Quale medico dovrebbe contattare una donna con la cistite

La cistite è una malattia caratterizzata dall'infiammazione del rivestimento della vescica. Adulti e bambini, uomini e donne, sono suscettibili a questa malattia - è accompagnata dalla manifestazione di molti sintomi negativi e richiede un trattamento tempestivo..

Quale medico dovrebbe contattare una donna con la cistite e come capire - quando, quale trattamento eseguire?

Quando vedere un dottore?

I segni tipici che indicano un processo infiammatorio nella vescica sono:

  • aumento della voglia di urinare in bagno;
  • dolore alla vescica, specialmente accompagnato da tagli nel processo di andare in bagno e urinare, nonché dolore localizzato nel peritoneo inferiore;
  • malessere generale e febbre.

Con tutto ciò, le indicazioni assolute per visitare un medico sono la diagnosi della seguente condizione:

  • i sintomi della cistite non scompaiono per più di 1-2 giorni e si intensificano;
  • il corso dell'assunzione di antibiotici non porta sollievo, ci sono macchie nelle urine;
  • attacchi di febbre e dolore che si irradia alla parte bassa della schiena.

Quale medico dovrebbe contattare una donna con la cistite - considereremo ulteriormente questo problema.

Vale la pena visitare un terapista?

Basta ricordare che un terapista è uno specialista generalista specializzato nella diagnosi e nel trattamento di molti organi e sistemi interni..

Tra le altre cose, vale la pena capire che la cistite è una malattia provocata da microflora patogena, infezione, ed è il terapeuta che indirizza la donna a fare i test per identificare l'agente patogeno.

Sulla base dei risultati delle analisi ricevute, prescrive un trattamento adeguato o invia per esame un altro specialista di stretta specializzazione.

Rinvio a urologo e ginecologo

Basti pensare che molte donne non sanno quale medico cura la cistite e credono erroneamente che l'urologo sia esclusivamente un medico maschio. Sebbene la competenza dell'urologo includa la diagnosi e il trattamento del sistema urinario, indipendentemente dal sesso.

Pertanto, una donna può fissare un appuntamento con questo specialista: raccoglierà anche l'anamnesi, invierà esami di laboratorio e, in base ai risultati ottenuti, diagnosticherà e prescriverà un trattamento.

L'urologo si riferisce più spesso alla consegna di tali test:

  • analisi generale della composizione del sangue e esame di laboratorio delle urine;
  • ecografia degli organi pelvici e urinocoltura;
  • cistoscopia e studi PCR.

Oltre ad essere esaminato da un urologo, può essere necessaria anche una visita da un ginecologo, nonché una serie di studi, in particolare sulla disbiosi della microflora vaginale.

Perché le donne vanno spesso dal ginecologo? Questa decisione è corretta, soprattutto se una donna è incinta: la cistite minaccia di pericolose conseguenze negative sia per se stessa che per il nascituro..

Inoltre, la decisione giusta di una donna sarebbe quella di affrontare il problema del trattamento della cistite durante l'allattamento. È anche importante scegliere un medicinale, un farmaco che non entrerà nel corpo del bambino insieme al latte materno..

È importante ricordare che, come malattia, la cistite può essere una conseguenza di malattie sessualmente trasmissibili infettive, e queste includono tricomoniasi e clamidia, nonché la forma batterica della vaginosi e così via. In questo caso, il trattamento dovrebbe essere effettuato non solo per la cistite, ma anche per la causa principale: una malattia a trasmissione sessuale. A questo proposito, è richiesto l'aiuto di un ginecologo-venereologo..

Il nefrologo aiuterà?

In qualità di specialista altamente specializzato, il nefrologo è specializzato nella diagnosi e nel trattamento di tutte le malattie che colpiscono i reni. Calcoli renali e neoplasie benigne o maligne, nefrite e insufficienza renale in una donna: tutti, in una certa misura, possono provocare la comparsa di cistite quando è richiesto l'aiuto di un nefrologo.

I reni, la vescica e l'uretra sono un sistema integrale del sistema urinario e quindi uno specialista come un nefrologo consulta e, se necessario, prescrive il trattamento per i pazienti con diagnosi di cistite.

Un trattamento selezionato in modo errato, un corso prematuramente completato può provocare la diffusione del processo infettivo sia nella vescica che nella sua transizione ai reni, e quindi è imperativo sottoporsi a esame e consultazione con un nefrologo.

Trattamento di una malattia complicata

Il regime di trattamento generale per le donne, indipendentemente da chi sta trattando la cistite, si riduce a quanto segue:

  1. Diagnostica ed esame. Laboratorio, hardware e strumentale.
  2. Studio generale della composizione del sangue e delle urine. Ti permetteranno di scoprire l'agente eziologico del processo infiammatorio che provoca lo sviluppo della cistite in una donna.
  3. Prescrivere un ciclo di terapia antibiotica. Può essere integrato con farmaci antivirali, antimicotici e antimicrobici.
  4. Prescrivere un corso di assunzione di antispastici. Per rilassare la muscolatura liscia della vescica.
  5. Nomina di immunomodulatori. Per rafforzare le difese del sistema immunitario.
  6. Rispetto di un regime di consumo adeguato. Ciò contribuirà ad accelerare la pulizia della vescica e l'eliminazione delle tossine..

Se la cistite è complicata da ulteriori sintomi negativi, è importante determinare cosa ha innescato esattamente questa forma del processo infiammatorio nella vescica. Questi fattori sono:

  1. Dieta scorretta, ricca di cibi grassi, cibi piccanti e fritti e quantità insufficiente di vitamine.
  2. Problemi con il tratto digestivo, manifestati da stitichezza e superlavoro cronico. Tutto ciò influisce negativamente su tutto il corpo e in particolare sul sistema genito-urinario..
  3. Mancanza di sonno, così come un duro lavoro fisico e mentale. Provocano esaurimento e indebolimento del corpo, diminuzione del livello delle difese immunitarie.
  4. Allergia.
  5. Squilibrio ormonale nel corpo di una donna.

In materia di elaborazione della dieta corretta, nonché di problemi con il lavoro del tratto gastrointestinale, vale la pena consultare un gastroenterologo, ma in caso di problemi con il sistema endocrino e diagnosi di squilibrio ormonale, vale la pena visitare un endocrinologo.

In caso di problemi nel campo della psicologia, vale la pena sottoporsi a un corso di diagnosi e trattamento da uno psicologo, oltre che da uno psicoterapeuta. In ogni caso, quando compaiono i primi segni di cistite, non dovresti posticipare il trattamento e assicurarti di essere esaminato da un medico. Allo stesso tempo, è importante capire che può essere richiesto l'aiuto sia di un terapista che di altri specialisti di profilo ristretto..

Chi è più efficace nel trattamento della cistite: terapista, ginecologo o urologo

La cistite è una delle malattie praticate praticamente altrettanto con successo da urologi e ginecologi, che non causa particolari problemi, poiché la malattia colpisce gli organi legati al sistema genito-urinario. Inoltre, i problemi ginecologici spesso causano sofferenza dell'uretra, della vescica e persino dei reni..

Quale specialista contattare per aiuto con la cistite

È difficile rispondere alla domanda su chi tratta la cistite da un ginecologo o da un urologo. Naturalmente, l'infiammazione della vescica rimane un problema urologico e, allo stesso tempo, una delle principali cause della sua insorgenza sono i disturbi associati alla disbiosi vaginale, anomalie che sono diventate l'oggetto della pratica dei ginecologi. In generale, due specialisti dovrebbero occuparsi del disturbo e un duetto del genere sarà sicuramente più efficace..

Spesso, con lievi sintomi di cistite, il primo specialista a cui il paziente si rivolge è il terapista locale. Con i classici sintomi della malattia e studi condotti correttamente sull'urina per la coltura batterica, un ciclo di antibiotici è sufficiente per far regredire il processo infiammatorio. Nei casi in cui il processo di urgenza e minzione è troppo doloroso, il medico prescriverà uno degli analgesici e vengono prescritti complessi vitaminici e immunomodulatori per ripristinare e rafforzare le difese del corpo. Di norma, tale trattamento è abbastanza efficace ei pazienti dimenticano rapidamente la malattia..

Posso andare da un terapista con questo problema? A nostro avviso, una tale visita è abbastanza giustificata, soprattutto perché dopo aver superato i test necessari nella sua direzione, un ginecologo o un urologo può determinare la diagnosi di cistite del paziente sulla base dei risultati di laboratorio..

