“La pielonefrite cronica è più pericolosa dell'infiammazione acuta dei reni? Come trattarlo? "

Le malattie del sistema genito-urinario sono molto diffuse e una delle più comuni è la pielonefrite..

La malattia è molto spesso asintomatica per molto tempo, ma questo non significa che non danneggi il corpo.

I sintomi della pielonefrite possono comparire già nelle ultime fasi della malattia, quando non è più possibile ripristinare la normale funzione renale. Ciò minaccia lo sviluppo di insufficienza renale, aumento della pressione sanguigna, intossicazione del corpo, che può finire in un fallimento.

Non dovresti aspettare la comparsa dei sintomi: dovresti sottoporti a una visita medica annuale, eseguire esami del sangue e delle urine, sottoporsi a un ECG per identificare molte malattie nelle prime fasi..

  1. Cos'è la pielonefrite?
  2. Cause di occorrenza
  3. Classificazione
  4. Sintomi di pielonefrite
  5. Diagnostica
  6. Trattamento
  7. Rimedi popolari
  8. Previsione
  9. Prevenzione
  10. Video collegati

Cos'è la pielonefrite?

La pielonefrite è una malattia renale di natura infiammatorio-distrofica, che si manifesta nel sistema calice-pelvico, con frequente coinvolgimento dei glomeruli.

La pielonefrite acuta si verifica nell'80-90% delle ragazze sotto i 3-4 anni (i ragazzi si ammalano 8-9 volte meno spesso). La pielonefrite nei bambini di questa età viene diagnosticata in circa 20 casi ogni 1000 bambini. È durante questo periodo che cade il primo picco di incidenza, che spesso rimane inosservato..

I principali sintomi della pielonefrite sono febbre e brividi, nei bambini piccoli vengono percepiti come ARVI, vengono prescritti farmaci antipiretici e antivirali e la pielonefrite diventa anche allora una forma latente cronica.

Il secondo picco di incidenza si verifica all'età di 18-30 anni, e ancora una volta sono principalmente le donne a soffrire - 7-8 volte più spesso degli uomini. Questo picco è associato all'inizio dell'attività sessuale, alla gravidanza, al parto.

La pielonefrite nelle donne si verifica più spesso a causa della vicinanza dell'uretra esterna all'ano (da dove il principale agente patogeno - Escherichia coli entra nelle urine), la vagina.

Anche la struttura stessa dell'uretra è di grande importanza: è corta e larga, il che consente ai batteri di entrare facilmente nella vescica e nei reni..

Il terzo picco si verifica già nella vecchiaia. Tra i pazienti di età superiore a 75-80 anni, predominano gli uomini.

La pielonefrite negli uomini si sviluppa a questa età a causa di malattie della ghiandola prostatica (iperplasia, tumori), che portano a una violazione del deflusso di urina, al suo ristagno e alla riproduzione di microrganismi nei reni.

Cause di occorrenza

La causa più comune di pielonefrite sono i batteri che appartengono alla microflora intestinale umana..

Nel 97% dei casi, queste infezioni entrano nei reni attraverso le vie urinarie..

Nella maggior parte dei casi, questa è un'infezione da gram-negativi:

  • E. coli;
  • Enterococchi;
  • Proteus;
  • Pseudomonas aeruginosa;
  • Microflora combinata.

Raramente, nel restante 3% dei casi, l'infezione può entrare nei reni con il flusso sanguigno. In questo caso, la pielonefrite è considerata secondaria..

Gli agenti causali delle malattie in questa forma sono anche batteri gram-negativi. Ma in questo caso, i sintomi della pielonefrite sono più pronunciati, il tessuto renale viene distrutto molto rapidamente.

Le fonti di infezione in questo caso sono:

  • intestino - enterocolite, paraproctite;
  • polmoni - polmonite, bronchite;
  • malattie degli organi ENT - sinusite, tonsillite, faringite.

Classificazione

La pielonefrite ha una classificazione abbastanza ampia, che include le vie del danno renale, la localizzazione, le fasi della malattia, nonché le principali sindromi. Tutti questi punti di classificazione vengono presi in considerazione quando si effettua una diagnosi clinica, nonché quando si scelgono le tattiche di trattamento..

Per localizzazione, si distinguono la pielonefrite unilaterale e bilaterale. Nella maggior parte dei casi, il processo è bidirezionale.

Con il flusso, la pielonefrite è latente - senza sintomi (60% dei casi), ricorrente e progressiva (i sintomi della malattia aumentano da ricaduta a ricaduta).

