Bookitut.ru

L'urina è un prodotto di scarto umano. È secreto dai reni. Tutto dipende da quanto di questi escrementi, e lei viene iniettata per via endovenosa. Dopo tutto, l'urina è un prodotto di scarto sterile. Una piccola quantità di urina nel sangue non porterà a nulla di male. Ma non dimenticare che potrebbero esserci batteri nelle urine - quindi i leucociti combatteranno con loro e il corpo avrà un aumento della temperatura e altri "problemi". In generale, non iniettare l'urina nel sangue: non è sicuro.

L'urina è un prodotto, uno spreco dell'attività umana, che viene escreto naturalmente. Si parla molto delle proprietà curative dell'urina. Ma se l'urina è uno spreco, significa che contiene sostanze nocive che non sono necessarie per il corpo, e se le riportiamo nel corpo, e persino nel sistema circolatorio, inizierà l'avvelenamento del sangue, che porterà a una morte dolorosa.

Cosa succede se l'urina viene iniettata in una vena?

L'urina è un prodotto di scarto umano. È secreto dai reni.

Tutto dipende da quanto di questi escrementi, e lei viene iniettata per via endovenosa. Dopo tutto, l'urina è un prodotto di scarto sterile. Una piccola quantità di urina nel sangue non porterà a nulla di male.

Ma non dimenticare che potrebbero esserci batteri nelle urine - quindi i leucociti combatteranno con loro e il corpo avrà un aumento della temperatura e altri "problemi".

In generale, non iniettare l'urina nel sangue: non è sicuro.

Come ti allevano i veterinari. Contagocce

Il divorzio più frequente in tutte le cliniche veterinarie in Russia e non solo in Russia, e non solo nelle cliniche veterinarie, ma anche in quelle mediche ordinarie è il contagocce. Oh, quella parola magica "contagocce"! Per qualche ragione colpisce solo magicamente le persone. Le persone hanno soggezione per i contagocce. Non importa se riguarda il trattamento di una persona o di un animale. Le persone sono sicure che il contagocce aggiusterà tutto, ciò che è già prosciugato fiorirà, ciò che è già caduto crescerà.
In effetti, un contagocce è solo un modo per somministrare un farmaco. Questo è ciò che funziona. Ma per qualche motivo le persone non chiedono nemmeno quale delle droghe sia stata iniettata. La credenza popolare è che il trattamento riguardi le flebo, non ciò che viene iniettato. Una tale perversione della coscienza mi è incomprensibile. Sì, ci sono opzioni quando il metodo a goccia di somministrazione di una sostanza medicinale salva letteralmente vite, ma nella maggior parte dei casi, i contagocce sono prescritti in modo che i proprietari vadano regolarmente in clinica per diversi giorni e lasciano lì i loro soldi. Lo stesso effetto potrebbe essere ottenuto con altri metodi: iniezioni sottocutanee o intramuscolari, che molti proprietari sono in grado di fare, o con compresse o integratori alimentari. Ok, lasciamo stare gli integratori. Ci sono solo pochi medici che capiscono come funzionano. La maggioranza crede alle insinuazioni della lobby farmaceutica e le tratta negativamente, e tratta persino le malattie croniche con i farmaci (cerca di curare), uccidendo contemporaneamente tutto nel corpo che in qualche modo funziona ancora. Ma anche con i metodi medici convenzionali, puoi lavorare senza contagocce con gli stessi risultati, o anche meglio..

Quando sono necessari i contagocce?
Prima di tutto, in condizioni associate a disidratazione o perdita di sangue. La disidratazione può verificarsi anche se l'animale beve una normale quantità di acqua. Può essere causato, ad esempio, da diarrea, glicemia alta, insufficienza renale. Puoi controllare tu stesso la presenza o l'assenza di disidratazione. Raccogli la pelle in una piega senza tirarla e rilasciala. In condizioni normali (turgore) della pelle, la piega torna immediatamente al suo posto. Quando è disidratato, si raddrizza lentamente, a volte molto lentamente. A volte rimane persino in piedi, come se fosse incollato insieme. Ciò indica una disidratazione molto grave, pericolo di vita. I proprietari di solito pensano che il loro animale domestico abbia perso peso drasticamente e notano che il suo mantello è diventato una specie di grumoso.

Con la perdita di sangue esterna, tutto è chiaro, può essere visto ad occhio nudo. Ma non tutti i proprietari possono valutare adeguatamente il suo grado. Alcuni considerano due gocce un disastro. Gli altri due bicchieri non si mettono niente. Quasi all'inizio della mia pratica, ho avuto un caso in cui ho operato un cane con incoagulabilità. Quindi non avevo ancora applicato il mio metodo proprietario per fermare il sanguinamento intraperitoneale. Alle cinque del mattino sembrava averlo fatto. Tornai a casa a dormire, avendo rigorosamente ordinato al proprietario di vegliare e di chiamarmi se scorreva un paio di cucchiai di sangue. Gli ho mostrato su uno straccio che tipo di macchia sarebbe stata. Mi sveglio la mattina e chiamo. Chiedo se c'è stato sanguinamento. Risponde che non è trapelato nulla. Sto andando lentamente. Vengo e vedo che c'è una bacinella in un angolo, piena di tovaglioli intrisi di sangue. Alzo gli occhi sorpresi verso il proprietario e chiedo: “Come hai detto che non c'era sanguinamento? A cui mi risponde: "Beh, non è trapelato, l'ho asciugato tutto il tempo"..
Quindi il cane è stato salvato. Due mesi dopo, è stata abbandonata in un altro modo. Già la madre di quel ragazzo. In verità, il dottore è impotente se il paziente vuole morire. In questo caso, la paziente voleva solo vivere, ma è stata sfortunata, i proprietari si sono rivelati dei veri e propri stupidi.

È chiaro che con una grande perdita di sangue, la prima cosa da fare è ripristinare il volume del fluido circolante. In questi casi, vengono gocciolate soluzioni saline o sostitutive del plasma, che vengono mantenute nel flusso sanguigno più a lungo, ma possono anche dare reazioni indesiderate dal corpo..
In caso di problemi renali, la terapia infusionale viene prescritta con molta, molta attenzione, poiché il carico sui reni aumenta, è necessario rimuovere più liquido. E la logica elementare dice che non puoi gocciolare soluzioni quando il deflusso dell'urina è disturbato. Ma un giorno mi sono imbattuto in un gatto non pisciato che era stato trattato nella clinica prima di me. Non potevano ottenere la diversione dell'urina né con gli antispastici (non erano affatto prescritti), né con il cateterismo (non potevano mettere un catetere, a volte). In questo caso, era ancora gocciolato e quindi l'urina è stata estratta attraverso la puntura della parete addominale. Piuttosto un evento pericoloso.
Succede che sia necessario un contagocce se è necessaria la presenza costante di un farmaco nel flusso sanguigno a un certo dosaggio. Ma poi il farmaco viene iniettato utilizzando una pompa per infusione, un dispositivo speciale che fornisce una soluzione a una certa velocità. Il sistema di gocciolamento non può essere impostato su una velocità costante. Una leggera torsione dell'arto in cui è inserito il catetere e la soluzione potrebbe smettere di gocciolare del tutto o fuoriuscire ad alta velocità.

Un enorme bisogno di contagocce sorge quando l'equilibrio acido-base è disturbato, di regola, dall'acidosi.
Esistono farmaci che possono essere somministrati esclusivamente per flebo. Ma la maggior parte può essere somministrata semplicemente per via endovenosa..
Per me, il criterio principale per prescrivere un contagocce è la condizione dell'animale. E se è più che soddisfacente, ci penserò dieci volte prima di prescrivere la terapia infusionale. E, molto probabilmente, non penserò nemmeno a questo metodo di somministrazione.

La clinica è un'altra questione. Le infusioni endovenose e gocciolanti forniscono un reddito non molto grande, ma costante. Una volta sono stato avvicinato da persone che hanno preso il loro gatto per una settimana su una flebo. Quando finirono i soldi, decisero di tentare la fortuna altrove. L'esame ha mostrato che il gatto aveva una gastrite banale e quella stessa sera dopo un paio di cucchiai di Almagel è tornato alla normale esistenza.
Nella stessa clinica, un gatto con piometra, un'infiammazione purulenta dell'utero, è stato gocciolato a lungo e senza successo. Le è stata diagnosticata in modo diverso, sebbene fosse visibile, per così dire, ad occhio nudo. Con antibiotici e metrogil, il gatto si sentiva un po 'meglio, ma la situazione si è ripetuta: il proprietario ha finito i soldi. E questo è per il meglio. Perché per la piometra, un trattamento è la chirurgia. Se la padrona di casa fosse stata sui contagocce, il gatto potrebbe non essere stato salvato.
Un altro punto importante: se un catetere endovenoso viene consegnato all'animale, i proprietari stessi possono creare contagocce. Capisco che i proprietari delle cliniche saranno pronti a lapidarmi per queste parole, ma agisco per gli interessi degli animali e dei loro proprietari. Portare in clinica un cane indebolito, e soprattutto un gatto, significa metterlo a rischio di infezione. La clinica funge sempre da terreno fertile per le malattie. Non puoi gocciolare da solo, ma sei sicuro che sia necessario un contagocce, invita un veterinario o un'infermiera a casa. Spendi un po 'più di denaro, ma risparmia tempo e non infettare il tuo amico. E gocciolerai da solo, e il denaro sarà intero.

