Tomografia computerizzata (TC) dei reni

Un trattamento efficace e sicuro delle malattie è possibile quando vengono prese le misure diagnostiche necessarie e si ottengono risultati di alta precisione. La tomografia computerizzata dei reni mostra violazioni della struttura dell'organo, focolai di infiammazione e neoplasie di varie dimensioni. Gli specialisti dell'ospedale Yusupov utilizzano tecnologie moderne, sia nella fase della diagnosi che nel trattamento delle malattie. La tomografia computerizzata consente di identificare con precisione il processo patologico in assenza di segni pronunciati.

Indicazioni per la TC dei reni

La tomografia computerizzata dei reni è un modo efficace per identificare patologie e studiare la struttura degli organi in tempo reale. I risultati dello studio vengono salvati in formato elettronico e stampati sotto forma di diverse immagini, che vengono analizzate da specialisti.

La TC dei reni viene eseguita e prescritta ai pazienti nei seguenti casi clinici:

  • malattia renale cronica e acuta;
  • malattia renale congenita;
  • malattia da urolitiasi;
  • danni ai reni e traumi, ascessi;
  • tumori benigni e maligni;
  • infiammazione dei linfonodi situati nello spazio retroperitoneale;
  • cambiamenti patologici nelle ghiandole surrenali;
  • preparazione per la chirurgia;
  • monitorare l'efficacia della chemioterapia.

I pazienti dell'ospedale Yusupov con sintomi di malattia renale vengono sottoposti a un esame completo, che consente di stabilire la posizione dei reni, le loro caratteristiche e di identificare le condizioni degli organi vicini. Gli specialisti utilizzano apparecchiature europee di alta precisione, quindi la ricerca viene eseguita nel più breve tempo possibile.

TC dei reni e delle vie urinarie: misure preparatorie

Prima della tomografia computerizzata, i pazienti dell'ospedale Yusupov vengono sottoposti a esame e ricevono raccomandazioni in merito al regime alimentare e ai farmaci prima dell'esame. La TC dei reni è controindicata nelle donne in gravidanza, nei bambini e nelle persone con insufficienza renale. Prima della procedura, lo specialista prescrive gli studi necessari per identificare possibili limitazioni..

La preparazione per la TC dei reni senza contrasto serve a limitare l'assunzione di cibo, quindi, 8 ore prima dello studio, non dovresti mangiare cibo. Come regola generale, quando si entra in ufficio, i gioielli in metallo e altri oggetti devono essere rimossi prima della tomografia. Inoltre, è necessario fornire allo specialista informazioni su reazioni allergiche e condizioni patologiche, nonché studi precedenti..

I pazienti dell'ospedale Yusupov possono sempre porre al medico curante una domanda su come sta andando la preparazione per la TC e ottenere consigli pratici. Alcune persone hanno bisogno di una formazione psicologica prima della tomografia computerizzata, quindi psicologi esperti, se necessario, svolgono questo lavoro con i pazienti.

Scansione TC dei reni

Lo studio della struttura dei reni utilizzando i raggi X viene effettuato utilizzando un tomografo. Il paziente assume una posizione sdraiata per eliminare la possibilità di distorsione delle immagini delle braccia e delle gambe del paziente sono fisse. Se la persona ha paura degli spazi ristretti, può essere offerto un sedativo. Lo specialista che supervisiona il corso della ricerca e gestisce l'apparato si trova nell'ufficio adiacente. Il tomografo ha un pulsante speciale che il paziente può premere se le sue condizioni peggiorano. Tuttavia, in questo caso, lo studio non sarà completo..

Dopo che il soggetto ha assunto la postura necessaria, il tavolo viene fatto rotolare nel tunnel dell'apparato, dopodiché viene acceso dallo specialista. Durante lo studio è necessario trattenere il respiro, che viene eseguito al comando di uno specialista. Una scansione TC del rene viene eseguita con trasduttori rotanti, in modo che il paziente possa sentire rumori sgradevoli e ticchettii. La durata di una scansione di routine dei reni e degli ureteri senza mezzo di contrasto non dura più di 5 minuti.

Nel momento in cui l'apparato ruota attorno al soggetto, vengono scattate immagini strato per strato. Le informazioni ricevute dai sensori vengono registrate sul computer. Le immagini ottenute vengono analizzate da specialisti, se la loro qualità non consente di stabilire la struttura del rene, è possibile prescrivere una tomografia computerizzata ripetuta.

Gli specialisti dell'ospedale Yusupov eseguono questa procedura diagnostica su base giornaliera, quindi le immagini ottenute sono di alta qualità. Prima dell'inizio dello studio, il paziente viene avvertito di possibile disagio, prurito o difficoltà respiratorie. Se le condizioni del paziente peggiorano, gli specialisti dell'ospedale Yusupov sono pronti a fornire assistenza di emergenza.

Tomografia computerizzata dei reni all'ospedale Yusupov

In molte istituzioni mediche viene eseguita la tomografia computerizzata dei reni e delle vie urinarie, il prezzo di questa procedura può variare in modo significativo. Questo metodo è il più informativo, quindi viene utilizzato nella diagnosi di varie malattie dagli specialisti dell'ospedale Yusupov. L'ospedale multidisciplinare utilizza una nuova generazione di apparecchiature diagnostiche, che garantiscono un'elevata accuratezza dei risultati e qualità della ricerca.

La tomografia computerizzata dei reni consente agli specialisti di sviluppare le tattiche più efficaci per il trattamento di malattie e cambiamenti patologici in questi organi in conformità con gli standard medici internazionali. Inoltre, il comfort dei pazienti è importante per i dipendenti dell'ospedale Yusupov, pertanto la TC dei reni viene eseguita su appuntamento..

I pazienti non devono iscriversi a questa procedura senza consultare uno specialista, poiché non viene eseguita per tutte le patologie dei reni e degli ureteri. Dopo l'esame iniziale e lo studio della storia medica, al paziente possono essere assegnati TC e altri studi strumentali e di laboratorio..

TC dei reni: prezzo a Mosca

Quando si diagnostica una malattia renale, ai pazienti può essere somministrata la tomografia computerizzata o la risonanza magnetica per immagini. La TC è meno costosa e può essere eseguita su persone con dispositivi impiantati e oggetti metallici. TC dei reni, il costo dello studio può variare da 2.000 a 15.000 rubli, a seconda dell'istituto medico scelto.

La tomografia computerizzata dei reni viene eseguita presso l'ospedale Yusupov. Gli specialisti della TC hanno le conoscenze necessarie e l'esperienza pratica per rilevare patologie nefrosiche in una fase precoce e sviluppare programmi di trattamento individuale efficaci.

Se hai bisogno di una consulenza specialistica o se viene mostrata una tomografia computerizzata, contatta l'ospedale multidisciplinare Yusupov. Per comodità dei pazienti esiste un sistema di registrazione preliminare telefonica, quindi per visitare uno specialista non è necessario lasciare il lavoro e attendere in coda. Puoi fare una domanda sul lavoro delle cliniche o scegliere un momento conveniente per visitare uno specialista chiamando l'ospedale Yusupov.

TC dei reni e del sistema urinario

Per diagnosticare lo stato degli organi del sistema genito-urinario, viene spesso utilizzato un metodo di ricerca così moderno come la TC (tomografia computerizzata) dei reni. L'esame iniziale o gli esami di laboratorio sono in grado di confermare solo una parte delle diagnosi e la tomografia viene utilizzata per tracciare un quadro completo, per identificare le formazioni patologiche.

Quando vengono esaminati i reni e le vie urinarie, la tomografia computerizzata consente di vedere i cambiamenti nella struttura dei tessuti, la presenza di pietre, sabbia e altri elementi. Le aree colpite sono ben visualizzate, il che aiuta a prescrivere il trattamento corretto nel tempo e prevenire complicazioni. Il metodo è considerato sicuro, ma presenta alcune controindicazioni.

Nefrologia

Il filtro principale per i fluidi che entrano nel corpo sono i reni. Con disturbi funzionali, i cambiamenti si verificano non solo nel lavoro dei reni stessi, ma anche negli organi e nei sistemi adiacenti, la condizione dell'intero organismo peggiora.

La tomografia computerizzata dei reni e delle ghiandole surrenali consente di diagnosticare rapidamente e con precisione al fine di prescrivere un trattamento adeguato per la condizione. Nei casi acuti, l'accuratezza e la tempestività sono fondamentali. Questo studio è indispensabile in preparazione per varie operazioni..

La tomografia computerizzata dei reni e delle vie urinarie con contrasto consente di esaminare in dettaglio la posizione dei vasi, dei dotti, la loro pervietà e riempimento, lo stato dei tessuti interni, la dimensione degli organi, la posizione e la natura delle varie formazioni. Ciò è necessario per fare una diagnosi in condizioni difficili del paziente o con un'immagine cancellata, quando i pazienti hanno a che fare con processi patologici avanzati.

Cos'è la TC? Questo è uno studio diagnostico basato sulla radiazione a raggi X. Viene eseguito utilizzando un tomografo che scansiona l'organo e i tessuti adiacenti a strati..

Cosa mostra un tomografo, in che modo un tomogramma differisce da un'immagine a raggi X standard? Dimostra lo stato non solo delle strutture dense, ma anche dei tessuti molli da varie angolazioni e sezioni strato per strato, e un tomogramma è un modello tridimensionale dell'organo esaminato.

