Sintomi e trattamento del dolore alla vescica nelle donne: cosa devi sapere sulla malattia

La vescica è un organo cavo che immagazzina l'urina. È suscettibile a varie malattie, di cui soffre più spesso il gentil sesso. Vari fattori possono diventare un fattore provocante: da irritanti esterni a gravi patologie degli organi interni. Se una donna ha dolore alla vescica, l'intervento medico è strettamente necessario..

Quadro clinico

La vescica si trova nella piccola pelvi ed è composta da tre strati: mucoso, muscolare e sieroso esterno. L'organo fornisce l'uscita di urina, che entra attraverso l'uretere dalla pelvi renale. Il dolore alla vescica che si verifica nelle donne è un sintomo di un'ampia varietà di malattie che richiedono un trattamento. Con lo sviluppo di disturbi che colpiscono l'organo stesso, il paziente deve avere problemi con la minzione. Ma se la sindrome del dolore è causata dalla patologia di altri organi, tali violazioni potrebbero non esserlo.

Durante la diagnosi, lo specialista valuta la natura del dolore, la sua intensità e localizzazione, valuta i segni di accompagnamento, ecc. È importante capire esattamente come fa male la vescica nelle donne, poiché i sintomi in ciascun caso sono diversi. Quando l'infiammazione è la causa, il dolore si nota alla fine della minzione, ma gradualmente si attenua. Il disagio è possibile quando si sollevano pesi, esercizio fisico, movimenti improvvisi: un tale quadro clinico accompagna l'urolitiasi. A volte la sindrome del dolore non ha nulla a che fare con il processo di minzione e si verifica senza una ragione apparente. In questo caso, il problema è con altre autorità. Se ti fa male la vescica, potresti riscontrare i seguenti sintomi:

  • colica renale;
  • urina torbida;
  • ritardo nella minzione;
  • sangue nelle urine;
  • bisogno costante di usare il bagno;
  • irradiare dolore alla zona inguinale;
  • calore;
  • debolezza e malessere generale.

Perché le donne hanno dolore alla vescica?

Qualsiasi dolore è il risultato di fattori provocatori. Se colpisce gli organi del sistema urinario, i fattori provocatori possono essere:

  1. Processo infiammatorio acuto.
  2. Nefropatia.
  3. Patologia del coccige.
  4. Malattie che colpiscono il sistema riproduttivo.

All'esame di un medico, il paziente deve descrivere chiaramente i suoi sentimenti: quando si verifica il dolore, se accompagna il processo di minzione, la quantità di urina escreta, ecc. Per una diagnosi accurata, il medico deve ricevere quante più informazioni possibili. Dopo l'analisi, indirizzerà il paziente allo specialista giusto: nefrologo, urologo, ginecologo, ecc..

Cistite

Per capire come trattare il dolore alla vescica nelle donne, è necessario determinare la causa. Uno di questi è la cistite. È caratterizzato da un dolore intollerabile, un bisogno costante di svuotarsi, il rilascio di un piccolo volume di urina, un cambiamento nel suo odore e colore. È possibile la comparsa di muco o fiocchi bianchi nelle urine. I fattori che provocano lo sviluppo della cistite sono:

  • malattia renale cronica;
  • malattia da urolitiasi;
  • posizione anormale dell'organo;
  • infezione batterica;
  • ipotermia;
  • scarsa igiene;
  • sesso occasionale;
  • gravidanza;
  • un brusco cambiamento nel clima;
  • immunità indebolita.

La cistite può manifestarsi in forma acuta o cronica, ma richiede sempre un trattamento obbligatorio e la supervisione di uno specialista.

Nefropatia

La patologia più comune è l'urolitiasi, in cui i sali si accumulano nei reni. Nel tempo, possono viaggiare agli ureteri e quindi alla vescica. Se il trattamento non viene eseguito in modo tempestivo, sono possibili gravi complicazioni:

  • adesione di un'infezione secondaria;
  • lesioni alla mucosa della vescica;
  • blocco delle vie urinarie - parziale o completo;
  • ritenzione urinaria acuta.

Quando si muovono, le pietre provocano dolore, ma a riposo il paziente non è disturbato. La vescica può ferire con l'infiammazione dei reni? Se l'infezione è scesa nell'organo, è del tutto possibile. In questo caso, l'urina cambia colore, odore e altre proprietà. Molto spesso, il processo infiammatorio che si verifica nei reni non si manifesta in alcun modo, quindi, per eventuali cambiamenti insoliti, vale la pena essere esaminato.

Cistalgia

Il disturbo è accompagnato da dolore durante lo svuotamento, che ricorda le manifestazioni della cistite, ma l'infiammazione in questo caso non viene osservata. La cistalgia è una malattia esclusivamente femminile che si sviluppa con scarsa attività fisica. Per questo motivo, si verifica il ristagno, a seguito del quale peggiora l'afflusso di sangue alla vescica e ad altri organi della piccola pelvi.

Un'altra causa della malattia è il fattore psicoemotivo. Sotto l'influenza dei seguenti fattori, il dolore diventa più intenso:

  • tensione fisica o nervosa;
  • ipotermia;
  • giorni critici;
  • consumo di alcool;
  • mangiare cibi salati e piccanti.

Altri motivi

Quando il coccige è danneggiato, i nervi spinali associati agli organi pelvici vengono compressi e provocano disagio. Di conseguenza, nelle donne, la vescica tira, ma non ci sono cambiamenti patologici. La sindrome può verificarsi sullo sfondo di malattie a trasmissione sessuale. Ciò significa che l'infezione dagli organi riproduttivi è passata al sistema urinario. Si raccomanda al paziente di superare i test appropriati e di sottoporsi al trattamento.

Una causa insolita del dolore è la lesione. Si manifestano con disagio nell'addome inferiore, ritenzione urinaria, sangue nelle urine. Con una rottura intra-addominale della vescica, possono verificarsi nausea, febbre alta e gonfiore..

Anche patologie ginecologiche - infiammazione dell'utero e delle appendici, endometrite, ecc. - possono causare disagio. L'infezione si diffonde spesso oltre gli organi genitali femminili e provoca lo sviluppo di cistite. I tumori sono un'altra causa di dolore.

Patologia durante la gravidanza

Le donne incinte spesso si lamentano del dolore. L'utero in costante crescita mette sotto pressione la vescica. Nei primi mesi si nota solo la minzione frequente, ma in futuro l'utero può spremere gli ureteri. Di conseguenza, l'afflusso di sangue a tutti gli organi urinari è compromesso. Sullo sfondo dei cambiamenti ormonali, questi fattori rendono difficile lo svuotamento, motivo per cui l'urina stagnante si accumula nella vescica, un ambiente favorevole alla moltiplicazione dei batteri. Di conseguenza, si sviluppa la cistite.

Il dolore alla vescica è molto pericoloso, poiché può danneggiare sia la futura mamma che il feto. Si avverte disagio dopo aver svuotato la vescica, è possibile tirare dolori all'addome. È severamente vietato assumere analgesici per alleviare il dolore. La terapia deve essere prescritta da un medico in modo che non danneggi il bambino. Se non trattata, l'infiammazione degli organi genito-urinari influenzerà negativamente lo sviluppo del nascituro..

Cosa fare se le donne hanno dolore alla vescica

La terapia viene eseguita tenendo conto dei motivi che hanno causato la comparsa della sindrome.

Quando si tratta di infiammazioni e malattie a trasmissione sessuale, il medico prescrive farmaci antibatterici che corrispondono al patogeno. L'urolitiasi comporta l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei e diuretici. Inoltre, si consiglia un'attività fisica moderata. Se le pietre sono abbastanza grandi, sarà necessario un intervento chirurgico.

Se una donna ha patologie del coccige, le vengono prescritti antidolorifici, procedure di fisioterapia, massaggi. In caso di lesioni, si consiglia il riposo completo e, nei casi più gravi, la colonna vertebrale danneggiata viene rimossa. Se una donna ha la vescica dolorante, il trattamento a base di erbe dà un buon effetto. Ai pazienti viene spesso consigliato di bere succo di mirtillo rosso o composta. Questa bacca ha potenti proprietà antibatteriche, uccide rapidamente le infezioni e rimuove tutte le tossine dal corpo. Per alleviare il dolore, puoi fare l'irrigazione con decotti di erbe medicinali o soluzioni antibatteriche, ma assicurati di parlare prima con il tuo medico. Come trattamento aggiuntivo, si raccomanda al paziente di rimanere a letto, bere molti liquidi e fare semicupi caldi.

