Regole per l'assunzione di biseptolo per la cistite nelle donne

La minzione dolorosa è scomoda e richiede pazienza con la terapia. Biseptolo per la cistite nelle donne - uno dei farmaci di scelta per il medico curante.

  • Descrizione
  • Fattori provocatori
  • Tipi di droghe
  • Biseptol
  • Metodi di trattamento

Descrizione

L'infiammazione della vescica nelle donne è causata da vari fattori. Ai primi sintomi, è necessario consultare uno specialista: il recupero è possibile solo con la corretta identificazione dell'agente eziologico della malattia, la nomina di farmaci appropriati. La terapia per la patologia della vescica dovrebbe essere completa: consiste in:

  1. Assunzione di farmaci.
  2. Rimedii alle erbe.
  3. Bere molto.
  4. Prescrizione di vitamine.
  5. Definizioni di una dieta efficace.

Non dimenticare che c'è cistite negli uomini e nei bambini.!

Fattori provocatori

Gli agenti causali sono agenti infettivi:

  • virus;
  • batteri;
  • fungo.

Molto spesso, con la cistite nelle donne, lo stafilococco, lo streptococco, l'Escherichia coli sono isolati, ascendendo nella vescica dagli organi genitali femminili.

I fattori provocatori per la manifestazione dell'infiammazione saranno:

  • ipotermia, che riduce la resistenza del corpo;
  • ARVI e ARI;
  • l'inizio dei rapporti sessuali con un nuovo partner;
  • la predominanza di piatti piccanti e piccanti nella dieta;
  • abuso di alcool;
  • vestiti troppo stretti;
  • nefropatia;
  • la presenza di pietre nella vescica;
  • cambiamento dei livelli ormonali durante la gravidanza, la menopausa;
  • stipsi;
  • ristagno di urina con caratteristiche fisiologiche dell'uretra.

I fattori provocatori indeboliscono il corpo, consentono ai virus di entrare nel corpo in modo discendente - dal tratto respiratorio, dai reni, ascendente - in caso di una malattia dei genitali, per arrivare dall'ambiente esterno.

Tipi di droghe

Anche 10 anni fa, il trattamento dell'infiammazione della vescica comprendeva solo la nomina di una dieta, agenti del gruppo fitoterapico e il rispetto del regime. Oggi, l'adattamento degli agenti infettivi agli effetti degli antibiotici rende difficile il trattamento di tali patologie, richiede una selezione speciale di farmaci e un attento controllo del processo..

La forma acuta di infiammazione della vescica ora porta quasi sempre a una cronica.

La diagnostica include un'analisi preliminare delle urine per identificare l'agente patogeno, quindi - la scelta dell'esposizione. Una cultura simile viene eseguita dopo che il paziente si è ripreso per monitorarne l'efficacia.

Per la terapia, il medico usa:

  • farmaci antibatterici con un ampio spettro di azione - Norbactin, Normax, Ciprofloxacin, in caso di inefficacia di altri farmaci;
  • Rulid antibiotico-semisintetico del gruppo dei macrolidi;
  • gli antisettici urolitici, che agiscono nella cistite acuta, non funzionano nella forma cronica della malattia (Monural);
  • antibiotici del gruppo di chinoloni e ossichinoline - Palin, Nitroxoline;
  • farmaci antimicrobici basati sull'effetto del nitrofurano - Furagin, Furadonin;
  • antimicrobici ad ampio spettro sulfonamidi.

Molti agenti patogeni hanno ora sviluppato la capacità di bloccare gli effetti della maggior parte degli agenti farmacologici e questo processo continua. Lo specialista deve studiare attentamente il regime di trattamento, tenere conto degli effetti collaterali dell'esposizione. L'esperienza mostra che:

  • farmaci a base di nitrofurano - Furagin, Furadonin non hanno l'efficacia richiesta, sono usati come agente aggiuntivo e profilattico;
  • antibiotici del gruppo delle cefalosporine - Cephalexin, Cefradin mostrano un'efficacia insufficiente;
  • l'ampicillina in un terzo dei casi non influenza l'E. coli come agente eziologico della malattia.

Il Biseptolo prescritto per la cistite mostra un'elevata efficienza nella lotta contro i microrganismi che causano la malattia della vescica. Secondo varie stime, l'80%. Va notato che in molti paesi europei è venduto rigorosamente su prescrizione medica; non viene affatto utilizzato nel trattamento dei bambini sotto i 12 anni..

Biseptol

Il biseptolo per la cistite è il farmaco di scelta per il trattamento della malattia, un agente antimicrobico ad ampio spettro che colpisce:

  • strepto-pneumo-stafilococchi;
  • gonococchi;
  • dissenteria ed Escherichia coli;
  • salmonella;
  • Bacchetta di Proteus.

Il principale ingrediente attivo è:

  1. Sulfametaxazolo.
  2. Trimetoprim.

Il primo dei componenti influenza la flora patogena, il secondo ne migliora l'effetto, sopprimendo la possibilità di riproduzione dei microrganismi. Il farmaco è stato sviluppato a metà del 20 ° secolo ed è sempre stato considerato abbastanza efficace. Ora, a causa della mutagenicità della flora, è preferibile utilizzarlo dopo aver studiato la natura dell'agente patogeno.

Puoi usarlo quando:

  • malattie infettive genito-urinarie;
  • malattie delle vie respiratorie;
  • patologie dello stomaco, del tratto intestinale;
  • alcune manifestazioni di meningite.

Il biseptolo per la cistite non viene utilizzato se infettato da un virus - non li influenza.

Il prodotto è prodotto in compresse al dosaggio di 120 mg per i bambini e 480 mg o 240 mg per gli adulti, disponibili sotto forma di soluzione iniettabile o per infusione, sciroppo.

È dimostrato che prende Biseptol a:

  • infezioni respiratorie - bronchite, polmonite, ascessi;
  • infezioni del rinofaringe e dell'orecchio - sinusite, otite media;
  • malattie intestinali di natura infettiva - diarrea, febbre paratifoide, dissenteria;
  • alcune infezioni della pelle;
  • infezioni del tratto urinario - uretrite, prostatite, pielonefrite.

Metodi di trattamento

Il biseptolo per la cistite (i suoi costituenti sulfametaxazolo, trimetoprim) hanno la capacità di concentrarsi molto rapidamente nei fluidi corporei - espettorato, urina, bile e agire per almeno sette ore dal momento dell'assorbimento nell'intestino.

Come prendere il medicinale - il medico determinerà. Dipinge il numero di compresse e il regime di somministrazione in base all'età, al sesso del paziente, al tipo di patologia e alla sua gravità. Per le donne, il programma è solitamente il seguente:

  • due volte al giorno, due compresse per raggiungere 0,96 g;
  • con uso prolungato - alla dose di 0,48 g al giorno.

Se ai bambini viene diagnosticata la cistite, Biseptol può essere usato come sciroppo.

Durante il trattamento vengono utilizzati i seguenti regimi, che dipendono dall'età e dal peso.

  • bambini di età compresa tra tre e 5 anni - 2 volte al giorno, 120 mg;
  • da 6 a 12 anni - 2 volte al giorno per una compressa da 480 mg.

Durata dell'ammissione - almeno 5 giorni, massimo 14 giorni.

Il metodo di applicazione cambia se il trattamento è prolungato e la malattia è complicata. Non puoi usare Biseptol per la cistite con:

  • insufficienza renale acuta;
  • gravi patologie del sangue;
  • anemie;
  • allergie ai sulfonamidi;
  • gravidanza e alimentazione.

Sono necessarie restrizioni sui farmaci se:

  • al paziente viene diagnosticata l'asma;
  • funzione tiroidea compromessa;
  • c'è una carenza di vitamina B.

In alcuni casi, il medico utilizza il farmaco in una dose ridotta. Può chiamare:

  • ingiallimento della pelle, sclera;
  • vomito;
  • mal di testa;
  • stomatite;
  • temperatura;
  • allergie.

