Diagnosi di "cistite" in una donna incinta: quale pillola prendere?

La gravidanza è una condizione speciale del corpo femminile. Il sistema immunitario della donna si indebolisce nelle fasi iniziali, il che consente di attivare i rappresentanti della flora patogena. Durante questo periodo, l'infezione penetra facilmente nella vescica, provocando cistite. Come diagnosticare e aiutare te stesso?

Perché le donne incinte hanno la cistite?

Nelle donne, la piccola pelvi contiene la vescica, l'utero e il retto, che ha una struttura fissa e una certa rigidità. La pressione dell'utero su di esso non porta a conseguenze significative. La vescica è più morbida, la sua funzione è studiata per variare il suo volume, che può raggiungere i 500 ml. Quando è pieno, le pareti si allungano, i recettori sono eccitati e c'è bisogno di urinare.

Con l'allargamento dell'utero dovuto alla gravidanza, c'è poco spazio per la vescica. Il riempimento non avviene a tutto volume, ma il più possibile. Pertanto, la futura mamma dovrebbe andare in bagno più spesso..

La cistite è un'infiammazione del rivestimento della vescica. In questo caso, l'intera parete è irritata. I recettori situati nello strato muscolare sono eccitati al minimo riempimento, sorgono falsi desideri. Lo svuotamento completo con cistite è difficile a causa di un impulso doloroso. L'urina residua si accumula. Inizia a raccogliere pus e muco, la sabbia si deposita.

La cistite nelle donne si verifica quando si combinano diversi motivi:

  • caratteristiche anatomiche del corpo femminile;
  • infezione;
  • ristagno di urina;
  • diminuzione dell'immunità.

L'anatomia del sistema urinario femminile è caratterizzata dal fatto che l'uretra è ampia e corta. Il diametro è di circa 4 mm, la lunghezza è di 3-4 cm, caratteristica che contribuisce alla penetrazione attiva dell'infezione ascendente. Inoltre, la vicinanza anatomica dell'ano e della vagina, dove c'è la sua microflora, è importante. Spesso con la cistite c'è una semina con E. coli o disbiosi con lo sviluppo di microrganismi patogeni, funghi.

Durante la gravidanza, c'è una leggera diminuzione dell'immunità per garantire il portamento del feto riducendo il rischio di rigetto. Un utero allargato comprime l'uretra e la vescica, provocando il ristagno di urina. Tutti questi fattori contribuiscono alla frequente comparsa di cistite nelle future mamme..

Segni della malattia. La patologia è pericolosa per un bambino

Con la normale gestazione, una donna non manifesta alcun sintomo patologico. I segni della gravidanza (addome ingrossato, seno gonfio, pigmentazione) sono ben noti. Qualsiasi deviazione dovrebbe allertare la futura mamma..

Quando la cistite compare in una donna incinta, si verificano i seguenti reclami:

  • minzione frequente;
  • crampi durante lo svuotamento;
  • tirando dolori nella regione sovrapubica;
  • la comparsa di muco e sedimenti nelle urine, una diminuzione della sua trasparenza.

Se compaiono sintomi di infiammazione della vescica, consultare un medico. Qualsiasi malattia che si verifica durante la gravidanza può influire negativamente sul bambino.

Le conseguenze della cistite per il feto possono essere espresse nell'effetto tossico dei prodotti della reazione infiammatoria sul bambino. L'infiammazione può causare ipertonicità dell'utero, aborto spontaneo, infezione intrauterina del feto.

Qual è la difficoltà nel trattare le donne in gravidanza

Il trattamento delle donne in gravidanza deve essere sempre effettuato da uno specialista, anche con cistite. Il problema è che il bambino e la madre hanno lo stesso sistema circolatorio, nutrendosi attraverso il cordone ombelicale. Tutte le sostanze presenti nel corpo della madre arrivano al feto. Durante l'allattamento, i farmaci passano anche nel latte materno e, per non nutrire il bambino, le donne rifiutano temporaneamente di allattare..


In farmacologia esiste una barriera placentare. Questa è una funzione speciale del seggiolino del bambino, che consiste nell'ammissione selettiva di varie sostanze al feto. La maggior parte si presenta nella sua forma originale e solo pochi sono in grado di trasformarsi e diventare innocui.

Per un bambino, varie sostanze chimiche che entrano nel sangue della madre sono molto pericolose, perché nel periodo prenatale si verifica la deposizione di organi e tessuti. Questa è una divisione e differenziazione cellulare costante. Il minimo impatto negativo durante la gravidanza può provocare un effetto terratogeno, che porta alla morte o alle deformità.

Il processo di bookmarking avviene in anticipo. Pertanto, le malattie della madre o l'assunzione di farmaci nei primi trimestri possono influenzare il feto, dare gravi violazioni della deposizione degli organi. Nelle fasi successive - può portare a infezione del bambino o ritardo dello sviluppo.

Questo non accade per tutti, ma c'è un tale rischio. Pertanto, una donna incinta può essere trattata solo con quei farmaci che sono sicuri per un corpo piccolo in crescita..

La malattia della madre influisce negativamente anche sul feto. È necessaria la terapia della malattia. Pertanto, nelle istruzioni speciali delle istruzioni c'è una nota che l'uso durante la gravidanza è possibile nel caso in cui l'assenza di trattamento avrà un effetto ancora peggiore sul bambino rispetto al farmaco stesso.

I ginecologi conoscono la gamma di farmaci che possono essere prescritti alle donne in gravidanza senza timore di un effetto terratogeno sul bambino, anche nelle prime fasi. Tali farmaci non attraversano la placenta o non sono pericolosi e non influenzano la deposizione degli organi. Il fatto che un medicinale sia tossico è sempre un'indicazione diretta nelle istruzioni. Ma ci sono rimedi nella descrizione dei quali non vi è alcun divieto di ammissione durante la gestazione. È indicato che non c'erano studi su donne in gravidanza, il produttore non può dire nulla sull'effetto sul corpo del bambino. Se allo stesso tempo ci sono informazioni che il medicinale stesso non è tossico e non penetra la barriera placentare, i ginecologi lo usano per trattare le future mamme.

Gruppi di compresse consigliati

Il trattamento della cistite si basa sulla patogenesi della malattia. L'infiammazione della vescica è causata da un agente infettivo e i batteri devono essere distrutti. Il prossimo approccio consiste nel lavare la mucosa degli organi urinari per purificare i prodotti tossici dell'infiammazione. Completano il trattamento rimuovendo i sintomi della malattia, che complicano la vita e contribuiscono alla neurotizzazione: dolore, spasmo, irritazione della mucosa. Diverse aree di terapia per la cistite includono l'assunzione di farmaci rappresentati dai seguenti gruppi:

  1. Antibiotici.
  2. Diuretico.
  3. Antinfiammatorio.

Lo scopo dell'utilizzo di antibiotici è distruggere l'agente patogeno che ha causato la reazione infiammatoria. I batteri devono essere rimossi completamente, altrimenti è possibile una transizione a una forma cronica. Gli agenti infettivi possono passare nello strato sottomucoso e diventare una fonte di infiammazione costante. Pertanto, il trattamento con agenti antibatterici fornisce una completa eliminazione tempestiva della malattia e la prevenzione della cronicità..

