La malattia di Itsenko-Cushing: sintomi e trattamento

Qual è la malattia di Itsenko-Cushing? Analizzeremo le cause di occorrenza, diagnosi e metodi di trattamento nell'articolo del Dr.EI Vorozhtsov, un endocrinologo con 15 anni di esperienza.

Definizione di malattia. Cause della malattia

La malattia di Itsenko-Cushing (BIK) è una grave malattia multisistemica di origine ipotalo-ipofisaria, le cui manifestazioni cliniche sono causate dall'ipersecrezione degli ormoni della corteccia surrenale. [1] È una forma di ipercortisolismo ACTH-dipendente (una malattia associata a un'eccessiva secrezione di ormoni da parte della corteccia surrenale).

La causa principale della malattia è un microadenoma corticotrofico (tumore benigno) della ghiandola pituitaria. L'emergere di quest'ultimo può essere associato a molti fattori. Spesso la malattia si sviluppa dopo una lesione cerebrale, una gravidanza, un parto, una neuroinfezione.

La malattia di Itsenko-Cushing è una malattia rara, con una prevalenza di 2-3 nuovi casi all'anno per milione di abitanti. [2]

Sintomi della malattia di Itsenko-Cushing

I segni clinici di questa malattia sono dovuti all'ipersecrezione di corticosteroidi. Nella maggior parte dei casi, il primo segno clinico è l'obesità, che si sviluppa su viso, collo, tronco e addome e gli arti diventano sottili. Successivamente, compaiono cambiamenti della pelle: assottigliamento della pelle, ferite difficili da guarire, strie luminose (smagliature), iperpigmentazione cutanea, irsutismo (eccesso di peli sul viso e sul corpo).

Un altro sintomo importante e frequente è la debolezza muscolare, lo sviluppo dell'osteoporosi.

L'ipertensione arteriosa con NIK è costante e moderata, in rari casi, la pressione sanguigna rimane normale. Ciò è dovuto al fatto che i glucocorticoidi (ormoni prodotti dalla corteccia surrenale) aumentano il tono vascolare e la sensibilità dei recettori adrenergici alle catecolamine (sostanze naturali che controllano l'interazione intercellulare nel corpo).

Più della metà dei pazienti ha disturbi mentali. I più comuni di questi: instabilità emotiva, depressione, irritabilità, attacchi di panico, disturbi del sonno.

Le irregolarità mestruali (mestruazioni rare, scarse o la loro assenza) si verificano nel 70-80% dei pazienti e anche l'infertilità è abbastanza comune. Negli uomini, con NIK, il desiderio sessuale diminuisce e si verifica la disfunzione erettile.

La malattia di Itsenko-Cushing è accompagnata da immunodeficienza, che si manifesta come un'infezione ricorrente (il più delle volte si verifica pielonefrite cronica).

La frequenza delle manifestazioni cliniche di NIK: [3]

  • faccia della luna - 90%;
  • ridotta tolleranza al glucosio - 85%;
  • obesità addominale e ipertensione - 80%;
  • ipogonadismo (mancanza di testosterone) - 75%;
  • irsutismo - 70%;
  • osteoporosi e debolezza muscolare - 65%;
  • strie - 60%;
  • gonfiore articolare, acne e deposito di grasso nella regione della VII vertebra cervicale - 55%;
  • mal di schiena - 50%;
  • disturbi mentali - 45%;
  • deterioramento della guarigione delle ferite - 35%;
  • poliuria (minzione eccessiva), polidipsia (sete eccessiva) - 30%;
  • cifosi (curvatura della colonna vertebrale) - 25%;
  • urolitiasi e policitemia (aumento della concentrazione di eritrociti nel sangue) - 20%.

Patogenesi della malattia di Itsenko-Cushing

La patogenesi di questa malattia è a più stadi..

Nei corticotrofi della ghiandola pituitaria insorgono difetti caratteristici recettore-postrecettori, che successivamente portano alla trasformazione dei corticotrofi normali in quelli tumorali con iperproduzione di ormone adrenocorticotropo e conseguente sviluppo di ipercortisolismo. [4]

La trasformazione dei normali corticotrofi in cellule tumorali è influenzata dagli ormoni ipotalamici e dai fattori di crescita locali:

  • fattore di crescita epidermico (stimola la crescita delle cellule epiteliali);
  • citochine (responsabili dell'interazione intercellulare);
  • grelina (interrompe il metabolismo dei carboidrati); [quattordici]
  • fattore di crescita endoteliale vascolare (promuove la crescita delle cellule endoteliali).

La concentrazione cronicamente aumentata di ACTH porta ad una maggiore secrezione di cortisolo, che è responsabile del quadro clinico caratteristico di NIK.

Classificazione e fasi di sviluppo della malattia di Itsenko-Cushing

Classificazione BIK per gravità: [5]

  • forma lieve - i sintomi sono moderati;
  • forma media: i sintomi sono pronunciati, non ci sono complicazioni;
  • forma grave: in presenza di tutti i sintomi di NIK, sorgono varie complicazioni.

Classificazione NIR a valle:

  • torpido (i cambiamenti patologici si formano gradualmente, nell'arco di 3-10 anni);
  • progressivo (un aumento dei sintomi e delle complicanze della malattia si verifica entro 6-12 mesi dall'esordio della malattia);
  • ciclico (le manifestazioni cliniche si verificano periodicamente, in modo intermittente).

Complicazioni della malattia di Itsenko-Cushing

  • Vascolare e insufficienza cardiaca. Questa complicanza si sviluppa nella metà dei pazienti dopo 40 anni. Questa patologia può portare alla morte. Nella maggior parte dei casi, ciò è dovuto a embolia polmonare, insufficienza cardiaca acuta ed edema polmonare..
  • Fratture osteoporetiche patologiche. Le fratture più comuni della colonna vertebrale, delle costole, delle ossa tubolari.
  • Fallimento renale cronico. Nel 25-30% dei pazienti, la filtrazione glomerulare e il riassorbimento tubulare (riassorbimento del fluido) diminuiscono.
  • Diabete mellito steroideo. Questa complicazione si osserva nel 10-15% dei pazienti con questa malattia..
  • Atrofia muscolare, con conseguente grave debolezza. I pazienti hanno difficoltà non solo quando camminano, ma anche al momento di alzarsi.
  • Compromissione della vista (cataratta, esoftalmo, compromissione del campo visivo).
  • Disordini mentali. I più comuni insonnia, depressione, attacchi di panico, stati paranoici, isteria.

Diagnosi della malattia di Itsenko-Cushing

La diagnosi della "malattia di Itsenko-Cushing" può essere stabilita sulla base di disturbi tipici, manifestazioni cliniche, cambiamenti ormonali e biochimici e dati di ricerca strumentale.

