Cliniche-list Ceftriaxone per pielonefrite nelle donne

Il ceftriaxone è un farmaco antibatterico, un antibiotico ad ampio spettro del gruppo delle cefalosporine di terza generazione, che viene utilizzato attivamente nel trattamento della pielonefrite nelle donne. Contiene il principio attivo attivo con lo stesso nome: ceftriaxone.

Trattamento della pielonefrite con ceftriaxone

Dopo essere entrato nel corpo del paziente, questo farmaco raggiunge rapidamente il sito di danno renale, innesca una serie di processi biochimici, durante i quali viene bloccata la formazione delle membrane cellulari nei batteri. Ciò porta a disturbi metabolici negli agenti causali della pielonefrite e muoiono a causa delle proprie tossine..

Oltre alla pielonefrite, Ceftriaxone viene prescritto anche per bronchite, polmonite, otite media, angina, processi purulenti nei polmoni, streptoderma, cistite, prostatite, gonorrea, endocardite, meningite, peritonite, vaginite, sifilide e altre malattie causate da batteri patogeni sensibili al farmaco.

Ceftriaxone è attivo contro un gran numero di microrganismi: streptococchi, stafilococchi, enterobacteriaceae, Escherichia coli, Haemophilus influenzae, Klebsiella, Moraxella, Neisseria, Morganella, Salmonella, Proteus, Yersinia, Shigella, Treponema pallidum, Pepterocostea molti altri.

Controindicazioni per l'uso

Questo farmaco è abbastanza tossico per alcune condizioni e malattie concomitanti, pertanto il suo uso è controindicato in:

  • Allergie al ceftriaxone e altre cefalosporine, nonché alle penicilline;
  • Gravidanza fino a 12 settimane (primi 3 mesi);
  • Periodo di allattamento al seno;
  • Insufficienza renale;
  • Insufficienza epatica;
  • Lesione ulcerosa del tratto gastrointestinale;
  • Una storia dello sviluppo dell'infiammazione dell'intestino tenue e crasso (colite ed enterite) come reazione all'assunzione di cefalosporine;
  • Bambini prematuri.

Metodo di somministrazione e dosaggio

Ceftriaxone è solo per iniezione (endovenosa e intramuscolare). La soluzione con il farmaco deve essere preparata immediatamente prima dell'uso. Per fare ciò, aggiungere 2 fiale di lidocaina all'1% a un flacone di polvere per una donna adulta con pielonefrite, agitare bene fino a completa dissoluzione e ottenere un liquido trasparente omogeneo. Successivamente, il farmaco viene aspirato in una siringa sterile.

  • Per via intramuscolare, in profondità nel muscolo gluteo, viene iniettato 1 g del farmaco (contenuto di 1 flacone). Il giorno successivo, si consiglia di eseguire l'iniezione nella natica opposta. La durata del ciclo di trattamento è in media di 7-10 giorni.
  • La somministrazione endovenosa del farmaco in caso di infiammazione nei reni viene utilizzata raramente. Per fare ciò, aggiungere 10 ml di acqua per preparazioni iniettabili al flacone con la sostanza e iniettare 1 g di Ceftriaxone lentamente (entro 4-5 minuti).

L'unico criterio per interrompere il farmaco è la normalizzazione della temperatura corporea, una diminuzione dei sintomi della pielonefrite e il ripristino dei parametri di laboratorio della donna, più 3-4 giorni dopo.

Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento

Durante la formazione di organi nel feto, nelle prime 12 settimane di gravidanza, l'uso di questo farmaco è estremamente controindicato, può causare disturbi dello sviluppo del bambino e l'insorgenza di gravi anomalie, fino alla morte inclusa..

Nelle prossime settimane di gravidanza, il farmaco può essere utilizzato secondo le indicazioni della donna - se il rischio della sua malattia è superiore al possibile rischio per il bambino.

Durante l'allattamento e l'urgente necessità di curare la madre dall'allattamento al seno, è necessario rifiutare durante tutto il tempo di utilizzare Ceftriaxone al fine di prevenire disturbi nella crescita e nello sviluppo del bambino.

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali sull'uso di Ceftriaxone non si verificano frequentemente. I più comuni sono i seguenti:

  • Nausea con vomito
  • Diarrea (diarrea);
  • Epatite medicinale;
  • Edema di Quincke;
  • Eruzione cutanea pruriginosa sulla pelle di diversa natura;
  • Shock anafilattico;
  • Aumento dell'attività degli enzimi epatici nei parametri di laboratorio;
  • Danno fungino al corpo (candidosi, mughetto);
    alterazioni infiammatorie nelle vene durante la somministrazione del farmaco (flebite da iniezione);
  • Convulsioni;
  • Diminuzione dei globuli rossi;
  • Vertigini;
  • Aumento della temperatura corporea;
  • Mal di testa;
  • Debolezza generale;
  • Dolore all'addome;
  • Sensazione di un afflusso di sangue al viso, alla testa;
  • Sangue nelle urine (ematuria)
  • Broncospasmo.

L'insorgenza di uno qualsiasi dei sintomi richiede l'interruzione immediata del farmaco, l'invio al medico curante e la terapia sintomatica.

In caso di sovradosaggio di Ceftriaxone per un lungo periodo di tempo, si verificano cambiamenti nella composizione del sangue: si sviluppa anemia emolitica e il numero di leucociti, neutrofili e piastrine diminuisce. Per il trattamento, si consiglia di interrompere immediatamente l'uso del farmaco e prescrivere agenti sintomatici.

Varie forme di rilascio

Ceftriaxone è disponibile in flaconcini di polvere per la preparazione di una soluzione per iniezione. Il contenuto di principio attivo è di 500 mg e 1 g ciascuno La confezione contiene 5 flaconi ciascuno.

Analoghi

Gli analoghi più famosi di Ceftriaxone sono: Medaxone (flacone con 1 g di sostanza), Lendacin (flacone, 250 mg, 1 e 2 g), Cefaxon (flacone, 1 g), Rocefin (flacone 1 g, con solvente), Azaran (flacone, 1 g), Cefogram (flacone da 250, 500 mg e 1 g), Ificef (flacone da 250, 500 mg e 1 g).

Risultati dell'uso della polvere di Ceftriaxone per danni ai reni e al sistema genito-urinario

Ceftriaxone (polvere) è un farmaco utilizzato per eliminare le malattie infettive causate da microrganismi patogeni e opportunisti. Il farmaco ha controindicazioni ed effetti collaterali, quindi non dovrebbe essere usato senza prescrizione medica..

Composizione

1 flacone di polvere per la preparazione di una soluzione per iniezione contiene sale disodico di ceftriaxone (0,5, 1 o 2 g).

Proprietà farmacologiche della polvere di Ceftriaxone

Farmacodinamica

Il ceftriaxone appartiene agli agenti antibatterici del gruppo delle cefalosporine di 3a generazione. Progettato per la somministrazione intramuscolare e endovenosa. Il principio attivo inibisce la crescita e la riproduzione dei batteri e contribuisce anche alla loro morte. Ciò diventa possibile a causa della cessazione della produzione di proteine ​​necessarie per costruire le membrane dei microrganismi. Ceftriaxone non è degradato dalle beta-lattamasi prodotte da batteri resistenti.

