Insufficienza renale

I reni sono organi accoppiati che filtrano il sangue dai prodotti finali del metabolismo, così come le sostanze tossiche che sono entrate nel corpo dall'esterno. Durante il processo di filtrazione, si forma l'urina, insieme alla quale vengono escrete queste sostanze nocive. Inoltre, i reni fanno parte del sistema endocrino, partecipando alla sintesi di alcuni ormoni. Sono anche coinvolti nel metabolismo delle proteine ​​e dei carboidrati..

Insufficienza renale - una malattia in cui questi organi perdono la capacità di svolgere adeguatamente la loro funzione.

Si verifica l'uremia: avvelenamento umano con prodotti metabolici tossici, fallimento dell'equilibrio acido-base e sale-acqua e, di conseguenza, interruzione di tutto il corpo.

L'insufficienza renale è una malattia pericolosa con un alto rischio di mortalità. che richiede cure mediche immediate e una stretta supervisione.

Funzione renale

Escretore

Nei nefroni (unità strutturali dei reni), il sangue viene filtrato, a seguito del quale si forma l'urina.

I seguenti vengono escreti nelle urine:

  • Residui del metabolismo proteico: urea, creatinina, sali di ammonio, acido solforico, fosforico, urico.
  • Acqua in eccesso, sali, micro e macroelementi, glucosio.
  • Ormoni.
  • Sostanze nocive di origine di terzi, compresi i farmaci.

Omeostatico

L'omeostasi significa l'equilibrio dell'ambiente interno del corpo. La quantità e il rapporto di sostanze vitali (ad esempio, acqua, sodio, potassio, ecc.) Possono fluttuare solo entro limiti limitati - anche un leggero squilibrio porta alla malattia.

I reni "vigilano" in modo che la quantità di sostanze escrete corrisponda alla quantità ricevuta. Questo è il modo in cui viene mantenuta l'omeostasi osmotica, acqua-sale, acido-base. Ciò significa che viene fornito un volume costante di sangue, fluido esterno e intracellulare, un flusso ininterrotto di processi metabolici, viene mantenuto un normale livello di pressione sanguigna.

Endocrino

Questa è la sintesi di alcune sostanze e ormoni biologicamente attivi.

Ad esempio, i reni producono l'ormone eritropoietina, che stimola la produzione di globuli rossi nel midollo osseo. Completano anche la formazione della vitamina D3 attiva (calcitriolo), che forma il tessuto osseo..

Metabolico

Partecipazione alla scomposizione delle proteine, alla costruzione di una parte delle membrane cellulari. Sintesi del glucosio da altre sostanze.

Cos'è l'insufficienza renale

Se i reni non affrontano completamente i loro compiti, questa condizione è chiamata insufficienza renale..

La malattia è divisa in due forme: acuta e cronica:

  1. L'insufficienza renale acuta o il danno renale acuto (ARF) è una malattia che si sviluppa nell'arco di diversi giorni o settimane. Ha un carattere potenzialmente reversibile: spesso il lavoro degli organi viene ripristinato. Tuttavia, questo non sempre accade e il paziente sviluppa insufficienza renale cronica..
  2. L'insufficienza renale cronica (IRC) è una patologia renale lentamente progressiva che porta a una compromissione irreversibile della loro funzione. La malattia si sviluppa da diversi mesi a diversi anni.

L'ARF si sviluppa in insufficienza renale cronica se il danno acuto dura più di 3 mesi e la funzione renale non viene completamente ripristinata dopo l'eliminazione delle cause. E anche se le ragioni sono permanenti, ad esempio con la distruzione autoimmune delle cellule renali.

Se un rene è colpito e l'altro funziona normalmente, l'organo sano assumerà le funzioni di entrambi. Una persona si sentirà in buona salute sia soggettivamente che secondo i parametri di laboratorio. Pertanto, l'insufficienza renale si verifica quando entrambi i reni sono interessati..

Il declino acuto e cronico della funzione degli organi può verificarsi a qualsiasi età, ma più spesso si verifica nelle persone anziane.

Come si manifesta l'insufficienza renale

I sintomi dipendono dalla forma e dallo stadio di sviluppo della malattia:

  • Con AKI, i primi sintomi sono una forte diminuzione o la cessazione della minzione.
  • Con il CPP, l'insorgenza dei sintomi è lenta. In una fase iniziale, la disfunzione renale può comportare la loro incapacità di ridurre il volume di urina durante la notte riassorbendo l'acqua da essa. Pertanto, con una forma lieve della malattia, la nicturia può diventare l'unico sintomo: minzione notturna frequente.

Con il progredire della patologia, la funzione di filtraggio ed escretore dei reni viene compromessa. Gli acidi metabolici non vengono escreti dal corpo, quindi l'equilibrio acido-base del sangue si sposta sul lato acido (acidosi). Urea, fosforo, sostanze azotate si accumulano nel sangue, si verifica un eccesso di sali. Tale auto-avvelenamento del corpo è chiamato uremia, o urochem.

Il modo in cui l'insufficienza renale si manifesta con l'uremia può essere compreso dalla presenza dei seguenti sintomi:

  • diminuzione dell'appetito;
  • apatia, debolezza generale;
  • sete;
  • sapore sgradevole in bocca;
  • disordine del sonno;
  • compromissione della memoria;
  • abbassando la temperatura corporea a una media di 35 ° C;
  • nausea.

Se il trattamento fallisce e la malattia si sviluppa ulteriormente, l'intossicazione si diffonde al sistema nervoso. Una persona ha contrazioni muscolari involontarie, appare l'inibizione delle reazioni.

Il corpo inizia a liberarsi delle tossine in altri modi, ad esempio attraverso il vomito e la diarrea continui. L'odore di ammoniaca nasce dalla bocca.

Le sostanze azotate vengono rilasciate attraverso la pelle e le mucose, il che porta alla loro irritazione e quindi a gastrite uremica, tracheite, stomatite. Può verificarsi una grave patologia: infiammazione del muscolo cardiaco (pericardite).

Quando i polmoni si riempiono di liquido e il pericardio è colpito, si verifica mancanza di respiro.

Nelle fasi terminali dello sviluppo dell'uremia, sul naso, sul mento e sul collo del paziente compaiono cristalli biancastri di urea (gelo uremico). Calo della pressione sanguigna, si verifica confusione.

La morte può verificarsi a causa del coma uremico.

Con una fase grave di insufficienza renale, quasi tutti i sistemi del corpo vengono interrotti..

Allo stesso tempo, i reni non possono produrre l'ormone eritropoietina in quantità sufficienti, quindi il paziente ha una diminuzione del numero di globuli rossi e si sviluppa l'anemia..

Anche la produzione di calcitriolo è ridotta, il che porta alla fragilità ossea. Nei bambini, l'insufficienza renale porta a una crescita ossea stentata.

Si sviluppano ipertensione e insufficienza cardiaca.

Un aumento persistente dell'acido urico spesso porta alla gotta.

Le cause dell'insufficienza renale

L'insufficienza renale si sviluppa per tre ragioni principali:

  • disturbi circolatori degli organi;
  • danno ai nefroni;
  • blocco delle vie urinarie.

