Sintomi della malattia renale nelle donne, statistiche, metodi di diagnosi e trattamento

I reni sono un organo accoppiato responsabile del processo di filtraggio e pulizia del nostro corpo da tossine, sostanze nocive e microrganismi infettivi.

Se almeno un collegamento nel loro lavoro viene violato, le deviazioni iniziano in altri organi. Sfortunatamente, le donne sono molto inclini alle malattie renali..

Possono essere causati da grave ipotermia o predisposizione anatomica degli organi del corpo femminile alla penetrazione di vari microrganismi patogeni.

Come riconoscere i primi sintomi della malattia e quali sono, considereremo ulteriormente.

caratteristiche generali

Sfortunatamente, le donne sono più suscettibili a tali malattie rispetto agli uomini. Ciò è dovuto alla disposizione anatomica degli organi. I primi sintomi allarmanti stanno tirando il dolore nella regione lombare..

Questa condizione può essere causata da una banale ipotermia, poiché il gentil sesso preferisce molto spesso, indossa abiti leggeri.

Durante la gravidanza, il rischio di sviluppare disturbi nel lavoro di questi organi aumenta a causa dell'aumentata pressione del feto in crescita..

Molto spesso durante questo periodo, una donna si trova ad affrontare un grave edema delle estremità, che si verifica a causa della ridotta funzione di filtrazione e dell'escrezione del liquido in eccesso dai reni.

La malattia più comune nelle donne è la cistite. Se non viene trattato in tempo, può progredire fino alla forma di pielonefrite..

Durante la gravidanza, alle donne viene molto spesso diagnosticata la nefropotosi, una malattia in cui l'organo si trova in una posizione non fissa. Inoltre, molto spesso una donna può trovarsi di fronte alla presenza di sabbia o calcoli renali, alla formazione di cisti in essi o insufficienza renale.

Ciascuna di queste malattie ha una forma acuta e cronica. Ai primi sintomi spiacevoli, è molto importante consultare un medico e iniziare un trattamento efficace, poiché una malattia trascurata porta spesso a conseguenze irreversibili (ad esempio, atrofia renale e rifiuto nel suo funzionamento).

Statistiche tra uomini e bambini

Purtroppo, le statistiche per queste malattie sono deludenti. In media, circa il 5% degli abitanti della Federazione Russa è suscettibile all'una o all'altra malattia renale. La maggior parte di loro sono donne.

Molti bambini soffrono di anomalie congenite nei reni, che sono causate da anomalie nello sviluppo intrauterino..

Eziologia e patogenesi della malattia

Di norma, lo sviluppo della malattia dipende dalle ragioni che l'hanno causata. Tra questi, è possibile distinguere l'ingresso di infezioni nel corpo, uno stile di vita improprio, ecc..

I sintomi più comuni sono dolore alla colonna lombare, deterioramento delle condizioni generali, frequenti mal di testa, sete intensa, aumento della pressione sanguigna.

Con l'ulteriore sviluppo della malattia, la quantità di urina escreta diminuisce, c'è gonfiore e pesantezza nell'addome, iniziano problemi con le feci e il gonfiore può apparire sul viso e sugli arti (specialmente alla fine della giornata). Con un'analisi generale delle urine, è possibile riscontrare un aumento del contenuto di proteine ​​e lipidi..

Ciò è dovuto alla forte perdita di ioni potassio e cloruro. Una donna può osservare problemi con la sua pelle, unghie, capelli. Se il trattamento non viene avviato in tempo, l'organo potrebbe non funzionare e il paziente avrà bisogno di un trapianto di organi..

Descrizione del quadro clinico

I sintomi della malattia renale nelle donne sono individuali per ogni paziente, tuttavia, all'inizio, tutti hanno dolore lombare e problemi con la minzione.

Pielonefrite

Questa malattia si sviluppa sullo sfondo dell'azione di microrganismi patogeni sul corpo. I principali sono:

  • dolore lombare;
  • cambiamento nel colore e nell'odore delle urine;
  • un forte aumento della temperatura corporea;
  • forte sudorazione;
  • mal di testa e sonnolenza;
  • nausea e vomito.

Questi sono i sintomi della fase acuta della malattia, durante il suo passaggio alla fase cronica si aggiungono un aumento della pressione e un generale deterioramento delle condizioni del paziente.

Malattia da urolitiasi

È tipico degli anziani. Le caratteristiche principali sono:

  • forte dolore episodico;
  • la presenza di sangue nelle urine;
  • tracce di sabbia o pietre nell'analisi delle urine;
  • nausea.

Molto spesso può procedere senza sintomi visibili e può essere diagnosticato solo durante l'erogazione di un esame delle urine generale o di un esame ecografico..

Glomerulonefrite

Questa malattia è considerata una delle più gravi in ​​urologia, poiché ha la proprietà di passare rapidamente dalla forma abituale a quella cronica. Con la glomerulonefrite, i glomeruli renali sono danneggiati.

I sintomi dipendono dall'età e dallo stato di salute del paziente. I principali sono:

  • impurità del sangue nelle urine, un cambiamento nel suo colore;
  • la comparsa di edema sul viso e sugli arti inferiori, soprattutto a fine giornata;
  • aumento della pressione;
  • grave mancanza di respiro;
  • temperatura corporea elevata;
  • una forte sensazione di sete;
  • dolore lombare;
  • nausea, vomito, disturbi alle feci.

Nefrite interstiziale

Le malattie sono causate da processi anormali nei reni, danni agli organi da microrganismi patogeni, cambiamenti nel sangue, presenza di metalli pesanti nel corpo del paziente e traumi agli organi. I sintomi dipendono direttamente dalla gravità della malattia. Caratteristiche principali:

  • nausea e vomito;
  • vertigini;
  • debolezza generale;
  • aumento della temperatura corporea;
  • ipertensione;
  • si osserva minzione frequente e abbondante.

Nefropatia della gravidanza

Spesso diagnosticato durante una prima o più gravidanza. Ciò è dovuto alla spremitura dell'uretra da parte dell'utero, a seguito della quale l'escrezione urinaria diminuisce e la donna ha un grave gonfiore delle gambe e delle braccia.

Spesso si sviluppa un'infezione nel corpo, la pressione sanguigna aumenta. La frequente voglia di usare il bagno è considerata un sintomo caratteristico della malattia, mentre la quantità di urina escreta è molto ridotta. A volte la nefropatia della gravidanza può provocare coliche ai reni..

Nefroptosi

In questo caso, c'è un prolasso o spostamento degli organi. Molto comune tra le donne in gravidanza o le donne che seguono diete rigorose.

A causa del forte allungamento e indebolimento del tessuto muscolare, uno o entrambi i reni cambiano posizione.

Il sintomo più evidente è il dolore lombare dopo l'esercizio. C'è anche un aumento della temperatura corporea, nausea e vomito, le feci sono disturbate. I pazienti con questa diagnosi perdono il sonno, l'appetito e diventano molto irritabili..

Ciò porta a una grave intossicazione del corpo..

Policistico

Questa malattia è ereditaria. In una donna, nel tempo, le formazioni cistiche crescono nei reni, che sostituiscono il normale tessuto negli organi. I sintomi più comuni della malattia policistica sono:

  • dolore sordo nella colonna lombare;
  • bisogno frequente di urinare;
  • un aumento del livello di urina escreta;
  • sensazione di sete.

Se il trattamento non viene avviato in tempo, può portare a insufficienza renale e disturbi nel lavoro del sistema cardiovascolare..
Questo può includere la cistite, la presenza di formazioni nei reni. La cistite è caratterizzata da frequente bisogno di urinare, dolore acuto nell'addome inferiore. La cistite è associata allo sviluppo di processi infiammatori nell'uretra.
Questo può includere la cistite, la presenza di formazioni nei reni. La cistite è caratterizzata da frequente bisogno di urinare, dolore acuto nell'addome inferiore. La cistite è associata allo sviluppo di processi infiammatori nell'uretra.

