Minzione dolorosa nelle donne: cause di disagio e trattamento

Con la piena salute di una persona, il processo di deurinazione avviene senza alcun disagio e sensazioni spiacevoli. Ma se si verifica un'infezione o inizia un processo infiammatorio negli organi del sistema genito-urinario, il dolore appare durante la minzione nelle donne. Il sesso debole deve affrontare queste difficoltà molto più spesso degli uomini. Questo fenomeno è spiegato dalla struttura speciale degli organi urinari e genitali. Varie patologie possono causare sensazioni dolorose, quindi una donna dovrà cercare l'aiuto di vari specialisti: un ginecologo, un urologo e un venereologo.

Cause di nevralgia durante l'atto di minzione

Le caratteristiche anatomiche del sistema genito-urinario femminile sono la causa principale del dolore frequente durante la minzione. Dopotutto, la vescica nelle donne è bassa, il suo aspetto ha la forma di un ovale e l'uretra è accorciata ed espansa. Pertanto, la struttura e il posizionamento di questi organi consente alle infezioni e ai batteri patogeni di entrare nel corpo più velocemente..

Le cause del dolore durante la minzione nelle donne possono essere molte. I più comuni sono:

  1. Cistite. Questa malattia infiammatoria si sviluppa a causa di un'infezione della vescica. Si verifica sullo sfondo di un indebolimento delle difese immunitarie, con ipotermia e congestione negli organi pelvici. Allo stesso tempo, nel corpo della donna si creano le condizioni ideali per la riproduzione di batteri patogeni, la cui attività vitale porta alla cistite. L'infezione penetra nel corpo attraverso i reni, il tratto genitale, l'intestino o il sangue. Si manifesta con impulsi frequenti che non portano a soddisfazione e incapacità di trattenere l'urina. Allo stesso tempo, possono essere presenti grumi di muco o sangue nella struttura delle urine..
  2. Malattie infettive. Questo sintomo può indicare la presenza di malattie a trasmissione sessuale. Inoltre, il dolore durante la secrezione di urina si verifica nelle malattie infettive causate dalla riproduzione attiva di microrganismi patogeni nella vagina..
  3. Squilibrio ormonale. La diminuzione della produzione di ormoni maschili e femminili porta alla secchezza della mucosa vaginale. Sulle sue pareti si formano delle microfessure, che sono la ragione della comparsa di sensazioni spiacevoli durante la minzione. Molto spesso, le donne affrontano questo problema durante la menopausa. Con la menopausa inizia uno squilibrio ormonale naturale.
  4. Malattia da urolitiasi. Disturbi metabolici, insufficiente apporto di vitamine essenziali, malattie croniche e altri fattori negativi portano alla formazione di sabbia e calcoli nei reni, uretere e vescica. La patologia è caratterizzata dalla mancanza di soddisfazione dalla minzione e dalle contrazioni parossistiche. Spesso una donna deve fare uno sforzo in modo che l'urina lasci liberamente l'uretere. Il rafforzamento delle sensazioni spiacevoli si verifica con una camminata prolungata e un brusco cambiamento nella posizione del corpo. Questo sintomo può manifestarsi nel perineo e nei genitali..
  5. Uretrite. Malattia infiammatoria che colpisce l'uretra. Si sviluppa a causa di danni agli organi urinari da micoplasmi, tricomoniasi e anche a causa di danni al canale urinario. Lo sviluppo dell'uretrite passa spesso inosservato, senza sintomi evidenti. Una donna può provare solo un lieve disagio durante la minzione. Ma nei casi più gravi con segni pronunciati, l'infezione passa nei reni, causando cambiamenti irreversibili nell'organo..
  6. Pielonefrite. Si riferisce a malattie infiammatorie di origine batteriologica. Il danno ai reni porta alla morte dei tessuti degli organi e alla formazione di cicatrici in questi luoghi. Con le esacerbazioni, l'infiammazione cattura sempre più spazio, il che può portare al restringimento del rene e allo sviluppo di insufficienza renale. Con la pielonefrite si verifica una potente intossicazione del corpo, quindi una donna può avere un aumento significativo della temperatura corporea e un forte mal di testa..
  7. Violazione della microflora della vagina. In uno stato normale, questo organo sessuale ha un ambiente acido. Se una donna usa prodotti per l'igiene di scarsa qualità o non si lava correttamente, la microflora vaginale diventa alcalina. Le pareti dell'organo diventano secche e vulnerabili, qualsiasi danno meccanico porta a graffi e ferite.
  8. Blocco dell'uretere. Quando si svuota la vescica, il dolore si verifica a causa della presenza di cristalli di sale e coaguli di sangue nelle urine. Queste sostanze bloccano parzialmente il passaggio dell'uretere, impedendo il libero passaggio dell'urina..
  9. Candidosi. L'attività vitale attiva dei batteri simili a funghi provoca disagio fisico nella zona genitale. La donna avverte un prurito e un bruciore insopportabili, una sostanza bianca cagliata viene rilasciata dalla sua vagina. La pelle infiammata intorno alla vagina reagisce con dolore e bruciore durante il passaggio dell'urina.
  10. Chlamydia. Una malattia a trasmissione sessuale che colpisce i genitali e le vie urinarie. È causato da microrganismi chiamati clamidia. Quando questi batteri penetrano nelle cellule umane, iniziano a moltiplicarsi attivamente, cercando di distruggere il loro habitat. Il pericolo della clamidia risiede nella rapida transizione della malattia a una forma cronica. Spesso è questa malattia la ragione dei tentativi falliti di concepire un bambino..

Ci sono altre cause patologiche di minzione dolorosa. Spesso si verificano sensazioni spiacevoli in pazienti con diagnosi di tubercolosi del sistema genito-urinario, diabete mellito e oncologia della vescica. Malattie come l'infiammazione ovarica e l'endometrite possono anche presentare dolore durante la minzione..

Sintomi che indicano un problema

A seconda del tipo di patologia, il dolore durante la minzione è accompagnato da ulteriori sintomi:

  • lo scarico di urina porta a prurito e bruciore;
  • urgenza frequente con una piccola quantità di urina;
  • crampi all'addome e alla parte bassa della schiena;
  • impurità di sangue e pus nelle urine;
  • aumento della temperatura corporea;
  • arrossamento della vagina e delle labbra;
  • cattivo odore di urina o perdite vaginali;
  • cambiamenti nella struttura e nel colore delle perdite vaginali;
  • debolezza costante;
  • brividi;
  • gonfiore degli organi genitali esterni;
  • diminuzione dell'appetito;
  • aumento della sudorazione;
  • diarrea e vomito.

La sindrome del dolore può essere suddivisa condizionatamente in 3 gruppi:

  1. Si sviluppa all'inizio della minzione.
  2. Appare all'improvviso alla fine della minzione e continua per diversi minuti dopo
  3. Prodotto in diverse aree degli organi genito-urinari.

La fonte primaria di dolore e sensazione di bruciore durante lo svuotamento della vescica possono essere procedure igieniche improprie, indossare biancheria intima stretta, surriscaldamento o ipotermia del corpo. Inoltre, quando si utilizzano agenti intimi che causano una reazione allergica, può verificarsi un'eruzione cutanea sui genitali. Quando l'urina entra in aree vulnerabili, si verificano dolore e sensazione di bruciore.

Le sensazioni dolorose durante la minzione possono essere manifestazioni non di una, ma di diverse patologie nel corpo contemporaneamente. Il fatto è che le vie urinarie sono interconnesse e rappresentano un meccanismo ben oliato. Quindi, l'uretere collega i reni e la vescica, da quest'ultima l'urina esce attraverso l'uretra. Sono collegati da terminazioni nervose e vasi sanguigni. Pertanto, se un processo infiammatorio o lo sviluppo di una grave patologia inizia in un organo, molto probabilmente il dolore coprirà il resto degli elementi urinari..

