Trattamento della cistite durante la gravidanza a casa

La cistite durante la gravidanza è uno dei problemi più importanti in ostetricia e urologia. Secondo le statistiche, si verifica nel 2% delle donne incinte, che è considerato un indicatore abbastanza grave (40% dei casi di tutte le infezioni del sistema genito-urinario). Ma è piuttosto difficile diagnosticare la malattia, poiché i segni clinici della cistite cambiano durante la gravidanza. E questo può portare a complicazioni urologiche, ostetriche e neonatali..

  • 1 Caratteristiche
  • 2 motivi
  • 3 Principali sintomi
  • 4 Trattamento
  • 5 Rimedi popolari e prevenzione

Nelle donne durante questo periodo, si possono osservare diversi tipi di cistite - sia acuta che cronica e, a seconda della causa dell'aspetto, allergica, chimica e batterica.

Molto spesso, la cistite, indipendentemente dalla sua forma, appare all'inizio della gravidanza. È in questo momento che si verifica un serio cambiamento ormonale nel corpo, che rende una donna particolarmente vulnerabile..

Nel primo trimestre, lo stato di salute si sta già deteriorando e non è sempre possibile capire che sono comparsi i sintomi della malattia. Dopo circa un mese, la minzione frequente inizia a portare un notevole disagio. A questo punto, l'infezione è già penetrata nell'uretra, ma il processo infiammatorio procede spesso con sintomi minimi. Quando l'utero inizia ad aumentare di dimensioni, preme sulla vescica ei segni della cistite diventano più evidenti. Questo accade intorno alla nona settimana.

Nel secondo trimestre, la cistite si verifica meno frequentemente. Ma se l'infezione è penetrata nel corpo, la futura mamma lo prende più duramente che nelle prime fasi. Nelle fasi successive, quando l'utero notevolmente ingrandito comprime gli organi pelvici e rende difficile il drenaggio dell'urina, la cistite si verifica anche in quelle donne che non l'hanno mai incontrata prima. La futura mamma non solo ha una voglia regolare di urinare, ma anche forti dolori.

Le conseguenze della cistite durante la gravidanza sono diverse. La maggior parte delle donne che hanno avuto questa infezione hanno complicazioni durante il travaglio. La cistite è pericolosa perché la sua conseguenza è la preeclampsia (i segni caratteristici sono edema, ipertensione arteriosa, disturbi nel funzionamento del sistema nervoso centrale).

Per il bambino e la madre, la cistite minaccia di anemia - si verifica nel 40% dei casi e non risponde bene alla correzione del farmaco. La malattia può portare a parto prematuro, rottura del liquido amniotico, sanguinamento. Nel periodo postpartum, può verificarsi endometrite (infiammazione del rivestimento dell'utero).

La cistite è spesso di natura batterica e il bambino può avere un'infezione intrauterina. Anche il rischio di avere un bambino prematuro di peso inferiore a 2,5 kg è piuttosto alto, 1,5-2 volte superiore a quello delle madri sane.

Le donne soffrono di cistite più spesso degli uomini a causa delle caratteristiche anatomiche dell'uretra: è ampia, corta e quasi diritta, il che facilita la penetrazione dei microbi. L'infiammazione deriva da un'infezione ascendente, in cui i batteri viaggiano dalla parte inferiore a quella superiore (dall'uretra alla vescica e da lì agli ureteri e persino ai reni). A volte la malattia richiede che i batteri entrino nella vescica da qualsiasi fonte di infiammazione cronica nel corpo..

L'infiammazione delle pareti della vescica si verifica a causa di patologie di organi che non hanno nulla a che fare con essa - con angina, tonsillite cronica, colecistite, ecc..

Le ragioni per lo sviluppo della cistite durante la gravidanza sono principalmente associate a cambiamenti nei livelli ormonali. Con un aumento del livello di progesterone nel corpo, l'equilibrio della microflora viene disturbato. Nelle donne in gravidanza, a causa di una diminuzione dell'immunità, è possibile l'infezione da stafilococchi, enterococchi, batteri intestinali E. coli. I funghi Candida hanno molte meno probabilità di causare malattie.

Durante la gravidanza, tutti i processi cronici sono esacerbati, anche a causa di cambiamenti ormonali. E se prima del concepimento la donna già aveva la cistite cronica, allora già nel primo trimestre si aggrava. La patologia è anche causata dall'ipotermia, a causa della quale si verifica una diminuzione dell'immunità locale e il trasferimento dell'infezione alla vescica.

La malattia è acuta o cronica. Con la cistite acuta, la temperatura aumenta, ma leggermente - non superiore a 38 gradi. Si notano debolezza e prestazioni ridotte. La cistite cronica può procedere senza febbre affatto.

Ci sono sintomi locali caratteristici, che includono:

  • minzione frequente (ogni 30-60 minuti) e dolorosa e alla fine del processo si verificano dolori taglienti;
  • una piccola quantità di urina ad ogni visita in bagno - letteralmente fino a 20 ml;
  • urina torbida (a volte rosata, compaiono tracce di sangue);
  • dolore che si osserva nella regione sovrapubica, aumenta con la pressione o quando la vescica si riempie;
  • forte bisogno di urinare in qualsiasi momento della giornata, anche di notte quando la donna è a riposo.

La cistite acuta di solito non dura più di 7-10 giorni. Se alla fine di questo periodo i sintomi persistono, la malattia diventa cronica..

Molto spesso, la cistite viene trattata a casa. Il ricovero è necessario solo nei casi gravi.

Il trattamento della cistite durante la gravidanza prevede la terapia farmacologica. Esistono numerosi farmaci considerati sicuri sia per la donna che per il feto. Si tratta principalmente di farmaci della classe delle penicilline e delle cefalosporine.

I fluorochinoloni, il trimetoprim e le tetracicline sono controindicati in gravidanza. Farmaci come aminoglicosidi, clindamicina, sulfonamidi, nitrofurantoina devono essere usati con grande attenzione, poiché hanno effetti collaterali significativi.

Il trimetoprim è considerato un antagonista dell'acido folico, può influire negativamente sullo sviluppo del sistema nervoso del bambino. I sulfamidici aumentano il rischio di ittero in un neonato. Gli effetti collaterali delle tetracicline sono espressi nella displasia ossea. Gli aminoglicosidi influenzano negativamente i reni ei fluorochinoloni influenzano negativamente le articolazioni.

All'inizio della gravidanza, le compresse di ampicillina e amoxicillina (entrambi i farmaci della classe delle penicilline) sono usate per trattare la cistite.

A partire dal quarto mese, possono essere prescritti farmaci del gruppo delle cefalosporine: Cefaclor, Cefuroxime, Cephalexin. Farmaci come Furagin, Furadonin, altri nitrofurani sono usati raramente.

Alcune donne credono che la cistite possa essere curata rapidamente combinando antibiotici con il riscaldamento con una piastra elettrica. Questo non dovrebbe essere fatto in ogni caso, poiché aumenta il rischio di parto prematuro. Durante il trattamento, è necessario seguire una dieta, rifiutando cibi grassi, salati, acidi e qualsiasi cibo che irriti la vescica.

Molte mamme in attesa, temendo effetti collaterali per il bambino, scelgono rimedi erboristici. Una delle preparazioni più popolari è la pasta di Fitolisina per la preparazione della sospensione. Il farmaco ha un effetto diuretico, antinfiammatorio e antimicrobico.

