Decodifica degli ultrasuoni degli organi addominali

9 minuti Autore: Irina Bredikhina 629

  • Scopo dell'ecografia addominale
  • Indicatori normali di organi e deviazioni OBP
  • Cosa fare dopo la diagnosi
  • Video collegati

Interpretare i risultati di molti studi non è facile e richiede un'elevata professionalità. E con le procedure diagnostiche volte a studiare più organi contemporaneamente, diventa ancora più difficile descrivere correttamente i materiali ricevuti..

È un tale evento che viene considerata la decodifica di un'ecografia della cavità addominale. Affinché il medico curante possa sviluppare la strategia terapeutica più appropriata basata sui materiali dell'esame, ogni organo deve essere attentamente esaminato dal diagnostico. E la sua conclusione dovrebbe contenere tutte le informazioni necessarie sullo stato degli organi esaminati..

Scopo dell'ecografia addominale

L'ecografia degli organi della cavità addominale (ABP) consente di rilevare quasi tutte le patologie conosciute che si verificano nella regione addominale. Nel processo di diagnostica vengono valutate le dimensioni, la struttura degli organi e la loro posizione. L'immagine, realizzata utilizzando onde ultrasoniche, permette di identificare la presenza di processi infiammatori e lo stato dei flussi sanguigni localizzati nel peritoneo.

Questa procedura viene spesso eseguita durante gli esami medici preventivi annuali per rilevare le malattie in una fase precoce. Ma nella maggior parte dei casi, il medico curante invierà un esame ecografico se il paziente si lamenta della presenza di sintomi, come ad esempio:

  • dolori doloranti, taglienti, pressanti nell'addome e nella parte bassa della schiena;
  • un aumento della temperatura, non associato a raffreddori;
  • sapore sgradevole in bocca, amarezza, diminuzione dell'appetito;
  • sensazione di pesantezza e disagio dopo aver mangiato;
  • intolleranza ai cibi grassi, singhiozzi frequenti;
  • gonfiore, eccessiva formazione di gas;
  • perdita di peso di eziologia inspiegabile;
  • giallo della pelle.

Uno o più dei suddetti sintomi indicano al medico la presenza di una malattia del tratto gastrointestinale (tratto gastrointestinale), localizzata nella cavità addominale. Quando si esegue la diagnostica ecografica, il sonologo ha l'opportunità di studiare in dettaglio ciascuno degli organi e identificare i cambiamenti patologici, come i processi infiammatori e oncologici, nonché la formazione di calcoli (pietre).

Lo svantaggio di questa tecnica è l'impossibilità di studiare i disturbi funzionali, ma consente di indagare qualitativamente la struttura:

  • fegato;
  • milza;
  • cistifellea;
  • pancreas;
  • sistema urinario (secondo le indicazioni);
  • linfonodi e vasi sanguigni della cavità addominale.

A volte, se necessario, vengono esaminati anche gli organi pelvici: nelle donne - l'utero, le tube di Falloppio e le ovaie, e negli uomini - la ghiandola prostatica e le vescicole seminali. Organi cavi: lo stomaco e l'intestino, di regola, non sono soggetti a studi dettagliati, poiché durante questa procedura le loro condizioni non possono essere valutate. L'unica cosa che può essere rilevata con gli ultrasuoni è l'accumulo di liquido nell'area dell'intestino tenue o crasso..

Al termine dell'esame e redatto un protocollo, al paziente viene consegnato un documento con una decrittazione completa di tutti i dati ricevuti. Nella conclusione, sono indicate le norme per ciascuno degli organi esaminati e accanto a loro sono gli indicatori di un particolare paziente. Il modulo con i risultati viene fornito al medico curante per il confronto con il quadro clinico e la nomina di ulteriori misure di trattamento. Se gli indicatori del paziente corrispondono alla norma, il protocollo indicherà che l'ABP è invariato.

Indicatori normali di organi e deviazioni OBP

Il protocollo di studio prescrive le norme dell'ecografia addominale, indicando distinzioni di età e sesso, in modo che anche il paziente stesso possa vedere eventuali incongruenze nella sua forma.

Fegato e cistifellea

A causa dello stretto contatto e dell'interazione, questi due organi vengono esaminati quasi contemporaneamente e sempre insieme. La maggior parte delle malattie di questi due organi sono correlate e una parte significativa della popolazione non solo nel nostro paese ne soffre. Pertanto, il fegato e la cistifellea sono sottoposti allo studio più scrupoloso..

Gli indicatori normali delle dimensioni di un filtro naturale - il fegato per un adulto sono:

  • lobo destro: fino a 5 cm di lunghezza, 12–13 cm di spessore;
  • lobo sinistro: altezza fino a 10 cm, spessore fino a 7 cm;
  • dimensione verticale obliqua - fino a 15 cm.

Se i materiali diagnostici indicano una maggiore ecogenicità del tessuto epatico, allora si comprende che questo organo è caratterizzato da un aumento della capacità di riflettere le onde ultrasoniche. Questo fenomeno è tipico dell'epatosi: cambiamenti nella qualità e quantità delle cellule adipose del fegato. Negli stadi estremi di questa malattia, gli ultrasuoni non sono in grado di rilevare i vasi epatici.

Le dimensioni eccessive del fegato e la presenza di liquido in esso nella maggior parte dei casi indicano lo sviluppo della cirrosi. In questo caso, viene visualizzata l'espansione dei vasi venosi (in particolare la vena porta), la forma ei contorni del fegato cambiano. Se l'ecografia dell'OBP rileva un aumento dei parametri epatici, l'adozione dei suoi contorni arrotondati e l'espansione della grande vena cava, al paziente viene chiesto di inalare e se il diametro del vaso non diminuisce, è probabile la presenza di malattie polmonari e cardiache.

Cambiamenti strutturali nel fegato in diverse aree di diversa natura possono essere la prova del verificarsi di diversi processi patologici. Questo è osservato nel cancro, nelle formazioni cistiche e negli ascessi. Parallelamente al fegato, viene studiata anche la cistifellea. La norma di questo organo e dei suoi dotti in un adulto sano ha le seguenti caratteristiche:

  • forma: rotonda, ovale o a pera;
  • dimensioni: larghezza - 3–5 cm, lunghezza - 6–10 cm;
  • pareti: lisce, senza alterazioni e crescite;
  • lo spessore delle pareti dell'organo stesso - 4 mm.

Se ci sono aree nella cistifellea - escrescenze, la diagnostica ecografica le mostrerà sotto forma di ombre. Tali cambiamenti spesso indicano la presenza di calcoli nella cavità dell'organo. Le neoplasie oncologiche possono anche essere visualizzate come escrescenze attaccate alle pareti della vescica. Sulla base dei risultati ottenuti, uno specialista esperto può determinare la natura (buona o maligna) e la dimensione della patologia formata.

