Bactrim forte - istruzioni per l'uso

ISTRUZIONI
sull'uso medico del farmaco

Numero di registrazione:

Nome commerciale del farmaco

Bactrim ® forte (Bactrim ® forte)

Nome internazionale non proprietario:

Forma di dosaggio:

Compresse rivestite con film

Composizione:

Una compressa rivestita contiene:

cotrimossazolo 960 mg

(corrisponde a 800 mg di sulfametossazolo e 160 mg di trimetoprim);

eccipienti: povidone, sodio amido glicolato (sodio carbossimetil amido), magnesio stearato, sodio docusato;

involucro: idrossipropilmetilcellulosa (ipromellosa), talco, biossido di titanio, polietilenglicole 6000 (macrogol).

Descrizione
Compresse rivestite con film oblunghe, biconvesse, bianche o quasi bianche, con impresso su un lato "ROCHE 800 + 160" e una linea di divisione sull'altro, inodore o di cattivo odore.

Lunghezza della compressa 18,7 - 19,8 mm, larghezza 8,5 - 9,4 mm, spessore 6,7 - 8,0 mm.

Gruppo farmacoterapeutico:

Codice ATX [J01EE01]

effetto farmacologico

Farmacodinamica

Agente chemioterapico battericida combinato

Bactrim contiene due principi attivi che hanno un effetto sinergico, bloccando due enzimi che catalizzano fasi successive nella biosintesi dell'acido folinico nei microrganismi. A causa di questo meccanismo, l'effetto battericida in vitro si ottiene a concentrazioni in cui i singoli componenti del farmaco hanno solo un effetto batteriostatico. Inoltre, Bactrim è spesso efficace contro i patogeni resistenti a uno dei suoi componenti..

L'azione antibatterica in vitro di Bactrim copre un'ampia gamma di patogeni gram-positivi e gram-negativi, sebbene la sensibilità possa variare in base alla posizione geografica.

Solitamente patogeni sensibili (MIC

Cocchi: Branhamella catarrhalis.

Microrganismi Gram-negativi: Haemophilus influenzae (ceppi che formano b-lattamasi e b-lattamasi), Haemophilus parainfluenzae, E. coli, Citrobacter freundii, altri tipi di Citrobacter, Klebsiella pneumoniae, Klebsiella aeraceae, Enterfacea alae, Enterfacterobacteria, altri tipi di Citrobacter marcescens, Serratis liquefaciens, altre specie Serratia, Proteus mirabilis, Proteus vulgaris, Morganella morganii`` Shigella spp., Yersinia enterocolitica, altre specie Yersinia, Vibrio cholerae.

Vari microrganismi gram-negativi: Edwardsiella tarda, Alcaligenes faecalis, Pseudomonas cepacia, Burkholderia (Pseudomonas) pseudomallei.

L'esperienza clinica mostra che anche Brucella spp., Listeria monocytogenes, Nocardia asteroides., Pneumocystis carinii, Cyclospora cayetanensis possono essere sensibili.

Patogeni parzialmente sensibili (IPC = 80-160 mg / l per sulfametossazolo)

Cocci: Staphylococcus aureus (ceppi sensibili alla meticillina e resistenti alla meticillina), Staphylococcus spp. (coagulasi negativo), Streptococcus pneumoniae (ceppi sensibili alla penicillina e resistenti alla penicillina).

Bastoncini Gram-negativi: Haemophilus ducreyi, Providentia rettgeri, altre specie di Providentia, Salmonella typhi, Salmonella enteritidis, Stenotrophomonas maltophilia (ex Xanthomonas maltophilia).

Vari microrganismi gram-negativi: Acinetobacter lwoffi, Acinetobacter anitratus (principalmente A. baumanii), Aeromonas hydrophilia.

Patogeni resistenti (MIC> 160 mg / l per sulfametossazolo)

Mycoplasma spp., Mycobacterium tuberculosis, Treponema pallidum.

Se Bactrim è prescritto empiricamente, è necessario tenere conto delle caratteristiche locali di resistenza a Bactrim di possibili agenti causali di una specifica malattia infettiva.

Per le infezioni che possono essere causate da microrganismi parzialmente sensibili, si consiglia di eseguire un test di sensibilità per escludere la resistenza del patogeno.

La sensibilità a Bactrim può essere determinata utilizzando metodi standard come il metodo del disco o il metodo di diluizione raccomandato dal National Committee on Clinical Laboratory Standards (NCCLS).

NCCLS raccomanda i seguenti criteri di sensibilità:

Metodo del disco *, diametro della zona di inibizione (mm)

Metodo di diluizione **, MIC (μg / ml)

* Disco: 1,25 mcg di trimetoprim e 23,75 mcg di sulfametossazolo.

** Trimetoprim e sulfametossazolo in un rapporto di 1:19.

Farmacocinetica

Dopo somministrazione orale, trimetoprim e sulfametossazolo vengono assorbiti rapidamente e quasi completamente nel tratto gastrointestinale superiore. 1-4 ore dopo una singola dose di 160 mg di trimetoprim + 800 mg di sulfametossazolo, le concentrazioni plasmatiche massime di trimetoprim sono 1,5-3 μg / ml e sulfametossazolo è 40-80 μg / ml. Con somministrazioni ripetute con un intervallo di 12 ore, le concentrazioni di equilibrio minimo dopo 2-3 giorni si stabilizzano entro 1,3-2,8 μg / ml per trimetoprim e 32-63 μg / ml per sulfametossazolo.

Il volume di distribuzione di trimetoprim è di circa 130 litri, sulfametossazolo - circa 20 litri. Il 45% del trimetoprim e il 66% del sulfametossazolo è associato alle proteine ​​plasmatiche.

Trimetoprim leggermente migliore del sulfametossazolo penetra nel tessuto prostatico non infiammato, nel liquido seminale, nelle secrezioni vaginali, nella saliva, nel tessuto polmonare sano e infiammato, nella bile, mentre entrambi i componenti del farmaco penetrano equamente nel liquido cerebrospinale e nell'umore acqueo dell'occhio.

Grandi quantità di trimetoprim e quantità leggermente inferiori di sulfametossazolo entrano nei fluidi corporei interstiziali e altri fluidi extravasali dal flusso sanguigno, mentre le concentrazioni di trimetoprim e sulfametossazolo superano le concentrazioni inibitorie minime per la maggior parte dei microrganismi patogeni.

Negli esseri umani, trimetoprim e sulfametossazolo si trovano nella placenta, nel sangue del cordone ombelicale, nel liquido amniotico e nei tessuti fetali (fegato, polmoni), il che indica la penetrazione di entrambe le sostanze attraverso la barriera placentare. Di norma, le concentrazioni fetali di trimetoprim sono simili a quelle della madre e le concentrazioni di sulfametossazolo nel feto sono inferiori rispetto alla madre..