Tutti i suggerimenti che puoi trovare sui link:

Se vuoi leggere altri miei lavori che non sono legati alla medicina veterinaria, fai clic sul mio cognome con il mio nome e verrai indirizzato alla mia pagina su proza.ru. Lì, scegli quello che ti piace.

P.S. I residenti di San Pietroburgo e della regione di Leningrado possono contattarmi per telefono. 8-911-010-93-00 o 8-950-013-47-38. Dal secondo numero, essendo nella mia regione d'origine, posso richiamare con calma in tutta la Russia. WhatsApp è installato anche su di esso. Ma non riesco a vedere subito il messaggio. Pertanto, consiglio di chiamare. Se sono a casa o in qualsiasi parte della Russia, ad eccezione della Crimea, ti richiamerò. Se in Crimea, allora è meglio parlare su un votsap.
Per il 2019, i numeri sono rilevanti e non li cambierò. Succede che viaggio in altre città, ma quando riesco a trovare un'altra attività parallela lì. Le lezioni, ad esempio, leggono o conducono corsi di formazione.

Se fornisco un numero di telefono, puoi chiamarmi. Succede che sono imbarazzati a chiamare, mi cercano sui social, per qualche motivo cercano di scoprire il mio secondo nome. Sii più semplice))) Se la domanda è breve, risponderò senza problemi. Se hai bisogno di consigli dettagliati, ti sarei grato per una sorta di ricompensa monetaria. La taglia è a tua discrezione. Quando sono in funzione o sono solo occupato, non rispondo, ma di solito richiamo. La chiamata è più affidabile, il messaggio può perdersi in tanti altri, non i più importanti. A volte un paio di dozzine di messaggi gocciolano per me in poche ore.

Sulle reali conseguenze dell'iniezione endovenosa di sperma

La curiosità non ha limiti e, per la sua soddisfazione, una persona esegue gli esperimenti più pericolosi. Ma difficilmente ci sono temerari che osano iniettarsi lo sperma per via endovenosa, poiché l'effetto di una procedura dubbia e malsana può essere il più inaspettato e tragico.

Vale la pena fare questo esperimento??

Nella medicina moderna non sono stati effettuati esperimenti con l'introduzione di sperma in una vena. Pertanto, i processi di interazione di due liquidi organici e le conseguenze sono ipotetici, basati su una base di conoscenza teorica.

Comune tra di loro

In confronto, lo sperma e il sangue hanno un'importante somiglianza: multicomponente. Entrambi i liquidi, essendo complessi, comprendono, come base, sostanze che hanno caratteristiche simili:

  1. Il sangue è costituito principalmente da plasma, integrato con elementi cellulari, e una soluzione acquosa, il cui contenuto quantitativo rimane costante.
  2. Lo sperma contiene solo una piccola quantità di sperma e la maggior parte è sperma, che nella sua composizione è vicino al plasma sanguigno e contiene inclusioni cellulari.

Con le caratteristiche elencate, la somiglianza di questi fluidi finisce. Differiscono non solo nell'aspetto, ma anche nello scopo. Se lo sperma è il principale responsabile della riproduzione, allora il sangue ha una "funzionalità" più avanzata, compreso il trasporto di ossigeno e sostanze nutritive in tutto il corpo, metabolismo tempestivo, omeostasi, ecc..

Perchè no?

Nonostante tutta l'assurdità della situazione, c'è chi vuole ottenere una risposta esatta alla domanda: "Perché è impossibile iniettare l'eiaculazione per via endovenosa?" Ci sono diverse risposte:

  1. Primo, è stupido iniettare un fluido biologico non sterile nel flusso sanguigno. Un tale esperimento è paragonabile alla somministrazione di saliva o urina per via endovenosa..
  2. In secondo luogo, lo sperma fresco si coagula, diventando viscoso. Se lo inietti in uno stato denso in una vena, puoi provocare una violazione del normale flusso sanguigno..

Ci sono una serie di ragioni per cui questo esperimento non dovrebbe essere eseguito..

Come qualsiasi altro mezzo proteico, l'eiaculato si liquefa entro 20-60 minuti. Ma anche dopo ciò, la sua introduzione nel flusso sanguigno non è consentita a causa della reazione specifica del sangue al fluido biologico estraneo.

Interazione di questi fluidi

Uno dei ruoli principali del sangue è proteggere il corpo da sostanze estranee.

Quando l'eiaculato entra nel flusso sanguigno, anche in forma liquefatta, gli spermatozoi sono percepiti come agenti estranei che richiedono distruzione.

Dopo l'introduzione dello sperma, i leucociti vengono prodotti attivamente nel flusso sanguigno: i difensori del sistema immunitario, attaccando i corpi estranei. Sullo sfondo di tali processi, una persona può avere un aumento della temperatura corporea, grave debolezza, brividi e mal di testa. Nel sito di iniezione si verificano iperemia e gonfiore estesi. Questa reazione dura da 1 a 2 giorni. Come risultato dell'interazione, gli spermatozoi muoiono e, essendo trasformati dal fegato, vengono gradualmente escreti dal corpo.

Effetti

Le conseguenze, così come l'interazione di questi fluidi, si basano solo sulla teoria. Date le proprietà dello sperma, si può presumere che i livelli di testosterone aumenteranno leggermente e per un breve periodo nelle donne. Questo può aumentare la libido per un breve periodo, che poi tornerà alla normalità. Lo sperma nel sangue non ha un tale effetto sugli uomini..

Inoltre, tutti dovrebbero sapere cosa succede se lo sperma viscoso viene iniettato per via endovenosa. Successivamente, si possono osservare le seguenti conseguenze:

  1. Reazioni allergiche, manifestate da prurito, arrossamento, orticaria, ecc..
  2. Embolia.
  3. Tromboflebite.
  4. Ipertermia.

Inoltre, questa procedura può causare un blocco temporaneo dei vasi sanguigni del cervello, che si autoelimina a causa della rapida diluizione dell'eiaculato e della sua vicinanza nella composizione al plasma sanguigno. Ciò porta a un malfunzionamento a breve termine del corpo e può essere accompagnato dallo sviluppo di un microstroke, che in ogni caso influirà negativamente sullo stato di salute in futuro..

Non importa come qualcuno voglia sapere cosa succederà se lo sperma viene iniettato in un'arteria o per via endovenosa, non dovresti eseguire questo esperimento, poiché è inutile e pericoloso.

Un minuto di un atto così avventato può rendere una persona uno storpio per sempre o addirittura togliersi la vita.

Cosa succede se l'urina viene iniettata in una vena

La curiosità non ha limiti e, per la sua soddisfazione, una persona esegue gli esperimenti più pericolosi. Ma difficilmente ci sono temerari che osano iniettarsi lo sperma per via endovenosa, poiché l'effetto di una procedura dubbia e malsana può essere il più inaspettato e tragico.

Nella medicina moderna non sono stati effettuati esperimenti con l'introduzione di sperma in una vena. Pertanto, i processi di interazione di due liquidi organici e le conseguenze sono ipotetici, basati su una base di conoscenza teorica.

In confronto, lo sperma e il sangue hanno un'importante somiglianza: multicomponente. Entrambi i liquidi, essendo complessi, comprendono, come base, sostanze che hanno caratteristiche simili:

  1. Il sangue è costituito principalmente da plasma, integrato con elementi cellulari, e una soluzione acquosa, il cui contenuto quantitativo rimane costante.
  2. Lo sperma contiene solo una piccola quantità di sperma e la maggior parte è sperma, che nella sua composizione è vicino al plasma sanguigno e contiene inclusioni cellulari.

Con le caratteristiche elencate, la somiglianza di questi fluidi finisce. Differiscono non solo nell'aspetto, ma anche nello scopo. Se lo sperma è il principale responsabile della riproduzione, allora il sangue ha una "funzionalità" più avanzata, compreso il trasporto di ossigeno e sostanze nutritive in tutto il corpo, metabolismo tempestivo, omeostasi, ecc..

Nonostante tutta l'assurdità della situazione, c'è chi vuole ottenere una risposta esatta alla domanda: "Perché è impossibile iniettare l'eiaculazione per via endovenosa?" Ci sono diverse risposte:

  1. Primo, è stupido iniettare un fluido biologico non sterile nel flusso sanguigno. Un tale esperimento è paragonabile alla somministrazione di saliva o urina per via endovenosa..
  2. In secondo luogo, lo sperma fresco si coagula, diventando viscoso. Se lo inietti in uno stato denso in una vena, puoi provocare una violazione del normale flusso sanguigno..

Ci sono una serie di ragioni per cui questo esperimento non dovrebbe essere eseguito..

Come qualsiasi altro mezzo proteico, l'eiaculato si liquefa entro 20-60 minuti. Ma anche dopo ciò, la sua introduzione nel flusso sanguigno non è consentita a causa della reazione specifica del sangue al fluido biologico estraneo.