Due patologie più spesso portano allo sviluppo di insufficienza renale cronica:

  • Diabete.
  • Grave ipertensione (aumento della pressione sanguigna).

Sono queste malattie che portano a lesioni di piccoli vasi che alimentano i reni e una violazione persistente della loro circolazione sanguigna..

In alcuni casi, è impossibile identificare la causa dello sviluppo della malattia..

Diagnostica

Il medico esegue un esame visivo del paziente e prescrive studi di laboratorio e strumentali.

Chimica del sangue:

  1. Determinazione del livello dei prodotti finali del metabolismo nel sangue: creatinina, acido urico e azoto.
  2. Determinazione del livello di acidità del sangue (identificazione dell'acidosi).
  3. Determinazione della quantità di elettroliti nel sangue.

Analisi del sangue generale:

Determinazione del livello di emoglobina ed eritrociti. Gli indicatori al di sotto del normale possono indicare una perdita della capacità dei reni di partecipare alla sintesi dei globuli rossi..

  1. L'analisi clinica generale consente di determinare la presenza di proteine, sangue e cellule anormali nelle urine.
  2. Biochimico: rileva la quantità di elettroliti: composti di sodio, potassio, calcio, fosfato.

Dagli studi sull'hardware, l'ecografia e la TC (tomografia computerizzata) sono più spesso prescritte.

Nei casi più gravi viene utilizzata una biopsia renale, un'analisi dei tessuti che consente di giudicare il grado e la natura del suo danno. Non prescritto se l'ecografia ha rivelato una significativa diminuzione degli organi e dei cambiamenti cicatriziali.

Trattamento dell'insufficienza renale

La malattia della forma cronica, di regola, progredisce perfino con il trattamento. Tuttavia, la velocità del processo può essere ridotta e la qualità della vita del paziente può essere aumentata..

Dipende dal controllo della malattia che ha portato allo sviluppo di CRF. Ad esempio, nel diabete mellito, è molto importante mantenere normali livelli di zucchero, così come i livelli di pressione sanguigna nell'ipertensione, altrimenti la qualità della funzione renale diminuirà rapidamente.

Le misure prese per mantenere la funzione renale sono estremamente importanti:

  • Limitare l'assunzione di liquidi.
  • Rifiuto di assumere una serie di farmaci che aumentano il carico sui reni.
  • Terapia dietetica. Restrizione nella dieta di cibi e bevande con un alto contenuto di sodio, fosforo, potassio. Questo è sale da cucina, latticini, fegato, legumi, noci, anche la quantità di proteine ​​è rigorosamente dosata. In caso di insufficienza renale acuta, la dieta deve essere seguita fino alla guarigione del paziente, con insufficienza renale cronica - per tutta la vita.
  • Terapia farmacologica. Prescritto da un medico in base ai risultati dei test.
  • Dialisi. Rimozione hardware di prodotti di scarto. Viene eseguito in caso di compromissione a lungo termine grave e prevedibile della funzione renale. Per grave insufficienza renale cronica, viene utilizzato su base continuativa.

Il paziente deve monitorare costantemente la biochimica del sangue: il livello di creatinina, urea e fosfati nel sangue, la sua acidità e anche eseguire regolarmente esami delle urine.

In caso di complicazioni - anemia, insufficienza cardiaca, osteodistrofia, ecc. - è necessario collegare la terapia mirata.

Con lo sviluppo di una grave insufficienza renale cronica, una persona è indicata per un'operazione di trapianto di rene.

L'insufficienza renale è fatale senza un trattamento adeguato.

Prevenzione

Non è sempre possibile prevenire lo sviluppo di insufficienza renale.

Tuttavia, puoi contribuire a ridurne la probabilità:

  • Uno stile di vita sano.
  • Controllo del peso.
  • Limitare l'uso di sale, birra, carni affumicate, prodotti proteici.
  • Smettere di fumare.
  • Attività fisica.

Se sospetti un malfunzionamento degli organi del sistema urinario, assicurati di consultare un medico.

Fallimento renale cronico

L'insufficienza renale cronica è una diminuzione delle funzioni escretorie e di filtrazione dei reni, derivante dalla morte dei nefroni e provocata da malattie croniche degli organi.

L'estinzione della funzione renale diventa la causa dell'interruzione della vita normale, a cui vari sistemi corporei rispondono con complicazioni. In particolare, l'insufficienza renale cronica, i cui sintomi possono includere malessere generale, edema, nausea, vomito, perdita di appetito, alla fine porta a insufficienza cardiaca.

La malattia ha quattro fasi: latente, compensata, intermittente, terminale.

Cos'è?

L'insufficienza renale cronica (CRF) è una violazione irreversibile della filtrazione e delle funzioni escretorie dei reni, fino alla loro completa cessazione, a causa della morte del tessuto renale. La CRF ha un decorso progressivo, nelle prime fasi si manifesta con malessere generale. Con un aumento dell'insufficienza renale cronica - gravi sintomi di intossicazione del corpo: debolezza, perdita di appetito, nausea, vomito, edema, pelle secca, giallo pallido. La diuresi diminuisce bruscamente, a volte fino a zero.

Nelle fasi successive si sviluppano insufficienza cardiaca, tendenza al sanguinamento, edema polmonare, encefalopatia e coma uremico. Mostrato emodialisi e trapianto di rene.

Classificazione

Esiste una classificazione dell'insufficienza renale cronica in relazione allo stadio dei sintomi:

  1. Latente: i segni praticamente non compaiono. La persona può sentirsi un po 'stanca. Molto spesso viene determinato quando si diagnostica un problema completamente diverso, per la diagnosi di cui sono stati eseguiti esami del sangue o delle urine;
  2. Compensato: il volume dell'urina escreta aumenta (più di due litri al giorno), c'è un leggero gonfiore al mattino;
  3. Intermittente: la stanchezza grave preoccupa una persona e la bocca secca. Appare debolezza muscolare;
  4. Terminale: un brusco cambiamento nell'umore del paziente, l'immunità diminuisce. C'è un'interruzione nel lavoro di altri organi interni, inclusi cuore e polmoni. Ma più chiaramente, lo stadio terminale dell'insufficienza renale cronica è caratterizzato da un sintomo come l'aspetto dell'odore di urina dalla cavità orale della vittima..

Motivi di sviluppo

Lo sviluppo dell'insufficienza renale cronica è preceduto da fattori più gravi dell'abuso di sale o dell'ipotermia banale. Le cause principali dell'insorgenza sono una malattia già esistente delle vie urinarie. Ma in alcuni casi clinici, l'infezione che è presente nel corpo umano potrebbe non essere associata ai reni, nonostante il fatto che alla fine colpisca questo organo accoppiato. Quindi la CRF è definita come una malattia secondaria..