Entrambe le sostanze vengono escrete nel latte materno. Le concentrazioni nel latte materno sono vicine (trimetoprim) o inferiori (sulfametossazolo) rispetto a quelle nel plasma materno.

Circa il 50-70% della dose di trimetoprim e il 10-30% della dose di sulfametossazolo vengono escreti immodificati. I principali metaboliti del trimetoprim sono 1- e 3-ossidi e 3'- e 4'-idrossi derivati. Alcuni metaboliti hanno attività antimicrobica. Il sulfametossazolo è metabolizzato nel fegato, principalmente da N.4-acetilazione e, in misura minore, coniugazione con acido glucuronico.

Le emivite dei due componenti sono molto vicine tra loro (in media, 10 ore per trimetoprim e 11 ore per sulfametossazolo).

Entrambe le sostanze, così come i loro metaboliti, vengono escreti quasi esclusivamente attraverso i reni sia per filtrazione glomerulare che per secrezione tubulare, per cui la concentrazione di entrambi i principi attivi nelle urine è significativamente più alta che nel sangue. Una piccola parte dei principi attivi viene escreta con le feci.

Farmacocinetica in situazioni cliniche speciali

Nei pazienti anziani, così come con grave insufficienza renale (clearance della creatinina 15-30 ml / min), l'emivita di entrambi i componenti del farmaco aumenta, il che richiede un aggiustamento della dose.

Bactrim deve essere prescritto solo nei casi in cui, a parere del medico, il vantaggio di tale terapia supera il possibile rischio; è necessario decidere se è possibile fare con l'uso di un agente antibatterico efficace.

Poiché la sensibilità batterica agli antibiotici in vitro varia nelle diverse aree geografiche e nel tempo, quando si sceglie un farmaco è necessario considerare le caratteristiche locali di suscettibilità batterica..

Infezioni delle vie respiratorie e delle vie respiratorie superiori: esacerbazione di bronchite cronica, otite media nei bambini, se vi sono motivi sufficienti per preferire la combinazione di trimetoprim e sulfametossazolo alla monoterapia antibiotica. Trattamento e prevenzione (primaria e secondaria) della polmonite causata da Pneumocystis carinii negli adulti e nei bambini.

Infezioni del tratto urinario: infezioni del tratto urinario, cancro.

Infezioni del tratto gastrointestinale: febbre tifoide e paratifoide, shigellosi (causata da ceppi sensibili Shigella flexneri e Shigella sonnei, se è indicata la terapia antibiotica), diarrea del viaggiatore causata da ceppi enterotossici di Escherichia coli, colera (oltre al rifornimento di liquidi ed elettroliti).

Altre infezioni batteriche: infezioni causate da una varietà di microrganismi (possibilmente in combinazione con altri antibiotici), ad esempio: brucellosi, osteomielite acuta e cronica, nocardiosi, actinomicosi, toxoplasmosi e blastomicosi sudamericana.

Controindicazioni:

Gravi lesioni del parenchima epatico; grave insufficienza renale (clearance della creatinina 30 ml / min è prescritta la dose abituale, con clearance della creatinina 15-30 ml / min - metà della dose abituale, e con clearance della creatinina compresse rivestite, 960 mg

10 compresse in un blister realizzato con pellicola in PVC e foglio di alluminio.
1, 2 o 5 blister, insieme alle istruzioni per l'uso, sono posti in una scatola di cartone.

Data di scadenza:

5 anni. Il farmaco non deve essere utilizzato dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Condizioni di archiviazione:

Condizioni di erogazione in farmacia:

Produttore:

Indirizzo legale del produttore:

F. Hoffmann-La Roche Ltd, Grensacherstrasse 124, 4070 Basilea, Svizzera
F. Hoffmann-La Roche Ltd, Grenzacherstrasse 124, 4070 Basilea, Svizzera

I reclami dei consumatori devono essere inviati all'indirizzo dell'ufficio di rappresentanza a Mosca:
125445, via Smolnaya, 24D

Bactrim

Istruzioni per l'uso:

Bactrim è un farmaco chemioterapico battericida combinato.

Forma e composizione del rilascio

Il farmaco viene prodotto sotto forma di:

  • Sospensione orale Bactrim, 5 ml (1 misurino) di cui contiene 240 mg di co-timoxazolo - 200 mg di sulfametossazolo e 40 mg di trimetoprim;
  • Compresse di Bactrim contenenti 400 mg di sulfametossazolo e 80 mg di trimetoprim;
  • Compresse rivestite Bactrim Forte contenente 960 mg di co-timoxazolo - 800 mg di sulfametossazolo e 160 mg di trimetoprim;
  • Compresse di Bactrim per bambini contenenti 100 mg di sulfametossazolo e 20 mg di trimetoprim.

Indicazioni per l'uso

Secondo i dati specificati nelle istruzioni per Bactrim, questo farmaco è destinato al trattamento di:

  • Infezioni degli organi genito-urinari come cistite, prostatite, pielite, uretrite, pielonefrite, cancro, epididimite, granuloma inguinale, linfogranuloma venereo, gonorrea femminile e maschile;
  • Malattie infettive delle vie respiratorie: bronchite acuta e cronica, broncopolmonite, polmonite da pneumocystis, polmonite lobare, bronchiectasie;
  • Infezioni ORL: tonsillite, sinusite, otite media, laringite e scarlattina;
  • Malattie infettive del tratto gastrointestinale, come il colera causato da ceppi enterotossici di gastroenterite da Escherichia coli, salmonella, febbre tifoide, colangite, dissenteria, febbre paratifo, colecistite;
  • Infezioni della pelle e dei tessuti molli: piodermite, acne, foruncolosi, infezioni delle ferite;
  • Osteomielite acuta e cronica e altre infezioni osteoorticolari;
  • Blastomicosi sudamericana;
  • Brucellosi acuta;
  • Toxoplasmosi (come parte di una terapia complessa);
  • Malaria.

Controindicazioni

Secondo l'annotazione al farmaco, l'uso di Bactrim è controindicato:

  • In presenza di ipersensibilità a qualsiasi componente attivo o ausiliario del farmaco e ai sulfonamidi;
  • Pazienti con insufficienza epatica / renale;
  • Con anemia aplastica;
  • Persone con anemia da carenza di vitamina B12;
  • Con agranulocitosi e leucopenia;
  • Con una carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi;
  • Bambini sotto i 12 anni sotto forma di compresse per adulti;
  • Bambini di qualsiasi età se hanno iperbilirubinemia;
  • Durante la gravidanza;
  • Donne che allattano.

