Nutrizione per l'emodialisi

La dieta raccomandata per l'emodialisi renale richiede uno stretto controllo dell'assunzione di liquidi e sale. A causa di una violazione del bilancio idrico e del metabolismo del fosforo-calcio, quasi tutti gli organi interni sono a rischio, quindi è estremamente importante che il paziente aderisca alle raccomandazioni mediche. Gli alimenti vietati, come le innocue albicocche secche o l'uvetta, possono portare a conseguenze irreparabili..

Importanza della dieta nell'emodialisi renale

Con il cibo, il corpo riceve non solo le vitamine ei macronutrienti necessari. Alcuni alimenti contengono una varietà di sostanze che hanno un effetto dannoso sui reni. Dopo che il tratto digestivo ha assorbito i nutrienti necessari, i rifiuti vengono filtrati ed escreti dai reni. Se una persona ha una grave condizione renale, la dieta consente di ridurre al minimo l'influenza di elementi nocivi e di alleviare almeno leggermente il carico sull'organo malato.

Principi generali

Con l'emodialisi, il processo di degradazione delle proteine ​​nel corpo è notevolmente accelerato. Le proteine, una volta decomposte, formano prodotti dannosi per l'uomo. Pertanto, è necessario contare le proteine ​​animali.

I principi fondamentali dell'assunzione alimentare per i pazienti con emodialisi dei reni:

Composizione chimica

Il controllo della quantità di nutrienti in entrata viene preso in considerazione per grammo. Norme giornaliere:

  • K, Ca, Na - fino a 2,4 g;
  • carboidrati - da 350 g, con la parte principale di cibo dolce o miele;
  • proteine ​​- da 60 g, principalmente vegetali;
  • grassi - da 100 g, un terzo - da alimenti vegetali.

Nelle persone in emodialisi, i reni non sono in grado di espellere completamente il potassio e il metabolismo del fosforo-calcio è compromesso. Pertanto, il fosforo in eccesso viene rimosso rimuovendo il cibo contenente fosforo dal menu e la mancanza di calcio viene compensata dall'assunzione di farmaci. Il peso dei prodotti è soggetto a un controllo preciso, pertanto si consiglia di acquistare una bilancia elettronica per registrare la massa delle porzioni.

Cosa puoi mangiare?

I pazienti sottoposti a dialisi renale possono mangiare:

  • proteine ​​di pollo preparate in qualsiasi modo;
  • pesce al vapore o bollito con verdure;
  • primi piatti con verdure;
  • fino a 300 g di pane nero o di crusca non salato;
  • carni magre preparate in modo diverso dalla frittura;
  • angurie zucca, mele essiccate, pere;
  • verdura o burro;
  • latte magro;
  • succhi di frutta o verdura diluiti con acqua, tè;
  • vermicelli, verdure in umido.
Torna al sommario

Alimenti vietati

Un elenco di alimenti da evitare durante la dialisi renale:

Non puoi mangiare affumicato, fritto, grasso, porridge, conservazione durante l'emodialisi renale.

  • banane, uva, agrumi;
  • cacao;
  • primi piatti in brodo di carne o di funghi;
  • noci, fagioli;
  • verde;
  • patate, pomodori e altre verdure contenenti potassio;
  • frattaglie;
  • albicocche secche e uvetta;
  • pane bianco e prodotti da forno;
  • cereali diversi dal riso;
  • pesce affumicato;
  • tuorli;
  • alimenti ricchi di fosforo;
  • salsicce e salsicce;
  • cibo in scatola;
  • isotonico.
Torna al sommario

Raccomandazioni per il consumo di liquidi

La nutrizione per l'emodialisi renale limita rigorosamente la dose giornaliera di eventuali liquidi. Ciò è dovuto al fatto che l'organo malato non può mantenere l'equilibrio di acqua ed elettroliti, si verifica un accumulo di liquido, che è irto di:

  • rigonfiamento;
  • ipertensione;
  • gonfiore del cervello o dei polmoni.

Con l'aumento del gonfiore, molti liquidi vengono escreti dal corpo durante la dialisi renale. Ciò porta a significative cadute di pressione e stress eccessivo sui vasi sanguigni e sul cuore..

Con un volume stabile di urina giornaliera, è possibile aumentare la velocità del fluido consumato a un litro. Con la dialisi tre volte a settimana, il peso non dovrebbe aumentare di oltre il 5%. Nonostante i limiti, il corpo non è disidratato, poiché 600 ml di liquido e acqua in frutta e verdura sono sufficienti per il normale funzionamento degli organi interni.

Menu di esempio

Nonostante i limiti, anche con l'emodialisi renale si può mangiare gustoso e vario. La rete ha molte ricette per la tabella numero 7d. La tabella mostra tre opzioni di menu per ogni pasto. Le raccomandazioni possono essere combinate secondo i desideri e le capacità del paziente:

Caratteristiche della nutrizione per i pazienti in dialisi renale

Una diagnosi seria è un fattore fatale che stravolge letteralmente l'intera vita del paziente. Un cambiamento nella routine quotidiana, le abitudini diventano spesso una garanzia del prolungamento dell'esistenza e persino della salvezza di una persona. L'emodialisi è una procedura che aiuta a rimuovere il liquido in eccesso e le tossine dal corpo di un paziente con sistema escretore alterato. "Rene artificiale" è il nome "non ufficiale" dell'attrezzatura utilizzata per la manipolazione descritta. Nella patologia acuta o nell'insufficienza renale cronica (insufficienza renale cronica), la dialisi è un metodo di trattamento indispensabile con l'adesione obbligatoria a una dieta speciale.

Una corretta alimentazione durante la dialisi renale

La base di una corretta alimentazione nell'insufficienza renale è un sistema speciale. La dieta per dialisi renale è progettata tenendo conto del tasso metabolico medio del paziente e della frequenza della purificazione del sangue. Il fatto è che a seguito di una procedura peritoneale o di emodialisi, non solo le tossine vengono rimosse dal corpo, ma anche elementi utili: amminoacidi, vitamine.

Tabella della composizione chimica del cibo per i pazienti in dialisi

Esistono norme caloriche obbligatorie che garantiscono l'assunzione tempestiva dei componenti necessari (35-40 kcal per chilogrammo di peso del paziente, con la modalità supina - 30).

La dieta per dialisi è caratterizzata da alcune norme della composizione chimica del cibo, che sono elencate in questa tabella..

Elementi alimentariQuantità giornaliera (grammi)Caratteristiche di consumo
Proteina60La maggior parte non è di origine animale.
Grassicento25-30% - fonti vegetali.
Carboidrati350Più della metà - cibo dolce (non farina) e miele.
Oligoelementi (K, Na, Ca)2.4Non è consigliabile aumentare il dosaggio indicato..
Liquido1000L'uso eccessivo è severamente vietato..
sale4-5Si consiglia di non utilizzarlo affatto, poiché NaCl provoca sete.

Dieta e regole di cucina

I medici raccomandano pasti frazionati regolari durante la dialisi (5-6 pasti al giorno). Questo metodo di organizzazione dell'assunzione di cibo riduce il carico sul sistema alimentare ed escretore. La cottura è delicata, massimizzando la ritenzione dei nutrienti. Per trovare la giusta quantità di cibo, è necessaria una bilancia da cucina. Tale unità ti consentirà di determinare con precisione il peso di una singola porzione. Per dettagliare la composizione di ciascun prodotto, è disponibile un programma speciale installato sul telefono. Come ultima risorsa, su Internet è possibile trovare la quantità di proteine, grassi e carboidrati negli alimenti.

