Calcolo

(concrementum; lat. joint; da concresco, concretum per crescere insieme, addensare; sinonimo di pietra)

struttura densa, spesso pietrosa, formazione patologica, solitamente situata liberamente in un organo cavo o nel dotto escretore della ghiandola e derivante principalmente dalla perdita di sali.

Concrement amdirfny (S. amorphum) - K., costituito da una sostanza amorfa; nella sezione, di solito ha una struttura a strati.

Concrement batterielino (C. batteriale) - K., il cui nucleo forma una massa di corpi batterici.

Concrement proteinedivy (C. albuminosum) - K., il cui nucleo è costituito da coaguli di sangue, fibrina, accumuli di batteri e pus.

Concrement bronchielino (c. bronchiale) - vedi broncholitis.

Concrement inenny (pagina venoso; syn. flebolite) - K. con una superficie liscia, formata nel lume di una vena, presumibilmente da un trombo calcificato.

Concrement infiammazioneecorpo (S. infiammatorium) - K., formato a seguito di ispessimento e successiva pietrificazione dell'essudato infiammatorio.

Concrement fungodivy (S. mycoticum) - K. sotto forma di un grano solido, costituito da fili di un fungo parassita, che si trova, ad esempio, nei tubuli lacrimali con la loro infezione fungina.

ConcremeBile NT (S. biliare; sin.: epatolite, K. epatico) - K., formato nella cistifellea, dotti biliari extraepatici o intraepatici e costituito da colesterolo, pigmenti biliari e sali di calcio.

Concrement limedivy (S. calcareum) - K., formato a seguito di calcificazione di masse necrotiche, secrezione ispessita, essudato infiammatorio.

Concrement toelovy (pagina faecale; sinonimo coprolite) - K. nella cavità dell'intestino crasso, che è un grumo di feci compattate.

Concrement carbonioetny (C. carbonicum) - K., costituito principalmente da carbonati.

Concrement kishechny (pagina intestinale; syn. enterolith) - K., formato nell'intestino a seguito della calcificazione di residui di cibo addensati.

Concrement calldiidno-cristalloechesky (S. colloidocrystallinum; sinonimo: K. combinato. K. misto) - K., che è un pezzo di proteine, incrostato di sali sotto forma di strati concentrici,

ConcremeNT Combineevanny (con combinatum) - vedi calcolo colloidale-cristallino (calcolo).

Concrement coralloefondo (S. coralloideum) - K., riempiendo la pelvi renale e il calice e somiglia al corallo in apparenza.

Concrement cristallodiidny (C. cristalloideum) - K., costituito principalmente da cristalli di sale; ha una struttura radiale al taglio.

Concrement xantenuovo (c. xanthinicum) - K. urinario, costituito principalmente da xantina.

Concrement lekenaturale (C. medicamentosum) - K. urinario, formato come risultato della cristallizzazione di sostanze medicinali secrete dal corpo.

Concrement metabolechesky (S. metabolicum; syn. K. primary) - K., formato a seguito di disordini metabolici.

Concrement urinadith (S. urinarium; syn. urolith) - K., formato nel tratto urinario.

Concrement lobiestrato (pagina uratico) - K. urinario, costituito principalmente da urati.

Concrement ossaleetny (pagina oxalicum) - K. urinario, costituito principalmente da ossalato di calcio.

Concrement pancreaticoechesky (S. pancreaticum) - K., formato nel dotto pancreatico a causa di ristagno, ispessimento della secrezione e successiva impregnazione con sali di calcio.

Concrement pervechny (c. primarium) - vedi calcolo metabolico.

ConcremeNT epatico (pagina epatico) - vedi Calcolo biliare.

Concrement pygmentno-colesterolodivyy (pagina pigmentocholesterinicum) - bile K., costituito principalmente da pigmenti biliari e colesterolo.

Concrement pygmentny (pagina pigmentosum) - bile K., costituito principalmente da pigmenti biliari.

Concrement pdiChechny (S. renale) - K., formato nel calice renale e nel bacino.

Concrement prepuzioelino (p. preputiale; sinonimo: postolite, smegmolite) - K., formato da smegma in un sacco prepuziale con fimosi.

Concrement roentgenonegatechiaro (S. roentgenonegativum) - K., non fornisce un'immagine a raggi X..

Concrement cmeshany (c. mixtum) - vedi calcolo colloidale-cristallino (calcolo).

Concrement facetepiatto - K. con superfici piane formate come risultato di una stretta adesione ad altri K.

Concremefosforoetny (S. phosphaticum) - K. urinario, costituito principalmente da fosfato di calcio.

Concrement colesterenuovo (pagina cholesterinicum) - bile K., costituito principalmente da colesterolo.

Concremecisti ntenuovo (pagina cystinicum) - K. urinario, costituito principalmente da cistina.

Calcoli renali: l'essenza della malattia, cause, classificazione e trattamento

Nel processo di funzionamento del sistema urinario, si formano piccoli cristalli nelle strutture dei reni, che normalmente dovrebbero lasciare il corpo insieme all'urina.

Se il processo di filtrazione è disturbato nelle coppe dei reni e del bacino, i cristalli aumentano di dimensioni e si formano in calcoli - calcoli renali.

Informazioni generali e statistiche

Un calcolo è una pietra densa che si forma negli organi della cavità e nei dotti escretori delle ghiandole. I calcoli renali si formano a causa di una filtrazione ridotta nei reni e del metabolismo nel corpo.

La patologia si verifica sia nei bambini che negli adulti. Per lo più gli uomini sono suscettibili allo sviluppo di questa patologia, sebbene questa malattia si manifesti anche nelle donne.

Secondo le statistiche, nel mondo il 7% degli uomini e il 3% delle donne soffre di urolitiasi. In Russia, ogni secondo paziente ricoverato al dipartimento di urologia ha questa diagnosi.

Patogenesi e cause della malattia

Per comprendere il meccanismo di formazione dei calcoli renali, è necessario analizzare la composizione delle urine. L'urina umana è un liquido contenente una ricca varietà di sostanze chimiche.

L'urina è satura di cristalli, ma se i reni di una persona funzionano completamente, non precipitano, ma tutto grazie ai composti proteici contenuti nelle urine. Le proteine ​​impediscono ai cristalli di aderire e depositarsi.

Se le mucoproteine ​​compaiono nelle urine, ad esempio pus o muco, neutralizzano l'azione dei composti proteici che impediscono ai cristalli di attaccarsi tra loro, dando inizio alla formazione di una futura formazione solida.

Aumenta gradualmente per l'aggiunta di sali, filamenti di fibrina e corpi estranei e interferisce con il normale funzionamento dei reni..

Le cause dell'urolitiasi includono:

  • focolai di infiammazione non trattati negli organi del sistema escretore;
  • malattie sullo sfondo delle quali il metabolismo minerale è disturbato, si tratta di gastrite, insufficienza epatica, osteoporosi;
  • fattore ereditario;
  • violazione del regime del bere;
  • peso in eccesso;
  • nutrizione impropria;
  • anomalie renali congenite.

Si ritiene che il consumo eccessivo di alimenti contenenti proteine ​​animali e acido ossalico aumenti il ​​rischio di urolitiasi.

