Cosa succede alla vescica se sopporti a lungo e non vai in bagno

Ci siamo trovati tutti in questa situazione. Abbiamo urgente bisogno di finire il lavoro. Il film in sala è stato più lungo di quanto pensassimo. Oppure, alla fine, troppo comodo sul divano. Qualunque sia lo scenario, l'essenza è la stessa: qualcosa ti impedisce di andare in bagno "in modo piccolo", anche se lo vuoi davvero. Huffpost ha cercato di rispondere alla domanda: è dannoso resistere fino all'ultimo?

C'è un motivo per porre una domanda del genere: Internet è pieno di affermazioni secondo cui un tale comportamento può portare a un'infezione del tratto urinario o addirittura a calcoli renali. Ma secondo l'urologo David Ginsberg della University of Southern California, non succederà niente del genere..

- Nessuno ha indagato su questa domanda. E come lo immaginate: chiudete le persone in una stanza per un anno e mezzo, bevete caffè e fatele sopportare - e poi confrontate il loro stato di salute con chi è andato in bagno quando dovrebbe?

Resta da essere guidato dall'esperienza personale di ciascuno di noi: se non si introduce un tale comportamento in un'abitudine, va tutto bene. Ginsberg osserva che i pazienti con altri problemi medici, come lesioni del midollo spinale o sclerosi multipla, possono avere un rischio più elevato di mantenere l'urina, ma che è associato solo a una scarsa funzione della vescica a lunghissimo termine..

- In teoria, se sopporti costantemente per molto tempo, dopo molti anni la vescica funzionerà peggio e diventerà più difficile svuotarla.

Per renderlo più chiaro, Ginsberg usa la seguente metafora: immagina la tua vescica come un paio di pantaloni della tuta. I muscoli della vescica si contraggono durante la minzione. Ma se indossi i pantaloni della tuta troppo a lungo, contratta, cioè torna alla forma normale, inizieranno peggio..

Questo esempio può anche spiegare il rischio di infezione del tratto urinario. Non succederà nulla da una semplice ritenzione urinaria, ma se la vescica è tesa ("come un paio di vecchi pantaloni della tuta") ed è difficile svuotarla completamente, possono sorgere problemi di infezioni. Di nuovo, solo in teoria.

- E in realtà, la maggior parte delle persone che non possono svuotare completamente la vescica non soffrono di problemi e infezioni, riassume l'urologo.

Perché l'addome inferiore inizia a far male, se sopporti a lungo e non vai in bagno in modo piccolo

La comparsa di dolore addominale dopo che una persona ha sopportato a lungo e non è andata in bagno su una piccola non è sempre una normale reazione del corpo. Ulteriori sintomi e durata del dolore sia negli uomini che nelle donne possono indicare lo sviluppo di malattie.

Condizione non pericolosa

Se una persona ha sopportato di andare in bagno su una piccola, e ora il suo basso addome fa male, ma questo è successo per la prima volta, non dovresti preoccuparti. A causa dell'insolito allungamento, la vescica, come qualsiasi muscolo del corpo, soffriva di uno sforzo fisico eccessivo. Dovrebbe riprendersi in 1-3 giorni: i dolori scompariranno completamente.

Il danno di una pazienza prolungata

Spesso il pericolo di una prolungata assenza di andare in bagno è indicato per le ragazze, ma è importante tenere presente che questo non è meno pericoloso per i ragazzi. Il rischio di cistite è maggiore nelle donne a causa delle caratteristiche strutturali delle vie urinarie e della vescica. Negli uomini, con pazienza prolungata, può verificarsi non solo infiammazione, ma anche prostatite..

Per le donne, il rischio di astenersi dall'andare in bagno aumenta durante la gravidanza. La vescica allargata preme sull'utero e provoca contrazioni attive, e questo può portare a un aborto spontaneo.

Affaticamento muscolare e congestione

Se sopportato spesso, la parete della vescica si allungherà e si indebolirà. Nella giovinezza non sorgeranno patologie, ma dopo 40 anni è irto di un alto rischio di infezione, avvelenamento del sangue e intossicazione. Ciò è dovuto al fatto che gli acidi iniziano a penetrare attraverso la mucosa assottigliata, provocando la formazione di ulcere ed erosione..

Sullo sfondo di un'esposizione costante, è possibile la comparsa di cellule mutate, che alla fine degenerano nel tessuto tumorale. La pazienza a lungo termine è un presagio di stagnazione. Ciò aumenta il rischio di calcoli alla vescica..

Infezioni pericolose

Un forte dolore può essere associato alla cistite batterica, che si verifica a causa dell'eccessivo accumulo di microrganismi nelle urine. Poiché il liquido è costituito da solfati, acidi, creatina, cloruri, fosfati e urobilina, i batteri si moltiplicano più attivamente in esso. Il mancato svuotamento della vescica spesso può portare a pielonefrite - danni ai reni.

Pietre nell'organo del filtro

Se l'urina non esce dalla vescica frequentemente e per lungo tempo, può risalire ai reni. Questa miscela concentrata, ricca di muco, proteine ​​decomposte, sali e minerali, si deposita negli organi filtranti. Per questo motivo, le pietre possono essere trovate non solo nella vescica, ma anche nei reni..

L'aumento di ritorno dell'urina è chiamato reflusso vescico-ureterale o VUR. È accompagnato da diverse fasi:

  1. L'urina colpisce solo l'uretere.
  2. Il liquido raggiunge il rene.
  3. I grappoli dilatano l'uretere.
  4. Il sedimento calcareo appare nei canali e nei reni.
  5. La funzione degli organi si deteriora, i tessuti interni si assottigliano.

I casi trascurati della malattia portano allo sviluppo di nefrosclerosi, insufficienza renale. Il dolore con VUR diventa così intenso e prolungato che una persona non ha più dubbi sulla presenza di una malattia del sistema urinario.

Le malattie descritte non nasceranno da una singola astinenza. Tuttavia, con una costante assenza a lungo termine di deflusso di urina, il rischio di sviluppare patologie aumenta all'80-90%, specialmente se la condizione è combinata con un calo dell'immunità, ad esempio durante il raffreddore.

