Nutrizione terapeutica per processi infiammatori nei reni

L'infiammazione dei reni appare come risultato di ipotermia, shock da stress, intossicazione e molti altri motivi. Questa malattia è caratterizzata da mal di schiena, nausea, febbre, scolorimento delle urine. Oltre ai metodi standard - ricovero in ospedale, terapia farmacologica con farmaci antibatterici e antinfiammatori - anche una dieta speciale per l'infiammazione renale è un trattamento..

Dieta per l'infiammazione dei reni

Distingue tra pielonefrite acuta e cronica (infiammazione dei reni). In base a ciascun tipo di malattia, al suo stadio, viene selezionato un ciclo di trattamento, vengono prescritti farmaci, una dieta specifica. Ma in ogni caso, verrà prescritta l'una o l'altra dieta, poiché è estremamente importante rimuovere il carico dal corpo per tutte le malattie, specialmente con l'infiammazione dei reni e della vescica. In ogni fase, cibi grassi, piccanti, cioccolato, spezie, alcol sono completamente esclusi dalla dieta del paziente.

Le possibilità curative della dieta

I reni sono il filtro dell'organismo, elaborando e purificando ogni giorno decine di litri di sangue. Rimuovono sali, tossine, separandoli dagli elementi utili necessari per una persona. Con la pielonefrite, i reni non affrontano le loro funzioni, il che comporta non solo un fallimento nei processi del metabolismo renale, ma anche altre gravi conseguenze.

Una corretta alimentazione non danneggia nessuno, dopo aver consultato un medico, puoi scegliere più accuratamente il regime appropriato, un elenco di prodotti consentiti per l'infiammazione acuta o cronica.

Indicazioni per l'appuntamento

La dieta è un rimedio efficace per qualsiasi malattia, ma se non la segui correttamente, non solo non puoi ottenere l'effetto desiderato, ma persino aggravare la situazione. Pertanto, ci sono una serie di requisiti che chiariscono cosa e come si può mangiare con l'infiammazione renale. Un nuovo menu non deve essere stressante. È anche importante osservare il livello di valore nutritivo del cibo - da 2,5 mila calorie al giorno.

I giorni di digiuno sono di grande importanza nel trattamento della pielonefrite. Ma prima, devi discutere tutte le sfumature con il dottore. Le seguenti opzioni differiscono:

  • giorno dello zucchero;
  • zucche;
  • anguria;
  • patate.

Di conseguenza, in questi giorni è necessario concentrarsi su un prodotto specifico..

Suggerimenti per la cucina

Nella pielonefrite acuta, il cibo è principalmente bollito, al vapore o in umido, i cibi fritti sono completamente esclusi, tutto dovrebbe essere magro. È interessante notare che anche per frutta e verdura consentite in quantità illimitata, si consiglia il trattamento termico.

Con il sollievo dei sintomi della fase acuta, con pielonefrite cronica, l'elenco dei prodotti consentiti è in qualche modo ampliato, ma le dosi sono ancora rigorosamente osservate.

Un posto speciale nella dieta per l'infiammazione dei reni negli adulti è occupato da rimedi popolari preparati sotto forma di decotti di salice, mais, uva ursina, infusi di germogli di canna e radici di consolida maggiore, nonché polvere di foglie di ortica, liquirizia.

Dieta e bevanda

Nell'infiammazione cronica, la dieta mira a stabilizzare la pressione, il metabolismo nel corpo e a regolare l'equilibrio idrico del paziente. Nei primi giorni di malattia, la quantità di alcol aumenta in modo significativo. Gli adulti sono solitamente assegnati a consumare 2-3 litri di liquido, mentre per i bambini il volume viene calcolato utilizzando la formula: il peso del bambino viene moltiplicato per 30, e poi per un altro 1,5. Un elenco di ciò che puoi mangiare per l'infiammazione renale:

  • carne;
  • pesce magro;
  • uova;
  • Latticini;
  • verdure.

Le principali restrizioni si applicano a sale, oli essenziali, assunzione giornaliera di carboidrati, proteine, grassi.

In caso di infiammazione acuta dei reni, invece, si riduce l'assunzione di cibo: pesce, carne, proteine, verdura.

Come per la pielonefrite cronica, anche il sale è escluso dalla dieta al massimo. Sono ammesse invece alcune spezie (erbe essiccate, cannella), acido citrico, salse. Poiché un rifiuto completo del sale è impossibile per il corpo, viene periodicamente reintrodotto nella dieta e quindi riescluso.

Prodotti di cui hai bisogno

Oltre all'acqua, si consiglia di bere decotti alle erbe, succhi naturali (ma non agrumi), tè dolce debole, composte.

Per cambiare, frutta e verdura con un alto contenuto di acqua vengono introdotte nella dieta:

  • prezzemolo;
  • cetrioli;
  • angurie;
  • meloni.

Quando vengono utilizzati, hanno anche un effetto diuretico positivo..

In generale gli alimenti consigliati includono: pane senza sale, zuppe vegetariane, carne e pesce magri, miele, verdure al forno, bollite, frutta, un po 'di zucchero, burro.

I prodotti a base di latte fermentato sono di particolare importanza nella dieta per l'infiammazione renale negli adulti:

  • kefir;
  • latte cotto fermentato;
  • yogurt;
  • fiocchi di latte.

Ma è importante ricordare che la panna pesante e la panna acida non sono incluse in questo elenco..

Prodotti pericolosi

Con la pielonefrite sono vietati cibi grassi, speziati, fritti e cibi affumicati, salati e in salamoia. Elenco di cosa non mangiare durante l'esacerbazione dell'infiammazione renale:

  • spuntini;
  • cibo in scatola;
  • caffè, cacao, tè forte;
  • legumi;
  • funghi;
  • carne grassa, pesce;
  • cioccolato e dolciumi;
  • bevande alcoliche;
  • formaggi a pasta dura;
  • Grasso;
  • caviale di pesce;
  • cibi piccanti (come aglio, rafano, senape).

Questo elenco richiede un'attenzione speciale non solo per chi soffre di pielonefrite, ma anche per le persone sane..

Menu per la settimana

I primi giorni della dieta per la nefrite renale (designazione collettiva delle malattie infiammatorie dell'organo accoppiato) non differiscono per varietà, il volume di liquidi bevuti aumenta: composte, bevande alla frutta, gelatina e tè non zuccherati. Frutta e verdura dopo il trattamento termico sono consentite in quantità quasi illimitate. L'assunzione di proteine, fosforo e sodio dovrebbe essere ridotta. I giorni successivi beneficeranno di una dieta a base di latticini, verso la fine della settimana puoi espandere gradualmente l'elenco dei prodotti: mangiare zuppe, purè di patate, cereali.

Piatti per una dieta sana per l'infiammazione dei reni

Mangiare bene non significa insapore. Ci sono molte ricette varie e semplici. Ci sono due principali diete generalmente accettate: "Tabella numero 7" (per la pielonefrite acuta e in fase di recessione), "Tabella numero 7a" (per la forma cronica della malattia, nonché per insufficienza renale). Il rispetto di tali standard alimentari implica il rifiuto di cibi e piatti proibiti, ma l'uso di quelli che sono inclusi nell'elenco dei.