Sono dovuti a sostanze biologicamente attive che fanno parte dei materiali vegetali. Si tratta di poligono, equiseto, foglie di betulla, semi di fieno greco, ecc. Contengono flavonoidi (prevengono lo sviluppo della microflora gram-positiva) e saponine (con un marcato effetto antibatterico). Ma non ci sono dati sull'effetto del farmaco sul corpo della donna durante la gravidanza. Quindi puoi prendere il rimedio solo dopo aver consultato un medico..

È anche possibile il trattamento con rimedi popolari. Si tratta principalmente di raccolte di piante medicinali. Si possono acquistare tisane già pronte in farmacia, ma è meglio prepararle a casa..

Una collezione a due componenti basata su foglie di uva ursina (1 cucchiaino) e boccioli di betulla (0,5 cucchiaini) aiuta efficacemente:

  1. 1. Mescolare gli ingredienti.
  2. 2. Versare 2 tazze di acqua bollente.
  3. 3. Portare a ebollizione.
  4. 4. Insistere per 20 minuti.
  5. 5. Filtrare.
  6. 6. Bere 1/4 di tazza 6 volte al giorno. Durata del corso - 2 mesi.

C'è anche una raccolta più complessa:

  1. 1. Prendi in proporzioni uguali le foglie schiacciate di uva ursina e piantaggine, rosa canina, boccioli di betulla, erba di San Giovanni e poligono, infiorescenze di camomilla.
  2. 2. Mescolare.
  3. 3. Versare 3 cucchiai. l. materie prime 0,5 l acqua bollente.
  4. 3. Portare a ebollizione.
  5. 5. Insistere per mezz'ora.
  6. 5. Filtrare.
  7. 7. Bere 1/2 tazza tre volte al giorno. Il corso del trattamento è di 4 mesi.

La prevenzione della cistite durante la gravidanza gioca un ruolo importante. Include l'aderenza al regime di consumo e il rafforzamento del sistema immunitario. Si consiglia di consumare più bevande alla frutta dai frutti di bosco - mirtilli rossi, mirtilli rossi, ecc. Sono antisettici naturali, rafforzano le difese naturali del corpo.

È importante non permettere l'ipotermia, non indossare biancheria intima fatta di materiali sintetici e assicurarsi che avvenga uno svuotamento regolare della vescica (se si sopporta a lungo l'impulso, la situazione porta al ristagno urinario e alla comparsa di cistite).

Cistite durante la gravidanza: sintomi, trattamento e prevenzione

La cistite è un processo infiammatorio della vescica e una delle malattie più gravi del sistema genito-urinario. La malattia è prevalentemente caratteristica della metà femminile della popolazione a causa delle caratteristiche anatomiche della struttura dell'uretra, il canale femminile è ampio e corto, questo consente all'infezione di entrare facilmente all'interno. Circa il 50% delle donne subisce la cistite durante la gravidanza, la malattia è pericolosa con complicazioni non solo per la madre, ma anche per il bambino, quindi richiede un trattamento immediato. Cistite negli uomini: cause, sintomi e trattamento.

  1. Le ragioni
  2. Sintomi
  3. Segni di cistite acuta
  4. Sintomi di cistite cronica
  5. Conseguenze della patologia
  6. Diagnostica
  7. Trattamento
  8. Terapia antibatterica
  9. Kanephron
  10. Rimedi popolari
  11. Prevenzione
  12. Nutrizione

Le ragioni

Il motivo principale per cui la cistite si sviluppa durante la gravidanza è l'attività attiva del batterio patogeno Escherichia coli - Escherichia coli. Altri agenti causali del processo patologico sono la clamidia, lo stafilococco, lo Pseudomonas aeruginosa e vari funghi. Le condizioni che si creano durante il periodo di gestazione sono le più allettanti per questi "ospiti", perché durante la gravidanza lo sfondo ormonale cambia in modo significativo e la microflora batterica delle mucose cambia, anche nelle zone intime. I microbi entrano nell'uretra dopo un rapporto con un partner o in seguito alla mancata osservanza delle norme igieniche dopo lo svuotamento dell'intestino, il cui abitante è E. coli.

Fattori che contribuiscono alla malattia:

  • indebolimento dell'immunità - la soppressione delle difese del corpo porta ad un calo delle barriere e alla penetrazione, moltiplicazione di batteri che già esistono sulle mucose degli organi genitali in uno stato di salute;
  • ipotermia - abbastanza spesso, la cistite nelle donne in gravidanza si sviluppa dopo l'ipotermia o il raffreddore, è molto importante che le gambe della donna siano sempre calde, è necessario proteggere la parte bassa della schiena, l'addome inferiore e l'area genitale esterna dal freddo e dal vento;
  • uso a lungo termine di farmaci - l'uso a lungo termine di farmaci i cui metaboliti sono escreti nelle urine e causano irritazione della vescica, può anche provocare cistite, inoltre, tali farmaci riducono il sistema immunitario del corpo e cambiano il background ormonale;
  • allergie: le reazioni allergiche a vari fattori ambientali diventano lo sfondo per la moltiplicazione di batteri patogeni nel tratto urinario e nella vescica, questi possono essere allergie a cosmetici e prodotti per l'igiene, prodotti alimentari e articoli per l'igiene intima;
  • surriscaldamento - quando la vescica si surriscalda (facendo bagni caldi, visitando bagni e saune), la composizione della microflora delle mucose può cambiare, questo può provocare lo sviluppo di cistite nelle donne in gravidanza;
  • esacerbazione di malattie croniche della vescica - con esacerbazione di altre malattie, aumenta il rischio di un'infezione secondaria.

I fattori di rischio per lo sviluppo della cistite sono integrati da condizioni di stress, indossare biancheria intima sintetica aderente, lavoro eccessivo, processi infettivi in ​​altri organi, in particolare gli organi del sistema genito-urinario. La cistite nella tarda gravidanza può svilupparsi come conseguenza del rilassamento fisiologico della vescica, del ristagno urinario, della pressione di un utero allargato.

Sintomi

La cistite durante la gravidanza si manifesta in forma acuta o cronica. La cistite acuta ha un carattere improvviso e sintomi pronunciati, il più delle volte si sviluppa dopo l'ipotermia. La malattia si trasforma in una forma cronica in assenza di cure adeguate, in questo caso i suoi segni sono pigri, in certi periodi potrebbe non comparire affatto, tuttavia durante i periodi di esacerbazione si fanno sentire, inoltre, è molto più difficile sbarazzarsi del tipo cronico.

Segni di cistite acuta

I segni di cistite acuta sono causati da un processo infiammatorio acuto che si verifica nella vescica e nel tratto urinario.

  • aumento della voglia di urinare con il rilascio di un piccolo volume di urina;
  • bruciore e dolore acuto durante la minzione;
  • falsa voglia di usare il bagno, sensazione di svuotamento incompleto della vescica;
  • dolore nell'addome inferiore;
  • urina torbida, impurità di sangue e pus possono essere presenti nelle urine;
  • aumento della temperatura corporea;
  • intossicazione.

Nota! Grave intossicazione del corpo e febbre sono la prova diretta che la malattia è entrata in uno stadio grave, richiede un intervento medico e l'uso di cure adeguate.

