Antibiotici per la pielonefrite

La pielonefrite è la più comune malattia renale causata da danni alla flora microbica, che spesso tende a ricadere, il cui esito è la malattia renale cronica. L'uso di farmaci moderni in un regime di trattamento completo può ridurre la probabilità di ricadute, complicazioni, ottenere non solo sollievo dai sintomi clinici, ma anche un completo recupero..

Quanto sopra è rilevante per la pielonefrite primaria, è chiaro che prima di impostare tali compiti per la terapia conservativa, è necessario eseguire una correzione chirurgica o qualche altra correzione per ripristinare un adeguato deflusso di urina.

In generale, le infezioni del tratto urinario sono tra i venti motivi più comuni per visitare un medico. Il trattamento della pielonefrite non complicata non richiede il ricovero in ospedale, un ciclo sufficientemente adeguato di terapia immunomodulante antibatterica antinfiammatoria con successivo follow-up.

I pazienti con una forma complicata di pielonefrite sono soggetti a ricovero in ospedale, dove l'ostruzione gioca un ruolo di primo piano nella progressione del processo infiammatorio.

I pazienti che non possono essere trattati con antibiotici e altri mezzi orali, ad esempio a causa del vomito, sono soggetti a trattamento ospedaliero.

In Russia, ogni anno vengono registrati oltre 1 milione di nuovi casi di pielonefrite, quindi il trattamento di questa nosologia rimane un problema urgente..

Prima di procedere con la scelta di un antibiotico per iniziare la terapia, è necessario prestare attenzione a quali agenti patogeni più spesso causano questa o quella forma di pielonefrite.

Se ci rivolgiamo ai dati statistici, possiamo vedere che la maggior parte delle forme di pielonefrite non complicata sono provocate da E. coli (fino al 90%), Klebsiella, Enterobacter, Proteus e anche Enterococchi.

Per quanto riguarda la pielonefrite ostruttiva secondaria, lo spettro microbico dei patogeni è molto più ampio qui..

La percentuale di patogeni gram-negativi, tra cui E. coli, sta diminuendo e la flora gram-positiva è in primo piano: stafilococchi, spezie Enterococci, Pseudomonas aeruginosa.

Prima di prescrivere un antibiotico, è necessario considerare i seguenti aspetti:

1. Gravidanza e allattamento,
2. Storia allerologica,
3. Compatibilità dell'antibiotico potenzialmente prescritto con altri farmaci che il paziente sta assumendo,
4. Quali antibiotici sono stati presi prima e per quanto tempo,
5. Dove è andata la persona malata di pielonefrite (valutazione della probabilità di incontrare un agente patogeno resistente).

La dinamica dopo la somministrazione del farmaco viene valutata dopo 48-72 ore, se non ci sono dinamiche positive, anche nei parametri clinici e di laboratorio, viene eseguita una delle tre misurazioni:

• Aumentare il dosaggio dell'agente antibatterico.
• Il farmaco antibatterico viene sospeso e viene prescritto un antibiotico di un altro gruppo.
• Viene aggiunto un altro farmaco antibatterico, che funge da sinergizzante, ad es. esalta l'effetto del primo.

Non appena si ottengono i risultati dell'analisi colturale per il patogeno e la sensibilità agli antibiotici, viene eseguita la correzione del regime di trattamento, se necessario (si ottiene un risultato dal quale si può vedere che il patogeno è resistente all'agente antibatterico assunto).

In regime ambulatoriale, viene prescritto un antibiotico ad ampio spettro per 10-14 giorni, se alla fine del trattamento la condizione e il benessere sono tornati alla normalità, nell'analisi generale delle urine, il test di Nechiporenko, i dati di analisi del sangue generali per il processo infiammatorio non vengono rivelati, vengono prescritti 2-3 cicli di assunzione di urosettici. Questo deve essere fatto per ottenere la morte di focolai infettivi all'interno del tessuto renale e per prevenire la formazione di difetti cicatriziali con perdita di tessuto funzionale..

Cos'è la Step Therapy

Gli antibiotici prescritti per la pielonefrite possono essere somministrati in varie forme: orale, infusione o endovenosa.

Se nella pratica urologica ambulatoriale è del tutto possibile la somministrazione orale di farmaci, per forme complicate di pielonefrite è preferibile la somministrazione endovenosa di farmaci antibatterici, per uno sviluppo più rapido dell'effetto terapeutico e aumento della biodisponibilità.

Dopo il miglioramento della salute, la scomparsa delle manifestazioni cliniche, il paziente viene trasferito alla somministrazione orale. Nella maggior parte dei casi, ciò si verifica 5-7 giorni dopo l'inizio del trattamento. La durata della terapia per questa forma di pielonefrite è di 10-14 giorni, ma è possibile prolungare il corso fino a 21 giorni.