Sintomi pericolosi che richiedono consulenza medica

In assenza di malattie, il disagio associato al fatto che una persona ha subito un bisogno acuto di andare in bagno passa dopo un massimo di 3 giorni. In situazioni in cui compaiono sintomi aggiuntivi, è necessario consultare un medico:

  • dolore intenso per più di 3 giorni;
  • aumento della temperatura;
  • nausea, vomito, diarrea;
  • aumento della voglia di usare il bagno;
  • scarico di sangue;
  • cambiamento dell'odore e del colore dell'urina verso una forte concentrazione;
  • la comparsa di secrezioni profuse e dall'odore sgradevole;
  • dolore che si irradia alla parte bassa della schiena, al perineo o alla coscia.

Sintomi simili possono verificarsi sia nelle donne che negli uomini. Se una persona è costretta a sopportare regolarmente l'impulso di usare un piccolo bagno, ciò può portare allo sviluppo di infezioni e infiammazioni ascendenti, in cui gli ureteri ei reni vengono attirati nel processo..

La vescica è costantemente riempita di fluido riciclato, che può contenere batteri. Se agiscono a lungo sulle pareti della vescica, ciò porta a varie malattie. Se compaiono sintomi spiacevoli, il paziente deve consultare un medico per prevenire lo sviluppo di patologie croniche del sistema genito-urinario.

Perché non puoi tollerare se vuoi usare il bagno?

Indipendentemente dal fatto che tu stia lavorando sodo o sia semplicemente pigro - entrambi questi casi sono sulla tua coscienza - non noti i segnali della vescica e questo influisce sulla tua salute. Devi andare in bagno ogni 4-6 ore, altrimenti potrebbero verificarsi conseguenze negative.

1. Una situazione imbarazzante.

Siamo realistici: le probabilità che ti bagnerai i pantaloni sono alte, perché il momento in cui metti un piede sopra l'altro, volendo rimandare il viaggio in bagno, non durerà a lungo. Quando la tua vescica è piena, c'è il pericolo che semplicemente non avrai il tempo di raggiungere il bagno..

Immagina che la tua vescica sia un palloncino pieno d'acqua: più a lungo resisti, più diventa pesante e grande. I muscoli tesi che sono in grado di "sigillare" la vescica possono resistere alla pressione, ma prima o poi non lo faranno. Soprattutto se improvvisamente tossisci o starnutisci.

2. I muscoli pelvici si indeboliranno gradualmente.

Quando senti che una palla da bowling è nella vescica per un'ora, i muscoli del pavimento pelvico iniziano a perdere forza. I muscoli pelvici sono progettati per trattenere l'urina e aiutarti a scovarla. Ma se li costringi a contenere costantemente prodotti di scarto, può verificarsi una disfunzione dei muscoli del pavimento pelvico..

Nel tempo, questo può portare a una perdita di controllo sulle funzioni della vescica. Ovviamente, questo non accadrà a causa di una o due volte in cui sei bloccato nel traffico e non puoi andare in bagno. Ma se vivi regolarmente situazioni simili, cambia le tue abitudini..

3. Dolore continuo.

Conosci la sensazione che provi dopo aver lasciato andare qualcosa a cui ti sei aggrappato? Una sensazione di sollievo tanto atteso, come potrebbe sembrare a prima vista. Ma se resisti troppo a lungo, non c'è sollievo anche dopo aver lasciato andare il tuo fardello. Lo stesso può accadere con una vescica piena..

Se non andate tutti in bagno, a un certo punto c'è dolore al basso ventre. E potrebbe non andare via dopo la tanto attesa minzione. potresti continuare a provare dolore come durante la minzione. Il punto è questo: i muscoli erano così tesi che non potevano rilassarsi e il dolore era causato da spasmi..

4. La vescica si allungherà.

Fortunatamente, la vescica non scoppierà, ma sarà sicuramente dilatata. Quali sono le conseguenze di una vescica dilatata? Uno dei principali: smetterai di rispondere ai segnali che il cervello invia al corpo - che è necessario svuotare la vescica.

È dannoso sopportare quando si vuole andare in bagno? E quanto non è dannoso sopportare ?

È dannoso sopportare quando si vuole andare in bagno? E esattamente quanto non è dannoso sopportare? La maggior parte delle persone può trattenere l'urina nel corpo per circa 6 ore senza danni alla salute, ma questo non significa che se sopporti 5 ore, tutto andrà bene, una vescica piena può essere pericolosa per la vita, può scoppiare. La vescica è costituita da tessuto molto elastico, poiché la vescica si riempie di liquido, si espande e le pareti si assottigliano. Se in questo momento si verifica un qualche tipo di impatto, a volte anche non abbastanza significativo in una sorta di non grande cotta durante il trasporto, la bolla può scoppiare

Se la minzione è tollerata per un lungo periodo, può verificarsi cistite

Di solito compare insieme all'uretrite (infiammazione dell'uretra). La vescica è un organo a forma di sacco che immagazzina l'urina prodotta dai reni. Vi fluiscono due ureteri, attraverso i quali l'urina scorre dai reni e, attraverso l'uretra, l'urina dalla vescica viene espulsa dal corpo..

Per una diagnosi accurata, il medico avrà bisogno di un test delle urine. Questa analisi viene effettuata per confermare la diagnosi e per determinare il tipo di patogeno batterico (al fine di prescrivere l'antibiotico più appropriato).

Risciacquare la punta del pene o della vagina con acqua tiepida (o potrebbe esserti chiesto di pulire l'area con un disinfettante).

Le donne dovrebbero lavarsi prima da davanti e poi da dietro..

Scolare una piccola quantità di urina nella toilette, fare una pausa, quindi riempire il barattolo di prova con una piccola quantità di urina (circa quattro cucchiaini da tè), fermarsi di nuovo e quindi scaricare il resto nella toilette. Dovresti raccogliere un campione di urina medio. Non toccare l'interno del barattolo di prova.

Di solito, la causa della cistite sono i batteri che sono entrati nella vescica attraverso l'uretra. L'agente eziologico più comune è l'Escherichia coli (E. coli), che normalmente si trova nel retto, sebbene anche altri batteri o malattie possano causare cistite.

Sulla base della struttura anatomica del corpo, le donne e le ragazze sono più suscettibili alla cistite rispetto agli uomini. Nelle donne, l'uretra è più corta e più vicina all'ano, facilitando l'ingresso delle infezioni nella vescica.

Un'altra causa di cistite può essere l'infiammazione dell'uretra dopo il rapporto. È causato dall'attrito prolungato dell'apertura dell'uretra, che può verificarsi durante il rapporto. I sintomi di solito si sviluppano entro 12 ore dal rapporto.