Malattie che portano a insufficienza renale:

  1. Glomerulonefrite (soprattutto cronica). Il processo infiammatorio copre l'apparato glomerulare dei reni.
  2. Policistico. La formazione di più vescicole all'interno dei reni - cisti.
  3. Pielonefrite. Infiammazione del parenchima renale di origine batterica.
  4. La presenza di malformazioni congenite o acquisite (post-traumatiche).
  5. Nefrolitiasi. La presenza di depositi multipli o singoli simili a pietre all'interno dei reni - calcoli.

La malattia si sviluppa sullo sfondo di tali infezioni e condizioni:

  1. Diabete mellito insulino-dipendente.
  2. Danno al tessuto connettivo (vasculite, poliartrite).
  3. Epatite virale B, C.
  4. Malaria.
  5. Diatesi dell'acido urico.
  6. Aumento della pressione sanguigna (ipertensione arteriosa).

Inoltre, lo sviluppo di insufficienza renale cronica è predisposto da un'intossicazione regolare con farmaci (ad esempio, assunzione caotica e incontrollata di farmaci), sostanze chimiche (lavoro nell'industria delle vernici).

Sintomi

I sintomi dell'insufficienza renale cronica sono i seguenti:

  1. Aspetto del paziente. Quasi nessun segno esterno caratteristico sarà evidente fino al momento in cui si verifica una pronunciata diminuzione della filtrazione glomerulare degli organi. È quindi possibile visualizzare le seguenti violazioni:
    • Il pallore della pelle è dovuto all'anemia, che aumenta gradualmente. Le violazioni dell'equilibrio idrico ed elettrolitico portano ad un aumento della secchezza della pelle. Per lo stesso motivo, la pelle perde la sua elasticità, è possibile acquisire un colore itterico;
    • Gli ematomi sottocutanei iniziano spesso a svilupparsi. Lividi compaiono senza precedenti traumi o lividi;
    • Sulla pelle dei pazienti ci sono graffi causati da un forte prurito atroce;
    • Il viso diventa molto gonfio. Il gonfiore si estende agli arti, all'addome;
    • Il tono muscolare diminuisce, diventano flaccidi, il che influisce sulla loro funzionalità. Ciò influisce negativamente sulla capacità di una persona di lavorare. Spasmi muscolari e crampi su uno sfondo di chiara coscienza sono dovuti a un calo del livello di calcio nel sangue;
    • La pelle rimane asciutta anche in un momento in cui il paziente sta vivendo una grave ansia o stress.
  2. Disturbi del sistema nervoso. I pazienti diventano letargici, non dormono bene la notte e durante il giorno si sentono stanchi e sopraffatti. Le funzioni cognitive soffrono, principalmente la memoria e l'attenzione. La capacità di apprendere e percepire le informazioni si deteriora. I pazienti spesso si lamentano di estremità fredde, sensazione di formicolio e "pelle d'oca". È associato a un disturbo del sistema nervoso periferico. Man mano che il processo patologico progredisce, si osservano disturbi del movimento negli arti superiori e inferiori..
  3. Sistema urinario. Il volume di urina nelle fasi iniziali dello sviluppo della malattia aumenta e il paziente spesso va in bagno di notte. Man mano che la carenza si sviluppa, i volumi di urina escreta diventano sempre meno, l'edema continua ad aumentare, è possibile anuria completa.
  4. Disturbi dell'equilibrio del sale dell'acqua. La ghiandola tiroidea inizia a produrre l'ormone paratiroideo in grandi volumi. Di conseguenza, i livelli di fosforo aumentano e i livelli di calcio diminuiscono. Questa diventa la causa di frequenti fratture spontanee sullo sfondo dell'ammorbidimento del tessuto osseo..
    • C'è sete costante, la bocca del paziente è secca;
    • Con un forte aumento da un luogo, l'oscuramento si verifica negli occhi, debolezza muscolare. Ciò è dovuto alla lisciviazione del sodio dal corpo;
    • Sullo sfondo dell'eccesso di potassio nel sangue, aumenta la paralisi muscolare;
    • È possibile una disfunzione respiratoria;
    • L'equilibrio sale-acqua è essenziale per il funzionamento del corpo nel suo complesso. Gli insuccessi possono portare a gravi problemi nel lavoro del cuore, fino all'arresto cardiaco compreso.
  5. Squilibrio di azoto. Se la velocità di filtrazione glomerulare scende a meno di 40 ml al minuto, il paziente presenta segni di enterocolite. Sullo sfondo di un aumento del livello di urea e acido urico nel sangue, nonché con un aumento della creatinina, un odore di ammoniaca emanerà dalla bocca del paziente e inizieranno a svilupparsi lesioni articolari.
  6. Manifestazioni dal sistema cardiovascolare. La funzione ematopoietica soffre, che si esprime in anemia, letargia, aumento della fatica e debolezza.
    • Si sviluppano pericardite e miocardite;
    • La pressione sanguigna aumenta;
    • Ci sono dolori nel cuore di un carattere opaco e dolorante, la mancanza di respiro aumenta, il ritmo cardiaco è disturbato;
    • L'insufficienza cardiaca acuta è una complicanza dell'insufficienza renale e può causare la morte del paziente.

In una fase successiva dello sviluppo dell'insufficienza renale, si sviluppa il "polmone uremico". L'edema interstiziale aumenta, si unisce un'infezione batterica, che è associata a un calo dell'immunità.

Per quanto riguarda il sistema digestivo, il suo lavoro è interrotto. L'appetito scompare, possono verificarsi nausea e vomito. Spesso le ghiandole salivari e la mucosa orale reagiscono con l'infiammazione. A volte i pazienti raggiungono lo stadio dell'anoressia a causa dell'avversione al cibo. L'uremia causa ulcere gastriche e intestinali, che possono essere complicate da sanguinamento. Anche l'epatite acuta spesso accompagna l'uremia.

Insufficienza renale durante la gravidanza

Anche la gravidanza che procede fisiologicamente aumenta significativamente il carico sui reni. Nella malattia renale cronica, la gravidanza aggrava il decorso della patologia e può contribuire alla sua rapida progressione. Ciò è dovuto al fatto che:

  • durante la gravidanza, l'aumento del flusso sanguigno renale stimola il sovraccarico dei glomeruli renali e la morte di alcuni di essi,
  • il deterioramento delle condizioni per il riassorbimento dei sali nei tubuli renali porta alla perdita di elevati volumi di proteine, tossiche per il tessuto renale,
  • l'aumento del lavoro del sistema di coagulazione del sangue contribuisce alla formazione di piccoli coaguli di sangue nei capillari dei reni,
  • il deterioramento del decorso dell'ipertensione arteriosa durante la gravidanza contribuisce alla necrosi glomerulare.

Peggio è la filtrazione nei reni e maggiore è la cifra di creatinina, più sfavorevoli sono le condizioni per l'inizio della gravidanza e il suo portamento. Una donna incinta con insufficienza renale cronica e il suo feto devono affrontare una serie di complicazioni della gravidanza:

  • Ipertensione arteriosa
  • Sindrome nefrosica con edema
  • Preeclampsia ed eclampsia
  • Grave anemia
  • Insufficienza feto-placentare e ipossia fetale
  • Ritardi e malformazioni del feto
  • Aborto spontaneo e parto prematuro
  • Malattie infettive del sistema urinario di una donna incinta

Nefrologi e ostetrici-ginecologi sono coinvolti nella risoluzione della questione della fattibilità della gravidanza in ogni particolare paziente con insufficienza renale cronica. Allo stesso tempo, è necessario valutare i rischi per la paziente e il feto e correlarli con i rischi che la progressione dell'insufficienza renale cronica ogni anno riduca le probabilità di una nuova gravidanza e la sua riuscita risoluzione..