A volte i pazienti fanno la domanda: "La pielonefrite può essere curata senza antibiotici?"
È possibile che in alcuni pazienti non si sia verificato un esito letale, ma sarebbe assicurata la cronologia del processo (passaggio a una forma cronica con frequenti ricadute).
Inoltre, non dimenticare queste formidabili complicanze della pielonenfrite come shock batteriotossico, pionefrosi, carbonchio renale, pielonefrite apostematosa.
Queste condizioni in urologia sono urgenti, richiedono una risposta immediata e, purtroppo, il tasso di sopravvivenza in questi casi non è del 100%.

Pertanto, è almeno irragionevole eseguire esperimenti su te stesso, se tutti i mezzi necessari sono disponibili nell'urologia moderna..

Quali farmaci sono migliori per l'infiammazione renale non complicata o gli antibiotici usati nel trattamento della pielonefrite acuta non ostruttiva

Quindi, quali antibiotici sono usati per la pielonefrite?

Farmaci di scelta - Fluorochinoloni.

Ciprofloxacina 500 mg 2 volte al giorno, durata del trattamento 10-12 giorni.

Levofloxacina (Floracid, Glevo) 500 mg una volta al giorno, durata 10 giorni.

Norfloxacina (Nolitsin, Norbactin) 400 mg 2 volte al giorno per 10-14 giorni.

Ofloxacina 400 mg 2 volte al giorno, durata 10 giorni (nei pazienti di basso peso è possibile un dosaggio di 200 mg 2 volte al giorno).

Medicine alternative

Se, per qualsiasi motivo, la nomina dei suddetti antibiotici per la pielonefrite è impossibile, il regime include farmaci del gruppo di cefalosporine di 2-3 generazioni, ad esempio: Cefuroxime, Cefixime.

Aminopenicilline: amoxicillina / acido clavulanico.

Antibiotici per pielonefrite acuta complicata o infezione renale acquisita in ospedale

Per il trattamento della pielonefrite acuta complicata vengono prescritti fluorochinoloni (Ciprofloxacina, Levofloxacina, Pefloxacina, Ofloxacina), ma viene utilizzata la via di somministrazione endovenosa, ad es. questi antibiotici per la pielonefrite esistono anche iniezioni.

Aminopenicilline: amoxicillina / acido clavulanico.

Cefalosporine, ad esempio, Ceftriaxone 1,0 g 2 volte al giorno, un corso di 10 giorni,
Ceftazidime 1-2 g 3 volte al giorno per via endovenosa, ecc..

Aminoglicosidi: Amikacin 10-15 mcg per 1 kg al giorno - 2-3 volte.

Nei casi gravi, è possibile una combinazione di aminoglicoside + fluorochinolone o cefalosporina + aminoglicoside.

Antibiotici efficaci per il trattamento della pielonefrite nelle donne in gravidanza e nei bambini

Tutti capiscono che per il trattamento della pielonefrite gestazionale è necessario un tale farmaco antibatterico, il cui effetto positivo ha superato tutti i possibili rischi, non ci sarebbe alcun impatto negativo sullo sviluppo della gravidanza e, in generale, gli effetti collaterali sarebbero ridotti al minimo.

Quanti giorni per bere antibiotici, il medico decide individualmente.

Come trattamento iniziale nelle donne in gravidanza, il farmaco di scelta è l'amoxicillina / acido clavulanico (aminopenicilline protette) alla dose di 1,5-3 g al giorno o 500 mg per via orale 2-3 volte al giorno per 7-10 giorni.

Cefalosporine 2-3 generazioni (Ceftriaxone 0,5 g 2 volte al giorno o 1,0 g al giorno per via endovenosa o intramuscolare.

I fluorochinoloni, le tetracicline, i sulfamidici non sono usati per trattare la pielonefrite nelle donne in gravidanza e nei bambini..

Nei bambini, come nelle donne in gravidanza, il farmaco di scelta è un antibiotico del gruppo delle aminopenicilline protette, il dosaggio viene calcolato in base all'età e al peso.

In casi complicati, è anche possibile trattare con Ceftriaxone, 250-500 mg 2 volte al giorno per via intramuscolare, la durata del corso dipende dalla gravità della condizione.

Quali sono le caratteristiche del trattamento antibatterico della pielonefrite negli anziani

La pielonefrite nei pazienti anziani, di regola, procede sullo sfondo di malattie concomitanti:

• diabete,
• iperplasia prostatica benigna negli uomini,
• processi aterosclerotici che interessano, tra l'altro, i vasi renali,
• ipertensione arteriosa.

Data la durata del decorso dell'infiammazione renale, è possibile ipotizzare a priori che la flora microbica sia multiresistente, la malattia tende ad avere frequenti esacerbazioni e un decorso più grave..

