Infiammazione della vescica

La minzione è un processo fisiologico naturale. Normalmente non causa particolari problemi. Ma spesso andare in bagno "in modo piccolo" può peggiorare notevolmente la vita.

La cistite o infiammazione della vescica è il disturbo più comune del tratto genito-urinario. Si verifica soprattutto nelle donne. Quali sono i suoi sintomi principali, quale medico contattare e come puoi affrontare questo disturbo, te lo diremo nel nostro articolo.

Segni di infiammazione della vescica

Le principali manifestazioni della malattia sono associate a una violazione del processo di minzione. I reclami più comuni sono:

  • bisogno frequente di usare il bagno;
  • diminuzione del volume delle urine;
  • crampi e dolori brucianti durante o immediatamente dopo la minzione;
  • risvegli notturni frequenti a causa dell'impulso di usare il bagno;
  • scolorimento delle urine - a volte contiene una miscela di sangue;
  • debolezza, irritabilità.

Lo stato di salute generale peggiora solo con lo sviluppo di complicanze o con il decorso cronico della malattia. Di solito la condizione viene valutata come soddisfacente.

Com'è l'infiammazione della vescica negli uomini

La cistite negli uomini è un evento raro. Ciò è dovuto alla struttura dell'uretra. E quindi, la sintomatologia ha anche una serie di caratteristiche:

  1. Si manifesta principalmente in età adulta, dopo i 40 anni.
  2. In quanto malattia indipendente, non viene praticamente diagnosticata. Nel 90% dei casi, la cistite maschile è accompagnata da altre patologie del sistema genito-urinario. Ad esempio, restringimento dell'uretra o urolitiasi.
  3. Molto spesso è causato da gonococchi e Trichomonas, cioè infezioni genitali.
  4. Più spesso c'è sangue nelle urine, questo è un segno di danno vascolare.

Importante! La cistite si verifica spesso con i tumori alla prostata. Pertanto, per gli uomini, è necessaria la consultazione con un andrologo..

Considerando che l'infiammazione della vescica va di pari passo con altre malattie, è più grave. C'è un deterioramento della salute generale, febbre, brividi.

Nei bambini i sintomi sono più sfocati che negli adulti. L'enuresi notturna si verifica spesso, anche se prima non era tipica per il bambino. Nella vecchiaia, i sintomi possono essere del tutto assenti.

Tipi di cistite

Ci sono 2 grandi gruppi: cronico e acuto. Differiscono nella gravità dei sintomi e nella natura del decorso..

Può essere superficiale (catarrale) ed emorragico. L'infiammazione catarrale non va oltre la mucosa della vescica. È considerata la forma più semplice. La previsione è favorevole.

Il tipo emorragico è caratterizzato dalla penetrazione dell'infezione nei vasi sanguigni. Questo porta a sangue nelle urine. Inoltre, le lesioni ulcerative compaiono sulle pareti dell'organo. Richiede un lungo trattamento.

È diviso in 3 tipi: latente (nascosto), persistente (con frequenti esacerbazioni, più di 2 volte l'anno) e interstiziale. Quest'ultima forma è caratterizzata da un decorso grave e prolungato. In questo caso, l'infiammazione non è localizzata sulla mucosa della vescica, ma si diffonde ai muscoli e ai tessuti circostanti.

Se il disturbo si è manifestato sullo sfondo di allergie, radiazioni o danni tossici, viene diagnosticata la cistite non infettiva. In caso di infezione batterica o virale - infettiva.

Perché c'è un'infiammazione della vescica nelle donne

Le caratteristiche fisiologiche della struttura dell'uretra femminile sono tali che i batteri patogeni possono facilmente entrare e causare infiammazioni. Ciò è dovuto al fatto che il canale stesso è corto e largo. Si trova anche vicino alla vagina e all'ano..

Altri motivi per il trasferimento di batteri alle vie urinarie:

  1. Igiene intima impropria, così come la sua mancanza. L'igiene è particolarmente importante durante le mestruazioni..
  2. Sesso non protetto. Con un sistema immunitario indebolito o una violazione della flora vaginale, può portare a infiammazioni.
  3. Trasferimento di E. coli dall'ano quando si indossa un perizoma.

Tuttavia, la presenza di batteri opportunisti nel sistema genito-urinario non sempre porta allo sviluppo della malattia. Possono rimanere lì per diversi anni e non mostrarsi in alcun modo. Solo con una diminuzione delle difese del corpo, ad esempio con l'ipotermia, i microbi iniziano ad attaccare il corpo e compaiono sintomi dolorosi. Pertanto, le principali cause di infiammazione sono i batteri e l'immunità ridotta..

I fattori provocatori includono:

  • cambiamenti nei livelli ormonali (mestruazioni, gravidanza, menopausa);
  • lesioni al perineo o danni all'uretra;
  • raffreddori frequenti, che indicano un problema con l'immunità;
  • mancanza di vitamine;
  • ipotermia locale (seduto su una superficie fredda o esposizione prolungata all'acqua fredda);
  • manipolazioni ginecologiche;
  • patologie congenite dello sviluppo del sistema genito-urinario, che influenzano il processo di urina;
  • stile di vita sedentario;
  • viaggi rari in bagno, ritenzione forzata del processo di minzione;
  • frequenti cambi di partner sessuali.

La cistite viene spesso diagnosticata anche nelle donne che soffrono di altre malattie infettive croniche, così come l'obesità..

Diagnostica infiammazione della vescica

Solo un urologo può fare una diagnosi corretta. Il tipo di agente patogeno dipenderà dal regime di trattamento. Se la malattia non è causata da un'infezione, è necessaria la consultazione con altri specialisti.

Dopo aver studiato la storia, il medico prescrive metodi di ricerca aggiuntivi (esami generali del sangue e delle urine). Allo stesso tempo, viene eseguita un'urinocoltura per determinare il tipo di batteri e la sua sensibilità agli antibiotici. Se necessario, vengono eseguite un'ecografia della vescica e una cistoscopia. Ciò consente di escludere varie neoplasie.

Il decorso cronico della cistite richiede un immunogramma. A volte le donne vengono indirizzate a un ginecologo per la consultazione.

Trattamento

La cistite acuta si trasforma spesso in una forma cronica protratta a causa dell'automedicazione. In TV vengono spesso pubblicizzati farmaci che dovrebbero aiutare immediatamente a far fronte alla malattia. E quando una persona soffre di dolore da taglio ogni volta che va in bagno, afferra qualsiasi cannuccia. Ma l'autosomministrazione di tali farmaci elimina o riduce solo temporaneamente i sintomi. Il processo infiammatorio nell'uretra rimane e, di conseguenza, la cistite ripetuta dopo un po '. In questo caso, la diagnostica di laboratorio non viene eseguita, il che significa che è impossibile determinare il successo del trattamento..

Importante! Se sospetti una cistite, non auto-medicare, consultare un urologo o un terapista.

Terapia farmacologica

Per eliminare il processo infiammatorio, è necessario agire sui microrganismi patogeni che lo hanno causato. Pertanto, l'assunzione di farmaci è una parte importante e principale della terapia, poiché i farmaci vengono escreti dai reni, il che significa che passano attraverso le vie urinarie. È importante non danneggiare qui, quindi i fondi vengono selezionati dal medico tenendo conto del quadro clinico e dei risultati dei test.

I gruppi principali per una malattia infettiva sono antibiotici di diversi gruppi. In assenza di dinamiche positive dopo 3-4 giorni, è necessario cambiare il farmaco. Inoltre vengono prescritti anche uroantisettici. Si tratta di preparati a base di erbe che sono concentrati solo nel sistema genito-urinario, non vengono assorbiti nel sangue e hanno un effetto antisettico..

Se l'agente eziologico è un'infezione fungina, è consigliabile assumere agenti antifungini. Quando vengono confermati i disturbi ormonali, vengono utilizzati gli estrogeni.