Urologia: la direzione responsabile degli organi urinari

Purtroppo non tutti riescono a cavarsela, come si suol dire, con un "leggero spavento". Se la terapia tradizionale è inefficace e la cistite continua il suo effetto distruttivo, è necessario sottoporsi a un esame più approfondito e altamente specializzato. L'anamnesi e il trattamento appropriato saranno presi da un urologo, un medico responsabile della salute dei reni, della vescica e dell'uretra. Sulla base delle sue raccomandazioni, viene presa una decisione su un ulteriore esame da parte di altri specialisti al fine di confermare o negare diagnosi concomitanti. Può essere:

  • nefrologo,
  • ginecologo,
  • batteriologo,
  • venereologo,
  • oncologo, ecc..

L'urologo aiuterà a fare la diagnosi corretta, perché spesso i sintomi della cistite possono essere confusi con l'uretrite (infiammazione delle vie urinarie) o la pielonefrite (infiammazione dei reni).

A volte frequenti ricadute della malattia possono causare una disfunzione parziale o completa della vescica, dei reni, è possibile la perdita delle proprietà riproduttive, poiché l'infiammazione può colpire gli organi del sistema riproduttivo. In questo caso, potresti aver bisogno dell'aiuto di un ginecologo e di un chirurgo..

Ginecologia e cistite

Queste due aree, come già accennato, hanno un campo di attività comune, con il nome di "sistema genito-urinario", che a sua volta si divide in organi urinari e riproduttivi, rispettivamente urologia e ginecologia. Non solo sono correlati, ma la salute di alcuni dipende direttamente dalle condizioni degli altri, che è chiaramente dimostrata da una malattia come la cistite. A causa della fisiologia di una donna, gli organi urogenitali si trovano in stretta vicinanza l'uno all'altro e questo determina il fatto che la cistite preferisce svilupparsi principalmente nei corpi delle donne.

Tornando alla questione se un ginecologo possa curare la cistite, va ricordato che la cistite è un grosso problema durante il trasporto di un bambino e dopo il parto; durante questi periodi, il corpo della donna ha la minor resistenza a vari agenti patogeni, compresi quelli che causano l'infiammazione della vescica. Inoltre, l'organo subisce una significativa oppressione con la crescita del feto. Un ginecologo che osserva una donna in travaglio tratta la cistite, tenendo conto delle sue specificità, e può anche fornire assistenza con competenza e decidere quali farmaci sono adatti per una donna incinta.

Non basta identificare il patogeno sulla base delle analisi, è necessario trovare la fonte dell'infezione da neutralizzare. Non sempre il problema risiede solo nel mancato rispetto delle norme igieniche. Spesso, la causa dell'infezione è il rapporto sessuale promiscuo non protetto, l'alternanza di sesso anale e vaginale, malattie a trasmissione sessuale - e questo è già il campo di attività di un ginecologo.

Non si può negare che esista un problema come lo sviluppo della cistite dopo aver visitato un ginecologo, quando, dopo l'esame, si osservano piccoli microtraumi e secchezza delle mucose vaginali. Tuttavia, spesso la causa della malattia rimane un'infezione ritardata, quando l'attivazione dell'agente patogeno coincide con una visita dal medico. Pertanto, la cistite dopo l'esame da un ginecologo è un problema di natura psicologica piuttosto che fisiologica..

Ti suggeriamo anche di visitare il nostro forum sulla cistite, le recensioni possono aiutarti molto o lasciare i tuoi commenti. Ricorda che condividendo la tua esperienza puoi aiutare qualcuno che puoi..

Quale medico dovrebbe contattare una donna con la cistite

I processi infiammatori nei tessuti strutturali della vescica sono il problema più comune tra le donne, sebbene non siano ignorati né dai bambini né dagli uomini. La malattia può procedere senza un quadro clinico pronunciato, causando solo un leggero disagio e una leggera ansia.

Ma può anche manifestarsi con una valanga dei sintomi più spiacevoli. È allora che sorge una domanda naturale: quale medico contattare con la cistite.

Quale medico contattare

C'è un'opinione con cui è molto difficile non essere d'accordo: nei tessuti sani del MP, le reazioni infiammatorie non si sviluppano, di regola, sono una conseguenza di qualche processo patologico. A volte, questa è l'influenza di malattie di fondo che provocano reazioni infiammatorie nella cavità del serbatoio del MP, ad esempio gli agenti causali delle patologie veneree. Questo problema viene affrontato da un ginecologo.

Promuove i processi infiammatori nelle urine dell'organo vescicale e la struttura anatomica anormale del canale uretrale - il suo ingresso è troppo vicino rispetto all'ingresso vaginale o il suo spostamento nella vagina. E inoltre, problemi con malattie urologiche acquisite associate a una violazione dell'apparato muscolare, disturbi neurologici e malattie degli organi urinari: tutto questo viene affrontato da un urologo e un nefrologo..

Pertanto, è molto difficile decidere in modo indipendente quale medico contattare una donna o una ragazza in un caso particolare, non conoscendo la causa della malattia e concentrandosi solo sulla manifestazione dei sintomi. All'estero, ad esempio, nessun paziente riceverà un appuntamento con un medico specialista ristretto senza il rinvio di un medico di base (medico di base), anche se il paziente è disposto a pagare le proprie cure..

Nel nostro paese, un tale specialista è un terapista, perché eventuali infezioni virali o batteriche, anche non direttamente correlate alla sfera dei problemi urogenitali, possono derivare dallo sviluppo della cistite. Non dovresti prendere l'iniziativa e contattare tutti i medici di seguito. La consultazione con un terapista garantirà una diagnosi tempestiva della malattia e determinerà quale medico dovrebbe andare per un ulteriore trattamento.

Quando è necessaria una consultazione urgente del medico

Una diagnosi tempestiva e un trattamento tempestivo avviato preverranno lo sviluppo di varie complicanze e cronicità della patologia. Sospettare lo sviluppo di processi infiammatori nel MP aiuterà il quadro clinico caratteristico della malattia, che si manifesta:

  • violazione del ritmo fisiologico della minzione, accompagnata da crampi e dolore,
  • debolezza generale e indolenzimento nell'addome inferiore,
  • aumento degli indicatori di temperatura,
  • dolore lombare,
  • inclusioni sanguinolente nelle urine.

Il trattamento domiciliare con rimedi popolari non porterà sollievo, ma aggraverà solo il processo.

Se durante il giorno i sintomi non scompaiono, ma al contrario si intensificano, anche durante l'assunzione di antibiotici, la visita dal medico non può essere rimandata.

Quando una clinica di cistite appare in un bambino, deve essere mostrata al pediatra, che condurrà una diagnosi chiarificatrice e, se necessario, invierà il bambino per un consulto con un nefrologo.

Visita a un terapista

Nella moderna medicina clinica, la terapia è una delle specialità chiave. I medici terapisti sono specialisti che hanno una ricca conoscenza e capacità enciclopediche nella ricerca diagnostica di una serie di malattie. Sono in grado di analizzare correttamente i risultati degli studi diagnostici.

Se necessario, il terapeuta prescriverà una terapia terapeutica, indirizzerà il paziente allo specialista appropriato e spiegherà quale medico cura la cistite nelle donne con esacerbazione della malattia e nella fase della sua ricaduta. Con il quadro clinico attuale, è un appuntamento consultivo con un terapista che è la scelta giusta.

Appello tempestivo a un terapeuta aiuterà a determinare la causa dei disturbi e prevenire lo sviluppo di un processo complicato o cronico. Il ricevimento del terapeuta inizia con l'esame iniziale del paziente e la raccolta dell'anamnesi:

  • Lo stile di vita dettagliato del paziente viene chiarito.
  • Fattori individuali e fisiologici della sua salute.
  • Predisposizione ereditaria alle malattie.
  • Dettagli dell'aspetto e del decorso della malattia.

Come esame aggiuntivo, il terapista può prescrivere metodi diagnostici di laboratorio e strumentali: clinica e biochimica del sangue e delle urine, radiografia ed ecografia degli organi peritoneali. Sulla base della valutazione delle analisi ottenute, il terapista determina non solo la presenza o l'assenza di segni di cistite nel MP, ma è anche in grado di identificare la possibile genesi (causa) della sua comparsa, che può essere provocata da:

  • diabete,
  • patologia del sistema cardiovascolare,
  • malattie del sistema genitale.

Allo stesso tempo, prescrivere la terapia appropriata per la malattia di base o inviare un rinvio al medico specialista specializzato necessario.

Il ginecologo aiuterà

Di norma, le nostre donne determinano chi tratta la cistite nelle donne in modo completamente intuitivo e indipendente. Vanno a un appuntamento con un ginecologo locale senza alcun rinvio, cercando di curare una malattia urologica da un medico di profilo completamente diverso. Sono particolarmente fiduciosi nella correttezza della loro decisione quando la cistite si è manifestata dopo una relazione intima con un altro partner..

