Conseguenze e pericolo di formazione di cisti sul rene

Una cisti è una crescita del tessuto che ha una membrana ed è piena di liquido. Crescendo, la cisti inizia a influenzare il luogo della sua localizzazione.

Queste manifestazioni sono simili ai sintomi delle malattie degli organi corrispondenti..

La neoplasia non è maligna e può formarsi su qualsiasi organo, compreso il rene.

Il contenuto interno della capsula è fluido sieroso, a volte con sangue, pus o fluido renale.

L'istruzione può manifestarsi durante la vita o essere congenita. La causa delle cisti nei neonati è la patologia della formazione di tessuti e organi durante il periodo prenatale..

Cause di occorrenza

I seguenti motivi portano alla formazione di una cisti nel feto durante la gravidanza:

  • malattie infettive della madre durante la gestazione;
  • assumere farmaci senza un'adeguata supervisione da parte di specialisti;
  • esposizione a radiazioni o altri fattori ambientali dannosi;
  • intossicazione del corpo a causa del fumo e dell'assunzione di alcol;
  • lesione lombare in una donna incinta.

Le ragioni del verificarsi di patologie congenite nel feto includono il lavoro di una donna incinta in industrie pericolose, l'impatto della scarsa ecologia e dello stress. Eventuali malattie subite durante la gravidanza possono influenzare la formazione del nascituro e portare a deviazioni.

La maggior parte della formazione sul rene appare in una persona durante la vita. Gli uomini sono più suscettibili a questa patologia. Fattori che portano alla patologia:

  • urolitiasi - urolitiasi;
  • lesioni ai reni e ad altri organi situati nelle vicinanze;
  • infezioni (pielonefrite);
  • malattie parassitarie e veneree;
  • tumori e altre malattie.

Spesso non è possibile scoprire le ragioni della comparsa di una neoplasia. Varie patologie dei reni portano alla sua deformazione, disturbi della conduzione, separazione di parte dei tessuti in un'area indipendente e formazione di una capsula.

Tipi e classificazione

La neoplasia può essere singola o avere molte camere separate, capsule. Queste camere possono essere separate da partizioni spesse, in esse si formano depositi di calcio, a volte c'è persino un afflusso di sangue.

Policistico, multicistico è un danno a più organi che porta alla perdita di funzioni. Raramente abbastanza patologie congenite.

Per struttura e posizione, le cisti sono suddivise in:

  1. Solitario. Questa specie è di origine traumatica, più comune negli uomini. Questa neoplasia benigna è piena di contenuti sierosi, meno spesso sanguinolenti. Si trova nel parenchima e non ha alcuna connessione con i principali organi del rene. A volte è multiplo. Più spesso si trova sull'organo sinistro.
  2. Seno (parapelvico). Localizzati nella zona del polo o del seno renale e sono conseguenza della degenerazione del vaso linfatico.
  3. Le corticali si trovano nel seno stesso.
  4. I sottocapsulari si trovano sotto la capsula dell'organo.

Il rene spugnoso è chiamato formazioni cistiche multiple nei tubuli renali. La cisti dermoide non è piena di liquido, ma di grasso e ossa.

Nella maggior parte dei casi, si sviluppano formazioni solitarie nel parenchima - tessuto renale.

Quadro clinico

Nella maggior parte dei casi, una persona non sa dell'esistenza di una neoplasia. È possibile rilevarlo durante l'esame per un'altra malattia. Sono possibili le seguenti manifestazioni:

  • macchie sanguinolente nelle urine;
  • disturbi della minzione, bisogno frequente;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • dolore lombare.

La cisti diventa spesso nota durante l'esame per malattie renali infettive, urolitiasi e altre patologie. Con un aumento delle dimensioni e un effetto sul funzionamento dell'organo, si osserva quanto segue:

  • segni di intossicazione: nausea, brividi, mal di testa;
  • aumento della temperatura;
  • sonnolenza e stanchezza.

Il dolore va al peritoneo. Questi sintomi indicano l'effetto di una neoplasia cistica sulla funzione renale..

Per identificare le cisti, vengono utilizzati metodi diagnostici hardware: ultrasuoni, TC, risonanza magnetica. Inoltre, vengono eseguiti esami del sangue e delle urine per rilevare violazioni nel funzionamento dei reni..

Pericoli e complicazioni

Una neoplasia con il suo contenuto, di dimensioni o infezione significative, inizia a influenzare il funzionamento del rene. Ignorarlo può portare a conseguenze pericolose per il corpo..

  1. Atrofia parenchimale. I vasi vengono pizzicati dalla ciste e dal suo contenuto, interrompendo la normale nutrizione del tessuto renale e causando la morte delle sue parti.
  2. Provoca la formazione di pietre. Il tessuto renale deformato non è in grado di svolgere le sue funzioni di filtraggio ed espulsione dell'urina. La composizione delle urine cambia, provocando la formazione di calcoli.
  3. Con la deformazione del parenchima e dei vasi sanguigni, si sviluppa l'ipertensione, che ha una natura nefrogenica. Quasi il 4% dei problemi di pressione sanguigna cronica sono causati da malattie renali.
  4. I disturbi nella struttura renale portano ad un aumento del rischio di infezione. La neoplasia può portare allo sviluppo di pielonefrite e alle sue complicanze.
  5. Con la deformazione del rene, possono svilupparsi ingrossamenti patologici del bacino e delle coppe: idronefrosi, che a sua volta porta alla morte del parenchima.
  6. Il tessuto cistico può degenerare in tessuto maligno. In questo caso, si sviluppa il cancro..
  7. Quando una cisti si rompe con pus o contenuto parassitario, possono svilupparsi peritonite e infezione generale del corpo.
  8. Una cisti spesso porta allo sviluppo di anemia da carenza di ferro - una diminuzione dell'emoglobina nel sangue.
  9. La cisti sul peduncolo può torcersi, in questo caso si sviluppa la sua necrosi.

Con una qualsiasi delle complicazioni elencate, ci sono difficoltà nel funzionamento dei reni. Ciò porta all'incapacità dell'organo di funzionare normalmente - per rimuovere i prodotti di scarto e il fluido in eccesso. Si sviluppano insufficienza renale e uremia (intossicazione).

La presenza di cisti su entrambi i reni è particolarmente pericolosa. Se solo uno di essi è danneggiato, il secondo può fornire filtrazione e produzione di urina.

Terapie

Il trattamento di cisti renali piccole e solitarie non è richiesto. Gli studi di controllo (ultrasuoni) sono solitamente assegnati per controllare le dimensioni. Una ciste potrebbe non ricordare se stessa per anni.

Se non è possibile eliminare questo effetto, il deflusso di urina è compromesso o l'organo ingrossato colpisce i tessuti adiacenti, viene prescritta un'operazione per rimuovere.

Metodi di cura

Come trattamento farmacologico, vengono prescritti farmaci per eliminare i sintomi:

  1. I farmaci antipertensivi vengono utilizzati in caso di aumento della pressione.
  2. Antibiotici per infezioni e infiammazioni. In questo caso, l'agente patogeno viene determinato e vengono selezionati i farmaci attivi contro di esso..
  3. Analgesici e antispastici per ridurre il dolore.
  4. Diuretici per migliorare il flusso di urina.
  5. Per urolitiasi - significa rimuovere i calcoli.

Questi farmaci non curano la cisti, ma eliminano le conseguenze del suo effetto sulla funzione renale. Il metodo per sbarazzarsi di una neoplasia è un'operazione.

Intervento operativo

Se una neoplasia viene rilevata in giovane età e tende a crescere, a volte viene offerta un'operazione pianificata per rimuoverla.

L'operazione è necessaria nei seguenti casi:

  • la natura maligna della neoplasia;
  • rischio di esplosione e fuoriuscita di contenuto;
  • infezione al rene;
  • formazione parassitaria;
  • lo sviluppo dell'anemia;
  • grandi dimensioni (5 cm), crescita e impatto sulla funzione renale.