Come alleviare il dolore

Per le donne con grave spasmo della vescica, bere due bicchieri d'acqua per ridurre la quantità di acido nelle urine e alleviare il dolore. Nelle prossime tre ore, dovresti bere un bicchiere di qualsiasi liquido, ogni venti minuti. Se il dolore è grave, può essere assunto un analgesico. La sindrome del dolore può essere rimossa nei seguenti modi:

  1. Bagni caldi: alleviano il dolore che si verifica durante la minzione.
  2. Una piastra elettrica: una è posizionata sulla schiena e l'altra tra le gambe per riscaldare l'uretra. Allo stesso tempo, devi assumere farmaci per la cistite.
  3. Puoi vaporizzare i tuoi piedi.

È molto importante curare completamente l'infiammazione della vescica, altrimenti la malattia diventerà cronica. Il corso della terapia non richiederà più di venti giorni.

Prevenzione

Per prevenire possibili problemi alla vescica, è necessario rafforzare il sistema immunitario e osservare l'igiene. Si consiglia di evitare ipotermia e surriscaldamento, nonché di seguire una dieta: il menu non deve contenere cibi affumicati e salati, molto sale. Se hai un lavoro sedentario, dovresti periodicamente fare un riscaldamento: aiuterà a prevenire la congestione negli organi pelvici. Trattare eventuali malattie in modo tempestivo per prevenire lo sviluppo di complicazioni negative. Con il dolore alla vescica, l'automedicazione è inaccettabile. Solo uno specialista può diagnosticare e prescrivere un trattamento adeguato.

Se non ignori il disagio avvertito nell'addome inferiore e vai immediatamente dal medico, puoi risolvere rapidamente il problema e prevenire lo sviluppo di complicazioni più gravi. La cosa principale è seguire tutte le raccomandazioni del medico e non auto-medicare, poiché può solo aggravare lo stato di salute.

Quali sono i sintomi dell'infiammazione della vescica nelle donne?

Sensazioni acute e dolorose nell'addome inferiore, voglia di urinare: la cistite dà sintomi spiacevoli, i primi segni della malattia nelle donne sono proprio questo. Questo è un processo infiammatorio che si verifica sulle pareti interne della vescica. Le cause e le condizioni per lo sviluppo della malattia nelle donne coincidono molto più spesso che negli uomini..

Cos'è la cistite

La vescica è un organo muscolare situato nella cavità pelvica, la parte superiore di essa, e l'urina si raccoglie in essa prima di uscire attraverso l'uretra. Pertanto, la sezione terminale del sistema urinario nel corpo maschile e femminile è disposta. La cavità vescicale si riempie gradualmente attraverso i due ureteri, che sono le vie del fluido filtrato dai reni. Quando l'organo è riempito per più della metà del volume, una persona sente il bisogno di urinare. Questo è un riflesso incondizionato.

L'ambiente interno del sistema urinario è sterile, come l'urina che viene escreta in una persona sana. L'ingestione di agenti infettivi in ​​grado di moltiplicarsi in queste condizioni, così come irritanti chimici, allergeni porta allo sviluppo di cistite, i cui primi sintomi indicheranno immediatamente violazioni nella catena descritta.

Vari motivi possono causare irritazione infiammatoria, allergica e chimica nella vescica. Anche le strade di penetrazione di sostanze irritanti dentro differiscono..

Per le donne, il cosiddetto percorso ascendente è più caratteristico, cioè l'agente patogeno entra nella cavità, salendo dalla parte esterna dell'uretra.

Lo stesso tipo di cistite si può riscontrare in un bambino piccolo, soprattutto un neonato, per il quale non esiste un'adeguata assistenza domiciliare, oppure esiste una patologia del periodo postpartum, disturbi organici.

Cause di insorgenza nelle donne

Bisogna capire chiaramente la differenza tra le cause e le condizioni che hanno avviato i segni della cistite nelle donne. Le cause sono agenti infettivi e fattori non infettivi. Il primo gruppo comprende:

  • microrganismi opportunistici;
  • microrganismi patogeni;
  • agenti causali di malattie sessualmente trasmissibili.

I microbi opportunisti sono così chiamati perché mostrano le loro proprietà virulente quando esposti a condizioni adeguate. Di solito, i rappresentanti della normale biocenosi della vagina o della microflora intestinale diventano gli agenti causali di malattie di questo tipo. Sono costantemente presenti sulla pelle degli organi genitali e fungono da barriera protettiva. Non appena una ragazza diventa troppo fredda, prende un trattamento antibiotico, che sopprime non solo la flora patogena, ma anche quella normale, il numero di rappresentanti della microbiocenosi sta crescendo rapidamente. Quando viene raggiunta una massa critica, cessano di svolgere una funzione di barriera, cambiando il pH delle mucose, diventano essi stessi la causa dello sviluppo dell'infiammazione.

Inoltre, moltiplicandosi, i microbi si diffondono in loci insoliti per loro, ad esempio l'uretra, la vescica. I patogeni patogeni diventano una fonte di reazioni infiammatorie durante la permanenza dei pazienti in un ospedale di qualsiasi profilo, ma il più delle volte è possibile essere infettati negli ospedali di maternità, nei reparti ostetrici e ginecologici. È in loro che circolano i microrganismi - gli agenti causali delle infezioni nosocomiali.

Questi patogeni differiscono da quelli usuali in quanto nel processo di ripetuto passaggio attraverso organismi indeboliti, acquisiscono nuove caratteristiche, ad esempio:

  • salmonella, che viene diffusa da goccioline trasportate dall'aria;
  • resistenza a un gran numero di antibiotici;
  • immunità ai farmaci antibatterici ad ampio spettro;
  • la capacità di utilizzare sostanze insolite per questo tipo di cibo come substrato nutrizionale.

Il decorso clinico della cistite causato da microrganismi patogeni e opportunisti, che hanno acquisito nuove proprietà durante lo sviluppo, è caratterizzato da manifestazioni dolorose. È più difficile trattare tale cistite, poiché la gamma di agenti antibatterici medicinali è ridotta.

Le malattie a trasmissione sessuale non possono procedere in isolamento dagli organi urinari a causa delle peculiarità della struttura anatomica. I più comuni tra loro sono la gonorrea, l'uretrite da Trichomonas e la cistite. Attraverso l'uretra, che è più larga e più corta nelle donne che negli uomini, i batteri entrano nella cavità della vescica e iniziano a moltiplicarsi lì.

Le cause di origine non infettiva sono suddivise in fattori chimici e allergici. Gli irritanti chimici possono penetrare attraverso il sangue, essendo filtrati dai reni. Possono essere sostanze medicinali, agenti nocivi di natura industriale, componenti alimentari.

Gli agenti allergici sono la prova di una profonda soppressione del sistema immunitario, che reagisce con una maggiore sensibilità alle sostanze comuni.

Ulteriori condizioni che contribuiscono allo sviluppo dell'infiammazione sono fattori come: ipotermia, indossare biancheria intima sintetica, abbandono delle regole di igiene personale, malattie ginecologiche acute e croniche, parto, mangiare cibi irritanti, gravidanza.

I primi segni

I primi segni di cistite nelle donne richiedono già un trattamento da parte di uno specialista e la grande attenzione del paziente al suo corpo. È possibile sospettare lo sviluppo dell'infiammazione nella vescica rilevando la sindrome primaria:

  • prurito costante nella zona genitale esterna;
  • la comparsa di secrezione dall'uretra;
  • dolore doloroso e attirante dopo la minzione;
  • tagli lungo l'uretra;
  • aumento della voglia di usare il bagno;
  • cambiamenti di colore, trasparenza delle urine, aspetto di sedimenti visibili.

Se non presti abbastanza attenzione, non curare la malattia, gradualmente i primi sintomi peggiorano e la malattia acuta diventa cronica.

Patologia progressiva

La storia medica di un paziente con cistite cronica può diventare piuttosto voluminosa se la terapia viene ignorata o se non vengono seguite regole aggiuntive. I sintomi acuti perdono rapidamente il loro carattere manifesto e regrediscono, non portando più un disagio significativo.

Ma ci sono una serie di segni di progressione dell'infiammazione:

  • adesione di un'infezione secondaria nei reni;
  • attacchi di esacerbazione dell'infezione sono accompagnati da un aumento della temperatura;
  • le condizioni generali peggiorano;
  • la quantità di urina escreta è scarsa;
  • l'urina ha un odore pungente, torbida, può essere mescolata con pus o sangue.