Con un'esacerbazione della malattia, tutti i piatti vengono preparati cucinando o stufando per alleviare il più possibile i reni. Per aggiungere gusto al cibo fresco, puoi aggiungere aneto essiccato, cumino.

Una deliziosa zuppa di cavolo cappuccio si prepara semplicemente: 200 g di verdura vengono cotti con una carota e una radice di prezzemolo, il tutto in forma tritata. Quindi si versano 400 ml di latte, si aggiungono aneto e un po 'di farina tostata.

La purea di carne è adatta per il secondo: tritare finemente 300 g di carne e versare 150 ml di acqua fredda, cuocere a fuoco lento finché sono teneri. Quindi saltare due volte attraverso un tritacarne e condire con un po 'di burro.

Soufflé di carne e riso: passare 200 g di bollito al tritacarne con porridge di riso, aggiungere 1 uovo alla carne macinata e disporla in una pirofila unta, quindi infornare.

Pesce bollito con uovo: mettere 200 g di pesce sbucciato tritato in acqua bollente con radice di prezzemolo, cuocere finché sono teneri. Quindi prendere le ossa, schiacciare la carne e aggiungere l'uovo tritato.

Per dessert, puoi preparare la crema di latte: 1 cucchiaio di acqua viene sciolto in una padella asciutta. l. si aggiunge lo zucchero, l'acqua e lo sciroppo viene cotto. Quindi è necessario aggiungere un bicchiere di latte bollito, aggiungere 1 cucchiaino di amido (mescolato con latte freddo), portare tutto a ebollizione.

Quando la pielonefrite acuta diventa cronica, è consentito non elaborare frutta e verdura, puoi mangiare alcuni dolci.

Conseguenze di imprecisioni nella dieta

È importante passare senza problemi a una dieta speciale per l'infiammazione renale. Altrimenti, un brusco cambiamento nella dieta contribuirà a un rilascio ancora maggiore di tossine e al carico sul rene malato..

Un adulto sarà in grado di percepire normalmente le restrizioni dietetiche, ma per i bambini non sarà facile, quindi è richiesto un controllo speciale di ciò che il bambino mangia. Dopo la fine del periodo pianificato della dieta, non dovresti tornare bruscamente alla dieta abituale, anche qui dovrebbe essere mantenuta la morbidezza. Superlavoro, ipotermia, infezione non dovrebbero essere consentiti.

Conclusione

La pielonefrite è un'infiammazione infettiva dei reni, le cui conseguenze sono perdita di appetito, febbre. In questo caso, la vescica può essere disturbata e il rene colpito può emanare un forte dolore nella parte bassa della schiena. Si distinguono pielonefrite acuta, cronica e anche gestazionale separatamente (nelle donne in gravidanza). Ci sono molte cause di malattie renali, tra cui urolitiasi, cistite, policistica.

Quasi tutti sono a rischio, ma soprattutto riguarda le seguenti categorie:

  • bambini di età diverse;
  • giovani ragazze durante la pubertà;
  • donne durante la gravidanza;
  • uomini anziani.

Anche le persone con processi infiammatori acuti, immunità debole, dieta o riposo inadeguati, persone esposte a varie situazioni stressanti, uomini e donne con tendenza ereditaria sono inclini alla malattia.

Durante il trattamento, a seconda della gravità della malattia, vengono utilizzati il ​​ricovero e la terapia farmacologica. In ogni caso, è necessaria una dieta speciale, che aiuti ad alleviare il carico sul rene sconfitto dalla pielonefrite e ripristinare il metabolismo.

Le seguenti misure aiuteranno a prevenire la malattia: rispetto delle regole di igiene, uno stile di vita sano, modelli di sonno e trattamento tempestivo, indurimento durante tutto l'anno.

Nutrizione per la pielonefrite

Tra le malattie più comuni del sistema urinario, è consuetudine isolare la pielonefrite. Questa malattia può essere riscontrata a qualsiasi età, ma le donne sono più sensibili ad essa: secondo le statistiche, soffrono di infiammazione renale 6 volte più spesso degli uomini..
La corretta aderenza a una dieta speciale determina in gran parte il successo e l'efficacia del trattamento, pertanto le informazioni su quale dovrebbe essere la dieta per la pielonefrite saranno utili per le persone con questa diagnosi.

Principi di base della dieta

Viene prescritta una dieta speciale per l'infiammazione degli organi del sistema urinario al fine di:

  • creando condizioni favorevoli per il normale funzionamento dei reni,
  • ridurre il carico sugli organi colpiti dall'infiammazione,
  • riportare la pressione alla normalità,
  • ridurre l'edema.


Il programma di nutrizione terapeutica è redatto secondo i principi di base della tabella n. 7 secondo la classificazione adottata in dietetica. È basato su:

  • la dimensione dei pezzi consumati non appesantisce il corpo e non influisce in alcun modo sui reni,
  • devi mangiare almeno 4-5 volte al giorno: solo allora viene mantenuto il funzionamento stabile dei reni e viene assicurato l'apporto di sostanze nutritive al corpo,
  • è necessario bere 2-3 litri di acqua o qualsiasi altro liquido al giorno, comprese zuppe, brodi, bevande,
  • è necessario salare il cibo al minimo, il tasso di assunzione di sale per un paziente con pielonefrite non è superiore a 6 grammi al giorno,
  • l'alcol non deve essere consumato, anche in quantità limitate, a causa del suo enorme effetto sulla funzione renale e della probabilità di una esacerbazione della malattia,
  • È preferibile mangiare cibi alcalinizzanti: in un ambiente acido, tutte le malattie e i batteri si diffondono più velocemente, creando un ambiente favorevole per lo sviluppo dell'infiammazione e persino delle cellule tumorali.
  • È necessario considerare quali alimenti possono e non possono essere utilizzati per la pielonefrite.

Cosa puoi mangiare

L'elenco degli alimenti ammessi per l'infiammazione renale è piuttosto ampio: comprende molti degli ingredienti a cui siamo abituati:

  • pane e dolci fatti con pasta non salata senza lievito aggiunto,
  • alcuni tipi di cereali e pasta,
  • zuppe e brodi magri cotti a base di carne, pesce, verdure o latte,
  • pesce e carne non troppo grassi,
  • verdure di base: patate fresche o bollite, barbabietole, carote, zucca e zucchine, oltre a piatti e insalate preparate da loro,
  • alcuni tipi di frutta (pere, mele),
  • olio, salse, alcuni condimenti e spezie (gli additivi piccanti devono essere usati con molta cura),
  • latte e prodotti a base di latte fermentato,
  • uova sode o frittata al vapore,
  • tè nero e verde delicato, gelatina, bevanda alla frutta.

Uno qualsiasi dei pasti di cui sopra dovrebbe essere cucinato con sale limitato.

Quello che non puoi mangiare

Con la pielonefrite, è meglio escludere completamente dalla dieta o consumare i seguenti alimenti in quantità limitate:

  • ricche zuppe e brodi cucinati con carne grassa, pesce o con l'aggiunta di legumi,
  • piatti affumicati,
  • qualsiasi tipo di pesce,
  • pesce e carne troppo grassi,
  • funghi,
  • alcuni tipi di verdure e ortaggi (acetosa, rape, ravanelli, spinaci),
  • vari prodotti di salsiccia,
  • formaggio piccante con un alto contenuto di spezie,
  • carne e pesce in scatola,
  • cibi in salamoia e salati,
  • panna acida,
  • prodotti da forno a base di pasta con aggiunta di sale,
  • tè preparato forte e caffè forte,
  • dolci, in particolare torte e pasticcini con crema grassa.