Uno dei metodi di trattamento chirurgico è la rimozione del suo contenuto e l'incollaggio delle pareti: la scleroterapia. Per questo, i metodi endoscopici vengono utilizzati utilizzando una macchina a raggi X..

Inoltre, è possibile eseguire quanto segue:

  • resezione della cisti;
  • rimozione di una parte del rene con una neoplasia;
  • nefrectomia: a volte è necessario rimuovere l'intero rene.

Dopo l'operazione è richiesto un periodo di recupero con controllo delle funzioni degli organi urinari..

etnoscienza

Quando si tratta con la medicina tradizionale, c'è il pericolo di provocarne la crescita e la fuoriuscita del contenuto. Pertanto, prima di utilizzarli, è necessario il consiglio di un medico..

Vengono utilizzate le seguenti ricette:

  1. Spremi il succo dalle foglie della bardana giovane. Conservare in un contenitore scuro chiuso. Prendi 1 cucchiaio. cucchiaio 3 volte al giorno per 2 mesi.
  2. La corteccia di pioppo macinata viene presa in 0,5 cucchiai. cucchiai con acqua. Corso 2 settimane, da prendere 3 volte al giorno prima dei pasti.
  3. Una volta al giorno, prima dei pasti, mangia una foglia di Kalanchoe appena tagliata. Mastica bene..

È bene bere il tè verde con miele e latte più volte al giorno..

Previsioni di recupero

Le più pericolose sono le lesioni renali cistiche multiple congenite. Di solito interrompono le funzioni degli organi. Queste condizioni sono fatali nell'infanzia..

Anche le neoplasie bilaterali sono pericolose, il che può portare a insufficienza renale..

La rimozione chirurgica della neoplasia non è considerata un'operazione difficile e, di regola, fa a meno di complicazioni. Tuttavia, la predisposizione genetica può portare alla formazione di nuove cisti. Devono essere seguite diete e stile di vita prescritti.

Misure preventive

Nella maggior parte dei casi, non è richiesto alcun trattamento dopo che è stata trovata una cisti. Il rispetto di una dieta e delle regole di una vita sana aiuterà a prevenire un aumento delle neoplasie e delle funzioni alterate del sistema urinario.

  1. Ridurre l'assunzione di proteine ​​animali. Con una diminuzione del carico sull'organo, la probabilità di complicazioni pericolose dalla crescita di una cisti è significativamente ridotta.
  2. Evitare cibi nocivi, tra cui tabacco e alcol, piccanti e fritti, facilita gli organi urinari.
  3. Ridurre l'assunzione di sale.
  4. Trattamento di malattie infettive e di altro tipo.
  5. Svuotare regolarmente la vescica.
  6. Consumo di acqua di alta qualità, bevande alla frutta, decotti.
  7. Passaggio di corsi di fitoterapia per purificare il corpo dai prodotti metabolici.

È necessario aderire alle condizioni di vita consigliate per i pazienti con patologie renali. Osserva l'attività fisica, il lavoro e il riposo. Una cisti potrebbe non ricordare a se stessa per tutta la vita, se non provoca altre malattie renali, comprese quelle infettive.

La cisti renale è pericolosa?

Come sapete, i reni svolgono un ruolo importante nel corpo umano. Questo è un tipo di filtro che separa le sostanze in quelle utili e quelle che devono essere rimosse dal corpo. Una delle malattie più comuni di questo organo è la cisti renale. La probabilità di ammalarsi di questo disturbo aumenta con l'età della persona. Come dimostra la pratica medica, al 25% delle persone sopra i 40 viene diagnosticata una cisti renale. Già all'età di 80 anni, la percentuale di diagnosi della malattia sale all'80%.

Qual è la minaccia di una ciste nel rene? Molto spesso, una formazione benigna nel rene si trasforma in cancro. Inoltre, può verificarsi insufficienza renale. Non appena iniziarono a comparire i primi sintomi di una tale malattia, un urgente bisogno di cercare aiuto.

Una cisti benigna sul rene: è pericolosa?

Per sua natura, una cisti renale è una formazione benigna che ha la forma di un cerchio o di un ovale ed è piena di liquido chiaro. Un tale disturbo si verifica a causa del deflusso di urina attraverso uno dei canali del sistema urinario. Nel tempo, il fluido si trasforma in una ciste. Il deflusso può essere interrotto a causa di varie malattie o lesioni renali.

Come ogni altro tumore benigno, la cisti renale tende a trasformarsi in complicazioni più gravi. Quindi, può trasformarsi in cancro. Se viene diagnosticata una cisti renale, a cosa può portare? Il pericolo di questa malattia è che è molto difficile rilevarlo nella fase iniziale dello sviluppo, il che non consente l'uso di un trattamento tempestivo. Pertanto, una cisti renale complicata può trasformarsi in una formazione maligna, cioè causare il cancro..

Quali sono le conseguenze delle cisti renali?

Quando a un paziente viene diagnosticata una cisti renale, le complicazioni di questo disturbo possono portare alle conseguenze più gravi. Dipende molto dalle dimensioni della neoplasia. Una cisti molto grande e calcoli renali possono comprimere le vie urinarie, con le seguenti conseguenze:

  • Ritorno di urina, che porta a infezioni del corpo. Fondamentalmente, questo accade quando le cisti si trovano in due reni contemporaneamente..
  • Arresto del funzionamento dei reni o riduzione delle sue funzioni, che diventa la causa dell'insufficienza renale.
  • Con un forte colpo, una cisti renale può rompersi, il che richiede un intervento chirurgico immediato. Se i sintomi della malattia non compaiono per molto tempo, può verificarsi una cisti renale con calcificazioni, che causa un forte processo infiammatorio e si trasforma rapidamente in insufficienza renale cronica.

Una cisti renale può risolversi da sola?

Quindi, una cisti renale può risolversi da sola? Nella pratica medica, tali casi sono spesso assistiti quando la cisti è scomparsa senza aiuto esterno nei bambini durante la pubertà, così come nelle donne dopo il parto o durante il trattamento di altre malattie. Se gli esperti hanno diagnosticato un tale disturbo, non dovresti chiederti: una cisti renale può dissolversi da sola? Un bisogno urgente di cercare aiuto per escludere gravi conseguenze della diagnosi.

Per capire come curare una cisti, è necessario determinare la causa principale della sua comparsa. Se vengono diagnosticate cisti renali, cosa significa? Ciò suggerisce che è stato osservato a lungo uno squilibrio nel corpo. Può essere causato da disturbi ormonali o malattie croniche che si sono manifestate. Più a lungo si osserva lo squilibrio, più la neoplasia aumenta di dimensioni..

Cosa fare per dissolvere la cisti sul rene da sola? Prima di tutto, devi prenderti cura della tua salute e rivedere il tuo stile di vita. La cisti non sarà in grado di dissolversi da sola nel caso in cui il corpo semplicemente non abbia le risorse necessarie per questo processo. Ma se presti rapidamente attenzione alla malattia e non inizi il processo, c'è un'alta probabilità che la cisti scompaia senza un aiuto esterno..

Cosa fare se si trova una cisti sul rene?

La domanda che preoccupa ogni ragazzo che ha raggiunto la maggiore età è se vengono portati nell'esercito con una cisti renale? Per rispondere a questa domanda, sarà necessario inizialmente sottoporsi a un esame approfondito dei reni, che include l'urografia endovenosa. Se, di conseguenza, vengono rilevate violazioni del sistema escretore o della funzione di filtraggio, molto probabilmente il servizio militare può essere evitato. Qui devi capire che è necessario sottoporsi a un esame sotto la stretta supervisione di un urologo. Poiché i sintomi di un tale disturbo spesso non compaiono nelle prime fasi, c'è un'alta probabilità che le analisi superficiali non mostrino alcuna anomalia..

Vale anche la pena capire che se un coscritto con una cisti nel rene viene portato nell'esercito nel caso in cui gli venga assegnata la categoria "B-3" - non ci sono gravi cambiamenti patologici nei reni a seguito della formazione di una cisti.

Perché una cisti sul rene è pericolosa??

