Cos'è la litotripsia

L'urolitiasi (nefro e urolitiasi, ICD) è una patologia urologica frequente e si verifica nel 5-7% della popolazione. La maggior parte dei pazienti con KSD sono giovani e normodotati. I metodi tradizionali di trattamento della malattia includono la correzione metabolica e il trattamento chirurgico. Negli ultimi decenni, i progressi intensi nel campo della medicina hanno permesso lo sviluppo di un'altra direzione della terapia: un metodo endourologico di contatto per eliminare la nefrolitiasi..

Principio di funzionamento e vantaggi del metodo

La litotripsia endoscopica da contatto (CELT) è un metodo per frantumare i calcoli nelle vie urinarie portando gli strumenti direttamente sul calcolo. Per visualizzare il processo, vengono utilizzate apparecchiature video e gli strumenti vengono trasportati nella posizione del tartaro attraverso le vie urinarie naturali. Sotto l'influenza di fattori fisici (laser, corrente e altri), la pietra si scompone gradualmente in piccole particelle, che vengono poi espulse indipendentemente dal corpo.

I vantaggi del metodo sono la bassa invasività e la possibilità di complicazioni. La procedura non richiede incisioni sul corpo, quindi il periodo di riabilitazione procede rapidamente e senza sintomi spiacevoli sotto forma di dolore o disturbi urinari.

Indicazioni

Di solito, KLT viene eseguito dopo l'assenza di effetto dal metodo remoto o se è impossibile utilizzarlo. Le indicazioni per CELT sono anche calcoli multipli nella vescica o nell'uretere, "percorsi di pietra" dopo SWL.

Preparazione e periodo preoperatorio

La fase principale è diagnostica. Sebbene l'operazione sia considerata minimamente invasiva e non traumatica, il paziente deve essere completamente esaminato. Assicurati di condurre un elenco minimo di studi di laboratorio e strumentali:

  • esami di routine del sangue e delle urine (UAC, OAM, LHC);
  • coagulogramma, determinazione del gruppo sanguigno e rhesus;
  • ECG;
  • fluorografia.

L'intera gamma di esami necessari è determinata dal medico curante. In presenza di malattie concomitanti, possono essere eseguite ulteriori analisi e studi strumentali. Per chiarire la diagnosi di urolitiasi e la localizzazione dei calcoli, vengono utilizzati ecografi, sondaggi e urogramma escretore. Per comodità dei pazienti, tutte le procedure diagnostiche possono essere eseguite presso il nostro centro di urologia a Mosca.

Dopo il ricovero in ospedale, il paziente parla con il medico curante e viene esaminato da un anestesista per determinare i possibili rischi dell'anestesia e la loro esclusione. Non mangiare il giorno del CELT. Poche ore prima dell'operazione vengono somministrati agenti antibatterici per prevenire l'insorgenza dell'infezione e viene eseguita la premedicazione con diversi farmaci. Prepara il paziente per la prossima anestesia e rimuove lo stress psico-emotivo.

Ordine di condotta

La litotripsia da contatto viene eseguita in anestesia generale o spinale; in rari casi può essere utilizzata l'anestesia endovenosa. La prima fase è la visualizzazione del calcolo. Se la pietra si trova nell'uretra o nell'uretra, un endoscopio viene fatto passare attraverso l'apertura uretrale esterna - una tecnica endoscopica ascendente. Nel caso della posizione del calcolo nell'uretere o nel sistema calice-pelvico, può essere utilizzata una tecnica dall'alto verso il basso. In questo caso, l'endoscopio viene inserito nel rene attraverso una puntura nella regione lombare e tenuto premuto fino a localizzare il calcolo.

Inoltre, uno strumento sotto forma di sonda con una fonte di energia che frantuma la pietra viene portato al calcolo attraverso il canale di lavoro dell'endoscopio. Per CELT, possono essere utilizzati laser, elettroidraulici, pneumatici e altri tipi di litotritori. Ognuno di loro ha le sue caratteristiche e svantaggi, quindi la scelta viene fatta individualmente, tenendo conto della localizzazione del calcolo.

Possibili complicazioni

Gli eventi avversi a seguito di litotripsia endoscopica da contatto sono rari, ma ancora possibili. Questi includono:

  • danno all'organo causato dallo strumento o dalla sua perforazione;
  • pielonefrite da reflusso;
  • stenosi ureterali.

La probabilità di sviluppare complicanze dipende in gran parte dal tipo di lipotripter. Gli utensili pneumatici sono considerati il ​​"gold standard" per la sicurezza, ma la loro efficacia è relativamente bassa. Le perforazioni e le lesioni sono più comuni con i litotritori elettroidraulici a causa dell'elevata energia dell'onda d'urto.

Periodo di riabilitazione

Il recupero dalla litotripsia da contatto è rapido. Solitamente, pochi giorni dopo il CELT, il paziente può tornare al suo solito stile di vita, ma senza eccessivo stress fisico ed emotivo. Alcuni pazienti durante il periodo di riabilitazione possono manifestare sintomi spiacevoli che non appartengono alla categoria delle complicanze e scompaiono 3-5 giorni dopo la litotripsia:

  • ematuria: una miscela di sangue nelle urine;
  • sensazione di bruciore o lieve dolore durante la minzione;
  • debolezza generale, stanchezza rapida;
  • aumento della temperatura lieve e di breve durata;
  • ritenzione di feci o minzione.

Va notato che alcuni dei sintomi elencati possono anche essere un segno di processi patologici. Ad esempio, febbre e problemi a urinare possono indicare un'infezione batterica. Quando si visita il medico curante, è necessario parlare in dettaglio delle caratteristiche del corso del periodo di riabilitazione al fine di identificare tempestivamente le deviazioni dalla norma. In caso di dubbio e la comparsa di sintomi che influiscono in modo significativo sulle condizioni generali, è necessario consultare immediatamente un medico.

Anche un CELT di successo non garantisce una cura completa per il paziente. La procedura influisce sulla conseguenza dell'urolitiasi e non sulla causa, quindi i calcoli possono formarsi di nuovo. Una ricaduta può essere evitata solo se vengono seguite le raccomandazioni del medico curante per lo stile di vita, la correzione della dieta e il trattamento farmacologico.

L'efficacia della litotripsia extracorporea per la rimozione dei calcoli renali

L'urolitiasi (urolitiasi) è una patologia molto comune che colpisce il 3-5% della popolazione mondiale.

Esistono molti modi per sbarazzarsi di calcoli renali, del tratto urinario e della vescica.

La litotripsia remota è una tecnologia moderna e non invasiva che consente di eliminare i calcoli renali con il minimo danno alla salute umana.

Informazioni generali sulla procedura

La litotrissia extracorporea ad onde d'urto (ESWL) è la frantumazione di pietre mediante onde d'urto acustiche generate da un apparato speciale - un litotritore.

l'azione degli impulsi sonori frantuma le pietre a una dimensione alla quale possono lasciare indipendentemente il corpo o dissolversi nelle urine.

L'operazione è completamente non invasiva. Non è richiesta la penetrazione di bisturi o punture nel corpo umano. L'applicatore ad onde d'urto del litotritore si trova all'esterno della persona e trasferisce la sua energia ai calcoli attraverso i tessuti del corpo.

