Trattamento e dissoluzione dei calcoli renali di ossalato

Gli ossalati nei reni sono formazioni che hanno una forma grumosa e una struttura a strati. I calcoli hanno bordi affilati che assomigliano a spine, che causano danni ai tessuti e sanguinamento. Le dimensioni delle pietre variano da 2 mm a 3 cm La letteratura medica descrive casi in cui i calcoli occupavano l'intero rene. Nella sezione sulla pietra, gli strati sono chiaramente visibili, perché i sali di calcio partecipano alla sua formazione, insieme a composti di altre sostanze minerali. Questa è la ragione principale per la formazione dei calcoli.

Il trattamento e la dissoluzione dei calcoli renali di ossalato richiedono diversi mesi, poiché questo tipo di calcolo è difficile da sciogliere, quindi, nella metà dei casi, ricorrono alla chirurgia..

In nefrologia esiste l'ossalaturia. Questa è la prima indicazione che un paziente è a rischio di calcoli renali. La patologia si manifesta con il fatto che nelle urine si trovano tracce di ossalato di calcio e sale di ammonio in combinazione con acido ossalico (ossalato di ammonio). È necessario sbarazzarsi degli ossalati nelle urine il prima possibile. Se non prendi misure preventive, queste inclusioni si trasformano in calcoli. Il trattamento dei calcoli di ossalato viene eseguito con l'aiuto di medicinali, metodi di medicina tradizionale, terapia dietetica e aderenza al regime di consumo.

Trattamento acque minerali

Il rispetto del regime di consumo può aiutare a rimuovere gli ossalati dal corpo nella prima fase della formazione del tartaro. Allo stesso tempo, si consiglia di bere acqua minerale in un volume di 1,5 litri al giorno. Affinché la terapia abbia successo, i pazienti adulti con urolitiasi vengono inviati a speciali strutture idropatiche. Ciò è dovuto al fatto che l'acqua minerale, posta in un contenitore di plastica, perde le sue proprietà benefiche. Se non è possibile sottoporsi a cure termali, la preferenza dovrebbe essere data all'acqua in bottiglie di vetro.

L'acqua minerale, prescritta in caso di formazione di calcoli di ossalato, deve contenere silicio e ferro. In questo caso non è possibile utilizzare acqua con un'alta concentrazione di calcio..

I medici raccomandano di assumere tipi di acque minerali idrocarbonate. Con l'urolitiasi, hanno i seguenti effetti positivi:

La dissoluzione dei calcoli renali di ossalato è un processo che richiede diversi mesi. Il trattamento complesso è consigliato al paziente. L'azione dei farmaci è volta a rompere le pietre allo stato di sabbia, che viene escreta nelle urine. Questa è la terapia litolitica, che è alla base della lotta contro l'urolitiasi. Prima di sciogliere i calcoli, il paziente viene sottoposto a un esame completo per escludere il processo infiammatorio negli organi del sistema urinario..

Assegna farmaci che influenzano direttamente i calcoli e che ne impediscono l'ulteriore formazione.

  1. Asparkam. Questo farmaco contiene sali di magnesio e potassio. L'azione del farmaco è mirata a spostare il calcio dai calcoli di ossalato, mentre diventano prontamente solubili e vengono escreti nelle urine.
  2. Cyston. Questo farmaco è composto al 100% da erbe. Ha un effetto litolitico, diuretico e antinfiammatorio. Grazie all'uso di Cyston, è possibile eliminare i calcoli renali entro quattro mesi. Gli effetti diuretici e antispasmodici del farmaco aiutano a rimuovere i sali di fosfato e ossalato dal corpo.
  3. Kanephron. Questo prodotto contiene levistico, rosmarino e centaurea. Ha un effetto complesso. Mostra effetti antispastici, diuretici e antinfiammatori. Canephron è prescritto sotto forma di compresse e gocce. Il farmaco è consigliato per l'uso dopo la terapia litolitica, come profilassi per la formazione di nuovi calcoli.
  4. Trinephron. Questo è un analogo di Kanefron, disponibile sotto forma di capsule e soluzione. Ha le stesse indicazioni e composizione del rimedio precedente.
  5. Pasta di fitolisina. La composizione unica del prodotto consente di sciogliere calcoli di qualsiasi origine e rimuoverli delicatamente dal corpo. L'escrezione di ossalati utilizzando Phytolysin è possibile se le loro dimensioni non richiedono un intervento chirurgico.
  6. Flavia. Questa è una preparazione combinata, che contiene estratti di piante medicinali, nonché oli di abete, menta, ricino e ginepro. Flavia è utilizzata in qualsiasi forma di ICD, nonché come agente profilattico contro lo sviluppo di un processo infiammatorio dopo la rimozione di un calcolo con un metodo operativo.

Per prevenire la ricomparsa di formazioni di ossalato, vengono prescritte vitamina E, acetato di retinolo e piridossina.

Chirurgia

Nel caso in cui non sia possibile trattare gli ossalati con metodi conservativi, al paziente viene prescritto un intervento chirurgico. I calcoli vengono rimossi chirurgicamente, la cui dimensione non è più misurata in millimetri, ma in centimetri. È impossibile sciogliere grandi ossalati con i farmaci. L'operazione viene eseguita in due modi:

  • intervento chirurgico in campo operatorio aperto,
  • usando la laparoscopia.

L'operazione classica viene eseguita in anestesia generale, viene praticata un'incisione nell'area dei reni, viene identificato il sito di localizzazione del tartaro e viene rimosso. Lo svantaggio di questo metodo è che c'è il rischio di complicanze postoperatorie, il periodo di riabilitazione dura almeno due settimane.

La laparoscopia non può essere definita un metodo moderno di trattamento della KSD, ma viene utilizzata meno spesso di un'operazione classica, poiché richiede attrezzature speciali. Il chirurgo esegue piccole incisioni, inserisce l'endoscopio e rimuove i calcoli.

Aiuto della medicina tradizionale

I metodi tradizionali non sono usati come terapia indipendente per l'ICD, ma come metodo ausiliario sono ampiamente prescritti. Il fatto è che gli ossalati sono i più difficili da sciogliere. Pertanto, si consiglia di influenzarli in diversi modi contemporaneamente. Utilizzando questo approccio al trattamento, si ottengono risultati positivi rapidamente. Prima di sbarazzarsi delle pietre con metodi popolari, il paziente riceve la consulenza di un medico su controindicazioni ed effetti collaterali.

Come terapia aggiuntiva, vengono prescritti decotti e infusi a base di materiali vegetali. A tale scopo sono adatte foglie di salvia, erba madre, melissa, erba di San Giovanni e poligono. Da questi ingredienti vengono preparati o utilizzati separatamente. Si consiglia inoltre di trattare gli ossalati con radice di elecampane, foglie di mirtillo rosso, erba di immortelle sabbiosa e radice di robbia, da cui viene preparata la tintura di alcol.

