Colica renale

Un attacco di dolore acuto derivante da un'improvvisa violazione del deflusso di urina si verifica nelle seguenti condizioni:

  • Malattia da urolitiasi;
  • Discesa del rene con uretere attorcigliato;
  • Lesione renale;
  • Tubercolosi della pelvi renale;
  • Pielonefrite: acuta e cronica - nella fase acuta;
  • Tumore ai reni.

La colica renale si verifica più spesso con l'urolitiasi. I fattori di rischio per il suo sviluppo sono i seguenti motivi:

  • Soffre di urolitiasi di parenti di sangue;
  • Perdita di liquidi nel corpo - uno stato di esicosi;
  • Febbre prolungata, accompagnata da aumento della temperatura corporea;
  • Malattia renale: pielonefrite, infezioni delle vie urinarie che portano a deformità cicatriziali, restringimento delle vie urinarie;
  • Errori nella nutrizione, assunzione di cibi o medicinali difficili da sciogliere.

La colica renale nella pratica clinica si verifica nel 10% degli uomini e nel 5% dei casi di emergenza nelle donne. L'urolitiasi colpisce le persone in età lavorativa: dai 30 ai 50 anni. Nella metà dei casi, un attacco di dolore acuto si ripete dopo un po ', cioè ha la tendenza a ricadere.

Colica renale, meccanismo di sviluppo

Quando il lume è bloccato dal tartaro o dalla compressione dell'uretere dall'esterno, il passaggio dell'urina è disturbato. Continua ad essere prodotto, ma poiché il deflusso è compromesso, si accumula nella pelvi renale, causando edema del tessuto renale. I recettori segnalano uno stiramento del sistema calice-bacino, un segnale di allarme entra nel midollo spinale, formando un punto focale di sovratensione del recettore. Dopo un po ', gli impulsi del dolore raggiungono la corteccia cerebrale..

Sintomi di colica renale

Indipendentemente dalla fonte del verificarsi, il sintomo principale di qualsiasi colica è il dolore acuto (lancinante). Con danni agli organi addominali, il dolore si verifica nell'addome e nella parte bassa della schiena. Quando si sviluppa una colica renale, i suoi sintomi sono in qualche modo diversi dal dolore nelle coliche di altra localizzazione..

La natura del dolore in caso di danni alle vie urinarie:

  • Improvvisa, costanza, crampi;
  • Durata abbastanza lunga: da alcuni minuti a 12 ore;
  • L'incapacità di prendere una posizione del corpo in cui il dolore si attenua.

La colica renale nei bambini è accompagnata dalla comparsa di dolore nella zona dell'ombelico, che è accompagnata da un aumento della temperatura corporea a 37,5 ° C, vomito e grave paura.

Quando c'è un blocco dell'uretere nelle donne in gravidanza, il carattere crampi imita l'inizio del travaglio, tuttavia, l'utero ha un tono normale, ma si notano manifestazioni disuriche: aumento della frequenza di minzione con una piccola quantità di urina escreta.

A seconda della posizione del blocco dell'uretere, la colica renale dà diversi dolori riflessi, i cui sintomi indicano la localizzazione anatomica dell'ostruzione delle vie urinarie. La pietra "viaggiante" si ferma al restringimento dell'uretere e in ogni caso si nota una diversa prevalenza del dolore:

  • La bocca nella regione del bacino renale si trova nella regione centrale della cavità addominale;
  • L'intersezione con le arterie della regione iliaca - la superficie esterna della coscia e la regione dell'inguine;
  • La bocca della vescica è l'addome inferiore;
  • All'interno della parete della vescica - l'uretra.

La colica renale risultante ha sintomi che non solo interessano il sistema urinario, ma l'intero corpo nel suo insieme. L'ostruzione ureterale è spesso accompagnata dai seguenti sintomi:

  • Vomito;
  • Ostruzione intestinale paralitica;
  • Vertigini, svenimenti;
  • Aumento della pressione sanguigna;
  • Polso raro.

Contrariamente alla credenza popolare, l'ematuria (sangue nelle urine) compare solo quando la colica renale si risolve. Cioè, la pietra lascia il tratto urinario. Di norma, la dimensione del tartaro inferiore a 0,5 cm contribuisce all'auto-separazione insieme all'urina in uscita. Le pietre si trovano nelle urine sotto forma di sabbia fine, la cui separazione è anche accompagnata da dolore acuto.

Nei casi in cui la colica renale si sviluppa sullo sfondo del cancro, l'ematuria si verifica immediatamente, contemporaneamente al dolore lombare.

Trattamento delle coliche renali

Quando si chiarisce la diagnosi utilizzando un esame ecografico su un sensore portatile, i pazienti sono soggetti a ricovero di emergenza nei seguenti casi:

  • Mancanza di effetto dalle misure terapeutiche;
  • Sviluppo di complicazioni;
  • Rene singolo o coinvolgimento simultaneo di due ureteri.

Se la colica renale si verifica per la prima volta, il trattamento viene eseguito in un ospedale. Questo è necessario per scoprire la causa della patologia renale. Quando la somministrazione di antispastici e antidolorifici ha un effetto positivo, il paziente non viene ricoverato, ma i dati su di lui vengono trasferiti alla clinica per l'osservazione ambulatoriale.

Poiché Promedol ei suoi analoghi causano un forte rilassamento, a seguito del quale la pietra si muove in modo incontrollabile lungo l'uretere, a seguito della quale il volume dell'operazione aumenta più volte, ad oggi, la colica renale non viene alleviata dagli stupefacenti!

Per alleviare il dolore acuto, vengono somministrati farmaci che bloccano i principali mediatori del dolore: le prostaglandine. Per questo vengono utilizzati analgesici non narcotici..

Colica renale, emergenza

Per l'auto-aiuto, ma non per l'automedicazione, sono state sviluppate alcune linee guida che aiutano a far fronte al dolore prima che arrivi un'ambulanza. Per un dolore lieve e una diagnosi ben nota di urolitiasi, fare un bagno caldo può aiutare. In assenza di condizioni per fare il bagno, quando inizia la colica renale, le cure di emergenza sono limitate all'assunzione di un antispasmodico (no-shpy) e all'applicazione di una piastra riscaldante calda sulla parte bassa della schiena.

Si consiglia di raccogliere l'urina per l'analisi prima dell'arrivo del medico. Un test di laboratorio tempestivo è così importante che spesso salva la vita di un paziente.

Video di YouTube relativo all'articolo:

Le informazioni sono generalizzate e fornite solo a scopo informativo. Al primo segno di malattia, consultare il medico. L'automedicazione è pericolosa per la salute!

Colica renale

Nel tempo, la maggior parte delle persone inizia a provare disagio nella parte bassa della schiena. Molto spesso non pensano che questi dolori possano significare esattamente coliche ai reni. Molte persone pensano che questi sintomi scompariranno nel tempo, il che significa che potrebbero sentirsi meglio dopo pochi giorni. Ma così facendo, i pazienti aggravano il processo della malattia. La soluzione corretta in questa situazione sarebbe quella di visitare un medico specialista in grado di identificare le cause specifiche di questo sintomo..