Tipi di pietre

A seconda della composizione chimica, si distinguono diversi tipi di calcoli renali, che differiscono l'uno dall'altro per i motivi della formazione, della composizione chimica e delle dimensioni, vale a dire:

  1. Urate. Queste sono formazioni lisce e arrotondate. La dimensione varia da un millimetro a diversi centimetri. Formato da acido urico e sali. Gli stessi urati sono di colore bruno-giallastro. Le urate, se non trattate, si trasformano in formazioni coralline che possono diffondersi all'intera cavità renale.
  2. Ossalato. Sono i più comuni tra gli altri tipi di calcoli renali. Gli ossalati si formano a causa dell'eccessiva quantità di acido ossalico e del processo disturbato del suo metabolismo nel corpo. Si depositano principalmente sulle coppe renali e si presentano sotto forma di placche di diverse dimensioni (da 1 millimetro a 4 centimetri). Gli ossalati sono considerati i calcoli renali più pericolosi perché danneggiano il tessuto renale, portando a sanguinamento.
  3. Struvite. Queste neoplasie solide sono anche chiamate infettive, poiché si sviluppano sullo sfondo di processi infiammatori nei reni. Sono costituiti da fosfato di ammonio e carbonato di calcio. Formato a causa del ristagno di urina e l'aggiunta di infezione. Il pericolo delle formazioni di struvite è che possono provocare insufficienza renale acuta e sepsi.
  4. Fosfato. Sono costituiti da sali di acido fosfato e aumentano rapidamente di dimensioni, il che può portare al riempimento delle strutture cave del rene. In questa condizione, una persona viene immediatamente sottoposta a un'operazione chirurgica per rimuovere le pietre..
  5. Proteina. Queste pietre contengono fibrina e batteri. Le loro dimensioni non superano alcuni millimetri. Considerato il meno comune tra gli altri tipi di calcoli.
  6. Colesterolo. Sorgono a causa di una violazione del metabolismo del colesterolo nel corpo. Le lesioni sono morbide ma nere. Facilmente distrutto.
  7. Cistina. Formato sullo sfondo di una rara patologia renale - cistinuria, che si manifesta con il fatto che la cistina non viene riassorbita, ma si accumula nell'organo.
  8. Xanthine. Si sviluppano sullo sfondo di un'anomalia congenita del funzionamento dei reni. Le pietre si formano perché la xantina viene eliminata dal rene, ma non convertita in acido urico.

Il pericolo dei calcoli renali sta nel fatto che il loro rapido aumento porta al blocco delle vie urinarie e alla complicazione dell'escrezione di urina dal corpo..

Classificazione dei calcoli

I calcoli renali possono essere classificati non solo in base alla loro composizione chimica, ma anche in base alla loro posizione, vale a dire:

  1. Rene destro. È nel rene destro che si formano più spesso i calcoli. Il blocco del dotto urinario del rene destro si manifesta con nausea, aritmia, dolore lancinante nella parte destra, debolezza e secchezza delle fauci.
  2. Sinistra. I calcoli nel rene sinistro vengono diagnosticati meno spesso e con una lesione del lato sinistro, si osserva debolezza e forte dolore alla bocca dello stomaco.

La manifestazione del quadro clinico

L'urolitiasi nel 97% dei casi è asintomatica, ma fino a quando non è complicata da pielonefrite, cistite o blocco dei dotti urinari. Nel 3% dei casi, i pazienti sperimentano inizialmente dolore alla schiena periodico.

Fasi di sviluppo

Quando un paziente inizia a sviluppare calcoli nei reni, non si osserva alcun sintomo. Successivamente, i microtraumi dei tessuti degli organi provocano la pielonefrite, i cui sintomi includono:

  • aumento della temperatura corporea;
  • cambiamento nell'ombra e nell'odore di urina;
  • nausea;
  • prostrazione;
  • pesantezza e dolore lombare.

Quando vengono evacuati calcoli renali di dimensioni superiori a 5 millimetri, la persona sviluppa una colica renale.

Con l'ostruzione, c'è un forte dolore nella parte bassa della schiena e non dipende dalla posizione del corpo, il che rende il paziente ansioso. Si notano anche nausea, vomito, forti crampi intestinali e aumento della minzione..

A poco a poco, l'organo colpito si gonfia e il paziente soffre di una grave sindrome da dolore. Se una massa solida non viene rimossa, si sviluppano l'urosepsi e l'insufficienza renale acuta, che possono essere fatali.

Misure diagnostiche

Se una persona osserva i sintomi dell'urolitiasi, dovrebbe consultare un nefrologo. Una diagnosi accurata viene effettuata solo dopo che il paziente ha superato tutti gli esami necessari:

  • analisi del sangue generale;
  • analisi dettagliata delle urine;
  • esame ecografico;
  • urografia escretoria;
  • tomografia computerizzata.

Nel processo di diagnostica, viene prestata attenzione alla presenza di malattie che provocano la formazione di calcoli nei reni (diabete mellito, obesità, malattia coronarica).

Terapie

La scelta delle tattiche per il trattamento dei calcoli nei reni è influenzata dalla salute generale del paziente, dalla sua età, taglia e tipo.

Modi tradizionali

La terapia conservativa per l'urolitiasi include l'assunzione di farmaci che aiutano ad alleviare l'infiammazione, il dolore e dissolvere le formazioni solide.

I metodi tradizionali di trattamento vengono utilizzati quando il diametro delle formazioni non supera i 5 millimetri.

I seguenti farmaci contribuiscono all'escrezione dei calcoli dai reni:

  • Cyston;
  • Kanephron;
  • Urolesan;
  • Fitolisina;
  • Stonebreaker;
  • Gortex.

Tali farmaci come Papaverine, No-Shpa e Baralgin aiutano a rilassare lo strato muscolare dei dotti urinari e ad alleviare il dolore associato al passaggio dei calcoli.

Per sciogliere gli urati, al paziente vengono prescritti Asparkam e Blemaren, farmaci che promuovono la rimozione della sabbia. Con piccoli ossalati, al paziente viene prescritto un complesso di vitamine A, E e gruppo B..

Per sciogliere e rimuovere i calcoli fosfatici, viene utilizzata una dieta terapeutica. Se i calcoli hanno provocato un processo infiammatorio, al paziente vengono prescritti antibiotici.

Trattamento a seconda del corso

Come notato, nelle fasi iniziali dell'urolitiasi, viene utilizzata la terapia conservativa..

Se esiste il rischio di ostruzione delle vie urinarie, che è sorto a causa del rapido aumento dei calcoli, vengono utilizzati metodi moderni di frantumazione delle pietre. Le formazioni solide vengono frantumate usando un laser o ultrasuoni.

La litotripsia ultrasonica comprende i seguenti tipi:

  • contatto: implica la distruzione strumentale dei calcoli;
  • onda d'urto remota: con l'aiuto degli ultrasuoni, viene generata un'onda d'urto, che distrugge a distanza le formazioni solide, senza danneggiare l'organo;
  • extracorporeo: si usa quando il diametro dei calcoli non supera i 25 mm, e implica l'effetto sulle pietre di una coda di onde d'urto.

La rimozione chirurgica di un corpo estraneo è prescritta per l'ostruzione acuta delle vie urinarie, che ha provocato una forte violazione del deflusso di urina.

Il trapianto di rene viene utilizzato in caso di formazione di calcoli di cistina e xantina che si formano in anomalie congenite dell'organo appaiato.

etnoscienza

I metodi non tradizionali di trattamento dell'urolitiasi vengono utilizzati dopo aver consultato un medico. I rimedi popolari efficaci per i calcoli includono:

  1. Decotto di radici di rosa canina: prendere 2 cucchiai di materie fito-prime, versarli con un bicchiere d'acqua e far bollire per 25 minuti. Successivamente, il brodo viene insistito, filtrato e preso tre volte al giorno per un terzo di bicchiere per due settimane.
  2. Raccolta per rimuovere le pietre: prendi 2 cucchiai di una miscela composta da poligono, melissa, salvia e erba di San Giovanni. Tutti versano mezzo bicchiere di acqua bollente e insistono. La prima settimana, l'infuso viene preso in mezzo bicchiere e dalla seconda settimana vengono aggiunte 5 gocce di olio di abete al brodo. Il corso del trattamento è di 3-4 settimane.
  3. Brodo di uva ursina: versare un cucchiaio di erba secca con un bicchiere di acqua bollente, mettere lo sbozzato a bagnomaria, coprire con un coperchio e cuocere a fuoco lento per 30 minuti. Il brodo viene preso in un cucchiaio 3-5 volte al giorno.

Metodi di trattamento alternativi non possono essere considerati come un sostituto completo dell'assunzione di farmaci farmacologici per l'urolitiasi.

Complicazioni

Se l'urolitiasi non viene trattata, provoca le seguenti complicazioni:

  1. Idronefrosi: blocco completo del deflusso di urina e del suo accumulo nel rene, con conseguente necrosi parziale o completa dell'organo.
  2. Insufficienza renale acuta: una condizione rara che si verifica quando c'è un blocco bilaterale delle vie urinarie.
  3. Cistite ipertrofica: si sviluppa con costante irritazione della vescica da parte di particelle di calcoli.

Le complicazioni possono essere di origine infettiva. Esempi di tali complicanze includono pielonefrite, cistite cronica e uretrite..

Prevenzione delle malattie

Per evitare la formazione di calcoli, è necessario osservare il regime di consumo, monitorare la qualità del fluido utilizzato, mangiare correttamente, controllare il peso corporeo e curare tempestivamente le malattie del sistema escretore..