Danni a organi e sistemi in caso di insufficienza renale cronica

  1. Cambiamenti nel tratto gastrointestinale. Durante le prime fasi l'appetito spesso diminuisce, la bocca si secca. Nel tempo, si verifica stomatite, nausea costante, che termina con vomito, eruttazioni frequenti. La mucosa irritata porta a manifestazioni di enterocolite, gastrite atrofica. Di conseguenza, ulcere superficiali dell'intestino, dello stomaco, che spesso provocano sanguinamento.
  2. Cambiamenti di sangue. L'insufficienza renale cronica causa una diminuzione dei livelli di emoglobina. L'emopoiesi è inibita, la durata della vita degli eritrociti diminuisce. Potrebbe anche esserci un deterioramento della coagulazione del sangue, una diminuzione del livello di protrombina, si verifica trombocitopenia.
  3. Reazione dal cuore e dai polmoni. Nella maggior parte dei pazienti si possono osservare ipertensione arteriosa, miocardite, pericardite. Si verifica insufficienza cardiaca congestizia e, nel caso avanzato, polmonite uremica.
  4. Problemi con il sistema muscolo-scheletrico. Con l'insufficienza renale cronica, si verificano spesso varie forme di osteodistrofia: osteoporosi, osteite fibrosa, osteosclerosi, osteomalacia. Le malattie possono manifestarsi in artrite, compressione delle vertebre, fratture inattese, deformità scheletriche, dolori muscolari che si irradiano alle ossa.
  5. Complicazioni dal sistema nervoso. Nelle fasi iniziali, possono verificarsi cambiamenti nel sistema nervoso centrale come disturbi del sonno, problemi di concentrazione, ulteriore confusione nella coscienza, reazioni inibite sono possibili, nei casi difficili iniziano allucinazioni, il paziente è delirante. Si osserva anche polineuropatia periferica.
  6. Cambiamenti nel sistema immunitario. L'insufficienza renale cronica è spesso accompagnata da linfocitopenia. A causa della soppressione delle difese del corpo, si sviluppano varie complicazioni purulente-settiche.

Complicazioni e conseguenze

Nel tempo, la CRF danneggia quasi tutti gli organi del corpo. Le potenziali complicanze della CRF includono:

  1. Debolezza ossea, fratture frequenti.
  2. Malattie del cuore e dei vasi sanguigni.
  3. Diminuzione della libido e dell'impotenza.
  4. Pericardite, infiammazione del pericardio.
  5. Complicazioni della gravidanza che comportano rischi per la madre e il feto.
  6. Ritenzione di liquidi, che porta a gonfiore alle mani e ai piedi, ipertensione e accumulo di liquidi nei polmoni.
  7. Un improvviso aumento dei livelli di potassio nel sangue (iperkaliemia) che può interrompere la normale funzione del cuore.
  8. Danno al sistema nervoso centrale, che si manifesta con cambiamenti di personalità, diminuzione dell'intelligenza, convulsioni.
  9. Deterioramento della risposta immunitaria, che rende il corpo del paziente più suscettibile alle infezioni.
  10. Diminuzione della conta dei globuli rossi (anemia).
  11. Danno renale irreversibile che richiede dialisi o trapianto per tutta la vita.

Diagnostica

La diagnosi di insufficienza renale cronica inizia con una visita all'ufficio del nefrologo, che effettuerà un esame, redigerà la sua anamnesi e prescriverà un piano di esame:

  • studio di laboratorio sulla composizione delle urine, con insufficienza renale cronica, che rivela la presenza di proteine ​​(proteinuria), densità inferiore al normale, a volte - tracce di eritrociti;
  • viene effettuato un test delle urine per la quantità di proteine ​​perse nelle 24 ore per valutare il danno renale, perché la quantità di proteine ​​rilasciate con l'urina indica il grado di perforazione delle membrane, che normalmente dovrebbero trattenere la proteina e restituirla al flusso sanguigno;
  • analisi del sangue clinico (generale) in qualsiasi fase, tranne che per isolato, rivela alta VES, bassa emoglobina (anemia);
  • la biochimica della composizione del sangue in qualsiasi fase, ad eccezione di quella latente e in alcuni casi - compensata, rivela un aumento, di regola, di due indicatori: urea ematica e creatinina; con proteinuria nel sangue, la proteina diminuisce;
  • Test di Reberg - uno studio che determina in modo più accurato il fattore principale dell'efficacia della funzione renale, vale a dire, GFR;
  • Ultrasuoni: con insufficienza renale cronica visualizza una diminuzione delle dimensioni degli organi e del parenchima;
  • La radiografia con l'introduzione del contrasto viene utilizzata per valutare lo stato dei vasi dei reni, ma in pratica viene utilizzata raramente a causa della tossicità dei farmaci.

Trattamento dell'insufficienza renale cronica

Ogni fase dell'insufficienza renale comporta azioni specifiche.

  1. Nella fase I, viene trattata la malattia sottostante. Il sollievo dall'esacerbazione del processo infiammatorio nei reni riduce la gravità dell'insufficienza renale.
  2. Nella fase II, insieme al trattamento della malattia sottostante, viene valutata la rapidità della progressione dell'insufficienza renale e vengono utilizzati farmaci per ridurne la velocità. Questi includono lespenephril e chophytol - questi sono preparati a base di erbe, la dose e la frequenza di somministrazione sono prescritte dal medico curante.
  3. Nella fase III, vengono identificate e trattate possibili complicanze, vengono utilizzati farmaci per rallentare la progressione dell'insufficienza renale. Correzione di ipertensione arteriosa, anemia, disturbi del calcio-fosfato, trattamento delle complicanze infettive e cardiovascolari.
  4. Nella fase IV, il paziente viene preparato per la terapia sostitutiva renale
  5. e allo stadio V viene eseguita la terapia sostitutiva renale.

La terapia sostitutiva renale comprende l'emodialisi e la dialisi peritoneale.

L'emodialisi è un metodo extraepatico di purificazione del sangue, durante il quale le sostanze tossiche vengono rimosse dal corpo e vengono normalizzati i disturbi dell'equilibrio idrico ed elettrolitico. Questo viene fatto filtrando il plasma sanguigno attraverso una membrana semipermeabile dell'apparato "rene artificiale". Il trattamento di emodialisi di mantenimento viene effettuato almeno 3 volte a settimana, con una durata di una seduta di almeno 4 ore.