Dieta

Il rispetto del regime di consumo è importante. Il succo di mirtillo rosso è particolarmente efficace e utile. Ha un buon effetto diuretico e battericida. Una grande quantità di liquido accelera l'eliminazione di microrganismi patogeni, ripristina il normale processo di minzione. Per qualsiasi processo infiammatorio, spezie, cibi piccanti, affumicati e grassi sono controindicati. Temporaneamente devi rinunciare a sottaceti, maionese, prodotti a base di carne. L'aceto ha un effetto molto negativo sui vasi sanguigni, quindi sono vietate anche tutte le salse e i prodotti che lo contengono..

È necessario ridurre la quantità di sale, zucchero, prodotti a base di lievito, eliminare completamente l'alcol. Sono benvenuti kefir, ricotta, latte, alimenti vegetali, verdure fresche, pesce al vapore o bollito, cereali.

Erboristeria (terapia a base di erbe)

Decotti e infusi di erbe vengono selezionati insieme a un medico. Completano solo la terapia farmacologica, ma non possono essere utilizzati al posto delle pillole. Le erbe sono ampiamente utilizzate per le forme più lievi di cistite, così come durante i periodi di remissione con malattie croniche. Le erbe consigliate per la cistite includono foglie di mirtillo rosso, semi di aneto, uva ursina, equiseto.

Con cautela, le tisane vanno assunte in presenza di patologie croniche del sistema genito-urinario. Soprattutto i diuretici sono proibiti per l'urolitiasi.

Trattamento complementare

La terapia sintomatica viene utilizzata per ridurre la sindrome dolorosa. Questi sono analgesici, antispastici. Con una forma avanzata con un corso debilitante prolungato, sono raccomandati sedativi o antidepressivi. Aiutano a rimuovere la tensione, la paura di andare in bagno, ridurre l'irritabilità, migliorare la qualità del sonno.

È anche efficace per eseguire il lavaggio dell'uretra o l'instillazione. Questa procedura viene eseguita da un medico. Per questo, vengono utilizzate soluzioni antisettiche speciali. Per il trattamento della cistite maschile, il lavaggio è usato raramente, poiché la struttura stretta dell'uretra complica la procedura.

Raccomandazioni per l'infiammazione della vescica

Affinché il trattamento sia efficace, è necessario seguire una serie di regole. In caso di malattia, tutte le procedure di riscaldamento sono vietate. Questo è un bagno, l'uso di una piastra elettrica, una visita al bagno / sauna. Il calore aumenta il flusso sanguigno agli organi pelvici e dilata anche i vasi sanguigni. Ciò aumenta il processo infiammatorio e può anche provocare spasmi e un attacco di dolore..

Anche il freddo è controindicato, poiché l'ipotermia contribuisce a una diminuzione dell'immunità. Per lo stesso motivo, evita di nuotare in uno stagno o in una piscina. Nel periodo acuto, il sesso è vietato, anche con il preservativo. Durante le mestruazioni, si consiglia di utilizzare gli assorbenti e di osservare attentamente l'igiene personale. È meglio rifiutare tamponi e coppette mestruali durante un'esacerbazione. Inoltre, durante il periodo di terapia, non è possibile aderire a diete rigide per dimagrire..

Se viene diagnosticata la cistite, aiuterà a superarla rapidamente:

  1. Doccia calda quotidiana.
  2. Assunzione di vitamine.
  3. Niente stress.
  4. Attività fisica dosata.
  5. Ricreazione.
  6. Evitare di indossare biancheria intima sintetica stretta.

È anche importante vestirsi adeguatamente. Non esporre la zona lombare e pelvica all'ipotermia.

Possibili complicazioni e prognosi della malattia

Con un appello tempestivo a un urologo o terapista e una terapia competente, la prognosi è favorevole. Nella maggior parte dei casi, la malattia richiede un trattamento ambulatoriale. Ma quando la cistite è iniziata e si è manifestata una forma cronica, possono svilupparsi complicazioni. I più comuni sono:

  • pielonefrite;
  • nefrite;
  • uretrite;
  • trigonite della vescica.

La mancanza di trattamento porta allo sviluppo di cistite emorragica o interstiziale. Queste forme sono caratterizzate da un decorso severo. Possibile ricovero in ospedale.

Importante! In presenza di batteri opportunisti nel canale urinario, il rischio di cistite è piuttosto alto.

Pertanto, se si verificano problemi urinari o fastidio quando si va in bagno, consultare il medico. Qualsiasi riscaldamento e assunzione di farmaci dalla pubblicità nasconderà il problema solo per un po '. Puoi riprenderti completamente solo sotto la supervisione di un urologo.

Cistite nelle donne: cause, come si manifesta, trattamento

La cistite è una delle malattie urologiche più comuni. È caratterizzato dalla formazione di focolai infiammatori sulla superficie dei tessuti mucosi della vescica. Richiede un trattamento obbligatorio a causa del rischio di diffusione dell'infezione all'intero sistema genito-urinario, passaggio allo stadio cronico.

Più del 78% dei pazienti con questa diagnosi sono donne, il che è spiegato dalle caratteristiche fisiologiche della struttura degli organi pelvici, in particolare l'uretra o l'uretra.

È più largo del maschio e più corto, il che rende più facile la penetrazione dei batteri. I genitali femminili sono vicini all'ano, il che aumenta anche il rischio che i batteri entrino nel tratto urinario. Tali caratteristiche anatomiche e danno una risposta alla domanda su cosa causa la cistite nelle donne molto più spesso che negli uomini.

Classificazione della malattia

La malattia può passare in un tipo diverso, che si riflette nella seguente classificazione:

  1. Acuto. Una varietà di tipo in relazione al decorso della malattia. È caratterizzato da sensazioni dolorose acute, sintomi intensamente espressi. Si verifica quasi immediatamente dopo l'esposizione a uno o un altro fattore provocante, poiché l'infiammazione si diffonde, i segni possono aumentare.
  2. Cronico. Con un trattamento insufficiente o improprio della cistite acuta, è probabile il passaggio della malattia allo stadio cronico. Ciò significa che con un indebolimento dell'immunità, la comparsa di condizioni favorevoli per lo sviluppo dell'infezione, la cistite entra nella fase di esacerbazione.
  3. Batterica. Si riferisce al tipo causale della malattia, il che significa la natura del processo patologico. Significa il percorso di sviluppo dell'infiammazione, vale a dire l'ingresso di microrganismi sulla mucosa, provocando la formazione di focolai problematici.
  4. Non batterico. Per questo tipo, le cause caratteristiche dello sviluppo della malattia sono tutti i tipi di ragioni, ad eccezione dell'introduzione di infezioni. Ad esempio, cambiamenti ormonali nel corpo di una donna, farmaci, allergie, lesioni e così via.

Cosa causa l'infiammazione della vescica nelle donne?