Uno dei ruoli principali del sangue è proteggere il corpo da sostanze estranee.

Quando l'eiaculato entra nel flusso sanguigno, anche in forma liquefatta, gli spermatozoi sono percepiti come agenti estranei che richiedono distruzione.

Dopo l'introduzione dello sperma, i leucociti vengono prodotti attivamente nel flusso sanguigno: i difensori del sistema immunitario, attaccando i corpi estranei. Sullo sfondo di tali processi, una persona può avere un aumento della temperatura corporea, grave debolezza, brividi e mal di testa. Nel sito di iniezione si verificano iperemia e gonfiore estesi. Questa reazione dura da 1 a 2 giorni. Come risultato dell'interazione, gli spermatozoi muoiono e, essendo trasformati dal fegato, vengono gradualmente escreti dal corpo.

Le conseguenze, così come l'interazione di questi fluidi, si basano solo sulla teoria. Date le proprietà dello sperma, si può presumere che i livelli di testosterone aumenteranno leggermente e per un breve periodo nelle donne. Questo può aumentare la libido per un breve periodo, che poi tornerà alla normalità. Lo sperma nel sangue non ha un tale effetto sugli uomini..

Inoltre, tutti dovrebbero sapere cosa succede se lo sperma viscoso viene iniettato per via endovenosa. Successivamente, si possono osservare le seguenti conseguenze:

  1. Reazioni allergiche, manifestate da prurito, arrossamento, orticaria, ecc..
  2. Embolia.
  3. Tromboflebite.
  4. Ipertermia.

Inoltre, questa procedura può causare un blocco temporaneo dei vasi sanguigni del cervello, che si autoelimina a causa della rapida diluizione dell'eiaculato e della sua vicinanza nella composizione al plasma sanguigno. Ciò porta a un malfunzionamento a breve termine del corpo e può essere accompagnato dallo sviluppo di un microstroke, che in ogni caso influirà negativamente sullo stato di salute in futuro..

Non importa come qualcuno voglia sapere cosa succederà se lo sperma viene iniettato in un'arteria o per via endovenosa, non dovresti eseguire questo esperimento, poiché è inutile e pericoloso.

Un minuto di un atto così avventato può rendere una persona uno storpio per sempre o addirittura togliersi la vita.

  • COTTAGE (147)
  • BAMBINI (82)
  • AUTO (64)
  • PER DIARIO (23)
  • CAPODANNO (11)
  • PER NEONATI (9)
  • RICAMO (8)
  • ANIMALI (6)
  • ISTRUZIONI LEGALI (5)
  • IDEE REGALO (1)
  • PENSIERI INTELLIGENTI (40)
  • BIBLIOTECA (31)
  • VIDEO (75)
  • MAGLIERIA (805)
  • AMIGURAMI (40)
  • MODELLI (5)
  • BORSE (3)
  • VIDEO (2)
  • MUFFOLE, VISONI, GUANTI (11)
  • MAGLIERIA PER BAMBINI (177)
  • MAGLIERIA CASA (5)
  • MAGLIERIA DONNA (225)
  • MAGLIERIA UOMO (14)
  • GIOCATTOLI A MAGLIA (68)
  • COSTUMI DA BAGNO, INTIMO (23)
  • Pantofole, calzini, gambaletti (35)
  • TOP, GIACCHE (7)
  • SCIARPE, SCIALLE, MANISHKI, BACTS (39)
  • DISEGNO (52)
  • SALUTE (73)
  • INTERESSANTE (311)
  • COMPUTER (50)
  • MAGIA (32)
  • MASTER - CLASSE (54)
  • IL MIO (27)
  • ISTRUZIONE (90)
  • ABBIGLIAMENTO PER CANI E GATTI (9)
  • POSITIVO (33)
  • UTILI (462)
  • DIMAGRANTE (89)
  • VACANZE (61)
  • PSICOLOGIA (268)
  • VARIE (34)
  • RICETTE (1069)
  • FORNO (224)
  • CONSIGLI DI CUCINA (15)
  • VIDEO RICETTE (4)
  • SPUNTINI (58)
  • CONSERVAZIONE (40)
  • BEVANDE (29)
  • INSALATE (135)
  • ZUPPE (17)
  • Artigianato (306)
  • Perline (34)
  • VERSI (53)
  • CUCITO (136)
  • GIOCATTOLI MORBIDI (4)
  • UMORE (56)

COSA SUCCEDERÀ SE INSERITO INSERTO INSERITO?

Cosa succede se ti togli la tuta spaziale su Marte?

195 nm. La luce ultravioletta di tale durezza è distruttiva per tutta la vita terrena. I medici usano consapevolmente le lampade UV per disinfettare i locali.

I buchi neri sono senza dubbio alcuni dei luoghi più misteriosi dell'universo. I buchi sono così massicci da distorcere terribilmente lo spazio e il tempo, sono così densi che i loro centri sono chiamati "punti di infinito" e sono neri come la pece - perché anche la luce intensa non può attraversarli. Non sorprende che molte persone si chiedano cosa succederà se li colpisci. E a quanto pare, viaggiare in uno dei buchi neri non sarà affatto come una vacanza estiva. "Se dovessi tentare di entrare in un buco nero, il tuo corpo molto probabilmente assomiglierebbe al 'dentifricio che viene spinto fuori da un tubo'", dice Charles Louis, un astrofisico che lavora all'Hayden Planetarium dell'American Museum of Natural History. Louis spiega che quando un oggetto attraversa il cosiddetto "orizzonte degli eventi" di un buco nero - il suo confine esterno, o, come viene anche chiamato, il punto di non ritorno - la stessa fisica che causa le maree oceaniche sulla Terra inizia ad avere effetto. La forza di gravità diminuisce con la distanza, quindi l'attrazione lunare, quando la Luna è più vicina alla Terra, è leggermente più attiva dell'attrazione durante la fase distante e, di conseguenza, agisce sulla Terra, allungando la sua certa regione gravitazionale verso la Luna. La terra stessa è forte, quindi non si muove a causa della gravità della luna, ma l'acqua sulla superficie terrestre è liquida e si diffonde lungo l'asse allungato della regione gravitazionale. "Questa è l'interazione della fase lunare con le maree", ha detto. Vicino a un buco nero, più o meno delle dimensioni della Terra, le forze periodiche della natura sono amplificate in proporzioni incredibili. “Se salti prima con la testa in un buco nero, la tua corona subirebbe molta più gravità della punta dei tuoi piedi. Un tale effetto ti farebbe allungare sempre di più ", afferma Sir Martin Rees, astrofisico britannico. "Alla fine, ti trasformerai in un flusso di particelle subatomiche che verranno risucchiate in un buco nero." Poiché il tuo cervello si dividerebbe quasi immediatamente nei suoi atomi costituenti, molto probabilmente non sarai in grado di ammirare il paesaggio circostante dopo aver varcato la soglia di un buco nero delle dimensioni della Terra. Tuttavia, se sei un turista ostinato e sicuramente vuoi provare le tue sensazioni quando visiti un'anomalia spazio-temporale, ti consigliamo di trovare buchi più grandi. I grandi buchi neri hanno molte meno superfici critiche. “Se avessi un buco nero delle dimensioni del nostro sistema solare, le forze periodiche sull '“ orizzonte degli eventi ”non sono abbastanza forti da smaterializzarti istantaneamente. In questo modo puoi effettivamente mantenere la tua tensione ", ha detto Louis. In questo caso, potresti sperimentare direttamente l'effetto della curvatura dello spaziotempo predetta dalla teoria della relatività generale di Einstein. “Prima di tutto, quando cadi in un buco nero, ti stai avvicinando alla velocità della luce. Pertanto, più velocemente ti muovi nello spazio, più lentamente ti muovi nel tempo ", ha detto. “Inoltre, prima di cadere, ci sono cose che sono cadute nel buco nero di fronte a te e che stanno vivendo molta più" confusione temporale "di te. Quindi, guardando nel buco, vedrai ogni oggetto che lo ha penetrato in passato. E, allo stesso modo, se guardi indietro, sarai in grado di vedere tutto ciò che passerà nel buco nero dopo di te ". Secondo questa teoria, alla fine arriverete in un luogo dove potrete vedere l'intera storia - dal "Big Bang" al lontano futuro - allo stesso tempo.

Non è un brutto modo per penetrare i grandi segreti dell'universo...

I medici si interessarono alla possibilità di trasfusioni di sangue solo a metà del XVII secolo, ma vari tipi di iniezioni, anche in vena, furono eseguite anche durante il tempo di Ippocrate, descritto in dettaglio nelle sue numerose opere su argomenti medici. Nonostante il livello primitivo della medicina a quel tempo (per gli standard moderni), anche allora gli Esculapiani sapevano che l'aria in una vena poteva causare conseguenze minacciose per la salute e talvolta la morte, ma finora l'umanità non ha escogitato mezzi più efficaci per somministrare medicinali e fluidi biologici rispetto alle solite iniezioni e contagocce.