Indicazioni e controindicazioni

Per la diagnosi delle malattie dei reni e del sistema urinario mediante scanner TC, le indicazioni sono:

  • violazione o assenza di deflusso di urina dal rene (idronefrosi, anomalie dello sviluppo, traumi, trombosi, malattie concomitanti e così via);
  • conferma della presenza o dell'assenza di calcoli o sabbia nei reni, ureteri;
  • determinazione dello stato delle ghiandole surrenali (più spesso eseguita nelle malattie del sistema endocrino);
  • esclusione o conferma della presenza di cisti, tumori nell'organo;
  • anomalie nella struttura e nella funzione dei reni e delle vie urinarie;
  • condizioni dopo un infarto renale;
  • controllo degli organi nelle lesioni infettive acute, disturbi della funzione escretoria;
  • malattie endocrine associate ad un aumento della crescita dei capelli (controllo dei reni, ghiandole surrenali);
  • in preparazione per interventi chirurgici o dopo di essi.

Un medico non consiglierà una TAC dei reni per le seguenti condizioni di salute nelle persone:

  • gravidanza (eccezione - se il rischio di conseguenze derivanti dalla mancata identificazione della presunta malattia nella madre supera il rischio derivante dall'esposizione alle radiazioni del feto);
  • bambini sotto i 14 anni;
  • pazienti con alti livelli di zucchero nel sangue, durante periodi di complicanze nel diabete mellito;
  • insufficienza renale in vari stadi;
  • allergia allo iodio o al mezzo di contrasto (se necessario, esame con contrasto);
  • malattie della tiroide con aumento della secrezione di ormoni (tireotossicosi);
  • il peso del paziente è superiore a 150 kg (non è disponibile la capacità tecnica di condurre un esame, ad eccezione di dispositivi speciali);
  • allattamento al seno (può essere fatto senza usare un mezzo di contrasto);
  • gravi malattie degli organi interni;
  • alcuni tipi di processi oncologici e altri processi tumorali;
  • aumento dello stato epilettico;
  • alcuni stati mentali (claustrofobia, malattia mentale);
  • aumento della temperatura corporea;
  • la presenza di un pacemaker o di una pompa diabetica (la diagnosi viene effettuata con cautela in termini di segni vitali);
  • forti mal di testa;
  • debolezza generale;
  • incoscienza;
  • la presenza di calchi in gesso che interferiscono con la procedura;
  • la presenza di alcuni tipi di impianti metallici, piercing permanente.

Preparazione del paziente

La preparazione per la TC dei reni inizia con la limitazione del consumo di alimenti che provocano un aumento della produzione di gas: legumi, bevande gassate, cavoli freschi, mele, prodotti a base di latte fermentato, alcol, pane fresco o nero, prodotti a base di pasta lievitata. Lo studio viene effettuato a stomaco vuoto.

Se un esame del bario è già stato eseguito il giorno prima, la tomografia computerizzata è consentita non prima che dopo 4-5 giorni.

Ad alcuni pazienti può essere somministrato carbone attivo o Espumisan per alleviare i sintomi della flatulenza.

La preparazione per la TC dei reni e delle ghiandole surrenali con contrasto include test allergologici preliminari per evitare il verificarsi di reazioni allergiche. Il cibo non deve essere assunto 4-5 ore prima dello studio e liquidi - 2-3 ore.

Come è l'esame

Una TAC del rene con mezzo di contrasto richiede il doppio del tempo che senza. Il tempo di procedura standard va da 5 a 20 minuti, con l'uso del contrasto - da 20 a 40 minuti.

Immediatamente prima dell'esame, il paziente deve rimuovere tutti gli oggetti metallici da se stesso. Dovresti prendere una posizione orizzontale su un apposito tavolo mobile, non muoverti durante l'esame, a comando dovrai trattenere il respiro per alcuni secondi.

L'imaging dei reni e dell'uretere con mezzo di contrasto è una procedura indolore, ad eccezione del disagio derivante da un'iniezione endovenosa quando viene iniettato un mezzo di contrasto nel corpo. È sicuro per l'uomo e dopo un paio d'ore viene completamente escreto dal corpo..

La TC dei reni senza contrasto per i bambini sotto i 14 anni viene eseguita solo per motivi di salute.

L'angiografia TC dei reni aiuta a identificare le violazioni del riempimento di sangue dell'organo di natura acquisita o congenita. Sulle immagini dei reni dalle fasi di contrasto, è possibile registrare chiaramente le deviazioni nel lavoro delle navi.

Cosa mostra

La scansione TC dei reni, delle ghiandole surrenali e delle vie urinarie rivela accuratamente la presenza di cambiamenti negli organi, una violazione del loro funzionamento. È possibile determinare la dimensione dell'oggetto in studio, il corretto funzionamento dei condotti (la loro pervietà), l'ubicazione e il riempimento dei vasi principali e adiacenti, la presenza o l'assenza di eventuali formazioni.

Dopo la fine del trattamento per la pielonefrite e altre malattie renali, i cambiamenti nello stato dell'organo e del letto renale sono chiaramente visibili, il che aiuta a valutare l'adeguatezza del corso di trattamento.

Possibili complicazioni

I potenziali effetti collaterali della TC renale con mezzo di contrasto possono includere una reazione allergica, sapore di metallo o sale e mal di testa transitorio..

Quando si esamina un rene, un dispositivo TC può influire sulle condizioni di pacemaker, apparecchi acustici e alcuni tipi di impianti.

Interpretazione dei risultati

I risultati della tomografia computerizzata dei reni vengono elaborati immediatamente dopo lo studio. Al paziente vengono fornite immagini a raggi X strato per strato dei reni in diverse proiezioni e l'opinione di uno specialista. In casi difficili, la decifrazione dei risultati richiede fino a due ore. Su richiesta del paziente, tutti i dati possono essere inseriti su un disco laser.

Urografia

La tomografia computerizzata dei reni non è sempre disponibile, ad esempio, se ci sono controindicazioni. Un tipo alternativo di ricerca è l'urografia, tutti i tipi di cui sono ancora inferiori alla TC in termini di contenuto informativo..

L'urografia normale è una radiografia convenzionale dei reni, i cui risultati vengono visualizzati su una radiografia bidimensionale. L'urografia escretoria, in cui viene eseguita un'iniezione endovenosa di un mezzo di contrasto, consente di studiare la struttura dell'organo in modo più dettagliato. Ancora più informativo è l'urografia per infusione, che implica l'introduzione del contrasto usando un contagocce.

Ciò che è più adatto in questo o quel caso - TC o urografia - viene deciso dal medico sulla base delle informazioni sulle condizioni del paziente, sulla complessità della diagnosi, nonché sulla presenza di indicazioni e controindicazioni. Dopo la TC, gli esami ripetuti devono essere eseguiti dopo un certo periodo di tempo con la registrazione obbligatoria dei dati sull'esposizione alle radiazioni ricevuta al fine di evitare il superamento della norma consentita.

La TC dei reni è un metodo diagnostico moderno, sicuro ed economico che consente di identificare tempestivamente patologie d'organo al fine di ricevere un trattamento adeguato.

Come viene eseguita la TC dei reni - preparazione per la procedura, che mostra

Una diagnosi corretta e accurata della malattia è il passo più importante per un ulteriore trattamento. Accade spesso che i soli esami (sangue, urine) e i sintomi descritti dal paziente non siano sufficienti perché il medico possa diagnosticare una malattia renale.

Ecco perché, come studio aggiuntivo, viene prescritta la tomografia computerizzata degli organi addominali.!

L'essenza della tomografia computerizzata e il suo scopo

Ad oggi, il metodo più efficace per lo studio strato per strato della cavità addominale, in particolare dei reni, è la tomografia computerizzata multispirale. Con l'aiuto di questo studio, è possibile vedere eventuali cambiamenti nella struttura e nella funzione degli organi addominali e addominali, tracciare e controllare il decorso di varie patologie, identificare neoplasie anche di dimensioni più piccole.

Il fatto è che il tomografo esamina il corpo usando i raggi che si rompono contro il tessuto. Tale increspatura è chiamata taglio, ognuno dei quali ha uno spessore non superiore a 1 mm..

Tutti i risultati sono riassunti in un computer e visualizzati sul monitor con una chiara visualizzazione di tutti gli organi interni, che consente di tenere traccia delle variazioni di dimensione anche fino a 1 mm.

In genere, viene utilizzata la TC:

  • per ottenere un'immagine migliore che non può essere visualizzata con ultrasuoni o risonanza magnetica;
  • rilevare cambiamenti microscopici nella struttura degli organi (escrescenze, neoplasie);
  • se è necessaria una grande quantità di esame (l'intera cavità addominale o lo spazio addominale);
  • se un'elevata esposizione alle radiazioni è controindicata (bambini sotto i 3 anni, con diagnosi frequenti);
  • per la costruzione di un modello 3D degli organi interni (gestione della malattia).