Per i pazienti anziani, viene scelto un farmaco antibatterico tenendo conto della capacità funzionale dei reni, malattie concomitanti.

La cura clinica con remissione di laboratorio incompleta è accettabile (cioè, l'analisi delle urine è accettabile per leucociti e batteri).

I nitrofurani, gli aminoglicosidi, le polimixine nella vecchiaia non sono prescritti.

Riassumendo la revisione dei farmaci antibatterici, notiamo che il miglior antibiotico per la pielonefrite è un farmaco ben scelto che ti aiuterà.

È meglio non affrontare questa attività da soli, altrimenti il ​​danno arrecato al corpo può superare di gran lunga il beneficio.

Il trattamento antibiotico della pielonefrite negli uomini e nelle donne non è fondamentalmente diverso.
A volte ai pazienti viene chiesto di prescrivere loro "antibiotici per la pielonefrite renale di ultima generazione". Questa è una richiesta del tutto irragionevole, ci sono farmaci, la cui assunzione è giustificata per il trattamento di gravi complicanze (peritonite, urosepsi, ecc.), Ma non è in alcun modo applicabile per forme non complicate di infiammazione nei reni.

Quali altri farmaci efficaci ci sono per il trattamento della pielonefrite

Come abbiamo detto sopra, uno schema multicomponente viene utilizzato per trattare la pielonefrite..

Dopo la terapia antibiotica, l'uso di urosettici è giustificato.

I più comunemente prescritti sono:

Palin, Pimidel, Furomag, Furadonin, Nitroxoline, 5-NOC.

Come farmaci di prima linea per la pielonefrite acuta, sono inefficaci, ma come collegamento aggiuntivo, dopo un trattamento adeguato con agenti antibatterici, funzionano bene.

L'uso di urosettici nel periodo autunno-primavera è giustificato, per la prevenzione delle ricadute, poiché gli antibiotici non vengono utilizzati nella pielonefrite cronica. Di solito i farmaci di questo gruppo vengono prescritti in cicli di 10 giorni.

Immunomodulatori

Il lavoro del sistema immunitario nel resistere ai microrganismi che causano l'infiammazione degli organi urogenitali ha un ruolo significativo. Se il sistema immunitario ha funzionato al livello corretto, forse la pielonefrite primaria non ha avuto il tempo di svilupparsi. Quindi, il compito dell'immunoterapia è migliorare la risposta immunitaria del corpo ai patogeni..

A tale scopo vengono prescritti i seguenti farmaci: Genferon, Panavir, Viferon, Kipferon, Cycloferon, ecc..

Inoltre, l'assunzione di multivitaminici con oligoelementi è giustificata.

Il trattamento della pielonefrite acuta con antibiotici può essere complicato dalla candidosi (mughetto), quindi non dobbiamo dimenticare i farmaci antifungini: Diflucan, Flucostat, Pimafucin, Nistatina, ecc..

Farmaci che migliorano la circolazione sanguigna nei reni

Uno degli effetti collaterali del processo infiammatorio è l'ischemia vascolare renale. Non dimenticare che è attraverso il sangue che vengono erogate medicine e sostanze nutritive così necessarie per il recupero..

Per rimuovere le manifestazioni di ischemia, utilizzare Trental, pentossifillina.

Erboristeria o come trattare la pielonefrite con le erbe

Considerando che la pielonefrite dopo gli antibiotici richiede ulteriore attenzione, passiamo alle possibilità della natura.

Anche i nostri lontani antenati utilizzavano varie piante nel trattamento dell'infiammazione renale, poiché già nell'antichità i guaritori possedevano informazioni sugli effetti antimicrobici, antinfiammatori e diuretici di alcune erbe..

Le piante efficaci per l'infiammazione renale includono:

• poligono,
• coda di cavallo,
• Semi di aneto,
• uva ursina (orecchie d'orso),
• erva lanosa, ecc..

È possibile acquistare preparati a base di erbe già pronti dai reni in una farmacia, ad esempio Fitonefrol, Brusniver e preparare come tè in sacchetti filtro.

In alternativa è possibile utilizzare fitopreparati complessi, che includono:

Quando si cura la pielonefrite, non dimenticare la dieta: attribuiscono grande importanza alla corretta alimentazione.

Quali antibiotici dovrebbero essere trattati per la pielonefrite?

Dato che la pielonefrite è causata da un agente infettivo, il trattamento antibiotico farà necessariamente parte di una terapia complessa. Quali farmaci di questo gruppo dovrebbero essere preferiti è deciso dal medico curante sulla base di anamnesi e test di laboratorio. Se il paziente inizia a sviluppare pielonefrite, l'antibiotico deve essere selezionato in modo da estinguere il processo infiammatorio e distruggere il patogeno il prima possibile..