I sulfonamidi sono farmaci ad alto rischio di provocare reazioni avverse. L'allergia al biseptolo negli uomini si verifica con la stessa frequenza delle donne, quando la prescrizione il medico deve tenere pienamente conto dei rischi. Gli amanti dell'automedicazione dovrebbero sapere: se prendi biseptolo e alcol contemporaneamente, è pericoloso per la vita.

Questa applicazione causa:

  • neutralizzazione completa del farmaco con alcol etilico;
  • una forte destabilizzazione della pressione sanguigna;
  • spasmi, crisi epilettiche;
  • aumento della temperatura.

I pazienti e gli specialisti notano l'elevata efficienza del farmaco. Con un appuntamento tempestivo, la malattia passa rapidamente e non diventa cronica.

Raccomandazioni per l'uso di "Biseptol" nel trattamento della cistite

I cambiamenti infiammatori nella parete interna della vescica causano sintomi di cistite. Sono ben noti a molte donne. Gli uomini, a causa della particolarità della struttura anatomica, incontrano questa malattia più volte meno spesso..

Il pericolo di un trattamento prematuro della cistite

I primi segni di processi infiammatori negli organi del sistema genito-urinario compaiono entro poche ore dalla penetrazione di microrganismi nella cavità vescicale. La maggior parte delle ragazze conosce le seguenti:

  • dolore nell'addome inferiore;
  • bisogno frequente di urinare;
  • durante la produzione di urina compaiono crampi o il dolore si intensifica;
  • la quantità di urina escreta è drasticamente ridotta;
  • l'infiammazione acuta è accompagnata da febbre, sintomi di intossicazione.

Se non cerchi immediatamente un aiuto qualificato o inizi l'autotrattamento, spesso la cistite acuta minaccia di trasformarsi in una forma cronica, che è piuttosto pericolosa e spiacevole.

Un focolaio di infezione cronica appare nel corpo, che, con qualsiasi diminuzione dell'immunità, ipotermia, esacerbazione di altre patologie somatiche, viene attivato. Il paziente è costretto a trattare non solo la malattia sottostante, ma anche a rivolgersi all'urologo o al ginecologo per chiedere aiuto con un altro problema.

Un aggravamento si verifica durante la gestazione. Una donna incinta è limitata nell'assunzione di antibiotici, antisettici, quindi la terapia con cistite è molto difficile. Un bambino nel grembo di una madre malata diventa un facile bersaglio per tutti i tipi di microrganismi che sono costantemente presenti a causa di infezioni croniche.

"Biseptol" è spesso usato per la cistite nelle donne. È uno dei rimedi più popolari e conosciuti. È in uso da diversi decenni. Nonostante la sua ampia popolarità, il farmaco richiede un'attenzione particolare. L'uso del farmaco deve essere concordato con il medico.

Descrizione del farmaco "Biseptol"

Il nome stesso "Biseptol" è commerciale e riflette l'essenza della struttura chimica del prodotto. Contiene due sostanze antibatteriche che completano e potenziano le reciproche azioni. La parola "Biseptol" è composta da due parti: "bi" (due) e "septol" (disinfettante).

Questo non è un antibiotico, ma un agente antibatterico, che appartiene al gruppo dei sulfonamidi. Il primo componente è sulfametossazolo. Tipica sulfonamide, che ha un effetto batteriostatico, sopprimendo la crescita dei microrganismi bloccando i gruppi sulfidrilici attivi durante lo scambio respiratorio di una cellula batterica. Non ha un effetto battericida, quindi non è in grado di distruggere completamente il microrganismo ed eliminarlo dall'organismo. I batteri acquisiscono rapidamente resistenza al sulfometossazolo, che porta alla cronicità del processo.

Il secondo componente attivo di Biseptol è trimetoprim, un farmaco antibatterico che ha un effetto batteriostatico contro un'ampia gamma di microrganismi gram-positivi e gram-negativi. Raggiunge rapidamente un'elevata concentrazione nelle vie urinarie. Se si prendono queste sostanze isolatamente, una cura per la cistite è impossibile, ma la combinazione di queste sostanze chimiche in un farmaco consente di utilizzare "Biseptol" con grande successo..

A causa del reciproco potenziamento degli effetti delle sostanze incluse nella sua composizione, "Biseptol" provoca la morte di microrganismi - agenti causali della cistite, esibendo un effetto battericida.

L'assunzione del corso del farmaco non supera i 5-7 giorni, mentre il resto degli analoghi della sulfanilamide deve essere assunto per almeno 10-14 giorni.

Il regime di trattamento è prescritto individualmente. Indica i dosaggi raccomandati e la durata della terapia per prevenire il ripetersi di cistiti, lo sviluppo di resistenza nei batteri all'azione del farmaco..

Restrizioni d'uso

Avendo una serie di vantaggi indiscutibili, "Biseptol" è anche limitato in uso per alcune categorie di pazienti. Fare attenzione o abbandonare completamente l'appuntamento di questo rimedio dovrebbe essere nelle seguenti condizioni:

  • gravidanza in qualsiasi momento;
  • periodo di allattamento;
  • fallimento renale cronico;
  • malattie del tratto gastrointestinale;
  • patologie oncologiche.

Durante lo sviluppo fetale, il feto è vulnerabile a tutti i tipi di influenze dannose.

Il "biseptolo" può avere un effetto teratogeno, specialmente sul sistema nervoso in via di sviluppo del bambino, quindi è meglio che le donne incinte rifiutino di usarlo completamente. Durante l'allattamento è anche controindicato bere questo agente antibatterico, poiché supera la barriera dei tessuti e penetra nel latte, e quindi nel tratto digerente del neonato.

Il "biseptolo" con cistite, come indicato nelle istruzioni per l'uso, viene escreto attraverso le vie urinarie. Qualsiasi patologia della filtrazione renale è una controindicazione all'uso di questo agente, poiché in questo modo la condizione di un paziente con insufficienza renale cronica può essere aggravata..

La struttura chimica del "Biseptolo" determina la sua azione piuttosto aggressiva nei confronti della mucosa gastrica. È questa circostanza che rende impossibile o estremamente limitato l'uso del farmaco per ulcera gastrica, gastrite, gastroduodenite, epatite o cirrosi epatica.

Effetto negativo sul corpo

Di solito il "biseptolo" è facilmente tollerato dai pazienti, ma come tutti i farmaci ha alcuni effetti collaterali negativi, descritti nelle istruzioni del farmaco. Per evitarli, leggere attentamente le raccomandazioni relative al metodo e alle caratteristiche dell'applicazione..

Azioni negative del farmaco:

  • sintomi dispeptici;
  • vertigini, debolezza;
  • varie manifestazioni di reazioni allergiche;
  • dolore alle grandi articolazioni;
  • spostamento della formula dei leucociti a destra;
  • fotosensibilità;
  • esacerbazione di malattie croniche dell'apparato digerente;
  • la comparsa di un'impurità di sangue nelle urine.

Le manifestazioni delle conseguenze negative dell'assunzione di "Biseptolo" dagli organi del tratto gastrointestinale sono di natura diversa. Questa è nausea, a volte vomito, perdita di appetito, disturbi delle feci - dalla diarrea alla stitichezza, possono essere presenti, tutto dipende dalle caratteristiche individuali dell'organismo. Il medicinale deve essere usato con cautela nelle persone con diabete. Ha la capacità di abbassare i livelli di glucosio nel sangue.

Sullo sfondo del trattamento con biseptolo, malattie croniche come pancreatite, epatite, colecistite possono peggiorare. A volte i pazienti lamentano manifestazioni di glossite - infiammazione della lingua o stomatite - focolai infiammatori sulla mucosa orale.

Il sistema diseguale a volte reagisce con la comparsa di condizioni depressive, disturbi del sistema autonomo come tremori alle braccia, gambe, mal di testa o vertigini. Le reazioni allergiche, che sono abbastanza comuni, meritano la massima attenzione. Può essere l'orticaria o l'edema di Quincke, così come lo sviluppo della necrosi. Un posto speciale è occupato da un aumento della fotosensibilità del corpo, quindi non è consigliabile fare bagni ultravioletti durante il trattamento e rimanere alla luce solare diretta..