L'efficacia della terapia è determinata dallo stato delle urine. In 1,5-2 mesi dopo l'inizio del trattamento, dovrebbe diventare torbido. Ciò indica che le pietre vengono frantumate e la sabbia viene espulsa dai reni. Se il risultato è positivo, si consiglia al paziente di continuare il trattamento. Se non ci sono cambiamenti nelle urine, vengono prescritti altri metodi.

Metodi non convenzionali

Oltre alla fitoterapia, la medicina tradizionale consiglia di sciogliere i calcoli renali con una miscela di miele e latte intero di vacca o capra. Si consiglia di assumere il rimedio al mattino a stomaco vuoto in una forma calda. Il corso del trattamento è prescritto da un medico. Per potenziare l'effetto terapeutico, è possibile alternare la miscela miele-latte con cetriolo e succo di anguria. Ma questa combinazione viene utilizzata solo con prodotti stagionali quando hanno una bassa concentrazione di nitrati..

Spesso nelle fonti di informazione esiste un metodo per rimuovere le pietre con la soda. Ma è adatto solo per calcoli di urato, gli ossalati non possono essere sciolti in questo modo.

Ristorazione

Un altro elemento del complesso trattamento della KSD è la dieta. Si raccomanda al paziente di stabilire prima di tutto un regime alimentare. Il volume giornaliero richiesto di liquido per gli ossalati è di 2,5-3 litri. I medici consigliano al paziente di bere acqua poco mineralizzata, infusi di erbe, bevande alla frutta. La quantità di urina aumenta e i depositi di ossalato vengono lavati con essa.

I cibi grassi, piccanti, affumicati e salati trattengono il fluido nelle cellule del corpo, il che influisce negativamente sulla funzione di filtrazione dei reni. Ciò porta ad un aumento dello stress sugli organi urinari, al ristagno urinario e al rischio di formazione di calcoli. Le bevande alcoliche hanno lo stesso effetto. Pertanto, tutti questi alimenti sono esclusi dalla dieta. La dieta è necessaria se esiste una predisposizione alla formazione di calcoli, nonché con un ICD già esistente e dopo che è stato curato.

Come e con cosa sciogliere i calcoli renali di ossalato: una rassegna di metodi efficaci

I calcoli renali di ossalato sono calcoli che si formano a seguito della reazione dell'acido urico, soggetti a rapida crescita a grandi forme di corallo. Quando si diagnostica l'urolitiasi, i dati sull'istruzione vengono determinati più spesso - nel 60-65% di tutti i tipi. Il trattamento è a lungo termine, gli ossalati sono difficili da rispondere alla terapia farmacologica, a causa dell'elevata densità, ci sono problemi di schiacciamento da litotripsia.

Il meccanismo di comparsa delle pietre di ossalato

La formazione avviene sotto l'influenza di un'eccessiva assunzione di acido ossalico con il cibo, violazione dell'escrezione dal corpo. I sali di ossalato di ammonio si accumulano gradualmente, entrano nel sistema escretore, combinandosi con gli ioni di calcio nelle urine, provocano la formazione di un denso calcolo. Gli ossalati hanno un aspetto caratteristico (scuro, duro, multistrato al taglio), una forma con ampi bordi appuntiti (fino a 40 mm di diametro si sovrappongono all'orifizio ureterale), che li distingue dalle specie fosfatiche, biliari e pigmentate.

L'urolitiasi dei calcoli renali si sviluppa sotto l'influenza di alcuni fattori, oltre a una violazione dell'equilibrio acido-base:

  • violazione di una dieta equilibrata - abuso di cibi che contengono una grande quantità di acido ossalico (agrumi, verdure a foglia, rosa canina, ribes, cacao);
  • interruzioni ormonali nel corpo;
  • carenza di magnesio, vitamina B6;
  • processi infiammatori del sistema escretore;
  • Morbo di Crohn.

Come puoi dissolverti

Il trattamento per rimuovere le pietre di ossalato viene effettuato in diversi modi:

  1. Terapia conservativa farmacologica.
  2. etnoscienza.
  3. Operazione di rimozione, frantumazione (litotripsia, frantumazione mediante laser terapia).
  4. Terapia dietetica.

Farmaci

In presenza di urolitiasi, la terapia viene utilizzata con farmaci in compresse che sono in grado di sbarazzarsi, rimuovere i calcoli di ossalato naturalmente dai reni:

Nome del farmacoMeccanismo d'azione e controindicazioni per l'uso
ColestiraminaInfluenza il processo di assorbimento attraverso le mucose dell'apparato digerente, stimola il movimento dei calcoli con l'urina.
NefrodosiIntegratore alimentare a base di erbe, potenzia i farmaci per la lotta contro l'urolitiasi. Ha un effetto antispasmodico.
CystonHa un effetto complesso sul sistema urinario, non modifica l'acidità delle urine. Ha un effetto diuretico, antinfiammatorio, antispasmodico e analgesico (elimina le coliche renali), ha proprietà antibatteriche.

Approvato per il trattamento di donne in gravidanza, in allattamento.

Le compresse possono complicare il flusso di urina per i calcoli di grandi dimensioni.

BiseptolPrescritto quando si unisce una microflora patogena secondaria, determinando la batteriuria in un paziente nelle analisi.
Asparkam / PananginAumenta la quantità di ioni di potassio, che spostano il calcio, dissolvendo la pietra. Approvato per l'uso in donne in gravidanza.

Controindicazioni: aritmia, cardiopatia in fase di scompenso, insufficienza renale, emodialisi.

TioproninaDissolve efficacemente i calcoli a causa della componente chimicamente aggressiva del farmaco. Ha un effetto tossico sul corpo, è limitato all'uso durante l'infanzia, durante la gravidanza.
BlemarenPreviene la formazione di nuove pietre, simula il decadimento di quelli esistenti a causa dell'alcalinizzazione delle urine. Ha una biodisponibilità molto elevata (quando legato alle proteine ​​plasmatiche del 97-100%), può aumentare l'escrezione di ossalato di calcio e sali di sodio.

Uso limitato in violazione della funzione escretoria, patologia cronica dell'apparato renale, ipopotassiemia, con una dieta priva di sale.

Uralit URimuove i calcoli contenenti calcio alcalinizzando l'urina. Previene le ricadute, ha effetti collaterali minimi.
Urolax / JurajIl farmaco ha un effetto antinfiammatorio, scompone le formazioni dense e solide nei reni.
KanephronHa un effetto diuretico, antispasmodico, antinfiammatorio, antibatterico. Elimina i segni dei processi infiammatori del sistema escretore.

Consentito per l'uso per donne incinte e bambini, precedentemente diluito in una piccola quantità di liquido.

Non può essere assunto in caso di processi ulcerativi nel tratto gastrointestinale, intolleranza al farmaco individuale.

Metodi tradizionali

Le pietre di ossalato con localizzazione nei reni richiedono una terapia complessa, la dissoluzione con rimedi popolari viene effettuata utilizzando ricette fatte in casa per decotti, tinture, tè dalle foglie di varie piante. Prima di iniziare l'appuntamento, assicurati di consultare un medico specialista per evitare reazioni negative e complicazioni della malattia.