ACTH e cortisolo saranno indicatori ormonali estremamente importanti per questa patologia. Il livello di ACTH aumenta e varia da 80 a 150 pg / ml. [7] Un aumento del livello di cortisolo nel sangue non è sempre informativo, poiché un aumento di questo indicatore può essere dovuto a una serie di altri motivi (stress, alcolismo, gravidanza, depressione endogena, resistenza familiare (fertilità) ai glucocorticoidi, ecc.). A questo proposito, sono stati sviluppati metodi per studiare il livello di cortisolo libero nell'urina o nella saliva quotidiana. Il più informativo è lo studio del cortisolo libero nella saliva alle 23:00. [6]

Un piccolo test del desametasone viene utilizzato per dimostrare l'ipercortisolismo. Con la NIR, questo test sarà negativo, poiché la soppressione del cortisolo non si verifica quando si assume 1 mg di desametasone. [7]

Un esame del sangue biochimico è in grado di rilevare numerosi cambiamenti:

  • aumento dei livelli sierici di colesterolo, cloro, sodio e globuline;
  • una diminuzione della concentrazione di potassio, fosfati e albumina nel sangue;
  • diminuzione dell'attività della fosfatasi alcalina.

Dopo l'ipercortisolismo confermato, sono necessari metodi di ricerca strumentale (MRI della ghiandola pituitaria, TC delle ghiandole surrenali).

Con BIK, nell'80-85% dei casi, viene rilevato un microadenoma ipofisario (tumore fino a 10 mm), nel restante 15-20% - un macroadenoma (neoplasia benigna da 10 mm). [7]

Trattamento della malattia di Itsenko-Cushing

Terapia farmacologica

Attualmente non esistono farmaci efficaci per il trattamento di questa patologia. A questo proposito, vengono utilizzati sia in presenza di controindicazioni per il trattamento chirurgico, sia come terapia ausiliaria. Vengono utilizzati i seguenti farmaci:

  • neuromodulatori - bloccano la formazione di ACTH da parte dell'adenoma ipofisario (cabergolina, bromocriptina, somatostatina); [8]
  • farmaci che bloccano la sintesi degli steroidi nelle ghiandole surrenali (ketoconazolo, aminoglutetimide, mitotano, metirapone);
  • antagonisti dei glucocorticoidi (mifepristone). [nove]

Oltre ai farmaci di questi gruppi, ai pazienti viene prescritta una terapia sintomatica per ridurre i sintomi dell'ipercortisolismo e migliorare la qualità della vita del paziente:

  • terapia antipertensiva (ACE inibitori, calcio antagonisti, diuretici, beta-bloccanti);
  • terapia antiriassorbitiva nello sviluppo dell'osteoporosi steroidea;
  • farmaci che correggono i disturbi del metabolismo dei carboidrati (metformina, farmaci sulfonilurea, insulina);
  • terapia mirata alla correzione della dislipidemia;
  • terapia antianginosa.

Terapia operativa

  • L'adenomectomia transfenoidale è attualmente considerata il trattamento più efficace e sicuro per la NIK. [7] Le controindicazioni per questo tipo di trattamento sono la crescita soprasellare dell'adenoma con invasione nei ventricoli laterali, gravi malattie concomitanti che determinano la prognosi postoperatoria complessivamente infausta. Le complicanze dell'adenomectomia transfenoidale includono: liquorrea (perdita di liquido cerebrospinale), pansinusite (infiammazione di tutti i seni della cavità nasale), diabete insipido, ipocorticismo in arrivo.
  • La surrenectomia bilaterale viene utilizzata quando l'adenomectomia e la radiochirurgia sono inefficaci. [dieci]

Radiochirurgia

  • Operazione con un coltello gamma. Durante l'intervento, un raggio di radiazioni diretto direttamente sull'adenoma ipofisario ne distrugge le cellule. Questo metodo di trattamento previene la crescita del tumore con una singola dose di radiazioni. La procedura richiede circa due o tre ore. Non influisce sulle strutture circostanti del cervello, viene prodotto con una precisione di 0,5 mm. Complicazioni di questa terapia: iperemia (aumento del flusso sanguigno) nella zona di radiazione, alopecia (perdita di capelli).
  • Terapia protonica. [11] Questo tipo di trattamento utilizza l'energia protonica generata negli acceleratori nucleari. I protoni danneggiano il DNA delle cellule, a causa del quale muoiono. Il fascio di protoni è focalizzato direttamente sull'adenoma senza danneggiare il tessuto circostante. La testa del paziente è fissata in una maschera speciale, realizzata per ciascuno individualmente. Durante la procedura di irradiazione, il medico controlla le condizioni del paziente e gli operatori monitorano a distanza il raggio. Questo trattamento è generalmente ben tollerato dai pazienti. Dopo 1-1,5 mesi si osserva un miglioramento del benessere.
  • La radiazione di Megavolt bremsstrahlung dagli acceleratori medici consente agli elettroni di penetrare a lunghe distanze. Questo tipo di terapia spesso dà buoni risultati, ma, allo stesso tempo, complica la dosimetria (calcolo delle radiazioni ionizzanti), che può portare a pericolosi incidenti da radiazioni..

Previsione. Prevenzione

La prognosi della BIK dipende da diversi indicatori: la forma e la durata della malattia, la presenza di complicanze, lo stato di immunità e altri fattori.

Il pieno recupero e il ripristino della capacità lavorativa è possibile con una forma lieve della malattia e una breve storia della malattia.

Con forme moderate e gravi di BIK, la capacità di lavorare è estremamente ridotta o assente. Dopo la surrenectomia bilaterale, si sviluppa un'insufficienza surrenalica cronica, che determina l'assunzione per tutta la vita di gluco- e mineralcorticoidi.

In generale, qualsiasi trattamento, di regola, porta a un miglioramento della qualità della vita del paziente, tuttavia rimane inferiore rispetto alle persone senza questa patologia..

La malattia di Itsenko-Cushing è una grave malattia cronica che, se non trattata tempestivamente, può causare la morte. Il tasso di mortalità per questa patologia è dello 0,7%.

Il tasso di sopravvivenza a cinque anni per NIK senza trattamento è del 50%, ma migliora notevolmente anche se viene effettuato solo un trattamento palliativo (con surrenectomia bilaterale, il tasso di sopravvivenza aumenta all'86%). [13]

Non esiste una prevenzione primaria della BIK. La prevenzione secondaria della malattia ha lo scopo di prevenire il ripetersi della malattia.

La sindrome di Itsenko Cushing

Quadro clinico

La sindrome di Itsenko Cushing è caratterizzata da un aumento della produzione di cortisolo e corticosterone da parte della corteccia surrenale. Ciò può essere dovuto a:

  • malattie delle ghiandole surrenali stesse (tumore) o neoplasie come i tumori delle ghiandole surrenali in altri organi;
  • disturbi nella ghiandola pituitaria, viene prodotto l'ormone adrenocorticotropo (ACTH), che regola il lavoro delle ghiandole surrenali. Questa malattia è chiamata - malattia di Cushing;
  • patologia dell'ipotalamo, che colpisce la ghiandola pituitaria mediante meccanismi neuroregolatori. Questa patologia è chiamata malattia di Itsenko Cushing;

Una violazione a uno qualsiasi di questi livelli porta ad un aumento del contenuto di corticosteroidi nel corpo e il loro effetto specifico su tessuti e organi provoca lo sviluppo di un complesso di sintomi, la sindrome di Itsenko Cushing.

Di solito c'è una lesione della ghiandola pituitaria o un adenoma che produce ACTH, molto meno spesso la malattia è causata da tumori surrenali, a volte può verificarsi durante il trattamento con glucocorticoidi.

