I benefici e i rischi della plasmaferesi

Nel corso degli anni, l'accumulo di elementi tossici e tossine si verifica nel sistema circolatorio umano, che vengono trasportati attraverso il corpo con il flusso sanguigno, penetrano nelle cellule, nei tessuti e influenzano negativamente la funzione protettiva - immunità.

Per purificare il plasma sanguigno dagli elementi tossici e attivare i processi metabolici, una tecnica così moderna come la plasmaferesi viene utilizzata con successo nel nostro tempo. Questa procedura è stata utilizzata all'estero per molto tempo, ma il suo costo è molto più alto che nelle cliniche domestiche. La plasmaferesi presso l'ospedale Yusupov può essere eseguita a prezzi convenienti e con alta efficienza.

Per comprendere i vantaggi e i danni della plasmaferesi, è necessario avere un'idea delle caratteristiche di questa procedura..

L'essenza della plasmaferesi

L'essenza della plasmaferesi è estrarre parte del sangue dal corpo del paziente, quindi purificarlo e restituirlo al flusso sanguigno..

Durante la procedura, il sangue è diviso in due componenti: elementi sagomati (eritrociti, piastrine, leucociti) e plasma (parte liquida). Il plasma "sporco" viene rimosso e la soluzione fisiologica, il glucosio e speciali sostituti del sangue vengono aggiunti alle cellule del sangue e quindi restituiti al corpo del paziente.

Esistono diversi modi per eseguire la plasmaferesi: con l'uso di attrezzature speciali e senza di essa.

La tecnica non hardware è più semplice e conveniente. Tuttavia, esiste un alto rischio di infezione durante l'utilizzo. Inoltre, questa procedura pulisce solo piccoli volumi di sangue..

Per eseguire la plasmaferesi hardware, è necessaria un'attrezzatura medica speciale. La plasmaferesi hardware, a sua volta, può essere centrifuga, a membrana (filtrazione) e in cascata.

Indicazioni per la plasmaferesi

La plasmaferesi era originariamente utilizzata per pulire il materiale del donatore. Oggi, questa procedura è anche un metodo ausiliario per il trattamento di molte malattie. Secondo gli esperti la plasmaferesi aiuta a combattere le patologie più gravi, cancro compreso, soprattutto in assenza di risultati positivi da altri metodi di cura.

Questa procedura viene utilizzata in molte cliniche private, incluso uno dei migliori centri multidisciplinari di Mosca, l'ospedale Yusupov. Tuttavia, esistono alcune indicazioni e controindicazioni per la plasmaferesi, per l'identificazione di cui ai pazienti viene assegnato un esame preliminare obbligatorio.

La plasmaferesi è indicata per i pazienti con le seguenti malattie:

  • con varie malattie cardiovascolari: angina pectoris, miocardite, aterosclerosi, malattie virali, alterazioni postinfarto;
  • malattie dell'apparato respiratorio: asma bronchiale, alveolite, ecc.;
  • malattie del fegato e dei reni;
  • malattie del tratto gastrointestinale: ulcere, colite;
  • malattie endocrine: diabete mellito, con tireotossicosi;
  • patologie ginecologiche: processi infiammatori dell'apparato riproduttivo, nel periodo climaterico, prima della fecondazione in vitro (IVF);
  • lesioni del tessuto connettivo: sclerodermia, lupus eritematoso, artrite, dermatomiosite;
  • malattie della pelle: psoriasi, herpes, pemfigo - per rimuovere le tossine che portano allo sviluppo di queste malattie;
  • reazioni allergiche: orticaria, dermatiti, allergie da freddo e caldo, edema di Quincke;
  • malattie del sistema nervoso: encefalite, sclerosi multipla, malattie infettive;
  • patologie oftalmiche: retinopatia, uveite.

Inoltre, la plasmaferesi in alcune situazioni è utile durante la gravidanza: se si verificano insufficienza placentare, conflitto Rh, gestosi, tossicosi grave.

La plasmaferesi viene utilizzata per alleviare la dipendenza da alcol, nicotina e droghe, nonché in caso di avvelenamento con sostanze medicinali o chimiche.

Opinione di un esperto

Alexey Vasiliev, capo del dipartimento di neurologia, candidato di scienze mediche, neurologo della massima categoria

“La plasmaferesi ad alto volume è considerata il gold standard per il trattamento di un'ampia gamma di malattie neurologiche. Viene eseguita per pazienti con sclerosi multipla grave e aggressiva, encefalomielite multipla acuta, miastenia grave, polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica e molte altre malattie. Questo metodo di trattamento ha un effetto terapeutico pronunciato, è sicuro e conveniente per i pazienti..

Sulla base del dipartimento di neurologia dell'ospedale Yusupov, viene eseguita la plasmaferesi con un volume di 2-2,5 litri per sessione. Un uso così intenso della plasmaferesi consente di purificare al massimo il corpo dalle tossine e dagli anticorpi che distruggono la guaina mielinica delle fibre nervose. Dopo diverse sedute, i pazienti notano una diminuzione dei sintomi della malattia sottostante e un miglioramento generale del benessere "..

Controindicazioni alla plasmaferesi

Le seguenti condizioni e malattie sono controindicazioni assolute alla plasmaferesi:

  • sanguinamento di vario genere;
  • grave malattia cerebrale (p. es., ictus);
  • insufficienza renale, epatica, malattie cardiovascolari in fase scompensata;
  • disturbi mentali acuti.

Oltre a quelle assolute, ci sono anche controindicazioni relative alla plasmaferesi:

  • bassa pressione sanguigna;
  • violazione della coagulazione del sangue;
  • ulcera allo stomaco;
  • ulcera intestinale;
  • violazione del ritmo del cuore;
  • bassi livelli di proteine ​​nel sangue;
  • donne durante le mestruazioni.

Al fine di escludere il danno della plasmaferesi, prima della procedura nell'ospedale di Yusupov, viene prescritto un esame completo per identificare le controindicazioni a questo metodo di purificazione del sangue.

Risultati della plasmaferesi

Una procedura non è sempre sufficiente per ottenere i risultati desiderati. Nel determinare il numero richiesto di sessioni di plasmaferesi, i medici dell'ospedale Yusupov tengono conto delle condizioni generali del paziente, del volume di sangue e della complessità del problema che deve essere eliminato. Di norma, l'effetto migliore si ottiene dopo 5-7 procedure di plasmaferesi..

Una o due sessioni di plasmaferesi possono aiutare i pazienti con dermatite allergica e altri problemi della pelle.

Ogni sessione successiva contribuisce a:

  • migliorare le condizioni generali del sangue e il benessere del paziente;
  • rigenerazione dei tessuti, scomparsa di acne, acne, macchie senili;
  • rimozione di veleni, tossine, virus, cellule malate dal sangue;
  • normalizzazione dell'attività degli organi interni: reni, fegato, polmoni, sistema cardiovascolare;
  • rafforzare l'immunità, attivando il lavoro di collegamenti precedentemente non operativi - a causa dell'eliminazione degli immunocomplessi in eccesso dal sangue che provocano processi infiammatori.