Bactrim è prescritto, ma con estrema cautela e sotto costante controllo medico per carenza di acido folico, malattie della tiroide e asma bronchiale.

Metodo di somministrazione e dosaggio

Il farmaco deve essere assunto dopo i pasti..

Le compresse di Bactrim, secondo le istruzioni, sono destinate ad adulti e bambini sopra i 12 anni. Di norma, vengono prescritte 2-3 compresse due volte al giorno, se necessario, terapia a lungo termine - 1 tavolo. due volte al giorno.

Bactrim Forte è anche prescritto per bambini sopra i 12 anni e adulti, solo 1 compressa due volte al giorno e per la terapia a lungo termine - 1/2 tavolo. due volte. Il dosaggio massimo consentito è 1 e 1/2 tavolo. due volte al giorno.

Le compresse per bambini sono prescritte nei seguenti dosaggi: per bambini 2-5 anni - 2 pezzi. due volte al giorno, 6-12 anni - 4 pezzi due volte al giorno.

Le dosi raccomandate di Bactrim sospensione, che dovrebbero essere prese due volte al giorno:

  • Neonati 1,5-5 mesi - 1/2 misurino;
  • Bambini da 6 mesi a 5 anni - 1 misurino;
  • Bambini da 6 a 12 anni: 2 misurini ciascuno.

Con la grave gravità del processo infettivo, le dosi per i bambini sono raddoppiate.

La durata del trattamento è determinata dal medico curante, tenendo conto del tipo di malattia e della gravità del suo decorso, ma, di regola, il farmaco viene assunto per almeno 5 giorni o fino a quando tutte le manifestazioni cliniche della malattia sono passate e per altri due giorni.

Effetti collaterali

Recensioni di pazienti sottoposti a trattamento con Bactrim indicano che questo farmaco può avere effetti collaterali, come:

  • Mal di testa e vertigini, raramente - tremore, apatia, meningite asettica, neurite periferica, depressione;
  • Infiltrati polmonari, broncospasmo;
  • Nausea, diminuzione dell'appetito, vomito, diarrea, dolore addominale, colestasi, gastrite, stomatite, glossite, epatite, enterocolite pseudomembranosa, epatonecrosi, aumento dell'attività delle transaminasi epatiche;
  • Anemia megaloblastica, neutropenia, agranulocitosi, trombocitopenia, leucopenia;
  • Poliuria, cristalluria, nefrite interstiziale, ematuria, ipercreatininemia, funzionalità renale compromessa, aumento della concentrazione di urea, nefropatia tossica con anuria e oliguria;
  • Mialgia e artralgia;
  • Prurito, eruzione cutanea, iperemia sclerale, febbre, fotosensibilità, necrolisi epidermica tossica, miocardite allergica, angioedema, dermatite esfoliativa, eritema multiforme essudativo;
  • Ipoglicemia.

istruzioni speciali

Bactrim, che contiene due principi attivi che hanno un effetto sinergico, deve essere prescritto solo nei casi in cui, a parere del medico, è impossibile fare a meno dell'uso di un solo agente antibatterico..

Con un trattamento prolungato (più di 1 mese) con Bactrim, è necessario eseguire regolarmente un esame del sangue, perché c'è il rischio di sviluppare cambiamenti ematologici, che, a proposito, sono reversibili quando l'acido folico viene prescritto in una dose giornaliera di 3-6 mg e questo dosaggio non viola in modo significativo l'attività antimicrobica del farmaco. Pertanto, si consiglia di assumere l'acido folico contemporaneamente a una terapia prolungata e / o all'assunzione di alte dosi di questo farmaco..

Durante l'utilizzo di Bactrim, si sconsiglia di consumare cibi contenenti grandi quantità di acido para-amminobenzoico (in particolare spinaci, cavolfiori, pomodori, legumi e carote).

Analoghi

I seguenti farmaci sono analoghi di Bactrim:

  • Per principio attivo: Bi-Septin, Biseptol, Briefseptol, Dvaseptol, Co-trimoxazole, Metosulfabol;
  • Per meccanismo d'azione: Sulfaton.

Termini e condizioni di conservazione

Bactrim è un farmaco su prescrizione di Schedule B. Le regole della sua conservazione sono asciutte, protette dalla luce solare a temperature fino a 25 ºС. Fatte salve queste condizioni, la durata di conservazione di Bactrim è di 5 anni.

Trovato un errore nel testo? Selezionalo e premi Ctrl + Invio.

BACTRIM

  • Indicazioni per l'uso
  • Modalità di applicazione
  • Effetti collaterali
  • Controindicazioni
  • Gravidanza
  • Overdose
  • Condizioni di archiviazione
  • Modulo per il rilascio
  • Composizione

Bactrim è un farmaco antimicrobico combinato costituito da sulfametossazolo e trimetoprim. Il sulfametossazolo, simile nella struttura al PABA, interrompe la sintesi dell'acido diidrofolico nelle cellule batteriche, impedendo l'incorporazione del PABA nella sua molecola. Trimetoprim potenzia l'effetto del sulfametossazolo, interrompendo la riduzione dell'acido diidrofolico in tetraidrofolico, la forma attiva dell'acido folico, responsabile del metabolismo delle proteine ​​e della divisione cellulare microbica.
È un farmaco battericida ad ampio spettro, attivo contro i seguenti microrganismi: Streptococcus spp. (i ceppi emolitici sono più sensibili alla penicillina), Staphylococcus spp., Streptococcus pneumoniae, Neisseria meningitidis, Neisseria gonorrhoeae, Escherichia coli (compresi i ceppi enterotossogeni), Salmonella spp. (compresi Salmonella typhi e Salmonella paratyphi), Vibrio cholerae, Bacillus anthracis, Haemophilus influenzae (compresi i ceppi resistenti all'ampicillina), Listeria spp., Nocardia asteroides, Bordetella pertussis, Enterococcus faecalis., Klebsiella spp., Brucella spp., Mycobacterium spp. (compreso Mycobacterium leprae), Citrobacter, Enterobacter spp., Legionella pneumophila, Providencia, alcune specie Pseudomonas (eccetto Pseudomonas aeruginosa), Serratia marcescens, Shigella spp., Yersinia spp., Morganella spp., Pneumocystis carini; Chlamydia spp. (comprese Chlamydia trachomatis, Chlamydia psittaci); protozoi: Plasmodium spp., Toxoplasma gondii, funghi patogeni, Actinomyces israelii, Coccidioides immitis, Histoplasma capsulatum, Leishmania spp. Resistente al farmaco: Corynebacterium spp., Pseudomonas aeruginosa, Mycobacterium tuberculosis, Treponema spp., Leptospira spp., Virus.
Inibisce l'attività vitale di E. coli, che porta ad una diminuzione della sintesi di timina, riboflavina, niacina e altre vitamine del gruppo B nell'intestino.
La durata dell'effetto terapeutico è di 7 ore.