L'effetto dei corticosteroidi sul corpo provoca un aumento del metabolismo e la disgregazione dei tessuti. Allo stesso tempo, aumento della glucogenesi, assorbimento del glucosio nell'intestino e disturbi del metabolismo dei grassi. Il metabolismo degli elettroliti è disturbato, causando un aumento della pressione sanguigna, che aggrava ulteriormente la malattia.

La malattia può essere di gravità variabile e progredire rapidamente entro un anno o svilupparsi in diversi anni. Sebbene più comune nelle donne adulte, può essere trovato negli uomini e nei bambini.

Le ragioni

Le cause della sindrome di Itsenko Cushing non sono ben comprese, ma si riscontra spesso dopo lesioni traumatiche e malattie infettive del sistema nervoso centrale. A volte la malattia si sviluppa dopo il parto o con l'uso prolungato nella terapia farmacologica di pazienti con glucocorticoidi.

Sintomi

I sintomi della sindrome di Itsenko Cushing sono piuttosto specifici e sono causati dal diverso trofismo dei tessuti corporei rispetto agli ormoni surrenali. I corticosteroidi causano obesità, miopatia, alterazioni della pelle e squilibrio elettrolitico nel corpo. Ciò si manifesta con i seguenti sintomi:

  • faccia di luna, obesità nella zona della vita, gobba di bisonte, grasso sulla parte posteriore della schiena;
  • arrossamento, cianosi del viso, strie sull'addome di tonalità viola, pelle marmorizzata e secca, iperpigmentazione, formazione di vene varicose, aumento della sudorazione;
  • glutei inclinati, arti sottili, aumento della debolezza muscolare, atrofia, ernie
  • osteoporosi, fratture frequenti, disturbi della crescita ossea nei bambini, disturbi della postura, cifosi, scoliosi;
  • frequenti sbalzi d'umore, euforia, depressione intermittente, malattie psicotiche, disturbi del sonno, tendenze suicide;
  • disturbi del metabolismo degli elettroliti che causano malattie del sistema cardiovascolare e dei reni, aritmie, ipertensione arteriosa, edema;
  • lo sviluppo del diabete mellito;
  • violazione della formazione di ormoni sessuali, iperandrogenismo, che porta a un cambiamento nella ciclicità delle mestruazioni, aumento della crescita dei capelli a modello maschile, infertilità. Negli uomini, si verifica ginecomastia, diminuzione della potenza.

Complicazioni

Le complicanze della sindrome di Itsenko Cushing sono associate a una diminuzione dell'immunità generale del corpo e cambiamenti nei processi metabolici, pertanto, i pazienti che soffrono di questa malattia possono sperimentare

  • fallimento, scompenso del sistema cardiovascolare;
  • fallimento renale cronico;
  • fratture, comprese fratture da compressione della colonna vertebrale nella colonna vertebrale toracica e lombare;
  • malattie infettive, lesioni cutanee pustolose, pielonefrite, foruncoli, acne;
  • crisi surrenalica, accompagnata da perdita di coscienza, ipertensione arteriosa, vomito;
  • formazione di calcoli renali a causa dell'eccessiva escrezione di calcio e fosfato
  • aborti spontanei;

Diagnostica

La diagnosi della sindrome di Itsenko Cushing consiste nel determinare il livello di corticosteroidi, ACTH e rilevare i cambiamenti nelle ghiandole surrenali, nella ghiandola pituitaria e nell'ipotalamo. Per questo, vengono utilizzati test di screening con un test del desametasone, in cui il livello di cortisolo nelle urine dovrebbe normalmente diminuire..

Oltre alla determinazione dei corticosteroidi, 11-idrossichetosteroidi (il livello si abbassa), 17 chetosteroidi (il livello si abbassa), determinano l'equilibrio elettrolitico del corpo. C'è un aumento del sodio e una diminuzione del potassio.

Con l'aiuto di studi a raggi X, vengono rilevati la risonanza magnetica e la risonanza magnetica, i cambiamenti nella ghiandola pituitaria, nelle ghiandole surrenali, nei tumori ipotalamici e nei segni di osteoporosi. Per determinare il metabolismo dei grassi e dei carboidrati, vengono effettuati studi sul profilo lipidico e sulla glicemia.

Trattamento

Il trattamento della sindrome di Itsenko Cushing viene effettuato dopo aver determinato le cause della malattia, mentre possono essere prescritti bloccanti della sintesi di ACTH e terapia sintomatica volta a ridurre i disturbi metabolici. La terapia sintomatica per la sindrome di Itsenko Cushing include la nomina di:

  • farmaci antipertensivi;
  • agenti antidiabetici;
  • farmaci cardiovascolari;
  • immunomodulatori;
  • diuretici;
  • sedativi;
  • vitamine.

La dieta e una corretta alimentazione giocano un ruolo importante nel trattamento di questi pazienti..

Al rilevamento di tumori delle ghiandole surrenali, della ghiandola pituitaria, dell'ipotalamo, per quanto possibile, ricorrono al trattamento chirurgico. La chirurgia per la sindrome di Itsenko Cushing, in cui la ghiandola surrenale viene rimossa da uno o entrambi i lati, è chiamata surrenalectomia. Dopo la rimozione chirurgica delle ghiandole surrenali, è necessaria una terapia ormonale sostitutiva.

Quando vengono rilevate neoplasie nell'ipofisi e nell'ipotalamo, vengono utilizzati metodi di radioterapia, che è combinata con la chirurgia..

Prevenzione

La prevenzione della sindrome di Itsenko Cushing non è specifica, si tratta di misure generali di miglioramento della salute, aumento dell'immunità, stile di vita sano. È necessario evitare traumi alla testa, neuroinfezioni e, in caso di loro comparsa, effettuare un trattamento completo e adeguato..

Se vengono rilevati i sintomi della sindrome di Itsenko Cushing, è necessario consultare un medico in tempo, poiché questo potrebbe essere un segno di tumori maligni a crescita rapida, un ritardo nel trattamento del quale può portare alla morte del paziente.

La sindrome di Itsenko-Cushing

Che cos'è - La sindrome di Itsenko-Cushing è una condizione in cui vi è una maggiore concentrazione di ormoni glucocorticoidi nel sangue della corteccia surrenale.

Questa non è necessariamente una malattia delle ghiandole surrenali stesse o dell'ipotalamo o della ghiandola pituitaria ad esse associate - molto spesso la sindrome viene registrata con la somministrazione prolungata di grandi dosi di glucocorticoidi per il trattamento di varie patologie autoimmuni.

La patologia si sviluppa più spesso nelle donne. A seconda della causa della condizione, è possibile utilizzare sia un trattamento conservativo che chirurgico..

Esiste anche il concetto di "malattia di Itsenko-Cushing" - una produzione eccessiva di quegli ormoni da parte dell'ipotalamo e della ghiandola pituitaria che "comandano" alle ghiandole surrenali di sintetizzare sempre più glucocorticoidi. La malattia è una delle parti costitutive della sindrome.

Ragioni per lo sviluppo della sindrome di Itsenko-Cushing

La sindrome si sviluppa a causa di cause interne o esterne.