I sintomi della cistite possono anche essere causati dall'irritazione dell'apertura esterna dell'uretra. Alcune persone, ad esempio, sono allergiche ai deodoranti vaginali, ai saponi profumati e al talco, persino alla carta igienica colorata.

A volte i bambini si ammalano di cistite. In alcuni casi, ciò è causato da anomalie anatomiche quando l'urina viene rigettata negli ureteri e il flusso di urina attraverso il sistema escretore è compromesso. Un bambino con sintomi di cistite ha bisogno di un esame fisico.

Anche gli anziani o le persone con disabilità che hanno difficoltà a camminare possono soffrire di cistite. La ragione di ciò è una vescica completamente svuotata o una minzione rara.

I bambini e gli adulti che tollerano troppo a lungo prima di urinare sono più inclini alla cistite. In rari casi, la cistite può essere dovuta a un tumore.

Negli adulti, la cistite di solito causa minzione frequente e dolorosa. La natura del dolore è descritta come una sensazione di bruciore. L'urina può avere un odore forte, torbido e sanguinante. In questo caso, lo stato di salute può peggiorare e si può avvertire un dolore costante nella regione lombare..
Negli anziani e nei bambini i sintomi sono spesso meno evidenti. Gli unici sintomi potrebbero essere febbre, dolore addominale, nausea.

Bere almeno 10-14 bicchieri di liquido al giorno. Bevi meno tè, elimina completamente caffè e alcol. Queste bevande irritano la vescica.

Limita l'assunzione di cibi che contengono alti livelli di calcio (solo durante il trattamento). Questi includono latte, formaggio e yogurt..

Per alleviare il dolore, posiziona un oggetto caldo, come una bottiglia di acqua tiepida o un sacchetto di miglio riscaldato, tra le gambe, sullo stomaco o sulla schiena..

Bere un bicchiere d'acqua con un cucchiaio di bicarbonato di sodio ogni tre ore. Abbassa l'acidità delle urine e allevia la sensazione di bruciore..

Purtroppo la cistite può causare complicazioni molto gravi, l'infezione può diffondersi ai reni ascendenti..

Un'urgente necessità di consultare un medico se:

  • i sintomi non scompaiono durante il giorno (perché l'infezione può diffondersi ai reni);
  • ha febbre, dolore nella parte bassa della schiena, sangue nelle urine;
  • questi sintomi si verificano durante la gravidanza (le donne incinte sono più inclini alle infezioni renali);
  • la malattia si ripresenta;
  • la malattia compare quando si cambiano i partner sessuali;
  • la malattia si è manifestata in un bambino o in un uomo.

Se soffri di infezioni ricorrenti del tratto urinario, dovresti consultare un urologo. Prendi i farmaci prescritti (di solito antibiotici e analgesici) come indicato dal medico. Non interrompere il corso del trattamento.

Potresti aver bisogno di esami per verificare la salute della vescica, dell'uretra e dei reni. Il medico prescriverà il trattamento appropriato. In alcuni casi, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

Svuota la vescica tutte le volte che è necessario. Questo è particolarmente importante perché trattenere la minzione è una delle principali cause di cistite.

Bere almeno 8 bicchieri di liquido al giorno.

Lavare almeno una volta al giorno. Dopo aver urinato, le donne dovrebbero lavarsi prima dalla parte anteriore e poi dalla parte posteriore per ridurre la possibilità che i batteri dalla zona anale entrino nell'uretra.

Preferisci biancheria intima di cotone a quella sintetica ed evita di indossare pantaloni stretti.

Se la cistite si ripresenta (si ripresenta), è necessario sostituire il bagno con una doccia. Una normale doccia o bidet rende la pulizia molto più facile.

Dopo il rapporto, urina. In questo caso, i batteri intrappolati nell'apertura dell'uretra verranno eliminati prima che inizino a moltiplicarsi..

È dannoso sopportare quando si vuole andare in bagno? E esattamente quanto non è dannoso sopportare? Opinioni di medici americani e russi sul fatto che sia dannoso trattenere l'urina nel corpo,

Il sito web americano Prevention.com cita l'opinione del dottor Benjamin Brucker, assistente professore di urologia presso il NYU Langone Medical Center. Gli diamo la parola.

La maggior parte delle donne può trattenere l'urina per 3-6 ore. Naturalmente, queste sono cifre medie che dipendono fortemente dalle circostanze: il volume del liquido bevuto, la temperatura ambiente, nonché le caratteristiche individuali della vescica - il suo volume e la sua sensibilità. Allo stesso tempo, il medico rifiuta di dare una risposta scientificamente fondata e supportata dalla ricerca alla domanda posta nel sottotitolo: "La scienza non ha studiato questo problema come dovrebbe"..

La risposta è anche individuale, la domanda è che cosa è esattamente considerato un impulso: per alcuni è un desiderio sottile, per qualcuno è considerato un impulso - un desiderio intollerabile fino al punto di dolore per andare immediatamente in bagno. Il dottor Brooker consiglia di trovare una via di mezzo: "non ha senso correre a ogni primo impulso leggero, ma non puoi portare crampi e dolore.

Con la solita pazienza, la vescica non scoppierà, scrivono gli esperti. Tuttavia, se è gravemente sovraffollato, può esplodere da influenze esterne: un colpo o un movimento brusco con tensione nella stampa. La causa più comune di danno alla vescica è un incidente, cadute dall'alto o oggetti pesanti che cadono sul basso addome di una persona. In questo caso, la probabilità di morte è alta..

Nella storia c'è un caso di morte per eccessiva pazienza, tuttavia, negli anni, la storia potrebbe essere abbellita. Astronomo, astrologo e alchimista danese del Rinascimento Tycho Brahe. C'è una leggenda secondo cui Brahe, seguendo l'etichetta di corte, non poté lasciare la tavola reale durante un banchetto e morì all'età di 51 anni (nel 1601) per una vescica rotta. Il divario non si è verificato durante l'evento stesso. Dopo che Tycho è arrivato a casa, si è scoperto che se poteva urinare, era solo un po 'e con un grande dolore. La notte prima della sua morte, si precipitò in delirio, esclamando che sperava che la sua vita non fosse vana.

Fisiologicamente, i medici concordano sul fatto che la rottura della vescica con tensione arbitraria dello sfintere non può verificarsi.

"La cosa peggiore è che con una pazienza regolare, si possono sviluppare infiammazioni e dolori alla vescica", afferma il dottor Benjamin Brooker.

Questo problema è stato sollevato anche in "Living Healthy!" - guarda dalle 3:00 alle 7:00. E le conclusioni sono le stesse di quelle del collega americano.

