Dolore alla vescica: cause, manifestazioni, trattamento

Se la vescica fa male, c'è un certo disagio, quindi i motivi potrebbero essere diversi, e non solo la cistite, che molte persone sentono.

Ci sono una serie di altre disfunzioni del sistema urinario che richiedono un'attenzione e un trattamento speciali, ei loro sintomi sono espressi in dolori di varia intensità e localizzazione..

Caratteristiche della vescica

Le funzioni principali dell'urea sono accumulare una certa quantità di urina, per rimuoverla dal corpo in modo tempestivo. Tutti questi processi si verificano a causa del tessuto muscolare, dei recettori, degli impulsi inviati al cervello, passando attraverso le fibre del midollo spinale.

L'organo è costituito da diversi strati: mucoso, muscolare, che contribuisce alla contrazione e allo stiramento, inclusi detrusore e sieroso.

Il contenimento dell'urina e lo svuotamento di un organo vengono effettuati utilizzando una sorta di valvola o sfintere, che si rilassa quando l'urina viene rilasciata, si contrae quando viene trattenuta, si accumula.

La catena è relativamente complessa, accompagnata da varie reazioni a livello fisico e neurologico. Se a un certo punto si verificano guasti, compaiono segni che caratterizzano determinati processi patologici.

Manifestazione della sindrome del dolore

Il disagio e il dolore nel sistema genito-urinario possono manifestarsi con intensità e frequenza variabili. Ciò è dovuto ai diversi sintomi di malattie progressive e focolai di insorgenza. Le funzioni di altri organi del sistema urinario o della piccola pelvi possono essere compromesse e le violazioni si riflettono nel processo di ritiro dell'urina, accompagnato da dolore.

Le specifiche del dolore negli uomini e nelle donne

Poiché tutti gli organi pelvici sono interconnessi, uomini e donne hanno alcune differenze nei segni e nei sintomi di accompagnamento per il dolore alla vescica. I principali sono:

  1. Nelle donne, oltre al dolore direttamente nell'area della vescica, possono unirsi sensazioni spiacevoli nell'utero e nella vagina. Ciò deriva dalla struttura speciale degli organi pelvici, la relazione di tutti gli organi. Spesso, il dolore alla vescica è associato a segni concomitanti di malattie infiammatorie ginecologiche, reni.
  2. Negli uomini, esiste la possibilità di localizzazione del dolore nel pene, scroto, che a volte spaventa i pazienti, poiché i sintomi sono simili ad alcune infezioni a trasmissione sessuale. Caratterizzato dall'aggiunta di sensazioni spiacevoli associate alla patologia della ghiandola prostatica, adenoma.

Oltre alle sensazioni di dolore specifiche, esiste un elenco di sintomi tipici delle malattie della vescica diagnosticate nei pazienti indipendentemente dal sesso..

Le principali cause del dolore

Le cause del dolore alla vescica possono essere molte, a partire da raffreddore, infiammazione e terminano con urolitiasi, oncologia. Ecco perché è importante consultare uno specialista in modo tempestivo, anche con sintomi non intensamente espressi..

Tra le malattie più comuni, i cui sintomi sono il dolore nell'area della vescica, si possono distinguere:

Cistite

Violazione dell'integrità dell'epitelio o dell'organo mucoso. Le infiammazioni differiscono nella profondità della lesione, nella struttura e nel numero di fuochi. La cistite è classificata in base al tipo acuto e cronico, in base a fattori provocatori.

La patologia si presenta in connessione con un'infezione infettiva portata dall'esterno o "discendente" da altri tessuti, reazioni allergiche e altri fattori provocatori. I sintomi includono:

  • dolore nell'addome inferiore, compresi quelli periodici;
  • crampi, bruciore, fastidio durante la minzione, soprattutto all'inizio e alla fine del processo;
  • bisogno frequente di svuotare l'urina, ma esce una piccola quantità di urina o l'azione è generalmente inefficace;
  • possono comparire cambiamenti nella struttura delle urine, coaguli di sangue, pus, muco.

Malattia da urolitiasi

La formazione di sabbia, e successivamente di calcoli nelle vie urinarie, si verifica meno frequentemente che nei reni, ma questo fenomeno viene comunque diagnosticato. La cristallizzazione del sale si verifica nell'organo stesso o la sabbia scende dai reni. Inizialmente, il processo è asintomatico, ma dopo un aumento delle dimensioni delle pietre compaiono alcuni segni, ad esempio:

  • dolore nell'addome inferiore, a volte trasformandosi nella parte bassa della schiena;
  • minzione frequente, con l'avanzamento delle pietre, il rilascio di sabbia è doloroso;
  • dolore intenso e penetrante quando l'uretere è bloccato da una pietra.

Il trattamento dell'urolitiasi avviene con l'uso di farmaci che promuovono la rimozione di frazioni solide dalla vescica, dai reni.

Processi oncologici

Il tumore si manifesta sintomaticamente già nella fase di aumento delle dimensioni della neoplasia, penetrazione profonda nel tessuto. I tipi di dolore nell'uretere variano a seconda dello stadio di sviluppo e della localizzazione.

In alcuni i sintomi sono simili alla comparsa della cistite, in altri il dolore si manifesta dopo uno sforzo fisico. È difficile stabilire sintomi univoci e tipici del cancro, è necessario condurre studi speciali, analisi.

Adenoma prostatico

Una malattia specifica negli uomini, la cui manifestazione è caratterizzata da problemi con la minzione. Appare come un nodulo (benigno), costituito da un accumulo di epitelio e altri tessuti. La massa ostruisce o comprime l'uretra, causando un'escrezione di urina frequente, a volte dolorosa. Dolore che tira nella regione dell'urea, discendente nel perineo.

Periodo di gravidanza

Durante il periodo di gestazione, il tratto urinario subisce un doppio carico e, nel tempo, spremitura. Cambiamenti nell'afflusso di sangue ai tessuti, stiramento dei legamenti pelvici, spremitura delle vie urinarie a causa di un aumento dell'utero e del tratto urinario, appare il dolore.

Se durante la gravidanza si verificano patologie concomitanti, ad esempio la cistite, vengono aggiunti i sintomi di queste malattie. Per ridurre il carico sulle vie urinarie, si consiglia di indossare una benda; per altre cause di dolore, viene prescritta una terapia appropriata.