Alimenti da mangiare

L'elenco degli alimenti per la dieta della dialisi renale è piuttosto ampio. È abbastanza in potere di ogni paziente comporre un menu adatto. Ecco un esempio di elenco di alimenti per la dialisi:

  • I prodotti a base di farina possono essere consumati, ma in quantità limitate (fino a 170 g al giorno). È consentito includere il pane di segale nella dieta. Gli esperti consigliano di preparare prodotti da forno fatti in casa con un minimo di sale.
  • Zuppe e brodi vegetali. Indennità giornaliera - non più di 250 grammi.
  • Prodotti a base di carne e pesce (varietà magre, 100 g - per 24 ore). Pollame, manzo, coniglio - al vapore o bollito. Quindi puoi friggere leggermente in olio vegetale. Il pesce dovrebbe essere scelto con il contenuto di grassi più basso: merluzzo, pesce persico, melù.
  • I latticini hanno più restrizioni: 150 g al giorno - il massimo per il latte, che viene aggiunto ai piatti pronti, 140 g - panna acida, ricotta - 30 g.
  • 200 grammi è la quantità di cereali. È meglio dare la preferenza al riso e al sago. I cereali non possono essere abbinati a piatti di carne.
  • Bacche e frutti possono essere consumati in qualsiasi forma, ad eccezione dei tipi proibiti, che saranno discussi di seguito.
  • Le verdure vengono selezionate durante la compilazione del menu dal medico curante, in base al numero consentito di elementi. Di solito puoi mangiare: patate (250 g), cetrioli, pomodori. Molto utile: insalata, tutti i tipi di cavolo, verdure, carote.
  • Dolci: mousse, gelatine, zucchero, miele. (I diabetici non contano).
  • Salse, condimenti per insalata sono preparati sulla base di panna acida, burro, pomodori. Dalle spezie è consentito aggiungere acido citrico e vaniglia.
  • Bevande: tè nero e alle erbe, caffè debole, succhi vari.
  • Grassi: olio vegetale (60 g), burro (30 g).

Alimenti vietati

Il sistema nutrizionale durante l'emodialisi vieta l'uso di alcuni prodotti nel menu. Ad esempio, quelli che contengono potassio, fosforo. Questi oligoelementi sono scarsamente escreti dai reni malsani. Dosi aumentate di K possono essere fatali. Per l'insufficienza renale, ci sono una serie di alimenti che non dovrebbero essere consumati:

  • zuppe e decotti di carne;
  • salsiccia, salsicce, carni affumicate, pesce sotto sale;
  • formaggio (contiene molto sale e proteine);
  • frutta: uva, albicocche, banane e pesche;
  • bacche: ciliegie, ribes;
  • verdure: legumi, sottaceti, spinaci, funghi;
  • dessert: cioccolato, frutta secca, pasticceria dolce;
  • cacao;
  • grassi animali (strutto).

L'acido ossalico è anche un elemento indesiderato nella piastra del paziente in emodialisi. Per ripristinare le sostanze mancanti, il medico può prescrivere farmaci speciali. L'assunzione di farmaci non autorizzati è altamente indesiderabile..

Rispetto del regime di consumo

I reni colpiti non possono elaborare la stessa quantità di liquido, quindi i pazienti in dialisi monitorano la quantità di liquido che entra nel corpo. L'acqua consumata, così come le zuppe, le bevande consentite non devono superare 1 litro al giorno. Gli esperti consigliano di placare la sete con acqua pulita.

Ricette di dialisi deliziose e salutari

Il menu dietetico per molte persone significa mangiare cibo insipido, insapore (ma sano). Questa è un'idea sbagliata.

Portiamo alla vostra attenzione tre esempi principali di ricette tratte dalle recensioni sui forum tematici:

  • "Grano saraceno come un mercante." Pollame bollito, friggere leggermente in olio vegetale fino a renderlo croccante. Quindi sciacquare le semole, scaldare in una padella. Successivamente, è necessario prendere piatti con pareti spesse (preferibilmente un calderone), posizionare tutti gli ingredienti, versare acqua e cuocere a fuoco lento. Puoi aggiungere pomodori tritati o panna acida.
  • Pane al forno. La farina (1 bicchiere) viene mescolata con le spezie (vengono utilizzate solo le spezie approvate dal medico). Curcuma, semi di cumino, basilico, coriandolo e altri aromi dovrebbero essere cosparsi a piacere e senza compromettere la salute. Guida un uovo nella miscela risultante e aggiungi un po 'di olio vegetale. Mescola tutto accuratamente. Facciamo torte dall'impasto e cuociamo per mezz'ora.
  • Insalata "Khrum-Khrum". Le carote e le barbabietole crude vengono tagliate a strisce. L'aglio schiacciato viene aggiunto e leggermente pressato con una pressa. Le patate vengono tagliate allo stesso modo delle altre verdure, quindi lavate con abbondante acqua (2 ore). Dopo un ammollo prolungato, la radice vegetale deve essere fritta fino a doratura. Amalgamate il tutto, aggiungete un "goccio" di sale e la maionese.

Tali ricette non lasceranno nessuno indifferente. I piatti elencati possono essere tranquillamente offerti agli ospiti, che non immagineranno di essere stati trattati con speciali "spuntini".

Diverse opzioni per il menu del giorno

Comporre una dieta speciale è un'attività responsabile. Ci sono esempi già pronti di menu dietetici per dialisi. Offriamo la lista dei piatti più apprezzati per ogni giorno della settimana:

colazionespuntinopranzotè del pomeriggiocena
1. Porridge di riso con latte (50 g); tè nero debole (200 g).1. Macedonia di frutta con panna acida (150 g).1. Zuppa di purea vegetariana (250 g); pezzo di manzo bollito (50 g);
pane di segale (150 g); insalata di verdure (160 g).
1. Gelatina di frutta (100 g).1. Patate al forno (al vapore), 250 g; petto di pollo bollito con salsa di panna acida (75 g);
insalata di verdure fresche (150 g);
decotto alle erbe (200 g).
2. Lingua di manzo (100 g);
vinaigrette con olio vegetale (150 g);
caffè debole (200 g).
2. Mela al forno (100 g).2. Borscht di barbabietola con panna acida (125 g);
bollito alla Stroganoff (55/100 g);
purè di patate (180 g);
composta di ciliegie (150 g).

2. Decotto di rosa canina (100 g).2. Cotoletta di cavolo fritta (200 g);
rotolo di pasta con ricotta (1 2 porzioni p / 110 g);
bevanda al mirtillo rosso (150 g).
3. frittata di proteine ​​al vapore (110 g);
verdure fresche; (170 g)
- tè (200 g).
3. Succo di prugna (200 g).3. Zuppa d'orzo con verdure (250 g);
spezzatino di carne (55/260 g);
succo di frutta (qualsiasi, 200 g).
3. Arancia.3. Zucchine stufate (200 g);
torta di mele (150 g);
gelatina (150 g).

Prevenzione della malattia renale

Affinché il corpo non dia gravi "fallimenti", non si deve trascurare una visita medica preventiva. I tuoi reni ti delizieranno con una salute eccellente, se segui alcune semplici regole:

  • Dieta. Le proteine, i cibi grassi dovrebbero essere ridotti al minimo.
  • Evitare sale e alcol.
  • Regime di consumo: 30-40 ml / kg di peso corporeo. (La norma per un adulto sano, per un bambino i numeri sono leggermente diversi).
  • Salute intestinale (evitare la stitichezza).
  • Equilibrio termico e rinforzo dell'immunità. (Proteggi contro l'ipotermia).

Le lezioni di yoga, le danze orientali sono molto utili. Ma un'attività fisica intensa può solo portare danni.

Conclusione

"Rene-rene, con sacchi di pietre" - è cantato in una canzone divertente. Ma solo quando si verifica una patologia grave, una persona non è all'altezza delle battute. Pertanto, la salute dovrebbe essere protetta "fin dalla giovane età". Per coloro che hanno già una malattia degli organi accoppiati, è molto importante seguire le prescrizioni del medico e una dieta speciale..

Come seguire correttamente una dieta per l'emodialisi

Una delle complicazioni di qualsiasi malattia urologica è l'insufficienza renale, molto spesso si presenta in forma cronica.

Per rimuovere le tossine dal corpo umano, gli viene prescritta una procedura di emodialisi.

Richiede un elevato dispendio di risorse energetiche da parte del paziente, quindi durante questo periodo ha bisogno di seguire una certa dieta.

L'articolo discuterà l'importanza di una corretta alimentazione in emodialisi, nonché come formare correttamente la propria dieta..