Indicazioni per l'uso

Trattamento e prevenzione (primaria e secondaria) della polmonite causata da Pneumocystis carinii negli adulti e nei bambini.
Infezioni del tratto urinario: infezioni del tratto urinario, uretrite gonococcica, cancro.
Infezioni del tratto gastrointestinale: febbre tifoide e paratifoide, shigellosi (causata da ceppi sensibili Shigella flexneri e Shigella sonnei, se è indicata la terapia antibiotica), diarrea del viaggiatore causata da ceppi enterotossici di Escherichia coli, colera (oltre al rifornimento di liquidi ed elettroliti).
Altre infezioni batteriche: infezioni causate da una varietà di microrganismi (possibilmente in combinazione con altri antibiotici), come brucellosi, osteomielite acuta e cronica, nocardiosi, actinomicetoma, toxoplasmosi e blastomicosi sudamericana.

Modalità di applicazione

Prima di prescrivere Bactrim a un paziente, è opportuno determinare la sensibilità della microflora ad essa che ha causato la malattia in questo paziente. Assegnare all'interno dopo i pasti (mattina e sera).
Le dosi vengono stabilite in base all'età del bambino:
da 6 settimane fino a 5 mesi - 1/2 cucchiaino 2 volte al giorno;
da 6 mesi fino a 5 anni - 1 cucchiaino 2 volte al giorno;
da 5 a 12 anni - 2 cucchiaini 2 volte al giorno.

Effetti collaterali

Reazioni locali: tromboflebite (nel sito di puntura venosa), dolore nel sito di iniezione. Altri: ipoglicemia.

Controindicazioni

Le controindicazioni all'uso di Bactrim sono: ipersensibilità (inclusi sulfamidici), insufficienza epatica e / o renale (CC inferiore a 15 ml / min), anemia aplastica, anemia da carenza di vitamina B12, agranulocitosi, leucopenia, carenza di glucosio 6- fosfato deidrogenasi, gravidanza, allattamento, polmonite da pneumocystis ed età fino a 6 anni (per iniezione intramuscolare), infanzia (fino a 3 mesi - per somministrazione orale), iperbilirubinemia nei bambini.
Con cura. Carenza di acido folico, asma bronchiale, malattie della tiroide.

Gravidanza

Secondo studi su donne in gravidanza, revisioni della letteratura e segnalazioni individuali di malformazioni, l'uso di Bactrim, a quanto pare, non è associato a un rischio significativo di teratogenicità per l'uomo..
Poiché sia ​​TMP che SMZ attraversano la barriera placentare e, quindi, possono influenzare il metabolismo dell'acido folico, durante la gravidanza Bactrim deve essere prescritto solo se i benefici attesi dal suo uso superano il possibile rischio per il feto. Si consiglia alle donne incinte che ricevono Bactrim di prescrivere 5-10 mg di acido folico al giorno. Nella tarda gravidanza, Bactrim deve essere evitato a causa del possibile rischio di kernittero nei neonati.
Sia TMF che SMZ passano nel latte materno. Nonostante il fatto che una piccola quantità di Bactrim entri nel bambino con il latte materno, si raccomanda di confrontare il possibile rischio per il bambino (kernittero, ipersensibilità) con l'effetto terapeutico atteso per la madre.

Interazione con altri medicinali:
Bactrim è farmaceuticamente compatibile con i seguenti farmaci: destrosio per infusione endovenosa 5% e 10%, levulosio per infusione endovenosa 5%, NaCl per infusione endovenosa 0,9%, una miscela di 0,18% NaCl e 4% destrosio per infusione endovenosa, Destrano 70 al 6% per infusioni endovenose in soluzione di destrosio al 5% o NaCl allo 0,9%, destrano 40 al 10% per infusioni endovenose in soluzione di destrosio al 5% o NaCl allo 0,9%, soluzione iniettabile di Ringer.
Aumenta l'attività anticoagulante degli anticoagulanti indiretti, nonché l'effetto dei farmaci ipoglicemizzanti e del metotrexato.
Riduce l'intensità del metabolismo epatico della fenitoina (allunga del 39% il suo T1 / 2) e del warfarin, aumentandone l'effetto.
Riduce l'affidabilità della contraccezione orale (inibisce la microflora intestinale e riduce la circolazione intestinale-epatica dei composti ormonali).
La rifampicina riduce il T1 / 2 del trimetoprim.
La pirimetamina in dosi superiori a 25 mg / settimana aumenta il rischio di anemia megaloblastica. I diuretici (generalmente tiazidici) aumentano il rischio di trombocitopenia. Ridurre l'effetto di benzocaina, procaina, procainamide (e altri farmaci, a seguito dell'idrolisi di cui si forma il PABA).
Tra diuretici (tiazidici, furosemide, ecc.) E ipoglicemizzanti orali (derivati ​​della sulfonilurea), da un lato, e sulfamidici antimicrobici, dall'altro, è possibile sviluppare una reazione allergica crociata.
Fenitoina, barbiturici, PASK aumentano le manifestazioni di carenza di folati.
I derivati ​​dell'acido salicilico potenziano l'effetto. L'acido ascorbico, l'esametilentetramina (e altri farmaci che acidificano l'urina) aumentano il rischio di sviluppare cristalluria.
La colestiramina riduce l'assorbimento, quindi deve essere assunta 1 ora dopo o 4-6 ore prima di assumere il co-trimossazolo. I farmaci che inibiscono l'emopoiesi del midollo osseo aumentano il rischio di mielosoppressione.

Overdose

Sintomi di un sovradosaggio di Bactrim: nausea, vomito, coliche intestinali, vertigini, mal di testa, sonnolenza, depressione, svenimenti, confusione, visione offuscata, febbre, ematuria, cristalluria; con sovradosaggio prolungato - trombocitopenia, leucopenia, anemia megaloblastica, ittero. Trattamento: lavanda gastrica, acidificazione delle urine aumenta l'escrezione di trimetoprim, assunzione di liquidi, per via intramuscolare - 5-15 mg / die di calcio folinato (elimina l'effetto di trimetoprim sul midollo osseo), se necessario - emodialisi.

Condizioni di archiviazione

Elenco B. In un luogo buio e fresco e asciutto.