Pericolo di overdose

È abbastanza facile superare la dose massima consentita se non si seguono le raccomandazioni del medico o si auto-medica. Il corso della terapia è selezionato rigorosamente individualmente. Gli effetti negativi non ti faranno aspettare: dalla nausea e vomito all'angioedema e all'epatite. Ognuna di queste condizioni è pericolosa non solo per la salute, ma anche per la vita del paziente..

Se, tuttavia, la dose del farmaco viene superata e ci sono sintomi corrispondenti, è necessario sciacquare urgentemente lo stomaco, assumere una quantità abbondante di bevanda all'interno, iniziare la terapia endovenosa di disintossicazione.

Ricezione simultanea con altri farmaci

Affinché il trattamento con Biseptol vada a buon fine, è necessario prendere in considerazione tutti i tipi di farmaci che il paziente assume contemporaneamente a lui a causa di eventuali malattie o condizioni. È fondamentale informare il medico di questi farmaci, altrimenti si possono ottenere effetti pericolosi..

Come accennato in precedenza, il rimedio ha la capacità di abbassare i livelli di zucchero nel sangue. Di questo si deve tener conto quando si prescrive a persone affette da diabete e che assumono farmaci antiiperglicemici: "Glibenclamide", "Glipizid", "Gliklazid".

Non combinare con acido acetilsalicilico, altri farmaci antinfiammatori non steroidei. Poiché "Biseptol" ha la capacità di spostare la formula del sangue a destra, cioè di ridurre il numero di corpuscoli, comprese le piastrine. È necessario unirsi con grande cura con anticoagulanti, per esempio, "Warfarin".

Gli stessi effetti del "biseptolo" dovrebbero essere presi in considerazione quando si prescrive a pazienti in terapia antimalarica. Può potenziare l'azione dei farmaci e causare lo sviluppo di anemia aplastica.

Il medicinale riduce attivamente l'effetto dei farmaci contraccettivi contenenti sostanze ormonali. Questo deve essere ricordato dalle donne che in questo modo regolano la loro fertilità..

Raccomandazioni per l'uso per la cistite

È necessario attenersi rigorosamente alle prescrizioni del medico curante riguardo al farmaco stesso. Puoi prendere il medicinale sia prima che dopo i pasti. È importante seguire queste linee guida:

  • limitare l'uso di cibi grassi e proteici nella dieta;
  • ridurre al minimo la quantità di carboidrati leggeri, zucchero, barbabietole;
  • bere molti liquidi durante il corso del trattamento per migliorare la filtrazione renale;
  • astenersi categoricamente dall'alcol;
  • non visitare spiagge con luce solare aperta o solarium;
  • con un ciclo di trattamento per più di 5 giorni, includere l'acido folico nel regime per prevenire l'anemia.

Le cellule del fegato sono particolarmente sensibili al biseptolo, quindi devono essere protette dal sovraccarico limitando il grasso durante il trattamento. È imperativo bere abbondantemente le pillole, ma in nessun caso con il latte, neutralizza parzialmente l'effetto antibatterico.

Sostituzione del farmaco con altri farmaci

Se è impossibile trattarlo con Biseptol, ricorrono alla sua sostituzione con farmaci simili della stessa azione, prodotti in abbondanza da varie case farmaceutiche. Questi sono, ad esempio, "Bactrim", "Groseptol", "Septrim".

Un farmaco antibatterico come Monural si è dimostrato efficace. Questo agente relativamente nuovo a base di fosfomicina, ha un ampio spettro di azione sui batteri gram-negativi e gram-positivi, è ben tollerato dai pazienti, non provoca reazioni allergiche o, in casi molto rari, non modula la resistenza al principio attivo. Le recensioni sulla sua efficacia clinica sono piuttosto ottimistiche..

Opinioni di medici e pazienti

La maggior parte dei medici oggi si rifiuta di prescrivere "Biseptol" per la cistite, ma le recensioni dei pazienti che hanno usato il farmaco sono per lo più positive. Un prezzo molto democratico e una disponibilità universale nella catena di farmacie parla a suo favore..

Il lato negativo del farmaco è la resistenza dei microrganismi alla sua azione, sviluppata in un periodo di utilizzo a lungo termine. Questo fatto limita significativamente la gamma di potenziali infezioni a cui il Biseptolo può resistere..

Biseptolo per la cistite

L'antibiotico Biseptol è prescritto per la cistite batterica, quando altri farmaci non hanno aiutato, poiché contiene una sostanza attiva che può combattere un gran numero di microbi che causano lo sviluppo della malattia. La maggior parte dei batteri che causano infezioni del sistema urinario e dei genitali sono in grado di sviluppare l'immunità agli antibiotici. Il farmaco ha un forte effetto battericida e antibatterico, quindi distrugge gli agenti patogeni, riducendo a zero il rischio di sviluppare resistenza al principio attivo. Pertanto, ha senso considerare come prendere Biseptol per la cistite, scoprire il dosaggio. Il farmaco contiene due componenti principali: sulfametossazolo e trimetoprim. Sia l'uno che il secondo componente hanno un effetto diretto su batteri di vario tipo, motivo per cui il biseptolo è più spesso prescritto per la cistite nelle donne e negli uomini, se non ci sono controindicazioni alla sua assunzione.

Metodo di somministrazione e dose di Biseptol

Un antibiotico può essere prescritto a un paziente solo dopo che si è sottoposto a un esame completo, ha superato tutti i test necessari per gli studi di laboratorio e il medico è convinto dell'opportunità di prescrivere il farmaco. In particolare, il rimedio può essere prescritto se il paziente non ha riscontrato controindicazioni, non assume farmaci non compatibili con il farmaco, e anche se il paziente non è un bambino piccolo, poiché l'antibiotico appartiene al gruppo dei farmaci tossici.

Come prendere Biseptol per la cistite acuta o cronica nelle donne e negli uomini è prescritto dal medico curante che ha condotto le ricerche necessarie. Le istruzioni per l'uso indicano il dosaggio approssimativo e la durata del ciclo di trattamento. Pertanto, la dose giornaliera del farmaco per un adulto è di 960 milligrammi, in una o due dosi. Il corso standard del trattamento dura 16 giorni. Tuttavia, in alcuni casi, quando la patologia è acuta e il dosaggio deve essere aumentato, può essere aumentato a 1440 mg al giorno..

Secondo le recensioni sull'assunzione di Biseptol per la cistite, il metodo del suo utilizzo nelle donne è leggermente diverso dal dosaggio standard e dalla durata del corso della terapia. La ragione di ciò è la particolarità della struttura del corpo femminile. Pertanto, l'assunzione delle compresse del sesso più debole è prescritta nella quantità di 960 mg e il trattamento deve essere continuato per 7-10 giorni. Per quanto riguarda i bambini, è consentito prescrivere compresse a bambini di sette anni nella quantità di 960 grammi, con un ciclo di terapia per almeno 3, massimo 5 giorni.

È importante aderire alle raccomandazioni di uno specialista che prescrive farmaci per un paziente, indipendentemente dalla sua età. Raccontando come bere Biseptol con cistite a un adulto, come prendere un bambino e prescrivendo un dosaggio, il medico deve chiarire che durante il periodo di trattamento è severamente vietato consumare bevande alcoliche in qualsiasi quantità. Inoltre, è necessario tenere conto del fatto che le compresse vengono assunte solo qualche tempo dopo i pasti e durante il periodo di terapia è necessario bere una grande quantità di liquido, almeno 2,5 litri al giorno..

Effetti collaterali di Biseptol

Tra i medicinali, non esiste un rimedio del genere che non abbia assolutamente effetti collaterali e non causerebbe complicazioni se assunto in modo errato. In particolare, sapendo come bere Biseptol con cistite, puoi evitare il rischio di sviluppare tali complicazioni:

  • manifestazione di reazioni allergiche,
  • disturbo dal sistema digestivo,
  • debolezza generale, vertigini,
  • patologia epatica acuta con uso prolungato del farmaco,
  • malattia renale acuta durante la terapia a lungo termine,
  • con l'asma bronchiale, possono verificarsi anche complicazioni della malattia, che devono essere prese in considerazione.