Vari fattori possono provocare lo sviluppo del processo infiammatorio. È molto importante comprendere esattamente le cause della cistite nelle donne per la scelta del successivo regime di trattamento. Le cause comuni della malattia sono:

  1. Mancato rispetto delle regole di igiene personale. Questo non è solo un cambio frequente di biancheria, ma anche un lavaggio corretto, una sostituzione tempestiva degli assorbenti, l'uso di tamponi, se necessario, non più di 3-4 ore. Si consiglia di acquistare un prodotto speciale per l'igiene intima che non secca la mucosa.
  2. Ipotermia. Le donne spesso trascurano la loro salute a favore della bellezza, che porta al congelamento degli organi pelvici. Sedersi banalmente su una superficie fredda provoca anche infiammazione, che porta a problemi non solo della vescica, ma dell'intero sistema genito-urinario.
  3. Ristagno di urina nella vescica o svuotamento raro. L'urina contiene una serie di elementi, con un contatto prolungato con il quale inizia a svilupparsi un'infezione sulla mucosa. I processi stagnanti delle urine possono essere associati ad altre disfunzioni già sviluppate del sistema genito-urinario, l'infiammazione della vescica sta già diventando una malattia concomitante.
  4. Avitaminosi e nutrizione squilibrata. Una quantità insufficiente di nutrienti e sostanze nutritive influisce negativamente sui processi metabolici, compromette il funzionamento dei sistemi immunitario ed endocrino. La resistenza del corpo diminuisce, i tessuti e gli organi perdono la capacità di resistere naturalmente a vari tipi di batteri.
  5. Disturbi ormonali Le fluttuazioni dei livelli ormonali non passano inosservate al sistema genito-urinario. La microflora dei genitali e dell'intestino può cambiare, il che aumenta il rischio di sviluppare processi patologici.
  6. Portare il feto e il travaglio. La gravidanza cambia i livelli ormonali, diminuisce l'immunità e, in generale, il corpo è esposto a gravi stress. Nelle fasi successive, la vescica può scendere. La struttura della mucosa cambia durante la gestazione; può diventare un ambiente favorevole per lo sviluppo della cistite. Il travaglio provoca anche l'infiammazione della vescica. Il canale del parto è ferito, sono possibili rotture, suture, interventi chirurgici. Tutte queste azioni possono portare a infezioni degli organi adiacenti, danni alle mucose e l'ulteriore sviluppo della cistite..
  7. Infezione dei genitali. Le malattie sessualmente trasmissibili, anche a prima vista, non sono così gravi, influenzano lo sviluppo di patologie negli organi pelvici. Non solo le infezioni a trasmissione sessuale, ma anche semplici agenti causali di candidosi o colpite possono causare un'ulteriore infiammazione della vescica.
  8. Operazioni sul collo uterino e sugli organi urinari. Gli interventi chirurgici rappresentano sempre un certo rischio non solo per l'area di intervento, ma anche per gli organi adiacenti. Con l'introduzione dell'infezione, lo sviluppo della sepsi, aumenta la probabilità di formazione di infiammazione sulla mucosa.
  9. Malattia renale o via discendente dell'infezione. Con problemi renali preesistenti, aumenta la probabilità di "far cadere" l'infezione alla vescica, che alla fine provoca la cistite.

Come riconoscere una malattia?

I primi segni di cistite compaiono nelle ragazze quasi immediatamente, poiché la reazione del corpo alla penetrazione dei batteri inizia a svilupparsi. Potrebbero esserci differenze nell'intensità della loro manifestazione, nella fase acuta sono particolarmente pronunciate. I sintomi caratteristici della cistite nelle donne includono:

  1. Dolore, prurito e bruciore. Nelle donne, il dolore con cistite si verifica in modo particolarmente evidente durante il periodo della minzione, o meglio all'inizio e alla fine del processo. Il prurito dei genitali può essere ciclico e temporaneamente fermarsi. C'è un leggero sollievo al di fuori del processo di minzione..
  2. Maggiore voglia di urinare. Nonostante il frequente bisogno, esce pochissima urina e tutto questo è accompagnato da crampi, sensazione di bruciore e dolore. La disuria è espressa in tutti i tipi di cistite, potrebbe non fermarsi nemmeno di notte.
  3. Difficoltà a urinare Il desiderio fisico di svuotare la vescica non porta a un risultato, poiché l'impulso è spesso falso. Visite frequenti in bagno provocano un aumento del dolore e sintomi di accompagnamento..
  4. Febbre, nausea, brividi, vomito. I segni della fase acuta della cistite a volte indicano la diffusione del processo ai reni, specialmente quando la temperatura supera i 37,8 gradi. In questi casi, è necessario consultare immediatamente un medico..
  5. Sangue nelle urine. Dalla struttura dell'urina, puoi riconoscere immediatamente la cistite, anche visivamente. Diventa torbido, sono possibili sedimenti, coaguli di sangue, secrezione di pus.

Cosa aspettarsi se il trattamento viene trascurato?

L'infiammazione della vescica nelle donne è curabile, ma se è assente o vengono utilizzate tecniche inefficaci, sorgono complicazioni. Come conseguenze frequenti della cistite, ci sono:

  • l'acquisizione di un tipo di malattia cronica;
  • la transizione dell'infiammazione nell'area dei reni, la formazione di patologie sotto forma di pielonefrite, nefrite;
  • si può osservare perdita di funzionalità dei tessuti della vescica, elasticità, riduzione degli organi;
  • incontinenza urinaria e problemi correlati;
  • diffusione dell'infiammazione agli organi vicini, sepsi di ampia localizzazione.

Metodi moderni per diagnosticare la malattia

È possibile determinare i fuochi e la causa dell'infiammazione della vescica con diversi metodi durante la diagnosi della cistite nelle donne. Ognuno ha lo scopo di determinare l'uno o l'altro indicatore, necessario per ottenere una condizione generale e una diagnosi accurata. Il paziente viene solitamente indirizzato alle seguenti procedure:

  1. Ricerca di laboratorio. Includono la corretta raccolta di urina e sangue. Gli indicatori dei materiali biologici vengono analizzati da uno specialista, le conclusioni vengono tratte sulle condizioni del paziente.
  2. Ureteroscopia e cistoscopia. Valutazione visiva della struttura della mucosa della vescica, dell'uretra e di alcuni altri tessuti. La procedura è un po 'spiacevole, ma informativa per la diagnosi..
  3. Esame ecografico della vescica. È prescritto per identificare focolai patologici, pietre, tumori.

Pronto soccorso per la manifestazione della malattia

Se una donna mostra sintomi di cistite, è necessario contattare uno specialista il prima possibile. È consentito bere anestetico, un farmaco per alleviare lo spasmo della vescica, bere molti liquidi, riposo, esclusi cibi piccanti, carni affumicate. Non dovresti scegliere da solo farmaci antibatterici e altri farmaci ad azione ristretta.

Come dimenticare la cistite una volta per tutte?

È impossibile eliminare i sintomi e sbarazzarsi immediatamente della malattia stessa; è necessario un corso speciale per un trattamento efficace della cistite nelle donne. Di solito consiste in una terapia complessa, che può includere farmaci, erbe, integratori alimentari, a volte procedure di fisioterapia.

Trattamento farmacologico

Quando le donne sviluppano la cistite, vengono prescritti antibiotici per combattere i focolai infettivi. Il principio attivo può essere diverso a seconda dell'eziologia della malattia. Gli antibiotici sono selezionati esclusivamente da un medico. Se è presente un'infezione specifica, vengono inoltre presi farmaci di azione mirata ristretta. Per alleviare il dolore, vengono prescritti farmaci a base di analgesici o antispastici.

L'uso delle erbe

La medicina tradizionale non è stata cancellata nel trattamento della malattia, solo le erbe dovrebbero essere un'aggiunta alla terapia principale. La pratica di assumere un decotto di rosa canina, estratti di foglie di mirtillo rosso, bacche, aghi, boccioli di pioppo, equiseto, iperico e altre preparazioni erboristiche. È necessario selezionare attentamente le loro composizioni, secondo le indicazioni e le raccomandazioni degli specialisti..

Integratori in aggiunta al trattamento

Gli integratori sotto forma di ingredienti naturali sono rilevanti per l'uso in varie fasi e tipi di cistite, solo dopo aver consultato un medico. Nonostante gli ingredienti prevalentemente naturali, gli integratori alimentari possono avere effetti diversi. Per facilità d'uso, i produttori producono preparati speciali da assumere durante problemi urologici.

Misure preventive

È impossibile escludere completamente la malattia, poiché ci sono ragioni per il suo verificarsi, che sono difficili da influenzare. Tuttavia, le misure preventive aiuteranno a ridurre significativamente il rischio di infiammazione nella vescica. Questo è un atteggiamento attento alla tua salute, esclusione di ipotermia, rispetto delle norme igieniche, utilizzo di fondi in caso di rapporti occasionali, visite periodiche a uno specialista.

