100 ricette per l'urolitiasi. Gustoso, sano, mentalmente, sano (Irina Vecherskaya, 2014)

Per diverse malattie viene prescritta una dieta diversa. Questo libro ti parlerà di come mangiare con l'urolitiasi. A seconda del tipo di pietre e del decorso della malattia, viene prescritto un corso speciale di trattamento. Le ricette popolari fornite nel libro e una dieta adeguatamente selezionata aiuteranno ad alleviare il decorso della malattia ed evitare ricadute. Poiché esistono tre tipi principali di calcoli: urati, ossalati e fosfati, la dieta per ogni tipo dovrebbe contenere un diverso insieme di alimenti. Il libro propone ricette e diete per ogni tipo di disturbo. Buon appetito e sii sano!

Sommario

  • Prefazione
  • Trattamento dei calcoli renali con rimedi popolari
  • I principi della nutrizione per l'urolitiasi
  • Pietre di ossalato e nutrizione del paziente
Dalla serie: Soulful cooking

Il frammento introduttivo dato del libro di 100 ricette per l'urolitiasi. Gustoso, sano, pieno di sentimento, sano (Irina Vecherskaya, 2014) fornito dal nostro partner del libro - la società Liters.

I principi della nutrizione per l'urolitiasi

Le diete sono fatte tenendo conto delle caratteristiche del metabolismo, della composizione chimica dei calcoli e della reazione delle urine.

Principi generali della terapia dietetica:

1) restrizione dei nutrienti da cui si formano sedimenti o calcoli nelle vie urinarie;

2) un cambiamento dovuto alla natura della nutrizione della reazione dell'urina (pH delle urine) al lato acido o alcalino per prevenire la precipitazione e una migliore dissoluzione dei sedimenti salini;

3) abbondante assunzione di liquidi per rimuovere i sedimenti salini dalle vie urinarie.

Nelle diete, principalmente per uraturia e fosfaturia, alcuni gruppi di alimenti sono limitati o aumentati. Ciò rende difficile soddisfare il fabbisogno del corpo di tutti i nutrienti e la conseguente monotonia della reazione delle urine può contribuire alla formazione di sali di diversa composizione.

Una dieta per l'urolitiasi è prescritta al fine di fornire un'alimentazione parsimoniosa per i reni, aiuta a rimuovere vari prodotti metabolici dal corpo. Il rispetto della dieta prevede l'esclusione dalla dieta di alimenti che comprendono purine, acido ossalico, limita l'assunzione di sale, aumenta la quantità di liquido libero (se non ci sono controindicazioni) e prodotti alcalinizzanti (verdura e frutta, latticini). Inoltre, la dieta riduce il consumo di proteine ​​e grassi. Assicurati di far bollire carne, pesce e pollame, cuoci prodotti e la temperatura del cibo è normale. Durante la cottura la metà delle purine contenute rimane nel brodo, quindi non mangiare i brodi. Dopo l'ebollizione, pollame, pesce e carne possono essere utilizzati nella preparazione di una varietà di piatti (fritti, in umido, al forno), prodotti tritati. La carne e il pesce possono essere combinati in quantità approssimativamente uguali. Si consiglia di includere i pasti di questi prodotti non più di 2-3 volte a settimana. Una porzione di carne non deve superare i 150 g, pesce - 17 g Dieta - 5 volte al giorno. Si consiglia il decotto di rosa canina invece di uno spuntino pomeridiano..

- 70 g di proteine, il 50% delle quali di origine animale e principalmente latticini;

- 80 g di grassi, di cui il 30% vegetale;

- 350-400 g di carboidrati, di cui 80 g di zucchero;

- 1,5-2 litri o più di liquido.

Il valore energetico di questa dieta è di 2400-2600 calorie.

Carne, pollame, pesce sono intercambiabili. Latte - 0,5 l, carne - 120 g, formaggio non salato - 30 g, un uovo, 6 fette di pane, mezza tazza di cereali, 1 porzione di patate, 3 o più porzioni di verdura, frutta e succhi (facoltativo), zucchero o marmellata meno di 4 cucchiaini, olio - meno di 2 cucchiaini, tè debole, caffè se lo si desidera.

Si consiglia di consumare pane di frumento e segale a base di farina di prima e seconda scelta, pasticceria varia, anche quella con aggiunta di semola macinata.

Il consumo di prodotti di pasticceria è limitato.

Sono ammesse zuppe vegetariane: borscht, zuppa di cavolo cappuccio, zuppe di verdure, zuppe di cereali, zuppe fredde, zuppe di frutta a base di latte.

Sono vietate zuppe a base di carne, pesce e brodi di funghi, con l'aggiunta di acetosa, spinaci e legumi.

Una dieta terapeutica è consentita per consumare specie e varietà a basso contenuto di grassi. Massimo 3 volte a settimana, puoi mangiare 150 g di carne bollita o 160-170 g di pesce bollito. Carne bollita, pollame, pesce possono essere utilizzati per preparare stufati, fritture, piatti al forno e piatti a base di cotoletta. È consentita una combinazione di carne e pesce in quantità uguali.

Non sono ammessi reni, fegato, cervello, lingua, carne di giovani uccelli e animali, salsicce, prodotti affumicati, pesce salato, pesce e carne in scatola e caviale.

Puoi usare latte, bevande a base di latte fermentato, panna acida, ricotta e ricotta, formaggio.

I formaggi salati sono vietati.

È consentito mangiare un uovo al giorno, preparato in qualsiasi modo. Meglio mangiare uova di pollo o di quaglia.

Puoi mangiare qualsiasi cibo con moderazione.

I legumi sono vietati.

Consigliato per essere consumato in quantità maggiori, crudo e cotto in qualsiasi modo. Sono ammessi piatti di patate.

Non sono ammessi funghi, legumi freschi, spinaci, rabarbaro, acetosa, cavolfiore, portulaca. Limita la quantità di verdure salate e in salamoia.

Una dieta terapeutica consiglia insalate di verdure fresche o in salamoia, macedonie, vinaigrette, caviale di verdure (zucca, melanzane).

Sono vietati snack salati, piatti affumicati, cibo in scatola, caviale di pesce.

Si consiglia una maggiore quantità di frutta e bacche, fresche e preparate in qualsiasi modo. È consentito l'uso di frutta secca, creme e gelatine di latte, marmellate, marshmallow, dolci non al cioccolato, marmellata, miele, meringhe.

Non è consentito mangiare cioccolato, fichi, lamponi, mirtilli rossi, mirtilli rossi.

Sono consentite salse con brodo vegetale, salsa di pomodoro, panna acida, salse di latte. È consentito l'uso di acido citrico, vanillina, cannella, alloro, aneto, prezzemolo.

Sono vietate le salse cotte in brodi di carne, pesce o funghi. Non è consentito l'uso di pepe, senape, rafano.

Puoi bere tè al limone, con l'aggiunta di latte, caffè debole con latte, succhi di frutta e verdura, bevande alla frutta, acqua con succhi, kvas. Utili i decotti di rosa selvatica, crusca di frumento e frutta secca.

Il cacao, il tè forte e il caffè sono vietati.

Colazione: ricotta, pane e burro, vinaigrette (condimento con panna acida), tè con latte.

Pranzo: uova strapazzate, porridge di grano saraceno, succhi.

Spuntino pomeridiano: zuppa (vegetariana) con radici fritte con panna acida, patate fritte, crauti, carne cotta nel pangrattato, composta.

Cena: cotolette di verdure, ricotta, pasta in casseruola, gelatina.

Di notte: latte con un panino.

Bere un brodo di rose selvatiche (100 ml) o acqua minerale alcalina riscaldata a stomaco vuoto.

Prima colazione: farina d'avena nel latte (liquido) 150 g, latte 200 g.

Seconda colazione: succo d'uva (200 ml).

Pranzo: zuppa di verdure schiacciata (150 ml), gelatina di latte (180 ml).

Spuntino pomeridiano: bicchiere di succo di carota.

Cena: porridge di riso nel latte (liquido) 150 g, composta di frutta (180 g).

La sera: un bicchiere di kefir.

Di notte: una tazza di tè non zuccherato diluito con latte.

Prima colazione: insalata di verdure con burro, uovo alla coque, budino di grano mela-carota, tè.

Seconda colazione: infuso di rosa canina.

Pranzo: zuppa di latte con tagliatelle, cotolette di patate, gelatina.

Merenda pomeridiana: mele.

Cena: involtini di cavolo con verdure e riso, tè con torte di formaggio al forno.

Prima di coricarsi: decotto di crusca di frumento.

Prima colazione: caffè debole, mela e insalata di barbabietole con panna acida.

Seconda colazione: frutta fresca, uova strapazzate con pomodori.

Pranzo: spezzatino di verdure con manzo bollito, okroshka, tè al limone.

Spuntino pomeridiano: composta di frutti di bosco.

