Cistite emorragica nelle donne: trattamento

Una delle patologie più gravi e gravi della vescica è la cistite emorragica nelle donne, il cui secondo nome è emorroidario. Quando miktion, il sangue si trova nelle urine. L'urina assume un odore specifico sgradevole. La comparsa di tali sintomi è associata alla distruzione della mucosa e all'assottigliamento delle pareti dei vasi dell'organo del sistema urinario. Questa condizione richiede una diagnosi e un trattamento immediati..

Cause di cistite emorragica nelle donne

La cistite emorragica acuta si verifica più spesso per i seguenti motivi:

  • pietre e diverticoli nella vescica;
  • radioterapia;
  • prendendo un certo gruppo di droghe;
  • malattie veneree;
  • patologie interne che riducono l'immunità;
  • astinenza frequente dalla minzione.

Nelle donne, questa malattia viene diagnosticata più spesso durante la gravidanza e la menopausa, quando si verificano cambiamenti ormonali nel corpo. Le malattie associate al sistema ormonale sono anche in grado di provocare un processo patologico. Questa categoria include patologie endocrine.

La cistite batterica come malattia indipendente raramente porta a una forma emorroidaria. Tuttavia, può essere complicato sullo sfondo di una ridotta immunità, quando il corpo non dispone di risorse aggiuntive per combattere le infezioni.

Tra i farmaci, la cistite emorroidaria è più spesso causata dal farmaco clomifene citrato, sulla base del quale vengono prodotti farmaci come Clomiphene e ClostilBegit..

Sintomi della cistite emorragica nelle donne

La cistite emorragica è una malattia infettiva che presenta sintomi simili al decorso acuto del processo infiammatorio nella vescica. Si differenzia dalla cistite acuta per la presenza di secrezione sanguinolenta e un fetore emanato dall'urina. La patologia di origine infettiva si distingue per una serie di altri segni, i principali dei quali sono:

  • aumento della temperatura corporea;
  • debolezza generale e malessere generale;
  • aumento della voglia di usare il bagno;
  • scarso scarico di urina durante la miction;
  • dolore acuto all'inguine o all'addome inferiore dopo la minzione.

Questa condizione richiede cure mediche immediate. L'esame necessario aiuterà a prescrivere un trattamento tempestivo e prevenire la cronicità della malattia, che è pericolosa con l'anemia da carenza di ferro..

Diagnosi differenziale

La cistite emorragica nelle donne, i cui sintomi e trattamento richiedono un'attenzione tempestiva e adeguata, deve essere innanzitutto differenziata dalla pielonefrite e dall'urolitiasi, che hanno sintomi simili. A tale scopo, al paziente vengono assegnati diversi tipi di test delle urine..

La cistite emorroidaria nelle donne viene diagnosticata con una diminuzione del numero di globuli rossi nelle urine. Nel caso di un decorso cronico della patologia, il paziente ha anemia da carenza di ferro.

Se la malattia è causata da microrganismi patogeni, viene eseguita una semina aggiuntiva, che aiuta a identificare il tipo di patogeno.

Inoltre, in condizioni stazionarie, potrebbe essere necessario condurre la citoscopia per identificare l'entità delle lesioni della mucosa.

Trattamento della cistite emorragica

La cistite emorragica nelle donne, il cui trattamento è raccomandato per essere effettuato in condizioni stazionarie, è pericolosa per lo sviluppo di complicanze. Ecco perché, ai primi sintomi, non si dovrebbe ritardare una visita a un istituto medico, dove condurranno la diagnostica necessaria e prescriveranno i farmaci appropriati..

Cure ospedaliere

In ambiente ospedaliero, il paziente viene lavato con la vescica, necessaria per il riassorbimento dei coaguli di sangue che si sono formati all'interno dell'organo. Questa procedura è necessaria per normalizzare la minzione..

Se, per qualche motivo, il lavaggio non è possibile, viene prescritta la citoscopia con agenti anestetici.

Terapia farmacologica

La cistite emorragica acuta nelle donne di eziologia batterica viene trattata con antibiotici del gruppo dei fluorochinoloni, che includono norfloxacina, ciprofloxacina e loro analoghi.

La norfloxacina alla dose di 400 mg viene assunta una volta al giorno per 1-2 settimane, a seconda della gravità della patologia.

La ciprofloxacina è considerata un farmaco antibatterico più forte del precedente. Viene assunto a 250-500 mg due volte al giorno per 7-10 giorni.

Nelle donne in gravidanza, il farmaco di scelta è Monural, il cui uso è consentito nella seconda metà della gravidanza..

Insieme alla terapia antibiotica, vengono prescritti i seguenti gruppi di farmaci:

  • analgesici e antispastici;
  • medicinali emostatici;
  • vitamine del gruppo C e K.

Per alleviare spasmi e dolore, vengono spesso presi Diclofenac, Baralgin o Nosh-pa.

I farmaci con effetto emostatico includono Etamsilat e Ditsynon. Uno qualsiasi dei farmaci viene assunto 1 compressa fino a tre volte al giorno..

Si consiglia di assumere Ascorutin o Vikasol come complessi vitaminici durante il periodo di trattamento..

L'uso di fitopreparati

I fitopreparati utilizzati nella terapia complessa contro la forma emorroidaria includono Canephron e Phytolysin..

Canephron è uno dei medicinali a base di erbe più efficaci. Ha un effetto diuretico, antispasmodico, antinfiammatorio e antimicrobico. I principali ingredienti attivi del farmaco sono levistico, rosmarino e centaurea.

La fitolisina ha un effetto diuretico e dissolvente i calcoli. Inoltre, il farmaco aiuta ad alleviare gli spasmi della vescica e ha effetti antinfiammatori. Il farmaco è in grado di eliminare la sabbia e ridurre la cristallizzazione dei componenti minerali delle urine.

Trattamento domiciliare

La cistite emorragica, il cui trattamento richiede un approccio integrato, necessita inoltre di una correzione nutrizionale.

I cibi piccanti, piccanti, dolci, molto salati, fritti e affumicati, così come i cibi ricchi di acidi e oli essenziali, sono necessariamente eliminati dalla dieta. Il tè forte, l'alcol, il caffè e le bevande gassate zuccherate sono vietati dalle bevande. I prodotti di questa categoria possono ulteriormente irritare e danneggiare i tessuti della vescica..

Durante il periodo di trattamento, il paziente deve bere molti liquidi sotto forma di acqua potabile pulita, bevande alla frutta e composte. Le bevande alla frutta a base di mirtillo hanno un effetto curativo, che ha anche un effetto antimicrobico e antinfiammatorio.

A casa usano anche decotti alle erbe di aneto, lino e semi di achillea..

Per preparare il brodo di aneto, avrai bisogno di un cucchiaino con la parte superiore dei semi e un bicchiere di acqua bollente. I semi fermentati vengono infusi per 8-10 ore. La bevanda risultante viene bevuta al mattino. L'infuso di semi di lino viene preparato in modo simile..

Per preparare un decotto di achillea, viene utilizzata erba pre-tritata. Il componente a base di erbe in un dosaggio di due cucchiai viene preparato in un bicchiere di acqua bollente. La bevanda viene infusa per un'ora. Il prodotto risultante viene bevuto per tutto il giorno, assumendo piccole porzioni..

Raccomandazioni durante il trattamento

Quando si diagnostica una malattia così grave come la cistite emorragica, non si dovrebbe auto-medicare. È necessario assumere farmaci prescritti esclusivamente dall'urologo. Altrimenti, la malattia può assumere un decorso cronico..

Durante il periodo di trattamento, è severamente vietato fare un bagno caldo e condurre procedure termali, a cui molte donne preferiscono ricorrere. L'uso del calore può portare allo sviluppo di gravi complicazioni sullo sfondo della forma emorroidaria della malattia..

