Compresse di metronidazolo

Istruzioni per l'uso:

Prezzi nelle farmacie online:

Il metronidazolo è un farmaco sintetico antibatterico e antiprotozoico efficace con un ampio spettro d'azione.

effetto farmacologico

Il principio attivo metronidazolo ha un effetto antimicrobico e antiprotozoico contro:

  • Peptococcus niger.;
  • Bacteroides spp., Compresi Bacteroides distasonis, Bacteroides thetaiotaomicron, Bacteroides fragilis, Fusobacterium spp., Bacteroides ovatus, Bacteroides vulgatus;
  • Entamoeba histolytica;
  • Clostridium spp.;
  • Trichomonas vaginalis;
  • Eubacterium spp.;
  • Peptostreptococcus spp;

Il metronidazolo in combinazione con amoxicillina è efficace anche contro Helicobacter pylori.

Secondo le istruzioni, il metronidazolo provoca sensibilizzazione all'alcol, aumenta la sensibilità dei tumori alle radiazioni e stimola i processi riparativi.

Modulo per il rilascio

Il metronidazolo è disponibile in varie forme di dosaggio:

  • Compresse bianche cilindriche piatte Metronidazolo, 250 mg di principio attivo, 20 pezzi in lattina, 10 pezzi in un blister;
  • Supposte Metronidazolo contenente 0,1 g del farmaco in ciascuna supposta. 10 candele per confezione;
  • Una soluzione trasparente giallastra per infusione in flaconi di polietilene contenenti 500 mg di ingrediente attivo;
  • Gel vaginale incolore all'1%. 100 g di Metronidazole gel contengono 1 g di ingrediente attivo. In tubetti di alluminio da 30 g, completi di applicatore.

Indicazioni per l'uso del metronidazolo

Secondo le istruzioni, il metronidazolo è usato per trattare:

  • Infezioni causate da specie Bacteroides - della cavità addominale, comprese peritonite e ascesso del fegato, organi pelvici, comprese endomiometrite, endometrite, infezioni della volta vaginale dopo l'intervento chirurgico, ascesso delle tube di Falloppio e delle ovaie, nonché infezioni dei tessuti molli e della pelle;
  • Infezioni causate da specie Bacteroides e Clostridium - sepsi;
  • Gastrite o ulcere duodenali causate da Helicobacter pylori;
  • Infezioni da protozoi - amebiasi intestinale, balantidiasi, amebiasi extraintestinale, tricomoniasi, compreso ascesso epatico amebico, vaginite da Trichomonas, giardiasi, leishmaniosi cutanea, uretrite da Trichomonas;
  • Infezioni causate da Bacteroides spp., Compresi B. distasonis, B. fragilis, B. vulgalus B. ovatus, B. thetaiotaomicron - infezioni delle articolazioni, delle ossa, del sistema nervoso centrale, inclusi ascesso cerebrale e meningite, nonché polmonite, endocardite batterica, empiema e ascesso polmonare;
  • Alcolismo;
  • Colite pseudomembranosa associata all'uso di antibiotici.

Anche il metronidazolo viene utilizzato secondo le istruzioni:

  • Per la prevenzione delle complicanze postoperatorie nella regione peri-rettale e del colon, operazioni ginecologiche e appendicectomia;
  • Per radioterapia in oncologia, come agente radiosensibilizzante.

Supposte Il metronidazolo è utilizzato per la tricomoniasi urogenitale e la vaginite batterica, che causano microrganismi sensibili al farmaco.

Controindicazioni

Secondo le istruzioni, il metronidazolo è controindicato per l'uso con:

  • Lesioni organiche del sistema nervoso centrale, inclusa l'epilessia;
  • Leucopenia, incl. nell'anamnesi;
  • Insufficienza epatica se vengono somministrate dosi elevate.

L'assunzione di metronidazolo è controindicata in caso di ipersensibilità ai componenti del farmaco, così come nel primo trimestre di gravidanza e allattamento.

Il metronidazolo viene prescritto con cautela nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, nonché in caso di insufficienza renale o epatica.