La terapia diuretica mira ad aumentare la produzione di urina per eliminare i prodotti di scarto dalle pareti delle vie urinarie. Un aumento della quantità di urina porta ad una diminuzione della concentrazione di metaboliti proteici e altre sostanze che irritano la mucosa infiammata. La terapia sintomatica aumenta l'effetto degli antibiotici e allevia le condizioni del paziente. Allo stesso tempo, la frequenza degli impulsi diminuisce. Uno spasmo costante dello strato muscolare porta a un continuo desiderio di svuotarsi, complica la penetrazione di preparati medicinali al centro dell'infezione e provoca il ristagno delle urine. Pertanto, il regime di trattamento per la cistite prevede la nomina di antispastici e farmaci antinfiammatori..

Rappresentanti individuali: descrizione, istruzioni, rischio per il feto

Vale la pena menzionare diversi farmaci prodotti sotto forma di somministrazione orale approvati per il trattamento delle donne in gravidanza. Ma il medico dovrebbe prescriverli. Tutte le donne sono diverse, c'è patologia concomitante, intolleranza a determinate sostanze. Pertanto, solo il medico prende una decisione sull'uso di un medicinale consentito alle donne in gravidanza, dopo un approfondito interrogatorio, in ogni caso individualmente..

Degli antibiotici, l'amoxicillina è approvata per l'uso. È prodotto con i nomi commerciali: "Flemoxin", "Ecobol", "Ospamox". Dosaggi per il trattamento della cistite - 250-500 mg due volte al giorno. Il corso di assunzione del farmaco è di 7 giorni. È imperativo scoprire l'assenza di reazioni allergiche alle penicilline. Le istruzioni hanno il permesso di berlo con la cistite per le donne incinte per motivi di salute.

Per normalizzare l'attività delle vie urinarie, che è disturbata dall'infiammazione, viene utilizzato il preparato a base di erbe "Kanefron". Contiene estratti di centaurea, levistico, rosmarino e sostanze che costruiscono la forma. Il medicinale ha un ulteriore effetto antibatterico. Si usa in compresse da 2 pezzi tre volte al giorno, senza masticare. Questo farmaco non ha avuto un effetto negativo sul feto, ma non ci sono indicazioni dirette nemmeno per l'uso nelle donne in gravidanza. Il farmaco è poco costoso, ha un effetto rapido.

Quando puoi saltare le pillole

Durante la gravidanza, sono controindicati ulteriori metodi di esposizione, che sono possibili nel trattamento della cistite. Non puoi usare la fisioterapia, sederti sulla sabbia riscaldata, bagni con antisettici. Tutto ciò può danneggiare il bambino..

Le compresse di cistite per le donne incinte possono essere sostituite con altri metodi. Esistono instillazioni per un aiuto alternativo. Queste sono procedure per la somministrazione di un farmaco direttamente nella vescica mediante cateterizzazione. Sono prodotti esclusivamente da un medico.


Durante questo metodo di trattamento vengono utilizzate soluzioni di furacillina, manganese, altri antisettici o antibiotici. Il medico esegue il cateterismo, inizia a lavare le vie urinarie con questo farmaco. Il farmaco non viene assorbito e non raggiunge il feto. Ma il centro dell'infiammazione viene abbondantemente lavato con un antisettico. Sono sufficienti diverse procedure per il corso.

Le compresse per la cistite acuta durante la gravidanza possono anche essere sostituite con altre forme di dosaggio. Va notato candele "Viburkol", che vengono utilizzate per alleviare infiammazioni, tagli e spasmi. Le gocce "Urolesan" possono essere utilizzate in tali condizioni, non vi è alcun divieto diretto nelle istruzioni per le donne in gravidanza.

Le stesse istruzioni sono presenti nelle istruzioni per la pasta Fitolysin. Questo prodotto contiene estratti di erbe ed eccipienti. Non vietato l'ingresso, ma non direttamente consigliato. Aiuta ad attaccare i batteri e rimuovere la sabbia.

Puoi prendere pillole per la cistite nelle donne in gravidanza previo accordo con il tuo medico..

Secondo le recensioni, la cistite viene trattata meglio all'inizio della malattia. Pertanto, è impossibile ritardare la diagnosi e il rinvio al medico..

Prevenzione durante la gravidanza

I medici ritengono che il miglior trattamento sia prevenire le malattie. Ciò è particolarmente importante durante la gravidanza, quando le opzioni terapeutiche sono limitate. Pertanto, per la prevenzione della cistite, vale la pena seguire semplici istruzioni:

  • monitorare l'igiene degli organi genito-urinari;
  • mantenere calda la zona pelvica;
  • spesso svuota la vescica, non tollera;
  • con una storia di patologia, bevi periodicamente preparati a base di erbe.

Le tisane dovrebbero contenere camomilla e calendula. Si consiglia di bere molti liquidi se non c'è gonfiore durante la gravidanza. Mantieni una buona circolazione sanguigna negli organi pelvici facendo esercizi pensati per le donne incinte o facendo yoga. In preparazione alla maternità, vale la pena sottoporsi a un esame e al trattamento necessario prima di rimanere incinta. Se si verificano segni di cistite, consultare immediatamente un medico.

Farmaci per il trattamento della cistite nelle donne in gravidanza

La gravidanza è un periodo importante nella vita di una donna, in cui ha una doppia responsabilità: per se stessa e per il futuro bambino. Quando trasporta un bambino, dovrebbe essere doppiamente attenta alla sua salute, poiché la salute del bambino dipende da questo..

  • Cause di patologia
  • I principali fattori nella comparsa della cistite
  • Sintomi
  • Caratteristiche della terapia farmacologica
  • Kanephron
  • Urolesan
  • Monurale
  • Nolitsin
  • Furodonina
  • Nitroxolina
  • Il pericolo di cistite durante la gravidanza
  • Conclusione

Il consiglio dell'urologo: “Prima di tutto, vorrei dire che è impossibile usare medicine forti senza prescrizione medica. Aiuta molto bene per la prevenzione delle malattie. Leggi di più "

La cistite è una malattia infiammatoria della vescica, il cui aspetto nella futura mamma è particolarmente indesiderabile. Le possibilità di terapia farmacologica sono limitate, poiché le compresse di cistite per le donne in gravidanza non dovrebbero avere un effetto dannoso sul bambino in futuro. Pertanto, la scelta di una strategia terapeutica e la selezione dei farmaci senza la partecipazione di uno specialista che osserva la donna incinta è impossibile..

Cause di patologia

L'infiammazione della vescica è una patologia d'organo comune. Una causa comune di cistite è Escherichia coli, meno spesso stafilococchi, clamidia, Pseudomonas aeruginosa e microflora fungina.

La malattia si verifica nelle donne molto più spesso che nei rappresentanti della metà forte dell'umanità. La ragione di ciò è che l'uretra femminile - l'uretra attraverso la quale esce l'urina - è molto più corta del maschio: la lunghezza è rispettivamente di 4 e 24 cm. Pertanto, è molto più facile per gli agenti patogeni che fanno sì che il processo infiammatorio penetri dall'esterno nella vescica della donna..