Misure preventive

Una serie di semplici misure aiuteranno ad evitare le ricadute della malattia, che sono le seguenti:

  • rafforzare l'immunità;
  • igiene personale;
  • svuotamento tempestivo della vescica;
  • prendendo molti liquidi;
  • una corretta alimentazione con l'esclusione degli alimenti che provocano ricadute.

Per evitare lo sviluppo di una forma cronica, è molto importante sottoporsi a un trattamento fino alla fine, che è stato prescritto dal medico..

Cistite emorragica

La cistite emorragica appare principalmente sullo sfondo dell'infiammazione acuta - l'80% dei casi si sviluppa in forma acuta. I sintomi della cistite emorragica nelle donne sono spesso accompagnati dalla comparsa di sangue nelle urine, che è chiaramente visibile ad occhio nudo.

Cistite emorragica nelle donne

Poiché la cistite emorragica si verifica sullo sfondo di una forma acuta della malattia, i pazienti soffrono di manifestazioni tipiche della cistite acuta. I classici sintomi della cistite emorragica nelle donne sono dolore acuto nella parte inferiore dell'addome, aggravato dalla minzione, frequente bisogno di usare il bagno, segni di intossicazione corporea - febbre, febbre, brividi e mal di testa. Il segno distintivo con cui tale cistite si distingue nelle donne è la presenza di sangue nelle urine..

Come nella forma acuta, la cistite emorragica nelle donne colpisce la membrana mucosa che riveste la superficie interna della vescica. Se l'integrità dei vasi sanguigni che riempiono densamente la mucosa è danneggiata, il sangue viene rilasciato nella vescica, mescolato con l'urina e lo macchia completamente.

A seconda della gravità del danno d'organo, il volume del sangue rilasciato può variare. Se il danno d'organo è minore, l'urina avrà una tinta leggermente rosata. Con danni estesi alla vescica, la cistite acuta nelle donne provoca una tinta rosso-brunastra dell'urina. In alcuni casi, nelle urine, si può osservare non solo una miscela di sangue, ma anche coaguli di sangue che galleggiano nello spessore del liquido..

Cistite emorroidaria

La cistite emorroidaria si verifica anche più frequentemente nelle donne. La patologia si manifesta nei seguenti segni:

  • la comparsa di sangue nelle urine - ematuria, in cui l'urina diventa rossa di varia intensità e si possono anche osservare coaguli di sangue;
  • dolore durante la minzione, forti crampi nell'addome inferiore. In alcuni casi, il dolore si irradia al retto e durante il giorno i pazienti soffrono di sensazioni dolorose e sorseggianti nell'addome inferiore e nella regione lombare;
  • La frequente voglia di usare il bagno è un tipico segno di cistite, in cui le pareti infiammate della vescica formano un bisogno costante di usare il bagno. Inoltre, non tutti gli atti di minzione possono terminare con successo, ma la frequenza delle visite in bagno aumenta in modo significativo;
  • pesantezza nella vescica - una sensazione di svuotamento incompleto della vescica, che si verifica quasi immediatamente dopo la minzione nel paziente. La cistite emorroidaria nelle donne dà l'impressione di una vescica costantemente traboccante, ma non è questo il caso;
  • il volume minimo di urina rilasciato alla volta - di solito questo sintomo appare negli uomini, ma è anche rilevante per la cistite emorroidaria femminile. In alcuni casi vengono rilasciate solo poche gocce di urina e talvolta nulla;
  • i segni di intossicazione non sempre accompagnano la cistite emorroidaria, ma in forma acuta, le donne avvertono debolezza, mal di testa, aumento della temperatura corporea.

Trattamento della cistite emorragica

Nel trattamento della cistite emorragica, la cosa più importante è eliminare il fattore eziologico che ha provocato la comparsa di sangue nelle urine. Il trattamento della cistite emorragica nelle donne inizia con la terapia antibiotica empirica. Poiché nell'80% dei casi Escherichia coli si trova nelle urine, i medici sono guidati da questo patogeno fino a quando non si ottengono i risultati dell'urinocoltura batterica. Se viene rilevato un altro microrganismo patogeno, il trattamento della cistite con antibiotici in compresse viene corretto.

Buoni risultati si ottengono con la terapia basata sull'uso delle cefalosporine. Gli antibiotici per la cistite emorragica sono raccomandati per i pazienti per almeno 7-10 giorni e un risultato positivo può essere raggiunto già il secondo o il terzo giorno. Inoltre, i farmaci urosettici a base di erbe Uronephron, Kanefron, Monurel sono inclusi nel regime terapeutico: agiscono delicatamente sulla mucosa della vescica e riducono l'attività del processo infiammatorio.

Se la cistite emorragica è provocata dalla chemioterapia aggressiva, i farmaci vengono sostituiti con altri meno tossici. Per ottenere un rapido effetto dalla terapia, si consiglia di bere più liquidi al fine di ridurre il carico tossico sul corpo e rimuovere la microflora patogena.

In caso di dolore intenso, si raccomandano farmaci antispastici e con ematuria volumetrica si raccomanda il riposo a letto. Il trattamento della cistite emorragica deve essere eseguito completamente in modo che la malattia non diventi cronica. In caso contrario, il codice per la cistite emorragica ICB 10 potrebbe cambiare, verrà aggiunta la codifica della complicanza.

Cistite emorragica nei bambini

La cistite emorragica nei bambini viene diagnosticata raramente. Di solito, questa grave forma di patologia non si verifica nei bambini se i genitori rispondono in modo tempestivo alla cistite acuta. Tradizionalmente, la cistite emorragica nei bambini si verifica quando la microflora patogena penetra nella vescica.

I sintomi della cistite emorragica sono ben definiti. I genitori che parlano di cistite emorragica sul forum notano che nei pazienti giovani, il dolore nella cistite emorragica è limitato all'addome inferiore. I bambini sentono il bisogno costante di svuotare la vescica e, se non possono farlo, diventano irritabili.

In alcuni casi, i bambini hanno un segno di flatulenza, si può anche osservare nausea e con grave intossicazione si verifica vomito. L'urina diventa completamente rossa o sono presenti solo gocce di sangue.

Cause di cistite emorragica

Le cause della cistite emorragica nelle donne e negli uomini sono associate alla penetrazione della microflora patogena nell'organo. Nella maggior parte dei casi, questo è il batterio Escherichia coli, si trova in otto colture di urina su dieci prese per analisi in pazienti con cistite emorragica.

Altre cause di cistite emorragica sono il danneggiamento del rivestimento di un organo da parte di un bordo tagliente di una pietra formata nell'organo. La cistite emorragica secondo ICD-10 si verifica a seguito di manipolazioni grossolane. Ad esempio, la cistite emorragica acuta nelle donne è il risultato di un'installazione impropria di un catetere o dell'instillazione di un organo. La cistite emorragica non è rara durante la gravidanza, poiché le difese del corpo in una donna incinta sono significativamente indebolite. La cistite e le emorroidi durante la gravidanza complicano significativamente il portamento di un bambino..

Cistite emorragica negli uomini

La cistite e le emorroidi si verificano contemporaneamente negli uomini, ad esempio, con forme gravi di danno sistematico ai vasi sanguigni. La cistite emorragica negli uomini può verificarsi non solo con la penetrazione della microflora patogena, ma anche in presenza di adenoma prostatico, un processo adenovirale. Gli organismi fungini possono anche causare cistite emorragica.

L'urina con il sangue può fuoriuscire completamente colorata o mescolata con poche gocce, principalmente alla fine della minzione. Allo stesso tempo, l'urina può avere un odore sgradevole e occasionalmente si vedono coaguli di sangue..

Il trattamento della patologia viene effettuato nel modo standard - con farmaci antibatterici, tuttavia, è necessario esaminare il paziente per la presenza di adenoma prostatico e, se necessario, rimuovere l'adenoma in modo che la malattia non si ripresenti.