Istruzioni per l'uso del metronidazolo

Secondo la descrizione, le compresse di metronidazolo vengono assunte dopo i pasti. Il dosaggio e la durata del trattamento dipendono dalla malattia:

  • Con tricomoniasi - due volte al giorno, 2 compresse di metronidazolo per 10 giorni. Inoltre, durante il trattamento, è necessario applicare supposte di metronidazolo per via intravaginale, 2 supposte due volte al giorno - la sera e la mattina. In questo caso, si consiglia di iniziare la terapia con supposte Metronidazolo all'inizio del ciclo mestruale e, durante questo periodo, evitare di lavarsi. Se necessario, il corso del trattamento per la tricomoniasi può essere ripetuto in un mese. Il dosaggio del farmaco per i bambini dipende dall'età - a 2-5 anni, vengono prescritti 250 mg al giorno, a 5-10 anni - fino a 375 mg, più anziani - fino a 500 mg al giorno;
  • Con la giardiasi, il metronidazolo viene utilizzato per 5-7 giorni due volte al giorno, 2 compresse;
  • Se viene rilevata una cisti nell'amebiasi asintomatica - entro 5-7 giorni, 2 compresse di metronidazolo fino a 3 volte al giorno;
  • Nell'amebiasi cronica, la dose giornaliera di metronidazolo è di 1,5 g, che può essere suddivisa in tre dosi. Assumere entro 5-10 giorni;
  • Nella dissenteria amebica acuta - fino alla scomparsa dei sintomi, assumere 2,25 g, suddivisi in 3 dosi;
  • In caso di ascesso epatico in combinazione con antibiotici del gruppo delle tetracicline e altri metodi di terapia - entro 3-5 giorni un massimo di 2,5 g di metronidazolo;
  • Con balantidiasi - 750 mg 3 volte al giorno per 5-6 giorni;
  • Per la stomatite ulcerosa - 2 compresse di metronidazolo due volte al giorno, fino a 5 giorni;
  • Per il trattamento dell'alcolismo cronico, assumere 2 compresse di metronidazolo al giorno per un massimo di sei mesi.

La dose giornaliera in caso di grave insufficienza renale deve essere dimezzata.

Se è impossibile utilizzare il metronidazolo all'interno, così come in caso di infezione grave, il farmaco viene utilizzato per via endovenosa.

La dose abituale è di 500 mg, ma non più di 4 g al giorno. Con l'inizio del miglioramento, passare alla somministrazione orale del farmaco.

Effetti collaterali del metronidazolo

Secondo le recensioni, il metronidazolo può causare i seguenti effetti collaterali:

  • Diarrea, anoressia, costipazione, nausea, glossite, secchezza delle fauci, vomito, sapore metallico in bocca, pancreatite;
  • Cistite, disuria, incontinenza urinaria, poliuria, candidosi, colorazione delle urine rosso-marrone;
  • Vertigini e ridotta coordinazione dei movimenti, confusione, irritabilità, depressione, allucinazioni, aumento dell'eccitabilità;
  • Orticaria, febbre, eruzione cutanea, arrossamento della pelle, congestione nasale, artralgia;
  • Neutropenia e leucopenia.

Il metronidazolo è descritto come la causa più comune di insonnia, mal di testa e debolezza.

Coliche intestinali, stomatiti, convulsioni, atassia e febbre Il metronidazolo, secondo le recensioni, causa molto meno spesso.

È necessario prestare attenzione con l'uso simultaneo del metronidazolo con altri farmaci a causa della possibilità di effetti collaterali indesiderati. Durante la terapia con metronidazolo, secondo le revisioni, non è raccomandato l'uso di alcol a causa della possibilità di sviluppare sintomi neurologici e comparsa di dolore addominale di natura spastica, vomito e nausea.

Condizioni di archiviazione

Il farmaco viene dispensato solo su prescrizione medica. Periodo di validità di compresse e supposte Metronidazolo - 2 anni.

Metronidazolo: istruzioni per l'uso

Le compresse di metronidazolo sono un farmaco che appartiene ai farmaci antiprotozoi con attività antibatterica. Il farmaco viene utilizzato per la terapia etiotropica (trattamento mirato a distruggere l'agente eziologico di un processo patologico infettivo) di malattie infettive di varia localizzazione causate da microrganismi patogeni (patogeni) sensibili al principio attivo del farmaco.

Forma e composizione del rilascio

Le compresse di metronidazolo sono bianche o bianche con una sfumatura giallo-verde, di forma cilindrica piatta con una linea di demarcazione. Il principale ingrediente attivo del farmaco è il metronidazolo, il suo contenuto in una compressa è di 250 mg. Include anche componenti ausiliari:

  • Talco.
  • Fecola di patate.
  • Acido stearico.