Se la terapia viene avviata in tempo, aumentano le possibilità di un completo recupero. L'automedicazione per l'urolitiasi può causare danni irreparabili alla salute del paziente.

Calcoli

1. Piccola enciclopedia medica. - M.: enciclopedia medica. 1991-96 2. Primo soccorso. - M.: Grande enciclopedia russa. 1994 3. Dizionario enciclopedico dei termini medici. - M.: enciclopedia sovietica. - 1982-1984.

  • Concrement
  • Concretezza delle vertebre

Guarda cos'è "calculi" in altri dizionari:

COMPONENTI - (dal latino concrementum accumulo di fusione), formazioni dense (cosiddette pietre) negli organi cavi e dotti escretori delle ghiandole nell'uomo e negli animali... Grande Dizionario Enciclopedico

Concrementi - Calcestruzzi (dal latino concrementum accumulo, accrescimento) pietre, formazioni dense che si trovano negli organi della cavità e condotti escretori delle ghiandole umane. Possono essere di diverse dimensioni, forme e consistenze. Indice 1 Composizione 2 Motivi...... Wikipedia

calculi - (lat. concrementum joint) formazioni dense, pietre che sorgono nelle cavità o nei tessuti del corpo a causa della perdita di sali con disturbi metabolici e cambiamenti nella chimica. composizione del segreto 2. Nuovo dizionario di parole straniere. di EdwART, 2009. …… Dizionario di parole straniere della lingua russa

calculi - (dal latino concrementum accumulo, accrescimento), formazioni dense (le cosiddette pietre) negli organi cavi e nei dotti escretori delle ghiandole negli esseri umani e negli animali. * * * COMPONENTI CONCREMENTI (dal latino concrementum accumulation, accretion), denso...... Dizionario enciclopedico

Concrementi - (dal latino accumulo concrementum, accrescimento) pietre, formazioni dense trovate negli organi della cavità e condotti escretori delle ghiandole umane. Possono essere di diverse dimensioni, forme e consistenze. La composizione chimica di K. dipende dal loro posto... Grande Enciclopedia Sovietica

Concrements - negli animali domestici sono sotto forma di cosiddetti. calcoli intestinali (vedi), latte, salivare, vescica, uretra, ecc. Il nucleo dei calcoli intestinali è quasi sempre un corpo estraneo ingerito, ad esempio. un pezzo di coperta,...... Dizionario enciclopedico di F.A. Brockhaus e I.A. Efron

COMPONENTI - (dal latino concrementum concrementum, accrescimento), formazioni dense (cosiddette pietre) negli organi cavi e dotti escretori delle ghiandole nell'uomo e negli animali... Scienze naturali. Dizionario enciclopedico

COMPONENTI - (dal latino concrementum mucchio, accumulo), formazioni dense (le cosiddette pietre) nell'organo cavo. Nei dotti biliari e nella cistifellea (K. epatico), nel tratto urinario (K. urinario) sorgono a seguito di una violazione del minatore. scambio; intestinale K.,...... Dizionario enciclopedico agricolo

COMPONENTI - Fig. 1. Calcolo della pelvi renale di una mucca. Figura: 1. Calcolo della pelvi renale di una mucca. calcoli (dal latino concrementum ?? giunto), pietre, corpi densi, che giacciono liberamente nelle cavità naturali di vari organi e dotti escretori delle ghiandole....... Dizionario enciclopedico veterinario

calculi - pl., R. concrements / ntov; unità konkreme / NT (2 m)... Dizionario ortografico della lingua russa

calcoli - (dal lat. concrementum ?? accumulo, accumulo), formazioni dense (le cosiddette pietre) nell'organo cavo dell'animale. Nei dotti biliari e nella cistifellea (K. epatico), nel tratto urinario (K. urinario) sorgono a seguito di una violazione...... Agricoltura. Grande dizionario enciclopedico

Cosa significa l'aspetto dei calcoli nei reni??

I calcoli renali sono una grave patologia urologica in cui le formazioni di sale si accumulano nell'organo e alla fine si trasformano in calcoli. Se il sistema urinario funziona correttamente, i cristalli di sodio vengono espulsi dal corpo ed escreti nelle urine. Se falliscono, si uniscono e diventano depositi solidi..

Tipi di pietre

Le pietre appaiono gradualmente. Quando il metabolismo nel corpo è disturbato, sabbia e microliti - piccole pietre - appaiono nei tubuli di raccolta. Di solito non infastidiscono in alcun modo una persona e vengono escreti nelle urine. Ma con un grave malfunzionamento, piccole particelle vengono trattenute nei reni. Si verifica la stratificazione di batteri, sali, sedimenti amorfi di urina e filamenti di fibrina. È così che la microlite diventa un calcolo renale.

Secondo ICD-10 (Classificazione internazionale delle malattie), i calcoli oi calcoli renali sono designati come N20.0. I sedimenti sono classificati in diversi tipi in base alla loro composizione chimica, dimensione e forma:

  • ossalati;
  • colesterolo;
  • urati;
  • cistine;
  • fosfati;
  • proteico;
  • carbonati.

Gli ossalati compaiono quando l'urina è acida o alcalina; derivano dai sali di acido ossalico. Sembrano cristalli grigi o neri densi, i bordi sono affilati, la forma può essere appuntita. I calcoli di colesterolo sono considerati un evento raro: sono scuri e fragili, è difficile vederli anche durante una radiografia.

Gli urati derivano dai sali di acido urico in una reazione urinaria acida. Sono cristalli lisci, rosso-arancio, di consistenza dura. Le cistine si trovano nelle persone che soffrono di malattie ereditarie associate all'assorbimento di acidi diamminomonocarbossilici e cistina. Tali pietre sono rotonde, morbide e lisce, di colore giallo chiaro o biancastro..

I fosfati si formano durante una reazione alcalina dai sali di calcio dell'acido fosforico - questo spesso si verifica sullo sfondo dell'esacerbazione della pielonefrite. La loro struttura è morbida, le pietre sono di colore grigio chiaro e lisce. Le proteine, morbide pietre bianche, sono una miscela di sali, fibrina e batteri. Il carbonio è una pietra morbida, liscia e di colore chiaro ottenuta dal sale di calcio dell'acido carbonico.

Sintomi

Anche se i calcoli iniziassero ad apparire nei reni di una persona, potrebbe non saperlo per molto tempo. Le pietre più piccole non provocano disagio e non si manifestano in alcun modo.

Con depositi grandi e duri, uno dei primi sintomi è la colica renale - un dolore acuto e acuto nella regione lombare. Si verifica quando l'uretere o il bacino sono bloccati dal tartaro. Un attacco di crampi dura da alcuni minuti a due ore e inizia a diminuire gradualmente. Dopo di esso, nelle urine possono essere presenti sabbia e piccole tracce di sangue se la mucosa è stata danneggiata.

Inoltre, il paziente può manifestare i seguenti sintomi;

  1. problemi con la minzione;
  2. scolorimento delle urine;
  3. dolore doloroso periodico nella parte bassa della schiena;
  4. aumento della temperatura fino a 38 gradi;
  5. nausea;
  6. grave gonfiore degli arti.

Di regola, durante la malattia, l'urina diventa molto meno. I desideri di svuotamento sono falsi e sono accompagnati da dolore e bruciore..

Compaiono anche sintomi specifici a seconda del lato in cui si sono formati i depositi. Le concrezioni del rene sinistro sono accompagnate da dolore acuto "allo stomaco", fastidio dietro lo sterno, grave debolezza e palpitazioni.

Le concrezioni nel rene destro sono meno comuni. Causano nausea, perdita di appetito e secchezza delle fauci persistente. Il dolore di solito si manifesta nella parte destra dell'addome. Uno qualsiasi di questi sintomi è un motivo per consultare un medico.

Possibili ragioni

La formazione di calcoli nel rene è facilitata da un aumento del pH delle urine - idrolisi, che provoca alcalinizzazione. Questo fattore stimola la formazione di cristalli, che dopo un po 'si trasformano in pietre. I fattori di rischio includono:

  • nutrizione impropria;
  • malattie infettive;
  • cattive abitudini;
  • ambiente dannoso;
  • patologia renale;
  • uso a lungo termine di medicinali;
  • disturbi endocrini;
  • genetica.