Cosa devi sapere per capire quali antibiotici dovrebbero essere presi per la pielonefrite?

Regole di trattamento

Poiché la causa della malattia è la microflora patogena, la terapia antibiotica è indispensabile. Alcuni pazienti all'inizio della malattia cercano di sopprimere il processo infiammatorio da soli, assumendo farmaci familiari, ascoltando i consigli degli amici o cercando informazioni su Internet. E poi iniziano le lamentele "Ho bevuto antibiotici per una settimana, e solo peggiora". Oppure, all'appuntamento con il medico, il paziente dice "Io stesso ho trovato le pillole migliori per il trattamento e le sto già usando".

I pazienti che prescrivono autonomamente e assumono farmaci in modo incontrollato devono essere consapevoli che quando si sceglie una terapia, il medico curante tiene conto di diversi fattori.

Quindi, prima di tutto, la natura del decorso della malattia è importante. La terapia antibiotica per la pielonefrite acuta e cronica differisce in modo significativo. In caso di patologia acuta, per non sprecare una settimana in esami, il medico sceglie il farmaco con il più ampio spettro di azione, tenendo conto delle malattie concomitanti del paziente.

Nel decorso cronico del processo infiammatorio, gli antibiotici vengono prescritti solo dopo colture batteriologiche. Innanzitutto, la microflora del tratto urinario del paziente viene seminata in laboratorio e viene determinato l'agente patogeno. Quindi, per decidere quali antibiotici tratteranno più efficacemente un particolare paziente, l'agente patogeno viene trattato con farmaci appartenenti a diversi gruppi. Il medico curerà la malattia solo con quei farmaci che erano più attivi contro i patogeni seminati.

La durata della terapia dipende non solo dalla corretta scelta del farmaco, ma anche dalla presenza di malattie e complicazioni concomitanti nel paziente.

Quando prescrive antibiotici per la pielonefrite nelle donne, il medico tiene conto anche della possibilità di infezione nel sistema urinario dai genitali. In questo caso, potrebbero essere necessari ulteriori studi batteriologici o immunologici..

Va tenuto presente che il trattamento antibiotico della pielonefrite è accompagnato da vari cambiamenti nella normale microflora intestinale. Pertanto, durante la terapia, i pazienti devono assumere farmaci probiotici che normalizzano l'equilibrio dei microrganismi saprofiti..

Gruppo di penicillina

La base della terapia farmacologica per la pielonefrite con agenti antibatterici sono ancora i farmaci - derivati ​​della penicillina. Attualmente, questi antibiotici sono utilizzati per l'ultima generazione di pielonefrite renale. Il principio attivo di questi composti ha la più alta attività contro la microflora patogena, che è la causa del processo infiammatorio del tessuto d'organo. L'elenco dei farmaci comunemente usati per l'infiammazione renale include i seguenti farmaci:

  • Flemoxin Solutab. A causa del suo ampio spettro d'azione, Flemoxin ha un effetto battericida sui microrganismi patogeni gram-positivi e gram-negativi. La dose terapeutica giornaliera è compresa tra 0,5 e 2 g Nei casi più gravi il dosaggio può essere aumentato a 3,0 g L'antibiotico va bevuto due volte al giorno ad intervalli regolari per 7-10 giorni;
  • Flemoklav Solutab. Il principio attivo è l'amoxicillina. Quando entra nel corpo, il farmaco distrugge le pareti cellulari dei patogeni e quindi le distrugge completamente. Grazie a questa azione, l'amoxicillina con pielonefrite mostra un'elevata efficienza. Il farmaco viene prescritto 0,5 g tre volte al giorno. Per proteggere le parti superiori del tratto gastrointestinale dagli effetti negativi del farmaco, si consiglia di bere Flemoklav immediatamente prima di mangiare;
  • Amoxiclav. Antibiotico, simile per composizione e azione a Flemoklav. Ma una maggiore concentrazione del principio attivo consente di utilizzare efficacemente questo rimedio nella pielonefrite grave. Il medicinale viene assunto 1,0 g due volte al giorno da 5 a 10 giorni consecutivi;
  • Augmentin. Contiene anche amoxicillina. È altamente attivo non solo in vari microrganismi aerobici, ma anche in quelli anaerobici. Augmentin viene prescritto 1 compressa tre volte al giorno.

I moderni farmaci del gruppo delle penicilline includono l'acido clavulanico, che protegge il principio attivo dagli effetti distruttivi degli enzimi secreti dai patogeni.

