Lo sviluppo dell'urolitiasi negli uomini e i tipi di trattamento

L'urolitiasi (sinonimo: urolitiasi) è una comune malattia urologica caratterizzata dalla deposizione di cristalli nel sistema urinario. L'urolitiasi è spesso causata da una cattiva alimentazione. Fino al 10% dei russi ha sofferto di nefrolitiasi almeno una volta nella vita. L'età media di incidenza è di 40 anni. Anche con una terapia di successo, il "tasso di ricaduta" è piuttosto alto. Nell'articolo analizzeremo il trattamento della urolitiasi negli uomini.

Nella classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione (ICD-10), l'urolitiasi è designata dai codici N20-N23.

Comprensione generale dell'urolitiasi e dei tipi di calcoli

Il 2-3% degli uomini in Russia ha sintomi di calcoli alla vescica. Sebbene i calcoli vengano spesso rimossi da soli, il rischio di recidiva è piuttosto alto: la possibilità di una nuova malattia è di circa il 50-60%. Gli uomini hanno tre volte più probabilità di soffrire di urolitiasi rispetto alle donne.

Spesso, l'urolitiasi negli uomini è un sintomo e non una malattia indipendente. Nella maggior parte dei casi, la causa principale può essere identificata utilizzando metodi diagnostici chimico-clinici e strumentali..

Caratteristiche del decorso dell'urolitiasi

I calcoli urinari sono composti per il 90% da cristalli e per il 10% da materiale organico. Le sostanze coinvolte nella formazione dei calcoli sono presenti nelle urine in forma disciolta in ogni persona: ossalato, fosfato di calcio, struvite, acido urico o cistina. Sono anche chiamate sostanze litogeniche (formanti calcoli) e vengono escrete quotidianamente dal corpo nelle urine..

Cause e fasi di sviluppo delle pietre

Se la concentrazione dei singoli composti litogenici supera i limiti fisiologici, si formano calcoli. Se diversi cristalli si combinano e questa condizione persiste per molto tempo, alla fine si formeranno delle pietre..

Nel corpo umano, le sostanze litogeniche e litolitiche sono in equilibrio. I soppressori della cristallizzazione sono anche chiamati "inibitori della litogenesi". Nelle persone sane, impediscono la concentrazione dell'urina:

  • citrato;
  • magnesio;
  • glicoproteine;
  • pirofosfato;
  • glicosaminoglicani.

L'assenza di composti litolitici aumenta la probabilità di formazione di cristalli. L'efficacia degli inibitori della litogenesi dipende anche dal pH delle urine e dalla concentrazione di sostanze chimiche che formano i calcoli. Si consiglia di assumere preparazioni di sabbia efficaci dopo aver consultato un medico.

I principali fattori di rischio che aumentano la probabilità di urolitiasi:

  • predisposizione ereditaria;
  • ipodynamia;
  • frattura recente;
  • assunzione di liquidi insufficiente;
  • sudorazione eccessiva;
  • somministrazione a lungo termine di vitamina D e calcio;
  • diabete;
  • gotta;
  • nefropatia;
  • iperparatiroidismo (ghiandola paratiroidea iperattiva);
  • tumore maligno.

La teoria della formazione di calcoli serve come base per il trattamento e la diagnosi dell'urolitiasi. Non è stato ancora dimostrato il motivo per cui sorgono pietre di varie forme. Alcuni tipi di cristalli crescono così lentamente da essere escreti naturalmente nelle urine..

Gli scienziati ritengono che le singole cellule renali muoiano e si calcifichino a causa di malattie degenerative o dannose per i reni. Quindi si formano in calcoli. Solo allora i nefroni morti e insieme a loro le pietre formate si dissolvono e impediscono il deflusso dell'urina.

Ma anche questo non spiega l'origine della maggior parte dei tipi di cristalli. Non solo l'eccesso di determinate sostanze o il danno renale formano una "pietra", ma anche l'interazione di molti fattori; quindi la malattia è spesso chiamata "multifattoriale".

Sintomi

I sintomi dell'urolitiasi negli uomini dipendono dalla posizione, dalle dimensioni e dalla mobilità delle pietre. I cristalli nel tessuto renale spesso non causano disagio e si trovano incidentalmente durante gli esami ecografici. Depositi di calcio nel calice renale presenti con lieve dolore laterale. In caso di danni alla mucosa, il sangue può penetrare nelle urine - micro-macroematuria. I calcoli vescicali possono bloccare il flusso di urina, causando sintomi di varia gravità negli uomini e richiedono un trattamento immediato.

Se i calcoli entrano nell'uretere, causano un dolore insopportabile. La colica renale è uno dei dolori più gravi e difficili da sopportare. I pazienti sviluppano convulsioni e disturbi della coscienza. Dolore causato dallo stiramento e dall'aumento dello stress sulle pareti.

La forma e la dimensione delle pietre varia notevolmente. Si va da una capocchia di spillo a grandi masse che possono essere rilevate solo mediante ultrasuoni o raggi X. L'ematuria e altri parametri biochimici possono essere rilevati mediante analisi dei sedimenti urinari.

La colica renale inizia improvvisamente sotto forma di dolore spasmodico e parossistico che si irradia lungo l'uretere verso l'uretra, i genitali o le cosce. A seconda della posizione della pietra, il dolore può andare dal rene all'addome inferiore fino all'inguine. Le fasi di rilassamento si alternano a periodi di forte dolore. I pazienti sono spaventati, irrequieti, a volte corrono in direzioni diverse. La pelle può diventare molto pallida.

Il dolore provoca il rilascio di prostaglandine, che aumentano il flusso sanguigno ai reni; aumenta anche la produzione di urina. Il fluido aumenta la pressione nell'uretere e quindi la sensibilità al dolore. I riflessi nervosi influenzano il sistema motorio del tratto gastrointestinale, che si manifesta con nausea, vomito e costipazione.

Rischio di complicazioni

La durata delle coliche può variare da pochi minuti a 17-20 ore. Un intervento rapido da parte di un medico può salvare la vita del paziente. A seconda del grado e della durata della chiusura dell'uretere, la condizione può portare a cambiamenti patologici nei reni. Tuttavia, anche con un blocco completo, il rene produrrà l'urina.

Esame del paziente

Nell'anamnesi (anamnesi), tutti i fatti che possono indicare una urolitiasi sono importanti. Una storia familiare di urolitiasi e fattori di rischio aiutano a identificare facilmente la causa del dolore. La chirurgia non solo sul rene stesso, ma anche sulla cavità addominale nel suo insieme può portare alla formazione di cristalli. Disturbi metabolici - gotta, cistinuria, iperparatiroidismo o trattamento con integratori di vitamina D - possono anche fornire informazioni importanti al medico.

Il metodo fondamentale della ricerca di laboratorio è l'analisi generale delle urine. Il medico può determinare il grado di possibile sanguinamento e la natura della pietra. Consente inoltre di trarre conclusioni sulla quantità di proteine ​​e sulla presenza di una concomitante infezione del tratto urinario..

Sono necessarie tecniche di imaging per determinare la posizione, le dimensioni e il numero di pietre. Un esame ecografico mostra se è presente un'ostruzione urinaria. L'urogramma può essere utilizzato per determinare la dimensione e la funzione dei reni, nonché il numero e la posizione dei calcoli. Tuttavia, dovrebbe essere fatto durante le coliche, poiché il mezzo di contrasto può portare a una maggiore urgenza di urinare e quindi a un aumento dei sintomi..