Parametrite

Una malattia infiammatoria purulenta dei tessuti che circondano una parte dell'utero. L'infezione può diffondersi alla vescica, con gravi conseguenze per tutti gli organi coinvolti. La vescica inizia a fare molto male ed è difficile far fronte agli attacchi senza antidolorifici. Di solito la situazione si verifica durante gli aborti chirurgici, la pulizia ginecologica.

Rottura del muro di bolle

Si verifica con lesioni, influenze fisiche sugli organi pelvici. Può essere diagnosticato come rottura peritoneale esterna ed interna. È accompagnato da sindrome da dolore grave, assenza parziale o completa di urina, perdita di sangue.

Cistalgia

Violazione specifica dell'afflusso di sangue e dello scambio linfatico nell'area pelvica. Ciò porta a malfunzionamenti dell'intero sistema genito-urinario, sebbene nella fase iniziale i test delle urine possano essere normali. Il sintomo del dolore pelvico cronico nelle donne si verifica per vari motivi, poiché la vescica si manifesta sotto forma di:

  • tirando dolori, sensazione periodica di dolore nell'addome inferiore;
  • l'aspetto di una sensazione di un organo affollato;
  • disagio durante il processo di minzione.

La cistalgia richiede un'attenta diagnosi, un trattamento complesso.

Vescica neurogena

Patologia derivante da fallimenti nel sistema nervoso, relazione degli impulsi del midollo spinale, cervello. I problemi si manifestano sotto forma di incontinenza o minzione frequente, perdite, voglia di sollecitare.

Rispetto a queste disfunzioni, la sindrome del dolore si forma nella regione della vescica. La malattia viene trattata con l'uso di farmaci neurologici se necessario.

I suddetti processi patologici non sono gli unici in cui si verifica dolore alla vescica. Le disfunzioni d'organo possono essere diverse, è importante rilevarle in modo tempestivo, adottare misure di trattamento al fine di escludere conseguenze irreversibili per la salute.

Come viene effettuato il trattamento?

In caso di dolore alla vescica, viene eseguita la diagnostica e solo successivamente viene applicato un trattamento per eliminare la causa. Per questo, vengono necessariamente utilizzati esami delle urine e del sangue, studi hardware (ultrasuoni, urografia, risonanza magnetica, cistoscopia e altri).

Ogni caso richiede un corso terapeutico appropriato. Spesso include l'uso di agenti antibatterici appositamente selezionati, poiché è l'infezione dei tessuti che porta all'infiammazione, successiva interruzione del sistema genito-urinario.

A seconda del quadro clinico, vengono prescritti farmaci con un diverso spettro d'azione. Questi possono essere potenti farmaci diuretici e dissolventi i calcoli, sedativi per normalizzare il sistema nervoso e così via..

Una certa posizione nel trattamento dei problemi urologici è presa da infusi e decotti di erbe, preparati a base di erbe e rimedi erboristici già pronti. Sono attivamente utilizzati come mezzo per stimolare la produzione di urina, antinfiammatori, tonici.

Il trattamento è principalmente finalizzato all'eliminazione del fattore provocante, ma viene presa in considerazione anche la necessità di alleviare il dolore. Per fare ciò, nomina:

  1. Antispastici. I farmaci aiutano a far fronte al dolore, riducono la contrazione muscolare. Non è consigliabile prendere prima della diagnosi principale, poiché i sintomi possono essere distorti.
  2. FANS. Mezzi ad elevata capacità analgesica, in breve tempo, riducono i segni dell'infiammazione. Non appartengono a medicinali, non raccomandato per l'uso a lungo termine.
  3. Diuretici. Speciali componenti stimolanti aiutano a prevenire il ristagno urinario, che è particolarmente necessario nelle reazioni infiammatorie, quando il ristagno urinario porta ad un aumentato rischio di suppurazione.

Il trattamento di ciascuna malattia che ha provocato dolore alla vescica viene effettuato secondo un programma individuale, prescritto esclusivamente da un medico.

Come prevenire l'insorgenza della malattia?

Dopo aver ripristinato la normale funzionalità dell'urea o come prevenzione dello sviluppo di eventuali malattie, è necessario rispettare le seguenti regole:

  1. Cerca di adattare la tua dieta evitando cibi malsani.
  2. Monitorare la minzione regolare, il ristagno di urina provoca una serie di patologie.
  3. Sufficiente volume di liquidi, in assenza di attività fisica grave, almeno 1,5-2 litri al giorno.
  4. Corretta igiene intima, controllo della protezione contro le infezioni a trasmissione sessuale, non raffreddare eccessivamente il corpo.
  5. Visita preventiva periodica da parte di un nefrologo, urologo, ginecologo nelle donne, soprattutto con una predisposizione alle malattie del gruppo genito-urinario.

Il tratto urinario appartiene a uno degli organi importanti del sistema escretore: l'interruzione del suo lavoro colpisce tutto il corpo. I sintomi di disfunzioni, manifestati sotto forma di vari dolori, non dovrebbero essere ignorati categoricamente, poiché le conseguenze possono essere gravi.

In caso di fastidio nell'addome inferiore, problemi con la minzione, è necessario consultare un terapista o fissare immediatamente un appuntamento con un urologo. Per le donne, può essere raccomandata una visita a un ginecologo. È meglio risolvere il problema nelle fasi iniziali, il che aumenterà solo le possibilità di un recupero riuscito, riducendo il rischio di conseguenze negative.

Dolore alla vescica: natura, cause, trattamento

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

introduzione

La vescica è un organo cavo utilizzato per immagazzinare l'urina attraverso gli ureteri e per drenarla attraverso l'uretra. La vescica si trova nella piccola pelvi, dietro l'osso pubico.

Il dolore alla vescica è concentrato nell'addome inferiore. Tuttavia, il dolore in quest'area può indicare non solo malattie della vescica, ma anche disturbi dei reni, degli ureteri, dei genitali, ecc..

Cause del dolore alla vescica

Dolore alla vescica con varie malattie

Malattia da urolitiasi

Il dolore alla vescica con urolitiasi è causato dal movimento delle pietre formate nella cavità dell'organo. Questi sono dolori acuti e acuti che aumentano con il movimento..

Se la pietra entra nell'uretra (uretra), il dolore diventa insopportabile. Il paziente si sta agitando, non riesce a trovare una posizione per alleviare il dolore. In questo caso, può verificarsi ritenzione urinaria acuta (la pietra blocca il lume dell'uretra). Il paziente lamenta il bisogno di urinare contemporaneamente all'incapacità di urinare.