Questo stato di cose è dovuto alla disponibilità di contagocce e siringhe, alla loro efficacia, facilità d'uso e relativa sicurezza. Non è assoluto, non a causa di un errore tipografico dell'autore, ma a causa di una serie di fattori oggettivi. Uno dei più significativi è la possibilità che l'aria entri nel flusso sanguigno durante il processo di iniezione. Nessun mammifero può vivere senza ossigeno, ma la sua presenza in una vena e all'interno del sistema sanguigno umano può causare complicazioni molto gravi, anche irreparabili. Questo articolo si concentrerà sulla natura dei processi distruttivi causati dall'ingresso di aria in una vena, le loro conseguenze e le misure preventive progettate per prevenire la situazione..

Ogni studente di medicina di qualsiasi livello di accreditamento sa fin dai primi anni che prima di eseguire un'iniezione, assicurarsi che non ci sia aria nell'ago, nella siringa o nel contagocce. Deve essere spostato dal fluido prima di essere iniettato in vena, cosa che ogni operatore sanitario deve garantire prima di iniziare la procedura. Ignorare questa regola indica una mancanza di qualifiche da uno specialista o un banale fattore umano, a causa del quale può essere commesso un errore potenzialmente fatale. L'aria quando iniettata in una vena può penetrare all'interno solo a causa dei fattori di cui sopra.

Le situazioni in cui l'aria è intrappolata in una vena sono chiamate embolia nella letteratura medica. Accadono estremamente raramente, ma se lo fanno, può accadere quanto segue nel corpo:

  • Blocco della nave. La probabilità di un tale risultato è più alta nelle persone con placche aterosclerotiche e ipertensione. In entrambi i casi, la pervietà dei vasi è ridotta, il che aumenta la probabilità di blocco.
  • Allungamento degli atri. L'aria che è entrata nel sistema circolatorio e raggiunge liberamente il miocardio viene raccolta nella parte destra del miocardio, da dove non può uscire liberamente. Se la sua quantità è abbastanza elevata, si verifica uno stiramento del tessuto muscolare, che ha un effetto estremamente negativo sul lavoro del cuore, provocando aritmie, convulsioni e disfunzioni più gravi
  • Esito fatale. Si verifica quando un volume d'aria esorbitante (da venti cubi) viene iniettato in una vena. La probabilità che si verifichi è notevolmente aumentata nelle persone con malattie cardiovascolari.

Nonostante il fatto che la possibilità di penetrazione dell'aria nel sistema circolatorio durante un'iniezione endovenosa o l'impostazione di un contagocce non possa essere completamente esclusa, i medici assicurano che il suo volume non sarà in grado di causare danni tangibili a una persona sana. Le conseguenze pericolose sono irte solo con l'introduzione deliberata di una quantità impressionante di aria o la sua penetrazione accidentale durante interventi chirurgici, lesioni, parto, in altre situazioni di emergenza.

Se è stato commesso un errore, non è sempre visibile visivamente. Se, dopo l'iniezione, compaiono i seguenti segni, è possibile con un alto grado di probabilità presumere che sia arrivato lì:

  • Sensazioni dolorose al petto. Si verifica quando il miocardio manca di afflusso di sangue a causa di un'ostruzione nel sistema circolatorio sotto forma di aria
  • Grumi, lividi nel sito di puntura dal contagocce. Segni indiretti, ma abbastanza spesso accompagnano l'aereo
  • Debolezza, stordimento, annebbiamento della coscienza. Ci sono momenti in cui la vescicola blocca la vena che alimenta il cervello
  • Vena gonfia, intorpidimento degli arti (più spesso le braccia). Questa condizione si verifica se la bolla non si sposta nel muscolo cardiaco, ma è bloccata all'ingresso di un flusso sanguigno più stretto (la cui dimensione è congenita o acquisita)
  • Respiro sibilante al petto, mancanza di respiro, calo della pressione sanguigna, aumento della frequenza cardiaca, aritmia. I sintomi possono indicare che l'aria, essendo passata attraverso il sistema circolatorio, è entrata nel miocardio

Se un incidente si è verificato in un ospedale, il personale medico deve agire immediatamente per evitare che si verifichino conseguenze negative. Questi includono:

  • Emostasi. Viene eseguito eseguendo un intervento chirurgico. Progettato per rimuovere chirurgicamente l'aria dal sistema
  • Inalazione di ossigeno. Aiuta a dissolvere una bolla d'aria (o più bolle) nel sangue
  • Esposizione alla soluzione salina. Le navi presumibilmente danneggiate sono esposte ad esso
  • Sessioni in camera a pressione. Promuove la normalizzazione della pressione sanguigna, la dissoluzione dell'aria all'interno del miocardio e nella vena
  • Aspirazione dell'aria. Se la sua posizione è localizzata, l'aria viene pompata fuori dalla vena insieme al sangue.
  • Terapia farmacologica. Al paziente vengono mostrati farmaci che stimolano il lavoro del sistema cardiovascolare, normalizzano la pressione sanguigna, il polso e le dimensioni delle vene, è possibile utilizzare un contagocce per l'iniezione
  • Farmaci steroidei. Sono indicati nei casi di edema cerebrale, provocato dalla penetrazione di aria nel sangue.

Se l'aria è entrata in una vena a casa, è necessario contattare immediatamente un professionista qualificato chiamando un'ambulanza. Prima che arrivi, è necessario rimuovere il contagocce e prendere una posizione comoda. Se la vena è gonfia, ha senso stringerla eccessivamente per evitare che l'aria entri nel miocardio.

Nella letteratura medica, le vene sono classificate come vasi sanguigni che forniscono un collegamento di trasporto per il flusso sanguigno da tutti gli organi vitali al miocardio. La loro importanza per il corpo non può essere sottovalutata. Per non dare al contagocce l'opportunità di danneggiarli e danneggiare il corpo consentendo all'aria di entrare nei vasi, è necessario attenersi a semplici regole quando si esegue qualsiasi tipo di iniezioni in una vena:

  • Utilizzare solo siringhe e sistemi funzionanti. I dispositivi di alta qualità non consentono all'aria di entrare nelle navi non autorizzate
  • Identificare e osservare le date di scadenza delle forniture mediche. È inaccettabile utilizzare un contagocce o una siringa scaduti
  • Rimuovere completamente l'aria dalla siringa. Devi controllare il contagocce non meno scrupolosamente. Prima che l'ago entri nella vena, rilascia un po 'di medicinale. Il liquido sposterà le bolle

L'installazione dei contagocce dovrebbe essere affidata solo a professionisti qualificati, idealmente se la procedura verrà eseguita in ambiente ospedaliero. Se ciò non è possibile, seguire le linee guida precedenti e rimuovere l'aria dai dispositivi medici prima che il catetere o l'ago entrino nella vena. Quindi salverai i vasi sanguigni dai danni, ma prevenirai anche conseguenze negative..

Le complicazioni dopo iniezioni endovenose possono essere sia minori che piuttosto gravi. Le conseguenze dipendono solo dalle qualifiche del personale medico. Un'infermiera esperta di solito non commette errori gravi, ma non è immune da piccole sviste. Allora cosa può succedere, quali sono le complicazioni generali da iniezioni endovenose e come agire per il paziente in queste situazioni?

In medicina, il termine "iniezione endovenosa" ha un sinonimo - "puntura venosa". Questo è il nome dell'introduzione di un ago cavo attraverso la pelle nel lume della vena. Questa manipolazione viene assegnata nei seguenti casi:

  • quando è necessario iniettare farmaci in una vena;
  • quando un paziente richiede una trasfusione di sangue o sostituto del sangue;
  • quando è necessario prelevare sangue per analisi o eseguire salassi.

In altri casi, al paziente vengono prescritte iniezioni intramuscolari..

Se un'iniezione endovenosa non riesce da parte di un operatore sanitario, le complicazioni possono essere le seguenti:

  • livido, o meglio, un ematoma nella zona dell'iniezione;
  • gonfiore nel sito di venipuntura;
  • trombosi e infiammazione della parete venosa (tromboflebite);
  • embolia del petrolio;
  • embolia gassosa.

C'è anche una complicazione che non dipende dall'abilità dell'infermiera. Si tratta di una reazione allergica.

Un livido nel sito di una puntura venosa appare abbastanza spesso. Ciò significa che l'iniezione IV, le cui complicanze sono discusse qui, non è stata eseguita correttamente. Molto probabilmente, l'ago ha perforato entrambe le pareti della vena. Ma a volte un ematoma appare con una corretta manipolazione. Ciò accade se il paziente ha ignorato le raccomandazioni e non ha premuto il sito di iniezione per diversi minuti.

Se un operatore sanitario vede che si sta formando un ematoma nel sito della venipuntura, di solito agisce come segue:

  • interrompe l'iniezione del farmaco nella vena lesa;
  • estrae l'ago;
  • preme il sito di iniezione con un batuffolo di cotone sterile, che viene immerso in una soluzione disinfettante;
  • applica una compressa riscaldante o una pomata eparinica al sito di iniezione fallito.

Solo dopo, prendendo una nuova siringa, l'infermiera ripeterà la venipuntura in un'altra vena.

La medicina tradizionale in caso di ematoma nel sito di iniezione endovenosa consiglia un impacco con una foglia di cavolo.