Durante la gravidanza, questo motivo viene aggiunto:

  1. Cambiamenti nell'equilibrio ormonale.
  2. Diminuzione del livello di difesa immunitaria.
  3. Pressione sull'organo dal feto in via di sviluppo.
  4. L'inattività fisica è uno stile di vita sedentario che molte donne conducono nella tarda gestazione.

Malattie infiammatorie croniche e focolai di infezione nel corpo aumentano la probabilità di una malattia. L'uso di acqua pulita insufficiente o salviettine assorbenti durante le procedure igieniche del perineo è un altro modo per consentire agli agenti patologici di penetrare all'interno..

Quando si lava via dopo la defecazione, il flusso d'acqua viene diretto dalla parte anteriore a quella posteriore, i movimenti delle mani vengono effettuati nella stessa direzione, il che evita l'introduzione delle particelle più piccole di masse fecali nell'area urogenitale. Il sesso non protetto è pericoloso: l'uso del preservativo durante la gravidanza è obbligatorio. Una donna che aspetta un bambino dovrebbe stare attenta a evitare situazioni che aumentano la probabilità di infezione.

La fonte dell'infezione non sempre entra nella vescica dall'esterno o dal centro dell'infiammazione cronica. I cambiamenti nei livelli ormonali e un calo dell'immunità provocano un'impennata nell'attività di microbi condizionatamente patogeni che sono costantemente presenti nel corpo.

I principali fattori nella comparsa della cistite

Nello stato normale, il corpo è in grado di sopprimere lo sviluppo della microflora condizionatamente patogena, regolando il livello della sua attività vitale in modo tale da non causare problemi. Ma quando la natura dirige le forze per creare e far crescere una nuova vita, il livello di protezione immunitaria della futura mamma diminuisce e il relativamente innocuo E. coli inizia a moltiplicarsi, portando all'insorgenza della cistite nelle donne in gravidanza..

  • una reazione allergica a cibo, cosmetici, detergenti, medicinali. Durante la gravidanza, le allergie compaiono anche in quelle donne che non l'hanno sperimentata in precedenza;
  • un forte calo della temperatura ambiente - sia ipotermia che surriscaldamento. Ciò influisce sullo stato della microflora benefica degli organi interni, creando una condizione per la riproduzione della microflora patogena;
  • un'infezione di organi inclusi nel sistema genito-urinario (reni, ovaie);
  • biancheria intima attillata in materiali sintetici;
  • ristagno di urina nella vescica, derivante dal rilassamento dei suoi muscoli. Ciò si verifica sotto l'influenza dell'ormone progesterone, che il corpo inizia a produrre vigorosamente per rilassare i muscoli dell'utero per prevenire l'aborto spontaneo. Allo stesso tempo, i muscoli lisci di altri organi, compresa la vescica, si rilassano.

Molto dipende dallo stato psico-emotivo. Emozioni negative, stress, superlavoro riducono lo stato immunitario di una donna, già depressa durante questo periodo, che contribuisce all'insorgenza della malattia.

Sintomi

La cistite nelle donne in gravidanza non è un evento così raro: secondo le statistiche, essendo in questa condizione, una donna su dieci lo sperimenta. I sintomi della malattia sono noti, ma durante la gravidanza diventano più pronunciati, il che è spiegato dalla pressione aggiuntiva dell'utero allargato sulla vescica, che lo irrita.

Urologo: se vuoi sbarazzarti della cistite in modo che non ritorni, devi solo dissolverla Leggi di più »

Questi includono:

  1. Sensazione di una vescica piena.
  2. Impulso frequente di rilasciarlo.
  3. Piccola quantità di urina escreta.
  4. Sensazioni dolorose (crudezza, dolore all'uretra) durante la minzione.
  5. Dolore doloroso costante nell'addome inferiore, a volte irradiato nella parte bassa della schiena.

Man mano che la situazione si sviluppa negativamente, vengono aggiunti un aumento della temperatura, la comparsa di un odore pungente e una secrezione sanguinolenta purulenta nelle urine. Tutti questi segni sono caratteristici della forma acuta, i cui sintomi appaiono nettamente: il periodo latente (latente) dura da uno a due giorni a diverse ore, la malattia può raggiungere un picco in meno di un giorno.

Ma la cistite in una donna incinta può essere una ricorrenza dell'infiammazione cronica della vescica, che si è manifestata sotto l'influenza di un bambino. Nella forma cronica, i sintomi sono vaghi e richiedono più tempo per svilupparsi.

Alcuni considerano la cistite quasi un segno obbligatorio e compagno della gravidanza, ma questo punto di vista è fondamentalmente sbagliato. Non confondere i sintomi della malattia con un fenomeno così comune per le donne "in una posizione interessante" come la minzione frequente, che non ha ragioni patologiche, ma puramente fisiologiche.

L'utero, che cresce man mano che il feto si sviluppa al suo interno, preme sulla vescica della futura madre, costringendolo a correre in bagno più spesso. Ma allo stesso tempo, non prova sensazioni spiacevoli, poiché non c'è infiammazione in quanto tale, ed è sbagliato chiamarla cistite. La comparsa di sintomi dolorosi conferma lo sviluppo del processo infiammatorio delle vie urinarie..

Caratteristiche della terapia farmacologica

La terapia farmacologica per i disturbi nelle donne in gravidanza è un problema, poiché non tutti i farmaci possono essere utilizzati a causa del loro possibile effetto negativo sul bambino. Pertanto, i medici non si stancano di ricordare alle future mamme di fare attenzione a possibili infezioni da raffreddori e altri tipi di malattie. Ma se ciò non può essere evitato, le pillole possono essere utilizzate per il loro trattamento solo come prescritto da un medico..

COSA DICE IL DOTTORE?

Dottore in scienze mediche, dottore onorario della Federazione Russa e membro onorario dell'Accademia delle scienze russa, Anton Vasiliev:

“Curo da molti anni malattie del sistema genito-urinario. Secondo le statistiche del Ministero della Salute, la cistite diventa cronica nel 60% dei casi..

L'errore principale è procrastinare! Prima si inizia il trattamento della cistite, meglio è. Esiste un rimedio consigliato per l'autotrattamento e la prevenzione della cistite a casa, poiché molti pazienti non cercano aiuto per mancanza di tempo o vergogna. Questo è Ureferon. È il più versatile. Non ha componenti sintetiche, il suo effetto è lieve, ma evidente dopo il primo giorno di somministrazione. Allevia l'infiammazione, rafforza le pareti della vescica, la sua membrana mucosa, ripristina l'immunità generale. Si adatta sia alle donne che agli uomini. Per gli uomini, ci sarà anche un piacevole bonus: maggiore potenza. "

Con la complessa terapia della cistite nel 1 ° trimestre di gravidanza, vengono solitamente prescritti farmaci parsimoniosi, che includono erbe medicinali - Kanefron e Urolesan.

Kanephron

Le compresse di Canephron sono costituite da:

  • erbe centaurea;
  • radici di levistico;
  • foglie di rosmarino.

Come sostanze ausiliarie utilizzate amido di mais, biossido di silicio e lattosio monoidrato. Il farmaco riduce il grado del processo infiammatorio, ha un effetto antispasmodico (allevia gli spasmi) e diuretico (migliora il flusso urinario).