Cause di un attacco

La causa più comune di colica renale è l'urolitiasi. Allo stesso tempo, il tratto urinario è ostruito da calcoli chimici. I più comuni includono: urati, fosfati, ossalati, struviti, colesterolo e placche di sale. Se non ti sbarazzi di tali calcoli in tempo, si verificheranno conseguenze disastrose, fino alla morte inclusa..

La colica renale praticamente non si verifica nei bambini e negli adolescenti, principalmente le persone di mezza età e gli anziani ne soffrono. Cambiamenti nella vita, circostanze familiari, problemi, battute d'arresto e dolori mentali possono perseguitare una persona proprio durante gli anni di un organismo già formato. In connessione con i disturbi psicologici ed emotivi esistenti, l'età gioca un ruolo significativo anche nella colica renale emergente.

La prossima causa comune dello sviluppo di convulsioni è la dieta. Cibo inadeguato e non bere abbastanza liquidi possono causare ingombri del sistema urinario. In questo caso, tutti i condotti che si estendono dai reni alla vescica traboccano di pietre, che causano forti dolori nella regione lombare. In questa condizione, i reni sono instabili e richiedono un trattamento immediato..

La colite renale si verifica nella maggior parte dei casi negli uomini, ma secondo le statistiche mediche, le donne si lamentano di questo sintomo non meno e non sanno perché ciò sta accadendo. Sulla base di ciò, possiamo dire che lo sviluppo del dolore lombare è principalmente associato a malattie e condizioni concomitanti, tra cui:

  • malattia da urolitiasi,
  • pielonefrite, cistite,
  • gravidanza, inclusa ectopica,
  • trauma lombare (urinario),
  • aderenze chirurgiche,
  • policistica, tubercolosi renale,
  • tumore benigno o maligno.

La presenza di tali disturbi insieme alla colica renale può indicare che il lume delle vie urinarie è ristretto dai calcoli formati ed è necessario un trattamento immediato. Per l'autoaffermazione, è molto più facile identificare l'urolitiasi dai sintomi esistenti, che è anche considerato un punto importante.

Il segno più caratteristico della colica renale è il dolore stesso, che si manifesta nel lato destro o sinistro con acutezza e acutezza. Se la colite è a destra, il rene destro è colpito, se fa male a sinistra, quindi, di conseguenza, quello sinistro. Gli spasmi possono tormentare il paziente da entrambi i lati, a causa di un decorso complesso. Il paziente avverte un dolore insopportabile nella regione lombare, che in seguito si irradia all'area dell'inguine o anche alle gambe. Con movimenti improvvisi, la minzione, i dolori lancinanti si intensificano e non consentono al paziente di eseguire alcuna azione, a volte non è nemmeno possibile mentire in uno stato calmo. Possono durare per un tempo considerevole, a seconda della negligenza dell'urolitiasi. Pertanto, non dovresti aspettare che lo spasmo si risolva, ma chiama immediatamente un'ambulanza.
Gli attacchi di colica renale si verificano raramente in un bambino piccolo. In questo caso, i sintomi sono localizzati non nella parte lombare, ma nell'addome. I genitori spesso confondono questi dolori con qualsiasi altra condizione del bambino (formazione di gas nello stomaco, appendicite, avvelenamento). In questi casi, sarà corretto consultare un medico per bambini e non indovinare la causa della sofferenza del bambino..
Con un forte dolore arriva una febbre alta, che complica notevolmente le condizioni del paziente. In questo caso compaiono i seguenti sintomi: debolezza generale, sete, a volte brividi, anche se il corpo può bruciare, febbre, sudore freddo, sensazione di nausea, aumento della pressione sanguigna.
In nessun caso la temperatura dovrebbe aumentare, poiché ciò può essere fatale. Si consiglia di controllare periodicamente la pressione e installare un termometro. Tale monitoraggio è essenziale per il primo soccorso per la colica renale prima dell'arrivo del personale medico..
Il riflesso del vomito è inaspettato, variabile, indipendentemente dall'assunzione di cibo. Molto spesso ciò è dovuto a uno shock doloroso. In ogni caso, qualcuno dovrebbe essere con il paziente per monitorare le sue condizioni e prevenire incidenti..
La colica renale porta a una falsa minzione, che è associata a un blocco del tratto urinario. Tuttavia, non c'è bisogno di dubitare che, insieme all'urina, piccoli calcoli lasceranno il corpo, il dolore si attenuerà e il paziente si sentirà meglio. Quando il paziente viene urinato, il fluido urinario avrà una tinta rossastra, che indica danni ai dotti da pietre appuntite. Andare in bagno è doloroso, a volte appena sopportabile, quindi è consigliabile avere un assistente nelle vicinanze.
La colica nei reni ha sintomi terribili, quindi in questi casi è sempre necessaria l'assistenza medica. I medici esperti dovrebbero esaminare il paziente, ascoltare i reclami e quindi condurre una diagnosi approfondita.

Diagnosi di colica renale

Dopo che il paziente è stato portato in ospedale, viene inviato all'ufficio di un nefrologo, un medico specialista che si occupa di patologie dei reni e dell'intero sistema urinario. Per cominciare, il medico chiede informazioni sulle condizioni del paziente, quali sintomi sono comparsi di recente, misura la pressione e la temperatura e palpa i reni su entrambi i lati (palpazione). Quindi la diagnosi primaria gli sarà chiara, dopo di che verrà inviato alle seguenti procedure diagnostiche ed esami:

  • Analisi delle urine. Vengono determinati indicatori di eritrociti, leucociti, proteine, pH, glucosio e altri. Allo stesso tempo, il pH non deve superare 7, non ci sono proteine ​​o un valore fino a 0,033 g / l, il glucosio è assente o un valore fino a 0,8 mmol / l, eritrociti e leucociti non sono più del normale, l'urina senza condizioni patologiche deve essere giallo paglierino, trasparente, nessun odore pungente.
  • Chimica del sangue. Se il valore di creatinina e urea viene superato, questo indica la presenza di urolitiasi, rispettivamente, attacchi di colica renale.
  • Raggi X della cavità addominale. Viene eseguito per identificare malattie concomitanti e per valutare lo stato degli organi interni.
  • Ultrasuoni dei reni e della vescica. L'ecografia renale può rilevare minuscoli calcoli che potrebbero bloccare il sistema urinario e causare dolore.
  • Urografia endovenosa. Attraverso una vena, un medico inietta un mezzo di contrasto di una preparazione speciale, quindi esegue i raggi X. Ciò gli consentirà di valutare il funzionamento e le condizioni generali dei reni del paziente, nonché dei loro reparti..
  • Cromocistoscopia. Una procedura dolorosa che viene eseguita più spesso in anestesia. Il dispositivo cistoscopico viene inserito attraverso l'apertura del pene, quindi vengono esaminate le vie urinarie, l'uretere, le loro condizioni e la presenza di calcoli. Viene somministrata un'iniezione endovenosa con l'introduzione di indigo carmine, che dovrebbe colorare di blu l'urina. Se entro 15 minuti durante la minzione l'urina non ha una tale tonalità, il paziente ha ICD..
  • RM e TC. La risonanza magnetica viene eseguita per valutare le condizioni dei reni: dimensioni, struttura, pervietà delle vie, presenza di tumori, pietre, lesioni. La procedura dura circa mezz'ora e la tomografia computerizzata solo 5-10 minuti, il che consente di esaminare rapidamente un paziente gravemente malato.