La rottura della cisti può verificarsi molto spesso. Anche un impatto minore può contribuire a questo. Quando il fluido dalla cisti viene rilasciato nella cavità addominale, quest'ultima si infiamma, il che porta allo sviluppo di peritonite. Questo è un processo molto serio che richiede un intervento chirurgico immediato. Inoltre, ci sono altre complicazioni che possono sorgere a seguito dello sviluppo di una cisti nei reni:

  1. Può verificarsi suppurazione della cisti. Questo processo sarà accompagnato da aumento della temperatura corporea, malessere generale e forte dolore nella regione lombare. Questo processo richiede anche l'intervento immediato di specialisti. Dopo aver eliminato il problema, al paziente viene prescritta una terapia antibiotica;
  2. I vasi dei reni vengono pizzicati. Di conseguenza, il corpo è avvelenato, poiché le tossine renali entrano nel flusso sanguigno. Molto spesso questo accade quando le cisti vengono diagnosticate in due reni contemporaneamente;
  3. Una formazione benigna può trasformarsi in una maligna, cioè può causare il cancro..

Come sbarazzarsi di una cisti sul rene?

Non vale la pena sperare che la cisti si risolva senza un aiuto esterno. Quando compaiono i primi sintomi, è necessario contattare immediatamente uno specialista. Se viene diagnosticata una cisti renale, quale medico devo contattare? Vale la pena notare che per un corretto trattamento dei reni potrebbe essere necessario un intero team di specialisti, che sarà composto da un terapista, un urologo e un nefrologo specializzato in malattie renali. A quale specialista affidare la tua salute ti aiuterà a determinare i risultati del test.

Il trattamento può consistere in diverse attività obbligatorie che devono essere svolte senza fallo:

  • Dieta corretta. Potrebbe essere necessario eliminare il sale o le proteine ​​dalla dieta abituale, così come l'uso di alcuni liquidi.
  • Trattamento conservativo. È prescritto a quei pazienti che rifiutano un intervento chirurgico. In questo caso, tutti i sintomi della malattia vengono interrotti..
  • Scleroterapia. Può essere prescritta la sclerosi della cisti renale. Durante questa procedura, il fluido viene rimosso dalla cavità della cisti..
  • Intervento chirurgico. Potrebbe essere necessaria la rimozione del rene o di parte di esso. Se vengono diagnosticate cisti di entrambi i reni, cosa fare in questo caso? Lo specialista determina la gravità della situazione e, se necessario, uno dei reni può essere completamente rimosso se contiene un gran numero di neoplasie.

Esito (prognosi) della malattia

La malattia tempestiva della malattia consente nella maggior parte dei casi di eliminare completamente le neoplasie. La procedura di puntura cistica è molto popolare. Come dimostra la pratica, nel 75% dei casi, una procedura è sufficiente affinché il paziente elimini la malattia. Quasi il 95% dei pazienti, dopo un trattamento adeguato, non ha mai più problemi simili con le neoplasie renali. Oltre al trattamento stesso, al paziente può essere prescritta una terapia conservativa..

I metodi tradizionali sono completamente esclusi, poiché possono solo aggravare la situazione. Lo specialista prescrive il trattamento più ottimale e attento al fine di prevenire lo sviluppo del processo oncologico, nonché la diffusione di metastasi ad altri organi.

Cisti parenchimale del rene

Una cisti renale è una formazione benigna, cava e arrotondata, all'interno della quale è presente un liquido limpido o giallastro. Una cisti può formarsi su entrambi o su uno dei reni: una cisti del rene sinistro o una cisti del rene destro. Il trattamento di questa malattia è più efficace se la formazione cistica si trova nelle prime fasi dello sviluppo. La mancanza di intervento professionale può avere gravi conseguenze, la più grave delle quali è l'insufficienza renale.

Cause di occorrenza

A seconda della natura della formazione, la cisti parenchimale del rene, localizzata nel tessuto parenchimale dell'organo, può essere congenita o acquisita.

Cause di cisti renali congenite

Una cisti renale congenita si verifica a causa di fattori sia ereditari che esterni. Diverse mutazioni cellulari a livello genico possono portare alla formazione di fusione tubulare renale (atresia), con conseguente formazione di una cisti renale.

Inoltre, una neoplasia ereditaria può svilupparsi in persone affette dalla malattia di Hippel-Lindau, la cui manifestazione è la formazione di cisti in vari organi, compresi i reni..

Lo sviluppo di cisti renali congenite può anche essere associato alla costante esposizione del feto a fattori negativi esterni (tossine, alcol, composti chimici) che contribuiscono allo sviluppo di formazioni benigne.

Cause di cisti renali acquisite

Una cisti acquisita può formarsi a causa di vari fattori che portano al blocco e all'ostruzione dei tubuli renali. Lo sviluppo di tali formazioni cistiche è spesso dovuto alle seguenti patologie e condizioni:

  • cambiamenti legati all'età;
  • processo infiammatorio;
  • aumento della pressione nei vasi dei reni;
  • tubercolosi renale;
  • adenoma della prostata;
  • urolitiasi.

Inoltre, un ruolo importante nella formazione di cisti nei reni appartiene al fattore traumatico: questa malattia può essere associata a una lesione renale..

Classificazione

Esistono i seguenti tipi di cisti del parenchima renale:

  • Solitario - si verifica nel 70-80% dei casi, è una cavità a parete sottile a camera singola piena di fluido sieroso, le dimensioni possono variare da pochi millimetri a 10-12 centimetri;
  • Multiloculare: la camera del neoplasma è divisa da partizioni in sezioni separate, si sviluppa a causa dell'eredità gravata, ha una tendenza alla malignità;
  • Policistico: molte cisti di varie forme e dimensioni, che spesso colpiscono il parenchima dei reni destro e sinistro, sono il risultato di anomalie congenite nello sviluppo del sistema urinario.

La cisti può essere localizzata sotto la capsula dell'organo (sottocapsulare), nello spessore dei suoi tessuti (intraparenchimale), nell'area dell'ilo o della pelvi renale.

Complicazioni

La probabilità di sviluppare gravi conseguenze con una cisti renale dipende direttamente dalle dimensioni della neoplasia. Le grandi cisti causano la compressione degli ureteri e dei vasi renali, con le seguenti complicazioni:

  • flusso inverso di urina, a seguito del quale le tossine renali si diffondono in tutto il corpo, infettandolo (di regola, questa complicazione è caratteristica della malattia policistica, in cui sono colpiti entrambi i reni);
  • insufficienza renale derivante da una diminuzione della funzione renale e dalla sua successiva morte.

Qualsiasi effetto traumatico può portare alla rottura della cisti, che è un'emergenza medica che richiede un intervento chirurgico immediato.

Il trattamento chirurgico è richiesto anche quando la suppurazione si forma in una cisti e un ascesso ad essa associato, che minaccia di infettare l'intero corpo del paziente, specialmente con un'immunità indebolita.

Sintomi

Il quadro clinico di una cisti renale dipende dalle dimensioni della formazione cistica. I pazienti con una piccola cisti potrebbero non sospettare nemmeno di avere questa patologia per molto tempo e apprenderla per la prima volta quando si sottopongono a un esame preventivo..

Tuttavia, le cisti di grandi dimensioni causano un numero abbastanza elevato di inconvenienti, che riguardano principalmente il dolore, anche se minore, nella regione lombare dal lato dell'organo interessato. Il dolore può irradiarsi alla zona pelvica.

Quando gli ureteri vengono schiacciati, danni vascolari e una diminuzione della capacità funzionale del rene, possono verificarsi le seguenti condizioni:

  • difficoltà a svuotare la vescica: necessità più frequente di urinare,
  • riduzione di un volume di urina una tantum;
  • la comparsa di impurità del sangue nelle urine;
  • sviluppo di ipertensione arteriosa.

Un'infezione secondaria che si verifica a causa del ristagno di urina e di un sistema immunitario indebolito si manifesta con i seguenti sintomi:

  • lo sviluppo di segni di intossicazione generale del corpo: calore, brividi, febbre;
  • offuscamento delle urine associato alla presenza di un'infezione in esso;
  • dolori acuti all'addome - possono essere causati da un possibile sfondamento della cisti, in cui è richiesto il ricovero di emergenza per un intervento chirurgico urgente.

