Cambiamenti negli indicatori dell'analisi delle urine per la pielonefrite

Ai pazienti con sospetta malattia renale o del tratto urinario vengono sottoposti alcuni test. Con la pielonefrite, il paziente deve urinare per la ricerca. Se necessario, il medico prescrive inoltre test secondo Nechiporenko e Zimnitsky.

Caratteristiche e definizione di pielonefrite

La malattia è un'infiammazione di natura infettiva. Gli agenti causali dei processi patologici sono microrganismi patogeni. Interrompono il deflusso delle urine, contribuiscono allo sviluppo di infezioni nel sistema urinario..

La patologia è accompagnata da segni caratteristici:

  • temperatura corporea elevata;
  • brividi e febbre;
  • mal di schiena a livello dei reni;
  • violazione del processo di minzione;
  • aumento della pressione sanguigna.

I medici stabiliscono una diagnosi accurata basata sullo studio delle urine. I test richiedono l'urina del mattino. Nella fase di esacerbazione, un catetere viene posizionato nei pazienti con malattia grave per raccogliere l'urina. I pazienti devono anche donare il sangue per l'analisi..

Con la pielonefrite, il funzionamento dei reni è compromesso. I processi infiammatori influenzano le caratteristiche dell'urina. La sua densità, colore, trasparenza e odore cambiano. Lo stesso vale per le proprietà microbiologiche. Durante la ricerca, i medici prestano attenzione alla quantità di liquido rilasciato. Un indicatore con cui è facile determinare la funzionalità renale compromessa.

Anomalie nell'infiammazione renale

In una persona sana, la normale concentrazione di leucociti nelle urine è fino a 2000 / mg. La conta dei globuli rossi non deve superare le 1000 unità. Per determinare lo sviluppo di processi patologici e per confermare la diagnosi preliminare di un medico, i test di laboratorio lo consentono.

Cambiamenti acuti

I processi patologici compaiono a causa dell'infezione delle vie urinarie. I reni nella pielonefrite acuta possono essere completamente sani. Ma il livello di batteri e leucociti mostrerà lo sviluppo di processi patologici. Esistono alcuni indicatori che determinano la densità delle urine e il livello di proteine.

Il processo infiammatorio colpisce uno o due reni contemporaneamente. Ci sono numerose ragioni per il suo sviluppo e il grado di progressione. Date le peculiarità dell'insorgenza e del decorso della pielonefrite acuta, è difficile dire chiaramente quali siano le deviazioni. I medici prestano attenzione ai risultati generali dell'analisi delle urine, che sono tutt'altro che normali..

La ricerca di laboratorio consente agli specialisti di studiare molti fattori:

  • ombra di urina;
  • annebbiamento delle urine;
  • contenuto del materiale in studio;
  • densità;
  • presenza di proteine ​​e zuccheri.

Nella fase di esacerbazione della pielonefrite, tutti i parametri si discostano dalla norma. L'urina diventa di colore chiaro. In alcuni pazienti è incolore. La concentrazione di urina si riduce. I batteri del pH aumentano l'acidità delle urine. Secondo i segni esterni, l'urina con pielonefrite contiene impurità del sangue. Se il pus è presente nei reni, lo scarico sarà torbido..

La forma acuta di pielonefrite è caratterizzata da un'alta concentrazione di CRP. È una proteina prodotta nel fegato e appartiene al gruppo della fase acuta. Man mano che il processo infiammatorio si sviluppa e progredisce, la concentrazione di CRP aumenta.

Quando si verifica un'infezione batterica nel sistema urinario, il livello di proteine ​​è superiore a 30 mg / l. Per una malattia virale, questi parametri vanno da 6 a 30 mg / l.

I medici esaminano anche i sedimenti urinari per la pielonefrite acuta. Il numero di leucociti è alto. I medici notano un fatto interessante che quando un rene è influenzato da processi patologici, questo indicatore è piccolo. Quando il processo infiammatorio diminuisce, i risultati mostrano la presenza di pus nelle urine..

Con lo sviluppo di pielonefrite acuta in un paziente, l'analisi delle urine mostra la presenza di epitelio renale e di transizione. La concentrazione massima si osserva durante lo sviluppo attivo della malattia. Sullo sfondo del riempimento dell'organo pelvico del calice con pus, la quantità di epitelio diminuisce. Inoltre, i medici diagnosticano sale e cilindri nelle urine..

Fluttuazioni in indicatori in una forma cronica

I processi patologici si estendono al bacino, al calice e al tessuto renale. È necessario eseguire i test in modo tempestivo e chiarire la diagnosi al fine di prevenire complicazioni. Stiamo parlando di sepsi, quando l'infezione colpisce l'intero corpo umano. L'insufficienza renale si verifica anche quando l'organo smette completamente di produrre urina. Senza trattamento, c'è il rischio di atrofia renale.

L'analisi delle urine nella pielonefrite cronica non sempre mostra i cambiamenti presenti nell'organo. Gli indicatori si deteriorano sullo sfondo di gravi danni al parenchima, ai glomeruli, ai tubuli.

  • il rene espelle una maggiore quantità di liquido, che ha un basso peso specifico;
  • il livello di acidità aumenta;
  • l'urina ha un odore specifico;
  • elevata trasparenza;
  • leucociti, eritrociti, epitelio, batteri sono presenti nel sedimento urinario.

In termini generali, le analisi delle forme croniche e acute di pielonefrite sono simili. Durante il periodo di recupero del paziente, le deviazioni sono minori, ma per il medico sono di grande importanza. Succede che l'analisi delle urine non mostra cambiamenti significativi nel lavoro dei reni. E sono presenti segni dello sviluppo della malattia. I pazienti lamentano alta temperatura corporea, odore sgradevole di urina e dolore nella regione lombare.

In alcune situazioni la ricerca viene effettuata secondo il metodo Griss. I risultati mostrano la presenza di microrganismi patogeni nelle urine e il loro numero. Un test positivo indica oltre 100.000 batteri nocivi nelle urine.

Per segni esterni, l'urina diventa pallida, il livello di proteine ​​aumenta. L'urina è torbida e viene raccolta una grande quantità di sedimenti. Il valore del pH diminuisce. Nella forma cronica di pielonefrite, i risultati delle urine mostrano un aumento del contenuto di eritrociti, microrganismi, epitelio e leucociti.

Il materiale per la ricerca di laboratorio deve essere necessariamente al mattino. Si consiglia ai pazienti di digiunare per 10 ore prima di eseguire i test. Per stabilire una diagnosi accurata, i medici esaminano l'urina utilizzando varie direzioni. In molte situazioni, i dati ottenuti possono essere indiretti e apparire sullo sfondo di altri cambiamenti patologici nel corpo del paziente..

Ai pazienti possono essere assegnati ulteriori studi, solo per confermare la diagnosi precedente. Quindi il medico sarà in grado di scegliere il trattamento più efficace al fine di prevenire gravi complicazioni e conseguenze della patologia..

Test necessari per la diagnosi

Quando compaiono i primi segni di malattia, il medico esegue un esame fisico. Stabilisce una diagnosi preliminare e assegna test aggiuntivi.

  1. Analisi generale delle urine e del sangue.
  2. Cultura batteriologica. Un metodo diagnostico efficace che consente di determinare lo sviluppo di cambiamenti patologici.
  3. Analisi delle urine secondo Zimnitsky e Nechiporenko.
  4. Studio del materiale con il metodo Gram.