Quando si esamina con gli ultrasuoni, è possibile rilevare i sintomi dei processi infiammatori nell'organo. Ciò è indicato da una diminuzione o aumento delle sue dimensioni, nonché dalla compattazione delle pareti. Tali cambiamenti indicano lo sviluppo della colecistite acuta. Nel decorso cronico della malattia, durante la procedura, viene visualizzata la compattazione delle pareti e dei contorni, mentre questi ultimi hanno confini chiaramente definiti..

In caso di infiammazione combinata con la formazione di calcoli, che si chiama colecistite calcarea, con l'aiuto degli ultrasuoni, vengono visualizzati i bordi irregolari dei bordi della vescica e le ombre da essi. Tra le altre cose, la procedura consente di diagnosticare una condizione pericolosa per la salute umana, caratterizzata dalla presenza di liquido - ascite. Ciò indica lo sviluppo di peritonite (infiammazione del peritoneo) e richiede assistenza chirurgica urgente. Un altro caso che richiede un intervento chirurgico urgente è un blocco del dotto biliare con tartaro..

Pancreas

L'esame di questo organo aiuta a rilevare la presenza di processi infiammatori e oncologici in esso. Gli indicatori normali del pancreas in un adulto sono:

  • testa - fino a 3,5 cm,
  • corpo - fino a 2,5 cm,
  • coda - fino a 3 cm,
  • contorni - lisci,
  • struttura - omogenea,
  • ecogenicità sufficiente,
  • mancanza di accumulo,
  • diametro del condotto della ghiandola - 1,5–2 mm.

Una bassa ecogenicità (capacità della ghiandola insufficiente) indica pancreatite acuta - infiammazione del pancreas. Nella forma cronica della malattia, l'organo si ingrandisce e l'espansione del suo condotto viene visualizzata con gli ultrasuoni. Il volume della ghiandola è il criterio principale che determina le sue condizioni. Con le neoplasie, di regola, c'è un aumento irregolare delle dimensioni della ghiandola. Se ci sono aree nell'immagine che differiscono dal tessuto di cui è costituita la ghiandola nella struttura, si può concludere che ci sono ascessi, formazioni cistiche o tumori.

Milza

Con la diagnostica ecografica, le patologie di questo organo vengono rilevate raramente e la milza stessa è raramente colpita da malattie. I seguenti sono considerati parametri normali per questo:

  • lunghezza - 10-12 cm;
  • larghezza - 5 cm;
  • spessore - 5 cm;
  • struttura - omogenea;
  • la vena non esce dal cancello dell'organo.

Una milza ingrossata, rilevata dagli ultrasuoni, indica malattie del fegato o degli organi ematopoietici, nonché infezioni, comprese quelle parassitarie. Quando si trovano aree compattate, si conclude sulla presenza di un infarto della milza, che può verificarsi con lividi o intasamento dei vasi venosi da un trombo. Nel corso degli studi ecografici, è possibile diagnosticare la rottura della milza dovuta a lesioni traumatiche, il suo pronunciato spostamento, che ha il secondo nome "milza errante". Inoltre, diventa disponibile per uno specialista per monitorare anomalie congenite, sottosviluppo degli organi o presenza di lobi aggiuntivi.

Sistema urinario

Secondo alcune indicazioni, durante l'esame della cavità addominale, può essere eseguito anche un esame ecografico degli organi urinari. Si trovano nello spazio retroperitoneale e il loro studio non richiede alcuna misura aggiuntiva per il medico, ma il paziente deve avere una vescica piena al momento dello studio. La norma per i reni è:

  • larghezza - 5–6 cm;
  • lunghezza - 11 cm;
  • spessore - 4–5 cm;
  • parenchima (conchiglia) - circa 2,3 cm.

Allo stesso tempo, nello stato normale, durante la procedura, non vengono visualizzate inclusioni o aree alterate negli ureteri e nella pelvi renale. Per determinare la presenza di calcoli, è necessario esaminare la vescica: la diagnostica ecografica consente di determinare facilmente il numero e la dimensione dei calcoli. I maschi anziani sono caratterizzati dalla formazione di calcoli nella cavità vescicale stessa - ciò è dovuto a problemi con il deflusso dell'urina, il più delle volte a causa di malattie della prostata.

In questo caso, la descrizione dei risultati indicherà che ci sono calcoli primari. Questo non è un segno di urolitiasi. Se nella descrizione stiamo parlando di calcoli secondari, questa è una conferma diretta dell'urolitiasi. Cioè, le pietre si sono formate nei reni e già attraverso il tratto urinario sono entrate nella cavità della vescica. Con lo sviluppo di processi infiammatori nella vescica durante gli ultrasuoni, le sue pareti vengono visualizzate come ispessite

Vasi sanguigni e linfonodi

Riferimento. La tecnica ecografica standard non ha lo scopo di esaminare a fondo il flusso sanguigno ABP. Per questo, vengono utilizzati altri metodi, come l'ecografia Doppler e l'angiografia. L'esame ecografico consente di valutare lo stato dei grandi vasi dell'aorta addominale, del portale e della vena cava inferiore. Sembra possibile che la diagnosi identifichi gli aneurismi - aree assottigliate dei vasi sanguigni che possono causare la rottura della parete e portare a sanguinamento interno.

Durante la procedura, lo specialista determina la dimensione dei vasi del peritoneo, che normalmente sono:

  • aorta - 2–2,5 cm;
  • vena cava inferiore - 2,5 cm;
  • arteria splenica - 1–4 mm;
  • vena splenica - 5 mm.

Se gli indicatori di cui sopra non si discostano dalla norma, non sono raccomandate ulteriori misure diagnostiche, altrimenti vengono eseguite anche l'ecografia Doppler o l'angiografia. A proposito dei linfonodi, possiamo dire quanto segue: in una persona sana non sono ingranditi e non sono determinati durante la diagnosi.

Se i materiali ad ultrasuoni indicano la loro condizione aumentata, allora questo è un segno della presenza di infezione o di un processo tumorale maligno. Quando si esamina l'OBP di un bambino, vengono utilizzate tabelle speciali per valutare gli indicatori della norma e le possibili deviazioni corrispondenti a età, peso e sesso.

Cosa fare dopo la diagnosi

I pazienti devono essere consapevoli che il medico che esegue la procedura e interpreta i dati ottenuti fornisce solo una conclusione preliminare sullo stato degli organi esaminati. I materiali indicheranno tutte le deviazioni dalla norma individuate durante la diagnosi. Successivamente, la persona che ha subito la procedura va dal suo medico..

Il medico confronta i dati della ricerca e il quadro clinico generale delle condizioni del paziente, a seguito del quale effettua una diagnosi o, se necessario, prescrive metodi diagnostici aggiuntivi per ottenere i componenti mancanti. Il paziente non deve rifiutare ulteriori esami, poiché in seguito ciò può costargli caro in termini di salute.