Farmacocinetica

Una volta iniettato, si distribuisce rapidamente nei tessuti e nei fluidi corporei. La biodisponibilità si avvicina al 100%. La più alta concentrazione di un antibiotico nel sangue si trova 120-180 minuti dopo la somministrazione. Con l'infiammazione delle meningi cerebrali, Ceftriaxone attraversa facilmente la barriera emato-encefalica. Il 50% del farmaco lascia il corpo con le feci. Il resto viene escreto nelle urine. L'emivita dura 8 ore.

Indicazioni per l'uso della polvere di Ceftriaxone

Il farmaco è prescritto per:

  • setticemia;
  • infiammazione delle membrane del cervello;
  • infezioni addominali (peritonite, colecistite, infezioni intestinali);
  • lesioni purulente di ossa e cartilagine (artrite settica, osteomielite);
  • malattie infettive dei tessuti molli (foruncolosi, piodermite, infezione secondaria di eruzioni allergiche ed erpetiche, erisipela);
  • prevenzione delle infezioni opportunistiche nei pazienti immunocompromessi;
  • fasi iniziali e tardive della borreliosi trasmessa dalle zecche (eritema migrante cronico);
  • infezioni ginecologiche (endometrite, cervicite, salpingo-ooforite);
  • infezioni del tratto urinario;
  • malattie infiammatorie dell'apparato respiratorio (angina, sinusite, bronchite, polmonite);
  • gonorrea non complicata;
  • prevenzione delle complicanze postoperatorie;
  • infiammazione della parte centrale del canale uditivo.

Con cistite

Il farmaco viene utilizzato per l'infiammazione catarrale delle mucose della vescica causata da batteri:

  • Escherichia coli;
  • escherichia;
  • Klebsiella;
  • Pseudomonas aeruginosa;
  • enterobatteri.

Con uretrite

Le indicazioni per l'uso del farmaco sono processi infiammatori nell'uretra causati da gonococchi e rappresentanti della microflora intestinale.

Con pielonefrite

Ceftriaxone è prescritto per l'infiammazione della pelvi renale di natura batterica. La malattia non deve essere accompagnata da grave insufficienza renale.

Applicazione e dosaggio

Per la somministrazione intramuscolare, la polvere deve essere diluita con 1 ml di soluzione di lidocaina all'1%. Per la somministrazione parenterale, il farmaco viene miscelato con soluzione salina. Il dosaggio dipende dal tipo di malattia:

  1. Infezioni renali e delle vie urinarie. La dose giornaliera raccomandata di Ceftriaxone è di 1-2 g ed è suddivisa in 2 applicazioni. Nei casi gravi di malattia, la dose viene aumentata a 4 g La dose per i bambini di età inferiore a 12 anni è fissata in ragione di 25-50 mg / kg. Il corso del trattamento dura 7-14 giorni.
  2. Borreliosi trasmessa da zecche. Il farmaco viene somministrato una volta al giorno in una quantità di 2 g. Viene trattato per 2 settimane..
  3. Danno batterico alle meningi nei bambini. La dose singola iniziale è di 100 mg / kg. Le iniezioni vengono somministrate una volta al giorno..
  4. Gonorrea acuta. 250 mg di ceftriaxone vengono iniettati per via intramuscolare una volta.
  5. Prevenzione delle complicanze postoperatorie. 1-2 g del farmaco vengono somministrati 1-1,5 ore prima dell'intervento.

Controindicazioni quando si utilizza la polvere di Ceftriaxone

L'elenco delle controindicazioni per l'uso di ceftriaxone include:

  • reazioni allergiche a cefalosporine, penicilline e carbapenemi;
  • iperbilirubinemia e basso peso alla nascita nei neonati;
  • esacerbazione della colite ulcerosa.

Effetti collaterali

Durante il trattamento con Ceftriaxone, può verificarsi quanto segue:

  • segni di danni all'apparato digerente (nausea e vomito, diminuzione dell'appetito, aumento dei livelli degli enzimi epatici, colestasi, ulcerazione delle mucose dell'intestino crasso, feci molli);
  • reazioni allergiche (prurito della pelle, eruzione cutanea sotto forma di orticaria, gonfiore del viso e della laringe, shock anafilattico);
  • disfunzione degli organi ematopoietici (diminuzione del numero di piastrine, aumento del tempo di protrombina);
  • infezioni fungine delle mucose;
  • infiammazione dei reni e della vescica;
  • flebite;
  • formazione di infiltrato nel sito di iniezione.

Ceftriaxone (Ceftriaxone)

Principio attivo:

Soddisfare

  • Composizione
  • effetto farmacologico
  • Metodo di somministrazione e dosaggio
  • Modulo per il rilascio
  • Produttore
  • Termini di dispensazione dalle farmacie
  • Condizioni di conservazione del farmaco Ceftriaxone
  • Periodo di validità del farmaco Ceftriaxone
  • Istruzioni per uso medico
  • Prezzi nelle farmacie
  • Recensioni

Gruppo farmacologico

  • Antibiotico, cefalosporina [cefalosporine]

Classificazione nosologica (ICD-10)

  • A41.8 Altra setticemia specificata
  • A49.9 Infezione batterica, non specificata
  • A54.9 Infezione gonococcica, non specificata
  • D84.9 Immunodeficienza, non specificata
  • G00 Meningite batterica, non classificata altrove
  • H60 Otite esterna
  • H66 Otite media suppurativa e non specificata
  • J01 Sinusite acuta
  • J03.9 Tonsillite acuta, non specificata (angina agranulocitica)
  • J06 Infezioni acute delle vie respiratorie superiori di siti multipli e inspecificati
  • Polmonite J18 senza specificare l'agente causativo
  • J22 Infezione respiratoria acuta del tratto respiratorio inferiore, non specificata
  • K65 Peritonite
  • K83.0 Colangite
  • Malattia di K92.9 di apparato digerente, non specificata
  • L08.9 Infezione locale della pelle e del tessuto sottocutaneo, non specificata
  • M89.9 Malattia delle ossa, non specificata
  • N12 Nefrite tubulo-interstiziale, non specificata come acuta o cronica
  • N39.0 Infezione del tratto urinario senza localizzazione
  • N49 Malattie infiammatorie degli organi genitali maschili, non classificate altrove
  • N73.9 Malattia infiammatoria pelvica femminile, non specificata
  • N74.3 Malattia infiammatoria pelvica femminile gonococcica (A54.2 +)
  • T81.4 Infezione associata a una procedura, non classificata altrove

Composizione

Polvere per preparazione di soluzione per amministrazione endovenosa e intramuscolare1 fl.
sostanza attiva:
ceftriaxone sodico (equivalente a ceftriaxone)0,25 g
0,5 g
1 g

effetto farmacologico

Metodo di somministrazione e dosaggio

Adulti e bambini sopra i 12 anni. La dose media giornaliera è di 1–2 g di ceftriaxone una volta al giorno o 0,5–1 g ogni 12 ore.

In casi gravi o in caso di infezioni causate da patogeni moderatamente sensibili, la dose giornaliera può essere aumentata a 4 g.