Modulo per il rilascio

Bactrim - sospensione (sciroppo) in flaconi da 100 ml.

Bactrim - istruzioni per l'uso, forme di rilascio Bactrim (sospensione, compresse e sciroppo Bactrim per bambini)

Nome latino: Bactrim
Codice ATX: J01EE01
Principio attivo: cotrimossazolo
Produttore: F. Hoffmann-La Roche Ltd,
Svizzera
Condizione di dispensazione in farmacia: prescrizione
Prezzo: da 160 a 200 rubli.

Composizione

"Bactrim" è una sospensione, che viene assunta per via orale, contiene principi attivi: sulfametossazolo alla dose di 200 mg e trimetoprim alla dose di 40 mg. Altre sostanze: polisorbato, sorbitolo, propil paraidrossibenzoato e metil paraidrossibenzoato, cellulosa, nonché aromi e acqua purificata.

Bactrim compresse contiene trimetoprim da principi attivi in ​​una dose di 160 mg e 800 mg di sulfametossazolo. Altre sostanze: povidone, magnesio stearato, sodio docusato, amido e sodio glicolato.

Proprietà curative

"Bactrim" è un farmaco antibatterico sintetico. Per il livello di attività, è simile ai farmaci sulfanilamide. Batteriostaticamente agisce sui microrganismi come Gram + dalla struttura della parete cellulare e Gram-. Il metabolismo dei batteri viene bloccato due volte come segue:

  1. Il sulfametossazolo interrompe la sintesi dell'acido diidrofolico all'interno della cellula del microrganismo
  2. Trimetoprim agisce sul legame del metabolismo batterico, che segue nell'ordine la sintesi dell'acido diidrofolico: il farmaco blocca il processo di riduzione dell'acido già sintetizzato in acido tetraidrofolico, necessario al microrganismo per il suo sviluppo.

"Bactrim" è un antibiotico assorbito ad alta velocità. La concentrazione massima del farmaco nel plasma sanguigno del paziente può essere osservata entro 1-3 ore dall'assunzione dell'antibiotico. La concentrazione massima viene mantenuta per circa 7 ore.

Alte concentrazioni del farmaco vengono rilevate nell'apparato renale e respiratorio del paziente. L'antibiotico viene escreto principalmente con il rilascio di urina. Circa il 55-60% del dosaggio somministrato del farmaco viene rilasciato al giorno.

Indicazioni per l'uso

"Bactrim" può essere efficace quando è prescritto per le seguenti patologie:

  1. Infezioni delle vie respiratorie: bronchite, ascesso polmonare, polmonite, empiema pleurico o bronchiectasie
  2. Infezioni del tratto urinario: pielite, cistite, uretrite, pielonefrite cronica, uretrite gonococcica, prostatite
  3. Infezioni del tratto gastrointestinale
  4. Infezioni chirurgiche
  5. Gonorrea non complicata.

Prezzo medio da 160 a 190 rubli.

"Bactrim", sospensione e sciroppo

Bactrim può essere assunto come sospensione orale. La confezione contiene 100 o 50 ml.

Soprattutto per i bambini c'è lo sciroppo "Bactrim", 1 ml del quale contiene 40 mg di sulfametossazolo e 8 mg di trimetoprim. Lo sciroppo è confezionato in confezioni da 10 o 20 pezzi. Lo sciroppo è estremamente conveniente per i bambini.

Prezzo medio da 170 a 200 rubli.

Modalità di applicazione

Bambini sotto i 5 mesi: mezzo cucchiaino, due volte al giorno. Dopo sei mesi e fino a 5 anni, 1 cucchiaino. Da 6 a 12 - 2 cucchiaini.

Se usi lo sciroppo, entro questi limiti di età, la dose inizia con mezzo misurino di sciroppo e cresce fino a 2 misurini (dai 6 ai 12 anni).

Per le infezioni gravi, le dosi per i bambini possono essere aumentate del 50%.

Prezzo medio da 150 a 200 rubli.

"Bactrim Forte", compresse

Inoltre, l'antibiotico può essere presentato come compresse nel guscio "Bactrim Forte", che sono confezionate in confezioni da 50, 20 o 10.

Modalità di applicazione

Un antibiotico è prescritto per via orale. Di solito, il farmaco viene prescritto a bambini di età superiore a 12 anni o pazienti adulti, 2 compresse due volte al giorno, mentre lo assumono dopo i pasti. Se la malattia infettiva è grave, il dosaggio del farmaco può essere aumentato: 3 compresse vengono prescritte due volte al giorno..

Per le infezioni croniche "Bactrim" viene prescritto 1 compressa due volte al giorno. Per i bambini di età compresa tra 2 e 5 anni, viene fornito un dosaggio di due compresse due volte al giorno e per i bambini di età compresa tra 5 e 12 anni - 4 compresse due volte al giorno. Inoltre, ai bambini possono essere prescritte compresse speciali in cui l'antibiotico è contenuto nella quantità di 100 mg di sulfametossazolo e 20 mg di trimetoprim.

La durata del trattamento è solitamente di 12-14 giorni nel caso di un processo infettivo acuto. Per un'infezione cronica, non esiste una chiara durata del corso: sia negli adulti che nei bambini, la durata del corso e la dose in cui il farmaco deve essere assunto dipendono dalla specifica infezione.

Controindicazioni

Il farmaco deve essere assunto sotto stretto controllo medico. Ci sono una serie di gravi controindicazioni, tra cui

  1. Reazioni allergiche all'uso di sulfonamidi
  2. Malattie del sistema ematopoietico
  3. Malattie accompagnate da funzionalità renale o epatica compromessa
  4. Gravidanza

Usare con grande cautela nei bambini piccoli. È anche importante monitorare attentamente il quadro ematico del paziente se è stato prescritto un antibiotico.

Durante l'allattamento e durante la gravidanza

L'antibiotico non è considerato strettamente teratogeno ed embriotossico. Tuttavia, si consiglia di prenderlo durante la gravidanza solo se i benefici che ne derivano superano in modo affidabile i possibili effetti dannosi..

Se, tuttavia, "Bactrim" viene prescritto durante la gravidanza, è necessario combinarlo con acido folico nella quantità di 5-10 mg al giorno. Nell'ultimo trimestre, è meglio evitare l'uso del farmaco. Alto rischio di ittero patologico nel feto.

Durante l'allattamento, è anche meglio evitare di assumere "Bactrim", poiché entrambi i suoi componenti attivi arriveranno al neonato insieme al latte materno, dopodiché il bambino potrebbe sviluppare reazioni indesiderate. I bambini di questa età non dovrebbero nemmeno assumere lo sciroppo..