Uno qualsiasi dei suddetti prodotti per l'infiammazione renale è controindicato e dannoso, in quanto può portare a un'esacerbazione della malattia.

Le regole per aderire a una dieta per la pielonefrite nei bambini praticamente non differiscono dalle raccomandazioni redatte per gli adulti. La particolarità sta nella quantità di cibo consumato, che dipende dall'età e dal peso del bambino..

Una dieta equilibrata per i bambini implica una predominanza nella dieta:

  • carne magra e pesce,
  • pane di grano,
  • diversi tipi di cereali,
  • pasta,
  • un po 'di burro e zucchero,
  • dolci in piccole porzioni (tranne quelli contenenti panna grassa e cioccolato),
  • diversi tipi di succhi, bevande alla frutta, composte.

Per il resto, il bambino dovrebbe mangiare almeno 5 volte al giorno..

Caratteristiche della dieta per donne incinte con pielonefrite

Durante la gravidanza, per una donna con pielonefrite acuta o cronica, il medico curante prescrive un programma nutrizionale speciale. È molto importante seguirne i principi. Quasi tutti i farmaci necessari durante la gravidanza e durante l'allattamento non possono essere assunti, quindi, al fine di prevenire un'esacerbazione della malattia, ogni donna dovrebbe seguire una dieta.

Ecco un elenco approssimativo di cibi consentiti che una donna incinta con pielonefrite può mangiare:

  • pollo magro o pesce, al vapore o al forno. Si consiglia di rimuovere preventivamente la pelle,
  • latte e latticini con una bassa percentuale di grassi,
  • pasticcini scomodi,
  • uova sode o frittata al vapore, ma non più di 2 volte a settimana,
  • verdure fresche e bollite, erbe aromatiche (eccetto acetosa e spinaci) e alcuni frutti,
  • porridge non salato.

Puoi aggiungere sapore ai piatti con chiodi di garofano, alloro, cannella.
È vietato mangiare cibi troppo piccanti, piccanti, acidi, nonché cibi in scatola in marinata, prodotti da forno, cioccolato.

Ricette di piatti

Attualmente, il menu assegnato per la pielonefrite corrisponde alle regole della tabella dietetica n. 7 ed è molto vario. Ci sono molte opzioni possibili per pasti deliziosi e sani che possono essere preparati per le persone con questa condizione..
Ad esempio, la tabella contiene diverse ricette, indicando gli ingredienti richiesti e i metodi di preparazione. Non è difficile farlo.

Ricette per l'infiammazione dei reni

P / p No.Nome del piattoElenco degli ingredienti richiestiMetodo di cottura
1Zuppa di zuccazucca - 0,5 kg,

patate - 2 pezzi.,

cipolla - 1 pezzo.

olio vegetale - 1 cucchiaio. il cucchiaio,

erbe fresche - un mucchio,

formaggio - a piacere e da gustare.

1) metti una pentola d'acqua sul fuoco (2 litri),

2) sbucciate e tritate le verdure (tagliate a pezzi o grattugiate),

3) abbassare le verdure in acqua bollente: prima le patate, poi con un intervallo di 2-3 minuti tutto il resto,

4) cuocere finché sono teneri e togliere dal fuoco,

5) se lo si desidera, il contenuto può essere macinato con un frullatore e aggiungere 1 cucchiaio di olio lì,

6) utilizzare erbe fresche e formaggio per la decorazione,

2Cotolette di verdureverdure consentite a

pielonefrite - 0,6-0,7 kg,

uovo crudo - 1 pz.,

latte - 0,5 tazze,

semolino - 2 cucchiai. cucchiai,

burro - 2 cucchiai. cucchiai,

pangrattato - 2 cucchiai. cucchiai,

concentrato di pomodoro - 3-4 cucchiai. cucchiai,

acqua - 0,5 tazze,

erbe fresche - un mucchio.

1) tritare finemente le verdure,

2) cuocerle a fuoco lento in una miscela di acqua e latte finché non saranno morbide,

3) man mano che le verdure sono pronte, aggiungere la semola al composto, continuare a cuocere a fuoco lento per altri 5 minuti,

4) aggiungere l'uovo, mescolare la massa risultante fino a che liscio,

5) ricavare dal composto delle cotolette, infornarle o friggerle in poco burro,

6) se lo si desidera, fare una salsa per le cotolette mescolando concentrato di pomodoro ed erbe aromatiche.

3Casseruola di riso

riso - 1,5 tazze,

uovo crudo - 1 pz.,

burro - 2 cucchiai. cucchiai,

cannella - un piccolo pizzico.

1) lessare il riso, sciacquarlo e raffreddarlo,

2) mescolare l'uovo con il burro, aggiungere al riso,

3) sbucciate le mele, tagliatele a pezzetti o grattugiate, spolverizzate con zucchero e cannella,

4) ungere la teglia con olio, adagiare gli ingredienti cotti a strati nell'ordine: riso, mele, riso,

5) versare il contenuto sopra con panna acida e cuocere in forno per 30 minuti.

Nutrizione per esacerbazione della malattia

Se la malattia è in una fase acuta, i medici consigliano di aderire alle seguenti raccomandazioni dietetiche:

  • bere quotidianamente da 1,5 a 2 litri di qualsiasi liquido, comprese zuppe, brodi, bevande,
  • con forte dolore nella fase acuta della malattia in relazione al volume di liquido consumato, è meglio osservare la restrizione: bere non più della quantità di urina rilasciata al giorno,
  • la quantità di sale consumata non deve superare i 6 grammi nell'arco della giornata,
  • la dieta dovrebbe avere più latticini, carne magra, verdure ammesse per malattie, un po 'di cereali,
  • è meglio cuocere, bollire o cuocere a vapore,
  • mangiare almeno 5 volte al giorno.

I prodotti vietati sono:

  • cibi troppo salati, piccanti, grassi, in scatola,
  • piatti affumicati,
  • funghi,
  • legumi,
  • piatti troppo piccanti,
  • bevande alcoliche e acqua gassata.

La pielonefrite è una malattia grave che richiede un approccio integrato al trattamento. Per garantire il funzionamento stabile dei reni e migliorare la condizione, è necessario seguire tutte le raccomandazioni del medico curante, comprese quelle riguardanti la corretta dieta e dieta..

Dieta per l'infiammazione dei reni

Foto dal sito krasotka.guru

L'esclusione di alcuni alimenti dal menu giornaliero può ridurre significativamente la gravità dei sintomi: dolore, gonfiore, problemi di minzione, aumento della pressione sanguigna.