Cosa mostra un'ecografia addominale??

L'ecografia del peritoneo è uno dei tipi di esami più popolari. Cosa dà un'ecografia dell'addome e cosa rivela il medico sullo studio?

La procedura viene eseguita a stomaco vuoto al mattino. Per diversi giorni prima dell'esame, il paziente dovrà limitarsi al cibo: a causa del fatto che i gas si accumulano nell'intestino, attraverso i quali non passano gli ultrasuoni, il risultato dell'esame può essere invisibile o errato. Alcol e bevande gassate, fagioli, cibi grassi, piccanti, salati e pane nero devono essere esclusi dalla dieta per 3 giorni.

Per pulire completamente l'intestino, i medici raccomandano di assumere un lassativo il giorno prima dell'esame. Inoltre, i preparati farmaceutici, ad esempio il carbone attivo, aiuteranno a sbarazzarsi dei gas. La mattina prima dell'esame, non dovresti fare colazione, fumare, bere acqua e succhiare lecca-lecca, in modo da non causare crampi allo stomaco e non ottenere un risultato distorto. È meglio avere fame per qualche ora piuttosto che ottenere una diagnosi sbagliata o un secondo rinvio per un'ecografia dell'addome.

Non è più necessaria una preparazione speciale per l'ecografia degli organi addominali, tranne, forse, per le procedure igieniche: prima dello studio, non sarà superfluo fare la doccia e indossare abiti puliti.

Ultrasuoni degli organi interni

L'ecografia degli organi addominali è una procedura piuttosto lunga, dura circa mezz'ora. Durante questo periodo, il sonologo esamina e valuta le condizioni degli organi interni del paziente nel loro insieme, le loro dimensioni, posizione, struttura e condizioni generali della cavità addominale. Un'ecografia mostrerà infiammazione addominale, dimensioni degli organi, fluido e tumori. La conclusione descrive sia i dati normali che quelli ottenuti. Non allarmarti se la dimensione effettiva degli organi è leggermente diversa dallo "standard": la posizione e le dimensioni degli organi dipendono dall'età, dal fisico e dalle caratteristiche del corpo del paziente. La trascrizione dell'ecografia potrebbe richiedere più tempo e verrà eseguita dal medico curante, non dall'ecografista.

Lo studio inizia con l'esame del peritoneo, cioè la membrana interna che riveste la cavità addominale. La sua infiammazione - la peritonite - è una delle malattie comuni che causano dolore addominale. Successivamente, il medico inizia a esaminare gli organi interni..

Apparato digerente

Include il fegato e la cistifellea, l'intestino, lo stomaco e il pancreas..

Il fegato è responsabile della scomposizione dei grassi e liberare il corpo dall'accumulo di sostanze nocive. Pertanto, ad esempio, quando si assumono farmaci potenti, i medici raccomandano di bere epatoprotettori, cioè farmaci che proteggono l'organo, migliorano il suo lavoro e rimuovono il veleno.

Le normali letture del fegato dovrebbero essere approssimativamente come segue:

  • La dimensione del lobo destro - fino a 12 cm, sinistra - fino a 7 cm;
  • Il diametro della vena porta è fino a 13 mm, la vena cava è fino a 15 mm;
  • Il diametro del dotto biliare è fino a 8 mm;
  • L'angolo del lobo destro non deve essere superiore a 75 gradi, l'angolo sinistro non superiore a 45.

I bordi dovrebbero essere dritti e croccanti. Il fegato dovrebbe avere una struttura altrettanto densa, senza foche e neoplasie. L'ecografia dovrebbe mostrare i vasi e i legamenti.

Di norma, lo stato della cistifellea viene descritto insieme ai dati sul fegato, poiché questi organi non si trovano solo nelle vicinanze nella cavità addominale, ma svolgono anche la stessa funzione: la bile, necessaria per la scomposizione dei grassi, che si verifica nel fegato, viene prodotta e immagazzinata in cistifellea. Malattie come la colecistite e la formazione di calcoli biliari sono associate al malfunzionamento della cistifellea..

Normalmente, questo organo dovrebbe avere i seguenti parametri:

  • Lunghezza - da 6 a 9 cm;
  • Larghezza - da 3 a 5 cm;
  • Spessore della parete dell'organo - fino a 4 mm;
  • Il bordo inferiore della vescica può sporgere dal bordo inferiore del fegato di 1 cm.

Inoltre, l'ecografia mostra la dimensione dei dotti della cistifellea attraverso i quali il fluido entra nel duodeno e nel fegato. Il diametro del dotto biliare non deve essere superiore a 6 mm, il diametro del dotto epatico non deve essere superiore a 5.

Il pancreas produce enzimi digestivi, insulina e glucagone. Il lavoro scorretto di questo organo è irto non solo di pancreatite e problemi di stomaco, ma anche della comparsa del diabete.

Un normale risultato del test per il pancreas dovrebbe essere qualcosa del genere:

  • Testa: non più di 32 mm;
  • Corpo - non più di 21 mm;
  • Coda: non più di 35 mm;
  • Dotto pancreatico - non più di 2 mm.

La struttura del pancreas dovrebbe essere omogenea e la densità dovrebbe corrispondere alla densità del fegato o essere leggermente superiore. I contorni dell'organo dovrebbero essere chiari. Come in altri casi, i contorni sfocati e le dimensioni aumentate indicano infiammazione ed edema dei tessuti. Durante l'esame ecografico saranno visibili anche cisti, tumori e calcoli nei dotti.

L'ecografia dell'intestino e dello stomaco viene eseguita raramente, poiché si tratta di organi cavi attraverso i quali gli ultrasuoni passano male, il che rende impossibile rilevare le lesioni della mucosa. Ma lo studio mostra la presenza di liquidi o corpi estranei nelle cavità, che possono essere utili per fare una diagnosi.

Milza e linfonodi

La milza, insieme ai reni e al fegato, è coinvolta nella purificazione del sangue. In questo organo vengono prodotti anticorpi, il sangue viene filtrato da batteri e protozoi e le sue cellule del sangue esaurite vengono distrutte.

I disturbi di questo organo sono meno comuni e non portano a conseguenze fatali come violazioni del fegato o del pancreas. In condizioni normali, l'organo sarà lungo circa 12 cm e largo 8 cm. Con l'infiammazione e la comparsa di neoplasie, le dimensioni dell'organo aumenteranno e la struttura dell'eco sarà eterogenea. Se l'interpretazione dei risultati ecografici indica che la milza è ingrossata, dovresti fare i conti con la tua salute: spesso l'infiammazione di questo organo indica una malattia infettiva o problemi di circolazione sanguigna. Se l'ecografia mostra una struttura dell'eco eterogenea, ciò potrebbe indicare la morte dei tessuti della milza.

Nella conclusione, vengono descritti il ​​numero di linfonodi esaminati e patologicamente alterati, la loro posizione, forma, dimensione e struttura interna. Come nel caso della milza, le patologie nei linfonodi spesso indicano malattie di altri organi..