La guida accurata dell'onda d'urto acustico sulla pietra viene eseguita utilizzando la scansione a raggi X e ultrasuoni. In base al tipo di generazione delle onde acustiche, i litotritori sono:

  • elettroidraulico;
  • elettromagnetico;
  • piezoelettrico.

Indicazioni per l'uso

Le indicazioni per l'uso della litotripsia extracorporea sono:

  • la presenza di calcoli nel sistema urinario con dimensioni di 5-25 mm;
  • la capacità di visualizzarli e focalizzarli;
  • alcune proprietà chimiche e fisiche dei calcoli, che ne rendono possibile la frantumazione sonora.

Il peso massimo al quale è possibile l'operazione è di 130 kg.

Controindicazioni per la conduzione

A causa delle peculiarità della scissione dell'onda d'urto, la litotripsia a distanza è controindicata nei seguenti casi:

  • gravidanza ed essere nel periodo mestruale;
  • violazione della coagulazione del sangue;
  • malattie acute o croniche del sistema urinario nella fase di esacerbazione (cistite, pielonefrite, prostatite, uretrite, insufficienza renale, una significativa diminuzione della funzionalità dei nefroni, tubercolosi cavernosa del rene, tumori e cisti di varie eziologie);
  • processi infiammatori e purulenti in altri organi: polmoni, prostata, cistifellea, ecc.
  • malattie gastrointestinali nella fase acuta;
  • insufficienza cardiovascolare e respiratoria;
  • fibrillazione atriale, aneurismi aortici, presenza di un pacemaker;
  • pietre molto dure o appositamente strutturate che non possono essere distrutte dalle onde acustiche (in particolare, calcoli di corallo);
  • l'incapacità di dirigere con precisione l'impulso di shock sulla pietra a causa delle caratteristiche del paziente (patologia del sistema muscolo-scheletrico o della colonna vertebrale, peso superiore a 130 kg, altezza superiore a 2 m, aumento della formazione di gas);
  • ostruzione degli ureteri sotto la posizione delle pietre;
  • complicazioni dopo precedenti procedure di litotripsia.

Non utilizzare la litotripsia esterna per distruggere i calcoli di urato, costituiti da sali di acido urico. In questo caso, si consiglia di utilizzare la terapia litolitica (farmacologica) per sciogliere i calcoli..

Possibile rifiuto di utilizzare la litotripsia esterna per altri motivi individuali, che dovrebbero essere determinati dal medico.

Vantaggi del metodo

I vantaggi della litotrissia extracorporea sono evidenti. La maggior parte di loro sono una conseguenza della non invasività della procedura..

I principali vantaggi di ESWL:

  • efficienza e massima sicurezza per il paziente;
  • nessun dolore significativo, un breve periodo durante il quale si può avvertire disagio;
  • basso rischio di complicanze;
  • breve periodo di recupero, rapida "dimissione" e ritorno al lavoro;
  • economicità relativa (secondo alcuni dati, il costo della litotripsia extracorporea è inferiore di circa il 35-40% rispetto alla chirurgia da contatto).

Prepararsi per un intervento chirurgico

Per rendere la litotripsia il più facile e sicura possibile per il paziente, deve essere preceduta da una preparazione.

È necessario sottoporsi a un esame clinico e di laboratorio completo per un'identificazione dettagliata del numero e delle dimensioni delle pietre, della loro esatta localizzazione.

Tutti i processi infiammatori nel corpo devono essere curati con l'aiuto di terapia antibiotica, infusione e altre procedure mediche. Soprattutto se sono localizzati nel sistema urinario. Ecco alcune regole di base:

  • 2-3 giorni prima della procedura, è necessario interrompere l'assunzione di cibi che causano flatulenza;
  • la sera prima della procedura, così come il giorno della procedura, viene eseguito un clistere purificante.

Pochi minuti prima di ESWL, viene introdotto in soluzione fisiologica in un volume di 400-500 ml. Può essere necessario il posizionamento di uno stent ureterale per facilitare la rimozione di frammenti di pietrisco.

Dopo che il paziente è stato fissato su una sedia speciale o sul tavolo del litotritore, tutti i dispositivi necessari sono collegati e configurati: un sensore ECG, ultrasuoni, raggi X, applicatore litotritore.

Metodi di sollievo dal dolore

Mentre viaggia attraverso il corpo, l'onda d'urto di solito provoca un lieve dolore e disagio, che può essere percepito in modo diverso dai pazienti a causa della loro individualità. Se si incontra un osso (costola) nel percorso dell'impulso, la risonanza nel tessuto osseo può causare un aumento del dolore.

I moderni litotritori consentono di eseguire la litotripsia senza anestesia. Tuttavia, al fine di alleviare completamente il dolore del paziente, la litotripsia viene eseguita con anestesia locale (il più delle volte) o generale.

Requisiti per l'anestesia per litotripsia extracorporea:

  • facile gestione del sollievo dal dolore;
  • aumento della soglia del dolore per una persona sottoposta a litotripsia;
  • nessun impatto negativo su attività cardiovascolare, emodinamica e stato mentale (non dovrebbe esserci depressione post-anestetica).

Con la neuroleptanalgesia (anestesia endovenosa con conservazione della coscienza del paziente), viene utilizzata una combinazione di diversi farmaci: analgin, ketamina, relanium, ecc. L'anestesia dura circa 1 ora e si verifica 10-12 minuti dopo la somministrazione di analgesici.

A volte viene utilizzata l'anestesia endotracheale (inalazione) o epidurale (iniezione di un anestetico nello spazio epidurale della colonna vertebrale).

Alla vigilia dell'operazione, al paziente vengono prescritti sedativi (fenazepam, nozepam), che riducono lo stress emotivo.

Come funziona la litotripsia?

Di solito ESWL viene eseguito in una sessione, ma se necessario, il loro numero può essere aumentato a 4. La durata della sessione è solitamente di 45-60 minuti. Durante questo periodo, il paziente può ricevere fino a 8000 impulsi di shock.

Gradualmente l'energia e la frequenza degli impulsi aumentano.

Quanto tempo ci vuole per la riabilitazione

Con la litotripsia esterna, il ricovero di solito non richiede un intervento chirurgico, viene eseguito in regime ambulatoriale. Se non si notano complicazioni, il paziente torna a casa immediatamente dopo l'intervento..

Il periodo di riabilitazione è formalmente di 3 mesi. Lo scorrere di questo periodo senza complicazioni e la rimozione di tutte le pietre ci permette di parlare del completo successo dell'operazione. Ma in effetti la riabilitazione spesso non è necessaria, il paziente dal giorno dell'intervento può condurre una vita normale. Entro due settimane, il paziente deve essere osservato da un medico e assumere i diuretici da lui prescritti.

Complicazioni e fattori che possono influenzare il risultato

Il risultato della litotrissia a distanza dipende non solo dalle caratteristiche del litotritore e dall'esperienza del medico, ma anche dalle caratteristiche individuali della malattia:

  • la dimensione iniziale delle pietre;
  • la loro localizzazione e composizione minerale;
  • la durata della presenza di calcoli nei reni, negli ureteri o nella vescica;
  • lo stato del sistema urinario (presenza di malattie croniche);
  • caratteristiche individuali del corpo del paziente: peso, condizioni dei polmoni, cuore, tratto gastrointestinale.