Metodi per trattare questo disturbo

Dopo aver identificato una specifica malattia, il medico prescrive un ciclo di terapia. Ha lo scopo di combattere le cause della minzione dolorosa nelle donne.

Terapia farmacologica

Per eliminare il processo infiammatorio, ridurre e distruggere le colonie di microrganismi patogeni, vengono utilizzati farmaci:

  1. Antibiotici Sono usati per le infezioni del sistema genito-urinario: uretrite, cistite, pielonefrite. I più efficaci sono l'ampicillina e la doxiciclina. Il corso del trattamento è di almeno 10 giorni.
  2. Agenti antifungini. L'uso di Diflucan è indicato per la sconfitta degli organi genitali da parte dei funghi. Ai fini del trattamento, viene prescritta una singola dose del farmaco.
  3. Antispastici. Aiuta ad alleviare il dolore acuto durante la minzione. I farmaci sono usati: No-Shpa, Baralgin.

Se il dolore da taglio durante la minzione si verifica nelle donne in età climaterica, è indicata la terapia ormonale con l'uso di farmaci sostitutivi degli estrogeni.

Rimedi popolari

L'uso di ricette popolari per il trattamento del dolore nell'uretra dopo la minzione nelle donne è consentito solo in combinazione con i farmaci. I più efficaci sono:

  1. Bagno alla camomilla. Versare 100 g di fiori secchi di una pianta medicinale in un contenitore, versare 0,5 litri di acqua bollente, lasciare fermentare. Filtrare, versare a bagnomaria con acqua tiepida. La durata della procedura è di 15 minuti. Il bagno alla camomilla ha un effetto lenitivo e antinfiammatorio.
  2. Tè alla camomilla. Prepara una bevanda medicinale da una camomilla confezionata in farmacia e aggiungi 1 cucchiaio. l. miele. Bere 2 volte al giorno.
  3. Tè al mirtillo rosso. Le foglie della pianta aiuteranno ad accelerare la lotta contro le infezioni. Macinare 5-6 pezzi e infornare in un bicchiere di acqua bollente.

Se provi fastidio durante la minzione, non trascurare la tua salute e pensa che tutto passerà da solo. Dopotutto, il dolore in quest'area può parlare di gravi patologie nel sistema genito-urinario, che richiedono un rilevamento e un trattamento tempestivi. Inoltre, problemi irrisolti riguardanti gli organi urinari e genitali possono portare alla sterilità.

Cause di dolore durante la minzione nelle donne e trattamento della patologia

Molte donne provano sensazioni dolorose durante la minzione. Allo stesso tempo, la maggior parte dei pazienti ignora i sintomi spiacevoli o cerca di auto-medicare.

Infatti, il disagio durante lo svuotamento della vescica segnala la presenza di una malattia. Poiché questo non è un sintomo indipendente, ma un sintomo di una diagnosi seria.

  1. Dolore durante la minzione nelle donne
  2. Le ragioni
  3. Fattori che favoriscono il dolore durante la minzione
  4. Cistite
  5. Pielonefrite
  6. Interruzione della funzione renale
  7. Uretrite
  8. Vaginite
  9. Reazioni allergiche
  10. Infezioni sessuali
  11. Chlamydia
  12. Gonorrea
  13. Tricomoniasi
  14. Ureaplasmosi
  15. Mancanza di igiene personale
  16. Caratteristiche del sintomo del dolore
  17. Dolore con il sangue
  18. Alla fine della minzione
  19. All'inizio della minzione
  20. Sensazione di bruciore nella vagina
  21. Dolore durante la minzione e la gravidanza
  22. Dolore dopo il parto
  23. Cause di dolore non infettivo:
  24. Trattamento
  25. Metodo farmacologico
  26. Trattamento con rimedi popolari
  27. Prevenzione

Dolore durante la minzione nelle donne

La bella metà dell'umanità può soffrire per un lungo periodo di terribili sensazioni quando va in bagno. Una visita da un medico si verifica già con un disturbo trascurato, perché il dolore durante la minzione è considerato un segno di una certa malattia.

Ci sono molte malattie che possono essere associate a questo sintomo. Naturalmente, nella maggior parte dei casi, i fattori infettivi giocano un ruolo importante..

Gli esperti distinguono 4 sottogruppi:

  • Ascendente. L'ingresso di batteri avviene dal basso verso l'alto ed è molto spesso dovuto a problemi di igiene.
  • Infezione attraverso il sistema circolatorio e quindi i microbi finiscono in altri organi.
  • Discendente. Il paziente si ammala dall'alto verso il basso, cioè i reni sono al centro dell'infiammazione.
  • Attraverso il sistema linfatico. In questa situazione, l'infezione avviene attraverso il sistema riproduttivo attraverso i vasi linfatici..

Le ragioni

Ci sono le seguenti cause di dolore durante la minzione:

  • malattie del sistema urinario di tipo infettivo;
  • immunità debole;
  • ipotermia frequente;
  • lungo stress, depressione;
  • problemi con la dieta e il programma alimentare.

Fattori che favoriscono il dolore durante la minzione

Il disagio del sistema urinario si verifica nelle donne quando arriva un momento favorevole per lo sviluppo e la riproduzione di vari microrganismi patologici.

Questo quadro clinico può essere facilitato da problemi di immunità, ipotermia, stress, superlavoro, problemi nutrizionali. Puoi elencarlo all'infinito, perché ci sono molti fattori che hanno un effetto dannoso sul sistema urinario.

Cistite

La ragione più importante per cui si esprime il dolore quando si svuota la vescica è considerata la sua infiammazione..

Le caratteristiche della struttura anatomica provocano l'insorgenza di malattie della sfera genito-urinaria nelle donne. Poiché l'uretra è caratterizzata dalla sua breve lunghezza, è attraverso di essa che le infezioni entrano nel corpo.

Oltre al fatto che andare in bagno diventa una vera sfida, il paziente avvertirà un dolore costante al basso ventre e un bisogno inutilmente frequente di usare il bagno. Inoltre, più urina esce, più si avverte dolore..

I medici vietano alle persone che soffrono di questa malattia di visitare lo stabilimento balneare. Inoltre, dopo aver svuotato la vescica, dovresti prenderti immediatamente cura dell'igiene intima. È meglio usare mezzi delicati speciali..

Pielonefrite

Lo sviluppo della malattia è provocato dalla colica renale che si manifesta regolarmente..

Inoltre, la malattia può essere esacerbata da un'infezione nell'uretere. I sintomi della pielonefrite non sono specifici, il paziente ha dolore nella parte occipitale o temporale della testa, voglia di vomitare, crampi dolorosi al lato.

Il processo di trattamento include l'assunzione di antibiotici e farmaci volti a rafforzare il sistema immunitario.

Interruzione della funzione renale

I problemi con la minzione possono verificarsi non solo sullo sfondo di cause infettive. Ci sono altri fattori che provocano dolore quando si va in bagno.