Reni e ureteri

L'ecografia dei reni viene spesso prescritta separatamente dall'ecografia di altri organi. Questo studio aiuta a identificare anomalie nel funzionamento dell'organo, tumori, presenza di calcoli e altre malattie spiacevoli. I parametri renali normali dovrebbero essere qualcosa del genere:

  • La dimensione è 5 * 6 * 12 cm, lo spessore del parenchima, cioè il guscio esterno, è fino a 25 mm. Un rene può essere leggermente più grande dell'altro, ma non più di 2 cm;
  • La struttura è uniforme, i contorni sono netti, l'ecogenicità è a livello del fegato o leggermente inferiore;
  • Mobilità respiratoria - non più di 3 cm.

Insieme ai reni, il medico può esaminare gli ureteri e le ghiandole surrenali. Dovrebbero essere privi di neoplasie, pietre e sabbia..

Ultrasuoni dei vasi della cavità addominale

L'ecografia vascolare viene spesso eseguita in combinazione con la diagnostica Doppler, che consente di valutare non solo lo stato dei vasi, ma anche il flusso sanguigno in essi. L'ecografia viene eseguita parallelamente all'esame degli organi addominali, ovvero, insieme allo stato del tessuto, vengono valutate le condizioni dei vasi adiacenti e il livello di afflusso di sangue all'organo. Valutato separatamente:

  • Sistema venoso portale;
  • Arterie iliache;
  • Vena cava;
  • Arterie e vene del fegato, milza e altri organi.

Lo studio dei vasi della cavità addominale aiuta a diagnosticare più accuratamente, scoprire la causa della malattia e valutare le condizioni generali degli organi addominali del paziente.

Decifrare un'ecografia è un processo complesso e un medico dovrebbe affrontarlo. Spesso i pazienti che non hanno le conoscenze necessarie cercano di interpretare da soli i risultati dell'esame e, quando i risultati non rientrano nella norma, vanno nel panico. Solo un medico qualificato può interpretare correttamente i risultati, distinguere la malattia dalle caratteristiche del corpo e fare una diagnosi accurata..

Ecografia addominale: cosa mostra e come evitare errori diagnostici

L'esame ecografico (ecografia) della cavità addominale è un moderno metodo diagnostico ad alta tecnologia che consente di valutare lo stato degli organi interni e identificare una vasta gamma di malattie.

Ecografia addominale

"data-medium-file =" https://i0.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2017/07/UZI-bryushnoy-polosti.jpg?fit=450%2C300&ssl= 1? V = 1572898670 "data-large-file =" https://i0.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2017/07/UZI-bryushnoy-polosti.jpg?fit = 824% 2C550 & ssl = 1? V = 1572898670 "src =" https://i0.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2017/07/UZI-bryushnoy-polosti-824x550. jpg? resize = 790% 2C527 "alt =" ecografia della cavità addominale "width =" 790 "height =" 527 "srcset =" https://i0.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/ uploads / 2017/07 / UZI-bryushnoy-polosti.jpg? w = 824 & ssl = 1 824w, https://i0.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2017/07/UZI -bryushnoy-polosti.jpg? w = 450 & ssl = 1 450w, https://i0.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2017/07/UZI-bryushnoy-polosti.jpg? w = 768 & ssl = 1 768w, https://i0.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2017/07/UZI-bryushnoy-polosti.jpg?w=894&ssl=1 894w " dimensioni = "(larghezza massima: 790 px) 100 vw, 790 px" data-recalc-dims = "1" />

A differenza di altri metodi, l'ecografia consente di esaminare visivamente gli organi interni, studiarne le caratteristiche anatomiche, la struttura e determinare i processi infiammatori e le neoplasie senza danneggiare i tessuti del corpo. Uno specialista non deve sezionare la parete addominale per ottenere un'immagine obiettiva e affidabile sullo schermo del monitor. Ecco perché oggi l'ecografia addominale è il gold standard della diagnostica e una delle procedure mediche più popolari..

Come funziona l'ecografia addominale?

La diagnostica ad ultrasuoni funziona sul principio della riflessione delle onde ultrasoniche dai tessuti esaminati. Uno speciale ugello della macchina ad ultrasuoni invia onde ultrasoniche, che penetrano attraverso la parete addominale anteriore e vengono riflesse dai tessuti densi. Il risultato viene registrato e trasmesso allo schermo del monitor, che consente allo specialista, senza accesso diretto agli organi interni, di visualizzarli completamente. Le lesioni con una maggiore densità (neoplasie, calcoli) vengono visualizzate sullo schermo in aree bianche su sfondo scuro. Inoltre, l'apparato "vede" i contorni dell'organo, i cambiamenti nella sua struttura e posizione rispetto agli organi vicini.

Le informazioni generali rivelate dall'esame ecografico includono:

  • dimensione dell'organo;
  • struttura del tessuto;
  • posizione dell'organo;
  • la presenza di un'area di infiammazione;
  • la presenza o l'assenza di neoplasie;
  • deformazione o patologia dello sviluppo;
  • identificazione del fluido libero, che normalmente non dovrebbe essere.

Con tutto il contenuto informativo del metodo, la macchina ad ultrasuoni non è in grado di valutare lo stato funzionale degli organi. Ciò significa che con l'aiuto dei soli ultrasuoni, è impossibile affermare in modo inequivocabile se l'organo sta affrontando il carico su di esso o meno..

Le immagini ecografiche sono il risultato di tale diagnostica. Quando guardiamo le immagini finite ottenute dagli ultrasuoni, vediamo come i diversi organi e le loro parti sono dipinti in diversi colori e sfumature. Ciò è dovuto al fatto che i tessuti di diversa densità hanno proprietà diverse..

Come prepararsi per un'ecografia addominale?

Un'ecografia addominale viene eseguita a stomaco vuoto. La sera, è meglio rifiutare una cena abbondante, perché i gas accumulati nell'intestino non consentono il passaggio degli ultrasuoni. Ecco perché, alla vigilia, è anche importante rinunciare ai prodotti alimentari che contribuiscono all'aumento della produzione di gas: legumi, pane nero, cavoli, mele, ecc. Se il paziente è abituato a mangiare molto, è meglio prendere un lassativo il giorno prima dell'intervento..

Devi anche smettere di fumare, perché il fumo di sigaretta provoca spasmi intestinali e allo stomaco. Al mattino è vietato anche bere acqua, per non parlare di uno spuntino leggero. Qualsiasi deviazione dalle regole rischia di distorcere i risultati.

Caratteristiche della procedura

L'ecografia della cavità addominale viene eseguita in modo transaddominale, ad es. attraverso la parete addominale e non provoca alcun dolore o fastidio al paziente. Il paziente si sdraia sul divano ed espone la zona addominale. Lo specialista applica uno speciale gel a base d'acqua sulla pelle della parete addominale anteriore, progettato per garantire che non vi sia spazio d'aria tra il sensore del dispositivo e il corpo del paziente.

