. Durante l'inspirazione, devi piegare la schiena e indugiare un po 'in questa posizione, e durante l'espirazione, abbassarla. Si consiglia di ripetere 15 volte.

Questo esercizio è utile in quanto quando la parte bassa della schiena si incurva, gli organi addominali tornano alla loro posizione normale e quando la schiena sporge, i muscoli addominali sono rafforzati, il che aiuta a mantenere gli organi in posizione..

Complesso complicato

Il carico deve essere aumentato gradualmente. Dopo un paio di mesi, gli esercizi suggeriti sopra potrebbero essere troppo facili, perché vengono aggiunte opzioni più complesse o vengono utilizzati pesi, ad esempio cavigliere. Gli esercizi più difficili sono chiamati invertiti..

  • "Aratro". Mentre sei sdraiato sulla schiena, esegui la rotazione in modo che con le dita dei piedi dritte puoi raggiungere il pavimento dietro la testa. In questa posizione, devi soffermarti per 2-3 secondi..
  • "Supporto a spalla". È fatto nello stesso modo dell'esercizio precedente, ma con le mani devi tenere la schiena e le gambe dovrebbero essere parallele alla superficie..
  • "Un pesce". Mentre sei sdraiato sulla schiena, cerca di inclinare la testa all'indietro il più possibile e tocca il pavimento con la fronte. Mantieni questa posizione per mezzo minuto. Si consiglia di completare il complesso con questo esercizio, poiché aiuta a rilassare i muscoli del collo..

Per gli atleti particolarmente esperti, gli esercizi presentati di seguito, che complicano ulteriormente il carico, sono adatti:

  • "Pavone". In una posizione accovacciata, allarga le gambe, porta i gomiti tra di loro. Piegati lentamente, appoggiando lo stomaco sui gomiti e cercando di toccare il pavimento con la fronte. Blocca la posizione e sali allo stesso modo. Esegui con una respirazione regolare e calma..
  • "Blocco addominale". Siediti sul pavimento e piega le ginocchia in modo che siano il più vicino possibile al pavimento. Metti i palmi delle mani su di loro. Quindi fai un respiro profondo, attira lo stomaco e rimani in questa posizione il più lontano possibile. Dopo lo stomaco, rilassati lentamente e inspira con calma. In questo modo, si consiglia di allenare la respirazione ogni giorno per 15 minuti..

Ma prima di passare agli esercizi avanzati, devi ottenere l'approvazione di uno specialista, altrimenti puoi farti del male di più..

L'educazione fisica aiuterà a riportare il rene al suo posto solo nella prima fase della malattia. Con l'omissione del rene, il 2 ° stadio dell'esercizio farà parte della terapia complessa. Nella terza fase, l'attività fisica è controindicata in linea di principio, poiché il rene scende nell'area pelvica e solo il trattamento chirurgico può far fronte al problema.

Ginnastica nella seconda fase del prolasso renale

Nella seconda fase della patologia, i carichi dovrebbero essere più attenti. Le svolte del busto sono ridotte al minimo. Le azioni devono essere eseguite nel modo più fluido possibile. All'inizio, la durata degli esercizi non dovrebbe superare i 20 minuti..

  • In posizione supina, piega le ginocchia, poggia i piedi sul pavimento. Stringi la palla tra le ginocchia e stringila per 10 secondi. Quindi fai una pausa e duplica l'esercizio. Si consiglia di eseguire dieci approcci.
  • Sdraiati sulla schiena, metti un rullo sotto la parte bassa della schiena. Mentre inspiri, piega la gamba sinistra, mentre espiri abbassala sul pavimento. Ripeti lo stesso con l'arto destro..
  • Sdraiato sul lato destro, solleva la gamba sinistra dritta, fissa questa posizione per alcuni secondi, quindi abbassala. Rotola dall'altra parte e fai lo stesso.
  • In una posizione a quattro zampe, alza il braccio e la gamba destra e cerca di rimanere in questa posizione per alcuni secondi. Ripeti lo stesso per il secondo lato..

Controindicazioni e limitazioni

L'esercizio fisico delicato è adatto a quasi tutti i pazienti. Tuttavia, in alcuni casi, i carichi sono controindicati:

  • se il tumore del paziente progredisce;
  • se ha subito gravi lesioni alla schiena e alla colonna vertebrale, lesioni cerebrali traumatiche di qualsiasi gravità;
  • malattie infettive acute.

Inoltre, quasi tutti i carichi sono vietati nella terza fase della discesa..

Considera le seguenti limitazioni:

  • non è possibile sollevare pesi superiori a 2 kg;
  • saltare e correre sono controindicati;
  • sono vietati anche i pendii ripidi.