Neonati. Con una singola dose giornaliera, si raccomanda il seguente schema: per i neonati (fino a 2 settimane di età): 20-50 mg / kg / giorno (non è consigliabile superare una dose di 50 mg / kg a causa del sistema enzimatico immaturo dei neonati).

Neonati e bambini sotto i 12 anni. La dose giornaliera è di 20-75 mg / kg. Nei bambini di peso pari o superiore a 50 kg, deve essere rispettato il dosaggio per gli adulti. Dosi superiori a 50 mg / kg devono essere somministrate come infusione endovenosa per almeno 30 minuti.

La durata della terapia dipende dal decorso della malattia.

Meningite. Per la meningite batterica nei neonati e nei bambini, la dose iniziale è di 100 mg / kg una volta al giorno (massimo 4 g). Non appena è stato possibile isolare un microrganismo patogeno e determinarne la sensibilità, la dose deve essere ridotta di conseguenza..

I migliori risultati sono stati raggiunti con i seguenti periodi di terapia:

Agente causaleDurata della terapia, giorni
Neisseria meningitidis4
Haemophilus influenzae6
Streptococcus pneumoniae7
Enterobacteriaceae sensibili10-14

Gonorrea. Per il trattamento della gonorrea causata da ceppi produttori di penicillinasi e non produttori di penicillinasi, la dose raccomandata è di 250 mg 1 volta / m.

Profilassi pre e postoperatoria. Prima di interventi chirurgici infetti o presumibilmente infetti per prevenire infezioni postoperatorie, a seconda del rischio di infezione, si raccomanda una singola somministrazione di ceftriaxone alla dose di 1-2 g 30-90 minuti prima dell'intervento chirurgico.

Mancanza di funzionalità renale ed epatica. Nei pazienti con funzionalità renale compromessa, soggetti a normale funzionalità epatica, non è necessario ridurre la dose di ceftriaxone. Solo in caso di insufficienza renale nella fase preterminale (iniezione di Cl creatinina in / m, 1 g del farmaco deve essere diluito in 3,5 ml di soluzione di lidocaina all'1% e iniettato in profondità nel muscolo gluteo, si consiglia di iniettare non più di 1 g del farmaco in un gluteo. La soluzione di lidocaina non deve mai essere iniettare i / v.

Introduzione I / O. Per l'iniezione endovenosa, 1 g del farmaco deve essere diluito in 10 ml di acqua distillata sterile e iniettato per via endovenosa lentamente nell'arco di 2-4 minuti.

Infusione endovenosa. La durata dell'infusione endovenosa è di almeno 30 minuti. Per l'infusione endovenosa, 2 g del farmaco devono essere diluiti in circa 40 ml di una soluzione priva di calcio, ad esempio, in soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%, soluzione di destrosio al 5%, soluzione di destrosio al 10%, soluzione di fruttosio al 5%.

Modulo per il rilascio

Polvere per preparare una soluzione per somministrazione intramuscolare ed endovenosa 0,25 g; 0,5 g; 1 g In flaconcini di vetro incolore di tipo I, sigillati con tappi di gomma e crimpati con capsule di alluminio con capsule di plastica. 1 fiala. posto in una scatola di cartone.

Produttore

Shreya Life Science Pvt. Ltd., India.

Shreya House, 301 / A, Pereira Hill Road, Anderi (East), Mumbai - 400 099, India.

I reclami dei consumatori devono essere inviati all'indirizzo dell'ufficio di rappresentanza

111033, Mosca, st. Zolotorozhsky Val, 11, edificio 21.

Tel.: (495) 796-96-36.

Termini di dispensazione dalle farmacie

Condizioni di conservazione del farmaco Ceftriaxone

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Periodo di validità del farmaco Ceftriaxone

Non utilizzare dopo la data di scadenza stampata sulla confezione.

Terapia con ceftriaxone per la pielonefrite

Il ceftriaxone per la pielonefrite è l'antibiotico di scelta se il paziente non ha controindicazioni all'assunzione di questo farmaco. È prescritto sotto forma di iniezioni intramuscolari o endovenose, il dosaggio per adulti è di 2 g al giorno (diviso in 2 dosi), per i bambini - 20-75 mg / per 1 kg di peso del bambino. È severamente vietato prescrivere il farmaco alle donne in gravidanza nel primo trimestre..

La durata della terapia con Ceftriaxone per la pielonefrite è in media di 5 giorni, a volte si prolunga fino a 10 giorni se la malattia procede con complicanze.

Perché Ceftriaxone è prescritto per la pielonefrite

Il ceftriaxone per la pielonefrite è prescritto come principale farmaco antibatterico, che raggiunge abbastanza rapidamente i batteri patogeni e porta alla distruzione della loro membrana / guscio. Il risultato di questo effetto saranno disturbi metabolici negli agenti causali della pielonefrite e la loro morte dalle proprie tossine.

Il ceftriaxone è un antibiotico di terza generazione, quindi ha un effetto dannoso su vari tipi di microrganismi patogeni: streptococchi, Haemophilus influenzae, stafilococchi e altri.

Ceftriaxone per pielonefrite: quanti giorni iniettare

Con la pielonefrite, il ceftriaxone viene prescritto in un breve corso: se la patologia procede in forma acuta e senza complicazioni, viene iniettato per 5 giorni. Il medico può aumentare il corso della terapia, ma solo secondo le indicazioni individuali e non più di 10 giorni di durata totale.

L'indicazione principale nella scelta del periodo di iniezione è la condizione del paziente. La sua normalizzazione è considerata la stabilità della temperatura corporea (assenza di ipertermia), una diminuzione dell'intensità del dolore nella regione lombare e la normalizzazione degli esami delle urine di laboratorio. Anche con questo miglioramento, i medici continuano a fare iniezioni per altri 3-4 giorni per "consolidare il risultato".

Con cosa allevare iniezioni per somministrazione intramuscolare e endovenosa

Per la somministrazione intramuscolare e endovenosa del farmaco, le iniezioni devono essere diluite rigorosamente secondo le istruzioni:

  • una soluzione di Ceftriaxone con lidocaina all'1% viene iniettata nel muscolo - sono necessarie 2 fiale (2 ml) di anestetico per 1 fiala di antibiotico;
  • per l'infusione endovenosa, aggiungere 10 ml di acqua per preparazioni iniettabili al flacone di antibiotico.

Il ceftriaxone per iniezioni endovenose è usato raramente (in particolare nel trattamento della pielonefrite), ma tali infusioni vengono eseguite molto lentamente: 10 ml del farmaco finito devono essere iniettati entro 4-5 minuti.

Dosaggio negli adulti

Per gli adulti, nel trattamento della pielonefrite, viene utilizzata una dose di 2 g di antibiotico al giorno, suddivisa in due dosi. A volte il medico prescrive una dose "shock" del farmaco - 4 g al giorno (per 2 dosi), ma solo se il paziente è in ospedale sotto la supervisione di operatori sanitari.

