Nefropatia dismetabolica

La nefropatia dismetabolica è la precipitazione di sali nelle urine in persone con disturbi metabolici e con alterazioni secondarie della funzione renale. Nei bambini, la nefropatia dismetabolica è più spesso causata da patologie metaboliche ereditarie, aggravate da una storia nefrologica / urologica o da fattori ambientali sfavorevoli..

La malattia si sviluppa a qualsiasi età (spesso nei neonati) e non dipende dal sesso.
Assegna la nefropatia primaria, che è causata da ereditarietà ed è rara e secondaria (acquisita).

Molto spesso, la nefropatia dismetabolica si sviluppa a causa di disturbi del metabolismo del calcio e un eccesso di acido ossalico, che contribuisce alla formazione di fosfaturia, uraturia o ossaluria.

La patologia è più spesso diagnosticata nei bambini.

Fattori di rischio comuni che contribuiscono alla cristalluria:

• vivere in regioni svantaggiate con scarsa acqua;
• nutrizione uniforme con sostanze formanti pietra;
• comorbidità: iperparatiroidismo, acidosi tubulare renale, sarcoidosi, ipertiroidismo, malattie gastrointestinali;
• chirurgia per resezione dell'ileo;
• sindrome da malassorbimento;
• carenza di vitamine;
• assunzione di alcuni farmaci: vitamina D, C, calcio, sulfamidici, citostatici, ormoni;
• immobilità a lungo termine;
• attività fisica eccessiva e costante che aumenta il livello di acido lattico;
• storia di radioterapia e chemioterapia;
• invasioni elmintiche;
• malformazioni del sistema urinario: stenosi, reflussi, ureterocele, rene a ferro di cavallo, ecc..
• processo infettivo e infiammatorio cronico nel sistema genito-urinario.

Nefropatia dismetabolica nei bambini

Codice ICD-10: E87.4

Oxaluria

Il motivo è una violazione del metabolismo del calcio e dell'ossalato. La comparsa di ossalati nelle urine è innescata da quanto segue:

• inesattezza nella dieta: un gran numero di prodotti con un alto contenuto di acido ossalico, vitamina C;
• malattie del tratto gastrointestinale,
• avitaminosi A;
• stress prolungato;
• fattori ambientali;
• predisposizione ereditaria;
• avvelenamento con sali di metalli pesanti;
• prendendo determinati farmaci;
• cambiamenti nei livelli ormonali;
• diabete;
• violazione della sintesi dell'ormone paratiroideo;
• allergia al cibo;
• regime di consumo inadeguato.

Lo sviluppo generale del bambino con ossaluria non soffre, ma in alcuni casi la patologia è accompagnata da obesità, reazioni allergiche, mal di testa.

La progressione della malattia è aggravata dai cambiamenti nei livelli ormonali durante la pubertà. L'ossaluria a lungo termine nei bambini porta a nefrourolitiasi, infezione secondaria e infiammazione acuta del sistema urinario.

Si può sospettare un problema da un cambiamento nelle urine, gli ossalati vengono periodicamente rilevati nell'analisi generale. La loro escrezione quotidiana nelle urine è aumentata.

Importante! La nefropatia da ossalato in un bambino è causata da un eccesso di lattosio, saccarosio, vitamina C, alimenti contenenti ossalato nella dieta.

Ci sono prove che un corso anormale della gravidanza in una madre con ridotta circolazione uteroplacentare contribuisce alla comparsa di ossaluria in un bambino.

Nefropatia dismetabolica da fosfato

Il motivo è una violazione del metabolismo del fosforo-calcio sullo sfondo dell'infiammazione cronica nei reni.

• alimentazione scorretta,
• diabete;
• rachitismo;
• storia urologica o nefrologica gravata.

Nei bambini, la fosfaturia periodica nelle urine potrebbe non essere associata a una patologia grave; dopo aver corretto la dieta, la situazione a volte si risolve da sola. Urina con fosfaturia con una sfumatura biancastra, a volte assomiglia al latte, il sedimento è caratteristico.

Urate nefropatia

La nefropatia da urato si sviluppa a causa dell'accumulo di acido urico. I suoi cristalli si depositano nei tessuti del rene, il che porta a una violazione della capacità funzionale dei reni. Allo stesso tempo, l'urina assume una brillante tonalità di mattoni.

Nell'emergere dell'uraturia, viene considerato un fattore ereditario, una dieta con molta carne, cioccolato, brodi saturi e cibi in scatola. Il prolasso di urato può essere osservato in anemia emolitica, eritremia, mieloma, pielonefrite cronica. L'assunzione di citostatici, salicillati, diuretici contribuisce anche allo sviluppo della patologia. Una delle complicanze della diatesi dei sali di urato è l'artrite gottosa..

Inizialmente, non ci sono manifestazioni di patologia. Nei bambini, questo tipo di nefropatia può essere accompagnato da eccessiva irritabilità, pianto. Successivamente, l'aspetto delle articolazioni cambia, la loro funzione è compromessa, le eruzioni cutanee appaiono come dermatiti, che sono associate all'accumulo di urati nei tessuti.

Nefropatia da cistina

Questa forma di nefropatia nei bambini è associata a malattie genetiche. C'è un accumulo eccessivo di cistina (un prodotto del metabolismo della metionina) e una relativa compromissione del riassorbimento nei tubuli renali.

La patologia sta progredendo attivamente, il che porta all'aggiunta di urolitiasi, pielonefrite secondaria e, nel tempo, all'insufficienza renale cronica nella fase terminale.

La dieta corregge in qualche modo la cistinuria, ma la prognosi per la nefropatia dismetabolica con cistinuria è grave. È indicato il trapianto di un organo donatore e il rene viene trapiantato durante l'infanzia. Nel tempo, la malattia colpisce anche l'innesto, quindi la prognosi per la vita è grave.

Forma mista

Precipitazione di ossalati, urati, fosfati.

Misure diagnostiche

L'esame ecografico dei reni, della vescica urinaria può essere utile per stabilire la diagnosi..

Potrebbe non esserci alcun cambiamento nella diagnostica ecografica renale nei bambini; i pazienti adulti hanno più inclusioni di sale, microliti. Inoltre, vengono prescritte una serie di analisi specifiche e aspecifiche, alcune delle quali confermano la diagnosi di nefropatia dismetabolica, altre consentono di identificare patologie concomitanti:

• studio dell'analisi generale e biochimica delle urine;
• biochimica del sangue: urea, creatinina, acido urico, zucchero, calcio, ecc..
• semina per flora e sensibilità agli antibiotici;
• test di Nechiporenko,
• studio delle proprietà anti-cristalline dell'urina (ACOSM);
• test delle urine per calcifilassi e perossido;
• test per la cistina nelle urine.

Inoltre, possono essere prescritti studi: urografia escretoria, scintigrafia, uretero retrogrado e pielografia, risonanza magnetica e computerizzata. Questa diagnosi strumentale viene eseguita per chiarire la causa ed è più spesso utilizzata nella nefrourolitiasi.

Cosa succede ai reni con nefropatia dismetabolica

I disturbi metabolici con una maggiore formazione di sale sono accompagnati da un aumento del carico sui reni.

L'effetto tossico dei metaboliti incompleti provoca danni ai tubuli renali e una graduale perdita della funzione renale.

Quando i cristalli precipitano, inizia la formazione di calcoli.

L'eccessiva deposizione di sale nei reni è spesso la causa della nefrite tubolo-interstiziale.

Con il diabete mellito, la gotta, i sali compaiono spesso nelle urine negli adulti, nei bambini.

Tra tutti i casi di patologia, la nefropatia dismetabolica da ossalato è predominante (35%), la nefropatia da urato è diagnosticata nel 33%, la nefropatia da fosfato è diagnosticata nel 16% e i sali misti si trovano nel 13,5%.

Manifestazioni cliniche di nefropatia dismetabolica

La patologia non presenta sintomi specifici, ma per alcuni pazienti sono tipici dolori addominali, disturbi urinari (crampi, sensazione di svuotamento incompleto della vescica, minzione a gocce, urgenza di andare in bagno), dolori periodici di trazione nella regione lombare.

L'uscita del tappo salino può essere accompagnata da colica renale: dolore nella parte bassa della schiena, lungo l'uretere, nausea, vomito, disturbi disurici. Alcuni pazienti lamentano edema, aumento della pressione sanguigna (nei bambini, l'ipotensione è più spesso registrata).

L'urina del paziente è caratterizzata da un colore ricco, è possibile visualizzare inclusioni di sale. In questo caso, la produzione giornaliera di urina può essere ridotta, la poliuria si unisce come sintomo di insufficienza renale.

Segni di nefropatia dismetabolica nelle urine:

• cambio di colore;
• aumento della densità;
• sedimento;
• eritrociti;
• proteine;
• sale.

Un gran numero di batteri e leucociti indica un'infiammazione associata.

Linee guida cliniche

L'approccio al trattamento è completo e include le seguenti regole:

• normalizzazione del regime alimentare;
• rifiuto delle cattive abitudini;
• una corretta alimentazione, correggendo uno specifico disturbo metabolico;
• terapia specifica.