Inoltre, lo specialista che esegue la diagnostica applica il sensore sulla pelle e inizia a guidarlo sullo stomaco, mentre guarda l'immagine sullo schermo del monitor. Il paziente non avverte sensazioni insolite o spiacevoli..

L'interpretazione dei risultati può essere effettuata direttamente dallo specialista che esegue l'ecografia, oppure dal medico curante del paziente, che per fare una diagnosi basta guardare le immagini ed i risultati della misurazione.

Quali organi esaminano l'ecografia della cavità addominale?

Gli organi della cavità addominale includono stomaco, pancreas, milza, reni, uretere, vescica e vasi della cavità addominale. Puoi controllare come funziona uno di questi organi eseguendo un'ecografia della cavità addominale utilizzando un moderno apparato. Di conseguenza, valutando visivamente questi organi, è possibile determinare la presenza di cambiamenti patologici e fare una diagnosi accurata.

Il medico esamina ogni organo su un'ecografia per identificare un particolare problema.

Diagnosi del fegato mediante ecografia addominale

Il fegato è la ghiandola più grande del corpo, che tende ad accumulare tossine, quindi è spesso danneggiato in età abbastanza giovane. L'addome non consente al fegato di sporgere da sotto le costole. Il fegato è costituito da quattro lobi: destro, sinistro, quadrato e caudato, che è perfettamente visibile nel processo di diagnostica ecografica.

Il fegato è un organo piuttosto grande, quindi il medico esamina separatamente ciascun lobo su un'ecografia, studiandone il contorno, le dimensioni e la struttura. Normalmente, non dovrebbero esserci legamenti tra i segmenti del fegato. Vengono visualizzati in presenza di fluido libero. Inoltre, in un fegato sano, la vena epatica, le vene portali e i dotti biliari sono chiaramente visibili. Un organo sano ha contorni chiari, un guscio esterno liscio (capsula) e angoli acuti. Un aumento in uno dei segmenti indica lo sviluppo di un tumore, una dimensione ingrandita dell'intero fegato indica un'infiammazione. I dossi sulla superficie dell'organo parlano di patologia dello sviluppo e l'arrotondamento dei bordi dovrebbe sollevare sospetti di insufficienza epatica..

L'ecografia mostra la dimensione dell'organo: la lunghezza normale del fegato è di 14-18 cm (a seconda del sesso), il diametro della sezione trasversale è di 9-12 cm, il diametro dell'arteria epatica è di 6 mm.

I cambiamenti nell'ecogenicità del fegato indicano varie malattie:

  • Piccoli focolai di alterata densità di eco parlano di epatosi grassa (la malattia è tipica per le persone che conducono uno stile di vita sedentario e sono dipendenti da cibi dolci e grassi);
  • L'ecogenicità mista indica lo sviluppo della cirrosi epatica. Nella fase iniziale, è aumentato di dimensioni, nelle fasi successive degenera e diminuisce significativamente di volume;
  • Con la steatosi (accumuli di grasso sotto forma di gocce), l'ecogenicità aumenta se riflessa dalle aree adipose;
  • Con l'espansione dei dotti biliari, l'ecogenicità aumenta in modo significativo;
  • Se il fegato ha la tenia, sullo schermo vengono visualizzati una struttura reticolare e contorni sfocati;
  • La ridotta ecogenicità è caratteristica dell'infiammazione del fegato..

La violazione della struttura del fegato indica lo sviluppo di neoplasie. Possono anche essere descritti sulla base di un'ecografia.

Diagnosi della cistifellea mediante ecografia addominale

Uno specialista in diagnostica ecografica, contemporaneamente allo studio del fegato, descrive la cistifellea, perché questi sono organi complementari: la cistifellea produce la bile, che entra nel fegato e scompone i grassi. Normalmente, sullo schermo del monitor, l'organo ha una forma leggermente a pera con una lunghezza di 6-9 cm, una larghezza di 3-5 cm con uno spessore di parete fino a 4 mm.

Il diametro del dotto biliare attraverso il quale il fluido entra nel fegato non supera i 6 mm. Se i dotti sono dilatati, è probabile che il paziente abbia uno scarso flusso biliare. Rimane all'interno dell'organo e preme sulle sue pareti. Questo problema è irto di indigestione e forte dolore..

Sullo schermo della macchina ad ultrasuoni, una cistifellea sana ha contorni lisci e uniformi senza ispessimento. Uno spessore superiore a 4 mm indica un processo infiammatorio. Con la colecistite cronica, aumenta l'ecogenicità. Le aree con ecogenicità variabile indicano la presenza di sabbia nella cistifellea. Le pietre si muovono anche quando la posizione del corpo cambia e hanno una maggiore ecogenicità. Gli ultrasuoni li visualizzano come aree bianche. I polipi della mucosa della cistifellea hanno la stessa ecogenicità dell'organo stesso. Ma sono chiaramente visibili sullo schermo. Se sono superiori a 10 mm, vengono rimossi. In altri casi, osserva le dinamiche di crescita.

Diagnostica del pancreas mediante ecografia addominale

Con l'aiuto della diagnostica ecografica, vengono esaminati sia il corpo che la testa del pancreas. Questo organo regola i processi metabolici e secerne anche gli enzimi coinvolti nella digestione del cibo. Senza questo organo, una persona non vivrà un giorno e qualsiasi disturbo nel lavoro della ghiandola riduce significativamente la qualità della vita umana. Normalmente, l'organo ha la forma della lettera S. È difficile determinare l'intera patologia su una macchina ad ultrasuoni. Lo specialista vede solo aree isolate, oltre a segni indiretti del problema. Se sono stati notati, il medico indirizza il paziente per un esame più dettagliato..

La ghiandola è lunga 14-22 cm e pesa 70-80 grammi. Il condotto principale ha un diametro di 1 mm, ma con pancreatite o neoplasia aumenta e con le pietre diminuisce. L'infiammazione cambia le dimensioni dell'organo o delle sue singole parti. Nel 60% dei casi, i tumori maligni sono localizzati nella testa della ghiandola, raggiunge una lunghezza fino a 3,5 cm Le cisti portano anche ad un aumento delle dimensioni, rendono i contorni convessi.

I contorni di un organo sano dovrebbero essere chiari e uniformi. Vago indica infiammazione, sebbene l'edema reattivo a volte sia una reazione a catena a un'ulcera gastrica o una gastrite. Le pietre e le cisti hanno contorni chiari e le neoplasie hanno confini sfocati. Ma solo uno specialista esperto e attento può vederlo sullo schermo del monitor della macchina ad ultrasuoni..