Cena: insalata con verdure fresche di patate, casseruola di cavolo con salsa di panna acida, tè al latte.

Di notte: far bollire la crusca di frumento, filtrare. Bere mezzo bicchiere.

Prima colazione: brodo di rosa canina, insalata di barbabietole con prugne.

Seconda colazione: caffè debole, uovo alla coque.

Pranzo: maccheroni al formaggio, zuppa di latte d'avena, cotolette di carote con panna acida, tè (il limone non è vietato).

Spuntino pomeridiano: bicchiere di succo di frutta.

Cena: prugne al forno con ricotta, gnocchi con ricotta, brodo di rosa canina.

Di notte: kefir.

Si consiglia una semplice giornata di digiuno sulla ricotta: 5 volte al giorno, 100 g.

Di notte: kefir.

Prima colazione: vinaigrette con burro, porridge di latte d'avena, caffè con latte.

Seconda colazione: composta di frutti di bosco, frittata con mele.

Pranzo: manzo alla Stroganoff (bollito), barbabietola rossa, cavolo cappuccio in umido, gelatina di frutta.

Spuntino pomeridiano: frutta (fresca).

Cena: frittelle di ricotta, barbabietole ripiene di riso e mele, brodo di rosa canina.

Sommario

  • Prefazione
  • Trattamento dei calcoli renali con rimedi popolari
  • I principi della nutrizione per l'urolitiasi
  • Pietre di ossalato e nutrizione del paziente
Dalla serie: Soulful cooking

Il frammento introduttivo dato del libro di 100 ricette per l'urolitiasi. Gustoso, sano, pieno di sentimento, sano (Irina Vecherskaya, 2014) fornito dal nostro partner del libro - la società Liters.

Dieta per l'urolitiasi

Regole generali

L'urolitiasi (urolitiasi) è una malattia metabolica e si manifesta con la formazione di calcoli in qualsiasi organo del sistema urinario: reni, ureteri o vescica. La probabilità di ICD negli esseri umani è aumentata dallo squilibrio ormonale, dai disturbi metabolici ereditari, dall'alimentazione del paziente e dalle anomalie anatomiche esistenti.

Lo sviluppo delle pietre è il risultato del processo di formazione di un nucleo e dell'accumulo di cristalli che si formano costantemente attorno ad esso. La formazione di un nucleo si verifica quando cristalli di vari sali vengono depositati dall'urina sovrasaturata con essi. Il ruolo di alcuni nanobatteri in questo processo è stato dimostrato. Questi batteri gram-negativi atipici producono carbonato di calcio sulla superficie cellulare del sistema urinario. Le sostanze che mantengono i sali in uno stato disciolto e ne impediscono la precipitazione includono: cloruro di sodio, magnesio, zinco, ioni manganese, acido ippurico, citrati, cobalto. Anche in piccole quantità, queste sostanze inibiscono la cristallizzazione..

La clinica della malattia è piuttosto varia. In alcuni pazienti si manifesta un singolo attacco di colica renale, mentre in altri si protrae, si unisce un'infezione e si verificano varie malattie renali: idronefrosi, pielonefrite, pionefrosi, sclerosi del parenchima renale e sviluppo di insufficienza renale. I principali sintomi della malattia sono dolore, sangue nelle urine, disturbi urinari e secrezione di pietre e cristalli di sale.

La dieta per i calcoli renali dipenderà dalla composizione dei calcoli e quindi può includere alimenti che si escludono a vicenda. Il calcio è la base della maggior parte dei calcoli urinari. Si nota la maggiore prevalenza di calcoli di calcio (inclusi ossalato di calcio e fosfato di calcio), calcoli di urato, costituiti da sali di acido urico e da quelli contenenti magnesio. Il ruolo principale nella formazione dell'ossalato di calcio è giocato dalla saturazione eccessiva delle urine con calcio e ossalato.

Il trattamento iniziale di qualsiasi tipo di KSD è finalizzato ad aumentare l'assunzione di liquidi, migliorare la produzione di urina, modificare la nutrizione e controllare lo stato acido-base delle urine. La malattia del calcolo renale è un problema serio in urologia, poiché nonostante l'introduzione di nuovi metodi di terapia ad alta tecnologia, c'è un'alta frequenza di recidiva della formazione di calcoli..

Una dieta razionale ripristina il normale metabolismo e la reazione delle urine, da cui dipende la possibilità di formazione di tartaro. In un ambiente acido, si formano calcoli di urato, ossalato - in acido neutro e fosfato - in alcalino. Una dieta selezionata correttamente modifica il pH delle urine e serve come criterio per la dieta corretta. Se il livello di pH è 6,0-6,4 al mattino e 6,4-7,0 la sera, il corpo sta bene, poiché il livello ottimale è 6,4-6,5.

Il trattamento dipende anche dalla composizione dei calcoli e dallo stato acido-base delle urine. "La sabbia nei reni" viene espulsa da un'abbondante assunzione di acque minerali liquide e medicinali, trascorrendo giornate di anguria e consigli dietetici. Decotti di erbe (equiseto, foglia di mirtillo rosso, tintura di robbia, verga d'oro) e preparati a base di erbe sono ampiamente utilizzati.

Quindi, il farmaco Cyston aiuta a rimuovere piccoli calcoli di ossalato, fosfato e urato. È importante che l'effetto litolitico del farmaco non dipenda dal pH delle urine. Regola l'equilibrio cristallo-colloidale, riduce la concentrazione di acido ossalico e calcio nelle urine. Allo stesso tempo, aumenta il livello degli elementi che sopprimono la formazione di calcoli (magnesio, sodio, potassio). Di conseguenza, provoca la demineralizzazione dei calcoli.

Un metodo efficace per i calcoli di urato è la litolisi discendente (assumere farmaci all'interno). Per dissolverli, è necessario creare un pH delle urine di 6,2-6,8. Ciò può essere ottenuto assumendo miscele di citrato: Blemaren e Uralit U. Il trattamento con miscele di citrato porta alla completa dissoluzione entro 2-3 mesi. Le concrezioni che non hanno più di un anno si prestano meglio allo scioglimento. Vengono utilizzati i metodi di dissoluzione per contatto dei calcoli di urato con Trometamol. Viene introdotto utilizzando un drenaggio per nefrostomia stabilito.

La dissoluzione di calcoli di diversa composizione è problematica e spesso inefficace, pertanto ricorrono a vari metodi per la loro pronta rimozione. Le operazioni aperte vengono ora eseguite abbastanza raramente, poiché sono apparsi metodi minimamente invasivi.

Viene utilizzata la litotripsia extracorporea ad onde d'urto, le indicazioni sono quasi tutti i tipi di calcoli in pazienti di qualsiasi età. Grazie all'uso della litotripsia a distanza, è diventato possibile rimuovere i calcoli in regime ambulatoriale. La pietra esce da sola sotto forma di frammenti distrutti, che possono essere complicati dal blocco dell'uretere e dalla colica renale. I metodi di "trauma moderato" includono l'estrazione endoscopica transuretrale di calcoli.

Va ricordato che anche il trattamento chirurgico non è un metodo per sbarazzarsi completamente di KSD e, dopo la frantumazione dei calcoli renali, la prevenzione della ricaduta della malattia è obbligatoria. Il complesso di misure che correggono i disturbi metabolici comprende: terapia antibatterica, terapia dietetica, procedure di fisioterapia e cure termali.

Dopo aver rimosso i calcoli renali, è imperativo osservare un regime idrico adeguato (parte del liquido viene assunto sotto forma di bevande alla frutta a base di mirtillo rosso o mirtillo rosso e acqua minerale). La fitoterapia non ha poca importanza. I preparati a base di erbe non sono tossici e hanno un effetto complesso: antimicrobico, diuretico, litolitico, eliminano spasmi e infiammazioni. Questi includono estratto di colorante robbia, Cistenal, Kanefron, Prolit, Phytolysin, Nephrolite.

Il monitoraggio quotidiano del pH delle urine è importante. Con l'ossaluria, la prevenzione mira ad alcalinizzarla e ad eliminare l'acido ossalico dalla dieta. Con l'uraturia sono necessarie anche l'alcalinizzazione delle urine e la restrizione degli alimenti proteici ricchi di basi purine. Con la fosfaturia, sono importanti l'acidificazione delle urine e la restrizione degli alimenti contenenti calcio.

Per i pazienti con urolitiasi da ossalato, il trattamento è raccomandato nelle seguenti località: Zheleznovodsk, Pyatigorsk, Essentuki (n. 4, 17), Truskavets. Con fosfato di calcio - Pyatigorsk, Truskavets, Kislovodsk. Per scopi terapeutici e profilattici, l'acqua medicinale può essere bevuta fino a 0,5 litri al giorno, monitorando gli indicatori delle urine. Le stesse raccomandazioni si applicano ai pazienti che hanno subito la rimozione di un calcolo dall'uretere. Le caratteristiche nutrizionali saranno discusse di seguito..