Dialisi peritoneale. La cavità addominale umana è rivestita dal peritoneo, che funge da membrana attraverso la quale entrano acqua e sostanze in esso disciolte. Un catetere speciale viene inserito chirurgicamente nella cavità addominale, attraverso la quale la soluzione di dialisi entra nella cavità addominale. C'è uno scambio tra la soluzione e il sangue del paziente, a seguito del quale vengono rimosse le sostanze nocive e l'acqua in eccesso. La soluzione è lì per diverse ore, quindi viene drenata. Questa procedura non richiede installazioni particolari e può essere eseguita autonomamente dal paziente a casa durante il viaggio. Una volta al mese viene visitato al centro dialisi per il controllo. La dialisi viene utilizzata come trattamento in attesa del trapianto di rene.

Tutti i pazienti con malattia renale cronica in stadio V sono considerati candidati al trapianto di rene.

Dieta e nutrizione per insufficienza renale cronica

Per ridurre la manifestazione dei sintomi della malattia, il medico prescriverà un programma nutrizionale speciale per il paziente. Una dieta per l'insufficienza renale cronica prevede l'uso di alimenti contenenti grassi e carboidrati. Le proteine ​​di origine animale sono severamente vietate, le proteine ​​vegetali sono in quantità molto limitate. L'uso del sale è completamente controindicato..

Quando elabora un programma nutrizionale per un paziente con IRC, il medico tiene conto dei seguenti fattori:

  • lo stadio della malattia;
  • velocità di progressione;
  • perdita giornaliera di proteine ​​con diuresi;
  • lo stato del metabolismo elettrolitico di fosforo, calcio e acqua.

Al fine di ridurre la concentrazione di fosforo, sono vietati latticini, riso bianco, legumi, funghi e prodotti da forno. Se il compito principale è regolare l'equilibrio del potassio, si consiglia di abbandonare il contenuto di frutta secca, cacao, cioccolato, banane, grano saraceno, patate nella dieta.

Prevenzione

  1. Rifiuta le bevande alcoliche. Se bevi alcolici, fai attenzione. I medici occidentali ritengono che per una donna sana sotto i 65 anni la norma non dovrebbe superare un drink e per un uomo sano non più di due drink al giorno. L'alcol è generalmente sconsigliato agli anziani, ai malati e alle donne incinte.
  2. Segui le indicazioni per il farmaco. Quando si usano farmaci, inclusi aspirina, ibuprofene, paracetamolo, seguire le istruzioni del produttore. L'assunzione di grandi dosi di farmaci può danneggiare i reni. Se hai una storia di malattie renali, consulta il tuo medico prima di prendere qualsiasi farmaco.
  3. Mantieni un peso corporeo sano. Se hai problemi di sovrappeso, inizia a fare esercizio e controlla la tua dieta. L'obesità non solo aumenta il rischio di problemi renali, ma contribuisce anche al diabete mellito, porta all'ipertensione e riduce la durata e la qualità della vita..
  4. Smetti di fumare. Se sei un fumatore, consulta il tuo medico sui metodi moderni per alleviare la dipendenza da nicotina. Pillole, cerotti alla nicotina, psicoterapia e gruppi di supporto possono aiutarti a smettere.
  5. Controlla la tua salute. Non eseguire malattie infettive che possono colpire i reni nel tempo.

Si raccomanda ai pazienti con questa malattia di visitare le località: Truskavets, Zheleznovodsk, Evpatoria, acque minerali Berezovsky e altri.

Previsione

La prognosi della malattia dipende dalla qualità della terapia eseguita, dallo stadio della malattia, dalla presenza di complicanze o malattie concomitanti.

L'ulteriore prognosi della malattia dipende dal paziente stesso: come condurrà il suo ulteriore stile di vita e aderirà alle raccomandazioni mediche. Dopo l'uso diffuso dell'emodialisi e del trapianto di rene, la morte è meno comune. I moderni metodi di trattamento (impegnati in nefrologia) aiutano ad alleviare queste sindromi e continuano la vita dei pazienti con malattia renale cronica fino a 20 anni.

Cause di insufficienza renale cronica: sintomi, trattamenti e conseguenze

Le patologie renali acute e croniche sono state sempre più diagnosticate. Ora la medicina è più sviluppata e quindi aiuta i pazienti con maggiore successo.

Ma le patologie sono così gravi che il 40% di esse sono complicate da insufficienza renale cronica..

Informazione Generale

L'insufficienza renale cronica (IRC) è una compromissione irreversibile della funzione renale. Si verifica a causa della progressiva morte dei nefroni.

In questo caso, il lavoro del sistema urinario viene interrotto, l'uremia si sviluppa sotto l'influenza dell'accumulo di tossine dopo il metabolismo dell'azoto: urea, creatinina e acido urico.

Nell'insufficienza cronica, un gran numero di unità strutturali dell'organo muore e viene sostituito dal tessuto connettivo.

Ciò provoca disfunzioni renali irreversibili, che impediscono al sangue di essere ripulito dai prodotti di decomposizione, e viene interrotta anche la produzione di eritropoietina, responsabile della formazione dei globuli rossi, dell'eliminazione del sale e dell'acqua in eccesso..

La diagnosi di CRF viene effettuata quando il disturbo persiste per tre mesi o più. Anche con una leggera manifestazione di squilibrio, il medico deve monitorare attentamente il paziente al fine di migliorare la prognosi della malattia e, se possibile, prevenire cambiamenti irreversibili..

Statistiche sulle malattie

Il gruppo di rischio per CRF include:

  • persone con disembriogenesi del tessuto renale;
  • con grave uropatia;
  • con tubulopatie;
  • con giada ereditaria;
  • con nefrite sclerosante.

Motivi di sviluppo

Le ragioni principali per lo sviluppo sono:

  • decorso cronico della glomerulonefrite;
  • malattia policistica renale;
  • pielonefrite cronica;
  • malattia da urolitiasi;
  • violazioni della struttura degli organi del sistema urinario;
  • l'effetto delle tossine e di alcuni farmaci.

Patologie di organi secondari che sono state innescate da altre malattie:

  • diabete mellito di qualsiasi tipo;
  • pressione sanguigna patologicamente alta;
  • patologie sistemiche del tessuto connettivo;
  • epatite di tipo B e C;
  • vasculite sistemica;
  • gotta;
  • malaria.

Il tasso di sviluppo attivo dell'insufficienza renale cronica dipende dal tasso di indurimento dei tessuti degli organi, dalle cause e dall'attività identificata della nefropatia.

L'insufficienza renale cronica si sviluppa molto più lentamente con pielonefrite, forma policistica e gottosa di nefropatia.

L'insufficienza cronica è spesso complicata da esacerbazioni con disidratazione, perdita di sodio da parte dell'organismo, ipotensione.