Sono causati da predisposizione genetica, scarsa ecologia e cattiva alimentazione. Sfortunatamente, possono essere diagnosticati solo mediante esame ecografico..

Caratteristiche nelle donne in gravidanza

Tra le donne incinte, ci sono spesso coliche ai reni, che sono accompagnate da un forte dolore nella parte bassa della schiena..

La malattia renale nelle donne in gravidanza si sviluppa a causa della pressione dell'utero sugli organi del sistema urinario.

Per questo motivo, l'uretra viene pizzicata, l'escrezione di urina è difficile..

Misure diagnostiche

Per la diagnosi, è necessario superare un test delle urine generale e sottoporsi a un esame ecografico. Quando si analizza l'urina, aumenta il livello di proteine ​​e formazioni lipidiche.

Durante la donazione del sangue, si può osservare un aumento dell'emoglobina e dei globuli rossi..

Con il loro aiuto, puoi ottenere risultati accurati e diagnosticare accuratamente.

Terapie

Il metodo di trattamento della malattia renale nelle donne dipende dalla gravità della malattia, prima di tutto vengono prescritti farmaci per alleviare i principali sintomi e sensazioni dolorose.

Metodi e preparazioni tradizionali

Di norma, i microrganismi patogeni sono i principali agenti causali dei processi infiammatori, quindi i medici prescrivono un ciclo di antibiotici. Per esempio:

  • Amoxiclav;
  • Cefix;
  • Cefadox e altri.

Dopodiché, è imperativo seguire un ciclo di probiotici per ripristinare la microflora intestinale, vale a dire:

  • Linex;
  • Bifidumbacterin, ecc.).

Inoltre, i diuretici sono spesso prescritti per espellere l'urina, che aiuta a preservare gli ioni di potassio e cloro nel corpo del paziente, come:

  • Trigrim;
  • Diacard e così via.

Per alleviare i sintomi del dolore, vengono presi analgesici locali:

  • Drotaverina;
  • Spazmalgon et al.

Se la terapia farmacologica non funziona, viene eseguita la chirurgia. In rari casi, un organo può essere rimosso.

Di norma, tutte le operazioni vengono eseguite mediante laparoscopia, quindi dopo alcuni giorni il paziente può tornare a casa.

etnoscienza

I metodi della medicina tradizionale rimangono molto popolari. Prendi infusi e decotti di piante medicinali, che hanno un effetto diuretico, antinfiammatorio, antisettico.

Tra questi vengono usati calendula, camomilla, piantaggine, rosa canina, succo di melograno e altri..

Tuttavia, va notato che questi metodi di trattamento non portano sempre il risultato desiderato, quindi è meglio usare la terapia farmacologica..

Trattamento in diverse fasi

Nel trattamento della fase acuta vengono utilizzati analgesici, antispastici e agenti antimicrobici.

In quest'ultimo caso, il trattamento diventa più complicato e richiede tempo e spesso è necessario un intervento chirurgico..

Complicazioni

Se il trattamento non è tempestivo, il paziente può sviluppare complicazioni sotto forma di insufficienza renale, forme croniche della malattia, atrofia di entrambi i reni.

Molto spesso, nei reni si verificano cambiamenti e cicatrici irreversibili. Ciò interrompe il loro pieno funzionamento, le condizioni del paziente peggiorano notevolmente e l'ulteriore trattamento diventa più complicato..

Prevenzione delle malattie

Per la prevenzione delle malattie, i medici raccomandano di monitorare la dieta e lo stile di vita, non l'ipotermia, monitorare la vita sessuale per prevenire l'infezione.

È importante bere abbastanza liquidi in modo che l'equilibrio sale-acqua sia normale.

Conclusione

Le malattie in urologia sono molto comuni tra le donne a causa della struttura anatomica del loro sistema genito-urinario. A causa della vicinanza dell'uretra, qualsiasi infezione può entrare nel corpo e spostarsi lungo di esso fino ai reni.

Ai primi sintomi spiacevoli, si consiglia di consultare un medico per diagnosticare e scegliere un trattamento.

Ai primi sintomi spiacevoli, si consiglia di consultare un medico per diagnosticare e scegliere un trattamento.

Non ritardare con questo, poiché potresti avere gravi complicazioni. Le donne devono essere molto attente alla loro salute durante la gravidanza..

“Come fanno male i reni nelle donne? Sintomi e differenze da altri dolori, metodi di trattamento "

4 commenti

Il problema del dolore all'addome e alla parte bassa della schiena è particolarmente grave nella fase preospedaliera, e soprattutto nelle donne. Cosa fare? Chiama un'ambulanza? Vai alla clinica prenatale? O il dolore in quest'area era causato dalla sciatica o dal "pizzicamento del nervo sciatico"? Perché la lombalgia si verifica durante la gravidanza e in generale - come fanno male i reni nelle donne e quali sintomi indicano la loro sconfitta?

Molte persone sanno molto poco dei reni. In generale, ci sono informazioni che producono urina, e alcune casalinghe lo sanno solo perché prima di preparare il sottaceto con i reni, devono essere sciacquati e immersi in acqua per eliminare l'odore di urina. Di solito è qui che finisce la conoscenza. Ma per una chiara comprensione di quale tipo di dolore indica un danno renale, è necessario parlare un po 'della loro anatomia e funzione. Capirai perché questo è importante.

Perché sono necessari i reni e dove si trovano?

I reni si trovano a livello della XII vertebra toracica e io lombare

I reni sono un organo accoppiato. Ognuno di essi ha una forma simile ai fagioli, solo di dimensioni molto più grandi: 12 cm di lunghezza, 6 cm di larghezza e 3 cm di spessore, si trovano verticalmente, con i lati concavi tra loro e non si trovano nella cavità addominale, ma dietro di essa (retroperitoneale ), ai lati della colonna vertebrale. Il peso totale dei reni è di circa 300 grammi, solitamente quello sinistro è leggermente più grande di quello destro.

Visti da dietro, i reni si trovano a livello della XII vertebra toracica e io lombare, quindi il loro bordo superiore è coperto di costole. Sono tenuti in posizione dalla pressione della pressa addominale, posizionata in una speciale fossa renale fatta di tessuto adiposo, nonché da vasi che si trovano al centro della superficie concava dell'organo e formano il peduncolo renale. Quando una donna perde peso, il letto adiposo del rene diventa "superficiale", l'organo scivola verso il basso e questo provoca dolore.

All'interno, l'organo è costituito da corteccia e midollo. La struttura interna dei reni è molto complessa, non ci soffermeremo su questo in dettaglio. Il loro compito è prima filtrare il sangue dalle sostanze nocive, quindi restituire ciò che può essere riutilizzato (acqua, ioni). Questa azione concentra l'urina primaria e, di conseguenza, una donna sana non espelle più di 1,5 litri di urina al giorno..

Se confrontiamo questo con la quantità di urina primaria che non ha subito riassorbimento (riassorbimento), la differenza è enorme: normalmente gli organi sani espellono circa 120 ml di urina primaria al minuto e il 95% di essa viene riassorbita - 1 ml rimane. Ciò significa che se una persona non avesse un meccanismo di ri-aspirazione, allora rilasceremmo (0,12 l * 720 = 86 litri) al giorno. Grazie ai reni, l'umanità è stata in grado di andare sulla terra e creare civiltà, poiché per espellere cento litri di urina al giorno, avremmo dovuto bere costantemente acqua e vivere nell'acqua.