Questi test consentono ai medici di ottenere molte informazioni utili. Stiamo parlando della diffusione della microflora patogena e dell'agente eziologico della malattia.

Preparazione per la ricerca

Il medico sarà in grado di stabilire una diagnosi accurata se il materiale ottenuto viene raccolto correttamente. È possibile escludere risultati falsi, è importante prepararsi adeguatamente per i test. È necessario aderire alle semplici raccomandazioni degli specialisti:

  1. Prima di raccogliere l'urina, dovresti scartare i prodotti che influenzano il colore dell'urina. Stiamo parlando di carote, barbabietole, succhi. I pazienti dovrebbero astenersi dal consumare carboidrati.
  2. Dare l'urina al mattino.
  3. Prima di raccogliere l'urina, è necessario eseguire attentamente le procedure igieniche..
  4. Si consiglia alle ragazze e alle donne di rifiutarsi di fare i test durante le mestruazioni.
  5. Non consumare diuretici alla vigilia del test.
  6. Raccogli l'urina in un contenitore di vetro pulito, asciutto e bollito.

Quando raccogli materiale durante la giornata, conserva le prime porzioni in un luogo fresco.

La pielonefrite è una condizione comune difficile da definire. La patologia non ha segni evidenti, occasionalmente la temperatura corporea aumenta nei pazienti. I pazienti da soli non sono in grado di determinare lo sviluppo della malattia, avranno bisogno di un aiuto qualificato. Un trattamento improprio comporta gravi complicazioni e conseguenze.

Indicatori dell'analisi delle urine per la pielonefrite

I nostri vantaggi:

  • Consultazione online da 600 rubli
  • Appuntamento dal dottore poco costoso da 900 rubli
  • Analisi urgenti il ​​giorno del trattamento da 20 minuti a 1 giorno
  • Chiudere a 5 minuti dalla stazione della metropolitana Varshavskaya e Chistye Prudy
  • Lavoriamo comodamente tutti i giorni dalle 9 alle 21 tutti i giorni (festivi compresi)
  • Anonimamente!

L'analisi delle urine per la pielonefrite è uno studio di laboratorio, sulla base del quale l'urologo conclude sulla gravità del processo infiammatorio. Successivamente, i dati dell'analisi servono come informazioni necessarie per prescrivere il trattamento e valutarne l'efficacia..

Gli indicatori di urina nella pielonefrite cambiano a causa di disturbi esistenti del funzionamento del calice renale-pelvico. L'urologo valuta il livello dei seguenti indicatori:

  1. Slime. Una maggiore quantità di muco nelle urine è caratteristica dei processi infiammatori del tratto urogenitale. La pielonefrite non fa eccezione.
  2. Eritrociti. I globuli rossi nelle urine si trovano normalmente a 0-3 nelle donne e 0-1 negli uomini. Tali quantità non vengono rilevate ad occhio nudo. Il sangue nelle urine con pielonefrite non è un sintomo caratteristico, tuttavia, una leggera ematuria può essere in un processo acuto.
  3. Urea. Serve come uno degli indicatori del metabolismo. Contenuto nelle urine in una quantità di 2,3-6,3 mmol / l. Il suo livello può essere leggermente aumentato con la pielonefrite, soprattutto cronica progressiva, quando la funzionalità renale è compromessa.
  4. Proteina. Un aumento della quantità di proteine ​​nelle urine è chiamato proteinuria. Le proteine ​​nelle urine con pielonefrite possono essere contenute in una quantità maggiore di 0-1 nel campo visivo. Allo stesso tempo, si trovano strutture proteiche speciali, chiamate cilindri. A seconda della struttura, i cilindri sono granulari, ialini, leucocitari, ecc..
  5. Batteri. La batteriuria è l'escrezione di batteri nelle urine, con un'infezione esistente in qualsiasi parte del sistema urinario.
  6. Livello di PH. La reazione dell'urina è normalmente acida, ma con la pielonefrite, si verifica ancora più acidificazione delle urine, l'indicatore diventa inferiore a 5.
  7. Peso specifico. È 1,010-1,21 g / l è normale. Con la pielonefrite, questo indicatore è aumentato.
  8. Leucociti. Il contenuto normale di queste celle è 0-5 nel campo visivo per le donne e 0-3 per gli uomini. Con la pielonefrite, la leucocituria è significativamente pronunciata.

Pertanto, l'analisi delle urine per la pielonefrite include vari indicatori che aiutano l'urologo nel lavoro diagnostico e terapeutico..

L'analisi delle urine nella pielonefrite acuta ha deviazioni più pronunciate. L'urina, di regola, è torbida, di maggiore densità, con un'abbondanza di batteri e leucociti. Si trovano cilindri, principalmente leucociti.

Le analisi delle urine nella pielonefrite cronica sono più "calme": senza esacerbazione si può osservare una leggera leucocituria, uno spostamento della reazione al lato acido.

Buoni test delle urine per la pielonefrite sono caratteristici per il periodo di remissione completa della pielonefrite cronica lieve, o dopo un po 'di tempo dopo un processo infiammatorio acuto, completo recupero.

Per il quadro diagnostico più completo, vengono utilizzati test speciali. Ad esempio, l'urina secondo Nechiporenko con pielonefrite: questo è uno studio della porzione centrale dell'urina per la presenza di eritrociti, leucociti e cilindri. Calcola il rapporto tra il numero di componenti elencati per unità di volume.

Un test delle urine generale per la pielonefrite viene prescritto ripetutamente. Ciò è necessario per valutare la gravità del processo infiammatorio e monitorare l'efficacia del trattamento..

Analisi delle urine per pielonefrite: indicatori e come determinare la malattia

Su base ambulatoriale, la pielonefrite viene solitamente diagnosticata sulla base della storia medica, dell'esame, delle domande e supportata dall'analisi delle urine. Prima di tutto, questa è un'analisi microscopica delle urine.

Altri esami di laboratorio vengono utilizzati solo per identificare complicazioni e nella fornitura di cure mediche di emergenza, al fine di scoprire se una persona ha bisogno di essere ricoverata in ospedale.

I casi facilmente diagnosticati si verificano più spesso nelle donne.

Tuttavia, la manifestazione di questa malattia è particolarmente pericolosa nella seguente categoria di persone:

  • Uomini.
  • Persone anziane.
  • Pazienti con comorbidità, inclusa malattia renale.
  • Bambini e neonati.

In tutti i casi, il modo principale per diagnosticare la malattia è l'analisi delle urine, ma per la categoria sopra viene utilizzata più spesso l'ecografia, poiché le manifestazioni possono essere nascoste.

Perché ho bisogno di un test delle urine per la pielonefrite

L'analisi delle urine per la pielonefrite è il metodo principale per rilevare la malattia. Per fare ciò, un campione di urina viene raccolto in un contenitore sterile nel rispetto di tutte le regole e viene inviato al laboratorio per la diagnostica..

Gli esperti lo esaminano al microscopio, eseguono varie reazioni e rilevano la presenza di batteri, virus o funghi patogeni.

I batteri possono essere presenti nel corpo di una persona assolutamente sana, quindi la malattia viene diagnosticata non solo dai test clinici, ma anche dai reclami dei pazienti. Quindi il ricercatore fa una conclusione sullo stato delle urine e la trasferisce al medico curante o la raccoglie in modo indipendente al momento dell'emissione dei risultati.