L'applicazione allevia il dolore durante la minzione nell'uretere e nella vescica. Le compresse vengono prese tre volte al giorno per due o quattro settimane, a seconda dello scopo.

Tra le controindicazioni ci sono l'intolleranza individuale ai componenti e l'ulcera gastrica e l'ulcera duodenale.

Urolesan

Urolesan - un altro rimedio prescritto per la cistite nelle prime fasi della gestazione - è disponibile sotto forma di compresse e gocce e include anche componenti di origine vegetale:

  • oli di ricino, abete e menta;
  • estratto di cono di luppolo;
  • semi di carota selvatica;
  • origano erba.

Ha effetti antinfiammatori, antispastici e blandi diuretici. Il sollievo dalla condizione avviene mezz'ora dopo la somministrazione, l'effetto del farmaco dura 5 ore. Controindicato nelle patologie del tratto gastrointestinale (tratto gastrointestinale) della cistifellea e delle vie biliari.

Monurale

Per le donne nel 2 ° trimestre di gravidanza, su raccomandazione di un medico e sotto la sua supervisione, è consentito l'uso di Monural, che è una sostanza in polvere dal gusto gradevole, sciolta in acqua prima dell'assunzione. La sospensione viene bevuta di notte, dopo aver svuotato la vescica.

Monural è relativamente sicuro per madre e bambino, poiché il prodotto ha superato diversi stadi di controllo e non ha mostrato effetti negativi. Il vantaggio di Monural durante la gravidanza è che può essere utilizzato per trattare rapidamente il disturbo: con una forma non complicata di cistite, per ottenere un effetto terapeutico, è sufficiente prendere una polvere.

Nolitsin

Su un altro medicinale contro la cistite - l'antibiotico Nolitsin - le opinioni dei medici sono controverse, ma la maggior parte concorda sul fatto che sia troppo rischioso usarlo durante la gravidanza, dal momento che è in grado di attraversare la placenta. In caso di necessità urgente, l'uso nella seconda metà della gravidanza è consentito sotto stretto controllo medico e con un esame ecografico sistematico (ecografia) del feto.

Furodonina

L'uso di Furodonin per le donne in stato di gravidanza è consentito solo in base ai risultati della coltura batterica, che ne dimostra l'efficacia. Lui, come Nolitsin, è usato con cautela, poiché è anche in grado di penetrare la barriera placentare, provocando malformazioni di parti del corpo e organi interni. Nominato solo come ultima risorsa.

Nitroxolina

La nitroxolina è categoricamente controindicata nel primo trimestre di gravidanza, ma i medici la considerano relativamente innocua per il secondo trimestre, quando può essere utilizzata sotto la supervisione di uno specialista.

Nelle fasi successive della gestazione, il bambino è già formato, i farmaci non sono in grado di danneggiarlo, quindi i divieti contro il loro uso vengono revocati. Tuttavia, nelle ultime due settimane prima del parto, dovresti evitare di assumere farmaci..

Il pericolo di cistite durante la gravidanza

Molte donne trovano l'infiammazione della vescica una malattia spiacevole, ma innocua, facilmente curabile senza gravi complicazioni. Quando una donna non è incinta, non è difficile far fronte alla malattia: ha una lunga lista di farmaci al suo servizio. Ma durante la gravidanza, anche una simile "sciocchezza" può portare a gravi conseguenze..

La cistite non trattata in una donna incinta può svilupparsi, diffondersi in direzione ascendente e causare un'infezione che penetra nei reni, che assume la forma di pielonefrite. Ciò è dovuto al già citato calo dell'immunità, quando la capacità del corpo di resistere alle malattie è ridotta.

Ma la cistite è pericolosa non solo per la futura mamma. Una complicazione dell'infiammazione della vescica in una donna incinta può essere:

  1. Perdita di liquido amniotico.
  2. Distacco della placenta e sanguinamento associato.
  3. Infezione intrauterina che può portare alla morte del feto.
  4. Aborto spontaneo.
  5. Prematurità del feto.
  6. Difetti dello sviluppo del bambino.

Con un'infezione urogenitale non estinta, la possibilità di infezione del bambino durante il parto durante il passaggio attraverso il canale del parto non può essere esclusa. Il pericolo di una malattia infettiva per un neonato, la cui immunità è in fase di formazione e al momento della nascita è assente al 90%, non ha bisogno di spiegazioni.

Conclusione

Una donna ha bisogno di stare attenta durante tutto il periodo di gestazione, cercando di seguire attentamente le regole di igiene ed evitare situazioni che potrebbero portare a infezioni.

Ai primi sintomi di cistite, in nessun caso dovresti auto-medicare: dovresti consultare immediatamente un medico che conduce una gravidanza. Seguire le raccomandazioni mediche estinguerà rapidamente il processo infiammatorio, senza dargli l'opportunità di svilupparsi e portare a conseguenze negative..

Come trattare la cistite durante la gravidanza: segni, farmaci

La cistite è un processo infiammatorio che colpisce le pareti della vescica. Le donne sono più inclini a sviluppare questa malattia rispetto agli uomini a causa delle caratteristiche del loro corpo.

Il loro tratto urinario è molto più ampio e più corto, rendendo più facile l'ingresso dei batteri nell'area della vescica. Anche le future mamme spesso soffrono di questa malattia, ma è molto più difficile trattarle..

Pericolo di malattia per le donne in gravidanza

Molte delle donne incinte sperimentano pienamente tutte le difficoltà della cistite. L'utero allargato preme sull'uretere e quindi contribuisce al ristagno delle urine. Lo sfondo ormonale colpisce la parete della vescica, riducendone il tono. La disbatteriosi e le variazioni del pH vaginale contribuiscono a un maggior rischio di infezione. Pertanto, tali donne hanno maggiori probabilità di ammalarsi..

Durante la gravidanza, la cistite nelle donne è più pericolosa per un altro motivo. La probabilità di pielonefrite in questo caso è molto più alta, perché i reni lavorano due volte più duramente. Rimuovono varie sostanze nocive, prodotti metabolici, complessi immunitari che si formano a seguito della nascita e dello sviluppo del feto.

Quadro clinico

L'infiammazione della vescica è abbastanza comune nelle prime fasi della gravidanza. I ginecologi considerano persino questa malattia come segni condizionali che indicano il concepimento di un bambino. Si verifica a causa del naturale indebolimento dell'immunità causato dalla gravidanza, necessario per evitare il rigetto dell'embrione da parte del corpo della madre.

Quando le forze protettive cadono, si attivano infezioni che sono in uno stato passivo nel nostro corpo o provengono dall'esterno. Possono causare infiammazioni negli organi genito-urinari..

Se la cistite o un'altra malattia è già presente in forma cronica, in questo caso, il rischio della sua esacerbazione aumenta in modo significativo.

I principali segni della malattia

La cistite nelle donne in gravidanza può manifestarsi in due delle sue forme principali:

  • acuto;
  • cronica.

La forma acuta di infiammazione della vescica ha un quadro clinico più pronunciato. Ci sono dolori acuti nell'addome inferiore e durante la minzione, frequente bisogno di usare il bagno, a volte anche la temperatura aumenta.