La discesa del rene destro è spesso annotata. Il paziente in questo caso deve evitare inclinazioni attive nella direzione dell'organo spostato..

Anche se lo specialista diagnostica il ritorno del rene alla sua posizione normale, non dovresti smettere di fare gli esercizi. Questa sarà la migliore prevenzione della nefroptosi in futuro. I carichi sistematici hanno un effetto benefico non solo sul rene, ma aiutano anche a migliorare le condizioni generali del paziente.

Inoltre, puoi lavorare per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico. Gli esercizi di Kegel sono ottimi per questo. Sono particolarmente utili per le donne..

Ti offriamo di guardare diversi video sul tema degli esercizi per abbassare il rene.

Esercizi per la nefroptosi: un complesso efficace

Foto dal sito propochki.info

Ma il complesso degli esercizi di fisioterapia sarà efficace solo quando sarà selezionato da uno specialista, tenendo conto del grado di omissione. Nei casi più gravi, l'esercizio sarà dannoso invece che buono..

Compiti e principi della terapia fisica

La fisioterapia per la nefroptosi è la base della terapia per questa malattia, ovviamente, se l'operazione non è indicata. L'obiettivo principale della terapia fisica è rafforzare l'apparato muscolare, grazie al quale il rene ritorna al suo posto originale. Gli esercizi per la nefroptosi sono selezionati in base alla gravità della malattia e alle malattie associate.

Nelle fasi iniziali, le attività di terapia fisica assomigliano a questo:

  • rafforzare i muscoli della schiena e degli addominali;
  • miglioramento della circolazione sanguigna;
  • riportare l'organo nella sua posizione originale e prevenire ulteriori omissioni;
  • prevenzione delle complicanze.

La ginnastica con l'omissione del rene è efficace solo nelle prime due fasi, all'ultimo, di regola, è inutile praticare, viene prescritta un'operazione. Ecco perché gli obiettivi della terapia fisica per la nefroptosi di grado 3 sono:

  • evitare complicazioni postoperatorie;
  • accelerazione del recupero;
  • normalizzazione della funzione renale;
  • prevenzione del prolasso d'organo ripetuto.

Certo, gli esercizi prima e dopo l'operazione sono diversi, i carichi sono molto più deboli.

I principi della terapia fisica per la nefroptosi:

  • fallo regolarmente, se necessario - 2 volte al giorno;
  • allenarsi per almeno 30 minuti, massimo 1 ora;
  • per organizzare correttamente la lezione, dovrebbe consistere in un riscaldamento, parti principali e finali;
  • evitare movimenti improvvisi, non esercitare attraverso il dolore, se compaiono vertigini o altri sintomi spiacevoli, rinunciare alla ginnastica;
  • durante l'allenamento non è possibile utilizzare manubri, oggetti pesanti, è vietato correre e saltare;
  • scegliere abiti comodi realizzati con tessuti naturali per le lezioni;
  • caricare gradualmente il corpo, iniziare ripetendo gli esercizi non più di 2-3 volte, arrivando infine a 10-12;
  • allenarsi a stomaco vuoto o non prima di 1,5-2 ore dopo aver mangiato;
  • ventilare la stanza prima della lezione, in estate è meglio fare ginnastica all'aria aperta.

Questi principi devono essere rispettati, quindi l'allenamento per la nefroptosi sarà efficace.

Anche dopo il recupero, la terapia fisica dovrebbe diventare parte integrante della vita. In assenza di attività fisica, la nefroptosi può ripresentarsi, soprattutto nel gentil sesso.

Tipi di esercizio

Gli esercizi possono essere suddivisi in 2 gruppi:

  • speciale;
  • sviluppo generale.


L'azione del primo è volta a rafforzare il corsetto muscolare, la formazione di uno strato di grasso nell'area dei reni. Questi includono i seguenti esercizi per abbassare i reni:

  • dinamica respiratoria;
  • statico.

Il primo tipo di esercizio prevede la respirazione addominale o toracica. Per eseguirli, devi prendere una posizione sdraiata sulla schiena. Inspirate ed espirate lentamente, in modo che quando i polmoni sono pieni d'aria, lo stomaco si gonfia.

La respirazione toracica è diversa. Inspirando, è necessario attirare lo stomaco, espirare lentamente l'aria per sentire il rilassamento dei muscoli addominali. Ripeti le azioni dopo aver atteso 5-10 secondi.

Gli esercizi di sviluppo generali hanno un effetto rinforzante, mantengono il tono. Questi includono il riscaldamento (riscaldamento dei muscoli), esercizi per correggere la postura e migliorare la coordinazione dei movimenti.

Tutti gli esercizi fisici durante l'abbassamento del rene devono essere eseguiti con l'adozione di una posizione orizzontale o con il supporto del tronco con un angolo non superiore a 60 ° rispetto alla superficie.