Poiché l'infiammazione dei reni è una malattia causata da batteri patogeni, a seguito dello studio, è necessario scoprire esattamente quali erano le infezioni per prescrivere il trattamento corretto..

Standard

La pielonefrite è immediatamente evidente dall'analisi generale, poiché molti indicatori non sono normali. La norma è come dovrebbero apparire gli indicatori nelle persone sane, in assenza di infiammazioni e altre malattie..

Considera i principali indicatori dell'analisi delle urine in assenza di una malattia:

  • Reazione o pH: da 4 a 7.
  • Densità - 1.012 g / l - 1.022 g / l.
  • Proteine ​​- fino a 0,033 g / l.
  • Glucosio - fino a 0,8 mmol / l.
  • Bilirubina - assente.
  • Urobilinogeno - 5-10 mg / l.
  • Eritrociti: donne - fino a 3, uomini - fino a 1.
  • Leucociti: donne - fino a 6, uomini - fino a 3.
  • Cellule epiteliali - fino a 10.
  • Cilindri - assenti, ialini singoli.
  • Sali - assenti.
  • Batteri - assenti.

Da questa norma è possibile capire che se qualsiasi cambiamento nei risultati devia da questi indicatori, questo è un motivo per consultare un medico.

Indicatori

Uropatogeni che causano la maggior parte dei casi di infiammazione renale acuta. Questi possono essere vari batteri, funghi o lieviti. Possono esistere in una persona con calma e non causare alcun sintomo, ma possono anche provocare infiammazioni così gravi come la pielonefrite..

Con l'infiammazione, quasi tutti gli indicatori cambiano sotto l'influenza di batteri o virus dannosi. La differenza dalla norma può essere insignificante con lieve infiammazione o molto diversa nel caso di uno stadio avanzato della malattia.

Ecco come cambia la composizione dell'urina con la pielonefrite:

  • La reazione o il pH è maggiore di 8.
  • Densità - più di 1.030 g / l.
  • Proteine ​​- dallo 0,5 all'1%.
  • Glucosio - più di 0,8 mmol / l.
  • Bilirubina - presente.
  • Urobilinogeno - più di 10 mg / l.
  • Eritrociti: donne - da 3, uomini - da 1
  • Leucociti: donne - da 6, uomini - da 3.
  • Cellule epiteliali - più di 10.
  • Cilindri: la presenza di granuli, la presenza di ialino superiore a 20/1 ml
  • Sali - ossalati presenti.
  • Batteri - Sono presenti vari tipi.

Sono i batteri che causano la maggior parte della pielonefrite, che può causare varie complicazioni, fino alla sepsi.

I principali batteri che causano l'infiammazione dei reni sono:

  • E. coli - 70-95%
  • Stafilococchi - 5-10%
  • Altri - meno dell'1%.

Come determinare la pielonefrite mediante analisi delle urine

Per scoprire se c'è o meno pielonefrite, è necessario, in primo luogo, passare l'urina per l'analisi nel rispetto di tutte le regole di consegna. Dopo che è stato esaminato da specialisti e il risultato viene consegnato alle mani o al medico curante.

Se il risultato è stato fornito al medico, condurrà un sondaggio, un esame e confronterà i reclami con i risultati dell'analisi. Se il risultato viene distribuito, è anche necessario portarlo dal medico..

Tuttavia, puoi capirlo da solo. Per fare ciò, è necessario confrontare le tariffe ei risultati ottenuti. Ad esempio, se una persona sana non ha batteri nelle urine, il paziente avrà, come E. coli o stafilococco.

La maggior parte degli indicatori supererà la norma, poiché l'infiammazione si diffonde in tutto il corpo e la bilirubina e i sali possono apparire nelle urine, che sono assenti in un corpo sano.

Colore delle urine con pielonefrite

Normalmente l'urina ha un colore giallo paglierino, con trasparenza e senza un forte odore. In caso di pielonefrite, il colore può essere bruno-rossastro, torbido e con un odore pungente. Il colore è principalmente associato ai prodotti di degradazione di alcuni pigmenti.

L'aumento della bilirubina nelle urine causerà un colore della birra e una tinta rossa causerà un aumento dei globuli rossi. Torbidità delle urine, il più delle volte causata dalla presenza di sali o da un aumento del livello di leucociti e colate in esso.

UAC con pielonefrite

Un esame emocromocitometrico completo per la diagnosi di pielonefrite è meno importante per rilevare la malattia rispetto a un'analisi delle urine. Ma è un indicatore importante per identificare le malattie concomitanti e le condizioni generali del paziente. L'UAC consente, prima di tutto, di scoprire se c'è un'infiammazione nel corpo, l'indicatore principale di ciò sarà un aumento del livello di leucociti.

Indicatori come la VES, l'acido urico e il contenuto di prodotti azotati aumentano, mentre diminuiscono gli eritrociti, le proteine ​​totali e l'emoglobina.

Quali cambiamenti si verificano con la pielonefrite e come calcolarlo dalle analisi

Con la pielonefrite, si verificano più cambiamenti nel corpo umano. L'infiammazione è più spesso accompagnata da febbre, mal di schiena, nausea e vomito. Oltre ai sintomi principali, la pielonefrite si manifesta con cambiamenti nelle urine e nel sangue.

Nelle urine appare una maggiore quantità di alcuni indicatori, così come la presenza di sostanze che normalmente non dovrebbero essere presenti. Con i risultati di un esame del sangue, accade approssimativamente lo stesso, alcuni componenti aumentano, altri diminuiscono. È confrontando i risultati del test ei sintomi generali che è possibile calcolare la pielonefrite.

Tipi di test delle urine e loro parametri per la pielonefrite

La pielonefrite è un'infiammazione acuta o cronica del parenchima renale e del bacino, che è spesso accompagnata da febbre e dolore. L'infezione ascendente è la causa più comune della forma acuta. Anche il reflusso vescico-ureterale spesso causa questa patologia. Inoltre, è possibile la manifestazione dell'infezione discendente ematogena. L'analisi delle urine per la pielonefrite aiuta a identificare le complicanze associate. Nella classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione (ICD-10), l'infiammazione renale di varie eziologie è designata dai codici N10-N16.

Diagnostica pielonefrite: metodi di base

La pielonefrite è un'infezione della pelvi renale che coinvolge il parenchima, in particolare il tessuto interstiziale e i tubuli. La clinica è caratterizzata da febbre alta, brividi, dolore al fianco, disturbi gastrointestinali e sintomi di cistite.

La diagnosi di pielonefrite inizia con esami di laboratorio sulle urine (leucociti, proteinuria, eritrociti). In pratica, il marker diagnostico è un valore batterico = 104 CFU / ml. Per eliminare gli ostacoli è necessaria un'ecografia. Se la fase febbrile della terapia antibiotica dura più di 72 ore, devono essere utilizzati esami aggiuntivi - TC, urogramma (pattern di radiazioni) o scansione DMSA per differenziare urolitiasi, ascessi o altre complicanze.

Le donne incinte (specialmente quelle con diabete gestazionale) e i bambini con urolitiasi e altri fattori complicanti dovrebbero prima essere trattati in ospedale con un antibiotico parenterale. Viene eseguita anche la profilassi preospedaliera. I pazienti con pielonefrite ricorrente devono essere sottoposti a ulteriori diagnosi. Una terapia antibiotica precoce ed efficace può prevenire danni al tessuto parenchimale.