Con un trattamento prematuro e scorretto della cistite, la forma acuta della malattia nelle donne in gravidanza, di regola, diventa cronica. Quindi il successivo aggravamento non si farà attendere a lungo. Per questo, è sufficiente una leggera ipotermia e ancora forti dolori durante la minzione, frequenti visite in bagno.

Il quadro clinico dell'infiammazione cronica non è molto diverso dalla sua fase acuta. L'unica differenza è nell'intensità dei sintomi. Durante il periodo di remissione, una donna può avere una maggiore voglia di urinare, così come provare un leggero fastidio nell'addome inferiore dopo uno sforzo fisico o un rapporto sessuale.

Come diagnosticare la malattia?

Una visita medica per l'infiammazione della vescica può includere le seguenti misure diagnostiche:

  1. Intervistare un paziente per scoprire la gravità dei sintomi e le possibili cause della malattia.
  2. Test di laboratorio (analisi generale del sangue e delle urine, urinocoltura).
  3. Ultrasuoni dei reni e degli organi genito-urinari. Consente di rilevare formazioni patologiche a causa delle quali potrebbe essersi sviluppata la cistite.
  4. Cistografia. Una sostanza radiopaca viene iniettata nella vescica. Consente di identificare la configurazione dell'organo e i cambiamenti patologici nella sua struttura.
  5. Cistoscopia. Viene utilizzato uno speciale dispositivo ottico, un cistoscopio. Aiuta a esaminare le pareti interne della vescica e determinare l'entità del loro danno.

Il passaggio degli studi necessari aiuterà a identificare la vera causa della malattia e il grado di danno agli organi interni del sistema genito-urinario. Ciò consentirà a una donna incinta di ricevere un trattamento efficace ed evitare complicazioni pericolose..

Medicinali

Solo un medico può fornire raccomandazioni corrette su come trattare la cistite durante la gravidanza. Per distruggere l'infezione batterica che si è depositata nella vescica, è necessario sottoporsi a una terapia antibiotica.

Non tutti i farmaci saranno sicuri per la futura mamma e il suo feto, poiché, entrando nel flusso sanguigno, può penetrare nei tessuti del futuro bambino e causare cambiamenti irreversibili in essi..

Anche l'uso analfabeta di rimedi erboristici e omeopatici non darà i risultati necessari, inoltre può anche danneggiare. Pertanto, la scelta dei farmaci dovrebbe essere fornita a uno specialista con le qualifiche appropriate..

Una buona aggiunta al trattamento sarà il succo di mirtillo rosso, che fa bene ai reni. A condizione che sia adeguatamente preparata e tutte le vitamine siano conservate, questa bevanda ha un'elevata attività batterica. Eliminerà l'infezione dalla vescica in modo abbastanza efficace se assunto in quantità sufficienti e regolarmente..

Il trattamento della cistite durante la gravidanza ha le sue difficoltà. Durante questo periodo, non è desiderabile usare medicinali. Ma la cistite è molto difficile da trattare senza antibiotici..

Tuttavia, alcuni uroantisettici possono essere utilizzati, ad esempio, Malta. E Furadonin è controindicato nelle donne in gravidanza nelle prime fasi. È prescritto con molta attenzione dopo 12 settimane e dopo 20 è considerato relativamente sicuro..

Oltre a No-shpy, non usano altri analgesici e farmaci antinfiammatori, perché possono danneggiare il bambino.

I preparati a base di erbe (Kanefron, Cyston, Urolesan) sono ampiamente usati durante la gravidanza.

Nelle prime fasi della gravidanza, in nessun caso dovresti usare metodi di instillazione della vescica (somministrazione di farmaci direttamente nell'organo). Antibiotici Norfloxacina, aminoglicosidi non sono ammessi.

Inoltre, non è possibile sottoporsi a procedure di fisioterapia, poiché possono portare alla minaccia di interruzione della gravidanza. Non fare bagni caldi, non vaporizzare i piedi ed eseguire altre procedure termiche.

Ma in un secondo momento, puoi già utilizzare il calore locale sotto forma di un termoforo nell'area della vescica, oltre alla fisioterapia.

Dopo 20 settimane, il rischio di effetti collaterali sul feto dei farmaci antibatterici diminuisce. Puoi già usare amoxicilline (Flemoxin, Ospamox), alcune cefalosporine (Ceftriaxone, Ceftazidime).

In caso di infiammazione cronica della vescica in questi periodi, è già possibile utilizzare l'instillazione della vescica con l'introduzione di farmaci.

Trattamento della cistite con rimedi popolari

Come accennato in precedenza, non puoi auto-medicare e fare troppo affidamento sui rimedi erboristici se una donna è incinta.

Tuttavia, i metodi di trattamento tradizionali possono essere un ottimo aiuto per il trattamento farmacologico principale, completandone e potenziandone l'effetto..

Molte erbe e ingredienti a base di erbe sono controindicati nelle donne in gravidanza. La cistite durante la gravidanza può essere trattata con erbe come equiseto, rosa canina, cenere di montagna e molte altre, che hanno proprietà antinfiammatorie e antibatteriche..

Trattamento della cistite acuta

In questo caso sono consentiti solo due agenti sintetici. Questo è Monural e Amoxiclav.

Monurale

È un antibiotico, il cui effetto principale è quello di indebolire drasticamente l'adesione dei batteri patogeni alle pareti interne delle vie urinarie. È usato per tutte le forme di cistite:

  • acuto;
  • cronico;
  • asintomatico.

Nelle prime fasi, il farmaco viene prescritto solo nei casi critici, poiché non esistono studi precisi che confermino la sicurezza del farmaco per le future mamme e i loro bambini.

Da 12-14 settimane, il farmaco viene prescritto più spesso. Altri antibiotici possono già essere utilizzati qui, ad esempio, cefalosporine di terza generazione (Suprax, Tsedex, ecc.)

Amoxiclav

Questo è un antibiotico combinato del gruppo delle penicilline. Nonostante il fatto che la terapia antibiotica durante la gravidanza sia estremamente indesiderabile, Amoxiclav è ancora prescritto anche nelle prime fasi. Allo stesso tempo, viene attentamente analizzato il quadro clinico completo e i possibili rischi..

I medici dicono che, nonostante il fatto che i principi attivi di Amoxiclav penetrino ancora nella placenta, questo farmaco è sicuro, poiché la loro concentrazione è insignificante e non rappresenta una minaccia né per il bambino né per sua madre. Tuttavia, per l'uso di questo farmaco nelle prime fasi, sono necessarie buone ragioni..

A volte c'è un'opinione sul basso effetto terapeutico ottenuto durante l'assunzione di Amoxiclav. Tuttavia, in pratica è stato a lungo testato: dà buoni risultati..

Trattamento dell'esacerbazione della cistite cronica

In presenza di cistite cronica nel corpo materno, grande attenzione viene prestata alla prevenzione di possibili ricadute della malattia. Preparazioni urologiche da materie prime vegetali (Urolesan, Kanefron, ecc.), Tè urologici medicinali a base di erbe medicinali, un regime di consumo potenziato aiuteranno a far fronte a questo compito..

Dieta

Una corretta alimentazione gioca un ruolo molto importante nel rafforzamento del sistema immunitario. Dovrebbe essere dominato da prodotti di origine naturale.