La cistite nelle donne è curabile ed è facile da fare, l'importante è riconoscere i sintomi in modo tempestivo, consultare un medico.

Vescica infiammata: caratteristiche patologiche

La cistite vescicale è una malattia comune che viene diagnosticata sia nelle donne che negli uomini. Si verifica a qualsiasi età. Il processo infiammatorio si manifesta con dolori acuti di varia intensità, in alcuni casi l'urina può essere escreta con impurità del sangue. La mancanza di un trattamento tempestivo ed efficace provoca spesso la transizione della malattia in una forma cronica, la diffusione dell'infezione nell'area renale. Per determinare l'eziologia della malattia, vengono eseguiti studi di laboratorio su uno striscio dall'uretra e una coltura batterica delle urine. Trattamento della cistite della vescica, i principali sintomi, possibili complicazioni e prevenzione della malattia - più avanti in questo articolo.

Le ragioni per lo sviluppo della malattia

Secondo le statistiche, in circa l'80-90% dei pazienti con diagnosi di cistite acuta, la causa della malattia è E. coli. Anche proteine, stafilococchi o altre infezioni possono diventare patogeni..

Se il processo patologico si è sviluppato a seguito delle operazioni eseguite, molto spesso il fattore principale che ha provocato la malattia è l'impatto negativo dei batteri gram-negativi.

I fattori di rischio che creano condizioni favorevoli per lo sviluppo del processo infiammatorio includono:

  • ipotermia. Si verifica a causa della permanenza prolungata in una stanza fredda e umida, indossando indumenti leggeri nella stagione invernale;
  • inosservanza delle regole di igiene personale;
  • diminuzione dell'immunità;
  • stile di vita sedentario, lavoro sedentario;
  • nutrizione impropria. Consumo regolare di cibi grassi, fritti e salati;
  • superlavoro costante, effetti negativi di situazioni stressanti;
  • malattie precedentemente trasferite di tipo infettivo. Il rischio di sviluppare la malattia è aumentato nelle persone a cui sono state diagnosticate foruncolosi, tonsillite, influenza;
  • malattie di tipo venereo, ginecologico e urologico;
  • ignorando la voglia di urinare, che porta al ristagno di urina. O sullo sfondo della presenza di calcoli nel tratto urinario;
  • avitaminosi;
  • trauma minore all'uretra nelle donne durante l'intimità;
  • promiscuità nei rapporti sessuali.

Il rischio di sviluppare la malattia aumenta notevolmente se il paziente è sottoposto a cateterizzazione della vescica (in particolare nei maschi a cui è stato diagnosticato un adenoma prostatico).

Il tono delle vie urinarie è notevolmente ridotto nelle donne durante la gravidanza o in seguito a un travaglio recente. Se un catetere viene introdotto nei pazienti durante questo periodo, aumenta anche il rischio di sviluppare la malattia..

Perché la cistite viene diagnosticata più spesso nelle donne

La presenza diffusa della malattia tra le rappresentanti femminili è dovuta alle peculiarità della struttura anatomica. L'uretra è molto vicina all'ano, il che rende più facile l'ingresso di batteri patogeni nell'uretra. Quindi migrano alla vescica e promuovono la cistite..

Secondo le statistiche, ogni donna durante la sua vita ha incontrato almeno una volta i sintomi di questo disturbo. Circa il trentacinque percento soffre di una forma cronica della malattia.

Nella maggior parte dei casi, la malattia viene diagnosticata in pazienti dai venti ai quarantacinque anni. Secondo gli studi, un tale criterio di età è spesso associato al fatto che durante questo periodo le donne hanno una vita sessuale più attiva..

Durante il rapporto, l'apertura dell'uretra è spesso irritata, provocando un processo infiammatorio. Inoltre, la microflora patogena può essere lanciata dalla vagina direttamente nell'area del canale dopo l'intimità..

La malattia può svilupparsi in qualsiasi fase della gravidanza. Le possibilità di sviluppare la malattia aumentano in modo significativo man mano che il feto cresce nell'utero. Gli organi interni sono spostati a causa dell'allargamento dell'utero. Anche lo sfondo ormonale e l'emodinamica cambiano. A causa di tali cambiamenti, la vescica non viene svuotata completamente, il che porta a un ristagno sistematico delle urine..

Alla manifestazione dei minimi sintomi, una donna dovrebbe consultare un medico e sottoporsi a un esame appropriato. In questo contesto, i medici spesso diagnosticano l'erosione cervicale, che spesso causa anche problemi di minzione..

Il trattamento viene effettuato tenendo conto delle condizioni generali del paziente. L'obiettivo principale della terapia è prevenire le ricadute, i cui segni principali compaiono più spesso durante le mestruazioni..

Cistite negli uomini

La struttura del sistema genito-urinario (uretra stretta e curva) nei maschi riduce significativamente la probabilità di sviluppare un'infezione. La lunghezza del canale relativamente lunga contribuisce al ristagno di urina nell'area della vescica, a causa della quale può infiammarsi.

L'accumulo regolare porta al fatto che i meccanismi di difesa della vescica vengono ridotti, rendendola un ambiente favorevole per l'attivazione della flora patogena.

Le statistiche mostrano che principalmente la malattia viene diagnosticata negli uomini di età superiore ai quarant'anni ed è una complicazione di altre malattie urologiche.

In alcuni casi, la malattia può manifestarsi come conseguenza degli effetti negativi delle infezioni latenti trasmesse sessualmente. Questa è la diffusione di clamidia, gonorrea, tricomoniasi.

Le principali manifestazioni cliniche di una forma acuta di patologia in un uomo sono spesso espresse in minzione frequente, difficoltà ad andare in bagno, sensazioni dolorose e ingrossamento dei linfonodi inguinali. Inoltre, i pazienti indicano una condizione febbrile, brividi. Ridotta capacità umana di lavorare.

I sintomi della cistite della vescica in forma grave (flemmone, emorragico, cancrenoso), si manifestano con segni di intossicazione generale. Si fa sentire sotto forma di aumento della temperatura corporea, rallentamento della formazione di urina. L'urina escreta è caratterizzata da un odore sgradevole, torbidità e presenza di impurità del sangue. Si possono trovare anche fibrine, mucosa rigettata.

Durante la minzione, si avverte un forte dolore. Le sensazioni dolorose si manifestano anche nell'inguine, nello scroto e anche nel pene. Il volume di urina escreto diminuisce notevolmente (di circa venti millilitri alla volta).

Tra i segni tipici nei maschi ci sono:

  • piuria (questo fenomeno è caratterizzato dalla presenza di pus nelle urine);
  • leucocituria (numero elevato di globuli bianchi);
  • ematuria macroscopica e microscopica (impurità del sangue).

La forma cronica negli uomini per molto tempo può procedere senza manifestazioni cliniche pronunciate. Caratterizzato da flusso sia ondulato che stabile.

Durante la minzione, le sensazioni dolorose sono spesso lievi, ma quando si esamina l'urina, il livello di leucociti in essa contenuto aumenta. Può anche essere rilevato il muco.

La mancanza di un trattamento tempestivo provoca gravi complicazioni: lo sviluppo della sclerosi delle pareti della vescica, che aiuta a ridurne le dimensioni; pielonefrite.

Segni comuni della malattia

La natura del decorso della malattia nelle donne e negli uomini può differire, ma ci sono diversi sintomi generali comuni a tutti i pazienti. Il grado della loro gravità dipende dalla forma e dallo stadio della malattia..