Principi generali

Se i farmaci farmacologici affrontano l'infiammazione, al fine di alleviare i sintomi, migliorare la funzione renale, è necessaria una nutrizione terapeutica corretta, equilibrata. Ecco i principi fondamentali della dieta:

  • limitare la quantità di sale consumata quotidianamente a 4 g, che eviterà la ritenzione di liquidi nell'organismo con conseguente formazione di edema infiammatorio. I nutrizionisti consigliano di aggiungere sale al cibo direttamente sul tavolo e non durante la sua preparazione;
  • massima riduzione nella dieta delle proteine ​​animali, comprese quelle ottenute dall'organismo dal pesce. Preferire uova di gallina e prodotti a base di latte fermentato. Contengono proteine, durante la scomposizione di cui non si formano sostanze dannose per i reni infiammati;
  • per ridurre l'impatto negativo dei prodotti metabolici di proteine, grassi, carboidrati, pesce, la carne deve prima essere bollita e solo successivamente in umido, al forno;
  • con infiammazione del parenchima, i nefroni, gli oli essenziali con un pronunciato effetto irritante sono particolarmente dannosi. Pertanto, dovresti escludere completamente gli alimenti in cui sono contenuti in alte concentrazioni: cipolle, aglio, erbe aromatiche, acetosa.

Nel processo di trattamento di qualsiasi malattia infiammatoria, i medici consigliano di aumentare la quantità di liquido consumato. Ma non nel caso di danni ai reni. La quantità di liquido dovrebbe essere ridotta a un litro, assicurandosi di includere diuretici naturali nella dieta. L'effetto diuretico quando si segue una dieta è caratteristico di anguria, albicocche secche, zucca, cetrioli.

Dieta per l'infiammazione renale acuta

La dieta per la nefrite acuta è piuttosto severa. Durante questo periodo, il carico sui reni dovrebbe essere ridotto il più possibile, poiché durante l'infiammazione la loro concentrazione e le funzioni urinarie sono compromesse. È necessario abbandonare completamente sale e spezie, limitare eventuali prodotti proteici, sostituendoli con cibi vegetali. Utili porridge di cereali, conditi con una piccola quantità di semi di lino, mais, olio d'oliva. Se segui una dieta, dovresti dare la preferenza a zuppe di verdure trasparenti con toast di pane bianco essiccato.

Il cibo per l'infiammazione renale dovrebbe essere frazionario: devi mangiare in porzioni molto piccole fino a 7 volte al giorno. È severamente vietato friggere il cibo. Hanno solo bisogno di essere cotti a fuoco lento in una piccola quantità di acqua, al vapore.

Dieta per l'infiammazione renale cronica

La cronologia della patologia infiammatoria richiede l'aderenza costante a una dieta per la nefrite renale. Si raccomanda di limitare la dieta a base di pesce, carne e frattaglie. Nel processo del loro metabolismo si formano composti azotati che hanno un effetto tossico sui reni infiammati. Sul tavolo dovrebbero esserci porridge di cereali, zuppe di purea di verdure, gelatina agrodolce, latticini a basso contenuto di grassi. E per ricostituire le riserve di sostanze biologicamente attive, i nutrizionisti prescrivono ai pazienti complessi bilanciati di vitamine, micro e macroelementi. Maggiori informazioni sulla nefrite cronica →

Prodotti consentiti

Cosa puoi mangiare con l'infiammazione renale? Nonostante l'apparente gravità della dieta, è piuttosto varia. Durante il periodo di remissione, è consentito mangiare pesce di fiume bollito, carni magre (filetto di pollo, manzo giovane, quaglia, carne di coniglio), al vapore o al forno con verdure. È anche consentito mangiare zuppe con l'aggiunta di patate, pasta. Puoi mangiare con l'infiammazione dei reni e tali piatti:

  • formaggi magri, panna acida, latte cotto fermentato, varenets;
  • grano saraceno, porridge di mais nel latte con un pezzetto di burro;
  • varie casseruole di verdure, ricotta;
  • biscotti, biscotti, caramello;
  • insalate di verdure fresche.


Per migliorare il gusto di piatti abbastanza insipidi durante la dieta, dovresti aromatizzarli con salse di pomodoro o panna acida fatte in casa. La frutta può essere consumata sia fresca che al forno.

Alimenti vietati

Foto dal sito iamcook.ru

Oltre alle verdure con un alto contenuto di oli essenziali, con infiammazione dei reni, non dovresti mangiare carni grasse. Anche con una piccola porzione di cosce di maiale o pollo, la funzione renale è seriamente compromessa. Ma il pesce di mare grasso può essere incluso nella dieta. Contiene un'enorme quantità di utili acidi grassi polinsaturi e vitamine liposolubili. Le bevande alcoliche con qualsiasi contenuto di alcol etilico, nonché caffè e tè forte sono severamente vietate..

Menu di esempio per una settimana

Puoi mangiare solo alcuni cibi preferiti per l'infiammazione dei reni. Ma tale cibo diventa rapidamente noioso, quindi i nutrizionisti consigliano di combinare i prodotti, usandoli in varie combinazioni. Ecco un menu di esempio per l'infiammazione renale:

  • Lunedì Colazione: frittelle, acqua gassata, tè. Pranzo: cotolette di manzo al vapore, zuppa di grano saraceno, ricotta e gelatina di fragole. Cena: uova strapazzate, pesce al forno con verdure.
  • Martedì Colazione: ricotta, uovo sodo, tè debole. Pranzo: purè di gelatina, zuppa di verdure, cotolette di pesce al vapore e purea di zucca, cracker. Cena: carne colica bollita, vermicelli, tè con latte.
  • Mercoledì. Colazione: panino crudo e yogurt. Pranzo: zuppa d'orzo, gelatina, mezzo panino. Cena: ricotta a basso contenuto di grassi, porridge d'orzo sottile, budino.
  • Giovedi. Colazione: uovo sodo, crostini di pane, farina d'avena in acqua, decotto di rosa canina e mele. Pranzo: zuppa di riso, pesce, purea di zucca, acqua minerale naturale. Cena: spaghetti con cotolette di vapore, tè debole.
  • Venerdì Colazione: porridge di grano saraceno con pane tostato, composta di frutta secca. Pranzo: zuppa di patate, carne di coniglio, acqua minerale naturale. Cena: soufflé di latte con aggiunta di frutta.
  • Sabato. Colazione: mele al forno con ripieno di ricotta e uvetta, pane tostato, composta di pere. Pranzo: zuppa di piselli con pollo, purea di verdure, cotoletta al vapore, acqua minerale naturale. Cena: pasta con polpette, zucca al forno, brodo di rosa canina.
  • Domenica colazione: farina d'avena nel latte con uvetta e mele. Pranzo: zuppa di noodle al pollo; mele al forno con ricotta. Cena: polpette di pesce, purè di patate.


I pasti possono essere variati nella dieta settimanale. Ma la quantità principale di chilocalorie dovrebbe entrare nel corpo umano all'ora di pranzo..

Conseguenze del mancato rispetto della dieta

Il compito principale di aderire a una dieta con infiammazione renale è ridurre lo stress su questi organi accoppiati a forma di fagiolo. Sono costantemente impegnati a filtrare, raccogliere ed espellere l'urina. Pertanto, quando i reni sono danneggiati dal processo infiammatorio, si verifica una significativa diminuzione della loro attività funzionale. Questo è comune a tutte le nefriti, comprese la pielonefrite e la glomerulonefrite..

Se la dieta non viene seguita, l'efficacia del trattamento farmacologico è significativamente ridotta. L'infiammazione si diffonde a strutture renali sane e i sintomi peggiorano.

La dieta terapeutica è determinata solo da un nutrizionista. Prende necessariamente in considerazione il tipo di patologia infiammatoria, il suo stadio e la sua forma. Il criterio che determina la scelta di un set alimentare è anche l'età del paziente, la presenza di altre malattie croniche degli organi interni.