Fatti che puoi imparare dallo spettacolo:

- Le donne dovrebbero normalmente andare in bagno più spesso degli uomini,

- Con una pazienza troppo lunga, la vescica non si svuota completamente. In questo caso, le infezioni possono persistere nelle urine. Se ristagna regolarmente, c'è il rischio di malattie infiammatorie - cistite..

- Quando l'urina ristagna, l'acido urico può corrodere le pareti della vescica. È anche uno dei meccanismi per lo sviluppo della cistite..

Conclusioni: non dovresti correre fanaticamente con ogni impulso, ma non puoi nemmeno sopportarlo a lungo per la tua salute.

Ti sei mai chiesto se è dannoso sopportare se vuoi andare in bagno e quali sono le conseguenze di tali azioni? Dopotutto, almeno una volta abbiamo dovuto tutti superare il nostro desiderio naturale... E nel nostro articolo di oggi parleremo dei problemi associati a questo.

Quante volte nella tua vita hai dovuto sopportare e rimandare il tuo viaggio in bagno? Lavori, sei costantemente impegnato con qualcosa e vai in bagno tutto il tempo "non c'è tempo", anche se senti che il tuo corpo ne ha bisogno. A volte possiamo davvero "sopportare" la voglia di urinare e rimandare il nostro viaggio in bagno di 3-4 ore per tornare a casa, ad esempio, e fare tutto con calma in un ambiente familiare.

Questo può accadere una o due volte a settimana, ma cosa succede se la "pazienza" diventa un'abitudine? Dopotutto, ci sono persone che si sentono a proprio agio solo nel proprio bagno e cercano di evitare i bagni pubblici, compresi quelli che si trovano sul posto di lavoro..

Dato questo fatto, vorremmo avvertirti che dovresti stare molto attento con una tale abitudine. A lungo termine, può portare a gravi problemi di salute di cui essere consapevoli. Leggi a riguardo nel nostro articolo di oggi..

Non va mai dimenticato che l'urina, come l'acqua, con tutti i prodotti di scarto di cui l'organismo non ha più bisogno, viene filtrata dai reni. Così, nella vescica accumuliamo un intero "bouquet" di tutti i tipi di rifiuti, acidi e ammoniaca, che possono danneggiare gradualmente le pareti delle vie urinarie e la vescica stessa.

Inoltre, non dobbiamo dimenticare che ogni volta che andiamo in bagno, liberiamo il nostro corpo dai batteri che si sono accumulati nell'uretra, impedendo loro di entrare in altre aree dove possono causare infezioni. Ma cosa succede in quei casi in cui per qualche motivo non possiamo andare in bagno e dobbiamo resistere?

E accade quanto segue: questi batteri sono nel nostro corpo per un tempo più lungo, il che significa che aumenta il rischio che si "attaccano" alle pareti della vescica o delle vie urinarie e causino un fenomeno spiacevole e doloroso come la cistite. Pertanto, non dovresti sopportare! Meglio ancora andare in bagno.

Di regola, la vescica contiene da 150 a 200 ml di liquido (a seconda delle caratteristiche individuali dell'organismo). Quando la vescica si riempie, vengono attivati ​​i recettori che inviano un segnale al cervello che è ora di andare in bagno. Quindi il cervello, a sua volta, attiva la sensazione di disagio, e talvolta anche di dolore, così che andiamo subito a svuotare la nostra vescica..

Cosa succede se non lo facciamo? Cosa succede se non ascoltiamo il nostro cervello? Se continuiamo a fare qualcosa, superando il nostro desiderio naturale? E berremo e mangeremo anche noi, permettendo così al fluido di accumularsi nel nostro corpo? Le pareti della nostra vescica continueranno ad espandersi... Questo non è il fenomeno più sicuro, e dovresti esserne consapevole.

Poche malattie sono spiacevoli e dolorose come la colica renale. Alcune persone hanno maggiori probabilità di avere calcoli renali rispetto ad altre, ma nella maggior parte dei casi, la ragione del loro aspetto è proprio la ritenzione di urina nel corpo per lungo tempo..

Se sei il tipo di persona che cammina con la vescica piena tutto il giorno e resiste fino a quando non è a casa, allora dovresti sapere che oltre alla comparsa di possibili infezioni, contribuisci alla formazione di piccoli cristalli nei reni (di solito, fosfati, ammonio e magnesio).

Si tratta di "rifiuti" che entrano facilmente nei reni e vi rimangono, trasformandosi gradualmente da piccoli cristalli in vere pietre. La rimozione di queste pietre dal corpo è molto dolorosa e causa molta sofferenza..

Per questo motivo, cerca di andare comunque in bagno ogni volta che hai un tale desiderio..

Il reflusso vescico-ureterale è un problema molto serio di cui essere consapevoli e può derivare da abitudini di minzione scorrette.

Questa malattia si sviluppa quando l'urina, invece di essere espulsa dal corpo dopo essere stata nella vescica per un po 'di tempo, ritorna nell'uretra e nei reni. Provoca gravi infezioni.

Di regola, il reflusso vescico-ureterale ha diversi stadi, da I a V, a seconda della gravità del caso. Nella prima fase, la più lieve, l'urina raggiunge gli ureteri. Ma quando il reflusso urinario raggiunge i reni ogni giorno, possiamo già parlare della fase V..

Questo è davvero già molto grave, poiché oltre a possibili infezioni, possono essere causati gravi danni ai reni. Tienilo a mente!

Quindi, sopportare quando vuoi usare il bagno è davvero molto dannoso. Il dottor Benjamin Brooker, professore assistente di urologia presso il Langone Medical Center della NYU, ritiene che sia necessario trovare un "punto debole": non correre quando si ha una voglia facile, ma non portare dolore. L'importante è non trasformarlo in un'abitudine. E se il tuo corpo ti segnala che è ora di andare in bagno, allora è consigliabile non aspettare più di 10-15 minuti. Trascorso questo tempo, il cervello smetterà di inviarci segnali e quindi potrebbero sorgere gravi conseguenze..

Sentirai gonfiore, oltre all'accumulo di liquidi in eccesso e tossine nel corpo, sentirai brividi e quindi dolore nella zona pelvica. In altre parole, non sentirai più il bisogno di urinare da solo, ma diventerai notevolmente più stanco e lento..

Questo di solito porta la persona a consumare più liquidi per rinvigorirsi, e questo non fa che aggravare la situazione..