Interazione con altri medicinali

"Bactrim" può aumentare l'effetto di farmaci come warfarin, fenitoina, metotrexato, insulina. Allo stesso tempo, il farmaco riduce l'attività dei contraccettivi orali e degli antidepressivi della struttura chimica triciclica.

I seguenti effetti sono possibili sull'azione dell'antibiotico stesso. Se prende la rifampicina insieme a Bactrim, l'emivita del trimetoprim diminuisce. Ciò significa che la concentrazione del farmaco nel sangue diminuisce più rapidamente..

I diuretici di solito peggiorano gli effetti collaterali dell'antibiotico. La combinazione con alcuni diuretici e compresse che riducono lo zucchero nel sangue - i cosiddetti farmaci ipoglicemizzanti, può provocare violente reazioni allergiche nel paziente.

Effetti collaterali

Tra gli effetti collaterali più probabili quando si prescrive bactrim, vale la pena menzionare i seguenti:

  1. Nausea e vomito
  2. Diarrea
  3. Reazione allergica
  4. Danno ai reni
  5. Distruzione dei globuli bianchi - leucopenia.

Le allergie possono manifestarsi sotto forma di punture di zanzara, per come eliminarle rapidamente, leggi l'articolo: eruzioni cutanee come punture di zanzara.

Overdose

Se la dose del farmaco ha superato il valore consentito, il paziente noterà nausea, vomito, vertigini, sonnolenza, mal di testa, svenimenti, confusione e urina sotto forma di brodini di carne dovuti alla presenza di sangue in quest'ultimo. La temperatura potrebbe aumentare. Se un sovradosaggio si verifica costantemente, la formula del sangue del paziente ne risente: si sviluppano condizioni come leucopenia (una diminuzione del livello dei leucociti), trombocitopenia, ittero e anemia megaloblastica (carenza di B 12 e acido folico).

Come metodi per trattare un sovradosaggio di "Bactrim" usavano lavanda gastrica, aumento dell'assunzione di liquidi, introduzione di sale di calcio e acido folico per via intramuscolare alla dose di 5-15 mg. A volte, in casi particolarmente gravi di avvelenamento da farmaci, deve essere eseguita l'emodialisi.

Condizioni e durata di conservazione

Puoi conservare l'antibiotico per 5 anni. In questo caso, il regime di temperatura dovrebbe essere fino a 25 gradi. "Bactrim" non ha particolari condizioni di conservazione.

Analoghi

"Biseptol"

Medana Pharma, Polonia
Prezzo da 90 a 500 rubli.

Un farmaco antimicrobico ad ampio spettro, che appartiene ai farmaci sulfa. Disponibile in fiale, compresse e sospensione.

professionisti

  • La sospensione non irrita la mucosa gastrica durante la somministrazione
  • Buona tolleranza ai farmaci

Svantaggi

  • Riduce la sintesi delle vitamine del gruppo B nell'intestino
  • Rimedio non economico

"Cotrimossazolo-Acri"

Akrikhin, Russia
Prezzo da 15 a 40 rubli.

Farmaco combinato contro i microbi. Ha un ampio spettro d'azione

professionisti

  • Rimedio economico
  • Dosaggio elevato in una compressa

Svantaggi

  • La compressa irrita il rivestimento dello stomaco durante la somministrazione
  • Non può essere assegnato a bambini.

Bactrim

Composizione

Sospensione orale: 200 mg di sulfametossazolo + 40 mg di trimetoprim - principi attivi.

Ingredienti aggiuntivi: cellulosa dispersibile, propil paraidrossibenzoato, metil paraidrossibenzoato, polisorbato 80, sorbitolo, aromi di banana e vaniglia, acqua purificata.

Compresse: 800 mg di sulfametossazolo + 160 mg di trimetoprim - principi attivi.

Ingredienti aggiuntivi: amido di sodio glicolato, povidone, docusato di sodio, magnesio stearato.

Modulo per il rilascio

Sospensione per somministrazione orale - Bactrim 50 ml o 100 ml in una confezione, completa di misurino.

Compresse rivestite - Bactrim Forte 10, 20 o 50 pezzi per confezione.

effetto farmacologico

Farmacodinamica e farmacocinetica

Bactrim (Bactrim) e Bactrim forte (Bactrim forte) sono farmaci chemioterapici combinati battericidi che includono i componenti attivi sulfametossazolo e trimetoprim (cotrimossazolo), che mostrano un'azione sinergica. Il meccanismo d'azione del cotrimossazolo è quello di bloccare due enzimi che forzano lo stadio di replicazione sequenziale dell'acido folinico nei microrganismi. A causa di ciò, si osservano effetti battericidi (in vitro) a concentrazioni alle quali i principi attivi, singolarmente, mostrano solo un'azione batteriostatica..

Inoltre, l'efficacia del cotrimossazolo è molto maggiore dell'effetto di un singolo componente in relazione ai patogeni resistenti ad esso. L'effetto antibatterico del cotrimossazolo (in vitro) copre molti microrganismi patogeni gram-positivi e gram-negativi.

Dopo somministrazione orale (orale), il cotrimossazolo viene rapidamente e principalmente assorbito nel tratto gastrointestinale superiore.

Nel sangue raggiunge Cmax in un periodo di tempo da un'ora a quattro. Mantiene la concentrazione antibatterica per 7 ore. Un giorno dopo aver assunto una dose, si osserva una piccola quantità di cotrimossazolo nel plasma. La concentrazione di equilibrio si osserva dopo 2–3 giorni.

Il trimetoprim si lega alle proteine ​​plasmatiche del 44% e il sulfametossazolo del 70%.

La biotrasformazione a metaboliti inattivi avviene nel fegato attraverso l'acetilazione. La distribuzione nel corpo è uniforme, con penetrazione attraverso le barriere istoematogene. Nelle urine e nei polmoni, la concentrazione di cotrimossazolo supera la concentrazione plasmatica. Nelle secrezioni della ghiandola prostatica e bronchiale; saliva; perdite vaginali; nei fluidi interstiziali, cerebrospinali e dell'orecchio medio; bile; ossatura; latte materno; la mucosa dell'occhio si accumula in misura minore.

Entrambi i principi attivi hanno la stessa velocità di eliminazione. T1 / 2 aumenta a seconda dell'età: fino a 12 mesi - 7-8 ore, da un anno a dieci - 5-6 ore, negli adulti - 10-11 ore. Con funzionalità renale compromessa e in età avanzata, T1 / 2 aumenta.

Escreto principalmente dai reni in un rapporto del 10-30% sulfametossazolo e 50-70% trimetoprim.