Le manifestazioni cliniche più comuni includono:

  • Maggiore voglia di urinare. Il loro numero può aumentare in modo significativo, ma allo stesso tempo c'è una sensazione stabile di svuotamento incompleto della vescica.
  • Cambiamenti nel colore e nella composizione delle urine.
  • Dolore addominale inferiore. La sindrome del dolore si manifesta anche direttamente durante la secrezione di urina. Il grado della sua intensità è abbastanza diverso. È caratterizzato da una sensazione di dolore e bruciore. A volte il dolore è lancinante e si irradia alla zona rettale.
  • Con il progredire della malattia, può svilupparsi incontinenza urinaria..

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata ai cambiamenti della temperatura corporea. Spesso, il suo aumento segnala danni ai reni. In tali circostanze, è necessario visitare un medico, poiché esiste un alto rischio di gravi complicazioni.

Il passaggio dalla patologia a una forma cronica

Caratteristiche della cistite cronica. L'infiammazione della vescica può ripresentarsi. È caratterizzato da periodi di sbiadimento e esacerbazione dei sintomi. Il trattamento richiede molto più tempo. La prognosi per i pazienti è meno favorevole, poiché la malattia può manifestarsi fino a quando non vengono eliminati tutti i possibili fattori che hanno provocato il suo sviluppo.

Molto spesso, la cistite acuta diventa cronica sotto l'influenza di due fattori: se una persona viene nuovamente infettata da un'infezione o viene ripristinata la concentrazione di batteri patogeni nel corpo. Tali modifiche possono verificarsi sullo sfondo dei seguenti processi:

  • Violazione del deflusso di urina per lungo tempo.
  • Diminuzione dei meccanismi di protezione della mucosa dovuta allo sviluppo di infezioni croniche. Le lesioni possono essere pielonefrite, tubercolosi, prostatite, uretrite.
  • Il cancro, la crescita della poliposi può causare il processo infiammatorio.
  • Nei maschi, la malattia si verifica spesso sullo sfondo di un restringimento patologico dell'uretra. Anche uno dei fattori è l'adenoma prostatico.

Altri motivi includono la presenza di diabete mellito, cambiamenti ormonali nel corpo (più spesso le donne sono esposte a loro durante la gravidanza o la menopausa). L'esacerbazione della forma cronica si sviluppa secondo lo schema dell'infiammazione subacuta e acuta.

Diagnostica

Inizialmente, il medico esamina la storia del paziente. Alla reception, devi descrivere attentamente tutti i sintomi che compaiono. Il medico ti invierà un esame generale delle urine. Nelle urine in esame, il livello di leucociti, nitriti ed eritrociti può essere aumentato. Inoltre, in laboratorio, il materiale è studiato per la sterilità. Ciò consentirà di determinare il tipo e la quantità di batteri nelle urine..

I risultati delle analisi del sangue possono mostrare cambiamenti infiammatori nei globuli bianchi, che in parte indicano la presenza e la gravità dell'infezione nell'area del tratto urinario. È imperativo che vengano eseguiti test per determinare la sensibilità dei batteri agli antibiotici. Per valutare le condizioni e il grado di danno agli organi del sistema genito-urinario, i medici prescrivono un'ecografia.

La controindicazione alla cistoscopia è la fase acuta della malattia. Nella maggior parte dei casi, è prescritto per la cistite cronica durante il periodo di remissione. Con l'aiuto di attrezzature adeguate, vengono studiate le cavità degli organi interni, poiché questo tipo di malattia è caratterizzato dalla presenza di processi tumorali, nonché da un aumento del numero di aree interessate dal tessuto connettivo.

Si raccomanda inoltre ai pazienti un esame approfondito da parte di un ginecologo o urologo, prendendo gli strisci appropriati per l'analisi. Utilizzando il metodo PCR, viene determinato il titolo degli anticorpi contro i patogeni virali. Se gli indicatori raggiungono un livello elevato, ciò indica la presenza di un virus nel corpo. Il medico deve riconoscere correttamente i sintomi e fare una diagnosi accurata, poiché sono spesso simili a segni di altre patologie (ad esempio, con ureaplasma, infiammazione delle appendici ovariche).

Trattamento

La terapia per le malattie della vescica, in particolare la cistite, dovrebbe essere completa e tempestiva. I farmaci prescritti non solo alleviano i sintomi, ma, quando vengono esposti, eliminano la causa sottostante della malattia. Il gruppo di farmaci utilizzati nel processo di trattamento include:

  • Farmaci antinfiammatori. Sono prescritti a quasi tutti i pazienti. Coloro a cui è stata diagnosticata una cistite di natura autoimmune, li assumono in combinazione con agenti ormonali del gruppo prednisolone.
  • Antibiotici Sono usati per eliminare la cistite batterica. Sono anche spesso usati come misure preventive per le infezioni secondarie. Nella maggior parte dei casi si tratta di farmaci selettivi o farmaci ad ampio spettro..
  • Diuretici. Sono più spesso usati a scopo preventivo. Il loro obiettivo è evitare complicazioni..

Altri tipi di farmaci vengono prescritti in base alle condizioni generali del paziente (ad esempio, antispastici, progettati per alleviare il dolore). Spesso vengono prescritti farmaci di origine vegetale. Sono usati come parte della terapia adiuvante per ridurre l'infiammazione. Le procedure di lavaggio possono anche essere eseguite per accelerare il processo di guarigione.

Pericolo e possibili complicazioni

La pielonefrite è una delle conseguenze più comuni, ma non per questo meno pericolose. L'infezione si diffonde nella cavità degli organi superiori del sistema genito-urinario, colpisce i reni, contribuendo allo sviluppo del processo infiammatorio.

La mancanza di una terapia tempestiva ed efficace colpisce la struttura della vescica. I cambiamenti negativi si verificano nei tessuti, il che porta a una perdita di elasticità da parte delle pareti. In questo contesto, c'è una diminuzione delle dimensioni dell'organo, le sue funzioni e prestazioni principali sono significativamente ridotte. Di conseguenza, si sviluppa la cistite interstiziale. Questa è una forma cronica di patologia, che è accompagnata da dolore di grave intensità..

Le complicazioni nei bambini possono manifestarsi come reflusso vescico-ureterale. La malattia è caratterizzata dall'ingresso di urina nell'area dei reni. In una persona sana, esce attraverso l'uretra.

La patologia ha un impatto negativo sulla funzione riproduttiva. Se la malattia non viene curata in alcun modo e le misure necessarie non vengono prese in tempo, a una donna può essere diagnosticata l'infertilità.

Misure di prevenzione

Si consiglia ai pazienti di evitare l'ipotermia, seguire regolarmente le regole dell'igiene personale, utilizzando solo detergenti di alta qualità. Dovresti anche stabilire una dieta ottimale, escludendo cibi fritti, salati e grassi dalla dieta, bere una quantità sufficiente di acqua al giorno. L'inattività fisica, così come l'abbigliamento e la biancheria intima scomodi e attillati, influisce negativamente sulla circolazione del sangue nella regione pelvica, pertanto tali indumenti devono essere scartati. Al fine di prevenire il ripetersi della cistite, è necessario cercare prontamente l'aiuto di uno specialista.

Segni di cistite nelle donne: come determinare la malattia?

La cistite è una patologia caratterizzata dallo sviluppo di un processo infiammatorio che colpisce la parete della vescica a seguito dell'esposizione a microrganismi batterici.

La cistite statistica è una delle patologie urologiche più comuni. Le donne sono significativamente più inclini al verificarsi di questa infiammazione, a causa delle loro caratteristiche morfofisiologiche.

  1. Le ragioni per lo sviluppo della cistite nelle donne
  2. Fattori per lo sviluppo della cistite
  3. Le prime manifestazioni sintomatiche di cistite nelle donne
  4. Caratteristiche della sindrome del dolore nella cistite nelle donne
  5. La presenza di cellule del sangue e sangue nelle urine con cistite (sindrome da ematuria)
  6. Caratteristiche del decorso della cistite acuta e cronica nelle donne
  7. Cistite acuta
  8. Cistite cronica
  9. Diagnosi di cistite nelle donne
  10. Cistite nelle donne in gravidanza
  11. Cistite nelle ragazze
  12. Trattamento dell'infiammazione della vescica nelle donne
  13. Trattamento della cistite a casa
  14. Raccomandazioni dopo il trattamento
  15. Prevenzione della cistite tra donne e ragazze

Le ragioni per lo sviluppo della cistite nelle donne

La cistite è considerata una patologia polietiologica..