Quindi, se vuoi andare in bagno, non dovresti sopportarlo, altrimenti può influire negativamente sulla tua salute..

L'infiammazione della vescica oggi è un problema abbastanza comune, caratterizzato da una massa di sensazioni spiacevoli come minzione alterata, dolore con cistite, ecc. Se la malattia non viene curata, ciò può portare a conseguenze molto gravi. Se guardi le statistiche, nella maggior parte dei casi, vale a dire, nel 60-70%, il gentil sesso è malato, molto meno spesso la malattia si sviluppa negli uomini e nei bambini, tuttavia, non fa eccezione. Perché le donne si ammalano più spesso? Questo perché la loro uretra è molto più corta e più larga, il che è una tolleranza diretta per l'ingresso dei batteri..

Nella maggior parte dei casi, è dalla vagina che i microrganismi patogeni entrano nella vescica attraverso l'uretra e dopo 12-48 ore si possono osservare i primi sintomi della malattia. Di norma, questa volta è sufficiente affinché i microrganismi si moltiplichino e creino una microflora sfavorevole nell'organo..

La minzione con cistite, di regola, diventa più frequente, dà disagio e dolore al paziente. Naturalmente, in presenza di questo segno, è necessario contattare immediatamente uno specialista che effettuerà un esame appropriato e prescriverà un trattamento adeguato. Le manifestazioni concomitanti del processo infiammatorio, a seconda della forma della malattia, possono essere:

  • febbre;
  • esaurimento generale del corpo;
  • debolezza;
  • sensazione di "dolori" alle articolazioni;
  • disagio durante il rapporto.

Se lasci che la malattia faccia il suo corso o ti auto-medichi, allora c'è un'alta probabilità che la malattia si trasformi in una forma cronica e ti tormenterà costantemente con esacerbazioni sistematiche. Al fine di prevenire la cistite con sangue alla fine della minzione, è necessario conoscere le principali cause dell'insorgenza della malattia, i fattori che predispongono al suo sviluppo.

Se parliamo delle cause della comparsa della malattia nel corpo, allora ce ne possono essere molte, ma tuttavia, gli esperti identificano le più comuni:

  • inosservanza delle regole di igiene personale;
  • l'uso di prodotti chimici per l'igiene intima;
  • sesso frequente e promiscuo;
  • ipotermia, che può provocare quasi immediatamente cistite senza dolore durante la minzione. Le sensazioni dolorose in alcuni casi possono unirsi un po 'più tardi;
  • infezione, ovvero batteri, funghi, virus che entrano nell'organo attraverso la vagina, l'intestino, i reni;
  • malattie protratte di forma cronica che riducono le difese dell'organismo, come oncologia, HIV, tubercolosi.

Come si può vedere da quanto sopra, ci sono molti fattori che contribuiscono allo sviluppo della malattia, quindi ogni persona dovrebbe prendersi cura della propria salute nel modo più responsabile possibile, aderire a misure preventive in modo che in seguito non debbano sopportare dolore durante la minzione durante la cistite e altri sintomi spiacevoli.

Il quadro clinico della malattia può essere diverso, vale a dire, ogni corpo umano può far fronte al processo infiammatorio in modi diversi. In alcune donne, ad esempio, i sintomi saranno pronunciati con il sangue durante la minzione con cistite, dolore e così via. Altri, invece, sperimenteranno solo un leggero disagio. Succede anche che la malattia diventi cronica molto rapidamente, quindi è molto importante conoscere i primi segni della malattia per poterli riconoscere in tempo e iniziare subito il trattamento. Le principali manifestazioni sintomatiche della cistite includono:

  • bisogno frequente di andare in bagno "in modo piccolo";
  • la quantità di fluido rilasciata durante il processo è minima;
  • l'urina acquisisce un odore specifico sgradevole;
  • diventa nuvoloso;
  • il paziente avverte disagio e dolore nell'addome inferiore;
  • c'è difficoltà a urinare con cistite, una persona vuole svuotarsi, ma semplicemente non può.

L'infiammazione della vescica deve necessariamente essere trattata nella sua fase iniziale per evitare complicazioni e forme croniche. Pertanto, con i primi segni, dovresti immediatamente andare dal medico e non auto-medicare. La malattia può essere causata da vari microrganismi e, come sapete, molti farmaci influenzano solo alcuni gruppi di essi. Di conseguenza, il rimedio che hai scelto in modo errato in farmacia potrebbe non solo non riuscire a curare la malattia, ma anche aggravarne il decorso. Pertanto, se la minzione abbondante e i crampi sono stati riscontrati con la cistite nelle donne, è necessario contattare uno specialista competente. Farà i test necessari e, in base ai loro risultati, prescriverà un trattamento adeguato..

Di norma, il trattamento viene effettuato con farmaci antibatterici, antibiotici, diuretici. L'asciugatura e l'irrigazione aiutano le donne. Se la malattia ha un decorso grave, il trattamento dei disturbi urinari con cistite può essere effettuato in ambiente ospedaliero.

L'infiammazione della vescica oggi è un problema abbastanza comune, caratterizzato da una massa di sensazioni spiacevoli come minzione alterata, dolore con cistite, ecc. Se la malattia non viene curata, ciò può portare a conseguenze molto gravi. Se guardi le statistiche, nella maggior parte dei casi, vale a dire, nel 60-70%, il gentil sesso è malato, molto meno spesso la malattia si sviluppa negli uomini e nei bambini, tuttavia, non fa eccezione. Perché le donne si ammalano più spesso? Questo perché la loro uretra è molto più corta e più larga, il che è una tolleranza diretta per l'ingresso dei batteri..

Nella maggior parte dei casi, è dalla vagina che i microrganismi patogeni entrano nella vescica attraverso l'uretra e dopo 12-48 ore si possono osservare i primi sintomi della malattia. Di norma, questa volta è sufficiente affinché i microrganismi si moltiplichino e creino una microflora sfavorevole nell'organo..

La minzione con cistite, di regola, diventa più frequente, dà disagio e dolore al paziente. Naturalmente, in presenza di questo segno, è necessario contattare immediatamente uno specialista che effettuerà un esame appropriato e prescriverà un trattamento adeguato. Le manifestazioni concomitanti del processo infiammatorio, a seconda della forma della malattia, possono essere:

  • febbre;
  • esaurimento generale del corpo;
  • debolezza;
  • sensazione di "dolori" alle articolazioni;
  • disagio durante il rapporto.