Indicazioni e controindicazioni

Le indicazioni per la scansione TC includono:

  • neoplasie volumetriche di natura primaria e secondaria (tumore, cisti);
  • sospetto di un ascesso nella cavità addominale;
  • malattie linfatiche dei nodi addominali (leucemia, linfogranulomatosi, malattia di Brill-Simmers, sarcoma);
  • neoplasie maligne che provocano metastasi;
  • diagnostica più accurata per prendere una decisione sull'intervento chirurgico;
  • rigonfiamento della parete aortica, aneurisma cronico;
  • diagnostica per lesioni degli organi interni, che sono accompagnate da emorragie interne e accumulo di gas nello spazio intra-addominale.

Inoltre, utilizzando la TC, è possibile diagnosticare organi cavi (sistemi gastrointestinali).

Ma ci sono anche una serie di controindicazioni a questa procedura:

  • l'inizio della gravidanza, gestazione e periodo di allattamento;
  • gravi malattie del sistema nervoso (psicosi, isteria, nevrastenia);
  • paziente in sovrappeso (determinato dal medico curante);
  • presenza di allergia al mezzo di contrasto;
  • gravi malattie ai reni e al fegato.

Quali malattie la scansione TC aiuta a rilevare??

In effetti, la gamma di applicazioni CT è molto ampia. Con l'aiuto di questo tipo di diagnosi, puoi trovare una varietà di anomalie nello sviluppo degli organi interni. Se parliamo di malattie che la tomografia può rilevare, questo gruppo include:

  1. Gravi malattie dell'apparato respiratorio, embolia polmonare e aneurisma, cancro ai polmoni, polmonite.
  2. Malattie cardiovascolari che derivano da danni al tessuto muscolare del cuore (cardiomiopatia ipertrofica, congestizia e restrittiva).
  3. Varie neoplasie, cisti, ascessi, tumori, aumento della linfa.
  4. Patologie di natura infettiva e fungina.
  5. Organismi estranei che causano sanguinamento (diverticolite).
  6. Malattie dell'apparato digerente e dell'appendice (ulcera peptica, appendicina, gastrite).
  7. Patologie degli organi genito-urinari (urolitiasi, pielonefrite, idronefrosi, insufficienza renale, cistite cronica, uretrite, prostatite).
  8. Patologie del fegato e della colecisti (malattia di Botkin, ittero, epatite, cirrosi, discinesia biliare).
  9. Cambiamenti nel pancreas, pancreatite.

Inoltre, utilizzando la TC, è possibile identificare varie malattie di muscoli, articolazioni, tessuti molli e ossa..

Caratteristiche di preparazione per il sondaggio

Prima di iniziare una TAC dei reni, il paziente deve essere sottoposto a preparazione: ulteriori studi che aiuteranno a determinare se il paziente ha controindicazioni alla tomografia computerizzata. Per fare ciò, è necessario eseguire un esame del sangue approfondito e assicurarsi anche che non vi sia allergia al mezzo di contrasto. Se tutti gli indicatori sono normali e non ci sono controindicazioni, puoi prepararti per l'esame.

Questa preparazione consiste nei seguenti passaggi:

  1. Cibo dietetico. Tre giorni prima della procedura, è necessario mangiare solo cibo sano, escludendo completamente cibi salati, piccanti, grassi e piccanti. Questo è necessario per il completo rilascio del corpo dai gas. È inoltre vietato bere succhi ricostituiti, bevande gassate.
  2. Prima della procedura, il medico prescrive un ciclo di assorbenti per rimuovere un massimo di tossine e tossine dal corpo.
  3. Prima della procedura stessa, è obbligatorio un clistere. L'imaging viene eseguito solo con un intestino completamente pulito, uno stomaco vuoto e una vescica vuota.
  4. È vietato bere anche acqua da tavola normale 3 ore prima della procedura..

Una guida più chiara può essere fornita dal medico curante, che ti preparerà per la procedura!

Com'è la tomografia?

Esistono due tipi di TC del rene: contrasto e non contrasto. La loro differenza sta solo nell'introduzione di un mezzo di contrasto aggiuntivo nel corpo. Di norma, il contrasto viene introdotto solo in casi estremi, quando si tratta dei cambiamenti più microscopici o quando si determina la struttura della neoplasia stessa, la presenza di flusso sanguigno in essa, per monitorare il lavoro dei vasi dei reni.

Come viene eseguita la TC del rene:

  1. Il paziente viene posto su uno speciale tavolo mobile che ruota attorno all'anello del tomografo. Se necessario, mezz'ora prima della procedura, il paziente viene iniettato per via endovenosa con un mezzo di contrasto.
  2. Il paziente deve essere immobile. Al momento della tomografia, il medico si trova nella sala controllo del tomografo e può comunicare con il paziente attraverso il vivavoce, dando istruzioni (trattenere il respiro, aspirare aria nei polmoni o rilasciare).

Forse è qui che finisce tutto. La durata della procedura non è superiore a tre minuti, ma l'elaborazione dei risultati del tomografo può richiedere fino a due ore.

Esecuzione durante l'infanzia

La procedura di scansione TC nei bambini non è diversa da quella di un adulto. L'unico avvertimento è che viene eseguito sotto la stretta supervisione di un inserviente, che controllerà lo stato immobile del bambino e fornirà conforto psicologico.

È impossibile spiegare ai bambini piccoli che devono rimanere immobili per alcuni minuti. Se necessario, le maniglie e le gambe sono fissate con cinghie speciali.

Decodificare i risultati

La procedura stessa e l'interpretazione dei suoi risultati vengono eseguite da un radiologo. Sulla base dell'enorme numero di immagini ottenute durante lo studio (tre proiezioni reciprocamente perpendicolari), viene effettuata un'analisi - confronto con la norma.

Un medico con molti anni di esperienza sa assolutamente chiaramente come dovrebbero apparire gli organi sani e quali deviazioni ci sono in essi. Il colore e la forma specifici degli organi raccontano al medico tutto questo. Inoltre, durante la decodifica, è molto importante tenere conto dei valori digitali: le dimensioni (spessore, larghezza) degli organi interni e delle loro pareti.

Una trascrizione dettagliata delle immagini ottenute durante lo studio richiede da mezz'ora a due ore. Dopo che il medico ha descritto tutti gli organi indagati, consegna il risultato alle mani del paziente. Tutte le norme e le deviazioni da esse sono chiaramente indicate nella descrizione, quindi non sarà difficile per il paziente capire tutto ciò che è indicato nel foglio..

Gli indicatori renali sono normali

La norma fisiologica dei reni è la loro larghezza (50-60 mm), lunghezza (100-120 mm), spessore (40-50 mm). Anche un elemento importante è lo spessore del parenchima, che è di 18-25 mm. Il parenchima dipende dall'età, più la persona è anziana, meno è e può raggiungere gli 11 mm. Se, durante la decodifica, tutti gli indicatori rientrano nell'intervallo normale, non ci sono paure.

Deviazione dalla norma

Cambiamenti significativi nella dimensione del rene di solito indicano la presenza di pielonefrite acuta o glomerulonefrite. Un altro aumento si verifica quando i reni perdono la loro forza precedente. In questo caso, i reni sono sottoposti a grave stress e si infiammano..

La deviazione consentita dal nome è di 3 mm in entrambe le direzioni. Se questo indicatore è più alto, vale la pena condurre un ulteriore esame dell'organo modificato utilizzando ultrasuoni o fluoroscopia.

Sentimenti, possibili complicazioni dopo la TC

La tomografia computerizzata è tollerata senza alcuna difficoltà da adulti e bambini. La mancanza di completa immersione nell'apparato dona una sensazione di sicurezza e completa tranquillità. Questa tecnologia consente l'esame di persone che soffrono di claustrofobia.

La tecnologia moderna aiuta a ridurre significativamente il livello di esposizione alle radiazioni del corpo durante la ricerca. Dopo un breve periodo di tempo, il paziente può mettere le mani sui risultati del suo esame. La TC è una procedura assolutamente indolore che non ha praticamente controindicazioni.

Nonostante la versatilità e la sicurezza del metodo, ci sono ancora una serie di complicazioni che raramente possono essere osservate nelle persone durante o dopo la TC:

  1. Disagio intenso e tensione da immobilità prolungata. Molto spesso, i bambini piccoli hanno paura e iniziano a piangere, si innervosiscono, cadono in crisi isteriche da un ambiente non familiare.
  2. Allergia al mezzo di contrasto. Di norma, prima dell'introduzione, il medico esegue un test speciale: la reazione del corpo all'agente di contrasto. Se c'è un'allergia, il contrasto viene sostituito con un'altra sostanza o lo studio viene eseguito senza di esso.
  3. Forte dolore nei siti di iniezione del mezzo di contrasto. C'è spesso un blocco nel flusso sanguigno dopo l'iniezione, che scompare dopo poche ore. In questo momento, si consiglia di non raffreddare eccessivamente il corpo per evitare ulteriore dolore.
  4. Forte paura, apatia, ansia (in presenza di fobie). Questi fenomeni influenzano in modo significativo il risultato dello studio, poiché la persona perde il controllo sull'autocontrollo e non è in grado di entrare in contatto produttivo con il medico che conduce l'esame..

In tutto il mondo, la tomografia computerizzata è considerata la ricerca più informativa. Si consiglia di eseguirlo nei casi in cui tutti gli studi precedenti non hanno avuto il risultato desiderato o su raccomandazione dei medici. È impossibile condurre una tale ricerca sull'auto-scopo..