Le compresse di metronidazolo sono confezionate in un blister da 10 e 20 pezzi. Una scatola di cartone contiene da 1 a 10 blister con il numero corrispondente di compresse e le istruzioni per l'uso del farmaco.

effetto farmacologico

Il principio attivo delle compresse di metronidazolo è un derivato chimico del 5-nitromidazolo. Ripristina biochimicamente il gruppo 5-nitro delle proteine ​​di trasporto intracellulare dei microrganismi unicellulari più semplici e dei batteri anaerobici. Il gruppo 5-nitro ridotto interagisce con il DNA (acido desossiribonucleico), inibisce (sopprime) la sintesi degli acidi nucleici, che porta alla morte dei microrganismi. Le compresse di metronidazolo sono più attive contro numerosi microrganismi:

  • I batteri anaerobici sono microrganismi che possono svilupparsi e moltiplicarsi solo in assenza di ossigeno, tra questi Bacteroides spp. (compresi Bacteroides fragilis, Bacteroides distasonis, Bacteroides ovatus, Bacteroides thetaiotaomicron, Bacteroides vulgatus), Fusobacterium spp. e alcuni anaerobi gram-positivi (ceppi sensibili Eubacterium spp., Clostridium spp., Peptococcus niger., Peptostreptococcus spp.).
  • I microrganismi unicellulari più semplici: Trichomonas vaginalis, Entamoeba histolytica, Giardia intestinalis.

Se combinate con un antibiotico rappresentativo del gruppo di penicilline semisintetiche amoxicillina, le compresse di Metrogyl hanno un effetto battericida contro l'agente eziologico della gastrite e dell'ulcera gastrica e dell'ulcera duodenale Helicobacter pylori. Gli aerobi (batteri che crescono in presenza di ossigeno) e gli anaerobi facoltativi (facoltativi) non sono sensibili al metronidazolo.

Dopo aver assunto la compressa di metronidazolo all'interno, il principio attivo viene rapidamente e quasi completamente assorbito nella circolazione sistemica dal lume dell'intestino tenue. È distribuito uniformemente nei tessuti del corpo, penetra nelle strutture del sistema nervoso centrale attraverso la barriera emato-encefalica e il latte materno durante l'allattamento. Il metronidazolo viene metabolizzato nelle cellule del fegato in componenti inattivi che vengono escreti nelle urine.

A cosa serve il metronidazolo?

L'assunzione di compresse di metronidazolo è indicata per la terapia etiotropica di malattie infettive causate da microrganismi patogeni sensibili al farmaco:

  • Malattie infettive da protozoi causate da microrganismi unicellulari protozoi - tricomoniasi (patologia infiammatoria del tratto urogenitale), amebiasi intestinale (infiammazione dell'intestino crasso causata da ameba patogena), amebiasi extraintestinale, compreso danno epatico con formazione di ascessi in esso (cavità limitata), pieno di pus.
  • Infezioni causate da batteri anaerobici, in particolare batterioidi (Bacteroides fragilis, Bacteroides distasonis, Bacteroides ovatus, Bacteroides thetaiotaomicron, Bacteroides vulgatus) - infezioni del tessuto osseo, ascesso di processi patologici delle strutture del sistema nervoso centrale, meningite ed endocardite (infiammazione del cervello) infiammazione infettiva dello strato interno delle pareti delle cavità cardiache), polmonite (polmonite), ascesso polmonare, sepsi (avvelenamento del sangue).
  • Processi infettivi causati da microrganismi anaerobici Clostridia e peptostreptococchi (Clostridium spp., Peptococcus niger e Peptostreptococcus) - patologia degli organi addominali, tra cui peritonite, ascesso epatico, danno agli organi pelvici (endometrite con reazione infiammatoria dello strato interno dei testicoli e tube di Falloppio, infezione della volta vaginale).
  • Terapia complessa dell'ulcera gastrica e dell'ulcera duodenale provocate da Helicobacter pylori.
  • Prevenzione delle complicazioni infettive dopo la chirurgia del colon.
  • La colite pseudomembranosa è un'infiammazione specifica della parete del colon, che è spesso innescata dall'uso prolungato di antibiotici.

Inoltre, le compresse di metronidazolo sono utilizzate nella complessa terapia delle malattie tumorali che richiedono l'uso di radiazioni.

Controindicazioni per l'uso

L'assunzione di compresse di metronidazolo è controindicata in diverse condizioni patologiche e fisiologiche del corpo, che includono:

  • Intolleranza individuale al metronidazolo o ai componenti ausiliari del farmaco.
  • Patologia organica delle strutture del sistema nervoso centrale associata a cambiamenti strutturali nei tessuti, inclusa l'epilessia (sviluppo periodico di convulsioni tonico-cloniche sotto forma di convulsioni).
  • Insufficiente attività funzionale del fegato, soprattutto in caso di dosi elevate del farmaco.
  • Gravidanza nel primo trimestre e allattamento.