Nei ragazzi e negli uomini adulti, i calcoli alla vescica provocano l'irraggiamento del dolore al glande del pene (rinculo). All'inizio, questo sintomo può essere l'unico segno di urolitiasi..

Cistite

La cistite (infiammazione della vescica) è sempre accompagnata da dolore associato alla minzione. Il dolore aumenta all'aumentare del volume di urina nella vescica. L'atto stesso della minzione è accompagnato anche da sensazioni dolorose e sensazioni di bruciore, che si intensificano verso la fine della minzione.

La voglia di urinare con la cistite è più frequente, sebbene l'urina fuoriesca in piccole porzioni. Anche gli attacchi di dolore diventano più frequenti e al culmine della malattia, il dolore diventa quasi continuo a causa dei brevi intervalli tra la voglia di urinare.

Con la cistite cronica, il paziente avverte quasi costantemente dolore alla vescica insieme a minzione dolorosamente frequente.

Cistalgia

La cistalgia (letteralmente "dolore alla vescica") è caratterizzata dallo stesso dolore durante la minzione, che si osserva con la cistite. Tuttavia, non c'è infiammazione della mucosa della vescica..

La cistalgia è una malattia esclusivamente femminile. Si verifica nelle donne che, a causa della loro professione, sono costrette a condurre uno stile di vita sedentario. Allo stesso tempo, l'afflusso di sangue alla vescica (e tutti gli organi della piccola pelvi) peggiora, si verifica il ristagno di sangue.

Un'altra causa della cistalgia è il fattore psico-emotivo. Il dolore nelle donne con cistalgia aumenta nelle seguenti circostanze:

  • stress nervoso e fisico;
  • ipotermia;
  • le mestruazioni;
  • l'uso di bevande alcoliche;
  • mangiare cibi piccanti e salati.

Patologie ginecologiche

Anche annessite (infiammazione delle appendici), parametrite (infiammazione del tessuto che circonda l'utero), perimetrite (infiammazione del rivestimento esterno dell'utero) possono causare dolore acuto alla vescica. Spesso un'infezione, che si diffonde dagli organi genitali interni femminili, può causare lo sviluppo della cistite con tutti i suoi sintomi caratteristici.

Adenoma prostatico

Vescica rotta

Un tale infortunio può verificarsi, ad esempio, in un incidente. La vittima lamenta dolore al basso ventre e continua voglia di urinare. Non c'è scarico di urina, ma dall'uretra compaiono gocce di sangue.

Se questi sintomi sono accompagnati da dolore in tutta la cavità addominale, allora, molto probabilmente, c'è una rottura intraperitoneale della vescica..

Tumori

I tumori della vescica (sia benigni che maligni) sono inizialmente accompagnati da un dolore sordo e persistente nell'addome inferiore. Nella fase di disintegrazione del tumore, il dolore aumenta notevolmente, rendendo insopportabile la vita del paziente. La cistite secondaria si unisce.

Infiammazione del tessuto vescicolare

Dolore alla vescica durante la gravidanza

Durante la gravidanza, l'utero in crescita, situato direttamente dietro la vescica, esercita pressione sulla vescica. All'inizio, tale pressione porta solo ad un aumento della minzione, ma nella seconda metà della gravidanza, l'utero può già bloccare gli ureteri. Inoltre, l'utero comprime i vasi sanguigni nel bacino e l'afflusso di sangue alla vescica è compromesso..

Questi fattori, insieme ai cambiamenti nell'equilibrio ormonale, rendono difficile urinare. Vengono create condizioni che portano all'accumulo di urina residua e stagnante nella vescica, un terreno fertile per lo sviluppo di batteri. La conseguenza di ciò è la cistite delle donne in gravidanza con dolore alla vescica e con altri sintomi caratteristici..

Al minimo sospetto di cistite, una donna incinta dovrebbe consultare un ginecologo. Solo un medico può prescrivere un trattamento che non danneggerà il feto in via di sviluppo.

Dolore con la vescica piena

Il dolore con la vescica piena è tipico di molte malattie sopra descritte: per adenoma prostatico, cistite, patologie ginecologiche.

Inoltre, si nota un aumento del dolore con la vescica piena con la vescicolite (infiammazione delle vescicole seminali negli uomini). Il dolore con la vescicolite si fa sentire nel perineo, sopra il pube, nelle profondità del bacino. Possono dare alla parte bassa della schiena e all'osso sacro.

Quale medico devo contattare per il dolore alla vescica?

La totalità del dolore alla vescica può essere approssimativamente suddivisa in due grandi categorie: richiede un intervento medico di emergenza e richiede cure mediche di routine. Il dolore che richiede cure di emergenza indica lo sviluppo di un'emergenza sanitaria e di vita, in cui è necessario un intervento medico qualificato urgente per salvare vite umane o prevenire la disabilità. E il dolore alla vescica che richiede cure mediche di routine indica semplicemente una malattia urologica che dovrebbe essere diagnosticata e trattata per mantenere la salute e prevenire lo sviluppo di complicanze. Date le specifiche, è ovvio che in caso di dolore alla vescica che richiede un intervento medico di emergenza, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza o raggiungere da soli l'ospedale più vicino. E in caso di dolore alla vescica, che richiede cure di routine, è necessario consultare un medico presso la clinica.

Quindi, chiamare un'ambulanza per il dolore alla vescica dovrebbe essere in due casi: con lo sviluppo di colica renale o se sospetti una vescica rotta. Se una persona avverte un dolore insopportabile alla vescica, possibilmente anche al lato e alla parte bassa della schiena, facendola correre irrequieta alla ricerca di una posizione che allevia almeno leggermente il dolore, combinata con una diminuzione del volume della produzione di urina o anche con la cessazione della minzione, urina torbida mista a sangue, si sospetta una colica renale. Se una persona è preoccupata per il dolore nell'addome inferiore o in tutto l'addome, combinato con il continuo bisogno di urinare, ma invece di urina vengono rilasciate gocce di sangue, si sospetta una rottura della vescica. Di conseguenza, in caso di sintomi simili alla colica renale o alla rottura della vescica, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza.