Per esempio:

  • Colica renale. La condizione non è classificata come una malattia indipendente, piuttosto è una conseguenza della presenza di tumori nei reni, pielonefrite o effetti meccanici su questo organo. Con la patologia descritta, i pazienti sono caratterizzati dalla presenza di una sindrome da dolore acuto nella regione lombare, sensazioni spiacevoli durante lo svuotamento della vescica. Non appena il paziente avverte i sintomi della colica renale, è necessario aderire al riposo a letto, fare un impacco riscaldante sulla regione lombare e andare regolarmente in bagno. A condizione che gli attacchi si ripetano o durino a lungo, è necessario chiamare il servizio di ambulanza.
  • Uscita di sassi o sabbia fine attraverso le vie urinarie. La condizione patologica si verifica quando il paziente ha una storia di urolitiasi. Oltre al fatto che il paziente ha un forte dolore lungo il percorso del movimento dei calcoli, ha nausea, sono possibili forti spasmi nella regione lombare.

Uretrite

La malattia è caratterizzata dalla presenza di un ampio processo infiammatorio, che è localizzato sulla mucosa dell'uretra.

La malattia si verifica dopo l'ipotermia, sullo sfondo di problemi di immunità, in presenza di malattie a trasmissione sessuale, lesioni dell'uretra o cistite. A volte può apparire dopo il primo rapporto.

Il sintomo principale dell'uretrite è un pronunciato dolore al taglio durante lo svuotamento della vescica. In questo caso, il processo è intermittente ed è accompagnato da forte bruciore e prurito costante. Se si esaminano gli organi genitali esterni, vengono visualizzate aree di tessuto infiammato su di essi..

Durante la terapia terapeutica, gli specialisti prevedono che i pazienti limitino l'attività fisica. Inoltre, il sesso e il consumo di alcol non sono raccomandati..

Vaginite

Questo problema è infiammatorio, che provoca sensazioni dolorose durante la minzione..

Per quale motivo può sorgere una malattia:

  • la presenza nei pazienti di malattie infettive che possono essere trasmesse dopo il rapporto sessuale;
  • con scarsa qualità e igiene irregolare delle aree intime;
  • dopo un trauma ai genitali;
  • a causa di malattie endocrine;
  • a causa di problemi con l'immunità;
  • dopo interruzioni ormonali.

I pazienti hanno una secrezione con un odore pungente pronunciato e c'è una sensazione di bruciore e prurito nell'area genitale. È possibile che durante il rapporto si noti dolore a causa di una grave infiammazione. I pazienti usano spesso il bagno, ma la quantità di urina è minima.

Reazioni allergiche

I pazienti possono avere una risposta a vari farmaci antibatterici, polveri o prodotti per l'igiene intima. La reazione agli stimoli chimici è molto spesso la causa dell'infiammazione vaginale.

I produttori moderni hanno un numero enorme di prodotti che aiutano a combattere i batteri. Ma con il loro uso regolare, è possibile una forte allergia ad alcuni componenti..

La pelle delle donne nella zona intima è in grado di rispondere agli assorbenti con fragranze, carta igienica, detersivo, contraccettivi vaginali.

Infezioni sessuali

Le malattie trasmesse durante il contatto sessuale provocano infiammazione non solo degli organi genitali esterni e interni, ma anche dell'uretra. I problemi a trasmissione sessuale sono caratterizzati da bruciore e arrossamento della vagina e del perineo. A condizione che la localizzazione della malattia si sia diffusa nell'uretra, si nota dolore durante la minzione.

Chlamydia

La clamidia è considerata la causa della malattia; questi microrganismi non appartengono a virus o batteri. Il decorso della malattia si verifica quasi sempre senza sintomi pronunciati o con manifestazioni minori.

I segni tipici sono indolenzimento nella parte inferiore dell'addome, un leggero aumento della temperatura corporea generale, secrezione con pus e muco, sensazione di bruciore durante la minzione.

Gonorrea

L'insidiosità della malattia è che è in grado di influenzare negativamente altri sistemi e organi. I sintomi sono pronunciati, possono essere notati alla prima manifestazione. I pazienti hanno una secrezione spiacevole sulla biancheria, fastidio nella zona genitale e dolore quando esortano a usare il bagno e si svuotano.

Tricomoniasi

La manifestazione principale della malattia sono le perdite vaginali con un forte odore.

Inoltre, possiamo notare la manifestazione di arrossamento sui genitali, prurito e bruciore..

I segni possono essere notati dalla posizione dell'infezione.

Se la vagina è interessata, potrebbe non esserci dolore durante la minzione.

Ureaplasmosi

L'infiammazione in questa malattia si verifica a causa del batterio ureaplasma. Si noti che durante il travaglio è possibile infettare un bambino da sua madre.

Spesso non ci sono sintomi della malattia, se non ci sono determinati fattori, sotto forma di gravidanza o problemi di immunità, l'ureaplasmosi si manifesta come segue:

  • dolore quando si va in bagno;
  • disagio durante il rapporto sessuale;
  • tirando le sensazioni nell'addome inferiore;
  • scarico dalla cavità vaginale senza colore e odore.

A condizione che la localizzazione del processo infiammatorio diventi più grande, lo scarico diventa giallastro e un odore pronunciato.

Mancanza di igiene personale

A volte le donne trascurano le solite regole per la cura dell'area intima. Se controlli regolarmente i tuoi genitali e vai a fare la doccia più volte al giorno, puoi dimenticare molte malattie..

La zona intima richiede un'attenzione particolare durante il ciclo mestruale. Gli assorbenti o gli assorbenti interni devono essere cambiati più volte al giorno, dopo aver lavato il perineo con un prodotto per l'igiene delicato.

Caratteristiche del sintomo del dolore

A seconda della natura e del tipo di sensazioni spiacevoli, la diagnosi dipende. Il disagio durante la minzione indica lo sviluppo di malattie complesse. Se non si prendono in considerazione le sfumature della manifestazione di un sintomo, c'è il rischio di una diagnosi errata.

Dolore con il sangue

Se si trova sangue nelle urine, è urgente consultare un medico, poiché si tratta di ematuria. Ci sono molte ragioni per il verificarsi di un tale sintomo, a volte è una patologia complessa, ma spesso è dovuta alla cistite avanzata..

Quali altri fattori provocano la manifestazione dell'ematuria:

  • problemi con gli organi del sistema urinario e riproduttivo;
  • malattia policistica renale;
  • fallimento nel sistema circolatorio del sistema urinario;
  • glomerulonefrite;
  • neoplasia maligna nei reni;
  • malattia da urolitiasi;
  • pielonefrite.

Alla fine della minzione

Quale dolore può segnalare al termine dello svuotamento della vescica:

  • neoplasie negli organi del sistema genito-urinario;
  • problemi con il rispetto delle regole di igiene intima;
  • malattie infettive;
  • raffreddori;
  • infiammazione multipla nella zona pelvica.

Il dolore può essere causato da:

  • malattie infettive genitali;
  • problemi con l'utero, carattere congenito o acquisito;
  • anomalie ginecologiche.

All'inizio della minzione

La sindrome dolorosa può essere accompagnata da altri segni di un grave processo patologico:

  • prurito, gonfiore e macchie rosse sulle labbra esterne;
  • scarico dalla cavità vaginale, un forte odore da lì;
  • dolore durante il rapporto sessuale;
  • frequenti viaggi in bagno.

Si noti che prima di svuotare la vescica, potrebbe esserci un dolore impressionante nell'addome inferiore. Il complesso di questi sintomi dovrebbe essere una chiamata per un viaggio da uno specialista..

Sensazione di bruciore nella vagina

In presenza di questo sintomo, stiamo parlando di una ricaduta del processo infiammatorio, può essere endometrite o annessite.

Questo fenomeno si verifica a causa di problemi con la microflora vaginale, a causa del fallimento del background ormonale. Inoltre, questo sintomo si trova dopo l'ipotermia, con un'immunità indebolita, durante la depressione e durante l'assunzione di antibiotici..

Si noti che anche il mughetto comune può essere il motivo principale. Se presente, si verifica un'infezione da lievito..