I sintomi possono essere causati da varie altre malattie. Pertanto, il medico deve escludere queste malattie nella sua diagnosi. Tali malattie sono riassunte dal termine "diagnosi differenziale":

  • Colica biliare e infiammazione acuta della cistifellea. Il dolore di solito si manifesta più in alto sotto l'arco costale destro e può irradiarsi alla spalla.
  • Malattie ginecologiche - cisti ovariche, gravidanza ectopica, fibromi staminali possono anche causare forti dolori. Il dolore è solitamente più profondo e non ha uno schema ricorrente, a differenza della colica renale.
  • Varie malattie addominali acute: diverticolosi sigmoidea, diverticolite, appendicite acuta o ostruzione intestinale.
  • Herpes zoster (herpes): la condizione può simulare le coliche.

Tipi di trattamento per l'urolitiasi

Il trattamento delle pietre nella vescica negli uomini è mirato alla causa principale e ai sintomi: spasmi e dolore. Una pietra di diametro inferiore a 8 mm esce spontaneamente dal corpo. I pazienti devono bere regolarmente abbastanza liquidi e rimanere idratati. La terapia medica e chirurgica è necessaria nei casi complicati.

Farmaci

La litolisi è la dissoluzione dei calcoli mediante la somministrazione di farmaci (compresse). Il principio è cambiare il pH delle urine, che porta alla lisciviazione e alla diminuzione dei cristalli. Le revisioni della litolisi differiscono in modo significativo.

Le seguenti misure sono consigliate per sciogliere i calcoli:

  • Uso di citrato di potassio (se è presente urato).
  • Aumento della produzione di urina fino a 2 litri al giorno.
  • Allopurinolo per abbassare l'acido urico urinario.

Chirurgia

È imperativo rimuovere una pietra con un diametro superiore a 8 mm, poiché può causare uremia ed essere fatale. Nella pratica medica viene utilizzato un laser, litotripsia extracorporea ad onde d'urto, nefrolitotripsia percutanea o chirurgia a cielo aperto (nello 0,2% dei casi). Dopo le procedure chirurgiche, si consiglia di andare in un sanatorio - un istituto medico e preventivo.

Metodi non chirurgici per rimuovere le pietre

Nell'80% dei casi, i calcoli lasciano il corpo spontaneamente. Si consiglia ai pazienti di attendere che i cristalli escano e di bere abbastanza liquidi. La dimensione della pietra non deve superare gli 8 millimetri, altrimenti è richiesto il ricovero del paziente.

Dieta

La dieta dipende dal tipo di cristallo. Per i calcoli di ossalato, si consiglia di ridurre il consumo di alimenti contenenti acido ossalico: rabarbaro, spinaci, acetosa, cavolo e soia. Se viene rilevata iperuricemia (aumento della concentrazione di acido urico nel sangue), è necessario ridurre l'assunzione di purine: carne, frattaglie, pesce.

Misure preventive e prognosi del trattamento

Il principale metodo di prevenzione è l'assunzione costante di liquidi (fino a 2-3 litri al giorno). L'acqua diluisce l'urina e favorisce il rilascio naturale della pietra. A volte è necessario assumere farmaci: inibitori della litogenesi (per la cistinuria) o xantoossidasi (per la gotta). Nella maggior parte dei casi, la prognosi è favorevole: oltre l'80% dei pazienti guarisce spontaneamente. Tuttavia, il 50% sviluppa una ricaduta nei primi 5 anni.

Non è consigliabile trattare l'urolitiasi a casa usando rimedi popolari non testati (miglio, semi di anguria). È necessario rimuovere qualsiasi manifestazione della malattia sotto la stretta supervisione di uno specialista qualificato..

Cause di urolitiasi negli uomini: sintomi e trattamento

L'urolitiasi o ICD è una delle malattie più comuni.

Viene diagnosticato in vari gruppi di popolazione, manifestato dalla formazione di calcoli nei reni, ureteri e vescica.

È considerata una malattia di natura urologica, nella fase iniziale si sviluppa senza sintomi pronunciati.

Il paziente deve affrontare manifestazioni di ICD solo quando inizia la colica e la pietra cambia la sua posizione.

Informazione Generale

La malattia è più spesso diagnosticata nei bambini o nei pazienti di età superiore ai 40 anni. Negli uomini, la malattia colpisce i reni, si verifica sullo sfondo di un'altra malattia di natura infettiva o infiammatoria.

L'ICD può verificarsi sullo sfondo della prostatite, nel qual caso i batteri passano dai tessuti della ghiandola prostatica agli organi del sistema genito-urinario e colpiscono i reni, gli ureteri o la vescica.

Il processo infiammatorio di natura cronica porta non solo allo sviluppo di ICD, ma anche alla formazione di adenoma prostatico

Molto spesso, l'ICD appare sullo sfondo di:

  • pielonefrite;
  • prostatite;
  • malattie sessualmente trasmissibili di varia eziologia.

Negli uomini, un'uretra lunga, per questo motivo l'infezione, una volta negli organi del sistema genito-urinario, colpisce spesso la sua mucosa. Quindi, in assenza di una terapia adeguata, si alza, interessando gli organi della ghiandola prostatica e dei reni.

Statistiche tra donne e bambini

Secondo le statistiche, dal 20 al 50% dei pazienti urologici sono uomini e donne ricoverati in ospedale con colica renale (il sintomo principale dell'urolitiasi).

Il 10-20% della massa totale dei pazienti sono bambini di varie età in cui sono stati trovati calcoli negli organi del sistema genito-urinario.

I segni di ICD nei bambini sono acuti e possono svilupparsi sia sullo sfondo di una predisposizione ereditaria, sia come complicanza dopo una precedente nefrite, pielonefrite o altra malattia renale.

Circa il 30% di tutte le donne ha sperimentato manifestazioni della malattia in una fase dello sviluppo.

Cause di occorrenza

La malattia si sviluppa con la comparsa nei reni di un piccolo granello di sabbia (sale di calcio, meno spesso magnesio), diventa ricoperta da un guscio, aumenta gradualmente di dimensioni e si trasforma in tartaro. Questo è un processo lungo che richiede diversi anni..

I segni di ICD nella fase iniziale sono completamente assenti, possono essere presenti i sintomi di un'altra malattia, che è diventata la "fase iniziale" per lo sviluppo dell'ICD,

Molto spesso si sviluppa di conseguenza:

  • malattie infettive o infiammatorie del sistema genito-urinario;
  • malattie ulcerative o infiammatorie dello stomaco (gastrite, colite, ulcera peptica);
  • malattie infiammatorie o infettive del sistema riproduttivo;
  • disturbi dei processi metabolici nel corpo;
  • uso sistematico di acqua dura e di bassa qualità.

Soffre di uomini che vivono nelle seguenti regioni:

  • Ural;
  • Altai;
  • Caucaso;
  • Nord.

I calcoli renali si formano per un lungo periodo di tempo, ma molto dipende dall'andamento della patologia. Se la malattia si sviluppa rapidamente, dopo alcuni anni, e talvolta anche mesi, a una persona viene diagnosticato un ICD.

Se la malattia non viene curata, i calcoli "irritano" il rene, provocano attacchi di processi infiammatori nei tessuti, portano a formazioni purulente negli organi.

Chi è a rischio:

  • uomini con gotta (depositi di sale nelle articolazioni);
  • pazienti con ipertensione arteriosa;
  • pazienti con vari disturbi endocrini;
  • uomini con anomalie nella struttura dei reni o predisposizione ereditaria alla malattia.

Una situazione patologica si crea quando l'acidità delle urine cambia, questo porta a varie conseguenze. A partire da impulsi frequenti e termina con la comparsa di segni di urolitiasi.