Playlist video di cistite (selezione video nell'angolo in alto a destra)

Cistite emorragica

Tutti i contenuti di iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

  • Codice ICD-10
  • Epidemiologia
  • Le ragioni
  • Fattori di rischio
  • Sintomi
  • Dove ti fa male?
  • Quali preoccupazioni?
  • Complicazioni e conseguenze
  • Diagnostica
  • Cosa deve essere esaminato?
  • Come esaminare?
  • Quali test sono necessari?
  • Diagnosi differenziale
  • Trattamento
  • Chi contattare?
  • Trattamento aggiuntivo
  • Prevenzione
  • Previsione

Qual è la differenza tra la cistite emorragica e la normale infiammazione della vescica? La principale differenza sta nell'ematuria: la comparsa di sangue nelle urine durante la minzione. E questo indica una significativa profondità di danno all'epitelio multistrato (urotelio) della mucosa delle pareti interne della vescica, nonché la diffusione del processo distruttivo all'endotelio dei capillari della sua microvascolarizzazione.

Codice ICD-10

Epidemiologia

Le infezioni della vescica e delle vie urinarie colpiscono circa 150 milioni di persone ogni anno.

Gli studi hanno dimostrato che la cistite emorragica infettiva si verifica più frequentemente nelle donne che negli uomini. Soprattutto nelle donne in postmenopausa, poiché gli estrogeni diminuiscono le proprietà protettive della flora vaginale.

La cistite emorragica nei neonati nei due terzi dei casi è associata alla presenza di infezioni urogenitali non trattate nella madre.

Inoltre, la cistite emorragica si sviluppa in quasi il 6% dei pazienti sottoposti a trapianto di midollo osseo e che ricevono alte dosi di ciclofosfamide o ifosfamide.

Cause di cistite emorragica

Oggi, le cause della cistite emorragica, che ne determinano i tipi, sono suddivise in infettive e non infettive.

Nella maggior parte dei casi, la cistite emorragica acuta batterica si verifica a causa dell'infezione della vescica con ceppi uropatogeni di Escherichia coli (UPEC), bastoncini di Proteus (Proteus vulgaris), batteri opportunisti Klebsiella oxytoca e stafilococco saprofitico (Staphylococcus).

La patogenesi delle lesioni UPEC è correlata alla capacità dell'Escherichia (che rappresenta la flora intestinale sinantropica, ma intrappolata nelle vie urinarie) di agire come opportunisti patogeni intracellulari. Con l'aiuto degli organelli di adesione, i batteri penetrano nelle cellule e colonizzano la mucosa dell'uretra e della vescica; qui si nutrono di composti di ferro estratti dalle cellule e producono tossine - emolisina che distrugge gli eritrociti e catalizza il fattore necrotizzante citotossico 1 (CNF1) mediato dal recettore dell'endocitosi, che induce risposte delle cellule effettrici uroteliali e reazioni infiammatorie.

Spesso, la cistite emorragica infettiva nelle donne è provocata da ureaplasma, micoplasma, clamidia, gardnerella, gonococco, Trichomonas. Ma la cistite fungina primaria è raramente osservata e, di regola, è associata al trattamento della cistite batterica: la soppressione della microflora vaginale commensale con antibiotici consente a Candida e lattobacilli di moltiplicarsi senza ostacoli.

Sullo sfondo dell'infiammazione della ghiandola prostatica, la cistite emorragica può svilupparsi negli uomini più anziani. Spesso è provocato da cateterismo vescicale non riuscito e successiva infezione.

La cistite emorragica virale nei bambini, così come la cistite emorragica nei neonati, è più spesso associata ad adenovirus - sierotipi 11 e 21 del sottogruppo B. Sebbene questa malattia possa derivare dall'attivazione del poliomavirus latente BK (Polyomavirus umano 1). Secondo l'ultima edizione di Virus Taxonomy, il virus BK infetta la maggior parte delle persone e provoca malattie respiratorie e cistite acuta durante l'infanzia. A proposito, questo virus in una forma latente persiste per tutta la vita (nei tessuti degli organi genito-urinari e delle tonsille faringee).

La riattivazione del poliomavirus VK "dormiente" si verifica a causa di una forma o dell'altra di immunosoppressione: nella vecchiaia, con immunodeficienza congenita nei bambini, sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) negli adulti, nelle donne - durante la gravidanza, che può essere associata a cistite emorragica durante la gravidanza. Il virus si attiva anche durante il trapianto di midollo osseo e di cellule staminali allogeniche, quando vengono utilizzati farmaci per sopprimere il sistema immunitario. Gli studi hanno dimostrato che dopo il trapianto di midollo osseo, la cistite emorragica indotta da virus nei bambini e negli adolescenti è la complicanza più comune.

Cause non infettive di cistite emorragica

Secondo gli urologi, la cistite emorragica cronica di eziologia non batterica può svilupparsi a causa della presenza di calcoli nella vescica - in particolare calcoli di urato con diatesi di acido urico - quando la mucosa della vescica è danneggiata e le lesioni diventano più profonde sotto l'influenza di un'urina eccessivamente acida. Molti esperti domestici chiamano tale cistite emorragica ulcerosa.

Inoltre, tali tipi di cistite emorragica come radiazioni (radiazioni) o cistite indotta chimicamente non sono associati all'infezione. L'infiammazione emorragica da radiazioni della mucosa della vescica si sviluppa dopo il trattamento di neoplasie maligne localizzate nella pelvi. In questo caso, la patogenesi è dovuta al fatto che le radiazioni provocano rotture del filamento di DNA, portando all'attivazione di geni per la riparazione dei danni al DNA e l'apoptosi. Inoltre, la radiazione penetra negli strati più profondi dei muscoli della vescica, riducendo l'impermeabilità delle pareti dei vasi..

La cistite emorragica indotta chimicamente è il risultato della somministrazione endovenosa di farmaci antitumorali-citostatici, in particolare Ifosfamide (Holoxan), Ciclofosfamide (Cytoforsfan, Endoxan, Clafen, ecc.) E, in misura minore, Bleomicina e Doxorubicina.

Pertanto, il metabolismo della ciclofosfamide nel fegato porta alla formazione di acroleina, che è una tossina e distrugge i tessuti della parete vescicale. La grave infiammazione della vescica che si verifica come complicanza della chemioterapia per i malati di cancro è chiamata cistite emorragica refrattaria (intrattabile).

La cistite emorragica nelle donne, in particolare quella chimica, può svilupparsi quando i farmaci per uso intravaginale entrano nella vescica attraverso l'uretra nella vescica. Ciò accade quando si lava la vagina con antisettico al violetto di metile (viola di genziana) per il trattamento della candidosi vaginale o di agenti spermicidi, ad esempio Nonoxynol.

Fattori di rischio

I principali fattori di rischio per lo sviluppo della cistite emorragica sono associati a una diminuzione delle difese immunitarie dell'organismo; la presenza di infezioni urogenitali latenti e malattie oncologiche; ristagno di urina e urolitiasi; trombocitopenia (bassa conta piastrinica nel sangue); violazione dell'igiene degli organi genito-urinari e inosservanza degli standard asettici durante le manipolazioni ginecologiche e urologiche.

Il rischio di infezione del tratto urinario e della vescica nei bambini è associato a reflusso vescico-ureterale (movimento anormale delle urine) e costipazione.

Sintomi di cistite emorragica

Di solito, i primi segni di cistite emorragica si manifestano con pollachiuria: minzione più frequente con una diminuzione simultanea del volume di urina escreta. Quasi contemporaneamente, si unisce un segno così caratteristico della fase iniziale dell'infiammazione come molteplici falsi desideri di svuotare la vescica (anche di notte), così come bruciore e dolore acuto alla fine della minzione.