Lo sviluppo della vulvite porta spesso alla manifestazione di gravi tagli nella vagina. Questa malattia indica un processo infiammatorio, il cui verificarsi è provocato da microrganismi patogeni o infezioni genitali..

Dolore durante la minzione e la gravidanza

Per le donne in una posizione interessante, questo sintomo è particolarmente pericoloso, perché se c'è un'infezione nel sistema genito-urinario, c'è il rischio di danneggiare la salute del feto. Inoltre, è impossibile eseguire la terapia antibiotica e, dopotutto, il successo del trattamento dipende da questo..

Alle donne incinte è vietato assumere quasi tutti i farmaci dall'elenco dei medicinali in grado di sconfiggere i batteri patogeni.

Quando i reni sono la causa principale della malattia, l'osservazione e il trattamento devono essere effettuati in ospedale. Non importa se il paziente ha sintomi come ipertensione, forte gonfiore e aumento della temperatura corporea..

Durante il periodo di gravidanza, c'è un aumento del carico sui reni, la minzione è frequente e abbondante, giorno e notte. Anche un organo completamente sano non sempre fa fronte a questo carico, ma se ci sono patologie, allora è quasi impossibile evitare problemi.

È possibile rilevare un guasto nel funzionamento dei reni durante i test di laboratorio. Nei risultati si vedrà una sindrome urinaria isolata. Leucociti, eritrociti e proteine ​​compaiono nelle urine.

Il processo patologico nei reni, che il paziente aveva prima della gravidanza, contribuisce allo sviluppo dell'insufficienza renale. Allo stesso tempo, c'è un alto rischio di vita per la madre e il feto..

Dolore dopo il parto

Dopo il travaglio, possono verificarsi sensazioni dolorose se una donna ha subito un taglio cesareo. Inoltre, c'è la possibilità di disagio se è stato utilizzato un catetere durante il parto vaginale. Se installato correttamente, potrebbe verificarsi una leggera sensazione di bruciore, ma spesso il personale medico ferisce il canale urinario..

Cause di dolore non infettivo:

  • problemi patologici del sistema genito-urinario, diagnosticati prima o insorti dopo il parto;
  • ricadute di disturbi cronici del sistema urinario;
  • lesioni da parto;
  • danno meccanico (uso di un catetere o altri strumenti);
  • sovraccarico emotivo o fisico.

Trattamento

Le tattiche mediche devono essere selezionate da uno specialista, tenendo conto di tutte le caratteristiche individuali del paziente. Di solito, sulla base della diagnosi, è possibile elaborare uno schema eccellente e il corso si concluderà con un risultato positivo. A seconda della malattia, questo problema verrà affrontato da un ginecologo, uno specialista in malattie infettive o un urologo.

Metodo farmacologico

Non si può fare a meno della fisioterapia nel trattamento di malattie che provocano dolore durante il periodo di svuotamento della vescica. Per un buon effetto, saranno necessari diversi tipi di farmaci che hanno un effetto esteso sul corpo..

Elementi per la terapia curativa:

  • Agenti antibatterici. La ricezione viene effettuata per 10 giorni, di solito ai pazienti viene prescritta azitromicina o ampicillina.
  • Antivirale. È severamente vietato escludere questi farmaci, nella prescrizione sarà Anaferon o Viferon.
  • Forme di dosaggio antifungine. Diflucan o nistatina testati nel tempo faranno fronte perfettamente alla malattia.
  • FANS. In alcuni casi, il dolore è molto grave, non è consigliabile sopportarlo. Un agente ausiliario sarà Diclofenac o Nimesil.
  • Sedativi. Poiché i problemi possono essere associati a uno stato psicologico instabile, i medici raccomandano ai pazienti di bere un corso di Grandaxin.
  • Antispastici. Ancora una volta, solo i farmaci testati nel tempo sono Baralgin o Papaverine.
  • Fitoterapia. Preparati erboristici o infusi, che dovrebbero contenere poligono, equiseto e foglie di mirtillo rosso.
  • Erbe medicinali. Un buon aiuto con forti dolori Kanephron o Phytolysin.
  • Immunomodulatori. Farmaci economici e economici sono Polyoxidonium o Echinacea.

Trattamento con rimedi popolari

In alcuni casi, si possono notare dinamiche positive dopo la terapia con erbe o decotti. È consentito includere ricette di medicina alternativa nel trattamento dopo aver consultato uno specialista.

I migliori consigli per il trattamento del dolore urinario:

  • Foglie di mirtillo rosso. Per preparare un brodo curativo, hai bisogno di un cucchiaio di materie prime, mezzo litro di acqua calda e pulita. Dopo aver riempito la raccolta di liquido, è necessario insistere per 30 minuti. Successivamente, la soluzione medicinale viene portata a ebollizione e fatta bollire per circa 15 minuti. Dopo la scadenza dell'intervallo di tempo, il volume del brodo deve essere ridotto di 2 volte. Raffreddare il prodotto finito e prendere un cucchiaio grande tre volte al giorno. Si nota che i migliori risultati dal trattamento con questo brodo si manifestano con la cistite.
  • Orecchie da orso. Per fare un medicinale, hai bisogno di un cucchiaio della pianta essiccata, che verrà riempito con un bicchiere di acqua bollente. I piatti con il liquido vengono posti a bagnomaria e cotti a vapore per mezz'ora. Il brodo filtrato e raffreddato viene rabboccato con acqua fredda pulita per ottenere il volume originale. Devi bere 150 grammi più volte al giorno.
  • Semi di aneto. Un bicchiere di acqua bollente viene versato in un thermos e viene versato un cucchiaino di semi secchi. Dopo 15 minuti, è consentito bere un'infusione curativa. Questo volume è sufficiente per un giorno, per 3 dosi. Dopo alcuni giorni, il dolore durante la minzione diminuirà in modo significativo.
  • Semi di cetriolo. È meglio frantumare il prodotto in un mortaio in polvere. Un paio di cucchiai da dessert di materie prime vengono versati in un bicchiere di acqua calda bollita. Il liquido viene fatto bollire per circa un quarto d'ora a fuoco basso. Mezz'ora prima di un pasto, il brodo filtrato viene assunto più volte al giorno..
  • Lattuga. Le foglie della pianta vengono tritate finemente e alcuni cucchiai vengono prelevati dalla massa finita. Dopo aver riempito la materia prima con un bicchiere di acqua bollita, si insiste per un paio d'ore e quindi si filtra. Tre volte al giorno devi bere un cucchiaio di infuso.

Prevenzione

Il modo più semplice per prevenire la malattia in modo che in seguito non si soffra della manifestazione dei suoi sintomi. Esistono diverse misure per migliorare il funzionamento del sistema genito-urinario..

Cosa fare per prevenire la minzione dolorosa:

  • Una quantità sufficiente di liquido deve entrare nel corpo umano ogni giorno. Secondo i medici, circa 8 bicchieri di acqua pura sono considerati la norma..
  • Non appena si avverte la voglia di andare in bagno, è necessario svuotare immediatamente la vescica. Dopo essere andato in bagno, si consiglia di eseguire immediatamente l'igiene degli organi genitali esterni. Se possibile, lavare con acqua tiepida.
  • La biancheria intima dovrebbe essere fatta di tessuti naturali, i sintetici non permettono alla pelle di respirare. In linea di principio, i tessuti artificiali e la biancheria intima eccessivamente attillata hanno un effetto dannoso sulla salute delle donne..
  • Dopo che il rapporto è finito, vale la pena visitare il bagno e l'igiene dell'area intima..
  • Se la terapia terapeutica non dà il risultato desiderato, è meglio non fare il bagno, ma eseguire procedure idriche con l'aiuto di una doccia.
  • Alla fine del lavaggio, i genitali devono essere asciugati o asciugati. A tale scopo, prendi asciugamani di cotone o tovaglioli di carta morbidi..
  • Il rossore ureterale ha un effetto benefico sul funzionamento dell'uretere. Tè non zuccherati, composta calda e acqua naturale sono buoni per questo..
  • A volte il processo di svuotamento della vescica è troppo lento e doloroso, quindi vale la pena aiutare il corpo. Puoi completare il processo mentre sei nella vasca da bagno con acqua.