Sintomi della malattia

I sintomi dell'urolitiasi negli uomini dipendono direttamente dal fatto che la pietra sia nel rene o in quale altro organo. Se inizia a migrare, le sensazioni e le lamentele del paziente cambiano..

Calcolo renale

C'è un dolore caratteristico nella regione lombare, principalmente su un lato.

Sul suo background, ci sono frequenti impulsi di urinare (possibilmente con una sensazione di dolore), l'incapacità di prendere una posizione comoda, a causa del disagio.

C'è sangue nelle urine o secrezione purulenta (il pus indica un'infezione).

È di natura acuta, si spegne, ma dopo poco tempo riappare, può anche essere permanente.

Problema nell'uretere

C'è dolore, va nella zona dell'inguine, nell'addome inferiore, dà alla coscia. Ci sono molteplici, ma irragionevoli impulsi a urinare.

Se il calcolo ha completamente bloccato l'uretere, inizia l'accumulo di urina. Il liquido non può partire. Il risultato è un forte dolore (coliche).

Calcoli vescicali

C'è dolore nella parte inferiore dell'addome, che si irradia all'inguine e al perineo, impulso frequente (si verifica dopo uno sforzo fisico, quando si scuote o si solleva pesi). Disturbato dal dolore durante la minzione o vari movimenti.

Il calcolo entra nella vescica dall'uretere, può rimanere in questo organo per un certo tempo e poi uscire con l'urina, naturalmente.

Fasi di flusso

Ci sono 4 fasi principali del decorso della malattia, si distinguono per l'intensità dei sintomi:

  1. Esacerbazione (o fase acuta di sviluppo della malattia). In questa fase, una persona è preoccupata per un forte dolore, è principalmente localizzato nella regione lombare o nell'inguine, passa al perineo mentre la pietra migra. Durante questo periodo, il tartaro sta appena iniziando a muoversi, danneggiando i tessuti, con conseguente sangue nelle urine.
  2. Flusso latente o latente. I segni sono deboli o completamente assenti. A volte i pazienti lamentano dolori crampi derivanti dal movimento attivo. Ma le sensazioni si placano rapidamente. Il sangue nelle urine può apparire dopo lo sport attivo.
  3. Remissione. Questo periodo può durare diversi anni. La persona non è preoccupata per le principali manifestazioni dell'ICD. La remissione si verifica dopo il trattamento riuscito o il rilascio naturale di tartaro.

Misure diagnostiche

Diverse procedure vengono eseguite per aiutare a differenziare la malattia, molto spesso vengono prescritte:

  • Ultrasuoni dei reni con ureteri;
  • analisi generale e clinica delle urine (per rilevare l'ematuria);
  • meno comunemente urografia o radiografia renale.

Se necessario, il medico può integrare questo elenco con altri test o esami..

Terapie

L'urolitiasi negli uomini viene trattata in diversi modi, vale a dire:

  • terapia conservativa con farmaci;
  • interventi chirurgici di vario genere;
  • una combinazione di dieta e assunzione di decotti di erbe medicinali.

Quando si sceglie un metodo di trattamento, molto dipende dallo stato della persona e dallo stadio di sviluppo in cui si trova la malattia..

Trattamento conservativo

Questo è un trattamento con vari farmaci. La loro azione è volta a frantumare pietre direttamente nel corpo umano..

Cioè, le compresse aiutano a rimuovere la sabbia dal corpo, a frantumare piccoli sassi e assicurano il loro rilascio naturalmente, attraverso l'uretra.

I farmaci antinfiammatori non steroidei sono anche prescritti per alleviare il dolore, alleviare una persona dal tormento.

Se il vomito si è aperto, allora gli antiemetici, ma tali farmaci sono prescritti raramente.

Ancora meno spesso vengono prescritti antibiotici e antisettici, che aiuteranno a "estinguere" il processo infiammatorio e vengono dimessi solo se il paziente ha complicazioni di natura infettiva o batterica sullo sfondo dell'ICD.

Intervento operativo

Oggi, i calcoli renali vengono attivamente schiacciati con vari metodi, utilizzando un laser, ultrasuoni e corrente elettrica.

Se la pietra inizia a muoversi o la dimensione del calcolo lascia 10 mm o più, viene applicata la decisione di eseguire un intervento chirurgico addominale.

Ti permette di rimuovere la pietra, viene eseguito in anestesia generale ed è irto di complicazioni e un lungo periodo di recupero.

Aiuto in diverse fasi

Molto dipende dallo stadio di sviluppo dell'ICD e da dove si trova la pietra:

  1. Se il calcolo è nella vescica, può essere schiacciato in vari modi; in questo caso, la chirurgia addominale non viene eseguita. Eventualmente laparoscopia, procedura assistita da endoscopio.
  2. Se la pietra è nell'uretere, può essere schiacciata introducendo un catetere e viene eseguita anche la chirurgia addominale, se indicato.
  3. Se si trova un calcolo nel rene, può essere schiacciato o tagliato, meno spesso vengono eseguite procedure di natura laparoscopica o endoscopica. Ma molto dipende dalle condizioni e dal benessere del paziente..

etnoscienza

Questa è dieta e fitoterapia. La dieta è sviluppata dal medico curante, il trattamento a base di erbe può essere utilizzato come terapia ausiliaria, include:

  • preparazione di decotti di foglie e bacche di mirtillo rosso;
  • l'uso di preparati a base di erbe (su raccomandazione di un medico);
  • preparazione di tè renali specializzati che vengono venduti in farmacia.

Le difficoltà

Il problema principale è che la malattia è soggetta a ricadute. I disturbi metabolici sono difficili da eliminare completamente. Per questo motivo è opportuno seguire costantemente una dieta, evitare l'ipotermia, monitorare la qualità e la quantità di acqua consumata e adottare misure preventive.

Metodi di prevenzione

Si tratta di garantire un regime di consumo ottimale. E anche i medici raccomandano 1 volta in 10 giorni per organizzare un "giorno dell'acqua".

È necessario bere 1 litro d'acqua o un decotto di erbe al mattino a stomaco vuoto. Puoi sostituire l'acqua e il decotto alle erbe con l'anguria. Questo aiuterà a "pulire" i reni dalla sabbia e dai piccoli sassi..

L'ICD è una malattia che richiede un trattamento a lungo termine. In assenza di una terapia adeguata, l'urolitiasi causerà pielonefrite o altre patologie renali, con conseguente riduzione del flusso urinario e insufficienza renale.

Sintomi e trattamento dell'urolitiasi negli uomini

  • L'influenza di cattive abitudini

Come è l'urolitiasi negli uomini

Gli uomini si ammalano più spesso delle donne

I sintomi e il trattamento dell'urolitiasi negli uomini non differiscono in modo significativo da manifestazioni simili e dal trattamento di questo disturbo nelle donne. Tuttavia, gli uomini si ammalano più volte più spesso delle donne..

Forse ciò è dovuto alla loro caratteristica disattenzione allo stato di salute, nonché a una tendenza a cattive abitudini, violazioni del bere e dei regimi alimentari..

Inoltre, i rappresentanti della metà forte dell'umanità non si precipitano dal medico quando compaiono i primi sintomi della malattia, ma trascinano fino all'ultimo momento, quando il dolore non può più essere tollerato.

Inoltre, gli uomini hanno molte meno probabilità delle donne di essere esaminati per gli ultrasuoni, che possono rivelare inaspettatamente "sabbia" o calcoli renali. Dopotutto, la formazione di calcoli nella fase iniziale si verifica spesso senza sintomi evidenti..