La cistite cronica non procede isolatamente, è complicata da processi infiammatori nei reni, patologie ginecologiche.

La resistenza del corpo diminuisce gradualmente, le infezioni di altri organi causano esacerbazioni della cistite e passano con un aumento della temperatura corporea, sintomi di intossicazione generale, grave debolezza e malessere.

La voglia di urinare è frequente, ma la quantità di liquido rilasciato è piccola. Questo perché irrita troppo i recettori della vescica a causa dell'alterato equilibrio del pH, impurità patologiche. Lo scarico dell'urina è doloroso, i dolori spastici non danno l'opportunità di riposare anche di notte. La regione sovrapubica è tesa, la palpazione dei muscoli addominali nell'addome inferiore è difficile. L'urina ha un odore sgradevole, insolito e pungente. Osservandolo, puoi notare un sedimento che cade sul fondo..

Segni classici di cistite acuta e cronica

Un processo acuto si verifica per la prima volta dopo il contatto con un agente infettivo, una sostanza chimica irritante o un allergene. I sintomi appaiono in modo vivido, evidente: dolori acuti quando si sollecita a urinare, svuotamento scomodo della vescica, indolenzimento dell'addome inferiore, prurito e bruciore all'uscita dell'uretra verso l'esterno. Potrebbe esserci un aumento a breve termine della temperatura, nausea o debolezza, perdita di appetito, c'è un'associazione di peggioramento dei sintomi dopo aver mangiato cibi o bevande irritanti.

La patologia cronica è caratterizzata dai sintomi usurati, dalla presenza di disagio costante nella regione sovrapubica e da forti dolori. Nella fase di remissione, il paziente si sente abbastanza sano. L'esacerbazione si verifica dopo l'ipotermia, l'assunzione di cibi o bevande irritanti o il contatto ripetuto con un allergene.

Varietà di cistite nelle donne

Classificare l'infiammazione della vescica secondo vari criteri.

Tra i principali tipi di cistite, si distinguono:

  • dalla natura del processo: acuto o cronico;
  • a causa della presenza: batterica, chimica o allergica;
  • da fattori concomitanti: postpartum, secondario, postoperatorio.

La cistite postoperatoria si verifica dopo l'aborto, il parto con taglio cesareo e l'urina viene rilasciata con un catetere. È questo strumento medico che può diventare una fonte di infezione..

Caratteristiche della cistite postpartum

Il periodo postpartum richiede un'attenzione particolare e un monitoraggio della donna dopo il parto, soprattutto a casa. Il rispetto delle regole di un'attenta cura igienica, un regime di minzione frequente aiuterà ad evitare possibili complicazioni del periodo postpartum e l'aggiunta di infezioni del tratto urinario.

La cistite postpartum procede come qualsiasi altra, ma la sua terapia è difficile, perché non tutti i farmaci possono essere presi da una donna che allatta. Inoltre, questo periodo è caratterizzato dalla presenza di danni agli organi genitali esterni, che rendono difficile la minzione e il solito bagno.

Le forme gravi della malattia si sviluppano raramente, poiché il trattamento della cistite non causa difficoltà significative. Ma molto spesso devi affrontare una forma cronica che è difficile da correggere con i farmaci, se l'agente patogeno è un microrganismo multiresistente.

Diagnostica

Di solito non causa difficoltà dopo un'accurata raccolta della storia, analisi delle urine, esame del paziente. I risultati delle analisi rivelano deviazioni dalla norma: peso specifico ridotto, livello di pH alterato, presenza di impurità patologiche di sangue, leucociti, sedimenti, cristalli di urato e ossalati.

Se necessario, viene prescritta un'ecografia, un'immagine radiopaca per chiarire l'eziologia della malattia.

Trattamento

È imperativo trattare la cistite acuta o cronica in un complesso. L'uso di diversi metodi di terapia allo stesso tempo contribuisce al rapido recupero del paziente.

I principali rimedi sono:

  • pillole antimicrobiche;
  • farmaci antinfiammatori;
  • analgesici e antispastici;
  • fisioterapia (in remissione);
  • dieta;
  • metodi popolari.

Farmaci per il trattamento della cistite: "Furadonin", "Nitroxoline", antibiotici, che vengono escreti dai reni per ottenere la massima efficacia. Buon aiuto "Monural", "Palin", "Nolitsin" - questi sono fondi con un ampio spettro di azione. I farmaci antinfiammatori sono preferibilmente prescritti dal gruppo dei farmaci non steroidei, hanno attività antispasmodica e analgesica.

La dieta implica l'esclusione dalla dieta di cibi acidi, in salamoia e piccanti che hanno un effetto irritante. Allo stesso tempo, è necessario bere almeno due litri di liquidi al giorno per igienizzare la vescica..

Ricette popolari

La medicina alternativa ha accumulato una vasta esperienza nel trattamento delle infezioni urologiche. Le ricette hanno molte recensioni positive, che confermano l'efficacia dei metodi. Ma possono essere utilizzati solo in combinazione con i farmaci..

Buoni risultati si ottengono ingerendo decotti di radice di prezzemolo, camomilla, tintura di foglie di mirtillo rosso. Bere succo di mirtillo rosso lascia un ottimo effetto igienizzante. Le qualità curative delle "orecchie d'orso" e dei mirtilli rossi sono note da tempo. Puoi preparare la seguente composizione e prenderla tre volte al giorno dopo i pasti:

  • prendere in proporzioni uguali erba secca di rosmarino, levistico, centaurea, rosa canina;
  • versare acqua bollente per 30 minuti;
  • far bollire a bagnomaria per 20 minuti;
  • insistere per 30 minuti;
  • filtrare e bere come sopra.

Durante il trattamento è controindicato il consumo di alcol, bevande analcoliche, fumo.

Prevenzione

Le misure di prevenzione per la cistite sono semplici ma efficaci. È necessario seguire attentamente le regole di cura, cultura sessuale, cambiare spesso prodotti per l'igiene, biancheria, evitare l'ipotermia, l'uso di cibi e bevande irritanti.

La vescica fa male nelle donne: sintomi, metodi di trattamento

Pochi possono rispondere immediatamente a come fa male la vescica. I sintomi nelle donne possono essere molto diversi. Ma vale la pena sostituire questo concetto con uno più familiare: la cistite, e tutto diventa immediatamente chiaro. È una malattia acuta o cronica in cui i pazienti avvertono un forte dolore. Molto spesso, questa patologia si sviluppa proprio nel gentil sesso..

Varietà di cistite

Tocchiamo un po 'questo tema per capire come questo modulo differisce da tutti gli altri. Oggi ci sono:

  • Cistite infettiva causata da infezione batterica. Molto spesso, E. coli entra nella vescica.
  • Cistite virale. La causa più comune è un indebolimento generale del sistema immunitario. In questo caso, il virus infetta il sistema urinario..
  • Forma fungina. In questo caso, l'organo è danneggiato dal fungo Candida..

Ma oltre a questo, ci sono tipi di cistite non infettive. Ognuno di loro può anche far sì che una donna abbia una vescica dolorante. I sintomi possono differire, quindi ecco un'altra classificazione..

  • Cistite medicinale. Questo di solito accade quando vengono prescritti farmaci sbagliati. Cioè, il problema non è causato da un'infezione batterica..
  • Cistite allergica. Questo è il risultato dell'esposizione ad antigeni, che possono agire come prodotti, detersivi a base di sapone, farmaci.
  • Patologia interstiziale. In questo caso, non c'è la classica infiammazione della vescica. Nelle donne, la vescica fa male con uno qualsiasi di questi tipi di malattie, quindi il compito del medico è scoprire le vere ragioni.

Segni di cistite

Per cercare aiuto in tempo, devi essere consapevole che la situazione è davvero grave e non aspettare che tutto vada via da solo. Ciò è particolarmente vero per le donne delicate e fragili. Come capire che hai la cistite? Hai solo bisogno di ascoltare il tuo corpo e usare meno antidolorifici. Nella maggior parte dei casi, i sintomi sono i seguenti:

  • Impulso costante di usare il bagno. In questo caso, il volume del liquido rilasciato è minimo.
  • Sensazione di bruciore nell'uretra con l'urina.
  • Dolore nella regione pelvica, pube. Qualcuno lo descrive come pesantezza nell'addome inferiore. Per altri, il dolore è bruciante e acuto.
  • Grave debolezza.