1) Le cause esterne della sindrome di Itsenko-Cushing sono la somministrazione a lungo termine di glucocorticoidi iniettabili o compresse: "Hydrocorizon", "Prednisolone", "Desametasone", "Solu-Medrol". Di solito, questi farmaci sono prescritti per il trattamento di malattie sistemiche (artrite reumatoide, lupus eritematoso, ecc.), Malattie polmonari (ad esempio, fibrosi), reni (glomerulonefrite), sangue (leucemia, trombocitopatia).

2) Ragioni di natura interna (organismica):


  • un tumore ipofisario che produce l'ormone ACTH;
  • malattie delle ghiandole surrenali: un tumore benigno o maligno della corteccia di questo organo, che produce inoltre glucocorticoidi; un aumento della massa cellulare (iperplasia) della corteccia surrenale, a seguito della quale si verifica un aumento della produzione di tutti i suoi ormoni;
  • tumori nel corpo che possono produrre ACTH: carcinoma polmonare a piccole cellule e cellule d'avena, cancro del timo, cancro ai testicoli o alle ovaie.

Il meccanismo dei disturbi che si verificano durante la malattia

Sintomi della sindrome di Itsenko-Cushing

Diagnostica

La diagnosi può già essere sospettata dall'aspetto caratteristico di una persona. Ma questo non è ancora abbastanza, perché è anche necessario determinare il grado di gravità e la causa dello sviluppo della sindrome.

In questo caso, è importante che non sia sempre possibile vedere un tumore che produce ormoni e il livello della sua posizione è determinato proprio dai test ormonali.

I seguenti studi sono necessari nella diagnosi della sindrome di Itsenko-Cushing:


  • determinazione del livello di cortisolo (il principale ormone glucocorticoide) nel sangue per diversi giorni consecutivi;
  • determinazione del livello di ACTH durante il giorno e la notte;
  • Valutazione del livello di 17-idrossicorticosteroidi (sostanze in cui viene convertito il cortisolo) nelle urine;
  • escrezione giornaliera di cortisolo nelle urine;
1) Test con desametasone (glucocorticoide sintetico): se lo somministrate a un paziente con sindrome di Cushing di notte e al mattino determinate il livello di cortisolo nel sangue, allora sarà superiore all'1,8 μg% (in una persona senza questa sindrome, il livello dell'ormone diminuisce al di sotto di questa cifra );

2) Il test del dexazone è standard, quando questo ormone viene somministrato a basse dosi ogni 6 ore per 2 giorni consecutivi, dopodiché vengono determinati i livelli di cortisolo nel sangue e ossicorticoidi nelle urine. Con questa sindrome, il cortisolo deve essere ridotto;

3) Test con corticoliberina - un ormone dell'ipotalamo, che è il principale stimolatore della produzione di cortisolo. Se questo ormone viene iniettato in una vena e dopo 15 minuti viene determinato il livello ematico di ACTH e cortisolo, quindi con la genesi surrenalica della sindrome, il cortisolo sarà superiore a 1,4 μg%, se non c'è risposta, questo indica un tumore situato in organi non endocrini (polmoni, timo, gonadi);


  • Risonanza magnetica delle ghiandole surrenali, ghiandola pituitaria;
  • Scansione TC della cavità toracica;
  • uno studio sui radioisotopi, secondo il quale si esamina l'assorbimento del farmaco somministrato da ciascuna delle ghiandole surrenali.
Per determinare la gravità della sindrome, vengono determinati i livelli ematici e urinari di glucosio, potassio, sodio; Vengono eseguite anche radiografie della colonna vertebrale.

Trattamento della sindrome di Itsenko-Cushing

La sindrome di Itsenko-Cushing e il suo trattamento, in primo luogo, dipenderanno dalla causa che ha portato a questa malattia.


  1. 1) Quando sindrome da droga - ritiro graduale dei farmaci, possibilmente - con la loro sostituzione con immunosoppressori;
  2. 2) Quando tumori ipofisari, polmoni, ghiandole surrenali - la loro rimozione chirurgica, che può essere eseguita dopo la radioterapia preliminare;
  3. 3) Quando cancro con metastasi, che produce ACTH, se è impossibile rimuovere tutti questi tumori, si utilizza il trattamento farmacologico con i farmaci "Mitotan", "Aminoglutethimide", "Ketoconazole". Inoltre, vengono condotti corsi di radioterapia;
  4. 4) L'introduzione di sostanze che ostruiscono le arterie direttamente nei vasi che forniscono sangue ai tumori.
Prima del trattamento chirurgico della sindrome di Itsenko-Cushing, una persona è preparata per l'operazione con i farmaci:

  • insulina - per abbassare i livelli di glucosio;
  • farmaci che abbassano la pressione sanguigna: "Enalapril", "Captopril";
  • preparati di potassio: "Asparkam", "Panangin";
  • per ridurre la distruzione del tessuto osseo - preparati di calcio ("Calcium-D3"), "Pamidronate", "Clodronate";
  • ridurre il catabolismo proteico - steroidi anabolizzanti;
  • antidepressivi.
Pertanto, la sindrome di Cushing è un termine collettivo per un gran numero di patologie complicate da un aumento dei glucocorticosteroidi nel sangue, caratterizzato da una violazione di tutti i tipi di metabolismo, l'effetto sulla funzione di un gran numero di organi e tessuti.

Quale medico contattare per il trattamento?

Se, dopo aver letto l'articolo, presumi di avere i sintomi caratteristici di questa malattia, dovresti chiedere consiglio a un endocrinologo..

Malattia e sindrome di Itsenko-Cushing

Informazione Generale

La malattia e la sindrome di Itsenko-Cushing (cushingoide, ipercortisolismo) è una condizione grave caratterizzata da una violazione dei meccanismi regolatori che controllano il sistema ipotalamo-ipofisi-surrene. I segni di questa malattia furono descritti per la prima volta nel 1924 da un neuropatologo dell'URSS Nikolai Itsenko. Ha suggerito che la causa della malattia sono i cambiamenti nell'ipotalamo. È l'ipotalamo che determina l'interazione dei sistemi nervoso ed endocrino..

Il neurochirurgo americano Harvey Cushing ha identificato una connessione tra questa malattia e un tumore ipofisario. Attualmente, gli scienziati hanno dimostrato la correttezza di entrambi i medici. Hanno confermato che la malattia di Cushing è una conseguenza del malfunzionamento del sistema ipotalamo-ipofisario. Questa malattia è piuttosto rara ed è più spesso diagnosticata nelle donne di età compresa tra 25 e 40 anni. Il gentil sesso è malato di questa malattia cinque volte più spesso degli uomini.

La malattia e la sindrome di Cushing non differiscono nelle loro manifestazioni cliniche. Alla sindrome di Cushing (o sindrome da ipercortisolismo) viene diagnosticato un tumore della ghiandola surrenale o un tumore ectopico di una serie di organi produttori di glucocorticoidi. Con questa sindrome, una quantità eccessiva di ormoni della corteccia surrenale colpisce il corpo per lungo tempo..