Se l'iniezione endovenosa non è stata eseguita correttamente, le complicazioni possono manifestarsi sotto forma di gonfiore intorno al sito di iniezione. Ciò significa che l'ago non è entrato o uscito dal lume della vena. Come risultato di questo errore, il farmaco entra nel tessuto sottocutaneo circostante. In questo caso, l'operatore sanitario non rimuove l'ago, ma prima aspira il liquido iniettato con una siringa. Successivamente, il sito di iniezione deve essere premuto con un batuffolo di cotone e solo allora rimuovere l'ago.

Se il cloruro di calcio o gli agenti di contrasto a raggi X vengono iniettati per via endovenosa, la necrosi dei tessuti può iniziare nel sito del gonfiore. In questo caso, l'operatore sanitario deve interrompere la somministrazione del farmaco, rimuovere rapidamente l'ago e pungere l'area interessata con il farmaco consigliato dal medico. Di solito è una soluzione di adrenalina o novocaina. Una benda di pressione e il freddo vengono applicati sulla zona interessata. Il terzo giorno, puoi applicare impacchi semi-alcolici.

A seguito di una somministrazione errata del farmaco durante la puntura venosa, può svilupparsi un'infiammazione delle pareti interne del vaso, seguita dalla formazione di un trombo nel lume della vena. Questa malattia è chiamata tromboflebite. Questo problema può sorgere se si introducono rapidamente alcuni farmaci (cloruro di calcio, "Doxycycline", glucosio). Cosa fare per evitare complicazioni dopo l'iniezione endovenosa? Prevenzione e stretta aderenza all'algoritmo della procedura: questo è ciò a cui il personale medico dovrebbe prestare attenzione.

Per non provocare la comparsa di tromboflebiti, è necessario ricordare che le iniezioni endovenose spesso non possono essere somministrate in una vena. Inoltre, dovresti scegliere una siringa con un ago appuntito, poiché un ago smussato ferisce maggiormente i tessuti.

I sintomi della tromboflebite si manifestano sotto forma di dolore nel sito di iniezione, iperemia della pelle e accumulo di infiltrato nell'area della vena. Possono verificarsi basse temperature. Il paziente deve essere visitato da un medico. Può prescrivere un unguento con eparina per impacchi e molto probabilmente consiglierà di limitare la mobilità degli arti..

Esistono problemi molto più complessi che possono essere causati da un'iniezione endovenosa eseguita in modo improprio. Possibili complicazioni possono persino minacciare la vita del paziente. Questa è un'embolia da petrolio. Per ogni evenienza, decifreremo il significato di questo termine. Un'embolia è un blocco dei vasi sanguigni da parte di piccoli emboli estranei (particelle) o bolle di gas. Trasporta queste particelle o bolle alla linfa e al sangue.

Complicazioni di iniezioni endovenose, che sono chiamate embolia da olio, possono verificarsi solo quando una preparazione di olio viene iniettata per errore in un vaso, se l'ago cade accidentalmente nel suo lume durante l'iniezione intramuscolare. Le soluzioni oleose per via endovenosa non vengono mai prescritte! Gli emboli oleosi finiscono gradualmente nell'arteria e la ostruiscono, interrompendo la nutrizione dei tessuti. Di conseguenza, si sviluppa la necrosi. Allo stesso tempo, la pelle si gonfia, diventa rossa o diventa rosso-cianotica. Le temperature locali e generali stanno aumentando. Se le particelle di olio finiscono in una vena, vanno alla deriva nei vasi polmonari. Di conseguenza, il paziente ha un attacco di soffocamento, inizia a tossire, la metà superiore del corpo diventa blu, c'è un senso di oppressione al petto.

Tutti i metodi di trattamento per questa complicanza mirano ad eliminare il blocco del lume vascolare. Non auto-medicare con questo problema in modo categorico! Se la soluzione oleosa viene introdotta in modo errato a casa, il paziente viene portato urgentemente in ambulanza in ospedale..

Il personale medico deve comprendere che ha una seria responsabilità nella somministrazione di soluzioni oleose. Le complicanze dell'iniezione e la loro prevenzione sono considerate e studiate in tutte le istituzioni educative mediche.

Può verificarsi un'embolia gassosa se il medico non ha rimosso la bolla d'aria dalla siringa prima della venipuntura. I sintomi di questa complicanza compaiono molto più velocemente rispetto all'embolia oleosa..

Le iniezioni endovenose, le cui complicanze sono piuttosto spiacevoli e talvolta mortali, mirano ad aiutare il paziente. Sono nominati secondo necessità e non dovresti aver paura di questi appuntamenti. È importante non fidarsi della manipolazione degli autodidatti, ma avvalersi dei servizi di infermieri qualificati.

Di recente ho dovuto pompare il farmaco.
Quando sono arrivato, era già svenuto da 5 minuti e la sua faccia era blu (asfissia).
Il suo "amico" mi ha puntato una siringa, dicendomi di prendere dell'acqua e iniettargli una flebo. Molti dicono di sì.
Essno non l'ho fatto. Ho dovuto fargli una richiesta. respiro. Diventò immediatamente rosa.
Ho dovuto fare circa 10 minuti fino a quando non ho avuto il respiro sibilante.
Odio le fottute droghe.

Ma è sorta la domanda: è davvero possibile far passare l'acqua nella vena.
Il mio classico miele. la conoscenza non mi ha permesso di farlo.

  • flooder in legge
  • Mosche spagnole

teterinag (25 febbraio 2005, 13:36):

  • Maestro dell'Ordine del Male

teterinag (25 febbraio 2005, 13:36):

  • Conosco i miei difetti e li combatto con coraggio.

I protosi sono un focolaio di pervertiti, fornicatori e altri fanatici LGBT, una persona normale si vergogna di leggere più di 3 righe lì (c) evgenis

Ho un grande cuore di vitello. Guida il sangue caldo attraverso vene potenti

  • Maestro dell'Ordine del Male
  • venerabile teronosauro
  • Conosco i miei difetti e li combatto con coraggio.

teterinag (25 febbraio 2005, 15:30):

I protosi sono un focolaio di pervertiti, fornicatori e altri fanatici LGBT, una persona normale si vergogna di leggere più di 3 righe lì (c) evgenis

Ho un grande cuore di vitello. Guida il sangue caldo attraverso vene potenti

  • venerabile teronosauro
  • Conosco i miei difetti e li combatto con coraggio.

I protosi sono un focolaio di pervertiti, fornicatori e altri fanatici LGBT, una persona normale si vergogna di leggere più di 3 righe lì (c) evgenis

Ho un grande cuore di vitello. Guida il sangue caldo attraverso vene potenti

  • venerabile teronosauro
  • Conosco i miei difetti e li combatto con coraggio.

I protosi sono un focolaio di pervertiti, fornicatori e altri fanatici LGBT, una persona normale si vergogna di leggere più di 3 righe lì (c) evgenis

Ho un grande cuore di vitello. Guida il sangue caldo attraverso vene potenti

  • venerabile teronosauro
  • Vice direttore della tipografia "Print"

Eh. Fumare qui:
1. Corso di fisica per università mediche. Sezione di idrodinamica.
2. Corso di fisiologia normale. Nello stesso posto.
3. Corso di fisiologia patologica. Nello stesso posto.
4. Il corso di rianimazione. Nello stesso posto.

Te lo dico subito. I problemi possono sorgere in modi diversi, a seconda della purezza batteriologica e chimica, del volume e del pH dell'acqua iniettata. Il problema principale è la pressione osmotica. Non è per niente che TUTTE le soluzioni "standard" somministrate per via endovenosa hanno una pressione osmotica approssimativamente uguale a quella del sangue.

Quindi non giocherellare con la stoltezza.

Off-top: io stesso sono stato in tali situazioni, purtroppo, più di una volta (cioè accanto a un tossicodipendente con asfissia, senza avere alcuna attrezzatura per l'assistenza medica). Lo consiglierò cinicamente: se non c'è arresto respiratorio, NON eseguire la respirazione artificiale. Girati di lato, libera la cavità orale dal vomito (con attenzione! Meglio con guanti o dita nel preservativo - ma non salire lì "senza protezione"), chiama un'ambulanza, controlla le sue condizioni. Puoi lasciarlo respirare attraverso un panno inumidito con alcool ("antischiuma"). Ma non impegnarti in attività amatoriali con iniezioni endovenose - l'omicidio colposo verrà ricucito più tardi - ti stancherai delle scuse.
Se qualche idiota ha deciso di morire a causa della droga, questo non significa che mentre si salva la sua vita inutile dovresti rischiare di contrarre l'HIV, l'epatite B / C / D, ecc. Se questa volta ha raggiunto un tale sovradosaggio, allora arriverà il prossimo - solo che potrebbe non esserci nessuno nelle vicinanze. È già morto, il resto è questione di tempo. Non è necessario affrettare la propria morte aiutandolo (se questo non fa parte dei propri doveri professionali).