Perché la plasmaferesi è pericolosa?

A causa dell'individualità di ciascun organismo, la sua risposta alla plasmaferesi può essere completamente imprevedibile. Il pericolo della plasmaferesi è il possibile sviluppo di complicanze, di cui il paziente deve essere informato dal medico prima di iniziare la procedura.

Nonostante la percentuale minima della probabilità di sviluppare conseguenze negative durante la plasmaferesi nell'ospedale di Yusupov, è necessario conoscere le complicazioni della procedura:

  • lo sviluppo di reazioni allergiche ai sostituti del sangue, sangue donato, in casi isolati - shock anafilattico;
  • il verificarsi di sanguinamento associato a dosi eccessive di farmaci che riducono la coagulazione del sangue;
  • infezione del sangue - può verificarsi quando si utilizza il metodo non apparato di plasmaferesi;
  • la formazione di coaguli di sangue - con somministrazione insufficiente di farmaci che riducono la coagulazione del sangue;
  • sviluppo di insufficienza renale - osservato quando il sangue donato viene utilizzato come sostituti del sangue.

La nuovissima attrezzatura dell'ospedale Yusupov, la vasta esperienza pratica dei medici trasfusionali della nostra clinica e l'osservanza di tutte le regole asettiche garantiscono la sterilità della procedura, alti risultati di plasmaferesi e l'assenza di conseguenze avverse. Per ottenere l'efficacia del trattamento, oggi non è necessario fare plasmaferesi all'estero. Le moderne cliniche domestiche, compreso l'ospedale Yusupov, forniscono servizi medici che soddisfano gli standard di qualità internazionali.

Puoi iscriverti per la procedura di plasmaferesi e una consultazione preliminare con uno specialista presso l'ospedale Yusupov per telefono o sul sito web della clinica, attraverso il modulo di feedback.

Plasmaferesi

La plasmaferesi è uno dei tipi più diffusi di disintossicazione extracorporea, finalizzata a modificare la composizione organica, gassosa o idroelettrolitica della sostanza sanguigna attraverso il suo trattamento chimico e meccanico all'esterno del corpo. Per eseguire manipolazioni di pulizia, è necessaria un'attrezzatura speciale. Sia le caratteristiche qualitative che quelle quantitative sono soggette a modifiche

Caratteristiche della procedura

L'essenza del metodo prevede l'eliminazione (rimozione) di tutti gli elementi contenuti nel plasma. L'effetto terapeutico più significativo si ottiene quando le sostanze nocive sono concentrate nella componente liquida del flusso sanguigno..

Come qualsiasi altra procedura medica, la plasmaferesi richiede un dosaggio accurato della quantità di volume di plasma circolante (VCP) prelevato. Il calcolo del VVP accettabile viene determinato individualmente per ogni paziente secondo apposite tabelle, tenendo conto delle caratteristiche di età, sesso, dati antropometrici.

A seconda della quantità di plasma rimosso in una procedura, si distinguono diverse varietà di questo metodo:

  • plasmaferesi a basso volume - fino al 20%;
  • volume medio - 20-50%;
  • volume elevato - 50-70%;
  • scambio plasmatico (dal 70 al 150%);
  • massiccio scambio di plasma - oltre il 150% VCP.

Indicazioni

La plasmaferesi nella moderna pratica medica viene utilizzata come metodo principale o ausiliario.

Le condizioni patologiche in cui la procedura è uno dei componenti principali della terapia includono:

  • eritromielosi;
  • porpora post-trasfusione;
  • un aumento del numero di leucociti e piastrine nell'emoblastosi (processi neoplastici);
  • miastenia grave (grave malattia autoimmune, accompagnata dalla distruzione dei propri recettori nei muscoli striati);
  • disturbi a cellule falciformi della struttura dell'emoglobina;
  • fallimento geneticamente determinato del metabolismo del ferro;
  • disturbi del metabolismo dei pigmenti;
  • aumento ereditario del contenuto di colesterolo;
  • avvelenamento con prodotti chimici e veleni;
  • Sindrome di Guillain-Barré (poliradicoloneurite);
  • massiccia ripartizione dei globuli rossi nel sangue;
  • lesioni multiple croniche dei nervi periferici, che portano a paralisi e paresi;
  • reazione dolorosa al freddo;
  • aumento della viscosità del sangue, come una delle manifestazioni del mieloma (un tumore maligno derivante dalle plasmacellule);
  • Sindrome di Goodpasture (una malattia autoimmune che distrugge gli alveoli dei polmoni e dei glomeruli renali);
  • Sindrome DIC (uno dei disturbi della coagulazione);
  • formazione accelerata di coaguli di sangue e blocco di piccoli vasi;
  • porpora trombocitopenica (una delle varietà di carenza piastrinica);
  • mioglobinemia.

L'elenco delle malattie, la cui terapia prevede l'inclusione di una procedura di purificazione del sangue nel protocollo di trattamento:

  • forme gravi di allergie e reazioni pseudoallergiche;
  • danno autoimmune alla guaina mielinica delle fibre nervose nel cervello e nel midollo spinale;
  • psoriasi;
  • artrite reumatoide;
  • dermatosi cistiche;
  • infiammazione sistemica e distruzione delle pareti vascolari (vasculite);
  • glomerulonefrite extracapillare;
  • pancreatite acuta;
  • asma bronchiale;
  • lupus eritematoso;
  • sepsi grave.

Plasmaferesi: benefici e rischi

L'effetto terapeutico della plasmaferesi si basa sui seguenti meccanismi molecolari:

  1. Eliminazione quantitativa di varie biomolecole: paraproteine, anticorpi, prodotti di degradazione, esotossine, molecole endogene aspecifiche, ecc..
  2. Rimborso totale o parziale dei componenti mancanti da parte del donatore.
  3. Impatto sulla struttura delle cellule del sangue della membrana del filtro plasmatico (deplasma degli eritrociti, diminuzione della viscosità del liquido filtrato).
  4. Placebo accettabile: l'effetto più atteso nel trattamento delle malattie croniche.

Allo stesso tempo, la rimozione simultanea di oltre il 30% del VCP dal corpo determina una diminuzione significativa e stabile delle concentrazioni di proteine ​​plasmatiche utili per il corpo umano, fattori che assicurano la coagulazione e anticorpi immunitari. Il recupero di questi indicatori avviene a lungo (almeno 7 giorni). Quando circa il 50% del VCP viene rimosso in una sessione, il corpo non ha riserve per l'auto-recupero e per garantire il normale stato funzionale degli organi. Tali condizioni sono suscettibili di correzione con l'introduzione di componenti del donatore. L'escrezione di oltre il 100% del VCP non viene corretta nemmeno mediante infusione di albumina e plasma donato, tali condizioni sono difficili da tollerare per i pazienti. Pertanto, la procedura di scambio del plasma viene eseguita solo in condizioni critiche e pericolose per la vita.

Come viene eseguita la plasmaferesi del sangue (tipi di tecniche)

I metodi gravitazionali si basano sulla frammentazione della sostanza sanguigna in elementi corpuscolari e plasma, sotto l'influenza di una sedimentazione accelerata.