Dieta per calcoli renali

La nutrizione del paziente non dipende dalla posizione delle pietre, ma è completamente determinata dalla loro composizione e dalla reazione dell'urina. La posizione della pietra determina solo la clinica della malattia. Con i calcoli renali (si trova nel bacino), il più delle volte il deflusso dell'urina non è disturbato e il sintomo del dolore può essere assente. Quando una pietra viene trovata nell'uretere e durante il suo passaggio attraverso di essa, si verifica un blocco del lume e il deflusso dell'urina viene disturbato. Questo è accompagnato da un attacco di colica renale. C'è un dolore acuto e parossistico nella regione lombare. Può irradiarsi al testicolo o alle labbra, accompagnato da vomito e nausea. Se il tartaro si trova nel terzo inferiore dell'uretere, c'è un frequente bisogno di urinare.

Negli uomini anziani, i calcoli sono più comuni nella vescica. Queste sono singole pietre arrotondate e nella composizione sono pietre di urato. La loro formazione è facilitata dal ristagno di urina con adenoma prostatico. In altri gruppi di età, i motivi sono le abitudini alimentari, l'infiammazione della vescica, il consumo di alcol, i diverticoli della vescica o un calcolo renale cadente. La scissione endoscopica (cistolitolapassia) attraverso l'uretra è un trattamento efficace e meno traumatico..

Quale dieta verrà prescritta dipende interamente dalla composizione delle pietre. In poche parole, quando si usa l'urato, è necessario limitare carne e uova, zuppe con brodi di carne e vini dolci. Con i fosfati diminuisce il consumo di latte, uova e tutti i tipi di cavoli, con quelli ossalati: non puoi mangiare ravanelli, cipolle, acetosa, spinaci, legumi e pomodori. Maggiori dettagli su questo saranno discussi di seguito..

Dieta con calcoli renali di urato (uraturia)

Un indicatore dello scambio di purine nel corpo è la concentrazione di acido urico nel sangue. Le purine sono sintetizzate nel corpo e anche assunte con il cibo. La conseguenza delle violazioni di questo metabolismo è un aumento del livello di acido urico. I sali di acido urico presenti nelle urine sono chiamati urati.

Le ragioni principali della sua comparsa sono:

  • abuso di cibo ricco di purine;
  • un'abbondanza di cibi ipercalorici e cibi grassi nella dieta;
  • neoplasie maligne;
  • fame;
  • distruzione dei tessuti.

Se c'è una maggiore sintesi di acido urico, il suo livello nel sangue aumenta e, parallelamente, i cristalli dei suoi sali compaiono nelle urine. La nefrolitiasi da urato si sviluppa nei bambini piccoli, i sintomi di iperuricemia si manifestano con dolore muscolare, artralgia, tic, enuresi notturna, sudorazione eccessiva, intossicazione e sindrome astenica.

Con l'uraturia, la nutrizione del paziente dovrebbe mirare a ridurre il livello di acido urico. La dieta è caratterizzata dalla restrizione di cibi contenenti purine (carne, frattaglie), acido ossalico (acetosa, ravanello, spinaci, lamponi, cavolfiore, asparagi, mirtilli rossi) sale. Allo stesso tempo, la percentuale di prodotti alcalinizzanti (verdura, latte, frutta) e la quantità di liquido sono aumentate nella dieta.

Con l'urato nelle urine, è necessario escludere:

  • Pesce in scatola.
  • Carne e pollame di animali giovani, frattaglie, in considerazione dell'alto contenuto di purine. È limitato a mangiare carne di animali più anziani: questi piatti sono inclusi nella dieta non più di 2 volte a settimana. Porzioni di carne fino a 150g e porzioni di pesce fino a 170g.
  • Brodi di carne, piatti di carne affumicata.
  • Germogli di cereali.
  • Formaggio, tè forte, cioccolato, alcol.
  • Uova, funghi, pomodori, legumi.
  • Limitare farina e dolciumi vari.

La base della dieta è latte, prodotti a base di latte acido e verdure, bacche, frutta (alghe, zucca, cavoli, uva, mele, tutti gli agrumi, fichi, banane, uvetta, ribes, uva spina, mirtilli rossi, fragole, ciliegie). I pazienti devono condurre periodicamente corsi sull'uso di erbe diuretiche: trifoglio, fiordaliso, bardana e radici di tarassaco, infusi di albicocche secche, mirtilli, drupe, mele, cenere di montagna, crespino, carote, zucca, radice di prezzemolo, barbabietole. Decotti di foglie di vite e ribes nero contribuiscono alla rimozione dei noccioli. Durante la stagione, devi consumare queste bacche il più possibile..

La lavorazione culinaria di carne e prodotti ittici ha le sue peculiarità: devono essere bolliti e solo successivamente utilizzati per preparare vari piatti. In cottura il 50% delle purine va via e non va mai consumato. Carne, pollame o pesce, privi di alcune purine, possono essere stufati, cotti al forno, macinati per carne macinata o fritti.

I cereali sono parte integrante della dieta.

La durata di una tale dieta va da diversi mesi a costante. Il paziente deve bere 2,5 litri di liquidi al giorno (acqua minerale alcalina Essentuki, Borjomi, succhi naturali) e una volta alla settimana trascorrere giorni di digiuno - kefir, ricotta, frutta, latticini.

Il principale metodo di trattamento e prevenzione di questo tipo di calcoli è l'alcalinizzazione delle urine, poiché in un ambiente acido gli urati si dissolvono male e si trasformano facilmente in una forma solida. È sufficiente mantenere il pH a 6-6,5. I preparati a base di citrato sono efficaci, che impediscono la cristallizzazione e creano le condizioni per la dissoluzione di pietre già formate.

Fosfati nelle urine

I fosfati sono sali di fosforo e sono normalmente assenti nelle urine. La loro presenza può indicare le peculiarità della nutrizione o patologia dei reni con funzionalità compromessa. Un'infezione urinaria è una delle cause della formazione di calcoli. È lei che è un importante fattore locale nel mantenimento del decorso ricorrente dell'ICD. Pertanto, i prodotti metabolici dei microrganismi contribuiscono all'alcalinizzazione delle urine e alla formazione di cristalli di fosfato di calcio.

Un aumento dei livelli di fosfato è causato dal consumo di latte, kefir, ricotta, pesce, frutti di mare, uova di pesce, farina d'avena, orzo perlato e porridge di grano saraceno. La ragione della perdita di questi sali è la reazione alcalina dell'urina e l'alto contenuto di calcio in essa contenuto. I calcoli di fosfato di calcio si trovano nell'iperparatiroidismo.

Con la fosfaturia, gli alimenti contenenti calcio e fosforo sono fortemente limitati. Si consiglia di bere liquidi fino a 2-2,5 litri. In presenza di ipercalciuria, vengono prescritti difosfonati. È possibile aumentare l'acidità delle urine utilizzando succhi acidi e acque minerali Narzan, Darasun, Arzni, Smirnovskaya.

Durante la gravidanza si verifica fosfaturia secondaria, associata a un cambiamento nella dieta e all'alcalinizzazione delle urine. Se l'urina diventa anche leggermente alcalina (pH> 6,0), precipiteranno i fosfati precipitati. Ciò è facilitato da una dieta ricca di verdure verdi e latticini. È necessario ripetere i test delle urine in dinamica e solo con i cambiamenti ri-identificati viene prescritta un'ecografia e un esame più dettagliato dei reni. Di solito la fosfaturia nelle donne in gravidanza viene corretta dalla dieta.

È necessaria una normale assunzione di liquidi (2 litri al giorno), a meno che non sia controindicato per la presenza di edema e ipertensione. Temporaneamente escluso dalla dieta:

  • alimenti ricchi di calcio: latticini, uova, cacao;
  • cibi salati e piccanti (limitando il sale a 8 g al giorno);
  • erbe aromatiche (lattuga, cipolle verdi, aneto, prezzemolo, foglie di sedano e coriandolo);
  • patate;
  • noci, cacao;
  • dolciumi (biscotti, pasticcini, torte);
  • succhi di frutta;
  • lievito.

L'acidificazione delle urine è promossa da:

  • piatti di carne e pesce;
  • bevande a base di frutta acida (da mirtilli rossi, ribes, mirtilli rossi);
  • composte di frutta secca;
  • Succo di betulla;
  • prodotti a base di cereali;
  • pane di crusca;
  • mangiare zucca, asparagi, cavoletti di Bruxelles.

La fosfaturia è abbastanza comune nei bambini. Fino a 5 anni, questi sali sono presenti nelle urine sotto forma di cristalli amorfi, che gli conferiscono una tonalità torbida. Il loro aspetto è associato al grande uso di latticini a questa età. La cristalluria è spesso transitoria e appare sullo sfondo di infezioni virali respiratorie acute e altre malattie, scompare dopo che il bambino si riprende.