Gli agenti batterici possono entrare nella cavità vescicale in tre modi:

  1. Il percorso ascendente è attraverso l'uretra (uretra). Il ruolo principale in questa variante della penetrazione dei microrganismi appartiene alle caratteristiche anatomiche e morfologiche delle vie urinarie femminili: un'uretra corta e ampia, vicina all'ano e alla vagina.
  2. Il percorso discendente proviene dai reni. Questa opzione si sviluppa come un corso complicato di infiammazione renale, ad esempio - pielonefrite cronica.
  3. La via ematogena è l'opzione più rara, viene stabilita quando la cistite compare immediatamente dopo le malattie infettive trasferite o quando si trova un'altra fonte di infezione purulenta nel corpo femminile. Esiste anche una probabilità che la microflora batterica entri nella vescica a causa della presenza di anastomosi anatomiche (connessioni) tra i vasi linfatici dei genitali e della vescica, a condizione che si verifichino cambiamenti infiammatori in quanto sopra..

L'agente eziologico più comune del processo infiammatorio della vescica è E. coli (in 4 casi su 5, che è associato alle suddette caratteristiche anatomiche e morfologiche e alla presenza di questa microflora nell'intestino).

Meno comunemente, la cistite è associata a microrganismi stafilococcici, streptococchi ed enterococchi. I bastoncelli Gram-negativi causano infiammazione della vescica a causa di interventi strumentali e chirurgici.

Recentemente è aumentata l'incidenza della cistite associata a microrganismi fungini, protozoi e virus.

La semplice introduzione di microrganismi infettivi non è sufficiente per lo sviluppo di una risposta infiammatoria a tutti gli effetti nella vescica, perché il corpo ha meccanismi di resistenza all'azione della flora patogena.

Fattori per lo sviluppo della cistite

Pertanto, oltre al fattore eziologico, fattori come sono coinvolti nella formazione della cistite:

  • disturbo della funzione emodinamica (circolazione sanguigna) degli organi pelvici e, in particolare, della vescica;
  • disturbo della funzione escretoria della vescica (ristagno di urina);
  • oppressione di vari legami immunitari del corpo (mancanza di vitamine, esposizione a basse temperature, stress, aumento della fatica, ecc.);
  • gli effetti nocivi degli agenti biochimici e dei prodotti metabolici che vengono escreti nelle urine sulla struttura della parete vescicale;
  • esposizione ai raggi X;
  • inosservanza dell'igiene degli organi genitali esterni e del sesso promiscuo;
  • patologie del tratto gastrointestinale, in presenza della quale la microflora si accumula e aumenta la sua attività, entrando successivamente nel tratto urinario;
  • cambiamenti regolari nel metabolismo ormonale, che porta a una mancanza di tono nell'uretra e crea migliori condizioni per l'infezione.

Le prime manifestazioni sintomatiche di cistite nelle donne

Per la clinica della cistite acuta in una donna, sono caratteristici un inizio improvviso e un complesso sintomatico pronunciato:

  • La comparsa di minzione frequente (pollachiuria), che è caratterizzata da una frequenza di almeno una volta ogni 60 minuti e piccoli volumi di urina; con lo sviluppo di frequenti urgenze, i pazienti diventano incapaci di controllare e trattenere l'urina;
  • La disuria (disturbo urinario) è accompagnata da dolore nella regione ipogastrica (basso addome). Con lo sviluppo del grado del processo infiammatorio nella parete della vescica, questi sintomi progrediscono: più si sviluppa, più spesso si verifica la voglia di urinare e più intenso è il dolore;
  • Prurito alle vie urinarie che si manifesta durante l'atto di minzione. Si sviluppa a seguito dell'esposizione alla mucosa delle vie urinarie di prodotti metabolici di microrganismi che hanno causato l'infiammazione della vescica;
  • La comparsa di gocce di sangue alla fine dell'atto di minzione;
  • La comparsa di torbidità delle urine, che è causata dall'ingresso di un gran numero di cellule del sangue (leucociti ed eritrociti), microflora batterica, cellule dell'epitelio superficiale della parete interna della vescica;
  • Per tali pazienti, un cambiamento nelle condizioni generali non è caratteristico. Gli indicatori di temperatura dei pazienti sono caratterizzati da numeri normali o leggermente aumentati (subfebrili). Gli scienziati attribuiscono questo al fatto che la mucosa della vescica praticamente non assorbe i prodotti metabolici dei microrganismi, che, una volta nel sangue, di solito portano all'intossicazione del corpo e allo sviluppo di sintomi caratteristici dell'infiammazione.

La connessione tra i sintomi improvvisi e la precedente ipotermia del corpo della donna è importante. I fenomeni di infiammazione acuta possono talvolta essere osservati per 2-3 giorni e scomparire da soli senza l'uso della terapia.

Caratteristiche della sindrome del dolore nella cistite nelle donne

I pazienti con cistite acuta hanno vari gradi di sindrome del dolore:

  • Con un decorso lieve del processo infiammatorio, i pazienti avvertono una leggera gravità o dolore nell'addome inferiore. Un lieve dolore alla fine dell'atto di minzione accompagna una moderata pollachiuria. Con l'ulteriore sviluppo del processo infiammatorio, aumenta l'intensità del dolore. Nel periodo successivo, questa sindrome accompagna l'inizio o l'intero atto della minzione. Il dolore nella regione sovrapubica diventa estraneo all'atto e diventa quasi permanente, è accompagnato da una palpazione molto dolorosa sulla proiezione della vescica.
  • In una situazione in cui si è sviluppata una cistite grave, i pazienti devono urinare almeno 2-3 volte all'ora, che è accompagnata da una significativa sindrome del dolore e dalla comparsa di sanguinamento dall'uretra alla fine dell'atto. Il dolore peggiora notevolmente la qualità della vita del paziente, perché non scompare durante il giorno.

La presenza di cellule del sangue e sangue nelle urine con cistite (sindrome da ematuria)

Quando un processo infiammatorio si sviluppa nelle pareti della vescica, colpisce aree di tessuto vicino alla confluenza degli ureteri e all'uscita dell'uretra. Il tessuto si allenta e sanguina.

Ciò si manifesta con la comparsa di micro e macroematuria (o sangue) nelle urine, che si osserva spesso alla fine dell'atto della minzione (ematuria terminale).

Una delle forme più gravi di cistite acuta è considerata emorragica. Questo tipo di infiammazione si verifica con una significativa penetrazione dei globuli rossi (eritrociti) dal flusso sanguigno delle arterie di alimentazione nella cavità vescicale..

Questa opzione è possibile in caso di aumento della permeabilità delle pareti dei vasi sanguigni (una condizione con anemia, carenza vitaminica, disturbi nel lavoro del sistema di coagulazione del sangue) o danni alle pareti sopra da parte di cellule batteriche (di solito flora streptococcica). Gli eritrociti intrappolati nella cavità della vescica colorano l'urina di un colore sanguigno.

Caratteristiche del decorso della cistite acuta e cronica nelle donne

Cistite acuta

Riassumendo le informazioni di cui sopra, è possibile distinguere un forte inizio della malattia specifica per la cistite acuta e la presenza di un certo complesso di sintomi:

  • minzione frequente in piccole porzioni,
  • sindrome del dolore di varia natura,
  • prurito associato all'atto della minzione,
  • la comparsa di gocce di sangue alla fine dell'atto,
  • condizione generale invariata di una donna.