Una cisti renale è una seria minaccia potenziale per la salute del paziente. Pertanto, ai primi segni di patologia o sospetto della sua presenza, è assolutamente necessario contattare uno specialista qualificato che diagnosticherà e prescriverà il trattamento necessario.

I servizi per la diagnosi e il trattamento delle malattie del sistema genito-urinario sono forniti dall'ospedale Yusupov di Mosca. La qualità dei nostri servizi è stata molto apprezzata da migliaia di pazienti che sono riusciti a sbarazzarsi della loro malattia in poco tempo e per sempre..

Diagnostica

Chiunque dovrebbe consultare un medico se ci sono segni che potrebbero avere una cisti renale..

All'appuntamento iniziale, lo specialista esamina il paziente e prende l'anamnesi. Se vengono identificati cambiamenti significativi nel rene e un forte aumento delle sue dimensioni, la diagnosi di "cisti renale" può essere stabilita utilizzando la palpazione elementare della regione lombare. Tuttavia, per confermare la diagnosi, vengono prescritti vari test diagnostici:

  • esame ecografico dei reni - per stabilire l'esatta localizzazione della cisti, le sue dimensioni;
  • risonanza magnetica, tomografia computerizzata con contrasto: sono più informativi degli ultrasuoni, gli studi sono prescritti quando si pianifica un intervento chirurgico, chiarendo le dimensioni della formazione cistica e la posizione della cisti nell'organo;
  • biopsia del tessuto cistico - per determinare la natura della neoplasia (benigna o maligna), eseguita se si sospetta un processo oncologico.

Trattamento

Dopo aver confermato la diagnosi, in nessun caso la cisti deve essere lasciata incustodita e, ancora di più, auto-medicare. Devi contattare uno specialista. I medici dell'ospedale Yusupov stanno sviluppando un regime di trattamento che aiuterà non solo ad eliminare i sintomi di una cisti renale, ma anche a sbarazzarsi della causa della malattia. Un piano di trattamento personalizzato consiste in misure terapeutiche e chirurgiche e una dieta appositamente selezionata..

Farmaci per il trattamento

I farmaci per le cisti renali comportano l'assunzione di farmaci che eliminano i sintomi della malattia e prevengono lo sviluppo di complicanze: ACE inibitori, antibiotici, diuretici e anestetici.

Il corso della terapia conservativa viene selezionato in base ai risultati della diagnostica.

Con una grande cisti renale, i medici dell'ospedale Yusupov prescrivono farmaci ai pazienti che normalizzano la pressione sanguigna, eliminano il processo infiammatorio e alleviano il dolore nella regione lombare.

Trattamento chirurgico

Con una grande cisti, problemi con la minzione e un'alta probabilità di sviluppare insufficienza renale, l'intervento chirurgico è prescritto come unico metodo di trattamento.

Gli specialisti dell'ospedale Yusupov preferiscono operazioni di risparmio minimamente invasive, che possono ridurre significativamente il periodo di recupero e avere un numero minimo di conseguenze negative:

  • puntura della cisti renale - il liquido che riempie la cavità della formazione cistica viene pompato attraverso la puntura nella regione lombare, dopo di che viene iniettato uno speciale farmaco sclerosante per "incollare" le pareti della neoplasia, prevenendone così la riformazione;
  • l'embolizzazione della cisti renale è una tecnologia innovativa, la cui essenza è impedire alla neoplasia di nutrirsi di sangue bloccando le arterie renali.

L'intervento chirurgico viene eseguito in assenza della possibilità di perforare la cisti renale o il sospetto di un processo maligno. Durante l'operazione, la neoplasia viene rimossa o il rene viene parzialmente resecato. In caso di completa atrofia dell'organo, è possibile eseguire la rimozione completa del rene.

A causa della sua bassa percentuale di traumi, il metodo di chirurgia preferito è l'intervento laparoscopico. L'accesso alla cisti durante la laparoscopia viene effettuato attraverso diverse piccole forature.

I metodi di cui sopra richiedono apparecchiature ad alta tecnologia e chirurghi esperti. La clinica in cui si prevede di eseguire il trattamento deve disporre non solo di attrezzature moderne, ma anche di una vasta esperienza nell'esecuzione di tali procedure..

L'ospedale Yusupov è una clinica che fornisce servizi di alta qualità per la diagnosi e il trattamento delle malattie urologiche. Per la ricerca vengono utilizzate apparecchiature di classe esperta, che garantiscono il rilevamento delle neoplasie nelle prime fasi di sviluppo. Grazie ad una diagnosi corretta e tempestiva e ad un regime di trattamento efficace, sono garantiti risultati elevati e assenza di complicanze nei pazienti con diagnosi di cisti renale sinistra, cisti renale destra. I medici spiegano in dettaglio le cause e i metodi di trattamento della malattia a ciascun paziente che cerca un supporto medico qualificato..

Previsione

La prognosi di una cisti renale dipende dalla natura della formazione, dalla sua posizione e dalle dimensioni. Nella maggior parte dei casi vengono diagnosticate vescicole cistiche unicamerali relativamente piccole con crescita lenta. Sono asintomatici e sono caratterizzati da prospettive favorevoli. I pazienti sono monitorati da nefrologi. I pazienti vengono periodicamente esaminati per la diagnosi precoce di possibili complicanze.

Con le forme policistiche e multicamerali della malattia, la prognosi peggiora, poiché aumenta il rischio di malignità e lo sviluppo di insufficienza renale cronica. Con il trattamento radicale di questi tipi di cisti parenchimali del rene, le complicanze e le ricadute sono estremamente rare..

Prevenzione

A causa del fatto che lo sviluppo di una cisti renale può essere causato da vari fattori provocatori, la prevenzione di questa patologia dovrebbe essere completa..

Puoi prevenire la formazione di una cisti osservando alcune semplici regole:

  • trattare con cura e tempestività le malattie infettive e infiammatorie del sistema genito-urinario;
  • non raffreddare eccessivamente;
  • per il trattamento di sinusiti e sinusiti croniche;
  • evitare lesioni ai reni e, in caso di lesioni, consultare un medico per un esame ecografico diagnostico;
  • non trascurare le visite preventive, soprattutto per persone di età superiore ai 40-45 anni e in presenza di predisposizione ereditaria.

La comparsa dei primi sintomi, anche lievi, dovrebbe essere la ragione per contattare uno specialista qualificato. Ciò rivelerà la presenza di cisti renali nelle prime fasi dello sviluppo, facilmente suscettibili di correzione medica..

Cisti renale: che cos'è e come trattarla, possibili conseguenze

Una cisti renale è un disturbo urologico in cui una formazione capsulare cava di tessuto connettivo appare in questo organo, piena di liquido nel mezzo. Esternamente, una cisti renale assomiglia a un cerchio o un ovale, più spesso si forma su uno degli organi ed è estremamente raramente diagnosticata su entrambi. Nelle donne, la malattia si trova meno spesso, di solito si trova negli uomini dopo quarant'anni. Il diametro della formazione cistica del rene può raggiungere 100 mm o più. L'istruzione può essere singola, se ci sono più capsule cistiche in un rene - questa è displasia multicistica, se entrambi gli organi sono colpiti contemporaneamente, viene diagnosticata la malattia policistica.

Di seguito sono riportate informazioni complete sulla malattia renale cistica: che cos'è, quali sono i sintomi, le cause e il trattamento. Verrà anche descritto in dettaglio se una neoplasia è pericolosa nell'organo associato e in che modo esattamente rappresenta una minaccia, come viene rimossa.