È anche importante ricordare che nei bambini il Biseptolo con cistite può causare effetti collaterali più gravi, pertanto il trattamento del bambino deve essere effettuato sotto la stretta supervisione di un pediatra e di uno specialista ristretto. Se si verifica la minima manifestazione di complicazioni, è necessario informarne immediatamente il medico..

Le donne incinte e le madri che allattano dovrebbero assumere un antibiotico ad ampio spettro con la stessa cautela. Prescrivendolo alle future mamme, l'urologo e il ginecologo devono monitorare costantemente sia la donna incinta che il feto, poiché le compresse sono molto tossiche e possono influenzare lo sviluppo del feto. Se trattati durante l'allattamento, i componenti possono passare nel latte ed essere trasmessi al bambino con il latte.

Opinioni su Biseptol

Di norma, la maggior parte delle persone scrive molte recensioni su vari forum su Internet. Dopo aver letto le recensioni sui farmaci contro l'infiammazione del sistema genito-urinario, mi si chiedono se sia possibile bere un antibiotico nel trattamento della cistite, quanto velocemente aiuta e quanto dura il corso della terapia.

Per tutte le domande sull'uso di Biseptol e sul trattamento della cistite con il farmaco, le risposte accurate non possono essere fornite da recensioni, ma esclusivamente da specialisti ristretti, dopo una diagnostica preliminare del corpo, esami di laboratorio su campioni di sangue e urina, confrontando l'età del paziente e la gravità della malattia e altre caratteristiche. Va notato che il corpo di ogni persona è individuale e anche uno specialista altamente qualificato non può tenere conto di tutte le caratteristiche senza eccezioni, quindi la responsabilità e l'attenzione del paziente stesso giocano un ruolo importante nella terapia. Per evitare gravi conseguenze dalla manifestazione di effetti collaterali possibili a seguito del trattamento di un disturbo con questo rimedio, è necessario rilevare tali manifestazioni nel tempo.

Caratteristiche della terapia con Biseptol

Quando si tratta la cistite con biseptolo e altri antibiotici di questo tipo, è necessario prestare particolare attenzione all'assunzione di altri farmaci. In particolare, le pillole non vengono assunte con farmaci che hanno un effetto diuretico. Inoltre, è severamente vietato berli con farmaci antinfiammatori, come Diclofenac, e l'effetto degli anticoagulanti sotto la sua influenza è notevolmente aumentato. Tuttavia, nonostante tutte le caratteristiche elencate, le compresse sono ancora prescritte nella maggior parte dei casi, poiché sono un mezzo alternativo per combattere una serie di patologie infettive, la cui causa era causata da batteri di diverso tipo..

Nelle istruzioni per l'uso di Biseptol per cistite, viene descritto un metodo per il suo trattamento in donne, uomini e bambini, si dice che sia un agente tossico e indica anche le caratteristiche della sua composizione. È abbastanza logico che durante la terapia sia severamente vietato consumare bevande alcoliche e a bassa gradazione alcolica. Questa combinazione non solo riduce le proprietà medicinali del farmaco, ma aumenta anche il rischio di complicanze. Questo deve essere preso in considerazione quando si decide come prendere Biseptol per la cistite.

Un'importante osservazione dei professionisti medici è stata che i farmaci a base di sulfametossazolo e trimetoprim non dovrebbero essere prescritti a scopo profilattico, poiché hanno un maggiore carico sulla funzionalità renale ed epatica. A causa di ciò, esiste il rischio di sviluppare insufficienza renale ed epatica..

Poiché le proteine ​​animali hanno la capacità di legare i principi attivi dell'antibiotico, riducendo così la loro capacità di distruggere i microrganismi dannosi che sono diventati agenti causali del processo infiammatorio nel sistema genito-urinario, durante il periodo di terapia, il consumo di cibo ricco di tali componenti dovrebbe essere ridotto al minimo.

Ti suggeriamo anche di visitare il nostro forum sulla cistite, le recensioni possono aiutarti molto o lasciare i tuoi commenti. Ricorda che condividendo la tua esperienza puoi aiutare qualcuno che puoi..

Biseptolo per cistite: istruzioni per l'uso e recensioni

Il biseptolo è uno degli antibiotici più famosi e testati nel tempo utilizzati nel trattamento della cistite e di altre malattie del sistema genito-urinario. Le compresse di biseptolo sono prescritte per processi infiammatori e in altri organi e tessuti: tratto gastrointestinale, polmoni, organi ENT. Il farmaco tratta otite media, sinusite, stomatite, infiammazione della pelle e del tessuto sottocutaneo - bolle, ascessi. È efficace nel trattamento delle malattie a trasmissione sessuale di natura sia batterica (gonorrea) che fungina..

  1. Indicazioni per l'uso
  2. Forme di dosaggio e dosaggio
  3. Controindicazioni assolute
  4. Effetti collaterali indesiderati
  5. Interazione con altri farmaci
  6. Opinioni su Biseptol
  7. Vacanza e prezzo
  8. Conclusione

Indicazioni per l'uso

A differenza delle monopreparazioni della serie dei fluorochinoloni (Ciprofloxacina, Nolitsina), derivati ​​del nitrofurano e della tetraciclina, il biseptolo è un farmaco combinato, che amplia significativamente le indicazioni per l'uso. Si basa su tre principi attivi: cotrimossazolo, sulfametaxolo e trimetoprim (gli ultimi due costituiscono la maggior parte della forma di dosaggio).

Ciascuno dei componenti agisce selettivamente contro diversi rappresentanti della microflora patogena. A differenza dei fluorochinoloni, il biseptolo inibisce attivamente lo sviluppo non solo di batteri gram-negativi (il loro elenco può essere trovato nell'articolo sull'uso del farmaco Nolitsin per la cistite), ma anche stafilococchi gram-positivi ed enterococchi, protozoi (Trichomonas vaginalis) e funghi del genere Candida. Quest'ultimo esclude lo sviluppo della candidosi a seguito della terapia - uno degli spiacevoli effetti collaterali dell'uso di antibiotici che non hanno proprietà fungicide.

Sfortunatamente, l'uso di compresse di Biseptol per diversi decenni ha portato allo sviluppo di resistenza in alcuni microrganismi ai componenti attivi del farmaco e ad una diminuzione dell'efficacia della terapia. Inoltre l'uso di biseptolo - una tossicità relativamente bassa e un rischio insignificante di effetti collaterali, paragonabile alla bassa "nocività" del furazolidone e di altri nitrofurani. Biseptol è prescritto per i bambini di età superiore a tre anni. I fluorochinoloni molto più velenosi sono vietati ai minori in linea di principio..

Le istruzioni del farmaco biseptolo per il suo uso sono destinate ad essere utilizzate nel trattamento delle seguenti malattie infiammatorie della sfera urogenitale:

  • cistite acuta e cronica;
  • uretrite;
  • pielonefrite (infiammazione della pelvi renale);
  • salpingite (infiammazione delle tube di Falloppio);
  • cervicite ed endometrite (infiammazione della cervice e della sua mucosa interna);
  • prostatite;
  • gonorrea semplice e complicata, ecc..

Il biseptolo è utilizzato con successo nel trattamento delle coinfezioni e interagisce sia con altri farmaci antibatterici sia con farmaci per la cistite, creati sulla base di erbe medicinali (Kanefron, Urolesan).

Forme di dosaggio e dosaggio

Il biseptolo è disponibile in diverse forme: compresse, soluzioni per infusione e sciroppo, che consente di utilizzare con uguale successo il farmaco a casa, in ospedale e nel trattamento della cistite e della pielonefrite nei bambini.

Le compresse di Biseptol 120 mg contengono 100 mg di sulfametossazolo e 20 mg di trimetoprim. Le compresse di Biseptol 480 mg contengono 4 volte di più dei principali ingredienti attivi.