Visite frequenti da un ginecologo sono dovute allo sviluppo di cistite dovuta a infezione degli organi intimi con vaginosi, clamidia, candidosi, gonorrea, ecc. Il sollievo prematuro del processo infettivo può manifestarsi come infiammazione periodica delle mucose nell'organo della vescica urinaria.

Di solito, la sfera dei ginecologi non include il trattamento delle patologie urologiche, ma uno specialista qualificato non rifiuterà mai di aiutare le donne con segni di cistite che si sono manifestati sullo sfondo di patologie ginecologiche. E con la cistite nelle donne in gravidanza, dovresti contattare il tuo ginecologo per il trattamento..

La diagnosi della malattia viene eseguita secondo il metodo standard:

  • Esame visivo e utilizzo di specchi sulla sedia ginecologica.
  • Prendere uno striscio dalla vagina per identificare la flora patogena e le infezioni genitali.
  • Tecniche citologiche.
  • Applicazioni della laparoscopia e dell'ecografia transvaginale.

È l'ostetrico-ginecologo che guida la gravidanza che sa tutto della sua paziente ed è in grado di prescrivere alla futura mamma la terapia più sicura possibile per lei e per il bambino. Sarà necessaria anche la consultazione con un ginecologo per le donne che hanno un'infiammazione da MP durante l'allattamento. In questo momento per madre e figlio, i principali consulenti sono il ginecologo e il pediatra.

Chi si occupa di problemi urologici

In medicina, ci sono due principali aree correlate che studiano le funzioni e la struttura degli organi superiori e inferiori del sistema urinario: nefrologia e urologia. Quale medico curerà la cistite dipende dalla causa del processo patologico in via di sviluppo. L'urologia comprende molte sezioni: urologia pediatrica e maschile (andrologia), inclusa l'uroginecologia, che studia le malattie urologiche femminili, compresa la cistite.

Più del 20% delle donne e delle ragazze viene a vedere un urologo con cistite, che in realtà non esiste, e problemi completamente diversi sono la causa di sintomi simili.

Pertanto, il credo dell'urologo è: prima di iniziare il trattamento, devi assicurarti di cosa hai a che fare. Oggi abbiamo le raccomandazioni dell'Associazione degli urologi europei e americani, sono disponibili e sono pienamente applicate nella diagnostica e nella terapia. Guidati da revisioni competenti sulla clinica e sul medico, puoi tranquillamente fissare un appuntamento con un urologo e sottoporsi a un pacchetto completo di esami e terapia complessa.

L'esame inizia con una conversazione tradizionale sulla raccolta dell'anamnesi, l'esame della palpazione e l'esame in poltrona ginecologica. Sono prescritti esami standard delle urine e del sangue (se non sono stati eseguiti prima, quando viene nominato il terapista). La diagnostica obbligatoria è:

  • serbatoio per biochimica e urinocoltura,
  • Ecografia esterna o transaddominale,
  • uroflussometria, che determina le caratteristiche del flusso urinario,
  • esame completo dello stato del MP e dell'uretra - il metodo KUDI.
  • esame visivo della cavità del serbatoio del MP e dell'uretra - metodi cistoscopici e uretroscopici.

Ruolo del nefrologo nel trattamento della cistite

Un nefrologo, insieme a un urologo, può identificare e curare la cistite. La competenza di un nefrologo è identificare ed eliminare vari processi patologici nella parte superiore del sistema di escrezione urinaria. Disturbi nella composizione strutturale delle urine (aumento dei livelli di emoglobina ed eritrociti, ridotta acidità) indicano disturbi funzionali nei reni.

Anche il problema delle violazioni dell'atto di minzione e dello svuotamento incompleto della cavità del serbatoio della vescica, che provoca lo sviluppo di focolai di reazioni infiammatorie in esso, è anche sottovalutato. Problemi con l'escrezione di urina possono verificarsi a seguito di una violazione dell'interazione del sistema nervoso centrale e periferico, dei sistemi muscolari cistico e uretrale.

Ciò contribuisce allo sviluppo di processi incontrollati di un complesso atto riflesso - la minzione, rendendola incontrollabile e incontrollata, per dirla semplicemente - arbitraria. Come risultato di reazioni infettive e infiammatorie nei reni, l'urodinamica del MP e degli ureteri è disturbata. I difetti renali complicati completano i sintomi della cistite con la manifestazione di segni:

  • Ipertensione.
  • Anemie.
  • Enuresi diurna e notturna.
  • Gonfiore delle gambe e del viso.

Conoscere e identificare questi disturbi è solo una piccola frazione di ciò che fa un nefrologo. Con la complessa terapia della cistite, è lui che differenzia ed elimina i difetti negli organi del sistema di escrezione urinaria che provocano la cistite.

Consultazione immunologica

È interessante notare che anche dopo un trattamento complesso, la cistite ritorna spesso come malattia di fondo quando il paziente soffre di raffreddore (tonsillite, influenza, infiammazione delle appendici, ecc.). Cioè, con una difesa fagocitica indebolita del sistema immunitario, quando non è in grado di resistere ai batteri patogeni.

Oppure, quando il sistema immunitario produce anticorpi proteici al proprio corpo e non ai batteri. Pertanto, con frequenti ricadute di cistite nelle donne, è necessaria la consultazione con un immunologo. Egli prescrive la diagnostica differenziale, che consiste nel trovare problemi indirettamente o direttamente correlati alle funzioni genito-urinarie..

Per una maggiore efficacia della terapia farmacologica etiotropica, aumentando l'attività funzionale dell'immunità del paziente, accelerando il ripristino delle funzioni del tratto uretrale e garantendo un'adeguata risposta di immunità alle infezioni, viene prescritto un ciclo di trattamento immunomodulante.

Un complesso di farmaci immunostimolanti - "Viferon", "Uro-Vaxam" o "Likopid" può ridurre significativamente i danni ai tessuti infiammati, ridurne la gravità e l'intossicazione, accelerare il processo di guarigione e prevenire la manifestazione di processi infiammatori cronici nel MP.

Conseguenze di non andare dal dottore

Va ricordato che la mancanza di un trattamento adeguato può portare a:

  • Alla diffusione dell'infezione lungo il percorso ascendente e si manifesta come una complicanza pericolosa sotto forma di processi infiammatori nei reni (pielonefrite).
  • A cambiamenti irreversibili nella struttura della vescica - perdita di elasticità delle pareti della vescica e della loro estensibilità, secchezza e diminuzione del volume del serbatoio, completa perdita di funzionalità, accompagnata da un grave sintomo doloroso.
  • Alla violazione delle funzioni riproduttive e allo sviluppo dell'infertilità.

Tutto ciò suggerisce che una visita da un medico dovrebbe essere con la prima manifestazione di sintomi caratteristici e non dopo un autotrattamento fallito.

Oggi, la maggior parte dei medici vede la cistite come una malattia secondaria provocata dalla presenza di una specifica causa sottostante che sostiene la risposta infiammatoria nel MP. Pertanto, il compito del medico è identificare questa causa il più rapidamente possibile ed eliminarla nel tempo, solo allora possiamo parlare del completo recupero del paziente.

Cistite femminile: quale medico aiuterà

Nel campo dell'urologia, il posto principale appartiene alle infezioni del tratto urinario (UTI). La manifestazione più comune di UTI è la cistite acuta. Il sesso e l'età del paziente sono di particolare importanza.

Questa è una patologia tipica delle donne. Il loro rischio di sviluppare un'infiammazione della vescica è 30 volte superiore a quello degli uomini. I gruppi più vulnerabili: ragazze di età dai 2 ai 15 anni, donne in stato di gravidanza, menopausa. Si ritiene che ogni decima donna incinta e la quarta donna in travaglio siano affette da cistite o batteriuria. Fino al 30% di tutti i pazienti urologici ricade su donne in menopausa. Tra i bambini, le ragazze si ammalano 6 volte più spesso dei ragazzi.

Fattori di rischio e cause di sviluppo nelle donne

Questa immagine è associata alle peculiarità della struttura anatomica del sistema genito-urinario femminile e alla specificità del background ormonale. La vicinanza dell'uretra e della vagina crea condizioni favorevoli per l'infezione crociata. Un'uretra corta e ampia facilita l'ingresso della flora patogena.

L'ormone della gravidanza, il progesterone, riduce il tono delle fibre muscolari lisce degli ureteri e della vescica. In questo contesto, la loro funzione protettiva si deteriora, si verifica il ristagno di urina o il suo flusso inverso. Inoltre l'impatto negativo di una ridotta attività fisica e una tendenza all'instabilità emotiva durante la gestazione.