Modi popolari per eliminare gli ossalati:

  1. Erboristeria che utilizza varie erbe e preparati. Le erbe vengono preparate in 1 cucchiaio in acqua bollita, insistono per 1-2 ore, prese in un ciclo fino a 1 mese due volte al giorno, 15 ml. Sambuco nero, ortica, menta piperita, mezzo pala, fiori di tiglio, poligono, uva ursina.
  2. La propoli ha proprietà antibatteriche. La tintura alcolica di propoli aiuta ad alleviare l'infiammazione, aumentare il metabolismo, alleviare il gonfiore, il dolore. Prendi una tintura di 10 gocce tre volte al giorno per 14-21 giorni. Non può essere assunto in caso di allergie, intolleranza individuale al prodotto.
  3. L'acqua con miele (1 cucchiaio di miele per 250 ml di bicchiere) ha un effetto antibatterico, allevia lo spasmo muscolare. Assumere la mattina a stomaco vuoto per 2-3 settimane.
  4. Per aumentare la produzione di composti che scompongono l'acido ossalico, è necessario aumentare il consumo di cachi nella dieta. Con il consumo giornaliero di 1 frutto di media grandezza per 21-28 giorni, influisce sulla scomposizione dei calcoli di ossalato, ammorbidendone la struttura.
  5. Per alcalinizzare l'urina, utilizzare il bicarbonato di sodio, precedentemente diluito in acqua o succo (1 cucchiaino di soda per bicchiere). Prendi 1 cucchiaio prima dei pasti per un corso di 3 settimane per rimuovere i calcoli.

Acqua minerale

Nel trattamento complesso, con la corretta selezione della concentrazione richiesta di acqua minerale potabile, è possibile sciogliere rapidamente i calcoli renali.

Le acque alcaline vengono utilizzate per eliminare gli ossalati: Essentuki 17, Borjomi, Polyana Kvasova.

Vale la pena bere 1 bicchiere tre volte al giorno mezz'ora prima dei pasti, il corso del trattamento è di 1 mese.

Cosa no con le pietre di ossalato

La dieta per calcoli renali limita l'assunzione di determinati prodotti per aumentare l'efficacia della terapia farmacologica, prevenire il ripetersi di urolitiasi, eliminare il quadro clinico nella fase acuta dell'educazione:

  • verdure - prezzemolo, aneto, sedano, spinaci, lattuga, porri, acetosa;
  • verdure - barbabietole, patate, ravanelli, cavolo bianco e rosso, broccoli, fagioli asparagi;
  • bacche - prugne, mirtilli rossi, fragole, mirtilli;
  • prodotti contenenti cacao - cioccolato, bevande;
  • prodotti che includono gelatina - marmellata, carne in gelatina;
  • limitare il consumo di agrumi, mele acide, carni affumicate, alcol, frattaglie, cibi piccanti e grassi.

Quanto dura la pulizia

Il corso della terapia per la dissoluzione, la pulizia dai calcoli, la sabbia è determinato individualmente e dipende dalle dimensioni, dalla quantità, dalla localizzazione. Se il paziente aderisce a una dieta con l'utilizzo di acque minerali alcaline, la pulizia avviene molto più velocemente. L'eliminazione dei calcoli renali di ossalato è un processo lungo a causa delle caratteristiche strutturali delle formazioni, del frequente verificarsi di complicanze e dell'alto rischio di riformazione.

Un urologo o un nefrologo ti aiuterà a scegliere il regime di trattamento ottimale per un'escrezione rapida ed efficace degli ossalati e ripristinare il normale funzionamento del sistema escretore.

Pericoli e sintomi di avvelenamento da dicloroetano

Revisione di gel di assorbenti da avvelenamento: composizione, dosaggio e controindicazioni per l'uso

Quale tè bere per intossicazione alimentare: nero, verde, dolce

La Coca Cola aiuta con l'avvelenamento e in che modo è utile??

È possibile nutrire un bambino con latte materno in caso di avvelenamento

Cause dei calcoli di ossalato: sintomi, diagnosi e trattamento

La malattia renale non viene sempre rilevata in una fase iniziale dello sviluppo, ma molto spesso porta a conseguenze disastrose.

Il trattamento prematuro dell'ossalaturia può causare disfunzione renale totale, cessazione del deflusso di urina, intossicazione del corpo con sottoprodotti dell'attività e disturbi circolatori negli organi pelvici.

A cosa dovrebbe prestare attenzione ogni persona che ha a cuore la propria salute??

Informazione Generale

L'ossalaturia è una condizione in cui l'acido ossalico in eccesso viene escreto nelle urine.

L'ossalato di calcio o, come vengono anche chiamati, iperossaluria, che si manifesta per un lungo periodo, indica un processo patologico che si verifica nell'organismo e richiede un'analisi delle cause dell'apparenza e un intervento immediato.

Cause e principali fattori di manifestazione

Una malattia secondaria o acquisita si verifica a causa di:

  • consumo eccessivo di frutta e verdura ricche di sali di acido ossalico;
  • consumo di cibi a basso contenuto di calcio;
  • bere acqua potabile satura di sali di calce;
  • pielonefrite, diabete mellito, infiammazione cronica o rallentamento della circolazione nei reni;
  • avvelenamento con glicole etilenico, che fa parte del liquido dei freni, antigelo;
  • squilibrio di vitamina D o A nel corpo;
  • mancanza di luce solare;
  • violazioni del deflusso di urina o presenza di difetti congeniti che contribuiscono al ristagno di urina;
  • lesioni o corpi estranei, nonché patologie che provocano spasmi ureterali.

Sotto l'influenza di un clima caldo e alta umidità, la concentrazione di sali nelle urine aumenta, di conseguenza, si formano pietre nei reni.

Tipi, dimensioni e forma delle torte

Nella fase iniziale della formazione, gli ossalati hanno un colore chiaro come i cristalli, ma in seguito i processi simili a spine graffiano i tessuti circostanti, il sangue rilasciato li macchia, le pietre diventano marrone scuro o nere..

La struttura a strati del calcolo prevale quando le particelle sono collegate tra loro. In generale, le dimensioni dell'ossalato vanno da pochi millimetri a 5 centimetri..

In assenza di un trattamento adeguato, c'è una minaccia di crescita dei calcoli, raggiunge dimensioni ancora maggiori ed è in grado di occupare l'intera cavità renale..

Sintomi che indicano un problema

Nei pazienti adulti compaiono i seguenti sintomi di calcoli di ossalato:

  • tirando, dolori sordi nell'addome e nella regione lombare con irradiazione all'inguine;
  • ematuria: un cambiamento nel colore delle urine, la predominanza di una tinta rossa in essa;
  • coliche, dolore durante la minzione;
  • dolce freddo;
  • nausea
  • minzione alterata.

Nei bambini di età inferiore ai 6 anni, la "diatesi ossalica" praticamente non appare e la malattia può essere rilevata solo dopo aver superato i test o un esame preventivo. Già in età scolare, i bambini possono sentire:

  • sindrome del dolore nell'addome e nella regione lombare inferiore;
  • colica periodica nei reni;
  • bisogno frequente di urinare;
  • letargia, stanchezza, sbalzi d'umore.