Il post è stato modificato Varog: 25.02.2005 - 17:07

Autore: Pavel Zaitsev - Consulente medico del PAR

Hey. A volte tutti noi affrontiamo conseguenze diverse dell'uso, dell'abuso e talvolta del mancato uso di droghe. Queste sono le cosiddette "complicanze post-iniezione" - le conseguenze di iniezioni non riuscite: ascessi, flemmone, trombosi, ulcere trofiche, ecc. In quasi tutti i casi descritti di seguito, è necessaria l'assistenza medica, ma forse oggi non hai la forza, il tempo o non credi nella capacità del sistema sanitario di aiutarti nella tua situazione.

È per questo caso che abbiamo fatto questo promemoria. Con il suo aiuto, puoi capire meglio cosa sta succedendo al tuo corpo e cosa fare in caso di complicazioni post-iniezione. Abbiamo raccolto qui la cosa principale: cosa può aiutare te ei tuoi amici in queste situazioni. Ma se non aiuta, allora è assolutamente necessario un medico!

Se hai domande o hai bisogno di aiuto, chiamaci (Fondazione Andrey Rylkov): 8-926-887-90-87. In caso di dubbio, chiama un'ambulanza: numero unico di soccorso 112.

Le principali complicanze dell'uso di droghe per via endovenosa e le loro manifestazioni

Trombosi: la formazione di uno o più coaguli di sangue sulla parete di una vena con un restringimento del lume della vena fino al blocco. Si manifesta sotto forma di formazioni dense lungo la vena, moderatamente dolorose quando vengono premute, più spesso sulle gambe dopo le iniezioni nelle vene di quest'area. Pericoloso: a) blocco completo della vena e sviluppo di un'ulcera trofica con necrosi dell'area da cui il sangue scorre attraverso la vena interessata; b) separazione di un coagulo di sangue con conseguente blocco dei vasi dei polmoni - una complicazione che minaccia la vita.

La tromboflebite è un'infiammazione della parete venosa, alla quale sono attaccati i coaguli di sangue. Di regola è di natura infettiva (iniezioni "sporche") e si sviluppa più rapidamente con ripetute iniezioni nelle vene affette da trombosi e tromboflebite. Si manifesta con dolore acuto, indurimento, febbre locale e arrossamento lungo l'intero decorso della vena colpita. Pericoloso: vedi trombosi più possibile sepsi.

Un ascesso è una cavità nei tessuti molli delimitata dalla sua parete, piena di pus. Si manifesta nella fase iniziale per compattazione (infiltrazione), arrossamento della pelle sopra l'infiltrato, indolenzimento e con ulteriore sviluppo - un aumento di questi sintomi, un aumento della temperatura generale, "soffocamento" e fluttuazioni del fluido quando viene premuto. Esito di un ascesso maturo: una svolta nella cavità più vicina - all'esterno o negli organi e nelle cavità interne, che è estremamente pericolosa.

Phlegmon: la presenza di pus nello spessore dei tessuti molli, non delimitato da essi. Si manifesta con dolore acuto, gonfiore, febbre. Pericoloso per lo "scioglimento" purulento di nervi, vasi sanguigni, muscoli, ossa - tutto ciò con cui il pus viene a contatto, così come la penetrazione dell'infezione nel sangue - sepsi.

Ulcera trofica: danno non cicatrizzante alla pelle e ai tessuti situati sotto di esso, causato da una nutrizione tissutale insufficiente a causa di una ridotta circolazione sanguigna: di regola, trombosi / tromboflebite delle vene e, di conseguenza, scarso deflusso di sangue e incapacità di fornire sangue fresco. Manifestazione: i bordi dell'ulcera sono sciatti, minati, si alzano sopra il livello della pelle; la pelle è cianotica con una fioritura grigiastra, secrezione sanguinolenta o purulenta con uno sgradevole odore putrido trasuda dall'ulcera. A causa della cattiva circolazione, il paziente sente freddo alle gambe, il piede diventa cianotico e si gonfia. Pericoloso: necrosi dei tessuti profondi fino all'osso, cancrena e perdita di un arto.

Cosa puoi fare da solo mentre il medico / paramedico non è disponibile?

  • mezza compressa di Aspirina (o un altro farmaco di acido acetilsalicilico, ad esempio ACC trombotico) al giorno - per fluidificare il sangue. Migliore aspirina solubile o polvere da una compressa frantumata, lavata con acqua e rigorosamente dopo i pasti. l'uso dell'aspirina può portare a ulcere gastriche;
  • benda con una benda elastica dal basso verso l'alto la gamba dal tallone e fissala appena sopra il punto in cui si è formato il coagulo di sangue. La benda non dovrebbe essere eccessivamente stretta;
  • osservare il riposo a letto (le gambe dovrebbero essere in una posizione elevata). Con miglioramento - un tale regime per dormire e riposare;
  • applicare un unguento con eparina (gel: Lioton Hepatrombin; pomata eparina) o unguento troxevasin 2 volte al giorno in questo modo: unguento + tovagliolo di carta + benda sciolta di benda elastica.
  • un impacco da unguento eparinico o troxevasin deve essere applicato secondo lo schema descritto sopra;
  • non è necessario stringere con una benda elastica.
  • se la zona di formazione del trombo va oltre, aumenta, è necessario consultare un medico. Quando la progressione della malattia si è interrotta e la condizione migliora, è possibile continuare il trattamento a casa.

Tromboflebite

Si esegue lo stesso trattamento della trombosi (vedi sopra). Inoltre, al mattino è necessario fare un impacco di vodka direttamente sul sito dell'infiammazione: diversi strati di garza vengono inumiditi con vodka, sopra viene applicata una plastica (sacchetto, pellicola) e viene realizzata una benda sciolta. Si sconsiglia di utilizzare alcol puro. Di notte viene applicato un impacco di unguento eparina o troxevasin. È anche importante bere un corso (2 confezioni) di capsule di Troxevasin (3 volte al giorno, 1 capsula).

Se una parte del farmaco viene "soffiata via" (iniettata oltre la vena), è necessario applicare una griglia di iodio al sito di iniezione entro 1 ora (una griglia viene tracciata sul sito della lesione con una soluzione alcolica di iodio). Una rete di iodio è uno dei pochi rimedi che prevengono gli ascessi, ma solo se applicata subito dopo "soffiatura".

Se, tuttavia, si sviluppa un ascesso, cioè si è formato un infiltrato nel sito di iniezione (arrossamento e ispessimento dei tessuti), è necessario utilizzare antibiotici dopo aver consultato un operatore sanitario. Se questo non aiuta - l'ascesso si forma e il pus appare nel sito dell'infiltrato - allora l'ascesso viene aperto (solo i medici!), Oppure aspettano che si rompa da solo.

L'uso del linimento Vishnevsky o dell'unguento di ittiolo contribuisce alla rottura precoce dell'ascesso e l'uso dell'unguento è necessario fino a quando il pus non esce. Se non ci sono medicinali, è possibile utilizzare compresse con foglia di cavolo (purè) o cipolle al forno. Quando il pus smette di uscire, puoi applicare un unguento / polvere per streptocide o miramistina e altri antisettici.

Nel caso in cui non ci sia sfondamento per cinque o sei giorni o che il pus fuoriesca per diversi giorni, la temperatura corporea rimane alta e l'edema aumenta: è urgente consultare un chirurgo.

Se sospetti di flemmone - solo una visita urgente dal medico, puoi chiamare un'ambulanza. Non puoi esitare!

Ulcera trofica

Lavaggio quotidiano dell'ulcera con antisettici (2-3 volte al giorno): Miramistina, acqua ossigenata, clorexidina.

Dopo aver lavato le ferite: utilizzando pomate antimicrobiche (Levomekol), polveri (Streptocid), medicazioni (Parapran) più bendaggio; o unguenti / medicazioni per la guarigione delle ferite con balsamo peruviano (Branolind N) - tagliare lungo il contorno dell'ulcera, attaccarvi e bendare.

Trattamento OBBLIGATORIO della malattia sottostante: vedi trombosi, tromboflebite o la sua ricerca (esame per diabete, endoarterite, ecc.).

Fonte: terzo numero del quotidiano farmaceutico indipendente "Shlyapa e Bayan"

Categorie: Riduzione del danno | Tag: accesso alle cure, tossicodipendenti, riduzione del danno, fondazione, Hat e Bayan |

Informazioni utili per chi ha intenzione di lasciare un commento su alcuni materiali pubblicati sul sito della Fondazione. Andrey Rylkov.

In qualche modo è successo che quando si parla di argomenti relativi a determinati gruppi minoritari (cioè gruppi svantaggiati per stato sociale, istruzione, occupazione, assistenza medica e diritti politici, ad esempio, tossicodipendenti, persone che vivono le persone con HIV, le lavoratrici del sesso, le persone gay, ecc.) le persone (di solito non appartenenti personalmente a questi gruppi) non possono frenare le loro emozioni e rimanere calme e obiettive. Purtroppo spesso queste emozioni, e quindi affermazioni, hanno una connotazione negativa. E quando la discussione si svolge su Internet, allora a quanto pare agli utenti sembra che nulla limiti la loro "libertà di pensiero", e spesso si lasciano esprimere in una forma in cui si vergognerebbero di esprimere i propri pensieri dal vivo.