La metabolizzazione del farmaco nell'organismo assume il suo contenuto massimo nel plasma sanguigno entro 7-8 ore dalla somministrazione orale, quindi la concentrazione diminuisce ei metaboliti vengono escreti principalmente nelle urine. Il sulfametaxolo viene escreto leggermente più velocemente del trimetoprim. Il corso standard di trattamento prevede l'assunzione di Biseptol due volte al giorno per almeno quattro giorni. Questo periodo consente l'accumulo di un livello sufficiente di componenti antisettici di Biseptol nel fuoco infiammatorio. Fondamentalmente, il corso del trattamento per la cistite acuta lieve è di 6 giorni. Periodi di terapia consentiti - da 4 a 14 giorni

Il dosaggio viene assegnato individualmente e dipende da diversi fattori:

  • la natura del processo infiammatorio (acuto o cronico);
  • il tipo di agente patogeno (determinato durante l'analisi delle urine, se si tratta di cistite);
  • la presenza di altre infezioni del tratto genito-urinario;
  • l'età del paziente, il peso corporeo, il livello di immunità, la presenza di controindicazioni, ecc..

Di solito, per la cistite nei bambini dai 3 ai 5 anni, il farmaco viene prescritto a 240 mg (2 compresse, 120 mg ciascuna) 2 volte al giorno. Bambini di età compresa tra 6 e 12 anni: 480 mg (4 compresse da 120 mg o 1 compressa da 480 mg) 2 volte al giorno. I pazienti adulti assumono 960 mg due volte al giorno. Le dosi massime (2 g due volte al giorno) sono prescritte per la gonorrea e una combinazione di gonorrea con cistite, uretrite, prostatite e infezioni genitali femminili.

Quando si trattano infezioni croniche, la dose viene solitamente dimezzata. Allo stesso tempo, tutti i pazienti il ​​cui ciclo di trattamento supera una settimana devono sottoporsi regolarmente a esami del sangue e assumere vitamine del gruppo B, principalmente acido folico (vitamina B9). È stato stabilito che il biseptolo inibisce l'assorbimento di questa vitamina essenziale nell'intestino umano.

Controindicazioni assolute

Come ogni antibiotico sintetico, Biseptol ha una serie di controindicazioni assolute. Non può essere categoricamente accettato:

  • bambini sotto i tre anni;
  • donne in gravidanza e in allattamento;
  • persone con gravi danni ai reni e al fegato;
  • persone con deficit congenito di glucosio-6-fosfato deidrogenasi - un enzima responsabile del trasporto di ossigeno da parte del sangue;
  • con gravi patologie dell'ematopoiesi e del sistema circolatorio (anemia, leucopenia, aumento dei livelli di bilirubina a causa di carenza di acido folico);
  • con asma bronchiale e altre malattie respiratorie di natura allergica;
  • con malattie della tiroide;
  • in caso di intolleranza individuale a qualsiasi componente del farmaco.

Effetti collaterali indesiderati

La pratica clinica ufficiale e le revisioni dei pazienti indicano che le complicanze durante l'uso di Biseptol nella cistite si verificano relativamente raramente e anche meno spesso sono minacciose, il che rende necessario annullare il corso del trattamento o ridurre significativamente la dose originariamente prescritta.

Gli effetti collaterali più comuni sono:

  • mal di testa, vertigini, depressione e apatia;
  • affaticabilità veloce;
  • tremori delle dita (tremori);
  • neurite (infiammazione del tessuto nervoso periferico);
  • tosse, broncospasmo, soffocamento;
  • nausea, vomito, diarrea, mancanza di appetito;
  • discinesia della cistifellea;
  • gastrite;
  • ittero;
  • pancreatite;
  • stomatite;
  • violazione della minzione (dalla poliuria alla completa mancanza di urgenza);
  • nefropatia;
  • dolore ai muscoli e alle articolazioni;
  • reazioni allergiche cutanee;
  • cambiamenti nella composizione del sangue, leucocitosi, anemia;
  • aumento della glicemia a causa di disfunzione pancreatica;
  • aumento della temperatura corporea.

Tutti questi sintomi sono molto rari, principalmente con un lungo ciclo di assunzione di Biseptol o violazione delle regole prescritte nelle istruzioni per il suo utilizzo.

Se l'effetto negativo si manifesta immediatamente dopo l'inizio dell'assunzione del medicinale e progredisce, il corso del trattamento deve essere interrotto.

In caso di sovradosaggio, entro e non oltre due ore dall'assunzione di una dose significativa del farmaco, è necessario indurre il vomito nel paziente, effettuare una lavanda gastrica e somministrare un enterosorbente (ad esempio Enterosgel). Se il farmaco è riuscito ad essere assorbito nel sangue, al paziente viene somministrata una bevanda abbondante, diuretici, una soluzione di calcio folinato viene iniettata a goccia.

Biseptolo per la cistite nelle donne: come prenderlo

Il farmaco di scelta per il trattamento delle patologie del sistema genito-urinario è il biseptolo. Sotto la sua influenza, i microrganismi patogeni muoiono rapidamente ei sintomi della malattia vengono eliminati. Il biseptolo con cistite è altamente efficace, il suo costo non è elevato ed è ampiamente utilizzato nella pratica ginecologica. Tuttavia, a causa di una serie di controindicazioni, è vietato assumere il medicinale senza consultare un medico..

Forma e composizione del rilascio

Il biseptolo è un farmaco combinato appartenente ai sulfonamidi. I suoi componenti principali sono trimetoprim e sulfametossazolo. È grazie a queste sostanze che viene prevenuta la moltiplicazione dei patogeni e l'attività dello sviluppo dell'infiammazione è significativamente ridotta. Contrariamente alla credenza popolare, Biseptol non è un antibiotico, tuttavia, supera il trattamento della cistite nelle donne con grande efficacia..

Il biseptolo è prodotto in tre diverse forme:

  1. Compresse di diversi dosaggi:
  • 120 mg, le compresse in questa forma contengono sulfametossazolo (100 mg), trimetoprim (20 mg);
  • 480 mg - contengono sulfametossazolo in una quantità (400 mg) e trimetoprim in un volume (80 mg);
  • 960 mg, rispettivamente, composti da sulfametossazolo (800 mg) e trimetoprim (160 mg).
  1. La sospensione è destinata alla somministrazione orale. Lo sciroppo viene imbottigliato in contenitori da 100 ml. La sospensione ha un colore bianco o crema chiaro e l'odore è vicino alla fragola. 1 ml contiene 40 mg e 8 mg di principi attivi.
  2. Soluzione per iniezione intramuscolare. Il medicinale è confezionato in fiale da 5 mg. 1 mg contiene 80 e 16 mg di principi attivi.

effetto farmacologico

I medici prescrivono spesso Biseptol per la cistite nelle donne, poiché è un agente battericida che interferisce con la produzione di acido folico. Senza questa sostanza, gli agenti patogeni perdono la loro capacità di moltiplicarsi, a causa della quale muoiono. I principi attivi contenuti nel medicinale aumentano l'effetto reciproco.

Le istruzioni del medicinale informano che durante il suo utilizzo vi è una rapida penetrazione e assorbimento nel tratto gastrointestinale. Dopo 1,5 - 2 ore dall'assunzione del farmaco, si osserva la massima concentrazione di principi attivi nel sangue, che viene mantenuta per 6-7 ore. Il farmaco viene escreto con l'aiuto dei reni, insieme all'urina..

Efficacia per la cistite

Fondamentalmente, l'insorgenza della cistite è provocata da E. coli. Molto meno spesso, la malattia è causata da:

  • stafilococco;
  • Proteus;
  • enterobatteri;
  • Klebsiella;
  • Pseudomonas aeruginosa;
  • clamidia;
  • gonorrea;
  • candidosi;
  • tricomoniasi;
  • micoplasma.

La maggior parte dei batteri sopra elencati ha sviluppato resistenza agli antibiotici. Il biseptolo per la cistite è prescritto a causa della sua alta efficienza, che consiste nella distruzione di tutti i microrganismi che causano la malattia. Ciò è dovuto al fatto che gli agenti causali della malattia non hanno sviluppato l'immunità ai principi attivi del farmaco.

Quando si utilizza il farmaco, si verifica un effetto analgesico ei sintomi della malattia vengono rapidamente eliminati.