Questo metodo fornisce due opzioni per condurre la plasmaferesi:

  • non hardware - effettuato attraverso la deposizione naturale di strutture cellulari;
  • centrifuga, quando la separazione del sangue è assicurata dalla centrifugazione di un certo volume.

Le cliniche moderne eseguono due tipi di plasmaferesi gravitazionale hardware:

  1. Discreto. Il sangue viene prelevato dal paziente in uno speciale contenitore di plastica con un volume di 400-450 ml m, seguito dalla centrifugazione del materiale risultante, dopo di che le cellule del sangue funzionali vengono diluite in una soluzione sterile per infusione e restituite al paziente.
  2. Continuamente - in linea. Questa tecnica prevede l'uso di uno speciale apparato per plasmaferesi (separatore), grazie al quale viene prelevato immediatamente il sangue, la separazione e la restituzione di componenti non rimovibili al paziente.

Il metodo più innovativo di plasmaferesi è la membrana, realizzata attraverso una speciale membrana con pori del diametro di 0,2-0,6 micron. Questa dimensione del foro passante consente di trattenere le cellule del sangue e il plasma passa senza problemi. Questa tecnica è adatta per l'eliminazione delle gamma globuline patologiche e si è dimostrata efficace per le allergie. Una delle sue varietà è la purificazione a cascata, che prevede il passaggio di una sostanza ematica attraverso due filtri a membrana.

Controindicazioni

Esistono controindicazioni relative e assolute alla purificazione del sangue mediante plasmaferesi.

Questi includono:

  • condizioni critiche e non compensate nel paziente;
  • sanguinamento chirurgico e potenziali fonti di sanguinamento incontrollato (erosione, tumori, ulcere);
  • intolleranza individuale o reazioni allergiche nella storia a uno dei componenti della procedura;
  • processi infettivi e purulenti nella fase acuta;
  • ipertermia di origine sconosciuta;
  • disturbi patologici primari o secondari dell'emostasi;
  • anemia di varie eziologie;
  • ipoproteinemia;
  • incapacità di fornire un accesso venoso periferico o centrale;
  • periodo di gravidanza, sanguinamento mestruale nelle donne.

Benefici della plasmaferesi del sangue

Grazie all'emosorbimento è possibile ottenere:

  1. Scomparsa totale o parziale dei sintomi clinicamente significativi di molte malattie.
  2. Aumentare l'efficacia della terapia farmacologica speciale di base o ridurre il dosaggio dei farmaci.
  3. Guarigione completa.

Effetti collaterali

Nonostante gli innegabili benefici della plasmaferesi, durante la procedura o immediatamente dopo il suo completamento, a volte si possono osservare le seguenti condizioni:

  • lesioni emboliche di vasi piccoli e grandi;
  • ipovolemia acuta, manifestata da una forte diminuzione degli indicatori della pressione sanguigna;
  • ipervolemia acuta, caratterizzata da insufficienza ventricolare sinistra acuta (mancanza di respiro, insufficienza respiratoria, edema polmonare);
  • sindrome emorragica;
  • reazioni allergiche di varia intensità, fino a shock anafilattico;
  • reazioni pirogene;
  • ipocalcemia (sensazione di intorpidimento degli arti, della lingua, delle labbra).

Allo stesso tempo, la frequenza delle complicanze durante le procedure pianificate, dopo che tutte le misure preparatorie e diagnostiche sono state eseguite, è ridotta al minimo..

Plasmaferesi: recensioni, benefici e rischi, indicazioni e controindicazioni

Nel mondo moderno, il corpo umano è sempre più costretto a entrare in contatto con gas di scarico, fumo di tabacco, bevande alcoliche, medicinali, pesticidi, ecc. L'accumulo di sostanze nocive provoca la comparsa di varie patologie. Oggi, uno dei modi più efficaci per purificare il corpo dai prodotti tossici è il trattamento della plasmaferesi. Con questo metodo, il plasma contenente tutte le sostanze nocive viene rimosso dal sangue del paziente..

Concetto

Il compito del tessuto connettivo liquido è garantire il normale funzionamento di tutti gli organi e sistemi del corpo umano. La composizione del sangue è rappresentata da acqua e corpuscoli. Nel tempo, si accumulano sostanze nocive che portano alla comparsa di varie patologie, nonché detriti delle pareti cellulari.

Plasmaferesi - purificazione del sangue, a seguito della quale il materiale biologico al di fuori del corpo umano è diviso in "buono" e "cattivo". Il primo ritorna nel corpo, il secondo viene smaltito.

Questa tecnica era originariamente utilizzata per elaborare il sangue donato. Ma oggi la procedura di plasmaferesi è riconosciuta come uno dei metodi più efficaci per migliorare il corpo. Inoltre, il metodo viene applicato intenzionalmente per combattere alcune malattie..

La plasmaferesi del sangue è una procedura medica che prevede la raccolta del sangue venoso del paziente e la sua successiva separazione in componenti. Successivamente, il biomateriale purificato viene reiniettato al suo interno. Per quanto riguarda la donazione di plasma, vengono restituiti al letto venoso solo gli elementi sagomati..

La procedura può essere eseguita sia con l'uso di attrezzature speciali che senza di essa..

Esistono i seguenti metodi non hardware:

  1. Gravitazionale. Il suo principio si basa sull'azione della gravità. I globuli sanguigni, che hanno un peso maggiore, affondano sul fondo del contenitore e vengono reintrodotti nella persona. A causa dell'indicatore di bassa efficienza nella pratica, questo metodo viene utilizzato estremamente raramente..
  2. Filtrazione. L'essenza del metodo è la stessa di quella gravitazionale. La differenza è che nel processo sono coinvolti filtri speciali, grazie ai quali la separazione in componenti avviene in un periodo di tempo più breve e di qualità superiore.

Oggi, i metodi di cui sopra stanno perdendo la loro rilevanza, cedendo a quelli che vengono eseguiti utilizzando attrezzature.

In pratica, vengono utilizzati molti dispositivi di plasmaferesi che differiscono per funzionalità. Tuttavia, ci sono solo due modi per dividere il sangue nei suoi componenti..

Sulla base di ciò, la plasmaferesi hardware è di 2 tipi:

  1. Centrifuga. Un metodo che permette di ottenere una frazione "buona" nel minor tempo possibile. A causa di ciò, l'integrità delle strutture cellulari non viene violata e le proprietà di altri componenti vengono preservate. L'essenza della procedura: il sangue in un contenitore speciale viene posto in una centrifuga dotata di un moderno software e separato ad alta velocità per diversi minuti. Quindi il contenitore viene rimosso e il plasma contaminato da sostanze nocive viene rimosso da esso..
  2. Membrana. L'essenza del metodo: il sangue del paziente viene distillato attraverso filtri speciali utilizzando pompe integrate nell'apparecchiatura. Anche questo metodo è veloce. Inoltre, la procedura di plasmaferesi a membrana consente di processare un grande volume di sangue con il massimo grado di purificazione possibile. Nella maggior parte dei casi, il metodo viene utilizzato per trattare varie patologie. Con l'aiuto della plasmaferesi a membrana, è possibile ottenere miglioramenti nelle condizioni del paziente, anche con malattie gravi. In alcuni casi, la procedura è più efficace della terapia farmacologica..