L'aumento dell'assunzione di liquidi aiuta a ridurre la concentrazione di soluti nelle urine e aumenta la frequenza della minzione notturna. Si consiglia di bere acqua minerale o pura. La riduzione del carico sui reni può essere ottenuta con una dieta appropriata.

Dieta per nefropatia dismetabolica

Oxalauria

Si consiglia di escludere quanto segue:

• Acetosa;
• cacao;
• carne in gelatina;
• cioccolato;
• carota;
• spinaci;
• brodo di carne;
• barbabietole.

Si consiglia di aggiungere alla dieta patate, albicocche secche, cavoli, prugne, pere.
Acque minerali: Slavyanovskaya, Smirnovskaya; durata del corso 30 giorni, ripetere dopo 3 mesi, 3-5 ml / kg / giorno. in 3 dosi a stomaco vuoto.

Inoltre, prendi vitamina B6, E, A, preparati di magnesio, Cyston.

Stabilizzatori di membrana: Dimephosphone, Xidiphon.

Urate nefropatia

Con l'uraturia è preferibile una dieta a base di piante da latte. Limita quanto segue:

• carne;
• grassi;
• carni affumicate e marinate;
• fagioli; noccioline;
• cacao;
• fegato e frattaglie;
• acetosa, mele verdi, spinaci;
• piselli, ecc..

La nutrizione con urati dovrebbe essere prevalentemente latto-vegetale.

È importante bere fino a 2 litri di liquido leggermente alcalino, sono utili diuretici a base di erbe (decotti di erbe) a base di equiseto, semi di aneto, avena, uva ursina, foglia di betulla.
Puoi bere acqua leggermente mineralizzata.

Sotto il controllo di parametri biochimici di laboratorio, vengono prescritti Alopurinol, Nicotinamide, Phytolysin, Cyston, Tsistenal, miscele di citrato: Magurlit, Uralit-U, Blemaren, ecc..

Importante! Nella pratica pediatrica, Alopurinol non viene utilizzato a causa di gravi effetti collaterali dal fegato, sangue e pelle.

Si noti che la nicotinamide ha un effetto più debole, ma è meglio tollerata dell'alopurinolo.

Fosfaturia

Limitare il consumo di cibi contenenti una grande quantità di fosforo: formaggio, cioccolato, caviale, uova, pollo, legumi, latte e latticini, ecc. Anche il cioccolato, la maionese, i grassi da cucina, i prodotti da forno non sono utili per la fosfaturia. Sono completamente esclusi solo brodi magri e seconde cotture, marinate, carni affumicate, sottaceti.

• patate,
• melanzane;
• pomodori;
• spinaci;
• Rafano;
• patate;
• Cavoletti di Bruxelles;
• carota;
• cipolla.

Puoi includere porridge in acqua (riso e grano saraceno), pasta, frutta dolce e agrumi, carni magre, pollo e pesce (2-3 volte a settimana), brodo di rosa canina, mirtilli rossi, mirtilli rossi.

Preparati: Cystinal, vitamina C, metionina.

Narzan aiuta a ridurre la fosfaturia. Aumento del regime di consumo fino a 2-2,5 litri.

Decotti di erbe diuretiche:

• foglia di mirtillo rosso,
• fitonefrolo;
• uva ursina, ecc..

Si noti che la fosfaturia è rara nei bambini..

Cistinuria

Si consiglia di limitare drasticamente il consumo di cibi proteici: carne, formaggio, uova, ricotta, pesce, funghi. Una dieta rigorosa dovrebbe essere seguita per 1-1,5 mesi, quindi il menu viene gradualmente ampliato, non si può escludere completamente la metionina, necessaria per lo sviluppo e la crescita. Prestare attenzione all'aumento del carico d'acqua, è necessario bere acqua principalmente nelle ore serali.

L'acqua minerale è preferita a quella alcalina.

Inoltre prescritto penicillamina, cuprenil, blemaren, miscela di citrato.

La penicilamina ha la capacità di inattivare la piridossina, quindi la nomina della vitamina B6 è giustificata.

Le vitamine A ed E sono utilizzate come stabilizzanti di membrana..

I clisteri con bicarbonato di sodio (bicarbonato di sodio) aiutano bene, per un bambino ½ cucchiaio per 500 ml di acqua, per un adulto 1 cucchiaio per 1 litro di acqua, 2 volte a settimana.

Regime di bere: quanto bere con nefropatia di scambio per adulti e bambini

L'assunzione giornaliera di liquidi per un bambino dai 2 anni è di 1,5 litri, oltre i 10 anni - 2-2,5 litri, come per gli adulti. Oltre a brodi, composte e zuppe, la dieta deve avere acqua pulita. Anche un bambino allattato al seno ha bisogno di acqua regolare.

Una grande quantità di liquido aiuta a sciogliere i sali e rimuoverli dal corpo.
È meglio sostituire succhi ricostituiti dolci, limonata con composte non zuccherate e decotti alle erbe con proprietà antinfiammatorie e diuretiche.

Al di fuori dell'esacerbazione della pielonefrite, si consiglia un trattamento termale con l'uso di acqua di sorgente minerale, che ne aumenta le proprietà curative.

La nefropatia dismetabolica è spesso considerata un precursore dell'urolitiasi.
Le anomalie dello sviluppo che portano alla cristalluria richiedono la considerazione del problema della correzione chirurgica, senza attendere la formazione di calcoli e la pielonefrite cronica ricorrente.
La maggior parte dei casi di nefropatia associata a disturbi metabolici può essere corretta con terapia dietetica e trattamento conservativo.

Il gruppo di salute per le nefropatie metaboliche non complicate nei bambini è spesso il secondo o il terzo, ma dovrebbero essere prese in considerazione anche altre malattie che il bambino potrebbe avere.

Nefropatia dismetabolica negli adulti

Anche la nefropatia metabolica negli adulti è congenita o acquisita. Va notato che la diagnosi non è stabilita sulla base della cristalluria periodica nelle urine, ma deve essere confermata da altri metodi di esame di laboratorio e strumentali..

Si consiglia di escludere l'alcol dalla dieta, in particolare il vino rosso, rinunciare alle cattive abitudini.

I liquidi devono essere presi circa 2-2,5 litri al giorno.

Le situazioni associate all'aumento della sudorazione dovrebbero essere evitate: visitare la sauna, camminare al caldo, attività fisica eccessiva.

Fattori di rischio, manifestazioni, linee guida cliniche, diagnosi, terapia dietetica per la nefropatia dismetabolica negli adulti è simile a quella nei bambini.

Nefropatia dismetabolica: segni, sintomi e trattamento, dieta

L'interruzione dei processi metabolici nel corpo umano può causare una varietà di patologie degli organi interni. Ad esempio, malfunzionamento dei reni, cioè nefropatia dismetabolica. Molto spesso è anche chiamato scambio. La diagnosi tempestiva (sia da segni esterni che sulla base di test di laboratorio) e il trattamento consentono non solo di normalizzare la funzione renale, ma anche di evitare possibili complicazioni. Gli specialisti, tenendo conto delle peculiarità della malattia, prescrivono un trattamento farmacologico e una dieta speciale (dieta).

Nefropatia dismetabolica dei reni - che cos'è?

La nefropatia metabolica comprende la malattia renale causata da disordini metabolici (metabolismo) e l'accumulo di sali (ossalici, urinari o fosfati) o amminoacidi nel corpo. Un tale disturbo può essere:

  • congenita (primaria) associata a malattie genetiche (ereditarie) o decorso patologico della gravidanza;
  • acquisito (secondario) a causa dell'aumentata assunzione di alcune sostanze nel corpo, malattie concomitanti di altri organi (o uso prolungato di farmaci per il loro trattamento).

Varietà di nefropatia metabolica

A seconda dei problemi con la rimozione di quali sali dal corpo sono associati alla nefropatia dismetabolica, è diviso in quattro tipi principali:

  • oscalato, causato da una violazione dello scambio di calcio e ossalati (sali di acido ossalico);
  • urato, che si verifica quando i cristalli di acido urico si depositano nei reni;
  • fosfato, che si verifica quando lo scambio di sali di vari acidi fosfatici è disturbato;
  • cistina, che è causata dai cristalli dell'aminoacido metionina.

Non esiste una medicina universale per il trattamento dei suddetti tipi di nefropatia, poiché sono associati a disturbi metabolici di varie sostanze.

Cause di nefropatia secondaria

La nefropatia dismetabolica secondaria può essere causata da malattie concomitanti: diabete mellito, pielonefrite, pancreatite cronica, eritremia, discinesia biliare, infezioni delle vie urinarie, mieloma, anemia emolitica, malattie del tratto gastrointestinale o del sistema nervoso centrale.

Può anche manifestarsi sullo sfondo di una carenza di magnesio o potassio, un eccesso di vitamina D, una violazione della dieta, degrado ambientale e frequente stress emotivo..

Sintomi esterni della manifestazione della malattia

L'assenza di sintomi evidenti di nefropatia dismetabolica nelle prime fasi abbastanza spesso complica la diagnosi di questo disturbo. L'esecuzione di un'analisi delle urine regolare (specialmente dopo una malattia) aiuterà a iniziare a trattare questa malattia in anticipo. Eviterà anche complicazioni spesso causate dalla nefropatia..