Classificazione e tipologie

L'insufficienza renale cronica è classificata in diversi tipi in base alla gravità dei sintomi:

  1. Latent CRF - i sintomi si sviluppano appena. Il paziente avverte solo una leggera stanchezza. Spesso la diagnosi viene fatta quando si esamina un problema completamente diverso..
  2. Insufficienza renale cronica compensata - il volume di urina escreto notevolmente - supera i 2 litri al giorno, al mattino si forma un leggero gonfiore.
  3. Intermittente: si sviluppa una grave stanchezza, interferisce con uno stile di vita normale, compaiono secchezza delle fauci e debolezza muscolare.
  4. Terminale: caratterizzato da un brusco cambiamento di umore, il funzionamento del sistema immunitario è notevolmente compromesso. Viene rintracciata la disfunzione di altri organi interni, ad eccezione dei reni, soprattutto dei polmoni e del cuore. L'odore di urina si sente dalla bocca del paziente: questo è uno dei principali segni diagnostici di un pericoloso corso di insufficienza.

La natura del quadro clinico

Molti pazienti con insufficienza renale cronica non lamentano sintomi patologici, perché all'inizio il corpo compensa anche un forte deterioramento della funzione renale.

Le manifestazioni evidenti della malattia si sviluppano solo nelle sue ultime fasi..

I reni hanno un enorme potenziale per i disturbi compensatori, a volte funzionano molto più di quanto una persona abbia bisogno per una vita normale.

Una leggera violazione del funzionamento dell'organo viene diagnosticata solo con la consegna di esami del sangue e delle urine. In questo caso, il medico propone di sottoporsi a un esame regolare per monitorare i cambiamenti patologici nell'organo..

Il processo di trattamento richiede il sollievo dei sintomi e la prevenzione del successivo deterioramento della condizione. Quando, anche con la correzione, il lavoro dei reni si deteriora, appare quanto segue:

  • perdita di peso, mancanza di appetito;
  • gonfiore nella zona delle caviglie, mani a causa della ritenzione di liquidi;
  • respiro affannoso;
  • la presenza di proteine ​​nelle urine e negli esami del sangue;
  • bisogno frequente di urinare, specialmente di notte;
  • prurito alla pelle;
  • crampi muscolari;
  • aumento della pressione;
  • nausea;
  • disfunzione erettile nei maschi.

Sintomi simili sono tipici di altre malattie. In ogni caso, se vengono rilevati uno o più segni, è necessario visitare un medico.

Fasi di flusso

La sostituzione dei glomeruli con tessuto connettivo è inizialmente accompagnata da una parziale disfunzione d'organo e da alterazioni compensatorie nei glomeruli sani. Pertanto, l'insufficienza si sviluppa in più fasi sotto l'influenza di una diminuzione della velocità di filtrazione glomerulare..

  1. Stato iniziale. La velocità di filtrazione glomerulare (GFR) al minuto è di 90 ml: questa è la norma. Ma insieme a questo, ci sono già danni ai reni..
  2. Il secondo stadio presuppone la presenza di danni e una leggera diminuzione della velocità a 60-89 ml al minuto. Per le persone anziane, questi indicatori possono essere considerati normali..
  3. Il terzo - disturbi moderati si osservano nei reni e la velocità di filtrazione glomerulare raggiunge i 30-60 ml al minuto. Ma il processo patologico è praticamente nascosto, non ci sono sintomi evidenti, si può notare solo un leggero aumento della frequenza di minzione, una leggera diminuzione della concentrazione di eritrociti ed emoglobina nel sangue. Ciò provoca debolezza, deterioramento della capacità lavorativa, pelle pallida, membrane mucose, unghie fragili, capelli, pelle secca e disturbi dell'appetito. In quasi il 50% dei casi si verifica un aumento della pressione diastolica inferiore..
  4. Il quarto è terminale. La filtrazione glomerulare al minuto diminuisce a 15 ml e anche il volume di urina diminuisce, fino alla completa assenza. Allo stesso tempo, si sviluppano tutti i sintomi di avvelenamento con scorie azotate, il sistema nervoso e il miocardio sono interessati. L'attività vitale dipende interamente dall'attuazione tempestiva della purificazione del sangue sull'apparato, senza l'aiuto dei reni. Senza emodialisi e trapianto urgente, una persona muore.
  5. Lo stadio pataya è conservativo, perché può essere contenuto assumendo farmaci e non prevede ancora l'implementazione dell'emodialisi sul dispositivo. Ma la velocità di filtrazione al minuto è di soli 15-29 ml.

Si sviluppano anche manifestazioni di carenza, ovvero:

  • grave debolezza;
  • peggioramento delle prestazioni dovuto all'anemia;
  • aumento del volume delle urine;
  • bisogno frequente di urinare di notte;
  • aumento della pressione sanguigna.

Metodi diagnostici

Il processo diagnostico viene effettuato sulla base di un attento studio del quadro clinico e della storia della malattia. Il paziente deve sottoporsi ai seguenti esami:

  • Ultrasuoni dei reni;
  • Ecografia doppler dei vasi d'organo;
  • nefroscintigrafia;
  • emocromo generale e dettagliato;
  • analisi generale delle urine.

Tutti questi metodi diagnostici aiutano il medico a stabilire la presenza e lo stadio dell'insufficienza renale cronica, a scegliere il trattamento giusto e ad alleviare significativamente le condizioni del paziente..

Terapie

Le opzioni di trattamento dipendono interamente dallo stadio di sviluppo dell'insufficienza renale cronica e dalle sue cause. All'inizio viene eseguito un trattamento ambulatoriale, cioè non è necessario andare in ospedale.

Ma per la prevenzione, viene implementato il ricovero programmato, almeno 1 volta all'anno per condurre esami complessi.

Il trattamento dell'insufficienza renale cronica è sempre monitorato da un terapista, che, se necessario, farà riferimento a un nefrologo.

Questo complesso previene la progressione della malattia e danni al flusso sanguigno..

Farmaci comuni e approcci tradizionali

Il processo di trattamento dell'insufficienza renale cronica nelle prime fasi della lesione si basa sulla terapia farmacologica. Aiuta:

  • normalizzare le letture della pressione alta;
  • stimolare la produzione di urina;
  • prevenire il verificarsi di processi autoimmuni quando il corpo inizia ad attaccare se stesso.

Tali effetti possono essere ottenuti utilizzando:

  • farmaci a base di ormoni;
  • eritropoietine: eliminano gli effetti dell'anemia;
  • preparati con calcio e vitamina D - aiutano a rafforzare il sistema scheletrico e prevenire le fratture.

Con una lesione più grave, vengono implementati altri metodi:

  1. Emodialisi per purificare e filtrare il sangue. È realizzato all'esterno del corpo per mezzo dell'apparato. Il sangue venoso gli viene fornito da una mano, viene purificato e restituito attraverso un tubo nell'altra mano. Questo metodo è implementato per tutta la vita o prima del trapianto di organi.
  2. La dialisi peritoneale è il processo di purificazione del sangue normalizzando l'equilibrio del sale marino. Viene eseguito attraverso la sezione addominale del paziente, dove viene prima introdotta una soluzione speciale e quindi risucchiata. Trapianto d'organo. In questo caso, è molto importante che l'organo attecchisca..