TC dei reni: indicazioni e controindicazioni, l'essenza della procedura, preparazione

Foto dal sito ktdiagnostik.ru

Indicazioni e controindicazioni

La tomografia computerizzata dei reni è un metodo di esame radiografico altamente informativo, indolore e, soprattutto, sicuro. Durante la scansione, il paziente riceve una dose minima di radiazioni - da 3 a 10 m3v.

Per il dolore nella regione lombare e i disturbi urinari, vale la pena contattare un nefrologo. Emetterà un rinvio per la diagnostica renale CT.

Indicazioni per l'esame:

  • malattia dei calcoli renali, colica renale;
  • policistico;
  • malattie infettive croniche dei reni, ad esempio, pielonefrite, glomerulonefrite;
  • disfunzione dell'organo, insufficienza renale;
  • anomalie congenite;
  • danno renale aperto o chiuso;
  • idronefrosi, nefroptosi;
  • ascesso;
  • infarto renale;
  • anomalie del sistema vascolare;
  • trombosi dei vasi che alimentano i reni;
  • tumori.

Di norma, una scansione TC dei reni è ausiliaria dopo un'ecografia. Può essere utilizzato per prepararsi al prossimo intervento chirurgico, nonché per monitorare l'efficacia della terapia o della chirurgia..

Nonostante la sicurezza, non tutti possono esaminare i reni con la tomografia computerizzata. Controindicazioni:

  • primo trimestre di gravidanza;
  • peso del paziente superiore a 200 kg;
  • disordini mentali;
  • avere un pacemaker, una pompa per insulina o dispositivi elettronici nel corpo.

Per quanto riguarda la tomografia computerizzata dei reni con contrasto, è controindicata in caso di allergia alla sostanza iniettata, nonché in caso di insufficienza renale.

Ci sono limitazioni relative alla TC:

  • bambini fino a 14 anni;
  • diabete;
  • gravi malattie croniche;
  • forti dolori che impediscono al paziente di rimanere sdraiato;
  • allattamento;
  • una recente scansione TC o MRI
  • deterioramento del benessere il giorno dell'esame, ad esempio febbre, brividi, nausea.


Tomografia computerizzata del rene con un mezzo di contrasto in questione per il mieloma multiplo e le patologie tiroidee.

In caso di controindicazioni relative, il medico valuta i rischi e i possibili benefici per il paziente, quindi decide se dare o meno un rinvio per visita.

A cosa serve un mezzo di contrasto??

La TC del rene con mezzo di contrasto è necessaria per una migliore visualizzazione. Questo è un metodo di esame più accurato rispetto alla tomografia convenzionale, poiché la scansione consente di studiare non solo i tessuti, ma anche i vasi e le arterie.

La TC dei reni con contrasto viene utilizzata in questi casi:

  • per rilevare disturbi vascolari, come la trombosi;
  • per una migliore visualizzazione delle pietre, valutazione della loro dimensione e composizione;
  • identificare metastasi e neoplasie;
  • per valutare la velocità di escrezione urinaria e di filtrazione glomerulare.

L'agente di contrasto è lo iodio o il gadolinio. Viene somministrato per via endovenosa o orale.

Formazione

La preparazione è importante con una TAC dei reni. Alla reception, il medico pronuncerà raccomandazioni su nutrizione, stile di vita e farmaci. Tutti i requisiti devono essere soddisfatti.

Rene TC con contrasto

La preparazione precoce per la TC del rene con contrasto si presenta così:

  • esame preliminare del paziente per identificare controindicazioni, sia assolute che relative, rilevamento di allergia a un mezzo di contrasto;
  • aderenza a una dieta 2-3 giorni prima della scansione, che mira a ridurre la formazione di gas nell'intestino;
  • prendendo assorbenti, ad esempio Smecta o Sorbex.

Il cibo dietetico comporta l'esclusione dalla dieta di alcol, bevande gassate, legumi, funghi, latticini, verdure fresche e frutta, dolci.

Un test della creatinina nel sangue è la chiave per la preparazione per il contrasto renale CT. Può aiutare a identificare l'insufficienza renale..

La preparazione tardiva per TC renale con contrasto è simile a questa:

  • astenersi dal mangiare e bere liquidi 4-5 ore prima dell'esame;
  • rimuovere tutti i gioielli in metallo prima di entrare in ufficio.

Durante l'esame, le condizioni del paziente possono peggiorare. Ciò è dovuto all'introduzione di un mezzo di contrasto, quindi non è necessario preoccuparsi. Se una persona ha il sapore del metallo in bocca o ha mal di testa, questa è la norma..

TC renale senza mezzo di contrasto

Raccomandazioni per la preparazione per una TC del rene:

  • passare un esame delle urine e del sangue;
  • 2-3 giorni prima dell'esame, rifiutare i prodotti che aumentano la produzione di gas;
  • evitare lo stress e lo sforzo fisico;
  • 4-5 ore prima della TAC, non mangiare né bere nulla;
  • togliere tutti gli oggetti metallici.

In nessun caso dovresti nascondere la gravidanza o la malattia. Questa informazione è fondamentale per decidere se è possibile una scansione TC..

È importante non solo la preparazione fisica, ma anche psicologica per la tomografia computerizzata dei reni. Se il paziente è molto preoccupato prima della procedura, può essere assunto un sedativo.

Avanzamento della procedura

L'esame viene eseguito su un tomografo. Il paziente entra nello studio, rimuove tutti i gioielli in metallo e si sdraia su un tavolo estraibile, che poi entra nell'unità CT.

Non importa se viene eseguita una TAC del rene sinistro o destro, il paziente dovrebbe sdraiarsi sulla schiena. L'anello dell'apparato ruota, così si ottiene un'immagine tridimensionale.

Durante la scansione, la persona deve rimanere immobile e soddisfare tutti i requisiti dello specialista, ad esempio trattenere il respiro o espirare. Il dottore è nell'ufficio successivo, da dove controlla l'unità CT. Guarda lo schermo del monitor su cui viene visualizzata l'immagine. Poiché l'unità di tomografia ha una telecamera incorporata con un microfono, il medico vede e sente la persona.

La TC dei reni senza contrasto dura fino a 20-30 minuti. Se è necessario iniettare un mezzo di contrasto, è necessaria una pausa. Viene praticata un'iniezione nella vena femorale, quindi la scansione continua.

La tomografia computerizzata dei reni con contrasto dura fino a 30-40 minuti. Dopo l'esame è possibile ottenere tutta una serie di immagini..

Cosa mostra una TAC dei reni??


Foto da foodandhealth.ru

La tomografia dei reni ti consente di vedere quanto segue:

  • qualsiasi cambiamento nella struttura, forma o dimensione degli organi;
  • anomalie congenite dello sviluppo;
  • condizione della capsula e dei tessuti circostanti, ascessi, flemmone;
  • formazioni maligne o benigne, metastasi;
  • sangue o liquido accumulato nelle coppe renali e nella pelvi;
  • pietre e cisti, ostruzione delle vie urinarie;
  • anomalie nella funzione renale, per esempio, cambiamenti nella velocità del flusso urinario, filtrazione glomerulare alterata.

La TC può valutare la condizione anatomica e la funzione dei reni.

Possibili complicazioni della procedura

Con un tomogramma dei reni, il rischio di conseguenze negative è minimo. La procedura è ben tollerata, non ci sono sensazioni dolorose.

Le complicanze sono possibili solo con TC dei reni con un mezzo di contrasto, se il paziente è allergico al contrasto iniettato o non ha seguito le raccomandazioni della preparazione.

Elenco delle conseguenze negative:

  • gonfiore delle labbra;
  • eruzione cutanea;
  • arrossamento della pelle nel sito di iniezione.

Tutti questi sintomi scompaiono dopo l'assunzione di antistaminici..

Molto raramente si verificano complicanze più gravi come mancanza di respiro, mancanza di respiro, ipertensione arteriosa e insufficienza renale.

Decodificare i risultati

La TAC del rene viene decifrata dallo specialista che ha eseguito l'esame. Analizza le immagini e fa una conclusione. Dopo la scansione, il paziente deve attendere i risultati per 1-1,5 ore, che vengono distribuiti.

Di regola, la diagnosi è indicata nella conclusione. Se è assente, allora vale la pena contattare il nefrologo con i risultati, che decifrerà i dati e, se necessario, prescriverà un trattamento.

Normalmente, la conclusione dovrebbe indicare quanto segue:

  • i reni sono di dimensioni e posizione normali, un contorno chiaro;
  • la pelvi renale è simmetrica, senza pietre, ostruzioni e crescite all'interno, il passaggio dell'urina non è disturbato;
  • parenchima di spessore e struttura normali;
  • non ci sono ispessimenti, inclusioni e fluidi nello spazio perirenale e pararenale;
  • normale pervietà dei vasi sanguigni;
  • nessun sanguinamento.

Normalmente, corpi estranei, tumori e processi infiammatori e infettivi non dovrebbero essere.