Per lavorare in modo così efficace, questi corpi hanno bisogno di condizioni speciali:

  • i reni consumano un quarto di tutto il sangue espulso dal ventricolo sinistro del cuore;
  • circa 1,2 litri di sangue passano attraverso i reni di una donna del peso di 70 kg in un minuto.

Inoltre, sono strettamente associati alla sintesi dei globuli rossi, alla regolazione della pressione sanguigna e al metabolismo del sale marino nel corpo. La vita senza reni è impossibile, ma con una persona (sana) si può vivere una vita intera. Per non perdere un organo e la loro funzione non è persa, è necessario ascoltare il proprio corpo, soprattutto quando il dolore si manifesta nell'area dei reni.

Come fanno male i reni: sintomi e differenze da altre fonti di dolore

Caratteristiche dei sintomi del dolore renale, differenze dagli altri

Il dolore ai reni è diverso. Prima di tutto, la natura stessa del sintomo doloroso sarà un po 'diffusa, incerta e difficile da localizzare. Tutti sanno che con una mano ammaccata, puoi mostrare con precisione la fonte del dolore colpendo il dito. Questo perché la parte somatica (animale) del sistema nervoso innerva la pelle ei muscoli del corpo. I reni sono innervati dal sistema nervoso autonomo, che è leggermente più lento. Pertanto, puoi mostrare come fa male nell'area dei reni semplicemente coprendo la parte bassa della schiena con il palmo della mano..

Oltre alla localizzazione "sfocata", il dolore nell'area dei reni è molto spesso un carattere doloroso costante. Non è caratterizzato da un colore brillante e pulsante. A volte c'è una colica renale, quando una pietra conficcata nel bacino o nell'uretere è "la colpa", ma questa è una situazione molto speciale, di cui abbiamo parlato nella sezione sull'urolitiasi.

Di solito, con la lombalgia causata da "lombalgia", sciatica, movimenti scomodi, protrusione intervertebrale ed ernia, una persona non può raddrizzarsi, ma raddrizzata, "zoppica" a letto e cerca una posizione comoda in cui il dolore si attenui. Il meccanismo è chiaro: è necessario trovare una tale posizione in modo che il muscolo spasmodico si rilassi, o il disco intervertebrale si muova, che preme la radice del nervo infiammato.

Nel caso del dolore renale, il cambiamento di postura non ha alcun ruolo, tranne un caso - con nefroptosi o prolasso d'organo. Inoltre, se "sollevi le gambe" e abbassi la testa, l'organo tornerà alla sua posizione anatomica, la tensione dei vasi del peduncolo renale diminuirà e diminuirà anche la sindrome del dolore.

Molto spesso, c'è dolore da un lato. Più spesso è il rene sinistro che fa male, poiché è più grande e il carico su di esso, rispettivamente, è maggiore. In generale, la localizzazione bilaterale della sindrome del dolore è rara, ad esempio nella pielonefrite bilaterale, nell'urolitiasi. Ma in questo caso, i pazienti vengono informati sulla loro diagnosi e preferiscono non provocare l'insorgenza del dolore, osservando un certo regime.

Oltre ai reni, potrebbe esserci dolore agli ureteri. Il loro compito è portare l'urina nella vescica. Per questo, gli ureteri si contraggono periodicamente - tali movimenti sono chiamati cestoidi. Nel caso in cui l'uretere sia infiammato o vi sia un'ostruzione al flusso di urina, il dolore si avverte come una trazione, situato tra la parte bassa della schiena e l'addome, diretto dall'alto verso il basso.

Perché i reni fanno male - le ragioni principali

Pericolo di danni agli organi e connessione con la sindrome del dolore

Perché i reni fanno male? Le ragioni si riducono alle seguenti situazioni:

  • Infiammazione: acuta o cronica.

Questa è la causa più comune di lieve lombalgia. Molto spesso è un'esacerbazione della pielonefrite cronica. Se si sviluppa un'infiammazione purulenta acuta - un ascesso o un carbonchio - si verifica una nefrite apostematosa, ad esempio a causa della tubercolosi, questa è una situazione chirurgica urgente. Il paziente deve essere ricoverato nel reparto di urologia. Compaiono sintomi generali pronunciati: febbre, brividi, alterazioni infiammatorie compaiono nelle urine, se il fuoco infiammatorio comunica con il sistema calice-pelvico.

  • Spostamento del rene dal suo posto - nefroptosi.
  • Un tumore che distrugge il tessuto degli organi. In questo caso, possiamo parlare sia di tumori primari che metastatici. In questo caso, il dolore è intenso, forte, che non può essere fermato dagli antidolorifici. Tipici dolori notturni laceranti.
  • Presenza di calcoli - o pietre nel calice - sistema pelvico. In questo caso, i sintomi possono essere diversi: da un decorso completamente asintomatico alla colica renale. Di regola, il dolore è forte, parossistico, lancinante o tagliente in natura.
  • Ingrandimento del rene causato da un ridotto passaggio dell'urina.

Nelle donne, la condizione più famosa è la pielonefrite durante la gravidanza. Questa condizione è causata dal fatto che il feto in crescita nell'utero inizia a premere l'uretere contro i muscoli e il deflusso dell'urina è compromesso. Più spesso il rene sul lato sinistro fa male. Di conseguenza, si verifica un ristagno nel sistema calice-pelvico, che porta a dolori dolorosi. Dopo il parto, l'ostruzione al passaggio dell'urina scompare, la corrente si normalizza e di solito questa pielonefrite scompare da sola.

C'è un flusso inverso di urina dalla vescica all'uretere e dall'uretere al bacino. Questa condizione è chiamata reflusso e quindi il dolore alla schiena appare solo quando si urina. È causato da un improvviso aumento della pressione nel sistema pelvico-calice.

  • Compromissione acuta del flusso sanguigno renale.

Ciò può portare a infarto renale e allo sviluppo di un successivo ammorbidimento e all'aggiunta di infiammazione secondaria. Ma è anche possibile la trombosi dei vasi renali, torsione della gamba (con uno stadio molto avanzato di nefroptosi - un rene vago).

Cosa succede nelle urine?

Se i reni fanno male, l'urina subisce cambiamenti qualitativi e quantitativi. I seguenti fenomeni si verificano più spesso:

  • Proteinuria e leucocituria. Le proteine ​​e i globuli bianchi si trovano nelle urine: questo è un segno di infiammazione. Questa urina sembra torbida;
  • Ematuria e microematuria;

Questo è sangue, o tracce di esso nelle urine. Questo sintomo può essere caratteristico di danni a qualsiasi parte del sistema urinario, dalla pelvi renale all'uretra. Pertanto, grande attenzione viene prestata all'aspetto degli eritrociti (con microscopia del sedimento). Se vengono lisciviati, la fonte è alta, e se sono freschi e non decomposti, allora, molto probabilmente, la fonte dell'ematuria si trova non più in alto della vescica.

  • La batteriuria è l'escrezione di microbi nelle urine. Con questo fenomeno si deve effettuare l'urinocoltura, l'isolamento di una coltura pura con identificazione dell'agente patogeno e determinazione della sua sensibilità agli antibiotici.

Altri sintomi di laboratorio si verificano nella malattia renale, ma spesso non sono associati al dolore..

A quale medico rivolgersi per il dolore nell'area dei reni?

L'ecografia risponderà a molte domande ed escluderà alcune opzioni pericolose

Se i reni fanno male, cosa fare? Prima di tutto, è vietata qualsiasi procedura di riscaldamento. Il riscaldamento è indicato solo per la colica renale e in altri casi può aggravare l'infiammazione o stimolare lo sviluppo di un processo tumorale. Prima di tutto, devi visitare un urologo (ci sono anche urologhe donne), un terapista locale o un ginecologo, se il dolore è ancora più localizzato nell'addome.