Trattamento in diverse fasi

Ogni gravità dell'insufficienza renale prevede trattamenti diversi:

  1. Con 1 grado di lesione, l'infiammazione acuta viene alleviata e la gravità dei sintomi dell'insufficienza renale cronica diminuisce.
  2. Al grado 2, contemporaneamente al trattamento dell'insufficienza renale cronica, viene valutata la velocità della sua progressione e vengono utilizzati mezzi per rallentare il processo patologico. Questi includono Hofitol e Lespenephril - questi sono rimedi erboristici, la cui dose e durata sono prescritte solo dal medico.
  3. Al grado 3, viene implementato un trattamento aggiuntivo delle complicanze, sono necessari farmaci per rallentare la progressione dell'insufficienza renale cronica. Correzione di indicatori di pressione sanguigna, anemia, violazioni dei livelli di calcio e fosfato, trattamento di infezioni concomitanti e malfunzionamenti del sistema cardiovascolare.
  4. Al grado 4, il paziente viene preparato ed eseguito la terapia sostitutiva renale.
  5. Al grado 5 vengono implementate anche la terapia sostitutiva e, se possibile, il trapianto di organi.

Metodi tradizionali

A casa, per alleviare la condizione, usano ricette della medicina tradizionale..

Aiutano a normalizzare la funzione renale, purificare il sangue, alleviare il gonfiore e ripristinare il flusso di urina.

Prima di iniziare il trattamento, è assolutamente necessaria l'approvazione di un medico per non danneggiare ulteriormente le tue condizioni..

Tasse a base di erbe

Le erbe medicinali alleviano efficacemente i sintomi di carenza. Per ottenere il prodotto, mescolare le radici di prezzemolo, i coni di ginepro, l'equiseto. Aggiungere 250 ml di acqua a questa miscela e far bollire in un contenitore con coperchio chiuso per 2 minuti, quindi insistere per altri 5 minuti e filtrare.

Devi bere il brodo 3 volte al giorno, senza saltarlo, preriscaldandolo. Tale terapia viene eseguita tra un mese..

Mirtillo

La composizione dei mirtilli rossi contiene componenti come fruttosio, tannini. Previene le infezioni del tratto urinario nell'insufficienza renale cronica. Inoltre, la bacca aiuta ad accelerare l'eliminazione dei batteri. Per il risultato atteso, dovresti bere 300 ml di succo di bacche al giorno.

Prezzemolo

È un prodotto economico, ma molto efficace per la salute dei reni. La linfa della pianta pianta aiuta a stimolare l'escrezione di urina. Ci sono casi in cui il prezzemolo ha contribuito ad alleviare significativamente le condizioni anche con insufficienza renale cronica avanzata. Ma per ottenere un risultato, ha bisogno di guarire per molto tempo..

Prescrizioni dietetiche

La nutrizione per l'insufficienza renale cronica è una fase importante del trattamento, indipendentemente dalla gravità della malattia. Si presuppone:

  • l'uso di cibi ipercalorici, a basso contenuto di grassi, non troppo salati, non piccanti, ma arricchiti con carboidrati, il che significa che patate, dolci e riso possono e devono essere consumati.
  • dovrebbe essere cotto a vapore, al forno;
  • mangiare in piccole porzioni 5-6 volte al giorno;
  • includere meno proteine ​​nella dieta;
  • non consumare molti liquidi, il suo volume giornaliero non supera i 2 litri;
  • rinunciare a funghi, noci, legumi;
  • limitare il consumo di frutta secca, uva, cioccolato e caffè.

Terapia per bambini

Gli aiuti dietetici omeostatici sono necessari per il trattamento dell'insufficienza renale cronica in un bambino.

Per cominciare, la biochimica delle urine e del sangue viene implementata per stabilire rapidamente la necessità di potassio, acqua, proteine ​​e sodio.

Il trattamento prevede il rallentamento della velocità con cui i reni si riempiono di prodotti di decadimento azotato. Allo stesso tempo, è necessario il mantenimento dell'equilibrio acido-base e dell'equilibrio elettrolitico.

Quando i tassi di eliminazione sono troppo bassi, l'acqua può essere bevuta solo in parte, il contenuto di sodio nel sangue viene costantemente monitorato.

Con l'ipocalcemia, è necessario il calcio orale, l'assunzione di vitamina D. Nei casi avanzati, viene implementata la dialisi. L'emodialisi è necessaria fino a quando il problema del trapianto d'organo non viene risolto e viene eseguito.

Conseguenze e difficoltà

La principale difficoltà nella diagnosi e nel trattamento della CRF è che nelle prime fasi dello sviluppo, la patologia non si manifesta in alcun modo. Quasi tutti i pazienti cercano aiuto con forme avanzate di insufficienza, presenza di complicanze concomitanti nel corpo.

Le conseguenze dell'approccio sbagliato nel trattamento o della negligenza del processo CRF includono:

  • uremia - auto-avvelenamento con prodotti di decadimento, mentre esiste il rischio di coma uremico - perdita di coscienza, gravi deviazioni nel sistema respiratorio e circolazione sanguigna;
  • complicazioni nel lavoro del cuore e dei vasi sanguigni: insufficienza cardiaca, ischemia, infarto miocardico, aumento della frequenza cardiaca, pericardite;
  • un aumento costante degli indicatori della pressione sanguigna oltre 139/89 mm Hg, che non può essere corretto;
  • forme acute di gastrite;
  • complicazioni dovute all'organizzazione della dialisi: ipertensione, anemia, ridotta sensibilità delle mani e dei piedi, assorbimento improprio del calcio e fragilità delle ossa;
  • diminuzione della libido.

Misure preventive

L'insufficienza renale spesso accompagna il diabete mellito, la glomerulonefrite e l'ipertensione, quindi i medici monitorano queste persone molto da vicino, sono inoltre monitorate da un nefrologo.

Tutte le persone a rischio che hanno problemi renali anche minimi dovrebbero costantemente:

  • monitorare gli indicatori della pressione sanguigna;
  • fare un elettrocardiogramma;
  • fare un'ecografia degli organi addominali;
  • eseguire esami generali delle urine e del sangue;
  • seguire le raccomandazioni del medico in merito a stile di vita, alimentazione e lavoro.

Per la prevenzione del danno renale a insufficienza renale cronica o con una forma avanzata della malattia a stadi gravi, è richiesto un trattamento tempestivo di eventuali violazioni nel funzionamento dell'organo, monitoraggio costante della condizione da parte di un medico.

Cause e trattamento dell'insufficienza renale, insufficienza renale cronica

L'insufficienza renale cronica, o CRF, è una malattia difficile e intrattabile. I reni sono un organo accoppiato situato nell'addome su entrambi i lati della colonna vertebrale. La loro funzione principale è escretoria: espellere prodotti metabolici, decadimento e sostanze tossiche con l'urina.

Se, a seguito di qualsiasi processo patologico, la morte delle cellule renali - nefroni - allora questa funzione ne risentirà naturalmente: le sostanze azotate si accumuleranno nel corpo, il che porterà a un'intossicazione graduale.

Se il processo si protrae per più di due mesi e non viene fornita una terapia adeguata, questo può essere fatale: i glomeruli sono desolati, il tessuto connettivo si sviluppa e il rene si restringe. Il processo di filtrazione e la capacità di concentrazione dei reni sono compromessi.