  1. Ragioni per l'aspetto
  2. Classificazione
  3. Sviluppo di cisti nei bambini
  4. Classificazione bosniaca
  5. Sintomi delle masse renali
  6. Come diagnosticare
  7. Perché è pericoloso: complicazioni e conseguenze
  8. Come trattare
  9. Trattamento farmacologico
  10. Ambulatoriale
  11. Indicazioni e controindicazioni per la chirurgia
  12. Tipi di chirurgia della cisti renale
  13. Chirurgia laparoscopica
  14. Rimedi popolari
  15. Prevenzione
  16. Nutrizione
  17. Previsione

Ragioni per l'aspetto

Quando c'è una cisti sul rene, è abbastanza difficile dire con certezza da cosa proviene e quale sia la ragione specifica, poiché tali formazioni si verificano sia durante lo sviluppo nell'utero che sotto l'influenza di fattori esterni. Elenchiamo le probabili cause dei tumori cistici:

  • la futura mamma abusava di alcol;
  • fumare durante il trasporto della prole;
  • contatto sistematico di una donna incinta con elementi chimici dannosi;
  • condurre una radiografia durante la gestazione;
  • lesioni alla colonna lombare durante il trasporto di un bambino;
  • infezione del sistema urinario in una donna incinta.

La cistosi può anche manifestarsi sotto l'influenza di fattori esterni, tra cui:

  • disfunzione ormonale;
  • danno alla colonna lombare;
  • disturbi renali di natura infettiva e infiammatoria, che hanno ceduto a una terapia impropria o non sono guariti completamente;
  • trasformazione idronefrotica del rene;
  • processi stagnanti;
  • processi displastici nel tessuto renale principale;
  • scarso afflusso di sangue all'organo.

Classificazione

La cistosi assume la forma di cavità con essudato sieroso all'interno, che in alcuni casi può contenere macchie purulente e sanguinolente o liquido renale. Può essere congenito o secondario, avere un aspetto vario e un diverso numero di vuoti. In base al numero di vuoti, la cistosi è:

  • cisti semplice. È una cavità senza setti, che si trova nel tessuto principale del rene. Una delle varietà di tale formazione è una cisti parapelvica, che si forma nell'ilo renale vicino al bacino e alle coppe grandi;
  • istruzione multicamera. Contiene diverse camere, separate l'una dall'altra da pareti. Sono anche chiamati multiloculari.

Inoltre, i tumori renali differiscono nella forma:

  • solitario. Ha una forma rotonda o ovale, non si unisce ai condotti ed è pieno di essudato sieroso, a volte il fluido contiene inclusioni purulente o sanguinolente. Poiché il trauma è la causa di tali neoplasie, raramente si trovano più cisti di questo tipo. Molto più spesso gli uomini soffrono di questo disturbo e di solito è una cisti del rene sinistro;
  • malattia renale multicistica. Questo è un disturbo congenito, nei casi gravi di cui l'organo cessa di funzionare. Se vengono diagnosticate molte cisti del rene destro, c'è il rischio che il processo che causa la malattia si diffonda anche all'organo sinistro;
  • la malattia policistica è una malattia genetica che può manifestarsi più vicino a 40 anni. Con questo disturbo, il tessuto principale di entrambe le gemme è degenerato e iniziano ad assomigliare a grappoli d'uva. La malattia policistica può essere rilevata non solo sui reni, ma anche in altri organi;
  • forma spugnosa. La causa di questo disturbo congenito può essere la displasia multicistica del midollo. Con questa forma, il lume dei tubuli renali aumenta, a causa del quale si formano molte piccole cisti;
  • dermoide. La cavità di questo tumore è piena di tessuto embrionale, non di essudato liquido. Si forma nella fase di sviluppo del bambino nel grembo materno;
  • ci sono tumori cistici, la cui formazione è provocata da disturbi genetici.

Nei reni, le cisti possono formarsi in diversi strati e parti dell'organo:

  • subcapsulare: sotto la membrana connettiva;
  • intraparenchimale - nello strato funzionale principale;
  • corticale: nella cavità intrarenale;
  • parapelvico - nella regione della cavità intrarenale con sviluppo dal linfonodo.

Sviluppo di cisti nei bambini

A un bambino può essere diagnosticato il seguente sottotipo di tumori renali cistici:

  • la cistosi semplice dello strato corticale nei bambini si sviluppa allo stesso modo degli adulti. Se vengono trovate più inclusioni contemporaneamente, gli esperti presumono che ci sia un'altra patologia cistica;
  • La malattia renale multicistica inizia a formarsi già alla decima settimana di sviluppo dell'embrione nell'utero, la sua causa è il blocco dei tubuli renali, motivo per cui i tessuti degli organi sani vengono sostituiti da quelli cistici. Questa patologia provoca una violazione del flusso sanguigno renale e il blocco completo dell'uretere. Un rene affetto da displasia multicistica non è sempre reperibile agli ultrasuoni. Le modifiche possono anche interessare l'organo accoppiato. Nei tessuti che non si sono trasformati in cisti vengono spesso diagnosticati tumori maligni, quindi si prestano ad un esame molto approfondito;
  • i ragazzi sotto i cinque anni spesso sviluppano nefroma multiloculare.

Se il bambino non presenta sintomi che confermino la presenza di problemi renali, non è necessario ricorrere a cure di emergenza, questo ha senso solo nei casi in cui la cisti inizia ad aumentare o l'attività renale peggiora.

Classificazione bosniaca

La classificazione bosniaca delle cisti è stata utilizzata dal 1986. Divide la cistosi nei reni in categorie, a seconda della loro capacità di degenerare in oncologia:

  1. I - cisti semplici e non complicate che possono essere viste con qualsiasi moderno apparato diagnostico. Questo è il grado più comune di sviluppo delle formazioni, procede senza sintomi e nel trattamento prevede l'uso di tattiche in attesa. La probabilità di malignità - 2%.
  2. Questo tipo di cisti renale ha complicazioni minime. Possono già avere setti e depositi di calcio nelle pareti o nelle membrane. La dimensione della formazione non supera i 3 cm Non prevede trattamenti specifici, è sufficiente l'osservazione dinamica sugli ultrasuoni. La probabilità di malignità - 18%.
  3. 2FB - nelle cisti di questa categoria appare un gran numero di membrane che, insieme alle pareti, si ispessiscono fortemente e contengono depositi calcificati sotto forma di nodi. Poiché tali formazioni contengono una quantità minima di elementi tissutali, il contrasto non si accumula in esse durante gli ultrasuoni. La dimensione della neoplasia può essere superiore a 30 mm, richiede l'osservazione in dinamica.
  4. La categoria III è una delle varianti dell'oncologia delle cellule renali. Durante un'ecografia, puoi vedere i contorni sfocati del tumore, le membrane ispessite e le aree calcificate irregolari. Diventa maligno in presenza di fattori provocatori, come lesioni renali o ingestione di un agente infettivo. Il trattamento prevede la rimozione.
  5. Nei tumori della 4a categoria, predomina la componente fluida, i loro contorni sull'apparato ecografico sono irregolari e nelle protuberanze. Possono accumulare contrasto in alcune aree a causa della presenza di una componente tissutale, e questo è uno dei segni di processi maligni. Il trattamento è puramente chirurgico. La probabilità di malignità - 92%.

Sintomi delle masse renali

Circa il 65% dei pazienti con malattia renale cistica non sapeva nemmeno della sua presenza a causa dell'assenza di alcuni sintomi. Altri potrebbero manifestare i seguenti sintomi di cisti:

  • infezione regolare delle vie urinarie;
  • macchie di sangue nelle urine. Tali manifestazioni sono possibili a causa del fatto che la formazione contribuisce ad aumentare la pressione nel rene e provoca la perdita di sangue;
  • sensazioni dolorose nella parte bassa della schiena o sul lato. Questi segni sono spiegati dal volume eccessivo del rene, che preme sugli organi più vicini. Inoltre, il fluido accumulato nel rene colpito può schiacciarsi;
  • si sviluppa l'ipertensione;
  • ci sono proteine ​​nelle urine, non più di due grammi al giorno;
  • durante la palpazione si avverte un corpo estraneo nella cavità addominale. Nel 65% dei pazienti con reni cistici, i reni sono ingranditi, quindi nella maggior parte dei casi queste persone vengono per assistenza medica proprio a causa della scoperta di strani oggetti solidi nell'addome.