Informazioni generali sull'emodialisi

Nei pazienti con insufficienza renale cronica, l'urina non è completamente escreta, quindi le tossine e le tossine si accumulano nel corpo.

Al fine di ridurre intossicazione e scoria, viene eseguita l'emodialisi.

Questo è un dispositivo speciale che contiene diversi tubi, sono collegati al corpo del paziente. La soluzione detergente si muove lungo l'una e le scorie vengono rimosse dall'altra.

Di norma, l'emodialisi viene eseguita fino a 3 volte a settimana, la procedura quotidiana è vietata.

Il corso del trattamento è selezionato dal medico individualmente per ogni paziente. L'unico svantaggio dell'emodialisi è che deve essere eseguita in condizioni stazionarie..

È importante notare che prima si inizia a essere trattati con questa procedura, maggiore è la percentuale dell'aspettativa di vita del paziente. Le principali indicazioni per l'emodialisi sono:

  • bassa velocità di filtrazione glomerulare;
  • alti livelli di creatinina nel sangue;
  • gonfiore sul corpo del paziente;
  • uremia, che porta a intossicazione;
  • perdita di peso del paziente a causa dello squilibrio di energia e proteine ​​nel corpo.

Va notato che l'emodialisi non può ripristinare completamente la funzione renale; è prescritta solo in casi estremi quando altri metodi di terapia sono inefficaci..

Le proprietà benefiche di una corretta alimentazione

Alcuni medici confrontano questa procedura con le attività di atleti o persone le cui professioni sono associate a un'attività fisica intensa. Pertanto, in questo momento è molto importante mangiare bene..

La dieta durante l'emodialisi dovrebbe includere alimenti che contengono una grande quantità di proteine, non dovrebbe essere parsimoniosa, come nel caso di altre malattie. Considera i principi di base di tale alimentazione.

Raccomandazioni di base e assunzione di cibo instillato

Quindi, come accennato in precedenza, la dieta del paziente in emodialisi dovrebbe essere ricca di proteine ​​e ricca di calorie. Consideriamo i requisiti di base:

  1. La quantità di composti proteici nel cibo dovrebbe essere basata sul calcolo di 1-1,2 g per 1 kg di peso del paziente. In media, si tratta di circa 75-80 g al giorno, la maggior parte dei quali di origine animale..
  2. Limitare l'uso del sale da cucina (fino a 5 g al giorno). Con la pressione alta, questo prodotto è completamente escluso dalla tua dieta..
  3. Il calcolo della quantità di grassi e carboidrati viene effettuato dal medico in base alla malattia che ha portato allo sviluppo dell'insufficienza renale.
  4. Il contenuto calorico giornaliero dei piatti dovrebbe essere compreso tra un massimo di 2500 kcal.
  5. Il contenuto di potassio, calcio e fosforo viene calcolato sulla base degli esami del sangue del paziente.
  6. Per reintegrare le vitamine e gli oligoelementi persi, si consiglia di assumere integratori alimentari speciali, selezionati esclusivamente da un medico..

I piatti possono essere stufati, bolliti, al vapore o leggermente fritti. Il numero di pasti dovrebbe essere almeno 5-6 volte al giorno, devi mangiare in piccole porzioni.

Per aumentare l'efficacia del trattamento e ridurre il rischio di sviluppare complicanze indesiderate, è necessario seguire la dieta durante l'emodialisi..

Prodotti consentiti

I prodotti consigliati includono:

  • pane e prodotti da forno delle varietà di segale e frumento, pasticceria dolce;
  • tipi di carne e pesce magri, meglio che sia pollo, tacchino, coniglio, vitello. Il pesce può essere sia di mare che di fiume;
  • zuppe di verdure a base di brodo magro;
  • latte, panna acida, ricotta in piccole quantità;
  • cereali;
  • uova (non più di 3 pezzi a settimana);
  • verdura e frutta;
  • tè o caffè deboli, composte, gelatine, succhi;
  • salse e spezie in piccole quantità;
  • burro o olio d'oliva.

Cibo proibito

Sono assolutamente escluse dalla dieta le zuppe a base di brodo di pesce o di carne, insaccati e altri tipi di prodotti affumicati, formaggi a pasta dura, legumi, sottaceti, funghi, cioccolato, frutta secca, torte, cacao, grassi vegetali e animali (escluso burro e oliva)..

In assenza di diabete o allergie, una piccola quantità di miele e zucchero può essere aggiunta al tè o alle composte..

Consigli di cucina

Tutto il cibo deve essere preparato con ingredienti freschi. I piatti vengono consumati bolliti, in umido, al vapore o fritti.

In quest'ultimo caso, ricorda che non devi friggere il cibo fino a doratura e non usare una grande quantità di olio..

L'aggiunta di spezie, aceto o succo di limone è consentita per migliorare il gusto dei piatti pronti.

Le porzioni dovrebbero essere piccole, il loro peso viene calcolato dal medico individualmente per ciascun paziente. È imperativo escludere dalla dieta cibi che contengono grandi quantità di potassio..

Nell'insufficienza renale cronica nei pazienti, la funzione renale è inibita, sono loro i responsabili della sua escrezione, quindi, nella maggior parte dei casi, si sviluppa iperkaliemia.

In alcuni casi, in via eccezionale, sono consentite piccole quantità di prodotti contenenti potassio. Ma questo dovrebbe essere fatto solo con la conoscenza di uno specialista, in nessun caso tali decisioni dovrebbero essere prese in modo indipendente.

Menu approssimativo

Considera un menu approssimativo dalla dieta numero 7:

  • al mattino si consiglia di mangiare 1 uovo alla coque e un'insalata di verdure condita con olio d'oliva; come bevanda si usa composta o tè debole;
  • per uno spuntino, usa una mela al forno con ricotta e miele o macedonia;
  • a pranzo - zuppa di verdure, carne bollita (pollo o coniglio), verdure al vapore e gelatina;
  • per uno spuntino pomeridiano, mousse di frutta;
  • cena - purè di patate con spezzatino, verdure fresche, succo di frutta;
  • si consiglia di bere un bicchiere di latte caldo con miele o tisana prima di coricarsi.

Per la preparazione della zuppa di verdure vengono utilizzate solo verdure, ad esempio patate, carote, sedano, cipolle, radice di prezzemolo. È consentito aggiungere un po 'di sale e spezie, oltre a un cucchiaio di olio d'oliva.

Carne e pesce devono essere alternati, possono essere cotti al forno o cotti in una pentola a cottura lenta. È molto importante mangiare ogni giorno pasti preparati al momento..

Regime di bere

Un punto importante durante l'emodialisi è considerato bere abbastanza liquidi..

Nei pazienti con insufficienza renale cronica, il livello di urina escreta è significativamente ridotto, fino alla sua completa assenza.

Per i pazienti con ipertensione e problemi al sistema cardiovascolare, ci sono rigide restrizioni sull'uso dell'acqua.

Per calcolare l'assunzione giornaliera di liquidi, è necessario tenere conto della quantità di urina rimossa il giorno prima, a cui vengono aggiunti 0,5-0,8 litri di ubriaco. Con un aumento della temperatura corporea o in estate, la velocità può aumentare fino a 1000 ml al giorno.

Se il paziente non soddisfa questo requisito, svilupperà edema a causa del costante accumulo di liquidi nel corpo. La restrizione del regime di consumo viene eseguita esclusivamente da un nutrizionista o nefrologo..

È consentito l'uso di tè e caffè deboli, succhi di frutta e verdura, composte e gelatine come bevande. Un decotto di rosa canina è considerato molto utile, aiuta ad arricchire il corpo con vitamina C..

Altre informazioni utili

Per correggere il livello di calcio e fosforo nel corpo del paziente, i medici prescrivono spesso farmaci speciali. Un altro requisito molto importante durante l'emodialisi è la completa limitazione dell'alluminio.

Questo elemento è altamente tossico e ha un effetto negativo sui pazienti con insufficienza renale cronica. Durante l'emodialisi viene utilizzata l'acqua, che è assolutamente priva di questo elemento (negli ospedali vengono utilizzati filtri speciali).