Le complicanze dopo la litotripsia sono classificate in base al momento in cui si verificano..

Durante l'azione

Durante la litotripsia, possono esserci:

  • aritmia o altre interruzioni dell'attività cardiaca;
  • cambiamenti nella direzione di aumento o diminuzione della pressione sanguigna;
  • aumento dell'eccitabilità del paziente dovuta all'attivazione dell'ANS.

Dopo il processo di rimozione

Il periodo postoperatorio immediato può rivelare un numero significativo di complicazioni, che sono spesso il risultato delle caratteristiche individuali del paziente, violazioni della preparazione per la procedura o esperienza insufficiente del medico. Questi includono quanto segue.

Emorragia renale. Il sanguinamento può essere causato da una scarsa coagulazione del sangue causata dall'assunzione di anticoagulanti, pielonefrite, mestruazioni.

Scarico di sangue nelle urine. Una moderata ematuria è normale nella litotripsia e si verifica in circa l'80% dei casi. Di solito scompare dopo una o due minzioni e non dura più di un giorno. Se si osserva sangue nelle urine per un tempo più lungo, è necessario consultare un medico per scoprire la causa e prevenire un sanguinamento massiccio.

Esacerbazione di malattie croniche del sistema urinario - pielonefrite, cistite, uretrite.

Può formarsi un ematoma sottocapsulare o perirenale (emorragia sotto la capsula renale o nei tessuti circostanti).

Il periodo di tempo in cui un calcolo rimane nell'uretere può compromettere l'urodinamica con un cambiamento nella prognosi.

Durante il periodo di recupero

Diversi mesi dopo la litotripsia, potrebbero esserci:

  • stenosi cicatriziale (restringimento) dell'uretere;
  • aumento persistente della pressione sanguigna (raro).

Efficienza del processo

Secondo alcuni rapporti, l'efficacia di ESWL raggiunge il 90-97%. L'efficacia dell'operazione viene valutata dopo almeno 3 mesi dalla data della procedura. L'operazione è considerata riuscita se le pietre vengono frantumate in pezzi di non più di 3 mm e il loro rilascio è avvenuto entro un periodo di tre mesi dall'operazione.

A volte capita che durante il decadimento dei calcoli, alcuni dei loro frammenti superino i 3 mm e non si spengano da soli. In questo caso non si può parlare di un'operazione completamente riuscita. Ci sono pietre che non collassano anche dopo diverse sedute di litotripsia.

Conclusione

ESWL allevia i calcoli, ma non l'urolitiasi. Se la causa della formazione delle pietre non viene eliminata, continueranno a formarsi..

Il medico consiglierà al paziente tutto questo..

Litotripsia: che cos'è, i principali tipi di procedura, indicazioni e controindicazioni

I problemi renali influenzano sempre le prestazioni di tutti i sistemi del corpo, motivo per cui questo problema deve essere affrontato il più rapidamente possibile. Ai primi segni di patologia, è necessario contattare un istituto medico, dove uno specialista effettuerà un esame e prescriverà il trattamento più appropriato. Molto spesso, alle persone viene diagnosticata l'urolitiasi e vengono utilizzati vari metodi per combatterla. Uno di questi è la litotripsia, che cos'è, e dobbiamo scoprirlo.

Cos'è?

La litotripsia è il processo di frantumazione delle pietre utilizzando uno speciale apparato che produce onde ultrasoniche senza danneggiare la pelle. Questo metodo si è diffuso negli anni '70 del XX secolo. Ancora oggi, con diversi metodi di intervento chirurgico, la litotripsia viene utilizzata attivamente e salva la vita a molti pazienti. Possiamo tranquillamente affermare che questo è uno dei modi più efficaci e meno traumatici per rimuovere le pietre..

I calcoli solidi vengono frantumati fino ad ottenere piccoli pezzi o addirittura sabbia, quindi rilasciati verso l'esterno in modo naturale, cioè lungo le vie urinarie. Allo stesso tempo, la chirurgia addominale non viene eseguita, richiede il recupero a lungo termine e la riabilitazione del paziente, quindi è meno preferibile, sebbene ci siano indicazioni per questo quando l'uso della litotripsia è impossibile. Questo metodo è implementato in due modi diversi: remoto e contatto.

L'indicazione principale per la procedura è la dimensione delle pietre, deve essere inclusa nell'intervallo - 0,5 - 2,5 centimetri. Anche i bambini piccoli possono implementare la procedura. Segue un breve periodo di riabilitazione, che dura diversi giorni, dopodiché il paziente torna a casa ed è in grado di svolgere le attività quotidiane. Questa procedura è la più indolore rispetto ad altri metodi per trattare le pietre. Non c'è bisogno di sperare che non ci sarà alcun dolore, ci sarà disagio, ma non così evidente.

Nella fase preparatoria, il medico deve informare il suo paziente sui vantaggi e gli svantaggi del metodo, nonché sulle possibili complicazioni. Dopodiché, dovresti fare una diagnosi preliminare e andare direttamente alla preparazione prima dell'operazione. Prima delle pietre litotripsia, è necessario svolgere le seguenti attività:

  • su appuntamento, agli specialisti vengono fornite analisi generali dei fluidi biologici;
  • produrre una radiografia;
  • esaminare l'organo malato attraverso la diagnostica ecografica;
  • valutare la coagulazione del sangue;
  • condurre un cardiogramma;
  • un clistere dovrebbe essere somministrato prima della procedura per pulire l'intestino.

Se una persona ha assunto anticoagulanti prima della procedura, deve informare in anticipo il proprio medico. Devi rifiutarti di assumere anticoagulanti 2 settimane prima della procedura.

Indicazioni e controindicazioni

Ci sono situazioni in cui è severamente vietato eseguire queste manipolazioni, poiché può minacciare la salute e persino la vita. Ma ci sono anche altre indicazioni per le quali è consigliabile eseguire la litotripsia, queste includono i seguenti aspetti:

  • la dimensione della pietra dovrebbe variare nell'intervallo 0,5 - 2,5 centimetri;
  • la composizione chimica dovrebbe consentire di frantumare il tartaro allo stato di sabbia, è per determinare questo fattore che vengono effettuati vari studi.

Queste sono le principali indicazioni per la procedura, ma le controindicazioni in questo caso sono superiori di un ordine di grandezza e ognuna di esse è di grande importanza. Per questo motivo, lo specialista curante rifiuta spesso ai suoi pazienti di sottoporsi a litotripsia. Queste situazioni includono queste controindicazioni:

  • la presenza nel corpo di un processo o formazioni infiammatorie con presenza di pus, ad esempio prostatite, infiammazione dei polmoni, ecc.;
  • la presenza di complicazioni dopo aver eseguito litotripsia in passato;
  • gravidanza;
  • tipo di formazioni urate;
  • la presenza di un aneurisma aortico;
  • problemi alla schiena;
  • malattie cardiovascolari, in cui si sono verificate aritmia e altri problemi;
  • coagulazione del sangue insufficiente;
  • mestruazioni nel gentil sesso;
  • peso corporeo eccessivo, se lo stadio dell'obesità è terzo o quarto;
  • tubercolosi renale;
  • la presenza di una neoplasia nell'area di questo organo accoppiato;
  • gonfiore sistematico.