Se lasci che la malattia faccia il suo corso o ti auto-medichi, allora c'è un'alta probabilità che la malattia si trasformi in una forma cronica e ti tormenterà costantemente con esacerbazioni sistematiche. Al fine di prevenire la cistite con sangue alla fine della minzione, è necessario conoscere le principali cause dell'insorgenza della malattia, i fattori che predispongono al suo sviluppo.

Se parliamo delle cause della comparsa della malattia nel corpo, allora ce ne possono essere molte, ma tuttavia, gli esperti identificano le più comuni:

  • inosservanza delle regole di igiene personale;
  • l'uso di prodotti chimici per l'igiene intima;
  • sesso frequente e promiscuo;
  • ipotermia, che può provocare quasi immediatamente cistite senza dolore durante la minzione. Le sensazioni dolorose in alcuni casi possono unirsi un po 'più tardi;
  • infezione, ovvero batteri, funghi, virus che entrano nell'organo attraverso la vagina, l'intestino, i reni;
  • malattie protratte di forma cronica che riducono le difese dell'organismo, come oncologia, HIV, tubercolosi.

Come si può vedere da quanto sopra, ci sono molti fattori che contribuiscono allo sviluppo della malattia, quindi ogni persona dovrebbe prendersi cura della propria salute nel modo più responsabile possibile, aderire a misure preventive in modo che in seguito non debbano sopportare dolore durante la minzione durante la cistite e altri sintomi spiacevoli.

Il quadro clinico della malattia può essere diverso, vale a dire, ogni corpo umano può far fronte al processo infiammatorio in modi diversi. In alcune donne, ad esempio, i sintomi saranno pronunciati con il sangue durante la minzione con cistite, dolore e così via. Altri, invece, sperimenteranno solo un leggero disagio. Succede anche che la malattia diventi cronica molto rapidamente, quindi è molto importante conoscere i primi segni della malattia per poterli riconoscere in tempo e iniziare subito il trattamento. Le principali manifestazioni sintomatiche della cistite includono:

  • bisogno frequente di andare in bagno "in modo piccolo";
  • la quantità di fluido rilasciata durante il processo è minima;
  • l'urina acquisisce un odore specifico sgradevole;
  • diventa nuvoloso;
  • il paziente avverte disagio e dolore nell'addome inferiore;
  • c'è difficoltà a urinare con cistite, una persona vuole svuotarsi, ma semplicemente non può.

L'infiammazione della vescica deve necessariamente essere trattata nella sua fase iniziale per evitare complicazioni e forme croniche. Pertanto, con i primi segni, dovresti immediatamente andare dal medico e non auto-medicare. La malattia può essere causata da vari microrganismi e, come sapete, molti farmaci influenzano solo alcuni gruppi di essi. Di conseguenza, il rimedio che hai scelto in modo errato in farmacia potrebbe non solo non riuscire a curare la malattia, ma anche aggravarne il decorso. Pertanto, se la minzione abbondante e i crampi sono stati riscontrati con la cistite nelle donne, è necessario contattare uno specialista competente. Farà i test necessari e, in base ai loro risultati, prescriverà un trattamento adeguato..

Di norma, il trattamento viene effettuato con farmaci antibatterici, antibiotici, diuretici. L'asciugatura e l'irrigazione aiutano le donne. Se la malattia ha un decorso grave, il trattamento dei disturbi urinari con cistite può essere effettuato in ambiente ospedaliero.

La cistite è una malattia della vescica, in cui l'infiammazione si verifica sulla parete dell'organo, irritando la mucosa e portando alla spremitura dei tessuti molli adiacenti e delle radici nervose. In questo caso, il paziente avverte un forte dolore durante la minzione, bruciore ai genitali e prurito costante, che non può essere eliminato. Ma succede anche che la cistite procede senza un quadro sintomatico pronunciato..

Questa forma di malattia della vescica è piuttosto pericolosa, poiché una donna potrebbe non sapere nemmeno che l'infiammazione si è sviluppata negli organi urinari, il che, senza un trattamento tempestivo, può portare a una serie di gravi complicazioni. Perché la cistite si sviluppa senza dolore durante la minzione, come identificare la patologia e quali sono i metodi per trattare la malattia.

I motivi per cui la malattia non ha un sintomo doloroso sono associati alle caratteristiche individuali dell'organismo, al tipo di microflora patologica che ha provocato l'infiammazione sulla parete della vescica e ad una serie di altri fattori.

Anche in assenza di dolore, la cistite può essere determinata, perché la malattia è espressa da una serie di altri segni. Se presti attenzione ai cambiamenti nel corpo in modo tempestivo, il processo patologico può essere curato nel tempo e lo sviluppo di gravi complicazioni può essere prevenuto..

La cistite senza dolore è un evento raro. I seguenti fattori portano allo sviluppo di un processo infiammatorio sulla vescica senza sintomi dolorosi:

  • decorso cronico della malattia;
  • patologia del sistema nervoso centrale;
  • uso a lungo termine di farmaci con spettro d'azione anestetico per motivi medici;
  • spesso lo stato di gravidanza.

Se la forma acuta della malattia non è stata curata in modo tempestivo, si trasforma molto rapidamente in uno stadio cronico. Contrariamente alla cistite acuta, l'infiammazione cronica è caratterizzata dall'assenza di un quadro sintomatico pronunciato. Ma questo non sempre accade, molto dipende dal grado di soglia del dolore di una persona..

L'infiammazione che colpisce le pareti della vescica porta al fatto che l'organo interessato aumenta di dimensioni, rispettivamente, inizia a spremere gli organi interni adiacenti e per questo motivo si verifica dolore. Con la cistite con un decorso cronico, c'è dolore, ma è insignificante, spesso dolorante. Se una persona è abbastanza tollerante al dolore, potrebbe semplicemente non sentire un tale sintomo..

L'assenza di dolore durante l'infiammazione è anche dovuta al fatto che la malattia causata da una microflora patogena infettiva si sviluppa contemporaneamente all'influenza o ad un forte raffreddore. Pertanto, una persona prende i segni della cistite per una clinica di malattie del tratto respiratorio superiore..

In alcuni pazienti la patologia viene diagnosticata in una fase successiva dello sviluppo, spesso con complicazioni, in quanto la maggior parte dei sintomi tipici di questa malattia sono assenti. Perché potrebbe non esserci dolore con la cistite? Il paziente ha una caratteristica individuale: danno al sistema nervoso centrale, a causa del quale la sensibilità del dolore è compromessa.