In tutti gli altri casi di dolore alla vescica, indipendentemente dal sesso (in un uomo o in una donna), dovresti consultare un urologo (iscriviti), poiché la sindrome del dolore di tale localizzazione indica la patologia degli organi o del sistema urinario negli uomini e nelle donne, o il sistema riproduttivo solo negli uomini. Ed entrambe le varianti di patologie (dei sistemi urinario e riproduttivo) appartengono a malattie urologiche, la cui diagnosi e trattamento viene effettuato dall'urologo. In linea di principio, le donne, se si sentono a disagio all'appuntamento con un urologo "maschio", possono rivolgersi a un nefrologo (iscrizione), la cui competenza comprende anche la diagnostica e la cura delle malattie del sistema urinario. Non ha senso che gli uomini vadano da un nefrologo, poiché i medici di questa specialità non si occupano del trattamento e della diagnosi della patologia del sistema riproduttivo e nel sesso più forte, il dolore alla vescica è più spesso causato da malattie dell'area genitale che sono di competenza dell'urologo.

Quali test ed esami può prescrivere un medico per il dolore alla vescica?

Se una persona è preoccupata per il dolore alla vescica, che aumenta con l'accumulo di urina in essa, diventa acuto, brucia durante la minzione, combinato con il frequente bisogno di urinare, durante il quale vengono rilasciate piccole porzioni di urina (possibilmente torbide o rossastre-brunastre), allora il medico sospetta la cistite, e prescrive i seguenti test ed esami per la sua diagnosi:

  • Analisi generale delle urine;
  • Analisi delle urine secondo Nechiporenko (registrazione);
  • Analisi delle urine secondo Zimnitsky (iscrizione);
  • Cultura batteriologica dell'urina (iscrizione) e striscio dall'uretra;
  • Tampone uretrale (iscriviti) e tampone vaginale per microscopia;
  • Analisi della scarica dell'uretra e del sangue per agenti causali di infezioni genitali (gonorrea (iscrizione), tricomoniasi, clamidia (iscrizione), ureaplasmosi (iscrizione), micoplasmosi (iscrizione)) mediante PCR (iscrizione) o ELISA;
  • Ecografia della vescica (iscrizione) e della prostata (iscrizione);
  • Uroflowmetry (registrazione);
  • Sensazione della ghiandola prostatica attraverso l'ano;
  • Cistoscopia (iscrizione);
  • Cistografia (radiografia della vescica con mezzo di contrasto) (iscrizione);
  • Cistouretrografia multispirale.

Prima di tutto, per identificare il processo infiammatorio nella vescica, il medico prescrive esami delle urine. Inoltre, per identificare l'agente eziologico del processo infettivo e infiammatorio, uno striscio dall'uretra (sia per gli uomini che per le donne), uno striscio dalla vagina (solo per le donne), la coltura batteriologica dell'urina e il raschiamento dall'uretra (per entrambi i sessi), un esame del sangue o il raschiamento dall'uretra per i genitali infezioni (iscrizione) tramite PCR ed ELISA. Per l'identificazione qualitativa dell'agente eziologico dell'infezione, il medico prescrive tutti questi test, poiché consentono l'identificazione di vari microbi. Ciò significa che se almeno un'analisi non viene eseguita, c'è il rischio che alcuni microbi che partecipano a provocare il processo infettivo e infiammatorio non vengano identificati e quindi la terapia prescritta potrebbe essere incompleta, il che porterà a una cura e cronicità incomplete processi.

Dopo aver identificato l'agente eziologico dell'infezione, il medico prescrive un'ecografia della vescica per le donne e per gli uomini un'ecografia della prostata con la determinazione della quantità residua di urina. Gli uomini devono produrre solo questo tipo di ultrasuoni, poiché non possono accumulare nella vescica la quantità di urina necessaria per un'ecografia di alta qualità della vescica.

Inoltre, agli uomini viene prescritta l'uroflussimetria per valutare la velocità e il tempo della minzione e per sondare la ghiandola prostatica per determinare se la cistite è associata a patologia prostatica.

Di solito questa è la fine dell'esame, ma se il processo infiammatorio è troppo attivo, o la cistite non risponde bene alla terapia, o esiste una malattia cronica da molto tempo, il medico può prescrivere cistoscopia, cistografia o cistouretrografia multispirale per ottenere dati aggiuntivi sulla condizione e capacità funzionale della vescica. Questi studi sono aggiuntivi e quindi non vengono utilizzati di routine nella pratica della diagnosi di ogni caso di cistite, vengono utilizzati esclusivamente quando necessario..

Se una donna soffre di dolore e sensazione di bruciore durante la minzione, che diventa particolarmente grave alla fine dell'atto di minzione, diffondendosi all'osso sacro e alla parte bassa della schiena, combinata con frequenti viaggi in bagno, la necessità di sforzare i muscoli per fare pipì, allora il medico sospetta la cistalgia (dolore alla vescica senza infiammazione). In questo caso, per diagnosticare la cistalgia, il medico prescrive i seguenti test ed esami:

  • Analisi generale delle urine;
  • Analisi biochimica delle urine (iscrizione);
  • Urinocoltura batteriologica;
  • Ecografia dei reni (iscrizione) e della vescica;
  • Tomografia (computer (registrazione) o risonanza magnetica (registrazione)) dei reni e della vescica;
  • Radiografia dei reni (registrazione) e della vescica con contrasto;
  • Cistoscopia;
  • Uretrocistografia;
  • Visita di un ginecologo (iscrizione);
  • Ecografia degli organi pelvici (iscriviti).

Poiché la cistalgia è una malattia in cui una donna soffre di sindrome del dolore, ma non c'è un processo infiammatorio, il medico prescrive quasi tutti gli esami di cui sopra contemporaneamente per identificare questa patologia. In fondo, questi esami sono necessari proprio per escludere la possibile natura infiammatoria o degenerativa della sindrome del dolore. E solo se dopo un esame approfondito non ci sono segni di infiammazione nella vescica, nei reni e negli organi del sistema riproduttivo, viene effettuata la diagnosi di cistalgia.

Quindi, le analisi generali e biochimiche delle urine consentono al primo stadio di identificare l'assenza o la presenza di infiammazione nella vescica. L'urinocoltura batteriologica conferma l'assenza o la presenza di microbi patogeni che possono provocare infiammazioni negli organi del sistema urinario. Pertanto, vengono prescritti prima i test delle urine. Inoltre, per valutare le condizioni della vescica e degli organi genitali interni, viene prescritta un'ecografia della vescica e della piccola pelvi con un esame da parte di un ginecologo. Per ulteriori informazioni sulle condizioni del tessuto vescicale, il medico, a seconda delle capacità tecniche dell'istituto medico, prescrive la tomografia o i raggi X (da registrare) con contrasto. Successivamente, per valutare le condizioni della superficie interna della vescica, viene prescritta la cistoscopia. E solo se, in base ai risultati di tutti gli esami, il processo infiammatorio non viene rilevato, alla donna viene diagnosticata la cistalgia. Se viene diagnosticata un'infiammazione, verrà effettuata una diagnosi di cistite..