Qual è il pericolo di cistite acuta? La forma acuta della malattia rappresenta una minaccia non solo per la salute della madre, ma anche per la sicurezza del feto: il processo infiammatorio può diffondersi ai reni e causare lo sviluppo di pielonefrite.

Sintomi di cistite cronica

I sintomi della cistite durante la gravidanza in una forma cronica sono meno pronunciati. Le principali manifestazioni della malattia sono il dolore durante la minzione, la minzione frequente e l'escrezione di urina insieme a impurità purulente.

L'intensità delle sensazioni dolorose dipende dalla frequenza della minzione. Una donna incinta avverte dolori tiranti nel perineo lungo il percorso dell'uretra. Inoltre, potrebbe provare malessere generale e stress associati a tale condizione..

Il trattamento della cistite cronica, a differenza di quella acuta, non consiste nell'uso di farmaci antibatterici, la terapia ha una natura più lunga e complessa, è finalizzata non solo a distruggere i batteri nocivi, ma anche a normalizzare la microflora e rafforzare l'immunità generale.

Conseguenze della patologia

La cistite all'inizio della gravidanza non è pericolosa come nella gravidanza successiva. Inoltre, molto spesso una donna scopre di essere in grado di determinare la presenza di una malattia infiammatoria della vescica quando le viene diagnosticata. Ma anche la cistite all'inizio della gravidanza diventa spesso un fattore a causa del quale appariranno processi patologici più gravi, se non si consulta immediatamente un medico e non si subiscono le cure necessarie.

La conseguenza più pericolosa della cistite durante la gravidanza è la pielonefrite (un processo infiammatorio che si verifica nei reni). I batteri patogeni entrano nei reni attraverso gli ureteri. Nelle donne in gravidanza, il rene destro è prevalentemente colpito. Con la pielonefrite acuta, una donna incinta ha bisogno di ricovero in ospedale, altrimenti questa condizione minaccia la salute della madre e del bambino. Le conseguenze possono essere aborto spontaneo, parto prematuro, carenza di peso fetale.

Diagnostica

Con lo sviluppo dei primi sintomi della cistite, una donna deve assolutamente consultare un medico e quindi sottoporsi a una diagnosi. Solo dopo aver ricevuto i risultati, il medico farà una diagnosi accurata e prescriverà un trattamento per il paziente.

Le principali misure diagnostiche per identificare il processo infiammatorio della vescica:

  • analisi generale delle urine: in presenza di infiammazione nel corpo, aumenta il contenuto di leucociti e vengono rilevate anche proteine;
  • analisi del sangue generale - con cistite nelle donne in gravidanza, aumenta la VES;
  • Ultrasuoni dei reni e della vescica: un metodo necessario per determinare lo stato del sistema urinario;
  • analisi batteriologica delle urine: consente di identificare e determinare l'agente eziologico del processo infettivo.

Nota! È necessario selezionare correttamente l'urina per la ricerca generale e batteriologica affinché il risultato sia affidabile. Per le analisi al mattino, la parte centrale dell'urina viene raccolta in un barattolo sterile, è necessario darla al laboratorio in un'ora e mezza o due ore.

Trattamento

La cistite nel primo trimestre di gravidanza e nelle fasi successive può essere trattata solo con quei farmaci che non sono assolutamente dannosi per la vita e la salute della futura mamma e del feto. È necessario prestare particolare attenzione per quanto riguarda i farmaci antibatterici, ma non solo gli antibiotici, ma anche i farmaci per altri scopi possono essere prescritti solo da un medico, in nessun caso è possibile condurre una terapia indipendente. Le tetracicline e le sulfonamidi sono estremamente controindicate per le donne in gravidanza, gli antibiotici di tali gruppi possono danneggiare il feto in via di sviluppo.

Terapia antibatterica

I principali farmaci antibatterici per il trattamento della cistite sono Monural e Amoxiclav, queste compresse e polvere sono approvate per l'assunzione durante il trasporto di un bambino e non influenzano negativamente né la madre né il feto in via di sviluppo. Monural e Amoxiclav - farmaci per la cistite durante la gravidanza di una nuova generazione, alleviano rapidamente i sintomi e alleviano il dolore.

Il più efficace è Monural: 1 bustina di polvere è sufficiente per eliminare il dolore. Il trattamento con Amoxiclav dura da 5 a 14 giorni. Qualsiasi farmaco può essere scelto come farmaco di prima scelta, dopo l'antibiotico, il medico deve prescrivere farmaci alla donna incinta che rimuoverà l'intero volume di urina dalla vescica, normalizzerà la microflora delle mucose e aumenterà anche l'immunità generale.

Kanephron

Canephron è un rimedio naturale a base di erbe altamente efficace, viene spesso prescritto alle donne in gravidanza per il trattamento della cistite, i principi attivi del farmaco non solo alleviano i sintomi, ma eliminano anche la causa della malattia. Il farmaco non ha praticamente controindicazioni, è facilmente tollerato dai pazienti che sono in posizione e non danneggia il feto.

L'azione del farmaco Kanefron:

  • normalizza il funzionamento della vescica e dei reni;
  • migliora l'effetto dei farmaci antibatterici e previene lo sviluppo di infezioni;
  • aiuta a rilassare i vasi delle vie urinarie, che garantisce la rimozione senza ostacoli del fluido in eccesso dal corpo di una donna incinta e allevia il gonfiore;
  • migliora il flusso sanguigno ai reni;
  • ha un effetto antispasmodico.

Il trattamento della cistite durante la gravidanza con Kanephron in breve tempo aiuta ad alleviare le condizioni generali e ridurre i sintomi della cistite e di altre malattie infettive e infiammatorie del sistema urinario. Il farmaco ha anche un effetto preventivo e previene lo sviluppo di urolitiasi..

Rimedi popolari

Cosa dovrebbe fare una donna incinta per sbarazzarsi della cistite? La risposta alla domanda sta nelle ricette della medicina tradizionale, ma dovrebbe essere chiaro che i rimedi popolari per la cistite durante la gravidanza devono essere consentiti dal medico curante.

Il principale rimedio popolare che aiuta ad eliminare il processo infiammatorio nella vescica è il mirtillo rosso. I mirtilli contengono sostanze nutritive e acidi che uccidono E. coli e altri batteri patogeni. L'uso frequente di bevande alla frutta a base di mirtillo rosso contribuisce all'ossidazione dell'ambiente nello stomaco, i batteri non riescono a trattenere la mucosa e vengono escreti dal corpo. Nota! Si consiglia di utilizzare bevande alla frutta calde, anche il ribes rosso ha proprietà simili, i mirtilli rossi possono essere aggiunti alla bevanda.