Con la colica renale nei bambini, viene eseguito un esame utilizzando un'ecografia. La diagnostica viene eseguita con ogni paziente per determinare le patologie esistenti, valutare e anche fare una diagnosi accurata. Tuttavia, prima dell'ospedale, se il paziente è in gravi condizioni, è necessario eseguire il primo soccorso..

Primo soccorso

Se un paziente avverte tutti i sintomi della colica renale ed è sicuro di soffrire della presenza di calcoli nel sistema urinario, il primo passo è fermare il dolore applicando calore nell'area in cui si avvertono gli spasmi. Per questo, il paziente viene posto su una piastra elettrica calda e avvolto in una coperta per eliminare le sensazioni dolorose. Allo stesso tempo, respira profondamente e cerca di muoverti di meno. Tuttavia, se ci sono altre malattie infiammatorie e si osserva una temperatura elevata, il corpo del paziente non deve essere esposto al contatto termico..
Con attacchi di dolore insopportabile, è consentito assumere farmaci antispastici e antinfiammatori: Baralgin, Ketorol, Papaverin, No-shpa, Spazmalgon. I diuretici sono vietati, poiché non è consigliabile visitare il bagno prima dell'arrivo di un medico specialista, in modo che possa valutare correttamente le condizioni del paziente e confermare la diagnosi.

Sollievo dal dolore

Dopo l'arrivo dei paramedici, è necessario informarli delle procedure di pronto soccorso eseguite. Dopo aver specificato ciò, il paziente viene esaminato, la temperatura e la pressione sanguigna vengono misurate e vengono sondati i luoghi di localizzazione della colica. In casi estremi, i farmaci antidolorifici vengono somministrati per via endovenosa o intramuscolare: diclofenac, ketamina, platifillina.
Ulteriore sollievo dal dolore continua in ambiente ospedaliero. Il paziente viene posto sotto un contagocce usando farmaci: No-shpy, Papaverin, Baralgin. La colica renale può persistere a lungo, quindi il paziente è sempre sotto la supervisione di professionisti medici. Forse la nomina di farmaci diuretici - Indapamide, Kanefron, Fitolizin, Urolesan, poiché i dolori possono calmarsi solo quando i calcoli lasciano naturalmente il sistema urinario. Se l'urolitiasi è in uno stato trascurato e le pietre non sono in grado di uscire da sole, sono necessarie cure di emergenza, viene eseguito un intervento chirurgico.

Trattamento delle coliche renali

La terapia per attutire gli spasmi del dolore nella colica renale viene eseguita in modo medicamentoso. Se gli attacchi di dolore sono minori, puoi bere antispastici e diuretici per rimuovere le pietre ancora non formate dal corpo in modo indolore: Cyston, Tsistenal, Fitolizin. I dolori vengono leniti da un caldo bagno al sale marino, mentre viene controllata l'assenza di pressione e temperatura corporea. A volte, se possibile, al paziente vengono somministrate iniezioni di analgesici in modo che l'effetto sia molto più rapido..
Altrimenti, se le scorte mediche non salvano a lungo dagli attacchi nella parte bassa della schiena, la minzione è rara e dolorosa, mentre le condizioni del paziente sono depresse e appare una sensazione di nausea, dovresti assolutamente andare in ospedale.

Dieta per coliche renali

Le manifestazioni dell'urolitiasi hanno un esito pericoloso e difficile, che causa un dolore insopportabile. Per alleviare i crampi e sbarazzarsene completamente, devi seguire una certa dieta..
Consigliato da usare:

  • prodotti a base di latte fermentato (kefir, yogurt, latte, formaggio),
  • frutta e verdura fresca (cetrioli, anguria, albicocche, melone, pere),
  • brodi magri (a base di pollo, tacchino),
  • pesce di mare bollito (melù, merluzzo, sgombro, nasello, storione),
  • una grande quantità di liquido (compreso il succo di mirtillo rosso e il decotto di rosa canina).

Con coliche renali e per accelerare la rimozione dei calcoli dal sistema urinario, infusi e decotti di piante medicinali, tra cui: Camomilla, Centaurea, Salvia, Ginepro, Equiseto, Ortica, Menta, foglie di betulla, saranno utili per il corpo.
I seguenti alimenti e ingredienti saranno influenzati negativamente:

  • burro e pasticcini fritti (pasticcini, crostate, pagnotte, ciambelle),
  • carne grassa (maiale, agnello, manzo),
  • preparazioni in scatola (marinate, sottaceti, adjika, cavoli, funghi),
  • prodotti contenenti caffeina (cioccolato, caffè, cacao),
  • bevande gassate.

È importante monitorare la tua salute e non aggravare i prodotti con una composizione chimica, una grande quantità di spezie e spezie, aspettare un po 'con l'alcol. Nel peggiore dei casi si possono formare grosse pietre e nessuna dieta può aiutare, sarebbe consigliabile andare solo in un istituto medico.

Previsione

I pazienti che hanno sperimentato la sindrome da colica renale ricorderanno a lungo questi tormenti, perché anche dopo averli eliminati, è necessaria la terapia farmacologica per curare tutte le tracce profonde di calcoli nel sistema urinario. Il trattamento tempestivo delle malattie che hanno portato ad attacchi nella parte bassa della schiena eviterà complicazioni e intervento chirurgico, pertanto, l'algoritmo terapeutico per una persona malata dovrebbe essere preso sul serio.

Complicazioni

Nonostante il gran numero di prognosi favorevoli dopo attacchi renali, ci sono ancora complicazioni che possono causare la morte. Ciò è facilitato dalla negligenza dell'urolitiasi. Quando il tratto urinario è bloccato dai calcoli, l'urina non può passare tranquillamente all'uretere e alla vescica, quindi si verifica il ristagno e l'intossicazione dell'intero organismo. Il paziente presenta sintomi quali: secchezza delle fauci, sudore freddo, pressione sanguigna bassa, perdita di coscienza. Una condizione così prolungata può portare a conseguenze disastrose. In questo caso si sviluppa insufficienza renale, pielonefrite acuta, avvelenamento del sangue, shock settico.
Un attacco di colica renale può rendere una persona disabile. Un frivolo appello al tuo corpo porta solo al peggior risultato, quindi è molto importante monitorare ogni sintomo, contattare un medico specialista in modo tempestivo e seguire le sue raccomandazioni.

Misure preventive

Per non formare calcoli renali, non c'è ristagno di urina, non ci sono attacchi di coliche renali, vanno evitate malattie legate al sistema urinario. Si consiglia vivamente di consumare molta acqua pulita, garantire una dieta equilibrata, esercizio fisico e ginnastica speciale. In presenza di malattie infettive e infiammatorie, è necessario trattarle correttamente e in tempo. Eseguire periodicamente esami del sangue e delle urine, sottoporsi a visita medica annuale e esame ecografico.
La colica renale è pericolosa e può apparire impercettibilmente in ogni abitante della popolazione. All'inizio è asintomatico, poi si presenta con attacchi di dolore acuto insopportabile nella regione lombare. Per non conoscere condizioni così gravi, è necessario monitorare rigorosamente la propria salute, in caso di malessere, rivolgersi immediatamente a un medico, non cercare di anestetizzare il sintomo da soli. Questi semplici principi salveranno una persona dai calcoli renali e dalle sofferenze indesiderate..