Questo non è un elenco completo di tutte le controindicazioni, poiché ci sono una serie di diversi fattori individuali. In ogni caso, il medico curante è responsabile della procedura e solo lui potrà determinare la necessità della procedura, per questo studia in dettaglio le analisi del paziente.

Varietà di procedura

Nel processo di sviluppo di questo metodo di frantumazione delle pietre, è stato possibile creare diverse varietà, l'uso di ciascuna di esse è consigliabile in un caso particolare. Ciascuno di questi tipi ha una serie di caratteristiche e sfumature che devono essere prese in considerazione quando si prescrive e si sceglie una procedura. Dovresti considerarli in modo più dettagliato per studiarne le caratteristiche distintive, i vantaggi e gli svantaggi..

Litotripsia a distanza

Questo metodo include tutti i metodi di frantumazione delle pietre senza intervento chirurgico. La distruzione dei calcoli si verifica a causa dell'uso di onde d'urto derivanti dal funzionamento di un apparato speciale: un litotritore. La litotripsia remota dei calcoli renali presenta molti vantaggi, ma è molto più importante identificare i suoi svantaggi, che includono i seguenti fattori:

  1. Quando i depositi solidi vengono schiacciati, si verificano danni ai tessuti vicini e spesso il rene stesso può persino soffrirne.
  2. Se la densità di formazione è abbastanza alta, non sarà possibile ottenere un effetto positivo.
  3. A volte una pietra frantumata è divisa non solo in sabbia, ma anche in particelle abbastanza grandi che, durante il loro movimento, provocano coliche renali. Pertanto, le formazioni più grandi non vengono schiacciate con questo metodo, poiché ciò rappresenta un pericolo per la salute del paziente.
  4. Per la rimozione completa delle pietre dal corpo, sono necessarie diverse procedure con una certa frequenza..

Anche in presenza di queste carenze, il metodo si adatta notevolmente bene a piccole formazioni, se le loro dimensioni non superano i 2 centimetri e i calcoli si trovano nelle coppe dei reni e del bacino. La dimensione minima è di 0,5 centimetri.

Metodo di contatto

La litotripsia da contatto di calcoli renali e ureterali è anche un metodo minimamente invasivo per rimuovere depositi solidi, questo è uno dei metodi più giovani. Lo specialista utilizza un endoscopio di piccolo spessore, viene inserito nella vescica attraverso l'uretra e da lì entra nell'uretere, a volte anche nel bacino, se necessario. Un enorme vantaggio del metodo di contatto è una visualizzazione completa del processo di frantumazione delle pietre, oltre a rimuoverle in un'unica procedura. Questo non danneggia la pelle.

Esistono diversi sottotipi di litotripsia da contatto, tra cui:

  1. Ultrasonico. Si consiglia di utilizzarlo se la dimensione della pietra non supera 1 centimetro, il tartaro viene frantumato in piccoli pezzi, che vengono poi rimossi per aspirazione. Tuttavia, la densità della pietra non dovrebbe essere troppo grande..
  2. Pneumatico. La pietra, localizzata nell'uretere, è suddivisa in piccoli elementi. Vengono rimossi endoscopicamente usando pinze o anelli. Calcoli renali e formazioni ad alta densità non possono essere eliminati con questo metodo..
  3. Litotripsia laser. In questo caso, lo schiacciamento avviene con un laser e il medico curante controlla visivamente il processo della procedura. In questo modo si garantisce l'eliminazione anche dei frammenti più piccoli. Nella medicina moderna, questo metodo è usato più spesso di altri..

Di norma, la densità della pietra non viene praticamente presa in considerazione, i tessuti adiacenti non sono danneggiati e il restauro richiede un minimo di tempo: questi sono i principali vantaggi di questo metodo. Il tipo specifico è determinato dal medico curante, in base alle condizioni del paziente e alla diagnostica eseguita. È necessario prepararsi adeguatamente per la litotripsia in modo che durante la procedura non ci siano complicazioni ed effetti collaterali..

La rimozione delle pietre è un processo complesso che richiede al paziente di seguire tutte le raccomandazioni e il rispetto di alcune regole e da uno specialista altamente qualificato. È importante adottare misure preventive per prevenire la formazione di calcoli, perché il problema è molto più facile da prevenire che curarlo. La prevenzione avviene dopo la procedura, al fine di prevenire una ricaduta della malattia, che avverrà molto presto quando tornerai a uno stile di vita malsano, quindi dovresti migliorare la tua alimentazione, l'equilibrio idrico e la routine quotidiana in generale. È imperativo dedicare un po 'di tempo all'attività fisica per liberare il corpo dai ristagni..

Litotripsia: un'operazione per schiacciare i calcoli renali con un'ecografia e un endoscopio

L'urolitiasi è una delle malattie più comuni e la chirurgia per la frantumazione dei calcoli renali è una delle più comuni. Circa il 40% dei pazienti dell'urologo sono il gruppo di pazienti con urolitiasi. Il ruolo più importante nel suo sviluppo è svolto dal luogo di residenza del paziente. In alcune regioni l'incidenza è maggiore, in alcune è minore. Ciò è influenzato dalla qualità dell'acqua e del suolo. Lo stile di vita, l'alimentazione, il metabolismo del calcio nel sangue alterato, la predisposizione genetica giocano un ruolo importante.

Diagnostica prima dell'intervento

Per qualche ragione, da quanto sopra, la composizione colloidale dell'urina formata viene interrotta. Ciò porta alla formazione di calcoli - formazioni solide insolubili. Possono essere diversi per composizione, forma, dimensione. Dalla sabbia fino a più di 3 cm di diametro. Da rotondo a irregolare, con creste e punte.

Il destino delle pietre nel sistema urinario umano è diverso. Possono rimanere nei reni, possono penetrare ulteriormente nell'uretere, nella vescica, fuori dall'uretra.

Devo dire che l'intero processo è estremamente doloroso e pericoloso..

La pietra può causare l'ostruzione dell'uretere, che causerà ritenzione urinaria acuta, irritazione e infiammazione delle pareti dei reni e della vescica, fino alla sepsi.

Sintomi della presenza di calcoli:

  • dolore all'addome e alla parte bassa della schiena;
  • violazione della minzione;
  • sangue nelle urine, varie impurità;
  • attacchi di colica renale, accompagnati da dolore insopportabile.

Rivolgiti immediatamente al medico per uno qualsiasi di questi sintomi.!

Trattamento

È possibile utilizzare metodi conservativi, tuttavia, il trattamento farmacologico è sintomatico. La fonte del problema non scomparirà. La base di una cura radicale per l'urolitiasi è un'operazione. Gli interventi chirurgici addominali complessi con una lunga preparazione e tempi di riabilitazione sono già un ricordo del passato. Il trattamento nel ventunesimo secolo - litotripsia.

Parliamone più in dettaglio.