Segni esterni di nefropatia dismetabolica, quando compaiono, è necessario contattare un istituto medico e sottoporsi a un esame appropriato, sono:

  • sensazioni dolorose alle articolazioni, all'addome o alla parte bassa della schiena;
  • sudorazione profusa;
  • violazione della regolarità della minzione;
  • pelle secca;
  • gonfiore degli arti;
  • bassa pressione sanguigna;
  • perdita di appetito;
  • frequenti mal di testa;
  • opacità delle urine e comparsa di fiocchi o sospensioni in essa;
  • sensazione di sete;
  • disturbi del ritmo cardiaco.

Diagnosi della malattia

Se mostri segni di funzionalità renale anormale, dovresti consultare un medico e sottoporsi a un esame diagnostico completo. Lo studio delle urine in laboratorio è il principale metodo diagnostico per la presenza di nefropatia. Le analisi generali e biochimiche consentono:

  • identificare i cristalli di sale nelle urine;
  • determinare la loro concentrazione (in forma disciolta);
  • rilevare la presenza di microrganismi patogeni che contribuiscono alla formazione di cristalli;
  • misurare la densità delle urine.

Con l'aiuto di uno studio speciale sull'AKOS (capacità anti-cristallo), i medici determinano quanto efficacemente i sali si dissolvono nelle urine e vengono escreti dal corpo insieme ad essa..

Per determinare la dimensione dei reni, lo stato delle loro pareti, la presenza di alterazioni patologiche o inclusioni estranee (sabbia e pietre), vengono utilizzati metodi di esame strumentale:

  • Ultrasuoni, in base alla diversa capacità degli organi interni (a seconda della loro densità) di riflettere le onde ultrasoniche;
  • esame radioisotopico, per il quale vengono introdotti marcatori speciali nel corpo.

La combinazione delle misure di cui sopra consente allo specialista di diagnosticare più accuratamente (determinare il tipo di nefropatia metabolica) e prescrivere il trattamento più efficace.

Una serie di misure per il trattamento

Il trattamento della nefropatia dismetabolica (indipendentemente dal suo tipo) comprende un'intera gamma di misure:

  • fare una diagnosi accurata sulla base degli esami medici necessari;
  • assumere farmaci prescritti da uno specialista;
  • terapia specifica (esercizi di fisioterapia);
  • una dieta che aiuta a ridurre il carico di sale;
  • razionamento del consumo di fluidi (acqua);
  • cambiamento dello stile di vita.

Importante! In nessun caso il ciclo di trattamento prescritto deve essere interrotto, anche se le analisi delle urine sono normalizzate!

Trattamento farmacologico

È possibile trattare la nefropatia dismetabolica con farmaci solo sotto la supervisione di uno specialista e farmaci esclusivamente prescritti.

A seconda del tipo, la nefropatia viene trattata:

  • ossalato: "Dimefosfon", "Ksidifon", "Uroston", sali di potassio e magnesio, naturalmente assunzione di vitamine B6, A, E;
  • urato: "Nicotinamide", "Allopurinol", "Cyston", "Cistenal", "Etamid", "Phytolysin", "Kanefron";
  • fosfato: "Xidiphon", "Dimephosphone", "Alopron", vitamina D3;
  • cistina: soluzione di bicarbonato di sodio, "Cuprenil", "Penicillamina", "Blemaren", vitamina A.

Linee guida dietetiche di base

Nel trattamento della nefropatia dismetabolica, la dieta è di grande importanza terapeutica. Con esso, puoi ridurre significativamente il carico di sale sui reni. Il menu consigliato è determinato da uno specialista in base alla forma di nefropatia.

Con la nefropatia dismetabolica da ossalato, dovresti astenersi dal mangiare brodi di carne forti, carne aspic, acetosa, spinaci, mirtilli rossi, barbabietole, carote, cacao e cioccolato. La preferenza dovrebbe essere data a piatti a base di cavolo e patate, insalate con carne bollita, cereali e zuppe. Consigliati come dessert sono frutti di bosco, pere, pesche, mele, albicocche, banane, albicocche secche e prugne..

Per i pazienti con nefropatia di tipo urato, la dieta è generalmente basata su prodotti lattiero-caseari e vegetali. I piatti principali sono zuppe di latte e cereali (con aggiunta di burro), insalate di verdure con olio vegetale. È necessario limitare il consumo di carne (e prodotti con essa preparati), fagioli, piselli, noci e cacao. Dovresti anche rinunciare a prugne, uva spina, mirtilli rossi e mele acide..

Una dieta per la nefropatia da fosfato significa limitare il consumo di formaggio, fegato, pollo, fagioli, cioccolato, pasticceria dolce, caviale di pesce e burro. La dieta quotidiana si basa su qualsiasi piatto di carne, cereali in acqua (con l'aggiunta di olio vegetale). Anguria, succo di mirtillo rosso e tè leggero sono raccomandati come fine pasto.

Con la nefropatia da cistina, uova, formaggio, ricotta e pesce sono esclusi dalla dieta.

Naturalmente, le raccomandazioni di cui sopra sono di natura informativa generale. Prodotti specifici (così come la loro quantità) possono essere stabiliti solo da uno specialista, tenendo conto dell'età e del peso del paziente, nonché del grado della patologia metabolica renale identificata.

Modalità e quantità di fluido consumato

Stranamente, ma il rimedio più efficace e universale nel trattamento dei disturbi metabolici della funzione renale è l'acqua. È lei che aiuta a ridurre la concentrazione di sali disciolti nelle urine.

A seconda del grado di alterazioni patologiche nei reni e delle caratteristiche fisiologiche individuali del paziente, il medico curante prescrive sia la quantità giornaliera totale di fluido necessario sia il regime (cioè il programma) del suo consumo. In ogni caso, il volume d'acqua consigliato sarà notevolmente superiore a quello di una persona sana..

Per alcuni tipi di nefropatia, i medici possono raccomandare un corso di assunzione di acque minerali medicinali (ad esempio, con ossalato - "Slavyanovskaya" o "Smirnovskaya").

Rimedi popolari

Il trattamento della nefropatia dismetabolica con rimedi popolari deve essere trattato con molta attenzione. L'affermazione generalmente accettata secondo cui il trattamento con vari decotti di erbe e piante non può essere dannoso è errata. Il fatto che molti componenti delle ricette popolari, a prima vista, non danneggino una persona sana, non significa che siano utili per un paziente. In ogni caso, prima di iniziare la fitoterapia, assicurati di consultare il tuo medico..

Per informazione, diamo le ricette più semplici ed efficaci (secondo i guaritori tradizionali) per il trattamento della nefropatia metabolica:

  • Versare un cucchiaio di foglie di bardana, mirtillo rosso e iperico tritate con cura (in parti approssimativamente uguali) con due bicchieri di acqua bollente e lasciare in infusione per 12-14 ore. Prendiamo la composizione medicinale filtrata in 3 cucchiai prima dei pasti.
  • Schiacciare i semi di aneto e mescolarli (in un rapporto 1: 1: 1) con mirtillo rosso tritato e foglie di fragola. Versare 20-30 g della miscela con 400-450 ml di acqua bollita calda e insistere (circa 12 ore). 2 cucchiai di tintura vengono presi 30-40 minuti prima dei pasti.

Sintomi nei bambini

Nei bambini, la malattia procede abbastanza spesso senza sintomi pronunciati e viene rilevata per caso al prossimo test (ad esempio, quando si entra in un asilo nido, a scuola, dopo aver sofferto di una malattia respiratoria e così via). Anche se inosservato, può portare a insufficienza renale cronica..

I principali segni esterni di nefropatia dismetabolica nei bambini sono: debolezza, letargia, aumento della fatica, alterazione dell'appetito, ombre sotto gli occhi, gonfiore delle palpebre o delle estremità (ad esempio, un bambino può lamentarsi che le scarpe recentemente acquistate sono diventate troppo piccole per lui), minzione irregolare, dolore nell'addome, un improvviso aumento della temperatura.

In una nota! Per "suonare l'allarme" in tempo e consultare un medico, i genitori dovrebbero monitorare la frequenza della minzione del loro bambino. Secondo età, indicatori medi: fino a un anno - 15 volte; all'età di 2-3 anni - 10 volte; per bambini in età prescolare - 7-8 volte; per gli scolari - 5-7 volte.

Diagnosi e trattamento della nefropatia nei bambini

La diagnostica del rilevamento della nefropatia dismetabolica nei bambini non è diversa dalla conduzione del corrispondente studio di laboratorio negli adulti. Un pediatra esperto può prescrivere ulteriori studi se c'è un eccesso di proteine, leucociti, eritrociti, sali e batteri nell'analisi generale delle urine del bambino. Di norma, i bambini eseguono un'analisi del genere abbastanza spesso (quando entrano in un asilo nido, una scuola materna, una scuola e così via). Ciò consente di stabilire la presenza di una malattia renale in una fase precoce e iniziare il suo trattamento tempestivo e, di conseguenza, evitare gravi complicazioni..

Gli specialisti selezionano i farmaci e le razioni alimentari per il trattamento della nefropatia dismetabolica nei bambini in stretta conformità con l'età del bambino e le caratteristiche dello sviluppo individuale.