Colica renale

Informazione Generale

La colica renale (codice ICD-10 - N23) è un attacco doloroso pronunciato di natura acuta, causato da un blocco meccanico delle vie urinarie, che impedisce il deflusso di urina dal rene stesso e, di conseguenza, interrompe il processo di normale minzione.

Questa condizione dolorosa può svilupparsi a causa di una serie di malattie urologiche, ma nella stragrande maggioranza dei casi, il suo aspetto è preceduto dall'urolitiasi. La colica renale è considerata dalla medicina ufficiale come una condizione grave e urgente che richiede un intervento specialistico urgente volto ad alleviare rapidamente il dolore e normalizzare ulteriormente la funzionalità del sistema urinario.

Patogenesi

La colica renale è intrinsecamente un'occlusione acuta (ostruzione) del tratto urinario superiore a causa di compressione esterna o blocco interno. Il forte dolore che accompagna la colica renale si manifesta a causa della contrazione del riflesso spastico del tessuto muscolare dell'uretere, un aumento della pressione intralocale idrostatica, edema del parenchima, stasi venosa, stiramento della capsula renale fibrosa e ischemia del rene, che porta a una forte irritazione dei recettori sensibili del dolore.

Ci sono tre fasi di sviluppo della colica renale, vale a dire:

Fase acuta

Un attacco doloroso si verifica all'improvviso, spesso sullo sfondo di uno stato di salute completamente normale. Se ciò si verifica durante il sonno, un forte dolore induce il paziente a svegliarsi. In caso di veglia, puoi fissare con sicurezza l'ora di insorgenza della colica renale.

L'intensità del dolore è generalmente costante, ma può peggiorare nel tempo, raggiungendo gradualmente il suo picco in un periodo di circa diverse ore. Il livello di dolore dipende dalla sensibilità personale della persona e dal tasso di aumento della pressione del fluido nell'uretere e nella pelvi renale. Con un aumento della frequenza delle contrazioni dell'uretere, l'elemento che impedisce il deflusso dell'urina può spostarsi, il che più spesso causa la ripresa o l'intensificazione del dolore.

Fase costante

Di solito si manifesta dopo alcune ore, quando la sensazione di dolore raggiunge il limite limite e può protrarsi per un tempo piuttosto lungo. Questa fase è caratterizzata per il paziente dal più alto grado di dolore, che in alcuni casi può durare fino a 12 ore, ma il più delle volte dura 2-4 ore. È durante questa fase che i pazienti di solito cercano aiuto medico, poiché è semplicemente impossibile sopportare un tale dolore per molto tempo..

Fase di decadimento

La fase finale della colica renale inizia dopo l'eliminazione della causa che compromette la pervietà delle vie urinarie, che può verificarsi con o senza assistenza medica. Durante questo periodo, c'è un forte sollievo dal dolore e, in futuro, una graduale diminuzione della sua intensità fino a quando non si ferma completamente. Con l'autoeliminazione dell'occlusione (ad esempio, quando esce un calcolo), il dolore può scomparire in qualsiasi momento dopo un focolaio di colica renale.

Classificazione

Convenzionalmente, la colica renale può essere suddivisa in diverse varietà, a seconda di determinati fattori esterni e interni..

Focalizzando il dolore principale

  • lato sinistro;
  • lato destro;
  • bilaterale.

Dal tipo di patologia

  • prima apparso;
  • ricorrente.

A causa del verificarsi

  • colica sullo sfondo di calcoli renali;
  • colica sullo sfondo della pielonefrite;
  • colica sullo sfondo della crescita di un tumore perineale;
  • colica sullo sfondo di sanguinamento renale;
  • colica sullo sfondo di patologie vascolari nello spazio perirenale;
  • colica, causa non specificata.

Cause di coliche renali

La causa della colica renale è una varietà di ostacoli meccanici che interrompono o bloccano completamente il deflusso di urina dall'uretere e dalla pelvi renale. Come accennato in precedenza, nella maggior parte dei casi (57,5%), si sviluppa un attacco di colica renale quando un calcolo (calcolo) viene pizzicato in qualsiasi parte dell'uretere, corrispondente al tipo di urolitiasi diagnosticata nel paziente (ossalati, urati, fosfati, ecc.).

Inoltre, a volte i coaguli di pus o muco prodotti nella pielonefrite, così come papille rigettate necrotiche o masse caseose formate nella tubercolosi renale, possono entrare nel lume dell'uretere.

Inoltre, le stenosi ureterali, la distopia renale o la torsione o l'attorcigliamento dell'uretere, che si verificano con la nefroptosi, possono provocare coliche renali. A sua volta, la compressione esterna delle vie urinarie è abbastanza spesso osservata nei tumori renali (adenocarcinoma papillare), nei tumori della prostata (cancro o adenoma prostatico) e nell'uretere. Inoltre, la colica renale può essere causata da ematomi subcapsulari e retroperitoneali post-traumatici, compresi gli ematomi che si formano dopo la litotripsia extracorporea..

Altre cause che contribuiscono all'insorgenza della colica renale sono associate a patologie congestizie o infiammatorie delle vie urinarie. Ad esempio, attacchi di dolore simili si sviluppano spesso con prostatite, idronefrosi, uretrite, periuretrite (nel caso di edema della mucosa segmentaria acuta) e flebostasi venosa nella piccola pelvi. Occasionalmente la colica renale accompagna patologie vascolari acute delle vie urinarie e si manifesta con embolia o trombosi delle vene renali, nonché infarto renale. Allo stesso modo, occasionalmente la colica nei reni si verifica in anomalie renali congenite, come: rene spugnoso, acalasia, megacalicosi, discinesia, ecc..

Rene sano e rene con idronefrosi

Di solito un attacco di colica renale non è direttamente correlato all'intensità dell'attività fisica, tuttavia cibo o bevande in abbondanza, situazioni di stress, scosse stradali, sollevamento pesi, cadute dall'alto e diuretici possono contribuire al suo sviluppo.

Sintomi di colica renale

La sintomatologia classica della colica renale è il dolore grave e crampi, più spesso sentito nella regione lombare o nell'angolo costale-vertebrale. Un attacco così doloroso è caratterizzato dalla repentinità della sua insorgenza in qualsiasi momento della giornata e dalla rapidità della sua crescita. Dalla colonna lombare, il dolore può diffondersi all'ileo e regione mesogastrica, retto, cosce e genitali, mentre la localizzazione, l'intensità e l'irradiazione del dolore possono cambiare (ad esempio, quando un calcolo si muove lungo l'uretere).

Durante il periodo di colica renale, i pazienti sono in uno stato di ansia costante e si agitano, poiché tentano senza successo di dare al loro corpo una posizione che allevierà almeno leggermente il dolore. In questo momento, hanno una maggiore voglia di urinare, a volte in condizioni di disuria (volubile). In assenza di tale, l'urina escreta è talvolta macchiata di sangue. Nella sua analisi generale, possono essere presenti eritrociti lisciviati, piccoli calcoli, proteine ​​e coaguli di sangue.