Cari uomini, se state leggendo queste righe o vi parlate dei sintomi e del trattamento dell'urolitiasi negli uomini, il vostro coniuge, vi preghiamo di dedicare alcuni minuti della vostra attenzione a queste informazioni.

Insidiosità e pericolo di urolitiasi

L'urolitiasi, una malattia abbastanza comune negli uomini, si sviluppa a seguito di un cambiamento nella composizione chimica del sangue e di una violazione dell'equilibrio del sale marino nel corpo.

L'interruzione del normale metabolismo, porta alla deposizione di sali insolubili nel sistema urinario. Formano pietre di varia composizione chimica: fosfati, urati, ossalati, ecc..

L'accumulo di quantità eccessive di sali nei reni, nella vescica, negli ureteri è facilitato non solo da fattori interni, di cui si può leggere nell'articolo "Sintomi e trattamento dell'urolitiasi nelle donne". Alcune condizioni esterne di vita e nutrizione degli uomini causano la deposizione di sali in eccesso nelle urine..

Elencherò diversi fattori di rischio che contribuiscono alla formazione di calcoli renali:

  • abuso di cibi piccanti, salati e acidi;
  • regime di consumo insufficiente, in cui il sangue e l'urina si addensano;
  • malattie croniche dello stomaco e dell'intestino (ulcera peptica, gastrite, colite);
  • uno stile di vita sedentario che contribuisce alla violazione del metabolismo del calcio-fosforo;
  • anomalie congenite delle vie urinarie che impediscono il normale deflusso delle urine;
  • malattie del sistema urinario: idronefrosi, pielonefrite, cistite, nefroptosi, prostatite o adenoma prostatico, ecc.;
  • clima caldo, che causa sudorazione eccessiva, e con esso - e fluido, che aumenta la concentrazione di sale nel corpo;
  • composizione molto dura dell'acqua potabile, che contribuisce alla deposizione di sali nel sistema urinario, ecc..

L'insidiosità dell'urolitiasi è nel suo corso asintomatico da molto tempo. Calcoli renali, calcoli vescicali possono crescere per anni e non infastidire il paziente fino a quando non iniziano a muoversi o crescere a dimensioni tali da bloccare il deflusso di urina dal rene o dalla vescica. E questo, a sua volta, porta a coliche renali e infiammazioni purulente negli organi urinari..

Il pericolo di urolitiasi negli uomini sta nel fatto che un rilevamento prematuro e una terapia non qualificata possono causare una violazione del deflusso di urina sopra la pietra che si è spostata dal luogo della pietra e ha chiuso il lume dell'uretere. Il ristagno di urina, a sua volta, può essere infettato e causare pielonefrite purulenta, sepsi - avvelenamento del sangue, che può essere fatale.

Inoltre, il ristagno di urina nel rene provoca un aumento della pressione al suo interno e un disturbo delle sue funzioni, e nei casi più gravi porta alla decomposizione necrotica del rene, cioè alla sua morte.

L'esordio latente e i sintomi dell'urolitiasi negli uomini

All'inizio della malattia, quando il sedimento salino è una "sabbia" fine, all'uomo non importa se i cristalli non si muovono e non entrano nell'uretere.

Quando fuoriesce "sabbia" fine, si può avvertire una sensazione di bruciore durante la minzione e dolore a breve termine nella parte inferiore dell'addome.

Poiché le pietre possono essere localizzate nei reni, negli ureteri e nella vescica, i segni che indicano la loro presenza sono in qualche modo diversi l'uno dall'altro..

I calcoli renali di solito causano un dolore sordo nella parte bassa della schiena dal rene colpito. Il dolore aumenta dopo uno sforzo fisico, una guida tremante o movimenti improvvisi.

Gli eritrociti si trovano nelle urine, indicando la presenza di sangue a causa di una lesione del tratto urinario da una pietra in movimento.

Quando si trovano pietre e "sabbia" nell'uretere, un uomo avverte dolore all'inguine e al basso addome. Il dolore può irradiarsi alla coscia (superficie interna della coscia). La posizione della pietra nelle parti inferiori dell'uretere, fa sì che il paziente abbia frequenti impulsi di urinare.

L'opzione peggiore per il paziente è quando la pietra blocca completamente il lume dell'uretere o dell'uretra. In una tale situazione, l'urina, non avendo sbocco, viene rigettata nel rene e può essere infettata. Un tale attacco con dolore acuto, un improvviso aumento della temperatura, brividi, nausea e vomito è chiamato colica renale..

La presenza di pietre nella vescica si manifesta come dolore doloroso nell'addome inferiore, che si irradia all'inguine e allo scroto. Il paziente nota un aumento del dolore con improvvisi cambiamenti nella posizione del corpo. Se una pietra si è formata nella parte inferiore della vescica e ne impedisce parzialmente lo svuotamento, il flusso può essere interrotto durante la minzione. Il paziente deve cambiare posizione del corpo per urinare.

Come notato sopra, fino a quando le pietre non iniziano a muoversi, un uomo potrebbe non notare segni di urolitiasi. Quando la pietra si sposta dal suo posto e blocca il deflusso dell'urina, un attacco di colica renale con forte dolore, brividi, nausea e vomito, la cessazione della minzione richiede cure mediche immediate. In caso contrario, sono possibili gravi complicazioni, fino alla morte del rene inclusa..

Trattamento dell'urolitiasi negli uomini

Basato su una diagnosi approfondita

Il trattamento dell'urolitiasi negli uomini e nelle donne include un complesso di metodi conservativi, strumentali e chirurgici.

Tuttavia, è preceduto da una diagnosi approfondita, che include non solo l'ecografia, la tomografia computerizzata, ma anche studi di laboratorio sulla composizione biochimica del sangue e delle urine..

Solo dopo aver ricevuto tutti i risultati dell'esame e aver determinato la composizione chimica, le dimensioni e la posizione dei calcoli renali, il medico può prescrivere un trattamento individuale.

Terapia conservativa e dieta

Il trattamento conservativo sotto forma di dieta e l'assunzione di farmaci che prevengono la formazione di acido urico viene solitamente prescritto nelle fasi iniziali dell'urolitiasi, quando le pietre sono piccole fino a 0,5 mm.

La dieta è individuale per ogni paziente e dipende dal tipo di calcoli renali. Quali sono i tipi di calcoli nel sistema urinario umano, leggi nel materiale Sintomi e trattamento dell'urolitiasi nelle donne.

Quindi, durante la formazione degli urati, la dieta è limitata all'uso di cibi ricchi di proteine ​​(carne, funghi, noci, ecc.), Nonché cibi fritti e piccanti.

Se vengono identificati ossalato o calcoli di calcio, escludere acetosa, lattuga, spinaci, caffè, fragole, latticini dal cibo.

La presenza di calcoli di fosfato di calcio richiede di escludere latte, cibi piccanti e piccanti, limitando l'assunzione di frutti di bosco, patate, fagioli.

Il regime di bere deve essere osservato - almeno 2 litri di acqua al giorno in assenza di controindicazioni per il paziente. L'assunzione di sale è limitata. La fisioterapia viene utilizzata durante i periodi di remissione.

Il trattamento conservativo durante i periodi di remissione può includere rimedi popolari per il trattamento dell'urolitiasi. Ad esempio, dopo aver consultato il tuo medico, puoi prendere un infuso di erba lanosa Erva, che stimola il metabolismo del sale nel corpo..

Durante un attacco di colica renale, antidolorifici e antispastici, blocco della novocaina nell'area dei reni, vengono prescritte procedure termiche..