Con una diagnosi corretta e tempestiva, la condizione patologica viene curata entro 6-10 giorni. In assenza di miglioramento dopo il 15 ° giorno del decorso della malattia, vale la pena pensare alla cronicità dei cambiamenti infiammatori.

Oltre all'emorragico, ci sono altre due forme del complicato decorso della cistite acuta:

  • Gangrenoso. La forma cancrenosa è rara e si verifica a causa di una violazione dell'afflusso di sangue o dell'innervazione della vescica. Clinicamente, tale cistite si manifesta con difficoltà a urinare, accompagnata da dolore, alta temperatura corporea, dolore nella regione sacrale. Il processo è estremamente pericoloso con lo sviluppo di complicazioni formidabili come la peritonite e richiede un'azione tempestiva in relazione al trattamento.
  • Flegmonous. La forma flemmonosa si manifesta con una significativa intossicazione del corpo, alta temperatura corporea ed è accompagnata dal rilascio di una piccola quantità di urina (oliguria). Con un corso così complicato, l'urina acquisisce un odore putrido, un carattere torbido, scaglie di formazioni di fibrina, impurità del sangue.

La durata del corso di patologia in caso di sviluppo di forme complicate aumenta in modo significativo.

C'è un'altra forma di cistite: interstiziale. È caratterizzato dall'infiammazione di tutte le membrane urinarie. La clinica è dominata da un forte aumento della minzione, che raggiunge fino a 180 volte al giorno, reclami attivi di forte dolore nella regione ipogastrica durante il riempimento della vescica e la sua regressione dopo l'atto della minzione. La capacità della vescica è significativamente ridotta, a seguito della quale si verificano i suddetti sintomi.

Cistite cronica

La cistite cronica, a differenza di quella acuta, si presenta estremamente raramente come patologia primaria e nella maggior parte dei casi è una complicanza secondaria del decorso di patologie già esistenti della vescica, dei reni, dell'uretra.

Dato questo fatto, è necessario esaminare attentamente il corpo per la presenza dei suddetti cambiamenti patologici, nonché escludere o confermare l'origine specifica dei microrganismi: bacillo tubercolare, invasione di Trichomonas.

Clinicamente, la cistite cronica si manifesta come un decorso continuo con moderate differenze nei reclami e nell'analisi clinica delle urine, o sotto forma di patologia ricorrente con periodi di esacerbazione (simile alla clinica della cistite acuta) e completa regressione (con l'assenza di qualsiasi manifestazione del processo patologico).

Pertanto, le manifestazioni oggettive della cistite cronica corrispondono a quelle nel processo acuto. Sono correlati alle proprietà protettive generali del corpo, all'eziologia dell'agente batterico che ha causato il processo infettivo e alla gravità dell'infiammazione. Dolore, minzione frequente, prurito, presenza di sangue e torbidità delle urine sono meno pronunciati con un decorso costante e corrispondono a un processo acuto con un decorso ricorrente di cistite cronica.

A causa della sconfitta della reazione infiammatoria della mucosa, dell'edema di tutti gli strati della parete urinaria e dell'aumento della pressione intravescicale, vengono create tutte le condizioni per la formazione del reflusso vescico-ureterale, ad es. rilanciare il fluido dalla vescica nell'uretere (collega i reni e la vescica).

Diagnosi di cistite nelle donne

Il medico-urologo si occupa della verifica della diagnosi e della nomina della terapia per la cistite.

Per diagnosticare correttamente la patologia infiammatoria, è necessario registrare chiaramente i reclami della paziente e la sua anamnesi (che ha preceduto lo sviluppo della patologia).

Le manifestazioni cliniche sono abbastanza specifiche e possono indicare immediatamente la presenza di questa malattia, tuttavia, è necessario eseguire attentamente la diagnostica differenziale tra tutti i tipi di cistite, nonché da altre patologie della vescica e malattie degli organi addominali.

Dall'anamnesi saranno utili i dati sugli stress e gli effetti delle basse temperature, i farmaci assunti, nonché altre lesioni localizzate negli organi pelvici e nel sistema genito-urinario.

Dopo aver chiarito i reclami e l'anamnesi, un esame delle urine clinico (generale) può aiutare a verificare la diagnosi: rivelerà un aumento dei livelli di globuli bianchi e rossi (leucociti ed eritrociti, rispettivamente).

Per identificare il tipo di microrganismo batterico che ha causato il processo infiammatorio, l'urina viene coltivata su speciali terreni nutritivi, che possono essere successivamente utilizzati per selezionare il farmaco antibatterico più efficace.

Prima di raccogliere l'urina per l'esame batteriologico, è necessario trattare qualitativamente l'area degli organi genitali esterni con una soluzione antisettica. La cistoscopia in presenza di una reazione infiammatoria acuta è controindicata.

Cistite nelle donne in gravidanza

Eventuali cambiamenti patologici nel corpo femminile durante la gravidanza sono accompagnati da un certo rischio per il feto..

Inoltre, la futura mamma instabile e persino labile dallo stress non solo sperimenta il disagio della malattia stessa, ma si preoccupa anche per la salute del nascituro.

Durante la gravidanza, il metabolismo ormonale di una donna cambia, a seguito del quale la sua immunità diminuisce significativamente.

Questo fatto è il prerequisito più importante per lo sviluppo del processo infiammatorio..

La microflora batterica, penetrando nella cavità vescicale, non subisce una resistenza significativa da parte delle cellule immunitarie e si forma un focolaio infiammatorio. I sintomi della cistite nelle donne in gravidanza corrispondono alla clinica sopra descritta di infiammazione acuta.

Pertanto, data la vulnerabilità del corpo femminile durante la gravidanza agli effetti dei microrganismi, l'ostetrico-ginecologo deve monitorare attentamente le condizioni dei pazienti, mentre la donna incinta stessa dovrebbe contattare un medico se si verificano violazioni..

È pericoloso eseguire manipolazioni mediche nel primo periodo postpartum, perché c'è un tono diminuito dell'uretra e cambiamenti nella mucosa della vescica. I sintomi sono dominati da una ridotta funzionalità urinaria, dolore alla fine dell'atto, urina possibilmente torbida.

Cistite nelle ragazze

È statisticamente notato che le ragazze in età scolare e prescolare sono più suscettibili ai processi infiammatori nella vescica rispetto agli altri bambini..

Gli scienziati attribuiscono questo a una serie di fattori:

  • Oltre alle caratteristiche morfofisiologiche, durante questo periodo la funzione ormonale delle ovaie non si è ancora formata nelle ragazze, il sistema immunitario non funziona come nei bambini più grandi e negli adulti..
  • In parte, l'aumento della morbilità a questa età è dovuto a un'igiene impropria o insufficiente degli organi genitali esterni dovuta ai genitori del bambino (in tenera età), o alla mancanza di capacità di cura nelle ragazze.
  • Lo sviluppo di cistite acuta nelle ragazze durante la pubertà e dopo può essere associato alla deflorazione dell'imene, nel qual caso si parla di cistite da deflorazione. In tenera età, quando l'urina entra nella mucosa vaginale, in quest'ultima si verifica una reazione infiammatoria, che porta poi al reflusso della microflora nella cavità vescicale, formando così un circolo vizioso.