Varie malattie, dai problemi al tratto gastrointestinale ai processi infiammatori nel sistema urinario, possono influire negativamente sulla composizione delle urine. Spesso la causa dell'urolitiasi è l'assunzione di liquidi insufficiente o l'acqua dura che non è stata trattata adeguatamente.

L'area in cui vive una persona ha un certo effetto sui reni. I fattori esterni che possono portare alla formazione di calcoli includono la composizione del suolo, le condizioni meteorologiche, l'umidità, la fauna e la flora locali..

Diagnostica

A causa del fatto che i sintomi possono essere assenti per molto tempo, nelle fasi iniziali della formazione del deposito, raramente viene rilevata una violazione. Ma se ci sono segni che suggeriscono che si tratta di calcoli renali, dovresti contattare un urologo o un nefrologo.

Lo specialista deve parlare della natura del dolore, della presenza o dell'assenza di sedimenti sabbiosi nelle urine e dei problemi esistenti con la minzione. Alcuni sintomi possono ricordare altre malattie. Quindi, il dolore al rene destro viene spesso confuso con colecistite o appendicite. Queste patologie devono essere escluse.

Al paziente vengono prescritti i seguenti test di laboratorio:

  1. analisi del sangue generale;
  2. campioni di urina;
  3. biochimica del sangue;
  4. biochimica delle urine;
  5. analisi generale delle urine.

Sono necessari ulteriori studi strumentali per confermare la diagnosi. L'urografia a raggi X normale consente di rilevare calcoli, cisti o tumori. La procedura viene eseguita in posizione sdraiata e il paziente dovrà trattenere temporaneamente il respiro.

Sarà necessaria un po 'di preparazione: l'ultimo pasto è consentito 12-18 ore prima della visita allo studio del radiologo. Il metodo presenta degli svantaggi: può essere eseguito non più di una volta ogni sei mesi e vengono visualizzate solo formazioni grandi e dense.

Grazie agli ultrasuoni, i medici determinano la forma dei reni, la loro posizione e dimensione, nonché la presenza o l'assenza di calcoli. L'esame viene effettuato a stomaco vuoto, ma a condizione che la vescica sia piena, il paziente dovrà bere almeno mezzo litro d'acqua. Un gel conduttivo verrà applicato sulla pelle per facilitare il passaggio delle onde ultrasoniche.

Il metodo diagnostico più efficace è la risonanza magnetica dei reni. A tale scopo viene utilizzato uno speciale tunnel magnetico. Con l'aiuto di impulsi ad alta radiofrequenza, le immagini degli organi vengono acquisite su tutti i piani. Il metodo è assolutamente sicuro; prima di visitare l'ufficio, è necessario rimuovere tutti gli oggetti metallici dal corpo. In presenza di protesi metalliche nel corpo, ad eccezione delle protesi, è vietata la risonanza magnetica.

Metodi di trattamento

La terapia ottimale si basa sulla dimensione delle pietre. Se i granelli di sabbia non raggiungono un millimetro, non è necessario alcun trattamento specifico: è sufficiente stabilire un regime di abbeveraggio per garantire che i depositi vengano lavati. Con pietre piccole (fino a cinque millimetri), gli specialisti possono garantire la loro rimozione dai reni in modo naturale.

Concrezioni più grandi di cinque millimetri non possono entrare nell'uretere da sole e richiedono una terapia farmacologica. I cristalli di grandi dimensioni (da dieci millimetri) rappresentano un serio pericolo per la salute. Puoi eliminarli chirurgicamente..

Chirurgia

Esistono diversi metodi per sbarazzarsi di grandi calcoli renali, i medici determinano quale è giusto per un particolare paziente. Può essere applicato:

  • Laparoscopia;
  • frantumazione a distanza;
  • chirurgia addominale;
  • nefroscopia;
  • contatto schiacciamento.

Con la laparoscopia, i calcoli renali vengono rimossi attraverso tre piccole incisioni, ciascuna di non più di cinque millimetri. La probabilità di cicatrici sui tessuti è minima, la riabilitazione richiederà solo pochi giorni.

La frantumazione remota è considerata l'opzione più delicata, ma il metodo viene utilizzato solo se necessario, per rimuovere pietre di dimensioni inferiori a due centimetri. Le neoplasie dense vengono interrotte da onde laser o ultrasoniche. Trasformano i depositi in sabbia, che viene poi escreta dal corpo con l'urina..

L'intervento addominale viene eseguito solo in casi difficili, se altre procedure sembrano non essere sufficientemente efficaci per i medici. Gli svantaggi includono un periodo di riabilitazione lungo e difficile. Con lo schiacciamento da contatto, l'impatto sulla pietra avviene con l'aiuto di attrezzature speciali, che vengono introdotte attraverso il canale urinario. I calcoli diventano più piccoli e lasciano il corpo da soli.

Durante la nefroscopia, viene praticata una piccola puntura nella regione lombare a destra oa sinistra. Attraverso di esso, un tubo di metallo viene introdotto nel rene e rimuove o distrugge la pietra. Il metodo è utilizzato per singole formazioni e l'assenza di malattie del sistema urinario.

Terapia farmacologica

Il trattamento conservativo è possibile con piccole pietre e solo se il deflusso di urina non è disturbato. Convenzionalmente, i farmaci possono essere suddivisi in due tipi. Alcuni di loro sono efficaci per tutti i tipi di pietre, altri sono adatti solo per sbarazzarsi di tipi specifici.

L'allopurinolo, il citrato di potassio e il purinolo contribuiscono alla distruzione degli urati. Riducono l'acidità delle urine, dopodiché le pietre si dissolvono gradualmente. Per prima cosa è necessario assicurarsi che al paziente non venga diagnosticato un eccesso di calcio nelle urine.

Per rimuovere i fosfati, è necessario aumentare l'acidità nelle urine. Ciò può essere ottenuto con la dieta (i cibi acidi sono inclusi nella dieta) e l'estratto di tintura di robbia. A causa dell'effetto antispasmodico del farmaco, il processo di rimozione dei calcoli attraverso le vie urinarie è facilitato.

Blemaren è una medicina universale. A causa del suo utilizzo, la composizione delle urine cambia: si alcalina, aumenta il contenuto di ioni di potassio e sodio. Lo strumento aiuta a rimuovere i calcoli esistenti dai reni e previene la formazione di nuovi. Ciò è dovuto alla normalizzazione del livello di acidità.

Cosa sono i calcoli nella cistifellea, come vengono trattati

La malattia dei calcoli biliari è caratterizzata dall'accumulo di calcoli di varia composizione nella cavità dell'organo. Il calcolo della cistifellea è spesso costituito da colesterolo. Meno comunemente, si trovano inclusioni di bilirubina, eritrociti o sali di calcio. La patologia deve essere trattata in modo conservativo o chirurgico per evitare complicazioni in futuro. Dovresti scoprire come si manifesta la malattia dei calcoli biliari e come prevenire la comparsa di calcoli.

Cause di calcoli biliari

Le pietre nella cistifellea si formano per diversi motivi, inclusa l'ereditarietà, ma più spesso uno stile di vita improprio porta a calcoli biliari.

I calcoli biliari si verificano per i seguenti motivi:

  1. Abuso di cibi ricchi di colesterolo ad alto contenuto calorico.
  2. Overnutrition, eccesso di cibo cronico.
  3. Stasi della cistifellea prolungata nella cistifellea.
  4. Disturbi nella creazione di acidi biliari da parte del corpo.
  5. Danni agli organi infettivi.
  6. Problemi di circolazione entero-epatica.

I fattori predisponenti per i calcoli biliari includono:

  1. Colesterolo e calcio in eccesso nel corpo.
  2. Tendenza a sviluppare calcoli biliari, inclusa l'ereditarietà.
  3. Uso a lungo termine di antibiotici.
  4. Storia di cirrosi o morbo di Crohn.
  5. Consistente abuso di alcol.
  6. Presenza di malattie emolitiche.
  7. Cambiamenti nei livelli ormonali, inclusa gravidanza, menopausa o assunzione di contraccettivi orali. A causa della particolarità dello stato ormonale, le donne si trovano più spesso ad affrontare la formazione di calcoli nella cistifellea.
  8. Infezioni del dotto biliare.
  9. Mancanza di fosfolipidi nel corpo.