Quanto antibiotico somministrare ai bambini

Per i bambini, l'antibiotico viene somministrato alla dose di 20-75 mg per 1 kg di peso del bambino, mentre è suddiviso in 2 iniezioni intramuscolari / endovenose. La grande "diffusione" del dosaggio è dovuta al fatto che il medico seleziona su base strettamente individuale - tutto dipende dalle condizioni del paziente, dalla gravità dei sintomi, dalla forma in cui si manifesta (acuta o cronica, periodo di esacerbazione).

Dosaggio delle cefalosporine di 3a generazione nel trattamento della pielonefrite nei bambini

È possibile durante la gravidanza

Nelle prime 12 settimane di gravidanza, l'uso di Ceftriaxone è categoricamente controindicato: può avere un effetto negativo sulla formazione del feto. Nelle settimane successive, la prescrizione di antibiotici è giustificata solo se le condizioni della madre rappresentano un pericolo per la sua vita.

Controindicazioni al trattamento della pielonefrite con Ceftriaxone

Il trattamento della pielonefrite con Ceftriaxone non viene effettuato con:

  • insufficienza renale / epatica;
  • allergia precedentemente identificata ai farmaci del gruppo delle cefalosporine;
  • lesioni ulcerative dello stomaco / duodeno;
  • una storia di malattie infiammatorie croniche del colon / intestino tenue.

Analoghi di Ceftriaxone nella pielonefrite acuta

Oltre a Ceftriaxone, nella pielonefrite acuta, si può usare quanto segue:

  • Ificef,
  • Medaxon,
  • Cefaxone,
  • Azaran,
  • Lendacin,
  • Rocefin.

Questi farmaci hanno lo stesso ingrediente attivo principale, hanno un effetto terapeutico identico..

Ceftriaxone è prescritto per la pielonefrite cronica

Nella pielonefrite cronica, il ceftriaxone viene prescritto solo se i batteri patogeni non hanno ancora sviluppato resistenza a questo antibiotico. Lo si scopre attraverso studi di laboratorio: eseguono una coltura batterica delle urine per identificare un patogeno specifico della malattia e la sua resistenza a vari tipi di farmaci antibatterici.

Effetti collaterali della somministrazione

Ceftriaxone ha un ampio elenco di possibili effetti collaterali - ad esempio, con la terapia iniettiva, i seguenti sono più spesso annotati:

  • attacchi di nausea, che raramente terminano con vomito;
  • bruciore di stomaco, eruttazioni frequenti;
  • un'eruzione cutanea sulla pelle, accompagnata da prurito;
  • Edema di Quincke;
  • vertigini;
  • aumento spontaneo della temperatura corporea;
  • disturbi intestinali - coliche, diarrea;
  • crampi degli arti inferiori;
  • malattie fungine come mughetto, candidosi;
  • epatite medicinale;
  • dolore all'addome (proiezione anatomica della posizione dello stomaco);
  • debolezza generale, sensazione di grande stanchezza;
  • ematuria (presenza di sangue nelle urine);
  • broncospasmo;
  • violazione dell'emocromo.

La comparsa di uno qualsiasi dei sintomi elencati è un motivo per rifiutarsi di continuare a utilizzare l'antibiotico. Spesso ai pazienti viene prescritta una terapia sintomatica per ridurre la gravità degli effetti collaterali..

E qui c'è di più sul fatto che Ceftriaxone aiuterà contro lo stafilococco.

La pielonefrite di origine batterica richiede necessariamente l'uso di antibiotici per la terapia. Il ceftriaxone è in grado di distruggere quasi tutti i batteri patogeni che sono patogeni. Un breve ciclo di iniezioni con questo farmaco e il rispetto di ulteriori raccomandazioni / prescrizioni del medico curante garantiscono il recupero in 7, massimo 10 giorni.

Video utile

Guarda in questo video i principi del trattamento della pielonefrite:

Ceftriaxone per l'infiammazione dei reni

Ceftriaxone per cistite e pielonefrite: istruzioni e caratteristiche dell'applicazione

Oggi, le malattie più comuni del sistema genito-urinario sono la cistite e la pielonefrite. Soprattutto, più una persona invecchia, più è probabile un'infezione.

Sfortunatamente, le donne soffrono di queste malattie molto più spesso degli uomini e molto spesso diventano croniche. Ciò è dovuto alla struttura del sistema riproduttivo femminile..

Gli organi genitali femminili si trovano così in basso che la probabilità di sviluppare infezioni urogenitali è molto alta.

Negli uomini, si verificano principalmente sullo sfondo di una patologia già esistente per la seconda volta. Può essere uretrite e prostatite.

Nelle malattie del sistema genito-urinario, la terapia antibiotica occupa un posto speciale. La maggior parte delle infezioni si sviluppa sullo sfondo dell'ingresso di batteri e bastoncelli nocivi. Per scegliere il farmaco giusto, è necessario conoscere la causa della malattia e il suo agente eziologico. Successivamente, viene eseguita un'analisi in cui viene rilevata la resistenza agli antibiotici.

Oggi ci sono antibiotici che affrontano molte infezioni urogenitali: queste sono cefalosporine. Ai nostri tempi, il farmaco Ceftriaxone si è dimostrato efficace..

  • Trattamento della pielonefrite
  • Dosaggio
  • Controindicazioni

Maggiori informazioni sul farmaco

Ceftriaxone è un antibiotico di terza generazione utilizzato per trattare varie infezioni. Si riferisce alla serie delle cefalosporine.

Soddisfa assolutamente pienamente i requisiti necessari per il trattamento delle infezioni urologiche. Il farmaco si adatta bene al trattamento della cistite e della pielonefrite. Efficace per le infezioni causate da streptococco, stafilococco, Haemophilus influenzae e altri batteri.

Ceftriaxone è una polvere disponibile in diversi dosaggi. Il farmaco può essere somministrato per via endovenosa o intramuscolare. Questo rimedio non ha quasi controindicazioni, in quanto è indicato anche nel trattamento di anziani, donne in gravidanza e bambini. La durata del trattamento con ceftriaxone va dai 7 ai 14 giorni, tutto dipende dalla gravità della malattia.

Composizione

Principio attivo: ceftriaxone sodico

Disponibile nei seguenti dosaggi:

Modulo per il rilascio

Polvere bianca cristallina per iniezione endovenosa o intramuscolare. Il medicinale è prodotto in flaconcini incolori con un tappo di gomma aggraffato con un cappuccio di alluminio.

Indicazioni

  • Infezioni delle vie respiratorie e ORL.
  • Organi genito-urinari (cistite, prostatite, pielonefrite), infezioni ginecologiche.
  • Infezioni della pelle.
  • Infezioni gastrointestinali e addominali.
  • Infezioni ossee.
  • Salmonellosi, tifo.
  • Sepsi.
  • Per la prevenzione delle complicazioni dopo l'intervento chirurgico.

Controindicazioni

Gravidanza (primo trimestre), ipersensibilità al principio attivo, insufficienza epatica e renale.

Effetti collaterali

  • Il farmaco è ben tollerato. Raramente, in alcuni casi,
  • Dal tratto gastrointestinale: nausea, diarrea, ittero, epatite, colite pseudomembranosa.
  • Reazioni allergiche cutanee: eruzione cutanea, prurito.
  • Dal sistema sanguigno - ipoprotrombinemia.
  • Dall'area urogenitale - nefrite interstiziale.