Il trattamento della cistite con Biseptol presenta chiari vantaggi rispetto ad altri farmaci, che consistono in un pronunciato effetto battericida e una significativa riduzione del rischio di ricaduta della malattia. Inoltre, se prendi Biseptol per la cistite, la terapia terapeutica viene dimezzata rispetto agli antibiotici.

Regime di dosaggio e dosaggio

Prima di bere Biseptol per la cistite, è necessario sottoporsi a un esame per determinare quale agente patogeno ha causato la malattia. Le condizioni d'uso e il dosaggio sono prescritti esclusivamente da uno specialista qualificato. In questo caso, vengono presi in considerazione il grado e la gravità della malattia e vengono prese in considerazione anche le caratteristiche individuali dell'organismo..

Il biseptolo in compresse ha un effetto mirato e la sua attività dura 7 ore. Di conseguenza, il dosaggio giornaliero consentito non è superiore a 960 mg. Il rimedio viene utilizzato dopo un pasto e lavato con acqua, due volte al giorno, con un intervallo di 12 ore. Il trattamento dura da 5 giorni a due settimane.

Fondamentalmente, Biseptol è prescritto per la cistite nelle donne sotto forma di compresse insieme a iniezioni intramuscolari. Per 4 giorni si bevono pillole e poi vengono somministrate iniezioni per 2 giorni.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Prima di prendere il medicinale, dovresti assicurarti che non ci siano controindicazioni sotto forma di:

  • ipersensibilità a uno dei componenti del farmaco;
  • grave disfunzione del cuore, del fegato e dei reni;
  • leucopenia e agranulocitosi;
  • asma, patologie tiroidee.

Inoltre, è vietato trattare Biseptol per i pazienti in attesa di un bambino e durante il periodo dell'allattamento..

Se il metodo di applicazione specificato nelle istruzioni non viene violato, gli effetti collaterali si verificano estremamente raramente..

I possibili effetti collaterali del farmaco sono indicati nella tabella:

Organi interniSintomi di effetti collaterali
Apparato digerentePossono verificarsi diarrea, dolore addominale, diminuzione dell'appetito, nausea con vomito.
Sistema nervosoA volte ci sono mal di testa, vertigini, sbalzi d'umore.
ReneMinzione frequente, nefrite, impurità del sangue possono essere presenti nelle urine.
PelleL'esordio di orticaria, forte prurito, edema di Quincke, ipersensibilità alla luce ultravioletta.

Se si verifica almeno uno degli effetti collaterali di cui sopra, il trattamento viene interrotto, dopodiché è necessario consultare un medico per un consiglio.

Interazioni farmacologiche

Durante la terapia, si dovrebbe tener conto di come interagisce con altri farmaci:

  1. Un farmaco antimicrobico ha la capacità di aumentare gli effetti dei farmaci che riducono la coagulazione del sangue;
  2. Assumerlo insieme ai diuretici può causare sanguinamento durante la minzione. Inoltre, può verificarsi allergia crociata..
  3. I principi attivi di Biseptol lasceranno il corpo più velocemente se la rifampicina viene utilizzata alla fine della terapia di trattamento. Tuttavia, questi due farmaci non dovrebbero essere combinati, poiché l'attività dei primi diminuisce..
  4. È vietato bere il farmaco insieme all'acido ascorbico, a causa della possibile comparsa di "sabbia" nelle urine.
  5. Il trattamento simultaneo con biseptolo e pirimetamina è irto di anemia.
  6. È impossibile trattare insieme a Biseptol con barbiturici, farmaci anti-tubercolosi e anticonvulsivanti.

Analoghi

Se, per ragioni visibili e invisibili, Biseptolum è controindicato, può essere sostituito con i seguenti farmaci:

  1. Cotrimossazolo. È un sostituto del biseptolo. Ha le stesse forme di rilascio, principi attivi e dosaggi.
  2. Bikotrim. È un farmaco antibatterico con un ampio spettro di effetti. Include gli stessi principi attivi di Biseptol.
  3. Nolitsin. È un analogo russo abbastanza comune di Biseptol. Il prodotto è realizzato sotto forma di compresse, dosate a 400 mg. Contiene il principio attivo sotto forma di norfloxacina, che si accumula principalmente nei reni.
  4. Furamag. Il medicinale è prodotto sotto forma di capsule. Sotto la sua influenza, si verificano violazioni del processo biochimico nelle cellule di microrganismi patogeni, che portano alla loro morte. Efficace contro un'ampia varietà di batteri.
  5. Furadonin. Venduto sotto forma di compresse da 50 e 100 mg. Sotto la sua influenza, il guscio esterno dei microbi patogeni viene distrutto, il che impedisce la diffusione dell'infezione.
  6. Dvaseptol. È prodotto in compresse da 120 e 480 mg. Il medicinale affronta efficacemente i processi infettivi che si verificano nel sistema urinario.
  7. Amoxicillina. Venduto in capsule da 250 e 500 mg. Questo farmaco distrugge la struttura cellulare di molti microrganismi patogeni che causano la cistite. Il suo effetto attivo inizia mezz'ora dopo la penetrazione nel corpo e dura 8 ore.

Esistono molti analoghi di Biseptol. Tuttavia, nonostante ciò, è vietato scegliere autonomamente un medicinale che verrà assunto per la cistite o qualsiasi altra malattia del sistema genito-urinario. Questo problema dovrebbe essere affrontato esclusivamente dal medico curante, in base alle caratteristiche individuali dell'organismo..

Il biseptolo è un medicinale molto efficace nella lotta contro la cistite. Tuttavia, ha molte controindicazioni e pericolosi effetti collaterali. Pertanto, è severamente vietato assumere il farmaco da solo. Non appena compaiono i primi sintomi di cistite, dovresti consultare un medico..

Biseptolo per cistite nelle donne e negli uomini: come prenderlo?

Articoli di esperti medici

  • Codice ATX
  • Ingredienti attivi
  • Indicazioni per l'uso
  • Modulo per il rilascio
  • Farmacodinamica
  • Farmacocinetica
  • Utilizzare durante la gravidanza
  • Controindicazioni
  • Effetti collaterali
  • Metodo di somministrazione e dosaggio
  • Overdose
  • Interazione con altri farmaci
  • Condizioni di archiviazione
  • Data di scadenza
  • Gruppo farmacologico
  • effetto farmacologico
  • Codice ICD-10

Con la cistite, i principali mezzi di trattamento dovrebbero essere quelli che arrestano il processo infiammatorio e hanno un effetto dannoso sui batteri, gli agenti causali della malattia. Il farmaco complesso Biseptol, costituito da due componenti importanti: sulfametossazolo e trimetoprim, soddisfa pienamente questi requisiti. Il biseptolo per la cistite agisce delicatamente ed efficacemente, inibendo lo sviluppo dei microbi e accelerando il recupero. Il trimetoprim-sulfametossazolo è stato a lungo considerato lo standard di cura per le infezioni acute e ricorrenti del tratto urinario per la sua attività contro i più comuni uropatogeni e per il suo basso costo e tollerabilità. La combinazione sinergica di trimetoprim e sulfametossazolo agisce in due fasi separate nel metabolismo dei folati batterici, con conseguente inibizione della sintesi del DNA. [1]

È possibile per Biseptol con cistite?

La cistite è una malattia frequente ed estremamente sgradevole che colpisce principalmente le donne, per le sue caratteristiche anatomiche. Ma gli uomini non sono immuni allo sviluppo della cistite. Cosa prova una persona durante una malattia? Dolore durante la minzione, urgenza dolorosa e frequente, fastidio al basso ventre e all'inguine. Il processo infiammatorio ha un effetto estremamente negativo sulla qualità della vita e sulla capacità lavorativa. Per eliminare il problema, Biseptol diventa spesso il farmaco di scelta..

Questo farmaco è abbastanza potente, anche se poco costoso. Ha un gran numero di effetti collaterali, quindi solo un medico può prescrivere e calcolarne il dosaggio..