La litotripsia è un'operazione per rompere i calcoli renali e quindi rimuoverli. È completamente non invasivo, ad es. procedura senza sangue o minimamente invasiva. La sua essenza è la rimozione delle pietre utilizzando un'onda d'urto con l'energia degli ultrasuoni o un laser utilizzando varie tecniche:

  • a distanza;
  • attraverso l'endoscopio uretrale;
  • attraverso la pelle.
Pietre nell'uretere e nei reni

Quale metodo scegliere è determinato dal medico insieme al paziente. Innanzitutto, viene eseguita una diagnosi generale: prendono urine, feci, esami del sangue totali e biochimici, test per epatite, HIV e sifilide, eseguono un ECG. Successivamente, viene determinato il tipo di calcoli, ad esempio urato, ossalato, ecc., La loro dimensione. Viene valutata la condizione generale del paziente, viene rilevata la presenza di malattie concomitanti.

Indicazioni

Un'operazione per frantumare i calcoli renali con un'ecografia e un endoscopio è indicata nei seguenti casi:

  • pietre da 0,5 cm;
  • sindrome da dolore grave;
  • inefficacia della terapia conservativa;
  • la composizione della pietra consente la frantumazione e la rimozione ad ultrasuoni.

Controindicazioni alla chirurgia

Come ogni altra manipolazione medica, la litotripsia ha limitazioni e controindicazioni:

  • sovrappeso e grande crescita, sebbene alcuni dispositivi moderni non abbiano tali restrizioni;
  • gravidanza;
  • pietre ad alta densità e dimensioni molto grandi;
  • alcune malattie comuni;
  • malattie infiammatorie del sistema genito-urinario.

Inoltre, prima della procedura, l'anestesista deve scoprire se il paziente ha un'intolleranza all'anestesia. In questo caso, al grande può essere offerta la distruzione remota delle pietre senza anestesia..

Tipi di chirurgia per la frantumazione dei calcoli renali

Onda d'urto remota

Il metodo remoto è l'impatto di un'onda d'urto su una pietra, distruggendola in strutture molto piccole. Gli impulsi sono generati da uno speciale dispositivo litotritore. Il dispositivo si trova a una distanza compresa tra 20 cm e un metro e mezzo dall'area interessata.

Azione dell'onda d'urto a distanza

L'operazione viene eseguita mediante ultrasuoni o radiografia. Dura un'ora e mezza.

  • a basso costo;
  • non invasività: non ci sono tagli e penetrazioni nel corpo umano;
  • vasta esperienza di medici con queste tecnologie, da quando lo sviluppo è iniziato negli anni '60 del secolo scorso;
  • breve degenza ospedaliera;
  • il metodo viene utilizzato anche per i bambini.

La litotripsia ad onde d'urto non ha quasi complicazioni. Ma potrebbero esserci lesioni ai tessuti renali, ricadute. I resti distrutti delle pietre escono da soli, indolori e non traumatici. A volte nel periodo postoperatorio viene eseguito lo stent - inserimento di uno speciale catetere di gomma, che migliora la rimozione dei residui di calcoli.

Controindicazioni specifiche:

  • anomalie congenite del sistema urinario;
  • malattie della colonna vertebrale;
  • disturbi della coagulazione del sangue;
  • malattie oncologiche;
  • gli impulsi del litotritore non saranno in grado di distruggere il calcolo troppo grande e denso.

Metodo endoscopico

Si basa sull'uso di un dispositivo uretroscopico. Dopo aver introdotto l'anestesia al paziente, il chirurgo inserisce l'uretroscopio attraverso l'uretra, nell'uretra, raggiungendo i reni. Dopo aver trovato una pietra, il medico la distrugge usando ultrasuoni o radiazioni laser. La pietra si disintegra facilmente e, come con la rimozione a distanza, viene rimossa in modo indipendente e senza dolore. La durata delle manipolazioni dipende dalla complessità della malattia.

Metodo operativo endoscopico

Questo è il modo più moderno per trattare l'urolitiasi.

Vantaggio rispetto al metodo delle onde d'urto:

  • la possibilità di esaminare la pietra da un medico;
  • nessuna restrizione all'uso del laser dovuta alla dimensione del calcolo;
  • degenza ospedaliera molto breve.
  • alto prezzo;
  • l'incapacità degli ultrasuoni di distruggere alcuni tipi di pietre.

Rimozione percutanea

È simile alla chirurgia classica, ma con una minima perdita di sangue e un basso rischio di complicanze. Può essere confrontato con le operazioni laparoscopiche ormai molto diffuse.

Viene determinato un punto sulla parte bassa della schiena, che sporge sul calcolo renale interessato. Il punto di riferimento è segnato e attraverso di esso uno strumento speciale, un nefroscopio, viene inserito sotto la pelle. Il medico visualizza il rene sullo schermo del monitor, lo perfora, trova e rimuove una pietra al suo interno.

È anche possibile un metodo combinato, quando la pietra viene frantumata con gli ultrasuoni. La procedura viene eseguita in anestesia generale, che è piuttosto lunga in termini di tempo e preparazione..

Rimozione percutanea dei calcoli

Questa è una rimozione radicale di tutte le pietre di qualsiasi forma e struttura, il minimo rischio di recidiva.

  • obesità elevata;
  • malattie della pelle;
  • impossibilità per un motivo o per l'altro di utilizzare l'anestesia.

Il costo della chirurgia percutanea è uno dei più bassi, il metodo è spesso utilizzato negli ospedali.

Periodo postoperatorio

I reclami dei pazienti dopo l'intervento chirurgico non differiscono dai reclami durante altri interventi chirurgici. In genere, i pazienti notano:

  • dolore durante la minzione;
  • aumento della temperatura corporea;
  • lieve sanguinamento nella zona del campo operatorio;
  • debolezza generale e malessere.

La durata del recupero è diversa:

  • con l'ecografia e la litotripsia laser, i pazienti vengono letteralmente dimessi il giorno successivo;
  • essere sotto osservazione durante la rimozione sottocutanea e remota dei calcoli è un po 'più lungo.

A tutti i pazienti, indipendentemente dal tipo di intervento chirurgico, viene prescritto il riposo, una diminuzione dell'attività fisica. Prescrivere l'assunzione di antispastici, antibiotici, analgesici, vitamine.

Il paziente nel periodo postin vigore

È importante seguire una dieta, l'assunzione di una quantità sufficiente di acqua pulita. Vengono prescritte varie tisane con effetto diuretico. Nelle farmacie, vengono venduti con il nome di "tasse urologiche" a base di mirtillo rosso, equiseto. La dieta consiste nel ridurre il fritto, il salato, evitare l'alcol, mangiare cibi di qualità ricchi di vitamine e minerali.

Il medico, in base alla situazione, cancellerà alcuni farmaci che il paziente sta assumendo, pertanto è necessario consultare il medico curante del profilo della malattia aggiuntiva.

Gli esercizi di fisioterapia sono utili.

Due settimane dopo il trattamento, è necessario visitare un urologo per un esame preventivo e una ricerca. Le ricadute non si verificano se si osservano tutte le condizioni cliniche.