La disfunzione delle radici nervose porta al fatto che il cervello non riceve gli impulsi necessari. La patologia indolore associata a danni ai nervi si verifica principalmente negli anziani.

L'infiammazione della vescica raramente scompare senza dolore. Più spesso, ci sono condizioni patologiche in cui una persona semplicemente non sente dolore. Spesso, l'assenza di tali manifestazioni sintomatiche è dovuta al fatto che una persona ha assunto per lungo tempo farmaci con spettro d'azione anestetico a causa del trattamento di altre malattie che si manifestano con un forte dolore. Sotto l'influenza di farmaci, il dolore causato dalla cistite e da altre malattie associate è attenuato.

Nelle donne durante la gravidanza, la cistite si verifica abbastanza spesso, la ragione di ciò è la ristrutturazione del background ormonale, la soppressione del sistema immunitario. Nelle donne in gravidanza, la malattia si manifesta spesso senza sintomi di dolore. La sua assenza è spiegata dal fatto che la malattia della vescica non è di natura infettiva..

La minzione frequente, che spaventa così tanto le donne, è associata ad un aumento delle dimensioni fetali e della pressione sulla vescica. Da un lato, un tale processo è assolutamente normale, dall'altro non dovresti essere negligente al riguardo, devi consultare un medico per assicurarti che non ci siano virus o infezioni negli organi genito-urinari.

L'infiammazione della vescica è un fenomeno molto spiacevole che si manifesta in vivide manifestazioni sintomatiche, quindi non c'è alcuna difficoltà a identificarlo. Le cose vanno molto peggio quando non c'è un quadro clinico doloroso della malattia.

Si sviluppa un'infiammazione sull'organo, i tessuti molli vicini e sani e gli organi interni sono danneggiati, non c'è trattamento, poiché la persona non sa di avere la cistite. Esistono numerosi altri segni con cui è possibile determinare la presenza di infiammazione:

  • la voglia di urinare più di 10 volte per colpo;
  • una diminuzione del volume di urina che viene rilasciato al giorno;
  • sentire che la vescica è costantemente piena;
  • l'urina diventa torbida, emana un odore atipico;
  • la presenza di coaguli di sangue nel sangue (un segno di un decorso grave della malattia);
  • deterioramento delle condizioni generali.

In condizioni di salute normali, una persona va in bagno da 5 a 8 volte al giorno. La quantità di minzione giornaliera dipende dalle caratteristiche individuali del corpo, dalla dieta, dalla quantità di liquidi che bevi e dalla temperatura ambiente. Se il numero di viaggi in bagno aumenta, mentre la persona non ha consumato cibi e liquidi che hanno un effetto diuretico, questo è un motivo per diffidare.

Con la cistite, la quantità di urina escreta diminuisce significativamente. Una persona avverte un forte bisogno di urinare e, di conseguenza, esce pochissima urina. Dopo aver usato il bagno, sembra che la vescica sia piena. Questi sono sintomi sicuri della cistite, anche se non c'è dolore e sensazione di bruciore..

Per assicurarti finalmente che ci sia un processo infiammatorio, devi prestare attenzione al colore delle urine. Con la cistite, l'urina diventa più scura del solito, appare un sedimento torbido e il fluido biologico perde la sua trasparenza. L'urina ha un odore pungente e atipico, che indica un'infiammazione.

Qualsiasi processo infiammatorio nel corpo provoca un deterioramento delle condizioni generali del corpo. Una persona sperimenta debolezza, letargia e apatia, è possibile che la temperatura corporea salga a 38 gradi, sebbene questo sintomo sia facoltativo per la cistite. Se si riscontrano questi segni, è necessario consultare immediatamente un medico, l'assenza di dolore non significa che la malattia non stia progredendo.

Quando la cistite si manifesta con un forte dolore insieme ad altri sintomi, la persona non ha dubbi di avere la cistite. La diagnostica viene eseguita per chiarire la diagnosi primaria e determinare la microflora patogena che ha innescato lo sviluppo della malattia.

Se non c'è dolore, vengono prescritti numerosi test di laboratorio e metodi diagnostici strumentali per fare una diagnosi accurata. Sono necessari i seguenti test:

  • esami clinici generali del sangue e delle urine;
  • coltura batterica delle urine;
  • analisi delle urine secondo Nechiporenko;
  • esame ecografico degli organi urinari;
  • cistoscopia;
  • tampone vaginale.

In un esame del sangue generale, viene rivelata la presenza di un processo infiammatorio nel corpo, viene controllata la condizione generale del corpo, viene diagnosticata la presenza o l'assenza di malattie concomitanti. Viene controllato il livello di ESR (velocità di eritrosedimentazione). Se questa cifra è troppo alta, è un segno di infiammazione..

Un'analisi generale delle urine mostra la presenza di sedimenti nel materiale biologico. L'urinocoltura batteriologica rivela la presenza di eritrociti e leucociti nelle urine che, in condizioni normali, non dovrebbero essere nelle urine.

La semina viene utilizzata per determinare il tipo di microflora patogena che ha causato lo sviluppo del processo infiammatorio. I risultati dell'analisi della coltura batteriologica aiutano il medico a scegliere il trattamento corretto ed efficace.

L'analisi delle urine secondo Nechiporenko - uno studio di laboratorio sull'urina raccolta al mattino, rivela lo stadio di sviluppo del processo patologico per la presenza o l'assenza di complicanze nel sistema genito-urinario.

L'esame ecografico della vescica e degli organi del sistema genito-urinario è obbligatorio, anche se la diagnosi di cistite è già stata confermata durante gli esami di laboratorio del sangue e delle urine. L'ecografia è necessaria per determinare lo stato della vescica, la posizione esatta dell'infiammazione, lo stato degli organi interni vicini e dei tessuti molli che possono essere danneggiati dall'infiammazione.

Il metodo diagnostico strumentale più accurato che mostra lo stato degli organi del sistema urinario è la cistoscopia. L'essenza del metodo è l'introduzione nell'uretra di un dispositivo speciale: un cistoscopio, dotato alla fine di un dispositivo ottico che trasmette l'immagine allo schermo.

La cistoscopia è una procedura dolorosa, che comporta rischi di lesioni alle mucose degli organi interni del sistema genito-urinario, pertanto è vietato eseguire questo metodo diagnostico nella forma acuta di cistite con un quadro sintomatico pronunciato.