Con cautela, le compresse di metronidazolo vengono utilizzate nel II e III trimestre di gravidanza, nonché nell'insufficienza renale ed epatica di moderata gravità.

Metodo di somministrazione e dosaggio

Le compresse di metronidazolo vengono assunte per via orale durante o immediatamente dopo un pasto. Non vengono masticati e lavati con una quantità sufficiente di liquido (preferibilmente latte). Il dosaggio medio per la tricomoniasi è di 250 mg (1 compressa) per 10 giorni o 400 mg 2 volte al giorno per 5-8 giorni. Nei casi gravi del processo infettivo, il ciclo di trattamento con compresse di metronidazolo può essere ripetuto, aumentando il dosaggio giornaliero a 1 g (1000 mg). La pausa tra i cicli di trattamento farmacologico è di circa 3-4 settimane. Il dosaggio delle compresse di metronidazolo per la tricomoniasi dipende anche dall'età del paziente:

  • Bambini di età inferiore a 1 anno: 125 mg al giorno.
  • Bambini di età compresa tra 2-4 anni - 250 mg al giorno.
  • Bambini di età compresa tra 5-8 anni - 375 mg al giorno.
  • Bambini di età superiore a 8 anni: 500 mg al giorno in 2 dosi divise.

Per il trattamento dell'amebiasi, il dosaggio può essere aumentato a 3 g al giorno in 3 dosi divise, il corso del trattamento è di 5-8 giorni. Con ascesso epatico - 2,5 g 2 volte al giorno per 3-5 giorni in combinazione con altri antibiotici (in particolare tetracicline). Nel trattamento della colite pseudomembranosa, il dosaggio del farmaco è di 500 mg 3-4 volte al giorno. Per la terapia etiotropica di processi infettivi gravi, la dose viene aumentata a 2 g al giorno. Il trattamento dell'ulcera peptica associata a Helicobacter pylori include l'uso del farmaco in una dose di 500 mg 3 volte al giorno per 7 giorni. In presenza di concomitante insufficienza epatica o renale, la dose del farmaco viene ridotta.

Effetti collaterali

L'assunzione di compresse di metronidazolo può portare allo sviluppo di reazioni indesiderate da vari organi e sistemi:

  • Apparato digerente - nausea, vomito, diarrea o costipazione, coliche intestinali, secchezza delle fauci e sapore metallico, infiammazione della mucosa orale (stomatite), delle gengive (gengivite) e della lingua (glossite).
  • Sistema nervoso - vertigini, mal di testa, ridotta coordinazione dei movimenti, aumento dell'eccitabilità e irritabilità umana, depressione (diminuzione significativa e prolungata dell'umore), insonnia, debolezza generale, ridotta capacità di lavorare, confusione, allucinazioni, convulsioni.
  • Sangue e midollo osseo rosso: diminuzione del numero di neutrofili (neutropenia) e leucociti (leucopenia).
  • Sistema genito-urinario - candidosi (attivazione di un'infezione fungina opportunistica), cistite (infiammazione della vescica), poliuria (aumento del volume di urina escreta), incontinenza urinaria, colorazione delle urine rosso-marrone.
  • Reazioni allergiche: eruzione cutanea, prurito, orticaria (la pelle assume un aspetto caratteristico che ricorda un'ustione di ortica), febbre allergica (febbre), artralgia (dolore alle articolazioni), congestione nasale.

Con lo sviluppo di effetti collaterali, il farmaco può essere annullato, specialmente nel caso del loro decorso pronunciato.

istruzioni speciali

Prima di iniziare a prendere le compresse di metronidazolo, leggere attentamente le istruzioni per il farmaco. Ci sono una serie di istruzioni speciali a cui devi prestare attenzione, queste includono:

  • Durante il periodo di utilizzo del farmaco, l'assunzione di alcol è controindicata, poiché l'etanolo può provocare lo sviluppo di dolore addominale spastico, nausea, vomito, arrossamento improvviso del viso e mal di testa.
  • Non è consigliabile utilizzare il farmaco in combinazione con amoxicillina di età inferiore ai 18 anni.
  • Con la terapia farmacologica a lungo termine, è necessario eseguire un monitoraggio periodico di laboratorio degli indicatori di stato del sangue periferico.
  • Vertigini, atassia (disturbi dell'andatura) e altri disturbi neurologici richiedono l'interruzione del farmaco.
  • Le compresse di metronidazolo, se assunte, possono macchiare le urine rosso-marrone scuro.
  • Durante il trattamento della tricomoniasi delle strutture del tratto urogenitale, si dovrebbe astenersi dall'attività sessuale, nonché condurre la terapia con un partner sessuale.
  • Durante le mestruazioni, il trattamento farmacologico viene continuato.
  • Dopo la terapia etiotropica della giardiasi, la sintomatologia del processo patologico può persistere per molte altre settimane, pertanto l'efficacia del trattamento viene monitorata utilizzando la ricerca di laboratorio..
  • Per il periodo di utilizzo del farmaco, è necessario abbandonare le attività che richiedono una maggiore concentrazione di attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie.