Indicazioni

La plasmaferesi non è una misura preventiva a cui tutti possono ricorrere. La procedura viene eseguita solo su consiglio di un medico. Di norma, funge da metodo di trattamento aggiuntivo nel caso in cui il regime terapeutico principale non porti risultati positivi..

Le indicazioni per la plasmaferesi sono patologie della maggior parte degli organi e dei sistemi:

  • Malattie autoimmuni;
  • lesioni del muscolo cardiaco;
  • alti livelli di colesterolo "cattivo" nel sangue;
  • complicazioni dopo un attacco di cuore;
  • reumatismi;
  • aterosclerosi;
  • miocardite di origine virale;
  • malattia vascolare polmonare;
  • asma bronchiale;
  • alveolite;
  • polmonite;
  • Morbo di Crohn;
  • danno alla parete dell'intestino crasso, accompagnato dalla comparsa di ulcere;
  • patologia epatica;
  • infiammazione della mucosa orale;
  • diabete mellito, comprese le sue violazioni;
  • problemi dermatologici (eruzioni allergiche, psoriasi, orticaria, ecc.);
  • artrite;
  • patologia del sistema visivo;
  • malfunzionamento dei reni;
  • malattia stagionale (alta sensibilità al freddo, al caldo, ecc.);
  • sclerosi multipla;
  • malattie oncologiche;
  • tromboembolia;
  • epatite;
  • patologia del sistema riproduttivo;
  • Conflitto Rh durante la gestazione;
  • acne;
  • alcolismo;
  • l'uso di droghe;
  • avvelenamento con veleni e droghe.

Questo elenco può essere ampliato nel corso di una consulenza individuale con uno specialista. Ad oggi, la procedura è stata utilizzata con successo nella lotta contro circa duecento malattie. Sulla base di revisioni mediche, la plasmaferesi in combinazione con il trattamento farmacologico può ottenere miglioramenti significativi.

Controindicazioni

La procedura ha diverse limitazioni. La decisione sulla necessità della sua nomina viene presa dal medico curante dopo un esame approfondito..

Le controindicazioni assolute alla plasmaferesi sono:

  • danno cerebrale di estrema gravità;
  • sanguinamento.

Ci sono anche limitazioni che possono essere ignorate dalla decisione del medico. Le controindicazioni relative alla plasmaferesi sono:

  1. Tendenza al sanguinamento. La procedura prevede l'uso di farmaci che riducono la coagulazione. Questo è importante per evitare che il catetere inserito si ostruisca con coaguli di sangue. Ciò aumenta il rischio di sanguinamento..
  2. Lesioni ulcerose del tratto gastrointestinale. Dopo la plasmaferesi aumenta anche il rischio di sanguinamento.
  3. Aritmia, pressione sanguigna bassa. Nonostante il fatto che il paziente non perda un certo volume di sangue per un breve periodo, il lavoro del sistema cardiovascolare potrebbe deteriorarsi. Sullo sfondo della procedura, la pressione sanguigna diminuisce e l'aritmia aumenta, il che può provocare la comparsa di condizioni pericolose per la salute.
  4. Mancanza di proteine ​​nel sangue. Queste sostanze sono vitali per il normale funzionamento di tutti gli organi e sistemi del corpo umano. Dopo la procedura di purificazione del sangue, una certa quantità viene persa, il che aumenta il rischio di varie patologie..
  5. Malattie infettive nella fase acuta. Questa limitazione è spiegata dal fatto che il sistema cardiovascolare sta subendo un aumento dello stress durante questo periodo..
  6. Mestruazioni. L'esecuzione della procedura durante le mestruazioni può peggiorare significativamente le condizioni generali di una donna..

Azione positiva

Le recensioni sulla plasmaferesi da parte della maggior parte delle persone sono estremamente positive. I pazienti notano un miglioramento del benessere, un'ondata di forza, un aumento dell'efficienza.

  • le difese del corpo sono rafforzate;
  • il livello di colesterolo "cattivo" nel sangue diminuisce;
  • i processi metabolici sono accelerati;
  • le cellule sono meglio sature di ossigeno.

I benefici e i danni della plasmaferesi sono dovuti all'adeguatezza della nomina della procedura, nonché alla correttezza della sua attuazione. Il rispetto di tutte le condizioni riduce la probabilità di effetti collaterali.

Le seguenti condizioni possono verificarsi immediatamente dopo la plasmaferesi:

  • debolezza;
  • vertigini;
  • visione offuscata.

Queste reazioni sono normali e non richiedono cure mediche. Per eliminarli, si consiglia di sdraiarsi per 15-20 minuti..

Dopo la plasmaferesi, possono verificarsi le seguenti complicazioni:

  1. Reazione allergica. Può essere causato da farmaci usati per fluidificare il sangue. Si manifesta con brividi, eruzioni cutanee, febbre, meno spesso si sviluppa uno shock anafilattico. In caso di avvelenamento, ci sono: intorpidimento di varie parti del corpo, convulsioni.
  2. Sanguinamento. Può essere il risultato di un sovradosaggio di sostanze che riducono il tasso di coagulazione. Il rischio aumenta anche con le malattie ulcerative esistenti del tratto gastrointestinale.
  3. Trombosi. Se invece il dosaggio delle suddette sostanze risulta insufficiente, il catetere e la parete del vaso in cui è installato possono otturarsi con coaguli di sangue. Se un coagulo di sangue entra nel letto, aumenterà la probabilità di condizioni gravi..
  4. Sepsi, infezione da HIV. Attualmente, la procedura utilizza solo aghi e strumenti monouso sterili, il che riduce a zero il rischio di infezione. È importante rivolgersi solo a istituzioni mediche autorizzate a eseguire la trasfusiologia.

Preparazione per plasmaferesi

Prima della procedura, il paziente deve sottoporsi a un esame. Include:

  1. Analisi del sangue generale. Importante per rilevare varie patologie in una fase iniziale.
  2. Coagulogramma, valutazione del tasso di coagulazione. Consentono di rilevare una predisposizione al sanguinamento o, al contrario, alla trombosi.
  3. Reazione di Wasserman. Analisi che rileva la sifilide.
  4. Uno studio per determinare il livello di glucosio nel sangue. Necessario per escludere o confermare la presenza di diabete.
  5. Analisi del contenuto di proteine ​​nel sangue. Un livello ridotto di queste sostanze è una controindicazione relativa alla plasmaferesi..
  6. Misurazione della pressione sanguigna. In caso di grandi deviazioni dalla norma in qualsiasi direzione, la procedura può essere posticipata.
  7. ECG. Necessario per valutare il lavoro del sistema cardiovascolare.

48 ore prima della plasmaferesi, è necessario:

  1. Elimina l'uso di bevande alcoliche e caffè.
  2. Bere almeno 2 litri di acqua naturale in bottiglia al giorno.
  3. Smetti di prendere farmaci che possono provocare complicazioni. Il medico dovrebbe essere a conoscenza dei farmaci usati in anticipo, determina quale di loro ha bisogno di smettere di bere.