Inoltre, i medici possono prescrivere i seguenti farmaci: Phosphalugel o Almagel. Si sconsiglia di utilizzare pentole in alluminio durante la cottura.

Al fine di ridurre la quantità di potassio e altri oligoelementi negli alimenti, si consiglia di immergerli durante la notte.

In questo caso, è molto importante cambiare periodicamente l'acqua. In caso di mancato rispetto della dieta durante la dialisi, il paziente sviluppa i seguenti effetti collaterali:

  • deterioramento delle condizioni generali del corpo;
  • improvvisa perdita di peso;
  • diminuzione della quantità di proteine ​​nell'analisi del sangue;
  • diminuzione dell'immunità;
  • gravi complicazioni dopo l'emodialisi.

La dieta durante l'emodialisi è molto importante. Durante questo periodo, oltre alle tossine, una persona perde proteine ​​e altri elementi utili dal corpo..

Pertanto, il cibo dovrebbe essere ricco di calorie e proteine. La selezione della dieta viene effettuata esclusivamente dal medico curante, che tiene conto del motivo dello sviluppo dell'insufficienza renale cronica nel paziente. Per migliorare l'efficacia dell'emodialisi, si consiglia di seguire tutti i consigli del medico.

Dieta per l'emodialisi renale

Regole generali

L'emodialisi è un metodo per il trattamento di pazienti con insufficienza renale cronica allo stadio terminale, la cui essenza è utilizzare metodi hardware per purificare il corpo del paziente da sostanze tossiche e normalizzare l'equilibrio sale-acqua (emodialisi programmata / dialisi peritoneale). Sfortunatamente, l'emodialisi regolare non sostituisce completamente la funzione renale, il che contribuisce alla conservazione di una serie di disturbi metabolici inerenti ai pazienti con insufficienza renale cronica..

Inoltre, la dialisi ha effetti collaterali che portano alla perdita di un certo numero di nutrienti alimentari e allo sviluppo di malnutrizione proteico-energetica. Pertanto, la condizione dei pazienti in emodialisi è in gran parte determinata da una corretta terapia dietetica. La dieta di tali pazienti dipende da una serie di fattori: la frequenza / durata delle procedure, il grado e la natura dei cambiamenti metabolici, le caratteristiche delle soluzioni di dialisi e la presenza / gravità delle complicanze. Pertanto, la nutrizione in emodialisi è un concetto dinamico che richiede una selezione individuale della dieta..

Oltre a mantenere il necessario stato nutrizionale del paziente, la terapia nutrizionale è finalizzata a rallentare lo sviluppo di malattie cardiovascolari e alterazioni cerebrovascolari, prevenire i disturbi minerali ossei e correggere i disturbi metabolici derivanti da intossicazione uremica e spesso inadeguata dialisi renale. Allo stesso tempo, nonostante la necessità di un approccio individuale alla nutrizione dei pazienti in emodialisi regolare, ci sono principi generali di nutrizione, che sono presentati di seguito..

La dieta per l'emodialisi renale si basa sulla tabella n. 7 G del trattamento di Pevzner, che in una serie di disposizioni differisce dalla nutrizione terapeutica nel periodo di pre-dialisi. La dieta è finalizzata ad un apporto equilibrato di macro / micronutrienti alimentari, tenendo conto delle caratteristiche individuali di metabolismo e sollievo dagli effetti collaterali dell'emodialisi.

La dieta prevede un aumento dell'assunzione di proteine ​​fino a un livello fino a 1,0-1,2 g / kg di peso corporeo / giorno (60-75 g), causato da perdite di proteine ​​durante l'emodialisi, un deterioramento della sua digestione e un aumento del tasso di decadimento. È con questa quantità di proteine ​​nel corpo che il livello di albumina aumenta e viene mantenuto un bilancio azotato positivo / neutro. Allo stesso tempo, il consumo di proteine ​​a questo livello non induce intossicazione uremica.

Una carenza di proteine ​​nella dieta contribuisce allo sviluppo della malnutrizione proteico-energetica (diminuzione dell'indice di peso corporeo, livelli di prealbumina, albumina, colesterolo) e aumenta il rischio di morte. Un eccesso di proteine ​​nella dieta contribuisce all'aumento dei rifiuti azotati nel sangue e allo sviluppo dell'uremia. Le proteine ​​dovrebbero essere prevalentemente di origine animale, che possono essere ottenute da carne rossa dietetica, coniglio, pollame, pesce moderatamente grasso, uova di gallina, fiocchi di latte, latte e latticini.

Il valore energetico della dieta quotidiana è calcolato dal rapporto di 35-40 kcal / kg / giorno (2800-2900 kcal / giorno). Allo stesso tempo, si ottiene un bilancio energetico neutro con un consumo di 35 kcal / kg / giorno. Le persone anziane o che si trovano a riposo a letto possono ridurre il valore energetico della dieta a 2400-2500 Kcal / giorno.

Il contenuto di grassi e carboidrati nella dieta dovrebbe corrispondere agli standard nutrizionali fisiologici di un particolare paziente e fornire il contenuto energetico necessario della dieta. In media, 100-110 g di grassi e 400-450 g di carboidrati al giorno. Tuttavia, dati i frequenti disturbi del metabolismo lipidico, la dieta di tali pazienti non deve essere sovraccaricata di grassi ricchi di colesterolo e acidi grassi saturi..

È auspicabile includere nella dieta vari oli vegetali e oli di pesce, che sono fonti di acidi grassi polinsaturi. Con scarso appetito e segni di ipoglicemia, è consentito un aumento del contenuto di carboidrati facilmente digeribili (dolciumi, miele, marmellata, gelatina, mousse) nella dieta. Tuttavia, in presenza di diabete mellito, i carboidrati nella dieta sono limitati.

Un posto speciale nella dieta dei pazienti in emodialisi ha il contenuto di cloruro di sodio e liquido libero. Il loro numero è determinato individualmente, a seconda del livello di pressione sanguigna e del grado di ritenzione idrica nel corpo. Con l'emodialisi, di regola, la quantità di urina escreta diminuisce continuamente, il che porta alla ritenzione di sodio nel corpo, e anche un leggero aumento del suo uso aumenta la sete e aumenta l'uso di liquido libero, che contribuisce allo sviluppo di ipertensione arteriosa, edema.

Inoltre, l'eccessiva assunzione di sale nei pazienti in emodialisi porta ad un aumento del peso corporeo nel periodo tra le sessioni di emodialisi, l'ipertrofia miocardica e lo sviluppo di insufficienza cardiaca. Pertanto, il contenuto di sodio nella dieta è limitato a 2,0-2,8 g / giorno (4-5 g di sale da cucina). Il cibo non è salato. In assenza di edema e ipertensione, sono ammessi 2-3 g di sale nella dieta per salare cibi pronti e, se presente, il sale è completamente escluso dalla dieta e sono esclusi anche cibi salati: prodotti semilavorati, cibo in scatola, carni affumicate e sottaceti.

La quantità di fluido libero consumato è calcolata dal rapporto: 600 ml + il volume della produzione giornaliera di urina + cause extrarenali di disidratazione. In media, 800-1000 ml di liquido. Per controllare l'assunzione di liquidi, è necessario pesare quotidianamente il paziente e determinare l'urina escreta per il giorno precedente. L'aumento del peso corporeo tra le sessioni di dialisi non deve superare 1,5-2 kg. Un consumo eccessivo di liquidi liberi contribuisce all'iperidratazione, si sviluppa l'iponatriemia, compare l'edema.

Per compensare la perdita di vitamine con l'emodialisi eseguita regolarmente, si consiglia di integrare la dieta con preparati multivitaminici (gruppo B, C, E,) 1-2 pillole al giorno e assumere vitamina D, poiché tali pazienti sviluppano D-ipovitaminosi. L'integrazione di beta-carotene e vitamina A è indesiderabile.