Farmaci cefalosporinici

Le cefalosporine sono anche usate per sopprimere la microflora patogena. L'azione battericida si basa sulla distruzione dei patogeni durante la fase di moltiplicazione. Molto spesso, sono le cefalosporine che vengono utilizzate per la pielonefrite. Dato il metodo di somministrazione parenterale, gli antibiotici di questo gruppo sono prescritti in ambiente ospedaliero. Bassa tossicità, ampio spettro di azione e capacità di accumularsi rapidamente nel tessuto renale rendono i seguenti farmaci particolarmente apprezzati nella pratica urologica:

  1. Cefazolin. L'antibiotico è aggressivo contro la maggior parte dei microrganismi patogeni ad eccezione di proteo, virus, micelio fungino, l'agente eziologico della rickettsiosi. La cefazolina viene somministrata per via parenterale - nei muscoli o per via endovenosa. Durante il giorno, il paziente può ricevere 1-4 g di farmaco per 2-4 dosi. La durata della terapia è determinata dal medico curante in base alla gravità della patologia e alle condizioni generali del paziente;
  2. Cefotaxime. La sostanza appartiene alla terza generazione di cefalosporine ed è efficace nei casi di resistenza del patogeno al gruppo delle penicilline. Il medicinale viene usato per via intramuscolare e nella pielonefrite acuta - per via endovenosa. Il farmaco può essere iniettato in vena sia con metodo a goccia che a getto. Iniettare Cefatoxime 1,0 g ogni 12 ore;
  3. Ceftriaxone. Un potente antibiotico ad ampio spettro che raramente causa effetti collaterali. Il medicinale viene prescritto una volta al giorno per 1,0-2,0 g. Dopo che i sintomi della malattia scompaiono, Ceftriaxone deve essere perforato per altri tre giorni.

Per il rapido sollievo di un processo infiammatorio acuto, l'uso di sole cefalosporine di terza generazione è più efficace.

Fluorochinoloni

Sempre più spesso, nel trattamento della pielonefrite, i medici danno la preferenza ai fluorochinoloni. Queste sostanze, a differenza di altri antibiotici, non hanno analoghi naturali. Ciò che li rende così attraenti è la loro elevata aggressività verso la maggior parte dei tipi di microflora patogena, la bassa tossicità per il corpo e la rara comparsa di effetti collaterali. La forma di rilascio in compresse consente l'uso di questi farmaci in ambiente ambulatoriale. Per il trattamento della pielonefrite è giustificato l'uso di fluorochinoloni sia di prima che di seconda generazione. Di questo gruppo, i seguenti sono più spesso assegnati:

  • Ciprofloxacina. In termini di attività antimicrobica, questo antibiotico di prima generazione è 5 volte o più superiore ad altri farmaci in questo gruppo. Pertanto, utilizzando la ciprofloxacina per la pielonefrite, si verifica un effetto terapeutico persistente entro una o due settimane. Il farmaco deve essere assunto due volte al giorno, da 1 a 3 compresse alla volta. Inoltre, in caso di presenza di cistite e altre complicazioni sullo sfondo della pielonefrite nelle donne, il farmaco viene somministrato per via endovenosa;
  • Levofloxacina. Questo fluorochinolone di seconda generazione ha uno spettro d'azione molto ampio. Si nota un'elevata aggressività in relazione non solo alla maggior parte dei tipi di batteri, ma anche a proteine, rickettsia, micobatteri, ureaplasma e molti altri tipi di patogeni di patologia. La levofloxacina aiuterà anche con i processi infiammatori nella ghiandola prostatica negli uomini. L'effetto battericida del farmaco è dovuto a una violazione della struttura della parete cellulare e del citoplasma dei microrganismi. Ma la levofloxacina ha un effetto limitato sugli anaerobi. Bevono il farmaco sotto forma di compressa una volta al giorno alla stessa ora. Il corso del trattamento va da 3 giorni a una settimana e mezza. Se il paziente ha vari disturbi delle capacità funzionali del sistema urinario, la levofloxacina viene prescritta secondo uno schema individuale, compilato sulla base di dati di ricerca biochimica.

Dato l'ampio elenco di effetti collaterali dell'antibiotico, Levofloxacina deve essere assunta solo sotto la supervisione di un medico, osservando rigorosamente i dosaggi selezionati dal medico..

Composti aminoglicosidici

Per il trattamento della pielonefrite grave vengono utilizzati gli aminoglicosidi. Il principio attivo di questi farmaci, che uccide completamente la microflora patogena, indipendentemente dallo stadio del ciclo di vita, ha l'effetto battericida più potente di tutti gli antibiotici. Ciò consente in breve tempo di curare i processi infiammatori del sistema riproduttivo e dei reni nelle donne e negli uomini, anche sullo sfondo dell'immunità soppressa.