Nei pazienti con complicanze urologiche, è necessario determinare il tipo di agente patogeno resistente; la terapia deve essere eseguita con un'altra sostanza. Se si tratta di reinfezione, di solito 6 settimane di trattamento con l'antibiotico originale hanno successo.

Valore informativo dell'analisi delle urine per la pielonefrite

Il test di laboratorio più comunemente eseguito è l'analisi dei sedimenti urinari (AOM). Per eseguire AOM, è necessario raccogliere una dose di flusso medio: idealmente, la prima raccolta mattutina è la più concentrata. Prima della procedura, è necessario eliminare i residui e i batteri che possono essere presenti nelle urine. Nelle farmacie e nei laboratori clinici devono essere utilizzate solo sacche sterilizzate.

Tipi di ricerche condotte e loro interpretazione

Un'analisi generale delle urine (OAM) con pielonefrite grave aiuta a identificare lo stadio della malattia e condurre una diagnosi differenziale competente. Il test di Nichiporenko, Zimnitsky, lo studio dei sedimenti e la semina batterica sono le procedure più importanti.

Esistono diversi test che consistono in strisce di plastica contenenti campi di sostanze chimiche per determinare la presenza o l'assenza di sostanze specifiche nel dosaggio. Queste strisce vengono immerse in urina omogeneizzata. Il tempo di risposta è di circa 30-60 secondi e la variazione in ciascun campo viene confrontata dal medico. La procedura può anche essere automatizzata e semiquantitativa per alcune sostanze..

Gli indicatori più importanti dell'analisi delle urine per la pielonefrite:

  • Il pH è utile nello studio della cristalluria e dei disturbi renali. Le strisce convenzionali misurano il pH nell'intervallo da 5 a 9; campioni con un pH superiore a 9 sono considerati inadatti all'analisi.
  • La densità, che può essere controllata anche con OAM, è importante per valutare la qualità di un campione (l'urina molto diluita ha un punteggio vicino a 1000).
  • CRF (gonadotropina corionica umana).
  • Proteine ​​che non si trovano nelle urine normali. Possono essere rilevati in malattie renali, diabete e altre patologie.
  • Il glucosio è anche assente nelle urine normali e si trova nei pazienti diabetici.
  • Chetoni o corpi chetonici si trovano comunemente nei pazienti diabetici o dopo un digiuno prolungato. Acetone, acido acetoacetico e acido beta-idrossibutile sono prodotti nel metabolismo dei lipidi.
  • Il sangue (emoglobina) è assente nella norma e appare con infezioni urinarie, calcoli renali e altre malattie. Il ritrovamento attraverso la striscia reattiva dovrebbe essere correlato con l'analisi delle precipitazioni.
  • La bilirubina può macchiare le urine di marrone. Un livello elevato può indicare emolisi o malattia del fegato. La bilirubinuria deve essere confermata da test di laboratorio.
  • L'urrobilinogeno è rilevabile mediante test e può indicare malattie epatiche, disturbi emolitici o porfirinuria.
  • Il nitrito è prodotto da alcuni tipi di batteri presenti nelle infezioni del tratto urinario.
  • L'esterasi leucocitaria indica la presenza di globuli bianchi nelle urine.

Le tabelle di riferimento e gli esempi differiscono da laboratorio a laboratorio. Pertanto, è necessario essere guidati dall'opinione del medico e non dai risultati ottenuti..

Bakseeding

L'urina è un liquido sterile privo di germi e sostanze chimiche tossiche. Gli ingredienti principali sono l'acqua, poi l'urea, gli ormoni, gli enzimi, i sali e altri minerali. Le infezioni batteriche sono presenti nel tratto urinario (ovunque nei reni, nella vescica e nell'uretra) e sulla pelle. La presenza di batteri viene controllata mediante inoculazione della microflora.

Test di Nechiporenko

Il precipitato concentrato viene analizzato mediante microscopia ottica. Il test Nechiporenko è in grado di quantificare vari elementi dell'urina:

  • Leucociti: la leucocituria è correlata ai processi infiammatori e infettivi del sistema urinario.
  • Gli emociti devono essere valutati in base al numero e alla morfologia (presenza o assenza di dismorfismi eritrocitari).
  • Cellule epiteliali di vario tipo.
  • Cristalli: ce ne sono molti nelle urine. La formazione di calcoli è influenzata dal pH, dalla densità e dalla temperatura delle urine. Sebbene i cristalli non siano clinicamente rilevanti, alcuni compaiono nelle urine a causa di disturbi metabolici.
  • Urati amorfi, acido urico, ossalato di calcio.
  • Cristalli di urina alcalini (normali) - fosfati amorfi, tripli fosfati, carbonati di calcio.
  • Cristalli anomali delle urine: cistina, leucina, tirosina, colesterolo e sulfonamide.
  • Lievito.
  • Protozoi o batteri.

Lo scopo principale dell'analisi è identificare i processi infiammatori (pielonefrite, cistite) negli organi del sistema urinario. Lo studio richiede una porzione media di urina mattutina.

Test di Zimnitsky

A volte è necessario raccogliere l'urina durante il giorno. Lo studio è raccomandato per valutare la funzione renale filtrante attraverso la clearance della creatinina o l'escrezione urinaria di alcuni metaboliti clinicamente importanti - acido vaniglia-mandel. In queste circostanze, la raccolta nell'arco di 24 ore è importante, sia a causa dei cambiamenti nei parametri dei dosaggi prodotti dal ritmo circadiano, sia per migliorare l'accuratezza delle letture..

Sedimento urinario

AOM viene eseguita su urina appositamente preparata, che viene centrifugata a una velocità di 2000 rpm per 10 minuti. Il precipitato viene accuratamente miscelato ed esaminato al microscopio. Viene visualizzato con un ingrandimento di 10 × 10, quindi di 10 × 40, dove tutte le componenti della morfologia sedimentaria vengono valutate qualitativamente, semiquantitativamente e quantitativamente. Questi includono: epitelio squamoso, leucociti, eritrociti, sostanze lipidiche e minerali, batteri, funghi, parassiti e muco. L'urina può anche essere raccolta con un catetere uretrale o una puntura sovrapubica in casi speciali.

Cambiamenti negli indicatori nelle forme acute e croniche

Il colore delle urine con pielonefrite ha un aspetto scuro e torbido. Spesso c'è dolore durante la minzione durante un'esacerbazione della patologia. L'edema e la perdita di peso (sia negli uomini che nelle donne) sono rari per il disturbo e possono indicare cause più gravi, come la crescita cancerosa.

AOS è uno studio biochimico complesso costituito dalle seguenti procedure:

  • La valutazione del colore (generalmente giallo o giallo chiaro) e dell'aspetto (trasparente) è determinata dall'osservazione diretta; allo stesso tempo, possono essere registrati odori anomali (di scarti di carne).
  • L'ematuria può essere caratterizzata dallo scolorimento delle urine.
  • I farmaci possono dare all'urina toni diversi: verde o arancione scuro; le condizioni patologiche portano spesso a scolorimento dovuto alla presenza di pigmenti, sangue o residui metabolici.
  • La presenza di batteri o elementi cellulari in quantità anomale può portare alla formazione di schiuma.
  • La penicillina e altri farmaci causano un odore caratteristico.
  • Un fetore si sviluppa anche con un'infezione del tratto urinario.