Importante! In nessun caso i bambini devono essere automedicati. Solo un professionista può diagnosticare correttamente la malattia e prescrivere un trattamento efficace.

Nefropatia dismetabolica

La nefropatia dismetabolica si divide in primaria e secondaria:

  • primario - è congenito;
  • secondario - deriva da un'alimentazione impropria, uso prolungato di una vasta gamma di farmaci, danni da radiazioni.

I fattori predisponenti alla formazione di nefropatie dismetaboliche sono scarsa ecologia, eccessivo stress psicoemotivo, stress costante, cattive abitudini, ecc. Le persone che soffrono di nefropatie dismetaboliche sono ad alto rischio per lo sviluppo di urolitiasi e nefrolitiasi, pielonefrite, nefrite interstiziale. Fortunatamente, le nefropatie dismetaboliche primarie sono estremamente rare..

Cause di nefropatia dismetabolica

La nefropatia dismetabolica è una malattia polietiologica che si sviluppa con la partecipazione di molti fattori. Le ragioni per lo sviluppo di una tale patologia possono essere intossicazione e avvelenamento del corpo, attività fisica intensa, uso prolungato di alcuni farmaci, mono-diete. Ma la causa principale della nefropatia dismetabolica sono i disturbi metabolici nel corpo associati ad anomalie in altri organi e sistemi..

Il numero schiacciante di nefropatie dismetaboliche (circa l'85%) è associato a un metabolismo del calcio alterato, un eccesso di ossalati e fosfati o ha una natura combinata - ossalato-fosfato-urato. Le cause della fosfaturia sono l'infezione cronica del sistema urinario, l'iperparatiroidismo e alcune malattie del sistema nervoso centrale. La nefropatia da cistina si verifica con pielonefrite o nefrite interstiziale tubulare.

Sintomi di nefropatia dismetabolica

La malattia non ha segni specifici e il più delle volte viene scoperta per caso. "Ossalati nelle urine" - molti potrebbero osservare un'iscrizione così disattenta nei risultati delle analisi delle urine. Ma raramente qualcuno gli attribuisce una seria importanza, soprattutto se la presenza di ossalati o urati era singola.

Ma se, durante i test ripetuti, viene rivelata una comparsa persistente di cristalli di ossalato di calcio nelle urine, è necessario pensare a un esame completo, poiché la cristalluria è uno dei primi macro segni di gravi violazioni nel lavoro dei reni.

L'aggiunta di tali sintomi testimonia anche a favore della nefropatia:

  • vertigini, irritabilità;
  • mal di testa, nausea;
  • odore sgradevole di "ammoniaca" dalla bocca;
  • rigonfiamento;
  • ipertensione arteriosa;
  • tendenza alle reazioni allergiche;
  • dolore nella regione lombare.

Con l'ulteriore progressione della patologia, compaiono sintomi di urolitiasi e se un'infezione si unisce alla nefropatia dismetabolica, si sviluppa un quadro clinico di infiammazione renale.

Diagnosi di nefropatia

I metodi principali per diagnosticare la nefropatia dismetabolica sono gli esami delle urine di laboratorio e una serie di studi strumentali:

  • studi fluoroscopici;
  • Ultrasuoni dei reni;
  • misurazione della capacità anticristallina dell'urina (ACOSM).

Solo la rilevazione di depositi di sale nell'analisi generale delle urine è il motivo per la diagnosi di nefropatia dismetabolica. La separazione dei cristalli è spesso associata a imprecisioni nell'alimentazione ed è transitoria..

Per confermare la diagnosi, sono necessarie un'analisi biochimica delle urine, un test per la calcifilassi e un test per il perossido nelle urine, che mostri l'intensità del processo di perossidazione delle membrane cellulari. Come qualsiasi altro tipo di nefropatia, questa patologia, senza un rilevamento tempestivo e un trattamento efficace, può provocare lo sviluppo di grave insufficienza renale funzionale.

Trattamento della nefropatia dismetabolica

Il trattamento della nefropatia dismetabolica prevede un approccio integrato e, oltre alla terapia farmacologica, include una serie di attività del regime: dieta e regime alimentare. Il regime terapeutico viene selezionato in base al tipo di malattia, alle condizioni generali del paziente, alla gravità dei sintomi, allo stadio del danno renale e alla presenza di patologie concomitanti.

Tutte le misure terapeutiche mirano principalmente ad eliminare la causa della nefropatia, prevenire la formazione di cristalli, normalizzare i processi metabolici e rimuovere i sali dal corpo. Con l'attenta osservanza delle raccomandazioni e delle prescrizioni mediche, l'aderenza alla dieta e al regime alimentare, la prognosi della malattia è molto favorevole. Ignorare le raccomandazioni di un nefrologo porterà allo sviluppo di infiammazione del tessuto renale e al verificarsi di urolitiasi.

Nefrologi esperti, medici della massima categoria, che combinano con successo tecniche terapeutiche tradizionali e moderne, sono impegnati nel trattamento della nefropatia nella Clinica di Medicina Moderna, che garantisce il miglior risultato del trattamento.

Il nostro centro medico offre la più ampia gamma di servizi. Puoi sempre contattarci per il trattamento delle malattie nefrologiche. Siamo pronti a fornirti servizi per il trattamento dell'ematuria (sangue nelle urine) e il trattamento dell'ipertensione in combinazione con la patologia renale.

Tipi di nefropatia dismetabolica e loro caratteristiche

La nefropatia dismetabolica è una malattia renale che si sviluppa a seguito di disturbi metabolici. La particolarità di questa patologia è che non è sempre associata a malattie renali, più spesso si sviluppa sullo sfondo di altre malattie.

Descrizione e classificazione

Cos'è la nefropatia dismetabolica? Questa domanda viene posta da ogni paziente dopo aver sentito una diagnosi del genere. La nefropatia dismetabolica è un nome collettivo per molti disturbi metabolici che alla fine portano a gravi problemi renali.

La nefropatia dismetabolica nei bambini è più spesso una malattia ereditaria. È pericoloso in quanto porta a gravi complicazioni in un breve periodo di tempo. Negli adulti, la nefropatia associata a disturbi metabolici nel corpo si verifica a causa degli effetti negativi di fattori interni ed esterni..

A seconda del contenuto di sostanze nelle urine, la nefropatia in un bambino e un adulto può essere:

  • L'ossalato - caratterizzato da una maggiore concentrazione di ossalato nelle urine, è il tipo più comunemente diagnosticato.
  • Acido urico - con un aumento del livello di acido urico.
  • Fosfato: negli studi clinici si riscontra un aumento del fosfato.
  • Cistina: si sviluppa a seguito di un disturbo metabolico della metionina, che porta ad un aumento della cistina.
  • Misto: nelle urine, il livello di ossalati, urati, fosfati e cistina aumenta contemporaneamente.

Le cause dei disturbi metabolici

La causa principale della nefropatia è una violazione dei processi metabolici nel corpo a causa di patologie congenite e acquisite degli organi urinari. Urolitiasi, processi infiammatori negli organi genito-urinari, struttura anormale e posizione degli organi del sistema urinario, a causa dei quali c'è un flusso inverso di urina e il suo ristagno, porta a disturbi metabolici.

Le interruzioni nei processi di sintesi, trasporto e assimilazione di fosfati, calcio, acido urico, acido ossalico e cistina portano a disturbi metabolici. Inoltre, la nefropatia dismetabolica nei bambini può essere il risultato di interruzioni ormonali, interruzioni del sistema endocrino o malattie dell'apparato digerente.

Il trattamento a lungo termine con farmaci ormonali e alcuni altri tipi di farmaci, esposizione a radiazioni e radiazioni, avvelenamento con composti tossici ha un effetto negativo sul metabolismo nel corpo dell'adulto e del bambino..

Sintomi

La nefropatia dismetabolica, indipendentemente dal tipo, è accompagnata da ridotta funzione di pulizia, urolitiasi e pielonefrite. La malattia renale è caratterizzata da un disturbo della minzione, che è accompagnato da dolore, crampi e sensazione di bruciore nelle vie urinarie, una diminuzione del volume delle urine.

Con la disfunzione renale, il lavoro del sistema cardiovascolare viene interrotto, il che si manifesta con un aumento / diminuzione della pressione sanguigna, tachicardia. Da parte del tratto digestivo, c'è un deterioramento dell'appetito, flatulenza, costipazione.

A causa del deterioramento del flusso di urina, il gonfiore e la sete aumentano. Il paziente lamenta mal di testa regolari e sudorazione eccessiva. Come risultato del metabolismo alterato, un bambino può sviluppare una tendenza alle allergie e al sovrappeso. L'esacerbazione dei sintomi si verifica nell'età di transizione, che è associata a cambiamenti ormonali nel corpo del bambino.

Nefropatia da ossalato

L'ossaluria è il tipo più comune di nefropatia derivante da disturbi metabolici. È diviso in 2 sottospecie: nefropatia da ossalato-potassio e ossalaturia. Il primo si sviluppa quando il processo di trasporto e assimilazione di calcio, fosforo e acido ossalico viene interrotto. L'ossalaturia è un tipo di nefropatia che si verifica quando c'è una violazione del metabolismo dell'acido ossalico nel corpo. Questo tipo di nefropatia può svilupparsi a qualsiasi età, anche nei neonati..