Autore: Lyudmila Sheveleva, dottore,
appositamente per Nefrologiya.pro

Video utile sulla nutrizione per malattie renali

Elenco delle fonti:

  • Diete in nefrologia [Risorsa elettronica] / I.G. Kayukov, A.G. Kucher, A.V. Smirnov - M.: GEOTAR-Media, 2011.
  • Ermolenko V.M. Fallimento renale cronico. Nefrologia: una guida nazionale. M.: GEOTAR-Media, 2009.
  • Linee guida nazionali. Malattia renale cronica: principi di base
    approcci di screening, diagnosi, prevenzione e cura ed. A.V.
    Smirnov. Nefrologia. 2012.

Dieta per l'infiammazione dei reni

La dieta per l'infiammazione renale ha lo scopo di ridurre il carico e mantenere l'organo in condizioni del processo patologico. La dieta dei pazienti dovrebbe includere alimenti che aiutano a rimuovere le tossine e le tossine dal corpo..

La dieta per l'infiammazione renale dovrebbe essere osservata per tutta la vita. Per prevenire possibili esacerbazioni della malattia e lo sviluppo di effetti collaterali, è necessario seguire rigorosamente le raccomandazioni di un nutrizionista.

Principi di nutrizione salutare

Se viene diagnosticata un'infiammazione renale, il corpo indebolito deve necessariamente ricevere tutte le vitamine ei complessi minerali necessari per combattere la patologia. La dieta del paziente dovrebbe essere limitata, la dieta dovrebbe essere equilibrata. La dieta per l'infiammazione dei reni negli adulti si basa sulle seguenti regole:

  1. I pasti dovrebbero essere frazionari, fino a 5 pasti al giorno, il che consente di adattarsi rapidamente alle restrizioni dietetiche.
  2. Inserimento attivo nel menù di bevande diuretiche che stimolano la funzionalità renale e purificano le vie urinarie.
  3. Rigetto completo dell'alcol, che esercita un carico sull'organo indebolito.
  4. Adesione chiara e rigorosa alle restrizioni stabilite al fine di prevenire un attacco.

I prodotti che hanno un effetto grave su un corpo indebolito dovrebbero essere esclusi. Questo vale per:

  • funghi;
  • pesce e carne grassi;
  • prodotti in scatola e affumicati;
  • legumi;
  • prodotti di cioccolato, qualsiasi altro dolce che provoca la riproduzione della flora patogena proveniente dalla vescica;
  • verdure che hanno un effetto irritante sugli organi del tratto gastrointestinale - ravanelli, aglio, cipolle, acetosa.

L'infiammazione renale cronica consente l'uso di cibi cotti, bolliti e persino fritti. Non importa se il cibo è caldo o freddo, tritato finemente o in grossi pezzi. Queste regole sono limitate in caso di insorgenza della fase acuta della malattia o con un decorso parallelo di violazioni delle funzioni dell'apparato digerente.

Dieta durante la remissione

Il processo infiammatorio nella vescica è accompagnato da una fluttuazione nella reazione dell'urina da alcalina ad acida. Per bilanciare questa cifra, è necessario arricchire la dieta con alimenti alcalinizzanti. L'uso di ravanello, sedano, cavolo cappuccio, broccoli ha un effetto deprimente sulla flora patogena che è entrata nella cavità renale dalla vescica urinaria e provoca la remissione nella fase acuta.

Per non sovraccaricare i reni già indeboliti, è necessario includere carne magra e brodi a base di essi nella dieta quotidiana. Gli ingredienti devono essere tritati finemente e fatti bollire 2 volte, cambiando l'acqua. Questa misura ha lo scopo di ridurre l'assunzione di estratti nel corpo che hanno un effetto irritante sull'organo..

L'infiammazione renale consente di mangiare cibi ricchi di potassio, che ha un effetto preventivo sul processo dei calcoli renali. Pomodori, zucca, frutta secca, melone, mele, banane sono ingredienti insostituibili che stimolano il sistema urinario.

Se al paziente viene diagnosticata un'infiammazione renale, quindi per prevenire l'intossicazione del corpo e purificare i dotti urinari, deve bere acqua non bollita. La quantità di liquido bevuto dipende dal peso della persona (di solito calcolata come segue: 1 kg di peso richiede 30 ml di acqua al giorno). Questo elenco, oltre all'acqua pura, include tè ai reni a base di rosa canina, nonché frutta e verdura: angurie, cetrioli, barbabietole. In media, in assenza di gonfiore, la quantità di liquido bevuto al giorno dovrebbe essere di 1,5-2 litri.

Menu di esempio per l'infiammazione renale cronica

Le regole di nutrizione speciale per l'infiammazione dei reni prevedono una serie di restrizioni che devono essere rispettate per il resto della tua vita. Per eliminare il rischio di guasti e lo sviluppo di una esacerbazione, è necessario elaborare la dieta più equilibrata composta da piatti appetitosi e sani.

Un menu di esempio per un paziente che soffre di infiammazione renale include i seguenti alimenti:

ColazioneSformati di ricotta, omelette al vapore con proteine, formaggio magro non salato, pane, cracker, porridge cotto nel latte.
Primo pastoBrodi vegetali, zuppa di barbabietole, carote, zuppe di purea di zucca
Secondi piattiPolpette di verdure, pesce magro e non salato, manzo, pollo, verdure in umido, purè di patate, cereali
SpuntiniFrutta al forno, prodotti a base di latte fermentato, succhi, bevande, frutta candita
Le bevandeComposte, tè, vari decotti a base di erbe - da rosa canina, salvia, ribes

Nutrizione durante l'esacerbazione della malattia

L'infiammazione acuta dei reni richiede l'adesione a una dieta strettamente limitata, volta ad alleviare il dolore e l'estinzione precoce dell'attacco. L'uso di alimenti speciali ha un effetto ausiliario del trattamento farmacologico e mira a regolare il livello di pH delle urine, includendo attivamente prodotti alcalinizzanti nel menu: albicocche, arance, pompelmi, sedano, barbabietole, cavoli, ecc..

Per alleviare le condizioni del paziente durante una riacutizzazione, il menu dietetico dovrebbe essere composto esclusivamente da piatti al vapore semplici e facilmente digeribili. È necessario limitare in modo significativo il consumo di grassi animali. È consentito includere nella dieta quotidiana non più di 15 g di burro. Alla prima volta dopo l'inizio di un attacco, consumano piatti esclusivamente a base di verdure, quindi, man mano che le funzioni renali vengono ripristinate, pollo e manzo vengono gradualmente introdotti nel menu.

Durante il periodo di esacerbazione dei processi infiammatori nei reni, le proteine ​​di origine animale dovrebbero essere escluse dalla dieta, facendo eccezione solo per gli albumi per la preparazione di omelette. Il decorso acuto della malattia richiede l'adesione a una dieta a base di latticini, che assicuri l'apporto di vitamine e microelementi utili.

Una dieta terapeutica per le malattie renali infiammatorie è finalizzata al mantenimento a lungo termine della remissione e alla prevenzione degli attacchi. Durante il periodo di trattamento è indicato l'uso di frutta e verdura alcalinizzanti arricchite con potassio. Per la rimozione tempestiva di tossine e tossine, è necessario assumere almeno 1,5 litri di bevande diuretiche e acqua pulita al giorno.