Un grande aiuto per fare una diagnosi sarà un'ecografia, che non ha controindicazioni e può escludere immediatamente malattie formidabili come tumori renali, alterazione del flusso sanguigno renale, idronefrosi e altre malattie.

Successivamente, è necessario superare gli esami delle urine e del sangue, che mostreranno accuratamente la causa del dolore. In alcuni casi, dovranno essere eseguiti altri studi: urografia escretoria, cistografia o persino laparoscopia diagnostica.

Principi generali di gestione del dolore

Se i reni fanno male, il trattamento domiciliare può essere eseguito solo se la diagnosi e la causa del dolore sono note. Quindi, con la pielonefrite, vengono mostrati uroantisettici (furagina), che assumono preparati a base di erbe che migliorano la minzione (orecchie d'orso, foglia di uva ursina, tè ai reni). A volte i farmaci antinfiammatori non steroidei sono indicati come prescritto dal medico curante, antibiotici.

In casi dubbi, è necessario fare ogni sforzo per identificare la causa. Dopotutto, l'assunzione di antidolorifici con un aumento della pressione nel sistema calice-pelvico allevierà il dolore, ma porterà allo sviluppo di idronefrosi e insufficienza renale e l'assunzione di antibiotici quando si verifica un tumore sarà una perdita di tempo prezioso.

Principali malattie renali nelle donne: sintomi e trattamento

La malattia renale nelle donne viene diagnosticata molto più spesso che negli uomini. Ciò è dovuto alle caratteristiche anatomiche della struttura degli organi dei sistemi urinario e riproduttivo. Nelle donne, l'uretra è più corta ma più larga rispetto al corpo maschile, a causa della quale i microbi possono entrare liberamente nella vescica. Se ignori tali patologie, in futuro virus, funghi e batteri andranno ai reni.

Le malattie di questi organi nelle donne si manifestano solitamente con sintomi quali alterazioni delle urine, problemi di minzione e dolore. Il trattamento è possibile con medicinali e ricette popolari dopo aver consultato un medico.

  • 1 Elenco di patologie e sintomi caratteristici
  • 2 motivi
  • 3 Trattamento farmacologico
  • 4 rimedi popolari
  • 5 Dieta

Ci sono segni generali caratteristici di molte patologie del sistema urinario, ma a seconda della malattia specifica, i sintomi compaiono nelle donne in modi diversi:

Patologia

Sintomi e caratteristiche

I concrezioni si formano nei reni. Esistono diversi tipi di malattia: urolitiasi, ossalaturia e altri. Dipende dalla composizione chimica delle pietre. La nefrolitiasi è caratteristica solo dei reni. Le pietre non si formano in altri organi. Entrano nella vescica e nell'uretere solo con il flusso di urina. Il tartaro può danneggiare le mucose, portando a ematuria (sangue nelle urine)

Di solito, con tali patologie, ci sono dolori acuti e intollerabili, nausea e attacchi di vomito, sudore freddo. La pelle diventa pallida, la frequenza cardiaca aumenta

Nei pazienti, i tubuli e i glomeruli dei reni si infiammano. Con questa patologia, sintomi come:

  • gonfiore del viso;
  • apatia;
  • fatica;
  • mal di testa;
  • problemi di sonno;
  • nervosismo;
  • depressione;
  • diminuzione della quantità di urina

La malattia è caratterizzata da infiammazione del tessuto renale a causa di infezioni. Di solito, i seguenti sintomi sono caratteristici della patologia:

  • aumento della temperatura corporea;
  • aumento della sudorazione;
  • dolore alla parte bassa della schiena, all'inguine e all'addome inferiore;
  • urina torbida.

Inoltre, si sviluppano tutti i sintomi di intossicazione generale del corpo (vomito, debolezza, ecc.)

Con questa anomalia, i reni di una donna formano cisti piene di liquido. Man mano che le neoplasie crescono, compaiono i sintomi caratteristici:

  • dolori doloranti nella cavità addominale e nella parte bassa della schiena;
  • coaguli di sangue nelle urine;
  • perdita di appetito;
  • perdere peso;
  • diarrea o costipazione;
  • un aumento della quantità di urina, la sua chiarificazione;
  • prurito alla pelle.

Se non inizi il trattamento della malattia policistica, in futuro la situazione porta a insufficienza renale cronica

Lo sviluppo della patologia è provocato da alcuni fattori predisponenti. Le cause della malattia sono considerate una forte perdita di peso o obesità, lesioni renali, attività fisica intensa, gravidanza e parto.

Con un disturbo simile, il paziente lamenta mal di schiena, di solito tirando o dolorando. Le sensazioni scompaiono quando si è sdraiati. Nel tempo, il dolore si intensifica e non scompare con un cambiamento nella posizione del corpo

Una malattia in cui l'urina non viene escreta completamente, a causa della quale il bacino e il calice si allungano. Molto spesso, la patologia viene diagnosticata nelle donne di età inferiore ai 40 anni. Quando compare la malattia:

  • mal di schiena;
  • nausea;
  • attacchi di vomito;
  • aumento della temperatura corporea.

Se non trattata, l'idronefrosi può rompere il bacino quando l'urina entra nell'addome.

Nei reni possono formarsi tumori sia di tipo benigno che maligno. Il tessuto atipico cresce gradualmente e consiste di cellule alterate. In genere, durante il processo, sintomi come:

  • perdita di appetito;
  • perdita di peso;
  • dolore alla schiena e all'addome;
  • debolezza;
  • affaticabilità veloce;
  • bocca asciutta;
  • secchezza delle mucose

La patologia è caratterizzata da una perdita parziale o completa della funzione degli organi. I prodotti di decomposizione non vengono escreti dal corpo, causando avvelenamento, che spesso è fatale. Un segno caratteristico di insufficienza renale è una diminuzione del volume delle urine o la sua completa assenza.

Si distinguono le seguenti cause di malattia renale nelle donne:

Causa

Descrizione

Può essere causato dal prolasso dell'utero. Inoltre, la ritenzione di urina può provocare spasmi a causa di stress o temperatura corporea troppo bassa, forte dolore.

A volte un problema simile con la minzione è un effetto collaterale dell'assunzione di pillole (analgesici, sonniferi)

Infezioni virali e batteriche

Possono passare ai reni dalle vie respiratorie, dai genitali e da altri sistemi. Di solito, gli organi sono affetti da complicanze di angina, polmonite, tubercolosi, sifilide, infiammazione purulenta della pelle, avvelenamento acuto. La trasfusione di sangue può provocare danni ai reni

Anomalie congenite nella struttura dell'organo

I reni possono essere fuori posto, ad esempio su un lato della colonna vertebrale. Alcune persone li hanno giuntati. I cambiamenti strutturali sono un altro fattore (c'è solo un uretere per due reni)

Processi necrotici nei tessuti renali

Si verificano con grave intossicazione da veleni, diminuzione del flusso sanguigno nei reni, patologie autoimmuni

Deterioramento della circolazione sanguigna all'interno dei reni a livello micro, che causa insufficienza funzionale

Oltre ai motivi principali, ci sono fattori predisponenti dall'elenco seguente che contribuiscono allo sviluppo di una particolare malattia:

  • Nutrizione impropria. A causa del consumo eccessivo di cibi troppo salati o dolci, l'equilibrio del sale è disturbato. Il corpo deve rimuovere prontamente i prodotti di decomposizione, altrimenti inizierà a formarsi il tartaro.
  • Malattie non trattate. La carie è dannosa per i reni, poiché, insieme alla saliva, una persona ingerisce costantemente le tossine rilasciate dai denti problematici, la cui rimozione viene effettuata dai reni.
  • Bere bevande alcoliche. L'alcol influisce negativamente sulla funzione renale, causando disidratazione e tossicità.
  • Stipsi. Le feci che non possono uscire naturalmente iniziano a marcire. Le tossine penetrano attraverso le pareti intestinali nei vasi e da lì nei reni.
  • Aumento della temperatura ambiente. A causa di ciò, la sudorazione aumenta, l'equilibrio del sale è disturbato..