Inoltre, si notano i seguenti sintomi clinici di cistite emorragica: disagio nell'area pubica; irradiando dolore nella parte bassa della schiena e inguine nella piccola pelvi; offuscamento delle urine, un cambiamento nel suo colore (dal rosa a tutte le sfumature di rosso) e l'odore. Il controllo della vescica viene spesso perso (può verificarsi incontinenza urinaria).

Lo stato di salute generale peggiora - con debolezza, diminuzione dell'appetito, febbre e febbre.

Se in una certa fase della malattia il paziente ha difficoltà a urinare, ciò indica che l'uscita della vescica è bloccata da coaguli di sangue (tamponamento).

Dove ti fa male?

Quali preoccupazioni?

Complicazioni e conseguenze

Le principali conseguenze e complicanze della cistite emorragica di qualsiasi eziologia includono:

  • la violazione del deflusso di urina (a causa del suddetto tamponamento con un coagulo di sangue) può portare a urosepsi, rottura della vescica e insufficienza renale;
  • la violazione dell'integrità dei vasi del letto microcircolatorio della vescica minaccia la perdita di sangue e lo sviluppo di anemia da carenza di ferro, soprattutto se i pazienti hanno cistite emorragica cronica;
  • le aree danneggiate dell'urotelio possono diventare una “porta d'ingresso” per le infezioni e consentire ai batteri di entrare nella circolazione sistemica;
  • ulcere aperte sulle superfici interne della vescica spesso portano a cicatrici permanenti del suo rivestimento e cambiamenti sclerotici nelle pareti - con una diminuzione delle dimensioni e deformazione della forma della vescica.

Diagnostica cistite emorragica

La diagnosi di cistite emorragica viene eseguita dagli urologi, ma può essere richiesta la partecipazione di ginecologi quando la cistite emorragica si verifica nelle donne.

Sono necessarie le seguenti analisi:

  • analisi generale delle urine;
  • analisi microbiologica delle urine (utilizzando il sequenziamento PCR delle urine per identificare il tipo di agente infettivo e la sua resistenza ai farmaci antibatterici);
  • analisi del sangue clinico;
  • un esame del sangue per malattie sessualmente trasmissibili;
  • una macchia dalla vagina e dalla cervice (per le donne);
  • una macchia dall'uretra (per gli uomini);

Viene utilizzata la diagnostica strumentale: ecografia della vescica e di tutti gli organi della piccola pelvi, cistoscopia, uretroscopia.

Per chiarire lo stato funzionale dello strato muscolare della vescica nella cistite emorragica cronica, gli specialisti possono esaminare l'urodinamica utilizzando l'uroflussometria o l'elettromiografia della vescica.

Cosa deve essere esaminato?

Come esaminare?

Quali test sono necessari?

Diagnosi differenziale

La diagnosi differenziale è progettata per distinguere la cistite emorragica dall'ematuria, che può accompagnare l'infiammazione dell'uretra (uretrite); tumori della vescica o delle vie urinarie; adenoma della ghiandola prostatica (negli uomini) o endometriosi (nelle donne); pielonefrite, glomerulonefrite focale proliferativa, malattia del rene policistico, ecc..

Chi contattare?

Trattamento della cistite emorragica

Il trattamento complesso della cistite emorragica è mirato alle cause della malattia e al sollievo dei suoi sintomi.

Con l'origine batterica della malattia, gli antibiotici sono necessariamente prescritti per la cistite emorragica. I più attivi sono i fluorochinoloni, ad esempio Norfloxacin (altri nomi commerciali Nolitsin, Bactinor, Norbactin, Normaks, Urobacil) e Ciprofloxacin (Tsiprobay, Tsiplox, Tsiprinol, Tsiproxin, Tsiprolet, ecc.).

Si consiglia di assumere norfloxacina (compresse da 400 mg) una compressa due volte al giorno per una o due settimane. Il farmaco può causare attacchi di nausea, diminuzione dell'appetito, diarrea e debolezza generale. La norfloxacina è controindicata per problemi renali, epilessia, bambini sotto i 15 anni di età e donne in gravidanza.

L'effetto battericida della Ciprofloxacina (in compresse da 0,25-0,5 ge sotto forma di soluzione per infusione) è più forte. Dosaggio consigliato: 0,25-0,5 g due volte al giorno (nei casi più gravi, il farmaco viene somministrato per via parenterale). La ciprofloxacina ha controindicazioni simili ei suoi effetti collaterali si manifestano con allergie cutanee, dolore addominale, dispepsia, diminuzione dei leucociti e delle piastrine del sangue, nonché aumento della sensibilità della pelle ai raggi UV.

Anche l'antibiotico Fosfomicina contenente fosfomicina trometamolo e i suoi sinonimi Fosforo, Fosmicina, Urofoscina, Urofosfabol, Ekofomural o Monural con cistite emorragica è efficace a causa della concentrazione predominante nei tessuti renali. Il farmaco viene prescritto a 300 mg una volta al giorno (i granuli vengono sciolti in 100 ml di acqua) - due ore prima di un pasto. Per i bambini, Fosfomicina può essere utilizzata dopo cinque anni: una dose alla dose di 200 mg. Gli effetti collaterali possono includere orticaria, bruciore di stomaco, nausea e diarrea..

La componente più importante del trattamento della cistite emorragica è la rimozione di un coagulo di sangue dalla vescica. Viene rimosso introducendo un catetere nella vescica e instillazione continua (irrigazione) della cavità vescicale con acqua sterile o soluzione salina (gli urologi notano che l'acqua è preferibile alla soluzione di cloruro di sodio, poiché scioglie meglio i coaguli).

Se l'ematuria persiste dopo la rimozione del coagulo, l'irrigazione può essere eseguita con Karboprost o soluzione di nitrato d'argento. Nei casi più gravi, una soluzione di formalina al 3-4% (che viene instillata in anestesia e controllo cistoscopico) può essere utilizzata per via intravescicale, seguita da un'irrigazione accurata della cavità vescicale.

Per il trattamento della cistite emorragica vengono utilizzati farmaci emostatici: acido aminocaproico e tranexamilico, Dicinon (orale), Etamsilato (parenterale). Sono necessarie vitamine: acido ascorbico (C) e fillochinone (K).

Il trattamento fisioterapico accettabile della cistite emorragica da radiazioni è l'ossigenazione iperbarica (ossigenoterapia), che stimola l'immunità cellulare, attiva l'angiogenesi e la rigenerazione dei tessuti che rivestono la vescica; provoca vasocostrizione e aiuta a ridurre il sanguinamento.

Trattamento operativo

Quando non è possibile instillare la cavità vescicale con un catetere, ricorrono alla rimozione endoscopica del coagulo di sangue (cistoscopia) - sotto anestesia, seguita dall'uso di antibiotici. Allo stesso tempo, può essere eseguita la cauterizzazione delle aree emorragiche (elettrocoagulazione o coagulazione dell'argon) per fermare il sanguinamento.

Il trattamento chirurgico è più spesso richiesto per la cistite emorragica refrattaria. E oltre alla cistoscopia con elettrocoagulazione, è possibile l'embolizzazione selettiva del ramo ipogastrico dell'arteria. In casi estremi (con ampie cicatrici delle pareti della vescica e sua deformazione), è indicata la cistectomia (rimozione della vescica) con deviazione delle urine attraverso l'ileo (vicino alla valvola ileocecale), colon sigmoideo o ureterostomia percutanea.

Secondo gli esperti, la cistectomia rappresenta un rischio significativo di complicanze postoperatorie e mortalità, poiché i pazienti sono già stati sottoposti a radioterapia o chemioterapia.