Patogenesi

Lo sviluppo della malattia è associato a una violazione delle connessioni ipotalamo-ipofisi-surrene - nel processo della sua progressione, il feedback tra questi organi è disturbato. Gli impulsi nervosi entrano nell'ipotalamo e provocano le sue cellule a produrre una quantità eccessiva di quelle sostanze che attivano il rilascio dell'ormone adrenocorticotropo (ACTH) nella ghiandola pituitaria. Come risultato di questa stimolazione da parte della ghiandola pituitaria, una grande quantità di ormone adrenocorticotropo viene rilasciata nel sangue. Inoltre, questo ormone agisce sulle ghiandole surrenali, provocandole a produrre ormoni - corticosteroidi. Troppi corticosteroidi portano a disturbi metabolici. Questo fenomeno è chiamato "ipercortisolismo".

Nelle persone con malattia di Itsenko-Cushing, la dimensione della ghiandola pituitaria è ingrandita - si sviluppa un adenoma o un tumore. Se la malattia si sviluppa, anche le ghiandole surrenali si ingrandiscono nel tempo..

L'eccessiva produzione di cortisolo porta a quei cambiamenti patologici che sono caratteristici di questa malattia. Se nell'organismo viene prodotto troppo cortisolo, si ha un effetto catabolico sulle strutture proteiche e sulle matrici dei tessuti e delle strutture. Stiamo parlando di tessuto osseo e muscolare (colpisce il miocardio, così come i muscoli lisci), organi interni. Gradualmente compaiono gravi cambiamenti atrofici e distrofici.

In questo stato, anche il metabolismo dei carboidrati è disturbato nel corpo. Poiché esiste una stimolazione persistente della gluconeogenesi e della glicogenolisi nel fegato e nei muscoli, si sviluppa l'iperglicemia (diabete steroideo).

L'ipercortisolismo porta a cambiamenti nel metabolismo dei grassi. In alcuni punti del corpo si verifica un accumulo eccessivo di depositi di grasso, mentre in altri il tessuto adiposo si atrofizza. Ciò è spiegato dal fatto che diverse aree adipose hanno una diversa sensibilità ai glucocorticoidi..

Un altro componente importante della patogenesi della sindrome di Cushing sono i disturbi elettrolitici (ipernatriemia, ipopotassiemia). Il loro sviluppo è associato agli effetti di quantità eccessive di aldosterone sui reni. Questi disturbi elettrolitici portano allo sviluppo di ipertensione arteriosa e cardiomiopatia, che a sua volta porta a insufficienza cardiaca e aritmie..

I glucocorticoidi influenzano negativamente lo stato immunitario, il che porta a una tendenza alle infezioni.

L'ipercortisolismo può anche svilupparsi durante il trattamento di varie malattie, quando una persona assume glucocorticoidi - ormoni della corteccia surrenale - in caso di sovradosaggio.

Spesso si nota un'eccessiva produzione di cortisolo in caso di obesità, intossicazione cronica da alcol, gravidanza e una serie di malattie mentali e neurologiche. In questo caso viene diagnosticato un "ipercortisolismo funzionale" o "sindrome di Pseudo-Cushing". In questo caso, non ci sono tumori, ma i sintomi sono gli stessi di una vera malattia..

Classificazione

Nel processo di diagnosi, viene determinato l'ipercortisolismo endogeno ed esogeno.

  • Sindrome di Cushing endogena - una conseguenza della produzione troppo attiva di glucocorticoidi da parte delle ghiandole surrenali.
  • La sindrome di Cushing esogena è una conseguenza dell'assunzione di farmaci glucocorticosteroidi in dosi troppo elevate ai fini della terapia sostitutiva. Questa forma della malattia può svilupparsi indipendentemente dalla forma del farmaco: può essere compresse o soluzioni iniettabili o rimedi locali.

A loro volta, si distinguono le seguenti forme di ipercortisolismo endogeno:

  • Indipendente da ACTH, cioè primario. È anche classificato in diversi tipi diversi..
  • ACTH-dipendente, cioè secondario. In questo caso, una quantità eccessiva di ACTH viene sintetizzata dalla ghiandola pituitaria o, in casi più rari, da un tumore che si trova all'esterno della ghiandola pituitaria. Meno di tutto, stiamo parlando della secrezione ectopica di CRH..

L'ipercortisolismo ACTH-indipendente è associato ai seguenti fenomeni:

  • I tumori surrenali autonomi sono adenomi, di regola, soli, meno spesso - multipli. Quei tumori che hanno origine dalla zona del fascio producono solo l'ormone cortisolo. Altri tipi di tumori - misti o tumori della zona reticolare - oltre al cortisolo, sintetizzano anche gli androgeni. Con un eccesso di cortisolo nel corpo dovuto all'inibizione della secrezione di CRH e ACTH, i tessuti della corteccia surrenale - sia la ghiandola affetta che quella sana - si atrofizzano. A volte compaiono anche più noduli della corteccia surrenale.
  • Iperplasia surrenale macronodulare: questa forma è associata a recettori ectopici nella corteccia surrenale, che rispondono alla stimolazione da stimoli atipici. Molto spesso è un peptide inibitorio gastrico che viene rilasciato dopo un pasto nel tratto digestivo. Ma i fattori stimolanti possono essere diversi: vasopressina, catecolamine, TSH, LH, hCG, FSH, alte concentrazioni di estrogeni, prolattina.
  • L'iperplasia surrenale micronodulare è una forma familiare e una forma sporadica, quando l'iperplasia della corteccia surrenale è provocata dalle immunoglobuline. Come con altre forme di ipercortisolismo indipendente, può verificarsi atrofia del tessuto surrenale tra i noduli.

Le ragioni

Molto spesso, la sindrome cushingoide si sviluppa in presenza di un adenoma ipofisario basofilo o cromofobo, che secerne l'ormone adrenocorticotropo. Se si sviluppa un tumore ipofisario, il paziente sviluppa un adenocarcinoma o un microadenoma.

In alcuni casi, lo sviluppo della malattia di Itsenko-Cushing è associato a una recente lesione infettiva del sistema nervoso centrale dovuta a encefalite, aracnoidite, trauma cranico, meningite, intossicazione.

La sindrome di Cushing nelle donne può essere associata a sbalzi e cambiamenti ormonali improvvisi. A volte nelle donne, i sintomi della malattia compaiono dopo la gravidanza, il parto, durante la pausa mestruale..

Ma in generale, gli esperti stanno ancora lavorando per identificare chiaramente le cause della sindrome Cushingoide..

I sintomi di Itsenko-Cushing

Sia il cortisolo che altri glucocorticoidi sono regolatori fisiologici nel corpo. Riducono la sintesi delle proteine ​​e favoriscono la loro degradazione, aumentano la produzione di glucosio e stimolano la lipolisi, influenzano il sistema immunitario.

Pertanto, i sintomi della malattia di Itsenko-Cushing sono associati a un'eccessiva produzione di corticosteroidi, in particolare GCS. La maggior parte dei sistemi e degli organi è danneggiata e allo stesso tempo si sviluppa un complesso di sintomi caratteristici della malattia di Itsenko-Cushing.