Se il dolore alla vescica e durante la minzione in una donna è combinato con dolore alle ovaie, e talvolta anche all'osso sacro e alla parte bassa della schiena, con perdite vaginali anormali, un ciclo mestruale irregolare, dolore durante il rapporto, possibilmente aumento della temperatura corporea, brividi, quindi si sospetta un processo infiammatorio degli organi genitali femminili (annessite, perimetrite, parametrite), che ha provocato anche cistite. In questo caso, per la diagnosi di cistite, vengono prescritti test delle urine (generali, secondo Nechiporenko) e ultrasuoni della vescica. E per determinare l'agente eziologico del processo infiammatorio, viene prescritta una coltura batteriologica di urina. Inoltre, per la diagnosi di malattia infiammatoria ginecologica, vengono prescritti ecografia degli organi pelvici, uno striscio sulla flora (iscrizione) e una cultura batteriologica delle perdite vaginali.

Se un uomo avverte un forte dolore alla vescica, combinato con la minzione lenta in un rivolo sottile e la necessità di sforzarsi per fare pipì, frequenti sollecitazioni notturne, scarico involontario di urina, pressione nella vescica, sensazione di svuotamento incompleto della vescica, si sospetta l'adenoma prostatico. In questo caso, per la sua diagnosi, il medico prescrive i seguenti test ed esami:

  • Esame del sangue per la concentrazione dell'antigene prostatico specifico (PSA) (iscriviti);
  • Esame digitale della ghiandola prostatica attraverso l'ano;
  • Microscopia della secrezione prostatica (iscrizione);
  • Microscopia a striscio uretrale;
  • Ultrasuoni della prostata;
  • Uroflowmetry;
  • Cistoscopia;
  • Urografia escretoria (iscrizione);
  • Biopsia prostatica (iscrizione) con istologia.

Prima di tutto, il medico esegue un esame digitale della ghiandola prostatica, grazie al quale può determinare chiaramente l'aumento delle dimensioni dell'organo e brancolare per la formazione del tumore. Inoltre, al fine di escludere un possibile processo infiammatorio nei genitali maschili, vengono prescritti uno striscio dall'uretra e la microscopia della secrezione prostatica, che si ottiene durante un esame digitale attraverso l'ano. In realtà, per confermare la presenza di un tumore, il medico prescrive un'ecografia della prostata. Quando i risultati dell'ecografia sono equivoci, il medico può ordinare un'urografia escretoria per confermare il tumore. Quando il tumore viene indubbiamente rilevato, quindi per escludere il fatto che sia maligno, viene prescritto un esame del sangue per il PSA. Se il risultato del test PSA è dubbio, il medico prescrive una biopsia (iscrizione) con istologia. Questo di solito completa l'esame, ma in aggiunta, può essere prescritta l'uroflussimetria per valutare la velocità e il tempo della minzione, che consente di giudicare indirettamente lo stato funzionale della vescica, dell'uretra e degli ureteri. La cistoscopia viene attualmente prescritta solitamente in preparazione all'intervento chirurgico.

Se una persona è preoccupata per un lungo periodo di tempo con dolore sordo e doloroso sopra il pube, combinato con globuli rossi nelle urine, minzione frequente, falsa voglia di urinare, dolore o disagio durante la minzione, si sospetta un tumore alla vescica. In questo caso, il medico prescrive una vasta gamma di vari esami e test che possono rivelare la neoplasia, determinarne le dimensioni, la posizione, il modello di crescita, ecc. Attualmente, nella diagnosi dei tumori della vescica vengono utilizzati i seguenti metodi (assolutamente tutto può essere prescritto da un medico):

  • Ultrasuoni della vescica;
  • Cistoscopia;
  • Cistografia discendente;
  • Urografia escretoria;
  • Tomografia computerizzata o risonanza magnetica per immagini (registrazione);
  • Biopsia del tumore (iscrizione) con istologia;
  • Analisi citologica delle urine per la presenza di cellule tumorali.

I metodi più importanti e informativi per diagnosticare i tumori della vescica sono la cistoscopia, la cistografia discendente e l'urografia escretoria. Se, in base ai risultati dell'esame, viene rilevato un tumore maligno della vescica, quindi per rilevare le metastasi, il medico prescrive la venografia pelvica e la linfangioadenografia, l'ecografia o la tomografia della cavità addominale e della piccola pelvi, radiografia del torace (iscrizione), scintigrafia ossea.

Se c'è dolore alla vescica sopra il pube di un carattere lieve, schietto, lieve, ma costante, combinato con gonfiore nell'addome inferiore, minzione frequente e talvolta dolorosa, si sospetta una paracistite. In questo caso, il medico prescrive necessariamente la cistoscopia e la cistografia, che consentono di valutare i cambiamenti caratteristici nella vescica e fare una diagnosi. Inoltre, l'ecografia è ampiamente utilizzata e prescritta nella diagnosi di paracistite. Al fine di valutare l'attività del processo infiammatorio e identificare l'agente patogeno, viene prescritto un esame del sangue generale (per iscriversi), un test delle urine generale, un campione di urina secondo Nechiporenko, una coltura batteriologica di urina e uno striscio dall'uretra, un'analisi di uno striscio dall'uretra per infezioni genitali mediante PCR.

Quando un uomo è preoccupato per il dolore alla vescica quando è piena, così come il dolore all'addome parallelo alla piega inguinale, possibilmente irradiato ai testicoli, intensificandosi durante l'eiaculazione, diventando forte, scarsamente tollerato, sentito nei testicoli, perineo e basso addome, combinato con un'elevata eccitabilità sessuale, erezione frequente, eiaculazione involontaria notturna, dolore durante il rapporto sessuale: il medico sospetta la vescicolite e prescrive i seguenti test ed esami per la sua diagnosi:

  • Analisi del sangue generale;
  • Analisi generale delle urine;
  • Spermogramma (iscrizione);
  • Semina batteriologica (iscrizione) della secrezione di vescicole seminali;
  • Esame delle dita degli organi genitali maschili interni attraverso l'ano;
  • Ecografia genitale (iscriviti).