Diagnosi della malattia

Il metodo più semplice per rilevare l'urolitiasi è un esame delle urine generale..

Lo studio confermerà o negherà la presenza di pietre, fornirà informazioni sulla loro composizione chimica. Attualmente vengono utilizzati i seguenti metodi diagnostici efficaci:

  • Esame a raggi X dei reni;
  • urografia;
  • procedura ecografica;
  • raccolta di urina quotidiana.

La formazione di calcoli è indicata da un aumento del livello di globuli rossi, leucociti, cilindri.

Sulla base dei dati presentati, riceverà un quadro sintomatico generale, necessario per la nomina di un trattamento efficace..

Terapie

Il trattamento comprende tutta una serie di misure volte a ridurre il diametro delle pietre di ossalato, oltre a prevenirne la riformazione. Il paziente deve soddisfare i seguenti requisiti:

  • prendere farmaci;
  • organizzare una dieta terapeutica;
  • eseguire un esercizio fisico fattibile;
  • prendere tisane e decotti;
  • osservare il corretto regime di consumo;
  • neutralizzare i fattori che provocano la formazione di pietre.

Trattamento farmacologico

La terapia complessa include i seguenti gruppi di farmaci:

  • antinfiammatorio;
  • sciogliere e rimuovere le formazioni dal corpo;
  • antimicrobico;
  • antibiotici e sulfonamidi se l'infezione è presente.

I farmaci più efficaci e comuni sono i seguenti:

  • Blemaren - ha un effetto dissolvente, mantiene la normale acidità delle urine;
  • vitamine A, E - normalizzano il metabolismo;
  • vitamina B6 - previene la formazione di ossalati;
  • Cyston, Fitolizin, Kanephron: rimuovono l'acido urico dal corpo;
  • No-shpa, Baralgin: sollievo dal dolore.

Quando si trovano grandi pietre di ossalato, è inaccettabile decidere in modo indipendente l'assunzione di decotti di erbe medicinali.

Tè e decotti sono prescritti solo dopo aver frantumato e macinato le formazioni.

Pietre frantumate

La litotripsia o la frantumazione di pietre è prescritta per i pazienti che hanno grandi formazioni che non sono in grado di partire da sole. La procedura viene eseguita senza intervento chirurgico.

Viene eseguito utilizzando uno strumento speciale che emette brevi impulsi di energia che distruggono le pietre. Le particelle rimanenti sono in grado di fuoriuscire naturalmente.

Il metodo presenta i seguenti vantaggi:

  • sicurezza, le complicazioni sono praticamente assenti;
  • breve periodo di riabilitazione;
  • disponibilità, economica rispetto ad altre operazioni;
  • non provoca dolore dopo la procedura.

Intervento chirurgico

È prescritto se la dimensione dei calcoli dell'acetosa raggiunge una dimensione superiore a 5 cm È indicato per i pazienti con processi patologici:

  • ostruzione dell'uretere;
  • insufficienza renale acuta;
  • dolore insopportabile;
  • infiammazione purulenta nel rene o su richiesta del paziente.

Esistono i seguenti tipi di interventi chirurgici.

Litotripsia

Dopo l'esposizione agli ultrasuoni, le particelle di tartaro vengono rimosse attraverso un catetere o un uretere.

La procedura viene eseguita senza incisione attraverso la pelle, quindi è la meno traumatica, non c'è rischio di infezione. Effettuato in presenza di formazioni fino a 2 cm.

L'operazione non può essere eseguita nei seguenti casi:

  • problemi con la coagulazione del sangue;
  • peso corporeo eccessivo, superiore a 130 kg;
  • crescita elevata (più di 2 m) o, al contrario, bassa (meno di 1 m);
  • problemi del sistema muscolo-scheletrico;
  • gravidanza.

Endoscopia

La rimozione viene eseguita tramite un endoscopio inserito attraverso l'uretra, la vescica, l'uretere o il rene. L'operazione è indicata se il metodo precedente è inefficace, se ci sono "percorsi di pietra" o se il calcolo rimane a lungo all'interno dell'uretere.

La procedura viene eseguita in presenza di calcoli fino a 2 cm e la competenza di uno specialista è importante per la sua implementazione.

Operazione aperta

I depositi di sale vengono rimossi attraverso un'incisione che coinvolge il tessuto renale. Nella medicina moderna, la chirurgia è raramente indicata, principalmente in presenza di grandi calcoli, infiammazioni purulente o ricadute costanti. Il successo dell'operazione dipende dalla posizione delle formazioni. Si assume l'uso dell'anestesia.

Resezione

Si basa sull'asportazione di una parte del rene e viene eseguita negli ultimi stadi della malattia al fine di preservare la funzionalità dell'organo. Come risultato dell'intervento chirurgico, viene rimossa una parte del rene con più calcoli multi-cavità.

Dieta per disturbi

Si consiglia ai pazienti di rivolgere la loro attenzione ai seguenti alimenti che dovrebbero essere presenti nella loro dieta quotidiana:

  • patate;
  • fagioli;
  • melanzana;
  • cavolfiore;
  • mele;
  • uva;
  • prugne;
  • banane;
  • albicocche;
  • cereali;
  • latticini;
  • pesce magro.

È severamente vietato utilizzare:

  • verdure a foglia verde;
  • cioccolato o cacao;
  • barbabietole, sedano, acetosa;
  • spezie;
  • gelatina e marinate;
  • brodi grassi;
  • carni affumicate.

In quantità limitate puoi:

  • sale;
  • agrumi;
  • frutti di bosco;
  • pomodori;
  • Tè e caffè.

Misure preventive

Semplici regole ti aiuteranno a mantenere i tuoi reni sani e a sentirti bene per molto tempo. Cosa devi fare per questo? Così questo:

  • impegnarsi in esercizi di fisioterapia, condurre uno stile di vita sano e attivo;
  • mangiare correttamente;
  • organizzare un normale regime alimentare;
  • non raffreddare eccessivamente il corpo, specialmente i reni.

Il rilevamento tempestivo degli ossalati è la chiave per un trattamento efficace, pertanto non deve essere trascurata la consultazione periodica con uno specialista altamente qualificato..

Calcoli renali di ossalato

Su Internet puoi trovare un'enorme varietà di ricette per calcoli renali, dall'olio di abete al miele d'api, ma non esiste una divisione in tipi di pietre, quindi le persone spesso bevono 3 litri di acqua al giorno e il risultato è zero..

Maggiori informazioni sulla dissoluzione dei calcoli renali, queste informazioni aiuteranno anche a prevenire lo sviluppo della malattia..

Certo, se ti sono stati diagnosticati calcoli renali di ossalato, preparati a un trattamento lungo e spesso doloroso, perché gli ossalati sono i calcoli più dannosi e difficili da rimuovere. Le statistiche dicono che una persona su venti nel mondo soffre di pietre di ossalato, quindi sono anche le più comuni.

In questo articolo, esamineremo l'intero ciclo di eliminazione dei calcoli renali di ossalato, dal rilevamento al trattamento di successo..