Tuttavia, sul nostro sito, monitoriamo l'osservanza della decenza della comunicazione da parte degli utenti, quindi prima di lasciare i tuoi commenti - leggi i requisiti di seguito, in modo da non essere sorpreso in seguito perché il tuo commento non è mai stato pubblicato.

Requisiti per i commenti

Se nel commento esprimi la tua posizione personale in relazione a qualcosa, ti preghiamo di indicarlo. Ad esempio, non "la terapia sostitutiva è malvagia e non può essere approvata in Russia", ma "credo (secondo me, mi sembra, ecc.) Che la terapia sostitutiva sia malvagia, ecc." Parla per te stesso, non per le altre persone.

Se nel commento esprimi la tua posizione e la presenti come una sorta di informazione "generalmente riconosciuta", o la tua posizione è basata su alcuni dati a te noti, o queste non sono affatto le tue conclusioni - supporta le tue parole con riferimenti a dati oggettivi, preferibilmente scientificamente validi, o anche se alla fonte delle tue informazioni. Ad esempio, non "I programmi di metadone testati in paesi diversi, in pratica, hanno portato più danni che benefici", ma "secondo questi e tali dati (collegamento alla fonte), i programmi di metadone testati in questi paesi, ecc..d. ". Non essere infondato.

Cerca di rispettare l'opinione degli altri utenti e, se non sei d'accordo con lui, non passare alla comunicazione in chiave "un pazzo è un pazzo se stesso", ma cerca di convalidare oggettivamente la tua posizione e mostrare gli svantaggi della posizione del tuo avversario.

Ciò che è fortemente sconsigliato come commenti e verrà rimosso nella fase di anteprima:

- linguaggio osceno e abusi contro chiunque
- dichiarazioni di natura razzista, nazionalista e discriminatoria in relazione a qualsiasi gruppo sociale
- chiede la violenza contro chiunque
- pubblicità, inclusi metodi di trattamento per tutto ciò che non è generalmente riconosciuto e scientificamente valido
- informazioni personali come indirizzi e-mail e postali, numeri di telefono, lasciati a fini pubblicitari
- informazioni illeggibili o informazioni in lingue non note agli amministratori e che, di conseguenza, non possono essere preventivamente valutate

Inoltre, molto probabilmente, verranno eliminati i commenti che non sono relativi all'argomento del materiale in discussione o in generale all'argomento del sito..

Cosa è scoraggiato, ma meno categorico:

- commenti anonimi
Se decidi di lasciare un commento, prenditi la briga di identificarti in qualche modo, il personaggio anonimo non ti caratterizza nella luce migliore e, in generale, presentarti ai tuoi interlocutori è una buona forma

- nomi utente che sono parole oscene
Certo, l'autocritica è affar tuo, ma è meglio che non lo fai in pubblico

- commenti estremamente emotivi che sono sull'orlo di commenti che sono fortemente scoraggiati (vedere la sezione precedente). Eliminare o lasciare tali commenti è a discrezione dell'amministrazione del sito

- monitorare il rispetto dei punti di cui sopra da parte degli utenti

- garantire la riservatezza degli indirizzi di posta elettronica delle persone che lasciano i propri commenti sul sito

- a volte possono correggere i commenti degli utenti in base alla loro componente grammaticale (se tutto è veramente brutto), ma questa non è una loro responsabilità

- avere il diritto di apportare modifiche a queste regole e agire in un caso particolare a propria discrezione (la direzione dell'organizzazione monitorerà la legalità delle proprie azioni)

La ricerca presentata in questo rapporto aveva lo scopo di esaminare i meccanismi specifici utilizzati da persone che ritengono che il proprio consumo di droga non sia molto problematico. L'obiettivo principale di questo lavoro era raccogliere dati sull'esperienza delle persone che fanno uso di droghe in un modo cosiddetto "controllato", "meno problematico", per sistematizzarle e sviluppare una serie di raccomandazioni da utilizzare successivamente nelle componenti educative e di consulenza dei programmi HR in Russia o altri. paesi.

I programmi di riduzione del danno spesso non riescono a raggiungere le persone che si iniettano droghe perché enfatizzano troppo il rischio di infezione. Più spesso le persone sono motivate ad utilizzare pratiche di consumo sicuro di droghe non dalla paura di contrarre infezioni virali, ma dal desiderio di prendere una dose senza problemi e divertirsi.

Da maggio 2009, i servizi di riduzione del danno sono stati forniti in Kosovo come parte del progetto per la prevenzione dell'HIV tra le popolazioni più a rischio finanziato dal Fondo globale. Alla fine di dicembre 2010, i servizi di prevenzione dell'HIV (consulenza e test volontari / VCT, programmi con aghi e siringhe / NEP, servizi medici e psicosociali) erano stati ricevuti da 3.660 IDU e PN.

Probabilmente, almeno una volta nella vita ti è capitato di attraversare una situazione non troppo dolorosa, ma comunque spiacevole, come un'iniezione endovenosa. In questo momento di tensione, molti hanno un pensiero inquietante che l'aria possa entrare in una vena. Mi vengono in mente numerose serie poliziesche, in cui astuti cattivi hanno commesso omicidi in questo modo, senza lasciare quasi traccia. Cosa succede se l'aria viene effettivamente iniettata in una vena?

Nella vita reale, tutto è un po 'più semplice e più prosaico che negli spettacoli televisivi. Per un risultato fatale, non è necessaria una piccola bolla d'aria, ma un volume abbastanza grande (circa 10 millilitri). Inoltre, può provocare la morte solo se penetra immediatamente nelle grandi arterie e blocca il flusso sanguigno..

Notare che la mano è al di sotto del livello del cuore durante l'iniezione. A causa di ciò, l'aria si dissiperà prima di raggiungere gli organi vitali..

A proposito, nei film polizieschi e nei romanzi, gli assassini insidiosi di solito iniettano nell'aria piccoli vasi, ma in pratica è molto, molto difficile entrarci - quasi impossibile. Inoltre, il sito di iniezione che nessuno vede è un altro mito letterario e cinematografico. Per trovarlo, non è nemmeno necessario essere il più ingegnoso dei criminologi o il luminare della medicina legale. Dopo la morte di una persona, diventa scuro e intorno ad esso appare un alone luminoso. Quindi il medico legale medio lo troverà rapidamente e capirà la causa della morte..

Ma se tutto è così semplice, allora perché il personale medico cerca sempre di rimuovere l'aria prima dell'iniezione? In effetti, quelle bolle d'aria molto "minacciose" rendono l'iniezione dolorosa. Il paziente può provare fastidio e un livido rimane nel sito di iniezione.

Cosa succede se, per qualche motivo, l'aria entra ancora nell'arteria? Questo crea una condizione chiamata embolia gassosa. La sua essenza è che il flusso sanguigno è bloccato. La camera d'equilibrio blocca il movimento del sangue lungo il letto vascolare e, creando una bolla, vaga attraverso le arterie. L'aria viene distribuita in parti attraverso piccoli vasi, fino ai capillari. Poiché la rete capillare fornisce l'apporto di sangue a tutti gli organi e sistemi, una parte vitale del corpo può essere isolata a causa dell'embolia gassosa. Probabili conseguenze: infarto e ictus.

In quali circostanze può entrare una tale quantità d'aria nella vena, che è davvero sufficiente per causare la morte? Ciò è possibile con lesioni e lesioni al collo o al torace. Queste situazioni sono pericolose perché il collo è al di sopra del livello del cuore e la pressione nella regione toracica è inferiore rispetto all'ambiente. Allo stesso tempo, l'aria viene rapidamente aspirata nel sistema circolatorio e semplicemente la rompe.

Durante il parto, durante la contrazione dell'utero, l'aria può entrare nella sua vena cava. In questo caso, verrà assorbito molto rapidamente..

Un tale fenomeno come il barotrauma polmonare si verifica nella seguente situazione: un subacqueo esaurisce l'aria, trattiene il respiro in preda al panico e si precipita rapidamente in superficie. Durante la risalita, la pressione diminuisce e l'aria nei polmoni si espande. I polmoni si riempiono eccessivamente e gli alveoli possono rompersi. In questo caso, l'aria dei polmoni passerà nei vasi sanguigni e può provocare un'embolia gassosa..

La maggior parte di questi casi è fatale. Ma la solita iniezione endovenosa non ha nulla a che fare con loro..

Non ha senso essere intimidito da una minuscola bolla d'aria, ma questo non significa che si possa iniettare deliberatamente una siringa piena d'aria in una vena. Non c'è consenso sulla quantità minima di aria che può effettivamente essere fatale..

Alcune persone pensano che siano sufficienti 10 cubi, altri chiamano il numero 50 o anche di più. Tuttavia, non vale la pena sperimentare e verificare empiricamente cosa succederà se inietti aria in una vena. Se una piccola quantità d'aria è entrata per sbaglio, ad esempio, quando ti sei iniettato la medicina a casa, allora è meglio non farsi prendere dal panico, non ascoltare le storie dell'orrore di parenti e amici, ma consultare un medico che ti spiegherà tutto con calma e ragionevolmente..