I tassi di consumo di fosforo, potassio e calcio sono determinati principalmente da parametri clinici e di laboratorio. Nei pazienti in emodialisi, l'iperkaliemia è associata ad un alto rischio di morte. Pertanto, la quantità di assunzione di potassio per i pazienti in dialisi non deve superare i 3 g di potassio / giorno. Il potassio si trova principalmente nella frutta / frutta secca (uvetta, datteri, albicocche, fichi), banane, noci (arachidi, noci, pistacchi, nocciole), legumi, funghi, erbe aromatiche (spinaci, prezzemolo, aneto), riso, prodotti da forno di farina integrale, brodi vegetali, cioccolato, succhi di frutta, ketchup, caffè solubile, cacao. Il paziente non può mangiare più di 1 verdura e 1 frutto (in qualsiasi forma) al giorno. Allo stesso tempo, la frutta e la verdura crude devono essere sbucciate, sciacquate con acqua e lasciate in acqua per 2-3 ore, poiché il potassio si dissolve bene in acqua.

La necessità di magnesio nei pazienti in emodialisi è di 200-300 mg / die. L'ipermagnesiemia dovuta al contenuto relativamente basso di magnesio nel cibo e al suo basso assorbimento a livello intestinale (40-50%) è meno comune per l'iperkaliemia, tuttavia è importante controllare la somministrazione di farmaci contenenti magnesio (solfato di magnesio, antiacidi), poiché può causare una forma grave di ipermagnesemia con depressione respiratoria, disturbi neurologici.

Il fabbisogno di calcio nei pazienti in emodialisi è di almeno 1,5 g / die. Un consumo eccessivo di calcio è dovuto alla nomina di agenti contenenti calcio progettati per legare i fosfati (acetato di calcio, carbonato di calcio, gluconato di calcio). Un'assunzione eccessiva di calcio porta a ipercalcemia e calcificazione vascolare / tissutale. Se non è necessario controllare il fosforo con agenti contenenti calcio, si raccomanda di ridurre l'assunzione di calcio a 900-1000 mg / giorno.

La necessità di fosforo nella dieta di una persona sana è di 1600-1700 mg / giorno. In una procedura di emodialisi, vengono rimossi in media 250 mg di fosforo. Cioè, l'emodialisi non garantisce l'eliminazione del fosforo dal corpo nella quantità richiesta e non può prevenire lo sviluppo dell'iperfosfatemia. Poiché un maggiore contenuto di fosforo aumenta significativamente il rischio di infarto miocardico e lo sviluppo di malattie cardiovascolari, il consumo di fosforo durante la dialisi dovrebbe essere strettamente limitato. Poiché il più biodisponibile è il fosforo organico, contenuto nei prodotti animali, è necessario limitare principalmente i prodotti animali che lo contengono in grandi quantità e, in misura minore, i prodotti vegetali..

Considerando che le proteine ​​sono la principale fonte di fosforo, sembra opportuno includere nella dieta alimenti con un contenuto minimo di fosforo in relazione alle proteine ​​- albume d'uovo, pesce di mare, coscia di pollo, manzo, filetti di tacchino, maiale, merluzzo e alimenti limite come il formaggio. latte, muesli, crusca, pane integrale, legumi, cacao, cereali, ricotta, noci. Se è impossibile normalizzare il livello di fosforo, vengono prescritti preparati contenenti calcio / privi di calcio che legano i fosfati.

La dieta per l'emodialisi renale prevede l'esclusione di una serie di alimenti dalla dieta. Elenco degli alimenti vietati durante la dialisi: brodi concentrati su carne / pesce / funghi, carne grassa di animali e uccelli acquatici, legumi (ad eccezione delle proteine ​​di soia), salsicce, carni affumicate, fegato, cervello, reni, snack in scatola, duri / lavorati formaggi, cibi sott'aceto e verdure ricchi di acido ossalico, uova sode, grassi animali refrattari, margarina, cioccolato, pesche, albicocche, uva, ciliegie, fichi, ribes nero, banane, frutta secca, pepe, cannella, rafano, senape, cacao.

Vengono utilizzati vari metodi di cottura per diversificare la dieta e migliorare il gusto dei piatti senza sale, tra cui frittura e stufato, aggiunta di spezie, aceto naturale, acido citrico e utilizzo di salse fatte in casa.

Per migliorare l'appetito depresso, l'elenco dei prodotti può essere ampliato includendo bevande alcoliche nella dieta (in assenza di controindicazioni) - vino d'uva secco / semi-secco, vermouth, sherry o liquori, il cui volume di consumo (in termini di alcol etilico) per le donne non dovrebbe superare i 20 g / giorno e 40 g / giorno per gli uomini. Si consiglia di mangiare cibo frazionato in piccole porzioni 5-6 volte al giorno.

Prodotti consentiti

La dieta dei pazienti in emodialisi prevede l'utilizzo di pane senza sale e zuppe vegetariane con aggiunta di verdure e cereali, oltre a zuppa di cavolo, zuppa di barbabietola, borscht. Per i secondi si consigliano carni rosse magre (vitello, manzo), pollo, tacchino, coniglio, che vengono servite bollite. La pre-bollitura della carne è obbligatoria, poiché le sostanze azotate vengono rimosse dai prodotti durante il processo di cottura in una grande quantità di acqua.

Dopo l'ebollizione, la carne può essere ulteriormente cotta. Dal pesce, si consigliano pesce di mare magro o pesce di fiume (pollock, luccio, nasello, lucioperca, merluzzo), che viene preparato in modo simile.

Per i contorni sono consentite verdure ed erbe aromatiche (pomodori, carote, aneto, lattuga, cetrioli, barbabietole, prezzemolo, cavolfiore, pomodori, cipolle verdi, patate) che vengono bollite o stufate. Le uova di gallina possono essere consumate in una quantità di 2-4 pezzi a settimana sotto forma di una frittata proteica al vapore o bollita. In assenza di restrizioni, è consentito includere latte e latticini nella quantità di 200-300 g al giorno nella dieta.

Salse bianche fatte in casa consentite con panna acida / latte, vinaigrette di verdure non salate, macedonie di frutta / verdura. Come grassi sono consigliati burro non salato e vari oli vegetali. Frutta / bacche possono essere consumate in varie forme, tenendo conto del contenuto di potassio, se la sua restrizione è attribuita al paziente. Dalle bevande puoi usare l'infuso di rosa canina, tè e caffè deboli, succhi di frutta preparati al momento.

Dieta per emodialisi renale: regole nutrizionali

Per ridurre gli effetti negativi dell'emodialisi sul corpo, la dieta dovrebbe essere meno salata e fluida, ma più proteine ​​ed energia. Se il paziente ha una pressione sanguigna instabile o una tendenza a sviluppare iperkaliemia, la dieta è serrata, limitando l'assunzione di potassio e fosforo.

La necessità di una dieta

Alcuni pazienti, essendo in emodialisi renale, trascurano la dieta terapeutica, considerandola una riassicurazione e un'invenzione dei medici.

I seguenti fatti aiuteranno a dissipare questo pericoloso malinteso:

  • Le indicazioni per la procedura sono la pieloectasia (ingrossamento del bacino) e l'insufficienza renale cronica. In queste malattie, i reni non affrontano le loro funzioni, a causa delle quali si verifica un accumulo di sostanze tossiche e avvelenamento del corpo. La mancata osservanza di una dieta migliora ulteriormente questo processo, provocando disturbi metabolici.
  • I reni di una persona sana lavorano costantemente, senza fermarsi un secondo per tutta la vita, e quelli artificiali - solo tre volte a settimana per 5 ore. Pertanto, è così importante garantire che il minor numero possibile di sostanze liquide e tossiche entrino nel corpo durante il periodo di dialisi..

Inoltre, durante l'emodialisi dei reni, si verifica una perdita di elementi importanti per l'organismo e lo sviluppo di carenze nutrizionali (PEM). Tutto ciò può portare a gravi complicazioni e anoressia..

Pertanto, la nutrizione terapeutica durante l'emodialisi salva da patologie cardiache, disturbi della circolazione cerebrale con danni ai vasi cerebrali, previene i disturbi minerali e di gatto e lo sviluppo di uricemia..

La razione alimentare con un rene artificiale si basa sulla tabella medica n. 7 e sulle sue varietà. Oltre ai principi generali di nutrizione, viene selezionato un set individuale di prodotti per ciascun paziente, che dipende dalle caratteristiche del metabolismo, del peso e dei disturbi associati.