Tenendo conto della predisposizione genetica e delle malattie predisponenti esistenti, è importante osservare una corretta alimentazione. La dieta gioca un ruolo decisivo nella comparsa della colelitiasi. Codice ICD 10 - K80 (colelitiasi).

Tipi di calcolo

Un segno affidabile della malattia è la presenza di calcoli nella cavità della cistifellea. La composizione dei calcoli è bilirubina, mista, calcio e colesterolo. C'è anche il primo stadio dello sviluppo della malattia, caratterizzato dalla comparsa di inclusioni molto piccole, più simili alla sabbia.

Man mano che il numero e la dimensione delle inclusioni aumentano, viene diagnosticata la patologia. Il tasso di crescita dei calcoli è influenzato dal mancato rispetto della dieta e dalla riluttanza ad assumere farmaci. Le pietre possono crescere grandi, oltre 1 cm di diametro.

Bilirubina

Tali calcoli si sviluppano più spesso in condizioni non sterili. Un esempio è un'infezione precedentemente trasferita della vescica e dei suoi dotti. Molto spesso, tali inclusioni si formano con un'eccessiva degradazione dei globuli rossi, incluso l'ittero emolitico sullo sfondo dell'iperbilirubinemia (una quantità eccessiva di bilirubina nel sangue). Le dimensioni sono diverse, sia piccole che grandi. La struttura delle pietre è amorfa. Più spesso riempiono l'intera cavità della vescica.

Colesterolo

Il tipo più comune. Questo tipo di pietra è il più innocuo. Le pietre sono costituite da depositi di colesterolo, hanno un colore giallo pallido. Liscio, grande o piccolo. Sia esemplari singoli che multipli si trovano nella cistifellea. Non avere radiopacità.

Calcificazioni

Tali calcoli hanno una struttura calcarea con l'inclusione di calcio, più spesso sotto forma di carbonato. Tali disturbi sono associati a disturbi metabolici, indicando uno scarso assorbimento del calcio da parte dell'organismo. Per lo stesso motivo, l'urolitiasi si trova con una predominanza di ossalato di calcio nelle urine. Le pietre di tipo calcio in JCB hanno un colore bianco-grigio, forma irregolare, superficie irregolare e ruvida. Il più delle volte si verificano sullo sfondo di processi infiammatori nel corpo.

Misto

Il tipo misto è meno comune ed è caratterizzato dall'accumulo di calcoli con varie inclusioni nella composizione. Indica anche una violazione dei processi metabolici nel corpo..

Segni della malattia

Va notato che la malattia dei calcoli biliari nei primi 5-10 anni è asintomatica nella maggior parte dei casi. I calcoli non sono grandi, crescono lentamente, quindi non causano disagio. Quando ci sono troppe pietre, possono irritare le pareti della cistifellea o iniziare a muoversi lungo i dotti biliari, provocando un attacco di colica biliare.

I sintomi comuni compaiono come segue:

  1. C'è un dolore sordo o acuto nell'ipocondrio destro.
  2. È possibile la comparsa di dispepsia sotto forma di nausea, vomito con una miscela di bile.
  3. La temperatura corporea aumenta.
  4. Si verificano gonfiore e bruciore di stomaco.
  5. Il paziente può notare lo scolorimento delle feci e l'oscuramento delle urine, che indicano danni al fegato.

I sintomi dipendono direttamente dallo stadio di sviluppo delle pietre e dalla conseguente esacerbazione.

Misure diagnostiche

Se si sospetta la presenza di formazioni di pietra nella cavità della cistifellea, vengono prescritti i seguenti tipi di studi:

  1. Analisi del sangue generale. Presta attenzione agli indicatori di ESR, leucociti. Un aumento di questi valori indica un processo infiammatorio persistente..
  2. Chimica del sangue. La biochimica del sangue rivela condizioni associate a disturbi funzionali degli organi interni: reni, fegato, pancreas. Elevati test di funzionalità epatica (ALT, AST), fosfatasi alcalina e una storia di iperbilirubinemia indicano problemi con il sistema epatobiliare. È importante controllare il profilo lipidico. La presenza di calcoli biliari è spesso accompagnata da ipercolesterolemia.
  3. È importante eseguire l'ecografia della cavità addominale e degli organi interni. Un'ecografia aiuterà a confermare la diagnosi determinando la presenza di calcoli e la dimensione dei calcoli della cistifellea. L'esame ecografico conferma la presenza di infiammazione, determina il tipo di formazione, distinguendo una pietra da un polipo. A differenza delle pietre, i polipi non forniscono ombra acustica e sono attaccati alla parete della cistifellea. È possibile identificare condizioni pericolose, inclusa l'oncologia. Puoi anche considerare i difetti naturali dell'organo: la curva della cistifellea.
  4. La colecistografia è una radiografia della cistifellea. Consente di identificare un aumento dell'organo, la presenza di calcificazione nell'organo. Identifica calcoli di diverse dimensioni.
  5. Se altri metodi di ricerca non hanno dato un risultato e la diagnosi è rimasta non specificata, viene prescritta una tomografia computerizzata. Il metodo di diagnostica radiologica esamina il sistema epatobiliare, identificando calcoli mobili, altri tipi di calcoli, ad eccezione del colesterolo (sono visibili solo agli ultrasuoni).

Dopo aver eseguito diverse misure diagnostiche, è possibile diagnosticare in modo affidabile il paziente. Sulla base della diagnosi, viene prescritta una terapia appropriata.

Complicazioni

La malattia da calcoli biliari, se rilevata in una fase avanzata, presenta una serie di complicazioni che possono compromettere seriamente la salute del paziente:

  1. Colica. Si verificano quando le pietre mobili si muovono lungo la cavità della vescica verso i dotti biliari. Questi movimenti provocano un attacco di colica, che si manifesta con un dolore acuto e crampi nell'ipocondrio destro. Il paziente può iniziare a vomitare, brividi. La condizione generale peggiora notevolmente.
  2. La colecistite è un'infiammazione della cistifellea. Una delle complicanze più comuni della malattia. Se il calcolo ha angoli acuti, parte della pietra danneggia le pareti della cistifellea. C'è dolore acuto, febbre e intossicazione a causa del rapido sviluppo del processo infiammatorio. Devono essere usati farmaci antibatterici per prevenire la sepsi..
  3. L'ittero è una condizione accompagnata da un aumento critico della bilirubina nel sangue. Questo porta all'ingiallimento della sclera, macchiando la pelle di giallo. L'ittero si verifica quando una pietra blocca i dotti biliari, che causa il ristagno della bile, che causa una condizione simile.
  4. La colangite è un'infiammazione dei dotti biliari che provoca una malattia infettiva. Con la colangite, gli antibiotici dovrebbero essere usati per prevenire l'avvelenamento del sangue.

Meno comunemente, infiammazione del pancreas o malattia del fegato.

Come trattare le pietre

Il trattamento dei calcoli biliari richiede un approccio integrato. Ciò significa che il paziente deve seguire una dieta specifica, se necessario, assumere farmaci.

Nella maggior parte dei casi, i medici sono inclini all'efficacia dell'intervento chirurgico, che previene una recidiva della malattia del 100%..

Trattamento conservativo

Solo la colelitiasi con calcoli di colesterolo è soggetta a terapia conservativa. Questo tipo di pietre è in grado di dissolversi, quindi, in situazioni non complicate, i preparati di acidi biliari vengono utilizzati per il trattamento dei calcoli biliari, che lavano i calcoli dalla cistifellea. Un esempio di tale strumento è Ursohol. Questo è un farmaco a base di acido ursodesossicolico, che ha un effetto positivo sulle funzioni del fegato e della cistifellea. Il rimedio deve essere preso in un lungo corso, ogni pochi mesi, controllando lo stato delle pietre su un'ecografia. Se entro sei mesi la dimensione delle pietre non è diminuita, la terapia viene annullata.

Per alleviare gli spasmi e le coliche biliari, vengono utilizzati antispastici, FANS. Se necessario, vengono prescritti farmaci antibatterici per prevenire l'infezione.

Le principali condizioni che consentono il trattamento medico della malattia dei calcoli biliari:

  1. Le pietre sono composte esclusivamente da colesterolo.
  2. Il diametro non supera i 2 cm.
  3. La cistifellea funziona normalmente ed è piena di calcoli non più del 50%.
  4. I condotti devono essere puliti.
  5. I test di funzionalità epatica dovrebbero essere normali.