I primi sintomi di cistite nelle ragazze dovrebbero essere allarmanti. Ma per diversi giorni è possibile provare a rimuoverli con l'aiuto di decotti di camomilla e mirtillo rosso, pediluvi caldi.

Complicazioni del decorso della malattia

Allo stesso tempo, è necessario osservare il processo di minzione. I segni di cistite nelle donne (di seguito viene presentata una foto dei risultati della diagnostica di laboratorio) possono essere visibili al paziente stesso. In particolare, gli indicatori fisici come il colore possono essere valutati abbastanza facilmente. Con la cistite, l'urina si scurisce, la torbidità è chiaramente visibile in essa. Per la diagnosi iniziale è sufficiente raccogliere l'urina in un barattolo trasparente e posizionarla sullo sfondo di un foglio di carta bianca. Impurità, feccia, sangue e pus saranno visibili ad occhio nudo.

A volte i reni iniziano a soffrire. In questo caso, il dolore dal basso addome si diffonde o va alla regione lombare. I sintomi dell'infiammazione renale si manifestano non solo con dolore nella parte bassa della schiena, ma anche con febbre alta, vomito e nausea.

Cistite acuta

A volte i segni della malattia accompagnano una persona per anni, ma non sono troppo pronunciati. È difficile dire se questo sia un bene o un male, perché la malattia in questo caso non riceve sufficiente attenzione. Cominciamo con come fa male la vescica nella cistite acuta. I segni nelle donne possono comparire rapidamente e intensificarsi rapidamente. Questo è dolore, crampi durante la minzione. Questo da solo è sufficiente per vedere un medico, poiché andare in bagno è molto doloroso e il desiderio di tornare lì appare entro pochi minuti dopo aver lasciato.

La condizione generale nella cistite acuta non è soddisfacente. I sintomi di intossicazione sono osservati su uno sfondo di mal di testa e nausea, dolori muscolari e debolezza. In alcuni casi, le macchie di sangue nelle urine sono determinate visivamente. L'ombra può essere dal rosa chiaro al bordeaux o marrone. In questo caso vengono prescritti antibiotici, antidolorifici e antispastici. Inoltre, si consiglia di assumere decotti di erbe medicinali come mirtillo rosso e camomilla. Uno schema simile è in grado di alleviare le condizioni del paziente entro due o tre giorni. Ma è impossibile interrompere l'assunzione di farmaci fino al momento in cui i test confermano la cura del paziente.

Cistite cronica

Di solito è una conseguenza del fatto che sono stati commessi errori nel trattamento della forma acuta. Molto probabilmente, il paziente ha rimosso i sintomi e ha abbandonato la terapia. Di conseguenza, i batteri non solo continuano la loro attività, ma cessano anche di essere sensibili ai farmaci. C'è un altro fatto triste: se il trattamento non è stato completato, la membrana vescicale non viene ripristinata..

Tale negligenza porta allo sviluppo della cronaca. La malattia è ora difficile da correggere e i più piccoli fattori provocatori portano ad un aumento dei sintomi. Di solito, in una forma cronica, una persona in remissione non si rende conto che un processo infiammatorio persiste nella vescica. E solo nei momenti di esacerbazione (più volte all'anno) si chiede dove sia riuscito a prendere di nuovo un raffreddore. Durante questi periodi si possono osservare tutti i sintomi della cistite acuta. Ci siamo bagnati i piedi, siamo tornati a casa in un autobus freddo, siamo rimasti più a lungo del previsto alla fermata dell'autobus: puoi prendere le pillole. La prospettiva non è invidiabile, ma non c'è scelta.

Trattamento

Il metodo principale è la terapia farmacologica. Uno studio su numerose revisioni ha dimostrato che la medicina tradizionale è buona come trattamento concomitante o ausiliario, per la prevenzione o nei casi più lievi. Solo un medico può valutare il grado di danno e scegliere una terapia adeguata..

Il tipo di farmaci selezionati dipenderà dalla natura della malattia. Ecco perché la diagnostica è così importante. Se il problema è causato dall'attività vitale dei batteri, è necessario utilizzare antibiotici. I funghi sono una preoccupazione: i fungicidi aiuteranno. Oggi esiste un farmaco a base di ingredienti naturali a base di erbe, che ha dimostrato un'elevata efficienza nella cistite cronica. Questo è "Kanefron", un farmaco che ha ricevuto migliaia di recensioni positive. Delicato ma molto efficace.

Attività di supporto

I medici sottolineano l'importanza non solo dei farmaci ma anche dei cambiamenti nello stile di vita. A giudicare dalle revisioni dei pazienti, solo con un approccio integrato è possibile ottenere una cura completa. Questo significa:

  • Corso completo di farmaci prescritti da un medico.
  • Adesione obbligatoria alla dieta. Devi limitare gli alimenti che irritano la vescica. Questi sono cibi piccanti, salati e affumicati..
  • Assicurati di bere molti liquidi. È meglio se non è solo acqua, ma decotti alle erbe.

Difficoltà nella diagnosi

Sfortunatamente, la cistite è solo una delle possibili cause. Pertanto, se la vescica fa male nelle donne, i sintomi dovrebbero essere studiati con molta attenzione, assicurati di integrarli con test di laboratorio. In effetti, è abbastanza difficile confondere la cistite con altre malattie. È caratterizzato dalla comparsa di tagli e dolore durante la minzione..

Il trattamento in questo caso consiste principalmente nella ricerca di agenti patogeni. Per questo, viene eseguito un esame batteriologico delle urine. Successivamente, vengono selezionati i farmaci più appropriati. Ad esempio, "Fosfomycin", così come urosettici come "Furagin". Gli antispastici completano la terapia, ad esempio "No-shpa".

Malattie ginecologiche

Anche una visita a un ginecologo non sarà superflua. Ciò consente di condurre un esame accurato e identificare le vere cause del dolore alla vescica in una donna. I sintomi in questo caso sono solitamente integrati da perdite vaginali, dolore durante il rapporto, sensazione di bruciore nella vagina. L'intensità può essere diversa, tutto dipende dall'agente patogeno e dai motivi.

Se la vescica fa male a causa di problemi in ginecologia, il trattamento dovrebbe essere mirato al trattamento della patologia che lo ha causato. Se il ginecologo non trova alcun problema, allora devi essere esaminato da un nefrologo. Nel caso in cui il dolore sia stato causato dalla presenza di un processo infiammatorio nella sfera genito-urinaria, vengono prescritti farmaci antinfiammatori. Ad oggi, il più efficace può essere considerato "Monural", "Cyston", "Nolitsin". Non dimenticare che l'efficacia dell'automedicazione è discutibile. È molto meglio cercare un aiuto professionale.

L'importanza di una diagnosi tempestiva

Non sempre e non tutti i problemi possono essere risolti con le pillole. Questo è il motivo per cui è necessario riunirsi in clinica e cercare di descrivere i sintomi inquietanti al medico. Dove la vescica fa male nelle donne, sembra chiaro - nell'addome inferiore. Ma il dolore può anche irradiarsi alla parte bassa della schiena, andare a destra oa sinistra. Pertanto, durante la palpazione, uno specialista deve trarre conclusioni, costruire ipotesi e prescrivere ulteriori esami..

Se una malattia come l'apoplessia diventa la causa del dolore, la chirurgia diventa il principale metodo di trattamento. In generale, vorrei sottolineare ancora una volta che se una donna ha un dolore alla vescica, i sintomi possono essere luminosi o sfocati. Spesso, l'unica cosa che puoi sentire di sicuro è la minzione frequente o dolorosa. Prima di fare una diagnosi e procedere al trattamento, è necessario condurre un esame. Per fare ciò, il paziente esegue dei test, sulla base dei quali lo specialista fa una conclusione e seleziona i farmaci.

Invece di una conclusione

Le malattie della sfera genito-urinaria possono essere elencate tra le più comuni. Nelle fasi iniziali, si curano facilmente e semplicemente, ma se ritardati diventano cronici. Pertanto, non dovresti risparmiare sulla tua salute. Il tempo che dedichi all'appuntamento dal medico sarà più che utile poiché tornerai alla tua vita normale molto presto..

Dolore alla vescica: quali sintomi indicano una vescica dolorante?