Dieta per malattie renali: menu di esempio, giorni di digiuno, ricette, elenchi di cibi proibiti e consentiti

Le patologie renali si verificano sia negli adulti che nei bambini. Spesso la causa dello sviluppo della malattia è l'ipotermia o il raffreddore. La terapia complessa aiuterà a sbarazzarsi del dolore insopportabile: un ciclo di medicinali e una dieta prescritta dal medico curante per le malattie renali.

Restrizione proteica

Il processo infiammatorio porta a malfunzionamenti dell'equilibrio acido-base e dell'acqua-elettrolita. I pazienti sono inclini alla comparsa di edema, ipertensione, avvelenamento tossico con i resti dei prodotti metabolici. L'infiammazione viene diagnosticata se la pielonefrite o la nefrite sono confermate dalla ricerca.

È impossibile rimuovere le proteine ​​dal menu giornaliero, poiché costituiscono la base delle cellule. Le diete povere di proteine ​​per le malattie renali alleviano i sintomi spiacevoli. I medici raccomandano di introdurre nella dieta pesce in umido o carne a basso contenuto di grassi, pollo e uova di quaglia. Con insufficienza renale nella fase cronica, è consentito consumare non più di 50 g di proteine. La quantità esatta è determinata da un nutrizionista, tenendo conto della fase di sviluppo del processo patologico, dell'età e del peso del paziente..

Scaricare il corpo in caso di malattie renali

I giorni di digiuno sono intesi come l'utilizzo di un tipo di prodotto durante la giornata. I nutrizionisti raccomandano ai pazienti con malattie renali di praticare giorni di dimissione di carboidrati. Possibili opzioni:

  • cetriolo;
  • avena;
  • Mela;
  • anguria;
  • bacca;
  • verdura;
  • frutta.

Tale cibo aiuta ad aumentare il livello di urina e migliorare l'escrezione dei prodotti di scarto proteico. Come risultato dello scarico del corpo, la pressione sanguigna viene normalizzata, i sintomi spiacevoli della malattia vengono eliminati.

Quando si scaricano le verdure, vengono utilizzate crude, in umido o bollite. Puoi preparare insalate e condirle con un po 'di olio vegetale. È accettabile utilizzare panna acida o yogurt naturale con una bassa percentuale di grassi.

Contenuto calorico del menu giornaliero

Quando elabora una dieta, il paziente deve tenere conto del fatto che il tasso calorico dovrebbe essere 3500 kcal. Meno calorie costringono il corpo a sprecare le proteine ​​disponibili dalle sue cellule. Di conseguenza, il carico sull'organo danneggiato aumenta in modo significativo..

Restrizione del sale

Le diete prive di proteine ​​per le malattie renali comportano la limitazione dell'assunzione giornaliera di sale. In caso di patologie complesse, è vietato includere una spezia nella dieta. Non è consentito l'uso di marinate, salsicce e prodotti affumicati, formaggi, acqua minerale, cibi in scatola, che contengono sale.

Per ulteriori informazioni sulla dieta, consultare il proprio medico. I pazienti con insufficienza renale nella fase cronica, glomerulonefrite e sindrome nefrosica devono aderire alla tabella numero 7. I pasti includono la limitazione del sale, la riduzione dell'assunzione di proteine, l'esecuzione di giorni di digiuno.

Varietà di dieta numero 7

La settima tabella è consigliata per i pazienti con diagnosi di infiammazione renale. Le varietà esistenti della dieta tengono conto della differenza nelle fasi di sviluppo della malattia. Durante l'esacerbazione, il recupero e la remissione, è necessario mangiare diversi tipi di cibo.

Quando prescrive un certo tipo di dieta per i reni malati, il medico tiene conto della funzione dell'organo danneggiato: la presenza o l'assenza di insufficienza renale. In diverse patologie, il funzionamento dei reni è compromesso a vari livelli..

Numero di tavoloPatologia
7Nefropatia, insufficienza renale in donne in gravidanza, nefrite acuta, glomerulonefrite in remissione
7ANefrite cronica accompagnata da insufficienza renale, glomerulonefrite nella fase acuta
7BNefrite nella fase acuta, glomerulonefrite cronica nella fase acuta, transizione dalla tabella 7A
7Bsindrome nefrosica cronica
7Ginsufficienza renale nell'ultimo stadio, connessione di un rene artificiale (con emodialisi)

La dieta 7A implica un rifiuto completo del sale. I pazienti dovrebbero dare la preferenza al cibo di origine vegetale. L'apporto proteico giornaliero non può superare i 20 g. Il rispetto di questo principio nutrizionale è consentito per un breve periodo, poiché la dieta non è equilibrata.

Vale la pena andare alla tabella numero 7B quando l'azotemia diminuisce e il processo patologico si attenua. La norma giornaliera di proteine ​​in esso aumenta a 40 g. Con il miglioramento, con il permesso del medico curante, il paziente va al tavolo n. 7.

La dieta n. 7B è caratterizzata da una maggiore quantità di alimenti proteici. Sono consentiti fino a 125 g di proteine ​​al giorno. Questo tipo di dieta 7 viene utilizzato per la malattia renale, che è caratterizzata dalla perdita di proteine ​​dal corpo. Sono escreti nelle urine. È necessario ricostituire le scorte in modo tempestivo. La Tabella 7G è indicata per i pazienti in emodialisi. L'assunzione giornaliera consentita di sale in questo tipo di cibo raggiunge ½ cucchiaino di sale, proteine ​​- fino a 60 g.

Regole nutrizionali di base

Il menu è sviluppato da un medico che prescrive un trattamento efficace. Lo specialista deve tenere in considerazione:

  • proprietà antinfiammatorie, accelerano il recupero;
  • migliorare il deflusso di liquidi dai tessuti;
  • consumo di alimenti che normalizzano la pressione sanguigna e l'equilibrio idrico;
  • ridurre il carico sull'organo danneggiato;
  • prevenire la transizione della malattia allo stadio cronico;
  • una quantità sufficiente di minerali e vitamine per il corretto funzionamento del sistema immunitario.

L'alimentazione implica limitare la quantità di sale, ma non può essere completamente esclusa dal menu. Ciò contribuisce allo sviluppo dell'insufficienza renale. Il cibo è aromatizzato con erbe e spezie. Quando si prepara il cibo, si consiglia di utilizzare metodi semplici come lo stufato, il vapore o l'ebollizione. Il corpo del paziente non dovrebbe soffrire di carenze nutrizionali.

Quello che non puoi mangiare

Ai pazienti con malattie renali è vietato utilizzare:

  • cibi in salamoia, salati, fritti, grassi;
  • brodi forti di carne / pesce / funghi;
  • cibo in scatola;
  • prodotti semi-finiti;
  • frutti di mare;
  • formaggi piccanti;
  • salse e condimenti acquistati - ketchup, maionese, rafano;
  • tè nero forte, caffè e cacao;
  • pane nero;
  • latticini ad alto contenuto di grassi;
  • ravanello, cipolle e cipolle verdi, aglio;
  • bevande alcoliche indipendentemente dalla forza;
  • cioccolato;
  • prodotti in crema;
  • legumi;
  • grasso, strutto, margarina.