Regole dietetiche generali

La dieta per dialisi renale prevede un aumento della quantità di proteine ​​a 60 g al giorno, mentre più dell'80% delle proteine ​​deve essere di origine animale. Anche la percentuale di carboidrati e grassi nella dieta aumenta, rispettivamente fino a 450 e 110 g.

Il bisogno di energia è particolarmente forte nei pazienti in emodialisi. Di solito è di 40 kcal / 1 kg di peso corporeo, anche se può essere leggermente superiore o inferiore a seconda dell'età e dell'attività fisica del paziente..

Il volume di liquido consumato durante l'emodialisi renale viene calcolato in base alla diuresi del giorno precedente + 500 ml per le perdite cutanee. In media, ciò equivale a non più di 1 litro di acqua al giorno. Per controllare la quantità di liquido prelevato, la pesatura viene eseguita prima della dialisi - l'aumento del peso corporeo non deve superare 1,5-2 kg.

Con la tendenza a sviluppare iperkaliemia, e prima o poi si verifica in tutti i pazienti renali, è necessaria una rigorosa restrizione della dieta per alimenti contenenti molto potassio. Normalmente, un paziente in emodialisi renale non dovrebbe ricevere più di 2,0 g di sostanza al giorno.

Durante il trattamento è molto importante mangiare almeno 6 volte al giorno. Questo regime alimentare può aiutare a mantenere livelli ottimali di nutrienti e mantenerti vigile per tutto il giorno..

Prodotti vietati e soggetti a limitazioni

Molti alimenti sono esclusi dalla dieta durante l'emodialisi. Prima di tutto, questi sono piatti fritti, salati e in salamoia. È vietato utilizzare carne saturata, brodi di funghi e di pesce, salsicce, vari semilavorati e prodotti istantanei. Tutti contengono un'enorme quantità di conservanti e esaltatori di sapidità che provocano una sete intensa e avvelenano il corpo..

Altri alimenti proibiti nell'emodialisi renale:

  • legumi;
  • crauti;
  • cipolle verdi e fresche;
  • carni affumicate;
  • ravanello, rapa, ravanello, pomodoro, rafano, sedano, aglio, acetosa, spinaci, rabarbaro;
  • pesche, ciliegie, nettarine, banane, albicocche;
  • funghi;
  • miglio, orzo perlato, mais e semolino;
  • pasta;
  • condimenti caldi e spezie;
  • cioccolato;
  • grasso animale e da cucina, strutto;
  • alcol;
  • caffè nero e tè, succo di pomodoro.

Questo non è un elenco completo di restrizioni. È semplicemente impossibile elencarli tutti. La cosa principale è che il paziente deve comprendere il principio generale della dieta: gli alimenti che possono causare sete sono proibiti.

I piatti che contengono molto potassio e fosforo vengono consumati in quantità limitate. Questi includono semi e noci, frutta secca, succhi di frutta e verdura, crusca, cioccolato, uova, ricotta e acque mineralizzate di sodio..

Prodotti approvati e consigliati

Questo non vuol dire che la dieta dei pazienti in emodialisi renale sia scarsa e condanni una persona a una vita di mezza fame. C'è un numero enorme di alimenti consentiti durante il trattamento. Inoltre, la dieta consente di bere 20-40 g di vino naturale secco o semisecco al giorno per migliorare l'appetito e ricostituire il fabbisogno energetico..

Elenco dei prodotti consentiti nell'emodialisi renale:

  • verdure (zucca, cetrioli, carote, patate, cavoli, zucchine);
  • mele, anguria, melone;
  • riso bianco, grano saraceno, farina d'avena, sago;
  • dolci, marmellata, miele, caramelle, marshmallow, zucchero;
  • kefir, yogurt, panna acida, panna, yogurt;
  • carne magra, pollo, carne di coniglio, tacchino;
  • mucca e olio vegetale;
  • thé con latte.


Per il primo, si consiglia di servire zuppe vegetariane con cereali, zuppa di cavolo, borsch, zuppa di barbabietole. Il secondo piatto è a base di bollito di carne o pesce con contorno. Le uova possono essere mangiate solo sotto forma di frittata, non più di 4 pezzi a settimana. Con una buona tolleranza al lattosio, la dieta deve includere 200-300 g di prodotti a base di latte fermentato al giorno.

Menu di esempio per una settimana

Per i pazienti sottoposti a emodialisi, una dieta rigorosa è fondamentale. Pertanto, è così importante che non provochi disgusto e il cibo sia ben e completamente assorbito. Una varietà di piatti e l'uso di erbe aromatiche, salse e sughi consentiti vi aiuteranno ad abituarvi a una dieta priva di sale..

Di seguito è riportato un esempio di menu di layout settimanale che può essere utilizzato come base per l'elaborazione di una dieta.

Lunedi:

ColazioneFrittata, insalata di verdure, gelatina di farina d'avena
SpuntinoMela cotta nelle proteine
PranzoZuppa di cavolo vegetariana, pollo bollito, patate, in umido con panna acida, bevanda alla frutta
Spuntino pomeridianoBiscotti, infuso di rosa canina
CenaZrazy di cavolo con carne macinata e cipolle, tè con latte
Prima di andare a lettoUn bicchiere di kefir
Tutto il giornoPane senza sale - 200 g, zucchero - 50 g, marmellata o miele - 40 g, burro di mucca - 20 g.

Martedì:

ColazioneCasseruola di carote con mele, frittelle, succo
SpuntinoInsalata di frutta e bacche
PranzoZuppa di riso con verdure, pesce bollito, purè di patate, gelatina
Spuntino pomeridianoPanino al burro, infuso di rosa canina
CenaPilaf di frutta, 100 ml di panna acida, tè con latte
Prima di andare a lettoUn bicchiere di yogurt
Tutto il giornoCome il lunedì

Mercoledì:

ColazioneInsalata di carote grattugiate con zucchero, frittelle, succo di frutta
SpuntinoFrutta
PranzoBorsch vegetariano con panna acida, carne in umido, grano saraceno, gelatina
Spuntino pomeridianoCupcake, brodo di rosa canina
CenaCotolette di cavolo, tagliatelle con ricotta, tè
Prima di andare a lettoUn bicchiere di yogurt
Tutto il giornoCome il lunedì

Giovedi:

ColazioneSoufflé di riso, insalata di cavolo cappuccio, gelatina di farina d'avena
SpuntinoFrutta
PranzoVellutata di verdure miste, ragù di carne con patate, composta
Spuntino pomeridianoTorta di cavolo cappuccio, brodo di rosa canina
CenaPeperoni in umido con panna acida, formaggio azzimo
Prima di andare a lettoUn bicchiere di kefir
Tutto il giornoCome il lunedì

Venerdì:

ColazioneOmelette, vinaigrette, gelatina di farina d'avena
SpuntinoMacedonia
PranzoZuppa di noodle al latte, pollo in umido, riso, composta
Spuntino pomeridianoCotolette di carote, infuso di rosa canina
CenaCasseruola di patate con carne, panna acida, tè
Prima di andare a lettoUn bicchiere di yogurt
Tutto il giornoCome il lunedì

Sabato:

ColazionePilaf di frutta, frittelle, succo di frutta
SpuntinoKissel d'avena
PranzoZuppa di grano saraceno con brodo vegetale, pesce al forno, purè di patate, composta
Spuntino pomeridianoBudino al vapore di ricotta
CenaSpezzatino di verdure con pollo, tè con latte
Prima di andare a lettoUn bicchiere di latte cotto fermentato
Tutto il giornoCome il lunedì

Domenica:

ColazioneMacedonia di frutta con panna acida, formaggio olandese, gelatina di farina d'avena
SpuntinoInsalata di cavolo
PranzoZuppa con gnocchi, pilaf di pollo, composta
Spuntino pomeridianoZrazy di patate, infuso di rosa canina
CenaZucchine ripiene, torta di mele, tè
Prima di andare a lettoUn bicchiere di kefir
Tutto il giornoCome il lunedì

Questo menu non è definitivo. Il servizio di piatti può essere modificato a tua discrezione, senza deviare dall'elenco dei prodotti consentiti e vietati.