Vengono determinati i seguenti sintomi caratteristici della malattia di Cushing negli esseri umani:

  • L'obesità displastica è il primo e più comune sintomo. I depositi di grasso sotto la pelle vengono ridistribuiti in modo che il grasso si depositi sulle spalle, sopra le vertebre cervicali, sopra le clavicole, sull'addome. Allo stesso tempo, gli arti rimangono relativamente sottili. La faccia cushingoide diventa arrotondata e cremisi (matronismo). Questo è il cosiddetto tipo di obesità cushingoide..
  • Cambiamenti trofici nella pelle: la pelle diventa sottile, molto secca, ha una tonalità viola-cianotica. Nei luoghi in cui si deposita una quantità eccessiva di grasso, compaiono smagliature viola. La comparsa delle smagliature è dovuta al fatto che la pelle diventa più sottile e allo stesso tempo si attiva il catabolismo proteico. Se una persona riceve una lesione minore, gli ematomi compaiono immediatamente a causa della maggiore fragilità dei capillari. Nei luoghi in cui si verifica un forte attrito - sul collo, sui gomiti, sulle ascelle - appare l'iperpigmentazione. Le donne spesso mostrano segni di irsutismo: crescita dei capelli maschili e ipertricosi mammaria.
  • L'ipogonadismo secondario è un segno precoce di malattia. I sintomi della sindrome di Itsenko-Cushing si manifestano con violazioni del ciclo mensile (si sviluppano amenorrea e opsomenorrea). Questi sintomi nelle donne possono alla fine portare alla sterilità. Negli uomini, la potenza peggiora, si sviluppa la ginecomastia. Se la malattia si sviluppa durante l'infanzia, nei ragazzi adolescenti il ​​pene ei testicoli rimangono sottosviluppati. Nelle ragazze compare l'amenorrea primaria e le ghiandole mammarie non si sviluppano normalmente. Allo stesso tempo, il livello di gonadotropine, estrogeni e testosterone diminuisce nel plasma sanguigno del paziente.
  • Miopatia: i muscoli sono ipotrofizzati, questo processo colpisce gli arti superiori e inferiori, la parete addominale anteriore. Di conseguenza, le gambe e le braccia diventano sottili e l'addome aumenta a causa di cedimenti e depositi di grasso..
  • Ipertensione arteriosa: questa manifestazione è tipica per la maggior parte di questi pazienti. Come risultato di problemi regolari con la pressione sanguigna, il metabolismo miocardico viene interrotto e si sviluppa insufficienza cardiaca. L'elettrocardiografia può mostrare segni di ipertrofia ventricolare sinistra..
  • Immunodeficienza secondaria - si esprime nella comparsa di acne e lesioni fungine sulla pelle, nonché lesioni delle unghie. In tali pazienti, le ferite guariscono a lungo, compaiono ulcere trofiche delle gambe, si sviluppa una pielonefrite cronica. Si manifestano anche numerosi cambiamenti nel sistema nervoso autonomo, che porta allo sviluppo della sindrome da distonia vegetativa con manifestazioni numerose e varie, inclusa la psicosi grave..
  • Violazione del metabolismo dei carboidrati - ridotta tolleranza al glucosio, il diabete di tipo 2 si manifesta con iperinsulinemia, resistenza all'insulina, mancanza di tendenza alla chetoacidosi e un decorso favorevole.
  • Cambiamenti ossei: se la malattia si manifesta durante l'infanzia, il tasso di crescita del bambino rallenta o si ferma completamente. Anche lo sviluppo dello scheletro è ritardato. Può esserci una differenza fino a 5 anni tra l'età reale del bambino e l'età delle sue ossa. Una delle manifestazioni più gravi dell'ipercortisolismo è l'osteoporosi steroidea, in cui si verifica la demineralizzazione ossea e viene soppressa la sintesi della matrice proteica. In questo caso, il dolore alla colonna vertebrale si manifesta spesso, si verificano fratture delle vertebre e delle costole..

Sintomi della sindrome di Itsenko-Cushing

Quindi, i principali sintomi di questa malattia sono i seguenti:

  • obesità di un tipo speciale;
  • assottigliamento della pelle;
  • debolezza e atrofia muscolare;
  • ipertensione, problemi cardiaci, gonfiore;
  • violazione del ciclo mensile, disfunzione delle ghiandole sessuali;
  • disturbi nervosi;
  • alta incidenza di malattie infettive;
  • ferite che guariscono male;
  • osteoporosi, fratture.

Analisi e diagnostica

Se una persona nota manifestazioni di alcuni dei segni sopra descritti, deve contattare immediatamente un endocrinologo.

Per stabilire una diagnosi, il medico conduce inizialmente un esame, dopo di che prescrive il necessario complesso di studi per il paziente:

  • Esame di laboratorio del sangue e delle urine per i livelli ormonali. È fondamentale determinare il livello di corticosteroidi e ACTH.
  • Vengono eseguiti anche test ormonali. Per fare ciò, inizialmente il paziente dona il sangue per determinare il livello degli ormoni, dopodiché assume il farmaco (Sinakten, Desamethasoni, ecc.) E dopo un certo tempo dona nuovamente il sangue.
  • Analisi del sangue biochimico: consente di determinare la presenza di disturbi nel corpo e di identificare il diabete mellito.
  • I raggi X del cranio e della sella turcica vengono eseguiti per determinare le dimensioni della ghiandola pituitaria del paziente.
  • Tomografia computerizzata e risonanza magnetica - eseguite con l'obiettivo di uno studio dettagliato delle caratteristiche della ghiandola pituitaria e delle strutture cerebrali.
  • Radiografia scheletrica: eseguita per verificare la presenza di osteoporosi e fratture patologiche.

Trattamento della sindrome di Itsenko-Cushing

Dopo aver stabilito la diagnosi, il medico prescrive un trattamento completo per la sindrome di Cushing. Il trattamento, a seconda delle caratteristiche individuali del decorso della malattia, può essere il seguente:

  • Farmaci: prescrive farmaci che bloccano la produzione eccessiva di ACTH o corticosteroidi.
  • Radioterapia: consente di ridurre l'attività della ghiandola pituitaria.
  • Chirurgico: il medico decide di rimuovere il tumore ipofisario. Viene eseguita un'operazione tradizionale o viene utilizzata la criochirurgia: la distruzione del tumore per l'influenza delle basse temperature (utilizzando azoto liquido). Se la malattia si sviluppa molto attivamente, una o entrambe le ghiandole surrenali vengono rimosse.

Di norma, nel processo di trattamento della malattia vengono combinati diversi metodi..

Sindrome di Itsenko-Cushing (ipercortisolismo)

La sindrome di Itsenko-Cushing è un complesso di sintomi patologici derivante da ipercortisolismo, cioè aumento della secrezione dell'ormone cortisolo da parte della corteccia surrenale o trattamento a lungo termine con glucocorticoidi. È necessario distinguere la sindrome di Itsenko-Cushing dalla malattia di Itsenko-Cushing, che è intesa come ipercortisolismo secondario che si sviluppa nella patologia del sistema ipotalamo-ipofisario. La diagnostica della sindrome di Itsenko-Cushing comprende uno studio del livello di cortisolo e ormoni ipofisari, test del desametasone, risonanza magnetica, TC e scintigrafia surrenale. Il trattamento della sindrome di Itsenko-Cushing dipende dalla sua causa e può consistere nell'abolizione della terapia con glucocorticoidi, nella nomina di inibitori della steroidogenesi e nella pronta rimozione del tumore surrenale.