Sintomi di pielonefrite

Per la pielonefrite cronica nella fase acuta, così come per quella acuta, sono caratteristici i seguenti sintomi:

  • Febbre e brividi: la temperatura corporea nella forma acuta può raggiungere i 40 ° C e nel decorso cronico raramente supera i 38 ° C. Va inoltre notato che l'assenza di febbre non esclude la presenza di pielonefrite..
  • Dolore nella regione lombare - può essere significativamente pronunciato, acuto o appena percettibile, che viene spesso interpretato come osteocondrosi lombare.
  • Sintomi disurici - manifestati da minzione dolorosa e frequente (specialmente di notte). Nel decorso cronico della pielonefrite, i sintomi possono essere assenti, il che complica anche la diagnosi e la diagnosi precoce della patologia.

Diagnostica

Quando si esaminano pazienti con pielonefrite, vengono utilizzati i seguenti metodi di laboratorio:

  • Analisi generale delle urine (OAM) - c'è un aumento dei leucociti oltre 4 nel campo visivo. Con processi infiammatori pronunciati, il numero di leucociti può raggiungere 40-100, in questi casi, in laboratorio di solito scrivono "dappertutto". Per l'esacerbazione della pielonefrite cronica, è caratteristica la presenza di batteri nelle urine (batteriuria). Inoltre, le malattie renali infiammatorie sono caratterizzate da una diminuzione del peso specifico dell'urina inferiore a 1,018 g / l. Inoltre, con la pielonefrite, è caratteristico uno spostamento del pH verso il lato alcalino..
  • Analisi delle urine secondo Nechiporenko. Nel sedimento di urina con pielonefrite, più di 2000 leucociti vengono secreti in 1 ml. Questa analisi è solitamente prescritta per gli indicatori OAM discutibili. Inoltre, i batteri vengono rilevati nel sedimento in studio: la pielonefrite è confermata in presenza di oltre 1000 corpi microbici della flora coccal e più di 100.000 corpi microbici della flora anaerobica.
  • Prova a tre o due bicchieri. Questo metodo viene utilizzato per determinare la localizzazione del fuoco infiammatorio. Quando leucociti e batteri vengono rilevati in tutte e tre le porzioni di urina, indica la presenza di pielonefrite.

Anche la diagnostica ecografica svolge un ruolo significativo nella diagnosi della pielonefrite. Durante l'ecografia, vengono rivelate le seguenti modifiche:

  • espansione della pelvi renale;
  • cambiare i contorni delle tazze;
  • eterogeneità del parenchima renale con aree di tessuto cicatriziale;
  • deformazione del contorno del rene con corde fibrose, una diminuzione delle sue dimensioni è caratteristica nelle ultime fasi della malattia.

Inoltre, gli ultrasuoni possono rivelare calcoli renali, malattia del rene policistico e altre condizioni associate alla pielonefrite..

La tomografia computerizzata e la risonanza magnetica possono rivelare cambiamenti nella forma e nella struttura del rene. Per lo più questi metodi diagnostici vengono utilizzati per rilevare il cancro..

I metodi diagnostici con radionuclidi non vengono spesso utilizzati. Aiutano a riconoscere aree del parenchima renale funzionante, separando da esso i focolai cicatriziali in cui non c'è circolazione sanguigna.

L'angiografia in fluorescenza è importante per determinare la prognosi del recupero, necessaria per stabilire la disabilità nello sviluppo dell'insufficienza renale cronica a seguito della pielonefrite..

Per la diagnosi precoce della pielonefrite nei bambini, in particolare nelle ragazze, quando compare una temperatura elevata o un brivido, è necessario eseguire un esame generale delle urine e del sangue. Ciò ridurrà il rischio di sviluppare pielonefrite cronica e applicherà un trattamento antibatterico adeguato..

Trattamento

L'obiettivo del trattamento della pielonefrite è interrompere la fase attiva della malattia. La terapia antibiotica ha lo scopo di eliminare la causa della pielonefrite: la distruzione dei batteri o la loro conversione nella forma L.

Per questo, durante il periodo di esacerbazione della pielonefrite, o nella fase acuta, viene eseguita una terapia continua con varie combinazioni di antibiotici per 10-21 giorni, a seconda della gravità della malattia e dell'efficacia del trattamento. Va notato che nelle donne i sintomi e il trattamento non differiscono da quelli degli uomini..