Fumo, ipertensione, diabete mellito, obesità, assunzione insufficiente di acqua, assunzione incontrollata di antibiotici e altri farmaci influenzano negativamente le condizioni dei reni.

Nefrologo sul perché i reni falliscono e su come riconoscere la malattia mediante test

Olga Valovik, nefrologa presso il Centro repubblicano di riabilitazione medica e balneoterapia a Minsk, ha studiato le malattie renali in modo molto dettagliato durante la sua carriera professionale. Sull'esempio dei suoi pazienti, vede che non ci sono situazioni senza speranza. Oggi, le persone che ricevono la terapia sostitutiva renale studiano, lavorano, viaggiano, la loro vita va avanti, ma con alcuni cambiamenti nel solito ritmo e stile di vita. La dialisi "ammorbidisce" le manifestazioni dell'insufficienza renale e il trapianto di rene riporta le persone a una vita piena.

In un'intervista con TUT.BY Olga Valovik ha spiegato perché i reni fanno male, quali sintomi indicano insufficienza renale e cosa cercare nelle urine e negli esami del sangue.

Olga Valovik si è laureata in Medicina Generale presso l'Università Statale di Medicina di Minsk. Lavora presso il Centro repubblicano di riabilitazione medica e balneoterapia a Minsk. È la principale specialista freelance in nefrologia e terapia sostitutiva renale del Comitato sanitario del Comitato esecutivo della città di Minsk. È stata addestrata e addestrata in nefrologia, trapianto, terapia sostitutiva renale in importanti cliniche in Bielorussia, una clinica nel Regno Unito (Churchill Hospital, Oxford) e in Germania (Campus Charite Mitte, Berlino)

"La creatinina ematica elevata è un motivo per sospettare un'insufficienza renale"

- Quali sono le cause più frequenti del dolore ai reni?

- Molto spesso ciò si verifica in un processo infiammatorio acuto, ma in questo caso è probabile che una persona abbia anche febbre alta e alterazioni infiammatorie nell'analisi generale del sangue e delle urine: il numero di leucociti ed eritrociti è aumentato. Allo stesso tempo, anche la perdita di proteine ​​nelle urine può aumentare - più di 0,15 grammi al giorno.

Non c'è processo infiammatorio nel rene con una buona analisi delle urine. Se il test delle urine è normale, non c'è febbre e il paziente dice che ha dolore, non problemi ai reni.

È necessario prestare attenzione all'analisi del sangue generale. In un processo infiammatorio, il numero di leucociti sarà superiore a 9 e il numero di pugnalate sarà superiore al 6%.

- Anche la VES nel sangue sarà aumentata?

- Tasso di ESR - fino a 15 mm / ora. Con un processo infiammatorio, l'ESR, di regola, aumenta. Allo stesso tempo, è importante capire che un leggero aumento della VES in assenza di altri segni di un processo infiammatorio nel corpo non è sempre un segno di patologia. Esiste una sindrome da velocità di sedimentazione eritrocitaria accelerata.

- Come fanno male i reni?

- Se questo è un processo infiammatorio acuto, la parte bassa della schiena fa male. Per valutare la sindrome del dolore, i medici utilizzano la tecnica del "tapping". Il paziente ci volta le spalle, ci mettiamo la mano e l'altro ci bussa. Se il paziente non reagisce in alcun modo a questo, di regola non ha un'infiammazione acuta nei reni..

- La pielonefrite può verificarsi a causa del raffreddore?

- Sì. Con l'ipotermia locale, può verificarsi un'infezione delle basse vie urinarie, "salire" verso l'alto con lo sviluppo di pielonefrite acuta. In generale, l'infezione del tratto urinario inferiore (cistite, uretrite) è la causa più comune di pielonefrite acuta.

La pielonefrite ematogena è molto rara: è trasportata dal sangue. Ciò si verifica nelle persone con ridotta immunità (sullo sfondo dell'HIV, l'uso di farmaci immunosoppressori) con lo sviluppo di sepsi, cioè infezione generalizzata.

Il trattamento tempestivo delle infezioni del tratto urinario nelle donne in gravidanza e nei pazienti con diabete è molto importante. Se ciò non viene fatto, aumenta il rischio di sviluppare pielonefrite con varie complicanze..

- La pielonefrite può essere cronica?

- Può essere. Di solito la pielonefrite cronica si sviluppa secondariamente in pazienti con patologia preesistente delle vie urinarie: urolitiasi, malattia del rene policistico, anomalie congenite delle vie urinarie.
Se non c'è motivo di violazioni del deflusso di urina dai reni, lo sviluppo di pielonefrite cronica è improbabile.

- Con il sospetto di quali malattie i terapisti indirizzano i pazienti a un nefrologo?

- La patologia principale di cui si occupano i nefrologi è la malattia renale cronica. Si sviluppa a causa di glomerulonefrite, diabete mellito, ipertensione arteriosa, patologia renale ereditaria, malattie genetiche, anomalie congenite delle vie urinarie, malattie reumatologiche e patologia renale nelle donne in gravidanza.

Riferito a nefrologi per aumento dei livelli di creatinina e urea nel sangue, presenza di proteine ​​o eritrociti nelle urine, infezione cronica delle vie urinarie, ipertensione arteriosa non curabile, con alterazioni renali visibili agli ultrasuoni, a causa dell'uso prolungato di farmaci non steroidei antinfiammatorio, diuretico, quando si pianifica una gravidanza, se la donna ha avuto problemi ai reni durante precedenti gravidanze.

La creatinina è un prodotto metabolico della massa muscolare. Il suo livello sarà inferiore se una persona ha la paresi o la paralisi quando alcuni muscoli non funzionano. Con un'attività fisica significativa, ad esempio, negli atleti e nelle persone attivamente coinvolte nel fitness, il livello di creatinina sarà leggermente più alto. Inoltre, i numeri di creatinina più elevati possono essere nelle persone obese..

"I reni filtrano circa 1500 litri di sangue al giorno"

- Quali sono le cause dell'insufficienza renale?

- Una causa comune di insufficienza renale acuta è l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei. Soprattutto se vengono assunti insieme agli ACE inibitori, questi farmaci sono prescritti per abbassare la pressione sanguigna. E questa combinazione è piuttosto pericolosa. Questi farmaci influenzano i vasi renali: alcuni sull'arteria in entrata e altri in uscita. La pressione nelle arterie si uniforma, i reni smettono di filtrare il sangue e può verificarsi insufficienza renale acuta.

Sì, possono esserci rigide indicazioni mediche per questi farmaci, quindi possono essere assunti - ma solo come indicato da un medico e sotto la sua supervisione, con monitoraggio del livello di creatinina nel sangue. E succede che la gente beva queste pillole, cercando di far scendere la febbre, tre pezzi al giorno, mentre il medico non le prescriveva. Il risultato di questo "trattamento" può essere un'insufficienza renale acuta, specialmente in condizioni di disidratazione sullo sfondo di alta temperatura corporea.