Preparazione per l'analisi

Prima dei test delle urine per la pielonefrite, si raccomanda di non mangiare cibo e liquidi per 12 ore, poiché possono distorcere i risultati. È necessario rinunciare all'alcol e ad altre sostanze psicotrope. Ma non è richiesta una dieta speciale una settimana prima di fare i test..

Regole per la raccolta, lo stoccaggio e il trasporto dell'urina

I pazienti devono seguire tutte le raccomandazioni del medico. Se si verifica un deterioramento del benessere di un adulto, anziano o bambino, è importante consultare uno specialista qualificato.

  • In alcuni casi, può essere richiesta una dieta specifica nel periodo precedente l'analisi.
  • In genere, utilizzare una bottiglia fornita dal laboratorio di analisi..
  • Alcune analisi richiedono l'uso di un collettore contenente conservanti.

Nel caso della determinazione dell'acido mandelico alla vanillina, il conservante utilizzato è l'acido cloridrico, che deve essere maneggiato con molta attenzione..

  • L'urina della pielonefrite deve essere conservata in frigorifero per evitare la crescita batterica.
  • È vietato bere alcolici prima di inviare il biomateriale.
  • L'urina deve essere immediatamente inviata al laboratorio e conservata in frigorifero fino alla consegna.

Mostra i risultati del test al medico curante. A seconda dell'età (neonato o anziano) e delle condizioni correlate (gravidanza), il medico prescriverà un farmaco efficace o una terapia chirurgica.

Quali sono gli indicatori di urina con pielonefrite

L'intensità dello sviluppo delle patologie renali influisce sulle manifestazioni cliniche dell'infiammazione nell'organo - pielonefrite. Il processo infiammatorio provoca la comparsa di focolai di infiltrazione, necrosi, ma si formano a velocità diverse in pazienti diversi. Ci sono casi in cui i processi patologici non danno sintomi pronunciati. Ciò mette a rischio la salute del paziente, poiché una malattia trascurata può portare a conseguenze irreversibili, fino alla perdita della funzione di uno o di entrambi i reni. In tali condizioni, la pielonefrite viene diagnosticata durante una visita medica generale o durante il trattamento di altre malattie. Prima di tutto, la pielonefrite viene rilevata dai cambiamenti nei parametri del sangue e delle urine.

Quali test vengono eseguiti se sospetti di pielonefrite

Le analisi per la pielonefrite vengono prescritte immediatamente per determinare il grado di cambiamenti patologici e determinare il corso appropriato di trattamento. Tipi di ricerca:

  1. Analisi del sangue (biochimica, generale). Determina il grado di sviluppo dell'infiammazione.
  2. Analisi delle urine (generale). Il più importante test di laboratorio che determina la presenza di leucociti, batteri patogeni, precipitazione.
  3. Il metodo Nechiporenko. È usato per identificare un processo infiammatorio latente.
  4. Secondo Zimnitsky. Consente di eseguire una diagnostica differenziale per patologie renali, determinare la densità delle urine, il volume giornaliero.
  5. Sterilità. È necessario selezionare i farmaci più efficaci, poiché viene rivelato a quale flora patogena reagisce.

Nella pielonefrite, il quadro clinico della malattia mediante analisi può essere in parte determinato in relazione alla gravità, poiché esiste una relazione diretta tra i cambiamenti degli indicatori e l'intensità del processo infiammatorio.

Indicatori di sangue

Il sangue con cambiamenti patologici nel corpo cambia rapidamente i suoi indicatori.

Un esame del sangue per la pielonefrite ha i seguenti indicatori che consentono di sospettare la malattia:

  1. Il numero di leucociti aumenta, si formano nuove forme di leucociti.
  2. Diminuzione dei livelli proteici complessivi.
  3. Diminuisce l'emoglobina e il numero di globuli rossi.
  4. I livelli di acido urico aumentano.
  5. Aumento dei livelli di gamma globuline e alfa globuline.
  6. L'ESR aumenta.

Importante: un esame del sangue per la pielonefrite è ausiliario e non consente una diagnosi accurata, può indicare la presenza di un processo infiammatorio infettivo.

Indicatori di urina

L'analisi delle urine per la pielonefrite è decisiva e consente di identificare un quadro clinico chiaro. Qualsiasi patologia renale si riflette immediatamente nell'urina modificandone le caratteristiche.

Importante: solo un medico sa come determinare la pielonefrite mediante analisi delle urine, analizzare l'efficacia del trattamento prescritto, correggerlo se necessario e prevenire lo sviluppo di complicanze nel tempo.

La malattia ha varie forme del suo decorso (acuta, cronica, un rene o entrambi possono essere colpiti). Pertanto, gli indicatori delle urine per la pielonefrite hanno una dispersione significativa, che non consente di fornire parametri univoci. Inizialmente i medici prestano attenzione a un esame generale delle urine per la pielonefrite, che presenta anomalie caratteristiche in tutte le forme della malattia.

Un test delle urine prelevato da un paziente per pielonefrite, indicatori che indicano la presenza della malattia, presenta deviazioni dalla norma nelle seguenti direzioni:

  1. Un numero maggiore di leucociti (15 nel campo visivo o più).
  2. La presenza di calchi ialini (se i calchi sono granulari, le condizioni del paziente sono gravi).
  3. Sangue nelle urine (microematuria).
  4. La proteina nelle urine con pielonefrite non è sempre osservata. Potrebbero esserci tracce di proteine ​​- circa il 2 percento. La sua presenza aiuta a fare la diagnosi corretta (per identificare la glomerulonefrite o la pielonefrite).
  5. Il valore del pH diminuisce, il che significa che l'acidità aumenta. Ciò indica la presenza di batteri patogeni.
  6. Se il pus viene rilasciato con l'urina, appare la torbidità, il sedimento urinario sarà purulento.
  7. Le cellule epiteliali (solitamente renali) aumentano di numero, soprattutto all'inizio della malattia. A poco a poco, con lo sviluppo della malattia e il riempimento della pelvi renale con pus, il loro numero diminuisce.
  8. Riduce il peso specifico dell'urina (densità).
  9. Il colore delle urine con pielonefrite diventa molto spesso pallido. Se la quantità di pus aumenta, potrebbe scurirsi..

Importante: in caso di decorso cronico e lento della malattia, gli indicatori delle urine possono rientrare nell'intervallo normale, quindi vengono prescritti ulteriori studi.

È possibile eseguire test per confermare la diagnosi:

  • lo studio Addis-Kakovsky consente di determinare il numero di cilindri, leucociti, eritrociti nelle urine quotidiane;
  • il metodo Nechiporenko - lo stesso in un millilitro, il metodo Amburge - nel volume di urina in un minuto;
  • Il test di Griss determina la presenza di batteri e il loro numero;
  • Lo studio di Gedholt rivela un aumento del livello di leucociti nel decorso latente della malattia.

L'urina studiata in vari modi con la pielonefrite come risultato aiuterà a determinare le varie forme della malattia.

Come fare il test correttamente

La consegna di un esame del sangue generale da un dito avviene senza precondizioni. Viene prelevato un campione biochimico da una vena per rilevare una maggiore concentrazione di proteine ​​globuline. Per garantire l'accuratezza dello studio, il paziente deve:

  1. Prima di donare il sangue non mangiare per almeno 10 ore, pertanto al mattino viene prescritto un prelievo di sangue.
  2. Non assumere bevande alcoliche alla vigilia della procedura per 2-3 giorni.
  3. Cerca di non impegnarti in lavori fisici pesanti ed evita stress e stress nervosi.