Nei disturbi più gravi (nefropatia dismetabolica), si nota un danno ai tubuli renali dovuto a disturbi metabolici. Le nefropatie dismetaboliche sono caratterizzate da sovrasaturazione delle urine e cristalluria.

La vera fosfaturia si verifica in malattie che sono accompagnate da una violazione del metabolismo del fosforo e del calcio nell'ipercalciuria. I cristalli in questo caso sono fosfato di calcio. L'infezione cronica delle vie urinarie è la causa della fosfaturia secondaria. In questo caso, i microrganismi con attività dell'ureasi sono importanti. Decomponendo l'urea, alcalinizzano l'urina, che porta alla formazione di cristalli di fosfati amorfi (sali di fosfato di magnesio).

Con i fosfati amorfi nelle urine (non hanno una struttura chiara), è possibile consigliare di assumere decotti di foglie di mirtillo rosso, uva ursina, poligono, equiseto. Va ricordato che in un ambiente alcalino la solubilità dei fosfati diminuisce. In questa condizione, viene prescritta la dieta n. 14, che modifica l'equilibrio acido-base in acidità..

Ossalati nelle urine

I sali di ossalato di calcio occupano il primo posto in termini di occorrenza. Questo tipo di pietre compare quando una dieta ricca di sali di acido ossalico. Tuttavia, potrebbe esserci un disturbo metabolico congenito dell'acido ossalico (nefropatia dismetabolica). Un altro motivo per la formazione di questi calcoli nelle urine è un aumento della permeabilità intestinale per l'acido ossalico (viene assorbito dall'intestino ed entra nelle urine) e la carenza di calcio, che normalmente lega l'ossalato nell'intestino. L'aumentata formazione di ossalati è anche spiegata dall'uso di una grande quantità di acido ascorbico - viene metabolizzato in acido ossalico. Il processo di formazione di ossalato di calcio scarsamente solubile nel corpo si verifica più attivamente con una mancanza di magnesio e vitamina B6.

Tenendo conto di tutti questi punti, vengono apportate modifiche alla dieta:

  • Sono esclusi gli alimenti ad alto contenuto di acido ossalico: rabarbaro, fichi, acetosa, spinaci, fagioli, cioccolato, prezzemolo, sedano. Un contenuto moderato di questo acido si trova in tè, cicoria, carote, fagiolini, cipolle, barbabietole, pomodori, prugne, fragole, uva spina..
  • L'uso della vitamina C con i prodotti è limitato: pompelmo, fragole, limoni, olivello spinoso, uva spina, ribes, arance, mandarini, rosa canina, mirtilli rossi, cenere di montagna, fragoline di bosco, aglio selvatico, peperone.
  • Viene introdotta una grande quantità di fibra vegetale.
  • Si osserva un regime di consumo abbondante, che impedisce la precipitazione di ossalati di calcio (3 litri al giorno). L'acqua è alternata all'uso di succhi (cetriolo e altra frutta e verdura), composte, brodi di frutta e verdura. Soluzioni deboli di acidi organici (malico, citrico, benzoico e altri) in esse contenute possono dissolvere gli ossalati.
  • L'alcalinizzazione delle urine viene effettuata utilizzando acque minerali: Naftusya, Essentuki n. 4 e n. 20, Truskavetskaya, Luzhanskaya, Morshinskaya, Berezovskaya.
  • I decotti di ossalato vengono rimossi dalla buccia di mele, pere e mele cotogne, foglie di betulla, fiori di sambuco, radici di violetta.

Dieta per l'urolitiasi nelle donne

Le forme gravi, come la nefrolitiasi dei coralli, sono più comuni nelle donne. Con i calcoli di corallo, un corpo estraneo occupa quasi l'intero sistema di cavità del rene. In questa forma grave di ICD, viene eseguita solo la chirurgia a cielo aperto. È spesso causato da iperparatiroidismo (aumento della funzione delle ghiandole paratiroidi). Grazie alla diagnostica moderna, tali forme trascurate sono diventate recentemente meno comuni..

La crescita dell'urolitiasi è provocata da: la natura della dieta (un'abbondanza di proteine ​​nella dieta), l'inattività fisica, che porta a una violazione del metabolismo del fosforo e del calcio. Una dieta squilibrata aggrava la situazione. Ad esempio, un pregiudizio verso cibi proteici con frequente aderenza a una dieta proteica provoca la formazione di calcoli di urato. Con la sabbia nei reni, si dovrebbe prestare attenzione alla nutrizione e alla risposta delle urine, poiché questa condizione è reversibile e può essere corretta con nutrizione e abbondante assunzione di liquidi. Puoi prendere periodicamente le tasse diuretiche. Con l'urolitiasi nelle donne, è necessario aderire alle raccomandazioni dietetiche generali sopra descritte, poiché non differiscono.

È importante anche per le donne:

  • combattere l'inattività fisica e condurre uno stile di vita attivo;
  • prevenire l'aumento di peso;
  • bevi abbastanza liquido;
  • non raffreddare eccessivamente e trattare nel tempo le malattie infiammatorie della sfera genito-urinaria.

Tutti questi fattori contribuiscono alla formazione di calcoli..

Con pielonefrite e urolitiasi

In questo caso, è necessario un approccio più rigoroso sia al trattamento che alla nutrizione. La pielonefrite è spesso una complicanza dell'ICD. La terapia antibatterica è obbligatoria in base ai risultati della sensibilità dei patogeni ai farmaci antibatterici. In parallelo, vengono prescritti preparati a base di erbe (Fitolizin, Kanefron, Prolit). Va ricordato che solo la rimozione della pietra crea le condizioni per la completa eliminazione dell'infezione..

I pazienti sono mostrati nella Tabella 7, in cui la correzione viene eseguita tenendo conto della composizione dei calcoli. In presenza di infiammazioni, la terapia dietetica è volta a risparmiare i reni, quindi è vietato l'uso di: condimenti, sottaceti, cibi piccanti, carni affumicate, sottaceti, rafano, senape, aceto, caviale di pesce, cipolle, aglio, bevande alcoliche.

Le caratteristiche nutrizionali sono una significativa restrizione di sale (1,5 g-5 g), a seconda dello stato della funzione renale. Non è consentito l'assunzione di acque medicinali di sodio (sale).

Prodotti consentiti

Per l'uraturia, si consigliano prodotti lattiero-caseari e vegetali:

  • Qualsiasi verdura, ad eccezione dei legumi e con un alto contenuto di acido ossalico. Melanzane, peperoni dolci, patate, pomodori, cetrioli. Le verdure dovrebbero, se possibile, essere consumate crude prima dei pasti.
  • Arricchire la dieta con cibi ricchi di vitamina A (broccoli, panna acida, alghe e altre alghe) e gruppo B (noci, mais, rosa canina, farina d'avena, orzo, cavolo bianco, melograno, peperoni, arance, pompelmi).
  • Frutti ricchi di vitamina C: olivello spinoso, rosa canina, limone, ribes, kiwi, agrumi, fragole, fragoline di bosco, succo d'uva.
  • Qualsiasi cereali.
  • Latte, formaggio, ricotta, uova, burro.
  • Qualsiasi pane: segale, crusca e grano. Meglio usare prodotti da forno senza lievito.
  • I piatti di carne e pesce magri possono essere consumati non più di 3 volte a settimana. Quando scegli la carne, tieni presente che le cosce di pollo contengono più purine del petto, proprio come in una coscia di maiale. Ci sono 4,5 volte meno purine nella carne di tacchino rispetto al pollo. Tutti i piatti di carne o pesce sono precotti per ridurre il contenuto di purine, e poi vengono preparati a propria discrezione: al forno, fritti o in umido.
  • Zuppe vegetariane di verdure e cereali.
  • Due uova al giorno, omelette proteiche - proteine ​​prive di purine.
  • Dai dolci: marmellata, marmellata, zucchero, miele, caramello, marshmallow, marshmallow. Escluso il cioccolato.
  • Prima di andare a letto, bere 1 bicchiere di liquido (brodo di crusca, succhi, acqua con limone o altri agrumi, tisana, kefir).