Devi anche vietarti tutti i piatti piccanti, in salamoia e piccanti. Questo è così che le sostanze in esse contenute, lasciando con l'urina, non irritano le pareti della vescica e non provocano lo sviluppo di cistite.

Il tè al mirtillo rosso (mirtillo rosso) o la bevanda alla frutta a base di bacche saranno molto utili per la cistite.

Tutti i cibi fritti, affumicati e raffinati devono essere eliminati dalla dieta. Il cibo dovrebbe essere il più utile possibile per il corpo del bambino e per la futura mamma.

Possibili complicazioni

Il trattamento della cistite nelle donne in gravidanza deve essere effettuato esclusivamente da un medico. Altrimenti, una malattia trascurata può dare gravi complicazioni ed essere pericolosa sia per la madre che per il bambino..

Il principale pericolo con la cistite è che la microflora patogena può spostarsi molto facilmente nei reni e causare infiammazioni in essi. Pertanto, il paziente ha bisogno di ricevere un trattamento adeguato e tempestivo al fine di proteggere se stesso e il suo feto dallo sviluppo di gravi patologie..

Come prevenire la malattia?

È molto problematico trattare la cistite con gravidanza simultanea, specialmente nella prima metà. Pertanto, una donna durante questo periodo deve prendersi particolarmente cura di se stessa..

È più facile prevenire una malattia che curarla: suona molto utile qui. Inoltre, gli antibiotici e altri farmaci usati in questi casi sono controindicati all'inizio della gravidanza.

Per ridurre al minimo il rischio di cistite, è necessario, prima di tutto, aderire alle norme più elementari di igiene personale:

  1. Fai il bagno ogni giorno con acqua calda.
  2. Il flusso d'acqua deve essere diretto in modo da non portare l'infezione dall'ano, cioè dalla parte anteriore a quella posteriore.
  3. Usa cosmetici speciali per l'igiene intima.
  4. Dai la preferenza all'anima.
  5. La biancheria intima dovrebbe essere adattata alle caratteristiche anatomiche della futura mamma: vestibilità ampia, fascia elastica debole, realizzata con materiali naturali.
  6. Non puoi tollerare, ma cerca di svuotare l'urina immediatamente dopo l'inizio dello stimolo.

Le future mamme dovrebbero evitare l'ipotermia. Certo, vuoi sempre apparire attraente, ma prima di tutto devi prenderti cura della sicurezza del bambino. Pertanto, per il momento, è necessario mettere da parte tutte le minigonne e isolare il più possibile.

L'ipotermia è uno dei fattori più pericolosi che provocano la comparsa di questa malattia..

E, naturalmente, la prevenzione dovrebbe includere lunghe passeggiate all'aria aperta, attività fisica praticabile, alimentazione equilibrata.

Sintomi e trattamento della cistite durante la gravidanza

La cistite, di regola, è di origine infettiva, ma si distinguono anche tipi di patologia medicinale, tossica e allergica. Il pericolo maggiore è rappresentato dalla cistite infettiva durante la gravidanza, poiché molti farmaci e metodi terapeutici sono controindicati durante questo periodo..

Cause di cistite durante la gravidanza

La cistite può superare una donna incinta sia nelle prime fasi che nell'ultimo trimestre. Durante il periodo di gestazione, l'insorgenza della patologia è influenzata dagli stessi fattori delle altre donne. La situazione è aggravata dal fatto che durante la gravidanza il corpo è indebolito e più suscettibile all'influenza di microrganismi patogeni.

Cause comuni di cistite:

  • Infezione da E. coli;
  • la presenza di candidosi, ureaplasma, clamidia;
  • ipotermia del corpo;
  • cambiamenti ormonali;
  • diminuzione delle difese immunitarie.

Esistono anche fattori specifici della malattia che colpiscono direttamente le donne in gravidanza:

  • l'immunità si deteriora, le forze del corpo sono dirette verso la formazione del feto, la protezione contro gli organismi patologici diminuisce;
  • un utero allargato preme sulla vescica, che altera la circolazione sanguigna;
  • si verifica uno squilibrio ormonale, i livelli di progesterone aumentano, il che abbassa il tono della vescica.

Tali fattori contribuiscono ai processi stagnanti nell'organo, che crea condizioni favorevoli per la riproduzione di microrganismi patogeni. Molto spesso, la cistite nelle donne durante la gestazione è provocata da stafilococchi, streptococchi ed Escherichia coli.

Nelle prime fasi

Nelle prime settimane di gravidanza inizia una ristrutturazione attiva del corpo, l'immunità diminuisce, i livelli ormonali vengono interrotti. È stato durante questo periodo che le donne possono affrontare un'esacerbazione di patologie esistenti e la comparsa di nuove.

In un secondo momento

Man mano che l'utero si allarga, aumenta la pressione sulla vescica e sul tratto urinario. C'è una violazione del deflusso di urina e del suo ristagno. Questo diventa un fattore di irritazione della vescica, che aumenta significativamente la probabilità di una malattia infettiva..

Sintomi della cistite nelle donne in gravidanza

Durante la gravidanza, i segni della cistite praticamente non differiscono dalla manifestazione della patologia in altre donne, ma ci sono ancora alcuni sintomi specifici. La clinica dipenderà dal decorso della patologia. La cistite può essere acuta o cronica.

Come si manifesta l'infiammazione acuta della vescica nelle donne in gravidanza:

  • bisogno frequente di urinare;
  • dolore addominale inferiore;
  • l'aspetto del sangue nelle urine;
  • dolore durante la minzione;
  • febbre e malessere generale.

La frequente voglia di urinare e il dolore nella parte inferiore dell'addome sono i primi segni di cistite

Durante un'esacerbazione, i sintomi possono essere meno pronunciati, a seconda della causa. La cistite in alcune delle sue manifestazioni è simile ad altre patologie del sistema genito-urinario, pertanto è necessaria una diagnosi differenziale di alta qualità.

Metodi diagnostici

L'esame per sospetta cistite include un esame delle urine generale e secondo Necheporenko. La semina batterica viene eseguita anche per determinare l'agente eziologico della malattia. Inoltre, può essere prescritta la PCR per determinare l'infezione sottostante.

Dopo aver rilevato organismi patogeni nelle urine di una donna incinta, uno specialista può inviare un esame ecografico degli organi del sistema genito-urinario. Per determinare il grado del processo patologico, vengono eseguite la cistoscopia e la cistografia.

Principi di trattamento

Il trattamento principale per la cistite durante la gravidanza è l'assunzione di farmaci, la cui azione è volta a distruggere la microflora patogena. Va tenuto presente che solo alcuni fondi sono ammessi quando si trasporta un feto..

Il trattamento per una donna incinta include anche installazioni, cioè l'introduzione di farmaci direttamente nella vescica. Per molte di queste procedure, la patologia può essere curata senza danni al nascituro..

Una donna dovrebbe seguire una dieta speciale, seguire tutte le raccomandazioni del medico e in nessun caso auto-medicare. L'uso di rimedi popolari è consentito solo con il permesso del medico e insieme alla terapia principale.

Farmaco

Con la cistite, i farmaci antibatterici sono indispensabili. Durante la gravidanza, il medico può prescrivere Amoxiclav e Monural. L'azione di questi farmaci è volta a distruggere i patogeni infettivi. In questo caso, la preferenza è data ai farmaci che vengono iniettati nella vescica, piuttosto che assunti per via orale..