Nelle persone anziane, l'insufficienza renale acuta si verifica spesso a causa del fatto che bevono poca acqua. La norma è di 30 ml per 1 kg di peso corporeo al giorno. Le eccezioni possono essere solo per le persone con problemi cardiaci, quando il cuore non riesce a far fronte e compare l'edema. In questo caso, la quantità di acqua per il paziente deve essere limitata dal medico curante..

Succede anche che riceviamo pazienti con insufficienza renale dovuta ad avvelenamento. C'era una storia in cui un uomo e sua moglie dipinsero le pareti della cantina e si avvelenarono con il vapore di toluene. Si trova nella vernice normale.

- Perché i reni hanno ceduto a causa di questo??

- Il rene è un organo funzionante. Filtra e rimuove tutto ciò che una persona ha mangiato, bevuto, respirato. I reni lavorano 24 ore su 24 e filtrano circa 1500 litri di sangue al giorno. Gli amminoacidi e altre sostanze utili vanno al lavoro del corpo e tutto il resto - urea, creatinina, basi azotate e tossine - viene escreto nelle urine.

Questa coppia sposata ha respirato toluene e i reni hanno fallito. Per quanto ne so, l'uomo è già guarito e sua moglie è ancora in clinica.

- L'insufficienza renale può essere cronica. Come si sviluppa?

“Ora stiamo usando il termine malattia renale cronica. Ha cinque fasi. I primi due procedono senza compromettere la funzione renale e, a partire dal terzo stadio, si verifica un'insufficienza renale cronica.

Abbiamo già discusso le principali cause della malattia renale cronica, ma è importante notare che oggi le cause più comuni dello sviluppo della malattia renale cronica nel nostro paese, come nel resto del mondo, sono il danno renale secondario nei pazienti con ipertensione arteriosa e diabete mellito..

- Cosa succede ai reni a causa del diabete mellito e dell'ipertensione arteriosa?

- L'ipertensione arteriosa e il diabete mellito colpiscono i vasi renali, il flusso sanguigno nei filtri renali viene interrotto e la loro funzione perde gradualmente.

Calcoli renali formati dall'acqua del rubinetto

- Da dove vengono le pietre di corallo nei reni??

- Questo può essere influenzato da un fattore ereditario, violazione dei processi metabolici nel corpo.

Esiste anche una condizione endocrinologica come l'iperparatiroidismo. Questa è una produzione in eccesso di ormone paratiroideo da parte di una ghiandola paratiroidea ingrossata. Di conseguenza, lo scambio di calcio e fosforo viene interrotto. Di conseguenza, il livello di calcio nel sangue aumenta, che può essere depositato nei reni sotto forma di pietre di corallo. Una persona viene curata per l'urolitiasi, quindi si scopre che la causa dei calcoli renali era l'iperparatiroidismo ed era necessario trattarlo prima..

- La formazione delle pietre dipende da ciò che mangi?

- Le pietre di corallo, di regola, non lo sono, ma quelle ordinarie sì.

I calcoli possono verificarsi con determinate preferenze alimentari, inclusa l'acqua che bevi. Avevo una famiglia con ossaluria, cioè avevano ossalati nelle urine.

Si è scoperto che questa famiglia beve l'acqua del rubinetto, e contiene molti sali di calcio e pietre successivamente formate da questi sali. L'acqua dura deve essere filtrata.

- L'insufficienza renale può portare all'emodialisi?

- Lo guida. E sebbene sia impossibile fermare completamente l'insufficienza renale, il processo di morte glomerulare può essere rallentato con successo e, quindi, l'inizio della dialisi può essere ritardato. Con l'aiuto del consiglio di un nefrologo, molte persone rivedono il loro stile di vita, le abitudini e iniziano a vivere in un modo nuovo. Inoltre, prima i medici rilevano la malattia, maggiori sono le possibilità che il processo possa essere interrotto..

- Che cibo piace ai reni??

- Cibo salutare. I reni non amano le sostanze estrattive, i conservanti, perché devono filtrarli tutti. Dalla mia pratica posso dire che le persone che cucinano cibi fatti in casa non mangiano semilavorati, piatti di cucina, salsicce, salsicce, cibo in scatola, carni affumicate, i test sono migliori e la malattia è più favorevole..

"Una persona potrebbe anche non sentire come i reni hanno fallito".

- Quanti pazienti in dialisi in Bielorussia?

- La prevalenza della malattia renale cronica allo stadio terminale che richiede la dialisi è di 350 persone per milione di abitanti. Ci sono diversi centri per l'emodialisi a Minsk e ci sono centri satellite in tutto il paese. In genere, la dialisi viene eseguita tre volte a settimana per quattro ore. Non pensare che le persone in dialisi conducano uno stile di vita solitario: molte di loro viaggiano per il mondo e si sottopongono a dialisi nel paese in cui stanno andando. Ora il mondo è cambiato molto, c'è sempre l'opportunità di condurre il tuo solito modo di vivere.

I pazienti in dialisi oggi sono notevolmente cresciuti. Nel 2007, quando sono andato nel Regno Unito per uno stage, siamo stati portati all'unità di dialisi e sono rimasto sorpreso dal fatto che lì c'erano solo pazienti anziani. Poi abbiamo avuto quasi un giovane in dialisi. Ora abbiamo la stessa immagine del Regno Unito, ma sono passati solo 12 anni. L'età media dei pazienti in dialisi in Bielorussia tra gli uomini è di 50 anni, le donne - 58-60 anni.

Tutti i pazienti in dialisi sono potenziali candidati al trapianto di rene. Il trapianto di rene può migliorare significativamente la qualità e aumentare la durata della vita di una persona con malattia renale cronica allo stadio terminale.

- Come si sente una persona quando i suoi reni iniziano a fallire?

- Forse non sento niente. Il rene è un organo con un'enorme capacità di riserva. Anche se danneggiati, i reni cercano di garantire la loro funzione di eliminare le sostanze tossiche. I segni della malattia possono comparire in alcuni casi solo con una diminuzione della funzione renale inferiore al 30%.

A causa del lungo decorso asintomatico della malattia renale, le persone spesso cercano aiuto nelle fasi successive della malattia renale cronica. Nella mia pratica, c'è stato un caso in cui un ragazzo stava per entrare nell'esercito: durante l'esame, aveva un basso livello di emoglobina ed è stato mandato da un gastroenterologo. Ma si è scoperto che i suoi reni praticamente non funzionano, è rimasto solo il cinque percento della loro normale funzione. Lo abbiamo portato urgentemente per la dialisi.

E allo stesso tempo, il giovane non era infastidito da nulla. Il corpo si è adattato a questo stato.

- Capisco che il cancro del rene sia un argomento degli oncologi, ma i nefrologi nella loro pratica lo affrontano?

- A volte siamo i primi a rilevarlo sulla base dei risultati di un esame ecografico e riferire i dati dei pazienti agli oncologi.

- I reni con cancro possono ferire?

- Di regola no, ma se si è verificato un tumore nella pelvi renale e il deflusso di urina è compromesso, allora questo è possibile.

- Cosa fare per evitare problemi ai reni?

- Per la prevenzione bisogna mangiare bene, smettere di fumare, muoversi di più, controllare il proprio peso, la pressione sanguigna, il livello di zucchero, evitare l'uso incontrollato di farmaci tossici per i reni: antidolorifici e antibiotici.

Se una persona ha ipertensione arteriosa o diabete mellito e questi sono fattori di rischio per lo sviluppo della patologia renale, è consigliabile che faccia un esame delle urine generale, un'analisi delle urine per l'albuminuria, un esame del sangue biochimico con una valutazione del livello di glucosio, colesterolo, creatinina e calcolo del tasso una volta all'anno filtrazione glomerulare.