Cause e sintomi

In più della metà dei casi, la nefropatia da ossalato è una patologia congenita e si sviluppa con una carenza ereditaria di alcuni enzimi, che influisce negativamente sul metabolismo. Un aumento della quantità di ossalati è favorito da patologie infiammatorie dell'apparato digerente, ulcere, morbo di Crohn.

Un altro motivo è la malnutrizione con un alto contenuto di acido ossalico e ascorbico e un apporto insufficiente di vitamina B6. Inoltre, una mancanza di liquidi nel corpo porta ad un aumento del livello di acido ossalico..

È estremamente difficile sospettare lo sviluppo della malattia, poiché l'ossalaturia raramente ha un effetto negativo sulla salute. Si trova per caso in base ai risultati di un test delle urine di routine. Con l'ossalaturia nelle urine, aumenta il contenuto di ossalati, il livello di proteine, leucociti e eritrociti. C'è anche un aumento della densità delle urine.

Diagnostica e trattamento

Se si sospetta una nefropatia da ossalato, il bambino deve urinare quotidianamente per determinare la concentrazione di sali. Un posto importante nella diagnosi è svolto dagli ultrasuoni degli organi del sistema urinario, che aiuta a determinare la posizione, le dimensioni e le proprietà degli ossalati.

Sulla base dei dati diagnostici ottenuti, la nefropatia dismetabolica da ossalato nei bambini viene trattata modificando la dieta e prescrivendo farmaci. La dieta aiuterà a ridurre il carico sui reni e ridurre l'assunzione di acidi ossalici e ascorbici nel corpo insieme al cibo. Tutti i prodotti e i piatti a base di carne e pesce rientrano nel divieto. Dovresti anche escludere verdure, bacche e frutta acide, barbabietole, carote e prodotti contenenti cacao. La dieta dovrebbe includere frutta secca, pere, mele, angurie, meloni, patate e cavoli. È importante osservare il regime di consumo raccomandato dal medico: l'acqua aiuta a scovare i sali in eccesso dal corpo.

Durante il trattamento, è importante garantire un apporto sufficiente di vitamine del gruppo B, A, E e magnesio, che può essere ottenuto con cibo o farmaci.

Un adeguato apporto di vitamine del gruppo B aiuta a migliorare il metabolismo dei grassi e degli antiossidanti. La vitamina A normalizza la scomposizione e l'assimilazione di proteine ​​e zuccheri. La vitamina E migliora il legame delle proteine ​​e degli zuccheri nelle cellule. Per ridurre la concentrazione di ossalati, si consiglia di assumere ossido di magnesio.

Urate nefropatia

La nefropatia da urati dei reni nei bambini è meno comune dell'ossalato. Questo tipo di malattia è caratterizzato da un aumento della concentrazione di acido urico. Quest'ultimo, depositandosi sulle pareti degli organi, porta al blocco e alla diminuzione delle loro prestazioni, di conseguenza si sviluppano processi infiammatori.

Cause e sintomi

La malattia può essere congenita o acquisita. Nel primo caso, la malattia si sviluppa sullo sfondo di una predisposizione genetica ed è più comune nei neonati. Nel secondo, le cause dello sviluppo della patologia possono essere la malattia di Rustitsky-Kalera, l'anemia emolitica, l'infiammazione dei reni, la malnutrizione e l'uso prolungato di farmaci ormonali e diuretici.

La nefropatia da urato nei neonati è latente per molto tempo. I primi sintomi si verificano con un accumulo significativo di sali nel corpo del bambino. Il bambino diventa lunatico e piagnucoloso, compare un'eruzione cutanea e prurito e sono possibili attacchi di soffocamento. Con un eccesso di urato nel corpo, l'urina diventa rosso scuro.

Diagnostica e trattamento

Per fare una diagnosi accurata, è necessario eseguire un esame del sangue per il livello di acido urico e acidità. Dopo la conferma della nefropatia di origine urata, il medico consiglia dieta e farmaci.

Una dieta con un completo rifiuto degli alimenti ricchi di purine (vitello, maiale, frattaglie, alimenti contenenti cacao, pesce grasso, legumi e noci). La restrizione include anche dolci, prodotti da forno, cibi fritti e affumicati. È necessario aggiungere alla dieta latticini, carni magre e pesce (mangiare al mattino), cereali, frutta e verdura.

È importante bere abbastanza acqua per aiutare a rimuovere i depositi di sale. Dalle acque minerali, dare la preferenza a leggermente alcalino. Si consiglia di bere decotti e tè diuretici, che includono aneto, mirtillo rosso e foglie di ribes, poligono, equiseto e altri.

Per il trattamento della nefropatia dismetabolica da urato nei bambini, viene prescritto un ciclo di farmaci, la cui azione è volta a normalizzare il contenuto di acido urico e migliorare la minzione. A tale scopo vengono nominati Milurit, Tsilorik, Fitolizin, Urolesan e altri.

Con l'aiuto di medicinali e nutrizione, è necessario garantire al corpo del bambino un apporto sufficiente di vitamine dei gruppi B e C, che aiutano a migliorare il metabolismo.

Nefropatia da fosfato

Questa malattia rappresenta circa il 3% dei casi di nefropatia. È caratterizzato da un aumento della concentrazione di fosfati nelle urine, causato da interruzioni nella formazione, trasporto e assimilazione di fosforo e calcio.

Cause e sintomi

La nefropatia da fosfato si sviluppa a seguito di una dieta malsana con un'alta percentuale di alimenti vegetali e pesce. La violazione del metabolismo del fosfato-calcio porta allo sviluppo del rachitismo. Le malattie infettive dei reni e le malattie croniche dell'apparato digerente portano all'accumulo di grandi quantità di fosforo e calcio nel corpo. Alcuni disturbi endocrini, come il diabete mellito, causano anche nefropatia da fosfato.

È difficile determinare la malattia: il paziente descrive i sintomi delle malattie che hanno portato a una violazione del metabolismo del fosfato di calcio. L'urina del paziente diventa torbida, con un sedimento bianco. Il livello di concentrazione di fosfato viene determinato utilizzando un'analisi speciale: escrezione giornaliera di fosfato.

Trattamento

Un posto importante nel trattamento è una dieta con un consumo limitato di alimenti contenenti grandi quantità di fosforo (formaggi, fegato, carni dietetiche, legumi e prodotti a base di cacao). La dieta dovrebbe contenere prodotti proteici (carne, pesce), ma non più di 1 g di proteine ​​per 1 kg di peso corporeo al giorno. Porridge, verdure acide, frutta e bacche non sono limitate. È necessario escludere salato, affumicato, fritto e dolce.

È importante garantire un adeguato apporto di vitamina A e acido ascorbico attraverso cibo e farmaci. Tra i medicinali utilizzati sono Canephron, Cistenal e Metionina..

Nefropatia da cistina

La cistinuria si sviluppa quando il processo di assorbimento dell'aminoacido metionina è disturbato e il suo eccessivo accumulo nei reni. Più spesso è il risultato di una malattia ereditaria - cistinosi. Può anche essere una conseguenza di processi infiammatori nei reni. La cistina tende ad accumularsi in altri organi (fegato, midollo osseo, muscoli, sangue e altri). I segni clinici sono simili all'urolitiasi e alla pielonefrite.

Diagnostica e trattamento

È possibile determinare la concentrazione di cistina nelle urine utilizzando test di laboratorio biochimici sulle urine e l'esame ecografico degli organi del sistema urinario..

Durante il trattamento è necessario escludere alimenti ad alto contenuto di metionina per il periodo consigliato dal medico: uova, ricotta, pesce e carne. Successivamente è consentita l'introduzione graduale di prodotti a base di carne. È importante bere molta acqua pura e acque minerali alcaline, anche la sera, per aiutare a ridurre la concentrazione di cistina nelle urine..

Allo stesso scopo viene prescritta anche la penicillinamina, il cui dosaggio viene gradualmente aumentato e con essa vengono introdotte le vitamine B6, E e A per migliorare le condizioni delle membrane. Per monitorare l'attuazione delle raccomandazioni e la loro efficacia, è necessario eseguire regolarmente test per il contenuto di cistina nei leucociti e nitroprussiato di cianuro.

Quando si unisce un'infezione, viene prescritto un ciclo di terapia antibiotica. Quando si sviluppano complicazioni a causa della concentrazione critica di cistina nei reni, i medici ricorrono alla chirurgia del trapianto di organi. Ma nella maggior parte dei casi, l'accumulo di cistina si nota anche nell'organo trapiantato..

Nefropatia

Informazione Generale

La nefropatia è intesa come una condizione patologica in cui è interessato non solo il parenchima renale, ma anche l'apparato glomerulare. I cambiamenti descritti hanno un impatto negativo sullo stato funzionale dell'organo e possono portare allo sviluppo di varie complicanze. La malattia è caratterizzata da un decorso lento e dalla mancanza di sintomi nelle prime fasi..