Cosa puoi mangiare

Nonostante l'ampio elenco di piatti proibiti, il menu dei pazienti può essere completo. Nell'ambito di una terapia complessa, i pazienti possono includere nella dieta ogni giorno:

  • pasta di grano duro;
  • non più di 200 g di carne magra bollita al giorno;
  • pane di crusca, ma senza sale;
  • eventuali cereali cotti in latte magro o acqua;
  • non più di 2 uova di gallina al giorno;
  • brodi vegetali con cereali o pasta.

Nella fase di esacerbazione, è consentito includere nel menu:

  • verdure bollite, al forno o crude;
  • verdure non acide;
  • frutta al forno, bollita o fresca, sotto forma di succhi, gelatine, composte;
  • tè / caffè verde poco preparato;
  • latticini in quantità limitate.

Menu di esempio per 7 giorni

Nelle diete per malattie renali e delle vie urinarie, la completezza e l'equilibrio sono importanti. La dieta viene spesso preparata per 7 giorni, il che consente di monitorare la quantità di proteine ​​consumate al giorno. La tabella mostra una versione approssimativa del menu settimanale, tenendo conto dei componenti vietati e consentiti.

giornocolazionepranzopranzocenaprima di andare a letto
il primoporridge di latte di riso, ricotta con uvetta, tè verdecasseruola di ricotta a basso contenuto di grassizuppa magra di verdure, 200 g di carne magra bollita, composta fatta in casacasseruola di riso e ricotta, brodo con bacche di rosa caninalatte cotto fermentato fatto in casa
secondoporridge di grano saraceno, barbabietole bollite, decotto di rosa caninaricotta e kefir con zucchero aggiuntozuppa di patate, manzo bollito, compostacasseruola di carne, massa di cagliata dolce, tè al lattekefir
terzovinaigrette con pesce bollito, ricotta con panna acida a basso contenuto di grassi, succo di frutta / verdurapurè di patate con pesce bollitozuppa di verdure con cereali, bollito, composta di meletortine di pesce al vapore, pasta in casseruola, latte magrokefir a basso contenuto di grassi
il quartosemolino e tè verdepurè di patate e pesce magro bollitoborscht vegetariano, manzo bollito, composta fatta in casafarina d'avena con frutti di bosco, patate in casseruolalatte cagliato
quintoriso bollito con verdure, succo di frutta appena spremuto o compostacasseruola di ricottaborscht magro, un pezzo di carne magra bollita, compostacasseruola di ricotta, frittelle ripiene di mele, gelatina di fruttauvetta, albicocche secche non più di 100 g
sestoporridge di riso cotto nel latte a basso contenuto di grassi, ricotta 0% di grassi, tè verde con l'aggiunta di 1 cucchiaino. miele naturalevinaigrette, porridge di latte d'avena con aggiunta di frutta, lattezuppa di verdure vegetariana, porridge di grano saraceno con bollito, composta di melecotolette di pesce al vapore, pasta in casseruola, latte magroyogurt fatto in casa
settimoporridge di grano saraceno, cotolette di carote, tè verde con mielebudino di ricotta a basso contenuto di grassi, decotto di rosa caninazuppa di spaghetti al latte, riso bollito con una fetta di vitello, composta di ciliegiecasseruola di carne, tè verde con mielekefir a basso contenuto di grassi

Il menu è realizzato tenendo conto delle condizioni generali del paziente e delle malattie associate. Prima di andare a letto, i nutrizionisti possono bere latte magro, kefir zuccherato, decotti di erbe medicinali.

Ricette per piatti ammessi con malattie renali

Gli ingredienti utilizzati sono consigliati da un nutrizionista. Queste ricette possono essere utilizzate nella dieta quotidiana da pazienti a cui viene diagnosticata pielonefrite e altre patologie renali..

Delicata zuppa di zucca

Per cucinare avrai bisogno di:

  • 300 g di zucca;
  • 200 g di lenticchie;
  • 100 g di carote fresche;
  • 100 g di pomodori;
  • 100 g di patate;
  • 1,5 litri di acqua;
  • 30 ml di olio vegetale;
  • verdure, spezie - a piacere.

Processo di cottura:

  1. Risciacquare accuratamente le lenticchie, immergerle per una notte.
  2. Lavare, sbucciare, tritare le verdure.
  3. Fare un'incisione a forma di croce sui pomodori, immergerli in acqua bollente, privarli della pelle, schiacciare i pomodori con una forchetta.
  4. Versare l'olio in una casseruola, mettere le carote.
  5. Scolare la zucca e le patate, metterle in un contenitore. Fai bollire per 15 minuti.
  6. Aggiungere le lenticchie, versare l'acqua.
  7. Dopo l'ebollizione, cuocere per 20 minuti.
  8. Aggiungi pomodori, spezie. Cuocere per 15 minuti.
  9. Aggiungere le verdure alla fine, spegnere la zuppa e insistere sotto il coperchio.
  10. Pugno un piatto caldo con un frullatore per dare una consistenza tenera.

Cesare verde

Per cucinare avrai bisogno di:

  • 120 grammi di formaggio tofu;
  • ½ mazzetto di rucola;
  • ½ mazzetto di lattuga romana;
  • ½ avocado;
  • 2 cucchiai. l. semi di zucca;
  • 1 cucchiaio. l. sesamo e olio d'oliva;
  • 1 cucchiaio. l. succo di limone.

Preparazione:

  1. Strappa le verdure con le mani e mettile in un piatto.
  2. Tagliate a cubetti il ​​tofu e l'avocado.
  3. Metti gli ingredienti in un piatto.
  4. In un contenitore separato, mescolare il succo di limone, l'olio d'oliva e l'olio di sesamo.
  5. Versare il condimento sui componenti dell'insalata.
  6. Mescolare, cospargere di semi di zucca prima di servire.

Il video descrive la dieta per l'insufficienza renale:

Dieta per l'infiammazione renale: cosa può e non può essere mangiato

L'infiammazione renale acuta e cronica è chiamata nefrite. La dieta per l'infiammazione renale, come parte di un trattamento completo, è di grande importanza, poiché avvicina il recupero. Una dieta sana aiuta a purificare il corpo da sostanze nocive e tossine e riduce anche l'effetto dannoso della malattia sui reni.

Consigli dietetici per l'infiammazione dei reni

Osservando una dieta, è necessario prestare attenzione ai seguenti aspetti:

  • i pasti dovrebbero essere regolari - 5-6 volte al giorno;
  • ogni pasto è importante, quindi non dovresti saltare nessuno di essi;
  • dimensione della porzione - piccola, l'eccesso di cibo influisce gravemente sul corpo indebolito dalla malattia;
  • si consiglia di escludere o ridurre al minimo il consumo di prodotti a base di carne, sostituendoli con verdure;
  • l'acqua è una componente importante della dieta, la sua velocità giornaliera è di almeno 1,5 litri;
  • l'assunzione di sale è limitata a 1 g al giorno, idealmente il prodotto è completamente escluso dalla dieta;
  • il consumo di alcol è severamente vietato!

Consigli! Salare il cibo dopo la cottura può aiutare a ridurre l'assunzione di cibo. In questo caso, non devi abbandonare completamente il sale e mangiare piatti insipidi. Allo stesso tempo, si raccomanda di abbandonare completamente il sale per i pazienti con una forma acuta di infiammazione. La dieta in combinazione con il trattamento farmacologico aumenta più volte la probabilità di recupero.