Cosa possono fare le donne incinte con cistite per sbarazzarsene:

  • Radice di rosa canina (2 cucchiai), in una forma tritata, versare un bicchiere di acqua bollita, far bollire a bagnomaria e lasciare per 15-25 minuti. Filtrare prima di bere, utilizzare ½ tazza 3 volte al giorno, dopo trenta minuti si può mangiare.
  • Le bacche di sorbo rosso e le foglie di mirtillo rosso vengono prese in un rapporto 3: 1, versare 1 bicchiere di acqua bollente, insistere e filtrare per due o tre ore. Prendi una tale infusione 30 minuti prima dei pasti, la dose è 3 volte al giorno, 100 millilitri. Puoi aggiungere un cucchiaio di miele nel bicchiere.
  • Il ribes nero ha proprietà antinfiammatorie. Per preparare la medicina, dovresti prendere 6 cucchiai. l. foglie di piante schiacciate e versare 1 litro di acqua bollente, è necessario insistere per almeno un'ora. È consentito aggiungere miele o zucchero al brodo finito. Prendi il brodo da cinque a sei volte al giorno, la dose è di 1 cucchiaio.
  • Per preparare il prossimo medicinale, è necessario versare un cucchiaio di aneto con 1,5 tazze di acqua bollente, lasciare agire per 30 minuti. Bere prima dei pasti 30 minuti, dosaggio - un terzo di bicchiere.
  • È utile per le donne incinte prendere il brodo di farina d'avena, è molto semplice prepararlo: dovresti prendere un bicchiere di avena e versare 2 bicchieri di acqua appena bollita, quindi far bollire di nuovo a bagnomaria, far bollire fino a ridurre il volume della metà. Puoi aggiungere il miele al brodo preparato, prendere la medicina ½ tazza, il regime di dosaggio è tre volte al giorno.

I rimedi popolari sono stati usati fin dall'antichità, questo è un modo efficace e sicuro, riconosciuto anche dalla medicina ufficiale. Si noti che la maggior parte dei medicinali usati per trattare la cistite, ad eccezione degli antibiotici, sono di origine vegetale. Ma, nonostante questo, non puoi nemmeno usare decotti alle erbe senza avvisare il tuo medico. Il medico deve essere a conoscenza di tutti i farmaci e farmaci che assume una donna incinta. Inoltre, prima di assumere qualsiasi farmaco, è necessario assicurarsi che non vi siano allergie..

Prevenzione

Ora sai come trattare la cistite durante la gravidanza, ma come prevenire lo sviluppo del processo infiammatorio della vescica? Per una donna che aspetta un bambino, la malattia è più facile e migliore da prevenire, piuttosto che eliminare.

La prevenzione della cistite durante la gravidanza dovrebbe essere iniziata anche prima del momento del concepimento del bambino. Quando si pianifica un bambino, la futura mamma dovrebbe assolutamente sottoporsi a una visita medica completa ed eliminare tutti i problemi medici, se presenti. Le infezioni croniche devono essere trattate prima della gravidanza. Anche la carie o la tonsillite trascurate possono in seguito diventare le ragioni principali dello sviluppo della cistite in una donna incinta, oltre a causare infezioni di altri organi interni.

Non si può aggirare il lato delle misure preventive che riguardano l'igiene personale della futura mamma. Una donna ha bisogno di lavarsi quotidianamente con acqua calda con detergenti a pH neutro, è ancora meglio eseguire una procedura simile al mattino e alla sera. Ma è vietato alle donne incinte fare bagni caldi, questo eviterà il surriscaldamento e l'ingresso di detergenti e batteri nei genitali.

Le donne incinte dovrebbero fare attenzione alla loro salute e immunità, è necessario mangiare più vitamine, rafforzare le funzioni protettive del corpo e anche per evitare ipotermia e raffreddore.

Nutrizione

La prevenzione delle malattie infettive e infiammatorie comprende anche la scelta e l'aderenza alla dieta. Il cibo dovrebbe essere razionale e includere cibi sani. Utili varietà a basso contenuto di grassi di pesce e carne, latticini e prodotti a base di latte acido, verdure e frutta in forma fresca, in umido e al forno. Ma dal menù dovranno essere esclusi fritti, salati, affumicati e piccanti.

Il regime di consumo dovrebbe essere osservato, dovrebbe essere abbondante. Puoi bere acqua, decotti e tè, bevande alla frutta. È vietato consumare alcol, bevande gassate, succhi di agrumi, caffè e bevande contenenti caffeina.

Come risultato del bere molti liquidi, le future mamme visiteranno il bagno più spesso, e questo è corretto - anche se non c'è bisogno di andare in bagno ogni 2-3 ore, ciò garantirà la rimozione senza ostacoli di liquidi in eccesso e batteri dal corpo.

Metodi per il trattamento della cistite nelle donne in gravidanza

Aspettare che nasca un bambino è un grande momento per una donna. Ma è questo periodo che richiede molta attenzione alla tua salute, un'attenta osservazione da parte di un medico. La possibilità di "contrarre" malattie del sistema genito-urinario, ad esempio l'infiammazione del rivestimento interno della vescica, aumenta molte volte. Come trattare la cistite durante la gravidanza, ogni donna deve sapere.

Sintomi di cistite durante la gravidanza

La gravidanza cambia completamente una donna: psicologia, reazioni neurologiche, equilibrio ormonale e processi fisiologici. Un aumento della massa dell'utero, un cambiamento dell'appetito, la quantità di cibo e liquidi consumati porta ad un aumento della minzione. Una donna incinta ha sete, il che la costringe a bere più spesso, soprattutto se la temperatura dell'aria è alta.

La cistite è caratterizzata non solo dalla minzione frequente, ma dai seguenti sintomi:

  • il rilascio di urina è accompagnato da sensazioni dolorose e bruciore lungo l'uretra;
  • dopo averlo svuotato, c'è una sensazione di pulizia incompleta;
  • sensazione di una vescica piena;
  • falso impulso;
  • dolore nel terzo inferiore dell'addome;
  • un cambiamento nella natura dell'urina escreta;
  • deterioramento delle condizioni generali.

Il dolore durante la minzione è causato dall'irritazione della mucosa con l'urina. La composizione chimica del liquido è stata modificata, le superfici interne sono troppo sensibili a questi prodotti - ecco perché appare dolore, sensazione di bruciore. Questi sono i primi segni di infiammazione nella vescica o nell'uretra..

La sensazione di una produzione incompleta di tutta l'urina indica anche un processo patologico causato da microrganismi. Le donne hanno maggiori probabilità di affrontare questo problema, poiché l'uretra è abbastanza ampia e relativamente corta, quindi è più facile per i batteri patogeni penetrare più in alto, fino alla vescica. Durante la gravidanza, vengono create ulteriori condizioni per la colonizzazione, la riproduzione dei microbi:

  • diminuzione dell'immunità locale;
  • cambiamenti nei livelli ormonali.

Falsi impulsi, dolore nell'addome inferiore, sensazione di sovraffollamento in assenza di produzione di urina sono anche associati al processo infiammatorio, riproduzione attiva dei batteri.

La natura dell'urina stessa cambia sotto l'influenza di tutti i fattori di cui sopra, in essa compaiono impurità patologiche: sangue, muco, pus. L'esame microscopico può rilevare i microrganismi. In una persona sana, l'urina è sterile. Le impurità del sangue indicano un'alta intensità di infiammazione, la sua diffusione agli strati più profondi della mucosa.

Una diminuzione dell'acidità contribuisce al fatto che l'urina diventa un terreno fertile aggiuntivo per i microrganismi, la cui diffusione ai reni porta a malattie come pielonefrite, glomerulonefrite.

Un cambiamento delle condizioni generali con un aumento della temperatura corporea, brividi, una diminuzione dello stato immunitario nel decorso cronico della cistite può essere riscontrato raramente. Tali manifestazioni sono caratteristiche dell'infiammazione primaria e acuta..