Spesso, la colica renale è accompagnata da secchezza delle fauci, tenesmo (tagli, bruciore, dolori al retto), crampi all'uretra, flatulenza, fioritura bianca sulla lingua, vomito. Sullo sfondo si possono notare temperatura subfebrilare, tachicardia, ipertensione moderata e brividi. In caso di dolore molto intenso, è possibile la formazione di uno stato di shock (pallore della pelle, ipotensione, sudore freddo, bradicardia, svenimento). Se il paziente ha un rene, possono successivamente svilupparsi anuria o oliguria.

La colica renale deve essere necessariamente differenziata da altre condizioni dolorose accompagnate da dolore lombare e / o addominale, quali: appendicite acuta, nevralgia intercostale, pancreatite acuta, ernia intervertebrale, colecistite, torsione testicolare, trombosi mesenterica, epididimorchite, sonde Tratto gastrointestinale, gravidanza ectopica, torsione delle gambe della cisti ovarica, ecc..

Sintomi di colica renale nelle donne

Con la colica renale, i sintomi del dolore nelle donne si spostano molto spesso dalla zona lombare all'inguine, al lato interno di una delle cosce e ai genitali. Possono anche lamentarsi spesso di un forte dolore alla vagina. In questo caso, nelle donne, è importante riconoscere i segni della colica renale nel tempo e non confonderla con patologie ginecologiche con sintomi dolorosi simili. Ad esempio, una sindrome del dolore simile, accompagnata da nausea, brividi, un forte calo della pressione sanguigna, vomito, pallore della pelle, ecc., Può essere osservata quando i tubi dell'utero si rompono.

Sintomi della colica renale negli uomini

Lo sviluppo della colica renale nella popolazione maschile presenta alcune differenze rispetto a quello delle donne. L'attacco doloroso iniziale si diffonde molto rapidamente lungo l'uretere fino all'addome inferiore e quindi cattura i genitali. I sintomi del dolore più acuti negli uomini si manifestano nel pene, cioè nella sua testa. A volte si può avvertire dolore nelle regioni anale e perineale. Gli uomini, di regola, sperimentano più spesso l'impulso di urinare, il che è piuttosto difficile e abbastanza doloroso.

Analisi e diagnostica

Quando si effettua una diagnosi di colica renale, il medico è guidato dall'anamnesi raccolta, dal quadro oggettivo osservato della condizione dolorosa e dagli studi strumentali.

Nel processo di colica renale, alla palpazione, la colonna lombare dovrebbe rispondere con dolore e il sintomo di Pasternatsky (dolore quando si tocca lungo uno degli archi costali) deve essere nettamente positivo.

Dopo che un attacco acuto di dolore si attenua e in caso di continuo deflusso di urina, viene effettuato il suo esame, che nella maggior parte dei casi mostra la presenza di coaguli di sangue o eritrociti freschi, composti proteici, sali, detriti epiteliali, leucociti ed eventualmente sabbia.

A sua volta, vengono mostrate l'urografia e la radiografia normale dell'intera cavità addominale, il che consente di escludere altre patologie addominali. Su urogrammi e radiografie è possibile riconoscere la pneumatosi intestinale, un'ombra ispessita in caso di danno renale, nonché un "alone di rarefazione" nella regione dei tessuti perirenali, che si sviluppa con il loro edema. L'urografia endovenosa mostrerà cambiamenti nei contorni della pelvi renale e dei calici, spostamento del rene, possibile flessione dell'uretere e altri cambiamenti interni che aiuteranno a stabilire la causa della colica renale (nefroptosi, calcoli nell'uretere, nefrolitiasi, idronefrosi, ecc.).

L'esecuzione di una cromocistoscopia durante un attacco di colica ti consentirà di conoscere la completa assenza o il ritardo nel rilascio di indigo carmine dall'uretere bloccato e in alcuni casi aiuterà a rilevare emorragia, edema o un calcolo trattenuto alla bocca dell'uretere.

L'ecografia è considerata il metodo ideale di esame primario. Per studiare lo stato del sistema urinario, viene eseguita l'ecografia dei reni, delle vie urinarie e della vescica; per escludere altre patologie addominali - ecografia della piccola pelvi e della cavità addominale.

È possibile stabilire la causa esatta della colica renale con l'aiuto di moderni studi tomografici (TC e MRI).

Trattamento delle coliche renali

Cosa fare con la colica renale?

Al primo sospetto di colica renale, dovresti contattare immediatamente uno specialista e chiamare un'ambulanza a casa tua. Altrimenti, c'è un rischio molto alto che il paziente sviluppi gravi complicazioni che possono portare a insufficienza renale, morte renale e persino morte. In caso di tentativi indipendenti di alleviare il dolore, si consiglia di non assumere farmaci (diuretici, analgesici, antispastici, ecc.) Prima dell'arrivo del medico, poiché possono lubrificare il decorso del quadro clinico della malattia e rendere difficile una diagnosi iniziale accurata che ha portato alla colica renale.

Di norma, la maggior parte dei pazienti adulti con questa patologia viene ricoverata in un ospedale urologico. I pazienti pediatrici e anziani, le donne incinte e le persone con un solo rene devono essere ricoverati. Il trattamento della colica renale a casa (in regime ambulatoriale sotto la supervisione di un medico), in rari casi, può essere effettuato con sindrome da dolore moderato e assoluta certezza che la causa della colica renale sono piccoli calcoli che possono fuoriuscire spontaneamente.

Algoritmo di cure di emergenza per la colica renale

Senza un'adeguata formazione medica ed esperienza in questo settore, è quasi impossibile determinare con precisione un attacco di colica renale in se stessi, specialmente nel caso della sua prima comparsa, e quindi il primo soccorso per questa condizione e il suo trattamento a casa dovrebbero essere limitati alle seguenti azioni.

Pronto soccorso prima che arrivi l'ambulanza

  • Mettere il paziente a letto, dare al suo corpo una posizione antidolorifica (i reni dovrebbero essere sopra il livello della vescica) e avvolgere una coperta.
  • Se continui a urinare, posiziona un contenitore vicino al letto per raccogliere l'urina (è vietato trattenere lo stimolo).
  • Se la minzione è gravemente compromessa, l'assunzione di liquidi deve essere limitata..
  • Se non ci sono dubbi sul verificarsi di coliche renali come conseguenza dell'urolitiasi, è possibile riscaldare la regione lombare con una piastra elettrica (37-39 ° C) o mettere il paziente in un bagno di acqua calda per 15-20 minuti (prima di alleviare il dolore nella colica renale in questo modo, dovresti assolutamente assicurati che non ci sia pielonefrite).
  • Con convulsioni ripetute e una fiducia al cento per cento nella successiva violazione della pietra nel lume dell'uretere, è consentito alleviare il dolore con l'aiuto di un farmaco anestetico (ad esempio, Diclofenac o Ketorolac), nonché fermare lo spasmo con un agente antispasmodico (ad esempio, Drotaverina o Buscopan).

Dopo l'arrivo di un'ambulanza, l'algoritmo medico per le cure di emergenza si presenta così.

Pronto soccorso condotto da un medico dell'ambulanza

  • Raccolta di anamnesi e informazioni sull'insorgenza e lo sviluppo di uno stato di malattia.
  • Formulazione di una diagnosi primaria basata sui dati ottenuti e sulle procedure mediche.
  • Sollievo dal dolore con analgesici.
  • Rimozione dello spasmo utilizzando antispastici.
  • Consegna del paziente al reparto ospedaliero corrispondente alla diagnosi iniziale.