Trattamento alternativo

Il trattamento alternativo limitato della cistite emorragica (che nella maggior parte dei casi richiede una degenza ospedaliera) si estende al tipo batterico di questa malattia.

Questo è un trattamento a base di erbe che promuove la diuresi e allevia l'infiammazione. Si consiglia di assumere decotti di piante officinali diuretiche: una serie di tripartiti, equiseto, olmaria, acciaio, trifoglio, erba di grano strisciante, ortica dioica, uva ursina, stimmi di mais. I brodi vengono preparati al ritmo di un cucchiaio e mezzo di erbe secche per 500 ml di acqua (far bollire per 10-12 minuti); un decotto da 100 ml viene assunto 3-4 volte al giorno.

Tra le piante medicinali antinfiammatorie in urologia, i frutti più comunemente usati sono il ginepro, l'uva ursina, la foglia di mirtillo rosso e l'ashberry bianco. Puoi mescolare tutte le piante in proporzioni uguali e, per preparare una tisana medicinale, preparare un cucchiaio della miscela con tre bicchieri di acqua bollente. Si consiglia di assumere 200 ml tre volte al giorno per 8-10 giorni.

Dieta per cistite emorragica - vedere la pubblicazione Dieta per cistite

Cistite emorragica: quali sono le cause, le manifestazioni, il trattamento

La cistite emorragica è un tipo di infiammazione della vescica.

La malattia è caratterizzata da un profondo processo distruttivo nella mucosa, che si diffonde ai vasi. C'è sangue nelle urine in tutte le porzioni.

Perché si sviluppa la patologia?

La causa principale della cistite emorragica nelle donne sono i microrganismi patogeni. Questi includono batteri, virus, funghi, protozoi.

Tuttavia, non tutte le persone con un processo infettivo sviluppano un tipo di infiammazione emorragica della vescica. Il danno profondo alla mucosa dell'organo si verifica in presenza dei seguenti fattori:

  1. L'abitudine di "tollerare" la voglia di urinare. Di conseguenza, l'urina ristagna, la vescica è tesa eccessivamente, il che successivamente porta a un deterioramento della circolazione sanguigna.
  2. Tumori e malattie infiammatorie negli organi adiacenti.
  3. Interruzione dell'innervazione della vescica sullo sfondo di stress costante, diabete mellito.
  4. Cateterismo prolungato.
  5. Calcoli vescicali.
  6. Mancato rispetto delle regole di igiene personale, indossare biancheria intima sintetica. In misura maggiore, questo vale per le donne (l'uretra è ampia e stretta). Le caratteristiche anatomiche creano le condizioni per una facile penetrazione e diffusione di microrganismi patogeni.

Il quadro clinico della malattia

Nelle donne, la cistite emorragica presenta i seguenti sintomi:

  • disturbi disuretici;
  • sindrome da intossicazione generale;
  • sensazioni dolorose;
  • comparsa di sangue nelle urine (ematuria).

Disturbi disuretici

Con la cistite emorragica, il paziente lamenta un frequente bisogno di urinare, che può essere falso e accompagnato da una sensazione di taglio e bruciore.

Ciò è dovuto alla presenza di edema della mucosa della vescica, che porta a un'ulteriore irritazione delle terminazioni nervose. A volte l'impulso è così forte che una persona non può contenerli: si verifica l'incontinenza urinaria.

Sindrome da intossicazione generale

È caratterizzato da debolezza generale, debolezza, riduzione delle prestazioni, febbre. L'intossicazione è la prova di un processo infettivo nel corpo..

Una persona avverte disagio nella regione pubica, la sindrome del dolore può irradiarsi (muoversi) nelle aree lombari e inguinali.

Ematuria

La distruzione dell'integrità della coroide è accompagnata dal rilascio di eritrociti nella cavità vescicale. Di conseguenza, il paziente nota la colorazione dell'urina dal rosa al rosso intenso.

Quali metodi diagnostici sono prescritti?

In presenza dei suddetti reclami, il medico prescrive una serie di metodi diagnostici di laboratorio e strumentali.

I metodi di laboratorio includono la ricerca:

  • analisi generale del sangue e delle urine;
  • campioni di urina;
  • analisi biochimica del sangue e delle urine;
  • un esame del sangue per le infezioni a trasmissione sessuale (IST);
  • prendere una macchia sulla flora dalla vagina e dalla cervice per le donne;
  • prendendo una macchia sulla flora dall'uretra per gli uomini.

L'elenco dei metodi strumentali include:

Cambiamenti caratteristici nell'analisi generale del sangue e delle urine

I cambiamenti nel sangue si riferiscono alla velocità di eritrosedimentazione (ESR), i leucociti e la formula dei leucociti.

Quando si verifica l'infiammazione:

  • accelerazione della VES;
  • un aumento dei leucociti (con un'infezione batterica dovuta ai neutrofili, con un'infezione virale - dovuta ai linfociti);
  • spostamento della formula dei leucociti a sinistra.

Nell'analisi generale delle urine si riscontrano la sua torbidità, eritrociti (normalmente sono assenti), leucociti (norma 1-2 nel campo visivo), batteriuria.

Campioni di urina

Lo scopo dello studio è la diagnosi differenziale tra cistite, uretrite e prostatite (negli uomini). Viene eseguito come segue: il paziente rilascia una piccola quantità di urina nel primo bicchiere, poi nel secondo (la maggior parte), il resto nel terzo.

Decodifica dei risultati ottenuti:

  • cistite: quando si riceve urina torbida in tre bicchieri;
  • uretrite - urina torbida in 1 bicchiere, trasparente nel resto;
  • prostatite - urina torbida nella prima e terza porzione.

Analisi biochimica del sangue e delle urine

Con la cistite, il livello della proteina C reattiva, degli acidi sialici e dell'aptoglobina, che sono marcatori non specifici dell'infiammazione, aumenta nel campione di sangue..

Analisi del sangue STI

Infezioni specifiche possono causare cistite emorragica acuta. La rilevazione di anticorpi contro i patogeni STI nel sangue consente di determinare correttamente la tattica del trattamento e fermare l'infiammazione.

Diagnostica strumentale

L'esame ecografico, la cistoscopia, la TAC possono rivelare la presenza di cambiamenti caratteristici della cistite emorragica, fare una diagnosi differenziale con neoplasie maligne e urolitiasi.

Come trattare efficacemente una malattia?

Il trattamento della cistite emorragica viene effettuato con metodi conservativi e chirurgici. Il primo prevede l'uso di agenti antibatterici ed emostatici, analgesici, antispastici, fitoterapia.

Primo soccorso

Per alleviare la manifestazione dei sintomi della malattia aiuterà:

  • rispetto del regime pastello;
  • procedure termiche per l'addome inferiore;
  • abbondante bevanda calda;
  • l'uso di analgesici e antispastici.

Se sei preoccupato per la ritenzione urinaria acuta, è necessario consultare urgentemente un medico, altrimenti c'è il rischio di rottura della vescica.

Terapia farmacologica

Un'infezione batterica è un'indicazione per l'assunzione di antibiotici. Dopo aver determinato il tipo di agente patogeno, il medico prescrive il farmaco, determina la durata e la modalità di somministrazione.

L'uso di proprietà medicinali di piante come mirtillo rosso, mirtillo rosso, rosa canina, rosmarino aiuta a fermare la crescita di microrganismi e infiammazioni. La fitoterapia aiuta a ottenere l'effetto urosettico e previene la formazione di calcoli.

I farmaci emostatici includono acido aminocaproico e tranexamico, dicinon, etamsilato di sodio. Prescritto per ematuria abbondante.

La vitamina K ha un effetto emostatico, ma inizia ad agire due settimane dopo l'inizio.

Per eliminare il dolore, vengono utilizzati farmaci antinfiammatori non steroidei (Diclofenac, Ketolorak e altri). Vale la pena ricordare che l'uso prolungato e incontrollato di FANS può provocare la formazione di gastrite e ulcera peptica.