Immediatamente prima della procedura, è necessario svuotare la vescica, non fumare per 2 ore.

Com'è

L'algoritmo per l'implementazione della plasmaferesi comprende le seguenti azioni:

  1. Il paziente viene posto su una sedia speciale. Per comodità, può assumere sia una posizione seduta che sdraiata..
  2. Un catetere viene inserito nella vena, attraverso il quale il sangue inizia a fluire in una sacca sterile. Di norma, l'opzione migliore sono le navi situate nell'area della curva del gomito. Se non sono visibili in quest'area, il catetere viene inserito nella vena succlavia. Il campionamento del biomateriale viene eseguito 1-3 volte. Ciò è dovuto al fatto che circa un terzo del sangue viene purificato in una sessione. In tempi successivi, le cellule vengono liberate dalle sostanze nocive. Per questo motivo, la pulizia è considerata di qualità superiore e più efficace. 350-500 ml di sangue sono sufficienti per una procedura.
  3. La sacca riempita viene collocata nell'apparecchiatura, dove il tessuto connettivo liquido viene separato in plasma e elementi sagomati. La massa cellulare, diluita con sostituti del sangue, viene restituita al letto venoso mediante un catetere già installato. Se viene utilizzata la plasmaferesi centrifuga, la separazione può avvenire automaticamente senza la necessità di ulteriori manipolazioni. In questo caso, 2 cateteri vengono inseriti nel paziente contemporaneamente. Da una provetta, il biomateriale in piccole porzioni entra nell'apparato centrifugo, dove viene sottoposto a separazione. Il plasma viene immediatamente drenato e gli elementi sagomati vengono miscelati con sostituti del sangue e iniettati nuovamente nel letto venoso del paziente attraverso un secondo catetere. A causa della necessità di acquistare apparecchiature costose, la plasmaferesi automatica centrifuga viene utilizzata raramente nella pratica..
  4. Al termine della procedura, si consiglia al paziente di essere sotto la supervisione di un medico per un po 'di tempo (circa 30 minuti).

La durata della sessione è in media di 1-1,5 ore. Nelle revisioni della plasmaferesi, oltre alla sua efficacia, l'enfasi è posta sul fatto che durante la procedura non si avverte il minimo disagio.

Il giorno successivo, non è consigliabile mangiare cibi troppo caldi e fare il bagno. Se possibile, è consigliabile limitare l'attività fisica e riposarsi di più..

Il costo

Il prezzo della plasmaferesi è formato in ogni istituzione medica in modi diversi. Tuttavia, la procedura è considerata molto costosa..

Ad esempio, a Mosca, la plasmaferesi viene eseguita nella maggior parte delle cliniche multidisciplinari. Il vantaggio delle organizzazioni private è la disponibilità di un sistema flessibile di sconti per i clienti abituali. Il costo della plasmaferesi a Mosca è in media di 5-8 mila rubli. In altre città il pavimento è più basso. Ad esempio, il prezzo medio della plasmaferesi a Khabarovsk è di 3-7 mila rubli..

Di norma, i medici raccomandano di seguire un corso di 5 procedure per ottenere il massimo effetto terapeutico. Sulla base di ciò, il costo finale di diverse sessioni può essere di 15 e 40 mila rubli..

Recensioni

La plasmaferesi è una procedura medica la cui efficacia può essere giudicata solo dai medici. Tuttavia, subito dopo la seduta, la maggior parte delle persone nota un significativo miglioramento del benessere, una diminuzione dell'intensità o la completa scomparsa dei sintomi delle malattie esistenti..

Finalmente

Oggi la plasmaferesi è uno dei metodi ausiliari più efficaci utilizzati nella lotta contro le patologie della maggior parte degli organi e dei sistemi. La convinzione diffusa che tutti possano eseguire la procedura ai fini del recupero generale e del ringiovanimento è sbagliata. Di per sé, la plasmaferesi non ha un effetto terapeutico pronunciato e non è prescritta da un medico fino a quando il regime terapeutico sviluppato non porta buoni risultati. A scopo preventivo, il metodo viene utilizzato estremamente raramente e solo secondo le indicazioni.

Come viene eseguita la plasmaferesi, quali malattie tratta e perché viene utilizzata durante la gravidanza

La plasmaferesi è una procedura per purificare il sangue dalle tossine e dalle tossine. La salute di una persona nel suo insieme dipende dallo stato del sangue: fornisce all'organismo ossigeno e sostanze utili. Tuttavia, a causa della scarsa ecologia, alimentazione malsana o cambiamenti legati all'età, la sua composizione cambia drasticamente, il che influisce negativamente sulla salute..

Cos'è la "plasmaferesi", quali malattie tratta, qual è il costo?

Analizzeremo queste e altre questioni che interessano i pazienti in modo più dettagliato, perché il metodo ora popolare di purificazione del sangue ha molte contraddizioni..

Plasmaferesi: l'essenza del metodo, la storia dell'origine

Il plasma è un componente liquido del sangue che contiene corpuscoli. In condizioni di laboratorio, dalla sua composizione, viene giudicato sulla sconfitta di alcuni organi interni.

Il nome stesso "plasmaferesi" rivela l'essenza del metodo: tradotto dal latino, significa "rimozione del plasma".

Il semplice salasso fu il primo tentativo degli antichi guaritori di liberare il corpo dalle sostanze nocive e purificare il sangue. Per molti anni questa tecnica "disumana" è stata dimenticata e solo nella seconda metà del XX secolo gli inventori nel campo della medicina hanno cercato di creare un apparato in grado di separare il sangue in fasi e di sostituire la sua parte liquida a scopo terapeutico..

Dagli anni '70, la plasmaferesi ha occupato una nicchia speciale nella medicina. Da allora, la tecnica per liberare il corpo dal plasma "sporco" a livello cellulare utilizzando attrezzature speciali è diventata molto popolare..

Dove si può eseguire la plasmaferesi??

Grazie agli sviluppi moderni, la procedura viene eseguita non solo in istituzioni mediche pubbliche e private, ma anche a casa.

Diagramma schematico dell'apparato Hemofenix

A chi è consigliata la plasmaferesi??

Le indicazioni per l'uso della plasmaferesi sono diverse: in alcuni casi è una procedura preventiva, in altri è l'unico modo per resistere a una patologia fatale.

Le indicazioni assolute per la plasmaferesi sono le malattie del sangue, comprese quelle ereditarie:

  • Sindromi Goodpasture, Gasser, Guillain-Barre,
  • Sindrome DIC,
  • Malattia di Rufus,
  • Polineuropatia cronica,
  • Miastenia grave,
  • Trombocitosi,
  • Leucocitosi,
  • Malattia delle porfirine,
  • Mioglobinemia,
  • Eritroleucemia,
  • Ipercolesterolemia ereditaria,
  • Sindrome iperviscosa,
  • Trombocitopenia ritardata,
  • Emolisi intravascolare,
  • Anemia falciforme,
  • Acroangiotrombosi trombocitopenica,
  • Avvelenamento da sostanze tossiche e veleni.