Come diagnosticare

Quando si utilizza la tecnologia moderna, la cistosi renale di tipo congenito viene rilevata già alla quindicesima settimana di sviluppo dell'embrione nel grembo materno. Questo viene fatto utilizzando una macchina ad ultrasuoni, che mostra il numero di capsule, la loro posizione, le dimensioni e consente di valutare quali disturbi si verificano nel rene interessato. Subito dopo la nascita del bambino, gli viene somministrata una seconda ecografia per chiarire la diagnosi, quindi viene ripetuta un mese dopo. Solo uno specialista qualificato può rilevare le cisti in una fase così precoce..

L'esame ecografico è la principale manipolazione diagnostica per la cistosi secondaria. Inoltre, possono prescrivere risonanza magnetica e TC. La TC consente di vedere la presenza di pietre e aree calcificate e la risonanza magnetica determina l'entità del processo. Se viene rilevata una malattia policistica, viene inoltre prescritta un'angiografia RM della testa per rilevare la sporgenza delle pareti dei vasi nel cervello. Poiché i problemi renali sono spesso accompagnati da patologie in altri organi, è possibile prescrivere anche un'ecografia del fegato e dei dotti biliari, il cui aumento può essere determinato utilizzando la colangiografia a risonanza magnetica.

Perché è pericoloso: complicazioni e conseguenze

Se non trattata, la multicistosi può portare alle seguenti complicazioni:

  • calcificazione del tessuto cistico;
  • sindrome da compromissione di tutte le funzioni renali;
  • putrefazione;
  • idropisia;
  • malignità;
  • lo sviluppo dell'infezione nell'organo;
  • cisti apoplessiche.

Se un paziente con malattia renale cistica diagnosticata lamenta dolore lombare, viene inizialmente sottoposto a screening per infezioni, cancro e calcoli renali. Nel 20% di questi pazienti si riscontrano calcoli di urato o ossalato. E nel 50% dei pazienti e principalmente nelle donne, un'infezione si trova nel tumore stesso o nello spessore dell'organo. Le cisti sono pericolose, poiché possono portare a un ascesso dei tessuti vicini e l'esito della malattia in sei casi su 10 porta alla morte.

Se la citosi è ereditaria, il rischio di neoplasia è del 5%. Con tali cisti, vengono diagnosticati contemporaneamente disturbi nella struttura della rete vascolare nella testa e le emorragie sono spesso dovute alla rottura dell'aneurisma. E la probabilità di malignità delle forme acquisite di capsule cistiche nei reni è del 30%. Le conseguenze più frequenti dalla mancanza di un trattamento adeguato per tali cisti è la rottura della formazione con conseguente sanguinamento e infezione con successiva suppurazione..

Come trattare

Un paziente cistico è più interessato a come trattare un disturbo simile e se sia possibile curare una cisti. Se il gonfiore è piccolo e non causa disagio, vengono spesso scelte tattiche in attesa. In casi molto rari, quando lo sviluppo di una neoplasia è provocato dall'infiammazione nell'organo, dopo la loro eliminazione la cisti può risolversi da sola.

Se il tumore inizia a progredire, viene eseguita una puntura e il fluido viene pompato fuori e viene prescritto un trattamento farmacologico aggiuntivo. Se questi metodi sono controindicati, la cistosi deve essere rimossa e, nei casi più gravi, l'intero rene.

Solo un medico dopo un esame approfondito sarà in grado di dire esattamente cosa fare con la neoplasia. L'autodiagnosi e l'automedicazione sono severamente vietate..

Trattamento farmacologico

Il trattamento farmacologico non è in grado di curare la cisti, ma mira a eliminare i sintomi negativi. Gli antibiotici sono prescritti, ma solo nei casi in cui i batteri sono stati infettati. In altre situazioni, non è necessario assumere questo tipo di farmaco.

Con dolore pronunciato nella regione lombare, potrebbe essere necessario assumere antidolorifici. Quando viene registrata la pressione alta, è necessario assumere un farmaco che ne riduca il valore. Inoltre, vengono prescritti agenti per alleviare l'infiammazione e normalizzare la produzione di urina.

Ambulatoriale

Il drenaggio viene installato nelle cisti di un piccolo volume e successivamente vengono indurite. Durante questa manipolazione, un ago sottile viene inserito nella cisti sotto la supervisione di una macchina ad ultrasuoni, che aspira tutto il contenuto liquido dalla formazione e all'interno viene versato uno speciale sclerosante (alcool), incollando le pareti della formazione. Questo è il metodo più delicato e molto efficace, dopo averlo utilizzato il paziente torna a casa quasi immediatamente..

Un altro metodo minimamente invasivo è la chirurgia intrarenale retrograda, durante la quale un endoscopio con un laser viene inserito nel rene attraverso le vie urinarie per tagliare le pareti della cisti. Per prevenire la formazione di suture nel sito di incisione, viene posizionato uno stent per 2 settimane, che viene poi rimosso in un ambulatorio.

Indicazioni e controindicazioni per la chirurgia

Se la formazione è inferiore a 50 mm, non interrompe la circolazione sanguigna e la produzione di urina, non è necessario un intervento chirurgico, una tale cisti è semplicemente controllata. Elenchiamo le principali indicazioni per la rimozione chirurgica di una cisti:

  • a causa della cisti, si verifica un forte dolore;
  • il tumore cresce e preme sugli organi vicini;
  • il paziente è malato di ipertensione;
  • ha sanguinamento renale;
  • l'istruzione blocca la normale produzione di urina;
  • c'è un alto rischio di cisti apoplessiche;
  • il tumore è infetto;
  • c'è il sospetto della presenza di processi oncologici.

Esistono anche una serie di controindicazioni per la chirurgia cistica renale:

  • la cistosi non causa disagi al paziente;
  • nessuna violazione della produzione di urina;
  • problemi con la coagulazione del sangue e patologia del sistema circolatorio;
  • la presenza di gravi disturbi concomitanti nel paziente.

Una controindicazione per la chirurgia laparoscopica è la grave condizione del paziente, disturbi concomitanti, in cui aumenta il rischio di complicanze e alterata coagulazione del sangue. Inoltre, questo metodo non viene utilizzato se la dimensione della cisti nel rene supera i 30 mm e si trova all'interno dei tessuti dell'organo..

Tipi di chirurgia della cisti renale

Esistono diversi tipi di operazioni di rimozione della cisti:

  • biopsia cistica;
  • scafo cistico;
  • escissione di un tumore con escissione parziale dei tessuti degli organi;
  • escissione dell'educazione;
  • nefrectomia.

Chirurgia laparoscopica

La laparoscopia è il metodo più progressivo e delicato per rimuovere le lesioni cistiche nel rene. Tutte le manipolazioni durante la chirurgia laparoscopica vengono eseguite attraverso piccole punture nella parete addominale. Attraverso queste forature vengono inseriti un laparoscopio e altri strumenti necessari. Per prevenire lo sviluppo di complicanze dopo l'intervento, è necessario rimanere in ospedale per un po 'di tempo sotto la supervisione del personale medico..

Rimedi popolari

Molti pazienti, nella speranza che la cisti si risolva, ricorrono all'aiuto della medicina tradizionale. È possibile utilizzare le ricette della "nonna" solo in aggiunta al trattamento principale e solo con il permesso di un medico. Non è consigliabile affrontare la formazione del rene cistico solo con l'aiuto della medicina alternativa, poiché si può perdere tempo prezioso e in generale aggravare la situazione.