Nella rete di farmacie, le compresse di metronidazolo vengono dispensate con una prescrizione medica. Si sconsiglia di prenderlo da solo o di utilizzarlo su consiglio di terzi..

Overdose

Se la dose terapeutica raccomandata di compresse di metronidazolo viene significativamente superata, possono svilupparsi nausea, vomito, atassia, disfunzione del sistema nervoso, fino a convulsioni epilettiche. In questo caso, viene eseguita la terapia sintomatica, poiché non esiste un antidoto specifico.

Analoghi

I farmaci Trichopol, Klion, Flagil, Metrogyl sono simili per le compresse di Metronidazolo in termini di principio attivo ed effetto terapeutico..

Termini e condizioni di conservazione

La durata di conservazione delle compresse di metronidazolo è di 2 anni dalla data di produzione. Devono essere conservati in un luogo buio e asciutto, fuori dalla portata dei bambini, a una temperatura dell'aria non superiore a + 25 ° С.

Prezzo delle compresse di metronidazolo

Il costo medio delle compresse di metronidazolo nelle farmacie di Mosca varia tra 9-129 rubli, a seconda del loro numero nella confezione.

Istruzioni per l'uso del metronidazolo (metronidazolo)

Titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio:

Forma di dosaggio

reg. No: LS-000751 del 30.07.10 - in corso
Metronidazolo

Forma di rilascio, confezione e composizione del farmaco Metronidazolo

Pillole1 scheda.
metronidazolo250 mg

10 pezzi. - pacchi di celle di contorno (2) - pacchi di cartone.
10 pezzi. - confezionamento celle di contorno (PVC / boom) (2) - pacchi di cartone.
10 pezzi. - imballaggi sagomati non cellulari (2) - pacchi di cartone.
20 pz. - lattine (1) - pacchi di cartone.

effetto farmacologico

Farmaco antiprotozoico e antimicrobico derivato dal 5-nitroimidazolo. Il meccanismo d'azione consiste nella riduzione biochimica del gruppo 5-nitro da parte delle proteine ​​di trasporto intracellulare di microrganismi anaerobici e protozoi. Il gruppo 5-nitro ridotto interagisce con il DNA della cellula dei microrganismi, inibendo la sintesi dei loro acidi nucleici, che porta alla morte dei batteri.

Attivo contro Trichomonas vaginalis, Entamoeba histolytica, Gardnerella vaginalis. Giardia intestinalis, Lamblia spp., Nonché anaerobi obbligati Bacteroidcs spp. (compresi Bacteroides fragilis, Bacteroides distasonis, Bacteroides ovatus, Bacteroides thetaiotaomicron, Bacleroides vulgatus), Fusobacterium spp., Veillonela spp., Prevotella (P. bivia, P. buccae, microrganismi e P.dismpos) Eubacterium spp., Clostridium spp., Peptococcus spp., Peptostreptococcus spp.). La concentrazione inibitoria minima per questi ceppi è 0,125-6,25 μg / ml. In combinazione con amoxicillina, è attivo contro Helicobacter pylori (l'amoxicillina inibisce lo sviluppo di resistenza al metronidazolo).

I microrganismi aerobi e gli anaerobi facoltativi non sono sensibili al metronidazolo, ma in presenza di flora mista (aerobi e anaerobi), il metronidazolo agisce sinergicamente con antibiotici efficaci contro gli aerobi convenzionali.

Aumenta la sensibilità dei tumori alle radiazioni, induce sensibilizzazione all'alcol (azione disulfiram-simile), stimola i processi riparativi.