La cistite della menopausa è associata a una carenza di ormoni femminili - estrogeni. Con una diminuzione del loro numero, la mucosa delle vie urinarie perde il suo strato protettivo. I microrganismi penetrano facilmente nel muro e si moltiplicano lì. Si formano focolai di infiammazione cronica.

Altri motivi aggravanti sono l'uso di contraccettivi intravaginali e frequenti cambi di partner sessuali nelle ragazze. La violazione delle regole di igiene personale del perineo crea anche le condizioni per lo sviluppo del processo infettivo.

Sintomi della cistite femminile

I segni di cistite acuta sono tipici. Appaiono all'improvviso, sono pronunciati e crescono rapidamente. Allo stesso tempo, la salute della donna peggiora bruscamente. I sintomi principali sono:

  • minzione frequente dolorosa;
  • disagio, sensazione di pienezza nell'addome inferiore;
  • cambiamento nel sedimento urinario (miscela di sangue, colore eterogeneo torbido);
  • sindrome da intossicazione (debolezza, nausea, febbre).

Nell'infanzia, la clinica può essere oliata. A causa del sistema di innervazione immaturo degli organi urinari, il dolore in quest'area è scarsamente espresso. Molto probabilmente, un bambino di età inferiore a 3 anni non si lamenterà.

Se tua madre ha dei sospetti di una IVU, dovresti chiedere il parere del tuo pediatra. La sindrome da intossicazione viene alla ribalta nei bambini. È meglio per un tale paziente chiamare un pediatra a casa..

Quale medico può aiutare

Quando si sceglie l'assistenza medica, la gravità della condizione, le patologie concomitanti e la forma della malattia saranno importanti. Scopriamo quale medico dovrebbe vedere una donna con cistite.

In caso di reclami, l'esame primario sarà effettuato da specialisti:

  • gli adulti avranno bisogno di un terapista;
  • bambini - pediatra.

Per escludere malattie del tratto genitale, una donna viene inoltre esaminata da un ginecologo e un uomo da un urologo. Se patologie veneree sono state trasferite in passato e non sono state trattate, un dermatovenerologo si collegherà alla diagnosi. Un paziente con sospetta pielonefrite sarà trattato da un nefrologo. Con frequenti ricadute, avrai bisogno dell'aiuto di un immunologo. Il medico identifica la connessione tra infezioni e un esaurimento dello stato immunitario. Di norma, la cistite non complicata nelle donne viene trattata da un terapista o dal medico di famiglia in modo indipendente..

Se il decorso della cistite è diventato cronico, il paziente viene registrato presso un urologo. Il ricovero in ospedale sarà necessario in caso di grave intossicazione e comparsa di complicanze. La modalità stazionaria viene mostrata anche quando sono richiesti esami strumentali complessi..

Come il medico fa la diagnosi

Esiste una speciale classificazione internazionale delle malattie (ICD), secondo la quale il medico formula una diagnosi accurata. Ogni singola patologia delle vie urinarie ha il proprio codice e nome. La diagnosi indica la forma della cistite, la natura del decorso, la presenza di complicanze.

Per identificare la malattia, è importante condurre un esame complesso. Si svolge in più fasi:

  1. Raccolta di reclami e anamnesi.
  2. Ispezione.
  3. Esame di laboratorio.
  4. Ulteriori consultazioni.
  5. Metodi strumentali.

I primi tre punti sono obbligatori. Il resto si svolge con un corso atipico o complicato..

I reclami tipici sono tipici dei pazienti adulti. Per i bambini, i test "parlano" di più.

Durante un esame esterno, il medico valuterà la gravità della condizione, determinerà la presenza di edema, dolore quando si sentono le regioni sovrapubiche e lombari. Quindi, si può giudicare il percorso ascendente dell'infiammazione..

I dati di laboratorio chiariranno il quadro in molti modi. Dovrai donare sangue, urina e uno striscio vaginale. Appariranno segni infiammatori nel sangue (aumento del livello di leucociti e VES) e nelle urine (cambiamenti di colore, odore, acidità, comparsa di proteine, leucociti, batteri, eritrociti). L'analisi della flora vaginale in parallelo determinerà la presenza di infiammazione nel tratto genitale. Questa è la serie iniziale di analisi. Potrebbe essere necessario ulteriore: urina per la sterilità, urina secondo il metodo Nechiporenko, scorie di sangue.

Se il medico curante ha ancora domande, seguiranno le consultazioni di specialisti correlati. Identificheranno le comorbidità. L'esame strumentale consentirà di visualizzare l'organo malato. Tecniche utilizzate: ecografia, radiografia con contrasto, cistoscopia. L'ultima procedura è vietata nel periodo acuto.

Consulenza medica per il trattamento e la prevenzione

Il trattamento della cistite dovrebbe essere completo. Si tratta di influenzare la causa, eliminare i sintomi e rafforzare l'effetto della terapia. La modalità per l'UTI è letto o semi-letto, pace emotiva, una dieta delicata con molti liquidi. Per ottemperare a queste regole è previsto il rilascio di un congedo per malattia per inabilità al lavoro.

L'isolamento dell'agente patogeno patologico comporta la nomina di antibiotici. Per il trattamento sintomatico vengono prescritti farmaci antispastici, antipiretici e antinfiammatori e viene utilizzata la terapia di disintossicazione. Dopo la normalizzazione dei test, è consigliabile assumere preparati a base di erbe per la riabilitazione del focus della malattia per 2-4 settimane. I bagni locali e le instillazioni intravescicali (eseguite da un medico) con soluzioni antisettiche sono efficaci. I carichi dosati sono importanti sotto forma di esercizi di fisioterapia, yoga durante il periodo di riabilitazione.

  • attenzione all'ipotermia;
  • trattare la vaginite e la colpite in tempo;
  • osservare l'igiene perineale;
  • utilizzare periodicamente urosettici in dosaggi preventivi, probiotici;
  • utilizzare il corretto regime di consumo;
  • mantenere uno stile di vita attivo e sano.

La cistite richiede un trattamento accurato e a lungo termine. Pertanto, è consigliabile prevenire le ricadute.

Aiuto a casa

Nella maggior parte dei casi, il trattamento domiciliare è sufficiente per la cistite acuta. Tra le misure generali, è necessario organizzare il paziente a riposo a letto nei primi giorni. È importante mangiare bene, escludendo cibi grassi, piccanti, salati, caffè. Fornisce molti liquidi da mirtillo rosso, camomilla, erba di San Giovanni, germogli di betulla.

Dalle procedure casalinghe, i semicupi caldi sono efficaci. La manipolazione viene effettuata con decotti di preparati a base di erbe: fiori di camomilla, aghi di pino, salvia, equiseto. Temperatura dell'acqua 37-39 0 С, durata 10 minuti. Gli effetti del calore sulla zona della vescica alleviano bene lo spasmo e il disagio. Tali tecniche sono controindicate in caso di componente emorragica..

Quale medico contattare per la cistite nelle donne

La cistite è una malattia infiammatoria della vescica, spesso di natura batterica. Quando si verifica una patologia, le donne a volte si rivolgono ai medici sbagliati.

  1. Sintomi della malattia
  2. Chi cura la malattia
  3. Diagnostica
  4. Trattamento
  5. video

Sintomi della malattia

Prima di sapere da quale medico andare per la cistite, dovresti affrontare i primi segni. I primi sintomi della patologia sono i crampi durante la minzione..

Una donna va in bagno diverse dozzine di volte all'ora, mentre la quantità di urina rilasciata alla volta è di 15-20 ml.
Allo stesso tempo, la temperatura corporea della donna aumenta. Ciò avviene rapidamente, entro poche ore. Questi sintomi sono sufficienti per il medico per diagnosticare la cistite.

Chi cura la malattia

Se le rappresentanti femminili hanno i primi sintomi della malattia, contattano:

  • Terapista. La prima persona da contattare è il terapeuta. Il terapista locale è il primo anello nella diagnosi e nel trattamento della cistite. Ogni donna si rivolge a un terapista, poiché questo medico fa una diagnosi preliminare e la invia a un urologo per la consultazione.
  • Urologo. I medici urologici sono quelli che prescrivono il trattamento. Determina l'entità del processo, controlla lo sviluppo di complicanze. La persona deve essere pronta per il ricovero. È auspicabile se il trattamento viene effettuato in regime ospedaliero nelle condizioni del reparto urologico. Se l'insediamento in cui vive la donna non ci sono ospedali e reparti specializzati in cui è presente un urologo, è possibile il trattamento in un reparto terapeutico o chirurgico..
  • Ginecologo. Le donne commettono un errore quando compaiono segni di malattia quando vengono dal ginecologo. Questo appello non è appropriato, il medico non cura le malattie del sistema urinario. Con la cistite, una visita da un ginecologo è necessaria solo per escludere un'infezione secondaria degli organi riproduttivi. Posso andare subito dal ginecologo? Se non è possibile visitare subito un urologo, vai da un terapista.