Si ritiene che solo i tossicodipendenti si facciano iniezioni endovenose e le persone comuni affidano questo difficile compito al personale medico. Ma nella vita ci sono varie situazioni di emergenza e talvolta il destino e la vita di una persona dipendono dalla velocità con cui viene somministrata l'iniezione. Pertanto, è meglio, almeno in teoria, sapere come somministrare correttamente un'iniezione endovenosa..

Naturalmente, è necessario seguire le norme igieniche standard: lavarsi le mani, utilizzare solo strumenti monouso o sterilizzati e trattare la pelle nel sito di iniezione. Di solito, le vene della fossa cubitale vengono utilizzate per tali iniezioni. Sono abbastanza grandi, inoltre, lo strato di pelle in quest'area è piuttosto sottile, quindi questo approccio è il più semplice e conveniente. Ma le iniezioni possono essere fatte in altri luoghi (ad esempio, nelle vene della mano o dell'avambraccio).

Il medicinale deve essere aspirato in una siringa, assicurarsi che non ci siano bolle d'aria, mettere un cappuccio sull'ago. Il paziente si siede o si sdraia, piegando completamente il braccio all'altezza dell'articolazione del gomito. Un laccio emostatico viene applicato al centro della spalla. Il paziente ha bisogno di stringere e aprire il pugno più volte in modo che il sangue riempia le vene.

La pelle trattata con alcool viene tesa attorno al gomito e leggermente spostata di lato. La siringa deve essere tenuta in modo che l'ago sia ad angolo acuto rispetto alla vena. Quando la pelle viene perforata, l'ago viene inserito per un terzo della sua lunghezza. Il paziente stringe il pugno e quando la vena viene perforata, puoi tirare leggermente lo stantuffo della siringa verso di te. Se appare del sangue, allora va tutto bene. Ora devi sciogliere il laccio emostatico e il paziente apre il pugno allo stesso tempo.

Il farmaco viene iniettato lentamente, quindi il sito di iniezione viene premuto con un batuffolo di cotone inumidito con alcool. L'ago può ora essere rimosso. Il paziente deve piegare il braccio all'altezza del gomito per alcuni minuti, tenendo un batuffolo di cotone con alcool nel sito di iniezione.

Quando la soluzione per iniezione viene aspirata in una siringa, c'è il rischio che vi entrino bolle d'aria. Prima dell'introduzione del farmaco, il medico deve rilasciarli..

Molti pazienti temono che l'aria possa entrare nei vasi sanguigni attraverso una flebo o una siringa. È una situazione pericolosa? Cosa succede se l'aria entra in una vena? Puoi scoprirlo leggendo questo articolo..

La situazione in cui una bolla di gas entra in una nave e blocca la circolazione sanguigna è chiamata embolia gassosa nella terminologia medica. Succede in rare occasioni..

Se una persona ha una malattia cardiovascolare o bolle d'aria sono penetrate in grandi arterie e vene in gran numero, la circolazione polmonare potrebbe essere bloccata. In questo caso, i gas iniziano ad accumularsi nella sezione destra del muscolo cardiaco e lo allungano. Potrebbe finire con la morte.

È molto pericoloso iniettare grandi quantità di aria in un'arteria. La dose letale è di circa 20 milligrammi.

Se lo introduci in una nave di grandi dimensioni, ciò porterà a gravi conseguenze irte di morte..

L'esito letale può essere causato dall'ingresso di aria nei vasi durante:

  • Intervento chirurgico;
  • complicazioni durante il parto;
  • in caso di danni a grandi vene o arterie (traumi, lesioni).

Talvolta l'aria viene ingerita anche mediante iniezione endovenosa attraverso una linea IV. Tuttavia, secondo gli esperti, questa condizione non è pericolosa..

Se si introduce una piccola bolla di gas nella vena, non si osserveranno conseguenze pericolose. Di solito si dissolve nelle cellule e non causa alcun danno. Tuttavia, è possibile un livido nell'area della puntura.

La bolla d'aria può essere intrappolata in vasi di grandi dimensioni. Con questo fenomeno, non c'è afflusso di sangue in una certa area, poiché il lume vascolare è bloccato.

In alcuni casi, il tappo si muove attraverso il flusso sanguigno, entra nei capillari.

Quando l'aria viene introdotta in un vaso sanguigno, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • piccoli sigilli nella zona di puntura;
  • lividi nell'area dell'iniezione;
  • debolezza generale;
  • dolori articolari;
  • vertigini;
  • mal di testa;
  • sensazione di intorpidimento nell'area in cui si muove la camera di equilibrio;
  • annebbiamento della coscienza;
  • svenimento;
  • eruzioni cutanee sulla pelle;
  • dispnea;
  • respiro sibilante nello sterno;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • un forte calo di pressione;
  • gonfiore delle vene;
  • dolore al petto.

In rari casi, con una condizione particolarmente pericolosa, i sintomi possono includere paralisi e convulsioni. Questi segni indicano che l'arteria cerebrale è bloccata da una grande camera di equilibrio..

Con questi sintomi, la persona viene ascoltata con uno stetoscopio per confermare la diagnosi. Vengono utilizzati anche metodi diagnostici come ultrasuoni, elettrocardiografia, spettrometria di massa, capnografia..

Se una grande quantità di aria viene iniettata in una vena, l'afflusso di sangue viene interrotto. Può scatenare un infarto o un ictus..

Se entrano piccole bolle, è quasi sempre asintomatico, poiché l'aria in questo caso viene solitamente assorbita. Quando un'iniezione viene somministrata per via endovenosa, a volte alcune vesciche entrano nella nave, a seguito della quale appare un livido, un ematoma nel sito di puntura.

Dopo aver prelevato il medicinale per iniezione, gli specialisti rilasciano aria dalla siringa. Ecco perché le sue bolle raramente entrano nelle vene..

Quando viene prodotto un contagocce e la soluzione in esso si esaurisce, il paziente inizia a preoccuparsi della possibilità che l'aria entri nella vena. Tuttavia, i medici dicono che questo non può accadere. Ciò è dovuto al fatto che prima di questa manipolazione medica, l'aria viene rimossa, come con un'iniezione..

Inoltre, la pressione del farmaco non è così alta come quella del sangue, il che impedisce alle bolle di gas di entrare nella vena.

Se l'aria è entrata nella vena attraverso una flebo o un'iniezione, il paziente necessita di cure mediche. Di solito, gli specialisti notano immediatamente cosa è successo e intraprendono le azioni necessarie per prevenire il rischio di sviluppare conseguenze pericolose..

Se un numero eccessivo di bolle penetra e si verifica una grave embolia gassosa, il trattamento viene eseguito in ambiente ospedaliero.

È possibile adottare le seguenti misure:

  1. Inalazione di ossigeno.
  2. Emostasi chirurgica.
  3. Trattamento salino dei vasi che sono stati colpiti.
  4. Ossigenoterapia in camera a pressione.
  5. Aspirazione di bolle d'aria mediante catetere.
  6. Medicinali che stimolano il funzionamento del sistema cardiaco.
  7. Steroidi (per l'edema cerebrale).

In caso di ridotta circolazione sanguigna, è necessaria la rianimazione cardiopolmonare, in cui vengono eseguiti massaggio cardiaco indiretto e respirazione artificiale.

Dopo il trattamento dell'embolia gassosa, il paziente è sotto controllo medico per qualche tempo. Ciò è necessario per evitare rischi per la salute..

In alcuni casi, la penetrazione delle vescicole nei vasi è pericolosa, poiché porta a varie gravi complicazioni..

Se penetrano in grandi quantità e persino in una grande nave (arteria), in questa situazione può verificarsi un esito fatale. La morte di solito si verifica a causa di un'embolia cardiaca. Quest'ultimo è dovuto al fatto che una spina si forma in una vena o arteria, che la ostruisce. Inoltre, una tale patologia provoca uno stato di infarto..

Se la bolla entra nei vasi cerebrali, possono verificarsi ictus ed edema cerebrale. È anche possibile sviluppare tromboembolia polmonare..

Con un'assistenza tempestiva, la prognosi è generalmente buona. In questo caso, la camera di equilibrio si dissolve rapidamente e le conseguenze negative possono essere prevenute..

A volte possono svilupparsi processi residui. Ad esempio, quando i vasi cerebrali sono bloccati, si sviluppa la paresi..

Per prevenire complicazioni pericolose, è necessario osservare le seguenti raccomandazioni:

  1. Eseguire iniezioni e contagocce in ambiente ospedaliero.
  2. Chiedi aiuto agli specialisti.
  3. Non inietti i farmaci da solo.
  4. Se diventa necessario somministrare un contagocce o un'iniezione a casa, è necessario rimuovere accuratamente le bolle d'aria.

Queste regole eviteranno l'ingresso indesiderato di bolle di gas nei vasi sanguigni e preverranno conseguenze pericolose..

Quindi, introdurre aria in una nave non è sempre pericoloso. Tuttavia, se la bolla d'aria entra nell'arteria, sarà dannosa. In questo caso, una dose letale è considerata di circa 20 millilitri..

Se si colpisce meno, c'è ancora la possibilità di sviluppare gravi conseguenze che possono essere fatali. Una piccola quantità di solito si traduce in un grande livido sul braccio.