Caratteristiche del corso in momenti diversi

L'incidenza di malattie infiammatorie del sistema genito-urinario tra le donne è molto alta. Pertanto, durante la gravidanza, è importante differenziare un processo acuto, cioè una patologia che si è manifestata per la prima volta, da un'esacerbazione dell'infiammazione cronica. Ciò contribuirà a un'accurata anamnesi da parte del medico curante..

La cistite all'inizio della gravidanza è caratterizzata da un decorso da lieve a moderato. In questo momento, possono prevalere i sintomi della tossicosi. I cambiamenti nello stato immunitario causati da cambiamenti ormonali nel corpo spesso portano ad una maggiore suscettibilità al raffreddore nel primo periodo.

A breve termine, nel primo trimestre, c'è un alto rischio di perdere la cistite acuta, può trasformarsi rapidamente in cronica.

Il secondo trimestre è l'adattamento di tutti gli organi e sistemi alla gravidanza, l'istituzione di processi immunitari, il miglioramento delle condizioni generali della donna. In questo periodo, sono possibili esacerbazioni di malattie infiammatorie croniche a causa della compressione fisica della vescica, ristagno di urina nella sua cavità, a causa della crescita dell'utero. Il carico sui reni aumenta, il che riduce ulteriormente l'attività di filtrazione dei glomeruli.

Per quanto riguarda il terzo, ultimo trimestre di gravidanza, questo è il periodo più responsabile e difficile. Il corpo inizia a prepararsi per il parto, le malattie infettive del sistema genito-urinario possono avere conseguenze negative per il nascituro, perché passerà attraverso il canale del parto. Anche la donna dopo il parto può soffrire: la moltiplicazione di patogeni batterici complica il decorso del periodo postpartum.

Qual è la minaccia della malattia

La malattia è più facile da prevenire che da curare in seguito: questa affermazione è completamente vera per la cistite, specialmente quando si tratta di una donna incinta o di un concepimento pianificato. È stato già menzionato sopra che la cistite cronica o acuta può portare a malattie renali. Questa è una grave complicanza che può portare a insufficienza renale, glomerulonefrite, pielonefrite. La cistite cronica si verifica spesso sullo sfondo della disbiosi intestinale e genitale.

Ciò dà origine allo sviluppo di malattie ginecologiche, alla formazione di aderenze, alla tendenza al sanguinamento, all'aborto spontaneo. Va ricordato che diminuisce la barra fertile, cioè la possibilità di rimanere incinta.

Diagnostica

Di solito è semplice. La cistite durante la gravidanza ha i sintomi caratteristici che sono descritti sopra. In questo caso, una donna registrata presso un ginecologo esegue regolarmente esami delle urine per le ricerche di laboratorio. Le anomalie patologiche vengono immediatamente rilevate in esse e il medico può prescrivere prontamente un trattamento. Questo è il motivo per cui una ragazza dovrebbe essere osservata nelle cliniche prenatali..

Per ottenere un'immagine olistica, chiarire la localizzazione del processo, differenziare la cistite cervicale dalla cavità, sono sufficienti i dati dei seguenti test:

  • storia medica;
  • esame del paziente;
  • i risultati di uno studio clinico sulle urine;
  • coltura batteriologica delle urine;
  • campione microscopico.

Rilevazione di cellule di microrganismi in uno striscio, colture, presenza di impurità patologiche e segni di infiammazione nelle urine, che indicano al paziente i corrispondenti segni soggettivi, i sintomi oggettivi della cistite aiutano il medico a fare la diagnosi corretta, a prendere una decisione sul trattamento con determinati farmaci.

Caratteristiche del trattamento delle forme acute e croniche

Per quanto riguarda la terapia della malattia, l'uso del principale arsenale di farmaci antibatterici per il trattamento della cistite comune nelle donne in gravidanza è quasi impossibile. Questa limitazione esiste perché i fondi hanno un effetto negativo sul feto..

Antibiotici durante la gravidanza

L'elenco degli antibiotici è limitato a quelli che hanno un rischio minimo di provocare conseguenze negative per il bambino: questi sono Monurel e Amoxiclav. Il primo è un mezzo sintetico efficace e moderno. È sicuro per il feto in via di sviluppo, una singola dose dà un buon effetto clinico, quasi il 100% escreto nelle urine. L'efficacia del farmaco, l'efficacia del trattamento è stata confermata da numerose recensioni positive. La forma di rilascio di "Monurel" - polveri, si dissolvono meglio delle compresse.

"Amoxiclav" si riferisce agli antibiotici betalattamici, la cui formula è ulteriormente arricchita con acido clavulonico. Ha una vasta gamma di azioni, rischi minimi per lo sviluppo intrauterino del feto. Ma il suo uso è giustificato nella tarda gravidanza in conformità con tutti i requisiti delle istruzioni per l'uso, il dosaggio. Non è desiderabile usare questo medicinale per le prime settimane o addirittura mesi.

Fisioterapia

La nomina di elettroterapia e altre fisioterapie durante la gravidanza è molto limitata. Gli impulsi elettromagnetici hanno un effetto eccitante sul feto, soprattutto a breve termine, possono portare ad un aumento del tono dell'utero. Pertanto, è necessario prestare particolare attenzione quando si consiglia la fisioterapia a una donna incinta..

Cos'è l'instillazione

La procedura prevede l'introduzione di farmaci attraverso un catetere direttamente nella cavità vescicale. Questo è molto importante per le donne incinte:

  • il farmaco agisce al centro dell'infezione;
  • la sua azione è limitata alla cavità dell'infiammazione;
  • non ci sono effetti negativi generali sul corpo e sul feto.

L'instillazione con soluzioni antisettiche viene eseguita in un ospedale ginecologico o urologico. Spesso, due o tre procedure sono sufficienti per ottenere il pieno effetto..

C'è una limitazione per la sua nomina: nelle prime fasi può provocare un aborto spontaneo. Per prevenire tali conseguenze, è meglio astenersi dall'instillare la vescica con cistite nel primo trimestre di gravidanza.

Rimedi popolari

La cistite può essere curata a casa durante la gravidanza, con il trattamento principale effettuato sotto la supervisione di uno specialista. In aggiunta ad esso, servono rimedi e ricette popolari. Ad esempio, la raccolta combinata di erbe aromatiche salvia, camomilla, equiseto, "orecchie d'orso". La ricetta è abbastanza semplice: versare due cucchiai di erbe con un bicchiere di acqua bollente, insistere a bagnomaria per circa un'ora, filtrare e prendere mezzo bicchiere tre volte al giorno, 30 minuti prima dei pasti.

I decotti di mirtilli fatti in casa, l'infuso di rosa canina hanno un effetto diuretico, disinfettante e antinfiammatorio. La proporzione è la seguente: insisti una parte di bacche per tre parti di acqua bollente in un thermos per non più di un'ora e prendi 100 ml tra i pasti.

Un decotto di miglio ordinario aiuta a ridurre l'effetto irritante dell'urina sulla mucosa della vescica infiammata, ripristina la carenza di sali e normalizza l'equilibrio acido-base dell'ambiente interno.

Altre terapie

Il trattamento moderno e combinato della cistite non può essere immaginato oggi senza l'introduzione di farmaci come Canephron, Fitolysin nell'elenco dei farmaci necessari. Sono realizzati sulla base di piante medicinali, creano un effetto antinfiammatorio, igienizzano le vie urinarie, alleviano gli spasmi dolorosi e mostrano un moderato effetto diuretico. Le controindicazioni sono limitate alla sensibilità individuale ai componenti del farmaco o a una reazione allergica ad essi.