Con ossalaturia:

  • Viene seguita una dieta a base di piante da latte ("alcalina"). Si consiglia il consumo regolare di alimenti ricchi di calcio - latticini (panna acida, prodotti a base di latte fermentato, ricotta).
  • Per abbassare il livello, devi mangiare cibi ricchi di vitamine B1 e B6. Queste sono uova, carne, fegato. Pesce, carne e pollame dovrebbero essere varietà a basso contenuto di grassi (bollite o al forno).
  • Pane di frumento e segale.
  • Tutti i cereali.
  • Olio vegetale e burro.
  • La dieta è arricchita con cibi ricchi di magnesio: farina d'avena, grano saraceno, orzo perlato, crusca di frumento, frutti di mare, alghe, pane grosso, albicocche secche, farina d'avena, piselli, soia, ravanello. Gli ioni di magnesio legano fino al 40% di acido ossalico nelle urine per formare ossalati di magnesio, che sono altamente solubili. La mancanza di magnesio si manifesta con la formazione di ossalato di calcio.
  • Cavolfiore e cavolo bianco, patate in qualsiasi forma, melanzane (con moderazione), carote, zucca, cetrioli, coriandolo.
  • Albicocche, banane, pere, prugne, uva, albicocche, mele, angurie, melone, pesche, mele cotogne, corniolo. L'eliminazione degli ossalati è facilitata da mele, pere, mele cotogne, decotti di foglie di ribes, pere e uva, nonché decotti di bucce di frutta. Per alcalinizzare l'urina, devi mangiare frutta secca.

Con la fosfaturia, viene mostrata la nutrizione con una predominanza di cibi a base di carne e piatti di farina:

  • Qualsiasi pesce, snack a base di pesce delicato, aringhe inzuppate e, in piccole quantità e raramente, pesce in scatola.
  • Carne, pollame in qualsiasi preparazione.
  • Piatti di pasta e pasta azzima.
  • Qualsiasi pane e prodotti a base di farina.
  • Zuppe a basso brodo con cereali, pasta, condimento a base di uova.
  • Grassi, tranne quelli refrattari.
  • Fortificazione della dieta con vitamina A: fegato di animali, uccelli, fegato di merluzzo e halibut, uova di pesce, burro.
  • Introduzione di quantità aggiuntive di vitamina D: tonno, salmone, salmone rosa, uova di pesce.
  • Dai latticini, solo panna acida in piccola quantità per condimento.
  • Varietà di cereali cotti in acqua.
  • Un uovo al giorno.
  • Sono escluse le verdure, ma sono ammessi zucca, piselli, cavoletti di Bruxelles e funghi, esclusi i succhi di verdura.
  • Varietà di mele acide, composte, gelatina, mirtilli rossi, mirtilli rossi, ribes rosso.
  • Puoi bere tè e caffè deboli, ma senza latte, bevande alla frutta da mirtilli rossi e mirtilli rossi, brodo di rosa canina, pane kvas.
  • Dolciumi, zucchero, marmellata e miele.

Prodotti completamente o parzialmente limitati

Il cibo per l'urolitiasi dei reni causata dai sali di urato non deve contenere:

  • Frattaglie.
  • Prodotti a base di carne e carne in scatola. Le proteine ​​animali sono limitate. La carne rossa di animali giovani è esclusa perché contiene la più alta quantità di purine.
  • Piatti a base di carpe, halibut, sarde, tonno, spigola, cozze e aringhe, escluso l'uso di conserve di pesce.
  • Qualsiasi brodo: in rari casi, è possibile utilizzare il brodo secondario.
  • Manzo e grasso di maiale.
  • Verdure ricche di acido ossalico (ravanelli, spinaci, cavolfiori, acetosa, asparagi, mirtilli rossi, lamponi) e sottaceti.
  • Zuppe di spinaci, acetosa e legumi.
  • Legumi e funghi (porcini e champignon).
  • Semole d'avena e riso bianco.
  • Anche il formaggio, il cioccolato, il cacao, il vino rosso, il tè e il caffè sono ricchi di purine.
  • Dolciumi, lievito di birra.
  • Spuntini caldi e spezie.
  • Frutta secca (lattina di prugne).
  • Alcol.

Quando l'ossalaturia è esclusa o limitata:

  • Prodotti a base di acido ossalico.
  • Piatti gelatinosi e gelatinosi.
  • Cereali germogliati.
  • Carni grasse e pesce. I piatti di carne e pesce a basso contenuto di grassi possono arrivare a 150 g al giorno.
  • Zuppe a base di brodi forti e contenenti legumi.
  • Cacao, pane kvas, caffè, cioccolato.
  • Limitare il consumo di patate, barbabietole, pomodori, cipolle, carote, melanzane, zucchine, cavoletti di Bruxelles, legumi, pomodori e succo di pomodoro, sedano, prezzemolo, rabarbaro.
  • Formaggi salati, conserve, carni affumicate.
  • L'uso di latte e prodotti a base di latte fermentato è limitato.
  • Prodotti di pasticceria.
  • I prodotti con vitamina C sono ridotti: limone, pompelmo, ribes, rosa canina, arance, bacche di sorbo, fragole, uva spina, mele Antonov, mirtilli rossi, mandarini, aneto, aglio orsino, peperone dolce.
  • Limitare il sale a 3-4 g.

Quando la fosfaturia non è raccomandata:

  • Alimenti contenenti calcio (latte, ricotta, formaggio), semi di sesamo.
  • Verdure e verdure (si possono usare cavoletti di Bruxelles e piselli).
  • Piatti piccanti, carni affumicate, salse.
  • Frutta a guscio, cacao.
  • Alcol.
  • Prodotti da forno lievitati dolci.

Menu dietetico calcoli renali (dieta)

Come si può vedere dall'elenco dei prodotti consentiti, è difficile redigere un menu universale per diversi tipi di nefrolitiasi, poiché i prodotti consentiti in un caso sono controindicati in un altro. Quindi con la nefrolitiasi da ossalato, il cibo è carne vegetale, con urato - latte vegetale e con fosfaturia, al contrario, dovrebbe prevalere il cibo a base di carne. La questione della composizione di una dieta in ogni caso viene decisa individualmente e il medico fornisce raccomandazioni sulla nutrizione.

Per bambini

Molto spesso a questa età vengono rilevati ossalati di calcio e fosfati, meno spesso calcoli di urato e, estremamente raramente, cistina. I sali di ossalati, urati e fosfati possono comparire periodicamente e dipendono dalle fluttuazioni della dieta e la presenza di cistina è un segno di patologia.

La nutrizione con sali nelle urine nei bambini di età diverse non differisce da quella negli adulti.

Con la cristalluria di ossalato, viene prescritta una dieta a base di cavoli di patate. È necessario escludere piatti a base di carne estrattiva, così come mirtilli rossi, barbabietole, carote, acetosa, spinaci, cacao, cioccolato, ricchi di ossalati. Le prugne, le albicocche secche e le pere hanno un effetto alcalinizzante. Dalle acque minerali Slavyanovskaya e Smirnovskaya vengono utilizzate in corsi mensili 2-3 volte l'anno. Oltre alla terapia dietetica per i calcoli di ossalato, vengono utilizzati vitamina B6, preparati di magnesio e fitina.

Il trattamento per la cristalluria da fosfato si concentra sull'acidificazione delle urine. A tale scopo vengono utilizzate acque minerali: Dzau-suar, Narzan, Arzni e farmaci: metionina, cystenal, acido ascorbico. È prescritta una dieta con alimenti a contenuto limitato di fosforo (legumi, cioccolato, formaggio, latticini, fegato, uova di pesce, pollo). Se c'è una grande quantità di fosfato di calcio nelle urine, è necessario ridurre l'assorbimento di fosforo e calcio nell'intestino prescrivendo Almagel. In presenza di tripel fosfati si prescrivono terapia antibatterica e uroantisettici per igienizzare il sistema urinario.

Nel trattamento della cristalluria da urato, l'alimentazione del bambino prevede l'esclusione delle basi puriniche. Questi sono i seguenti prodotti: brodi di carne, fegato, rognoni, noci, piselli, fagioli, cacao. La preferenza è data ai prodotti di origine lattiero-casearia e vegetale. È importante consumare 1-2 litri di liquido. Dovrebbe essere acque minerali leggermente alcaline, un decotto di avena e decotti di erbe (aneto, equiseto, foglia di mirtillo rosso, foglia di betulla, trifoglio, poligono). Per mantenere il pH delle urine, vengono utilizzate miscele di citrato (magurlite, uralit-U, blemaren, solimok).

La formazione di calcoli in un bambino è provocata da condizioni che portano a un'ostruzione permanente delle vie urinarie: anomalie di sviluppo e posizione, endocrinopatie (iperparatiroidismo, ipertiroidismo, ipercalcemia infantile), tubulopatia acquisita e infezione urinaria cronica. Ovviamente è importante eliminare la causa principale della formazione di calcoli..

Pro e contro

professionistiSvantaggi
  • Normalizza il metabolismo e normalizza il pH delle urine.
  • Previene la formazione di calcoli.
  • È difficile tollerare il cibo con restrizioni, quindi non può essere eseguito per molto tempo.

Recensioni e risultati

La dieta con ICD è una componente obbligatoria del trattamento. La necessità della sua costante osservanza esiste con le forme ereditarie della malattia o ricorrenti. Ciò è confermato dalle revisioni di molti pazienti che hanno dovuto essere operati per nefrolitiasi più di una volta. Se non segui le raccomandazioni dietetiche e farmacologiche, non ricevi cure termali, c'è un alto rischio di recidiva della malattia.