In ospedale, il trattamento della colica renale negli uomini e il trattamento della colica renale nelle donne sono sostanzialmente identici, ad eccezione di alcune procedure relative alle caratteristiche strutturali di un particolare sistema riproduttivo, che verranno discusse di seguito.

Colica renale, trattamento in uomini e donne in un ospedale

In primo luogo, se un forte dolore persiste in ospedale, possono essere utilizzati antispastici, analgesici o metodi di sollievo dal dolore più forti, inclusi il blocco dei nervi e l'anestesia epidurale.

L'ulteriore terapia della colica renale viene selezionata individualmente dal medico, in base alle condizioni del paziente e alla malattia che l'ha causata:

  • Quando piccoli calcoli attraversano l'uretere, il trattamento è solitamente limitato alla nomina di farmaci antispastici e analgesici fino alla completa uscita del tartaro;
  • In caso di blocco dell'uretere, cercano inizialmente di rimuovere l'ostruzione con farmaci (costringono l'ostacolo a uscire da solo o si dissolvono) e, se fallisce, usano la litotripsia;
  • Il trattamento della pielonefrite richiederà da 10 a 21 giorni e viene effettuato principalmente con antibiotici;
  • Quando l'uretere è attorcigliato sullo sfondo della nefroptosi (prolasso del rene), prima viene mostrato il paziente che indossa una benda speciale ed esercizi fisici che aiutano a rafforzare la struttura muscolare e, in caso di complicanze (presenza di pietre, ipertensione arteriosa, pielonefrite), può essere necessario un intervento chirurgico.
  • La stenosi ureterale (restringimento del lume canalare) viene corretta solo chirurgicamente.
  • I tumori addominali che provocano torsione o attorcigliamento dell'uretere devono essere asportati con o senza chemioterapia.

I dottori

Stupin Vyacheslav Vladimirovich

Konoma Svetlana Mursalovna

Samko Andrey Anatolievich

Medicinali

Rimedi antispastici

Per ridurre la gravità dello spasmo del tratto urinario, che contribuirà al loro rilassamento e possibilmente all'uscita indipendente del tartaro o di altri ostacoli, in ambiente ospedaliero vengono prescritti antispastici iniettabili principalmente a base di drotaverina cloridrato:

In caso di intolleranza personale a questo principio attivo o alla sua azione insufficiente, ricorrono ai suoi analoghi:

Rimedi per alleviare il dolore

Gli antidolorifici primari per la colica renale appartengono al gruppo degli analgesici non steroidei e dei farmaci combinati, che, in questa patologia, possono risolvere contemporaneamente due problemi paralleli. In primo luogo, riducono la formazione di derivati ​​dell'acido arachidonico, che agiscono come agenti dei recettori del dolore, alleviando così il dolore derivante dallo stiramento delle pareti della capsula renale e, in secondo luogo, riducono la filtrazione glomerulare e riducono la pressione sul glomerulo del fluido.

Come nel caso precedente, la preferenza è data agli analgesici iniettabili, tra i quali ci sono:

Per il dolore grave persistente, a volte vengono utilizzati oppiacei (ad esempio, morfina solfato), tuttavia, tali farmaci dovrebbero essere usati con estrema cautela, poiché oltre alla sedazione e alla depressione respiratoria, causano dipendenza nel tempo.

Con il sollievo delle condizioni del paziente e la necessità di continuare la terapia, è possibile passare a farmaci spasmodici e analgesici sotto forma di compresse o supposte.

Procedure e operazioni

In caso di dolore particolarmente intenso, il medico curante in ospedale può bloccarlo con una soluzione di novocaina, che viene iniettata nel legamento rotondo uterino per le donne e nel corpo del cordone spermatico per gli uomini. Il blocco perirenale precedentemente utilizzato per la colica renale, quando la novocaina viene iniettata nel tessuto perirenale, oggi non è raccomandato, poiché può danneggiare un rene già malato, rendendo così ancora più difficile il lavoro. Se, dopo il blocco della novocaina, il dolore rimane allo stesso livello, viene considerata la questione di altri metodi di trattamento, compresa la chirurgia.

Nel caso in cui il medico non sia riuscito ad alleviare la sofferenza del paziente con i farmaci, può essere utilizzato il cateterismo ureterale. Se, durante l'esecuzione di questa manipolazione, il medico riesce a bypassare il blocco dell'uretere con un catetere, viene rimossa tutta l'urina precedentemente accumulata, il che porta al paziente sollievo tanto atteso e allevia significativamente i sintomi dolorosi della colica renale.

Se è impossibile eseguire il cateterismo e non vi è alcun progresso attraverso l'uretere del calcolo, viene mostrato l'uso della litotripsia, che è uno dei modi più efficaci per frantumare i calcoli. In questo caso si può ricorrere alla litotrissia ad onde d'urto remote (onde d'urto che frantumano direzionalmente i sassi in piccole parti, che successivamente si spengono spontaneamente), nefrolitotripsia percutanea (distruzione di un tartaro mediante un endoscopio inserito attraverso una microincisione nella pelle) e litotripsia da contatto (frantumazione di un un ureteroscopio inserito nell'uretra).

Se è necessario rimuovere una piccola stenosi dell'uretere, può essere asportata utilizzando la chirurgia endoscopica. Se le vie urinarie vengono schiacciate per colpa di un vaso sanguigno, è possibile eseguire una procedura laparoscopica, durante la quale il medico taglia l'uretere, sposta il vaso necessario sul suo dorso e sutura l'incisione. Con una vasta area delle aree colpite e l'impossibilità della loro escissione, viene eseguita un'operazione per sostituire le aree interessate dell'uretere, utilizzando il tessuto intestinale del paziente.

In caso di colica renale dovuta a torsione o attorcigliamento dell'uretere, che ha portato a varie formazioni tumorali della cavità addominale, si consiglia di ricorrere all'intervento chirurgico. Se il tumore è benigno, viene asportato per prevenire la malignità cellulare (l'acquisizione delle caratteristiche di un tumore maligno da parte delle cellule di un tumore benigno). In caso di presenza di tumori di grandi dimensioni, viene applicato il loro trattamento complesso, compresa la chirurgia e l'ulteriore radioterapia. Per il cancro inoperabile, la chemioterapia è indicata in combinazione con la radioterapia.

Trattamento con rimedi popolari

Per prevenire il verificarsi di coliche renali, la medicina tradizionale consiglia le seguenti ricette.

Buccia di mela

Tre volte al giorno, bere 200 ml di acqua calda con polvere mescolata (1 cucchiaio. L.) Dalla buccia di mela essiccata.

Ravanello

Al mattino a stomaco vuoto, mangia un'insalata di ravanello crudo o bevi un bicchiere di succo appena spremuto di questo ortaggio (puoi anche bere 200 ml di linfa di betulla al giorno a stomaco vuoto).

Equiseto

Tre volte ogni 24 ore, portare dentro 0,5 tazze di infuso di equiseto, che si prepara cuocendo a vapore 20 g di erba secca tritata in 200 ml di acqua bollente per 30 minuti.

Giorni di digiuno

Regolarmente, una volta alla settimana, organizza i giorni di digiuno con anguria fresca, mele o cetrioli.