Una visita dal medico diventa una necessità prioritaria in caso di malattia. Ciò è necessario per la nomina di un trattamento adeguato e tempestivo, che sarà la chiave per una pronta guarigione..

Ciascuno di questi medici contribuisce alla diagnosi. Il terapista fornisce un rinvio per un'analisi generale delle urine e del sangue, che, insieme all'anamnesi, rende possibile sospettare una cistite.

L'urologo si occupa di esami ristretti, quali analisi batteriologica, batterioscopica delle urine e ecografia del sistema urinario.

Il ginecologo effettua un esame sulla poltrona ginecologica al fine di individuare, eventualmente, patologie secondarie insorte.

Quali altri medici sono coinvolti nel trattamento? Se la patologia è spesso cronica ricorrente, potrebbe essere necessario consultare un immunologo ed endocrinologo. Ciò è necessario per stabilire la causa della diminuzione dell'immunità..

Diagnostica

È già noto quale medico curare con la cistite, ci occuperemo di misure diagnostiche.

L'anamnesi è sufficiente per fare una diagnosi, ma il medico deve documentare la diagnosi, per la quale vengono effettuati esami di laboratorio e strumentali.

Un'analisi generale delle urine e del sangue viene eseguita in un policlinico, ma si consiglia di contattare una clinica specializzata per gli ultrasuoni..

Trattamento

Il trattamento della cistite viene effettuato in ospedale oa casa, ma in conformità con le raccomandazioni e le restrizioni.

Per le donne con infiammazione della vescica, è indicato il riposo a letto. Questo per escludere l'irritazione meccanica della vescica da parte degli organi circostanti..

Inoltre, la cistite viene trattata con la dieta. Il cibo non dovrebbe essere acido, piccante o salato. Si consiglia inoltre di escludere bacche, frutta, pomodori e cavoli, poiché contengono acidi.

Queste restrizioni alimentari sono causate dal fatto che questi alimenti causano cambiamenti nell'indice acido-base delle urine..

Questo cambiamento porta all'irritazione chimica della mucosa infiammata e la malattia è più difficile da curare..

Il trattamento etiotropico prevede l'uso di farmaci antibatterici. Oggi la scelta degli antibiotici è ampia e si sceglie quello che sarà efficace contro uno specifico patogeno..

Lo svantaggio di questi farmaci è che influenzano negativamente la microflora intestinale e vaginale, il che porta alla comparsa di problemi come disbiosi e mughetto..

Per la prevenzione vengono utilizzati yogurt e preparati per la prevenzione del mughetto.

Oltre al trattamento etiotropico, viene eseguito un trattamento patogenetico, che include l'eliminazione dell'aumento della temperatura corporea, del dolore e del gonfiore della mucosa uretrale.

Per ogni persona, i farmaci vengono selezionati individualmente, tenendo conto delle caratteristiche dell'età e della presenza di malattie di altri organi.

Ogni malattia viene curata dal medico che la comprende meglio. Si sa già a quale medico si rivolgono, quindi, al primo segno, lo fanno subito.

Quale medico cura la cistite

Con un'esacerbazione della malattia, non tutti i pazienti sanno quale medico contattare una donna con cistite. Non tutti i medici trattano la cistite nelle donne, quindi è meglio visitare immediatamente un urologo o un terapista.

Quale medico tratta la cistite nelle donne

Si consiglia a una donna di andare immediatamente da un medico con cistite, quando compaiono i primi segni di infiammazione del rivestimento della vescica. A quale medico rivolgersi per la cistite e se è possibile assumere pillole senza prescrizione medica, non tutte le donne lo sanno, poiché l'urologo è indicato come un medico puramente maschio. Logicamente hanno una domanda: quale medico tratta la cistite nelle donne, come fissare un appuntamento e quale ricerca lo specialista condurrà.

La malattia può essere curata da un medico generico - un terapista - di solito, le donne che si trovano ad affrontare questa malattia iniziano il trattamento con questo medico. Il terapeuta prescriverà farmaci, test e controllerà il processo di trattamento. Una ragazza con cistite dovrebbe andare immediatamente dal medico, ai primi sintomi della malattia. Il medico prescriverà compresse di nitroxolina al paziente per la cistite - aiuteranno rapidamente ad alleviare i sintomi. I commenti dei medici sulla nitroxolina per la cistite sono positivi, molti iniziano la terapia con loro, dopodiché è possibile aggiustare il trattamento.

Gli urologi sono anche coinvolti in patologie del sistema urinario. È un errore pensare che un medico tratti la cistite negli uomini e non sarà in grado di aiutare una paziente di sesso femminile. In questo caso, un appello a un urologo sarà più corretto, ma è anche possibile ottenere un rinvio a un urologo da un terapeuta. Soprattutto se la cistite procede con complicazioni, ci sono emorragie o il paziente ha altre gravi patologie del sistema urinario, che richiedono una gestione speciale da parte di un medico.

Accade così che una donna abbia iniziato la cistite e l'urologia non ha nulla a che fare con esso: il principale agente eziologico era un'infezione a trasmissione sessuale e la cistite è diventata una conseguenza. Se la cistite è peggiorata a causa di un'infezione genitale, qui sarà rilevante una consultazione con un ginecologo. Il medico cura la cistite nelle donne e prescrive test, farmaci per eliminare l'agente patogeno. Il ginecologo con cistite eliminerà prima i patogeni genitali e solo allora l'urologo tratterà il paziente.

Quale medico contattare con la cistite

Ai primi segni di patologia, le donne devono andare in clinica. A quale medico dovrebbe rivolgersi una donna con cistite dipende dalle capacità dell'istituto medico. Nelle cliniche delle grandi città ci sono medici di specialità ristrette, urologi, che ricevono insieme a terapisti. Dovrebbero essere consultati se hai problemi con la minzione. Se un istituto medico è progettato per un basso consumo energetico, gli specialisti ristretti potrebbero non essere disponibili qui. In ogni caso, il primo passo dovrebbe essere una visita da un terapista..

Il terapista si occupa di patologie somatiche generali. Nella maggior parte dei casi, la conoscenza del terapeuta è sufficiente per differenziare la patologia, determinare cosa esattamente il paziente soffre di cistite e quindi prescriverle i farmaci necessari.

Come ogni altro medico, il terapista ordinerà un test delle urine e lo “leggerà” con successo. Marcatori che indicano un processo infiammatorio, il medico noterà immediatamente la cistite nelle donne. Se hai bisogno di ulteriori consulti o se i sintomi della cistite persistono, potresti dover consultare uno specialista ristretto: urologo, ginecologo. Ginecologi o urologi trattano la cistite - in futuro dipende dalla microflora isolata nella cultura. Un ginecologo cura la cistite - ovviamente sì, se un test delle urine per la cistite o uno striscio dai genitali rileva agenti patogeni STD.

Come l'urologo esamina le donne con cistite

All'appuntamento dell'urologo, il medico esegue un esame generale del paziente e prescrive una serie di test. Il medico chiede sempre quando sono comparsi i sintomi, quali sono, quanto è forte il dolore e qual è la natura della minzione, se c'è sangue nelle urine. L'urologo esamina le donne con cistite per un breve periodo, dopo di che prescrive una serie di test di laboratorio. Alcuni di questi test possono essere prescritti anche da un terapista, la diagnosi di cistite non è difficile, quindi il medico dovrà solo guardare i risultati degli studi esistenti.

I test delle urine sono presi come standard, al mattino. Sulla base dei risultati, il medico valuterà il patogeno esistente, evidenziando la presenza o l'assenza di patogeni genitali. L'analisi delle urine verrà eseguita nuovamente, dopo un ciclo di trattamento.

L'esame ecografico aiuta a stabilire la presenza di calcoli nella vescica e nei reni, per valutare le condizioni dell'organo. Se necessario, ispezionare la superficie mucosa che riveste la vescica dall'interno, viene eseguita una cistoscopia - un'analisi in cui una minuscola sonda con una telecamera viene inserita attraverso l'uretra per visualizzare la superficie.

Cistite dopo l'esame di un ginecologo

Quando si visita un ginecologo, in molti casi, una donna ha bisogno di un tampone vaginale. In teoria, la cistite dopo l'esame da parte di un ginecologo può verificarsi in due casi: se il medico ha preso uno striscio con strumenti non sterili e ha portato l'infezione nell'uretra e se la microflora patogena della donna è arrivata dalla vagina.