Si osserva un buon effetto terapeutico quando si utilizza la plasmaferesi con:

  • Malattie del tratto gastrointestinale (morbo di Crohn, colite ulcerosa),
  • Patologie del cuore e dei vasi sanguigni (reumatismi, miocardite, dopo infarto miocardico, aterosclerosi, vasculite),
  • Disturbi immunitari e allergici (raffreddore da fieno, dermatite atopica),
  • Problemi dermatologici (psoriasi, herpes, pemfigo),
  • Malattie dell'apparato renale (glomerulonefrite, infezione del sistema genito-urinario),
  • Patologie dell'apparato respiratorio (emosiderosi, asma bronchiale),
  • Complicazioni purulente e settiche dopo l'intervento chirurgico,
  • Malattie oncologiche,
  • Malattia del fegato (epatite di natura autoimmune),

La plasmaferesi sarà utile anche durante la gravidanza, quando la paziente soffre di grave tossicosi. Può aiutare in altre situazioni, ad esempio, con conflitto Rh o insufficienza fetoplacentare.

A chi è vietato ricorrere alla plasmaferesi?

Le controindicazioni alla plasmaferesi sono le seguenti:

  • Disturbi patologici irreversibili degli organi interni,
  • Emorragia inarrestabile,
  • Coagulazione del sangue problematica,
  • Ulcera allo stomaco,
  • Violazione del battito cardiaco e del ritmo,
  • Pressione sanguigna instabile,
  • Vene interessate dal processo patologico,
  • Stati di shock,
  • Malattia del fegato,
  • Anemia in pazienti anziani,
  • Diminuzione della viscosità del sangue.

Vale la pena fare la pulizia del sangue durante le mestruazioni?

Gli esperti sconsigliano di ricorrere all'emateresi durante le mestruazioni, è meglio aspettare che finisca..

Il danno della plasmaferesi

I benefici e i danni di qualsiasi metodo terapeutico, compresa la plasmaferesi, dipendono direttamente dalle azioni del medico, dalla sua professionalità ed esperienza, nonché dalle condizioni della procedura. Perché la plasmaferesi è pericolosa?

Gli effetti collaterali più comuni dopo la plasmaferesi sono:

  • Shock anafilattico,
  • Reazione allergica al plasma del donatore o ad altre sostanze destinate a sostituirlo,
  • Anomalie autoimmuni dai reni (questo è il modo in cui i reni reagiscono al plasma del donatore),
  • Trasmissione dell'infezione durante lo scambio di plasma da un donatore,
  • Sepsi in caso di mancato rispetto delle regole di asepsi e antisepsi,
  • Sanguinamento quando c'è un problema con la coagulazione del sangue,
  • Diminuzione delle difese immunitarie per un po ',
  • Rimozione di sostanze utili insieme a tossiche,
  • Sviluppo di trombosi quando gli anticoagulanti sono stati usati in quantità insufficienti,
  • Problemi metabolici.

Conseguenze negative minori nei pazienti dopo plasmaferesi:

  • Attacchi di nausea,
  • Pressione sanguigna bassa,
  • Mal di testa.

L'effetto terapeutico della plasmaferesi

La plasmaferesi può eliminare diverse categorie di sostanze nocive, tra cui:

  • Prodotti metabolici: acido urico, urea, creatinina,
  • Anticorpi,
  • Antigeni,
  • Ormoni,
  • Mediatori infiammatori,
  • Lipidi ad alto peso molecolare.

La pulizia del corpo, eseguita con la rimozione del plasma, include i seguenti cambiamenti fisiologici:

  • Si verifica ipovolemia artificiale, che catalizza l'attività delle proprietà protettive del corpo.
  • Il fluido dal tessuto tende ai vasi, reintegrando così il volume mancante di sangue circolante. Ciò porta ad una diminuzione dell'edema e una diminuzione della concentrazione di sostanze nocive nel sangue per diverse ore..

Riduzione delle sostanze tossiche

Di quante procedure hai bisogno per vedere un risultato positivo?

L'effetto della plasmaferesi è di breve durata: dopo 24 ore la quantità di sostanze tossiche nel sangue sarà la stessa. Pertanto, gli esperti non raccomandano la plasmaferesi una tantum. Gli esperti consigliano di sottoporsi a un corso di trattamento composto da 4 sessioni.

Ad ogni visita, la conta ematica migliorerà: il sangue diventerà meno viscoso e quindi fornirà più velocemente ossigeno agli organi. Varie strutture del corpo vengono purificate gradualmente: tutto inizia con vasi sanguigni e tessuti e finisce con le cellule.

Quali tipi di plasmaferesi esistono?

In medicina, è consuetudine distinguere diversi tipi di plasmaferesi:

  • Su appuntamento:
  • Guarigione. La pulizia viene eseguita per eliminare qualsiasi patologia. Durante la procedura, gli elementi sagomati vengono restituiti al paziente, ma il suo plasma viene sostituito con il sangue del donatore o una soluzione speciale.
  • Donatore. Questa forma di plasmaferesi prevede la raccolta di plasma da una persona sana, cioè un donatore, al fine di utilizzarlo ulteriormente in altri pazienti a scopo terapeutico..
  • Per opzione:
  • Discreto o manuale. Un campione di sangue significativo viene prelevato dal paziente. Il materiale viene posto in una scatola speciale con conservanti, dove la parte liquida del sangue viene separata dagli elementi formati. In questo caso, aiuta il metodo di sedimentazione o centrifugazione. Per via endovenosa, al paziente viene iniettata la propria massa cellulare, ma già purificata e diluita in soluzione salina.
  • Automatico o hardware. La filtrazione del sangue avviene in piccole porzioni utilizzando apparecchiature di separazione. La purificazione del sangue è mobile e senza pause. Questo metodo non danneggia gli elementi cellulari, a differenza del discreto.
  • Per metodo di lavorazione del materiale:
  • Centrifuga. Il metodo è strettamente correlato alle leggi della fisica. Grazie a uno speciale apparato, il sangue ruota ad alta velocità, durante la quale è diviso in frazioni. Tuttavia, le strutture cellulari ritornano nel flusso sanguigno, mentre il plasma no. È considerato un modo obsoleto per purificare il corpo, poiché danneggia gravemente le cellule.
  • Membrana. Viene utilizzato un apparato con filtri sotto forma di pori, che trattengono le cellule del sangue e lasciano passare il plasma. La tecnica è veloce, sicura (le cellule non vengono danneggiate), sterile, ha poche controindicazioni.
  • Cascading. Il sangue è doppiamente purificato. In primo luogo, le cellule vengono filtrate, quindi il plasma. È liberato da grandi molecole di lipidi e proteine. Questo metodo è utilizzato in odontoiatria.
  • Crioplasmaferesi. Il plasma viene rimosso, congelato (-30 C®), quindi riscaldato (+4 C®) e quindi sottoposto a centrifugazione. Il liquido che si è depositato viene rimosso, il resto del plasma viene restituito al paziente.
  • Sedimentazione (senza attrezzatura). Al momento, è usato raramente nella pratica, ma è considerata l'opzione più economica per la plasmaferesi. Il sangue è diviso in frazioni senza dispositivi e dispositivi aggiuntivi, ma solo a causa delle forze di gravità. Grandi volumi di sangue non possono essere purificati con questa tecnica.