Il dolore durante la minzione non può essere tollerato; quando compaiono i primi segni, è necessario visitare un medico specializzato. Altrimenti, c'è il rischio di contrarre una patologia grave in forma cronica..

Minzione frequente nelle donne

La minzione frequente nelle donne è un classico sintomo urologico o ginecologico, il più delle volte si manifesta nel gentil sesso con una varietà di malattie, patologie e altri problemi con il corpo. Solo in alcuni casi è causato da meccanismi fisiologici. Quali sono tutte le principali cause del sintomo? Come identificare il problema in tempo? Quanto sarà efficace il trattamento farmacologico e puoi sbarazzarti della minzione frequente con rimedi popolari? Leggerai questo e molto altro nel nostro articolo..

Cause di minzione frequente

Esistono diverse spiegazioni fisiologiche per la minzione frequente nelle donne, che non influiscono in modo significativo sulla salute del gentil sesso, ma provocano sintomi spiacevoli:

  • Eccessiva assunzione di liquidi. Se una donna beve molto caffè, tè e altri tipi di bevande, più spesso sente "il bisogno di poco bisogno";
  • Situazioni stressanti. Depressione, esaurimenti nervosi, stress psicologico, così rilevanti nella nostra era moderna di urbanizzazione globale e un ritmo frenetico della vita, attivano eccessivamente il sistema simpatico del corpo, causando varie manifestazioni negative, inclusa la minzione frequente;
  • Dieta squilibrata. Il consumo eccessivo di cibi salati, speziati e fritti irrita numerosi organi e sistemi, compresa la vescica;
  • Assunzione di farmaci. Un certo numero di farmaci ha effetti collaterali sotto forma di disturbi dello spettro urologico, tra i quali si può distinguere la minzione frequente;
  • Mestruazioni. Questo regolare evento fisiologico è indissolubilmente legato al prelievo accelerato di liquidi dall'organismo a causa dei cambiamenti ormonali;
  • Età anziana. Durante l'inizio della menopausa, il corpo femminile subisce cambiamenti ormonali radicali, uno dei cui effetti collaterali può essere l'aumento della minzione;
  • Gravidanza. Nelle fasi iniziali, i frequenti impulsi per il piccolo bisogno sono spiegati da un cambiamento nei livelli ormonali. A partire dal 2 ° trimestre, il feto stesso in crescita viene alla ribalta, che preme sui singoli organi (compresa la vescica), provocando frequenti minzioni.

I motivi fisiologici di cui sopra sono diagnosticati solo nel 10-15% dei pazienti che si sono lamentati di minzione frequente a un urologo o ginecologo. I fattori provocatori del sintomo nel resto del gentil sesso sono varie patologie: ginecologiche, urologiche, endocrine e altri tipi di malattie.

Malattie ginecologiche

Una tipica causa di minzione eccessiva è dovuta al lavoro reciproco troppo stretto dei sistemi urinario e riproduttivo della donna. I più famosi in questo contesto sono il prolasso e i fibromi uterini.

  • Prolasso uterino. Il prolasso del principale organo genitale interno di una donna causa condizioni problematiche dei muscoli del pavimento pelvico, della cavità addominale e dell'addome. Possono essere sia di natura fisiologica (prolasso postpartum) che patologica. In questo caso, uno sforzo fisico eccessivo, costipazione cronica e aumento della pressione intra-addominale agiscono come fattori provocatori. Molto spesso, la minzione frequente si verifica a causa del prolasso della parete anteriore della vagina e della parte corrispondente dell'utero - premono sulla vescica con l'uretra, provocando patologie con la minzione;
  • Mioma dell'utero. I tumori benigni nello strato interno della muscolatura liscia femminile dell'organo genitale possono anche provocare un deterioramento del funzionamento del sistema urinario..

Malattie renali e delle vie urinarie

La causa più comune di disturbi urinari nelle donne, indipendentemente dall'età. Le patologie più comuni:

  • Malattia da urolitiasi. L'urolitiasi è la formazione di calcoli nel sistema urinario. Il più delle volte viene diagnosticato in pazienti di età compresa tra 20 e 50 anni, mentre in una condizione acuta (con ostruzione dell'uretere), in alcuni casi richiede un intervento chirurgico;
  • Cistite. Classica infiammazione della vescica. Può essere acuto e cronico, causato sia da microrganismi patogeni (la stragrande maggioranza dei casi) che da tumori, calcoli nel sistema genito-urinario. Nelle donne, questa malattia si verifica molto più spesso che nel sesso più forte a causa dell'uretra ampia e corta, attraverso la quale l'infezione entra rapidamente nella vescica;
  • Uretrite. Processo infiammatorio dell'uretra. Il più delle volte causato da batteri o virus che infettano le pareti interne dell'uretra;
  • Pielonefrite. Processo infiammatorio nel sistema tubulare dei reni, la malattia più comune dello spettro nefrologico, indipendentemente dall'età e dal gruppo di sesso. Il gentil sesso soffre di pielonefrite sei volte più spesso degli uomini.

Malattie endocrine

I problemi endocrinologici spesso causano una sindrome di poliuria - minzione frequente e abbondante, quando la dose giornaliera di liquido escreto a volte raggiunge 2-3 litri. La meccanica di questo processo è associata a un deterioramento del riassorbimento dell'acqua nei tubuli renali, con conseguente diminuzione del suo assorbimento da parte dell'organismo nel suo complesso. Questa patologia è caratteristica del diabete mellito e del diabete insipido..

  • Diabete insipido. Una sindrome rara associata a un malfunzionamento della ghiandola pituitaria o dell'ipotalamo. Il meccanismo della patologia è legato a una diminuzione della produzione di vasopressina (ormone peptidico antidiuretico), a seguito della quale si formano i prerequisiti per una minzione frequente e abbondante. Il diabete insipido è causato da tumori e metastasi cerebrali, alterato afflusso di sangue all'ipotalamo, ghiandola pituitaria e tratto sopraottico-ipofisario, tubulopatia primaria, predisposizione genetica;
  • Diabete. Malattia endocrina associata a una mancanza assoluta o relativa di produzione di insulina. La minzione frequente è uno dei suoi sintomi di base..