Le esigenze dietetiche per l'emodialisi renale possono variare notevolmente. Spesso, quando si sceglie la dieta ottimale, è necessario essere guidati non tanto dalle raccomandazioni standard quanto dai cambiamenti nelle condizioni del paziente, dal suo peso e dall'età, dalla pressione sanguigna e dalla quantità di proteine ​​nelle urine. Pertanto, è consigliabile che un paziente a dieta tenga un diario alimentare, dove ogni giorno annoti tutti i cibi mangiati e annoti lo stato di salute.

Dieta e nutrizione per la dialisi renale

Le persone che sono negligenti riguardo al loro stile di vita spesso sviluppano malattie degli organi interni. I reni umani soffrono di più.

La dialisi renale è prescritta in caso di gravi malattie degli organi. Molto spesso, la malattia renale inizia con il diabete. L'avvelenamento con sostanze velenose influisce anche sul funzionamento dell'organo associato. La dieta e l'alimentazione durante la dialisi renale possono aiutare ad alleviare la patologia e migliorare il benessere generale.

L'emodialisi viene eseguita utilizzando un apposito apparato: il sangue viene purificato e le sostanze tossiche che sono sorte durante il metabolismo vengono eliminate. La procedura normalizza l'equilibrio idrico ed elettrolitico.

Perché è necessaria la dieta dialitica?

Nel processo di sviluppo delle patologie renali, il corpo umano perde molti elementi importanti. Pertanto, è necessario essere attenti agli alimenti che vengono consumati. La struttura individuale dei sistemi scheletrico e muscolare di ogni persona richiede il consulto con un medico specialista sulla scelta degli alimenti per la dieta dialitica. Le questioni nutrizionali vengono discusse con il medico curante o il nutrizionista.

Il grado di disturbo metabolico viene determinato durante lo studio. Sulla base dei risultati delle analisi, il medico specialista costruisce un elenco specifico di alimenti per il paziente. Ma bisogna tenere presente che in ogni menu per la dialisi ci sono requisiti generali per tutti.

Raccomandazioni per la nutrizione terapeutica

I reni artificiali e reali differiscono nel modo in cui funzionano. Il primo pulisce i flussi sanguigni tre volte alla settimana in poche ore, mentre il secondo funziona 24 ore su 24. Le sessioni periodiche di emodialisi costringono il paziente a monitorare ciò che mangia. Particolare attenzione è riservata al volume di acqua e sostanze tossiche.

La mancata osservanza delle linee guida dietetiche durante la dialisi può causare complicazioni o morte..

Il livello di consumo energetico aumenta con ogni procedura e il processo di catabolismo si intensifica. La soluzione di filtrazione conterrà solo la porzione proteica del sangue. Le persone con insufficienza renale dovrebbero seguire queste linee guida dietetiche di base:

  • Riduci l'assunzione di liquidi.
  • Riduci la quantità di sale.
  • Includere cibi proteici nella dieta.
  • Aumenta il contenuto calorico del cibo.
  • Limita il consumo di cibi che contengono fosforo e potassio.

Proteina

La dieta per emodialisi include cibi ad alto contenuto proteico. Ignorare questo elemento nella dieta aggrava le condizioni del paziente: la massa muscolare diminuisce e il corpo è impoverito. La norma raccomandata per le proteine ​​che dovrebbero essere ingerite al giorno è di 1 grammo per 1 kg di peso corporeo.

Fondamentalmente, i nutrizionisti prescrivono l'assunzione di proteine ​​animali perché contiene una ricca composizione di aminoacidi. Questo elemento può essere trovato in tali prodotti:

  • una varietà di carne di manzo che contiene una piccola quantità di grasso,
  • pollo bollito,
  • tacchino,
  • coniglio al forno.

Il cibo ad alto contenuto proteico è preso sotto controllo, che allo stesso tempo ha un alto contenuto di fosforo. Include:

  • prodotti ittici,
  • Latticini,
  • uova.

La norma giornaliera del latte per un paziente in dialisi è di 1 bicchiere. Il tasso di consumo consentito per la panna acida è fino a 150 grammi. Le uova dovrebbero essere mangiate fino a 4 pezzi durante la settimana bollite. Carne e pesce bolliti.

Grassi e carboidrati

I grassi devono essere assunti a una certa velocità durante la dialisi. Gli esperti consigliano di mangiare un pezzo di burro (20-25 grammi) con il pane al giorno. Gli oli di girasole e di oliva, necessari solo durante la cottura, non sono esclusi dalla dieta. Normalizzano il colesterolo nel sangue umano.

Anche i carboidrati dovrebbero soddisfare il tasso raccomandato. La carenza di peso viene eliminata mangiando cibi ricchi di carboidrati. Questi possono essere i seguenti prodotti:

  • zucchero,
  • miele,
  • bevande dolci senza gas,
  • marmellata.

La restrizione è imposta ai primi piatti. È meglio aggiungere cereali alla dieta:

  • pilaf con carne,
  • porridge di latte,
  • zuppe.

Le persone a cui è stato diagnosticato il diabete dovrebbero essere in dialisi per controllare l'assunzione di carboidrati con l'insulina sotto la stretta supervisione del proprio medico..

Sale e spezie

Se una persona in dialisi consuma sale da cucina al di sopra della norma, aumenta la mancanza di acqua nel corpo. Pertanto, deve essere ridotto o completamente escluso dal cibo consumato. Si consiglia di sostituire il sale con le seguenti spezie:

  • Pepe nero,
  • foglia d'alloro,
  • erbe aromatiche,
  • mostarda,
  • cannella,
  • vanillina.

La cottura del pesce non è completa senza sale. In questo caso, puoi sostituirlo con chiodi di garofano e pepe. Il basilico viene aggiunto allo stufato. Cospargere le purè di patate con cipolle e aglio. Prezzemolo e pepe vengono aggiunti ai piatti con ingredienti piccanti.

Il paziente non deve mangiare cibi salati, carni affumicate e altri tipi di piatti cucinati con sale. Ma ancora un po 'può essere aggiunto. L'indennità giornaliera non deve superare un cucchiaino.

Regime di bere

Il dietologo dovrebbe controllare la quantità di liquido bevuto dal paziente. Nel tempo, l'emodialisi riduce la funzione escretoria dei reni. L'acqua viene rimossa dal corpo lentamente. In casi estremi, il paziente smette del tutto di urinare. Il bilancio idrico è normale se l'urina viene escreta in quantità sufficienti. Quando i reni smettono di espellere il liquido, il paziente è limitato all'assunzione di acqua..

Il bilancio idrico nel trattamento delle malattie renali viene regolato individualmente. La funzione del rilascio di liquidi svanisce o rimane, a seconda della complessità del decorso della malattia. Il diabete mellito e la glomerulonefrite provocano l'estinzione delle funzioni del sistema genito-urinario e la pielonefrite e la malattia policistica le preservano. Ma vale la regola: tra le sessioni di emodialisi, il paziente non deve raccogliere più del 5% di acqua.

Con l'aiuto di un rene artificiale, le sostanze tossiche e il liquido in eccesso vengono rimossi dal corpo. Molto spesso, dopo la procedura di dialisi, il paziente può sentirsi complessivamente peggio e sviluppare insufficienza cardiaca a causa del consumo eccessivo di alcol.

Contenuto calorico

I pazienti sottoposti a dialisi renale dovrebbero consumare pasti ipercalorici. L'attività fisica influisce sulla compilazione delle calorie giornaliere. La dieta per dialisi renale raccomanda 35 kcal per kg di peso corporeo.

Grassi e carboidrati sono i primi della lista per calorie. La carne viene bollita e poi stufata in padella. Erbe aromatiche e succhi dolci aumentano l'appetito del paziente. I medici tollerano il consumo di alcol. Il paziente può bere un bicchiere di vino rosso secco o un bicchiere di brandy, ma non di più.

Si consiglia ai pazienti in sovrappeso di eliminare completamente i grassi dalla dieta.