La causa più comune di dolore alla vescica è l'infiammazione. Le infezioni del tratto urinario sono causate da batteri, più comunemente E. coli. Ulteriori sintomi includono: urgenza di urinare, dolore durante la minzione e pollachiuria. I risultati del test mostrano anche leucociti e sangue nelle urine. Per il dolore alla vescica, è necessario assumere farmaci antibatterici e talvolta antibiotici forti..

Perché e come fa male la vescica?

Il dolore alla vescica è più spesso causato da un'infezione del tratto urinario che causa l'infiammazione dell'organo. Nella maggior parte dei casi, un'infezione del tratto urinario colpisce le donne che, a causa delle condizioni anatomiche, hanno maggiori probabilità di essere infettate da microrganismi patogeni. Un'uretra corta e una posizione ravvicinata dell'apertura uretrale vicino alla vagina predispongono a una più facile penetrazione dei batteri nel tratto urinario.

Lo sviluppo della malattia si verifica a seguito della penetrazione e della moltiplicazione di microrganismi patogeni nel tratto urinario. Il patogeno più comune responsabile dello sviluppo della malattia è l'Escherichia coli. Oltre al dolore, la cistite è caratterizzata da una sensazione di bruciore durante la minzione, un senso di urgenza e minzione frequente..

Quali sono i sintomi della cistite?

La cistite dà una serie di sintomi caratteristici, che nella terminologia professionale sono descritti come segni disurici. Oltre al dolore nella regione sovrapubica, l'infiammazione è caratterizzata dalla comparsa di sintomi come:

  • dolore o bruciore durante la minzione;
  • pressione sulla vescica;
  • minzione frequente (pollachiuria);
  • la necessità di urinare immediatamente;
  • minzione incontrollata;
  • sangue nelle urine (ematuria).

Oltre al dolore alla vescica, possono essere diagnosticate urine rosse o marroni. L'urina può essere torbida e densa. Questo è il risultato del sangue nelle urine causato dalla cistite. La cistite non trattata aumenta il rischio di un'infezione renale. In questa situazione, c'è febbre alta, dolore nella regione lombare, nausea e vomito.,

Vescica malata: quali test fare?

Sono necessari ulteriori test per scoprire la causa del dolore alla vescica. La storia medica tipica e l'analisi generale delle urine sono generalmente sufficienti per la diagnosi di cistite. Ma poiché la cistite non è l'unica causa di dolore alla vescica, possono essere associate, ad esempio, a un tumore, l'urologo deve prescrivere un'ecografia del bacino con un esame dettagliato della vescica.

Ecografia pelvica

"data-medium-file =" https://i2.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2020/02/UZI- small-tase-1.jpg? fit = 450% 2C228 & ssl = 1? V = 1581825643 "data-large-file =" https://i2.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2020/02/UZI- small-taza-1.jpg? fit = 900% 2C456 & ssl = 1? v = 1581825643 "src =" https://i2.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2020/02/%D0%A3 % D0% 97% D0% 98-% D0% BC% D0% B0% D0% BB% D0% BE% D0% B3% D0% BE-% D1% 82% D0% B0% D0% B7% D0% B0 -1.jpg? Resize = 900% 2C456 & ssl = 1 "alt =" Ecografia pelvica "width =" 900 "height =" 456 "srcset =" https://i2.wp.com/medcentr-diana-spb.ru /wp-content/uploads/2020/02/UZI-small-taza-1.jpg?w=900&ssl=1 900w, https://i2.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/ uploads / 2020/02 / ultrasound-small-pelvis-1.jpg? w = 450 & ssl = 1 450w, https://i2.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2020/02 / Ultrasound-small-taza-1.jpg? W = 768 & ssl = 1 768w "sizes =" (max-width: 900px) 100vw, 900px "data-recalc-dims =" 1 "/> ecografia della piccola pelvi

Con un'infezione del tratto urinario, leucociti, epitelio squamoso e numerosi batteri si trovano nelle urine. Inoltre, l'analisi della coltura fornisce una risposta alla domanda se E. coli sia l'agente eziologico dell'infezione..

Se, nonostante la terapia, i sintomi persistono o il paziente sviluppa frequenti cistiti ricorrenti, deve essere eseguito un altro test: l'urinocoltura, cioè condurre uno studio batteriologico. Ciò aiuterà a rilevare i ceppi batterici responsabili dello sviluppo della malattia, nonché a determinare l'antibiotico a cui questi agenti patogeni sono sensibili..

L'urina della coltura deve essere raccolta in un contenitore sterile. Prima di prelevare un campione, lavare accuratamente l'area dell'uretra, quindi rilasciare la prima porzione di urina nella toilette in modo che solo l'urina a metà flusso penetri nel contenitore.

Se si sospetta una cistite, sono necessari esami del sangue che mostrano segni di infiammazione: un alto livello di PCR o leucocitosi (un aumento dei globuli bianchi).

Anche un'ecografia addominale è utile per diagnosticare il dolore alla vescica. L'esame escluderà la presenza di calcoli renali, ostruzioni nel deflusso delle urine o anomalie nell'anatomia del sistema urinario.

Come trattare una vescica infiammata?

Il trattamento della cistite e del dolore alla vescica si basa sull'uso di farmaci antibatterici (ad esempio furagina) per diversi giorni. In caso di esacerbazione della malattia, viene prescritto anche un antibiotico. Nella maggior parte dei casi, si raccomandano farmaci efficaci contro E. coli: trimetoprim con sulfametossazolo o nitrofurantoina. Se, durante la diagnosi di cistite, è stata eseguita l'urinocoltura, viene scelto un antibiotico, a cui i batteri sono sensibili.

"data-medium-file =" https://i1.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2020/02/Antibacterial drug.jpeg? fit = 450% 2C300 & ssl = 1? v = 1581825686 "data-large-file =" https://i1.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2020/02/Antibacterial drug.jpeg? fit = 825% 2C550 & ssl = 1? V = 1581825686 "src =" https://i1.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2020/02/%D0%90%D0%BD%D1%82 % D0% B8% D0% B1% D0% B0% D0% BA% D1% 82% D0% B5% D1% 80% D0% B8% D0% B0% D0% BB% D1% 8C% D0% BD% D1 % 8B% D0% B5-% D0% BF% D1% 80% D0% B5% D0% BF% D0% B0% D1% 80% D0% B0% D1% 82% D1% 8B.jpeg? Ridimensiona = 900% 2C600 & ssl = 1 "alt =" Antibatterici "width =" 900 "height =" 600 "srcset =" https://i1.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2020/02 / Antibacterial- drug.jpeg? W = 900 & ssl = 1900w, https://i1.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2020/02/Antibacterial- drug.jpeg? W = 450 & ssl = 1 450w, https://i1.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2020/02/Antibacterials.jpeg?w=825&ssl=1 825w, https: // i1.wp.c om / medcentr-diana-spb.ru / wp-content / uploads / 2020/02 / Antibacterials.jpeg? w = 768 & ssl = 1 768w "izes = "(larghezza massima: 900px) 100vw, 900px" data-recalc -dims = "1" /> Farmaci antibatterici

La terapia di solito dura diversi giorni - da 3 a 7, mentre la scomparsa dei sintomi può essere osservata già il secondo o il terzo giorno dopo l'inizio del trattamento. Se i sintomi persistono o peggiorano, consultare di nuovo l'urologo. Potrebbe essere necessario cambiare l'antibiotico utilizzato o espandere la diagnosi.

Una persona con cistite deve bere molti liquidi per stanare i batteri e le loro tossine che causano la malattia. Gli analgesici possono essere presi per il dolore intenso.

Dolore alla vescica: come prevenirlo?

Per prevenire il ripetersi di infezioni del tratto urinario, si consiglia di ricordare alcune regole.

  • Se la tua vescica è infiammata, bevi almeno 1,5 litri di liquidi al giorno. Si consiglia alle donne di bere un bicchiere d'acqua appena prima del rapporto..
  • Non trattenere l'urina nella vescica: devi andare in bagno non appena hai bisogno di urinare. Le donne dovrebbero urinare immediatamente dopo il rapporto.
  • È necessario garantire l'igiene quotidiana dei luoghi intimi.
  • Non lavare o pulire la zona inguinale dalla parte anteriore a quella posteriore. Pertanto, i batteri possono essere trasferiti dall'area anale all'uretra..
  • Si raccomanda di evitare di nuotare nelle piscine pubbliche e nella jacuzzi.