Quando si sospetta una vescicolite, il medico prescrive tutti i suddetti test contemporaneamente, poiché sono necessari sia per identificare il processo infiammatorio che per stabilirne la causa. Ad esempio, un esame digitale consente al medico di stabilire la presenza di un processo infiammatorio, valutare il grado di gonfiore e tensione dei tessuti, indolenzimento, zone di compattazione, ecc. Un'analisi generale del sangue e delle urine riflette anche la presenza di un focolaio infiammatorio nel corpo. L'ecografia consente non solo di stabilire la presenza di un processo infiammatorio, ma anche di capire qual è la sua attività. È necessario uno spermogramma per valutare il grado di compromissione dell'attività funzionale delle vescicole seminali..

Trattare il dolore alla vescica

Il trattamento efficace del dolore alla vescica è possibile solo se viene stabilito da quale malattia è causato. Pertanto, se compaiono sensazioni dolorose nell'area della vescica, consultare un urologo.

Dopo aver esaminato il paziente e condotto un esame (test delle urine, ecografia della vescica, striscio uretrale), il medico può diagnosticare e prescrivere un trattamento appropriato.

Quindi, il dolore alla vescica con tumori o la formazione di calcoli che impediscono il deflusso delle urine possono essere eliminati solo chirurgicamente. L'intervento chirurgico viene eseguito anche per l'adenoma prostatico, quando provoca ritenzione urinaria acuta.
Il dolore con cistite viene trattato con antidolorifici e farmaci che alleviano lo spasmo della muscolatura liscia. Quando viene identificato l'agente patogeno, vengono prescritti antibiotici. Misure di trattamento accessorie:

  • semicupi caldi;
  • pastiglie riscaldanti sul perineo;
  • riposo a letto;
  • bere molta acqua.

Le stesse raccomandazioni si applicano alla cistalgia..

Sindrome della vescica dolorosa (cistite interstiziale)

Per diagnosticare precocemente le malattie delle basse vie urinarie, fai un test internazionale. Può aiutarti a determinare se hai bisogno di cure mediche. Ci vorrà un minuto!

La sindrome della vescica dolorosa, o cistite interstiziale, è una malattia cronica in cui i pazienti avvertono dolore alla vescica, all'area pelvica, frequente e forte bisogno di urinare (urgenza) e minzione notturna. La cistite interstiziale (CI) è più comune nelle donne e porta a una significativa diminuzione della qualità della vita.

Sintomi di cistite interstiziale

I sintomi e le manifestazioni della cistite interstiziale variano notevolmente in ciascun paziente. I sintomi possono anche cambiare con il decorso della malattia, aumentando, ad esempio, durante le mestruazioni, da seduti, durante lo stress o il rapporto sessuale.

I sintomi includono:

dolore nella zona pelvica o tra la vagina e l'ano nelle donne e tra lo scroto e l'ano negli uomini (area perineale);

dolore pelvico cronico;

desiderio costante e intollerabile di urinare;

minzione frequente, spesso in piccole porzioni. I pazienti sintomatici possono urinare fino a 100 volte al giorno;

dolore e disagio durante il riempimento della vescica. Lo svuotamento della vescica di solito porta sollievo;

dolore durante il rapporto.

Diagnostica cistite interstiziale

Diario di storia e minzione. Il medico ti chiederà in dettaglio i tuoi sintomi, ti chiederà di compilare un diario della minzione: questo è un registro dettagliato di ogni minzione, la quantità di liquido che bevi, nonché una descrizione dei sintomi che accompagnano la minzione per almeno 2-3 giorni.

Esame sulla sedia ginecologica. Durante l'esame, il medico esamina l'area dei genitali esterni, la vagina, la cervice, l'apertura esterna dell'uretra, la vescica e l'utero vengono esaminati attraverso lo stomaco. Vengono esaminati anche il retto e l'ano..

Analisi delle urine. Viene anche esaminata la coltura batteriologica delle urine con un antibioticogramma per escludere infezioni urinarie..

Test di sensibilità con soluzione di potassio. L'essenza del test è iniettare acqua normale e una soluzione di potassio nella vescica una dopo l'altra. Al paziente viene chiesto di valutare il dolore e sollecitare a urinare su una scala a 5 punti. Se il dolore si verifica durante la somministrazione di una soluzione di potassio, questo è un segno di cistite interstiziale. Nelle persone sane, entrambe le soluzioni non provocano una reazione.

La cistoscopia è un esame ottico della vescica utilizzando uno speciale strumento cistoscopio che viene inserito nella vescica attraverso l'uretra (uretra) in anestesia locale o generale. Quando un cistoscopio viene inserito attraverso l'uretra, è possibile eseguire anche il suo esame: l'uretroscopia. Questi studi strumentali sono tra i più importanti in urologia e vengono utilizzati per diagnosticare malattie dell'uretra, della vescica e dei reni. Con l'aiuto dell'uretroscopia, è possibile rilevare i processi infiammatori cronici dell'uretra.

Biopsia della vescica. Viene eseguito durante la cistoscopia con anestesia. Il medico preleva un pezzo di tessuto dalla vescica o dall'uretra per l'esame istologico al microscopio. Questo elimina il cancro alla vescica e altre cause di dolore alla vescica.

Trattamento della cistite interstiziale

Ad oggi, non esiste un unico regime di trattamento accettato per la cistite interstiziale adatto a ciascun paziente. Molto spesso, il trattamento è complesso. E potrebbe volerci del tempo prima che venga selezionata una terapia individuale con un buon effetto..

Fisioterapia

Può aiutare ad alleviare il dolore se è causato da uno spasmo dei muscoli del pavimento pelvico. Eseguita sull'apparato Urostim - terapia di biofeedback con stimolazione elettrica dei muscoli del pavimento pelvico.

Terapia farmacologica

I farmaci antinfiammatori non steroidei come l'ibuprofene aiutano ad alleviare il dolore.

Gli antidepressivi triciclici, come l'amitriptilina e l'imipramina, aiutano a rilassare la vescica e ad alleviare il dolore.

Gli antistaminici come Claritin aiutano ad alleviare i sintomi della frequenza e dell'urgenza urinaria - urgenza.

Pentosan Polysulfate (Elmiron) è un farmaco approvato dalla FDA per il trattamento della cistite interstiziale. Il meccanismo d'azione del farmaco non è completamente compreso, ma ripristina la superficie interna della vescica - l'urotelio, proteggendo così la vescica dalle sostanze tossiche irritanti contenute nelle urine. Il trattamento con questo farmaco viene solitamente continuato per 2-4 mesi prima che si verifichi un miglioramento..