Le indicazioni per la prevenzione delle complicanze ginecologiche sono supposte medicinali per uso locale durante il trattamento della cistite. Questo ti permette di alleviare crampi dolorosi, bruciore, dolore durante la minzione.

Raccomandazioni terapeutiche aggiuntive

Durante il trattamento della cistite, è necessario vestirsi in modo caldo e confortevole. La biancheria intima dovrebbe essere scelta solo da materiali naturali per il trasferimento di calore e la traspirabilità.

È imperativo seguire una dieta ricca di proteine, ma allo stesso tempo delicata. Ciò significa la presenza di prodotti a base di carne nella dieta, ma dovrebbero essere cucinati senza frittura. Dare la preferenza a piatti al forno, bolliti e al vapore.

Escludere dal cibo i menu grassi, acidi, fritti e in salamoia. Ciò ridurrà l'effetto irritante dell'urina, allevia il disagio urinario..

È necessario bere abbastanza liquidi: acqua, succhi non acidi, decotti alle erbe e tisane. Elimina dal consumo tè, caffè, alcol e bevande gassate forti.

È importante che una donna incinta svuoti completamente la vescica in tempo, evitando la congestione. Focolai di infezione cronica: denti cariati, tonsille, malattie della pelle devono essere trattati immediatamente, poiché possono diventare una fonte di reinfezione.

Come prevenire lo sviluppo della cistite nelle donne in gravidanza

La prevenzione delle malattie consiste nel trattamento tempestivo delle malattie infettive, comprese quelle croniche, e nella pianificazione della futura gravidanza. Per evitare lo sviluppo e la cronologia della cistite in una donna incinta, è importante registrarsi per l'ostetricia all'inizio dell'attesa del bambino..

Sintomi e trattamento della cistite durante la gravidanza

La cistite, di regola, è di origine infettiva, ma si distinguono anche tipi di patologia medicinale, tossica e allergica. Il pericolo maggiore è rappresentato dalla cistite infettiva durante la gravidanza, poiché molti farmaci e metodi terapeutici sono controindicati durante questo periodo..

Cause di cistite durante la gravidanza

La cistite può superare una donna incinta sia nelle prime fasi che nell'ultimo trimestre. Durante il periodo di gestazione, l'insorgenza della patologia è influenzata dagli stessi fattori delle altre donne. La situazione è aggravata dal fatto che durante la gravidanza il corpo è indebolito e più suscettibile all'influenza di microrganismi patogeni.

Cause comuni di cistite:

  • Infezione da E. coli;
  • la presenza di candidosi, ureaplasma, clamidia;
  • ipotermia del corpo;
  • cambiamenti ormonali;
  • diminuzione delle difese immunitarie.

Esistono anche fattori specifici della malattia che colpiscono direttamente le donne in gravidanza:

  • l'immunità si deteriora, le forze del corpo sono dirette verso la formazione del feto, la protezione contro gli organismi patologici diminuisce;
  • un utero allargato preme sulla vescica, che altera la circolazione sanguigna;
  • si verifica uno squilibrio ormonale, i livelli di progesterone aumentano, il che abbassa il tono della vescica.

Tali fattori contribuiscono ai processi stagnanti nell'organo, che crea condizioni favorevoli per la riproduzione di microrganismi patogeni. Molto spesso, la cistite nelle donne durante la gestazione è provocata da stafilococchi, streptococchi ed Escherichia coli.

Nelle prime fasi

Nelle prime settimane di gravidanza inizia una ristrutturazione attiva del corpo, l'immunità diminuisce, i livelli ormonali vengono interrotti. È stato durante questo periodo che le donne possono affrontare un'esacerbazione di patologie esistenti e la comparsa di nuove.

In un secondo momento

Man mano che l'utero si allarga, aumenta la pressione sulla vescica e sul tratto urinario. C'è una violazione del deflusso di urina e del suo ristagno. Questo diventa un fattore di irritazione della vescica, che aumenta significativamente la probabilità di una malattia infettiva..

Sintomi della cistite nelle donne in gravidanza

Durante la gravidanza, i segni della cistite praticamente non differiscono dalla manifestazione della patologia in altre donne, ma ci sono ancora alcuni sintomi specifici. La clinica dipenderà dal decorso della patologia. La cistite può essere acuta o cronica.

Come si manifesta l'infiammazione acuta della vescica nelle donne in gravidanza:

  • bisogno frequente di urinare;
  • dolore addominale inferiore;
  • l'aspetto del sangue nelle urine;
  • dolore durante la minzione;
  • febbre e malessere generale.

La frequente voglia di urinare e il dolore nella parte inferiore dell'addome sono i primi segni di cistite

Durante un'esacerbazione, i sintomi possono essere meno pronunciati, a seconda della causa. La cistite in alcune delle sue manifestazioni è simile ad altre patologie del sistema genito-urinario, pertanto è necessaria una diagnosi differenziale di alta qualità.

Metodi diagnostici

L'esame per sospetta cistite include un esame delle urine generale e secondo Necheporenko. La semina batterica viene eseguita anche per determinare l'agente eziologico della malattia. Inoltre, può essere prescritta la PCR per determinare l'infezione sottostante.

Dopo aver rilevato organismi patogeni nelle urine di una donna incinta, uno specialista può inviare un esame ecografico degli organi del sistema genito-urinario. Per determinare il grado del processo patologico, vengono eseguite la cistoscopia e la cistografia.

Principi di trattamento

Il trattamento principale per la cistite durante la gravidanza è l'assunzione di farmaci, la cui azione è volta a distruggere la microflora patogena. Va tenuto presente che solo alcuni fondi sono ammessi quando si trasporta un feto..

Il trattamento per una donna incinta include anche installazioni, cioè l'introduzione di farmaci direttamente nella vescica. Per molte di queste procedure, la patologia può essere curata senza danni al nascituro..

Una donna dovrebbe seguire una dieta speciale, seguire tutte le raccomandazioni del medico e in nessun caso auto-medicare. L'uso di rimedi popolari è consentito solo con il permesso del medico e insieme alla terapia principale.

Farmaco

Con la cistite, i farmaci antibatterici sono indispensabili. Durante la gravidanza, il medico può prescrivere Amoxiclav e Monural. L'azione di questi farmaci è volta a distruggere i patogeni infettivi. In questo caso, la preferenza è data ai farmaci che vengono iniettati nella vescica, piuttosto che assunti per via orale..

Preparato a base di erbe urolesan approvato durante la gravidanza

Alcuni rimedi erboristici possono essere prescritti a una donna incinta:

  • Urolesan è un preparato a base di oli di ricino e di abete, menta piperita, origano, frutti di carota ed estratti di cono;
  • tasse della farmacia, costituite da vitello, cinquefoglia, mirtillo rosso, amante dell'inverno, menta di cinghiale, cinquefoglia;
  • Il Canephron è un preparato a base di radice di levistico, rosmarino e centaurea.

Il dolore nella cistite sperimentato da una donna incinta viene eliminato dai farmaci antispastici e antinfiammatori. Il sollievo dal dolore sarà una fase importante della terapia, perché il disagio è dannoso per il corso della gravidanza..