Il trattamento può essere effettuato sia in regime ambulatoriale, con sintomi lievi, sia in ospedale. Gli antibiotici utilizzati vengono cambiati ogni 7-10 giorni fino a quando i batteri scompaiono nelle urine ei leucociti tornano alla normalità.

Si consiglia di alternare l'uso di farmaci che distruggono la parete dei batteri e ne inibiscono l'attività vitale e la riproduzione.

Per il trattamento ambulatoriale della pielonefrite vengono utilizzati i seguenti farmaci:

  • Levofloxacina (Tavanik, Glevo, Floracid, ecc.) - 1 compressa viene applicata una volta al giorno per 10-14 giorni.
  • Cefuroxime axetil (Zinnat, Cefurus) - 1 compressa 0,25 2 volte al giorno.
  • Ceftibuten (Cedex) 1 compressa 0,4 g 2 volte al giorno.
  • L'ofloxacina è uno dei farmaci antibatterici più economici ma efficaci per il trattamento della pielonefrite. Applicato a 0,2 g 2 volte al giorno.
  • La ciprofloxacina (Ciprolet, Tsifran) è un farmaco poco costoso e uno dei più efficaci per il trattamento non solo delle infezioni del sistema genito-urinario, ma anche di altri organi e sistemi. Applicato a 0,25 g 2 volte al giorno.

Nella pielonefrite grave, il suo trattamento viene effettuato in un ospedale. Allo stesso tempo, è razionale usare i seguenti farmaci:

  • La ciprofloxacina viene utilizzata per via endovenosa a 0,2 g 2 volte al giorno e all'interno a 0,5 g 2 volte al giorno.
  • Ofloxacin è anche usato per la somministrazione endovenosa di 0,2 g 2 volte al giorno e per via orale allo stesso dosaggio.
  • Pefloxacin (Abaktal) endovenosamente 0,4 g 2 volte al giorno, e anche dentro.
  • Ceftazidime (Fortum), Cefepim (Maxipim), Cefoperazone (Cefobid) - utilizzati solo per somministrazione endovenosa in un corso estremamente grave di pieloecfrite nell'unità di terapia intensiva.

In caso di infezioni del tratto urinario, l'uso di ampicillina, amoxicillina, ampiox, sulfonamidi è inefficace a causa dell'elevata resistenza di E. coli a loro.

Il cloramfenicolo è anche inaccettabile nel trattamento della pielonefrite, poiché ha un'elevata tossicità per i reni..

Rimedi popolari

L'uso di rimedi popolari nel trattamento della pielonefrite è consentito solo previo accordo con il medico curante.

I seguenti preparati a base di erbe venduti in farmacia danno un buon effetto nel trattamento, in combinazione con agenti antibatterici:

  • La fitolisina è un ottimo farmaco che ha un buon effetto antibatterico. La normalizzazione dei risultati dell'analisi generale delle urine (una diminuzione del numero di batteri, una diminuzione dei leucociti) è stata notata già 3-4 giorni di utilizzo, anche in assenza di terapia antibiotica. Applicare questo farmaco per via orale, diluendo 1 cucchiaino di pasta in mezzo bicchiere d'acqua, 4 volte al giorno.
  • Cyston è anche un farmaco buono e sicuro per il trattamento delle infezioni del sistema genito-urinario. È prodotto sotto forma di compresse, che includono le seguenti erbe: bicarpo, sassifraga, robbia, fragola. Tutti hanno un effetto diuretico uro-antisettico e lieve..
  • Canephron N è attualmente uno dei farmaci più popolari per il trattamento delle malattie renali. Disponibile sotto forma di pillole e soluzione orale. Contiene le seguenti erbe: centaurea, levistico e rosmarino. Lo sciroppo può essere usato per trattare la pielonefrite nei bambini di età superiore a 1 anno. Per l'ammissione durante l'infanzia, 15 gocce di sciroppo vengono diluite in una piccola quantità di acqua e bevute 3 volte al giorno. Per gli adulti, il dosaggio è di 50 gocce, 3 volte al giorno..
  • Tè ai reni. Esistono diversi tipi di cariche renali (urophyton, phytonefrol, nephrol) che sono simili nel loro effetto. Tutti loro sono attivamente utilizzati non solo nel trattamento, ma anche per la prevenzione della recidiva della pielonefrite..
  • Un buon effetto nel trattamento della pielonefrite è un decotto di foglie di prezzemolo e un decotto di radici di prezzemolo. Per fare questo, prendi 2-3 cucchiai di foglie di prezzemolo essiccate, prepara 200 ml di acqua bollente e lascia fermentare per 10-15 minuti. Bevono questa infusione 3 volte al giorno, mezzo bicchiere per 10 giorni. La radice di prezzemolo (varietà di radici speciali) viene essiccata, tritata con un coltello, un tritacarne o un macinacaffè e fatta bollire per 5-7 minuti. Lasciare raffreddare il brodo e bere 1/3 di tazza dopo i pasti 2 volte al giorno. Questo brodo e l'infuso hanno un effetto antisettico pronunciato, oltre a un diuretico moderato, rafforzano bene l'immunità, forniscono al corpo oligoelementi e vitamine.