Con l'uso frequente del farmaco in generale, possono verificarsi cambiamenti nella composizione cellulare del sangue.

Condizioni di archiviazione

È possibile conservare il farmaco a temperatura ambiente non superiore a 25 gradi. La soluzione pronta deve essere utilizzata immediatamente e non congelata.

Trattamento della cistite

La cistite è una malattia femminile che colpisce la vescica e provoca infiammazione.

Ciò è dovuto al fatto che il tratto urinario femminile è molto corto e c'è un'alta probabilità che vi arrivino vari batteri..

È molto importante che il corpo femminile non trattiene l'urina e svuota la vescica nel tempo, questo ridurrà la probabilità di infezioni e preverrà il verificarsi di molte malattie.

Ma se non è stato possibile evitare l'infiammazione, dovrai ricorrere alla terapia antibiotica. Le cefalosporine di terza generazione sono eccellenti nel trattamento di vari tipi di infezioni. Ceftriaxone è un antibiotico ad ampio spettro che tratta le malattie urogenitali, ma deve essere prescritto dal tuo medico.

Dosaggio

  • Per gli adulti, iniettare 2 grammi al giorno per via endovenosa o intramuscolare (preferibilmente suddivisi in 2 dosi)
  • Con un'infezione complicata, è possibile assumere una dose di carico fino a 4 grammi al giorno una volta.
  • Per i bambini sotto i 12 anni, utilizzare solo singolarmente nel dosaggio corretto.
  • Il corso della somministrazione dipende dalla gravità dell'infezione. Di solito da 5 a 7 giorni sono sufficienti per la cistite non complicata.
  • Il ceftriaxone non è tossico, ma va assunto con i probiotici per preservare la microflora intestinale.

Controindicazioni nel trattamento della cistite

Sulla base della ricerca non sono state identificate controindicazioni ed effetti collaterali. Se i componenti dell'antibiotico sono intolleranti, vale la pena sostituirlo con un farmaco di una serie diversa.

Il farmaco può essere prescritto a madri in gravidanza e in allattamento, ma sotto la supervisione di un medico.

Durante l'allattamento, è possibile prenderlo sotto la stretta supervisione di un medico. Osservazione obbligatoria del bambino per la presenza di disbiosi e allergia al farmaco. Quando compaiono questi segni, l'antibiotico deve essere annullato..

Trattamento della pielonefrite

La pielonefrite è un processo infiammatorio con danno renale, principalmente di eziologia battericida. Recentemente, la malattia è molto comune, si verifica in 1 adulto su 100 e il più delle volte supera le donne. La malattia è accompagnata da dolori lombari, nausea, sudorazione profusa e febbre alta. È possibile diagnosticare un disturbo superando i test necessari.

Sfortunatamente, la pielonefrite può essere trattata solo con antibiotici. Tra questi, lo stesso ceftriaxone si è dimostrato efficace.

Controindicazioni nel trattamento della pielonefrite

Non ci sono controindicazioni ed effetti collaterali nell'uso del farmaco nel trattamento della pielonefrite. Con l'immunità individuale dei componenti antibiotici, vale la pena sostituire il farmaco.

Il farmaco può essere assunto da madri in gravidanza e in allattamento sotto la stretta supervisione del medico curante.

In ogni caso, prima di utilizzare il farmaco, è necessario consultare un medico per fare la diagnosi corretta e solo dopo iniziare il trattamento antibiotico.

Ceftriaxone in polvere - istruzioni per l'uso, prezzo, recensioni e analoghi

Ceftriaxone (polvere) è un farmaco utilizzato per eliminare le malattie infettive causate da microrganismi patogeni e opportunisti. Il farmaco ha controindicazioni ed effetti collaterali, quindi non dovrebbe essere usato senza prescrizione medica..

Ceftriaxone (polvere) è un farmaco utilizzato per eliminare le malattie infettive.

Farmacodinamica

Il ceftriaxone appartiene agli agenti antibatterici del gruppo delle cefalosporine di 3a generazione. Progettato per la somministrazione intramuscolare e endovenosa.

Il principio attivo inibisce la crescita e la riproduzione dei batteri e contribuisce anche alla loro morte. Ciò diventa possibile a causa della cessazione della produzione di proteine ​​necessarie per costruire le membrane dei microrganismi..

Ceftriaxone non è degradato dalle beta-lattamasi prodotte da batteri resistenti.

Farmacocinetica

Una volta iniettato, si distribuisce rapidamente nei tessuti e nei fluidi corporei. La biodisponibilità si avvicina al 100%. La più alta concentrazione di antibiotico nel sangue si trova 120-180 minuti dopo la somministrazione.

Con l'infiammazione delle meningi cerebrali, Ceftriaxone attraversa facilmente la barriera emato-encefalica. Il 50% del farmaco lascia il corpo con le feci. Il resto viene escreto nelle urine.

L'emivita dura 8 ore.

Il principio attivo di Ceftriaxone inibisce la crescita e la riproduzione dei batteri e contribuisce anche alla loro morte.

Indicazioni per l'uso della polvere di Ceftriaxone

Il farmaco è prescritto per:

  • setticemia;
  • infiammazione delle membrane del cervello;
  • infezioni addominali (peritonite, colecistite, infezioni intestinali);
  • lesioni purulente di ossa e cartilagine (artrite settica, osteomielite);
  • malattie infettive dei tessuti molli (foruncolosi, piodermite, infezione secondaria di eruzioni allergiche ed erpetiche, erisipela);
  • prevenzione delle infezioni opportunistiche nei pazienti immunocompromessi;
  • fasi iniziali e tardive della borreliosi trasmessa dalle zecche (eritema migrante cronico);
  • infezioni ginecologiche (endometrite, cervicite, salpingo-ooforite);
  • infezioni del tratto urinario;
  • malattie infiammatorie dell'apparato respiratorio (angina, sinusite, bronchite, polmonite);
  • gonorrea non complicata;
  • prevenzione delle complicanze postoperatorie;
  • infiammazione della parte centrale del canale uditivo.

Con cistite

Il farmaco viene utilizzato per l'infiammazione catarrale delle mucose della vescica causata da batteri:

  • Escherichia coli;
  • escherichia;
  • Klebsiella;
  • Pseudomonas aeruginosa;
  • enterobatteri.

Con uretrite

Le indicazioni per l'uso del farmaco sono processi infiammatori nell'uretra causati da gonococchi e rappresentanti della microflora intestinale.

Le indicazioni per l'uso del farmaco sono processi infiammatori nell'uretra..

Con pielonefrite

Ceftriaxone è prescritto per l'infiammazione della pelvi renale di natura batterica. La malattia non deve essere accompagnata da grave insufficienza renale.