Nonostante tali previsioni spaventose, in realtà è molto più difficile contrarre la cistite e uno striscio abilmente preso non provocherà la cistite. Cioè, la maggior parte delle donne non dovrebbe incolpare i ginecologi per lo sviluppo della cistite. I commenti dei medici testimoniano il trattamento estremamente attento dei pazienti durante la presa dello striscio. Perché ci sono crampi e fastidio? In questo caso, può verificarsi uretrite non infettiva, ma è estremamente rara. Con tale uretrite, l'infiammazione è una risposta alle manipolazioni nell'area intima, ma con un ciclo di urosettici a base di erbe, tale cistite passa rapidamente. Urolesan in questo caso è un rapido aiuto per la cistite, se i pazienti non hanno altre patologie.

Playlist video di cistite (selezione video nell'angolo in alto a destra)

Urologo: l'80% dei pazienti che si lamentano di cistite in realtà non si ammala

Di chi dovrebbe curare la cistite, cosa la provoca e quali malattie possono nascondersi dietro il quadro clinico della cistite, abbiamo parlato con l'urologo, andrologo, candidato di scienze mediche Yakov Makhmudov.

"AiF.ru": - Si ritiene che un urologo sia un medico maschio, ma come può una donna capire che i suoi problemi dovrebbero essere risolti non in uno studio ginecologo, ma in un urologo?

Yakov Makhmudov: - Nel corso dell'evoluzione, si è scoperto che sia le donne che gli uomini appartengono alla stessa specie, quindi sia gli uomini che le donne hanno i reni, una vescica, gli ureteri che li collegano. Le malattie di questi organi vengono trattate da un urologo. Il fatto che le donne con malattie di questi organi si rivolgano a un altro specialista è un fatto di una certa ignoranza medica..

"AiF.ru": - L'urologo cura la cistite. Ma sono sicuro che la maggior parte delle donne con questa malattia vada da un ginecologo. È il ginecologo che dovrebbe dare un rinvio all'urologo?

Yakov Makhmudov: - Una persona dovrebbe consultare un medico generico. Sfortunatamente, questa istituzione non è sviluppata nel nostro paese. Il nostro medico di base viene sostituito da un terapista locale. E già dovrebbe dare la direzione appropriata. Le nostre donne vanno dal ginecologo e curano le malattie urologiche con lo specialista sbagliato.

"AiF.ru": - Cosa può provocare la cistite e quali sono i sintomi di questa malattia?

Yakov Makhmudov: - C'è un punto di vista con il quale non si può che essere d'accordo sul fatto che la cistite batterica non si sviluppa in una vescica sana, cioè, qualche patologia precede la cistite. A volte può essere un'anomalia dello sviluppo, a volte può essere una sorta di malattie acquisite che contribuiscono allo sviluppo di un processo infiammatorio nella vescica, per esempio. È ampiamente noto che l'apertura esterna dell'uretra potrebbe trovarsi nel posto sbagliato, cioè troppo vicino all'ingresso della vagina o spostata nella vagina stessa. Questo, ovviamente, contribuisce allo sviluppo della cistite. Se parliamo di malattie acquisite, allora si tratta di vari problemi da parte dell'uretra, che possono svilupparsi per vari motivi, questa è una patologia da parte dell'apparato muscolare o disturbi neurologici. Come risultato di qualsiasi patologia, non solo una certa parte del corpo soffre, ma l'intero corpo nel suo insieme. Pertanto, qualsiasi malattia virale, anche una sfera che non sia direttamente correlata a problemi urogenitali, contribuisce allo sviluppo della cistite.

"AiF.ru": - Adesso che c'è l'influenza, può provocare la cistite?

Yakov Makhmudov: - Se hai l'influenza ai piedi, qualsiasi organo può essere bersaglio di ulteriori complicazioni. L'ipotermia, le malattie virali, alcuni errori nutrizionali, a seguito dei quali cambia lo stato fiscale delle urine e si forma la cosiddetta "sabbia", possono anche contribuire allo sviluppo sia della cistite che dell'uretrite.

"AiF.ru": - Quali sono i precursori della cistite?

Yakov Makhmudov: - I precursori della cistite, così come le sue manifestazioni durante il periodo di massimo sviluppo della malattia, possono essere sia minzione frequente che crampi, dolore prima della minzione e immediatamente durante essa, una sorta di dolore nella proiezione della vescica. I sintomi sono comuni sia alla cistite che a molte altre malattie.

Anche un medico in contumacia in questo problema non è sempre di facile comprensione, quindi, per poter diagnosticare la malattia, è necessario fare degli esami, sottoporsi ad un esame ecografico. Se questo non è il caso della cistite acuta, allora con una malattia cronica sono necessari metodi di ricerca strumentale, ad esempio la cistoscopia.

"AiF.ru": - Dici che i sintomi sono comuni sia per la cistite che per molte altre malattie, cioè, la probabilità che tu non abbia la cistite, ma che ne sarai curato, è molto alta?

Yakov Makhmudov: - Spesso abbiamo a che fare con il fatto che una donna cura da anni la cistite, cosa che non ha. Cioè, stiamo parlando di diagnostica. I test della donna sono invariati, la vescica non è cambiata e viene curata per la cistite secondo l'insieme dei sintomi che sono caratteristici della cistite, e lei può avere la sinfisite, infatti, è l'artrosi dell'articolazione pubica. La mia esperienza personale mostra che l'80% dei pazienti che vengono con la cistite non ha la cistite, ma c'è un'altra malattia.

Pertanto, prima di trattare, è sempre necessario accertarsi di cosa si tratta, per svolgere almeno una ricerca elementare nel quadro raccomandato. Abbiamo le nostre raccomandazioni, le raccomandazioni della European Urological Association e le raccomandazioni degli Stati Uniti. Possiamo usare tutto ora, è tutto disponibile.

A quale medico dovrebbe rivolgersi una donna per il trattamento della cistite

Tagli, bruciore e dolore durante la minzione possono verificarsi inaspettatamente e nel momento sbagliato. L'infiammazione della vescica è un problema abbastanza comune, soprattutto per il gentil sesso. Quando la malattia peggiora, è necessario aiuto. Ma non tutti sanno quale medico cura la cistite nelle donne. La scelta del giusto professionista della salute è molto importante..

Quale medico cura una vescica infiammata nelle donne? Con questa domanda si rivolgono a varie cliniche per trovare un medico competente e ottenere da lui consigli sui sintomi della malattia e sul trattamento durante la sua esacerbazione.

Riferimento rapido

Prima di scoprire chi tratta la cistite nelle donne, è necessario conoscere i sintomi di questa malattia. Molte donne che vanno dal dottore sbagliano la diagnosi. È molto probabile che tu abbia la cistite se sono presenti i seguenti sintomi:

  • Il desiderio costante di andare "piccolo".
  • Dolore nell'addome inferiore, che si irradia alla regione lombare.
  • La temperatura è salita sopra i 37.
  • Urina rosata - forse sangue in essa.
  • Brividi e dolori muscolari.
  • Questa condizione persiste per più di un giorno, nessun medicinale per i reni aiuta..

Devi sapere che la cistite è una malattia batterica. Con esso, l'infiammazione della vescica avviene attraverso l'uretra. Da qui la voglia di urinare e i crampi. Non dovresti assumere farmaci seri (ad esempio antibiotici) da solo se non sei sicuro di avere questa particolare malattia.

Quali test saranno necessari

Se il medico sospetta la cistite, invierà:

  • per un'analisi generale delle urine e del sangue (sia clinica che biochimica);
  • urinocoltura - per determinare una possibile infezione e la migliore terapia antibiotica;
  • cistoscopia: per esaminare le pareti della vescica e prelevare un campione della mucosa;
  • ecografia transvaginale, se si sospetta una neoplasia o una violazione della struttura urinaria;
  • Analisi del sangue PCR per sospetto Trichomonas, gonococco.

Segni di cistite

Chi ha già sperimentato l'intero aspetto negativo della malattia ne conosce i sintomi: la minzione frequente è molto probabilmente la manifestazione più spiacevole della cistite.

Una persona può andare in bagno più di trenta volte al giorno, ma l'atto della minzione dà sollievo letteralmente per un minuto. E poi il paziente ha di nuovo la sensazione che la vescica sia piena e diventa più difficile trattenerla.

Tra i sintomi della cistite:

  • Cuciture e dolore durante la minzione;
  • Disagio nel perineo;
  • Dolore addominale inferiore;
  • Aumento della temperatura corporea generale;
  • Eruzione cutanea (se si tratta, ad esempio, di cistite erpetica).