Il trattamento della pielonefrite negli uomini è in gran parte associato all'eliminazione delle cause del ristagno urinario. Per fare questo, è necessario curare l'adenoma o il cancro alla prostata in modo conservativo o chirurgico, rimuovere i calcoli che possono essere localizzati nei reni, nella vescica, negli ureteri.

Una situazione simile si osserva nel trattamento della pielonefrite nelle donne: la presenza di calcoli, tumori dell'utero, la presenza di malattie infettive ginecologiche porta a frequenti ricadute e un decorso progressivo della malattia.

Da notare anche l'effetto del diabete mellito sul decorso della malattia renale. Disturbi circolatori (microangiopatia) causati da alti livelli di glucosio portano a una rapida progressione della pielonefrite.

Il diabete mellito è una malattia in cui il decorso di tutte le malattie, inclusa la malattia renale, con il diabete mellito è l'assenza di dolore - anche la necrosi è indolore.

Inoltre, un aumento della temperatura non è tipico. Spesso, le malattie renali nel diabete mellito sono determinate per caso: durante la preparazione dei pazienti per le operazioni pianificate, durante la visita medica, ecc..

Previsione

Nella maggior parte dei pazienti, la pielonefrite ha una forma latente cronica. Le persone vivono vite ordinarie, spesso senza nemmeno sapere della presenza di malattie renali per molti anni.

Ma in alcuni pazienti ci sono frequenti ricadute, il tessuto renale subisce gravi cambiamenti infiammatorio-distrofici, a seguito dei quali possono svilupparsi ipertensione arteriosa secondaria, insufficienza renale cronica, urosepsi..

Queste complicazioni possono peggiorare significativamente la prognosi non solo della malattia sottostante, ma anche la durata e la qualità della vita..

Prevenzione

Poiché la polienefrite è una malattia renale prevalentemente cronica, la prevenzione principale è prevenire le recidive.

Con frequenti esacerbazioni della malattia, si consiglia una terapia anti-ricaduta antibatterica mensile per un ciclo di 1-2 settimane:

  • durante la prima settimana del mese si usa il succo di mirtillo rosso o il decotto di rosa canina, 3-4 bicchieri al giorno;
  • poi, per due settimane, viene utilizzato un decotto di erbe medicinali - tè ai reni, che viene venduto in ogni farmacia;
  • uno dei farmaci antibatterici viene utilizzato durante l'ultima settimana del mese.

La durata di tale trattamento anti-ricaduta della pielonefrite può durare da 3 mesi a diversi anni.

Per prevenire lo sviluppo di pielonefrite nei bambini, i genitori dovrebbero monitorare la pulizia dei genitali, specialmente nelle ragazze, evitare l'ipotermia, trattare tempestivamente le infezioni del tratto gastrointestinale e le malattie respiratorie.

Un posto importante nelle misure preventive per prevenire le ricadute appartiene al trattamento termale:

  • Zheleznovodsk (territorio di Stavropol) - sanatori "Mineral Waters" e "Mountain Air". In questi sanatori, creati in epoca sovietica (Mountain Waters è stata fondata nel 1911 come sanatorio per bambini), il trattamento renale specializzato viene effettuato utilizzando metodi unici: acque speciali, fango, procedure di fisioterapia;
  • Krainka (regione di Tula) - un sanatorio unico nel suo genere, dove il trattamento multidisciplinare di molte malattie, comprese le malattie renali, viene effettuato con acque minerali e bagni speciali;
  • Sairme (Georgia) è l'area di villeggiatura più bella e unica, dove si trovano sorgenti con acque medicinali. Per il trattamento delle malattie renali, l'acqua viene utilizzata dalla primavera n. 1.

La dieta dei pazienti con pielonefrite cronica, se non c'è ipertensione arteriosa, non differisce dalla dieta abituale di una persona sana. Con poliuria, grandi perdite di sodio nelle urine, è richiesto un aumento dell'assunzione dei suoi sali.