La TC può rilevare le seguenti patologie:

  • uno o entrambi gli organi non corrispondono alle dimensioni normali, ci sono deviazioni nella posizione, che indicano infiammazione, patologie strutturali o lesioni;
  • segni di un processo infettivo;
  • cisti o ascessi;
  • pietre nei reni;
  • restringimento degli ureteri;
  • un tumore al rene;
  • linfonodi ingrossati;
  • ostruzione dei vasi sanguigni.

È possibile eseguire una TAC dei reni per un bambino?

La dose di radiazioni ricevuta durante l'esame non è così terribile come una malattia diagnosticata in modo incompleto. Secondo queste considerazioni, la TC viene eseguita per i bambini. Ma se possibile, la preferenza viene comunque data alla risonanza magnetica. Questo metodo diagnostico è più sicuro per i bambini..

Per i bambini di età inferiore a 3 anni, la TC viene eseguita in anestesia, poiché è difficile per loro rimanere immobili, possono avere paura del rumore e iniziare a farsi prendere dal panico. I bambini di età superiore ai 5-6 anni tollerano un esame più facile, quindi non è necessaria l'anestesia.

Un bambino può avere la TC con o senza contrasto. L'agente di contrasto non danneggia il corpo del bambino, ma è importante escludere le allergie.

Differenze tra TC e altri esami renali

Se parliamo di tutti i metodi strumentali per la diagnosi delle malattie renali, allora sono la TC e la risonanza magnetica le più altamente informative. Sono precisi, ma completamente diversi in linea di principio..

La procedura è identica. Ma la risonanza magnetica, a differenza della TC, non si basa sulla radiazione a raggi X, ma sull'azione di un campo magnetico, quindi questo metodo è più sicuro.

Lo svantaggio della risonanza magnetica è il suo costo elevato. È quasi 2 volte più costoso della TC.

Alcune malattie renali minacciano la vita umana, quindi una diagnosi accurata e tempestiva è più importante che mai. Grazie allo sviluppo delle moderne tecnologie, è diventato possibile identificare le più piccole anomalie nel lavoro dei reni.

Autore: Oksana Belokur, dottore,
appositamente per Nefrologiya.pro

Video utile sulla TC renale

Elenco delle fonti:

  • Karmazanovsky G.G. Aspetti clinici dell'aumento del contrasto intravascolare in studi radiologici // Med. Visualizzazione, 2003. - No. 1. - p. 131-137.
  • Builov V., Borisanov. A. Tomografia computerizzata a spirale per tumori renali. Medicina pratica, 2009.
  • Mukhin H. A., Tareeva I. B., Shilov B. M., Kozlovskaya L. V. Diagnosi e trattamento delle malattie renali, 2011.
  • Nefrologia: una guida per i medici / ed. I. E. Tareeva / M.: Medicine, 2000.

TC dei reni

La tomografia computerizzata dei reni è un metodo moderno, informativo e non invasivo per esaminare i reni, il tratto urinario, la vescica, nonché i tessuti e le strutture anatomiche situati nelle immediate vicinanze di questi organi.

La TC dei reni consente di ottenere immagini in bianco e nero strato per strato di sezioni di organi e tessuti dello spazio retroperitoneale. Ciascuna delle aree delle immagini corrisponde all'uno o all'altro organo o formazione anatomica. Il medico può modificare lo spessore delle fette da 3 a 10 mm utilizzando le impostazioni del dispositivo a seconda dello scopo dell'esame. Più sottili sono le sezioni, più tempo richiede lo studio, più piccoli cambiamenti e neoplasie possono essere rilevati. Durante un esame vengono scattate circa 100 immagini. Tutto ciò consente di ottenere informazioni complete sui cambiamenti patologici esistenti nelle prime fasi dello sviluppo della malattia..

In una procedura, è possibile esaminare l'intero sistema urinario, solo i reni o i reni e le ghiandole surrenali. L'ambito dell'esame in ciascun caso è determinato dal medico della diagnostica delle radiazioni.

Molto spesso, il metodo viene utilizzato per diagnosticare l'urolitiasi e le conseguenze e le complicazioni associate a questo tipo di patologia. Al secondo posto c'è l'identificazione di varie neoplasie dei reni e dello spazio retroperitoneale.

Cosa mostra una TAC dei reni?

Grazie al metodo della tomografia computerizzata, è possibile identificare processi patologici di varia natura e cambiamenti negli organi dello spazio retroperitoneale e della piccola pelvi:

  1. anomalie nello sviluppo dei reni (raddoppio del rene o degli ureteri, rene a ferro di cavallo, ecc.);
  2. prolasso dei reni;
  3. infiammazione, suppurazione, accumulo di pus (ascesso);
  4. neoplasie e metastasi dei reni, delle ghiandole surrenali, dei tessuti molli e delle ossa dello spazio retroperitoneale;
  5. cisti renali;
  6. calcoli nei reni, ureteri e vescica;
  7. condizioni acute in cui è necessario un intervento chirurgico di emergenza: lesione renale, colica renale, ecc.;
  8. conseguenze di lesioni e vari interventi chirurgici effettuati in passato: cicatrici, assenza di un organo o parte di un organo (assenza di un rene), ecc.;
  9. problemi con i vasi della piccola pelvi: trombosi, tromboflebite;
  10. ingrossamento dei linfonodi nello spazio retroperitoneale, cavità addominale, piccola pelvi.

Le immagini mostrano anche le vertebre della colonna lombare, una parte dell'aorta addominale e i tessuti molli delle pareti della cavità addominale. Questo può essere utile in caso di patologia dei vasi che alimentano i reni, malattie oncologiche, quando le metastasi del tumore primario colpiscono la colonna vertebrale, lesioni addominali nella proiezione della posizione dei reni.

Tomografia computerizzata dei reni con contrasto

L'esame può essere eseguito sia con l'uso di un mezzo di contrasto, sia in modalità nativa. Tuttavia, il contenuto di informazioni di tale studio potrebbe essere basso, poiché senza il miglioramento del contrasto, le immagini potrebbero non mostrare tumori, vasi sanguigni e alcune altre strutture anatomiche..

I preparati a base di iodio vengono utilizzati per contrastare il tessuto durante la tomografia computerizzata.

La somministrazione endovenosa del farmaco aiuta:

  1. ottenere immagini chiare di vasi sanguigni e tumori con un ricco apporto di sangue;
  2. identificare le aree del sistema urinario dove il flusso di fluido (urina) è ostruito o bloccato.

La TC con mezzo di contrasto dei reni e delle vie urinarie è anche chiamata pielogramma computerizzato per via endovenosa.

I farmaci per via endovenosa possono essere somministrati:

  1. il farmaco viene somministrato per via endovenosa immediatamente prima dell'inizio della procedura o durante l'esame dopo che sono state eseguite una serie di immagini native (senza contrasto);
  2. il farmaco viene iniettato nel sangue durante l'intero esame utilizzando uno speciale erogatore automatico chiamato iniettore.

Dopo l'iniezione di un mezzo di contrasto nel sangue, il paziente può sentire:

  1. un sapore metallico o aspro in bocca;
  2. dolore al sito di iniezione;
  3. vampate di calore nel corpo.

Queste reazioni non rappresentano un potenziale pericolo per la salute del paziente, quindi è possibile continuare l'esame.

Questi sintomi indicano lo sviluppo di intolleranza ai farmaci a base di iodio:

  1. gonfiore del viso, delle orecchie, del collo, della laringe;
  2. gola infiammata;
  3. prurito alla pelle;
  4. orticaria;
  5. broncospasmo;
  6. calo della pressione sanguigna.

Il rischio di sviluppare una reazione allergica è aumentato nelle persone con asma bronchiale, intolleranza ai preparati contenenti iodio e frutti di mare.

Indicazioni per la TC dei reni

È possibile ottenere un rinvio per un esame da un medico nei seguenti casi:

  1. pietre nei reni, ureteri, pelvi renale, vescica;
  2. idronefrosi;
  3. trauma alla cavità addominale (danno renale, sanguinamento, ecc.);
  4. scoprire la causa della colica renale, stabilire la localizzazione e la dimensione del calcolo che ha provocato la comparsa del dolore;
  5. ipertensione maligna;
  6. dati ambigui sull'ecografia dei reni;
  7. esame del paziente prima dell'intervento (tumore operabile o inoperabile, localizzazione del tumore, germinazione dei vasi e dei tessuti circostanti, presenza di metastasi);
  8. monitorare i progressi del trattamento durante la radioterapia o la chemioterapia;
  9. processi infiammatori nei reni e nel tessuto perirenale.

Controindicazioni per la TC dei reni

Le controindicazioni assolute per la procedura includono:

  1. il peso corporeo del paziente supera i limiti di progettazione del carico massimo sul tavolo del tomografo (di solito fino a 120 kg);
  2. gravidanza indipendentemente dal termine.

Controindicazioni relative:

  1. bambini sotto i 12 anni;
  2. il periodo di allattamento al seno (sarà necessario estrarre e versare il latte entro 2 giorni);
  3. diabete mellito (potrebbe essere necessario interrompere temporaneamente l'assunzione di farmaci antiperglicemici);
  4. nefropatia;
  5. intolleranza ai farmaci usati per il contrasto.

Le controindicazioni per l'uso di agenti di contrasto si distinguono in un gruppo separato:

  1. intolleranza ai preparati contenenti iodio;
  2. gravidanza e allattamento;
  3. malattie del fegato e dei reni, accompagnate da una violazione della funzione di questi organi;
  4. diabete.