Trattamenti endoscopici e chirurgici

Nei casi in cui pietre di grandi dimensioni vengono frantumate con il metodo di frantumazione a distanza mediante radiazione elettromagnetica (con una dimensione della pietra non superiore a 1 cm), vengono utilizzati anche metodi endoscopici e chirurgici per rimuovere le pietre. La scelta dei metodi dipende dal tipo e dalla composizione chimica delle pietre..

In connessione con lo sviluppo di nuove tecnologie, i metodi per frantumare ed estrarre i calcoli dai reni, dall'uretere e dalla vescica vengono costantemente migliorati. Vengono utilizzati apparecchi che utilizzano ultrasuoni, laser, ecc. Per distruggere i calcoli renali..

Tuttavia, nei casi "avanzati" con complicanze e in presenza di controindicazioni per la frantumazione dei sassi, si deve ricorrere alla chirurgia a cielo aperto per curare l'urolitiasi.

Prevenzione delle malattie e rilevamento tempestivo

Per prevenire la malattia e le sue complicanze, prima di tutto, devi stabilire una regola per te stesso: una volta all'anno o due anni, condurre un esame ecografico dei reni. È inoltre necessario sottoporsi a esami di routine con un urologo, trattare tempestivamente malattie croniche concomitanti, nonché malattie infiammatorie delle vie urinarie.

In secondo luogo, osserva sempre il regime di consumo: almeno 1,5-2 litri di liquidi al giorno e restrizioni ragionevoli nella dieta di cibi piccanti, acidi e salati. Si possono bere tisane renali e altre utili per i reni, tisane.

Limita il consumo di birra e bevande alcoliche.

In terzo luogo, mantieni costantemente la tua forma atletica e controlla il tuo peso, poiché i movimenti attivi prevengono la deposizione di calcoli.

In quarto luogo, evitare il sovraccarico nervoso e l'ipotermia. Sbarazzati di critiche, rabbia e arroganza nel tuo carattere, poiché gli psicoterapeuti sostengono che l'eccessivo orgoglio e arroganza portano a malattie renali.

Se hai dolore nella regione lombare, dovresti contattare immediatamente un urologo.

Se ti è stata diagnosticata l'urolitiasi nella fase iniziale, segui rigorosamente le raccomandazioni del medico, prendi farmaci che abbattono le pietre.

Cari uomini! Mai auto-medicare, poiché ciò non farà che esacerbare la situazione. Ricorda: per curare l'urolitiasi e rivelare i suoi sintomi nascosti negli uomini, solo un medico esperto e qualificato può farlo..

Sii consapevole della tua salute!
Proteggi i tuoi reni!

Segni e metodi di trattamento della urolitiasi negli uomini

Il trattamento dell'urolitiasi negli uomini è un processo terapeutico complesso che mira a schiacciare depositi estranei con la formazione di frazioni più piccole. L'opzione ideale è macinare la pietra in uno stato di sabbia, che viene successivamente escreta all'esterno del corpo insieme all'urina. Più la pietra è stata frantumata in un uomo, meno è probabile che durante il periodo in cui escono le sue piccole parti, il paziente provi dolore o sensazione di bruciore. Consideriamo più in dettaglio come si manifesta l'urolitiasi negli uomini e studiamo anche i farmaci indicati per i calcoli renali.

I segni di urolitiasi negli uomini dipendono in gran parte dalla localizzazione dei depositi estranei, nonché dalla sua natura di origine. È formazione di sale, calcio, fosfato o appartiene alla categoria dei calcoli di acido urico. I sintomi e la natura delle loro manifestazioni differiscono a seconda dell'organo in cui si trovano i depositi..

Pietre nei reni

È considerata la malattia più grave, poiché i tessuti degli organi soffrono della presenza costante di formazione estranea nei dotti renali, si sviluppano processi stagnanti, il deflusso naturale delle urine e la funzione di pulizia del sangue dalle sostanze nocive vengono interrotti.

La malattia si manifesta con i seguenti sintomi:

  • una sensazione di forte dolore nella regione lombare, che copre uno o entrambi i lati della schiena (se i depositi sono in entrambi i reni), che si diffonde alla parte inferiore del torace (la sindrome del dolore è acuta e per alleviarla, un uomo deve prendere antidolorifici);
  • durante un viaggio in bagno, il sangue si trova nelle urine (l'abbondanza di secrezioni dipende dalla gravità della malattia, nonché da quanto gravemente sono danneggiati i tessuti degli organi, se si è sviluppato un processo infiammatorio acuto all'interno del rene);
  • il dolore si intensifica durante i movimenti improvvisi, quando si cammina velocemente, si cambia la posizione del corpo, si corre o si scuote forte;
  • durante la minzione, piccoli frammenti di pietra possono fuoriuscire naturalmente, provocando dolore lungo l'intera lunghezza dell'uretra.

I sintomi di urolitiasi negli uomini con localizzazione di depositi nei dotti renali non passano inosservati e il paziente ricorda un attacco di spasmi renali per il resto della sua vita.

Pietre all'interno dell'uretere

Dopo che la pietra ha lasciato la cavità dell'organo principale del sistema escretore, entra nell'uretere. I sintomi della malattia acquisiscono un quadro clinico completamente diverso, manifestandosi nelle seguenti sensazioni:

  1. la sindrome del dolore si sposta dalla colonna lombare all'area inguinale nell'addome inferiore (in questo caso, l'uomo lamenta una condizione dolorosa dei genitali, una sensazione di disagio all'interno del bacino);
  2. impulso multiplo e allo stesso tempo falso di urinare, in cui non viene rilasciata urina, o fuoriescono solo poche gocce (questo è tipico se il calcolo è bloccato nel segmento inferiore dell'uretere, smette di muoversi e irrita la mucosa del canale escretore);
  3. ristagno di urina e impossibilità di minzione naturale (l'uomo, come prima, beve il solito volume di liquido, ma il calcolo ha completamente bloccato il lume dell'uretere);
  4. spasmi intestinali, nausea e vomito (con urolitiasi negli uomini, questo sintomo è molto meno comune di quelli sopra elencati, ma il suo aspetto indica comunque un decorso acuto della malattia e la diffusione del processo infiammatorio agli organi addominali).

È possibile prevenire il blocco dell'uretere, ma per questo il trattamento farmacologico deve essere avviato in modo tempestivo in modo che la frantumazione della pietra venga eseguita direttamente all'interno del rene.

Depositi vescicali

Come i suddetti sintomi, i segni della presenza di calcoli nella cavità vescicale sono caratterizzati da sindrome del dolore acuto o doloroso. Quest'ultimo fattore dipende dalla dimensione del calcolo, dalla sua struttura, posizione e dinamica di avanzamento all'ingresso del canale urinario..

In questo caso, l'uomo sperimenta le seguenti sensazioni patologiche:

  • frequente bisogno di usare il bagno, che è presente sia di giorno che di notte (l'intervallo medio degli spasmi è di 15-20 minuti);
  • dolore pronunciato nell'addome inferiore, che si intensifica al momento della palpazione dell'area in cui si trova la vescica;
  • disagio nel perineo dalla ghiandola prostatica;
  • una sensazione di bruciore nell'uretra (il più delle volte si verifica al momento della minzione, se piccoli granelli di sabbia o frammenti di pietra iniziano a fuoriuscire naturalmente durante un viaggio in bagno).

È importante ricordare che la presenza nella vescica di un uomo di una o più pietre contemporaneamente interferisce con il deflusso dell'urina. Nel tempo, questo ha un effetto estremamente negativo sul lavoro dei reni, si sviluppa la pielonefrite cronica, che riduce la qualità del lavoro dell'organo..