Stimolazione nervosa

Neurostimolazione transcutanea. Viene eseguito utilizzando elettrodi cutanei. Gli impulsi elettrici aumentano il flusso sanguigno nella vescica, rafforzano i muscoli, il che ti consente di controllare meglio la vescica, frenare la voglia di urinare. Gli elettrodi sono installati nella regione lombare o sopra il seno: il tempo e la durata del trattamento sono selezionati individualmente.

Neuromodulazione sacrale. I plessi sacrali collegano i nervi della vescica alla colonna vertebrale. Stimolare questi plessi nervosi può aiutare a ridurre la voglia di urinare. A tale scopo, uno speciale dispositivo elettronico è installato vicino al plesso sacrale, i cui impulsi elettrici agiscono sui nervi. Se questo tipo di terapia è efficace, allora questo dispositivo elettronico viene impiantato chirurgicamente nell'osso sacro e funziona in futuro in modo simile ai pacemaker..

Idrodistensione (idrobubilizzazione) della vescica

Alcuni pazienti riferiscono un effetto temporaneo di questa procedura, la cui essenza è di allungare la vescica quando il fluido viene iniettato sotto pressione. La procedura viene eseguita in anestesia generale e aumenta la capacità della vescica. L'idrodistensione può essere ripetuta molte volte se c'è un effetto positivo.

Instillazione della vescica

L'essenza delle instillazioni è l'introduzione di soluzioni medicinali direttamente nella vescica - il cosiddetto trattamento locale della vescica.

Chirurgia

Il trattamento chirurgico della cistite interstiziale è usato raramente. Tuttavia, è indicato per quei pazienti per i quali i metodi terapeutici di trattamento non sono efficaci, la sindrome del dolore porta a una forte diminuzione della qualità della vita..

I trattamenti chirurgici includono:

Elettrocoagulazione o coagulazione laser delle ulcere della vescica (per cistite ulcerosa)

Resezione. Chirurgia minimamente invasiva, la cui essenza è rimuovere un'ulcera della vescica.

Plastica di aumento della vescica. Sostituzione della vescica con una porzione dell'intestino. Tuttavia, il risultato non sempre porta ad un sollievo dal dolore. Spesso dopo questa operazione i pazienti si auto-cateterizzano.

Sintomi e trattamento del dolore alla vescica nelle donne: cosa devi sapere sulla malattia

La vescica è un organo cavo che immagazzina l'urina. È suscettibile a varie malattie, di cui soffre più spesso il gentil sesso. Vari fattori possono diventare un fattore provocante: da irritanti esterni a gravi patologie degli organi interni. Se una donna ha dolore alla vescica, l'intervento medico è strettamente necessario..

Quadro clinico

La vescica si trova nella piccola pelvi ed è composta da tre strati: mucoso, muscolare e sieroso esterno. L'organo fornisce l'uscita di urina, che entra attraverso l'uretere dalla pelvi renale. Il dolore alla vescica che si verifica nelle donne è un sintomo di un'ampia varietà di malattie che richiedono un trattamento. Con lo sviluppo di disturbi che colpiscono l'organo stesso, il paziente deve avere problemi con la minzione. Ma se la sindrome del dolore è causata dalla patologia di altri organi, tali violazioni potrebbero non esserlo.

Durante la diagnosi, lo specialista valuta la natura del dolore, la sua intensità e localizzazione, valuta i segni di accompagnamento, ecc. È importante capire esattamente come fa male la vescica nelle donne, poiché i sintomi in ciascun caso sono diversi. Quando l'infiammazione è la causa, il dolore si nota alla fine della minzione, ma gradualmente si attenua. Il disagio è possibile quando si sollevano pesi, esercizio fisico, movimenti improvvisi: un tale quadro clinico accompagna l'urolitiasi. A volte la sindrome del dolore non ha nulla a che fare con il processo di minzione e si verifica senza una ragione apparente. In questo caso, il problema è con altre autorità. Se ti fa male la vescica, potresti riscontrare i seguenti sintomi:

  • colica renale;
  • urina torbida;
  • ritardo nella minzione;
  • sangue nelle urine;
  • bisogno costante di usare il bagno;
  • irradiare dolore alla zona inguinale;
  • calore;
  • debolezza e malessere generale.

Perché le donne hanno dolore alla vescica?

Qualsiasi dolore è il risultato di fattori provocatori. Se colpisce gli organi del sistema urinario, i fattori provocatori possono essere:

  1. Processo infiammatorio acuto.
  2. Nefropatia.
  3. Patologia del coccige.
  4. Malattie che colpiscono il sistema riproduttivo.

All'esame di un medico, il paziente deve descrivere chiaramente i suoi sentimenti: quando si verifica il dolore, se accompagna il processo di minzione, la quantità di urina escreta, ecc. Per una diagnosi accurata, il medico deve ricevere quante più informazioni possibili. Dopo l'analisi, indirizzerà il paziente allo specialista giusto: nefrologo, urologo, ginecologo, ecc..

Cistite

Per capire come trattare il dolore alla vescica nelle donne, è necessario determinare la causa. Uno di questi è la cistite. È caratterizzato da un dolore intollerabile, un bisogno costante di svuotarsi, il rilascio di un piccolo volume di urina, un cambiamento nel suo odore e colore. È possibile la comparsa di muco o fiocchi bianchi nelle urine. I fattori che provocano lo sviluppo della cistite sono:

  • malattia renale cronica;
  • malattia da urolitiasi;
  • posizione anormale dell'organo;
  • infezione batterica;
  • ipotermia;
  • scarsa igiene;
  • sesso occasionale;
  • gravidanza;
  • un brusco cambiamento nel clima;
  • immunità indebolita.

La cistite può manifestarsi in forma acuta o cronica, ma richiede sempre un trattamento obbligatorio e la supervisione di uno specialista.

Nefropatia

La patologia più comune è l'urolitiasi, in cui i sali si accumulano nei reni. Nel tempo, possono viaggiare agli ureteri e quindi alla vescica. Se il trattamento non viene eseguito in modo tempestivo, sono possibili gravi complicazioni:

  • adesione di un'infezione secondaria;
  • lesioni alla mucosa della vescica;
  • blocco delle vie urinarie - parziale o completo;
  • ritenzione urinaria acuta.