  1. Amikacin. Il dosaggio del farmaco viene selezionato individualmente, in base alle condizioni generali del paziente e alla natura del processo patologico. In media, vengono prescritti 10 mg per ogni chilogrammo di peso del paziente al giorno. La quantità calcolata del farmaco viene somministrata in 2-3 dosi durante il giorno. Con la somministrazione endovenosa del farmaco, il corso della terapia dura fino a una settimana. Con iniezione intramuscolare - fino a 10 giorni;
  2. Gentamicina. Il farmaco è il più aggressivo contro la microflora gram-positiva e gram-negativa, anche contro i loro ceppi resistenti ad altri gruppi di antibiotici. Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare alla velocità di 3-5 mg per chilogrammo di peso del paziente due o tre volte al giorno. Il corso del trattamento è di 10 giorni.

Data l'elevata tossicità dei composti aminoglicosidici, gli antibiotici di questo gruppo vengono utilizzati solo per la pielonefrite complicata.

Gruppo 8-idrossichinolina

Il farmaco più comunemente usato in questo gruppo è la nitroxolina (5-NOK). Quando entra nel corpo, il principio attivo attivo distrugge non solo i batteri, ma anche funghi e protozoi. Inoltre, il farmaco ha un effetto batteriostatico, sopprimendo la riproduzione dei microrganismi mediante l'inibizione della sintesi del DNA.

5-NOC è utilizzato con successo non solo per il trattamento della pielonefrite acuta, ma anche a scopo profilattico nella forma cronica della malattia.

La dose terapeutica è da 1 a 2 compresse ogni 8 ore. Con l'uso costante per il trattamento di condizioni acute, il medicinale può essere bevuto per non più di un mese. Per prevenire il ripetersi della patologia, l'antibiotico viene prescritto in cicli di 2 settimane, seguito da un intervallo di due settimane. In questo caso, 5-NOC può essere bevuto tutto l'anno. A causa della scarsa conoscenza della farmacocinetica, la nitroxolina è utilizzata solo per il trattamento degli adulti.

Preparazioni di nitrofurano

I medicinali di questo gruppo, pur fornendo anche un'azione batteriostatica e battericida, hanno la potenza minore di tutti i farmaci antibatterici. L'elevata efficienza di questi agenti nel trattamento della pielonefrite acuta è possibile solo se l'agente patogeno è sensibile al principio attivo. Pertanto, questi farmaci sono più spesso utilizzati nella pielonefrite cronica per prevenire le esacerbazioni della malattia. Inoltre, i nitrofurani possono essere utilizzati per prevenire lo sviluppo di patologie in operazioni urologiche minori..

L'elenco dei farmaci più comuni in questo gruppo include:

  • Furadonin. Con uno scopo terapeutico, il medicinale deve essere bevuto con pielonefrite 3-4 volte al giorno da una a tre compresse per dose. Per la profilassi, il farmaco viene prescritto alla dose di 1 mg per 1 kg di peso del paziente al giorno;
  • Furazolidone. Oltre all'effetto battericida e batteriostatico, questo farmaco stimola anche il sistema immunitario, il che aumenta significativamente l'efficacia del trattamento. A scopo terapeutico, Furazolidone viene assunto 2 compresse 4 volte al giorno per una settimana e mezza. Il corso preventivo dura fino a un anno, durante il quale l'agente viene assunto in cicli di 5-6 giorni con un intervallo di tre giorni.

Carbopenems

Ma quale antibiotico ha il più ampio spettro d'azione e la maggiore aggressività contro la maggior parte dei patogeni? Tali proprietà sono presenti nei farmaci del gruppo carbopenem: Meropenem, Ertapenem e altri. L'aggressività di questi agenti in relazione alla microflora patogena è decine di volte maggiore dell'effetto delle cefalosporine. Solo la clamidia e gli stafilococchi resistenti alla meticillina mostrano resistenza ai carbopeni.

Tutti i medicinali di questo gruppo vengono somministrati per via parenterale, endovenosa o intramuscolare, in ambiente ospedaliero. Questo perché tutti questi farmaci possono causare gravi effetti collaterali indesiderati da tutti gli organi e sistemi del corpo. Inoltre, non vale categoricamente l'uso di farmaci di questo gruppo nelle donne durante la gravidanza e l'allattamento..

Un antibiotico carbopen viene utilizzato per la pielonefrite nei seguenti casi:

  • decorso estremamente grave della malattia che minaccia la vita del paziente;
  • con l'inefficacia dei farmaci antibatterici di altri gruppi prescritti dal medico;
  • in situazioni in cui diversi agenti patogeni sono la causa della malattia.

Per determinare con precisione la scelta dell'antibiotico più efficace, il medico può prescrivere uno studio batteriologico per la sensibilità a vari gruppi di farmaci..