Misure per garantire l'affidabilità del risultato durante il passaggio dell'urina:

  1. Il barattolo deve essere sterile.
  2. Non utilizzare diuretici il giorno prima.
  3. Elimina l'uso di bevande alcoliche, verdure luminose, cibi grassi, sottaceti prima della consegna.
  4. Non dimenticare l'igiene degli organi urinari.

Requisiti per vari tipi di ricerca:

  • Per l'analisi generale, l'urina viene raccolta al mattino dopo il risveglio (fino a 100 millilitri).
  • Secondo Nechiporenko. La porzione mattutina media di urina viene restituita in un barattolo, che indica l'ora.
  • Sterilità. Il tempo di consegna non è importante, ma l'intervallo tra l'ultima e la precedente minzione non deve essere superiore a 3 ore. Il contenitore di raccolta è utilizzato per il laboratorio.

I dati ottenuti vengono analizzati da un medico in stretta combinazione con anamnesi, manifestazioni cliniche della malattia e altri esami.

Indicatori di urina con pielonefrite

La pielonefrite è un'infiammazione batterica in cui sono colpiti il ​​parenchima renale, il calice e la pelvi renale. A causa delle caratteristiche fisiologiche, la malattia colpisce più spesso le donne, ma si verifica anche negli uomini. E si manifesta con un aumento della temperatura, dolore ai reni e durante la minzione. Non è difficile diagnosticare la pielonefrite, per questo il paziente prima di tutto fa un esame delle urine.

  • Come eseguire un test delle urine per la pielonefrite
  • Indicatori dell'analisi generale delle urine con pielonefrite
  • Analisi delle urine secondo Nechiporenko
  • Conclusione

Il consiglio dell'urologo: “Prima di tutto, vorrei dire che è impossibile usare medicine forti senza prescrizione medica. Aiuta molto bene per la prevenzione delle malattie. Leggi di più "

L'analisi delle urine deve essere prescritta per la pielonefrite acuta e cronica nelle donne e nei bambini. Questo metodo diagnostico è abbastanza semplice, ha un costo contenuto, ma allo stesso tempo è molto informativo. Utilizzando i risultati ottenuti, il medico sarà in grado di valutare lo stadio della malattia, identificarne la causa e prescrivere un trattamento complesso efficace.

Come eseguire un test delle urine per la pielonefrite

L'analisi generale delle urine è attualmente il metodo di ricerca più comune. È prescritto a tutti i pazienti per scopi profilattici e diagnostici. Se sospetti una pielonefrite, un tale studio aiuterà a confermare la diagnosi..

Affinché lo studio sia accurato, l'urina deve essere raccolta correttamente. Se commetti un errore nel processo di passaggio dell'analisi, puoi provocare risultati falsi, quindi dovrai ripetere l'analisi o il medico prescriverà un trattamento non necessario.

La procedura per il passaggio dell'urina per l'analisi con pielonefrite:

  • Non utilizzare diuretici prima del test. Se il paziente inizia a bere erbe o pillole diuretiche, questo deve essere segnalato al medico che prescrive l'analisi.
  • La stessa cosa accade con gli antibiotici. Se il paziente inizia improvvisamente a prendere un tale rimedio a volontà, devi dirlo onestamente.
  • Il giorno prima della raccolta delle urine, non mangiare cibi e usare farmaci che macchiano l'urina, in particolare barbabietole, carote, acido acetilsalicilico.
  • Raccogli l'urina in un contenitore sterile. I medici consigliano di acquistarlo in farmacia, piuttosto che provare a sterilizzare un barattolo di vetro a casa..
  • Prima di eseguire l'analisi, è necessario lavarsi bene, quindi asciugare i genitali.
  • Si consiglia alle donne di chiudere l'apertura della vagina con un batuffolo di cotone, specialmente durante le mestruazioni, in modo che lo scarico non penetri nelle urine. Non è necessario inserire un tampone troppo in profondità, basta coprire l'ingresso della vagina con esso e quindi urinare.
  • Passano il primo campione di urina del mattino, poiché la concentrazione di sostanze in esso è massima, il che aiuterà a ottenere un'analisi accurata.
  • Prima di urinare, le donne devono separare le labbra e gli uomini tirano il prepuzio in modo che l'urina non venga a contatto con la pelle..
  • Per un'analisi generale con pielonefrite, viene raccolta l'intera porzione di urina, e non la media, come nell'analisi secondo Nechiporenko.
  • Il materiale biologico deve essere consegnato al laboratorio il prima possibile, ma non oltre 1,5 ore dalla raccolta.

Molti pazienti sono interessati a qual è la differenza, raccogliendo l'intera porzione di urina o pochi millilitri. Fino ad ora, sostengono gli esperti su questo punteggio, alcuni ritengono che sia sufficiente raccogliere una porzione media di urina, mentre altri richiedono un'analisi dell'intero volume di urina.

Questo perché l'urina viaggia molto attraverso i reni, la vescica e l'uretra. Le primissime gocce di urina lavano via i batteri che si trovano nell'uretra, nella porzione centrale dell'urina, gli agenti patogeni possono essere trovati nel tratto urinario superiore, in particolare nei reni e nell'uretere. E l'ultima porzione di urina mostrerà lo stato della vescica..

Indicatori dell'analisi generale delle urine con pielonefrite

Per studiare l'analisi generale delle urine con pielonefrite, l'assistente di laboratorio valuta i seguenti indicatori.

Colore e trasparenza Lo specialista valuta l'aspetto dell'urina a occhio. L'urina deve essere limpida, da giallo pallido a ricca di colore. Il colore delle urine con pielonefrite potrebbe non cambiare, tutto dipende dallo stadio della malattia. Se il paziente ha pielonefrite e urolitiasi, l'urina sarà torbida, possono comparire impurità di pus, quindi un odore insolito e sgradevole. Il sangue nelle urine con pielonefrite si verifica con forme avanzate della malattia, colorerà il liquido rosa.

Schiumosità. Se scuoti l'urina di una persona sana, praticamente non dovrebbe schiumare, sulla superficie compaiono solo poche bolle. La schiuma con pielonefrite può essere abbastanza pronunciata, ciò è dovuto alla comparsa di proteine ​​nel fluido biologico.

Densità delle urine. Un test delle urine per la pielonefrite in un bambino dovrebbe mostrare una densità da 1.012 a 1.020. Negli adulti, questa cifra varia da 1.010 a 1.022. L'aumento della densità con la pielonefrite si verifica a causa della comparsa nelle urine di varie impurità: batteri, proteine, eritrociti, ecc..

Acidità. Il pH dell'urina di una persona sana varia da 4 a 7 unità. Un aumento del livello di PH può indicare un processo infiammatorio nel sistema genito-urinario. Un livello di PH 9 può indicare al medico che il campione probabilmente non è stato conservato correttamente o è stato consegnato al laboratorio troppo tardi. Quindi dovrai ripetere l'analisi secondo tutte le regole..