Le manifestazioni cliniche dell'infiammazione acuta della vescica urinaria nelle ragazze sono:

  • Minzione frequente, accompagnata da dolore all'addome. Tali impulsi sono caratterizzati da imperatività, a seguito della quale si sviluppa una falsa incontinenza urinaria. Questo problema si manifesta molto spesso tra i 6 ei 13 anni, mentre le ragazze non hanno sempre il tempo di andare in bagno. La patologia viene completamente curata entro 3-4 giorni con l'aiuto di farmaci antibatterici correttamente selezionati.
  • La cronologia del processo infiammatorio è più pericolosa, il che richiede una diagnosi approfondita per lo sviluppo di complicanze. Questo tipo di cistite è clinicamente espresso dalla minzione frequente e dalla presenza di dolore nella regione lombare e nell'addome. Inoltre, le condizioni generali dei bambini sono disturbate e la temperatura corporea aumenta. Le complicanze di questo processo infiammatorio sono lo sviluppo dell'infiammazione dei reni, dell'uretra.
  • Quando l'uretrite si verifica in un bambino, può formarsi un reflusso patologico di urina dall'uretra nella vescica, che porterà a una ricaduta della malattia o al peggioramento di una patologia esistente. Questa complicanza è chiamata reflusso e si sviluppa a causa della turbolenza nel flusso di urina nelle sezioni terminali delle vie urinarie. Inoltre, l'uretrite è pericolosa restringendo il lume dell'uretra, che in futuro causerà difficoltà quando si cerca di urinare.
  • È stato riscontrato che nelle ragazze con un decorso ricorrente di infiammazione cronica della vescica, l'ingresso di urina sulla mucosa vaginale provoca un processo infiammatorio. Successivamente, la microflora di quest'area ricade nell'uretra, il che porta alla sconfitta simultanea della vescica, dell'uretra e della vagina. Queste complicazioni richiedono un trattamento complesso con i gruppi più efficaci di farmaci antibatterici..

Trattamento dell'infiammazione della vescica nelle donne

Quando si sceglie una serie di misure terapeutiche per curare qualsiasi patologia, prima di tutto è necessario determinare il regime e la dieta. Pertanto, nella cistite acuta, il paziente necessita di cure ambulatoriali, ad eccezione dei casi complicati in cui il ricovero è inevitabile..

La terapia dietetica prevede un aumento dell'assunzione di liquidi per aumentare la produzione di urina (si consiglia di bere molta acqua e / o tè non zuccherato), l'esclusione di piatti che hanno un effetto irritante sulle mucose (piccanti, salate, condite) e alcol. La dieta dovrebbe essere dominata da prodotti vegetali e acido lattico.

Quando si tratta la cistite nelle donne, è necessario utilizzare 3 tipi principali di terapia farmacologica:

  • etiotropico,
  • patogenetico
  • sintomatico.

Dai nomi di ciascuno dei tipi di trattamento, diventa chiaro quali fattori nello sviluppo della malattia sono influenzati.

Il primo stadio è la scelta della terapia etiotropica - impatto sull'agente eziologico della malattia.

Per questo, i farmaci antibatterici del gruppo dei nitrofurani (Furagin) o dei fluorochinoloni (Ciprofloxacina) sono prescritti secondo la prescrizione del medico curante. Quando viene identificato uno specifico agente eziologico del processo infiammatorio, vengono selezionati i farmaci appropriati (antivirali, antimicotici).

Nel caso di uno studio batteriologico delle urine del paziente, è possibile selezionare l'antibiotico più efficace in una specifica situazione con la sua ulteriore prescrizione.

Per condurre una terapia patogenetica e sintomatica, vengono prescritti vari gruppi di farmaci:

  • farmaci antinfiammatori non steroidei (Nimesulide, Ketolorak) - sono indicati in presenza di dolore costante nel paziente, agiscono rapidamente e influenzano anche il grado del processo infiammatorio;
  • antispastici (compresse No-Shpa, papaverina) - aiutano a fermare gli attacchi di sindrome da dolore grave;
  • M-anticolinergici (Spazmex, Driptan) - aiutano a ridurre la frequenza della minzione;
  • immunomodulatori (Uro-Vaxom): migliorano le proprietà protettive del corpo della donna.

Trattamento della cistite a casa

Oltre all'uso di droghe, nel trattamento della cistite nelle donne, dovrebbero essere usati rimedi popolari sotto forma di decotti, che vengono preparati a casa e hanno proprietà immunomodulanti pronunciate:

  1. Il mirtillo rosso è usato per trattare tutti gli organi del sistema urinario, compresa la cistite. Per preparare il prodotto, prendi 1 cucchiaio di bacche di mirtillo rosso e versa 1 bicchiere d'acqua riscaldata a ebollizione. Successivamente, la miscela viene infusa per almeno 1 ora. Si prescrive di bere mezzo bicchiere prima dei pasti 3 volte al giorno. Può essere utilizzato anche sotto forma di preparati erboristici, costituiti da 3 parti delle foglie del mirtillo rosso vero e proprio, 2 parti ciascuna di violetta, dente di leone, salvia. Alla raccolta viene aggiunta 1 parte del rizoma di marshmallow, camomilla e menta. Nel contenitore, la miscela viene riempita con acqua calda e infusa per almeno 1 ora. Il prodotto finito viene preso 2 cucchiai fino a 8 volte al giorno.
  2. La coda di cavallo ha anche un effetto benefico nel trattamento della cistite. La ricetta per la preparazione è semplice: aggiungi 2 tazze di acqua bollente a 2 cucchiai di equiseto, insisti per 1 ora e consuma questo volume durante il giorno.

Il trattamento della cistite cronica consiste principalmente nell'eliminazione della patologia che ha causato il processo cronico. La terapia antibiotica è prescritta per l'esacerbazione della malattia e solo dopo aver determinato il tipo di agente patogeno.

In molti casi è indicata la fisioterapia, come l'esposizione alle radiazioni laser. Rilevante è l'uso di decotti alle erbe per aiutare a curare la cistite, ma solo dopo aver escluso le patologie renali.

La prognosi dopo il trattamento della cistite acuta è favorevole. Con un trattamento tempestivo avviato, la patologia passa rapidamente e il recupero avviene con la completa estinzione dei sintomi. Se una donna soffre di infiammazione cronica, è necessario un trattamento complesso con l'eliminazione di tutti i possibili fattori predisponenti per lo sviluppo dell'esacerbazione.

Raccomandazioni dopo il trattamento

A seconda dell'età della donna (ragazza), delle cause di insorgenza e dei fattori predisponenti, si consiglia ai pazienti di seguire responsabilmente, ad eccezione dell'impatto dei precedenti colpevoli nello sviluppo del processo infiammatorio:

  • È necessario per il mese successivo al recupero utilizzare decotti alle erbe e seguire la dieta prescritta.
  • Quando compaiono i primi segni di cistite, cerca di rimanere a casa a riposo a letto.
  • In caso di cistite cronica, è necessario ridurre il più possibile tutti i fattori che portano allo sviluppo di una esacerbazione del processo.

Prevenzione della cistite tra donne e ragazze

Per prevenire questa malattia infiammatoria è necessario:

  • Sottoponiti a esami regolari e identifica prontamente tutti i problemi medici.
  • È importante eliminare i fattori di stress e la stretta aderenza al regime termico (nessuna esposizione prolungata alle basse temperature).
  • Una donna deve mantenere l'igiene, per questo è sufficiente cambiare regolarmente la biancheria intima e almeno un lavaggio degli organi genitali esterni al giorno..
  • Va ricordato che la chiave del successo nella prevenzione di molti cambiamenti patologici è il rafforzamento del sistema immunitario in vari modi, uno dei quali è il farmaco.

Pertanto, la cistite è una malattia molto comune, ma facile da diagnosticare. Esistono cause e fattori ben studiati che predispongono allo sviluppo di un processo infiammatorio patologico..

È necessario ricordare l'importanza di una visita tempestiva dal medico al fine di prevenire lo sviluppo di un processo cronico (se non è secondario), nonché una serie di gravi complicazioni, alcune delle quali pericolose per la vita del paziente..

La cistite acuta chiaramente differenziata e rilevata precocemente richiede la nomina di un semplice schema di eradicazione della terapia antibiotica, trattamento patogenetico e sintomatico situazionale, stretta aderenza alla dieta e al regime stabiliti.

Se si osservano tutte le raccomandazioni e gli appuntamenti di cui sopra, la prognosi per la vita e la capacità lavorativa è favorevole..