Maggiori informazioni sulle pietre di ossalato

L'inizio dei calcoli renali di ossalato è considerato il verificarsi di ossalaturia - la formazione di cristalli di ossalato, in cui l'acido ossalico che entra nel corpo reagisce con il calcio.

Oxalaturia - la comparsa nelle urine di ossalati, che sono composti da sali di ossalato di calcio e ammonio.

Va notato che la suscettibilità all'ossalaturia aumenta notevolmente nelle persone che vivono in aree in cui il cibo è carente di vitamina B6 e magnesio..

Una maggiore concentrazione di ossalato nelle urine è il risultato del consumo di frutta e verdura ricche di acido ossalico e vitamina C, ad esempio:

  • Acetosa,
  • agrumi;
  • Ribes;
  • molte verdure a foglia;
  • rosa canina.

Bere caffè e cioccolato con ossalaturia contribuisce alla ridistribuzione del calcio in modo tale da avere un'alta concentrazione nelle urine, aumentando così il rischio di sabbia e pietre nei reni..

Abbastanza spesso, l'ossalaturia può verificarsi sullo sfondo di disturbi metabolici, nonché essere il risultato di altre malattie croniche, ad esempio:

  • diabete;
  • pielonefrite cronica;
  • Morbo di Crohn.
torna ai contenuti ↑

Calcoli renali di ossalato

Gli ossalati nei reni sono il caso più comune di urolitiasi. Una persona che ha trovato calcoli di ossalato nei suoi reni dovrebbe raccogliere il più possibile e sintonizzarsi su un trattamento a lungo termine, perché gli ossalati sono molto difficili da curare.

Dovresti sapere che i calcoli di ossalato sono formazioni renali speciali che sono sorte a causa della reazione dell'acido urico. Pertanto, gli ossalati includono necessariamente sali di acido ossalico. Molto spesso gli ossalati nei reni contengono calcio.

Questo articolo fornirà una valutazione generale degli ossalati, fornirà informazioni sugli ossalati e sulle misure che un urologo prenderà se trova ossalati nelle urine..

L'ossalato può essere tranquillamente chiamato il re delle pietre. In caso di urolitiasi, sono gli ossalati che vengono incontrati più spesso dai medici. Qualsiasi urologo nel trattamento della nefrolitiasi deve affrontare calcoli di ossalato in circa il 60% dei casi..

Le pietre di ossalato sono difficili da attaccare chimicamente a causa della loro elevata durezza. Sono molto difficili da sciogliere o frantumare durante la litotripsia renale..

Gli ossalati praticamente non si dissolvono nei reni. Queste sono pietre pericolose. A riposo, gli ossalati crescono di dimensioni nel tempo e possono costituire la base per la formazione di grandi pietre coralline..

Per la concentrazione di ossalati nelle urine sono molto favorevoli frutta e verdura con un alto contenuto di acido ossalico o con una quantità eccessiva di vitamina C: rosa canina, agrumi, ribes, acetosa.

Anche il caffè, il cacao e il cioccolato provocano l'accumulo di calcio nelle urine. Questi cibi gustosi e deliziosi purtroppo aumentano seriamente il rischio di sabbia o calcoli renali..

Gli studi sulle cause dell'ICD hanno ripetutamente confermato che gli ossalati nelle urine vengono rilevati principalmente nei residenti di aree con una carenza naturale di vitamina B6 e una mancanza di magnesio nell'acqua potabile e nei prodotti.

A volte varie malattie croniche o metabolismo alterato nel corpo portano allo sviluppo di ossalaturia. L'ossalaturia può verificarsi insieme a enterite granulomatosa, diabete mellito, pielonefrite.

Se ripetute analisi delle urine confermano la presenza di ossalati, ciò indica chiaramente la comparsa imminente di calcoli renali. Ai primi segni di ossalaturia, dovresti visitare un buon urologo per un consulto.

L'inizio della formazione degli ossalati

A causa del metabolismo alterato nel corpo oa causa dell'eccessivo riempimento del corpo con acido ossalico, l'acido, entrando nelle urine, inizia a interagire con il calcio. Come risultato della reazione chimica dell'acido ossalico e del calcio, iniziano a formarsi cristalli.

Grazie ad uno speciale dispositivo, l'epitelio delle vie urinarie impedisce la deposizione di sali sulla sua superficie.

Pertanto, con l'infiammazione o con una forte concentrazione di urina, gli ossalati dal lume dei tubuli del nefrone migrano verso il calice renale. Nel calice, gli ossalati formano sulla superficie delle papille delle piramidi qualcosa di simile alla crescita della placca.

Le escrescenze, aumentando di dimensioni nel tempo, diventano il nucleo delle pietre del sistema calice-pelvico. In rari casi, le placche possono staccarsi da sole e fuoriuscire in un flusso di urina..

Aspetto e principali caratteristiche degli ossalati

Colore ossalato

Solitamente gli ossalati sono di colore nero-giallo (a causa della presenza di acido ossalico), o marrone-rosso (emorragia), la superficie delle pietre può presentare protuberanze (spine). È già stato notato che gli ossalati hanno una consistenza molto dura..

A causa della loro durezza, gli ossalati danneggiano i tessuti circostanti con i loro bordi taglienti o irritano gli organi vicini. Allo stesso tempo, il paziente avverte attacchi di lombalgia, che si irradiano all'inguine, alle cosce e ai genitali. Pus e sangue possono essere mescolati nelle urine (ematuria).

Il sangue che fuoriesce dalla lesione della mucosa macchia l'ossalato, conferendogli una tinta rossastra scura. Se l'ossalato non danneggia i tessuti adiacenti, il suo colore non ha una tinta rossa. Se altri composti oltre ai sali di calcio vengono miscelati con la composizione chimica dell'ossalato, il taglio della pietra di ossalato mostra una struttura multistrato.

Dimensioni degli ossalati

Gli ossalati sono disponibili in un'ampia varietà di dimensioni. Gli urologi si trovano di fronte a calcoli di ossalato, che vanno dalle dimensioni di un granello di sabbia a 4-5 centimetri di diametro.

Gli ossalati possono in determinate situazioni degenerare in grandi pietre a forma di corallo (che occupano l'intero lume del rene), ad esempio, a causa degli effetti di pielonefrite, ossalaturia grave e restrizioni sull'assunzione di liquidi.

Problemi causati dagli ossalati

Una pietra di ossalato può bloccare parzialmente l'uretra, essendo trattenuta saldamente al suo interno da urti taglienti. Ciò interromperà gravemente il flusso di urina e il paziente inizierà a manifestare segni di colica renale. Il dolore può spesso essere ridotto solo cambiando la posizione del corpo, il corpo stesso lo richiederà.

Questo può spiegare le posture completamente esotiche che un paziente con urolitiasi con un'uretra bloccata è costretto ad assumere.

Il caso più pericoloso è l'anuria, un blocco assoluto dell'uretra con tartaro. Con l'anuria, la pressione sul rene aumenta in modo significativo. Il rene accumula rapidamente prodotti metabolici dannosi, che termina con l'uremia, cioè l'autoavvelenamento del corpo.