Fasi della plasmaferesi e loro caratteristiche

La plasmaferesi, come la linfoforesi, ha diverse fasi obbligatorie:

  • Prendendo sangue.
  • Separazione del sangue in una parte liquida ed elementi strutturali.
  • Ritorno delle cellule al flusso sanguigno.
  • Sostituzione del plasma prelevato con soluzione salina o plasma donatore. Al paziente viene anche restituito il proprio plasma già trattato.

A volte la pulizia viene eseguita non solo per il plasma, ma anche per le cellule. Questo momento viene negoziato con il paziente su base individuale..

Come funziona la plasmaferesi e come viene eseguita?

È fatto sia nel reparto generale che nella sala di manipolazione. Al paziente viene offerto di sdraiarsi su un divano speciale. Un catetere viene posizionato in una o entrambe le mani (tutto dipende dal metodo scelto dal medico).

Come viene eseguita la plasmaferesi?

I luoghi di introduzione più comuni sono una vena al gomito o nell'area succlavia. Per prevenire la coagulazione del sangue e la formazione di coaguli di sangue, i medici somministrano anche eparina.

La plasmaferesi non richiede più di 2 ore. Durante le manipolazioni, le condizioni del paziente sono sotto l'occhio vigile del personale medico. Quindi, il polso e la pressione sanguigna del paziente vengono monitorati, la respirazione viene controllata.

La plasmaferesi prevede l'utilizzo di vari dispositivi:

  • Portatile. Sono trasportabili. Alla volta, non prendere più di 40 ml di sangue, elaborarlo, restituirlo al flusso sanguigno e prelevare di nuovo il sangue.
  • Stazionario. Alcuni modelli hanno la funzione di somministrare anticoagulanti.

Costo della plasmaferesi

La plasmaferesi può essere eseguita in quasi tutte le cliniche private o pubbliche. Quanto costa? Prezzo per la procedura - da 4000 a 6000 rubli (1800-2600 grivna).

Con che frequenza deve essere eseguita la plasmaferesi? La purificazione del sangue deve necessariamente avvenire secondo le indicazioni e la frequenza del corso viene selezionata individualmente in base alla diagnosi e alle malattie concomitanti.

Recensioni di plasmaferesi

Se è necessario che Lei effettui plasmaferesi, il dottore deciderà. Ti presenteremo gli argomenti "a favore" e "contro" dei pazienti che hanno già subito una procedura di purificazione del sangue.

Pertanto, la procedura ha ricevuto più risposte di approvazione che recensioni negative..

Le persone che hanno subito la purificazione del sangue notano:

  • L'efficacia della plasmaferesi. Li ha aiutati a migliorare la loro salute, rafforzare la loro immunità. Già dopo 3 procedure, la maggior parte dei pazienti sentiva come il loro benessere fosse in salita.
  • Sicurezza e indolore del cammino. Durante le manipolazioni, i pazienti non hanno avvertito alcun fastidio o dolore.
  • Disponibilità del metodo. Molti pazienti hanno fatto ricorso alla plasmaferesi a casa.
  • Facilità di plasmaferesi. I pazienti non richiedevano una preparazione speciale per il trattamento sotto forma di diete e altri preparati.
  • Aiuta con la minaccia di aborto spontaneo. Le giovani madri sottoposte a plasmaferesi sono state in grado di sopportare e dare alla luce un bambino sano.

Ci sono recensioni negative sulla plasmaferesi, ma pochissime.

Riguardano:

  • Procedura costosa.
  • Effetti collaterali. I più comuni sono: mal di testa, diminuzione della pressione sanguigna, debolezza.
  • Problemi con il punto di fissaggio dell'ago. A causa delle azioni imprudenti del personale medico (rimozione del cerotto, rimozione dell'ago), possono verificarsi ferite dolorose, lividi.

Quattro idee sbagliate sulla plasmaferesi

Anche dieci anni fa, la plasmaferesi era considerata una procedura esclusivamente medica ed era prescritta solo per alcune malattie. Oggi è offerto in ogni angolo e si chiama "purificazione del sangue". Con l'aiuto della plasmaferesi, promettono di ringiovanirci, liberarci delle "tossine" e, in generale, "purificare a livello cellulare profondo".

Anche dieci anni fa, la plasmaferesi era considerata una procedura esclusivamente medica ed era prescritta solo per alcune malattie. Oggi è offerto in ogni angolo e si chiama "purificazione del sangue". Con l'aiuto della plasmaferesi, promettono di ringiovanirci, liberarci delle "tossine" e, in generale, "purificare a livello cellulare profondo".

A cosa serve, infatti, la plasmaferesi? Quanto è versatile questa procedura? Quanto è sicuro? A queste altre domande risponde Yuri Kuzmin, anestesista della più alta categoria di qualifica, specialista in plasmaferesi presso lo Scandinavian Medical Center.

Idea sbagliata 1. La plasmaferesi è la pulizia del sangue dalle tossine

Spesso siamo chiamati con la domanda: "Pulisci il sangue?" In questi casi rispondo: "Non purifico il sangue, eseguo una procedura medica - plasmaferesi". Questo è, in primo luogo. In secondo luogo, il concetto di "scorie" non esiste in medicina. E pulire il sangue da loro è almeno strano.

- Cos'è la plasmaferesi?

Questa tecnica si basa sul filtraggio del plasma (parte liquida del sangue del paziente) attraverso una speciale membrana. La membrana presenta fori di una certa dimensione e nel filtro rimangono molecole proteiche troppo grandi, che contengono sostanze tossiche o elementi infiammatori.

- Possono essere visti?

Sì. Durante ogni procedura, mostro al paziente i filtri "prima" (bianco vergine) e "dopo" per vedere realmente cosa si è depositato su di lui.

Idea sbagliata 2. La plasmaferesi è la procedura più semplice che può essere eseguita anche all'ora di pranzo

- Yuri Alexandrovich, per favore dicci come viene eseguita la plasmaferesi.

Per la plasmaferesi viene utilizzato un apparecchio speciale: lavoro presso Gemos-PF. È l'unità di base del Ministero delle situazioni di emergenza per fornire assistenza in situazioni di emergenza..

Il paziente si sdraia su un lettino, il medico installa un catetere di plastica in una vena del braccio attraverso il quale verrà prelevato il sangue.

- È coinvolta solo una vena?

Esistono diversi metodi: in alcuni è coinvolta una vena, in altri due, ad esempio, periferica e centrale. La tecnica della plasmaferesi a membrana che sto eseguendo utilizza una sola vena. Come dicono i medici, questa è un'invasione minima..

- Catetere in posizione: cosa c'è dopo?

Quindi il sangue del paziente viene "guidato" attraverso l'apparato.

- Tutti?