Applicazione e dosaggio

Per la somministrazione intramuscolare, la polvere deve essere diluita con 1 ml di soluzione di lidocaina all'1%. Per la somministrazione parenterale, il farmaco viene miscelato con soluzione salina. Il dosaggio dipende dal tipo di malattia:

  1. Infezioni renali e delle vie urinarie. La dose giornaliera raccomandata di Ceftriaxone è di 1-2 g ed è suddivisa in 2 applicazioni. Nei casi gravi di malattia, la dose viene aumentata a 4 g La dose per i bambini di età inferiore a 12 anni è fissata in ragione di 25-50 mg / kg. Il corso del trattamento dura 7-14 giorni.
  2. Borreliosi trasmessa da zecche. Il farmaco viene somministrato una volta al giorno in una quantità di 2 g. Viene trattato per 2 settimane..
  3. Danno batterico alle meningi nei bambini. La dose singola iniziale è di 100 mg / kg. Le iniezioni vengono somministrate una volta al giorno..
  4. Gonorrea acuta. 250 mg di ceftriaxone vengono iniettati per via intramuscolare una volta.
  5. Prevenzione delle complicanze postoperatorie. 1-2 g del farmaco vengono somministrati 1-1,5 ore prima dell'intervento.

Per la somministrazione intramuscolare, la polvere deve essere diluita con 1 ml di soluzione di lidocaina all'1%.

Controindicazioni quando si utilizza la polvere di Ceftriaxone

L'elenco delle controindicazioni per l'uso di ceftriaxone include:

  • reazioni allergiche a cefalosporine, penicilline e carbapenemi;
  • iperbilirubinemia e basso peso alla nascita nei neonati;
  • esacerbazione della colite ulcerosa.

Effetti collaterali

Durante il trattamento con Ceftriaxone, può verificarsi quanto segue:

  • segni di danni all'apparato digerente (nausea e vomito, diminuzione dell'appetito, aumento dei livelli degli enzimi epatici, colestasi, ulcerazione delle mucose dell'intestino crasso, feci molli);
  • reazioni allergiche (prurito della pelle, eruzione cutanea sotto forma di orticaria, gonfiore del viso e della laringe, shock anafilattico);
  • disfunzione degli organi ematopoietici (diminuzione del numero di piastrine, aumento del tempo di protrombina);
  • infezioni fungine delle mucose;
  • infiammazione dei reni e della vescica;
  • flebite;
  • formazione di infiltrato nel sito di iniezione.

Overdose

Il sovradosaggio contribuisce allo sviluppo di vomito persistente e sindrome convulsiva. Il trattamento è sintomatico. Il ceftriaxone non viene escreto mediante emodialisi.

Posso assumere durante la gravidanza e l'allattamento?

Il farmaco non deve essere somministrato durante le prime 12 settimane di gravidanza. Nel 2 ° e 3 ° trimestre, è prescritto se ci sono indicazioni rigorose.

Se è necessario utilizzare un antibiotico durante l'allattamento, l'allattamento al seno viene annullato.

Uso pediatrico

Ceftriaxone può essere usato per trattare le infezioni nei bambini di tutte le età.

Con funzionalità renale compromessa

Nelle malattie del sistema escretore, la dose viene calcolata tenendo conto della clearance della creatinina.

Ceftriaxone può essere usato per trattare le infezioni nei bambini di tutte le età.

Per violazioni della funzionalità epatica

Durante il trattamento è richiesto il monitoraggio dell'attività delle transaminasi epatiche.

Interazioni farmacologiche

Ceftriaxone è incompatibile con l'alcol etilico. Il farmaco aumenta l'effetto battericida degli aminoglicosidi.

L'uso in combinazione con farmaci antinfiammatori non steroidei aumenta il rischio di sanguinamento.

Non è raccomandato somministrare l'antibiotico con diuretici dell'ansa.

Il farmaco è incompatibile con altre soluzioni per infusione, ad eccezione della soluzione di cloruro di sodio.

Analoghi

L'elenco dei sinonimi per Ceftriaxone include:

  • Rocefin;
  • Lendacin;
  • Azaran.

Ceftriaxone è incompatibile con l'alcol etilico.

Termini e condizioni di conservazione

La polvere viene conservata in un luogo buio e fresco, impedendo la penetrazione dell'umidità.

Data di scadenza - 36 mesi dalla data di emissione.

Termini di dispensazione dalle farmacie

Il farmaco viene venduto su prescrizione.

Recensioni

Oksana, 35 anni, Naberezhnye Chelny: “Il ceftriaxone è un antibiotico di alta qualità e poco costoso. È stata trattata con questo farmaco per l'esacerbazione della bronchite. Tosse violenta combinata con febbre alta e brividi. Sono arrivato in ospedale, dove hanno iniettato questo antibiotico. La condizione è migliorata già dal 3 ° giorno. Lo svantaggio sono le iniezioni dolorose "..

Daria, 28 anni, Khabarovsk: “Ceftriaxone è stato iniettato al figlio di un anno in ospedale, dove è stato portato con sospetta polmonite. Dopo 3 iniezioni, sul corpo è comparsa un'eruzione allergica rossa. La polmonite non è stata confermata, il farmaco è stato cancellato, ma i problemi con l'intestino hanno tormentato a lungo il bambino ".

Ceftriaxone per pielonefrite: come trattare iniezioni acute e croniche di antibiotici per bambini e adulti

Il ceftriaxone per la pielonefrite è l'antibiotico di scelta se il paziente non ha controindicazioni all'assunzione di questo farmaco. È prescritto sotto forma di iniezioni intramuscolari o endovenose, il dosaggio per adulti è di 2 g al giorno (diviso in 2 dosi), per i bambini - 20-75 mg / per 1 kg di peso del bambino. È severamente vietato prescrivere il farmaco alle donne in gravidanza nel primo trimestre..

La durata della terapia con Ceftriaxone per la pielonefrite è in media di 5 giorni, a volte si prolunga fino a 10 giorni se la malattia procede con complicanze.

Perché Ceftriaxone è prescritto per la pielonefrite

Il ceftriaxone per la pielonefrite è prescritto come principale farmaco antibatterico, che raggiunge abbastanza rapidamente i batteri patogeni e porta alla distruzione della loro membrana / guscio. Il risultato di questo effetto saranno disturbi metabolici negli agenti causali della pielonefrite e la loro morte dalle proprie tossine.

Il ceftriaxone è un antibiotico di terza generazione, quindi ha un effetto dannoso su vari tipi di microrganismi patogeni: streptococchi, Haemophilus influenzae, stafilococchi e altri.

Ceftriaxone per pielonefrite: quanti giorni iniettare

Con la pielonefrite, il ceftriaxone viene prescritto in un breve corso: se la patologia procede in forma acuta e senza complicazioni, viene iniettato per 5 giorni. Il medico può aumentare il corso della terapia, ma solo secondo le indicazioni individuali e non più di 10 giorni di durata totale.

L'indicazione principale nella scelta del periodo di iniezione è la condizione del paziente. La sua normalizzazione è considerata la stabilità della temperatura corporea (assenza di ipertermia), una diminuzione dell'intensità del dolore nella regione lombare e la normalizzazione degli esami delle urine di laboratorio. Anche con questo miglioramento, i medici continuano a fare iniezioni per altri 3-4 giorni per "consolidare il risultato".

Ceftriaxone è disponibile anche in compresse, ma non viene utilizzato specificamente per il trattamento della pielonefrite: l'effetto terapeutico è debole, il quadro clinico rimane invariato per 3-5 giorni, mentre le iniezioni già al 2 ° giorno alleviano in modo significativo le condizioni del paziente.