Cause di insufficienza renale cronica

La CRF è la fase finale delle seguenti malattie:

  • Patologia renale: glomerulonefrite cronica e pielonefrite, policistica, amiloidosi;
  • Malattie del metabolismo e delle ghiandole endocrine: diabete mellito, patologia tiroidea, gotta;
  • Malattie che compromettono l'afflusso di sangue ai reni: ipertensione arteriosa, cirrosi epatica, insufficienza cardiaca;
  • Patologie autoimmuni: porpora trombocitopenica, artrite reumatoide, sclerodermia, lupus eritematoso sistemico;
  • Malattie che interferiscono con il deflusso di urina dai reni: urolitiasi, compressione delle vie urinarie da parte di un tumore, idronefrosi, anomalie nello sviluppo dei reni e degli ureteri;
  • Avvelenamento con tossine esogene - veleni, droghe.

Fasi della malattia

Ci sono quattro fasi di CRF:

  1. Latente o latente.
  2. Compensato.
  3. Intermittente.
  4. Scompensato o terminale: è il più grave.

La sintomatologia dell'insufficienza renale cronica dipende dal numero di nefroni morti e, naturalmente, dallo stadio della malattia.

Stadio latente di insufficienza renale cronica

Nella fase latente, le manifestazioni cliniche possono essere assenti. Questa o quella patologia, di regola, è rivelata da esame casuale. Raramente, i pazienti lamentano debolezza e aumento della fatica..

Compensato

Nella fase compensata, la debolezza e l'affaticamento diventano più pronunciati, specialmente dopo lo sforzo fisico. Compaiono minzione notturna frequente (nicturia) e poliuria: un aumento della quantità di urina giornaliera fino a due o più litri. Inoltre, il gonfiore appare sul viso (intorno agli occhi), principalmente al mattino.

Stadio intermittente di insufficienza renale cronica

Lo stadio intermittente procede con debolezza costante grave, sonnolenza, apatia, mal di testa, nausea e vomito poco frequenti. Possibili sintomi di faringite, gastrite e colite.

L'appetito è ridotto, si notano amarezza e secchezza delle fauci. Sul viso - gonfiore pronunciato. La pelle è secca, color terra, spesso pruriginosa. Spasmi delle gambe senza riposo, soprattutto di notte (sindrome delle gambe senza riposo).

La pressione sanguigna è spesso alta. Nel sangue - anemia: diminuzione dell'emoglobina nel sangue, epistassi, emorragie sulla torta e mucose. Si nota anche isoipostenuria: l'urina ha una bassa densità relativa, che non cambia durante il giorno. Questa è una conseguenza della ridotta concentrazione dei reni..

Inoltre, lo stadio intermittente è caratterizzato da frequenti e più gravi, solitamente mal di gola, malattie respiratorie. Da parte del sistema cardiovascolare - disturbi del ritmo, sviluppo di insufficienza cardiaca.

Scompensato

Nella fase finale, sono pronunciate debolezza e sonnolenza, sono presenti vomito e diarrea fetida, pelle secca e mucose, sono visibili tracce di graffi. Il viso, gli arti e l'addome sono gonfi. Non c'è praticamente appetito, c'è una forte perdita di peso e una diminuzione della temperatura corporea.

Significativo aumento della pressione sanguigna. L'odore di ammoniaca si sente dalla bocca, dal paziente - l'odore di urina dovuto al rilascio di prodotti di decomposizione attraverso la pelle. Mancanza di respiro, sviluppo di polmonite.

Possono svilupparsi aritmia, edema polmonare, insufficienza cardiaca ed encefalopatia. Nel sangue - una forte diminuzione dell'emoglobina e una violazione della coagulabilità: sanguinamento frequente ed emorragia. Sviluppo di coma uremico. La quantità di urina viene drasticamente ridotta fino alla completa anuria.

Diagnosi della malattia

La storia del paziente gioca un ruolo importante: reclami specifici, durata della malattia e presenza di patologie concomitanti.

Esame: terrosità della pelle, odore di acetone e urina, ipertensione, presenza di edema, emorragie sulla pelle.

Metodi di esame di laboratorio: nel sangue - una diminuzione dell'emoglobina, della conta piastrinica ed eritrocitaria, un aumento della creatinina e dell'urea, un cambiamento nel rapporto tra potassio (aumento) e sodio. Nelle urine: diminuzione della quantità di urina, gravità specifica, presenza di proteine, vari gradi di ematuria (dalle tracce all'urina del colore della "brodaglia di carne") e leucocituria.

Urografia escretoria, ecografia dei reni e della vescica, risonanza magnetica, TC spirale dello spazio retroperitoneale, angiografia, nefroscintigrafia, cromocistoscopia (una sostanza che colora l'urina viene iniettata per via endovenosa, quindi viene eseguita la cistoscopia). Se la diagnosi è grave, biopsia percutanea seguita da istologia.

Studio della velocità di filtrazione glomerulare - il suo rallentamento con un aumento di stadio.

Radiografia dei polmoni, ECG.

Trattamento dell'insufficienza renale cronica

Se nell'insufficienza renale acuta, indipendentemente dalla gravità dei sintomi, si verifica spesso un recupero completo, quindi con insufficienza renale cronica, è possibile solo qualche miglioramento: nelle fasi iniziali - per un lungo periodo di tempo, nelle fasi successive - solo per un breve periodo. Gli stadi terminali sono generalmente irreversibili.

Il trattamento viene effettuato in due modi: conservativo e chirurgico (rimozione del tumore, trapianto di rene). Tipicamente in un ambiente ospedaliero.

Principi di terapia conservativa

Limitare la quantità di proteine ​​nella dieta (0,5 - 1 g per kg di peso), sale da cucina (nei casi più gravi - dieta priva di sale) e potassio. Frutta e verdura - illimitate. La quantità di liquido viene calcolata individualmente.

Vitamine e minerali.

Lassativi salini o clisteri per scovare i rifiuti dall'intestino, diuretici. Lavare lo stomaco e l'intestino con una soluzione di soda.

Farmaci antiaritmici per aritmie, farmaci che migliorano la circolazione coronarica nella patologia cardiovascolare.

Farmaci antipertensivi per l'ipertensione arteriosa.

Glucocorticosteroidi e citostatici per glomerulonefrite e patologia autoimmune.

Per sepsi, pielonefrite e altre malattie infettive - antibiotici e farmaci antivirali.

Endovenosa: soluzione di glucosio, soluzione salina o trasfusione di sangue e sostituti del sangue per l'anemia grave.

In caso di intossicazione - purificazione del sangue mediante plasmaferesi.

Ormoni anabolizzanti per migliorare il metabolismo dell'azoto e potenziare la sintesi proteica.

Dialisi peritoneale ed emodialisi. In un primo momento, una soluzione viene introdotta nella cavità addominale da un catetere, che viene poi aspirato (con sostanze nocive adsorbite). La seconda viene eseguita mediante l'apparato "rene artificiale" due o tre volte alla settimana.