Urologo: se vuoi sbarazzarti della cistite in modo che non ritorni, devi solo dissolverla Leggi di più »

Le proteine ​​nelle urine con pielonefrite sono aumentate. Se l'indicatore normale è 0,033 g / le non di più, la pielonefrite è caratterizzata da un livello proteico di 1 g / l. È importante notare che nei bambini, le proteine ​​nelle urine possono essere aumentate non solo con la pielonefrite, a volte questa è una caratteristica dello sviluppo.

Bilirubina. Normalmente, questa sostanza non dovrebbe essere nelle urine. L'aumento della bilirubina si osserva con urolitiasi, patologia epatica e altre malattie.

L'acetone nelle urine dovrebbe essere assente, sia in una persona sana che nella pielonefrite. Un aumento di questo indicatore può indicare il diabete mellito, i risultati del digiuno e dell'alcolismo..

Eritrociti e leucociti dovrebbero essere assenti nelle urine o presenti in una piccola quantità, 0-3 nel campo visivo. Con l'urolitiasi si osserva un aumento dei globuli rossi e l'aumento dei globuli bianchi conferma la pielonefrite e altre malattie infiammatorie dei reni..

Normalmente batteri e funghi non dovrebbero essere nelle urine. Se vengono trovati, significa che un'infiammazione infettiva si verifica all'interno del sistema genito-urinario, è del tutto possibile che si tratti di pielonefrite. Se il paziente non ha raccolto correttamente le urine, ad esempio, non si è lavato bene o la lattina non era sterile, l'analisi potrebbe essere falsa..

Sfortunatamente, utilizzando un'analisi delle urine generale, è impossibile identificare immediatamente l'agente eziologico della pielonefrite. Per questo, vengono effettuati ulteriori studi: coltura batteriologica e analisi PCR. Grazie al primo, è possibile determinare la sensibilità agli antibiotici e con l'aiuto della PCR è possibile rilevare anche infezioni nascoste e in quantità molto piccole.

Analisi delle urine secondo Nechiporenko

Poiché l'urina passa attraverso i reni, l'uretra e la vescica, è difficile capire dalla porzione centrale esattamente dove si trova l'infezione batterica. Per verificare se c'è un'infiammazione nei reni, i medici inviano un'analisi secondo Nechiporenko, cioè per raccogliere una porzione media di urina.

COSA DICE IL DOTTORE?

Dottore in scienze mediche, dottore onorario della Federazione Russa e membro onorario dell'Accademia delle scienze russa, Anton Vasiliev:

“Curo da molti anni malattie del sistema genito-urinario. Secondo le statistiche del Ministero della Salute, la cistite diventa cronica nel 60% dei casi..

L'errore principale è procrastinare! Prima si inizia il trattamento della cistite, meglio è. Esiste un rimedio consigliato per l'autotrattamento e la prevenzione della cistite a casa, poiché molti pazienti non cercano aiuto per mancanza di tempo o vergogna. Questo è Ureferon. È il più versatile. Non ha componenti sintetiche, il suo effetto è lieve, ma evidente dopo il primo giorno di somministrazione. Allevia l'infiammazione, rafforza le pareti della vescica, la sua membrana mucosa, ripristina l'immunità generale. Si adatta sia alle donne che agli uomini. Per gli uomini, ci sarà anche un piacevole bonus: maggiore potenza. "

L'analisi secondo Nechiporenko con pielonefrite richiede la stessa preparazione dell'analisi generale. Ma deve essere preso in modo diverso. Per una corretta raccolta, è necessario prima rilasciare una certa quantità di urina nella toilette, quindi sostituire un barattolo e raccogliere circa 50 ml di liquido e rilasciare il resto nella toilette. Questa sarà la porzione media di urina. È necessario raccogliere materiale biologico rigorosamente al mattino a stomaco vuoto..

I normali indicatori di urina per la pielonefrite possono essere visti nella tabella:

ElementoImporto normale
Eritrociti1000 per ml
Leucociti2000 per ml
CilindriFino a 20

Con la pielonefrite, si osserva un aumento dei leucociti, si trovano batteri. Inoltre, durante il processo infiammatorio, appaiono le proteine ​​e l'ambiente diventa acido, questo porta alla formazione di cilindri. Di solito l'assistente di laboratorio rileva i calchi epiteliali e ialini.

Conclusione

Il superamento di un test delle urine per la pielonefrite è un processo importante che aiuta il medico a identificare rapidamente e accuratamente la causa dei reclami del paziente e quindi a prescrivere una terapia efficace. Pertanto, gli esperti raccomandano di assumere un atteggiamento responsabile nei confronti di questo studio, passando l'urina secondo tutte le regole e consegnandola immediatamente al laboratorio.

Analisi generale delle urine per pielonefrite: indicatori

Scopriamo come determinare la pielonefrite mediante l'analisi delle urine.

Tra gli specialisti, si ritiene che sia più facile diagnosticare la malattia rispetto ad altre malattie dei reni, della vescica e degli ureteri. La maggior parte delle manifestazioni sono note ed evidenti all'esame obiettivo, in cui i pazienti lamentano lombalgia.

Perché è necessaria l'analisi?

Lo scopo dello studio delle urine consente di identificare la causa immediata dell'infiammazione, cioè l'agente patogeno. Questo è estremamente importante per determinare la traiettoria del trattamento e la selezione dei farmaci. In questo articolo parleremo di che tipo di malattia è e qual è l'importanza di un test generale delle urine per la pielonefrite.

Descrizione della malattia

La pielonefrite è un processo infettivo e infiammatorio che colpisce prima il bacino e poi va direttamente al tessuto renale. Questo processo si sviluppa spesso sullo sfondo di malattie renali esistenti, ad esempio con urolitiasi o glomerulonefrite. Può essere acuto, cronico o purulento.

Gli indicatori dell'analisi delle urine per la pielonefrite sono considerati di seguito.

Perché ricercare l'urina?

Questa patologia viene diagnosticata utilizzando varie tecniche (ultrasuoni, radiografia, metodi diagnostici di laboratorio, ecc.), Tra cui un esame del sangue generale e un esame delle urine generale, che aiutano a tracciare la dinamica dei processi infiammatori e l'efficacia del corso di trattamento prescritto. L'analisi delle urine in questo caso è considerata la più importante nella diagnosi precoce della pielonefrite, poiché è più informativa per il medico. Sulla base dell'esame, si distinguono tre possibili forme del corso: acuto, cronico e cronico con esacerbazione.

Leucocituria

Quando si decodificano gli indicatori dell'analisi generale delle urine nella pielonefrite, è necessario prestare attenzione alla leucocituria. Tali sintomi si sviluppano nei primi due o quattro giorni dallo sviluppo della malattia. Il processo infiammatorio è localizzato nello strato corticale del parenchima renale. Inoltre, la leucocituria si manifesta anche nei processi ostruttivi delle vie urinarie con lo sviluppo della pielonefrite. I sintomi principali di questa patologia sono solitamente manifestazioni dolorose nella regione lombare, cioè dove si trovano i reni, e intossicazione sotto forma di brividi, febbre, diminuzione dell'appetito, debolezza generale, vomito e nausea frequente. I pazienti pediatrici possono provare dolore addominale. L'eritrocituria è anche considerata un indicatore di funzionalità renale compromessa. È una conseguenza della papillite necrotizzante, della cistite acuta e dei disturbi nel lavoro dell'apparato fornico.

Che tipo di analisi delle urine per la pielonefrite è prescritta?