Altri medicinali

Sono anche popolari gli antibiotici per il trattamento della pielonefrite appartenenti ad altri gruppi. Quindi, la causa della malattia può essere patogeni a trasmissione sessuale: Trichomonas, lamblia, ameba e altri microrganismi patogeni.

In questi casi, i medici prescrivono più spesso il metronidazolo. Il farmaco viene utilizzato sotto forma di compresse o soluzioni per iniezione. Se assunto per via orale, dovresti bere il medicinale in un dosaggio da 250 mg a 400 mg alla volta due volte al giorno per una settimana e mezza. Fino al recupero finale, tali corsi vengono eseguiti più volte con un intervallo di 10 giorni. Se il metronidazolo viene somministrato come contagocce, la velocità di somministrazione del farmaco non deve essere superiore a 30 ml al minuto. Una singola dose per somministrazione endovenosa è compresa tra 0,5 e 1,0 g quattro volte al giorno per una settimana.

I farmaci antimicrobici per la pielonefrite non possono essere assunti dai pazienti da soli. Eventuali farmaci antibatterici devono essere selezionati solo dal medico curante. Altrimenti, puoi provocare lo sviluppo di complicazioni fino all'insufficienza renale. Con l'autotrattamento di una malattia acuta, è possibile un'infiammazione cronica..

Quali antibiotici sono usati per trattare la pielonefrite

La pielonefrite è un'infiammazione infettiva di uno o entrambi i reni. Il trattamento della malattia è complesso. Il cardine della terapia sono gli antibiotici per la pielonefrite. La scelta di un agente antibatterico si basa sulla sensibilità dell'agente patogeno e su altri fattori determinati dal medico. La priorità sono gli antibiotici con una buona efficacia dimostrata e effetti collaterali minimi.

  1. Sono necessari farmaci antibatterici?
  2. I principali gruppi di antibiotici per la pielonefrite acuta
  3. Fluorochinoloni
  4. Penicilline
  5. Cefalosporine
  6. Aminoglicosidi
  7. Carbapenemi
  8. Sulfonamidi
  9. Nitrofurani
  10. Derivati ​​dell'8-idrossichinolina
  11. Quali antibiotici sono usati per trattare la pielonefrite cronica: un elenco
  12. Funzionalità dell'applicazione
  13. Nelle persone anziane
  14. Nelle donne durante la gravidanza
  15. Nei bambini
  16. Regole generali di ammissione
  17. Possibili complicazioni dopo gli antibiotici
  18. Precauzioni

Sono necessari farmaci antibatterici?

Eventuali malattie dei reni e della vescica di natura batterica devono essere trattate con antibiotici. I pazienti spesso iniziano i farmaci quando hanno sintomi di malattia renale da soli, con conseguente peggioramento.

Gli antibiotici sono prescritti solo dai medici, poiché le infezioni del tratto urinario possono essere asintomatiche per lungo tempo con il regime di trattamento sbagliato, causando complicazioni nel tempo.

In un esame del sangue, un aumento dei leucociti (principalmente neutrofili) indica un'infiammazione batterica. L'agente eziologico della pielonefrite è il più delle volte gli enterobatteri e altri microrganismi intestinali. Ciò è spiegato dalla vicinanza del retto e dell'uretra. I batteri dell'intestino possono entrare nel tratto urinario ascendendo, causando infiammazione.

I principali gruppi di antibiotici per la pielonefrite acuta

Il trattamento per la pielonefrite acuta è con antibiotici. Prima si inizia la terapia, più velocemente verrà soppressa l'infezione e minore sarà il rischio che la pielonefrite acuta diventi una forma cronica della malattia. Gruppi di antibiotici con un alto livello di evidenza vengono utilizzati per le infezioni del tratto urinario.

Fluorochinoloni

Questi antibiotici sono i farmaci di scelta per la pielonefrite. I principali rappresentanti di questo gruppo:

  • Ciprofloxacina;
  • Levofloxacina;
  • Norfloxacin;
  • Ofloxacin;
  • Pefloxacina.

I fluorochinoloni non possono essere utilizzati per il trattamento della pielonefrite nei pazienti di età inferiore ai 18 anni: interrompono lo sviluppo del tessuto cartilagineo. Il loro uso è possibile solo nei casi in cui altri farmaci sono indispensabili e i benefici dell'uso sono superiori al rischio di reazioni avverse..

I fluorochinoloni sono controindicati nelle donne in gravidanza a causa dei loro effetti teratogeni (danno al feto in via di sviluppo).

Il dosaggio e la frequenza di ammissione sono determinati dal medico dopo l'esame.

Anche l'acido nalidixico appartiene alla classe dei chinoloni. Nella pielonefrite acuta negli adulti non viene utilizzato e durante l'infanzia è completamente controindicato a causa del frequente verificarsi di reazioni indesiderate.