  • Cause e meccanismo di sviluppo della sindrome di Itsenko-Cushing
  • Sintomi della sindrome di Itsenko-Cushing
  • Complicazioni della sindrome di Itsenko-Cushing
  • Diagnostica della sindrome di Itsenko-Cushing
  • Trattamento della sindrome di Itsenko-Cushing
  • Previsione della sindrome di Itsenko-Cushing
  • Prezzi del trattamento

Informazione Generale

La sindrome di Itsenko-Cushing è un complesso di sintomi patologici derivante da ipercortisolismo, cioè aumento della secrezione dell'ormone cortisolo da parte della corteccia surrenale o trattamento a lungo termine con glucocorticoidi. Gli ormoni glucocorticoidi sono coinvolti nella regolazione di tutti i tipi di metabolismo e di molte funzioni fisiologiche. Il lavoro delle ghiandole surrenali è regolato dalla ghiandola pituitaria secernendo ACTH, un ormone adrenocorticotropo che attiva la sintesi di cortisolo e corticosterone. L'attività della ghiandola pituitaria è controllata dagli ormoni dell'ipotalamo - statine e liberine.

Tale regolazione a più stadi è necessaria per garantire la coerenza delle funzioni corporee e dei processi metabolici. La violazione di uno degli anelli di questa catena può causare ipersecrezione di ormoni glucocorticoidi da parte della corteccia surrenale e portare allo sviluppo della sindrome di Itsenko-Cushing. Nelle donne, la sindrome di Itsenko-Cushing si verifica 10 volte più spesso che negli uomini, sviluppandosi principalmente all'età di 25-40 anni.

Distinguere tra la sindrome e la malattia di Itsenko-Cushing: quest'ultima si manifesta clinicamente con la stessa sintomatologia, ma si basa su una lesione primaria del sistema ipotalamo-ipofisario e l'iperfunzione della corteccia surrenale si sviluppa secondariamente. La sindrome di Pseudo-Itsenko-Cushing a volte si sviluppa in pazienti con alcolismo o gravi disturbi depressivi.

Cause e meccanismo di sviluppo della sindrome di Itsenko-Cushing

La sindrome di Itsenko-Cushing è un concetto ampio che include un complesso di varie condizioni caratterizzate da ipercortisolismo. Secondo la ricerca moderna nel campo dell'endocrinologia, oltre l'80% dei casi di sviluppo della sindrome di Itsenko-Cushing sono associati ad una maggiore secrezione di ACTH da parte del microadenoma ipofisario (malattia di Itsenko-Cushing). Il microadenoma ipofisario è un tumore ghiandolare piccolo (non più di 2 cm), spesso benigno, che produce l'ormone adrenocorticotropo.

Nel 14-18% dei pazienti, la causa della sindrome di Itsenko-Cushing è una lesione primaria della corteccia surrenale a seguito di formazioni tumorali iperplastiche della corteccia surrenale - adenoma, adenomatosi, adenocarcinoma.

L'1-2% della malattia è causata dalla sindrome ACTH-ectopica o corticoliberina-ectopica, un ormone corticotropico che secerne il tumore (corticotropinoma). La sindrome ACTH-ectopica può essere causata da tumori di vari organi: polmoni, testicoli, ovaie, timo, paratiroide, tiroide, pancreas, prostata. L'incidenza della sindrome del farmaco Itsenko-Cushing dipende dall'uso corretto dei glucocorticoidi nel trattamento di pazienti con malattie sistemiche.

L'ipersecrezione di cortisolo nella sindrome di Itsenko-Cushing provoca un effetto catabolico: la rottura delle strutture proteiche di ossa, muscoli (compreso il cuore), pelle, organi interni, ecc., Che alla fine porta a distrofia e atrofia dei tessuti. Un aumento della glucogenesi e dell'assorbimento del glucosio nell'intestino provoca lo sviluppo di una forma steroidea di diabete. I disturbi del metabolismo dei grassi nella sindrome di Itsenko-Cushing sono caratterizzati da un'eccessiva deposizione di grasso in alcune parti del corpo e atrofia in altre a causa della loro diversa sensibilità ai glucocorticoidi. L'effetto di livelli eccessivi di cortisolo sui reni si manifesta con disturbi elettrolitici - ipopotassiemia e ipernatriemia e, di conseguenza, aumento della pressione sanguigna e aggravamento dei processi distrofici nel tessuto muscolare.

Il muscolo cardiaco soffre maggiormente di ipercortisolismo, che si manifesta nello sviluppo di cardiomiopatia, insufficienza cardiaca e aritmie. Il cortisolo ha un effetto deprimente sul sistema immunitario, rendendo i pazienti con sindrome di Itsenko-Cushing inclini alle infezioni. Il decorso della sindrome di Itsenko-Cushing può essere lieve, moderato e grave; progressivo (con lo sviluppo dell'intero complesso dei sintomi in 6-12 mesi) o graduale (con un aumento oltre 2-10 anni).

Sintomi della sindrome di Itsenko-Cushing

La caratteristica più caratteristica della sindrome di Itsenko-Cushing è l'obesità, che viene rilevata in oltre il 90% dei pazienti. La ridistribuzione del grasso non è uniforme, a seconda del tipo cushingoide. Si osservano depositi di grasso su viso, collo, petto, stomaco, schiena con arti relativamente sottili ("colosso con piedi d'argilla"). Il viso diventa a forma di luna, di colore rosso porpora con una sfumatura cianotica ("matronismo"). Il deposito di grasso nella regione della VII vertebra cervicale crea la cosiddetta gobba "climaterica" ​​o "bisonte". Nella sindrome di Itsenko-Cushing, l'obesità è caratterizzata da una pelle assottigliata, quasi trasparente sul dorso dei palmi..

Da parte del sistema muscolare si osserva atrofia muscolare, diminuzione del tono e della forza muscolare, che si manifesta con debolezza muscolare (miopatia). I segni tipici che accompagnano la sindrome di Itsenko-Cushing sono "natiche inclinate" (diminuzione del volume dei muscoli della coscia e dei glutei), "pancia di rana" (ipotrofia dei muscoli addominali), ernia della linea bianca dell'addome.

La pelle dei pazienti con sindrome di Itsenko-Cushing ha una caratteristica tonalità "marmorea" con un modello vascolare chiaramente visibile, incline a desquamazione, secchezza, intervallate da aree sudate. Sulla pelle del cingolo scapolare, delle ghiandole mammarie, dell'addome, dei glutei e delle cosce si formano bande di stiramento della pelle - strie di colore viola o cianotico, da pochi millimetri a 8 cm di lunghezza e fino a 2 cm di larghezza Ci sono eruzioni cutanee (acne), emorragie sottocutanee, vene del ragno, iperpigmentazione di alcune aree della pelle.