La quantità di sangue prelevata viene restituita. Ogni persona ha un volume sanguigno diverso. Pertanto, la quantità di sangue che viene "guidata" in una sessione, il medico calcola individualmente per ciascun paziente, tenendo conto dell'analisi clinica del sangue, del peso corporeo e dell'altezza. C'è un programma per computer per questo calcolo..

- Quanto dura la procedura??

Circa un ora. Durante questo periodo vengono monitorate le condizioni del paziente: vengono misurati la pressione sanguigna, la frequenza respiratoria, il polso e la saturazione di ossigeno nel sangue. Cioè, il paziente non è solo sotto la supervisione di un medico, ma anche sotto il controllo dell'attrezzatura..

- La plasmaferesi può essere eseguita in regime ambulatoriale?

- Proprio all'ora di pranzo?

La plasmaferesi non è una procedura così semplice da eseguire all'ora di pranzo. Questa non è un'iniezione: hanno iniettato - e se ne sono andati. Le persone tollerano la plasmaferesi in modi diversi, quindi c'è un certo periodo di tempo dopo la procedura (da mezz'ora a un'ora) durante il quale osservo le condizioni del paziente. Se tutti gli indicatori sono stabili, la persona può tornare a casa..

Idea sbagliata 3. La plasmaferesi è pericolosa

- Parliamo della sicurezza della plasmaferesi, altrimenti ora ci sono storie spaventose che le persone stanno morendo per questo...

Sindrome di Turchinsky, come veniva chiamata dai giornalisti.

- sì!

Probabilmente ti deluderò: la plasmaferesi non ha nulla a che fare con questo. Vladimir Turchinsky è morto per qualcosa di completamente diverso. Ha avuto problemi ormonali che hanno portato a trombosi e infarto. Dirò di più, la plasmaferesi è la prevenzione di trombosi e infarto, poiché durante la procedura viene rimossa la parte "spessa" del plasma, di conseguenza il sangue si assottiglia, la circolazione sanguigna migliora molto.

- Cioè, la sindrome di Turchinsky...

- Tuttavia, concentriamoci sulla sicurezza della plasmaferesi..

In primo luogo, durante questa procedura vengono utilizzati strumenti medici usa e getta. Per ogni paziente apro un kit usa e getta e mostro che è tutto specifico per lui.

In secondo luogo, attirerò ancora una volta la vostra attenzione sul fatto che la plasmaferesi non è un nastro trasportatore, quando il medico ha collegato il dispositivo e se ne è andato. Comunico costantemente con il paziente durante la procedura e dopo controllo il suo benessere. Dato che lavoro in terapia intensiva da più di trent'anni, prendo seriamente queste cose..

In terzo luogo, la plasmaferesi non provoca sensazioni spiacevoli, perché l'intero processo si svolge nella modalità fisiologica del cuore. Nella sistole, un certo volume di sangue viene espulso dal cuore, nella diastole si verifica il rilassamento: il sangue ritorna. Con la plasmaferesi, vengono preservate tutte le caratteristiche del normale flusso sanguigno.

In quarto luogo, durante la procedura non vengono utilizzati farmaci, solo soluzione salina per lavare le linee attraverso le quali scorre il sangue in modo che non si coaguli. Inoltre, se il paziente è “sovralimentato” con farmaci ormonali, questi vengono inclusi nei complessi proteici del plasma e si depositano anche sul filtro. Cioè, rimuoviamo gli ormoni in eccesso che il paziente ha utilizzato durante il trattamento..

- Il plasma del donatore viene utilizzato per la plasmaferesi? Molti ne hanno paura.

Non. La plasmaferesi a membrana, che facciamo presso lo Scandinavian Health Center, non implica l'uso di plasma donatore. Apparentemente, intendi plasmaferesi a cascata, in cui vengono prelevati da 400 a 800 ml di plasma e sostituiti con sostituti del sangue. Non uso questa tecnica..

- La plasmaferesi a membrana ha controindicazioni?

Una controindicazione assoluta è l'ulcera gastrica con sanguinamento. L'instabilità del sistema di coagulazione del sangue è una controindicazione relativa. Inoltre, non insisterò per eseguire la plasmaferesi per un paziente che ha una rete venosa periferica poco sviluppata..

  • Vienna è difficile da trovare?

Sì, proprio per questo.

Idea sbagliata 4. La plasmaferesi è universale, aiuta contro tutte le malattie

- Ora ci sono molte pubblicità in rete, che dicono che la plasmaferesi è necessaria per tutti i residenti di una metropoli, che aiuta a combattere gli effetti negativi dello stress e della cattiva ecologia sul corpo. E puoi anche ringiovanire con esso. Questo è vero?

Stai scherzando? La plasmaferesi è una procedura medica che completa il trattamento principale della malattia. Solo un medico può prescriverlo se c'è un'indicazione per questo. È inutile fare plasmaferesi per tutti.

- In quali casi il medico può prescrivere la plasmaferesi?

È prescritto come metodo aggiuntivo per alcune malattie nei casi in cui il trattamento principale era inefficace.

  • Yuri Alexandrovich, puoi essere più specifico? Per quali malattie della pelle, ad esempio, è consigliata la plasmaferesi??

Con l'inefficacia della terapia farmacologica, la plasmaferesi viene utilizzata per dermatiti allergiche, foruncolosi, psoriasi, ecc..

Qualsiasi malattia della pelle non è un problema per un giorno. L'effetto del trattamento non viene immediatamente. Molto spesso, nel trattamento delle malattie della pelle, passano da metodi semplici - intendiamo unguenti, farmaci - a quelli più complessi. Una delle fasi successive in caso di inefficacia della terapia "compressa" è la plasmaferesi, un metodo in cui i fattori che causano le manifestazioni della malattia vengono rimossi direttamente dal sangue.

- Di quante sedute hai bisogno per migliorare la tua pelle? Uno è abbastanza?

Il medico calcola il numero di procedure di cui il paziente avrà bisogno individualmente, a seconda della malattia, della sua durata e del benessere generale. Secondo le statistiche che ho, per le malattie della pelle, in media, sono necessarie da 5 a 7 procedure. Sebbene con dermatite allergica, l'effetto è evidente dopo 1-2 sessioni.

  • Immaginiamo la seguente situazione: una persona ha letto un articolo sulla plasmaferesi, ha deciso che ne aveva bisogno e è venuta da te.

Per prima cosa, parlerò con il paziente: per questo c'è una prima consultazione con un medico che esegue la plasmaferesi, scopro che tipo di malattia ha, come è stato trattato, perché non c'è stato alcun effetto positivo. Quindi insieme pianificheremo la tattica di ulteriori azioni: o vale la pena iniziare con il consueto trattamento da parte di un dermatologo, oppure, se le possibilità di trattamento farmacologico sono state esaurite e il dermatologo consiglia, fare plasmaferesi.

- E se una persona è venuta da te non per essere curata, ma per “purificarti” e ringiovanire?

La plasmaferesi non è magica e il sangue "puro" non è un indicatore di salute. Credo che per sentirsi bene non sia necessaria la plasmaferesi, ma uno stile di vita sano..