Gli antispastici rilassano le cellule muscolari lisce che formano lo strato muscolare dell'organo. La contrazione della muscolatura liscia è involontaria. In presenza di infiammazione, i miociti sono spasmodici. Come risultato dell'assunzione di farmaci antispastici (Drotaverina, Papaverina, No-shpy), il disagio viene eliminato.

Caratteristiche del trattamento nelle donne in gravidanza

Il trattamento della cistite emorragica durante la gravidanza ha le sue caratteristiche. La maggior parte dei farmaci antibatterici ha un effetto negativo sul feto..

L'elenco degli esami obbligatori delle donne in gravidanza con sospetta cistite include uno striscio dalla vagina sulla flora. Quando viene identificato l'agente patogeno, viene prescritta la terapia.

Le instillazioni danno un buon risultato. Questa procedura viene eseguita in una struttura medica. La tecnica consiste nell'introduzione di soluzioni antibatteriche attraverso il catetere nella cavità vescicale. I vantaggi delle instillazioni includono la sua azione locale (non c'è alcun effetto sul feto). Tuttavia, all'inizio della gravidanza, il lavaggio della vescica non è indicato..

Metodi di terapia operativa

La rimozione di un coagulo di sangue mediante cistoscopia è una procedura minimamente invasiva che utilizza una tecnica endoscopica. Il vantaggio del metodo sta nella possibilità di esaminare la cavità vescicale e cauterizzare i vasi sanguinanti.

Come alleviare la condizione usando metodi popolari?

L'uso del succo di mirtillo rosso ha un effetto terapeutico e profilattico, poiché favorisce l'ossidazione delle urine. L'ambiente acido impedisce ai microbi di aderire alla mucosa.

Le piante medicinali con effetti antinfiammatori includono uva ursina, mirtillo rosso, mirtillo bianco e frutti di ginepro. Puoi prenderli singolarmente e come raccolta..

Per preparare il tè, devi mescolare tutte le piante di cui sopra in un rapporto 1: 1: 1: 1. Successivamente, un cucchiaio di materie prime viene versato con acqua bollente (3 bicchieri). Modalità di ricezione: un bicchiere tre volte al giorno. Il corso del trattamento è di dieci giorni.

Complicazioni e conseguenze

Le complicanze della cistite comprendono la pielonefrite (l'ascesa del processo infettivo ai reni), il tamponamento della vescica.

Con un trattamento selezionato in modo improprio o la sua interruzione precoce, il decorso acuto si trasforma in cronico.

Come evitare la manifestazione della malattia?

  • svuotare tempestivamente la vescica;
  • evitare l'ipotermia;
  • osservare l'igiene degli organi genitali esterni;
  • utilizzare metodi contraccettivi di barriera;
  • mangiare razionalmente;
  • trattare tempestivamente le malattie endocrine (diabete mellito).

Previsione: cosa dipende?

L'esito della malattia dipende dalla causa del suo verificarsi. Se l'infiammazione è stata causata da un agente infettivo, quindi con una terapia adeguatamente selezionata, la prognosi è favorevole..

In presenza di un tumore, le conseguenze dell'infiammazione dipendono dal suo stadio..

Trattamento della cistite acuta emorragica con sangue


Se hai bisogno di cure mediche qualificate o hai sospetti di cistite emorragica acuta nelle donne, ti suggeriamo di contattare il ABC Clinic Medical Center. Qui lavorano specialisti con molti anni di pratica medica e una vasta base di conoscenze. Per ottenere i migliori risultati terapeutici, utilizziamo un approccio integrato alla diagnostica e alle moderne apparecchiature. Questo ci permette di avere un quadro completo della malattia, suggerirne le cause e prescrivere un regime di trattamento individuale per ogni paziente..

Può esserci sangue nelle urine con cistite

Krymkin Yuri Mikhailovich

Responsabile del dipartimento di urologia del centro medico "ABC Clinic". Rinomato urologo, chirurgo andrologo. Svolge attività chirurgica da oltre 27 anni. Impegnato nella diagnosi e nel trattamento accurati dell'infertilità maschile e della disfunzione erettile. È uno specialista esperto nel campo dell'urologia, dell'andrologia e della sessopatologia. Piena competenza nelle tecniche chirurgiche andrologiche e urologiche.

Karmoliev Rustam Rafikovich

Specialista del reparto urologico del centro medico "ABC Clinic". Un noto urologo - ha esperienza in ospedale e policlinico. Sono stati pubblicati lavori scientifici in Russia e all'estero. Utilizza metodi di trattamento proprietari, brevettati, che consentono di ottenere risultati elevati nel trattamento.

Korneeva Larisa Nikolaevna

Medico-urologo di altissima categoria, candidato in scienze mediche.

Cistite emorragica: sangue nelle urine - sintomi caratteristici della malattia

Se la cistite acuta nelle donne o negli uomini non è stata trattata in modo tempestivo, la forma emorragica della malattia è complicata dall'ematuria. I pazienti sono ancora preoccupati per la minzione frequente, dolorosa e lenta.

Inoltre, la cistite con sangue spesso procede insieme ai seguenti sintomi:

  1. Febbre, febbre (tremori, brividi, sudorazione, fastidio).
  2. Cattivo odore di urina.
  3. Cattiva salute (affaticamento irragionevole, basse prestazioni, affaticamento).
L'urina assume un colore anormale: rosato, rossastro o addirittura marrone.

Con cistite, sangue nelle urine: cause

La cistite acuta nell'80% dei casi è causata da batteri gram-negativi a forma di bastoncello e. coli. Se viene confermato che è lei a provocare il processo infiammatorio, il medico prescrive un trattamento antibatterico per la cistite con sangue nelle donne. A volte la malattia è associata all'esposizione a infezioni virali. Ciò richiede farmaci completamente diversi per trattare la cistite con il sangue nelle donne..

Ma per identificare la fonte e suggerire una genesi batterica o virale, saranno necessari i risultati di un esame del sangue clinico. E per escludere altre cause di ematuria (ad esempio, glomerulonefrite, calcoli renali, tumore del MP, ecc.), A volte è necessario condurre studi strumentali di imaging: ecografia, urografia TC, urografia MRI, pielografia endovenosa - gli studi sono prescritti da un medico tenendo conto del quadro clinico, anamnesi e le ipotesi dello specialista.

Pertanto, tutti dovrebbero capire che il trattamento della cistite emorragica negli uomini o nelle donne a casa può essere inefficace a causa di un farmaco selezionato in modo errato.

La cistite emorragica nelle donne si verifica spesso a causa dei seguenti fattori:

  • diminuzione dell'immunità, ipotermia;
  • abuso di alcool;
  • trattamento a lungo termine con potenti farmaci (ad esempio, antibiotici, citostatici);
  • varie patologie del sistema urinario che interrompono il deflusso dell'urina (ad esempio, un tumore dell'uretra negli uomini);
  • mancanza di igiene.

Sangue nelle urine con cistite: è pericoloso?

È improbabile che sia possibile curare rapidamente la cistite, quindi il paziente deve sintonizzarsi su una terapia a lungo termine e complessa. Se tutto è lasciato al caso, potrebbero svilupparsi presto complicazioni con sintomi più gravi:
1. Tamponade MP (il lume si sovrappone ai coaguli di sangue). La minzione spontanea diventa impossibile, aumenta il rischio di collasso, rottura delle pareti dell'organo.
2. Pielonefrite (lesione infiammatoria del sistema tubulare del rene). Si sviluppa durante la cronicità del processo infiammatorio ed è associato alla diffusione ascendente dell'infezione.
3. Sepsi (avvelenamento del sangue). L'infezione si diffonde ed entra nel flusso sanguigno.
4. Violazione del profilo ematologico (diminuzione degli eritrociti), con patologia cronica.