Colorante robbia

Assumere per via orale "Colorante Madder" (venduto in farmacia sotto forma di compresse) 1 pz. 3 volte al giorno, dopo aver sciolto la compressa in 200-250 ml di acqua tiepida;

Succo di limone

Per ottenere la completa scomparsa di piccoli sassi o sabbia per poche settimane, puoi bere il succo di un limone intero 2-3 volte al giorno, mescolato con 100-150 ml di acqua calda.

Verdura fresca

Da tre a quattro volte al giorno, bere 100-150 ml di succhi di barbabietola, carote e cetrioli appena spremuti mescolati in parti uguali.

Radici di rosa canina

Per sciogliere le pietre in piccoli granelli di sabbia, si consiglia di bere 4 volte al giorno 0,5 tazze di brodo dalle radici di rosa canina schiacciate, 2 cucchiai. l. che andrà bollito in 200 ml di acqua per 10 minuti, quindi insistere fino a quando non si raffredda, avvolto in una coperta.

Fiori e frutti di rosa canina

Puoi anche combattere le pietre con l'aiuto di un infuso di frutti e fiori di rosa canina, insistendo 1 cucchiaino per due ore. di questa materia prima in un bicchiere di acqua bollente e uso quotidiano al posto del tè.

Semi di lino

Entro 2 giorni, ogni 2 ore si consiglia di bere 100-150 ml di brodo di semi di lino, preparato facendo bollire 1 cucchiaino. semi di lino in un bicchiere d'acqua (l'infuso risultante è abbastanza denso e quindi può essere diluito con acqua).

Erba poligono

Tre cucchiaini di erba poligono fresca tritata devono essere infusi in 400 ml di acqua bollente per 4 ore, quindi bere 0,5 tazze tre volte al giorno prima dei pasti.

Erba di ortica

Un cucchiaio (con un vetrino) di erba di ortica essiccata deve essere infuso per 30 minuti in 1 bicchiere di acqua bollente e preso 3 volte ogni 24 ore, 1 cucchiaio.

Radici di bardana

Le radici di bardana tritate secche in un volume di 10 grammi devono essere bollite per 20 minuti in 200 ml di acqua e bevute 1 cucchiaio. l. tre volte al giorno.

Va ricordato che tutti i farmaci tradizionali sopra descritti non hanno una comprovata efficacia in termini di distruzione delle concrezioni, e possono influire negativamente anche su altri organi interni del corpo umano. L'uso incontrollato di queste prescrizioni senza consultare un medico può essere dannoso per la salute..

Prevenzione della colica renale

Al fine di prevenire la formazione di calcoli renali, che sono la principale causa di colica renale, la medicina ufficiale consiglia di assumere farmaci come Cyston, Uralit-U, Fitolysin e vari preparati erboristici corrispondenti. La selezione di tali farmaci profilattici e l'opportunità del loro uso devono essere effettuati da uno specialista (nefrologo, urologo).

Trattamento e sintomi della colica renale negli uomini

Di norma, i sintomi della colica renale negli uomini si sviluppano a causa dell'intrappolamento di una pietra nel lume dell'uretere con una precedente urolitiasi con diversa localizzazione delle pietre. Questa patologia può essere osservata a qualsiasi età, tuttavia, la maggior parte dei depositi di calcoli renali si trova negli uomini adulti nel periodo da 20 a 40 anni ei calcoli vescicali si trovano più spesso nei ragazzi con stenosi ureterali congenite e negli uomini anziani con adenoma prostatico.

Il sintomo principale della colica nei reni negli uomini, vale a dire un forte dolore, appare inizialmente su un lato della regione lombare, dopodiché può diffondersi nell'uretere, dandolo al testicolo e al pene. Allo stesso tempo, i rappresentanti del sesso più forte spesso sperimentano un dolore particolarmente acuto alla testa del pene. Oltre alle manifestazioni dolorose già descritte sopra, un attacco di colica negli uomini è spesso accompagnato da secrezione purulenta, sanguinolenta e mucosa nelle urine. Insieme al dolore specifico, un tale sintomo indica lo sviluppo della colica renale, poiché indica i processi infiammatori che si verificano nell'uretere.

Il primo soccorso e l'ulteriore trattamento della colica renale negli uomini sono pienamente coerenti con le raccomandazioni generali, ma rispetto alla terapia nelle donne, il rilascio del tartaro di solito richiede più tempo, poiché l'uretra maschile è molto più lunga. Per lo stesso motivo, è difficile eseguire alcune manipolazioni mediche, ad esempio la cateterizzazione dell'uretere.

Trattamento e sintomi della colica renale nelle donne

I sintomi della colica renale nelle donne possono manifestarsi a qualsiasi età e sono generalmente simili a quelli degli uomini. La principale differenza tra la sindrome del dolore è che, originata nella regione lombare, successivamente si diffonde molto spesso nell'interno della coscia e nei genitali e può anche essere avvertita nell'utero. Dolori simili e altri sintomi di colica renale che l'accompagnano (brividi, nausea, ipertermia, abbassamento della pressione sanguigna, ecc.) Una donna può sperimentare con molte altre patologie della sfera ginecologica, e quindi in questo caso è estremamente importante fare correttamente la diagnosi iniziale e confermarla in ospedale.

Oltre alle patologie intra-addominali (ulcera perforata, attacco di appendicite, pancreatite acuta, ostruzione intestinale, ecc.), La colica renale nelle donne può essere confusa con malattie come:

  • rottura di una cisti ovarica o torsione delle gambe;
  • infiammazione acuta delle appendici uterine;
  • aborto tubarico;
  • perforazione di tubi;
  • gravidanza extrauterina;
  • apoplessia ovarica.

Tutte queste condizioni rappresentano una seria minaccia per la salute e persino la vita di una donna, e quindi il primo soccorso per la loro individuazione e l'ulteriore trattamento dovrebbero essere adeguati e corrispondere alla patologia nota.

Colica renale nei bambini

Rispetto ai pazienti adulti, i bambini sperimentano la colica renale in modo leggermente diverso. La sindrome del dolore, di regola, si sviluppa in essi nella regione ombelicale ed è accompagnata da nausea e spesso vomito. La temperatura corporea rimane normale o sale a subfebrile. Il dolore spasmodico grave di solito dura circa 15-20 minuti, dopo di che c'è un breve periodo di relativa calma con un'ulteriore ripresa del dolore. Durante un attacco, il bambino è estremamente irrequieto, spesso piange e non riesce a trovare un posto per se stesso.

Alle prime manifestazioni di tale dolore e altri sintomi negativi, si consiglia ai genitori del bambino di provare a metterlo a letto e, se possibile, calmarlo, quindi chiamare immediatamente un'ambulanza, informando il supervisore della gravità della situazione. In questo caso, il ricovero è obbligatorio, poiché è urgentemente necessario scoprire la causa principale della patologia e iniziare il suo trattamento il prima possibile. Dopo aver interrotto un attacco acuto, è necessario eseguire un esame completo del bambino per scoprire il quadro generale del suo stato di salute e per adottare misure preventive adeguate in futuro..

Colica renale durante la gravidanza

A causa della loro condizione, le donne in gravidanza sono a rischio di sviluppare patologie renali, comprese le coliche, poiché durante la gestazione i reni funzionano in modalità "emergenza". Ecco perché lo stato dei reni e del resto del sistema urinario durante questo periodo deve essere monitorato con particolare attenzione, visitando regolarmente il ginecologo, l'urologo e superando i test delle urine.