Sintomi e segni di minzione frequente

La minzione frequente, come accennato in precedenza, è un sintomo di molte malattie e condizioni fisiologiche. In alcuni casi, questa manifestazione è accompagnata da:

  • Sindrome del dolore durante l'atto di minzione. Il dolore è spesso acuto, penetrante, si irradia al retto e agli organi adiacenti;
  • Svuotamento incompleto della vescica. Può essere soggettivo (secondo le sensazioni) o vero, quando dopo il processo di minzione, una donna sente ancora il bisogno di compiere un'azione, mentre l'urina stessa non viene più rilasciata anche con uno sforzo;
  • Disagio nell'addome inferiore. Può essere accompagnato da sindrome dolorosa di localizzazione poco chiara, il più delle volte lieve o moderata, che scompare 10-20 minuti dopo l'atto;
  • Scarico sanguinante nelle urine. Di solito caratterizzano il decorso acuto della patologia della sfera genito-urinaria. Negli stadi iniziali delle malattie, sono presenti solo in tracce, con complicanze avanzate, si esprimono in grossi coaguli visibili ad occhio nudo;
  • Diminuzione del desiderio sessuale. Di norma, i processi infiammatori della sfera genito-urinaria comportano un indebolimento del desiderio sessuale e una diminuzione della libido;
  • Complesso di sintomi nefrologici. Quando è coinvolto nel processo patologico dei reni, il paziente può manifestare un complesso di sintomi caratteristici di manifestazioni di questo tipo: intossicazione generale, debolezza, nausea con vomito, convulsioni, prurito, scolorimento della pelle, aritmia, ecc.
  • Il sintomo è un complesso di tipo endocrinologico. Le manifestazioni classiche del diabete sono caratterizzate da sintomi primari sotto forma di poliuria, polidipsia, polifagia e brusche variazioni del peso corporeo;
  • Altri sintomi non specifici associati alla peculiarità del decorso di una particolare malattia, una delle manifestazioni di cui è la minzione frequente.

Incontinenza urinaria nelle donne dopo 50 anni

Come mostrano le moderne statistiche mediche, con un aumento dell'età di una donna, la minzione frequente diventa un problema regolare per lei, di cui a volte è molto difficile sbarazzarsi. Ciò è dovuto a una serie di ragioni oggettive:

  • Accumulo di malattie croniche negli anni. Le malattie croniche nel tempo, in assenza di una terapia adeguata, praticamente non si prestano a cure anche complesse, a seguito delle quali influenzano in modo significativo la qualità della vita e lo sviluppo di forme persistenti di patologie;
  • Lavoro fisico a lungo termine. Se un rappresentante del gentil sesso per decenni ha condotto una vita attiva e il suo lavoro è stato associato a un'attività fisica regolare, dopo i 50 anni una donna manifesta problemi specifici che causano il prolasso dell'utero e il deterioramento dei muscoli del pavimento pelvico, che porta a una pressione meccanica sulle vie urinarie vescica e causa patologia;
  • Invecchiamento fisiologico. Con il passare degli anni le cellule degli organi si riprendono sempre più lentamente, i tessuti molli perdono la loro elasticità, le mucose perdono gradualmente la loro funzione protettiva, il che porta ad un aumento del rischio di lesioni infettive anche con una situazione igienica ed epidemiologica favorevole;
  • Climax. Gravi cambiamenti ormonali su base continuativa sono un ulteriore fattore di rischio per lo sviluppo di una serie di sindromi, patologie, malattie che causano la minzione frequente;
  • Altri motivi che creano direttamente o indirettamente i prerequisiti per lo sviluppo della patologia.

È molto più difficile risolvere il problema con la minzione dopo 50 anni che in giovane età, tuttavia, con l'accesso tempestivo a un ginecologo, urologo e altri specialisti specializzati, le possibilità di recupero aumentano in modo significativo. Oltre alla complessa terapia farmacologica, saranno necessarie la correzione dello stile di vita, la terapia fisica regolare, una corretta alimentazione e altre misure prescritte dai medici.

Trattamento della minzione frequente

Non esiste un trattamento specifico per la minzione frequente, poiché la patologia è un sintomo di una serie di malattie degli spettri genito-urinari, nefrologici ed endocrinologici. L'esatto regime terapeutico è prescritto dal medico curante solo dopo che è stata stabilita la diagnosi finale con la sua conferma da test di laboratorio e metodi di ricerca strumentale.

L'automedicazione in questo caso è inaccettabile e può solo peggiorare le condizioni del paziente, complicando il compito di base per gli specialisti specializzati!

Possibili regimi di trattamento possono includere farmaci, terapia fisica, chirurgia, terapia fisica.

Terapia conservativa

  • Antibiotici Poiché la maggior parte delle malattie, in cui la minzione frequente è una delle manifestazioni, è causata da un'infezione batterica sullo sfondo di una diminuzione dell'immunità locale o generale, sono gli agenti antibatterici che più spesso di altri farmaci diventano la base della terapia di una donna. Farmaci specifici vengono prescritti dopo aver identificato il tipo e il tipo di agente patogeno. Tipici gruppi di farmaci sono penicilline, cefalosporine, aminoglicosidi, fluorochinoloni;
  • Agenti antifungini. A volte, la microflora fungina patogena agisce come agente eziologico del processo infiammatorio. In questo caso vengono utilizzati farmaci antifungini: nistatina, levorina, nitrofungine, urosulfan;
  • Modulatori immunitari. Possono essere inclusi nello schema di qualsiasi terapia, ma allo stesso tempo sono necessariamente prescritti per la natura virale dell'infezione. Di solito, i farmaci vengono prescritti a base di interferone e suoi derivati;
  • Preparati disintossicanti. Il più delle volte prescritto in caso di forme acute di malattia, in presenza di complicanze e forme gravi di infezione con grave intossicazione. Di solito questo gruppo di farmaci viene somministrato per via parenterale. Rappresentanti tipici sono glucosio, cloruro di sodio, emodez, reopoliglucina, neocompensato, ecc..
  • Complessi vitaminici e minerali. Introdotto nei regimi terapeutici come supporto per la terapia di base. Una specifica combinazione di farmaci viene selezionata in base alla malattia identificata, pur contenendo necessariamente elementi dei gruppi B, C, P, PP, calcio, zinco e altri componenti;
  • Antispastici. Sono prescritti per alleviare gli spasmi della periferia dei vasi sanguigni e dei tessuti molli. I rappresentanti tipici sono papaverina, drotaverina, mebeverina;
  • Farmaci antinfiammatori. Vengono utilizzate sia varianti non steroidee di farmaci (aspirina, ketorolac, nimesulide) che farmaci a base di ormoni (corticosteroidi sotto forma di desametasone, prednisolone);
  • Antistaminici. Sono usati per la natura allergica della patologia, per ridurre la reazione autoimmune del corpo e anche come coadiuvante dell'effetto antinfiammatorio di altri gruppi di farmaci. I rappresentanti tipici sono clemastina, loratadina, zirtec, suprastin;
  • Analgesici. Progettato per il sollievo temporaneo del dolore e il sollievo di attacchi gravi. I rappresentanti tipici sono analgin, paracetamolo, ibuprofene, dimexide. In casi particolarmente gravi, possono essere prescritti analgesici dello spettro narcotico: morfina, butorfanolo, promedolo, pentazocina, fentonil;
  • Altri gruppi di farmaci per indicazioni vitali e sintomatiche, da agenti cardiovascolari, probiotici / prebiotici e angioprotettori ad anticoagulanti, calcio-antagonisti e antiaggreganti piastrinici.

La fisioterapia comprende un ampio elenco di tecniche classiche utilizzate nel periodo post-reattivo della malattia per accelerare il recupero del corpo. Le attività tipiche sono drenaggio sotto vuoto, blocco simpatico perineurale, ossigenazione iperbarica, irradiazione IR, UHF, ultrasuoni, elettroforesi, biogalvanizzazione e così via..

In presenza di complicazioni e indicazioni speciali, al paziente può essere prescritto un intervento chirurgico. L'elenco specifico di azioni dipende dalla gravità della malattia identificata che provoca minzione frequente e dalle caratteristiche del suo decorso. Opzioni tipiche per misure chirurgiche: cateterismo, necrectomia, fasciotomia, pielostomia, decapsulamento, ecc..

Altri trattamenti includono esercizi di fisioterapia, una dieta sviluppata separatamente e una correzione dello stile di vita, nonché l'abbandono delle cattive abitudini.