In altri casi, è indicato un intervento chirurgico. La terapia conservativa comporta il rischio di ricaduta. Nella maggior parte dei pazienti, senza aderire a una dieta permanente, compaiono nuovi calcoli dopo 2-3 anni..

Intervento chirurgico

La rimozione della vescica è il trattamento più efficace. La colecistectomia ti consente di eliminare definitivamente il problema dei calcoli biliari. Dopo l'operazione, è necessario seguire una dieta speciale, perché la bile non passa più attraverso la cistifellea, ma entra direttamente nell'intestino, il che è associato ad alcuni effetti collaterali. Con la correzione della potenza, il problema è completamente risolto. Vengono eseguiti sia la chirurgia addominale che la laparoscopia. La seconda opzione è più piacevole per i pazienti, poiché il periodo di recupero dopo la laparoscopia è più breve.

Metodi tradizionali

Ci sono rischi associati all'uso di terapie di medicina alternativa. Tali sostanze non hanno un'efficacia provata e possono danneggiare il paziente. Nella medicina popolare viene utilizzata la bile d'orso, che contiene acido ursodesossicolico. Questa sostanza non ha alcun vantaggio sul farmaco. Prima di utilizzare i metodi domiciliari, si consiglia di coordinare le prescrizioni con il proprio medico..

Caratteristiche della malattia nei bambini

Se un bambino ha calcoli nella cistifellea, questo indica disturbi nutrizionali persistenti e una tendenza ereditaria alla colelitiasi. Se la malattia è in una fase iniziale, il bambino non si lamenterà. Man mano che le pietre crescono, possono verificarsi disturbi addominali e nausea. Il vomito si verifica periodicamente. La diagnosi di colelitiasi nei bambini è difficile a causa del fatto che il bambino spesso descrive in modo errato la natura del dolore.

Poiché la colelitiasi si verifica raramente durante l'infanzia, la causa del malessere viene ricercata in un disturbo intestinale, avvelenamento o una malattia infettiva. Se il bambino ha periodicamente vomito, nausea al mattino e sapore amaro, è necessario eseguire la biochimica del sangue e andare a un'ecografia per confermare la presenza di calcoli. I bambini soffrono di attacchi di colica biliare peggiori a causa dell'età.

Dieta e linee guida nutrizionali

A un paziente con colelitiasi viene prescritta una tabella dietetica numero 5. L'essenza della dieta è limitare i grassi animali, un apporto moderato di proteine ​​e carboidrati lenti. I pasti frazionari devono essere osservati. Il paziente mangia in piccole porzioni, 5-6 volte al giorno. Devi bere almeno 1,5 - 2 litri di acqua pulita al giorno. Il cibo è cotto a vapore, cotto o bollito.

  • estratti, carni affumicate, dolciumi;
  • salsicce, cibo in scatola, cibi in salamoia;
  • cibi piccanti, salati, fritti e grassi;
  • carni e pesce grassi vietati;
  • i grassi vegetali vengono consumati con moderazione;
  • fonti raccomandate di carboidrati sono verdure e cereali frullati.

Se si osserva una tale dieta, le condizioni del paziente migliorano nel tempo..

Prevenzione della formazione di calcoli

Per evitare la comparsa di calcoli nella cistifellea, è necessario aderire ai principi di una corretta alimentazione, con la restrizione di cibi grassi e fritti, alcol. È utile condurre uno stile di vita attivo. Le visite mediche annuali sono il modo migliore per rilevare precocemente la malattia.

Conclusione

La malattia dei calcoli biliari è associata alla formazione di calcoli nella cistifellea. La terapia consiste nell'asportare la cistifellea e seguire una dieta. La migliore prevenzione della colelitiasi è mantenere uno stile di vita sano.

Calcoli renali: trattamento della medicina tradizionale

Tutte le età sono suscettibili alla malattia, ma gli adulti continuano a guidare la frequenza delle visite.

L'urgenza del problema

Le pietre di grandi dimensioni possono essere dolorose e causare idronefrosi, in cui le strutture caliceali si deformano e si espandono costantemente. Una persona malata ha maggiori probabilità di contrarre qualche tipo di infezione, il che aggraverà ulteriormente la situazione.

L'urina umana contiene sali disciolti con tali cationi basici: cloruri, solfati, fosfati. I reni sono attivamente coinvolti nel metabolismo, quindi le secrezioni includono anche cristalli di sale di sali di sodio.

Il filtraggio consente di rimuovere tutti i solidi.

Ma con disturbi funzionali sulla struttura di fibrina, sedimenti, batteri, composti proteici, cellule del sangue e dei reni, i composti salini vengono gradualmente stratificati, i composti salini si depositano, diventando nel tempo un calcolo.

Le pietre minacciano il lavoro dell'intero sistema escretore e del corpo nel suo insieme!

Statisticamente, il rene sinistro ha meno probabilità di soffrire di calcoli. Un quinto di tutti i pazienti ha problemi contemporaneamente su entrambi i lati. La prognosi della patologia dipende da una rapida risposta ai segni clinici. È necessario eseguire una diagnosi e un trattamento adeguati dei calcoli nei reni.

Informazioni generali e statistiche

Un calcolo è una pietra densa che si forma negli organi della cavità e nei dotti escretori delle ghiandole. I calcoli renali si formano a causa di una filtrazione ridotta nei reni e del metabolismo nel corpo.

La patologia si verifica sia nei bambini che negli adulti. Per lo più gli uomini sono suscettibili allo sviluppo di questa patologia, sebbene questa malattia si manifesti anche nelle donne.

Secondo le statistiche, nel mondo il 7% degli uomini e il 3% delle donne soffre di urolitiasi. In Russia, ogni secondo paziente ricoverato al dipartimento di urologia ha questa diagnosi.

Le ragioni per la formazione di calcoli nei reni e nei loro tipi

Dopo aver capito cosa sono i calcoli nei reni, facciamo conoscenza con i provocatori della loro crescita.

I catalizzatori interni includono anomalie del sistema genito-urinario di natura congenita, malattie gastrointestinali, disfunzioni epatiche, disturbi metabolici nel corpo, malattie del sistema riproduttivo, sindrome di Burnet, in cui aumenta la secrezione delle ghiandole paratiroidi.

I provocatori esterni dello squilibrio del sale e dei processi di cristallizzazione rappresentano una serie di condizioni e circostanze che colpiscono le persone.

Questo può essere il modo in cui una persona mangia, che aria respira, che tipo di acqua beve, quanto mobile e attivo conduce, quali caratteristiche climatiche e geografiche nel suo luogo di residenza e simili..

Il complesso dei provocatori è completato da cambiamenti legati all'età, tra cui una diminuzione del tono vascolare e muscolare, un rallentamento del metabolismo e il lavoro dei dotti urinari.

Esiste una minaccia che i calcoli si formino nei reni. Le seguenti circostanze aumentano il rischio di indurimento del sale urinario:

  • da qualche parte nel corpo c'è un focolaio infiammatorio. L'essudato purulento stimola la crescita dei calcoli. Si verificano abbastanza spesso quando una persona ha sofferto di un'infiammazione della vescica, del sistema renale tubulare, del bacino, dei calici, del tessuto renale, della nefrite glomerulare;
  • squilibrio ormonale nelle malattie endocrine;
  • ulcere e infiammazioni dell'apparato digerente;
  • come risultato di farmaci a lungo termine, anche la composizione delle urine cambia.

Come si formano

Il processo di formazione dei calcoli renali consiste in diverse fasi. Innanzitutto, viene formata una matrice o una struttura per la pietra futura, costituita da composti proteici, cellule del sangue ed epitelio renale. Quindi gradualmente su questa base iniziano a depositarsi composti chimici di minerali e residui acidi, che vengono costantemente escreti attraverso i reni..

In effetti, la formazione di calcoli nel rene è una stratificazione così graduale e lenta di composti salini sulla base della matrice, che garantisce la crescita della pietra di grandi dimensioni. Occupando l'intero spazio calice-bacino, il calcolo del corallo diventa un serio problema per la salute umana.

Secondo le statistiche, il calcolo del rene destro è più comune. La lesione bilaterale si verifica in quasi ogni 5 persone affette da calcoli renali (20%).