L'aumento dell'ecogenicità è tipico dei calcoli e della pancreatite cronica, mentre nella pancreatite acuta è ridotto. Macchie bianche sullo schermo del monitor indicano cisti e ascessi. L'ecogenicità mista si verifica quando la struttura dell'organo cambia (ad esempio, con la patologia delle isole di Largengans, che producono insulina).

Diagnosi della milza con ecografia addominale

L'ecografia di questo organo consente di rilevare le malattie nella fase iniziale. Un esame ecografico mostra i seguenti parametri d'organo:

  • Dimensioni dell'organo - normalmente la lunghezza non supera i 13 cm, la larghezza è di 8 cm e lo spessore è di 5 cm;
  • Ecogenicità: in un organo sano è nella media. La mancanza di ecogenicità indica un ascesso, mentre l'iperecogenicità è causata da bolle di gas accumulate;
  • La forma della milza - normalmente ha la forma di una mezzaluna, ma varie neoplasie rendono la forma arrotondata ei contorni non sono uniformi;
  • Danni alla struttura della milza - questo accade con un infarto - un'emorragia causata dalla trombosi di un'arteria o di una vena. Gli ultrasuoni mostrano una ridotta ecogenicità, contorni sfocati e una forma triangolare dell'organo;
  • Lesione alla milza: quando si verifica una rottura a causa di un trauma contusivo o acuto all'addome, si forma un ematoma. Sullo schermo del monitor, ciò è indicato dall'assenza di ecogenicità nel sito di lesione, nonché dalla visualizzazione del fluido libero;
  • Cisti: hanno un contorno chiaro e una forma ovale, quindi sono facilmente visualizzabili da una macchina ad ultrasuoni. C'è del fluido all'interno della cisti, quindi ha una struttura anecoica.

Diagnosi dei linfonodi mediante ecografia addominale

L'ecografia normalmente non visualizza i linfonodi. Se sono visibili sullo schermo del monitor, ciò indica lo sviluppo di una malattia così terribile come la leucemia mieloide o la leucemia linfocitica. Con questa malattia, anche la milza aumenta di dimensioni.

Se i linfonodi sono visibili agli ultrasuoni, ma altri organi sono di dimensioni normali, la persona può sviluppare un'infezione. La milza filtra il sangue dai batteri e produce anticorpi, quindi, con un'infezione, sono i linfonodi interni che aumenteranno di dimensioni. A seconda della loro posizione, il medico rileva violazioni nel lavoro degli organi vicini. La struttura eterogenea dell'eco della milza indica la distruzione dei suoi tessuti, malattie del sangue e danni agli organi da parte di microbi e virus patogeni.

Diagnostica renale mediante ecografia addominale

Lo stato di questo organo accoppiato è determinato in modo più affidabile dal metodo diagnostico a ultrasuoni. Definisce i seguenti indicatori:

  • Visualizzazione e determinazione delle dimensioni del rene. Normalmente, una persona dovrebbe avere due reni lunghi 10-12 cm, larghi 5-6 cm e spessi 4-5 cm Il rene sinistro si trova leggermente più in alto del rene destro, che è più piccolo. Un rene sano ha la forma di un fagiolo con un contorno chiaro e uniforme. Ma a volte viene rivelata una patologia come un raddoppio del rene. Inoltre, nel 12% entrambi i reni sono raddoppiati e nell'88% viene visualizzato il raddoppio unilaterale. L'organo anormale è costituito da due segmenti fusi, ciascuno dei quali ha il proprio apporto di sangue. L'ecografia rivela la patologia non solo in una persona nata, ma anche in un feto nella fase di 25 settimane di sviluppo. Inoltre, a volte viene rilevata l'agenesia (mancanza) dell'organo. In generale, entrambe le patologie non influenzano la qualità della vita se l'uretere è sviluppato. Ma le persone con uno sviluppo renale anormale dovrebbero monitorare la propria salute perché sono più vulnerabili a infezioni e virus..
  • Cambiamenti diffusi e focali nel tessuto parenchimale. Il parenchima è il tessuto che costituisce un organo che ha uno strato corticale in cui si forma l'urina e un midollo costituito da tubuli. Il parenchima dovrebbe normalmente avere uno spessore di 16-25 mm, nelle persone sopra i 60 anni scende a 11 mm. Nonostante il fatto che il rene sia protetto da una capsula fibrosa, tossine, microbi e prodotti di decomposizione che entrano nel corpo interrompono la struttura dei tessuti. All'ecografia si può vedere un ispessimento (questo accade con l'infiammazione dovuta allo sviluppo di una malattia renale infettiva) o una diminuzione del parenchima (con diabete mellito, intossicazione, virus).
  • Posizione dei reni. Su un'ecografia, lo specialista vede la posizione dei reni. Normalmente, il rene destro si trova a livello della 12a vertebra toracica, quello sinistro a livello dell'11a. Se il rene non viene visualizzato nella posizione corretta, ciò indica lo sviluppo della nefroptosi, il prolasso del rene nella cavità addominale. La malattia è pericolosa perché l'organo abbassato è attorcigliato, interrompendo il normale flusso sanguigno. È irto di gravi malattie..
  • Ecogenicità del rene. L'intensità del riflesso degli ultrasuoni dipende dalla densità del tessuto: la bassa densità viene visualizzata sullo schermo del monitor come macchie scure, alta densità - in bianco. Le aree più chiare significano una violazione della struttura del rene, che si verifica con l'infiammazione (glomerulonefrite). L'aumento dell'ecogenicità indica patologia renale (neoplasie, sabbia, calcoli, ecc.)

All'ecografia, non è possibile vedere i segni di pielonefrite acuta. L'unico segno di patologia è l'ecogenicità ridotta e l'edema renale. I cambiamenti diventano visibili nella pielonefrite cronica: ci sono focolai di iperecogenicità, cisti, la dimensione dell'organo diminuisce. Con la tubercolosi (secchezza) del rene, sono visibili aree vuote piene di liquido.

Anche la sabbia nei reni non viene visualizzata con gli ultrasuoni. Il dispositivo potrebbe vedere oggetti estranei di diametro superiore a 2 mm. Quelli. in realtà, lo specialista determina solo i calcoli e la "sabbia nei reni" viene rilevata solo con l'aiuto dei test delle urine. L'ecografia rileva il 97% delle malattie renali. Se alleghi ulteriori test delle urine, il paziente conoscerà il 100% delle malattie renali.

L'ecografia addominale è una procedura diagnostica che consente di ottenere un'enorme quantità di informazioni affidabili sullo stato degli organi interni del paziente senza ferire i tessuti sani e senza provocargli dolore. Un altro importante vantaggio del metodo è che le istantanee possono essere archiviate per tutto il tempo necessario..