Farmacocinetica

Assorbimento - alto (biodisponibilità almeno dell'80%). Ha un'elevata capacità di penetrazione, raggiungendo concentrazioni battericide nella maggior parte dei tessuti e fluidi corporei, inclusi polmoni, reni, fegato, pelle, liquido cerebrospinale, cervello, bile, saliva, liquido amniotico, cavità ascessuali, secrezioni vaginali, sperma, latte materno, penetra attraverso barriera ematoencefalica e placentare. La Vd negli adulti è di circa 0,55 l / kg, nei neonati - 0,54-0,81 l / kg. La C max del farmaco nel sangue è compresa tra 6 e 40 μg / ml, a seconda della dose. Tempo per raggiungere la C max - 1-3 ore Legame alle proteine ​​plasmatiche - 10-20%. Nell'organismo, circa il 30-60% del metronidazolo viene metabolizzato per idrossilazione, ossidazione e glucuronidazione. Il principale metabolita (2-ossimetronidazolo) ha anche effetti antiprotozoici e antimicrobici. T 1/2 con funzionalità epatica normale - 8 ore (da 6 a 12 ore), con danno epatico alcolico - 18 ore (da 10 a 29 ore), nei neonati nati a un'età gestazionale di 28-30 settimane - circa 75 ore, 32 -35 settimane - 35 ore, 36-40 settimane - 25 ore Escreto dai reni 60-80% (20% invariato), attraverso l'intestino - 6-15%. Clearance renale - 10,2 ml / min.

In pazienti con funzionalità renale compromessa dopo somministrazioni ripetute, si può osservare accumulo di mstronidazolo nel siero sanguigno (pertanto, in pazienti con grave insufficienza renale, la frequenza di somministrazione deve essere ridotta).

Il metronidazolo ei principali metaboliti vengono rapidamente rimossi dal sangue durante l'emodialisi (il T 1/2 viene ridotto a 2,6 ore). Con la dialisi peritoneale, viene escreto in piccole quantità.

Indicazioni per il farmaco metronidazolo

  • infezioni da protozoi: amebiasi extraintestinale, compreso ascesso epatico amebico, amebiasi intestinale (dissenteria amebica), tricomoniasi, giardiasi, balantidiasi, leishmaniosi cutanea, vaginite da trichomonas, uretrite da trichomonas;
  • infezioni causate da Bacteroides spp. (inclusi B. fragilis, B. distasonis, B. ovatus, B. thetaiotaomicron, B. vulgalus): infezioni delle ossa e delle articolazioni, infezioni del sistema nervoso centrale (inclusi meningite, ascesso cerebrale), endocardite batterica, polmonite, empiema e ascesso polmonare;
  • infezioni causate da specie Bacteroides, compreso il gruppo B. fragilis, specie Clostridium, Peptococcus e Peptostreptococcus: infezioni della cavità addominale (peritonite, ascesso epatico), infezioni pelviche (endometrite, endomiometrite, ascesso delle tube di Falloppio e delle ovaie, infezioni della volta vaginale dopo intervento chirurgico), infezioni della pelle e dei tessuti molli;
  • infezioni causate da specie Bacteroides, compreso il gruppo B. fragilis e specie Clostridium: sepsi;
  • colite pseudomembranosa (associata all'uso di antibiotici);
  • gastrite o ulcera duodenale associata a Helicobacter pylori;
  • alcolismo;
  • prevenzione delle complicanze postoperatorie (in particolare interventi sul colon, regione vicino-rettale, appendicectomia, operazioni ginecologiche);
  • radioterapia per pazienti con tumori - come agente radiosensibilizzante, nei casi in cui la resistenza del tumore è dovuta all'ipossia nelle cellule tumorali.
Apri l'elenco dei codici ICD-10
Codice ICD-10Indicazione
A04.7Enterocolite da Clostridium difficile
A06Amebiasi
A07.0Balantidosi
A07.1Giardiasi [giardiasi]
A41Altra sepsi
A59Tricomoniasi
B55Leishmaniosi
F10.2Alcolismo cronico
G00Meningite batterica, non classificata altrove
G06Ascesso e granuloma intracranico e intravertebrale
I33Endocardite acuta e subacuta
J15Polmonite batterica, non classificata altrove
J85Ascesso polmonare e mediastinico
J86Piotorace (empiema pleurico)
J90Versamento pleurico
K25Ulcera allo stomaco
K26Ulcera duodenale
K65.0Peritonite acuta (compreso ascesso)
K81.0Colecistite acuta
K81.1Colecistite cronica
K83.0Colangite
L01Impetigine
L02Ascesso cutaneo, foruncolo e carbonchio
L03Phlegmon
L08.0Piodermite
N70Salpingite e ooforite
N71Malattia infiammatoria dell'utero, ad eccezione della cervice (comprese endometrite, miometrite, metrite, piometra, ascesso uterino)
N72Malattia infiammatoria della cervice (comprese cervicite, endocervicite, esocervicite)
N73.0Parametrite acuta e cellulite pelvica
Z29.2Un altro tipo di chemioterapia profilattica (somministrazione di antibiotici profilattici)

Regime di dosaggio

Dentro, durante o dopo i pasti (o con il latte), senza masticare.