Per determinare la causa esatta dello sviluppo della cistite nelle donne, viene prelevato uno striscio dalla vagina per verificare la presenza di infezioni genitali trasmesse a seguito di intimità non protetta. Queste malattie sono una causa comune di cistite, ma la donna stessa potrebbe non essere consapevole della loro presenza, poiché per molto tempo potrebbero non mostrare un quadro sintomatico pronunciato, influenzando negativamente gli organi interni.

È importante determinare il motivo per cui una persona non avverte dolore con la cistite, quindi, oltre ai test necessari per ottenere un quadro completo della malattia, il paziente viene sottoposto a una visita medica completa.

Se l'assenza di dolore è causata da un decorso cronico della malattia, viene selezionato un trattamento appropriato. In caso di danni alle radici delle terminazioni nervose, è necessario identificare la causa della patologia e condurre la terapia necessaria.

Patologia senza dolore non significa uno stadio lieve della malattia, che può andare via da solo. La terapia della cistite viene selezionata su base individuale, a seconda di cosa ha causato lo sviluppo dell'infiammazione nella vescica. Se la cistite è provocata da batteri patogeni, viene prescritto un ciclo di antibiotici. La durata della terapia va dai 5 ai 7 giorni, in assenza di complicanze. Gli antibiotici sono prescritti sotto forma di pillola.

Quando un test delle urine mostra la presenza di un virus, viene prescritto un farmaco antivirale. Esiste un terzo tipo di microflora patogena, che spesso diventa un fattore che provoca la cistite: si tratta di funghi che si moltiplicano rapidamente sulle mucose degli organi interni del sistema genito-urinario. Se vengono rilevati, viene prescritta una terapia appropriata..

Oltre alla terapia strettamente mirata, è importante capire perché una persona non ha dolore con questa malattia. Se il motivo dell'assenza di un quadro sintomatico è la patologia del sistema nervoso centrale con danni alle radici delle terminazioni nervose, è obbligatoria una diagnostica aggiuntiva e viene prescritto un trattamento.

Nei casi in cui la cistite procede senza dolore a causa dell'uso prolungato di farmaci con uno spettro d'azione anestetico, il corpo viene purificato per rimuovere i resti dei componenti attivi dei farmaci e ripristinare la sensibilità al corpo.

Quando si diagnostica una forma cronica di cistite, che spesso procede senza dolore, viene prescritta una terapia farmacologica con la somministrazione di farmaci antivirali o antibiotici, viene eseguita una terapia di supporto per ripristinare tutto il corpo, attivare le funzioni protettive del sistema immunitario e per prevenirne il ripetersi. A tutti i pazienti vengono prescritti complessi vitaminici..

In caso di sviluppo di cistite durante la gravidanza, quando non c'è dolore, e la minzione frequente è causata dalla pressione del feto ingrandito sugli organi interni, senza la presenza di infezioni e altre patologie, nessun trattamento viene effettuato come tale. La dieta viene regolata, vengono aggiunte vitamine.

Una dieta terapeutica è prescritta per tutti i pazienti. Il menu introduce cibi e bevande che hanno un effetto diuretico in modo che la microflora patogena esca dalla vescica con l'urina.

Vari decotti a base di erbe hanno dimostrato di essere efficaci nel trattamento dell'infiammazione della vescica. Camomilla, edera, iperico, corteccia di quercia e bacche acide non solo stimolano la minzione, ma attivano anche le funzioni protettive del sistema immunitario, contribuendo al rapido sollievo del processo infiammatorio e al ripristino di tutto il corpo.

Il trattamento di una malattia che si verifica senza la manifestazione di un sintomo doloroso presenta una serie di differenze rispetto al trattamento dell'infiammazione della vescica con un quadro clinico doloroso. Non è necessario ricoverare il paziente in ospedale e assumere farmaci antidolorifici, che vengono spesso somministrati per via endovenosa se il dolore è grave.

La terapia per l'infiammazione senza dolore si svolge a casa, la donna prende le medicine prescritte, beve decotti di erbe medicinali e si riposa. Il congedo per malattia per cistite senza dolore, di regola, non viene rilasciato, poiché l'assenza di sintomi dolorosi non compromette la capacità di lavoro della donna, come accade nel caso di un quadro sintomatico pronunciato.

La terapia per la cistite con decorso cronico è difficile e lunga. Oltre a prendere determinati farmaci, a una donna viene prescritto un ciclo di procedure di fisioterapia che aiutano a far fronte rapidamente all'infiammazione. Dopo che il corso, la cui durata è fissata dal medico, è completato, è necessario sottoporsi a una seconda diagnosi: superare un test delle urine e fare una diagnosi ecografica per assicurarsi che l'infiammazione sia passata e non ci siano complicazioni.

La cistite senza dolore è rara. L'assenza di sintomi dolorosi, tagli e sensazione di bruciore durante la minzione inibisce in modo significativo la diagnosi tempestiva, consentendo lo sviluppo della malattia. Se una donna ha notato che ha iniziato a correre in bagno più spesso, è comparsa la debolezza, non pensare che la ragione di questa sia una nuova dieta o stanchezza al lavoro, dovresti consultare immediatamente un medico. La cistite porta spesso a gravi complicazioni.

L'eterno problema: non lo sopporto per molto tempo

Commenti degli utenti

Ho preso un raffreddore per molto tempo, ho trascorso una settimana in paese con un bagno in strada. Il dolore è passato e corro in bagno ogni ora. Ho partorito già 2 volte, molti medici mi hanno guardato, sono sano) 10 anni come spazzatura. Mio marito scherza, ma non sono divertente

Qui ho avuto la cistite qualche mese fa, è iniziata il giorno dell'arrivo del CD. Ho visto dei tabla seri. Ma a volte la sensazione è la stessa e passa immediatamente, e dopotutto, tutto è normale e consegno urina e sbavature tutto il tempo

Oh, andiamo alla maratona con noi)))

I miei muscoli stanno bene. Mi fa solo male sopportare, voglio davvero andare in bagno velocemente e il volume è grande. Vado in bagno almeno ogni ora.

Bene, una volta ogni ora va bene

Abbiamo 40 minuti per raggiungere la città e un'altra 1,5 ore per la misurazione.

Il corpo non se ne cura?

Anche quando sono preoccupato di vedere il corpo a casa, mi fa beffe in quel modo

Hai bisogno di vedere un urologo. I muscoli del pavimento pelvico si sono indeboliti. Fai esercizi intimi su questi muscoli.

I muscoli stanno bene. L'urologo non ha trovato niente.