Possibile malattia renale nelle donne, sintomi e trattamento

Non tutti sanno esattamente come fanno male i reni. Ulteriori sintomi nelle donne possono variare. Questa condizione è tipica di molte malattie. La zona posteriore inizia a far male, di solito quando il processo infiammatorio è acuto. A volte le persone scambiano il dolore ai reni per problemi alla parte bassa della schiena. Pertanto, ai primi segni di malessere, non dovresti posticipare una visita a un urologo o nefrologo, solo lui farà una diagnosi accurata.

  1. Come determinare cosa fa male esattamente il rene
  2. I primi segni di malattia renale nelle donne
  3. Nefropatia della gravidanza
  4. Policistico
  5. Idronefrosi
  6. Sabbia renale
  7. Nefroptosi
  8. Malattia da urolitiasi
  9. Insufficienza renale
  10. Cancro ai reni
  11. Infiammazione
  12. Alterato flusso sanguigno renale
  13. Endometriosi
  14. Diagnostica
  15. Pronto soccorso per il dolore ai reni
  16. Come trattare i reni nelle donne
  17. Medicinali
  18. Chirurgia
  19. Dieta
  20. Medicina alternativa

Come determinare cosa fa male esattamente il rene

I problemi renali sono spesso mascherati da altre malattie. È difficile per una persona inesperta determinare esattamente dove fa male. È improbabile che la diagnosi differenziale venga eseguita da solo.

Per sapere esattamente dove fanno male i reni, è necessario ricordare la loro posizione, su entrambi i lati della parte posteriore della colonna vertebrale. In caso di disagio, è importante cercare di determinare esattamente dove fa male. Il più delle volte, questa sensazione si applica solo a un lato del corpo. C'è dolore appena sotto le costole nella parte posteriore.

Molto spesso, le sensazioni si irradiano ad altri organi. Le seguenti aree fanno male:

  • inguine;
  • genitali;
  • vescica e uretra;
  • interno coscia.

Con l'urolitiasi, c'è un aumento della peristalsi (contrazione degli organi) e degli spasmi ureterali. A causa dell'uscita della pietra, si verifica una violazione del deflusso di urina. Questo inizia a ferire la parte bassa della schiena..

Se fa male a causa di processi infiammatori, il volume dei reni aumenta. Si verifica una grave distensione della capsula renale, che contiene molte terminazioni nervose. Per questo motivo, la parte bassa della schiena fa molto male..

Per capire come fanno male i reni di una donna, è necessario conoscere i sintomi di accompagnamento. Se il problema è con questo organo, appare una sensazione di debolezza, affaticamento, febbre. Una persona perde l'appetito, il peso corporeo diminuisce.

I primi segni di malattia renale nelle donne

Molte malattie renali sono latenti e non hanno sintomi pronunciati. Possono verificarsi debolezza, riduzione delle prestazioni, affaticamento e gonfiore (soprattutto al mattino).

A causa di problemi con la rimozione del fluido dal corpo, spesso compaiono mal di testa. Si nota anche un cambiamento nella pressione sanguigna: aumenta.

I reni possono ferire di più con movimenti improvvisi, sport, minzione. L'urina inizia ad avere un odore forte e il suo colore cambia. L'odore di ammoniaca si sente dalla bocca. L'acne appare sulla pelle.

Nefropatia della gravidanza

Si verifica spesso durante una prima o più gravidanza. La nefropatia appare dovuta al fatto che l'utero allargato inizia a premere sull'uretere. Di conseguenza, c'è una violazione del deflusso di urina, i reni soffrono e la regione lombare inizia a ferire.

Si manifesta gonfiore di vari gradi di gravità, da debole a forte. Sullo sfondo della nefropatia, si sviluppano condizioni pericolose come l'albuminuria e l'ipertensione. Tutto ciò minaccia lo sviluppo del feto..

I sintomi concomitanti sono il frequente bisogno di usare il bagno, ma con una minima produzione di urina. Fa male più spesso a destra. Nella forma acuta compaiono vomito, nausea, febbre.

Policistico

Si verifica a causa di una predisposizione genetica. La struttura dei tubuli renali cambia e su di essi si formano bolle. Un sintomo caratteristico è il dolore costante nella regione lombare. Ulteriori sintomi di malattie renali - frequente bisogno di urinare, la donna ha sete.

In futuro, senza trattamento, la malattia porta a disturbi nel lavoro del sistema cardiovascolare e all'ipertensione..

Idronefrosi

Con questo problema, i calici e il bacino si espandono nei reni. Sembra dovuto a vari problemi:

  • pietre;
  • tumori;
  • malattie infiammatorie negli organi pelvici;
  • anomalie congenite.

È spesso asintomatico fino alla comparsa dell'infiammazione. Poi c'è un frequente bisogno di urinare. Il sangue appare nelle urine - può essere visto ad occhio nudo.

Non è sempre facile determinare dove e da quali reni fanno male. Alcune malattie sono latenti. Potrebbero verificarsi rari attacchi di lombalgia. Peggiorano dopo aver bevuto molti liquidi o aver fatto esercizio.

Sabbia renale

A volte nel bacino si forma una sospensione di residui di sale, la cosiddetta sabbia. I sintomi di problemi renali nelle donne quando le forme di sabbia non compaiono sempre. Quando i sedimenti escono nelle urine, possono graffiare il rivestimento ureterale. Non fa molto male. Le sensazioni spiacevoli scendono nell'addome inferiore e nell'inguine. L'urina è rosso scuro, a volte con una mescolanza di pus. Il rilascio di sabbia è accompagnato da ipertensione, nausea, vomito.

Nefroptosi

Il motivo per cui la sinistra o il rene di una donna fa male può essere associato a nefroptosi (prolasso d'organo). Ciò è dovuto all'improvvisa perdita di peso o al travaglio. A causa dell'indebolimento dei muscoli e dei legamenti, il rene cambia la sua posizione.

Più grave è lo stadio, più acuti appaiono i sintomi. Fa male all'addome e alla schiena, nel tempo la sensazione si intensifica. Sintomi associati: perdita di appetito, vomito, nausea, nervosismo.

Se inizi il processo, porterà a gravi conseguenze: urolitiasi, insufficienza renale, pielonefrite.

Malattia da urolitiasi

Con la malattia, i calcoli si formano in diverse parti del sistema urinario. Molto spesso questi sono i reni. I pazienti sviluppano dolore acuto da taglio quando i calcoli si muovono..

A causa del fatto che le pietre possono interferire con il normale flusso di urina, il gonfiore appare sul viso. Il liquido in eccesso non viene escreto dal corpo. Quando l'uretere è bloccato, compare una colica renale. È caratterizzato da un forte dolore insopportabile nella parte bassa della schiena. Non si placa quando cambia la posizione del corpo.

Insufficienza renale

È caratterizzato dalla perdita della funzione renale. La causa può essere malattie infettive, avvelenamento da veleni, traumi, infiammazioni prolungate, ecc. A causa della scarsa funzionalità renale, viene rilasciata poca o nessuna urina.

Oltre alla bassa produzione di urina, si notano un polso rapido, una diminuzione della pressione e disturbi metabolici. La morte è probabile se non trattata.

Cancro ai reni

Nelle prime fasi, i tumori non danno alcun sintomo. Sono possibili pallore e letargia. Se l'oncologia è di lato destro, il rene destro fa costantemente male, il punto della sua proiezione si gonfia un po '. Di tanto in tanto, puoi vedere impurità di sangue nelle urine..

Di solito, i sintomi compaiono già nella terza o quarta fase, quando solo il trattamento chirurgico aiuterà. Ogni movimento è accompagnato da dolore.