Con cosa allevare iniezioni per somministrazione intramuscolare e endovenosa

Per la somministrazione intramuscolare e endovenosa del farmaco, le iniezioni devono essere diluite rigorosamente secondo le istruzioni:

  • una soluzione di Ceftriaxone con lidocaina all'1% viene iniettata nel muscolo - sono necessarie 2 fiale (2 ml) di anestetico per 1 fiala di antibiotico;
  • per l'infusione endovenosa, aggiungere 10 ml di acqua per preparazioni iniettabili al flacone di antibiotico.

Il ceftriaxone per iniezioni endovenose è usato raramente (in particolare nel trattamento della pielonefrite), ma tali infusioni vengono eseguite molto lentamente: 10 ml del farmaco finito devono essere iniettati entro 4-5 minuti.

Dosaggio negli adulti

Per gli adulti, nel trattamento della pielonefrite, viene utilizzata una dose di 2 g di antibiotico al giorno, suddivisa in due dosi. A volte il medico prescrive una dose "shock" del farmaco - 4 g al giorno (per 2 dosi), ma solo se il paziente è in ospedale sotto la supervisione di operatori sanitari.

Quanto antibiotico somministrare ai bambini

Per i bambini, l'antibiotico viene somministrato alla dose di 20-75 mg per 1 kg di peso del bambino, mentre è suddiviso in 2 iniezioni intramuscolari / endovenose. La grande "diffusione" del dosaggio è dovuta al fatto che il medico seleziona su base strettamente individuale - tutto dipende dalle condizioni del paziente, dalla gravità dei sintomi, dalla forma in cui si manifesta (acuta o cronica, periodo di esacerbazione).

Dosaggio delle cefalosporine di 3a generazione nel trattamento della pielonefrite nei bambini

È possibile durante la gravidanza

Nelle prime 12 settimane di gravidanza, l'uso di Ceftriaxone è categoricamente controindicato: può avere un effetto negativo sulla formazione del feto. Nelle settimane successive, la prescrizione di antibiotici è giustificata solo se le condizioni della madre rappresentano un pericolo per la sua vita.

Controindicazioni al trattamento della pielonefrite con Ceftriaxone

Il trattamento della pielonefrite con Ceftriaxone non viene effettuato con:

  • insufficienza renale / epatica;
  • allergia precedentemente identificata ai farmaci del gruppo delle cefalosporine;
  • lesioni ulcerative dello stomaco / duodeno;
  • una storia di malattie infiammatorie croniche del colon / intestino tenue.

Analoghi di Ceftriaxone nella pielonefrite acuta

Oltre a Ceftriaxone, nella pielonefrite acuta, si può usare quanto segue:

  • Ificef,
  • Medaxon,
  • Cefaxone,
  • Azaran,
  • Lendacin,
  • Rocefin.

Lendacin Rocefin Azaran

Questi farmaci hanno lo stesso ingrediente attivo principale, hanno un effetto terapeutico identico..

Ceftriaxone è prescritto per la pielonefrite cronica

Nella pielonefrite cronica, il ceftriaxone viene prescritto solo se i batteri patogeni non hanno ancora sviluppato resistenza a questo antibiotico. Lo si scopre attraverso studi di laboratorio: eseguono una coltura batterica delle urine per identificare un patogeno specifico della malattia e la sua resistenza a vari tipi di farmaci antibatterici.

Effetti collaterali della somministrazione

Ceftriaxone ha un ampio elenco di possibili effetti collaterali - ad esempio, con la terapia iniettiva, i seguenti sono più spesso annotati:

  • attacchi di nausea, che raramente terminano con vomito;
  • bruciore di stomaco, eruttazioni frequenti;
  • un'eruzione cutanea sulla pelle, accompagnata da prurito;
  • Edema di Quincke;
  • vertigini;
  • aumento spontaneo della temperatura corporea;
  • disturbi intestinali - coliche, diarrea;
  • crampi degli arti inferiori;
  • malattie fungine come mughetto, candidosi;
  • epatite medicinale;
  • dolore all'addome (proiezione anatomica della posizione dello stomaco);
  • debolezza generale, sensazione di grande stanchezza;
  • ematuria (presenza di sangue nelle urine);
  • broncospasmo;
  • violazione dell'emocromo.

La comparsa di uno qualsiasi dei sintomi elencati è un motivo per rifiutarsi di continuare a utilizzare l'antibiotico. Spesso ai pazienti viene prescritta una terapia sintomatica per ridurre la gravità degli effetti collaterali..

Si consiglia di leggere informazioni sull'uso di Ceftriaxone per la cistite. Dall'articolo imparerai le indicazioni e le controindicazioni a Ceftriaxone per la cistite, il dosaggio e il regime di trattamento, le possibili complicanze, il trattamento articolare con altri farmaci.

E qui c'è di più sul fatto che Ceftriaxone aiuterà contro lo stafilococco.

La pielonefrite di origine batterica richiede necessariamente l'uso di antibiotici per la terapia. Il ceftriaxone è in grado di distruggere quasi tutti i batteri patogeni che sono patogeni. Un breve ciclo di iniezioni con questo farmaco e il rispetto di ulteriori raccomandazioni / prescrizioni del medico curante garantiscono il recupero in 7, massimo 10 giorni.

Guarda in questo video i principi del trattamento della pielonefrite:

Iniezioni di ceftriaxone per pielonefrite: quanti giorni iniettare, dosaggio, corso del trattamento

Ceftriaxone (polvere) è un farmaco utilizzato per eliminare le malattie infettive causate da microrganismi patogeni e opportunisti. Il farmaco ha controindicazioni ed effetti collaterali, quindi non dovrebbe essere usato senza prescrizione medica..

Ceftriaxone (polvere) è un farmaco utilizzato per eliminare le malattie infettive.

Cos'è la pielonefrite?

La malattia inizia con una singola infiammazione delle strutture renali, come il calice e il bacino, ma in futuro, se non vengono fatti sforzi per curare la malattia, il batterio si diffonde ulteriormente, il che aumenta i sintomi della malattia e complica le misure terapeutiche.
Molto spesso, la pielonefrite si verifica a causa di batteri patogeni che entrano nel corpo, come ad esempio:

  1. Escherichia coli: questo tipo di microrganismo è patogeno e opportunistico, cioè vive nel sistema digestivo umano, ma a volte partecipa all'insorgenza di malattie renali infettive;
  2. Proteus - un microrganismo derivante da condizioni igieniche improprie, molto spesso in cucina e stanze con rara sanificazione;
  3. Enterococcus è un batterio che appartiene a una serie di batteri nell'ambiente digestivo, ma a un certo punto cambia la sua posizione e provoca un processo infiammatorio.

Di solito accade che la causa dell'insorgenza della malattia non sia uno, ma diversi batteri patogeni. A volte le formazioni fungine sono stratificate su di esse..

I batteri possono stabilirsi in uno qualsiasi degli organi del corpo umano e attraverso il sangue che circola costantemente passa nel sistema renale, questo tipo di trasmissione di infezione è chiamato ematogeno.