Man mano che la patologia si sviluppa, si nota un quadro clinico molto specifico. I primissimi segni della malattia sono sete, stanchezza eccessiva e grave debolezza. La capacità di filtrazione dei reni viene gradualmente ridotta. La malattia può colpire persone di tutte le età. La nefropatia dismetabolica è raramente registrata nei bambini.

Patogenesi

Il meccanismo di sviluppo della patologia è lo stesso, nonostante la varietà di cause che provocano nefropatia e nefrosclerosi. Sotto l'influenza di vari fattori dannosi (distrofia, ipossia, infiammazione, trauma, effetti autoimmuni), si formano cambiamenti distruttivi nell'epitelio tubulare e glomerulare con il successivo arresto di alcuni nefroni dal sistema di afflusso di sangue generale.

Le cellule del sistema renale non hanno la capacità di rigenerarsi e, dopo la fagocitosi delle cellule distrutte, si forma la nefrosclerosi, a seguito della quale il tessuto renale viene sostituito dal tessuto connettivo, che porta alla compattazione del rene. I restanti glomeruli assumono l'intero carico, aumentando la filtrazione e la circolazione sanguigna, il che porta ad una diminuzione della densità relativa dell'urina e ad un aumento del suo volume. La riduzione del flusso sanguigno provoca un aumento della sintesi della renina, responsabile della filtrazione glomerulare, che può contribuire all'insorgenza o all'aggravamento dell'ipertensione arteriosa.

Clinicamente, le manifestazioni di insufficienza renale si notano solo nella nefrosclerosi estremamente grave con la perdita dell'85% dei nefroni di un rene o del 70% dei nefroni di due reni, il che è spiegato dalle elevate capacità compensatorie del tessuto renale. Sono necessarie insufficienza d'organo funzionale completa e terapia sostitutiva mantenendo il 5% o meno delle cellule.

Classificazione

È consuetudine distinguere diversi tipi di nefropatia. Le posizioni di primo piano nell'incidenza sono occupate dalle malattie renali causate da disturbi metabolici: gottoso e diabetico. Il resto dei moduli viene registrato molto meno spesso.

Nefropatia diabetica

La patologia si forma gradualmente sullo sfondo del diabete mellito ed è caratterizzata da danno simultaneo a entrambi i reni (codice per ICB-10: E14.2 Diabete mellito non specificato con danno renale). C'è un altro nome: glomerulosclerosi diabetica.

La nefropatia diabetica si verifica in 5 fasi:

  • Asintomatico. Viene diagnosticato solo quando si esegue un esame specializzato e si superano i test. Clinicamente non si manifesta in alcun modo.
  • La fase dei cambiamenti strutturali iniziali. Viene registrato un aumento della filtrazione glomerulare e della circolazione sanguigna nei reni. Clinicamente, i pazienti lamentano disagio e dolore nella regione lombare.
  • Stadio prenephrotic. Un leggero aumento della pressione sanguigna è caratteristico e si nota la normalizzazione della filtrazione e della circolazione sanguigna. Viene registrata la microalbuminuria (fino a 300 mg al giorno a una velocità di 0-30 mg), ma non c'è proteinuria pronunciata.
  • Stadio nefrotico. Il paziente ha una pressione sanguigna costantemente alta, una diminuzione della capacità di filtrazione dei reni, una circolazione sanguigna alterata e vengono registrate proteine ​​nelle urine. Parallelamente, si notano ipercolesterolemia e aumento della VES. All'esame si attira l'attenzione sul gonfiore del viso e degli arti..
  • Stadio uremico. C'è un accumulo di creatinina e urea nel sangue a causa di una significativa violazione della capacità di filtrazione dei reni. In quasi tutti i casi, lo sviluppo dell'insufficienza renale segue lo stadio uremico della nefropatia diabetica. È in questa fase che vengono registrati gonfiore pronunciato e crisi ipertensive..

Nefropatia gottosa

Questa forma si verifica nel 40-60% dei pazienti con gotta. Con la nefropatia gottosa, c'è una predominanza della produzione di acido urico sull'escrezione, che contribuisce al suo accumulo nel sangue e alla formazione di sali di acido urico - urati. L'urina marrone indica un'alta concentrazione di acido urico in essa. Clinicamente, la forma gottosa si manifesta con lamentele di una diminuzione del volume giornaliero di urina, dolore nella regione lombare, tensione nei muscoli addominali, coliche renali e disturbi urinari. Con la rapida progressione della nefropatia gottosa, c'è una pronunciata deformazione dei tessuti renali.

Nefropatia di Iga

È una lesione autoimmune infettiva dei glomeruli ed è conosciuta con un altro nome: la malattia di Berger. Questa patologia è caratterizzata dalla proliferazione del tessuto connettivo tra i capillari nei glomeruli renali. Il processo inizia pochi giorni dopo aver subito una malattia del tratto respiratorio superiore. Clinicamente si manifesta come ipertensione, febbre, disturbi urinari, dolore alla colonna lombare. In uno studio di laboratorio, viene rilevata una grande quantità di proteine ​​nelle urine. La malattia procede con ricadute e una transizione graduale all'insufficienza renale.

Nefropatia della gravidanza

È considerato uno dei tipi più pericolosi di tossicosi. Il gruppo di rischio comprende donne che abusano di bevande alcoliche e fumano. Molto spesso, la patologia viene rilevata nella seconda metà della gravidanza e può portare a un aborto spontaneo. Tali pazienti richiedono l'osservazione in un ospedale di 24 ore. La nefropatia della gravidanza può portare alla preeclampsia, che è pericolosa per la vita della madre e del bambino. La patologia si manifesta con ipertensione, gonfiore e presenza di proteine ​​nelle urine..

Nefropatia tossica

Si sviluppa dopo l'avvelenamento con sostanze tossiche e metalli pesanti, che influisce negativamente sul funzionamento del sistema renale e si manifesta con sintomi caratteristici:

  • vomito indomabile;
  • infiammazione delle mucose degli occhi;
  • gonfiore intorno agli occhi;
  • presenza di sangue nelle urine (ematuria);
  • cessazione parziale e completa del flusso di urina nella vescica (anuria);
  • mal di testa;
  • disturbi nel lavoro del tratto digestivo;
  • perdita di conoscenza.

La nefropatia tossica richiede il ricovero di emergenza in un ospedale di 24 ore.

Nefropatia dismetabolica (nefropatia metabolica)

Molto spesso, la nefropatia metabolica si sviluppa con un disturbo metabolico a lungo termine con cristalluria (eccesso di sale che si deposita nel tratto urinario). La forma dismetabolica si trova principalmente nei bambini. La nefropatia metabolica si divide in diverse forme:

  • Urate nefropatia. Spesso la forma di urato è asintomatica.
  • Nefropatia da ossalato.
  • Nefropatia da cistina.
  • Nefropatia da ossalato di calcio.
  • Nefropatia mista (ossalato-urato o fosfato-urato).

La forma metabolica si manifesta principalmente con prurito, annebbiamento delle urine, edema, ipotensione ed enuresi. Codice della nefropatia dismetabolica secondo ICD-10: N16.3 Danno renale tubulointerstiziale nei disturbi metabolici.

Nefropatia da mieloma

Il mieloma multiplo è una malattia oncologica che inibisce i processi di emopoiesi e promuove la produzione di proteine ​​che distruggono il sistema scheletrico e gli organi. Sullo sfondo della malattia, l'insufficienza renale si forma gradualmente con un graduale restringimento degli organi. Il processo patologico può portare alla nefronecrosi - la morte del tessuto nei tubuli renali.

Nefropatia ischemica

Si sviluppa sullo sfondo di un ridotto afflusso di sangue all'organo. La malattia è tipica degli anziani. Le persone con obesità, diabete mellito e aterosclerosi sono inclini alla patologia. La causa più comune di nefropatia ischemica è il blocco dei vasi sanguigni da parte delle placche aterosclerotiche, che porta all'ischemia e alla conseguente necrosi dei tessuti. Nella fase iniziale, la malattia può essere asintomatica, ma nel tempo il paziente diventa irritabile, viene visitato da pensieri suicidi. C'è gonfiore, stanchezza, odore di ammoniaca dalla bocca, eruzioni cutanee sulla pelle. Disturbi delle feci e comparsa di nausea sono possibili con lesioni compensatorie del tratto digestivo.