  • “… Con un attacco di colica, sono stato ricoverato in ospedale, gocciolato, iniettato, alleviato il dolore e lo spasmo, ma il calcolo è uscito a casa dopo la dimissione. Ho visto fino a 2 litri d'acqua. Era un dolore terribile che si irradiava alla scapola e all'uretere. C'era nausea durante l'attacco. Da un lato fa paura, ma dall'altro sono contento che non ci sia stata alcuna operazione. Spero che questo non accada di nuovo. Sono andato dall'urologo, mi ha prescritto un diuretico, Fitolysin e ha parlato della dieta. La composizione della pietra non è stata determinata, ma ora urinerò e osserverò. Il dottore ha detto che gli urati e gli ossalati sono più comuni e la nutrizione è quasi la stessa: verdura e latte ”;
  • “... I miei sali renali sono molto fini, come la sabbia. Non li sento e quando escono dopo un bagno turco, una grande quantità di cibi liquidi o piccanti, ci sono attacchi di cistite. Due volte all'anno bevo campioni urologici e Kanefron. È a base vegetale e aiuta a normalizzare la funzione renale. Il dottore ha detto che riduce la probabilità che appaiano nuovi sali. Ora provo a seguire una dieta, bevo molta acqua purificata e mi sento bene. Seguo la dieta generale: niente grassi, fritti, brodi, meno carne e latte, più verdure. I sali nelle urine sono diversi: o urati o ossalati ".

Prezzo della dieta

La dieta è dominata da verdure, cereali, latticini, quindi il cibo non è costoso. Il costo di una razione settimanale è di 1300-1400 rubli.

Istruzione: laureato in assistente medico presso la Sverdlovsk Medical School (1968-1971). Laureato in Epidemiologo e Igienista presso il Donetsk Medical Institute (1975 - 1981). Ha completato gli studi post-laurea presso l'Istituto centrale di ricerca di epidemiologia, Mosca (1986-1989). Titolo accademico - candidato in scienze mediche (laurea conseguita nel 1989, difesa - Istituto centrale di ricerca di epidemiologia, Mosca). Ha completato numerosi corsi di alta formazione in epidemiologia e malattie infettive.

Esperienza lavorativa: lavoro come responsabile del reparto disinfezione e sterilizzazione 1981-1992. Lavora come capo del dipartimento delle infezioni particolarmente pericolose dal 1992 al 2010. Attività didattica presso l'Istituto di Medicina 2010 - 2013.

Dieta per l'urolitiasi

Articoli di esperti medici

Un trattamento sicuro ed efficace per molte malattie è la dieta. Considera le caratteristiche della dieta in presenza di pietre e sabbia nel corpo e il menu di recupero.

Una delle malattie urologiche più comuni è l'urolitiasi. La malattia è caratterizzata da sintomi dolorosi, esacerbazioni e frequenti ricadute. Con questa lesione, si formano pietre nel tratto urinario e nei reni. Sono costituiti da cristalli di sali urinari e legami proteici che li tengono insieme. La loro presenza nel corpo è un motivo per cercare immediatamente assistenza medica e iniziare il trattamento..

I principali tipi di pietre:

  • Ossalati
  • Fosfati
  • Urata

Per ogni tipo di calcolo viene selezionata una dieta specifica con controindicazioni e raccomandazioni nutrizionali.

La patologia si verifica a causa di una maggiore concentrazione di sali nelle urine. A poco a poco, si depositano e si trasformano in pietre e sabbia. Di norma, ciò si verifica con disturbi metabolici, malformazioni del sistema urinario, malattie infiammatorie e infettive, clima e caratteristiche nutrizionali. La dieta gioca un ruolo importante nello sviluppo della malattia. Pertanto, quando viene rilevato, al paziente viene prescritta una dieta speciale. La terapia dietetica è combinata con altri metodi di trattamento per un'eliminazione completa della malattia.

La terapia nutrizionale prevede la limitazione dei nutrienti che contribuiscono alla formazione di sedimenti e calcoli nelle vie urinarie. Il medico prescrive una dieta, concentrandosi sul tipo e sulla composizione chimica delle pietre, sulle condizioni generali del corpo. Una dieta scorretta può portare alla formazione di nuove pietre, il che complica il decorso della malattia e causa una serie di complicazioni.

Trattamento dell'urolitiasi con una dieta

Il cibo dietetico si basa sulla limitazione dell'uso di determinati alimenti. L'elenco delle restrizioni dipende dal tipo di calcoli nel tratto urinario. La causa della patologia può essere una carenza di vitamina B e fibre, che rimuove il sale dal corpo. Il trattamento dell'urolitiasi con una dieta deve essere redatto da un medico che si concentra sulle caratteristiche individuali del corpo del paziente.

Tutte le diete sono caratterizzate da raccomandazioni come:

  • Adeguata assunzione di liquidi (almeno 2 litri di acqua al giorno)
  • Ridurre le porzioni
  • Ridurre l'assunzione di sale ed evitare le spezie piccanti
  • Limitare il cibo con sostanze che formano la pietra
  • Dieta varia

La nutrizione dovrebbe essere equilibrata e avere un valore energetico sufficiente per il normale funzionamento del corpo. L'auto-selezione di una dieta non darà un risultato positivo, ma aggraverà solo il decorso della malattia.

Dieta per urolitiasi con urati

Gli urati vengono rilevati in pazienti di tutte le età (formati a causa dell'eccesso di acido urico). Precipitano in un ambiente molto acido, hanno una tonalità rosso-arancio, forma liscia e rotonda. Se presente, l'alimentazione dovrebbe essere tale che l'urina non diventi alcalina. Le pietre crescono rapidamente e la dieta le ridurrà.

Una dieta per l'urolitiasi con urati dovrebbe essere basata sulle seguenti regole:

  • Rifiuto o riduzione dell'uso di piatti di carne e pesce. Il pesce può essere consumato solo bollito e non più di due volte a settimana. Il divieto include fegato, rognoni, brodi di carne e pesce, carne di animali giovani, nonché cibo in scatola, salsicce, marinate e grassi animali..
  • È vietato mangiare cavolfiore, legumi e funghi, acetosa, spinaci, fichi. È necessario rifiutare bevande alcoliche, tè forte, caffè, succo di mirtillo rosso, cacao e cioccolato.
  • La dieta dovrebbe contenere latticini, formaggi delicati, ricotta, uova. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata a vari cereali, zuppe di verdure ed erbe..
  • Puoi mangiare pasta, pane, frutta secca varia, miele, marmellata, frutti di bosco e spezie con moderazione. Verdure consentite patate, melanzane, cetrioli, peperoni, pomodori, barbabietole, ravanelli.

Le pietre si formano a causa del prodotto del metabolismo delle purine. La terapia nutrizionale prevede la riduzione della quantità di alimenti consentiti contenenti basi purine e urina alcalinizzante. La dieta ha un carattere latto-vegetale.

Durante il trattamento, è categoricamente controindicato morire di fame, poiché ciò porta all'acidificazione dell'ambiente interno del corpo e ad una maggiore formazione di acido urico, che si deposita nei reni. In questo caso, puoi fare giorni di digiuno su verdure o latticini, 1-2 volte a settimana con l'uso di un massimo di due litri di liquido.

Dieta per urolitiasi con ossalati

Gli ossalati sono un altro tipo di pietra che colpisce il sistema genito-urinario. Si formano a causa dell'azione dei sali di acido ossalico, che vengono escreti dai reni. Penetrano nel corpo a seguito di reazioni biochimiche che si verificano con i cibi vegetali. Normalmente, circa 20-40 mg di ossalati vengono escreti al giorno nelle urine. Il rilascio di più sali è chiamato ossaluria ed è un segno di processi patologici.

La malattia si verifica a causa del consumo di un gran numero di alimenti vegetali come asparagi, pomodori, acetosella, cacao, spinaci, barbabietole. La malattia può essere scatenata dal diabete mellito e dal suo trattamento improprio. Anche l'avvelenamento da glicole etilenico, l'aumento dell'assunzione di vitamina D e acido ascorbico causano malattie.

La dieta per l'urolitiasi con ossalati si basa sulla limitazione dell'uso di acido ossalico. Una diminuzione della concentrazione di questa sostanza nelle urine interrompe la precipitazione dei sali. Raccomandazioni dietetiche:

  • Non mangiare spinaci, lattuga, acetosa, fichi, rabarbaro, cacao, cioccolato e gelatina. La vitamina C e i prodotti che la contengono sono limitati. Durante un'esacerbazione, vale la pena rinunciare a latticini e piatti.
  • Carni affumicate, frattaglie, vari brodi e spezie dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Limita il consumo di pomodori, erbe aromatiche, frutta acida e bacche, pollo e manzo, tè e caffè forti.
  • La dieta dovrebbe consistere in latticini, cereali e cereali integrali. Dalle verdure, puoi mangiare patate, zucca, fagioli rossi, melanzane, cavolfiori, piselli. Puoi mangiare una varietà di frutta secca, pere, mele, uva, banane, angurie, prugne e albicocche.