Preparazione per la TC dei reni

Nella fase preparatoria, è consigliabile visitare un consulto con un medico di diagnostica delle radiazioni per determinare le indicazioni e le controindicazioni per la tomografia computerizzata, il volume dell'esame imminente.

Spesso una TAC del rene viene eseguita solo dopo un esame ecografico o radiografico. La maggior parte dei cambiamenti patologici vengono rilevati utilizzando metodi di esame più semplici e accessibili. Le limitazioni della TC dei reni riguardo al volume e alla frequenza delle procedure possono rendere irrazionale questo tipo di esame..

Se prima per l'esame del tratto gastrointestinale sono stati eseguiti esami come l'irrigoscopia, il passaggio del bario attraverso l'intestino, la fluoroscopia dello stomaco, sarà necessario attendere almeno 7 giorni prima di eseguire la TC dei reni, delle ghiandole surrenali e della vescica con contrasto.

Si consiglia di presentarsi all'esame a stomaco vuoto. Questa raccomandazione è particolarmente rilevante per quei pazienti per i quali si prevede di eseguire l'esame renale utilizzando un mezzo di contrasto. Si consiglia di programmare l'ultimo pasto entro e non oltre 6 ore prima dell'inizio dell'esame.

Come viene effettuato l'esame

Si consiglia di recarsi in clinica 15-20 minuti prima dell'inizio della procedura. Ciò è necessario per registrarsi, recarsi nella sala della tomografia computerizzata, porre al personale medico le domande necessarie e cambiarsi, se necessario. Dovrai rimuovere vestiti e accessori con elementi di fissaggio in metallo, poiché eventuali prodotti in metallo lasciano ombre nelle immagini che rendono difficile la diagnosi.

Per l'esame, il paziente viene posto su un tavolo tomografo retrattile in posizione supina. Il mezzo di contrasto viene iniettato per via endovenosa con una singola iniezione o dosaggio a lungo termine con un iniettore.

Se esegui uno studio nativo, dovrai restare immobile per solo 1-3 minuti. Quando si utilizza il contrasto, la durata dell'esame può essere fino a 30 minuti, quindi il corpo del paziente viene fissato con cuscini e cinture speciali. Durante l'esame, il medico può chiedere al paziente di trattenere il respiro per alcuni secondi in modo da escludere lo spostamento degli organi durante la respirazione e ottenere immagini più chiare e informative..

Il tavolo retrattile del tomografo insieme al paziente viene spostato all'interno del tomografo in modo che l'area da studiare sia a livello del telaio dello scanner. Il personale medico si reca nella stanza adiacente durante il funzionamento del tomografo per evitare l'esposizione alle radiazioni. È possibile contattare il personale medico utilizzando la comunicazione vocale a due vie.

Quando l'intera area dell'esame è stata scansionata, il medico controlla le immagini ricevute. Se le immagini sono dettagliate e chiare, l'esame è considerato completato, il paziente può alzarsi e cambiarsi.

Decodifica dei risultati ottenuti

La decodifica è intesa come il processo di identificazione dei cambiamenti patologici nelle immagini, una descrizione di questi cambiamenti e la formulazione di una conclusione. Il processo dura circa un'ora. Il paziente riceve le immagini e la conclusione del medico di diagnostica radiologica, certificata dalla firma e dal sigillo.

Con che frequenza può essere eseguita una TAC dei reni?

L'intervallo ottimale tra gli esami è di 12 mesi, sia che si esamini la stessa area del corpo della prima volta o una diversa.

Tomografia computerizzata (TC) dei reni: preparazione e conduzione dello studio (con e senza contrasto), norma e decodifica, dove fare, prezzo. RM o TC dei reni, che è meglio?

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Tomografia computerizzata (TC) dei reni con e senza mezzo di contrasto - preparazione

Se un bambino di età superiore a 7 anni o un adulto deve sottoporsi a una tomografia computerizzata dei reni senza contrasto, non è necessaria una preparazione speciale e speciale per esso. È imperativo non fumare o mangiare per 4-6 ore prima dello studio e puoi bere solo acqua pura non gassata. Il sovraccarico fisico e psico-emotivo dovrebbe essere escluso per 1 - 2 giorni prima dello studio. Se una persona soffre di malattie dell'apparato digerente, anche per due giorni prima dello studio, è necessario seguire una dieta che riduce la formazione di gas nell'intestino, in modo che le anse intestinali gonfie non compromettano la chiarezza dell'immagine del rene nelle immagini. La dieta consiste nell'eliminare cibi e bevande che causano gas nell'intestino, come alcol, soda, latte, latticini, verdure fresche, frutta, legumi, spezie, pane di crusca, cereali integrali, ecc. Non è richiesta nessun'altra preparazione per la tomografia computerizzata del rene senza mezzo di contrasto.

Se a un bambino o un adulto viene prescritta una tomografia computerizzata dei reni con contrasto, i seguenti farmaci devono essere sospesi:

  • 48 ore prima che lo studio interrompa l'assunzione di farmaci tossici per i reni, come metformina, dipiridamolo, farmaci antinfiammatori non steroidei (aspirina, ibuprofene, nimesulide, ketanov, paracetamolo, diclofenac, indometacina, ecc.), Antibiotici del gruppo aminoglicosidico e altri. ). Questi farmaci devono essere ripresi almeno 48 ore dopo la TC del rene con mezzo di contrasto.
  • 24 ore prima dello studio, interrompere l'assunzione di diuretici (ad esempio, furosemide, mannitolo, veroshpiron, indapamide, ecc.) E inibitori dell'acetilcolinesterasi (galantamina, nivalina, donepezil, Alzepil, ipidacrina, neuromidina, ecc.). Puoi riprendere a prendere questi farmaci almeno 24-48 ore dopo la TC.

Inoltre, tutti gli adulti e i bambini prima della TAC con contrasto senza fallo 4-5 giorni prima dello studio dovrebbero eseguire un esame del sangue per la concentrazione di creatinina e il test di Reberg per valutare la consistenza funzionale dei reni. Inoltre, se una persona non ha controindicazioni alla TC dei reni con contrasto e i risultati dei test per la creatinina e il test di Reberg sono normali, la preparazione per lo studio è terminata. Ma nei casi in cui una persona ha controindicazioni alla TC con mezzo di contrasto o i risultati del test non sono normali (la creatinina è aumentata di oltre 130 μmol / le il valore del test di Rehberg è inferiore a 25 ml / min), sarà necessario sottoporsi a una preparazione aggiuntiva del farmaco prima dello studio, finalizzato a prevenzione delle complicanze dei reni e della tiroide.

La preparazione del farmaco per la TC dei reni con contrasto consiste nell'assunzione di determinati farmaci, il cui dosaggio e l'elenco dei quali è determinato dal tipo di controindicazione di una persona e quali sono i valori dei test della creatinina e del test di Reberg.

Se in passato una persona ha avuto gravi reazioni allergiche agli agenti di contrasto contenenti iodio, la preparazione del farmaco per la TC dei reni con contrasto viene eseguita come segue. 12 ore e 2 ore prima dello studio, è necessario assumere ormoni glucocorticoidi - o metilprednisolone alla dose di 40-50 mg, o idrocortisone alla dose di 250 mg, o desametasone alla dose di 10 mg (qualsiasi farmaco a scelta). 2 ore prima dello studio, 50 mg di ranitidina o 300 mg di cimetidina (qualsiasi farmaco a scelta) devono essere somministrati per via endovenosa. Immediatamente prima dello studio, 50 mg di Difenidramina o 2 mg di Clemastina vengono iniettati per via endovenosa.

Quando una persona ha un disturbo della tiroide, la preparazione del farmaco consiste nell'assunzione di tiamazolo (una dose standard) e perclorato di sodio (tre dosi giornaliere). Il ricevimento di entrambi i farmaci inizia un giorno prima dello studio e continua dopo la TC dei reni con contrasto per altri 28 giorni per il tiamazolo e 8-14 giorni per il perclorato di sodio.

Inoltre, per qualsiasi controindicazione alla TC con contrasto o risultati anormali del test per la creatinina e il test di Reberg, il corpo deve essere idratato mediante somministrazione endovenosa di soluzione salina. Se la creatinina e il test di Reberg sono normali, ma ci sono controindicazioni alla TAC con mezzo di contrasto, allora la soluzione salina viene iniettata sotto forma di "contagocce" alla dose di 1 mg / kg / ora. La soluzione salina inizia a gocciolare 4 ore prima dello studio e continua per 8-12 ore dopo la TC con mezzo di contrasto. Allo stesso modo, la soluzione salina fisiologica viene somministrata per via endovenosa, se la persona non ha controindicazioni, ma il livello di creatinina non è normale e il test Reberg è superiore a 50 ml / min. Se ci sono controindicazioni alla TC con mezzo di contrasto e il valore del test di Reberg è inferiore a 50 ml / min, la soluzione salina alla dose di 1 ml / kg / ora viene iniziata 12 ore prima dello studio e continua per altre 12-24 ore dopo la tomografia.