Rare forme di nefropatia

  • Nefropatia da reflusso. Si sviluppa sullo sfondo del reflusso vescico-ureterale, quando il contenuto della vescica viene rimandato all'uretere. La patologia si forma a causa di una grave cicatrizzazione del tessuto renale. Nei bambini piccoli, viene diagnosticato nel 40% dei casi.
  • Nefropatia paraneoplastica. L'apparato glomerulare è influenzato a causa del processo oncologico nel corpo. Clinicamente presente con febbre, gonfiore, pesantezza e dolore nella parte bassa della schiena, artralgia, secchezza delle fauci e variazioni di peso.
  • Nefropatia ereditaria. Si sviluppa a causa di mutazioni geniche e con una predisposizione alle malattie del sistema renale.
  • Nefropatia familiare. Il danno al tessuto renale viene diagnosticato in più membri della famiglia contemporaneamente. La forma familiare è diversa da quella ereditaria.
  • Nefropatia alcolica. Si sviluppa con intossicazione prolungata da alcol, quando l'etanolo distrugge i reni, il pancreas, il tratto digestivo e il fegato. La nefropatia alcolica può essere asintomatica a lungo nella forma latente.
  • Nefropatia membranosa. La patologia non è infiammatoria. Una caratteristica di questa forma di nefropatia è l'ispessimento delle pareti nei capillari dei glomeruli, che influisce negativamente sulla filtrazione e sulla circolazione sanguigna. Con decorso prolungato, la nefropatia membranosa può essere accompagnata da dislipidemia e trombosi..
  • Nefropatia medicinale. Si sviluppa con l'uso di alcuni farmaci: diuretici; antibiotici (fluorochinoloni, cefalosporine); farmaci antipertensivi; FANS (Nimesil, ecc.).
  • Nefropatia ipertensiva. Si sviluppa nelle persone che soffrono di ipertensione. Il sintomo più importante è il mal di testa. Meno spesso preoccupato per la lombalgia, secchezza delle mucose, frequente bisogno di urinare. La nefropatia ipertensiva è caratterizzata da uno specifico odore ammoniacale dalla bocca del paziente.
  • Nefropatia penica da potassio. L'ipopotassiemia prolungata provoca la distruzione delle cellule tubulari dei reni, che porta all'alcalinizzazione delle urine. I pazienti lamentano aumento della minzione (poliuria), proteinuria, polidipsia e ipertensione.
  • Nefropatia endemica. Questo gruppo comprende tutte le nefropatie di origine indeterminata registrate in persone che vivono in regioni endemiche della penisola balcanica. I pazienti hanno pallore della pelle, palmi color rame, minzione frequente e ipertensione.
  • Nefropatia indotta da contrasto. Si sviluppa dopo aver condotto esami hardware come TC e MRI con agenti di contrasto. La patologia si sviluppa 1-3 giorni dopo la somministrazione di un mezzo di contrasto. La forma indotta dal contrasto si manifesta con perdita di appetito, sonnolenza, oliguria, gonfiore del viso.

Le ragioni

  • intossicazione del corpo con sali di metalli pesanti;
  • disturbi metabolici (gotta, diabete mellito);
  • uso a lungo termine di alcuni farmaci (analgesici, antinfiammatori, anticonvulsivanti);
  • periodo di gravidanza;
  • periodo dopo l'esposizione alle radiazioni;
  • sviluppo anormale del tratto urinario e del sistema renale;
  • intossicazione domestica o industriale, avvelenamento;
  • presenza di tumori extrarenali di natura benigna o maligna.

Sintomi di nefropatia renale

Nella fase iniziale, la malattia potrebbe non manifestarsi in alcun modo. A poco a poco, i pazienti prestano attenzione ai primi sintomi:

  • letargia e stanchezza;
  • costante sensazione di sete;
  • forte mal di testa;
  • dolore nella regione lombare nella proiezione della posizione dei reni.

In futuro, vengono aggiunti sintomi specifici:

  • aumento della pressione sanguigna;
  • gonfiore del viso e degli arti;
  • diagnosi di proteine ​​nelle urine in quantità significative.

La nefropatia renale di origine infettiva è clinicamente leggermente diversa. Ad esempio, con la forma acquisita di pielonefrite, c'è una marcata sudorazione, brividi, febbre, malessere, nausea, dolori muscolari, ecc..

Sintomi della nefropatia diabetica

La forma diabetica è considerata una malattia a progressione lenta ei suoi sintomi clinici dipendono in gran parte dallo stadio del processo patologico. È consuetudine distinguere gli stadi di microalbuminuria, proteinuria. Lo stadio terminale è lo sviluppo dell'insufficienza renale cronica.

Per molto tempo, la nefropatia diabetica procede senza alcuna manifestazione. Nella fase iniziale, ci può essere ipertrofia iperfunzionale dei glomeruli renali, un aumento della velocità di filtrazione glomerulare e un aumento del flusso sanguigno renale.

Diversi anni dopo l'inizio del diabete mellito, compaiono i primi cambiamenti strutturali nell'apparato glomerulare dei reni. Allo stesso tempo, l'escrezione urinaria di albumina rimane a un livello normale (meno di 30 mg al giorno) e rimane un alto volume di filtrazione glomerulare..

Dopo circa 5 anni si registra una microalbuminuria persistente. C'è un aumento della pressione sanguigna, soprattutto con l'attività fisica. I pazienti notano un significativo deterioramento del benessere già nelle ultime fasi della malattia.

Nel diabete mellito di tipo 1, la nefropatia diabetica clinicamente pronunciata si sviluppa dopo 15-20 anni e si manifesta con proteinuria persistente con un livello di proteine ​​nelle urine di oltre 300 mg al giorno. Tali indicatori indicano l'irreversibilità del processo dannoso. Vi è una diminuzione della velocità di filtrazione glomerulare e del flusso sanguigno renale e l'ipertensione arteriosa diventa difficile da controllare. Ai pazienti viene diagnosticata la sindrome nefrosica, che si manifesta con cavità ed edema periferico, dislipidemia e ipoalbuminuria. I livelli ematici di urea e creatinina possono essere normali o leggermente aumentati.

Nella fase terminale, si registra un forte calo della concentrazione e della capacità di filtrazione dei reni:

  • lo sviluppo dell'anemia;
  • proteinuria massiccia;
  • aumento della creatinina e dell'urea;
  • diminuzione della velocità di filtrazione glomerulare;
  • gonfiore grave.

È in questa fase che la glucosuria, l'iperglicemia e l'escrezione urinaria di insulina endogena sono significativamente ridotte. Anche la necessità di insulina esogena diminuisce. Nei pazienti, la sindrome nefrosica progredisce, si nota uremia e si sviluppano disturbi dispeptici. Con una grave insufficienza renale cronica, il corpo viene autoavvelenato dai prodotti metabolici e tutti i sistemi e gli organi sono interessati.

Analisi e diagnostica

Di solito, con sintomi come stanchezza eccessiva e una costante sensazione di sete, si rivolgono prima al medico di base. Dopo l'esame iniziale e l'ascolto dei reclami, il paziente viene indirizzato a uno specialista ristretto che è impegnato nella diagnosi di patologia renale: un urologo o nefrologo (in casi estremi, un chirurgo).

Per la corretta diagnosi e la nomina di una terapia adeguata, viene eseguito un esame specializzato, che include diverse procedure. La diagnostica di laboratorio e strumentale consente non solo di diagnosticare la nefropatia, ma anche di scoprire le cause della sua insorgenza.

Test di laboratorio

  • esame del sangue generale (consente di identificare il processo infiammatorio nel corpo);
  • analisi generale delle urine;
  • analisi biochimica del sangue e delle urine;
  • Test di Robert;
  • test secondo Zimnitsky.

Diagnostica strumentale

L'esame hardware speciale consente di scoprire la causa dello sviluppo della nefropatia.

  • Ecografia dei reni. Un metodo indolore e sicuro per esaminare lo stato del sistema renale. Esistono 2 tipi: Ecografia Doppler (USDG) - valuta lo stato del sistema circolatorio dei reni; ecografia: diagnostica la presenza di formazioni e calcoli simili a tumori nel tessuto renale.
  • Tomografia computerizzata dei reni. Una scansione approfondita può rilevare neoplasie, calcoli renali, ematomi e trombosi. La tomografia consente di realizzare un'immagine dettagliata e volumetrica del rene e di correggere la minima patologia, motivo per cui la TC viene utilizzata quando l'efficacia dell'esame ecografico dell'organo è insufficiente. Il vantaggio principale della TC rispetto ai raggi X e agli ultrasuoni è la capacità di distinguere le neoplasie benigne da quelle maligne..
  • Urografia escretoria. La procedura diagnostica viene eseguita utilizzando una speciale sostanza radiopaca che viene iniettata nel corpo ed escreta attraverso il sistema renale. L'esame radiografico consente di valutare la pervietà delle vie urinarie, l'attività delle vie escretorie e determinare la capacità di filtrazione dell'organo.

Trattamento e farmaci

Il trattamento della nefropatia viene avviato solo dopo una diagnosi accurata. Il trattamento ha lo scopo di eliminare la patologia sottostante che ha portato a danni al sistema renale.

Trattamento della nefropatia diabetica

Nella fase iniziale, è sufficiente mantenere un adeguato livello di zucchero nel sangue; non è richiesta l'assunzione di farmaci speciali. Il regime di trattamento per la nefropatia diabetica comprende farmaci come:

  • fibrati (Ciprofibrato, Fenofibrato);
  • statine (pitavastatina, rosuvastatina);
  • agenti nefroprotettivi che rallentano l'escrezione di proteine ​​attraverso i reni (Sulodexide);
  • farmaci che ripristinano l'equilibrio idrico ed elettrolitico (Povidone, bicarbonato di sodio, gluconato di calcio, carbone attivo).

Per controllare la pressione sanguigna e limitare i danni al sistema renale, vengono prescritti farmaci del gruppo di ACE inibitori (Lisinopril, Perindopril, Ramipril).