Con il permesso del medico, molti pazienti con una cisti ai reni hanno usato le seguenti ricette popolari:

  • prima di mangiare, una foglia di Kalanchoe lavata è stata accuratamente masticata a lungo;
  • una foglia di bardana appena colta veniva lavata, tagliata a pezzetti e spremuta dal succo in un contenitore di vetro. Il succo risultante dovrebbe essere bevuto 1-2 cucchiai. bugie. Corso - 2 mesi. 3 rubli / giorno;
  • Tritare la corteccia di pioppo. Mezzo cucchiaino della "farina" risultante dovrebbe essere preso 3 rubli / giorno per 2 settimane. Assicurati di bere un po 'di liquido. Dopo un mese, il corso viene ripetuto;
  • Bere tè verde con latte e miele 2 volte al giorno;
  • un bicchiere di succo di viburno appena spremuto viene mescolato con un cucchiaio e mezzo di miele. Questo farmaco viene assunto una volta al giorno per un quarto di bicchiere;
  • 50 steli di baffi d'oro vengono riempiti con una bottiglia di vodka (0,5 l) e infusi per 10 giorni. La tintura pronta viene bevuta 2 rubli / giorno prima dei pasti secondo un programma specifico: 1 giorno - 10 gocce + 30 ml di acqua, 2 giorni - 11 gocce + 30 ml di acqua, ecc. E così via fino a quando 1 dose raggiunge 35 gocce di tintura + 30 ml di acqua. Inoltre, la dose viene gradualmente ridotta e raggiunge 10 gocce;
  • L'erba di celidonia appena raccolta viene schiacciata, strizzata e presa 1 goccia + 1 cucchiaino. acqua. Ogni giorno la dose viene aumentata di 1 goccia, quindi è necessario assumere il farmaco per 10 giorni, quindi fare una pausa per 10 giorni.

Prevenzione

Per ridurre al minimo la probabilità di una cisti ai reni, dovresti essere attento alla tua salute fin dalla giovane età:

  • se c'è dolore alla colonna lombare, consultare immediatamente un medico;
  • non ferire la parte bassa della schiena;
  • trattare tempestivamente la pielonefrite;
  • trattare immediatamente eventuali infezioni che entrano nel corpo;
  • pianificare una gravidanza molto prima del concepimento.

Nutrizione

Con una cisti ai reni, l'alimentazione è prescritta secondo la dieta numero 7, elenchiamo le sue regole di base:

  • il cibo fritto, piccante e affumicato viene rimosso dalla dieta;
  • il sale è limitato o completamente rimosso;
  • è necessario escludere alcol e sigarette;
  • il tè è limitato e il caffè viene rimosso;
  • bere almeno 2 litri di acqua al giorno;
  • piatti a vapore;
  • limitare l'assunzione di proteine ​​animali, che caricano ulteriormente i reni;
  • arricchire la dieta con latte e cereali.

Previsione

Quando il paziente non ignora i sintomi che causano la malattia e segue tutti gli ordini del medico, l'esito della malattia è generalmente favorevole..

Da dove viene la cisti ed è possibile curarla

Una cisti renale è una neoplasia benigna costituita da una membrana con contenuto liquido. È localizzato sulla superficie o all'interno del tessuto renale (parenchima). Una cisti renale e il suo trattamento sono determinati da un nefrologo. La malattia viene diagnosticata sulla base dei risultati di vari metodi: ecografia, risonanza magnetica, analisi generale delle urine. Il trattamento è solitamente chirurgico.

  1. Cos'è una cisti renale
  2. Classificazione delle cisti renali
  3. Perché compaiono le formazioni
  4. Segni di malattia renale cistica
  5. Metodi diagnostici
  6. Come trattare le cisti renali in modo conservativo
  7. Medicinali
  8. Dieta
  9. Metodi tradizionali
  10. Chirurgia
  11. Puntura
  12. Scleroterapia
  13. Laparoscopia
  14. Qual è la minaccia di una cisti non trattata
  15. Previsione e prevenzione

Cos'è una cisti renale

Una cisti sul rene è una membrana di tessuto connettivo con un contenuto liquido. Cambiamenti cistici nel parenchima renale si verificano nel 25% delle persone dopo 45-50 anni. In 2/3 dei casi si riscontrano neoplasie benigne nel rene destro. Sono più comunemente diagnosticati negli uomini che soffrono di:

  • urolitiasi;
  • obesità;
  • infezioni urogenitali;
  • ipertensione arteriosa.

Le formazioni cistiche provocano un malfunzionamento renale solo nel 30% dei casi. Nella maggior parte dei pazienti, la malattia è asintomatica..

Classificazione delle cisti renali

Le formazioni liquide nei reni sono un gruppo eterogeneo di tumori benigni. In nefrologia, ci sono diverse classificazioni di lavoro della cisti renale a seconda di:

  • strutture;
  • la natura del contenuto;
  • Posizione;
  • origine.

Le cisti sono singole e multiple. In base alla complessità della struttura, si distinguono 2 tipi di neoplasie:

  • semplice - singole cisti, all'interno delle quali non ci sono partizioni aggiuntive;
  • complesso - neoplasie con diverse camere isolate.
La presenza di setti interni è un fattore diagnostico fondamentale da cui dipende il rischio di degenerazione maligna della cisti.

Un alto significato clinico appartiene alla classificazione, che tiene conto delle caratteristiche strutturali delle infestanti patologiche. Per struttura, questi tipi di cisti renali si distinguono:

  • Solitario: una cavità a camera singola a parete sottile, all'interno della quale è contenuto un liquido trasparente. La dimensione delle formazioni varia da 5-7 mm a 12 cm, diagnosticata nell'80% dei casi.
  • Spugnoso - Una cisti che si forma all'interno dei reni. Molto spesso, diverse cavità patologiche sorgono contemporaneamente nel parenchima renale, a causa delle quali la struttura dell'organo diventa porosa.
  • Multiloculare - cavità del tessuto connettivo con molti setti interni. Hanno maggiori probabilità di degenerare in tumori maligni, provocando il cancro ai reni..
  • La malattia policistica è una forma pericolosa della malattia in cui le formazioni cistiche si trovano spesso in entrambi i reni. Nel 95% dei casi è provocato da anomalie congenite. Con la malattia policistica, l'area interessata ricorda visivamente i grappoli d'uva..

All'interno di cisti complesse si accumulano spesso masse eterogenee: fluido sieroso, elementi tissutali, calcio. Una cisti calcificata con un buon apporto di sangue a volte degenera in un tumore maligno. Pertanto, se nel parenchima si trovano cavità patologiche, si raccomanda un trattamento chirurgico..

Perché compaiono le formazioni

Per scoprire da dove provengono le cisti renali, è necessario considerare il meccanismo di insorgenza della malattia. La causa immediata della formazione di cavità patologiche risiede nella ridotta crescita del tessuto connettivo ed epiteliale. Sono provocati da infiammazioni, danni meccanici ai reni, mutazioni genetiche.

L'isolamento dei singoli tubuli del nefrone dal tessuto renale è una delle cause principali della formazione di cisti. Il gruppo di rischio comprende pazienti con adenoma prostatico, malattia di Hippel-Lindau, tubercolosi.

Le principali cause delle cisti renali:

  • Danno ai reni. Le cavità patologiche nel parenchima si verificano quando il tubulo del nefrone, che produce l'urina, è bloccato. Ciò significa che qualsiasi malattia infiammatoria è irta di cisti. Pertanto, sono più comuni nelle persone che soffrono di glomerulonefrite, urolitiasi, pielonefrite.
  • Fattori congeniti. Spesso la malattia policistica si verifica nei bambini con anomalie congenite. I tumori si verificano a causa di mutazioni geniche, disturbi della crescita intrauterina. Pertanto, la malattia è ereditaria e viene trasmessa al bambino dai genitori.
  • Cambiamenti legati all'età. Nel corso degli anni, il carico sugli organi di disintossicazione - reni, fegato - aumenta solo. L'intossicazione del corpo porta a cambiamenti organici nel parenchima. Per questo motivo, aumenta il rischio di formazione di cisti monocamera e multicamera..

La crescita di neoplasie nel parenchima porta alla compressione dei tessuti circostanti. In 1/3 dei casi, questo porta a cisti secondarie. Se il loro diametro supera 8-9 cm, la circolazione sanguigna nell'organo è compromessa.

Segni di malattia renale cistica

La cistosi renale si verifica quasi senza sintomi, che è associata alla lenta formazione di neoplasie. Il parenchima riesce ad adattarsi ai cambiamenti senza un'interruzione visibile delle funzioni degli organi. I primi sintomi compaiono nella fase di spremitura da neoplasie dei vasi sanguigni, terminazioni nervose.