Cosa fare se c'è sangue con cistite

Cosa fare se la cistite è con il sangue? È necessaria una visita immediata a uno specialista. Non è necessario attendere complicazioni successive: una tale condizione richiede cure mediche competenti. Per iniziare un rapido trattamento della cistite, è necessario determinare la fonte dell'infiammazione. Per fare ciò, superare diversi test: un esame del sangue generale, un'urinocoltura. Dopo la conferma dell'infezione virale o batterica, vengono prescritti farmaci appropriati.

Inoltre, viene eseguita una serie di misure per il rapido recupero del paziente..

Come curare rapidamente la cistite:
1. Osservare il riposo a letto.
2. Bere molti liquidi per rimuovere rapidamente la microflora patogena dal tratto urinario.
3. Escludere cibi che irritano la mucosa del MP (piccante, salato, acido, fritto, ecc.).
4. Se necessario (come prescritto da un medico) assumere farmaci aggiuntivi: alleviare l'infiammazione, arrestare il sanguinamento, rafforzare i vasi sanguigni, aumentare l'immunità, vitamine.

Se la forma acuta di cistite procede con complicazioni sotto forma di blocco dell'uretra da coaguli, sono necessari un trattamento ospedaliero e un intervento chirurgico.

Sangue nelle urine: cistite o no?

Chiunque si trovi ad affrontare un problema come l'ematuria dovrebbe capire che non è sempre un segno di cistite. A volte questo sintomo indica processi patologici più gravi che possono verificarsi nell'uretra (dopo operazioni e lesioni), ureteri (calcoli), prostata (infezione), reni (nefrolitiasi, ateroembolia dei vasi renali, formazione di tumori). Inoltre, l'assunzione di alcuni farmaci, come gli anticoagulanti, può causare ematuria..

I sintomi e il trattamento della cistite emorragica nelle donne o negli uomini sono diversi in ogni caso. Ed è per questo che non hai bisogno di auto-medicare. C'è un alto rischio di aggravare la situazione e di perdere il periodo più adatto per il trattamento.

Contatta la clinica ABC se non sai come curare rapidamente la cistite. Ti aiuteremo a sbarazzarti della malattia, ti informeremo sui metodi di prevenzione che riducono al minimo le ricadute. Il nostro centro medico ha tutte le condizioni affinché ogni paziente si senta a proprio agio e in buone mani. Troverai un ambiente confortevole, un servizio medico amichevole, apparecchiature diagnostiche ad alta tecnologia e il lavoro di un team affiatato di veri professionisti.

8 cause di cistite emorragica nelle donne: sintomi e trattamento

La cistite emorragica acuta nelle donne si riferisce a patologie infettive e infiammatorie, che sono localizzate più spesso nella mucosa dell'organo.

Dall'articolo imparerai perché si sviluppa la cistite emorragica, come si manifesta e viene trattata.

    • 8 cause di cistite e fattori di rischio
      • Fattori provocatori
    • Sviluppo e segni clinici di cistite
      • Forma acuta
      • Cistite cronica
    • 4 metodi di trattamento della cistite emorragica
      • Terapia eziologica
      • Metodi chirurgici per urodinamica ridotta
      • Trattamento sintomatico
      • Terapia locale

8 cause di cistite e fattori di rischio

L'infiammazione della vescica si sviluppa più spesso nelle donne. Ciò è dovuto alle peculiarità della struttura anatomica. Un'uretra corta è uno dei motivi della penetrazione dell'infezione nell'organo. La malattia nella stragrande maggioranza dei casi è causata da un'infezione.

L'agente eziologico della patologia sono:

enterobatteri Gram-negativi: Escherichia coli, Proteus, Klebsiella, Pseudomonas aeruginosa;

flora gram-positiva: stafilococco, streptococco, enterococco;

funghi del genere Candida, actinomiceti, aspergillus;

Di solito la patologia è causata da uno dei tipi di infezione, tuttavia, nelle forme croniche di cistite, si trova una flora mista. Molti agenti patogeni sono localizzati nel retto.

La cistite emorragica è più spesso provocata da un'infezione virale. In genere, questa forma della malattia viene trattata dai pazienti durante un'epidemia di influenza, dopo aver sofferto di infezione da herpes, adenovirus o parainfluenza. I medici presumono che i virus penetrino nella vescica attraverso il sangue, interrompendo le funzioni dei sistemi nervoso e vascolare, nonché la microcircolazione nella parete degli organi. La forma virale della malattia procede sullo sfondo di un processo infiammatorio batterico.

I segni di cistite emorragica compaiono nei pazienti con micosi. Di solito si tratta di persone indebolite con diabete mellito, candidosi vaginale, esaurimento, dopo un intervento chirurgico o una radioterapia. Spesso i funghi del genere Candida causano malattie nelle donne in gravidanza o durante la menopausa. La ragione di ciò sono i cambiamenti ormonali nel corpo..

Fattori provocatori

I fattori che provocano la malattia includono:

ristagno di sangue nelle vene del bacino;

svuotamento urinario irregolare;

disturbo metabolico (ipercalciuria);

esaurimento nervoso, stress, depressione;

È noto che dopo una prolungata esposizione alle basse temperature, i vasi della vescica si spasmo. Allo stesso tempo, il flusso sanguigno è disturbato, i meccanismi protettivi che impediscono al corpo di reazioni infiammatorie sono ridotti. Di solito tale cistite si sviluppa durante la stagione fredda..

Alcune sostanze chimiche, danneggiando la mucosa, provocano forme acute e croniche della malattia. Ciò si verifica quando soluzioni medicinali concentrate (fenacetina, tintura di iodio, ammoniaca) vengono iniettate nella vescica, dopo avvelenamento con alcol metilico, sovradosaggio di urotropina, citostatici o quando si esegue un aborto artificiale.

La schistosomiasi, che causa l'elminto trematode, è la causa dell'infiammazione della vescica con il verificarsi di ematuria durante l'escrezione delle uova del parassita nelle urine. Il sangue appare durante la minzione 4 o 6 mesi dopo l'infezione.

Attenzione! L'infezione da trematodi è un fattore scatenante per lo sviluppo del carcinoma a cellule squamose della vescica!

La radioterapia porta alla sclerosi dei vasi sanguigni e alterazioni necrotiche e atrofiche nella parete della vescica. I disturbi trofici sono accompagnati da ematuria e reazioni infiammatorie.

Sviluppo e segni clinici di cistite

Per lo sviluppo della malattia, non è sufficiente solo penetrare nell'infezione. I disturbi nella struttura della parete vescicale e la sua disfunzione contribuiscono anche all'infiammazione emorroidaria acuta (emorragica).

Questo processo si sviluppa nei casi in cui, a causa dell'aumentata permeabilità vascolare, inizia il rilascio di globuli rossi (eritrociti) dai vasi. In questo caso, compaiono piccole aree di emorragia con desquamazione e sanguinamento della mucosa..

Ciò porta al fatto che la sottomucosa è satura di eritrociti, la membrana superficiale si gonfia e si ricopre di pellicole fibrose. Tale infiammazione si osserva in pazienti con una forma sierosa o purulenta del processo infiammatorio..

Forma acuta

La forma acuta di patologia si manifesta improvvisamente dopo l'azione di eventuali fattori provocatori. Il processo patologico si manifesta entro diversi giorni. I pazienti sviluppano sintomi caratteristici:

sangue e pus nelle urine (leucocituria, piuria ed ematuria);

crampi durante la secrezione urinaria e dolore addominale.

La frequenza della minzione aumenta. I pazienti hanno una sensazione di svuotamento incompleto della vescica e un bisogno costante di urinare. Tuttavia, il processo stesso di minzione è difficile. Prima di rilasciare l'urina, il paziente deve fare uno sforzo, sforzarsi. In questo caso, si verificano crampi dolorosi e sensazioni di bruciore. Un po 'di urina, a volte qualche goccia di sangue.