Se trovi un errore, seleziona una parte di testo e premi Ctrl + Invio

Ecografia addominale: quali organi vengono controllati

L'ecografia OBP è un metodo moderno e indolore per esaminare organi e sistemi interni attraverso la pelle. Gli organi addominali vengono esaminati utilizzando un piccolo trasduttore e onde ultrasoniche. La tecnica rileva accuratamente la presenza di malattie, deviazioni nel loro sviluppo e determina le condizioni generali del corpo. È necessario prepararsi in anticipo per la procedura, ma non è necessario per un esame di emergenza.

Cos'è l'ecografia peritoneale?

L'ecografia addominale è una tecnica altamente informativa per la diagnostica ecografica. È indolore, basato sulla capacità delle onde di penetrare e rimbalzare sui tessuti. La radiazione passa liberamente attraverso gli organi interni, che sono pieni d'aria. Le onde ultrasoniche vengono riflesse da tutte le strutture dense.

Questo segnale viene registrato dal sensore ed i dati, dopo essere stati elaborati nel computer, vengono trasmessi al monitor. L'immagine mostra gli organi, la loro forma, densità e deviazioni dalla norma. Allo stesso tempo, è possibile esaminare lo spazio retroperitoneale, l'area pelvica o il rene.

Come funzionano gli ultrasuoni

L'ecografia della cavità addominale utilizza la capacità delle onde ultrasoniche di trasmettere il tessuto. Hanno un'alta frequenza, penetrano nella pelle e sono riflessi in tutto o in parte dai tessuti. Le informazioni vengono trasmesse alla macchina, che è sia un sensore ad alta sensibilità che riceve i dati.

Vengono trasmessi a un computer su cui è installato un programma speciale per creare un'immagine 2-D o 3-D. Per un'immagine migliore, viene rimosso uno spazio d'aria tra la pelle e il dispositivo altamente sensibile utilizzando un gel. I dispositivi che funzionano a 1,8-7,6 MHz vengono spesso utilizzati per la scansione..

Quali corpi vengono controllati?

Durante la diagnostica ecografica, vengono controllati tutti i vasi e l'aorta che si trovano nel peritoneo. Vengono esaminati i reni, le sezioni dell'uretere, gli spazi cellulari. Vengono controllati gli organi interni parzialmente o completamente nascosti nel peritoneo (e nello spazio dietro e davanti ad esso):

  1. La milza viene controllata per ingrossamento, rotture e sanguinamento interno. Vengono misurate l'area dell'organo, il suo spessore, lunghezza e larghezza.
  2. La cistifellea ha contrattilità, densità biliare, assenza o presenza di calcoli.
  3. Vengono misurate le dimensioni e i volumi del pancreas (il suo corpo, la coda, la testa sono considerati separatamente), il dotto pancreatico viene controllato.
  4. Quando si esamina la vescica, si nota la presenza di calcoli o la loro assenza, se ci sono tumori della parete, reflusso, fistole.
  5. Nel fegato vengono controllati i dotti biliari, le strutture parenchimali, le vene e i grandi vasi. Vengono misurate le dimensioni dell'organo, i suoi frammenti e lobi, i bordi.
  6. Nei reni viene scansionata la struttura del parenchima, vengono misurate le dimensioni e il volume dell'organo, lo stato delle coppe e del bacino. La sua capacità contrattile viene registrata.
  7. Stomaco.

Durante l'ecografia addominale è possibile un esame parziale dell'intestino. Tuttavia, a causa del fatto che contiene contenuti semiliquidi e aria, è impossibile controllare completamente l'organo. Tuttavia, gli ultrasuoni possono rilevare alcuni frammenti densi dell'intestino (corpi estranei, tumori).

Cosa mostra lo studio?

Cosa è incluso in un'ecografia addominale? Tutti gli organi in quest'area vengono esaminati. Questo metodo aiuta a identificare i tumori, ma gli ultrasuoni non possono determinare se sono maligni o benigni. L'ecografia mostra anche:

  • fibrosi;
  • cisti;
  • appendicite;
  • cambiamenti nel parenchima renale;
  • cisti parassitarie echinococciche;
  • glomerulonefrite;
  • amiloidosi;
  • ittero;
  • rottura sottocapsulare della milza;
  • splenomegalia;
  • idnefrosi;
  • pieloectasia;
  • gastrite;
  • pietre nei reni;
  • epatosi grassa;
  • cirrosi epatica;
  • pielonefrite;
  • malattie delle ghiandole surrenali;
  • colecistite non e calcosa;
  • agnesia dei reni;
  • ulcera allo stomaco;
  • calicopyelectasia;
  • epatite alcolica, infettiva e tossica;
  • rottura d'organo.

L'ecografia della cavità addominale rivela edema, cambiamenti nel volume degli organi. Viene determinata la presenza o l'assenza di neoplasie dietro il peritoneo. La diagnosi mostra alcuni segni di reflusso ureterale, fistole vescicouterine o rettali.

Indicazioni per gli ultrasuoni

Le ragioni per l'ecografia del pancreas sono deviazioni dei valori normali nell'analisi del sangue, dolore alla cintura. In caso di minzione dolorosa e difficile, sedimenti e sali nelle urine viene eseguita una scansione della vescica. L'indagine viene effettuata quando:

  • sensazioni dolorose costanti nella regione lombare;
  • ipertensione;
  • minzione dolorosa;
  • pancreatite cronica;
  • danno agli organi della cavità addominale;
  • tutti i tipi di epatite;
  • sospetto di morbo di Addison;
  • la comparsa di cisti nel peritoneo;
  • rigonfiamento;
  • un aumento delle dimensioni della milza;
  • ittero;
  • sospetti della malattia di Itsenko-Cushing;
  • trauma all'addome;
  • dopo incidenti stradali;

È possibile eseguire un'ecografia addominale quando compaiono i segni:

  • palpitante e dolore addominale;
  • gas eccessivo;
  • crescita addominale;
  • febbre stabile che non è associata a raffreddori;
  • pesantezza e fastidio sotto le costole a destra;
  • sindrome dispeptica, accompagnata da nausea, vomito, bruciore di stomaco, diminuzione dell'appetito;
  • ipersalivazione;
  • stomaco che scoppia, dolori di disegno dopo aver mangiato;
  • amarezza in bocca.

L'ecografia della cavità addominale è prescritta per valutare la lesione del sistema genito-urinario dopo l'infiammazione, i cambiamenti durante il periodo di gestazione. Un'ecografia viene eseguita quando si sospetta una neoplasia o per monitorare malattie esistenti. Come profilassi, l'ecografia degli organi addominali dovrebbe essere eseguita due volte l'anno..

Controindicazioni per gli ultrasuoni

L'esame ecografico è una tecnica non invasiva e sicura, quindi non ha divieti assoluti. Non è consigliabile eseguire un'ecografia prima dell'esame utilizzando un contraccettivo (gastro- o irrigazione).

Anche dopo le recenti procedure endoscopiche e le operazioni laparoscopiche del paziente. Queste restrizioni non rappresentano un pericolo per la salute umana, ma possono distorcere i dati ecografici..