Diagnosi di ossalato nelle urine

Il principale metodo diagnostico che consente di identificare gli ossalati nelle urine è un'analisi delle urine comune. Questo è abbastanza per la diagnosi corretta. È anche possibile diagnosticare i calcoli delle vie urinarie con l'aiuto di studi strumentali..

L'esame a raggi X dei reni, l'urografia e l'esame ecografico dei reni sono efficaci. Inoltre, gli ossalati vengono diagnosticati perfettamente dall'ecografia dei reni, utilizzando una radiografia.

Segni clinici

Le pietre di ossalato sono un fenomeno abbastanza frequente, può essere osservato in cinque persone su cento. A causa delle caratteristiche strutturali, l'aspetto di queste pietre non può passare senza lasciare traccia per una persona, tutti i pazienti hanno una serie di segni specifici, elencheremo i principali:

  • Ossalaturia;
  • La presenza di minzione frequente;
  • Scolorimento delle urine (rosso o giallo scuro a causa di impurità del sangue);
  • Sindrome del dolore all'inguine, all'addome, alla parte bassa della schiena;
  • Proteine ​​e leucociti nelle urine;
  • Temperatura subfebrilare sullo sfondo del processo infiammatorio;
  • Affaticamento aumentato;
  • Impurità di pus nelle urine.

Nei bambini di età inferiore ai cinque anni, la presenza di ossalati nei reni può essere asintomatica. A volte si verificano attacchi di colica renale.

Se sospetti di avere segni di ossalaturia, la prima cosa che devi fare è contattare uno specialista qualificato..

Dopo l'esame e l'esecuzione di tutti gli esami necessari, lo specialista farà facilmente una diagnosi accurata e, se risulta positivo, ti offrirà un trattamento utilizzando tutti i metodi possibili per rimuovere le pietre dal corpo.

Esistono molti metodi per sbarazzarsi dei calcoli renali e il compito principale del medico è scegliere il metodo di trattamento più efficace, ovvero sciogliere efficacemente i calcoli renali di ossalato, in ogni caso.

Trattamento delle pietre di ossalato

A causa del fatto che le pietre di ossalato si distinguono per una densità speciale, sono abbastanza difficili da schiacciare, è anche impossibile dissolverle. In presenza di grandi pietre di ossalato, è indicato un intervento chirurgico - classico o endoscopico.

Se le pietre non sono molto grandi, può essere prescritta una procedura di frantumazione con rimozione dei residui frantumati mediante ultrasuoni.

In presenza di microliti - pietre o sabbia nei reni, viene prescritto un trattamento complesso, che dovrebbe essere mirato a rimuovere le formazioni esistenti, nonché con l'obiettivo di un'ulteriore prevenzione.

Le fasi principali del trattamento

  • Controllo dell'assunzione di liquidi: bere abbastanza liquidi aiuta a rimuovere le placche di ossalato e lavare i sali. A tal fine, si consiglia di bere almeno 1,5-2 litri di acqua al giorno..
  • Attività fisica: nel processo di rimozione di sabbia e microliti dai reni, l'attività fisica regolare occupa un posto speciale. Il movimento del corpo (saltare, correre) promuove il movimento degli ossalati lungo l'uretere.
  • Terapia farmacologica. Se necessario, uno specialista può prescrivere farmaci che promuovono la rimozione dei calcoli renali e normalizzano il metabolismo.

Se la diagnosi ha evidenziato la presenza di ossalati nelle urine, l'ulteriore trattamento avviene secondo un piano rigoroso.

Quando vengono rilevati grandi ossalati nei reni, l'urologo prescrive un'operazione per il paziente. La rimozione dei calcoli renali viene eseguita con vari metodi, operativi, con litotripsia renale, ecc., Quale opzione preferire: l'urologo te lo dirà, in base al quadro della malattia, al benessere e alle capacità del corpo del paziente. Puoi leggere questo nelle nostre pubblicazioni sul trattamento dell'urolitiasi.

Il paziente dovrà eliminare dalla sua dieta quotidiana cibi ricchi di acido ossalico, come acetosa, lattuga, spinaci, barbabietole, cacao, caffè, cioccolato. Puoi leggere di più su una dieta corretta per l'ossalato renale nella sezione pubblicazioni.

3. Trattamento terapeutico dei calcoli di ossalato

L'urologo prescrive al paziente citrato di sodio e citrato di potassio, a causa dei quali diminuirà la formazione di complessi di sali di calcio scarsamente solubili, la concentrazione dei suoi ioni diminuirà e si formeranno complessi con citrato.

4. Ulteriore trattamento nei sanatori

Per il successivo trattamento dell'urolitiasi, si consiglia di visitare i complessi di sanatorio-resort della Federazione Russa e della CSI, come Truskavets, Pyatigorsk, Zheleznovodsk, Essentuki, Kislovodsk, Arzni, Jermuk.

Dieta per ossalati

Un posto importante nella terapia è occupato da una dieta per i calcoli renali di ossalato. Poiché l'ossalaturia può essere causata dal consumo di quantità eccessive di frutta e verdura ad alto contenuto di acido ossalico, dovresti evitare di mangiare questi alimenti. È necessario escludere prodotti a base di pasta, gelato, dolci, cioccolato, biscotti, marmellata, carni grasse, aceto, senape e pomodori.

Se parliamo di brodi, allora non dovrebbero essere ricchi. Anche fegato, gelatina, gelatine, gelatine, gelatine, cervello, reni e altre frattaglie dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Inoltre, dovresti astenervi da cibo in scatola, salse, patè, salsicce, carni affumicate, cibi fritti e piccanti, acidi e salati..

Sono banditi anche funghi, piselli e altri legumi, spinaci, acetosa, insalate, prezzemolo, barbabietole e asparagi, cavoletti di Bruxelles e cavolo rosso, broccoli. Da escludere anche rafano, fichi, ortiche, sedano, peperoni.

Oltre a tutti i suddetti alimenti con un alto contenuto di acido ossalico, l'aspetto degli ossalati nei reni può essere influenzato dall'uso di grandi quantità di vitamina C.Ecco perché anche l'uso di bacche e frutti con un alto contenuto di questa vitamina è sconsigliato. Tè forte, kvas, cacao, cicoria e succo di pomodoro dovrebbero essere esclusi dalle bevande.

Alcune persone cercano di fare il proprio trattamento: i metodi alternativi di medicina tradizionale possono offrire diversi metodi per rimuovere i calcoli renali. Tuttavia, non dimenticare che non tutte le pietre sono soggette a dissoluzione e non tutte possono uscire da sole..

L'automedicazione è abbastanza spesso sconsiderata e inefficace, inoltre, spesso portano ad un aggravamento della malattia, quando è necessario il ricovero di emergenza, nonché a conseguenze gravi e irreversibili.

Raccomandazioni generali per il trattamento dei canali nei reni

La formazione di un calcolo renale inizia con la comparsa di un piccolo granello di sabbia al suo interno. Può fuoriuscire nelle urine o rimanere nei reni. In quest'ultimo caso, il cristallo inizia a crescere, su di esso si depositano più sali dell'urina concentrata e diventa sempre di più.