Non tutte le donne considerano la cistite una malattia che richiede una visita da un medico. Ma questo è un errore: prendere una pillola dal kit di pronto soccorso e stare seduti in un luogo caldo non è sufficiente. È molto probabile che tali mezze misure porteranno a cistite cronica..

Pronto soccorso a casa

La sindrome del dolore grave è un buon motivo per andare in clinica o chiamare il distretto, l'ambulanza. Mentre aspetti i medici, cerca di alleviare la condizione:

  • Il dolore intenso richiede il riposo a letto obbligatorio.
  • Autorizzato a prendere compresse: Ketorol, No-shpa, Pentalgin.
  • Due litri di liquido al giorno sono il minimo richiesto. Meglio se è mirtillo rosso, mirtillo rosso, bevande alla frutta al mirtillo, un decotto di foglie di mirtillo rosso, erba di San Giovanni, achillea.
  • Bevande gassate vietate, tè, caffè, succhi di frutta - agrumi, pomodoro.
  • Per alleviare il dolore e il bruciore, si consiglia di aggiungere un po 'di soda alla bevanda, che riduce l'acidità..

Quando non puoi rimandare una visita dal dottore

Innanzitutto, valuta le tue condizioni. Se hai la cistite acuta, la malattia si è manifestata per la prima volta, devi essere in una struttura medica il prima possibile.

Il ritardo può trasformarsi in una forma cronica di cistite in rapido sviluppo.

La cistite acuta si manifesta con:

  1. Ipertermia o un leggero aumento dei valori sul termometro;
  2. Astenia;
  3. Dolori di cucitura nell'addome molto inferiore;
  4. Taglio dolori durante l'atto della minzione;
  5. Nausea (e anche vomito)
  6. Impulso frequente di andare in bagno;
  7. Scolorimento delle urine.

Sfortunatamente, la patologia del sistema urinario spesso si aggrappa al lavoro degli organi riproduttivi di una donna. Pertanto, per assicurarti che nel tuo caso la cistite si sviluppi in isolamento e i genitali non soffrano, dovresti andare dal ginecologo. Inoltre, è il primo medico a curare la cistite. O meglio, il primo specialista ad essere visitato da una donna con prognosi di cistite.

Ma molti pazienti visitano prima il terapeuta e anche questo è corretto. Soprattutto nel decorso acuto della malattia, è meglio venire prima dal terapista locale: probabilmente aprirà un congedo per malattia.

Diverticolo

Questo termine si riferisce alla formazione di una depressione sacculare nella parete dell'organo, che comunica con la cavità attraverso il collo. Il rigonfiamento nella vescica spesso causa lo sviluppo di tutti i tipi di processi infiammatori.

Ragioni per la formazione di un diverticolo:

  • Anomalie dello sviluppo fetale durante lo sviluppo intrauterino.
  • Allungamento eccessivo delle pareti dell'organo.
  • Aumento della pressione intravescicale.

I diverticoli possono essere singoli o multipli. Nella fase iniziale della loro formazione, non ci sono sintomi. Nel tempo, la donna nota che la minzione è diventata molto più difficile. Diventa impossibile svuotare subito l'organo.

Il trattamento della patologia consiste nell'eseguire un intervento chirurgico.

Autotrattamento

Un medico che cura la cistite nelle donne sa quali farmaci sono adatti per ogni paziente. Tuttavia, non tutte le ragazze corrono alla reception al primo segnale. Molti stanno cercando di sbarazzarsi di questa malattia da soli. Sfortunatamente, questo non sempre porta a un risultato positivo. Le ragazze si riscaldano nei bagni caldi, in cui si sentono meglio per un po '.

Ma questo può essere molto pericoloso: non puoi riscaldare l'infiammazione! Puoi fare bagni caldi con infusi di camomilla o calendula. Facilitano il decorso della malattia, ma non possono curarla completamente. Se "attutisci" i primi sintomi della cistite, puoi tradurli in una forma cronica. In questo caso, anche con un piccolo raffreddore, dovrai affrontare un'esacerbazione di questa malattia..

Inoltre, non assumere gli stessi antibiotici che non sono destinati al trattamento del sistema genito-urinario. Questi medicinali possono fare ancora più danni.

Non dovresti ritardare ad andare dal medico, anche se non sai quale specialista contattare. Prima di tutto, visita un terapista o un ginecologo e poi agirai in base alla situazione.

Prevenzione della malattia

Per prevenire lo sviluppo della cistite negli uomini, è necessario seguire semplici regole:

  • non trascurare l'igiene;
  • evitare il sesso occasionale;
  • evitare l'ipotermia;
  • trattare tempestivamente prostatite e adenoma;
  • rafforzare l'immunità.

Nonostante il fatto che la cistite negli uomini sia raramente diagnosticata, va ricordato che dopo quarant'anni il rischio che si verifichi aumenta. A causa del fatto che la malattia può procedere senza alcuna manifestazione per lungo tempo, è necessario sottoporsi regolarmente a esami medici e fare un esame delle urine generale. La cistite allo stadio iniziale risponde bene al trattamento. L'efficacia della terapia dipende dalla correttezza della diagnosi e dalle ragioni del suo sviluppo. La cistite negli uomini, di regola, è una malattia secondaria, quindi è molto importante eliminare la patologia sottostante.

La cistite femminile è curata da un urologo e ginecologo?

Quindi, quale medico dovresti andare con la cistite? Puoi scegliere tu stesso la sequenza, soprattutto, vai dal dottore. E poi il suo compito è indirizzarti a uno o un altro specialista, prescrivere un esame e offrire un regime di trattamento.

Perché andare da un terapista:

  • Ti indirizzerà a sottoporsi a test e quindi a determinare cosa ha causato la malattia;
  • In molti casi è il terapeuta che prescrive la terapia;
  • Se il medico vede la necessità, indirizza il paziente con cistite a un medico di profilo stretto.

Se un bambino è sospettato di cistite, di conseguenza, dovresti andare dal pediatra.

Anche se il terapista non ha preso un appuntamento del genere, porta tu stesso il coupon dal ginecologo. La dottoressa escluderà il coinvolgimento dei genitali nel processo infiammatorio e, se si scopre che il disturbo ha colpito anche l'area genitale, prescriverà un trattamento appropriato.

Molti considerano gli urologi medici maschi. È un'illusione. L'urologia è un campo della medicina che si occupa di malattie del sistema riproduttivo maschile, nonché degli organi del sistema urinario, delle ghiandole surrenali e di altri organi situati nello spazio dietro il peritoneo. L'urologia ha molte sottosezioni: andrologia, uroginecologia, urologia pediatrica, oncourologia, ecc. L'uroginecologia è una branca della medicina che studia le malattie dal campo dell'urologia e della ginecologia allo stesso tempo. Questi includono la cistite. Pertanto, se un urologo riceve un appuntamento presso un policlinico o il centro medico più vicino, una donna può fissare un appuntamento con lui in sicurezza..

Con i sintomi della cistite, puoi andare dal ginecologo. Sebbene la ginecologia sia interpretata come una scienza che si occupa esclusivamente del sistema riproduttivo di una donna, un ginecologo qualificato non rifiuterà mai di aiutare una donna che è tormentata dai sintomi della cistite. Spesso la cistite viene trattata parallelamente a qualsiasi malattia ginecologica.

Se una donna incinta soffre di cistite, è necessario contattare il ginecologo che conduce la gravidanza. Conosce lo stato di salute della futura mamma, ha i risultati di tutti i test a portata di mano e sarà in grado di prescrivere il trattamento più sicuro per il bambino..

Un ostetrico-ginecologo può prescrivere farmaci per la cistite e una donna che allatta. Durante questo periodo, un pediatra e un ginecologo diventano i principali medici nella vita di una madre e di un bambino. Pertanto, una donna che ha partorito può consultare un ginecologo anche per il trattamento della cistite..

Misure ginecologiche

È noto che questo medico si occupa solo del sistema riproduttivo. L'uretra e la vescica non sono incluse. Tuttavia, presentandoti a un appuntamento con un ginecologo e parlandogli dei sintomi che ti danno fastidio, riceverai un aiuto qualificato. Il medico sarà in grado di prescriverti un rinvio allo specialista necessario, oltre a fornire il primo soccorso.

Forse sbagli nelle tue supposizioni. Il medico eseguirà una visita ginecologica su una sedia e prenderà le macchie. Sintomi molto simili nella colpite e in alcune malattie a trasmissione sessuale. Ad esempio, in caso di tricomoniasi, taglia molto nella zona dell'uretra, spinge "in piccolo", si avverte prurito e bruciore. Il ginecologo sarà in grado di determinare se hai bisogno di un medico che cura la cistite nelle donne o se questo non è il suo profilo.