In questo senso, il 3 ° trimestre di gravidanza è estremamente importante e allo stesso tempo pericoloso, poiché è durante esso che si verifica più spesso la colica renale, che, a causa dei suoi forti dolori spasmodici, è categoricamente controindicata per le donne in gravidanza. Questa condizione può provocare contrazioni involontarie dell'utero, che possono causare aborto spontaneo o parto prematuro. A sua volta, una donna incinta può confondere il dolore colico con contrazioni incipienti o condizioni patologiche di natura acuta.

In ogni caso, se viene rilevato un forte dolore durante la gravidanza, è meglio non prendere il farmaco da solo, ma chiamare urgentemente un'ambulanza che porterà il paziente in ospedale. È severamente vietato eseguire procedure termiche prima dell'arrivo del medico. Il trattamento domiciliare massimo consentito dovrebbe essere limitato all'assunzione di un antispastico relativamente sicuro, ad esempio No-Shpy o Papaverina.

Dieta per coliche renali

Dieta per coliche renali

  • Efficienza: effetto terapeutico dopo una settimana
  • Termini: 2 mesi o più
  • Costo del cibo: 1100-1200 rubli a settimana

Dieta per calcoli renali di ossalato

  • Efficacia: nessun dato
  • Termini: 1-3 mesi
  • Costo dei prodotti: 1800-2000 rubli. per una settimana

Dieta per l'urolitiasi

  • Efficienza: effetto curativo dopo 2 settimane
  • Tempistica: costantemente
  • Costo del cibo: 1300-1400 rubli. in settimana

Dieta per la pielonefrite

  • Efficienza: effetto terapeutico dopo 10 giorni
  • Termini: 6-12 mesi
  • Costo del cibo: 1300-1400 rubli a settimana

Dopo il trattamento della colica renale, al fine di prevenire il ripetersi del suo sviluppo, i medici raccomandano al paziente di rivedere la propria dieta e di aderire a una certa dieta corrispondente alla condizione identificata in termini di presenza di determinate pietre.

Prodotti consentitiProdotti limitatiAlimenti vietati
Oxaluria
  • zucca;
  • cavolo;
  • Pane bianco;
  • albicocche;
  • patate;
  • cereali;
  • banane;
  • piselli;
  • meloni;
  • pere;
  • cetrioli;
  • uva;
  • olio vegetale.
  • un pesce;
  • carota;
  • Manzo;
  • mele;
  • fagiolo verde;
  • ravanello;
  • cicoria;
  • ribes;
  • cipolla;
  • fegato;
  • pomodori;
  • aspic;
  • tè forte;
  • una gallina;
  • Latticini.
  • spinaci;
  • brodi;
  • cacao;
  • prezzemolo;
  • cioccolato;
  • rabarbaro;
  • barbabietola;
  • sedano;
  • Acetosa.
Uraturia
  • latticini (al mattino);
  • patate;
  • decotto di avena / orzo;
  • cavolo;
  • crusca di frumento;
  • cereali;
  • frutta;
  • alga marina;
  • albicocche secche / prugne secche;
  • pesce / carne magra (tre volte a settimana);
  • pane di segale / frumento.
  • Manzo;
  • piselli;
  • una gallina;
  • fagioli;
  • coniglio.
  • brodi di pesce / carne;
  • tè forte;
  • pesce azzurro;
  • cacao;
  • frattaglie;
  • caffè;
  • Maiale;
  • cioccolato;
  • Lenticchie;
  • cibo in scatola;
  • fegato.
Fosfaturia
  • burro / olio vegetale;
  • barbabietola;
  • ciliegia;
  • cetrioli;
  • riso;
  • carota;
  • Fragola;
  • semolino;
  • prugne;
  • prodotti a base di farina di 1a e più alta qualità;
  • pere;
  • anguria;
  • patate;
  • albicocche;
  • cavolo;
  • pomodoro.
  • acqua leggermente alcalina;
  • Manzo;
  • panna acida;
  • Maiale;
  • latte;
  • salsicce bollite;
  • semola di mais;
  • uova;
  • farina di 2 ° grado.
  • acqua alcalina;
  • formaggio / ricotta;
  • fegato;
  • cereali (farina d'avena, grano saraceno, orzo perlato, miglio);
  • una gallina;
  • legumi;
  • cioccolato;
  • pesce / caviale.
Cistinuria
  • acqua leggermente alcalina (aumento del consumo di alcol);
  • patate;
  • pesce / carne (al mattino);
  • cavolo.
-
  • fiocchi di latte;
  • funghi;
  • un pesce;
  • formaggio;
  • uova.

Conseguenze e complicazioni

L'assistenza prematura alla colica renale o una terapia impropria possono causare:

  • pielonefrite ostruttiva in forma acuta;
  • stenosi dell'uretere;
  • shock batteremico (dovuto all'esposizione a batteri patogeni);
  • urosepsis (promozione dell'infezione oltre i confini del sistema urinario);
  • ridotta funzionalità renale;
  • morte renale.

Previsione

In caso di trattamento adeguato e tempestivo della colica renale, la prognosi per l'ulteriore condizione del paziente è quasi sempre favorevole. Seguire una dieta appropriata dopo un attacco può ridurre significativamente la possibilità di recidiva di questa dolorosa condizione in futuro..

Elenco delle fonti

  • Komyakov, BK Urology [Testo]: libro di testo / BK Komyakov. - Mosca: GEOTAR-Media, 2011.-- 464 p. : malato. - Bibliografia: p. 453. - Voce. decreto.: p. 454-462.
  • Una guida per i medici di emergenza / Mikhailovich V.A. - 2a ed., Rivista. e aggiungi. - L.: Medicina, 1990.-- S. 283-286. - 544 p. - 120.000 copie - ISBN 5-225-01503-4.
  • Pushkar, D. Yu. Urologia funzionale e urodinamica [Testo] / D. Yu. Pushkar, G. R. Kasyan. - Mosca: GEOTAR-Media, 2014 - 376 p. : malato. - (Medico specialista B-ka. Urologia). - Bibliografia. alla fine del cap. - Articolo decreto.: p. 373-376.
  • Urologia [Testo]: cuneo. fiumi. / ch. ed. N. A. Lopatkin; Cresciuto. sugli urologi. - Mosca: GEOTAR-Media, 2007 - 352 p. : tab. - Bibliografia. alla fine dei capitoli. - Articolo decreto.: p. 343-347.
  • Hinman, F. Operative urology [Testo]: atlas / F. Hinman; per. dall'inglese. ; ed. Yu. G. Alyaeva, V. A. Grigoryan. - Mosca: GEOTAR-Media, 2007 - 1192 p. : malato. - Articolo decreto.: p. 1103-1132. - Bibliografia: p. 1133-1191.

Istruzione: laureato alla Vinnitsa National Medical University dal nome NI Pirogova, Facoltà di Farmacia, istruzione superiore farmaceutica - specialità "Farmacista".

Esperienze lavorative: Lavoro nelle catene di farmacie "Konex" e "Bios-Media", specializzate in "Farmacista". Lavora nella specialità "Farmacista" nella catena di farmacie "Avicenna" nella città di Vinnitsa.