Potassio, calcio, fosforo

I nutrizionisti impongono restrizioni sui prodotti a base di potassio. Il corpo umano rileva un aumento dei livelli di potassio. Con la malattia renale, la loro funzione è compromessa e quindi il potassio viene rimosso dal corpo con difficoltà. Il consumo eccessivo di prodotti con questo elemento provoca lo sviluppo di iperkaliemia nel paziente. Questa condizione porta alla morte. Alimenti che sono pieni di questa sostanza:

  • frutta secca,
  • verdure,
  • frutta.

Il minimo di potassio si trova nella carne. Le norme alimentari consentite sono stabilite dal medico curante.

Il livello di fosforo e calcio nel sangue è disturbato durante l'emodialisi. Il medico deve controllare costantemente la quantità di calcio e fosforo nel sangue. Il livello aumentato è corretto dai farmaci: leganti del fosfato e vitamina D3. Allo stesso tempo, i prodotti lattiero-caseari con un alto contenuto di fosforo sono limitati.

Vitamine

I pazienti in dialisi renale dovrebbero ridurre l'assunzione di vitamina A. La membrana cellulare degli eritrociti viene distrutta se il paziente assume la vitamina B controindicata. I pazienti in dialisi ricevono elementi utili in un complesso. Pertanto, il livello di sostanze necessarie per il corpo aumenta e quelle non necessarie vengono eliminate..

Si consigliano preparati multivitaminici, acquistabili in farmacia. Il complesso vitaminico ricostituisce le riserve di elementi utili nel corpo umano.

Esempio di menu dietetico

I pasti per dialisi si basano sulla dieta n. 7. Inoltre, viene prescritta una terapia speciale per le persone con malattie renali ed epatiche. Limitare determinati alimenti ripristina il metabolismo e la terapia di emodialisi purifica il sangue. La dieta si forma dopo aver superato esami speciali.

Il medico specialista prepara un menu approssimativo dai prodotti consentiti. Ma la dieta numero 7 è ancora considerata banale.Il suo principio è semplice: meno potassio e cloruro di sodio, più prodotti proteici e una diminuzione dell'assunzione di liquidi. Il corpo ha bisogno di amminoacidi, che si trovano nella carne e nei latticini, così come nelle uova. Tuttavia, non esagerare con i latticini. C'è più potassio in esso.

La temperatura del cibo consumato per il paziente durante la dialisi non deve essere surriscaldata o fredda. La temperatura ambiente è considerata ottimale per il cibo. Si consiglia al paziente di mangiare fino a 4-5 volte al giorno. La composizione della dieta sarà la seguente:

  • acqua - fino a 1 litro,
  • sale - un cucchiaino al giorno,
  • il contenuto calorico del cibo non deve superare 3000 kcal,
  • carboidrati - circa 500 grammi,
  • grassi - fino a 90 grammi, di cui il 30% di origine vegetale,
  • proteine ​​- fino a 70 grammi, di cui il 70% di origine animale.

Alimenti vietati per i pazienti

La pulizia hardware del sistema circolatorio comporta la limitazione dell'assunzione di sodio nel corpo di una persona malata. Al giorno, il tasso consentito non dovrebbe superare i 6 grammi. Le raccomandazioni dei medici si concentrano sull'eliminazione completa dei cibi salati e del sale stesso. È molto importante che i pazienti con disturbi arteriosi seguano queste regole. Spezie e condimenti vegetali ti aiuteranno a evitare insipidi in cucina e in cucina. L'eccezione è la cannella e il rafano..

Una caratteristica distintiva del trattamento con un rene artificiale è la scarsa escrezione di prodotti di potassio. È molto difficile per il corpo espellere il potassio durante le interruzioni delle procedure di emodialisi. Se il paziente supera le norme per l'uso di questa sostanza, inizierà a intorpidire gli arti e potrebbe verificarsi un arresto cardiaco improvviso..

L'elenco dei prodotti per la dialisi è selezionato individualmente. Ma puoi fare un elenco di cibi proibiti per tutti i pazienti:

  • patate e fecola,
  • pomodori in salamoia,
  • piselli e fagioli,
  • frutta secca,
  • salmone,
  • avocado,
  • zucca, zucca e spinaci,
  • arance, pompelmi e altri agrumi.

Suggerimenti per la cucina

Il paziente ha bisogno di mangiare prodotti da forno in quantità limitate durante la dialisi. Il loro consumo non deve superare i 200 grammi al giorno. Si consiglia di mangiare solo pane fresco o fatto in casa. L'opzione migliore è la segale..

Si consiglia di mangiare minestre di verdura al posto di quelle di carne. Si sconsiglia di mangiare zuppe con brodo di carne. La zuppa di verdure è chiamata vegetariana a causa della sua composizione. La ricezione di un tale piatto non deve superare i 250 grammi..

I piatti di carne e pesce possono essere consumati nella quantità di 100 grammi. Tuttavia, devono essere rigorosamente magri. È severamente vietato mangiare pesce grasso. Meglio mangiare pollock bollito o pesce persico. Puoi fare la zuppa di pesce. In nessun caso dovresti friggere carne e pesce. In primo luogo, il cibo deve essere cotto e poi leggermente fritto o in umido con un minimo di olio vegetale. Alcune spezie possono essere aggiunte ai piatti. Non mangiare salsicce grasse e salsicce economiche: contengono molto sale.

È meglio non includere i latticini nella dieta. I medici possono bere un bicchiere di latte - 150 grammi al giorno. La panna acida può anche essere consumata in una quantità di 150 grammi, ma è necessario fare attenzione con la ricotta: il suo uso deve essere ridotto a 30 grammi al giorno e non di più. Il formaggio è severamente vietato in qualsiasi forma.

Anche i cereali non dovrebbero essere abusati. Sono consentiti circa 300 grammi al giorno. Le semole di riso sono considerate più appropriate. Puoi cucinare sia il porridge che le zuppe. Non è consentito mangiare riso con manzo, coniglio e pollo.

Puoi includere frutta e bacche nella dieta. Ma da questa serie è necessario escludere uva, albicocche e altri cibi eccessivamente dolci. È meglio preparare gelatina e succhi freschi spremuti da tali ingredienti. Si consiglia di consumare le bacche senza zuccheri aggiunti..

Se il paziente è sottoposto a emodialisi, le verdure possono essere consumate secondo l'elenco degli alimenti consigliati. Nella dieta possono essere inclusi fino a 250 grammi di patate in qualsiasi forma. Il resto può mangiare fino a 400 grammi al giorno. In quantità illimitate, i medici raccomandano di includere prezzemolo, aneto e cipolle nella dieta. È pericoloso mangiare funghi e spinaci.

I cibi dolci possono essere utilizzati sotto forma di mousse. È meglio aggiungere il miele al caffè o al tè. Gli alimenti proibiti includono biscotti e cioccolato. I piatti possono essere mescolati con salsa di pomodoro e burro. È necessario ridurre al minimo il consumo di peperoncino..

Durante la dialisi, vale la pena prendersi cura non solo del cibo, ma anche delle bevande. Vengono anche presi in considerazione. Le tisane sono prescritte per il metabolismo. In questo caso vengono utilizzati anche caffè diuretico e tè nero..

Anche i grassi non sono esclusi dalla dieta. L'olio vegetale può essere consumato in una quantità di 60 grammi e il burro - 30 grammi.

Esempio di menù del giorno

Raccomandazioni del menu giornaliero per dialisi:

  1. Colazione: porridge di grano saraceno con sciroppo di zucchero e aggiunta di latte o yogurt, dopodiché puoi bere il tè nero.
  2. Spuntino: macedonia di frutta finemente tritata, condita con panna acida o yogurt naturale.
  3. Pranzo: zuppa vegetariana o filetto di pollo bollito con condimento, una fetta di pane di segale, insalata di verdure condita con verdura o olio d'oliva.
  4. Spuntino pomeridiano: gelatina di frutta o kefir magro.
  5. Cena: purè di patate con pollo bollito, tutto insieme con salsa di panna acida e insalata di ravanelli. Fai una doccia prima di andare a letto e poi bevi il tè verde preparato..