In ogni caso, la dottoressa non ti lascerà nei guai e sarà in grado di fornire tutto l'aiuto possibile con questa malattia..

Basti pensare che molte donne non sanno quale medico cura la cistite e credono erroneamente che l'urologo sia esclusivamente un medico maschio. Sebbene la competenza dell'urologo includa la diagnosi e il trattamento del sistema urinario, indipendentemente dal sesso.

Pertanto, una donna può fissare un appuntamento con questo specialista: raccoglierà anche l'anamnesi, invierà esami di laboratorio e, in base ai risultati ottenuti, diagnosticherà e prescriverà un trattamento.

L'urologo si riferisce più spesso alla consegna di tali test:

  • analisi generale della composizione del sangue e esame di laboratorio delle urine;
  • ecografia degli organi pelvici e urinocoltura;
  • cistoscopia e studi PCR.

Oltre ad essere esaminato da un urologo, può essere necessaria anche una visita da un ginecologo, nonché una serie di studi, in particolare sulla disbiosi della microflora vaginale.

Perché le donne vanno spesso dal ginecologo? Questa decisione è corretta, soprattutto se una donna è incinta: la cistite minaccia di pericolose conseguenze negative sia per se stessa che per il nascituro..

Durante il periodo di gestazione, il medico deve scegliere un ciclo di trattamento esclusivamente specifico, poiché non tutti i farmaci antinfiammatori sono ammessi durante la gravidanza.

Inoltre, la decisione giusta di una donna sarebbe quella di affrontare il problema del trattamento della cistite durante l'allattamento. È anche importante scegliere un medicinale, un farmaco che non entrerà nel corpo del bambino insieme al latte materno..

È importante ricordare che, come malattia, la cistite può essere una conseguenza di malattie sessualmente trasmissibili infettive, e queste includono tricomoniasi e clamidia, nonché la forma batterica della vaginosi e così via. In questo caso, il trattamento dovrebbe essere effettuato non solo per la cistite, ma anche per le cause alla radice: una malattia a trasmissione sessuale.

In qualità di specialista altamente specializzato, il nefrologo è specializzato nella diagnosi e nel trattamento di tutte le malattie che colpiscono i reni. Calcoli renali e neoplasie benigne o maligne, nefrite e insufficienza renale in una donna: tutti, in una certa misura, possono provocare la comparsa di cistite quando è richiesto l'aiuto di un nefrologo.

I reni, la vescica e l'uretra sono un sistema integrale del sistema urinario e quindi uno specialista come un nefrologo consulta e, se necessario, prescrive il trattamento per i pazienti con diagnosi di cistite.

È importante ricordare che non dovresti iniziare il trattamento, così come praticare l'autodiagnosi e prescrivere uno o un altro farmaco a te stesso.

Un trattamento selezionato in modo errato, un corso prematuramente completato può provocare la diffusione del processo infettivo sia nella vescica che nella sua transizione ai reni, e quindi è imperativo sottoporsi a esame e consultazione con un nefrologo.

Più spesso, viene data risposta alla domanda su chi rivolgersi per aiutare una donna - a un ginecologo. Questo è facile da spiegare. L'infezione colpisce i genitali. I sintomi evidenti provengono dall'area in cui si trova il sistema genito-urinario. Una donna con cistite è associata a dolore nella zona pelvica. Ma i medici avvertono che le manifestazioni esteriori sono spesso errate..

Le malattie dei genitali possono portare alla cistite. Ma nel loro trattamento c'è uno schema. Se non viene trattata la causa, ma i sintomi, la malattia può ridursi e quindi manifestarsi in una forma più grave..

  • vaginosi;
  • candidosi;
  • clamidia;
  • gonorrea.

Un ginecologo rileva la predisposizione del corpo di una ragazza e una donna a una malattia. Puoi rifiutarti di andare da un terapista, contattare immediatamente un ginecologo. La specializzazione consente al medico di svolgere le stesse fasi diagnostiche mediche.

  • nomina di analisi generali;
  • esame visivo delle condizioni dei genitali;
  • prendere sbavature;
  • verifica della presenza di infezione e dello stato della flora patogena interna.

Il meccanismo di sviluppo della malattia

La mucosa della vescica ha un'elevatissima resistenza alle infezioni, quindi un ingresso di microbi nel tessuto di questa membrana non è sufficiente per l'ulteriore sviluppo della cistite. Ad esempio, con alcune infezioni, comprese quelle che portano a malattie del tratto urinario superiore o della pelvi renale, i microbi patogeni entrano nella vescica, ma vengono spesso escreti durante la minzione senza portare a cistite.

Lo stesso si può dire delle fistole vaginali infette o dello sfondamento di alcuni ascessi, da cui le infezioni entrano anche nella vescica. Tutto ciò significa che sono necessari anche altri fattori predisponenti per l'insorgenza dell'infiammazione della vescica. Questi includono un sistema immunitario indebolito, a causa del quale c'è una diminuzione della resistenza del corpo nel suo insieme, ma principalmente della mucosa.

Una diminuzione della resistenza del corpo si verifica spesso a causa di ipotermia, superlavoro, esaurimento a seguito di malattie precedenti, a causa di precedenti operazioni, presenza di prostatite o adenoma prostatico, in cui si osserva ristagno di urina nella vescica. Anche la ridotta circolazione sanguigna nelle pareti della vescica o nei tessuti pelvici contribuisce allo sviluppo della cistite.

L'infiammazione può verificarsi in un corpo praticamente sano (cosiddetta cistite primaria), ea causa di una preesistente infiammazione della vescica o di una malattia di altri organi solitamente situati nelle vicinanze (cistite secondaria).

La malattia può verificarsi a seguito di un danno al collo vescicale (cosiddetta cistite cervicale) o come conseguenza di un danno al triangolo vescicale (trigonite).

C'è una caratteristica del verificarsi di cistite nelle ragazze di due anni. Allo stesso tempo, l'ingresso di urina nella vagina durante la minzione influisce sulla frequenza di questa malattia e un'infezione latente contribuisce allo sviluppo di una patologia come la vulvovaginite. A causa del processo infiammatorio sviluppato nella vagina, i microbi patogeni penetrano attivamente nella vescica, causando la sua infiammazione - cistite con sintomi gravi. Pertanto, il flusso turbolento di urina durante la minzione porta inevitabilmente l'infezione nella vescica..

La cistite è accompagnata da un'ampia varietà di condizioni patologiche degli organi genitali e delle vie urinarie, mentre può essere la prima manifestazione clinica di calcoli renali, pielonefrite, prostatite e altre malattie in urologia.

Come molte altre malattie infiammatorie, la cistite può essere acuta e cronica. La clinica è in gran parte simile, sebbene ci siano una serie di caratteristiche distintive.

Cause e fattori di rischio

Per prescrivere una terapia complessa, il medico determina cosa ha causato lo sviluppo della cistite e qual è la sensibilità dei batteri patogeni agli antibiotici.

Contrariamente alla credenza popolare, i processi isolati raramente provocano l'insorgenza di cistite. Questi sono costipazione, alcolismo, fumo, scarsa igiene e indossare biancheria intima sintetica. Il cambio di partner ha un effetto molto più forte sull'aspetto della malattia. I batteri patogeni stafilococco, E. coli e Pseudomonas aeruginosa, Klebsiella e altri raramente causano la malattia.

Più spesso, l'insorgenza della cistite è associata allo sviluppo delle seguenti malattie:

  • gardnerellosi;
  • tordo;
  • gonorrea;
  • clamidia;
  • micoplasmosi;
  • ureaplasmosi;
  • tubercolosi genitale.

Spesso, i disturbi delle donne sono presenti in una forma latente. Una donna, provando disagio e lievi disturbi, non vede la necessità di visitare i centri diagnostici o l'ufficio di un ginecologo e altri specialisti. Tuttavia, è necessario sapere che la cistite è spesso una complicanza di malattie ginecologiche, pielonefrite, urolitiasi e stasi urinaria. Durante la gravidanza, appare a causa di disturbi nella microflora della vagina e del sistema endocrino. Anche il diabete mellito, le allergie, il cancro, la radioterapia sono fattori di rischio.

Spesso, quando la mucosa viene ferita durante le operazioni e l'endoscopia, si verifica questo disturbo. Durante la menopausa, alcune donne manifestano segni di cistite. Ciò è dovuto alla mancanza di estrogeni e azioni atrofiche all'interno del corpo..