Trattamento della nefropatia tossica

L'area principale della terapia è la disintossicazione. Prima di tutto, è necessario rimuovere le sostanze tossiche dal corpo in modo delicato, senza danneggiare i reni. Tecniche consigliate:

  • plasmaferesi (purificazione del sangue mediante separazione del plasma);
  • emosorbimento (purificazione del sangue mediante un apparato filtrante);
  • emofiltrazione;
  • emodialisi;
  • lavanda gastrica, pulizia intestinale.

In alcuni casi, la trasfusione di sangue è indicata per la nefropatia. Dopo aver purificato il corpo dalle tossine e arrossato, viene prescritta una terapia anti-shock per eliminare la sindrome convulsiva, il coma uremico, la crisi ipertensiva e l'edema polmonare..

Medicinali prescritti per la nefropatia tossica:

  • diuretici;
  • vitamina C, glucosio;
  • agenti ormonali;
  • assorbenti;
  • insulina;
  • abbondante bevanda alcalina;
  • preparati di calcio per ripristinare l'equilibrio elettrolitico e l'equilibrio acido-base;
  • antistaminici.

Come trattare la nefropatia di Iga

La direzione principale nel trattamento della malattia di Berger è l'aderenza a una dieta in cui è vietato l'uso di alimenti contenenti glutine (porridge di grano, semolino, pasticcini, dolci, pasta). È consentito il consumo di riso e farina di grano saraceno e farina di mais. I prodotti a base di carne e le uova acquistati in negozio sono vietati. Si consiglia un corso di olio di pesce. Oltre ad aderire alla dieta, si consiglia al paziente di assumere farmaci:

  • ACE inibitori (Enalapril, Captopril);
  • glucocorticosteroidi (Prednisolone, Metilprednisolone);
  • citostatici antitumorali (Cloqueran, Endoscan);
  • antibiotici (penicillina, eritromicina).

Trattamento della nefropatia gottosa

I calcoli renali trovati nella nefropatia gottosa devono essere rimossi. La gestione del paziente è simile al trattamento dell'insufficienza renale acuta. Sono mostrati bere in abbondanza e un'attività fisica adeguata. La terapia farmacologica mira a sciogliere e rimuovere i sali dal corpo, nonché a fermare i processi dolorosi e infiammatori.

Farmaci prescritti per la natura gottosa della nefropatia:

  • FANS (ibuprofene, indometacina);
  • glucocorticosteroidi (per intolleranza ai FANS);
  • agenti uricosurici per inibire la formazione di calcoli (Benzbromaron, Probenecid);
  • farmaci che correggono l'equilibrio elettrolitico (Blemaren, Magurlit);
  • diuretici vegetali (Avisan, Tsistenal, Urolesan);
  • farmaci anti-gotta (colchicina).

I Theroidi non sono prescritti per la nefropatia con una componente infettiva a causa del rischio di peggioramento del benessere del paziente.

Inoltre, tali pazienti sono procedure di fisioterapia raccomandate:

  • magnetoterapia;
  • fototerapia;
  • trattamento Spa.

Trattamento della nefropatia della gravidanza

Questa categoria di donne richiede un monitoraggio costante. Quando viene rilevata una patologia renale, una donna incinta viene inviata in un ospedale aperto 24 ore su 24. Farmaci prescritti per la nefropatia delle donne in gravidanza:

  • farmaci sedativi (Sibazon, tintura di valeriana);
  • antistaminici (Suprastin, Diphenhydramine);
  • antispastici (No-shpa, Dibazol);
  • vasodilatatori (Apressin);
  • diuretici a base di erbe (Fitolizin, Kanefron);
  • complessi vitaminici (Elevit, AlfaVit);
  • immunostimolanti (immunitario).

Le indicazioni generali nel trattamento di qualsiasi tipo di nefropatia sono l'aderenza al riposo a letto, alimenti dietetici speciali e l'assunzione di complessi vitaminici e farmaci. Se necessario, può essere prescritta l'emodialisi e, nei casi critici, il trapianto di rene.

Procedure e operazioni

La biopsia renale è un metodo minimamente invasivo e di alta precisione basato sulla raccolta di biomateriali tissutali renali inserendo un ago direttamente nell'organo stesso. Questo metodo consente di chiarire la diagnosi e valutare la prognosi. La biopsia viene eseguita sotto il controllo di radiografia, ecografia o tomografia computerizzata, che riduce significativamente il rischio di traumi al sistema renale.

Nefropatia nei bambini

La nefropatia dismetabolica nei bambini si sviluppa a causa di disturbi metabolici nel corpo del bambino. La nefropatia metabolica nei bambini è divisa in primaria e secondaria. La forma primaria è dovuta a fattori ereditari. Caratterizzato da un decorso progressivo, dalla rapida formazione di insufficienza renale e dallo sviluppo dell'urolitiasi. La nefropatia metabolica primaria è rara.

La forma secondaria di nefropatia dismetabolica è associata all'assunzione di alcune sostanze nel corpo del bambino che influenzano il metabolismo e portano a disturbi disfunzionali di organi e sistemi.

L'ossaluria nei bambini è caratterizzata da un aumento del contenuto di ossalato di calcio, che viene escreto attraverso il sistema renale sotto forma di cristalli. L'ossaluria è divisa in primaria e secondaria. Il trattamento richiede un approccio integrato. Ai bambini viene assegnata una dieta speciale, che è la base della terapia. L'ossaluria richiede la nomina di enterosorbenti, probiotici, stabilizzatori di membrana, antiossidanti e Xidiphon.

Dieta per la nefropatia

Dieta per malattie renali

  • Efficienza: effetto terapeutico dopo 10 giorni
  • Termini: 1 mese o più
  • Costo della spesa: 1250-1350 rubli a settimana

Le restrizioni dietetiche nella fase iniziale della nefropatia sono minime e sono più mirate alla prevenzione. Nei casi avanzati, la nutrizione è di natura terapeutica. Una dieta opportunamente selezionata consente di normalizzare l'equilibrio sale-acqua nel corpo del paziente. Prodotti appositamente selezionati normalizzano il lavoro del sistema urinario, permettendoti di sbarazzarti del gonfiore, come manifestazione principale della nefropatia, stabilizzare la pressione sanguigna e fermare l'intossicazione del corpo.

Conseguenze e complicazioni

La nefropatia stessa è una complicazione della patologia precedente. Tuttavia, man mano che progredisce, può portare a condizioni pericolose e pericolose per la vita. La nefropatia richiede una terapia immediata e l'eliminazione della causa sottostante..

Nell'insufficienza renale, tutte le funzioni del sistema renale sono interessate. L'equilibrio azoto e acqua-elettrolita ne risente, il che porta a un cambiamento nel livello di potassio, magnesio, calcio e sodio nel corpo. Si sviluppano gradualmente gonfiore, ascite, trombosi, compaiono problemi cardiaci, si formano disturbi mentali. L'insufficienza renale può essere fatale. Quando un componente infettivo è attaccato, si sviluppano cistite, pielonefrite, glomerulonefrite e glomerulosclerosi. La nefropatia può portare ad aritmie, anemia e urolitiasi. La complicanza più formidabile del danno al sistema renale è la morte.

Previsione

Se la patologia viene rilevata in una fase iniziale, la prognosi della nefropatia è considerata favorevole. In caso contrario, la previsione è considerata negativa..

L'automedicazione è inaccettabile. In assenza di una terapia adeguata, si sviluppa la pielonefrite e, nel peggiore dei casi, può essere fatale. La nefropatia risponde bene al trattamento se si presta attenzione ai sintomi in modo tempestivo e si consulta un urologo o nefrologo.

Elenco delle fonti

  • Shestakova M.V. "Nefropatia diabetica: una complicanza fatale o prevenibile?", Articolo sulla rivista del cancro al seno №24 del 18.12.2001
  • Ritz E. "Anemia e nefropatia diabetica", cancro al seno n. 11 del 03.06.2007
  • Podzolkov V.I., Bulatov V.A. "Miocardio. Nefrone. Uno sguardo attraverso il prisma dell'evoluzione dell'ipertensione arteriosa ", cancro al seno №11 del 29.05.2008

Istruzione: Laureato in Medicina Generale presso la Bashkir State Medical University. Nel 2011 ha conseguito il diploma e l'attestato nella specialità "Terapia". Nel 2012 ha ricevuto 2 certificati e diplomi nelle specialità "Diagnostica funzionale" e "Cardiologia". Nel 2013 ha seguito corsi su "Temi di attualità dell'otorinolaringoiatria in terapia". Nel 2014 ha seguito corsi di alta formazione nella specialità "Ecocardiografia clinica" e corsi nella specialità "Riabilitazione medica". Nel 2017 ha completato i corsi di alta formazione nella specialità "Ecografia vascolare".

Esperienze lavorative: Dal 2011 al 2014 ha lavorato come terapista e cardiologa presso il Policlinico MBUZ n. 33 di Ufa. Dal 2014 ha lavorato come cardiologo e dottore in diagnostica funzionale presso il Policlinico MBUZ n. 33 di Ufa. Dal 2016 lavora come cardiologo presso il Policlinico n. 50 di Ufa. Membro della Società Russa di Cardiologia.