Nella maggior parte dei casi, i calcoli renali passano da soli insieme al flusso di urina. Ciò è possibile quando le pietre sono ancora molto piccole, di diversi millimetri (vengono anche chiamate microliti). Tuttavia, se la pietra è già diventata relativamente grande (più di 1 cm), è già difficile che passi attraverso le vie urinarie..

Tuttavia, se una tale pietra rimane bloccata nell'uretere, provoca un forte dolore (colica renale). Inoltre, una tale pietra può, se bloccata, bloccare completamente il flusso di urina dal rene. In questo caso, parlano di un rene bloccato. Si verifica l'idronefrosi. Questa condizione richiede un trattamento. Quando il deflusso di urina viene ripristinato, il dolore scompare immediatamente.

Più piccolo è il calcolo renale, più facile è per lui svenire da solo con l'urina. Circa 9 calcoli renali su 10 hanno una dimensione inferiore a 5 mm e circa 5 calcoli su 10 misurano 5-10 mm. Tali pietre possono uscire da sole. Solo 1 o 2 casi di calcoli renali su 10 richiedono un trattamento speciale.

In media, i calcoli renali passano attraverso le vie urinarie entro 1-3 settimane e due terzi dei calcoli passano 4 settimane dopo la comparsa dei sintomi.

Quasi la metà dei pazienti con calcoli renali sviluppa più calcoli entro 5 anni fino a quando il paziente inizia a prendere misure preventive. È impossibile prevedere chi avrà pietre in futuro e chi no.

L'urologo parla del trattamento dei calcoli renali

L'urolitiasi, oltre a causare un tale fastidio come la colica renale, accompagnata da un forte dolore, è irta di altre conseguenze altrettanto pericolose:

Aumento del rischio di complicanze infettive e infiammatorie dai reni (pielonefrite),
Idronefrosi, che si verifica quando un calcolo blocca completamente il flusso di urina attraverso l'uretere. Questo, a sua volta, è pericoloso perché il rene può perdere completamente la sua funzione nel tempo. Questa complicazione si verifica se il rene viene bloccato per più di 2 settimane..

Vale soprattutto la pena prendere sul serio l'urolitiasi nei pazienti con un solo rene, con un sistema immunitario compromesso e con un rene trapiantato.

Durante la gravidanza, se una donna ha calcoli renali, è imperativo consultare un ostetrico e un urologo per scoprire se ci sono indicazioni per il trattamento. I metodi di trattamento in questo caso dipendono dal trimestre di gravidanza..

I calcoli renali sono meno comuni nei bambini. Di solito, questo colpisce i bambini di età compresa tra 8-10 anni. Allo stesso tempo, possono anche avere processi infettivi e infiammatori nei reni. Spesso, i bambini con calcoli renali presentano varie anomalie congenite, come anomalie nel sistema genito-urinario, disturbi metabolici, malattie endocrine o fibrosi cistica.

Esperienza personale di uno dei miei pazienti su come sbarazzarsi di calcoli scalati

Con disbiosi a lungo termine, candidosi intestinale con sindrome diarroica, ad es. una tendenza a perdere feci e diarrea nel corpo è una perdita di potassio. La perdita di potassio è accompagnata dalla perdita di magnesio. Il contenuto di potassio e magnesio è altamente interconnesso. Una diminuzione del potassio provoca interruzioni del cuore e del sistema cardiovascolare.

La carenza di magnesio influisce fortemente sul sistema nervoso umano, sulla sua resistenza allo stress e sul normale funzionamento della cistifellea. C'è un deterioramento dell'assorbimento degli acidi biliari da parte dell'intestino. I grassi e le vitamine liposolubili non possono legarsi agli acidi biliari e formare composti con il calcio nell'intestino.

Di conseguenza, nell'intestino si forma la steatorrea - un maggiore contenuto di grassi neutri, saponi e acidi grassi nelle feci. L'acido ossalico intestinale non si lega al calcio ed entra nel sangue in forma libera, dove si lega al calcio sierico del sangue, seguito dalla formazione di ossalato di calcio.

Parte degli ossalati di calcio dal sangue viene rimossa attraverso i reni con l'urina e una parte si deposita in essi, formando cristalli, specialmente se una persona non beve abbastanza acqua. Guardando al futuro, posso dire che per compensare la perdita di potassio e magnesio nel corpo, prendo periodicamente Panangin.

Sullo sfondo di una disbiosi intestinale di lunga durata, i calcoli renali di ossalato formati si sono fatti sentire sotto forma di un grave attacco di colica renale, seguito da un ricovero d'urgenza.

Poi, con un intervallo di circa due anni, ci furono altri due attacchi di colica renale con scarico di pietre e sabbia dai reni. Così, è stato ricoverato in ospedale con calcoli renali tre volte..

Solo dopo un po ', facendo la mia salute, sono giunto alla conclusione sul rapporto tra sindrome dell'intestino irritabile con diarrea e formazione di calcoli renali di ossalato. Per passare all'esperienza di rimozione di queste pietre, descriverò una piccola teoria di seguito..

Ossalati - calcoli renali

Questa malattia è meglio conosciuta in una delle sue manifestazioni - come malattia dei calcoli renali (nefrolitiasi), poiché i calcoli presenti nelle vie urinarie si formano principalmente nei reni. Le dimensioni di queste formazioni sono diverse e dipendono dalla durata del periodo di crescita..

A volte l'urolitiasi è asintomatica. In questi casi, la presenza di calcoli renali può indicare indirettamente disagio (lievi dolori, dolore sordo) nella regione lombare dopo l'attività fisica, soprattutto in caso di sollevamento di carichi pesanti.

La deposizione di densi calcoli minerali nella pelvi renale si verifica durante la precipitazione dei sali urinari, che può essere causata da lesioni renali e disturbi dell'escrezione urinaria, ma molto più spesso - disturbi metabolici e disturbi della regolazione nervosa e ormonale delle funzioni renali.

I calcoli renali e la sabbia possono essere costituiti da 2-3 tipi di sale, ma nella maggior parte dei casi sono solo un tipo di sale. In base alla loro composizione chimica si suddividono in ossalati, urati e fosfati. Meno comuni sono altri tipi di pietre formate da sostanze organiche: sulfonamidi, colesterolo, ecc..

La formazione di questo o quel tipo di calcolo dipende dai cambiamenti nell'equilibrio acido-base delle urine che si verificano durante la malattia. I calcoli di ossalato e urato (ossalati e urati) si formano nell'urina acida.

I calcoli di sulfanilamide si verificano anche nelle urine acide, ma ciò si verifica solo durante la terapia intensiva con farmaci sulfa. Le pietre fosfatiche (fosfati), invece, richiedono un ambiente estremamente alcalino.

Sintomi della malattia

Con la nefrolitiasi, quando la malattia procede con i sintomi, è consuetudine distinguere tra periodi acuti e interictali. Nel periodo acuto, un attacco di colica renale testimonia la presenza di calcoli renali, che è caratterizzata da dolori acuti improvvisi e violenti (spesso dopo un sovraccarico fisico) nella parte bassa della schiena, che si irradiano all'inguine e all'addome.