Possibili complicazioni

La chirurgia per schiacciare i calcoli renali è una procedura dolorosa e difficile. Di solito non ci sono complicazioni dopo l'intervento chirurgico. Soggetto a elevate qualifiche dei medici, buona attrezzatura, cure attente, rispetto da parte del paziente delle prescrizioni del medico.

In caso contrario, è possibile quanto segue:

  • ematoma renale;
  • pielonefrite;
  • ostruzione dell'uretra;
  • aritmia;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • polmonite;
  • malattie infiammatorie degli organi e delle vie urinarie.

Abbiamo scoperto che i calcoli renali vengono scomposti in vari modi. Tutti hanno vantaggi e svantaggi. Il tuo medico ti aiuterà a scegliere il miglior tipo di litotripsia. Non ritardare l'operazione per evitare gravi complicazioni.

Caratteristiche della litotripsia remota: che cos'è e come prepararsi per la procedura?

La litotripsia a distanza è un metodo moderno per il trattamento della litiasi delle vie urinarie. Gli approcci moderni al trattamento dei calcoli renali consentono di eliminare rapidamente depositi patologici, ripristinare la salute e la funzionalità dell'organo.

L'efficacia del metodo è del 90% con una singola procedura di trattamento. Cos'è la litotripsia e cosa determina la sua efficacia?

Cos'è la litotripsia

La frantumazione dei sassi a distanza è il "gold standard" nel trattamento dei calcoli renali e del tratto urinario. Gli apparecchi per la manipolazione sono disponibili in quasi tutti i centri urologici.

Oggi urologi e nefrologi hanno studiato a fondo il metodo di esposizione e aiutano i pazienti a eliminare completamente il problema dell'urolitiasi..

Il metodo di trattamento delle malattie renali si basa sull'impatto diretto di un'onda d'urto utilizzando attrezzature speciali: un litotritore. La procedura viene eseguita sotto controllo ecografico o radiografico.

Il fuoco dell'onda d'urto è diretto sulle formazioni, distruggendole e schiacciandole per una successiva evacuazione senza ostacoli. La procedura per rimuovere le pietre dai reni viene eseguita in anestesia o senza di essa, che è determinata dalla gravità della patologia e dalle condizioni generali del paziente.

I principali vantaggi del metodo sono la possibilità di utilizzarlo nella pratica pediatrica, minimamente invasività, riabilitazione a breve termine, minimi rischi di complicanze..

Tipi di litotripsia

La litotripsia terapeutica è classificata in base a diversi criteri, tra cui il tipo di effetto dell'onda d'urto, la forza dell'onda d'urto, la stadiazione della procedura e altri criteri di definizione. Esistono diversi tipi principali di manipolazione:

  • litotripsia extracorporea dei calcoli renali. Una procedura indolore in cui non c'è contatto diretto tra il tartaro e l'apparato litotritore. Il processo di frantumazione delle pietre avviene sotto l'influenza di una potente onda d'urto, che passa senza ostacoli attraverso lo spessore dei tessuti. Oggi, la litotripsia senza contatto è ampiamente utilizzata per il trattamento dei calcoli nelle vie urinarie e nei reni nei bambini e negli adulti;
  • contattare litotripsia. Il metodo comporta un impatto diretto sul calcolo. Il metodo di rimozione consente di frantumare la pietra nel luogo della sua formazione. Efficace contro i calcoli localizzati nella vescica e negli ureteri;
  • laser. È usato come alternativa alla chirurgia addominale. La radiazione SWL non ha praticamente controindicazioni, è ampiamente utilizzata per rimuovere pietre piccole e grandi dal lume dell'organo. Dopo la manipolazione con un raggio laser, i rischi di ricaduta sono notevolmente ridotti a causa della rimozione anche di particelle sabbiose dopo la distruzione;
  • litotripsia extracorporea ad onde d'urto. È un effetto complesso sul calcolo. Il vantaggio del metodo risiede nella sua versatilità per quanto riguarda l'impatto su pietre di qualsiasi localizzazione. Sono possibili sia la frantumazione parziale della pietra che la contemporanea rimozione di piccoli sassi. Se si prevede di rimuovere una quantità significativa di calcoli, viene inserito uno stent speciale per un deflusso regolare e senza ostacoli.

La scelta del metodo di impatto sulla pietra è selezionata in base a diversi criteri. Il litotritore può essere elettroidraulico, elettromagnetico o piezoelettrico.

Ogni metodo di rimozione presenta vantaggi e limitazioni, quindi il solo desiderio del paziente nella scelta del tipo di litotripsia non è sufficiente. Uno qualsiasi dei metodi di cui sopra comporta il controllo del processo utilizzando attrezzature speciali..

Indicazioni e controindicazioni

Dopo aver rilevato i calcoli nel sistema urinario, viene presa una decisione sull'opportunità di eseguire la litotripsia a onde d'urto a distanza. Le principali indicazioni per la manipolazione sono:

  • presenza confermata di calcoli nell'uretere, nel lume renale, nella vescica;
  • la capacità di visualizzare un calcolo utilizzando ultrasuoni o raggi X;
  • sintomi caratteristici e non specifici dell'urolitiasi
  • l'assenza di ostacoli all'escrezione di urina al di sotto delle strutture renali.

La procedura può essere eseguita su un paziente di qualsiasi età. Nonostante l'efficacia e la minima invasività della manipolazione, esistono controindicazioni per:

  • malattie infiammatorie acute (in presenza di infezione, deve essere effettuato un trattamento preliminare);
  • lesione infettiva del sistema genito-urinario;
  • disturbi della coagulazione del sangue;
  • flatulenza, aumento della produzione di gas;
  • aneurisma aortico;
  • patologia del cuore e dei vasi sanguigni;
  • danno renale tubercolare;
  • mestruazioni nelle donne;
  • sovrappeso;
  • gravidanza.

I disturbi endocrini, la prima infanzia (fino a 5 anni) sono considerati controindicazioni relative. Le controindicazioni alla manipolazione sono anche considerate insufficienza renale (con funzionalità renale inferiore al 50%), urolitiasi dopo trapianto di rene, dialisi peritoneale ed emodialisi. Se controindicati, vengono utilizzati trattamenti alternativi.

Le principali indicazioni e controindicazioni devono essere prese in considerazione quando si prescrive la litotripsia.

Attività preparatorie

Prima di rimuovere il tartaro con litotripsia extracorporea ad onde d'urto è necessario eseguire una preparazione adeguata. Quindi, viene prescritta un'intera gamma di misure diagnostiche:

  • analisi cliniche generali di sangue, urina, feci;
  • studio della funzionalità renale;
  • studiare la storia clinica del paziente per altre malattie;
  • ECG o ECHOKG del cuore;
  • diagnostica ecografica di reni e strutture renali, organi pelvici.

Una settimana prima della manipolazione, è imperativo seguire una dieta a basso contenuto di carboidrati..

Durante la preparazione, si consiglia di consumare più liquidi e fibre. 5 giorni prima della procedura, smettono completamente di assumere qualsiasi farmaco, ad eccezione di quelli vitali (insulina, adrenalina). Per le malattie infettive acute, viene eseguita la terapia antibiotica.