Un buon modo per prevenire la cistite è bere succo di mirtillo rosso. Ha l'effetto di inibire (sopprimere) l'adesione dei batteri alla mucosa delle vie urinarie, a seguito della quale questi microrganismi vengono escreti nelle urine senza indugio.

Se una donna ha dolore alla vescica. Opzioni di trattamento

Il dolore alla vescica si verifica per molti motivi diversi e, quando compaiono, è necessario contattare immediatamente uno specialista. Il sesso più debole è più suscettibile alle malattie della vescica. La ragione di ciò è una certa struttura del corpo della donna: la loro uretra si trova in modo tale che varie infezioni siano più facilmente trattenute in essa e durante la gravidanza aumenta anche il rischio di ammalarsi a causa di una diminuzione dell'immunità. Se una donna ha dolore alla vescica, è probabile che il trattamento sia lungo.

Le principali cause del dolore sono:

  • uretrite - irritazione (gonfiore, arrossamento) dell'uretra;
  • cistite - infiammazione della vescica;
  • polipi, tumori delle pareti della vescica;
  • lesioni all'uretra o alla vescica;
  • malattia da urolitiasi;
  • malattie dell'utero;
  • riflesso del dolore.

Descrizione dettagliata delle malattie più comuni

  1. La causa più comune di fastidio alla vescica è la malattia infiammatoria (uretrite o cistite). Tali casi si manifestano come un bisogno costante di urinare e una sensazione costante di un processo di svuotamento incompleto. La procedura stessa provoca forti dolori e disagio nell'uretra. La parte bassa della schiena può far male. Di solito tali sintomi compaiono dopo l'ipotermia..

Le sensazioni spiacevoli possono essere notevolmente alleviate facendo un bagno caldo o applicando una piastra elettrica su un punto dolente.

  1. Urolitiasi: secondo le statistiche, è al secondo posto dopo la cistite.

È espresso da un forte dolore nella regione lombare e può verificarsi anche disagio al lato. A volte il dolore si irradia verso la vescica, le labbra o le cosce. I sintomi compaiono dopo lunghe passeggiate, camminare, bere molti liquidi, tremare violentemente (ad esempio, su un autobus), dopo un esercizio estenuante.

L'urina può fuoriuscire con sangue - questo è dovuto a danni alle vie urinarie: la pietra si muove lungo l'uretra, toccando le pareti e graffiandole.

  1. Tumori della vescica (possibile cancro): i sintomi sono molto simili a quelli della cistite. Di solito si verifica nelle donne anziane (dopo i sessant'anni). Il principale fattore di rischio è il fumo. Si ritiene che le persone che fumano il cancro alla vescica vengano diagnosticate il doppio delle volte rispetto ai non fumatori. Sintomi: presenza di sangue nelle urine, dolore alla parte bassa della schiena e ai fianchi, perdita di peso improvvisa, dolore permanente alla vescica. Per diagnosticare con precisione il cancro, è necessario condurre test più dettagliati: ultrasuoni, raggi X, cistoscopia.
  1. Le lesioni alla vescica sono un prerequisito raro per il dolore. Manifestato da sensazioni spiacevoli nell'addome inferiore, ritardi nella minzione, sangue nelle urine, anuria prolungata. Con la rottura intra-addominale della vescica, si aggiungono questi sintomi: nausea, ritenzione feci prolungata, febbre e distensione addominale. In caso di rotture extraperitoneali, ci sono gonfiore nelle aree del pube e dell'inguine, una tinta bluastra della pelle sopra il pube (derivante dall'accumulo di sangue).

Sollievo dal dolore alla vescica nelle donne

La terapia per il dolore alla vescica è prescritta in base all'etimologia della malattia. Può consistere in un cambiamento nella nutrizione (in caso di infiammazione), terapia farmacologica. In presenza di neoplasie maligne, è possibile utilizzare la chemioterapia, la radioterapia. In alcuni casi, la chirurgia è l'unica opzione. A volte la terapia BCG viene utilizzata nel periodo postoperatorio. È anche possibile prescrivere procedure di fisioterapia.

Se il dolore è causato da danni ad altri organi e sistemi del corpo, il trattamento dovrebbe essere mirato ad eliminare le cause alla radice..

I seguenti sono modi per alleviare il dolore alla vescica nelle donne con malattie infiammatorie del sistema genito-urinario.

Trattamento della cistite (infiammazione) della vescica

La cistite si manifesta dopo infezioni dal retto, che possono causare infiammazione se entra nell'uretra (forma infettiva della malattia) o diventa il risultato di sostanze chimiche che entrano nella mucosa dell'organo (cistite non infettiva). Per la cistite infettiva, consultare un ginecologo e per la cistite non infettiva - un urologo.

  1. Dopo l'inizio di un attacco di dolore, si consiglia di bere un po 'd'acqua (circa mezzo litro) per abbassare l'acidità dell'urina - insieme ad essa, il livello di dolore durante la minzione diminuirà. Dopodiché, per tre ore, prova a bere un bicchiere di un po 'di liquido - succo di frutta o tè debole ogni mezz'ora. Puoi prendere antidolorifici.
  1. Per ridurre il dolore durante la minzione, fai regolarmente un semicupio caldo. Sarà utile utilizzare un bagno turco per le gambe o farmaci per rilassare gli organi interni..
  1. Riscalda l'uretra con le piastre riscaldanti: mentre sei a letto, mettine una sotto la schiena, la seconda tra le gambe.
  1. Esistono molti rimedi erboristici disponibili in commercio per aiutare a ridurre l'infiammazione. Si tratta di infusi di uva ursina, mirtillo rosso, foglie di verga d'oro e altri. Un meraviglioso aiuto per questo disturbo è il mirtillo rosso. Puoi fare il bagno con il decotto di camomilla.
  1. In nessun caso non limitarti all'automedicazione! Dovresti visitare un medico e fare il test il prima possibile. Se la diagnosi è confermata, gli specialisti prescrivono antibiotici e altri medicinali: il trattamento viene selezionato individualmente per ciascun paziente.

In nessun caso il trattamento dell'infiammazione deve essere interrotto, altrimenti si trasforma inevitabilmente in una forma cronica e minaccia di svilupparsi in pielonefrite.

Il processo di guarigione richiede in media due o tre settimane..

Terapia dell'uretrite della vescica

L'uretrite non è una seria minaccia per la vita - non è pericolosa, ma provoca molti disagi e sensazioni disgustose che causano terribili disagi e ti impediscono di vivere normalmente.

L'uretrite, secondo le statistiche, colpisce soprattutto gli uomini, ma ci sono casi frequenti di questa malattia nelle donne. A volte i pazienti con uretrite cercano di diagnosticare se stessi e di confonderla con la cistite, tuttavia, in questo caso, si avverte dolore durante l'intera minzione e anche qualche tempo dopo. Inoltre, queste malattie possono verificarsi contemporaneamente.

Come fa male la vescica nelle donne: i sintomi determinano l'intensità del dolore. Fondamentalmente, i sintomi sono simili alla cistite, ma l'infiammazione in questo caso colpisce l'uretra.

Un ampio spettro di farmaci viene utilizzato per trattare l'uretrite. I farmaci antibatterici sono prescritti senza fallo e, come nel caso del trattamento della cistite, i bagni caldi con l'aggiunta di camomilla aiutano il recupero.

Per ridurre l'infiammazione nell'uretra, vengono prescritti farmaci antiallergici (miramistina, suprastin, tavegil e altri). Se viene rilevata la clamidia, prescrivere azitromicina e doxiciclina.

Naturalmente, il trattamento con farmaci antinfiammatori e antibiotici da solo non è sufficiente. Per aumentare l'immunità a tali infezioni e ripristinare una microflora favorevole degli organi genitali, assumono farmaci che attivano il sistema immunitario: vitamina B, vitamina PP, cicloferon, ribomunil e antiossidanti.

La vescica della donna fa male

La vescica è un organo del sistema escretore che immagazzina ed espelle l'urina. Il dolore alla vescica è un segnale allarmante che può essere associato a caratteristiche fisiologiche o cambiamenti patologici. Questo è un sintomo non specifico che richiede un esame aggiuntivo. La violazione può essere causata da un processo infiammatorio, infezione, trauma. A volte i dolori sono associati a tensione nervosa, errori dietetici, malattie concomitanti. Per scoprire la causa esatta della violazione, si consiglia di consultare un medico in modo tempestivo. L'automedicazione può essere inefficace e causare complicazioni. Prima inizia la terapia, migliore è la prognosi..