Tra i farmaci analgesici, il medico può prescrivere ibuprofene, paracetamolo, No-Shpu. Ogni medicinale ha le sue controindicazioni, inclusi periodi di gestazione separati, che devono essere presi in considerazione prima di assumere.

Uro-Vaxom è un immunostimolante che aumenta l'immunità cellulare e umorale. Viene utilizzato insieme ad agenti antibatterici dal primo giorno di trattamento. Il corso della terapia può durare fino a 3 mesi.

Kanephron N appartiene ai preparati a base di erbe con effetto diuretico, antinfiammatorio e antispasmodico. Aumenta l'efficacia del trattamento antibatterico e previene la ricorrenza della cistite.

Instillazioni

L'introduzione del farmaco direttamente nella vescica consente di erogarlo al centro della patologia, bypassando il tratto gastrointestinale. Ciò aumenta l'efficacia del prodotto, eliminando il rischio per il feto..

Per la procedura vengono utilizzati farmaci antisettici e antibatterici che penetrano bene nelle pareti dell'organo. Le controindicazioni a tale trattamento saranno solo processi infiammatori acuti nell'area vaginale..

I seguenti mezzi sono usati per le instillazioni:

  • acido borico;
  • Rivanol;
  • oli medicinali;
  • nitrato d'argento.

Lo svantaggio di una tale procedura sarà che è necessaria una preparazione, che consiste nell'eseguire una terapia antinfiammatoria e antibatterica. Senza un trattamento preventivo, esiste il rischio di esacerbazione della cistite cronica. La decisione sulla nomina dei singoli farmaci viene presa dal medico curante, che ti dirà immediatamente come la cistite può essere trattata senza conseguenze per il nascituro.

Rimedi popolari

L'uso della medicina tradizionale durante la gravidanza è consentito, ma deve essere fatto con estrema cautela. È meglio usare tecniche che coinvolgono procedure locali sotto forma di bagni e impacchi. Inoltre, con la cistite, puoi bere infusi di acqua e latte. L'assunzione di farmaci sarà particolarmente efficace nel decorso cronico della patologia al fine di prevenire l'esacerbazione.

Rimedi popolari noti per la cistite:

  • decotti di aneto, avena, radici di asparagi, equiseto;
  • succo di ravanello nero con miele;
  • infuso di bacche di uva ursina;
  • pinoli con miele;
  • estratto di tarassaco;
  • semi di canapa con latte o acqua pulita;
  • portulaca fresca;
  • ribes nero, mirtillo e tè al mirtillo rosso.

Il tè al ribes nero, mirtillo e mirtillo rosso è un rimedio sicuro per la cistite nelle donne in gravidanza

L'azione di questi fondi ha lo scopo di inibire la crescita dei batteri e alleviare l'infiammazione. Alcune combinazioni di erbe hanno effetti analgesici.

Bagni di latte

Per preparare un bagno al latte, far bollire 3 litri di latte. Quindi si riversa nel bacino, dove le gambe scendono a raffreddarsi. Durante la procedura, devi avvolgerti in una coperta calda. Dopodiché, si asciugano i piedi, indossano calze e pantofole.

I bagni di latte possono essere utilizzati sia durante il trattamento della cistite che per la sua prevenzione. Una donna incinta può eseguire questa procedura più volte al mese durante la stagione fredda per prevenire le malattie stagionali..

Tinture per somministrazione orale

La rosa canina può essere utilizzata per preparare la tintura. Alcuni cucchiai di radici schiacciate vengono versati con un litro d'acqua, il prodotto viene bollito per 15 minuti, quindi filtrato. Raffreddato 4 volte al giorno prima dei pasti.

Una grande cucchiaiata di gemme di pioppo viene versata in 400 ml di acqua bollente. Lo strumento viene infuso per 3 ore, quindi assunto mezz'ora prima dei pasti 3 volte al giorno.

Possibili conseguenze

Il pericolo di cistite per una donna incinta è il rischio di complicanze. L'infiammazione della vescica può portare a infezioni renali. Inoltre c'è la possibilità di parto prematuro e bambino sottopeso.

Il rischio sta nel fatto che la forma acuta della malattia senza trattamento si trasforma in una cronica, caratterizzata da frequenti ricadute. In questo caso, si verificherà un'esacerbazione della cistite ogni volta che l'influenza di fattori avversi. Più a lungo rimandate il trattamento, maggiore è la probabilità di iniziare un disturbo quando non sarà più possibile eliminarlo completamente..

Dieta e regime alimentare

Per le donne con cistite, si consiglia una dieta a base di piante da latte. Durante il periodo di trattamento e per la prevenzione dell'esacerbazione, è necessario attenersi ad alcune regole di alimentazione e regime alimentare. Per non irritare le pareti infiammate della vescica, è necessario rinunciare a spezie, spezie, soda, caffè.

Per una pronta guarigione, è necessario bere molta acqua. Le bevande a base di mirtillo rosso e mirtillo rosso saranno utili. Anche i preparati a base di erbe accelereranno il recupero. Per la loro preparazione, puoi usare camomilla, salvia, calendula. Puoi prenderli solo con il permesso di un medico, poiché alcune erbe medicinali non possono essere bevute durante la gravidanza.

I seguenti cibi e bevande saranno pericolosi per la cistite:

  • Caffè e tè;
  • aspro, salato, affumicato, fritto;
  • brodi ricchi;
  • cibo con coloranti artificiali;
  • cavolfiore, cipolla, acetosa, frutti aspri.

Si possono distinguere i cibi e le bevande più utili per una donna incinta con cistite:

  • tisane e acqua di cloruro di calcio;
  • crusca e cereali;
  • olio d'oliva;
  • Pinoli;
  • frutta dolce fresca;
  • composte, bevande alla frutta, succhi di frutta;
  • miele;
  • latticini, formaggi non salati;
  • carne magra e pesce.

Con la cistite, è importante osservare il regime di consumo, bevendo almeno 2 litri di acqua al giorno. La maggior parte del fluido dovrebbe entrare nel corpo al mattino..

Misure di prevenzione

Cosa fare durante la gravidanza per prevenire la cistite:

  • selezionare prodotti di alta qualità per l'igiene intima, privilegiando quelli naturali o per bambini;
  • evitare l'ipotermia del corpo, indossare abiti per il tempo, non entrare in correnti d'aria;
  • bere molta acqua pulita, limitare le bevande gassate;
  • trattare tempestivamente le malattie infiammatorie del sistema genito-urinario;
  • durante il periodo di pianificazione della gravidanza, sottoporsi a una visita medica completa e, se viene rilevata una patologia, eseguire il trattamento prima del concepimento;
  • prendere complessi vitaminici e ottenere abbastanza nutrienti dal cibo, rimuovendo dalla dieta troppo piccante, salato e pepato;
  • visitare immediatamente il bagno con la comparsa della voglia di urinare, perché l'urina stagnante sarà un fattore nello sviluppo della patologia infettiva.

Riferimento! Per prevenire la cistite, è possibile utilizzare speciali immunocomplessi per aumentare la protezione locale nella vescica. Il medico può prescrivere tali farmaci nella fase di pianificazione della gravidanza..

Se compaiono sintomi di cistite, una donna incinta dovrebbe consultare un urologo. Puoi anche consultare un ginecologo, che verrà quindi indirizzato a un medico specializzato. Lo specialista prescriverà un esame e selezionerà il trattamento più efficace.