Se una tomografia computerizzata dei reni è prescritta per un bambino di età inferiore a 7 anni, di solito viene eseguita in anestesia superficiale per garantire che il bambino sia fermo durante lo studio. L'anestesia viene somministrata esclusivamente a stomaco vuoto, pertanto, come preparazione ai bambini di età inferiore a 7 anni per la tomografia dei reni, non devono essere somministrati cibo o bevande per 12 ore prima dello studio. Tutti gli altri principi per preparare i bambini sotto i 7 anni di età per la tomografia computerizzata dei reni con o senza contrasto sono gli stessi degli adulti..

È necessario essere consapevoli che una tomografia computerizzata dei reni con mezzo di contrasto non deve essere eseguita immediatamente dopo una radiografia con mezzo di contrasto al bario. È imperativo che i raggi X con bario e la tomografia computerizzata con contrasto siano distanziati di 4-6 giorni l'uno dall'altro. Cioè, la TC dei reni viene eseguita da 4 a 6 giorni prima o dopo la radiografia con bario..

Va bene mangiare prima di una TAC dei reni

È necessario astenersi dal cibo per 4-6 ore prima della tomografia computerizzata dei reni. Cioè, l'ultima volta che puoi mangiare 4-6 ore prima dell'orario stabilito per lo studio. Inoltre, nell'ultimo pasto, dovresti mangiare pasti leggeri e a basso contenuto di grassi, ad esempio polpette di pollo al vapore, porridge, ecc. Se la tomografia è pianificata senza contrasto, è consentito non digiunare per queste 4-6 ore prima dello studio, ma è possibile assumere solo cibo leggero. Se è pianificata una tomografia con contrasto, dovresti assolutamente digiunare per 4-6 ore prima dello studio..

Tuttavia, anche se si pianifica una TAC dei reni senza mezzo di contrasto, nel corso dello studio il medico può decidere che il contrasto è necessario e in questo caso la TAC viene eseguita con mezzo di contrasto. Pertanto, per poter sempre trasformare liberamente la TC convenzionale in TC con contrasto, è comunque necessario astenersi dal mangiare per 4-6 ore prima dello studio..

Come viene eseguita la tomografia computerizzata (TC) dei reni

Gli oggetti metallici degraderanno la qualità delle immagini TC dei reni. Pertanto, prima dell'esame, sarà necessario rimuovere dal corpo e rimuovere dalle tasche eventuali oggetti metallici, ad esempio forcine, orologi, gioielli, piercing, piccoli soldi, cinture per pantaloni con fibbie. Inoltre, dovrai rimuovere il tuo telefono cellulare e altri gadget dalle tue tasche..

In alcune istituzioni mediche viene fornita una maglietta usa e getta, in cui sarà necessario cambiarsi. In altre istituzioni, una persona rimane nei suoi vestiti. Fondamentalmente, puoi portare con te un accappatoio con bottoni di plastica o un pigiama e indossarli, il che ti farà sentire a tuo agio ed eliminerà la necessità di estrarre il contenuto dalle tasche..

Dopo che tutti gli oggetti metallici e i mezzi di comunicazione sono stati rimossi, l'assistente di laboratorio radiologico o il radiologo porta il paziente nella stanza in cui è installato direttamente lo scanner TC. Un medico ti mostrerà come contattare urgentemente un medico se il paziente si ammala improvvisamente durante lo studio. Per comunicare con il medico, che sarà nella stanza accanto durante la visita, è possibile utilizzare un telecomando con pulsante di allarme, un citofono o un microfono montato a parete.

Inoltre, l'operatore sanitario ti dirà che al comando del medico dovrai trattenere il respiro per 20-40 secondi, quindi respirare di nuovo con calma, ecc. Cioè, durante lo studio, è necessario monitorare attentamente i comandi "non respirare" e "respira". Al comando "non respirare" dovresti inspirare e trattenere il respiro per 20-30 secondi, mentre al comando "respira" puoi rilassarti, espirare e respirare a ritmo normale. Trattenere il respiro è necessario per ottenere immagini della massima qualità e informative dei reni, in modo che non appaiano sfocate e sfocate a causa del movimento degli organi nella cavità addominale durante l'inspirazione e l'espirazione..

Inoltre, al termine del briefing, l'operatore sanitario farà sdraiare il paziente sul lettino, chiedendogli di alzare le braccia, eventualmente fissare il corpo con cinghie o rulli per evitare cambiamenti accidentali di postura durante l'esame. È molto importante prendere una posizione comoda sul divano, poiché dovrai rimanere sdraiato su di esso durante l'intero studio. L'immobilità è necessaria per ottenere immagini informative di alta qualità e, di conseguenza, una diagnosi corretta.

Dopo essersi sdraiato sul divano, l'operatore sanitario entrerà nella stanza adiacente, accenderà il tomografo e inizierà il processo di esame. Il lettino si sposterà longitudinalmente in modo che la parte bassa della schiena, nell'area in cui si trovano i reni, si ritiri nel gantry. Durante l'esplorazione, varie parti dell'apparato possono essere viste fare rumore e movimento all'interno del gantry. Periodicamente, il medico darà i comandi di "respirare" e "non respirare".

Se viene eseguita la tomografia computerizzata con contrasto, verranno scattate prima le immagini senza contrasto, dopodiché il dispositivo verrà arrestato, un operatore sanitario entrerà nella stanza, inietterà un mezzo di contrasto nella vena e lo studio continuerà per diversi minuti. Durante il periodo di ricerca, una persona non dovrebbe provare sensazioni spiacevoli, dolore o disagio, poiché l'apparato non tocca il corpo e non introduce strumenti nelle aperture fisiologiche. Tuttavia, i pazienti possono provare varie sensazioni spiacevoli causate da una postura immobile, dal desiderio di urinare o dalle proprie paure e ansia, ma non hanno nulla a che fare con il funzionamento del tomografo..

Durante la tomografia dei reni, il medico e l'infermiera saranno nella stanza accanto, ma osserveranno costantemente il paziente attraverso la finestra, in modo che, se ovviamente ciò accade, vedono immediatamente il deterioramento delle condizioni del paziente, interrompono per tempo l'operazione del tomografo e forniscono l'assistenza necessaria.

Dopo il completamento dell'esame, che dura 10-20 minuti, il tomografo smetterà di funzionare, il lettino uscirà dal gantry, l'operatore sanitario entrerà nella stanza e rimuoverà le cinghie oi rulli utilizzati per mantenere la postura. Dopodiché, dovrai alzarti, vestirti, prendere le tue cose e sederti nel corridoio per 30-40 minuti. Dovresti sederti per mezz'ora in modo che i medici possano fornire immediatamente l'assistenza necessaria se si sviluppano effetti collaterali sul mezzo di contrasto contenente iodio. Se gli effetti collaterali non si sviluppano entro 30 minuti, puoi tranquillamente lasciare l'istituto medico e svolgere le tue solite attività. Puoi mangiare e bere subito dopo il completamento della tomografia.

Se è stata eseguita una tomografia con contrasto, è imperativo bere 1,5 - 2 litri di liquido durante il giorno in modo che l'agente di contrasto venga rapidamente escreto dal corpo e non abbia un effetto negativo sui reni. Inoltre, dopo la TC dei reni con mezzo di contrasto, si consiglia di non guidare per un'ora, poiché potrebbero esserci distrazioni e una diminuzione della velocità delle reazioni.

I risultati della tomografia computerizzata dei reni con o senza contrasto possono essere emessi il giorno successivo o lo stesso giorno, ma dopo 30-60 minuti, a seconda della pratica adottata in una particolare istituzione medica. Sicuramente, viene emesso un parere scritto con una descrizione dello studio eseguito e conclusioni sulla presenza o assenza di patologia renale. Oltre al parere scritto, a seconda delle regole adottate in una particolare istituzione medica, viene distribuito un disco con immagini o immagini stampate..

Tomografia computerizzata (TC) dei reni per un bambino

Quando si esegue la tomografia computerizzata dei reni per i bambini, viene utilizzata una tecnica che riduce al minimo la dose di radiazioni a raggi X ricevuta dal corpo a 0,2 mSv (millisievert). A causa di questo approccio, la tomografia computerizzata è una procedura relativamente sicura per i bambini. Tuttavia, poiché non è auspicabile che i bambini di età inferiore ai 14 anni siano esposti alle radiazioni, la tomografia computerizzata dei reni viene eseguita esclusivamente per indicazioni rigorose, quando la TC non può essere sostituita da nessun altro studio..

Le indicazioni e le controindicazioni per la tomografia computerizzata dei reni nei bambini sono esattamente le stesse degli adulti. Molto spesso, la tomografia computerizzata viene eseguita per i bambini con sospetti tumori, anomalie nello sviluppo o nella posizione dei reni.

A causa del fatto che durante la tomografia deve essere osservata la completa immobilità, questo studio viene eseguito per i bambini piccoli in anestesia superficiale. Di norma, l'anestesia viene somministrata ai bambini di età inferiore a 7 anni, poiché è impossibile spiegare loro che dovrebbero rimanere immobili durante l'intero periodo di studio. Ma per i bambini di età superiore a 7 anni, la tomografia viene eseguita senza anestesia, come per gli adulti, poiché potrebbero rimanere immobili per 10-20 minuti. Tuttavia, se parliamo di tomografia dei reni per un bambino, si consiglia di contattare in anticipo un istituto medico e scoprire se verrà utilizzata l'anestesia per prepararsi adeguatamente.