La carica durante l'abbassamento del rene può essere eseguita utilizzando un fitball, una pallina, rulli, la tavola di Evminov.

Formazione

L'efficacia del complesso dipende dalla preparazione. Le raccomandazioni sono le seguenti:

  • impegnarsi in 2 ore dopo aver mangiato oa stomaco vuoto;
  • cambiare in abiti comodi;
  • ventilare la stanza;
  • misurare il polso e la pressione;
  • compra un tappetino da ginnastica, non puoi sdraiarti su un pavimento freddo.

Se non ti senti bene, dovresti rinunciare alla lezione.

Prima di eseguire il complesso principale della terapia fisica per la nefroptosi del rene destro o sinistro, è necessario riscaldarsi. Gli esercizi vengono eseguiti sdraiati sulla schiena. Il riscaldamento si presenta così:

  • Solleva entrambe le gambe contemporaneamente, mentre inspiri, abbassale delicatamente sul pavimento.
  • Fai svolte in direzioni diverse.
  • Strappare le gambe dal pavimento a un'altezza di 5 cm, soffermarsi per 10 secondi.

Termina con esercizi di respirazione. Qui devi provare a fare ogni sforzo, poiché è molto importante..

Una serie di esercizi

Con la nefroptosi, ci sono diversi metodi di allenamento, ma tutti sono efficaci solo nelle prime due fasi..

Dopo la terapia fisica, quando il rene viene abbassato, viene immediatamente indossato un corsetto renale.

Esercizi per la nefroptosi secondo Bubnovsky

Il professor Bubnovsky ha sviluppato una serie di esercizi per sollevare il rene quando viene abbassato. L'allenamento si svolge in posizione supina. Vale la pena iniziare con il più semplice, poiché complichi l'allenamento.

La terapia fisica ha questo aspetto:

  • "Bicicletta". Dovresti collegare la tua immaginazione e il pedale.
  • "Forbici". Solleva le gambe di 10 cm dal pavimento. Imita le forbici.
  • "Betulla". Alza le gambe dritte, concentrandoti sulle scapole, sostieni la parte bassa della schiena con le mani. Mantieni questa posizione il più a lungo possibile, almeno 30 secondi.
  • Alza lentamente le gambe dritte, unite l'una all'altra, fino a quando non sono perpendicolari al pavimento. All'espirazione, abbassali.
  • Spremi un pallone da calcio tra le ginocchia, soffermati per 10 secondi.

Per cominciare, sono sufficienti 4-6 ripetizioni. Quindi l'importo dovrebbe essere aumentato fino a 10-12 volte.

La ginnastica con nefroptosi del rene destro o sinistro di 1 ° grado può essere integrata con esercizi eseguiti in posizione ginocchio-polso (in ginocchio, appoggiato a terra sui palmi). I piegamenti all'indietro sono efficaci.

Yoga per la nefroptosi

Foto dal sito veda-journal.ru

L'abbassamento dello yoga ha un effetto positivo su tutti gli organi, in particolare sui reni. Inoltre, viene mostrato negli stadi 1 e 2 della malattia, nell'ultima lezione sono consentiti solo dopo l'intervento chirurgico.

Lo yoga per la nefroptosi viene eseguito sdraiato sulla schiena o seduto sul pavimento. Il programma della lezione si presenta così:

  • "Una barca". Siediti, raddrizza le gambe, tienile unite, la schiena è dritta, i palmi delle mani sono sul pavimento. Quindi tirare in dentro lo stomaco, fare un respiro profondo ed espirare. Quindi, inspirando, inclina il corpo all'indietro, solleva le gambe. La posa dovrebbe assomigliare alla lettera inglese "V", braccia tese davanti a te. Aspetta per 15-20 secondi. Fai 2-3 ripetizioni.
  • Sdraiati sulla schiena, raddrizza una gamba, piega l'altra sull'articolazione del ginocchio, aspetta verso di te. Premere con le mani sul ginocchio piegato per almeno 10 secondi, si dovrebbe sentire l'opposizione. Quindi cambia gamba e fai lo stesso. Corri 2-3 volte.
  • Sdraiati sulla schiena con le gambe dritte. Afferra la parte posteriore della testa con le mani chiuse nella serratura. Stringere i muscoli, espirare, sollevare la parte superiore del corpo e le gambe di almeno 10 cm I piedi sono tesi, allungati verso il viso. Mantieni questa posizione il più a lungo possibile. Esegui 2-3 ripetizioni.

Per un effetto terapeutico più pronunciato, è necessario combinare esercizi di yoga e terapia fisica per la nefroptosi del rene destro o sinistro.