Se la malattia non è grave, la dieta correttiva non viene utilizzata. Un lungo corso provoca un'infiammazione secondaria - pielonefrite, che causa l'alcalinizzazione delle urine e la formazione di calcoli di fosfato. In questo caso, la nutrizione si basa su una combinazione di due diete terapeutiche.

L'essenza della dieta

La terapia nutrizionale per l'urolitiasi aiuta il corpo a riprendersi e agisce come un'ottima prevenzione. L'essenza della dieta è ridurre i fattori di rischio che causano la formazione di calcoli. Tali fattori includono: un cambiamento nell'acidità delle urine e una diminuzione del suo volume giornaliero, un aumento del contenuto di calcio, ossalati, fosfati e acido urico nelle urine, una diminuzione della concentrazione di citrato.

Considera i principali principi nutrizionali su cui si basa la dieta per il recupero:

Affinché la produzione giornaliera di urina sia normale, è necessario bere almeno due litri di liquidi al giorno. Questo è un fattore importante nella prevenzione delle malattie. Bere molta acqua diminuisce la saturazione delle urine con i sali che formano i calcoli. Secondo una ricerca condotta, 2,5 litri di acqua al giorno riducono del 40% il rischio di sviluppare patologie. Si consiglia di bere succhi di agrumi. Gli agrumi contengono citrati che aumentano il pH delle urine e riducono il rischio di malattie.

L'aumento del consumo di proteine ​​animali provoca lo sviluppo della malattia. Inoltre, le proteine ​​contribuiscono all'obesità, che è associata all'urolitiasi. Le proteine ​​animali aumentano la concentrazione di calcio e acido urico nelle urine, riducono il contenuto di citrati.

Un eccesso di fruttosio nel corpo è il rischio di obesità, urolitiasi e sindrome metabolica. La sostanza provoca resistenza all'insulina, che provoca un aumento del livello di acido urico e una diminuzione del pH delle urine.

Una dieta ricca di grassi non è un fattore nella formazione di calcoli. Ma il loro uso eccessivo è associato all'obesità, che provoca i calcoli. Le persone obese soffrono di un aumento delle concentrazioni urinarie di acido urico, calcio, sodio, ossalati e solfati.

Durante il trattamento, l'assunzione di sodio deve essere limitata. Il suo eccesso porta a cambiamenti nella composizione quantitativa e qualitativa dell'urina. D'altra parte, il sale aumenta il volume e il pH delle urine..

  1. Acido urico

Mangiare troppe proteine ​​e purine aumenta il rischio di malattie.

  • Alto contenuto di purine: è necessario escludere frattaglie dalla dieta, tutti i tipi di legumi, cibo in scatola, brodi di carne, carne, pesce, birra.
  • Purina moderata - Si consiglia di limitare l'assunzione di pesce di mare e d'acqua dolce, carne, pollame, pane e cereali, uova, caffè, tè, cavolfiore, legumi e spinaci.
  • Basso contenuto di purine: è consentito mangiare vari cereali, prodotti da forno, noci, verdure a basso contenuto di purine, zuppe di verdure, latticini, bevande analcoliche.

Dieta per l'urolitiasi nelle donne

L'urolitiasi colpisce pazienti di tutte le età e di tutti i sessi. La patologia si verifica a causa di violazioni del deflusso di urina e cambiamenti nella sua composizione. La dieta per l'urolitiasi nelle donne è un metodo conservativo di trattamento e prevenzione, che viene utilizzato in tutte le fasi e con tutte le forme di lesione. Molto spesso nelle donne, la malattia si sviluppa a causa della maggiore densità di urina e del suo ristagno. I sintomi principali sono forti dolori durante la minzione, sangue nelle urine e malessere. I segni della malattia dipendono da dove si trovano le pietre, quante di esse, quale struttura e dimensione hanno..

La nutrizione curativa è inclusa nel programma di recupero. La dieta previene l'ulteriore formazione di calcoli e riduce le dimensioni delle pietre esistenti.

Consigli per una dieta equilibrata e completa:

  • I prodotti dovrebbero contenere vitamine e aminoacidi e il loro contenuto calorico dovrebbe corrispondere al consumo energetico durante la giornata.
  • È necessario mangiare spesso, ma in piccole porzioni. L'eccesso di cibo è categoricamente controindicato. Dovrebbero esserci pasti sistematici, cioè un regime.
  • L'equilibrio idrico dovrebbe essere mantenuto per tutto il giorno. Si consiglia di bere almeno due litri di acqua al giorno. Questo volume è necessario per il normale flusso di urina..

La mancanza di dieta porta a gravi complicazioni. Il più delle volte è idronefrosi, nefrosclerosi, insufficienza renale. I pasti vengono assegnati individualmente per ogni paziente. Come quando si elabora una dieta, si tiene conto della composizione chimica del calcolo e del pH delle urine.

Dieta per l'urolitiasi negli uomini

Le concrezioni nelle vie urinarie sono una delle lesioni più comuni dei reni e del sistema genito-urinario. La malattia si manifesta per molte ragioni, una delle quali è il disturbo metabolico. Pertanto, una dieta adeguatamente composta per l'urolitiasi negli uomini aiuta a evitare le ricadute e ad accelerare il processo di recupero.

Esistono numerosi fattori predisponenti per l'urolitiasi negli uomini. Prima di tutto, si tratta di fumo, lesioni associate a carichi aumentati, malnutrizione, ulcera peptica, gastrite, abuso di cibi piccanti e salati. Il paziente lamenta dolore ai genitali, alle cosce e alla vescica. La malattia influisce negativamente sulla qualità della vita e delle relazioni intime.

Principi di base della dieta:

  • Rifiuto di alcol, tè e caffè forti, sale, cibi grassi, salse e spezie. I pasti dovrebbero essere frazionari per evitare l'eccesso di cibo. Poiché può causare disturbi metabolici e la comparsa di calcoli negli ureteri e nei reni.
  • È necessario osservare il regime di consumo: fino a due litri di acqua potabile durante il giorno. Elimina dalla dieta carne, pesce, frattaglie, legumi, funghi e cavoli.
  • Mangia più latticini, bacche e verdure. Saranno utili porridge, insalate di verdure e zuppe. La dieta dovrebbe includere piatti a base di patate, pane integrale, noci.

L'inizio tempestivo della dieta previene complicazioni e riduce al minimo i sintomi dolorosi. La nutrizione dipende dall'origine delle pietre. I cambiamenti nella dieta nei pazienti di sesso maschile sono difficili da tollerare, poiché è necessario limitarsi e controllarsi.

Dieta per l'urolitiasi nei bambini

L'urolitiasi nei pazienti pediatrici è associata a disturbi metabolici. La malattia si verifica a causa dell'azione di fattori esterni e interni. Prima di tutto, si tratta di disturbi metabolici genetici, cambiamenti ormonali, influenze ambientali negative, abuso di cibo di scarsa qualità, malformazioni nello sviluppo degli organi urinari.

Regole nutrizionali per i bambini:

  • Una dieta variata con un apporto minimo di grassi. Poiché ciò può portare a violazioni dell'equilibrio acido-base nel corpo, malattie dell'intestino e dello stomaco, eccessiva saturazione delle urine con sali.
  • La dieta dovrebbe contenere alimenti ricchi di vitamine A, B, C e D.Queste vitamine accelerano i processi metabolici e normalizzano il funzionamento del corpo.
  • Il bambino dovrebbe bere abbastanza liquidi, poiché la disidratazione influisce negativamente su tutto il corpo e può causare ritenzione urinaria.

La dieta per l'urolitiasi nei bambini evita l'intervento chirurgico. I principali sintomi della patologia sono dolori dolorosi nella parte bassa della schiena, frequente bisogno di urinare, tensione, stomaco duro, difficoltà nel flusso di urina. I sintomi sopra descritti indicano che i calcoli si muovono lungo l'uretra. Se la malattia si verifica nei bambini piccoli, il bambino soffre di sintomi di intossicazione, irrequietezza e spesso piange. In questo caso, è possibile allegare un'infezione secondaria.

Dieta 6 per l'urolitiasi

Per il trattamento delle lesioni del sistema genito-urinario vengono utilizzate diverse diete, il cui scopo dipende dal tipo di calcoli, dalla loro composizione chimica e dalle caratteristiche individuali del corpo del paziente. La dieta 6 è usata per urolitiasi, gotta e diatesi di acido urico. La nutrizione normalizza l'alcalinizzazione delle urine e il metabolismo delle purine, accelera l'escrezione dei sali di acido urico. I pazienti devono limitare l'assunzione di alimenti con estratti e purine, aumentare l'assunzione di liquidi e ridurre al minimo la quantità di sale nella dieta.