Con tricomoniasi - 250 mg 2 volte / die per 10 giorni o 400 mg 2 volte / die per 5-8 giorni. Le donne devono prescrivere inoltre il metronidazolo sotto forma di supposte o compresse vaginali. Se necessario, è possibile ripetere il corso del trattamento o aumentare la dose a 0,75-1 g / giorno. Tra i corsi, dovresti fare una pausa di 3-4 settimane con ripetuti test di laboratorio di controllo. Un regime terapeutico alternativo è la nomina di 2 g una volta al paziente e al suo partner sessuale. Bambini 2-5 anni - 250 mg / giorno; 5-10 anni - 250-375 mg / giorno, oltre 10 anni - 500 mg / giorno. La dose giornaliera deve essere suddivisa in 2 dosi. Il corso del trattamento è di 10 giorni.

Con giardiasi - 500 mg 2 volte / die per 5-7 giorni. Bambini di età inferiore a 1 anno - 125 mg / giorno, 2-4 anni - ma 250 mg / giorno, 5-8 anni - 375 mg / giorno, oltre 8 anni - 500 mg / giorno (in 2 dosi divise). Il corso del trattamento è di 5 giorni.

Con giardiasi - 15 mg / kg / giorno in 3 dosi per 5 giorni.

Adulti: con amebiasi asintomatica (se vengono rilevate cisti), la dose giornaliera è di 1-1,5 g (500 mg 2-3 volte / die) per 5-7 giorni.

Nell'amebiasi cronica, la dose giornaliera è di 1,5 g in 3 dosi per 5-10 giorni.

Per la dissenteria amebica acuta - 2,25 g in 3 dosi divise fino alla scomparsa dei sintomi.

Con ascesso epatico - la dose massima giornaliera è di 2,5 g in 1 o 2-3 dosi, per 3-5 giorni, in combinazione con antibiotici (tetracicline) e altri metodi di terapia. Bambini 1-3 anni - 1/4 dose adulto, 3-7 anni - 1/3 dose adulto, 7-10 anni - 1/2 dose adulto.

Con balantidiasi - 750 mg 3 volte / die per 5-6 giorni.

Per la stomatite ulcerosa, agli adulti vengono prescritti 500 mg 2 volte / die per 3-5 giorni; bambini in questo caso, il farmaco non è indicato.

Con colite pseudomembranosa - 500 mg 3-4 volte / die.

Per l'eradicazione dell'Helicobacter pylory - 500 mg 3 volte / die per 7 giorni (come parte della terapia di combinazione, ad esempio, una combinazione con amoxicillina 2,25 g / die).

Nel trattamento dell'infezione anaerobica, la dose massima giornaliera è di -1,5-2 g.

Nel trattamento dell'alcolismo cronico, vengono prescritti 500 mg / die per un periodo fino a 6 (non di più) mesi.

Per la prevenzione delle complicanze infettive - 750-1500 mg / cit in 3 dosi 3-4 giorni prima dell'operazione o una volta 1 g il 1 ° giorno dopo l'operazione. 1-2 giorni dopo l'intervento chirurgico (quando l'ingestione è già consentita) - 750 mg / giorno per 7 giorni.

In caso di funzione renale gravemente compromessa (CC inferiore a 10 ml / min), la dose giornaliera deve essere dimezzata.

Effetto collaterale

Dal sistema digerente: diarrea, anoressia, nausea, vomito, coliche intestinali, costipazione, sapore metallico in bocca, secchezza delle fauci, glossite, stomatite, pancreatite.

Dal sistema nervoso: vertigini, ridotta coordinazione dei movimenti, atassia, confusione, irritabilità, depressione, irritabilità, debolezza, insonnia, cefalea, convulsioni, allucinazioni, neuropatia periferica.

Reazioni allergiche: orticaria, eruzione cutanea, arrossamento della pelle, congestione nasale, febbre, artralgia.

Da parte del sistema genito-urinario: disuria, cistite, poliuria, incontinenza urinaria, candidosi, colorazione delle urine rosso-marrone.

Altri: neutropenia, leucopenia, appiattimento dell'onda T sull'ECG.