Esercizi per la nefroptosi bilaterale

La terapia fisica è efficace solo nella fase 1; nella fase 2, la prestazione fisica può essere difficile dal dolore.

Vale la pena farlo al mattino, puoi anche senza alzarti dal letto. La durata della formazione non supera i 30 minuti. Un complesso approssimativo ha questo aspetto:

  • esercizi di respirazione addominale 30-60 sec.;
  • sdraiato sulla schiena, solleva le gambe dritte di 15 cm dal pavimento, soffermati per 5 secondi;
  • esercizi di respirazione toracica per circa 1 minuto;
  • alza le gambe a turno per formare un angolo di 90 °;
  • riposo 30 sec.;
  • sdraiato sulla schiena, solleva le gambe con un angolo di 90 ° rispetto al pavimento, allargandole il più possibile ai lati.

Caratteristiche delle classi in diverse fasi

Devi iniziare con esercizi semplici, integrando gradualmente il complesso con altri nuovi e più complicati. Il medico seleziona esercizi terapeutici per la nefroptosi. Lo stadio della malattia influisce sull'aspetto del complesso.

Con nefroptosi di 1 grado, la lezione viene eseguita sdraiata sulla schiena. Gli esercizi sono:

  • solleva le gambe dritte ad un'altezza di 10 cm dal livello del pavimento, tienile per 30-60 secondi;
  • alza alternativamente gli arti;
  • tirare le gambe piegate alle ginocchia verso lo stomaco;
  • fare una "betulla" - sollevare le gambe dritte, strappare i glutei dal pavimento, sostenere la parte bassa della schiena con le mani.

Nella fase 2, l'educazione fisica per l'abbassamento del rene viene eseguita utilizzando un rullo, che viene posizionato sotto la parte bassa della schiena, in modo che la parte inferiore del corpo sia sollevata con un angolo di 25-30˚ dal pavimento.

Una serie di esercizi per la nefroptosi si presenta così:

  • Parte introduttiva. Sdraiati sulla schiena, mani lungo il corpo, alternativamente tira i calzini verso di te e riprendili. Quindi, senza cambiare posizione, allarga le gambe ai lati, scivolando sul pavimento con i talloni. Fai esercizi di respirazione.
  • Parte principale. Alza le gambe inspirando con un angolo di 45 ° dal pavimento e abbassale mentre espiri. Senza cambiare la postura, sollevare la parte superiore del corpo di 30 °, quindi eseguire l'esercizio delle "forbici".
  • La fase finale della terapia fisica per la nefroptosi di 2 ° grado. Dura 1-2 minuti. È necessario fare esercizi di respirazione per i reni durante l'abbassamento.

La lezione con 3 gradi di nefroptosi sembra simile.

È possibile praticare sport?

La nefroptosi viene trattata con l'attività fisica, ma non tutti i carichi sono consentiti. È possibile praticare sport con un prolasso renale? È problematico rispondere a questa domanda in modo inequivocabile, tutto dipende dal tipo di carichi sportivi.

Esistono tali restrizioni:

  • non è possibile sollevare pesi di peso superiore a 3 kg;
  • è vietato correre, accovacciarsi, saltare, fare movimenti bruschi;
  • non puoi giocare a tennis, badminton, canottaggio, nuotare per un po ';
  • è vietato cimentarsi in simulatori, tapis roulant.

Il ciclismo con nefroptosi appartiene alle controindicazioni. Le sensazioni di dolore possono aumentare.

Con la nefroptosi, puoi oscillare la stampa, partecipare a yoga e ginnastica, nuotare.

Controindicazioni

Gli esercizi di fisioterapia per il prolasso dei reni sono controindicati in questi casi:

  • pietre negli organi del sistema urinario;
  • ipertensione;
  • aumento della temperatura corporea, malattie infettive nel periodo acuto;
  • idropisia del rene;
  • il rischio di emorragia interna;
  • oncologia.

Gli esercizi per il prolasso dei reni nelle donne non dovrebbero essere eseguiti durante le mestruazioni..

Con la nefroptosi, vale la pena aderire al programma elaborato, quindi la terapia porterà i risultati attesi. L'automedicazione è inaccettabile, gli esercizi di fisioterapia quando il rene viene abbassato vengono selezionati da uno specialista, se necessario, vengono corretti durante la terapia.

Autore: Oksana Belokur, dottore,
appositamente per Nefrologiya.pro

Video utile sull'esercizio fisico per il prolasso renale

Elenco delle fonti:

  • 1. Esercizi di riabilitazione per malattie renali / N.А. Onuchin. - M., 1998.
  • 2. Medicina sportiva / Libro di testo / G.А. Makarov. - M.: Sport sovietico, 2002-480.
  • 3. Shilov E.M. Malattia renale cronica e terapia nefroprotettiva. Mosca, 2012.