Metodi terapeutici

I sintomi e il trattamento sono strettamente correlati, poiché i metodi di trattamento della condizione patologica dei reni sono selezionati in base al quadro clinico scoperto dal medico, nonché ai risultati di un esame completo degli organi del sistema genito-urinario. Esistono le seguenti tecniche terapeutiche volte a frantumare i calcoli renali negli uomini:

  1. conservativo (i farmaci sono usati per trattare l'urolitiasi, che si presentano sotto forma di compresse, gocce, iniezioni intramuscolari);
  2. impatto strumentale sul calcolo utilizzando la terapia ad onde d'urto (mostrato a uomini che soffrono di malattie concomitanti del fegato, del tratto gastrointestinale e non possono assumere pillole per molto tempo, o il loro uso non ha portato un effetto positivo);
  3. intervento chirurgico (chirurgia aperta con penetrazione nella cavità del rene o dell'uretere, che viene utilizzata se un uomo ha pietre di corallo con molti angoli acuti, pielonefrite cronica, nonché in pazienti con ematuria;
  4. nutrizione dietetica (questo metodo di trattamento è ausiliario e fa parte di una serie di misure terapeutiche volte a liberare la cavità del rene o dell'uretere da formazioni estranee sotto forma di calcoli).

Quale dei metodi di cui sopra sarà efficace in un caso clinico specifico, è determinato dall'urologo o dal nefrologo curante che ha il paziente. Consideriamo più in dettaglio ciascuno di questi metodi di trattamento dell'urolitiasi.

Trattamento conservativo

Include farmaci per l'urolitiasi, che contribuiscono alla distruzione dei calcoli in piccole frazioni, oppure li portano allo stato di sabbia in modo che un uomo possa rimuovere la formazione durante il deflusso dell'urina. I seguenti sono i farmaci più efficaci che possono essere acquistati nelle catene di farmacie al dettaglio senza una prescrizione speciale.

  • Cistenal. Antispasmodico, antinfiammatorio e diuretico di ultima generazione. Forma di rilascio farmacologico: gocce con un odore specifico. Vengono assunti per via orale previa dissoluzione preliminare in liquido. Devi bere 10 gocce 3 volte al giorno. Durante un attacco di colica renale, una singola dose viene aumentata a 20 gocce. Il farmaco può essere aggiunto a tè, composte, succhi di frutta, acqua minerale senza gas. È importante ricordare che il farmaco ha un forte effetto diuretico, quindi è dimostrato che il paziente beve molti liquidi. Se un uomo non ha malattie concomitanti del sistema cardiovascolare e altre patologie renali, beve 2-2,5 litri di liquido al giorno. Non raccomandato per l'uso in pazienti con ulcera gastrica.
  • Rovatinex. Il farmaco si basa su estratti di erbe. Il principale principio attivo del farmaco - Borneol, aiuta a sciogliere i calcoli di varie densità e natura di origine. L'assunzione regolare di Rovatinex consente di distruggere le formazioni di calcio e fosfato, che sono considerate le più solide. È uno strumento eccellente per prevenire le recidive di urolitiasi negli uomini dopo un corso terapeutico già superato. È usato per la nefrolitiasi e l'urolitiasi. Le capsule di Rovatinex devono essere ingerite intere dopo un pasto. Il dosaggio per un uomo adulto è di 1-2 capsule almeno 3 volte al giorno. Per alleviare un attacco di colica renale, la dose giornaliera del farmaco può essere aumentata a 15 capsule. La durata della terapia è determinata su base individuale in base alla clinica della malattia. I principali effetti collaterali del farmaco sono nausea, una reazione allergica, disagio nella zona intestinale (si verificano estremamente raramente).
  • Uralite. Secondo le sue proprietà terapeutiche, il farmaco è unico, poiché il processo di frantumazione delle pietre avviene a causa dell'alcalinizzazione delle urine. Dopo un cambiamento nella composizione biochimica dell'urina, i calcoli di acido urico vengono completamente sciolti. Il farmaco rimuove i depositi di calcio e previene l'ulteriore accumulo di minerali a base di questo elemento. Il medicinale viene preparato in modo indipendente secondo le istruzioni delle istruzioni del produttore. Per ottenere una dose giornaliera della sospensione, è necessario prendere 4 misurini di granuli di uralite e scioglierli in un bicchiere di acqua tiepida. Il liquido risultante viene diviso in 3 parti uguali. Il farmaco viene assunto 15 minuti prima dei pasti. A causa della base alcalina, può estinguere l'acidità del succo gastrico e quindi c'è una diminuzione dell'appetito.

Se necessario, il medico curante può prescrivere al paziente di assumere farmaci come Nieron, Avisan, Olimetin, Fitolizin, Kejibelling, Cyston. È importante ricordare che con l'aiuto di questi medicinali è possibile effettuare un'efficace prevenzione dell'urolitiasi negli uomini.

Un metodo di terapia separato, che viene utilizzato in relazione a pazienti con ridotta attività funzionale dei reni, numero insufficiente di piastrine nel sangue, patologie del sistema cardiovascolare. È stato dimostrato che i pazienti con questi disturbi vengono trattati mediante uretrolitotripsia da contatto, uretroscopia o nefrolitotripsia. Un catetere viene inserito nella cavità uretrale di un uomo, che viene gradualmente avanzato al sito di localizzazione del tartaro.

Al raggiungimento del segmento richiesto dell'uretere, il farmaco viene erogato, il che garantisce la distruzione della pietra. Può essere applicato ad altri metodi terapeutici basati su questo metodo. Il trattamento con onde d'urto è anche abbastanza efficace quando la pietra è esposta a onde elettromagnetiche di una certa frequenza, provocandone la decomposizione in tante piccole frazioni..

Intervento operativo

Nella pratica medica, ci sono casi clinici di sviluppo acuto di urolitiasi negli uomini, che richiedono misure urgenti per rimuovere i depositi entro diverse ore. Si tratta di situazioni in cui il calcolo non si presta a schiacciamento farmacologico o strumentale, blocca completamente l'uretere, provoca ristagni urinari e aumenti di avvelenamento del corpo con composti azotati.

Il paziente viene trasportato in sala operatoria, viene somministrata l'anestesia spinale e viene eseguita un'incisione a corsia aperta. Il chirurgo apre l'uretere, rimuove i frammenti della pietra e quindi vengono eseguite le suture. Successivamente, l'uomo viene trasferito all'unità di terapia intensiva per un giorno per il periodo di recupero dall'anestesia e stabilizzazione della sua salute generale. Quindi inizia il processo di riabilitazione. Per un recupero più rapido dell'area operata del sistema genito-urinario, al paziente viene prescritto il farmaco Maxaquin. Nel 95% dei casi, l'operazione avviene senza complicazioni e dopo 10-15 giorni l'uomo ritorna al suo solito modo di vivere.