Controindicazioni per l'uso

  • leucopenia (inclusa una storia);
  • lesioni organiche del sistema nervoso centrale (inclusa l'epilessia);
  • insufficienza epatica (in caso di dosi elevate);
  • gravidanza (io trimestre);
  • periodo di allattamento;
  • ipersensibilità.

Con cautela - gravidanza (II, III trimestri), insufficienza renale / epatica.

Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento

Domanda di violazioni della funzionalità epatica

Controindicato in caso di insufficienza epatica (in caso di dosi elevate).

Prescritto con cautela per violazioni della funzionalità epatica, insufficienza epatica.

Domanda di funzionalità renale compromessa

Prescritto con cautela in caso di insufficienza renale.

In caso di funzione renale gravemente compromessa (CC inferiore a 10 ml / min), la dose giornaliera deve essere dimezzata.

Applicazione nei bambini

Dentro, durante o dopo i pasti (o con il latte), senza masticare.

Con tricomoniasi, bambini 2-5 anni - 250 mg / giorno; 5-10 anni - 250-375 mg / giorno, oltre 10 anni - 500 mg / giorno. La dose giornaliera deve essere suddivisa in 2 dosi. Il corso del trattamento è di 10 giorni.

Con giardiasi - bambini sotto 1 anno - 125 mg / giorno, 2-4 anni - ma 250 mg / giorno, 5-8 anni - 375 mg / giorno, oltre 8 anni - 500 mg / giorno (in 2 dosi)... Il corso del trattamento è di 5 giorni.

Con ascesso epatico - bambini 1-3 anni - 1/4 dose di un adulto, 3-7 anni - 1/3 dose di un adulto, 7-10 anni - 1/2 dose di un adulto.

In caso di stomatite ulcerosa, il farmaco non è indicato per i bambini..

istruzioni speciali

Durante il periodo di trattamento, l'etanolo è controindicato (può svilupparsi una reazione simile al disulfiram: dolore addominale spastico, nausea, vomito, mal di testa, rossore improvviso del viso).

In combinazione con amoxicillina, non è raccomandato per l'uso in pazienti di età inferiore a 18 anni.

Con una terapia prolungata, è necessario controllare il quadro ematico.

Con la leucopenia, la possibilità di continuare il trattamento dipende dal rischio di sviluppare un processo infettivo.

La comparsa di atassia, vertigini e qualsiasi altro deterioramento dello stato neurologico dei pazienti richiede l'interruzione del trattamento.

Può immobilizzare i treponemi e portare a falsi positivi al test di Nelson.

Oscuramento delle urine.

Quando si tratta la vaginite da Trichomonas nelle donne e l'uretrite da Trichomonas negli uomini, è necessario astenersi dall'attività sessuale. Il trattamento simultaneo dei partner sessuali è obbligatorio. Il trattamento non si interrompe durante le mestruazioni. Dopo la terapia per la tricomoniasi, i test di controllo devono essere eseguiti per tre cicli successivi prima e dopo le mestruazioni.

Dopo il trattamento della giardiasi, se i sintomi persistono, dopo 3-4 settimane, condurre 3 analisi fecali a intervalli di diversi giorni (in alcuni pazienti trattati con successo, l'intolleranza al lattosio causata dall'invasione può persistere per diverse settimane o mesi, simile ai sintomi della giardiasi).

Interazioni farmacologiche

Migliora l'azione degli anticoagulanti indiretti, che porta ad un aumento del tempo di formazione della protrombina.

Simile al disulfiram, provoca intolleranza all'etanolo.

L'uso simultaneo con disulfiram può portare allo sviluppo di vari sintomi neurologici (intervallo tra gli appuntamenti - almeno 2 settimane).

La cimetidina inibisce il metabolismo del metronidazolo, che può portare ad un aumento della sua concentrazione nel siero del sangue e un aumento del rischio di sviluppare effetti collaterali.

La somministrazione simultanea di farmaci che stimolano gli enzimi di ossidazione microsomiale nel fegato (fenobarbital, fenitoina) può accelerare l'eliminazione del metronidazolo, a seguito della quale la sua concentrazione nel plasma diminuisce.

Se assunto contemporaneamente ai preparati al litio, la concentrazione di quest'ultimo nel plasma può aumentare e lo sviluppo di sintomi di intossicazione.

Si sconsiglia la combinazione con miorilassanti non depolarizzanti (bromuro di vecuronio).

I sulfonamidi aumentano l'effetto antimicrobico del metronidazolo.

Condizioni di conservazione del farmaco Metronidazolo

Elenco B. Il farmaco viene conservato in un luogo asciutto e buio, fuori dalla portata dei bambini, a una temperatura non superiore a 25 ° C.