Le ragioni

Le cause del dolore possono essere sia fisiologiche che patologiche. È importante prestare attenzione ai sintomi di accompagnamento, allo stato fisico e psico-emotivo generale. Molto spesso, il dolore si verifica sotto l'influenza di:

  • cistite
  • la formazione di calcoli nella vescica
  • lesioni traumatiche
  • vescica iperattiva
  • cistocele
  • polipi
  • leucoplachia
  • atonia

Per identificare la causa esatta della violazione, è necessario consultare un medico, sottoporsi a esami di laboratorio e strumentali.

Cistite

La cistite è un processo infiammatorio che colpisce la vescica. Molto spesso si verifica sotto l'influenza di tali fattori predisponenti:

  • età: durante la menopausa, la quantità di estrogeni diminuisce
  • diabete mellito
  • gravidanza
  • posizione anormale dell'uretra
  • usando gli spermicidi come contraccettivo
  • stile di vita sedentario
  • urolitiasi
  • precedenti malattie del sistema genito-urinario
  • difficoltà a urinare sotto l'influenza di un processo patologico

Gli agenti causali della cistite batterica sono microrganismi gram-positivi e gram-negativi, virus, funghi. Il quadro clinico si manifesta a seconda della forma del processo patologico.

La cistite acuta è accompagnata da:

  • dolore alla vescica che peggiora durante la minzione
  • aumento dello svuotamento della vescica urinaria
  • urina torbida
  • aumento della temperatura corporea
  • sensazione di svuotamento incompleto della vescica

Il dolore aumenta alla fine della minzione. Ci sono lamentele di disturbi del sonno, deterioramento dello stato psico-emotivo.

Calcoli vescicali

I calcoli vescicali sono uno dei tipi di urolitiasi. Si verifica a seguito di una violazione delle proprietà fisico-chimiche dell'urina, nonché sotto l'influenza di fattori fisiologici: disturbi metabolici, uso di determinati gruppi di farmaci, reazioni infiammatorie. La malattia si sviluppa spesso a causa di una violazione del libero deflusso di urina, stenosi del collo della vescica.

Anche con grandi calcoli, i segni clinici possono essere assenti per molto tempo. I sintomi si verificano quando le pietre sono in continuo contatto con le pareti della vescica. Le donne lamentano dolore alla vescica, nell'addome inferiore, che aumenta con:

  • attività motoria
  • cambiamento nella posizione del corpo
  • durante il rapporto
  • durante la minzione

Le sensazioni di dolore possono irradiarsi al perineo, agli arti inferiori (cosce). Se la pietra è grande, una donna può svuotare la vescica solo mentre è sdraiata. Piccole pietre escono da sole nella maggior parte dei casi. Per accelerare il processo, si consiglia di seguire una dieta, assumere farmaci per regolare l'equilibrio alcalino delle urine. Le pietre di grandi dimensioni richiedono un intervento chirurgico. Il tipo e la quantità di intervento chirurgico vengono selezionati individualmente per ogni donna.

Vescica iperattiva

La vescica iperattiva è una sindrome clinica in cui si verificano lamentele di minzione frequente, fino a 10 volte durante il giorno o la notte. Questa condizione influisce negativamente sullo stato psicologico della donna. Si verifica principalmente nelle persone di età superiore ai 70 anni. Nei pazienti con una vescica iperattiva, la voglia di urinare è così forte che la donna non riesce a trattenersi..

Pertanto, con una vescica iperattiva, appare una triade di segni:

  • aumento della minzione
  • impulsi forti che sono fuori controllo
  • incontinenza urinaria

L'obiettivo principale del trattamento è ripristinare la capacità di accumulo della vescica e migliorare la qualità della vita del paziente. Nel corso della terapia vengono utilizzati metodi e farmaci conservativi. Se sono inefficaci, è indicato l'intervento chirurgico.

Cistocele

Il cistocele è un processo patologico accompagnato dal prolasso della vescica. Si verifica sotto l'influenza di tali motivi:

  • attività generica
  • sovrappeso, obesità
  • tosse cronica, bronchite
  • sollevamento pesi
  • isterectomia - rimozione dell'utero

Il gruppo a rischio comprende donne che hanno partorito 2-3 volte o più. Il rischio di cistocele aumenta durante la menopausa, quando la produzione degli ormoni sessuali femminili estrogeni diminuisce, il che porta all'indebolimento del tessuto muscolare.

Il cistocele è accompagnato dai seguenti sintomi:

  • dolore e fastidio alla vescica, organi pelvici
  • una sensazione di spremitura nella zona vaginale
  • sensazione di svuotamento incompleto della vescica
  • incontinenza quando si tossisce, durante il rapporto
  • adesione di infezioni genito-urinarie secondarie

Con un ciclo lieve di cistocele, non è necessaria una terapia specifica. Si consiglia di eseguire speciali esercizi di Kegel per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico. Con la progressione del processo patologico, possono essere raccomandati farmaci a base di estrogeni, nonché l'uso di pessari.

Lesioni traumatiche

L'integrità della vescica può essere compromessa da traumi contusivi, ferite penetranti. Le lesioni contundenti sono più comuni e possono derivare da:

  • frenata brusca dell'auto
  • cade da grandi altezze
  • un forte colpo esterno al basso ventre

Le lesioni alla vescica sono spesso accompagnate da una violazione dell'integrità del tessuto osseo pelvico. Il pericolo più grande è la rottura della vescica.

Importante! In caso di lividi, il drenaggio è sufficiente, non è necessario un intervento chirurgico urgente.

È più probabile che la vescica, rispetto ad altri organi, sia soggetta a lesioni traumatiche durante l'intervento chirurgico nella regione pelvica:

  • chirurgia transuretrale
  • procedure ginecologiche
  • taglio cesareo
  • rimozione di neoplasie tumorali
  • resezione del colon

I fattori predisponenti includono tessuto cicatriziale dopo un precedente intervento chirurgico, radioterapia e processi tumorali. I principali sintomi di danno sono: dolore sordo sull'osso pubico e frequente bisogno di svuotare la vescica. Per confermare la diagnosi, la citoscopia retrograda viene utilizzata in combinazione con la tomografia computerizzata. Durante la terapia è indicato l'uso del drenaggio e l'intervento chirurgico.

Polipi nella vescica

I polipi sono neoplasie benigne che si formano a causa della proliferazione anormale delle cellule epiteliali della mucosa. Possono essere piccoli (fino a diversi millimetri) e grandi - 1 centimetro o più, singoli o multipli. Costituiscono l'8-12% di tutte le malattie urologiche, sono rari nelle rappresentanti femminili.

Importante! I sintomi dei polipi possono essere assenti per molto tempo, molto spesso la violazione viene rilevata per caso, durante il successivo esame di routine.

Le manifestazioni cliniche iniziano a disturbare una donna con la crescita di una neoplasia (un polipo interrompe il processo di minzione), danni meccanici. In questo caso, ci sono reclami su:

  • impurità di sangue nelle urine
  • ritenzione urinaria
  • dolore alla vescica
  • deterioramento della salute generale: debolezza, affaticamento, aumento della fatica
  • l'aggiunta del processo infiammatorio provoca un aumento della temperatura corporea

Nonostante l'origine benigna, i polipi richiedono osservazione e, con la crescita, aumento delle dimensioni, rimozione. Ciò è dovuto al rischio di trasformazione di un processo benigno in un maligno.

Leucoplachia

La leucoplachia vescicale è una diagnosi clinica basata sull'esame patologico. Questo è un cambiamento patologico nella mucosa, un cambiamento non tumorale nell'epitelio. Questa è la reazione del corpo a condizioni ambientali avverse, nonché ai cambiamenti nel flusso sanguigno nella vescica. La diagnostica di laboratorio molto spesso non conferma il processo infiammatorio, il serbatoio dell'urinocoltura è sterile. La gestione dei pazienti con leucoplachia è spesso condotta da un tandem di specialisti: un urologo e un ginecologo.

La leucoplachia è accompagnata da reclami su:

  • dolore alla vescica
  • aumento della voglia di urinare
  • una sensazione di dolore durante lo svuotamento della vescica e durante il rapporto

Il trattamento ha lo scopo di ridurre la risposta infiammatoria e l'irritazione degli organi. Al paziente vengono prescritti farmaci antinfiammatori, acido ialuronico, mezzi per correggere la circolazione sanguigna. È importante seguire la dieta, il regime alimentare, tutte le raccomandazioni dell'urologo e del ginecologo.