Altri sintomi tipici sono nausea, gonfiore, ritenzione di gas e feci, a volte trasformandosi in un'ostruzione intestinale, in cui la natura del dolore diventa crampi. Gli attacchi vengono ripetuti a intervalli regolari.

Nel periodo interictale, possono esserci alcuni segni caratteristici della pielonefrite (dolore nella zona dei reni quando si tocca la regione lombare superiore), nonché una produzione di urina leggermente aumentata.

La diagnosi di nefrolitiasi è infine confermata solo dall'esame ecografico dei reni o dall'esame a raggi X (i raggi X rivelano soprattutto i calcoli di urato e meno chiaramente - i calcoli di fosfato). L'analisi delle urine consente di rilevare uno spostamento dell'equilibrio acido-base verso il lato acido o alcalino, nonché la presenza nelle urine di alcune sostanze che contribuiscono alla crescita dei calcoli.

L'eliminazione della nefrolitiasi dipende principalmente dal tipo di malattia (disfunzione) a causa della quale è stato depositato il calcolo - questo include disordini metabolici, carenza di vitamina A, ecc. Nel periodo acuto, l'attacco del dolore viene fermato dalle seguenti misure. Il paziente dovrebbe andare immediatamente a letto e in modo che la parte superiore del corpo assuma una posizione elevata (i cuscini sono posti sotto la schiena).

Il calore viene applicato alla zona dei reni (impacco o piastra elettrica). Se una persona è in grado di camminare, è consigliabile fare un bagno caldo generale o almeno locale (fino alla vita). Le sensazioni di dolore vengono eliminate con l'aiuto di analgin, nonché antispastici come baralgin (per via endovenosa 5 ml) e no-shpa (2-3 compresse all'interno o 2 ml di soluzione al 2% per via intramuscolare).

Quando una persona soffre di flatulenza, che aggrava il dolore, puoi usare un tubo di uscita del gas o fare un clistere con l'infuso di camomilla. Una persistente assenza di urina nella vescica o la presenza di sangue (pus) nelle urine di solito richiede un intervento chirurgico.

Menu durante gli attacchi

Nel periodo interictale la terapia domiciliare consiste principalmente nell'utilizzo di tisane diuretiche e nel rigoroso rispetto della dieta. Qualsiasi forma di malattia dei calcoli renali esclude l'uso del sale da cucina.

In alcuni casi, può essere sostituito con prodotti meno pericolosi (salsa di soia, ecc.), Ma questi punti vengono discussi con l'urologo. Con gli ossalati è indicato il consumo di carne e latticini (soprattutto formaggi), uova, riso e piatti di farina, prodotti da forno.

Alcune verdure e frutti di bosco sono escluse dal menu: lattuga, spinaci, acetosa, sedano, patate, pomodori, barbabietole, fagioli, prugne, uva spina, fragole, ribes.

Caffè, cioccolato, cacao, tè sono vietati. La mancanza di vitamine nel corpo è compensata da un ciclo di terapia vitaminica utilizzando complessi accuratamente selezionati. Si presume che la terapia vitaminica inibisca la formazione di calcoli, soprattutto nel caso dei fosfati.

Dalle medicine usate: cyston, capsule super versate, kanefron in pillole e gocce.

Gli ossalati si presentano spesso contemporaneamente agli urati, o anche in un ambiente acido, le pietre sono formate da due tipi di sali contemporaneamente.

In questo caso, è indicata una dieta vegetariana, che, ovviamente, esclude i suddetti alimenti vegetali. La carne è consentita, ma in quantità limitate.

Con gli urati puri è necessaria una dieta che escluda caffè, cioccolato, cacao, tè, carni affumicate. Il consumo di carne (manzo magro e pollame) è limitato. Utili per il paziente sono le acque minerali con una reazione alcalina, che includono, ad esempio, Borjomi e Zheleznovodskaya.

È importante ricordare che l'uso di acque minerali altamente gassate è pericoloso per i pazienti con problemi renali, quindi, per 15 minuti prima di bere tale acqua, la bottiglia con essa deve essere tenuta aperta, consentendo ai gas di lasciare il liquido.

Nel caso dei fosfati è completamente escluso l'uso di acque salino-alcaline e di altre acque minerali contenenti idrocarbonati..

Gli alimenti ricchi di acidi, principalmente piatti di carne e prodotti da forno, nonché legumi, hanno un effetto benefico sul sistema urinario del paziente. Non è desiderabile consumare latticini, carote, pomodori e altri alimenti ricchi di calcio.

Nel processo di sottoporsi a un corso intensivo di terapia con sulfamidici, si consiglia di bere fino a 2 bicchieri sfaccettati di soluzione di bicarbonato di sodio al giorno (1 cucchiaino incompleto per bicchiere). Inoltre, una condizione indispensabile per la prevenzione della formazione di calcoli sulfamidici è bere molti liquidi. Durante il giorno, il paziente deve bere almeno 12 bicchieri sfaccettati (2,4 litri) di liquido.

Come sbarazzarsi delle pietre di ossalato

Ora su come mi sono sbarazzato delle pietre di ossalato. In precedenza, la terapia a lungo termine veniva utilizzata per questi scopi prendendo un rimedio ayurvedico indiano chiamato cyston. In linea di principio, ho usato prima il cyston.

Un buon amico, un urologo, mi ha detto che il cyston è considerato un rimedio obsoleto e mi ha prescritto un medicinale, un integratore alimentare venduto in qualsiasi farmacia sotto il nome di super versato in capsule. C'è ancora solo versato in pillole, ma ho preferito versare super capsule, perché, a giudicare dalla descrizione, ha un effetto benefico sulla cistifellea.

Scrivono che rimuove i calcoli dalla cistifellea. Dato che la mia cistifellea non sta bene, l'ho preferita, super versata in capsule. È stato prescritto un corso di 8 settimane, 3 volte al giorno, due capsule. C'erano due di questi corsi con una pausa di tre mesi.

Prima del terzo corso nella descrizione dell'ecografia renale, è stata registrata una pietra in ciascun rene. A sinistra - 4 mm, a destra - 3 mm. Dopo il terzo ciclo a 8 settimane, l'ecografia ripetuta ha mostrato l'assenza di una pietra nel rene destro e una diminuzione delle dimensioni nel rene sinistro fino a 3 mm.

Non ricordo quale fosse la dimensione delle pietre prima della prima portata, ma l'ultima mostrava un evidente andamento positivo. Ho chiesto all'urologo se fosse possibile continuare a prendere queste capsule, al quale ha risposto che era necessario prendersi una pausa di sei mesi, durante i quali mi ha prescritto di assumere il farmaco Kanefron.

Canephron si presenta sotto forma di gocce e pillole. Non ho preso le gocce, poiché sono alcol. Dato che devo essere io stesso al volante di un'auto, prendo kanefron in compresse (confetti).

Puoi leggere i risultati nel feedback sul trattamento delle pietre di ossalato