Trattamento della cistite con rimedi popolari nelle donne in gravidanza

La cistite è una malattia comune tra le donne. È facile sbarazzarsi di durante il trattamento..

Ma se la cistite viene diagnosticata in una donna incinta, sorgono difficoltà nel trattamento della malattia, non tutti i farmaci sono consentiti per questo periodo.

  1. Breve descrizione della patologia
  2. Trattamento
  3. Terapia farmacologica
  4. Raccomandazioni
  5. etnoscienza
  6. Mirtillo
  7. Uva ursina
  8. Rosa canina
  9. Borovaya utero
  10. Camomilla
  11. Dieta
  12. video

Breve descrizione della patologia

La cistite è un'infiammazione batterica della vescica. L'infezione, in combinazione con un fattore provocante, porta allo sviluppo di una forma acuta o cronica della malattia.

  • Ipotermia.
  • Via sessuale di infezione.
  • Modo di contatto domestico.
  • Trauma perineale e addominale.

I sintomi sono raggruppati in due sindromi:

  1. Sindrome da intossicazione. Aumento della temperatura corporea, deterioramento.
  2. Sindrome disurica. Visite frequenti al bagno con scarso scarico di urina, incontinenza urinaria durante la tosse, starnuti, sforzo fisico. La composizione dell'urina cambia, il colore cambia, leucociti, batteri e pus sono presenti nelle urine.

Trattamento

La gravidanza è una delle principali controindicazioni all'uso della medicina popolare e tradizionale.

Per questo periodo è vietato un trattamento alternativo, poiché le sostanze superano la barriera placentare e arrivano al feto.

Alcune di queste sostanze sono tossiche e possono causare danni al feto..

Questo vale anche per il periodo dell'allattamento al seno. Per quanto riguarda le pastiglie riscaldanti, i bagni caldi, il riscaldamento, provoca sanguinamento o aborto spontaneo.

L'autotrattamento della cistite durante la gravidanza e l'allattamento al seno è vietato, se si verifica il minimo disagio, consultare immediatamente un medico.

Terapia farmacologica

È difficile curare la malattia, ma è vietato posticiparla fino al periodo postpartum. In questo caso, l'infezione sale lungo le vie ascendenti verso i reni..

Il regime di trattamento verrà prescritto in base alla causa, al tipo di cistite e all'età gestazionale. Il trattamento della cistite durante la gravidanza a casa non deve essere effettuato.

La terapia che viene prescritta è un farmaco, possono esistere altri metodi, ma solo con il permesso del medico e come trattamento concomitante.

A seconda dei risultati dei test eseguiti, vengono prescritti i seguenti gruppi di farmaci:

  • Antibiotici.
  • Antifungini.
  • Antiprotozoico.

Gli antibiotici per le donne in gravidanza sono prescritti sintetici e preferibilmente solo quelli che vengono escreti attraverso il fegato.

Raccomandazioni


Oltre al trattamento, aderiscono ad alcune raccomandazioni:

  • Eseguire un'accurata igiene dei genitali due volte al giorno.
  • Indossare biancheria intima comoda realizzata con materiali naturali.
  • Nella stagione fredda, il bacino e le gambe sono isolati.
  • Devi andare regolarmente in bagno. È impossibile ritardare deliberatamente la minzione.

etnoscienza

Tra i rimedi popolari ci sono metodi che possono essere presi, ma solo con il permesso di un medico ea condizione che la donna non abbia tossicosi, nefropatia, preeclampsia, eclampsia.

Il dosaggio è un'altra considerazione importante. Viene selezionato individualmente, di regola, metà del dosaggio di una donna normale.

Mirtillo

Contiene vitamina C, quindi è un efficace immunostimolante. Mirtillo rosso con azione battericida, previene la crescita di microrganismi.

Utilizzare solo sotto forma di bevanda alla frutta, succo nella fase di recupero, quando non ci sono sintomi di infiammazione. I mirtilli aiuteranno ad accelerare il recupero e aumentare l'immunità dopo la malattia. È necessario bere succo di mirtillo rosso / bevanda alla frutta dopo i pasti e non più di 2 cucchiai. l. in un giorno.

Una donna incinta dovrebbe rinunciare ai mirtilli rossi se ha tali malattie:

  • Allergia al mirtillo rosso.
  • Gastrite.
  • Duodenite.
  • Enterocolite.
  • Ulcera peptica.

Uva ursina

L'uva ursina fa parte dei preparati a base di erbe, tisane e ha diverse proprietà che aiuteranno ad accelerare il recupero dalla cistite, queste sono:

  • Effetto diuretico.
  • Azione antibatterica.
  • Azione rinforzante generale.

Le controindicazioni includono:

  • Malattie che portano allo sviluppo di insufficienza renale.
  • Patologia ulcerosa.

Rosa canina

La bacca ha un effetto diuretico e immunostimolante. Meglio preparare sotto forma di tè. Il tè è venduto nelle farmacie. Consultare il proprio medico per l'uso.

La rosa canina è controindicata in caso di ipersensibilità, insufficienza renale acuta o cronica. Non dovresti abusare delle bacche di rosa canina, spesso causano una reazione allergica.

Borovaya utero

Questa erba è utilizzata nel trattamento delle patologie del complesso urogenitale. L'utero di Borovaya ha le seguenti azioni:

  • Antibatterico.
  • Diuretico.
  • Antidolorifico.
  • Antinfiammatorio.

L'utero Borovaya è incluso nella raccolta, da esso viene preparata una tintura o un'infusione. Utilizzato nel trattamento di malattie dell'apparato riproduttivo di natura infiammatoria o batterica. Questo prodotto ha il suo dosaggio, quindi consulta il tuo medico prima dell'uso.

Camomilla

Un'erba comune nella medicina popolare. La camomilla ha proprietà benefiche, ma solo una cosa gioca un ruolo per la cistite: antinfiammatoria.

Viene assunto per via orale sotto forma di tè, infusi, decotti. Fanno bagni con camomilla e lavande, ma tali metodi sono pericolosi per una donna incinta..

Nonostante il fatto che la camomilla sia sicura, le donne incinte dovrebbero essere estremamente attente quando la prendono. Attiva la produzione di estrogeni, che porterà a effetti dannosi.

Dieta

Oltre al trattamento, una donna deve seguire una dieta. Se i medici lo stanno guardando in ospedale, a casa la donna deve controllarsi in termini di nutrizione..

Nella forma acuta di restrizione solo nel cibo. Al contrario, dovresti provare a bere più acqua. Per un po 'rifiutano agrumi e frutta acida, cibi grassi, salati, piccanti, carni affumicate, dolci e tè forte.

Una dieta per la cistite cronica è necessaria per prevenire un'esacerbazione della malattia. Elimina gli alimenti che hanno un effetto dannoso sul sistema urinario.

Vale la pena limitarti a cibi salati, acidi, in salamoia e amidacei. Una donna, essendo incinta, non beve alcolici, ma se permette un po 'di alcol, allora dovrebbe essere abbandonato..

Il trattamento durante la gravidanza ha molte sfumature e difficoltà, quindi un'iniziativa indipendente danneggerà solo la madre e il nascituro. Il trattamento della cistite durante la gravidanza con rimedi popolari è consentito con il consenso del medico curante.