La preparazione per la tomografia computerizzata dei reni nei bambini di età superiore a 7 anni è esattamente la stessa degli adulti. Solo il periodo di digiuno prima dello studio dovrebbe essere di almeno 3-4 ore, e non 4-6 ore, come negli adulti. Se viene prescritta la TC con contrasto e il bambino ha controindicazioni, la preparazione del farmaco viene eseguita nello stesso volume degli adulti, solo i farmaci vengono somministrati a dosaggi per bambini in base all'età.

Se il bambino ha meno di 7 anni, dovrà sottoporsi a uno studio in anestesia, che viene somministrato solo a stomaco vuoto. Pertanto, la preparazione per la TC dei reni per i bambini di età inferiore a sette anni consiste nel rifiutare cibo e bevande per 12 ore prima dello studio..

Dove ottenere una tomografia computerizzata (TC) dei reni?

Iscriviti per la ricerca

Per fissare un appuntamento con un medico o un diagnostico, è sufficiente chiamare un unico numero di telefono
+7495488-20-52 a Mosca

+7812416-38-96 a San Pietroburgo

L'operatore ti ascolterà e reindirizzerà la chiamata alla clinica necessaria, oppure prenderà un ordine per un appuntamento con lo specialista di cui hai bisogno.

Frequenza di tomografia computerizzata renale

Nella conclusione di una tomografia computerizzata dei reni, è necessario indicare che l'immagine è normale o non ci sono dati per la patologia. Nella parte descrittiva, l'immagine normale dei reni è descritta approssimativamente come segue: i reni si trovano normalmente, di solito, non ingranditi, hanno una forma ovale, contorni chiari. Il seno renale è chiaro, la struttura e la densità del parenchima renale sono normali, non modificate. Il sistema calice-pelvico dei reni destro e sinistro non è dilatato. Gli ureteri non sono dilatati, non ristretti, senza tortuosità patologica. Le concrezioni (pietre) sono assenti.

Naturalmente, la conclusione non sarà scritta parola per parola, come mostrato sopra nel nostro esempio. Ma i parametri dei reni (forma, contorni, dimensioni, parenchima, ecc.) E il loro valore dovrebbero essere gli stessi indicati nel nostro esempio.

Decodifica della tomografia computerizzata dei reni

Solo un medico può decifrare correttamente i risultati della tomografia computerizzata dei reni e, per il massimo contenuto informativo dello studio, non deve solo vedere le immagini dell'organo, ma anche sapere quali sintomi clinici ha una persona. L'analisi combinata dei sintomi clinici in combinazione con le immagini dei reni sui tomogrammi consente al medico di effettuare la diagnosi corretta e più accurata. Pertanto, non siamo in grado di descrivere tutte le possibili sfumature e opzioni per decodificare la tomografia dei reni. Tuttavia, di seguito forniremo immagini tomografiche approssimative di varie malattie renali, in modo che i pazienti possano, in termini generali, navigare su quale malattia può essere discussa in un caso particolare..

I calcoli renali alla TC sono definiti come formazioni rotonde con contorni chiari di densità variabile, localizzati nel sistema calice-pelvico.

Le cisti renali sulle scansioni TC possono essere localizzate ovunque nell'organo. La cisti contiene un liquido trasparente, la formazione ha una forma rotonda o ovale, un guscio sottile, delimitato dal tessuto circostante, non aumenta con l'introduzione del contrasto.

Masse renali (tumori) sulle scansioni TC. Sono visti come formazioni di varie forme con bassa o alta densità, con contorni chiari o indistinti. Se, con l'introduzione del contrasto, si verifica un aumento irregolare della formazione, sono visibili infiltrazioni dei tessuti circostanti e focolai patologici nella pelvi o nella vena renale, ciò indica un tumore maligno del rene. Se la formazione ha una struttura eterogenea, ma è delimitata dai tessuti circostanti, contiene inclusioni di grasso e fibre muscolari, allora questi sono segni di un tumore benigno. Se la formazione ha un'alta densità (iperdensa) o è calcificata, allora questo è un segno di precedente tubercolosi, echinococcosi o cancro delle cellule renali.

L'ipoplasia renale ("secchezza") è caratterizzata da un contorno uniforme e da un assottigliamento uniforme del parenchima. Tuttavia, un rene così ridotto non è sempre patologico e può essere una variante normale..

Il raddoppio del rene è caratterizzato da una chiara differenza nelle dimensioni dei reni destro e sinistro.

L'idronefrosi del rene è caratterizzata dall'espansione del bacino e dell'uretere, i bordi del calice renale possono essere indistinti e il parenchima è atrofico. Con l'introduzione di un mezzo di contrasto, il potenziamento avviene con un ritardo ed è meno pronunciato rispetto al secondo rene sano.

La rottura del rene è caratterizzata da un contorno dell'organo sfocato e dalla presenza di un ematoma iperdenso (leggero).

Un infarto renale è caratterizzato da un fuoco triangolare, la cui base è adiacente alla capsula e l'apice è rivolto verso il bacino. Con l'introduzione del contrasto, l'attenzione patologica non aumenta.

La trombosi vascolare renale è caratterizzata da un'area di densità ridotta (scura) nella regione di una vena o arteria, rilevata dopo il contrasto.

Risonanza magnetica o TC dei reni: come scegliere quale è meglio?

La tomografia computerizzata in relazione alla diagnosi di varie patologie renali è, in generale, un metodo più informativo rispetto alla risonanza magnetica. Pertanto, i medici diagnostici esperti di solito raccomandano l'uso della TC per l'esame dei reni e utilizzano la risonanza magnetica solo nei casi in cui la TC è controindicata..

Se si sospetta l'urolitiasi, si consiglia prima di tutto di utilizzare gli ultrasuoni, che consentono un'elevata precisione per identificare i calcoli, compresi i raggi X negativi (non visibili ai raggi X). Nella stragrande maggioranza dei casi, l'ecografia è sufficiente per diagnosticare i calcoli renali. La TC con mezzo di contrasto è generalmente raccomandata nei casi in cui una persona ha sintomi di urolitiasi (colica renale) e le pietre non vengono rilevate dagli ultrasuoni o dai raggi X. La risonanza magnetica non è necessaria per diagnosticare i calcoli renali, poiché questo metodo non è molto informativo per rilevare i calcoli.

Se si sospetta la presenza di masse nei reni, viene eseguita prima un'ecografia. Se una cisti viene rilevata in base ai risultati degli ultrasuoni, non è necessario eseguire né la TC né la risonanza magnetica. Ma se, secondo i dati ecografici, una persona ha una cisti o un tumore complicato nei reni, è necessario eseguire una TC con mezzo di contrasto per chiarire la natura della formazione. In questi casi, la risonanza magnetica viene eseguita solo se i risultati della TC con contrasto si sono rivelati ambigui e non è stato possibile determinare quale tumore in una persona è benigno o maligno.

Nelle malattie renali infiammatorie, viene eseguita prima l'ecografia. Se il processo infiammatorio non è complicato, non sono necessarie né la TC né la risonanza magnetica. Tuttavia, se c'è un processo infiammatorio acuto complicato (ascesso, carbonchio, pionefrosi, ecc.), Dopo l'ecografia, viene mostrata la TC con aumento del contrasto, che consente di dettagliare la prevalenza dell'infiammazione. In tali situazioni, la risonanza magnetica non è necessaria, poiché la sua informatività non è superiore a quella della TC con contrasto. Tuttavia, se il contrasto con i farmaci contenenti iodio è controindicato per una persona, la TC viene sostituita dalla risonanza magnetica.

Se si sospetta una malattia renale vascolare, la TC e l'angiografia TC con mezzo di contrasto sono i migliori metodi diagnostici. La risonanza magnetica di solito non viene eseguita, poiché la sua informatività non è superiore a quella della TC con contrasto.

Per il danno renale traumatico, la TC con mezzo di contrasto è il miglior metodo di esame.

Pertanto, è ovvio che in caso di patologia renale, il metodo di esame ottimale è la tomografia computerizzata e la risonanza magnetica si riferisce a procedure diagnostiche ausiliarie. Pertanto, la risonanza magnetica viene prescritta raramente, solo quando è necessario ottenere dati specifici sulla condizione dei reni o sulla natura della patologia. Inoltre, la risonanza magnetica viene utilizzata nei casi in cui la TC con mezzo di contrasto è controindicata per qualsiasi motivo. In tutti gli altri casi, è la TC il metodo di scelta per diagnosticare la patologia renale..

Qual è la differenza tra TC e MRI - video

Tomografia computerizzata (TC) dei reni (con e senza contrasto) - prezzo

Attualmente, il costo della tomografia computerizzata dei reni in varie istituzioni mediche pubbliche e private varia da 1.500 a 13.000 rubli. Inoltre, il prezzo di uno studio con contrasto è 1000 - 3000 più costoso che senza contrasto.

Cosa uccide i reni: carne rossa, ritenzione urinaria, obesità e scarsa igiene - video

Colica renale: come si sviluppa e si manifesta, come calmarla. Prevenzione. Come rimuovere i calcoli renali - video

Autore: Nasedkina A.K. Specialista di ricerca biomedica.