Le concrezioni si formano sotto l'influenza di uno o più fattori contemporaneamente. Uno di questi è l'età della persona. Con l'invecchiamento del corpo, l'elasticità dei vasi sanguigni e dei muscoli diminuisce e i processi di minzione rallentano. Pertanto, la concentrazione di sali e prodotti metabolici nelle urine aumenta, provocando un processo di cristallizzazione potenziato.

Calcoli renali di corallo

  • La presenza nel corpo umano di un processo infiammatorio di varia localizzazione. Sotto l'influenza di microrganismi patogeni, si verifica un fuoco infettivo e viene rilasciata una grande quantità di pus, che accelera la formazione di calcoli. Una grave complicanza di cistite, glomerulonefrite, pielonefrite è sempre l'urolitiasi.
  • Patologie acquisite o congenite con disturbi metabolici. La causa più comune dei calcoli è un malfunzionamento delle ghiandole endocrine e una diminuzione o un aumento della produzione di ormoni. Il contenuto di sale nelle urine aumenta con la gotta, l'osteoporosi, l'ipertiroidismo.
  • Le patologie dell'apparato digerente cambiano la composizione delle urine: gastrite cronica, ulcera allo stomaco, pancreatite.
  • L'uso a lungo termine di farmaci farmacologici può influenzare la composizione delle urine: antibiotici, aspirina, agenti antineoplastici.

Bere acqua non filtrata porta anche alla formazione di calcoli renali, poiché contiene una grande quantità di sali. I medici diagnosticano i calcoli renali nei seguaci di una dieta monotona, principalmente di origine proteica. Gli amanti dei cibi salati e pepati sono a rischio: un aumento della concentrazione di sali nelle urine porta alla perdita di cristalli.

Inoltre, gli specialisti hanno rivelato una predisposizione ereditaria a una maggiore cristallizzazione con la formazione di calcoli.

L'urolitiasi si manifesta come risultato di complessi processi fisici e chimici che portano allo sviluppo di colloidi instabili e interrompono le strutture del parenchima renale. Sotto l'influenza di vari motivi, dalle molecole si ottiene una micella, che diventa un impulso nella formazione delle pietre.

Inoltre, il materiale per lo sviluppo del calcolo è considerato:

  • fili di fibrina;
  • epitelio cellulare; In un altro articolo, abbiamo trattato il problema dell'epitelio squamoso nelle urine..
  • composti salini;
  • microrganismi;
  • precipitazione.

Algoritmo per l'aspetto delle pietre:

  • La sabbia si forma nei reni, che viene escreta principalmente con l'urina;
  • Se l'urina cambia la sua composizione chimica, si verifica la cristallizzazione ei microliti vengono raccolti nel rene e si accumulano nelle papille;
  • Dopo un certo tempo, il calcolo aumenta e si sposta in altre parti dell'uretra.

Secondo gli scienziati, l'urina è una soluzione concentrata, che contiene un gran numero di sostanze diverse. È saturo di cristalli che non precipitano in condizioni normali, cioè con una quantità sufficiente di composti proteici..

L'urina contiene anche altri colloidi, mucoproteine, in particolare muco o pus causati dall'infiammazione. La mancanza di un colloide protettivo porta al fatto che il colloide è raggruppato e i cristalli si uniscono. Ecco come si forma il nucleo del calcolo. Quindi cristalloidi e colloidi sono attratti da esso.

Questo spiega l'aspetto di quasi tutti i tipi di calcoli renali, ad eccezione dei calcoli di cistina, che precipitano se la concentrazione di cistine nelle urine è troppo alta. Questo fenomeno colpisce solo le persone con cistinuria congenita..

I sintomi della malattia non compaiono fino a quando, oltre all'urolitiasi, si sviluppa la cistite o la pielonefrite. Il paziente apprende il suo problema solo quando si forma un ostacolo nel percorso dell'urina. Poiché il diametro dell'uretere è di soli 5 mm, una pietra può rimanere incastrata e creare una "congestione".

A volte si verifica un dolore alla schiena sordo. Ma non infastidiscono tutti i pazienti. Se la pietra si trova nel rene sinistro, il dolore si verificherà sul lato sinistro e, se a destra, quindi, di conseguenza, sul lato destro.

Se le pietre escono dai reni, i sintomi della malattia diventano più pronunciati. Appare la cosiddetta colica renale. I suoi segni sono:

  • forte dolore lombare che si irradia alla gamba, all'inguine e al perineo;
  • nausea;
  • il dolore non scompare, anche se cambi la posizione del corpo;
  • aumento della temperatura corporea;
  • sangue nelle urine.

Quando il tartaro lascia il rene sinistro, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • debolezza;
  • dolore al petto;
  • disturbi del ritmo cardiaco;
  • cardiopalmus;
  • forte dolore allo stomaco.

Alcuni di questi segni possono essere dovuti ad altre malattie e condizioni patologiche, come l'infarto miocardico o l'ulcera peptica.

Se la pietra è localizzata nel rene destro, è probabile che il paziente si lamenti di:

  • dolore addominale, a destra;
  • cardiopalmus;
  • nausea;
  • debolezza;
  • scarso appetito;
  • bocca asciutta.

Questi sintomi possono indicare anche altri problemi di salute. La colica renale viene spesso confusa con colecistite, appendicite, infiammazione delle tube di Falloppio.

Fattori aggravanti

Aumenta la probabilità del problema di bere acqua dal rubinetto senza ulteriore depurazione, un menu magro sbilanciato, piatti eccessivamente salati e conditi nella dieta quotidiana.

Una causa comune di calcoli renali, sfortunatamente, è una tendenza geneticamente determinata.

Le forme e le dimensioni delle formazioni cristalline nei reni sono molto diverse. Ma il fattore più importante per la selezione della terapia è la loro composizione salina. In base a quali sostanze prevalgono, i calcoli possono:

  • contengono calcio ossalico o ammonio - prodotti di un processo chimico interno. Di regola sono acromatiche, di forma irregolare, appuntite;
  • formato dal sale di sodio e potassio stabilizzato. La loro superficie è liscia, di colore ocra;
  • a base di sale di calcio dell'acido fosforico. Questi sono cristalli biancastri o grigiastri flessibili senza tacche. Possono spesso verificarsi con pielonefrite;
  • formato da sali di calcio dell'acido carbonico. Sono ciottoli instabili di colore chiaro senza irregolarità;
  • rappresentano formazioni originate da proteine ​​non globulari, protozoi, sedimenti. Si distinguono per il candore e la morbidezza della struttura;
  • rappresentano cristalli instabili che sono portatori di una malattia genetica, che porta a un fallimento nell'assimilazione di alcuni acidi amminocarbossilici. Sono rotondi, biancastri di giallo, lucidi;
  • sono costituiti da colesterolo, essere strutturalmente instabili. Sono neri come il carbone, sono rari, non registrano i raggi X..

Le condizioni più adatte per iniziare la terapia sono quando si trovano sali con grani non più di un millimetro. Una dieta selezionata farà fronte a una situazione del genere..

È molto più serio avvicinarsi alla rimozione di singole formazioni di dimensioni inferiori a un centimetro o delle loro serie.

Il diametro del canale che espelle l'urina dal rene non supera gli otto millimetri. Quindi piccole pietre nei reni entro 5 mm possono uscire da sole.

Se almeno un cristallo è più di otto millimetri, dovresti selezionare con attenzione e competenza un modo per eliminarlo dal corpo..

Separazione dei calcoli renali in base alle dimensioni

Per scegliere un metodo efficace per trattare questa patologia, è necessario determinare la dimensione dei calcoli nel modo più accurato possibile.

La sabbia fine con una granulometria non superiore a 1 mm è facile da trattare. La possibilità di sviluppo del calcolo è eliminata da un regime di bere adeguatamente selezionato.

Piccole pietre, la cui dimensione non supera i 5 mm, abbastanza spesso lasciano il corpo da sole, senza causare disagio al paziente.

L'istruzione secondaria non può più passare da sola nell'uretere e richiede un intervento medico. Il loro diametro è compreso tra 5 e 10 mm..

I cristalli di grandi dimensioni, la cui dimensione supera i 10 mm, rappresentano la maggiore minaccia per la salute del paziente e richiedono l'intervento chirurgico di un medico specialista..

Se dividi le pietre in termini di quantità, possono essere multiple e singole (si trovano nella metà di tutti i casi).