Indicazioni per l'uso

Vie respiratorie: bronchiectasie, polmonite gropposa, polmonite da pneumocisti, bronchite (cronica e acuta), broncopolmonite.

Organi del tratto gastrointestinale: febbre paratifoide, febbre tifoide, colangite, salmonella, dissenteria, colera, colecistite, gastroenterite provocata da ceppi enterotossici del batterio Escherichia coli;

Pelle: foruncolosi, piodermite, acne, infezioni delle ferite;

Altri: osteomielite (cronica e acuta) e altre patologie infettive osteoarticolari, brucellosi acuta, malaria (Plasmodium falciparum), blastomicosi sudamericana, toxoplasmosi (in trattamento complesso).

Controindicazioni

  • ipersensibilità al cotrimossazolo, altri componenti, inclusi i sulfonamidi;
  • insufficiente funzionalità epatica;
  • anemia aplastica;
  • insufficienza della funzione renale, con CC inferiore a 15 ml / min;
  • Anemia da carenza di vitamina B12;
  • carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi;
  • leucopenia;
  • agranulocitosi;
  • periodo di allattamento e gravidanza;
  • età fino a 3 mesi;
  • iperbilirubinemia infantile.
  • patologia della tiroide;
  • porfiria;
  • asma bronchiale;
  • carenza di acido folico.

Effetti collaterali

  • neutropenia;
  • leucopenia;
  • anemia megaloblastica;
  • trombocitopenia;
  • agranulocitosi.
  • diminuzione dell'appetito;
  • nausea che si trasforma in vomito;
  • gastrite;
  • diarrea;
  • mal di stomaco;
  • stomatite;
  • glossite;
  • colestasi;
  • epatite;
  • epatonecrosi;
  • enterocolite pseudomembranosa;
  • aumento dell'attività delle transaminasi epatiche.
  • broncospasmo;
  • infiltrazioni polmonari.
  • nefrite interstiziale;
  • poliuria;
  • disturbi renali;
  • ematuria;
  • cristalluria;
  • ipercreatininemia;
  • aumento del contenuto di urea;
  • nefropatia tossica con anuria e oliguria.
  • mialgia;
  • artralgia.
  • fotosensibilità;
  • eruzione cutanea;
  • prurito;
  • eritema multiforme essudativo (in particolare sindrome di Stevens-Johnson);
  • dermatite esfoliativa;
  • necrolisi tossica epidermica;
  • aumento della temperatura corporea;
  • miocardite allergica;
  • iperemia della sclera;
  • angioedema.
  • ipoglicemia.

Bactrim, istruzione per applicazione (Strada e dosaggio)

Le compresse di Bactrim e Bactrim Forte in sospensione vengono assunte per via orale dopo i pasti, le compresse vengono lavate con acqua.

Istruzioni per l'uso della sospensione Bactrim

Il ricevimento di Bactrim prevede il dosaggio del farmaco mediante un misurino che contiene 5 ml. Dall'età di 12 anni, la dose abituale di Bactrim è di 20 ml al mattino e alla sera. Quando si esegue una terapia a lungo termine, è indicata una dose di 10 ml al mattino e 10 ml alla sera. Con un decorso grave della malattia, è consentito assumere dosi mattutine e serali di 30 ml.

In caso di infezioni acute, prendi Bactrim per almeno 5 giorni o fino a quando i sintomi non scompaiono completamente per 2 giorni. L'esecuzione di una terapia settimanale senza segni di miglioramento delle condizioni del paziente è un motivo per aggiustare la dose o cambiare trattamento.

Nel trattamento del soft chancre, viene prescritto Bactrim, 20 ml due volte al giorno. Se non c'è guarigione dopo 7 giorni, è possibile prolungare la terapia per la settimana successiva. Va tenuto presente che l'inefficacia del trattamento può essere associata alla resistenza dell'agente patogeno.

Nel trattamento delle infezioni acute del tratto urinario non complicate, alle donne viene prescritta una dose una tantum di 40-60 ml. Si consiglia di prendere la sospensione la sera (prima di coricarsi).

Quando si trattano pazienti sottoposti a emodialisi, prendere la prima dose abituale di carico di Bactrim, dopodiché passano all'assunzione della metà o di un terzo della dose abituale, con una pausa di uno o due giorni..

Nel trattamento della polmonite provocata da Pneumocystis carinii, sono prescritti fino a 20 mg di trimetoprim e fino a 100 mg di sulfametossazolo al giorno per chilogrammo di peso corporeo. Bactrim viene assunto due settimane ogni 6 ore, in parti uguali. La dose massima, con un peso corporeo di 8 kg, è pari a 5 ml e aumenta di 5 ml per ogni successivo 8 kg di peso, rispettivamente. Ad esempio, un peso corporeo di 32 kg richiederebbe una dose di 20 ml.

Per prevenire la polmonite provocata da Pneumocystis carinii, si consiglia ai pazienti di età superiore ai 12 anni di assumere 20 ml di sospensione (4 cucchiai) al giorno. La dose giornaliera dei bambini è 150 mg / m2 di trimetoprim e 750 mg / m2 di sulfametossazolo in due dosi uguali, ogni settimana per 3 giorni consecutivi. La dose totale in 24 ore non deve superare 320 mg di trimetoprim e 1600 mg di sulfametossazolo.

Ai neonati da 3 a 5 mesi viene mostrata l'assunzione mattutina e serale di 2,5 ml di sospensione. Bambini da 6 mesi a 5 anni mattina e sera 5 ml, da 6 a 12 anni mattina e sera 10 ml.

In caso di infezioni gravi, è possibile aumentare la dose di una volta e mezza.

Con la nocardiosi, è prescritto nell'età adulta, 60-80 ml, per 3 mesi o più (a volte fino a 1,5 anni). Il dosaggio dipende dal peso, dalla funzionalità renale, dall'età e dalla gravità dell'infezione.

In caso di patologie renali, CC 15-30 ml / min, la dose è dimezzata e se ne sconsiglia l'ammissione se CC è inferiore a 15 ml / min..

Istruzioni per l'uso di Bactrim Forte

La dose abituale al mattino e alla sera per i pazienti dopo 12 anni è di 960 mg. Con il trattamento a lungo termine, puoi cavartela con metà di questa dose e, in situazioni particolarmente difficili, aumentare la dose abituale di una volta e mezza.

Il ricevimento di Bactrim forte continua per almeno 5 giorni o fino all'assenza di sintomi entro 48 ore. L'esecuzione di una terapia settimanale senza segni di miglioramento delle condizioni del paziente è un motivo per aggiustare la dose o cambiare trattamento.