Preparato a base di erbe urolesan approvato durante la gravidanza

Alcuni rimedi erboristici possono essere prescritti a una donna incinta:

  • Urolesan è un preparato a base di oli di ricino e di abete, menta piperita, origano, frutti di carota ed estratti di cono;
  • tasse della farmacia, costituite da vitello, cinquefoglia, mirtillo rosso, amante dell'inverno, menta di cinghiale, cinquefoglia;
  • Il Canephron è un preparato a base di radice di levistico, rosmarino e centaurea.

Il dolore nella cistite sperimentato da una donna incinta viene eliminato dai farmaci antispastici e antinfiammatori. Il sollievo dal dolore sarà una fase importante della terapia, perché il disagio è dannoso per il corso della gravidanza..

Tra i farmaci analgesici, il medico può prescrivere ibuprofene, paracetamolo, No-Shpu. Ogni medicinale ha le sue controindicazioni, inclusi periodi di gestazione separati, che devono essere presi in considerazione prima di assumere.

Uro-Vaxom è un immunostimolante che aumenta l'immunità cellulare e umorale. Viene utilizzato insieme ad agenti antibatterici dal primo giorno di trattamento. Il corso della terapia può durare fino a 3 mesi.

Kanephron N appartiene ai preparati a base di erbe con effetto diuretico, antinfiammatorio e antispasmodico. Aumenta l'efficacia del trattamento antibatterico e previene la ricorrenza della cistite.

Instillazioni

L'introduzione del farmaco direttamente nella vescica consente di erogarlo al centro della patologia, bypassando il tratto gastrointestinale. Ciò aumenta l'efficacia del prodotto, eliminando il rischio per il feto..

Per la procedura vengono utilizzati farmaci antisettici e antibatterici che penetrano bene nelle pareti dell'organo. Le controindicazioni a tale trattamento saranno solo processi infiammatori acuti nell'area vaginale..

I seguenti mezzi sono usati per le instillazioni:

  • acido borico;
  • Rivanol;
  • oli medicinali;
  • nitrato d'argento.

Lo svantaggio di una tale procedura sarà che è necessaria una preparazione, che consiste nell'eseguire una terapia antinfiammatoria e antibatterica. Senza un trattamento preventivo, esiste il rischio di esacerbazione della cistite cronica. La decisione sulla nomina dei singoli farmaci viene presa dal medico curante, che ti dirà immediatamente come la cistite può essere trattata senza conseguenze per il nascituro.

Rimedi popolari

L'uso della medicina tradizionale durante la gravidanza è consentito, ma deve essere fatto con estrema cautela. È meglio usare tecniche che coinvolgono procedure locali sotto forma di bagni e impacchi. Inoltre, con la cistite, puoi bere infusi di acqua e latte. L'assunzione di farmaci sarà particolarmente efficace nel decorso cronico della patologia al fine di prevenire l'esacerbazione.

Rimedi popolari noti per la cistite:

  • decotti di aneto, avena, radici di asparagi, equiseto;
  • succo di ravanello nero con miele;
  • infuso di bacche di uva ursina;
  • pinoli con miele;
  • estratto di tarassaco;
  • semi di canapa con latte o acqua pulita;
  • portulaca fresca;
  • ribes nero, mirtillo e tè al mirtillo rosso.

Il tè al ribes nero, mirtillo e mirtillo rosso è un rimedio sicuro per la cistite nelle donne in gravidanza

L'azione di questi fondi ha lo scopo di inibire la crescita dei batteri e alleviare l'infiammazione. Alcune combinazioni di erbe hanno effetti analgesici.

Bagni di latte

Per preparare un bagno al latte, far bollire 3 litri di latte. Quindi si riversa nel bacino, dove le gambe scendono a raffreddarsi. Durante la procedura, devi avvolgerti in una coperta calda. Dopodiché, si asciugano i piedi, indossano calze e pantofole.

I bagni di latte possono essere utilizzati sia durante il trattamento della cistite che per la sua prevenzione. Una donna incinta può eseguire questa procedura più volte al mese durante la stagione fredda per prevenire le malattie stagionali..

Tinture per somministrazione orale

La rosa canina può essere utilizzata per preparare la tintura. Alcuni cucchiai di radici schiacciate vengono versati con un litro d'acqua, il prodotto viene bollito per 15 minuti, quindi filtrato. Raffreddato 4 volte al giorno prima dei pasti.

Una grande cucchiaiata di gemme di pioppo viene versata in 400 ml di acqua bollente. Lo strumento viene infuso per 3 ore, quindi assunto mezz'ora prima dei pasti 3 volte al giorno.

Possibili conseguenze

Il pericolo di cistite per una donna incinta è il rischio di complicanze. L'infiammazione della vescica può portare a infezioni renali. Inoltre c'è la possibilità di parto prematuro e bambino sottopeso.

Il rischio sta nel fatto che la forma acuta della malattia senza trattamento si trasforma in una cronica, caratterizzata da frequenti ricadute. In questo caso, si verificherà un'esacerbazione della cistite ogni volta che l'influenza di fattori avversi. Più a lungo rimandate il trattamento, maggiore è la probabilità di iniziare un disturbo quando non sarà più possibile eliminarlo completamente..

Dieta e regime alimentare

Per le donne con cistite, si consiglia una dieta a base di piante da latte. Durante il periodo di trattamento e per la prevenzione dell'esacerbazione, è necessario attenersi ad alcune regole di alimentazione e regime alimentare. Per non irritare le pareti infiammate della vescica, è necessario rinunciare a spezie, spezie, soda, caffè.

Per una pronta guarigione, è necessario bere molta acqua. Le bevande a base di mirtillo rosso e mirtillo rosso saranno utili. Anche i preparati a base di erbe accelereranno il recupero. Per la loro preparazione, puoi usare camomilla, salvia, calendula. Puoi prenderli solo con il permesso di un medico, poiché alcune erbe medicinali non possono essere bevute durante la gravidanza.

I seguenti cibi e bevande saranno pericolosi per la cistite:

  • Caffè e tè;
  • aspro, salato, affumicato, fritto;
  • brodi ricchi;
  • cibo con coloranti artificiali;
  • cavolfiore, cipolla, acetosa, frutti aspri.

Si possono distinguere i cibi e le bevande più utili per una donna incinta con cistite:

  • tisane e acqua di cloruro di calcio;
  • crusca e cereali;
  • olio d'oliva;
  • Pinoli;
  • frutta dolce fresca;
  • composte, bevande alla frutta, succhi di frutta;
  • miele;
  • latticini, formaggi non salati;
  • carne magra e pesce.

Con la cistite, è importante osservare il regime di consumo, bevendo almeno 2 litri di acqua al giorno. La maggior parte del fluido dovrebbe entrare nel corpo al mattino..