Atonia della vescica

L'atonia della vescica è un processo patologico che è accompagnato da un indebolimento delle pareti dell'organo. Il paziente non può controllare il processo di minzione, si verificano lamentele di dolore, incontinenza urinaria. L'atonia si verifica sotto l'influenza di tali fattori predisponenti:

  • lesioni traumatiche della colonna vertebrale sacrale
  • disfunzione delle radici spinali
  • corso avanzato di sifilide
  • anestesia
  • Intervento chirurgico
  • uso di sostanze psicotrope
  • debolezza della struttura muscolare

Un sintomo caratteristico del disturbo è l'incontinenza urinaria ed è aggravato dalla tensione dei tessuti muscolari dell'addome: tosse, starnuti, deambulazione veloce, attività fisica eccessiva. All'inizio, le perdite di urina vengono escrete in piccole quantità. In futuro, l'impulso è accompagnato da disagio, sensazione di pesantezza nell'addome inferiore e nella vescica.

Nel corso della terapia, viene coinvolta una serie di misure: esercizi di Kegel, dieta, svuotamento della vescica secondo un programma stabilito in anticipo. La terapia farmacologica prevede l'uso di antidepressivi, calcio antagonisti, farmaci anticolinergici. Per ridurre i sintomi spiacevoli, viene utilizzato un pessario: un dispositivo viene inserito nella vagina per fornire ulteriore pressione. La fisioterapia viene utilizzata per stimolare la vescica. Se le misure conservative sono inefficaci, è indicato un intervento chirurgico.

Cancro alla vescica

Il cancro della vescica è un processo patologico che è accompagnato dalla formazione di neoplasie maligne nelle pareti della vescica. Il gruppo di rischio comprende donne che hanno una storia di cistite cronica, così come che sono inclini a cattive abitudini: il fumo. Molto spesso, gli oncologi si trovano ad affrontare un carcinoma a cellule anteriori, meno spesso con cellule squamose e adnocarcinoma.

Importante! La malattia può essere asintomatica per molto tempo, il che complica la diagnosi e il trattamento tempestivi..

La progressione del processo patologico porta a ematuria, minzione frequente e dolorosa, dolore alla vescica e sopra il pube. La compressione degli orifizi ureterali porta a pielonefrite, insufficienza renale cronica.

Sindrome della vescica dolorosa

La sindrome della vescica dolorosa è un processo patologico cronico, che è accompagnato da dolore, disagio negli organi pelvici, bisogno di urinare più spesso, le donne sono a rischio, la violazione riduce significativamente la qualità della vita.

Il quadro clinico è individuale per ogni donna. Dipende dall'età, dallo stato ormonale, dallo stile di vita. I segni comuni si manifestano con i seguenti sintomi:

  • sensazioni dolorose nel punto tra la vagina e l'ano
  • minzione notturna frequente
  • dolore durante il rapporto
  • dolore pelvico cronico
  • bisogno costante di svuotare la vescica
  • aumento del dolore durante il riempimento della vescica, dopo lo svuotamento c'è un sollievo temporaneo

Per confermare la diagnosi, il medico effettua un interrogatorio orale e chiede di tenere un diario della minzione. Un esame viene eseguito su una sedia ginecologica, così come la citoscopia, la biopsia. Nel corso della terapia, la preferenza è data alla fisioterapia, ai farmaci. In alcuni casi viene eseguita l'idrostimolazione: il fluido viene iniettato nella vescica sotto pressione, il che porta al suo allungamento e ad un aumento di volume.

Possibili complicazioni

La mancanza di una terapia tempestiva è irta di complicazioni. Lo stiramento della vescica porta ad un aumento della sensazione di dolore, incontinenza urinaria. A causa del dolore costante, dei disturbi urinari, lo stato fisico e psicologico della donna si sta deteriorando. I disturbi del sonno si uniscono, la qualità della vita peggiora. Forse l'attaccamento di infezioni batteriche secondarie, traumi e infiammazioni della vescica spesso causano ematuria, piuria. Prima inizia il trattamento, migliore è la prognosi..

Quale medico contattare

Ai primi sintomi di una violazione, si consiglia di consultare un urologo. Il medico condurrà un interrogatorio orale, un esame, prescriverà ulteriori esami strumentali e di laboratorio. A seconda dei risultati ottenuti, potrebbe essere necessario consultare medici di specialità affini: ginecologo, psicoterapeuta, terapista. Con disturbi concomitanti dell'innervazione della vescica, è indicata una consultazione con un neurologo. È importante astenersi dall'automedicazione e cercare assistenza medica in modo tempestivo..

Diagnostica

Il dolore alla vescica è un sintomo non specifico che può verificarsi in vari disturbi e condizioni patologiche. Per confermare la diagnosi, è necessario consultare un medico, sottoporsi a una diagnosi completa:

  • analisi del sangue generale
  • test delle urine: generale, secondo Nechiporenko, esame batteriologico
  • analisi del sangue biochimica: urea, creatinina
  • esame della microflora vaginale
  • esame sulla sedia ginecologica
  • citoscopia - esame della vescica con un dispositivo ottico, che viene inserito attraverso l'uretra con l'uso preliminare di anestetici
  • esame di una donna e del suo partner sessuale per malattie a trasmissione sessuale
  • test di sensibilità con una soluzione di potassio: acqua naturale e una soluzione di potassio vengono iniettate nella vescica, dopo di che chiedono alla donna di descrivere quali sensazioni sorgono, quanto è forte la voglia di urinare
  • se necessario, viene prescritta un'ulteriore biopsia

Inoltre, vengono prescritti esame ecografico, radiografia, citoscopia: una procedura endoscopica, durante la quale vengono esaminate le pareti della vescica.

Trattamento

Il regime di trattamento viene selezionato individualmente per ciascun paziente, tenendo conto dell'età, dei disturbi cronici concomitanti, del quadro clinico generale e dei risultati di un esame completo. Viene utilizzato un approccio integrato:

  • trattamento farmacologico
  • fisioterapia
  • correzione dello stile di vita
  • cambiamento nella dieta: escludere cibi grassi e piccanti che irritano le pareti della vescica, così come l'alcol

Nel processo, il medico può modificare l'appuntamento, aggiungere altri farmaci e integratori alimentari.

Importante! La terapia fisica aiuta ad alleviare il dolore se è innescato da spasmi dei muscoli del pavimento pelvico.

Nel corso della terapia farmacologica vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

  • farmaci antinfiammatori non steroidei per ridurre il dolore
  • sedativi / antidepressivi per rilassare la vescica e ridurre il dolore
  • antispastici
  • farmaci antiallergici per ridurre i sintomi della frequenza e dell'urgenza urinaria (forte bisogno)
  • diuretici

La terapia specifica dipende dalla causa sottostante che causa il dolore alla vescica. Durante il trattamento, il paziente deve essere sotto la supervisione dinamica di specialisti. Deterioramento della salute, aggiunta di sintomi aggiuntivi, assenza dell'effetto atteso dei farmaci raccomandati - un'indicazione per visite ripetute dal medico e correzione dell'appuntamento.

Anche le procedure di stimolazione nervosa vengono mostrate ai pazienti. Per la stimolazione nervosa percutanea vengono utilizzati elettrodi cutanei. Grazie agli impulsi elettrici, il flusso sanguigno alla vescica aumenta, il tessuto muscolare viene rafforzato. Questo aiuta a frenare la voglia di svuotare la vescica e ridurre il dolore. Con l'inefficacia dei metodi conservativi e un significativo deterioramento della salute, è indicato l'intervento chirurgico.

Prevenzione

Per prevenire il dolore alla vescica, segui questi consigli:

  • trattare prontamente malattie croniche emergenti, disturbi ginecologici
  • una volta all'anno si sottopongono a un esame programmato da un ginecologo
  • osserva la modalità di lavoro, riposo, sonno: vai a letto non più tardi delle 23:00 in una stanza completamente buia e fresca
  • regolare la dieta: ridurre i carboidrati, cibi piccanti, grassi, bevande alcoliche;
  • astenersi da cattive abitudini
  • osservare il regime di bere per prevenire il ristagno, la crescita e la riproduzione di microrganismi patogeni nella vescica
  • preferisci un'attività fisica moderata

Ai primi sintomi di dolore alla vescica, si consiglia di consultare un medico il prima possibile e di sottoporsi a un esame completo. Prima inizia il trattamento, migliore è la prognosi..