Importante! Più vicino al collo della vescica è localizzato il fuoco infiammatorio, più pronunciati sono i segni dei disturbi urinari.

Nelle donne predominano i processi di minzione notturna (nicturia). Come conseguenza dei disturbi del sonno, si sviluppano una rapida stanchezza e irritabilità. L'impulso improvviso porta a una falsa incontinenza dovuta allo spasmo del detrusore. Gli intervalli tra i viaggi in bagno possono essere ridotti a 5 minuti, quindi l'urina non ha il tempo di accumularsi nella vescica.

Dolore e crampi sono associati all'inizio e alla fine dell'atto di minzione. Localizzazione del disagio - pube, perineo. La natura della sindrome del dolore è dolorosa e intollerabile, ma a volte si manifesta come sensazioni di trazione insignificanti. I pazienti lamentano spesso dolore persistente dopo radioterapia o ustioni chimiche alla vescica.

La comparsa di sangue nelle urine è associata alla localizzazione dell'infiammazione più vicino al collo della vescica o al triangolo di Lieto. La macroematuria è uno dei principali sintomi dell'infiammazione emorragica..

Cistite cronica

Se la malattia ricade 2-3 volte all'anno, parlano della cronicità del processo. Il quadro clinico della patologia è vario e si manifesta da un lieve disagio a una sindrome del dolore pronunciata e segni di disturbi urinari. Ma a differenza dell'infiammazione acuta, il dolore è ancora sopportabile e gli intervalli tra la minzione sono più lunghi..

La ragione della cronicità del processo nella maggior parte dei casi non è un'infezione, ma cambiamenti strutturali nella mucosa della vescica. Nei pazienti con forme croniche, un piccolo numero di leucociti ed eritrociti appare negli esami delle urine.

4 metodi di trattamento della cistite emorragica

Il trattamento della cistite emorragica deve essere complesso e individuale. Innanzitutto, viene determinato se l'infezione è complicata o non complicata, qual è la causa della malattia. Prima di tutto, sono impegnati ad eliminare la causa del processo infiammatorio e ad alleviare i sintomi. In futuro, vengono prese misure volte a prevenire la ricaduta della malattia e ripristinare le funzioni della vescica..

Terapia eziologica

Prima di tutto, vengono prescritti farmaci, la cui azione è volta a sanificare i focolai dell'infiammazione ed eliminare l'agente eziologico della malattia. Ai pazienti vengono prescritti i seguenti farmaci:

agenti antimicrobici: Monural, Fosfomycin, Nitroxoline (5-NOK);

sulfonamidi: Bisseptol, Co-Trimoxazole;

I pazienti vengono monitorati per l'acidità delle urine e le procedure igieniche vengono corrette. Durante il periodo di trattamento, si consiglia di rifiutare i rapporti sessuali e di assumere molti liquidi (almeno 2 litri).

I farmaci antibatterici sono selezionati in base alla loro capacità di creare alte concentrazioni nelle urine. I farmaci più efficaci sono: Norfloxacina, Ciprofloxacina, Levofloxacina, Nolitsin, Amoxiclav, Cifixim. I farmaci vengono prescritti immediatamente dopo la comparsa dei primi sintomi della malattia..

Ai pazienti con forme croniche di cistite vengono prescritte grandi dosi di antibiotici durante la notte. Questo trattamento preventivo riduce il rischio di ricaduta. A tale scopo, trimetoprim, Cefaclor, Axetil, Norfloxacin vengono prescritti per via orale..

Alle donne incinte e alle ragazze adolescenti viene prescritta Cephalexin, Fosfomycin. Durante la menopausa, le creme ormonali (Ovestin) sono indicate prima della terapia antibiotica.

Metodi chirurgici per urodinamica ridotta

Il trattamento chirurgico viene utilizzato per eliminare i cambiamenti nei tessuti della vescica che interrompono l'emodinamica. Alcuni di questi metodi sono:

resezione delle cicatrici del collo vescicale;

meatotomia (dissezione dell'apertura esterna dell'uretra).

Nella cistite cronica sullo sfondo della poliposi, viene utilizzata l'elettrovaporizzazione transuretrale. Con le aderenze è indicata l'emminoplastica.

Trattamento sintomatico

Quando la minzione è disturbata, vengono mostrati tranquillanti in grado di rilassare la muscolatura liscia della vescica: fenazepam, baclofen, relanium. Per ridurre la funzione contrattile del detrusore, vengono prescritti Atropina, Driptan, Detrusitol, Spazmex. Per rilassare la muscolatura liscia della vescica, vengono prescritti Prazosin, Alfuzosin, Doxazosin.

Se i pazienti hanno una marcata ipertonicità del collo vescicale, vengono prescritti Setegis, Kornam. I farmaci migliorano il flusso sanguigno, ripristinano la funzione contrattile. Per l'incontinenza urinaria sono indicati i farmaci Ditropan o Hexaprenaline.

Per ridurre le reazioni infiammatorie, viene prescritta una terapia antinfiammatoria generale e locale. I pazienti assumono farmaci antinfiammatori non steroidei (Diclofenac, Ksefokam, Piroxicam, Peritol, Ortofen). I medicinali hanno effetti antipiretici e analgesici.

Per alleviare il dolore usare:

supposte con Anastasin, Cefekon;

microclitteri con novocaina.

Per eliminare l'infiammazione, vengono mostrati microclisteri con decotti di camomilla, calendula, ortica. Gli antistaminici riducono la sindrome del dolore: Difenidramina, Tavegil, Suprastin, Claritin, Diazolin.

Per l'alcalinizzazione delle urine, all'interno vengono prescritte soluzioni di soda, Blemaren, Uralit, tè Ortosiphon. Se il paziente ha un ambiente alcalino, vengono mostrati i mezzi per acidificare l'urina: metionina, mirtillo rosso e succo di mirtillo rosso. Tali misure sono necessarie in caso di frequenti recidive della malattia..

Gli immunomodulatori vengono introdotti in un trattamento complesso:

Terapia locale

Con le ricadute di cistite cronica, è indicato un trattamento locale: lavaggio con antisettici Furacilina, una soluzione di acido borico. Al paziente vengono iniettati fino a 500 ml di antisettici nella vescica. Dopo il risciacquo, la vescica viene installata con i farmaci: Protargol, Collargol, soluzione di clorexidina o Dimexide. Ai fini dell'anestesia, per l'installazione viene utilizzata Novocain o Dikain. Con una grave infiammazione, l'idrocortisone e l'antibiotico Monural vengono iniettati nell'urina.

In caso di alterazioni fibrose della mucosa, l'installazione è indicata con una soluzione di nitrato d'argento, Collargol o Dioxidin. Una grave infiammazione è un'indicazione per l'introduzione di preparati enzimatici (Himopsin, Immozimase) e soluzione di Actovegin nella vescica. Alle donne con una forma cronica della malattia viene prescritta la somministrazione intravescicale di metacina con dimetilsolfossido. I medicinali sono indicati per la funzione del serbatoio basso della vescica.

Nelle forme croniche di patologia, è dimostrato che le installazioni con i farmaci Tomicid o Gepon migliorano l'immunità locale. Gli immunomodulatori hanno un effetto antinfiammatorio e hanno anche un'attività antivirale. Nel caso del loro utilizzo, si osserva la rapida guarigione delle ulcere e un miglioramento delle condizioni della mucosa vescicale..

Solo una terapia complessa porta alla rapida eliminazione dei processi infiammatori acuti con ematuria.

Scrivi nei commenti come hai trattato la cistite emorragica. Cosa hai preso per l'infiammazione acuta della vescica??