Alimenti dietetici

Le cause dell'urolitiasi sono nascoste nello stile di vita di un uomo, nella qualità degli alimenti presenti nella sua dieta, nella presenza di cattive abitudini e nell'abuso di determinati tipi di cibo. Prima di tutto, l'enfasi è sul fattore di limitazione di determinati prodotti. Sono esclusi dal menu del paziente a seconda del tipo di calcoli rilevati in base ai risultati di un esame renale, ovvero:

  1. la presenza di calcoli con una struttura di calcio e ossalato negli organi del sistema escretore esclude il consumo di agrumi, tutti i tipi di legumi, prodotti a base di latte fermentato, acetosa, fragole, lattuga, caffè;
  2. le pietre di urato si formano in relazione a una violazione del metabolismo delle proteine, quindi un uomo deve aderire a una dieta rigorosa, rimuovendo completamente la carne dalla sua dieta, così come i prodotti preparati sulla base dopo la lavorazione (l'uso di cioccolato fondente, cacao, caffè, piatti con molte spezie è limitato, cibi fritti che utilizzano grassi animali);
  3. se in un uomo si trovano depositi di fosfato di calcio, piatti piccanti e piccanti, latte, acqua minerale alcalina, legumi, patate, indipendentemente da come sono preparati, devono essere rimossi dal menu, lamponi, ribes rosso, uva spina, pesce e frutti di mare.

Allo stesso tempo, sono ammessi al consumo cereali preparati sulla base di grano saraceno, farina d'avena, semolino, grano, mais, orzo perlato. Come supplemento al porridge, al paziente vengono mostrate insalate fresche di pomodori, cetrioli, cavoli, condite con una piccola quantità di olio vegetale. Per fornire all'organismo una quantità sufficiente di energia, la dieta viene introdotta nei prodotti da forno e nella pasta..

È importante ricordare che la chiave per il trattamento efficace dell'urolitiasi negli uomini è mantenere un equilibrio stabile dell'acidità delle urine. Limitare il consumo di cibi acidi consente di controllare il pH delle urine e prevenire l'ulteriore formazione di calcoli di acido urico. Evitare cibi con un'alta concentrazione di calcio è il primo passo verso il trattamento dei depositi di calcio e fosfato..

Il consumo giornaliero di 200-300 grammi di carne o più porta a una violazione del metabolismo delle proteine. Il corpo di un uomo non può far fronte a una grande quantità di sostanze azotate che si formano nel processo di assimilazione della carne. Di conseguenza, compaiono depositi di sale, che si accumulano nella circonferenza del tessuto cartilagineo delle articolazioni e all'interno dei reni, formando calcoli di urato. Pertanto, il cibo dovrebbe essere variato e assunto in piccole quantità..

I principali sintomi e metodi di trattamento della urolitiasi negli uomini

L'urolitiasi, nota con altri nomi come nefrolitiasi e urolitiasi, è comune negli uomini di tutte le età.

La dimensione delle pietre è individuale e dipende dal grado della malattia (da piccoli granelli di sabbia a formazioni di 10 cm).

Il trattamento tempestivo dell'urolitiasi negli uomini può prevenire lo sviluppo di uno stadio grave della malattia e prevenire possibili complicazioni.

Pertanto, è importante prendersi cura della propria salute in tempo e sottoporsi a una prevenzione tempestiva..

  1. Cos'è?
  2. Le principali cause dello sviluppo della malattia
  3. I principali sintomi dell'urolitiasi
  4. Varietà di pietre per l'urolitiasi
  5. Diagnostica
  6. Trattamento dell'urolitiasi
  7. Prevenzione dell'urolitiasi
  8. Video collegati

Cos'è?

Cos'è l'urolitiasi? Questa è una malattia del sistema genito-urinario, delle vie urinarie e dei reni, che contribuisce alla formazione di calcoli di diverso diametro in essi..

Uno stile di vita improprio che porta a un'interruzione del normale metabolismo nel corpo, così come la mancanza di una diagnosi tempestiva, porta a gravi conseguenze nel corpo maschile.

L'urolitiasi si verifica nel 3% della popolazione, l'urologo e il nefrologo sono coinvolti nel trattamento della malattia.

Le principali cause dello sviluppo della malattia

L'urolitiasi negli uomini può svilupparsi per vari motivi, poiché l'intero corpo umano è coinvolto nel processo della funzione renale.

La formazione di calcoli ha anche una predisposizione ereditaria.

Le cause principali dello sviluppo della malattia sono considerate metabolismo alterato, cambiamenti nelle proprietà dell'urina, danni al cervello, al midollo spinale o alla colonna vertebrale..

Le ragioni principali per la comparsa dell'urolitiasi includono:

  • nutrizione impropria. Il consumo quotidiano di cibi piccanti, grassi e grandi quantità di caffè contribuisce alla comparsa di un certo tipo di pietre;
  • cambiamento nella forma anatomica delle vie urinarie;
  • la presenza di malattie gastrointestinali croniche;
  • clima caldo. Le alte temperature nei paesi caldi contribuiscono all'eccessiva traspirazione. Il corpo perde più umidità, che può facilmente portare ad un aumento dell'accumulo di sali nel corpo;
  • quantità insufficiente di raggi ultravioletti, carenza di vitamine e minerali;
  • stile di vita sedentario, mancanza di attività fisica quotidiana ed esercizio fisico;
  • la presenza di urolitiasi nei genitori o parenti. La malattia ha una predisposizione genetica, quindi è molto spesso ereditata;
  • con disidratazione del corpo dopo malattie virali acute o con infezione da rotavirus;
  • bere acqua potabile forte e non trattata. Gli urolizzati si formano più rapidamente quando viene prelevata acqua con maggiore durezza;
  • la presenza di malattie come osteomielite, osteoporosi, nefroptosi, cistite, prostatite, adenoma prostatico, pielonefrite;

I principali sintomi dell'urolitiasi

I sintomi dell'urolitiasi negli uomini si manifestano in modi diversi. Nella fase iniziale dello sviluppo, la malattia potrebbe non manifestarsi in alcun modo e svilupparsi completamente asintomatica.

Solo quando acquisiscono una forma grande le pietre inizieranno a disturbare con dolore acuto e disagio. A seconda della posizione dell'urolitiasi, ha diversi sintomi di accompagnamento..

I calcoli renali sono caratterizzati da:

  • dolore doloroso nella regione lombare o da un rene malato;
  • urina torbida o sangue in esso;
  • dolore e disagio dopo uno sforzo fisico o dopo movimenti improvvisi;
  • dopo aver passato la pietra attraverso il sistema genito-urinario, il dolore scompare.

Dopo essere uscito dal rene, il calcolo entra immediatamente nell'uretere, accompagnato da dolore all'inguine e all'addome inferiore. La presenza di cristalli nel sistema urinario (uretere) è caratterizzata da:

  • bisogno frequente di urinare, il più delle volte senza motivo;
  • quando il canale è bloccato da una grossa pietra, l'urina entra nel rene, provocando così la sua infezione. C'è un forte dolore nella parte bassa della schiena, nausea, vomito, la temperatura corporea aumenta bruscamente. Un attacco doloroso può durare circa due ore e scompare solo dopo che il calcolo è passato ulteriormente lungo il sistema genito-urinario;
  • aumento della temperatura corporea, brividi. L'ipertermia si verifica a causa di un forte processo infiammatorio nel sito di contatto di una pietra con le mucose, nonché durante lo sviluppo di un processo infettivo;
  • durante un attacco doloroso o dopo aver passato un calcolo, il sangue appare nelle urine.

Con l'urolitiasi, nella vescica appare quanto segue:

  • forte dolore doloroso, fastidio nell'addome inferiore o nella zona genitale;
  • durante i movimenti attivi, si verificano disagio e dolore;
  • Le pietre di medie dimensioni possono interferire con il processo di minzione, è impossibile svuotare la vescica;
  • in presenza di una grossa pietra, il paziente può urinare solo da sdraiato.

I sintomi e il trattamento sono correlati. La mancanza di un trattamento adeguato dei calcoli renali e dell'uretere può provocare lo sviluppo di pielonefrite e infezione renale, che dovranno essere successivamente rimosse.