Nel trattamento del soft chancre, 960 mg vengono prescritti due volte al giorno. Se non c'è guarigione dopo 7 giorni, è possibile prolungare la terapia per la settimana successiva. Va tenuto presente che l'inefficacia del trattamento può essere associata alla resistenza dell'agente patogeno.

Nel trattamento delle infezioni acute del tratto urinario non complicate, alle donne viene prescritto un 1920-2880 mg una tantum. Si consiglia di assumere le pillole prima dei pasti la sera (prima di coricarsi).

Quando si trattano pazienti sottoposti a emodialisi, assumere la prima dose abituale di carico di Bactrim Forte, dopodiché passano all'assunzione della metà o di un terzo della dose abituale, con una pausa di uno o due giorni.

Nel trattamento della polmonite provocata da Pneumocystis carinii, vengono prescritti fino a 20 mg di trimetoprim e fino a 100 mg di sulfametossazolo al giorno in quattro dosi in parti uguali, per 2 settimane. La dose massima, con un peso corporeo di 32 kg, è pari a 960 mg (1 compressa) e aumenta di 480 mg per ogni successivo 16 kg di peso, rispettivamente. Ad esempio, un peso corporeo di 48 kg richiederebbe una dose di 1440 mg.

Per prevenire la polmonite provocata da Pneumocystis carinii, si raccomanda ai pazienti di età superiore ai 12 anni di assumere 1 compressa (960 mg) al giorno. Si raccomanda ai pazienti di età inferiore a 12 anni di assumere la sospensione di Bactrim.

Quando la nocardiosi viene prescritta in età adulta, 3-4 compresse (2880-3840 mg) per 3 mesi o più (a volte fino a 1,5 anni). Il dosaggio dipende dal peso, dalla funzionalità renale, dall'età e dalla gravità dell'infezione.

Con patologie renali, CC è superiore a 30 ml / min, viene presa la dose abituale di Bactrim Forte, con CC inferiore a 15 ml / min, non consiglio di assumere questo farmaco.

Bactrim è un antibiotico o no?

I medicinali Bactrim e Bactrim Forte appartengono ai sulfonamidi in combinazione, che, come gli antibiotici, hanno un effetto antibatterico, ma a differenza di loro hanno una struttura chimica e non naturale o semisintetica. È grazie alla combinazione di sulfametossazolo e trimetoprim che il farmaco, in relazione ai microrganismi sensibili, esibisce un'azione non solo batteriostatica, ma anche battericida, che non è inferiore per efficacia all'azione di alcuni antibiotici.

Overdose

Si manifestano sintomi di sovradosaggio: nausea, vomito, vertigini, coliche intestinali, mal di testa, depressione, sonnolenza, svenimenti, visione offuscata, confusione, febbre, cristalluria ed ematuria. Il sovradosaggio per lungo tempo può portare a leucopenia, trombocitopenia, ittero e anemia megaloblastica.

La lavanda gastrica, l'assunzione di liquidi interni, l'acidificazione delle urine vengono eseguite al fine di migliorare l'eliminazione del trimetoprim. Iniezione intramuscolare raccomandata di 5-15 mg al giorno di calcio folinato, per eliminare l'effetto di trimetoprim sul midollo osseo. Se necessario, viene eseguita l'emodialisi.

Interazione

Bactrim e Bactrim forte, se assunti insieme ad anticoagulanti indiretti, aumentano la loro attività, oltre a potenziare gli effetti del metotrexato e dei farmaci ipoglicemizzanti.

Il cotrimossazolo aumenta l'effetto di warfarin e fenitoina e diminuisce anche l'efficacia dei contraccettivi orali e degli antidepressivi triciclici.

L'assunzione di rifampicina influisce sul T1 / 2 di trimetoprim verso la sua riduzione.

I diuretici aumentano la probabilità di trombocitopenia e la pirimetamina, se assunta più di 25 mg a 7 giorni, aumenta la probabilità di anemia megaloblastica.

L'uso combinato di cotrimossazolo con diuretici e farmaci ipoglicemizzanti orali può causare reazioni allergiche crociate.

PASK, barbiturici e fenitoina aumentano i sintomi della carenza di folati.

La somministrazione parallela di indometacina può portare ad un aumento della concentrazione ematica di sulfametossazolo.

Bactrim e Amantadine se usati insieme possono causare delirio tossico.

Durante l'assunzione di cotrimossazolo, la concentrazione sierica di digossina può aumentare (specialmente in età avanzata).

In terapia con cotrimossazolo, Dofetilide è controindicata.

Condizioni di vendita

Bactrim e Bactrim Forte sono disponibili in farmacia su prescrizione medica.

Condizioni di archiviazione

Bactrim - fino a 25 ° С.

Bactrim forte - fino a 35 ° С.

Data di scadenza

Bactrim e Bactrim Forte, in confezione sigillata, possono essere conservati per 5 anni.

istruzioni speciali

In caso di eruzione cutanea o altri effetti collaterali di natura grave, il trattamento con Bactrim deve essere annullato.

Ai pazienti che soffrono di asma bronchiale e soggetti a reazioni allergiche viene prescritto il co-trimossazolo con estrema cautela..

La durata della terapia con farmaci a base di cotrimossazolo dovrebbe essere minima, soprattutto per i pazienti anziani.

Le patologie renali richiedono un aggiustamento della dose di Bactrim.

Quando si esegue un trattamento a lungo termine con Bactrim, è necessario determinare regolarmente la quantità di elementi formati nel sangue. Con una significativa diminuzione della quantità di uno qualsiasi degli elementi, la terapia dovrebbe essere annullata. Ai pazienti con gravi patologie ematologiche può essere prescritto il co-trimossazolo solo nei casi più estremi..

Con insufficienza renale, carenza di acido folico, nella vecchiaia, si possono osservare cambiamenti ematologici caratteristici della carenza di acido folico. Questi cambiamenti sono compensati dalla somministrazione di acido folico.

In caso di uso a lungo termine del cotrimossazolo, specialmente con insufficienza renale, è necessario un monitoraggio regolare della composizione delle urine e della funzione renale.

Per prevenire la cristalluria, è necessario fornire all'organismo un volume di liquidi sufficiente e monitorare un'adeguata diuresi.

Ai pazienti con deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi può essere prescritto il co-trimossazolo solo a dosi minime e secondo indicazioni assolute.

Soggetto a una dieta appropriata, trimetoprim, che interrompe il metabolismo della fenilalanina, non colpisce i pazienti con fenilchetonuria.

La nomina del cotrimossazolo richiede cure speciali per le malattie della tiroide e la porfiria.

I pazienti il ​​cui metabolismo è "lenta acetilazione" sono più suscettibili alla comparsa di idiosincrasia da sulfonilamidi.