Sintomi della malattia cistica:

  • mal di schiena;
  • instabilità della pressione sanguigna;
  • cardiopalmus;
  • frequenti mal di testa.
Aumento del dolore alla schiena, pallore della pelle indicano la rottura di cisti all'interno del rene e danni ai vasi sanguigni.

Quando le cisti diventano grandi, il tessuto circostante viene compresso. Per questo motivo, il volume della pelvi renale e la pervietà dell'uretere diminuiscono. Quindi il quadro clinico viene reintegrato con nuovi sintomi:

  • bisogno frequente di usare il bagno;
  • dolore nella zona inguinale;
  • sangue nelle urine;
  • aumento della fatica;
  • grave gonfiore degli arti.

Febbre, brividi e febbre alta sono chiari segni di un'infezione secondaria.

Metodi diagnostici

Se la cisti inizia a spremere il tessuto circostante sorgono disturbi di salute. Per identificare le neoplasie nei reni, viene prescritto un esame strumentale:

  • nefroscintigrafia;
  • angiografia;
  • Ultrasuoni della vescica e dei reni;
  • urografia endovenosa;
  • RM o TC dei reni.

Con i sintomi di infiammazione infettiva della cavità cistica, viene prescritto un esame del sangue generale e biochimico. Se necessario, vengono utilizzate tecniche diagnostiche aggiuntive: scintigrafia dinamica, urografia escretoria.

Come trattare le cisti renali in modo conservativo

Se le neoplasie si trovano all'esterno della pelvi renale e il loro diametro non supera i 5 cm, la terapia non è necessaria. La necessità di un trattamento conservativo sorge quando il disturbo della minzione, l'intossicazione del corpo con l'ammoniaca.

Medicinali

La terapia farmacologica ha lo scopo di alleviare i sintomi. La cistosi renale viene trattata con i seguenti farmaci:

  • inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (Enap, Renitek, Invoril) - normalizzano la pressione sanguigna;
  • antibiotici (Augmentin, Ceftriaxone, Vilprafen) - distruggono un'infezione batterica;
  • diuretici (Kanephron, Diacarb, Indiur) - rimuovono l'urina dal corpo, prevengono la formazione di calcoli renali.
I farmaci non eliminano le cavità cistiche, ma facilitano solo il decorso della malattia.

Dieta

Se è necessario seguire una dieta per il danno renale cistico è determinato da un nefrologo. Nel 90% dei casi, i pazienti vengono trasferiti a una dieta per prevenire la ritenzione di liquidi nel corpo. Per alleviare la condizione, si consiglia di:

  • ridurre l'assunzione di sale a 2 g al giorno;
  • escludere conservazione, frutti di mare, piatti grassi;
  • limitare l'assunzione di liquidi gratuita a 500 ml al giorno;
  • evitare gli agrumi e gli alimenti ad alta allergenicità.

Per curare una cisti renale, è consigliabile ridurre l'assunzione di cibi proteici. Aumenta il carico sugli organi di disintossicazione e aggrava i sintomi..

Metodi tradizionali

Le cisti e le malattie renali infiammatorie vengono trattate con bardana (radice di bardana) e baffi d'oro. Le piante hanno proprietà antineoplastiche e diuretiche.

  • Brodo. Mescolare in 1 cucchiaio. l. radice di bardana e radice di consolida maggiore. Aggiungi 2 cucchiai. l. poligono e biancospino erbe. Bollire le erbe in 2 litri d'acqua per 4 minuti. Bere 15 ml tre volte al giorno.
  • Tintura. 2 cucchiai. l. i baffi d'oro schiacciati vengono versati in mezzo litro di vodka. Insistere in frigorifero per 7 giorni. Prendi una tintura di 10-35 gocce diluite in 50 ml di acqua. Il numero di gocce aumenta gradualmente - di 1-2 gocce ogni giorno.

Le cisti dovrebbero essere trattate con rimedi popolari solo dopo aver consultato un medico..

L'uso irrazionale di piante medicinali, i decotti a base di erbe è irto di deterioramento della salute.

Chirurgia

Le indicazioni per la chirurgia sono processi complicati nel parenchima renale - infettivo, infiammatorio, tumore. Sulla base dei dati dell'esame, il chirurgo determina come curare la cisti sui reni. Se è monocamerale, ricorrono a procedure minimamente invasive. Ad alto rischio di trasformazione maligna, il tumore viene asportato. Dopo l'operazione, segue la riabilitazione, durante la quale vengono eseguite le procedure di fisioterapia, il trattamento farmacologico.

Puntura

L'aspirazione per puntura è una procedura minimamente invasiva durante la quale il contenuto della cisti viene aspirato con un ago. Con una diminuzione delle dimensioni delle neoplasie, viene ripristinata la circolazione sanguigna negli organi interessati. Questo metodo di trattamento viene utilizzato se:

  • la cisti è monocamerale e il suo diametro non supera i 6 cm;
  • non c'è infiammazione infettiva nei reni.

Gli svantaggi della tecnica includono un alto rischio di ricaduta..

Scleroterapia

La scleroterapia è un tipo di aspirazione della puntura. Dopo aver pompato il fluido, lo sclerosante viene introdotto nelle formazioni cistiche, una soluzione di composti di iodio e alcol. Irrita le pareti interne della cisti, che le fa aderire. Ciò riduce la probabilità di riempire nuovamente la capsula di liquido..

Laparoscopia

La chirurgia laparoscopica viene utilizzata nei casi in cui la cavità cistica è tecnicamente inaccessibile per l'aspirazione. Viene asportato in più fasi:

  • nella parete addominale vengono praticate diverse incisioni lunghe fino a 6 mm;
  • un laparoscopio e gli strumenti sono inseriti all'interno per rimuovere la cisti;
  • sotto il controllo di una videocamera, il chirurgo asportò la cavità patologica.

I campioni di tessuto vengono inviati per l'analisi istologica per escludere il cancro renale.

A differenza della chirurgia radicale, il periodo di riabilitazione dopo la laparoscopia non richiede più di 2 settimane.

Qual è la minaccia di una cisti non trattata

Il trattamento prematuro dei reni è irto di complicazioni potenzialmente letali. Nel tempo, le cavità cistiche aumentano di dimensioni, interrompendo la circolazione renale e il flusso di urina nell'uretere.

Possibili conseguenze della malattia renale cistica:

  • idronefrosi - espansione patologica dei calici renali e del bacino, che porta all'atrofia del parenchima;
  • ipertensione - malattia cardiovascolare causata da un persistente aumento della pressione sanguigna;
  • insufficienza renale - ipofunzione renale, che porta a una produzione di urina insufficiente;
  • malignità delle cisti - trasformazione maligna della capsula del tessuto connettivo.

Con un'infezione dei reni, il fluido sieroso all'interno delle cisti si trasforma in pus. La rottura della capsula è pericolosa per la penetrazione del pus nei tessuti adiacenti e per il flusso sanguigno generale.

Previsione e prevenzione

L'esito della malattia dipende da molti fattori: la posizione, la struttura e le dimensioni della cisti. Nella maggior parte dei pazienti si trovano formazioni a camera singola, che sono facilmente suscettibili di terapia. Con le cisti multicamera, la prognosi si sta notevolmente deteriorando, il che è associato ad un alto rischio della loro malignità.

Non esiste una profilassi speciale per la malattia cistica. Per prevenire le neoplasie nei reni, si raccomanda:

  • trattare tempestivamente la pielonefrite e la glomerulonefrite;
  • evitare ipotermia e lesioni;
  • controllare la pressione sanguigna;
  • assumere complessi vitaminici e minerali.
I pazienti con ipertensione, obesità, problemi metabolici, malattie del sistema genito-urinario devono essere sottoposti a un esame preventivo annuale da parte di un medico.

Le cisti renali sono una malattia asintomatica per un lungo periodo. Per prevenire complicazioni, si consiglia di farsi visitare da un nefrologo due volte l'anno.