Nelle donne, la via ascendente per l'attacco dei batteri è più sviluppata. Poiché, a causa della struttura anatomica dell'uretra di una donna, è più piccola e più larga di quella di un uomo, attrae molti microrganismi che possono danneggiare la salute umana.

La terza via di infezione più comune è quella linfatica.

È importante notare che la malattia può manifestarsi in due fasi: acuta e cronica. Con un'esacerbazione della malattia in una persona, si verifica uno stadio acuto, caratterizzato da sintomi pronunciati.

CEFTRIAKSON

- ceftriaxone (sotto forma di sale sodico) (ceftriaxone)

Forma, composizione e confezione del rilascio

La polvere per la preparazione della soluzione per amministrazione endovenosa e intramuscolare è cristallina, di colore quasi bianco o giallastro.

1 fl.
ceftriaxone (forma di sale sodico)1 g

Flaconcini di vetro (1) - confezioni di cartone.

effetto farmacologico

Antibiotico cefalosporinico semisintetico di terza generazione ad ampio spettro d'azione.

L'attività battericida del ceftriaxone è dovuta alla soppressione della sintesi delle membrane cellulari. Il farmaco è altamente resistente all'azione delle beta-lattamasi (penicillinasi e cefalosporinasi) dei microrganismi gram-positivi e gram-negativi.

Ceftriaxone è attivo contro i microrganismi aerobi gram-negativi: Enterobacter aerogenes, Enterobacter cloacae, Escherichia coli, Haemophilus influenzae (compresi i ceppi resistenti all'ampicillina), Haemophilus parainfluenzae, Klebssiella spp. (Compreso.

Klebssiella pneumoniae), Neisseria gonorrhoeae (compresi i ceppi che formano e non formano penicillinasi), Neisseria meningitidis, Proteus mirabilis, Proteus vulgaris, Morganella morganii, Serratia marcescens, Citrobacter freundii, Citrobacter diversella., Providencia sppella. spp.

Un certo numero di ceppi dei suddetti microrganismi che mostrano resistenza ad altri antibiotici, come penicilline, cefalosporine, aminoglicosidi, sono sensibili al ceftriaxone.

Alcuni ceppi di Pseudomonas aeruginosa sono anche sensibili al farmaco.

Il farmaco è attivo contro i microrganismi aerobi gram-positivi: Staphylococcus aureus (incl..

ceppi che formano penicillinasi), Staphylococcus epidermidis (gli stafilococchi resistenti alla meticillina sono resistenti a tutte le cefalosporine, compreso il ceftriaxone), Streptococcus pyogenes (streptococchi beta-emolitici di gruppo A), Streptococco di gruppo A Streptococchi; Streptococcus pneumiaxone microrganismi anaerobici: Bacteroides spp., Clostridium spp. (escluso Clostridium difficile).

cliniche-list Ceftriaxone per pielonefrite nelle donne

Specializzazione: antibatterico

Il ceftriaxone è un farmaco antibatterico, un antibiotico ad ampio spettro del gruppo delle cefalosporine di terza generazione, che viene utilizzato attivamente nel trattamento della pielonefrite nelle donne. Contiene il principio attivo attivo con lo stesso nome: ceftriaxone.

Trattamento della pielonefrite con ceftriaxone

Dopo essere entrato nel corpo del paziente, questo farmaco raggiunge rapidamente il sito di danno renale, innesca una serie di processi biochimici, durante i quali viene bloccata la formazione delle membrane cellulari nei batteri. Ciò porta a disturbi metabolici negli agenti causali della pielonefrite e muoiono a causa delle proprie tossine..

Oltre alla pielonefrite, Ceftriaxone viene prescritto anche per bronchite, polmonite, otite media, angina, processi purulenti nei polmoni, streptoderma, cistite, prostatite, gonorrea, endocardite, meningite, peritonite, vaginite, sifilide e altre malattie causate da batteri patogeni sensibili al farmaco.

Ceftriaxone è attivo contro un gran numero di microrganismi: streptococchi, stafilococchi, enterobacteriaceae, Escherichia coli, Haemophilus influenzae, Klebsiella, Moraxella, Neisseria, Morganella, Salmonella, Proteus, Yersinia, Shigella, Treponema pallidum, Pepterocostea molti altri.

Controindicazioni per l'uso

Questo farmaco è abbastanza tossico per alcune condizioni e malattie concomitanti, pertanto il suo uso è controindicato in:

  • Allergie al ceftriaxone e altre cefalosporine, nonché alle penicilline;
  • Gravidanza fino a 12 settimane (primi 3 mesi);
  • Periodo di allattamento al seno;
  • Insufficienza renale;
  • Insufficienza epatica;
  • Lesione ulcerosa del tratto gastrointestinale;
  • Una storia dello sviluppo dell'infiammazione dell'intestino tenue e crasso (colite ed enterite) come reazione all'assunzione di cefalosporine;
  • Bambini prematuri.

Metodo di somministrazione e dosaggio

Ceftriaxone è solo per iniezione (endovenosa e intramuscolare). La soluzione con il farmaco deve essere preparata immediatamente prima dell'uso..

Per fare ciò, aggiungere 2 fiale di lidocaina all'1% a un flacone di polvere per una donna adulta con pielonefrite, agitare bene fino a completa dissoluzione e ottenere un liquido trasparente omogeneo.

Successivamente, il farmaco viene aspirato in una siringa sterile.

  • Per via intramuscolare, in profondità nel muscolo gluteo, viene iniettato 1 g del farmaco (contenuto di 1 flacone). Il giorno successivo, si consiglia di eseguire l'iniezione nella natica opposta. La durata del ciclo di trattamento è in media di 7-10 giorni.
  • La somministrazione endovenosa del farmaco in caso di infiammazione nei reni viene utilizzata raramente. Per fare ciò, aggiungere 10 ml di acqua per preparazioni iniettabili al flacone con la sostanza e iniettare 1 g di Ceftriaxone lentamente (entro 4-5 minuti).

L'unico criterio per interrompere il farmaco è la normalizzazione della temperatura corporea, una diminuzione dei sintomi della pielonefrite e il ripristino dei parametri di laboratorio della donna, più 3-4 giorni dopo.

Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento

Durante la formazione di organi nel feto, nelle prime 12 settimane di gravidanza, l'uso di questo farmaco è estremamente controindicato, può causare disturbi dello sviluppo del bambino e l'insorgenza di gravi anomalie, fino alla morte inclusa..

Nelle prossime settimane di gravidanza, il farmaco può essere utilizzato secondo le indicazioni della donna - se il rischio della sua malattia è superiore al possibile rischio per il bambino.

Durante l'allattamento e l'urgente necessità di curare la madre dall'allattamento al seno, è necessario rifiutare durante tutto il tempo di utilizzare Ceftriaxone al fine di prevenire disturbi nella crescita e nello sviluppo del bambino.

Varie forme di rilascio

Ceftriaxone è disponibile in flaconcini di polvere per la preparazione di una soluzione per iniezione. il principio attivo è di 500 mg e 1 g ciascuno La confezione contiene 5 flaconi ciascuno.