La forma trascurata della malattia nella vescica contribuisce allo sviluppo di una forma cronica di cistite, dalla quale è praticamente impossibile riprendersi in seguito.

Varietà di pietre per l'urolitiasi

A seconda della composizione delle formazioni, ci sono i seguenti tipi di pietre:

  • proteico. Sono costituiti da proteine ​​nelle urine. Hanno una morbida struttura bianca;
  • urato. Questi sono cristalli di colore giallo-rosso. Formato da grandi quantità di acido urico;
  • fosfato di calcio. Pietre bianche morbide con una superficie ruvida. Si formano nelle urine con un alto contenuto di calcio o fosforo;
  • cistina. La formazione ha un colore bianco-giallo ed è di struttura molto dura. La comparsa di calcoli di cistina è dovuta alla presenza di una malattia della cistinuria;
  • formazioni da fosfati, magnesio o calcio. Crescono solo con la partecipazione di batteri nocivi, hanno un grande diametro, sempre con una forma oblunga insolita. Possono anche interconnettersi sotto forma di coralli;
  • ossalato di calcio. Pericolose pietre dure di colore grigio scuro con piccole punte.

È anche consuetudine dividere le pietre in alcaline e acide. La determinazione del tipo esatto di pietre e cristalli può essere eseguita solo utilizzando l'analisi delle urine per un ambiente acido e test di laboratorio. Solo dopo aver determinato il tipo di istruzione, viene prescritto un trattamento appropriato..

Diagnostica

Molto spesso, le pietre nell'uretere e nel tratto urinario possono essere rilevate solo dopo l'inizio di sintomi specifici. Quale medico tratta l'urolitiasi? Puoi contattare il tuo urologo per reclami e consigli. Il medico prescriverà i test necessari e condurrà un esame iniziale. La diagnosi della malattia è abbastanza semplice, per questo viene utilizzata:

  • Ultrasuoni per la rilevazione di calcoli di dimensioni medio grandi. Piccoli cristalli e pietre sono quasi impossibili da rilevare usando gli ultrasuoni. L'ecografia può essere eseguita non per tutti i pazienti, la procedura ha le sue controindicazioni;
  • Cistoscopia: un metodo per esaminare l'interno della vescica utilizzando un dispositivo medico chiamato cistoscopio
  • La TC (tomografia computerizzata) aiuta a vedere un quadro dettagliato dello stato degli organi interni. Il metodo più semplice ed efficace per rilevare l'urolitiasi in un uomo;
  • scintigrafia dinamica: viene iniettata una speciale sostanza radioattiva, dopodiché viene scattata una serie di immagini per tracciare le condizioni generali della funzionalità dei reni e delle vie urinarie;
  • analisi generale delle urine e del sangue: aiuta a determinare il numero di leucociti ed eritrociti, il superamento della norma indica l'inizio di un processo infiammatorio nel corpo.

I metodi diagnostici elencati consentiranno di determinare la presenza di pietre in una fase iniziale di sviluppo, per valutarne la struttura e le dimensioni.

Trattamento dell'urolitiasi

Il trattamento dell'urolitiasi negli uomini può essere effettuato in due modi: a casa o stazionario. Il metodo di trattamento dipende dal tipo e dalle dimensioni delle pietre e dalla loro posizione nel corpo..

Se esiste la possibilità di uno scarico naturale delle formazioni, il paziente può bere molti liquidi da solo..

Pronto soccorso nel trattamento dell'urolitiasi a casa antidolorifici e farmaci antinfiammatori, come:

  • Ibuprofene;
  • Naprossene;
  • Nifedipina;
  • Tamsulosina (accelera la rimozione dei calcoli).

Nei casi in cui le pietre hanno un diametro grande ed è necessario assumere regolarmente antidolorifici forti.

Se il paziente avverte forti dolori, nausea e febbre, il trattamento viene effettuato sotto la supervisione del medico curante. Oltre all'assunzione di farmaci, possono essere prescritti farmaci per via endovenosa.

In una fase grave della malattia, quando non è possibile l'escrezione naturale di formazioni (pietre più grandi di 10 mm), vengono utilizzate tecnologie speciali per frantumare le pietre e rimuoverle ulteriormente dai reni e dal sistema genito-urinario:

  • Nefrolitotomia percutanea. Viene utilizzato in medicina per rimuovere grosse pietre e i loro costituenti, che non possono essere distrutti con altri metodi. Durante la procedura, viene praticata una piccola puntura nella pelle per l'introduzione di strumenti speciali nel rene, al fine di allargare il canale per la scissione e la successiva rimozione dei calcoli al suo interno;
  • Litotrissia ad onde d'urto. Una delle procedure più comunemente utilizzate per rimuovere pietre pesanti e grandi. Viene utilizzato per lo scarico di formazioni situate nel canale superiore dell'uretere o nei reni. Con la litotripsia, al paziente possono essere prescritti antidolorifici o ipnotici. La scelta dei farmaci dipende dal modello di attrezzatura medica. Il principio della litotripsia si basa sulla frantumazione della pietra utilizzando un'onda d'urto ad alta energia. La pietra frantumata viene escreta naturalmente nelle urine.
  • Ureteroscopia. La procedura viene eseguita utilizzando un tubo sottile che viene inserito nel rene, nell'uretere o nell'uretra, a seconda della posizione dei calcoli. Attaccata al tubo c'è una piccola camera attraverso la quale si possono vedere cristalli e pietre che devono essere frantumate.

Prevenzione dell'urolitiasi

Puoi prevenire la formazione di una malattia con speciali misure preventive..

Se esiste una predisposizione genetica all'urolitiasi o l'hai già avuta, devi eseguire regolarmente esami delle urine e del sangue per il rilevamento tempestivo dei calcoli.

Le pietre già rilasciate devono essere consegnate al laboratorio per determinarne la struttura e il tipo. Solo dopo la conclusione del test di laboratorio, il medico fornisce ulteriori raccomandazioni sulla nutrizione e sulle misure preventive.

Molto spesso, per evitare ricadute, si consiglia di attenersi alle seguenti regole:

  • Bere quanta più acqua pulita possibile con un basso contenuto di durezza. Idealmente, è necessario bere circa 2-3 litri di acqua al giorno, senza contare gli altri liquidi (tè, composta, ecc.). In questo caso, il volume di urina al giorno dovrebbe essere di 2 litri. In questo modo si può facilmente ridurre la concentrazione di sostanze nocive che formano cristalli e calcoli nelle urine, oltre a garantire la loro rimozione indolore dall'organismo;
  • Assumere compresse speciali per prevenire la formazione di calcoli nel sistema genito-urinario e nei reni. Il farmaco appropriato può essere prescritto solo dal medico curante;
  • Prevenire l'infiammazione ripetuta delle mucose del sistema urinario, eseguire regolarmente esami delle urine e consultare un urologo;
  • A seconda della conclusione dell'analisi di laboratorio dei calcoli fuoriusciti e della loro tipologia, il medico ti consiglierà di aderire a una certa dieta, dove saranno preferiti determinati alimenti;
  • Evita l'ipotermia, vestiti più caldi e per il tempo;
  • Includere acqua medicinale nella dieta, ad esempio Borjomi.

L'urolitiasi è comune, difficile da trattare e difficile da rilevare se asintomatica. Pertanto, ai primi sospetti o alla comparsa dei primi sintomi della malattia, dovresti visitare un urologo o un nefrologo, che prescriverà l'esame necessario.

Il trattamento tempestivo aiuterà a prevenire possibili complicazioni e consentirà di recuperare senza intervento chirurgico..