La selezione dell'anestesia gioca un ruolo speciale nella litotripsia. La rimozione delle pietre, la loro frantumazione e rimozione attraverso il lume delle vie urinarie è spesso accompagnata da sensazioni dolorose. Pertanto, la procedura può essere eseguita in anestesia generale o spinale..

Alla vigilia della litotripsia remota, possono essere prescritti sedativi per eliminare la paura, l'ansia e normalizzare il background psico-emotivo.

Caratteristiche della procedura

Prima dell'inizio della manipolazione, il paziente viene iniettato per via endovenosa con fluido fisiologico (circa 0,5 l), dopo di che viene posto su un lettino, viene collegato un sensore ECG, una macchina ad ultrasuoni o un'apparecchiatura a raggi X viene preparata per il funzionamento.

Il paziente può anche essere sdraiato, l'importante è che sia fissato saldamente sul divano.

Dopo aver impostato l'attrezzatura, inizia la procedura stessa. Con litotripsia ad onde d'urto remote, l'apparato agisce dall'esterno sulla zona di localizzazione del tartaro. Con il contatto (litotripsia laser dei reni), un endoscopio viene inserito nel lume del canale uretrale.

Se durante la procedura di litotripsia a distanza c'è un forte dolore, è possibile l'introduzione dell'anestesia durante la manipolazione.

Il tempo totale di litotripsia varia da 15 minuti a 1,5 ore, a seconda delle dimensioni e della posizione delle pietre. Dopo la procedura, il paziente viene portato fuori dallo stato di anestesia e portato in reparto per diverse ore. Poi può tornare a casa. Lo stesso accade con ureterolitotripsia da contatto..

L'efficacia di ESWL delle pietre è determinata dalla dimensione delle pietre. Con grandi pietre nel rene, la procedura viene eseguita in più fasi per prevenire possibili complicazioni. Tra di loro, viene eseguita una terapia farmacologica intensiva per la rimozione completa dei residui di tartaro, la prevenzione delle malattie infiammatorie.

Possibili complicazioni

Nonostante l'elaborazione della procedura per la litotripsia extracorporea ad onde d'urto, dopo di essa possono sorgere alcune complicazioni. In base al tipo di evento, si distinguono due grandi gruppi:

  • intraoperatorio (che si verifica durante la manipolazione);
  • postoperatorio (che si verifica dopo la manipolazione, comprese le conseguenze a lungo termine).

La principale complicanza fisiologica del passaggio dei calcoli è la colica renale. Come complicazione, un sintomo è considerato inefficace nell'alleviare il dolore con i farmaci.

Un'altra complicazione dopo la litotripsia terapeutica è la minzione ridotta o il deflusso urinario. Il problema della minzione alterata è risolto dall'installazione di un catetere o stent, che impedisce il blocco del lume da calcoli.

Con l'accumulo di numerosi frammenti di frammenti grandi e piccoli nell'uretere, è probabile lo sviluppo di pielonefrite, periureterite e alterato deflusso di urina.

Oggi ESWL consente di eliminare gravi disturbi del sistema urinario associati a urolitiasi, nefrolitiasi, che possono portare allo sviluppo di insufficienza renale. La valutazione dell'efficacia del trattamento è possibile solo 3-4 mesi dopo la completa rimozione dei calcoli.

La distruzione completa o parziale della pietra, l'assenza di effetti residui e un caratteristico complesso di sintomi è considerata un segno di cura.

La prognosi della malattia dopo litotripsia è prevalentemente favorevole, ma nessun metodo di rimozione dei calcoli può garantire l'assenza di ricadute. Uno stile di vita sano e seguire tutte le raccomandazioni del medico aiuterà a normalizzare la funzione renale.

Ramo
chirurgia

Ciclo completo di trattamento
Diversità delle direzioni
Aiuto high tech

Litotripsia per urolitiasi

La litotripsia (distruzione della pietra) è un metodo di trattamento dell'urolitiasi, che implica la distruzione a distanza (senza intervento diretto nel corpo) o la distruzione per contatto delle pietre utilizzando diversi tipi di energia. Le operazioni mininvasive per rimuovere i calcoli renali vengono eseguite rompendo le pietre in piccoli frammenti, che vengono rimossi direttamente durante l'operazione e / o espulsi dall'organismo in modo naturale.

La litotrissia extracorporea (SWL) o la litotrissia extracorporea ad onde d'urto (ESWL) sono sinonimi dello stesso trattamento. Il punto principale della procedura è la distruzione (disintegrazione) di un calcolo nel rene o uretere per azione di un'onda d'urto, che viene generata nella testa terapeutica del dispositivo utilizzando diversi metodi di generazione di una scarica (litotritori elettromagnetici, elettroidraulici, piezoelettrici).

Gli impulsi focalizzati sulla pietra utilizzando un sensore a ultrasuoni e / o la guida a raggi X distruggono gradualmente la struttura interna del calcolo, a causa della quale si rompe in frammenti più piccoli. Le pietre collassano allo stato di sabbia e piccoli frammenti, seguite da uno scarico indipendente di urina lungo le vie urinarie.

Tipi di litotripsia secondo il metodo di impatto sulla pietra

Litotripsia a distanza. Un metodo per trattare l'urolitiasi utilizzando speciali dispositivi complessi e ad alta tecnologia: i litotritori. I litotritori generano un'onda d'urto che, concentrandosi sulla pietra mediante ultrasuoni o raggi X, porta alla sua distruzione. Un'operazione indolore e poco traumatica viene eseguita più spesso in anestesia endovenosa ed è ben tollerata dai pazienti.

Contatto litotripsia (URT - contatto ureterolitotripsia). In questa operazione endoscopica vengono utilizzati gli ureteroscopi, strumenti speciali che vengono portati direttamente al calcolo situato nell'uretere o nel rene attraverso le vie urinarie naturali. Dopo che il calcolo è stato visualizzato, viene distrutto utilizzando energia laser, ultrasonica o pneumatica. L'anestesia spinale è il gold standard per queste procedure. Quando si utilizza questo metodo di trattamento, la probabilità di completa distruzione del calcolo raggiunge quasi il 100%. A volte l'operazione viene completata inserendo un catetere-stent ureterale, che viene rimosso dopo 2-4 settimane.

Nefrolitotomia percutanea (percutanea) (PNLT). L'operazione prevede la creazione di una puntura nella regione lombare per l'introduzione dell'endoscopio direttamente nel rene, seguita dalla distruzione dei calcoli e dall'estrazione dei loro frammenti. Questo tipo di trattamento chirurgico viene utilizzato per pietre di corallo e pietre di grandi dimensioni. La nefrolitotripsia percutanea viene eseguita in anestesia generale o spinale.

Nella nostra clinica possono essere eseguite le operazioni mininvasive sopra descritte in alternativa all'intervento chirurgico. Le operazioni vengono eseguite da specialisti qualificati utilizzando moderne attrezzature mediche. Puoi scoprire quanto costa rimuovere i calcoli dai reni e dagli ureteri con uno dei metodi di trattamento dal listino o per telefono.

Indicazioni per la chirurgia

Indicazioni per la litotripsia extracorporea: calcoli di dimensioni comprese tra 5 e 20 mm, localizzati nel calice dei reni, nella pelvi o nell'uretere.