Trattamento dell'incontinenza urinaria nelle donne a casa con rimedi popolari

L'incontinenza urinaria o la minzione frequente nella stragrande maggioranza dei casi è una delle manifestazioni di una grave malattia, patologia, sindrome che non può essere curata dalla medicina tradizionale. Tali mezzi sono considerati solo nel contesto di un'aggiunta alla terapia principale concordata con il medico generico essente presente..

I rimedi popolari più famosi sono considerati infusi di poligono, uva ursina, equiseto, celidonia, camomilla, mirtilli rossi e mirtilli rossi, usati sia internamente come dose orale, sia topicamente, con irrigazioni. La composizione specifica, la concentrazione, lo schema di utilizzo e altre caratteristiche sono indicate da un fitoterapista qualificato con la partecipazione obbligatoria al processo di un urologo, ginecologo e altri specialisti specializzati che curano il paziente.

Esercizio per l'incontinenza urinaria

La fisioterapia per l'incontinenza urinaria è inclusa nel regime terapeutico di base nella fase del periodo post-reattivo della malattia durante la riabilitazione dei pazienti o in presenza di remissione persistente di una malattia cronica. Gli esercizi sono vietati in presenza di un processo infiammatorio, nonché di qualsiasi condizione acuta.

Le misure di base sono principalmente volte a prevenire l'abbassamento dell'utero, nonché ad allenare i muscoli pelvici e altri sistemi di supporto legati alla sfera genito-urinaria. Possibili procedure:

  • Compressione e rilassamento dello sfintere vaginale. 5-8 approcci con un intervallo di 20 secondi (periodi di riposo);
  • Allargando e stringendo le gambe ai lati. Viene eseguito sdraiato. 10-15 volte in 2 serie.
  • Classico "ponte". L'esercizio, noto sin dall'epoca sovietica, dovrebbe essere eseguito 5-7 volte, facendo una pausa di 10-15 secondi;
  • Estensione "gatto". Eseguito da una posizione in ginocchio, 10-12 volte in diversi approcci;
  • Squat. Da 5 volte o più (a seconda dello stato del corpo e della forma fisica della donna);

Altre procedure prescritte da un fisioterapista specializzato.

Voglia frequente e dolorosa di urinare nelle donne

Con il normale funzionamento del sistema urinario, l'atto di minzione si verifica più volte al giorno e una persona sana è in grado di controllare la frequenza e il volume dell'urina secreta. Ma a volte il numero di impulsi per svuotare la vescica aumenta in modo significativo sotto l'influenza di vari fattori. Quindi, ad esempio, la minzione frequente con dolore nelle donne, che si chiama pollachiuria, può essere innescata da una lesione infiammatoria o infettiva degli organi urinari..

Minzione frequente dolorosa nelle donne

La frequenza di svuotamento della vescica è considerata un indicatore puramente individuale e dipende dalle caratteristiche fisiologiche del corpo, dall'intensità dei processi metabolici, dalla natura e dalla qualità della nutrizione e dal regime di consumo. Secondo le norme medie accettate nella società, oscilla entro 2-6 volte al giorno sia per le donne che per gli uomini..

Quando i medici parlano di minzione frequente? Quando la soglia del comfort personale di una donna viene superata e il costante bisogno di svuotarsi interrompe il ritmo abituale della sua vita.

Sintomi principali e di accompagnamento

La maggior parte delle secrezioni urinarie avviene al mattino presto e al pomeriggio. Se una persona si svuota più di una volta durante la notte, allora questo parla di nicturia. Nei disturbi fisiologici, la minzione frequente è considerata un segno soggettivo e, in presenza di eventuali patologie, si uniscono altri sintomi caratteristici.

  1. Il dolore da taglio nell'addome inferiore, il bruciore alla fine della minzione spesso indicano una forma acuta di cistite o uretrite. È anche considerato un sintomo di un'igiene insufficiente della zona intima..
  2. Una sensazione di svuotamento incompleto, caratterizzata da ripetute sollecitazioni. Il sentimento può essere soggettivo o vero.
  3. Scarico di colore bianco, spesso con piccole impurità di sangue. Indicano un processo infiammatorio della sfera genito-urinaria. Un aumento del loro numero indica la progressione della patologia..
  4. Lo stimolo costante, la secrezione di urina in un volume limitato su uno sfondo di aumento della temperatura corporea può indicare una STI o una tubercolosi urogenitale.
  5. Disegnando dolore nella parte bassa della schiena, che si irradia al lato o alla colonna vertebrale, la minzione frequente si verifica nelle malattie neurologiche.
  6. Se la pollachiuria, i crampi, la sensazione di bruciore sono integrati da condizioni come febbre alta, debolezza, allora possiamo parlare di patologia nei reni.
  7. I disturbi di tipo endocrino sono caratterizzati da aumento della minzione con un grande volume di urina, fame e sete persistenti.
  8. Nelle ragazze durante le mestruazioni, a volte dopo l'atto della minzione, inizia a tirare, pugnalare o stufare nella regione lombare, fa male dare alle ovaie, che indica l'infiammazione delle appendici.

Un aumento della voglia di urinare si nota con la menopausa, in una fase precoce o alla fine della gravidanza più vicino al parto. L'utero scende nella piccola pelvi, il bambino va all'uscita, prendendo una posizione comoda. Questo comprime la vescica e ti fa venir voglia di svuotarla frequentemente..

Provocatori di malattie

Minzione frequente, crampi e bruciore nelle donne possono causare un'ampia varietà di motivi, a volte non associati allo sviluppo di malattie. Le posizioni principali sono occupate da infezioni e processi patologici di organi e strutture del sistema urinario. Ciò è dovuto alla predisposizione di una donna a queste malattie a causa delle caratteristiche anatomiche..

Cistite. L'infiammazione dell'epitelio mucoso della vescica può essere determinata dal suo frequente svuotamento, accompagnato da dolore, crampi e bruciore dopo la fine della miczione. Nei casi più gravi, una donna sviluppa debolezza, febbre, ematuria.

Pielonefrite. Il processo infiammatorio nei reni è accompagnato da un aumento della temperatura corporea, minzione frequente e dolorosa e disagio nella regione lombare. Nella fase acuta appare nausea, debolezza.

Malattia da urolitiasi. La voglia di urinare si verifica improvvisamente e inaspettatamente. Il getto può essere interrotto durante lo svuotamento. Si avvertono dolori nell'addome inferiore, zona sovrapubica sia durante le miczioni che a riposo. Si sentono anche nella parte posteriore a destra oa sinistra..

Chlamydia. Lo sviluppo del processo infettivo è caratterizzato da ipertermia, minzione alterata, disagio nell'addome inferiore e nella regione lombare, comparsa di secrezione mucopurulenta.

Tricomoniasi. È accompagnato da disagio nell'addome inferiore, minzione dolorosa e frequente, perdite vaginali schiumose purulente.

Oltre a queste malattie, forme specifiche di infezioni urogenitali - cistite, uretrite, possono causare frequente bisogno di urinare nelle donne con dolore.

Emergenze e complicazioni

Il trattamento ritardato o la sua assenza di dolore nell'addome inferiore dopo la minzione frequente porta quasi sempre allo sviluppo di complicanze. La gravità di ciascuno di essi dipende dalla malattia che ha causato la pollachiuria. Prima di tutto, la conseguenza sarà il passaggio dalla patologia a una forma cronica, in cui i sintomi saranno espressi quando esposti a fattori provocatori.