Analisi generale per la forma cronica

Come abbiamo già detto, la pielonefrite è di origine infettiva e infiammatoria, con il coinvolgimento del bacino e del calice, i tessuti renali stessi. Nella maggior parte dei casi, la malattia colpisce le donne di età pari o superiore a cinquant'anni. La forma cronica del decorso della malattia è caratterizzata dall'alternanza di condizioni acute e remissioni. La pielonefrite è primaria (cioè la malattia non è associata ad altri problemi urologici) o secondaria (derivante da danni alle vie urinarie di malattie urologiche).

Quali sono le cause della malattia?

Questi processi patologici sono causati da vari microrganismi: virus, funghi ed E. coli. In questo caso è necessario un esame del sangue generale per determinare il livello di emoglobina, eritrociti, leucociti, ESR e anche per monitorare lo spostamento del numero di leucociti a sinistra. Inoltre, un indicatore importante è l'ipostenuria (contando un piccolo peso specifico dell'urina) e la poliuria. Con un'esacerbazione della malattia, si osserva la leucocituria, cioè un aumento del numero di cellule leucocitarie a un valore di 20 * 103 e superiore e leucociti attivi circa il 30%. Durante la remissione, i leucociti possono non manifestarsi in alcun modo nelle analisi. La fase latente del decorso di questa malattia è generalmente caratterizzata dalla scarsità di modifiche di laboratorio nei parametri. A volte i test potrebbero non avere alcun cambiamento patologico, ma la malattia, tuttavia, non è andata da nessuna parte..

Analisi generale per pielonefrite acuta

La pielonefrite acuta è chiamata processo infiammatorio acuto nei tessuti renali e nella pelvi, in cui le funzioni lavorative dei reni sono chiaramente compromesse. La causa più comune di questa patologia nelle forme acute è il comune E. coli. Alcuni cambiamenti tipici nell'analisi generale delle urine nella pielonefrite acuta sono i seguenti: il paziente ha minzione frequente, mentre il peso specifico sarà molto basso, l'urina è pallida, torbida, con qualche sedimento, con un pH basso (significativamente inferiore a 7,0), manifestazioni proteiche, aumento dei leucociti, eritrociti, epitelio e presenza di batteri.

Di seguito sono riportati i principali indicatori dell'analisi delle urine per la pielonefrite.

Indicatori

Normalmente, in una persona sana, l'analisi ha i seguenti indicatori: l'urina può essere di qualsiasi tonalità di giallo, trasparente, senza sedimenti, non avendo un odore specifico acuto, il valore del pH dovrebbe essere circa 7, il peso specifico è 1.018 o più, non dovrebbero esserci proteine ​​nelle urine, glucosio, corpi chetonici, emoglobina e bilirubina. L'urina contiene una certa quantità di eritrociti, leucociti ed epitelio e la quantità normativa è diversa negli uomini e nelle donne. Inoltre, la presenza di sali, batteri, funghi e parassiti nelle urine parla di patologia. Il cambiamento nelle caratteristiche dell'urina e del sangue si verifica indipendentemente da quanto sia clinicamente pronunciato il processo patologico. Sebbene, ovviamente, non si possa negare l'esistenza di una relazione diretta e il grado di cambiamenti negli indicatori di laboratorio.

Viene eseguita anche l'analisi delle urine per la pielonefrite nei bambini.

Tuttavia, se la malattia è asintomatica, un esame delle urine generale consente di valutare correttamente la situazione nel corpo del paziente. Un'analisi generale delle urine in quanto tale non può essere la base per una diagnosi. A complicare il quadro clinico della malattia è la sepsi, l'endocardite settica subacuta, ecc. Creano alcune difficoltà nel rilevare questa patologia, a seguito della quale, quando si decodifica un'analisi generale delle urine, i medici tengono conto di diversi indicatori e cercano di considerare il quadro generale. Il primo gruppo è costituito da dati che indicano la presenza o l'assenza di precipitazioni nell'analisi. Con un tipo di malattia come la pielonefrite ematogena, la precipitazione potrebbe non essere affatto presente. Il secondo gruppo contiene indicatori direttamente correlati alla composizione dell'urina, indipendentemente dalla presenza di elementi patogeni in essa. Tra gli indicatori che caratterizzano la natura purulenta acuta della malattia ci sono proteine ​​ed eritrociti.

Il loro numero conferma o smentisce la presenza della malattia nel paziente in varie forme. Alcuni segni hanno una significativa somiglianza con i sintomi di altre patologie, il che complica notevolmente la decifrazione delle manifestazioni cliniche della pielonefrite. Tuttavia, nei test delle urine, potrebbero esserci differenze rispetto ad altre malattie croniche degli organi interni. Se il paziente ha la pielonefrite, il peso specifico dell'urina sarà significativamente più alto, il che è confermato da un'analisi generale. La ragione in questo caso è il processo di catabolismo, nonché lo smaltimento attivo del corpo dal fluido con l'aiuto della pelle e dei polmoni. Se, con l'aiuto di un'analisi generale dell'urina con pielonefrite, il medico non può vedere il quadro clinico completo, al paziente può essere prescritto uno studio come la leucocituria secondo il metodo Kakovsky-Addis, che consente di stabilire la quantità di leucociti nelle urine.

Cambiamenti negli indicatori

Lo sviluppo di questa malattia cambia in modo significativo le caratteristiche usuali dell'urina: diventa opaca, può apparire una tinta leggermente rossastra, un odore sgradevole sentito durante la minzione dolorosa.

I processi infiammatori non passano indolore per la vescica e gli ureteri: in essi iniziano anche a svilupparsi patologie di diversa natura. Quando si sviluppa la pielonefrite, l'analisi delle urine può contenere una certa quantità di proteine. Ciò significa che la membrana filtrante del rene non svolge bene il suo lavoro a causa del processo infiammatorio. Le malattie infiammatorie e infettive cambiano non solo il colore delle urine, ma anche il livello di pH. Se nel corpo si sviluppa un'infezione urinaria e renale, l'urina dà una reazione acida. Nel decifrare le analisi, il medico terrà conto di questo fatto senza fallo, ma può essere considerato solo in combinazione con altri indicatori, poiché una reazione acida può verificarsi durante la gravidanza, l'uremia e la dieta a base di latte vegetale del paziente.

Formazione

La raccolta dell'urina in diversi momenti della giornata può mostrare concentrazioni diverse delle sostanze che contiene. Per ottenere i risultati più accurati, è necessario raccogliere correttamente il materiale. L'urina viene raccolta al mattino, prima dei pasti. Prima di ciò, è necessario escludere l'uso di bevande alcoliche. Quando si assumono antibiotici alcuni giorni prima della raccolta delle urine, smettere di usarli.

È considerato ottimale fare dei test prima di assumere farmaci antibatterici. Prima di raccogliere l'urina, è necessario lavare il perineo e i genitali con acqua calda senza usare sapone. L'urina deve essere raccolta in un apposito contenitore sterile (non può essere trattata con alcun disinfettante). Deve essere consegnato al laboratorio entro due ore dalla raccolta. Nel caso in cui non sia possibile ritirarlo al mattino dopo il risveglio, allora questo può essere fatto quattro ore dopo l'ultima minzione, fatte salve tutte le regole di cui sopra.

Quindi otterrai sicuramente buoni test delle urine. La pielonefrite è una malattia piuttosto grave con cui non dovresti assolutamente scherzare..