Sintomi

Un calcolo del rene destro è riconosciuto da coliche e forti dolori. Gli attacchi dolorosi nella zona lombare danno una lombalgia all'addome dal basso, agli arti inferiori, alla schiena.

Si notano ipertermia, attacchi di nausea, vomito, coaguli di sangue nelle urine. Scrivere fa male, l'urina è torbida.

Il calcolo del rene sinistro si manifesta con dolore retrosternale, disturbi del ritmo cardiaco, polso rapido, astenia nel paziente.

In una fase iniziale della comparsa dei sintomi, i calcoli renali più piccoli vengono rimossi utilizzando uno speciale regime di consumo e il menu giusto..

Un buon specialista sa quali sintomi indicano la presenza di calcoli, li distingue dall'infiammazione del pancreas, della cistifellea o dell'appendice.

Quadro clinico

Il segno principale della presenza di tartaro nel rene è la sindrome del dolore. Vedere la targa per i dettagli.


Alterato deflusso di urina

SintomoDescrizione
La sindrome del dolore ha un carattere opaco e dolente. È localizzato nella regione lombare.
Causato dal blocco dell'uretere. La sindrome del dolore acuto e parossistico è localizzata nella regione lombare e si diffonde lungo l'uretere. Inoltre, potrebbero esserci segni come flatulenza, nausea, ansia, aumento della temperatura generale..
La condizione è accompagnata da un dolore molto grave, che viene alleviato solo da analgesici narcotici.

I sintomi dipendono in gran parte dalle dimensioni dei calcoli renali.

Definizione di calcoloLa dimensioneSegni
Piccole pietre nei reniFino a 1 millimetro.Le pietre praticamente non si manifestano.
Microliti multipli o singoli6-8 mm.Colica renale.
GrandeDa 10 millimetri.Forte dolore accompagnato da sintomi di intossicazione.

Posizione delle pietre

La natura della sindrome del dolore e la presenza di sintomi aggiuntivi dipendono anche dalla posizione del calcolo.


Parte superiore e centrale dell'uretere


Terzo inferiore dell'uretere


Uretere intramurale

PosizioneDescrizione
Il tartaro nel calice superiore del rene potrebbe non manifestarsi per molto tempo. Con l'infiammazione, si verifica una sindrome del dolore sordo, che aumenta con l'assunzione di una grande quantità di liquido.
L'intensità del dolore aumenta. Ciò è dovuto all'ostruzione nel segmento pelvico-ureterale. La sindrome del dolore è localizzata nell'ipocondrio a destra oa sinistra e si irradia all'addome.
Dolore acuto nella parte bassa della schiena.
Il dolore molto intenso e bruciante si irradia alla vulva o allo scroto.
La sindrome dolorosa è localizzata nella zona sovrapubica. Minzione frequente.
Il calcolo del rene sinistro si manifesta solo sullo sfondo dell'avanzamento attivo alla vescica. Il dolore si manifesta nella zona del torace, combinato con aritmia e debolezza.
Il calcolo del rene destro si manifesta in una grave colica. Le sensazioni dolorose sono date all'inguine e alle gambe. La temperatura generale aumenta, nelle urine sono presenti impurità sanguinolente.

Con i calcoli di entrambi i reni, viene diagnosticato l'ICD. Questa diagnosi viene data ogni 5 persone e rappresenta il 25% delle malattie comuni.

Diagnostica

Per fare la diagnosi corretta, identificare, classificare i calcoli nei reni, sia in uno che simultaneamente in due, prevenire le malattie causate dai calcoli, aiuti all'esame, domande sulle condizioni del corpo del paziente, sintomi.

Completa le loro analisi di laboratorio di urina e sangue per la concentrazione di alcune sostanze.

Se c'è un'infezione virale e batterica negli organi escretori o riproduttivi, ciò influenzerà il livello dei leucociti, la presenza di prodotti del metabolismo proteico nelle urine, i microbi.

Potrebbe essere necessario condurre TC del sistema genito-urinario, radiografia, risonanza magnetica con o senza contrasto.

Un esame ecografico dei reni aiuta a localizzare una pietra a sinistra o in entrambi i reni. Con il suo aiuto, puoi vedere l'area interessata, determinare il sale prevalente nei cristalli.

Trattamento dell'urolitiasi

Considera la domanda su come trattare i calcoli renali. Nell'elaborare un piano di cura l'urologo parte da quanto sono cresciuti i cristalli e in cosa consistono, le condizioni generali del paziente.

Con un approccio non chirurgico al trattamento, cercano di garantire l'escrezione di piccoli granelli di sabbia e microcalcoli di dimensioni fino a sei millimetri dal corpo attraverso le vie urinarie..

Il medico può scegliere un menu dietetico, tenendo conto di quali sali contengono calcoli nei reni, preparati a base di piante medicinali, a causa dei quali i cristalli si dissolvono in un ambiente alcalino.

È importante sapere come mangiare bene per normalizzare l'equilibrio del sale. È molto pericoloso scegliere e abusare di diuretici da soli.

Ciò può causare danni ai calcoli alla coppa, al bacino di uno qualsiasi dei reni e ad altre gravi conseguenze, fino alla morte inclusa..

La frantumazione dei calcoli con il metodo della litotripsia a distanza è sempre più utilizzata. Per questo, oggi viene utilizzata l'energia degli ultrasuoni, del laser, dell'onda d'urto..

La colica renale è alleviata dagli antispastici e, in caso di dolore intollerabile, da altri farmaci del gruppo narcotico, i farmaci novocaina.

Le operazioni per rimuovere le pietre vengono eseguite prima sull'organo sinistro e dopo alcuni mesi a destra. Questo viene fatto per evitare complicazioni..

Come puoi aiutare?

Il trattamento dei calcoli renali dipende dalle loro dimensioni:

  • piccoli calcoli di entrambi i reni - terapia farmacologica, il cui compito principale è rimuovere la sabbia;
  • pietre centrali - frantumazione remota e loro graduale escrezione attraverso gli ureteri;
  • grandi calcoli - intervento chirurgico.

In caso di lesione bilaterale, la scelta dell'effetto terapeutico dipende dalle dimensioni del calcolo e dal rischio di complicanze..

Al paziente viene prescritto l'uso di farmaci con effetto analgesico..


Nella foto Dikloberl

Una drogaDescrizionePrezzo
Un potente farmaco del gruppo FANS.Da 80 rubli.
Derivato del pirazolone non narcotico.210 rubli.
Agente combinato analgesico e antispasmodico.250 rubli.

Uno dei rimedi più efficaci per alleviare le sensazioni dolorose è Dexalgin. Il costo del farmaco dipende dalla forma di rilascio.


Il prezzo del medicinale varia da 277 a 519 rubli.

Urati e calcoli misti subiscono litolisi farmacologica.

Una drogaDescrizione
Il medicinale ha un effetto terapeutico, antinfiammatorio, antimicrobico, diuretico e antispasmodico..
Il farmaco ripristina l'equilibrio elettrolitico.
Il farmaco scioglie i calcoli urinari e biliari.

Al fine di prevenire il rischio di ulteriore formazione di calcoli, al paziente vengono prescritti rimedi erboristici.

Una drogaDescrizione
Un agente combinato che ha un effetto diuretico, antispasmodico e antinfiammatorio.
Il farmaco ha proprietà antimicrobiche e antisettiche, favorisce la regolazione del metabolismo minerale.
Ha effetto antimicrobico e nefrolitolitico, aiuta a rimuovere rapidamente il tartaro dal rene.
Ha un potente effetto diuretico. Previene le coliche renali.
Il farmaco ha un effetto litolitico.

Prevenzione


Per prevenire la cristallizzazione dei sali e lo sviluppo di calcoli nei reni, è molto importante consumare almeno due litri di liquido al giorno. Mantiene il metabolismo al giusto livello.

Assicurati che l'acqua sia leggermente mineralizzata e non salata. Prova a ridurre le verdure, gli spinaci, la carne e la soia. Questi prodotti contengono un eccesso di sostanze che contribuiscono alla formazione di ossalati, urati.

Una buona prevenzione sarebbe la normalizzazione del peso se supera una norma sana, l'adesione a uno stile di vita più attivo e la pratica sportiva. In questo caso, tutti i processi metabolici avvengono in modo sano, la precipitazione viene escreta completamente.