Misure di prevenzione

Cosa fare durante la gravidanza per prevenire la cistite:

  • selezionare prodotti di alta qualità per l'igiene intima, privilegiando quelli naturali o per bambini;
  • evitare l'ipotermia del corpo, indossare abiti per il tempo, non entrare in correnti d'aria;
  • bere molta acqua pulita, limitare le bevande gassate;
  • trattare tempestivamente le malattie infiammatorie del sistema genito-urinario;
  • durante il periodo di pianificazione della gravidanza, sottoporsi a una visita medica completa e, se viene rilevata una patologia, eseguire il trattamento prima del concepimento;
  • prendere complessi vitaminici e ottenere abbastanza nutrienti dal cibo, rimuovendo dalla dieta troppo piccante, salato e pepato;
  • visitare immediatamente il bagno con la comparsa della voglia di urinare, perché l'urina stagnante sarà un fattore nello sviluppo della patologia infettiva.

Riferimento! Per prevenire la cistite, è possibile utilizzare speciali immunocomplessi per aumentare la protezione locale nella vescica. Il medico può prescrivere tali farmaci nella fase di pianificazione della gravidanza..

Se compaiono sintomi di cistite, una donna incinta dovrebbe consultare un urologo. Puoi anche consultare un ginecologo, che verrà quindi indirizzato a un medico specializzato. Lo specialista prescriverà un esame e selezionerà il trattamento più efficace.

Cistite durante la gravidanza

La cistite è un'infiammazione che colpisce il rivestimento della vescica. Come trattare la cistite durante la gravidanza e cosa può essere assunto dalle donne in gravidanza con cistite, te lo dirà il medico, in base alle caratteristiche dello sviluppo della patologia.

Cistite durante la gravidanza nelle donne

Gli esperti dividono le fonti della patologia in infettive e non infettive. I primi sono associati all'impatto sul corpo di batteri patogeni che sono presenti nella vescica in modo permanente o vengono introdotti dall'esterno (stafilococco, micoplasma, clamidia, ecc.).

Le cause di sviluppo non infettive sono patologie concomitanti, ad esempio disbiosi, vaginosi, ipovitaminosi. La cistite durante la gravidanza si verifica a causa di ipotermia generale, stile di vita sedentario, esposizione a sostanze chimiche irritanti. I primi sintomi di cistite durante la gravidanza sono pronunciati.

Nella maggior parte dei casi, la diagnosi viene fatta proprio dalle manifestazioni cliniche della malattia, senza attendere i risultati delle misure diagnostiche. La cistite si verifica nelle donne in gravidanza nelle prime fasi e nell'ultimo trimestre:

  • con dolore nell'addome inferiore;
  • con sensazione di bruciore e sindrome da prurito al momento dello svuotamento della vescica;
  • con mughetto;
  • con il bisogno costante di svuotare, anche con la vescica vuota;
  • con un aumento della temperatura basale;
  • con sensazioni dolorose al momento del rapporto.

La cistite emorragica durante la gravidanza è caratterizzata dalla presenza di impurità del sangue nell'urina escreta. Se l'infezione si diffonde ai reni, la temperatura generale aumenta, c'è dolore alla schiena, malessere generale, nausea, vomito, diarrea, aumento della sudorazione fredda e calda alternativamente.

Come trattare la cistite durante la gravidanza

È abbastanza difficile scegliere un trattamento per la cistite durante la gravidanza, dato l'effetto dei farmaci tradizionali sul feto. È vietato assumere molti medicinali e quelli considerati parsimoniosi per il corpo di una donna incinta non sono sempre efficaci. Si raccomanda di iniziare le misure di trattamento il prima possibile.

La malattia è pericolosa perché l'infezione può diffondersi ad altri organi, in particolare ai reni. Questo è irto dello sviluppo della pielonefrite, una malattia che influisce negativamente sul corso della gravidanza. Pertanto, la cistite come segno di gravidanza dovrebbe allertare una donna. Un tale sintomo è un motivo per contattare un medico che eseguirà le misure diagnostiche necessarie e prescriverà una terapia efficace..

Per trattare la cistite durante la gravidanza, prima di tutto, è necessario utilizzare farmaci antibatterici. Il tipo di farmaco può essere determinato dai risultati di un test di sensibilità ai batteri. È vietato interrompere la terapia, anche se le condizioni generali sono migliorate. Altrimenti, la patologia diventa cronica e in futuro si verificheranno esacerbazioni..

I fitopreparati sono prescritti per le donne incinte con cistite, che includono ingredienti naturali sicuri per la salute della madre e del feto. Di regola, queste sono erbe, estratti di piante medicinali. Alcuni di loro hanno controindicazioni, quindi non è consigliabile prenderli da soli. In condizioni stazionarie, le instillazioni (infusioni) di farmaci, come gli antibiotici, vengono effettuate nella vescica. La procedura consiste nell'introduzione di fondi nella vescica attraverso un catetere.

Cosa possono fare le donne incinte con cistite

Ciò che può essere assunto dalle donne in gravidanza con cistite sarà determinato solo da un medico. Molti farmaci sono controindicati per l'assunzione durante questo periodo e possono interrompere lo sviluppo del feto nell'utero..

Di antibiotici, i farmaci sono più spesso prescritti:

  1. Monurale. Puoi bere per le donne incinte con cistite e altre malattie delle vie urinarie. Se scegli il dosaggio giusto, il farmaco è assolutamente sicuro per la salute della donna e del feto..
  2. Amoxiclav. Si riferisce agli antibiotici combinati. È prescritto per il trattamento di malattie non solo delle vie urinarie, ma anche di infezioni di altre localizzazioni.

È possibile per le donne incinte con cistite eseguire installazioni con oli medicinali, Rivanol, acido borico. Questo metodo di trattamento è più efficace rispetto ai farmaci orali. I fondi introdotti dall'installazione bypassano il tratto gastrointestinale e il feto, entrando direttamente al centro dell'infiammazione.

I fitopreparati consentono di trattare la cistite con epatite B e durante la gravidanza, senza causare effetti collaterali al feto e al neonato. Può essere Urolesan, che contiene oli di abete e ricino, menta piperita e altri componenti utili. Un altro rimedio naturale - Canephron, che include un estratto di centaurea, levistico, rosmarino.

Puoi bere dalla cistite durante la gravidanza, infusi e decotti con ingredienti naturali. Questi includono coda di cavallo, foglie di betulla, asparagi (radici), avena, aneto, dente di leone (fiori), cenere di montagna, mirtillo rosso, mirtillo, rosa canina, ravanello (succo). Tali ingredienti aiutano a sopprimere la crescita dei batteri, hanno un effetto analgesico, antinfiammatorio e diuretico.

Molte donne sono interessate a sapere se è possibile rimanere incinta durante la cistite e avere un bambino normalmente? Di per sé, il processo infiammatorio non influisce sulla funzione riproduttiva. Questo vale solo per la patologia in forma acuta e senza complicazioni. Se le modifiche interessano le appendici o le ovaie, sarà più difficile rimanere incinta..

La fisioterapia è prescritta raramente. Molti di questi sono controindicati durante la gravidanza. Sono consentite solo l'elettroforesi e le procedure termiche nell'area con un processo infiammatorio. Quasi tutti i forum su Internet parlano di una prognosi favorevole per la cistite durante la gravidanza. Ma questo è possibile solo con l'inizio tempestivo della terapia e seguendo le raccomandazioni del medico curante.

Playlist video di cistite (selezione video nell'angolo in alto a destra)