Complicazioni quando il paziente è inattivo:

  • endometrite - infiammazione del rivestimento dell'utero;
  • cervicite: danno al segmento vaginale della cervice;
  • colpite: un processo infiammatorio nella vagina;
  • sviluppo di insufficienza renale.

Anche la comparsa di altre malattie del sistema genito-urinario è considerata possibile. Ignorare il problema aggrava il corso dei processi patologici e porta a una terapia più complessa e prolungata.

Diagnosi di patologia

Se l'addome inferiore fa male durante la minzione, alle prime manifestazioni di sensazioni spiacevoli si consiglia di consultare un urologo. Prima dell'esame, il medico raccoglie una storia estesa. A seconda dell'eziologia del disturbo, potrebbe essere necessario consultare un ginecologo, un endocrinologo. Se sospetti una malattia dal sistema nervoso centrale, dovresti visitare un neurologo.

Per diagnosticare le cause di perdite di urina frequenti e dolorose, viene prelevato materiale biologico. Successivamente, vengono assegnate numerose manipolazioni di laboratorio..

  1. Analisi del sangue generale. Consente di determinare la presenza di un processo infiammatorio e il tipo di infezione.
  2. Analisi del sangue biochimica. Viene rilevato il livello di glucosio, vengono determinati i marker della funzione renale.
  3. Analisi clinica delle urine. Viene effettuato per determinare la presenza di proteine, sali, muco, il livello di leucociti ed eritrociti.
  4. Striscio ginecologico. Ti permette di testare le IST.

Tra i metodi strumentali, i più efficaci sono:

  • Urografia TC;
  • radiografia addominale;
  • ecografia degli organi pelvici e del sistema urinario;
  • uroflussometria.

Una cistoscopia è obbligatoria: uno studio della superficie interna della vescica per valutarne le condizioni. La procedura viene eseguita utilizzando un sensore speciale, che viene inserito nella cavità dell'organo attraverso l'uretra.

Aiutare il paziente

Se l'aumento dell'escrezione di urina non è una variante della norma e necessita di correzione, le misure terapeutiche dovrebbero mirare ad eliminare il fattore eziologico. Poiché la minzione frequente è considerata un sintomo soggettivo di molte malattie, la diagnostica avanzata aiuterà a identificarla..

Medicina tradizionale

Il metodo principale per eliminare i disturbi patologici associati al processo di svuotamento della vescica è la terapia farmacologica. La scelta dei farmaci è dovuta al fattore provocante.

  1. Antibiotici Sono quelli che più spesso diventano la base per la terapia della minzione frequente. Ciò è dovuto al fatto che la maggior parte delle malattie sono causate da agenti patogeni in un contesto di ridotta immunità. I gruppi sono considerati tipici: cefalosporine, fluorochinoloni, penicilline, macrolidi, aminoglicosidi.
  2. Farmaci antimicotici. Sono prescritti se la causa dello sviluppo della candidosi o del mughetto è una microflora fungina patogena. Una donna può essere prescritta compresse "Nistatina", "Urosulfan", "Levorin".
  3. Immunomodulatori. Possono essere utilizzati in qualsiasi regime terapeutico, ma sono principalmente prescritti per le infezioni virali. I farmaci a base di interferone e dei suoi derivati ​​sono considerati popolari.
  4. Farmaci antinfiammatori. Nel trattamento, entrambi i rappresentanti del gruppo non steroideo - "Ketolac", "Nimesulide" e farmaci ormonali - "Prednisolone", "Desametasone".
  5. Antistaminici. Sono prescritti in caso di patologie di natura allergica per ridurre la reazione autoimmune dell'organismo e potenziare l'effetto antinfiammatorio dei farmaci. I più popolari sono "Zyrtec", "Loratadin", "Clemastin".

Se necessario, vengono utilizzati anche altri gruppi di farmaci, che sono prescritti per indicazioni sintomatiche o vitali: pro e prebiotici, angioprotettori, anticoagulanti, nonché farmaci per il trattamento di patologie cardiovascolari.

Approcci alternativi

La terapia senza farmaci comprende un'ampia varietà di metodi efficaci nel controllare la minzione dolorosa e frequente. Le seguenti procedure fisioterapiche vengono utilizzate nel periodo post-reattivo per accelerare il recupero del corpo:

  • UHF;
  • ultrasuoni;
  • elettroforesi;
  • Irradiazione IR;
  • drenaggio sotto vuoto;
  • ossigenazione iperbarica;
  • blocco simpatico perineurale.

Se vengono identificate complicazioni pericolose e ci sono indicazioni speciali, al paziente può essere prescritto un trattamento chirurgico.

Nella lotta contro le cause della minzione frequente, la terapia comportamentale è popolare. Include diverse tecniche efficaci.

  1. Esercizi di Kegel. Hanno lo scopo di rafforzare i muscoli del pavimento pelvico. Gli allenamenti vengono eseguiti quotidianamente regolarmente tre volte al giorno per 1-6 mesi. Il periodo di stabilizzazione della posizione dell'uretra e della vescica dipende dalla gravità della patologia.
  2. Regime di bere. Durante il giorno vengono registrati il ​​volume di liquido consumato e la frequenza della minzione. L'ottimale è di 1,5-2 litri al giorno. È obbligatorio evitare alcol e bevande contenenti caffeina.
  3. Allenamento della vescica. Consiste nell'aumentare deliberatamente gli intervalli tra gli svuotamenti degli organi. Il corso della terapia è più spesso di 2-3 mesi..
  4. Correzione della nutrizione. Una dieta equilibrata comporta l'eliminazione degli alimenti che irritano la mucosa della vescica.
  5. Normalizzazione dello stomaco e dell'intestino. Prevenzione della stitichezza, ripristino del normale atto di defecazione consiste nell'aderenza alla dieta, mangiare verdura, frutta, cereali, assumere lassativi (come prescritto).

Il trattamento domiciliare con i rimedi dell'arsenale della medicina tradizionale non sarà meno efficace. A volte i medici prescrivono l'uso di infusi e decotti con erbe come radice di rosa canina o calamo, mirtillo rosso, achillea, erica, foglie di pioppo tremulo, equiseto, camomilla, salvia.

Prevenzione dei disturbi genito-urinari femminili

Per prevenire le manifestazioni disuriche e alleviare il dolore, i medici consigliano di seguire le regole di prevenzione. Hanno lo scopo di ridurre al minimo il rischio di sviluppare processi infiammatori nell'area urogenitale, oltre a ridurre gli effetti dannosi di fattori interni ed esterni. Il seguente elenco di attività è consigliato alle donne:

  • evitare l'ipotermia;
  • svuotare completamente la vescica, prevenendo il ristagno dei residui urinari;
  • visitare regolarmente il bagno, e ancor di più al primo bisogno;
  • evitare il sovraccarico fisico e psico-emotivo;
  • abbandonare completamente le dipendenze - smettere di fumare e bere alcolici;
  • escludere cibi irritanti dalla dieta, nonché cibi con effetto diuretico;
  • controlla il tuo peso, non mangiare troppo;
  • non abusare dei bagni caldi, fare una doccia calda;
  • utilizzare prodotti per l'igiene intima provati e naturali.

Si consiglia a tutte le donne, indipendentemente dall'età, di condurre uno stile di vita sano, svolgere un'attività fisica moderata, fare passeggiate nei parchi, nelle piazze, nelle aree forestali.

Conclusione

La frequente voglia di urinare, il dolore e la sensazione di bruciore nelle donne sono considerati sintomi non specifici. Per determinare la causa di un disturbo fisiologico o di una patologia latente, si consiglia di sottoporsi a un esame completo. Un aiuto qualificato può essere ottenuto da un terapista, urologo, ginecologo, endocrinologo.