Se i batteri che hanno provocato lo sviluppo della malattia sono sensibili al sulfametossazolo e al trimetoprim, il biseptolo aiuterà davvero con la cistite. Il farmaco distruggerà i batteri, fermerà l'infiammazione e purificherà il sistema urinario. L'automedicazione può fare un "disservizio": dosi sbagliate di farmaco non possono che placare i microbi, che presto si risveglieranno sotto forma di una recidiva di cistite. Pertanto, fidati del medico e segui l'intero ciclo di trattamento necessario per eliminare il problema per lungo tempo..

Codice ATX

Ingredienti attivi

Indicazioni per l'uso di Biseptol nella cistite

Il biseptolo è prescritto non solo per la cistite. Il farmaco è indicato per il trattamento di malattie infettive se i microbi sono sensibili al Biseptolo:

  • nella bronchite acuta e cronica, bronchiectasie, polmonite, faringite, mal di gola, sinusite, otite media;
  • nelle forme acute e croniche di cistite, pielonefrite, uretrite o prostatite;
  • con febbre tifoide e paratifoide, con disturbi intestinali;
  • con forme acute e croniche di osteomielite, con brucellosi, actinomicosi, toxoplasmosi, nocardiosi.

Il biseptolo viene solitamente assunto solo per scopi medicinali. Per la prevenzione, il farmaco non viene utilizzato.

La cistite è un processo infiammatorio che provoca irritazione e danni ai tessuti interni della vescica. Non è un segreto che la malattia si trovi principalmente tra le pazienti di sesso femminile. Quindi, ogni tre donne su dieci almeno una volta hanno avuto un'infiammazione della vescica.

Il biseptolo per la cistite nelle donne è prescritto secondo le indicazioni e il suo uso non è raro.

Gli uomini sono inclini a malattie come la cistite, molto meno le donne. Solo un uomo su dieci ha mai avuto o è ammalato di questa malattia. Molto spesso parliamo di pazienti di età superiore ai 45 anni.

Tali differenze pronunciate nel tasso di incidenza tra rappresentanti di sesso diverso possono essere spiegate da significative caratteristiche anatomiche e fisiologiche della struttura del sistema genito-urinario. L'uretra maschile è più lunga e più tortuosa della femmina e l'apertura per la minzione si trova relativamente lontano dall'ano, il che esclude l'ingresso di agenti patogeni dall'ano nel sistema urinario. L'anatomia femminile offre maggiori opportunità per l'infezione di entrare nell'uretra, ad esempio con la banale inosservanza delle regole di igiene personale.

Il biseptolo per la cistite negli uomini è prescritto solo per la forma batterica della malattia. La cistite fungina viene trattata con altri farmaci appropriati.

Modulo per il rilascio

La forma di dosaggio principale di Biseptil è considerata compressa: le compresse sono rotonde, bianche o leggermente giallastre, con bordi chiari e una linea di dosaggio.

Le compresse di biseptolo sono disponibili in 100 mg e 400 mg.

Il blister contiene 14 o 20 compresse. Ogni blister è confezionato in una scatola di cartone. Un contenitore pieno contiene 1000 compresse confezionate.

Farmacodinamica

Il biseptolo è un agente battericida complesso, il cui effetto si basa sulle proprietà del sulfametossazolo, un componente sulfanilamidico di esposizione medio-lunga. Il sulfametossazolo inibisce la produzione di acido folico mediante un antagonismo competitivo con l'acido para-amminobenzoico. Un altro ingrediente attivo è il trimetoprim, una sostanza che inibisce la reduttasi microbica dell'acido deidrofolico, responsabile della produzione di acido tetraidrofolico bioattivo. La combinazione di questi componenti è chiamata co-trimossazolo dai farmacologi..

I componenti di Biseptol influenzano una catena di processi biochimici, causano sinergismo di resistenza antimicrobica.

Il biseptolo è attivo contro Escherichia coli, Proteus, Morganella, Klebsiella, Enterobacteriaceae, Haemophilus influenzae, Streptococcus, Shigella, Neisheria, Pneumocystis.

Farmacocinetica

I principi attivi di Biseptol sono ben assorbiti e passano nel flusso sanguigno attraverso le pareti dell'apparato digerente. Il contenuto limitante della combinazione di principi attivi viene rilevato 1-4 ore dopo l'ingestione della compressa. Il legame del trimetoprim all'albumina plasmatica raggiunge il 70% e il sulfametossazolo - di circa il 44-62%.

La distribuzione dei principi attivi non è la stessa. Trimetoprim si trova in tutti i fluidi corporei e sulfametossazolo si trova solo nello spazio intercellulare.

Si registrano alti livelli di concentrazione nelle secrezioni dei bronchi, della prostata e della bile. Entrambi i composti sono presenti in quantità terapeutiche nell'espettorato, nelle secrezioni vaginali e nel fluido dell'orecchio medio.

Se parliamo del volume di distribuzione, allora per sulfametossazolo è uguale a 0,36 litri / kg e per trimetoprim - 2 litri / kg.

Il metabolismo avviene nel fegato, per ossidazione, idrossilazione, acetilazione e legame con l'acido glucuronico.

Il farmaco viene escreto dai reni, mediante filtrazione.

La concentrazione di composti attivi nel fluido urinario supera significativamente quella nel sangue, il che consente di utilizzare con successo Biseptol nella cistite.

Il farmaco entra nel latte di una donna che allatta e attraversa la barriera placentare.

Uso di biseptolo per la cistite durante la gravidanza

Poiché il più delle volte nelle donne in gravidanza, il sistema immunitario si indebolisce leggermente, aumenta il rischio di sviluppare malattie infettive. Pertanto, la cistite durante la gravidanza, purtroppo, è un "ospite" frequente. E spesso le future mamme scelgono farmaci noti e testati nel tempo per il trattamento, ad esempio Biseptol. Tuttavia, attraverso studi clinici, è stato dimostrato che i principi attivi di questo farmaco superano facilmente la barriera placentare, finendo nel sangue e nei tessuti del bambino, e quindi possono causare danni significativi alla sua salute e sviluppo..

I medici avvertono: non dovresti scegliere Biseptol per la cistite se la paziente è incinta. Come risultato di questa scelta, lo sviluppo del bambino potrebbe essere interrotto, aumenterà la probabilità di interruzione prematura della gravidanza o di un parto prematuro. [2]

La malattia può essere curata assumendo altri farmaci più sicuri. Verranno prescritti da un medico durante un consulto individuale.

Il periodo di allattamento è un'altra controindicazione al trattamento della cistite con Biseptol. Il farmaco passa nel latte materno e quindi nel corpo del bambino, il che è inaccettabile.

Controindicazioni

Non in tutti i casi, Biseptol può essere prescritto per la cistite. Come con altri medicinali, ci sono alcune controindicazioni all'uso di Biseptol:

  • ipersensibilità del corpo ai componenti del farmaco, nonché ai farmaci sulfamidici, farmaci antidiabetici a base di sulfonilurea;
  • infiammazione acuta del tessuto epatico, gravi patologie epatiche, porfiria;
  • malattie del sangue, ematopoiesi compromessa, anemia megaloblastica, condizioni minacciose per lo sviluppo dell'emolisi;
  • grave malattia renale;
  • combinazione con un corso di chemioterapia;
  • combinazione con dofetilide.

Non prescrivere Biseptol per la cistite in pazienti in gravidanza e in allattamento.

Effetti collaterali del biseptolo con cistite

Gli effetti collaterali più comuni, che si verificano nel 3-5% dei pazienti, sono eruzioni cutanee, nausea e vomito. Effetti collaterali più gravi, come l'anemia e la sindrome di Stevens Johnson, sono rari, ma i pazienti devono sempre essere monitorati per la loro comparsa. Trimetoprim-sulfametossazolo deve essere usato con cautela nei pazienti con deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi o insufficienza renale ed epatica. Trimetoprim-sulfametossazolo può aumentare l'abbassamento dei livelli sierici di glucosio di una sulfonilurea (come glipizide). Poiché l'uso di trimetoprim-sulfametossazolo può aumentare il rischio di sanguinamento nei pazienti che assumono warfarin sodico, la co-somministrazione di questi agenti deve essere attentamente monitorata. [3]

Molto spesso, il trattamento della cistite con Biseptol è accompagnato da reazioni indesiderate dal sistema digerente (nausea, appetito alterato) o manifestazioni allergiche cutanee (eruzione cutanea, arrossamento, prurito).