Quando si muovono, le pietre provocano dolore, ma a riposo il paziente non è disturbato. La vescica può ferire con l'infiammazione dei reni? Se l'infezione è scesa nell'organo, è del tutto possibile. In questo caso, l'urina cambia colore, odore e altre proprietà. Molto spesso, il processo infiammatorio che si verifica nei reni non si manifesta in alcun modo, quindi, per eventuali cambiamenti insoliti, vale la pena essere esaminato.

Cistalgia

Il disturbo è accompagnato da dolore durante lo svuotamento, che ricorda le manifestazioni della cistite, ma l'infiammazione in questo caso non viene osservata. La cistalgia è una malattia esclusivamente femminile che si sviluppa con scarsa attività fisica. Per questo motivo, si verifica il ristagno, a seguito del quale peggiora l'afflusso di sangue alla vescica e ad altri organi della piccola pelvi.

Un'altra causa della malattia è il fattore psicoemotivo. Sotto l'influenza dei seguenti fattori, il dolore diventa più intenso:

  • tensione fisica o nervosa;
  • ipotermia;
  • giorni critici;
  • consumo di alcool;
  • mangiare cibi salati e piccanti.

Altri motivi

Quando il coccige è danneggiato, i nervi spinali associati agli organi pelvici vengono compressi e provocano disagio. Di conseguenza, nelle donne, la vescica tira, ma non ci sono cambiamenti patologici. La sindrome può verificarsi sullo sfondo di malattie a trasmissione sessuale. Ciò significa che l'infezione dagli organi riproduttivi è passata al sistema urinario. Si raccomanda al paziente di superare i test appropriati e di sottoporsi al trattamento.

Una causa insolita del dolore è la lesione. Si manifestano con disagio nell'addome inferiore, ritenzione urinaria, sangue nelle urine. Con una rottura intra-addominale della vescica, possono verificarsi nausea, febbre alta e gonfiore..

Anche patologie ginecologiche - infiammazione dell'utero e delle appendici, endometrite, ecc. - possono causare disagio. L'infezione si diffonde spesso oltre gli organi genitali femminili e provoca lo sviluppo di cistite. I tumori sono un'altra causa di dolore.

Patologia durante la gravidanza

Le donne incinte spesso si lamentano del dolore. L'utero in costante crescita mette sotto pressione la vescica. Nei primi mesi si nota solo la minzione frequente, ma in futuro l'utero può spremere gli ureteri. Di conseguenza, l'afflusso di sangue a tutti gli organi urinari è compromesso. Sullo sfondo dei cambiamenti ormonali, questi fattori rendono difficile lo svuotamento, motivo per cui l'urina stagnante si accumula nella vescica, un ambiente favorevole alla moltiplicazione dei batteri. Di conseguenza, si sviluppa la cistite.

Il dolore alla vescica è molto pericoloso, poiché può danneggiare sia la futura mamma che il feto. Si avverte disagio dopo aver svuotato la vescica, è possibile tirare dolori all'addome. È severamente vietato assumere analgesici per alleviare il dolore. La terapia deve essere prescritta da un medico in modo che non danneggi il bambino. Se non trattata, l'infiammazione degli organi genito-urinari influenzerà negativamente lo sviluppo del nascituro..

Cosa fare se le donne hanno dolore alla vescica

La terapia viene eseguita tenendo conto dei motivi che hanno causato la comparsa della sindrome.

Quando si tratta di infiammazioni e malattie a trasmissione sessuale, il medico prescrive farmaci antibatterici che corrispondono al patogeno. L'urolitiasi comporta l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei e diuretici. Inoltre, si consiglia un'attività fisica moderata. Se le pietre sono abbastanza grandi, sarà necessario un intervento chirurgico.

Se una donna ha patologie del coccige, le vengono prescritti antidolorifici, procedure di fisioterapia, massaggi. In caso di lesioni, si consiglia il riposo completo e, nei casi più gravi, la colonna vertebrale danneggiata viene rimossa. Se una donna ha la vescica dolorante, il trattamento a base di erbe dà un buon effetto. Ai pazienti viene spesso consigliato di bere succo di mirtillo rosso o composta. Questa bacca ha potenti proprietà antibatteriche, uccide rapidamente le infezioni e rimuove tutte le tossine dal corpo. Per alleviare il dolore, puoi fare l'irrigazione con decotti di erbe medicinali o soluzioni antibatteriche, ma assicurati di parlare prima con il tuo medico. Come trattamento aggiuntivo, si raccomanda al paziente di rimanere a letto, bere molti liquidi e fare semicupi caldi.

Come alleviare il dolore

Per le donne con grave spasmo della vescica, bere due bicchieri d'acqua per ridurre la quantità di acido nelle urine e alleviare il dolore. Nelle prossime tre ore, dovresti bere un bicchiere di qualsiasi liquido, ogni venti minuti. Se il dolore è grave, può essere assunto un analgesico. La sindrome del dolore può essere rimossa nei seguenti modi:

  1. Bagni caldi: alleviano il dolore che si verifica durante la minzione.
  2. Una piastra elettrica: una è posizionata sulla schiena e l'altra tra le gambe per riscaldare l'uretra. Allo stesso tempo, devi assumere farmaci per la cistite.
  3. Puoi vaporizzare i tuoi piedi.

È molto importante curare completamente l'infiammazione della vescica, altrimenti la malattia diventerà cronica. Il corso della terapia non richiederà più di venti giorni.

Prevenzione

Per prevenire possibili problemi alla vescica, è necessario rafforzare il sistema immunitario e osservare l'igiene. Si consiglia di evitare ipotermia e surriscaldamento, nonché di seguire una dieta: il menu non deve contenere cibi affumicati e salati, molto sale. Se hai un lavoro sedentario, dovresti periodicamente fare un riscaldamento: aiuterà a prevenire la congestione negli organi pelvici. Trattare eventuali malattie in modo tempestivo per prevenire lo sviluppo di complicazioni negative. Con il dolore alla vescica, l'automedicazione è inaccettabile. Solo uno specialista può diagnosticare e prescrivere un trattamento adeguato.

Se non ignori il disagio avvertito nell'addome inferiore e vai immediatamente dal medico, puoi risolvere rapidamente il problema e prevenire lo sviluppo di complicazioni più gravi. La cosa principale è seguire tutte le raccomandazioni del medico e non auto-medicare, poiché può solo aggravare lo stato di salute.