Preparazione per gli ultrasuoni

Se una persona sta assumendo farmaci, deve informare il medico prima di iniziare la procedura. Prima di lei, gli intestini vengono puliti. Quattro giorni prima dell'ecografia, iniziano a bere droghe ed erbe che riducono la formazione di gas e migliorano la digestione del cibo.

Durante il periodo preparatorio, puoi bere Espumisan, carbone attivo o altri farmaci prescritti dal tuo medico. Le compresse vengono prese in 2 pezzi, tre volte al giorno, prima dei pasti. Con costipazione persistente, viene eseguito un clistere due giorni prima della procedura. Può essere consigliato dal medico il giorno dell'ecografia. La colonscopia non deve essere eseguita prima dell'esame.

Per tre giorni prima dell'ecografia, è necessario seguire una dieta rigorosa. Devi mangiare 5-6 volte al giorno, ma in piccole porzioni. La dieta dovrebbe includere semole di orzo e avena, grano saraceno. Prima dell'esame sono esclusi tutti gli alimenti che causano flatulenza. I gas accumulati possono distorcere i risultati del test. Escluso dal menu:

  • piselli;
  • latticini;
  • succhi freschi;
  • pane nero;
  • cioccolato e altri dolci;
  • Cavolo bianco;
  • latte e yogurt;
  • cibo fritto;
  • carne grassa;
  • frutta e verdura crude;
  • cibo eccessivamente salato;
  • capolavori di farina e pasticceria;
  • cibo piccante;
  • alcol;
  • bibita.

Evita di fumare, gomme da masticare e caramelle dure possono causare crampi allo stomaco. Il cibo dovrebbe essere cotto a vapore o bollito. L'aggiunta di sale ai piatti è ridotta al minimo. Permesso:

  • pesce magro;
  • farina d'avena, grano saraceno, miglio, bollito in acqua;
  • zuppe a basso contenuto di grassi (come pollo o verdure);
  • formaggi a pasta dura;
  • carne di gallina;
  • tè non zuccherato;
  • Manzo;
  • uova bollite.

L'ultima volta che puoi mangiare prima dell'ecografia è di venti ore. Il giorno della procedura, mangiare è consentito solo dopo l'esame. Puoi bere durante il giorno, ma un paio d'ore prima dell'ecografia, l'uso di eventuali liquidi si interrompe.

Se vengono esaminati i reni e la vescica, il paziente, al contrario, dovrebbe bere molto. Immediatamente prima della scansione vengono consumati 1,5-2 litri di acqua. Bere molto lentamente in modo che la minor quantità di aria possibile entri nello stomaco con il liquido. Può provocare una distorsione dei risultati..

Diagnostica ecografica

Un'ecografia addominale non richiede molto tempo. Il paziente si sdraia sul lettino nella posizione richiesta dal medico. Se è il fegato, il paziente viene posizionato sul lato sinistro o sullo stomaco. Quindi un gel conduttivo viene applicato sulla pelle per migliorare la conduzione degli ultrasuoni.

Lo studio viene effettuato con un piccolo sensore. Si muove attraverso il corpo nella zona desiderata. Sul monitor del computer viene visualizzata un'immagine. Secondo lui, il medico valuta:

  • condizioni generali, struttura, dimensioni degli organi interni della cavità addominale;
  • la presenza o l'assenza di neoplasie;
  • disposizione degli organi.

Lo studio dura circa 15-20 minuti. La durata della scansione dipende dalla qualità della preparazione e dalle caratteristiche individuali dell'organismo. Se necessario, l'attenzione è focalizzata sui punti sospetti che richiedono uno studio più attento.

Fattori che distorcono la diagnosi

Obesità, una radiografia passata l'altro giorno, una vescica piena può distorcere i risultati dell'esame (viene fatta un'eccezione durante la scansione dei reni). Prima degli ultrasuoni, non dovresti bere antispastici "Papaverin", "Dibazol", "Spazmolgon". Dopo l'ultima pausa fumo devono trascorrere almeno due ore.

Decifrare i risultati dell'OBP a ultrasuoni

Per ogni organo o sistema, ci sono alcune norme: dimensione, densità, ecc. Le loro deviazioni possono indicare malattie specifiche..

Fegato

L'aumentata densità dell'eco del fegato (la presenza di piccole lesioni) indica l'epatosi grassa. I bordi dell'organo sono arrotondati. A causa della sua compattazione nelle fasi finali della malattia, i vasi portali diventano completamente invisibili..

La cirrosi epatica è determinata dall'ingrossamento degli organi, dalle vene varicose. In questo caso, sono visibili contorni irregolari, il bordo inferiore è arrotondato. C'è un aumento focale della densità. Il liquido si accumula nello stomaco.

L'allargamento dell'organo, l'arrotondamento dei suoi bordi e l'espansione delle vene possono indicare malattie polmonari o patologie cardiache. Se la struttura dell'eco è disturbata, questo può essere un segno di neoplasie, cisti, ascessi.

Cistifellea

L'ispessimento della parete della cistifellea indica colecistite acuta. In questo caso, la dimensione dell'organo è qualsiasi. La parete può avere un contorno "doppio". La peritonite è indicata dal versamento intorno alla vescica.

Anche le pareti dell'organo sono ispessite nella forma cronica di colecistite. Allo stesso tempo, i contorni mantengono la loro densità e chiarezza. Ombra acustica, ispessimento della parete della cistifellea, contorni irregolari: tutto parla di colecistite calcarea. Un aumento della larghezza dei condotti indica la presenza di pietre.

Pancreas

Nella forma acuta di pancreatite si nota una diminuzione della densità dell'eco del pancreas. La sua forma cronica o oncologica è evidenziata da un aumento e dall'espansione del condotto. Ulteriori segni includono bordi "lacerati" dei contorni, cavità sulla superficie dell'organo, compressione dell'aorta o spostamento della vena cava.

Milza

Le malattie del sangue e del fegato si riflettono nella milza sotto forma di ingrandimento. I sigilli nel tessuto indicano la morte di una certa area. L'immagine mostra chiaramente rotture d'organo dovute a traumi.

Strutture linfatiche

Se le strutture linfatiche sono normali, durante gli ultrasuoni non sono visibili. Un aumento dei nodi indica infezione, tumori maligni, metastasi.

Dopo la procedura ecografica degli organi addominali, viene fatta una conclusione che descrive in dettaglio a quali malattie sono simili i segni dell'eco. Se viene esaminato un organo specifico e non sono state osservate deviazioni dalla norma, è scritto che il sintomo dell'eco della patologia non è stato rilevato.

L'ecografia è un metodo efficace e accurato per determinare i cambiamenti negli organi e nei sistemi interni. La procedura aiuta a determinare lo sviluppo dell'oncologia e di altre gravi malattie. Il metodo è indolore e praticamente non ha controindicazioni.