Infiammazione

Esistono diverse malattie infiammatorie e colpiscono i reni: pielonefrite, glomerulonefrite. Appaiono a causa di ipotermia, avvelenamento da metalli pesanti, consumo di alcol, a seguito di disturbi autoimmuni. Il dolore nell'area dei reni non inizia immediatamente.

A volte la nefrite viene confusa con l'avvelenamento a causa di sintomi simili: la temperatura aumenta, si verificano brividi e frequente bisogno di urinare. Il colore della pelle cambia in giallastro o itterico.

Alterazione del flusso sanguigno renale

Si manifesta a causa di anomalie dello sviluppo intrauterino (malattia del rene policistico) o dopo un trauma. A volte secondaria alla malattia di base, come la trombosi.

Endometriosi

Il dolore ai reni può essere dovuto all'endometriosi. Questa è una condizione in cui le cellule dello strato interno dell'utero si diffondono in tutto il corpo e iniziano a dividersi in esse. L'endometriosi renale è molto rara.

Diagnostica

Per la corretta nomina del trattamento, è necessario superare i test e sottoporsi a esami. Il dottore esegue un esame visivo e prende un'anamnesi. Con le dimensioni normali del rene, non ci saranno anomalie durante il sondaggio.

Se l'organo è ingrandito, si sentirà alla palpazione.

Nell'analisi generale del sangue e delle urine, viene controllato il numero di leucociti. Deviazioni in qualsiasi direzione indicano un processo infiammatorio o infettivo. Ulteriori analisi:

  • test secondo Nechiporenko;
  • analisi biochimica delle urine;
  • test delle proteine ​​delle urine.

Controllare i reni utilizzando gli ultrasuoni è un modo semplice ed economico per determinare le dimensioni degli organi e le loro condizioni. Un metodo di ricerca più informativo è la risonanza magnetica, ma non è sempre disponibile.

Pronto soccorso per il dolore ai reni

Se i reni iniziano a far male, il primo passo è riposare. Devi sdraiarti in una posizione comoda. Puoi prendere antidolorifici se il dolore non può essere tollerato e chiamare un medico.

Quando i reni fanno male, puoi alleviare temporaneamente la sensazione con una piastra elettrica o un bagno caldo. Questo effetto allevia la tensione muscolare..

Non fare impacchi caldi per problemi cardiaci.

Il farmaco principale per il dolore ai reni è il mitigatore di crampi. Baralgin o Maxigan andranno bene. Non eliminano la causa, ma facilitano il decorso: rimuovono gli spasmi, alleviano il dolore, rilassano i muscoli. Se questo medicinale non è disponibile, No-shpa o Drotaverin lo faranno..

Come primo soccorso somministrano bevande alla frutta con effetto diuretico (mirtilli rossi, mirtilli rossi), tè caldo al limone. Misurate regolarmente la temperatura e la pressione.

Se i reni iniziano a far male per strada, devi sederti su una panchina o appoggiarti a un muro e chiamare un'ambulanza.

Un medico dovrebbe essere chiamato se, dopo l'assunzione di farmaci, i reni sono ancora molto doloranti, con l'aspetto delle urine rosso scuro, con ipertensione. Il gonfiore regolare delle gambe dovrebbe essere allarmante.

Come trattare i reni nelle donne

Nelle prime fasi della malattia renale, i medici raccomandano cure di supporto. Il suo obiettivo è ridurre i sintomi.

Le donne incinte devono essere particolarmente attente alle loro condizioni. Molti processi infiammatori influenzano negativamente il bambino e causano problemi durante il parto..

Medicinali

Non vale la pena scegliere le medicine da solo. Solo un medico selezionerà le pillole giuste.

  • Per risolvere i problemi con il drenaggio delle urine, vengono utilizzati farmaci del gruppo antispasmodico con il principio attivo drotaverina o il suo analogo. Questo è No-shpa, Papaverin.
  • Un antispastico non aiuta con le coliche. Quando fa male male, vengono usati antispastici con effetto antinfiammatorio. Questi sono Revalgin, Baralgin e altri. In alcuni casi vengono utilizzate pillole; nelle forme gravi, sono consigliabili iniezioni.
  • Se i reni fanno male a causa di malattie infettive, vengono utilizzati antibiotici. Sono selezionati in base all'agente patogeno. Ad esempio, Sumamed ha un effetto lieve e può essere utilizzato durante la gravidanza. La gentamicina è efficace contro Pseudomonas aeruginosa.
  • In casi non complicati, utilizzare urosettici antimicrobici sulle erbe: Urovit, Kanefron.

Chirurgia

Un metodo di trattamento radicale, utilizzato per lesioni e prolasso pronunciato del rene. In assenza di aiuto, qualsiasi processo infiammatorio si trasforma in uno purulento e questo è irto di morte..

L'intervento chirurgico è indicato per i tumori benigni e maligni. La riabilitazione è necessaria dopo l'intervento chirurgico.

Dieta

Per fermare il dolore ai reni, è importante non solo assumere farmaci, ma anche cambiare il proprio stile di vita. Assicurati di seguire una dieta delicata.

È necessario limitare seriamente il consumo di sale, rinunciare ai semilavorati. In caso di infiammazione acuta, è completamente impossibile salare i piatti, in altri casi, la sua quantità massima giornaliera è di 5 g.

Anche le proteine ​​sono calcolate rigorosamente: non possono essere consumate più che misurate. Carne e pesce sono ammessi solo nella quantità di 150 g al giorno. I filetti vengono accuratamente stufati o bolliti. Questo trattamento ridurrà il carico sui reni..

L'assunzione massima di liquidi è di circa un litro al giorno. Non puoi bere due ore prima di andare a dormire e di notte.

La base della dieta sono zuppe, cereali, verdure fresche e frutta, bacche, erbe. Sono adatti pasta e prodotti a base di latte fermentato. Tutto dovrebbe essere fresco e di alta qualità. Qualsiasi avvelenamento con cibo stantio complicherà la condizione. Pertanto, è meglio cucinare il cibo in piccole quantità..

La dieta dovrebbe essere prevalentemente vegetariana, senza cibi grassi. Salse pronte, salsicce, dolci e pasticcini devono essere scartati.

Medicina alternativa

Per il trattamento dei reni a casa vengono utilizzati diuretici e disinfettanti..

  • Per preparare un farmaco antinfiammatorio, devi prendere un cucchiaino di dente di leone secco e versarci sopra un bicchiere di acqua bollente. Lascia riposare il composto finché non si raffredda. Bevi come il tè 2-3 volte al giorno.
  • Bevanda alla frutta a base di mirtilli rossi o mirtilli rossi. Le bacche vengono versate con acqua bollente e lasciate fermentare. La loro quantità dipende dall'intensità del sapore desiderata. Più ce ne sono, più aspra è la bevanda..
  • Per sbarazzarsi di sabbia e pietre, alla bevanda alla frutta vengono aggiunti uva ursina e coda di cavallo. Tutti i componenti devono essere tritati in un frullatore o tritati finemente, quindi versare acqua bollente (2 cucchiai di materie prime in un bicchiere d'acqua). La miscela viene infusa per due ore. Il medicinale viene assunto due volte al giorno in piccole quantità.
  • Per un effetto diuretico è utile fare un infuso di semi di carota. Prendete 250 ml di acqua calda e versatela sopra 50 g di semi. Lasciare in infusione il brodo per un'ora, filtrare e bere una volta al giorno.

Non puoi aggiungere zucchero ai rimedi casalinghi..

Secondo le ricette popolari, devi sempre preparare un brodo fresco. Il prodotto non dovrebbe resistere più di 1 giorno. I brodi possono essere alternati. Il corso del trattamento va da 2 a 4 settimane.

Eventuali rimedi casalinghi vengono utilizzati solo in aggiunta al farmaco prescritto dal medico..