Se ignori le raccomandazioni dietetiche, il processo di guarigione può richiedere molto tempo. In alternativa, la guarigione potrebbe non avvenire. Prendendo farmaci e continuando a consumare cibi grassi e fritti, cibi affumicati e salati, annaffiati con bevande alcoliche, puoi solo peggiorare la condizione e acquisire un paio di malattie concomitanti. La dieta è vitale! Inoltre, dura abbastanza a lungo, circa 1 anno, ma questo è l'unico modo per ottenere un risultato positivo sotto forma di completo recupero..

Alimenti vietati

È importante ricordare che la dieta durante il periodo di infiammazione renale è la via del recupero. Pertanto, per il periodo di trattamento, non è desiderabile consumare i seguenti prodotti:

  • carne grassa (maiale, agnello, ecc.), nonché brodi cotti su questi prodotti;
  • Pesce di fiume;
  • funghi;
  • salsiccia, carni affumicate, sottaceti;
  • Pane di segale;
  • tutti i tipi di fagioli;
  • piatti con molte spezie e condimenti;
  • verdure - prezzemolo, acetosa, spinaci;
  • ravanelli e asparagi;
  • cipolla e aglio;
  • prodotti contenenti cacao (cioccolato, dolciumi);
  • chicchi di caffè;
  • succhi di agrumi.

Questo elenco contiene alimenti ad alto contenuto di sale o che causano reazioni allergiche. Impediscono ai reni di funzionare normalmente, quindi non sono raccomandati per l'uso in caso di malattie renali, coliche e infiammazioni in generale..

Dieta durante la remissione

Un segno caratteristico di infiammazione della vescica è una reazione instabile dell'urina da un mezzo alcalino a uno acido. Pertanto, il paziente deve semplicemente includere alimenti alcalinizzanti nella dieta. Prodotti alimentari come ravanelli, broccoli, cavoli hanno un effetto negativo sugli agenti patogeni. Con il loro uso, la remissione può entrare in una fase più acuta..

In caso di malattia renale indebolita, si consiglia l'uso di carne magra e brodi leggeri. È auspicabile che siano presenti quotidianamente nella dieta. La carne va bollita più volte, ricordandosi di cambiare l'acqua. Questa procedura eliminerà l'effetto irritante del grasso sui reni e ridurrà il livello di estrattivi nel corpo..

Gli alimenti ricchi di potassio hanno un effetto benefico sui reni infiammati. Mele, banane, melone, zucca e pomodori stimolano il corretto funzionamento del sistema urinario..

È importante consumare molta acqua non depurata. Aiuterà a prevenire l'intossicazione del corpo e a sbloccare i dotti urinari. Si consiglia di bere 30 ml di acqua per 1 kg di peso di una persona al giorno. Non solo l'acqua è considerata un liquido, ma anche il tè alla rosa canina, così come le verdure e la frutta con un alto contenuto di succo (cetrioli, angurie, ecc.). In assenza di gonfiore, in media, dovresti bere da 1,5 a 2 litri di acqua.

Menu dietetico per l'infiammazione dei reni

A prima vista, sembra che praticamente nulla possa essere consumato dal paziente, ma non lo è. Ci sono molti cibi che saturano il corpo e contribuiscono al ricevimento di vitamine e minerali essenziali. Si consiglia di includere nella dieta alimenti che rimuovono le tossine dal corpo e non provocano una reazione allergica.

Per coloro che non possono comporre una dieta da soli, si propone di utilizzare un menu di esempio, che include i prodotti necessari per il recupero:

1. Primo. Zuppe di verdure o latte con cereali e pasta. È consentito anche il borscht magro (senza carne). La frittura è fatta non in olio, ma in acqua. Il massimo che può essere consentito è un po 'di burro e erbe non acide, che miglioreranno il gusto di qualsiasi piatto liquido.

2. Secondo. Carni al forno o bollite magre, pesce di mare, cereali, pasta di semola di grano duro, fino a 3 uova di gallina alla coque o frittata al vapore, verdure.

3. Dessert. Ricotta a basso contenuto di grassi, marshmallow, mele cotte, frutta candita, frutta secca, gelatina.

4. Bevande. Latticini a basso contenuto di grassi, succhi appena spremuti, tè debole, bevande alla frutta, acqua minerale naturale.

5. Prodotti accettabili per il consumo: pane, burro e olio vegetale, latticini leggeri e salse vegetali.

La preparazione del cibo fatta in casa e il divieto di visitare caffè, bar e ristoranti contribuiranno a ridurre il rischio di esaurimento o tentazione. Inoltre, l'uso di prodotti semilavorati è sconsigliato, poiché la loro qualità e composizione, nonché i loro benefici, possono essere messi in dubbio.

Cibo consigliato durante l'esacerbazione dei sintomi

Per ridurre il dolore durante l'infiammazione acuta dei reni e ridurre al minimo le convulsioni, è necessario seguire rigorosamente le raccomandazioni dietetiche. Una dieta che include cibi alcalinizzanti, combinati con farmaci, regola il pH delle urine. Gli alimenti includono agrumi, sedano, albicocche, barbabietole, ecc..

Il menu deve necessariamente comprendere piatti semplici e facilmente digeribili. Meglio cuocerli al vapore. L'elenco dei grassi naturali (carne grassa, latticini, ecc.) Dovrebbe essere notevolmente ridotto. Il massimo consentito è di 15 grammi di burro al giorno. Vale la pena iniziare una dieta con piatti a base di verdure, introducendo gradualmente pollo o manzo nella dieta, inoltre, in piccole porzioni, aumentando gradualmente il volume.

Nell'infiammazione renale acuta, non consumare proteine ​​animali. Sono ammessi solo albumi o frittate. Le vitamine ei minerali essenziali devono provenire da una dieta quotidiana a base di latticini.

Va aggiunto che l'alimentazione dietetica è un percorso diretto al recupero e alla prevenzione delle convulsioni. La dieta deve includere frutta e verdura alcalinizzanti, nonché cibi ricchi di potassio. Per rimuovere le tossine e le tossine dal corpo, si consiglia di bere almeno 1,5 litri di liquido al giorno.

Trattare l'infiammazione renale con la medicina tradizionale

I reni sono un organo importante per l'eliminazione dei liquidi dal corpo e richiedono un'attenzione particolare. Ha bisogno di un'assunzione di liquidi sufficiente per funzionare correttamente. Come parte del trattamento, si raccomanda la medicina tradizionale: bevande alla frutta a base di mirtillo rosso o mirtillo rosso. Dovresti anche usare prodotti diuretici che favoriscono l'eliminazione della sabbia, vale a dire, melone, anguria, cetrioli e altri.

Le sensazioni dolorose sono alleviate da un'infusione di foglie di uva ursina. L'importante è non usarlo per più di 30 giorni. Puoi anche versare acqua bollente sulla buccia di mela schiacciata essiccata e bere il brodo aromatico risultante. Un altro rimedio efficace è il succo di ravanello nero con miele.

Nonostante il fatto che la medicina tradizionale sia generalmente sicura, poiché si basa sull'assunzione di medicinali a base di erbe, è fortemente sconsigliato iniziare l'autotrattamento senza consultare e prescrivere un medico. Ogni trattamento ha le sue controindicazioni ed effetti collaterali..