La dieta 6 per l'urolitiasi si basa sull'aumento della quantità di alimenti alcalinizzanti (verdura, frutta, latticini) e liquidi nella dieta.

  • È necessario ridurre al minimo la quantità di grassi refrattari e proteine ​​animali. Se il paziente è obeso, la quantità di carboidrati diminuisce. È meglio cucinare, cuocere al forno, stufare o cuocere a vapore..
  • La composizione chimica della tabella dietetica n. 6: proteine ​​70-80 g, carboidrati 400 g, grassi 90 g.Il contenuto calorico non deve superare 2700-2800 kcal al giorno, mentre è obbligatorio l'uso di 1,5-3 litri di liquido
  • Dai primi piatti, puoi mangiare zuppe e brodi vegetali, è meglio rifiutare la carne o ridurne la quantità al minimo. Saranno utili vari cereali, patate, latticini, segale, pane di grano e prodotti da forno di crusca.
  • Frutta e bacche possono essere consumate sia fresche che dopo il trattamento termico. Allo stesso tempo, non è consigliabile utilizzare varietà acide di bacche. Dai dolci sono ammesse marmellate, confetture, creme di frutta e gelatine. Cioccolato, caffè, cacao e tè forte sono controindicati.
  • Dai condimenti consentiti verdure, alloro, vanillina, cannella, acido citrico. Condimenti piccanti e salati, le salse dovrebbero essere scartate. Non è possibile utilizzare bevande alcoliche, varie carni affumicate, cibo in scatola, salsicce, funghi, legumi, spinaci, cavolfiori, frattaglie, cibi in salamoia e sottaceti.

Il rispetto di una dieta terapeutica consente di normalizzare il metabolismo delle purine, ridurre la formazione di acido urico e sali nei reni, da cui si formano i calcoli che colpiscono il sistema urinario.

Menu dietetico per l'urolitiasi

Durante la dieta, molti pazienti si trovano ad affrontare il problema di fare una dieta. Ciò non sorprende, dal momento che il menu dovrebbe essere vario e nutriente. Considera un menu dietetico approssimativo per l'urolitiasi, che deve essere regolato in base al tipo di calcolo:

  • Colazione: insalata di verdure con condimento di olio d'oliva o semi di lino, una tazza di tè verde.
  • Spuntino: frittata al vapore, composta di frutta secca o brodo di rosa canina.
  • Pranzo: purè di patate con pesce bollito, tè o composta.
  • Spuntino: un paio di mele o una banana.
  • Cena: ricotta con frutta secca, biscotti biscottati.
  • Seconda cena: un bicchiere di kefir o tè verde con crostini di cereali.
  • Colazione: porridge di grano saraceno con una mela, tè verde o un bicchiere di latte.
  • Spuntino: yogurt e una manciata di noci.
  • Pranzo: borsch di verdure con polpette di patate e carote in umido.
  • Spuntino: porridge di miglio con mele.
  • Cena: casseruola di carote con prugne, tè verde o brodo di rosa canina.
  • Seconda cena: tè o un bicchiere di kefir.
  • Colazione: insalata di verdure, uova, tè o un bicchiere di latte.
  • Spuntino: farina d'avena con frutta secca.
  • Pranzo: gnocchi al vapore con ricotta, un cucchiaio di panna acida e composta.
  • Spuntino: 1-2 mele.
  • Cena: riso con melanzane in umido o al forno e peperone.
  • Seconda cena: tè con crostini o biscotti.
  • Colazione: insalata di barbabietole bollite con noci e prugne, condita con olio d'oliva, tè verde.
  • Spuntino: insalata di verdure, yogurt.
  • Pranzo: pesce bollito con stufato di verdure, okroshka.
  • Spuntino: macedonia di frutta, composta.
  • Cena: casseruola di patate con panna acida, tè verde o brodo di rosa canina.
  • Seconda cena: kefir o tè verde con biscotto.
  • Colazione: uovo sodo, farina d'avena con frutta secca, tè verde.
  • Spuntino: insalata di barbabietole con mele.
  • Pranzo: zuppa con brodo vegetale con gnocchi di patate, porridge di grano saraceno con verdure al vapore.
  • Spuntino: 1-2 mele o banana con yogurt.
  • Cena: maccheroni con formaggio a pasta dura e pomodori in umido.
  • Seconda cena: ricotta con prugne, tè verde.

Giorno di digiuno. Durante il giorno, puoi bere tè verde e mangiare ricotta o frutta consentita.

  • Colazione: insalata di barbabietole e carote bollite, brodo di rosa canina.
  • Spuntino: frittata al vapore, succo di frutti di bosco con biscotti biscottati.
  • Pranzo: zuppa di zucca e carote, frittelle di zucca con panna acida.
  • Spuntino: insalata di verdure fresche e yogurt.
  • Cena: mele al forno con riso e frutta secca, tè verde.
  • Seconda cena: pane ai cereali, un bicchiere di kefir.

Ricette dietetiche per l'urolitiasi

Per il rapido recupero del corpo nelle malattie del sistema genito-urinario, viene utilizzata la nutrizione medica. Questa terapia non è solo sicura ma anche molto efficace. Può essere utilizzato come misura preventiva.

Considera deliziose ricette dietetiche per l'urolitiasi:

1. Zuppa di grano saraceno dietetico

  • Patate 3-4 pezzi.
  • Carota 1 pz.
  • Cipolle ½ pz.
  • Grano saraceno 1 bicchiere
  • Erbe aromatiche essiccate o altre spezie per aromatizzare

Mettere 3 litri di acqua in una casseruola e far bollire. Immergere nell'acqua bollente le patate sbucciate e tritate, il grano saraceno lavato, le carote grattugiate e le cipolle tritate finemente. Cuocere fino a quando le patate sono tenere, aggiungere le spezie e far bollire per altri 10-15 minuti. La zuppa dovrebbe essere leggermente infusa. Può essere consumato con crostini all'aglio o pane ai cereali.

2. Vellutata di zucca e carote

  • Zucca 500 g
  • Patate 1 pz.
  • Carota 1 pz.
  • Cipolla 1 pz.
  • Olio d'oliva 15 g
  • Spezie qb

Lessare la zucca e le patate finché sono teneri. Tritare la cipolla e le carote e friggerle fino a renderle morbide in olio d'oliva. Versare l'acqua in cui sono state cotte le verdure in un contenitore a parte. Aggiungere le cipolle e le carote saltate alla zucca e alle patate tritate. Per tritare è meglio utilizzare un frullatore; utilizzare il brodo vegetale rimanente per regolare lo spessore della zuppa. Aggiungere le spezie e cuocere a fuoco lento per 10 minuti a fuoco medio.

3. Pilaf dolce con zucca e frutta secca

  • Riso 300 g
  • Zucca 100 g
  • Olio d'oliva 10-20 g
  • Mele
  • uva passa
  • Albicocche secche
  • Le prugne
  • Crespino
  • Cumino, zafferano, coriandolo

Sbucciare la zucca e le mele, tagliarle a fettine. Sciacquare e tritare la frutta secca. Versate un filo d'olio sul fondo della padella, mettete i pezzi di zucca e qualche mela, versate 1/3 del riso. Mettere le fette di zucca, le mele e la frutta secca sul riso e fare un altro strato simile. Versare l'acqua bollita con le spezie sul riso e versare l'olio rimanente. Coprite la pentola con un coperchio e fate cuocere a fuoco basso per un'ora.

4. Insalata di patate con panna acida e salsa all'aglio

  • Patate 5 pz.
  • Panna acida ½ tazza
  • Tuorlo 1 pz.
  • 1-2 spicchi d'aglio
  • Succo di limone
  • Spezie qb

Lessare le patate sbucciate, sbucciarle e tagliarle a fette oa cubetti. Per la salsa, tritare l'aglio, mescolare con spezie, tuorlo e panna acida. Versare la salsa sulle patate. L'insalata può essere servita fredda o tiepida.

5. Barrette energetiche

  • Farina d'avena 1-2 tazze
  • uva passa
  • Le prugne
  • Albicocche secche
  • Mele secche
  • Banane fresche 1-2 pezzi.
  • Semi di zucca e girasole
  • Semi di lino
  • Sesamo
  • Noce
  • Miele

Mescolare tutti gli ingredienti e frullare con un frullatore. Aggiungi il miele alla miscela risultante e mescola accuratamente, dovresti ottenere una miscela elastica e densa. Formare delle barrette e disporle su una teglia con carta da forno. Mettere in forno per 10-15 minuti a una temperatura di 150-170 gradi. Una volta che le barrette si saranno raffreddate, avvolgetele nella pergamena e conservatele in frigorifero.