Molto meno spesso ci sono sintomi più gravi come sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica, necrosi epatica acuta.

Con il trattamento a lungo termine, è possibile l'attivazione di un'infezione fungina (in particolare, la candidosi).

In generale, i segni indesiderati possono essere i seguenti:

  • anemia, eosinofilia, leucopenia, trombocitopenia, agranulocitosi;
  • febbre, fobia del traffico, vasculite allergica o miocardite, reazioni dermatologiche generali, dermatiti;
  • ipersensibilità della congiuntiva e della sclera;
  • diarrea, dolore addominale, enterocolite, pancreatite, stomatite, aumento dei livelli di bilirubina;
  • aumento dei livelli di aminotransferasi, infiammazione del tessuto epatico;
  • un aumento della quantità di urina, cristalluria, disturbi renali;
  • ipoglicemia, perdita di peso;
  • lo sviluppo di condizioni depressive, psicosi nei pazienti anziani;
  • dolori articolari, convulsioni, neuropatia, miopatia;
  • tosse, debolezza, disturbi del sonno.

Lo sviluppo di sintomi collaterali è direttamente influenzato dalla durata dell'assunzione del farmaco e dal suo dosaggio. Per prevenire aspetti negativi, è necessario aderire esattamente al regime di trattamento della cistite prescritto dal medico..

Metodo di somministrazione e dosaggio

Per i pazienti adulti, la quantità iniziale di Biseptolo per cistite è di 2 compresse da 400 mg ciascuna due volte al giorno dopo i pasti, con acqua. È consentito aumentare il dosaggio fino a 3 compresse due volte al giorno. In genere, il trattamento dura 10-14 giorni, a seconda della gravità della malattia.

Le linee guida della Infectious Disease Society of America hanno anche concluso che i regimi di 3 giorni con trimetoprim, trimetoprim-sulfametossazolo e fluorochinoloni erano più efficaci dei regimi a dose singola e che i regimi di uno o tre giorni erano meglio tollerati rispetto ai regimi più lunghi ( 7-10 giorni). I pazienti che possono richiedere 7 giorni di terapia includono donne in gravidanza, pazienti con diabete mellito e coloro che hanno sintomi per più di 1 settimana. [4] Nella cistite non complicata, il trattamento con trimetoprim-sulfametossazolo, trimetoprim o fluorochinoloni per 3 giorni dovrebbe comportare un tasso di eradicazione superiore al 90% con una bassa incidenza di effetti collaterali.

La terapia di 10 giorni con Biseptol per la cistite acuta non complicata causata da E. coli è più efficace della terapia a dose singola (quattro compresse). Entrambi i regimi di dosaggio sono stati ben tollerati. Tuttavia, ci sono state meno reazioni avverse gravi nei pazienti trattati con una singola dose (8,5%) rispetto ai pazienti trattati per 10 giorni (15%). [cinque]

Il biseptolo per la cistite in un bambino di età compresa tra 6 e 12 anni è prescritto nella quantità di una compressa da 400 mg due volte al giorno. Per i bambini di età inferiore ai sei anni, esiste una forma speciale del farmaco per i bambini - sotto forma di sospensione. Il dosaggio della sospensione viene calcolato individualmente, a seconda dell'età e del peso corporeo del bambino..

Si consiglia di assumere Biseptol per la cistite al mattino e alla sera, a intervalli regolari (ad esempio, alle nove del mattino e alle nove di sera), lavati con una grande tazza d'acqua. Le compresse vengono bevute continuamente per almeno cinque giorni: in modo ottimale - fino alla scomparsa dei sintomi dolorosi, più altri 2-3 giorni.

Se si verificano allergie o altri effetti collaterali, consultare il medico.

Domanda di bambini

Nell'infanzia, Biseptol viene utilizzato sotto forma di sospensione, perché il bambino non sarà in grado di ingerire una compressa abbastanza grande, inoltre, insapore. Bisogna fare attenzione quando si prescrive questo farmaco a un bambino: con una tendenza alle allergie, con diatesi, è meglio sostituire Biseptol con altri mezzi più sicuri. Se durante il trattamento compare un'eruzione cutanea o prurito, il farmaco viene annullato.

La sospensione per i bambini viene solitamente prescritta nelle seguenti quantità:

  • per bambini 3-6 mesi - 2,5 ml due volte al giorno;
  • per bambini da sette mesi a tre anni - 3-5 ml due volte al giorno;
  • per bambini 4-6 anni - 5-8 ml due volte al giorno;
  • per bambini dai sette anni - 10 ml mattina e sera.

Se il trattamento è ancora prescritto, è necessario assicurarsi che il bambino riceva una quantità sufficiente di liquido durante il giorno (prevenzione della cristalluria e dell'urolitiasi). È anche importante valutare regolarmente il quadro del sangue periferico..

Overdose

Con un'assunzione eccessiva di biseptolo con cistite, possono svilupparsi i seguenti sintomi:

  • perdita di appetito;
  • dolore e crampi all'addome;
  • nausea con vomito;
  • diarrea, feci molli;
  • vertigini, mal di testa;
  • sonnolenza, perdita di coscienza.

È possibile la comparsa di cristalluria, ematuria, inibizione della funzione del midollo osseo, sviluppo di epatite.

Durante un sovradosaggio acuto, è necessario pulire e sciacquare lo stomaco. Se la funzione renale è preservata, al paziente deve essere somministrato un grande volume di liquido. Inoltre, viene eseguito il monitoraggio dei parametri del sangue e dello stato elettrolitico. L'emodialisi e la dialisi peritoneale sono inefficaci o inefficaci.

Interazione con altri farmaci

Non combinare il biseptolo per la cistite con farmaci antinfiammatori non steroidei, farmaci antidiabetici a base di sulfonilurea, nonché con difenina, anticoagulanti indiretti, barbiturici.

Con l'assunzione simultanea di vitamina C, aumenta la probabilità di sviluppare diatesi salina.

Il biseptolo può aumentare le proprietà tossiche del metotrexato, aumentare l'effetto degli agenti ipoglicemici.

Con l'uso combinato di Biseptol e anticoagulanti (ad esempio Warfarin), è possibile un aumento del tempo di protrombina. Pertanto, è molto importante durante il trattamento determinare regolarmente la qualità e la durata della coagulazione del sangue..

L'uso combinato di biseptolo con indometacina, amantadina, tiazidi, preparati a base di digitale, antidepressivi triciclici, fenitoina, piremetamina è indesiderabile.

L'uso concomitante di contraccettivi orali riduce la loro efficacia, il che può portare a una gravidanza non pianificata.

È vietata una combinazione come Biseptol e Dofetilide: di conseguenza, si sviluppa una grave aritmia ventricolare.

Il Trichopolum e il Biseptol per la cistite sono spesso prescritti insieme: si ritiene che il Biseptol potenzi e completi l'azione del Metronidazolo.

Condizioni di archiviazione

Qual è il modo migliore per conservare le compresse di Biseptol? È ottimale allocare un armadietto separato o uno scaffale chiuso per i medicinali, lontano da apparecchi di riscaldamento e luce solare diretta. Il ripostiglio non deve essere umido (il bagno non è adatto), e nemmeno troppo caldo, poiché la temperatura ottimale per conservare le compresse va da +18 a + 25 ° C.

È necessario limitare l'accesso al luogo di conservazione dei medicinali per bambini, persone mentalmente instabili, nonché anziani con problemi di vista e memoria, che per errore possono prendere il medicinale sbagliato.

Non è necessario refrigerare il farmaco. In casi estremi (ad esempio, se l'ambiente è molto caldo), la confezione di Biseptol può essere posizionata sulla porta del frigorifero, sul ripiano più lontano dal congelatore. Non puoi congelare il medicinale, altrimenti perderà le sue proprietà medicinali.