Con l'ipercortisolismo, si sviluppa spesso assottigliamento e danno del tessuto osseo: osteoporosi, che porta a gravi sensazioni dolorose, deformità e fratture ossee, cifoscoliosi e scoliosi, che sono più pronunciate nella colonna lombare e toracica. A causa della compressione delle vertebre, i pazienti diventano curvi e più corti. I bambini con sindrome di Itsenko-Cushing sperimentano una crescita stentata causata da un rallentamento nello sviluppo della cartilagine epifisaria.

Le violazioni del muscolo cardiaco si manifestano nello sviluppo della cardiomiopatia, accompagnata da aritmie (fibrillazione atriale, extrasistole), ipertensione arteriosa e sintomi di insufficienza cardiaca. Queste formidabili complicazioni possono portare alla morte dei pazienti. Con la sindrome di Itsenko-Cushing, il sistema nervoso soffre, che si esprime nel suo lavoro instabile: letargia, depressione, euforia, psicosi da steroidi, tentativi di suicidio.

Nel 10-20% dei casi durante il decorso della malattia si sviluppa il diabete mellito steroideo, che non è associato a lesioni del pancreas. Tale diabete procede abbastanza facilmente, con un livello lungo e normale di insulina nel sangue, ed è rapidamente compensato da una dieta individuale e farmaci antiiperglicemici. A volte si sviluppano poli- e nicturia, edema periferico.

L'iperandrogenismo nelle donne, che accompagna la sindrome di Itsenko-Cushing, causa lo sviluppo di virilizzazione, irsutismo, ipertricosi, irregolarità mestruali, amenorrea e infertilità. I pazienti maschi mostrano segni di femminilizzazione, atrofia testicolare, diminuzione della potenza e della libido, ginecomastia.

Complicazioni della sindrome di Itsenko-Cushing

Il decorso cronico e progressivo della sindrome di Itsenko-Cushing con sintomi crescenti può portare alla morte dei pazienti a causa di complicazioni incompatibili con la vita: scompenso cardiaco, ictus, sepsi, pielonefrite grave, insufficienza renale cronica, osteoporosi con fratture multiple della colonna vertebrale e delle costole.

Un'emergenza nella sindrome di Itsenko-Cushing è una crisi surrenalica (surrenalica), manifestata da ridotta coscienza, ipotensione arteriosa, vomito, dolore addominale, ipoglicemia, iponatriemia, iperkaliemia e acidosi metabolica.

Come risultato di una diminuzione della resistenza alle infezioni, i pazienti con sindrome di Itsenko-Cushing spesso sviluppano foruncolosi, flemmone, malattie della pelle suppurative e fungine. Lo sviluppo dell'urolitiasi è associato all'osteoporosi delle ossa e all'escrezione di calcio e fosfati in eccesso nelle urine, portando alla formazione di calcoli di ossalato e fosfato nei reni. La gravidanza nelle donne con ipercortisolismo spesso finisce con un aborto spontaneo o un travaglio complicato.

Diagnostica della sindrome di Itsenko-Cushing

Se un paziente sospetta la sindrome di Itsenko-Cushing sulla base di dati amnesici e fisici e l'esclusione di una fonte esogena di assunzione di glucocorticoidi (inclusa l'inalazione e intra-articolare), la causa dell'ipercortisolismo viene prima identificata. Per questo, vengono utilizzati test di screening:

  • determinazione dell'escrezione di cortisolo nelle urine quotidiane: un aumento del cortisolo 3-4 volte o più indica l'affidabilità della diagnosi di sindrome o malattia di Itsenko-Cushing.
  • un piccolo test del desametasone: normalmente l'assunzione di desametasone riduce il livello di cortisolo di oltre la metà e con la sindrome di Itsenko-Cushing non c'è diminuzione.

La diagnosi differenziale tra la malattia e la sindrome di Itsenko-Cushing consente un ampio test del desametasone. Nella malattia di Itsenko-Cushing, l'assunzione di desametasone porta ad una diminuzione della concentrazione di cortisolo di oltre 2 volte rispetto all'iniziale; con la sindrome di una diminuzione del cortisolo non si verifica.

Nelle urine, il contenuto di 11-OCS (11-idrossichetosteroidi) è aumentato e 17-KC è diminuito. Nel sangue, ipopotassiemia, aumento della quantità di emoglobina, eritrociti e colesterolo. Per determinare l'origine dell'ipercortisolismo (iperplasia surrenalica bilaterale, adenoma ipofisario, corticosteroma), RM o TC delle ghiandole surrenali e ipofisarie, viene eseguita la scintigrafia surrenale. Per diagnosticare le complicanze della sindrome di Itsenko-Cushing (osteoporosi, fratture da compressione delle vertebre, costole fratturate, ecc.), Vengono eseguiti raggi X e TC della colonna vertebrale e del torace. Gli esami del sangue biochimici diagnosticano disturbi elettrolitici, diabete mellito steroideo, ecc..

Trattamento della sindrome di Itsenko-Cushing

Con la natura iatrogena (medicinale) della sindrome di Itsenko-Cushing, è necessario ritirare gradualmente i glucocorticoidi e sostituirli con altri immunosoppressori. Con la natura endogena dell'ipercortisolismo, vengono prescritti farmaci che sopprimono la steroidogenesi (aminoglutetimide, mitotano).

In presenza di lesioni tumorali delle ghiandole surrenali, della ghiandola pituitaria, dei polmoni, viene eseguita la rimozione chirurgica delle neoplasie e, se è impossibile, surrenectomia unilaterale o bilaterale (rimozione della ghiandola surrenale) o radioterapia della regione ipotalamo-ipofisaria. La radioterapia viene spesso somministrata in combinazione con un intervento chirurgico o farmaci per migliorare e sostenere l'effetto.

Il trattamento sintomatico per la sindrome di Itsenko-Cushing comprende l'uso di farmaci antipertensivi, diuretici, ipoglicemici, glicosidi cardiaci, biostimolanti e immunomodulatori, antidepressivi o sedativi, terapia vitaminica, terapia farmacologica per l'osteoporosi. Viene effettuata la compensazione del metabolismo di proteine, minerali e carboidrati. Il trattamento postoperatorio dei pazienti con insufficienza surrenalica cronica sottoposti a surrenectomia consiste in una terapia ormonale sostitutiva costante.

Previsione della sindrome di Itsenko-Cushing

Se il trattamento della sindrome di Itsenko-Cushing viene ignorato, si sviluppano cambiamenti irreversibili che portano alla morte nel 40-50% dei pazienti. Se la causa della sindrome è un corticosteroma benigno, la prognosi è soddisfacente, sebbene la funzione di una ghiandola surrenale sana venga ripristinata solo nell'80% dei pazienti. Nella diagnosi di corticosteroidi maligni, la prognosi di un tasso di sopravvivenza a cinque anni è del 20-25% (una media di 14 mesi). Nell'insufficienza surrenalica cronica è indicata la terapia sostitutiva permanente con minerali e glucocorticoidi.

In generale, la prognosi della sindrome di Itsenko-Cushing è determinata dalla tempestività della diagnosi e del trattamento, dalle cause, dalla presenza e dalla gravità delle complicanze, dalla possibilità e dall'efficacia dell'intervento chirurgico. I pazienti con sindrome di Itsenko-Cushing sono sotto osservazione dinamica da un endocrinologo, non sono raccomandati per attività fisica pesante, turni notturni al lavoro.