Per le pietre più grandi, vengono utilizzati altri metodi di trattamento.

Indicazioni per litotripsia da contatto: calcoli nell'uretere fino a 20 mm.

Indicazioni per la nefrolitotripsia percutanea: calcoli renali maggiori di 20 mm, calcoli di corallo.

L'opportunità di utilizzare un particolare metodo di trattamento è determinata dal medico curante in consultazione dopo aver esaminato il paziente e aver familiarizzato con i risultati delle sue analisi ed esami.

Controindicazioni alla litotripsia

Controindicazioni generali per la litotripsia:

  • pielonefrite acuta;
  • insufficienza renale acuta o progressione dell'insufficienza renale cronica;
  • bassa coagulazione del sangue (ipocoagulazione);
  • deformità spinali;
  • obesità;
  • malattie cardiovascolari nella fase acuta;
  • gravidanza;
  • aneurisma dell'arteria renale e dell'aorta;
  • malattie gastrointestinali acute;
  • fibrillazione atriale;
  • le mestruazioni;
  • tumori renali.

La scelta di un metodo di trattamento specifico dipende dalle caratteristiche individuali della malattia del paziente..

  • restringimento dell'uretere sotto il calcolo;
  • violazione della funzione escretoria del rene;
  • pielonefrite acuta o infezione delle vie urinarie nella fase acuta;
  • dimensione del tartaro maggiore di 20 mm o sua alta densità.

Controindicazioni per contattare la litotripsia:

  • un'infezione del sistema urinario nella fase acuta;
  • stenosi ureterale.

Controindicazioni alla nefrolitotripsia percutanea:

  • stato somatico del paziente

Prepararsi per un intervento chirurgico

Prima di eseguire la litotripsia, è necessario un esame completo di laboratorio e strumentale:

  • esami clinici del sangue e delle urine, analisi del sangue biochimiche, coagulogramma, urinocoltura, analisi del sangue per l'epatite B e C, sifilide, HIV, determinazione del gruppo sanguigno;
  • TAC dello spazio retroperitoneale con miglioramento del contrasto, ecografia dei reni, ureteri, prostata (negli uomini), ECG, radiografia del torace;
  • esofagogastroduodenoscopia e scansione duplex delle vene degli arti inferiori (se necessario);
  • trattamento di malattie concomitanti con la loro esacerbazione;
  • drenaggio delle vie urinarie superiori (se necessario);
  • profilassi antibatterica delle infezioni del tratto urinario.

Fasi dell'operazione

Una seduta di litotripsia esterna dura circa 1 ora. In caso di scarsa frammentazione del tartaro possono essere necessarie ripetute sessioni di frantumazione. È possibile una combinazione con altri tipi di trattamento, in particolare con la litotripsia da contatto. Nel caso di grandi pezzi di tartaro, è possibile inserire nel paziente un catetere-stent ureterale. La durata in piedi dello stent ureterale in media varia da 2 a 4 settimane.

La litotripsia da contatto (laser, ultrasuoni, pneumatica) dura da 30 a 60 minuti. La probabilità di completa distruzione del calcolo (specialmente quando si trovano nelle parti inferiori dell'uretere) raggiunge il 100%. Con questo metodo di trattamento, la distruzione del calcolo viene eseguita sotto controllo visivo, il che consente al medico di frammentare la pietra in una massa finemente dispersa e rimuovere grandi frammenti.

La nefrolitomia percutanea ha lo scopo di rimuovere grossi coralli o calcoli renali. La durata dell'operazione può essere fino a diverse ore. Al termine dell'operazione, viene installato un drenaggio per nefrostomia nella regione lombare per diversi giorni..

Cosa è incluso nel costo dell'intervento chirurgico per rimuovere i calcoli renali

Il costo delle operazioni di distruzione di calcoli renali e / o ureteri dipende direttamente dal metodo di trattamento chirurgico scelto, dal tipo di anestesia, dalla durata della degenza ospedaliera e dalla necessità di esami strumentali e di laboratorio preoperatori..

Avendo scoperto il prezzo dell'operazione per rimuovere le pietre nella nostra clinica, assicurati che il prezzo non cambierà dopo la fine del trattamento. Non abbiamo supplementi nascosti, le tariffe includono la consultazione e l'esame di un urologo, anestesista, diagnostica strumentale e di laboratorio, anestesia.

Riabilitazione

La durata della riabilitazione dopo la rimozione del calcolo dipende dal metodo di litotripsia e dalle caratteristiche della condizione somatica del paziente. Le pietre frantumate durante il passaggio possono causare coliche renali o esacerbare la pielonefrite calcarea.

Dopo la litotripsia a distanza, i pazienti vengono generalmente dimessi nei giorni 2-3. Dopo la dimissione dall'ospedale, è necessaria l'osservazione del dispensario da parte di un urologo per 2 settimane. Il 10-14 ° giorno, è necessario eseguire un'ecografia o una radiografia, per superare i test clinici (biochimici) del sangue e delle urine.

Dopo contatto litotripsia, si possono osservare sangue nelle urine, lieve bruciore e dolore durante la minzione o nella regione lombare per diversi giorni. In assenza di dolore pronunciato, il paziente viene dimesso il 2-3 ° giorno..

Il periodo di riabilitazione della litotripsia percutanea richiede più tempo. La durata della degenza ospedaliera è in media da 5 a 7 giorni o più. Il drenaggio della nefrostomia viene solitamente rimosso 2-4 giorni dopo l'intervento chirurgico.

Per aumentare l'efficacia del trattamento e prevenire lo sviluppo di urolitiasi ricorrente, i pazienti che hanno subito litotripsia devono assumere un atteggiamento responsabile nei confronti del periodo di riabilitazione e seguire rigorosamente le raccomandazioni del medico.

Appuntamenti nel periodo postoperatorio:

  • cibo dietetico (esclusione di cibi troppo salati e piccanti);
  • aumento del regime di consumo (più di 3,0 litri / giorno);
  • terapia antibiotica;
  • l'uso di vitamine;
  • attività fisica;
  • fito, laser, terapia con vibrazione, ecc..

Indubbiamente, Mosca offre molte opportunità di trattamento, incl. realizzazione di litotripsia. Ma il prezzo dell'operazione, le code, la qualità del servizio, la reattività del personale, l'efficienza e altri criteri potrebbero non soddisfare le tue esigenze.

L'efficacia del trattamento dell'urolitiasi presso l'FNKT FMBA è garantita. La clinica impiega specialisti altamente qualificati, il personale ha candidati di scienze. Il reparto moderno, i comodi reparti e le sale operatorie sono dotati di apparecchiature high-tech di produttori mondiali. Il Dipartimento di Urologia dispone di ogni tipo di attrezzatura moderna (cistoscopi, ureteroscopi, nefroscopi; litotritori: laser, ultrasuoni, pneumatici e remoti) per la rimozione endoscopica mininvasiva di calcoli di qualsiasi localizzazione di qualsiasi parte del sistema urinario. I prezzi per la litotripsia dei calcoli renali / ureteri mediante laser, ultrasuoni e altri metodi sono convenienti.