Penicilline

Alcuni farmaci in questo gruppo, prescritti per la pielonefrite:

  • Benzilpenicillina (la principale penicillina naturale);
  • Ampicillina;
  • Amoxicillina;
  • Oxacillina;
  • Ticarcillina.

Per la pielonefrite, è meglio usare aminopenicilline protette: amoxicillina in combinazione con acido clavulanico (un inibitore della beta-lattamasi). Caratteristiche della nomina di penicilline e altri antibiotici: nei casi più gravi, vengono prescritte iniezioni per l'infiammazione dei reni, con un decorso più leggero, le capsule possono essere dispensate.

Spesso c'è una reazione allergica alle penicilline, quindi il medico chiede sempre a una persona se è mai stato trattato con antibiotici e quali. Se in precedenza sei stato allergico alle penicilline, devi prescrivere un altro agente antibatterico.

Cefalosporine

Sono usati come terapia alternativa per la pielonefrite. Esistono cinque generazioni di cefalosporine:

  1. Cephalexin, Cefazolin. La generazione più vecchia, i farmaci non sono praticamente utilizzati al momento.
  2. Cefuroxime, Cefaclor.
  3. Cefotaxime, Ceftriaxone - alta attività contro i batteri gram-negativi.
  4. Cefepim, Cefpirome.
  5. Ceftobiprol - gli antibiotici per la pielonefrite renale di ultima generazione sono prescritti per la resistenza dei microrganismi ad altri farmaci antibatterici.

Molto spesso, le cefalosporine della 2a e 3a generazione vengono utilizzate nel trattamento dell'infiammazione renale. Le iniezioni per la pielonefrite per l'intero periodo di trattamento sono prescritte per il decorso grave. Di solito, la somministrazione parenterale del farmaco (iniezioni, contagocce) si verifica all'inizio della malattia (i primi 2-3 giorni) fino a quando la temperatura corporea non torna alla normalità. Quindi passano alle forme orali (capsule, compresse) fino al completo recupero.

Aminoglicosidi

Questo gruppo di antibiotici viene utilizzato per la pielonefrite grave. Questa classe di agenti antibatterici include:

  • Amikacin;
  • Tobramicina;
  • Gentamicina;
  • Neomicina;
  • Netilmicin.
Bisogna fare attenzione quando si prescrivono questi farmaci, poiché hanno effetti collaterali caratteristici. Danneggiano i reni e le orecchie. Ciò è dovuto al fatto che si accumulano nella corteccia dei reni e nelle strutture dell'orecchio interno..

Carbapenemi

Questi antibiotici dovrebbero essere presi solo per la pielonefrite grave. I carbapenemi sono farmaci di riserva. Sono usati raramente come terapia di primo stadio (ad eccezione della resistenza del microrganismo ad altri antibiotici). Rappresentanti di questa classe: Doripenem, Meropenem, Imipenem.

Sulfonamidi

Attualmente sono usati raramente, poiché per un lungo periodo di tempo i microrganismi hanno sviluppato resistenza. Inoltre, questi antibiotici sono molto tossici per il corpo..

La terapia antibiotica per la pielonefrite con sulfonamidi è controindicata in gravidanza e in allattamento.

  • Cotrimossazolo;
  • Mafenid;
  • Sulfacarbamide.

Nitrofurani

Sono agenti antimicrobici - derivati ​​del 5-nitrofurano. Alla domanda su quali antibiotici bere per la pielonefrite, la risposta non è sicuramente nitrofurani. Non creano alte concentrazioni nel tessuto renale, quindi sono inefficaci nell'infiammazione delle vie urinarie. Il loro svantaggio è che questi fondi non hanno forme parenterali..

La classe dei nitrofurani comprende:

  • Nitrofurale (furacilina);
  • Furazidina;
  • Furazolidone;
  • Nitrofurantoina.

Le reazioni avverse durante l'assunzione sono spesso: il danno più comune al fegato, sistema nervoso, sangue, sistema respiratorio (edema polmonare).

Derivati ​​dell'8-idrossichinolina

Antibiotici molto efficaci per l'infiammazione dei reni. Questa classe include:

  • Nitroxolina;
  • Hiniophone;
  • Quinosol;
  • Chlorquinaldol;
  • Enteroseptol.

Tra gli effetti collaterali, i più tipici per i derivati ​​dell'8-idrossichinolina:

  • neuropatia dei nervi periferici (debolezza, intorpidimento degli arti, sensazione di freddo);
  • mielopatia (ridotta attività motoria dovuta a problemi al midollo spinale);
  • danni al nervo ottico.
Per prevenire effetti dannosi, non è necessario superare la durata del trattamento e il dosaggio di questi fondi.

Quali antibiotici sono usati per trattare la pielonefrite cronica: un elenco

L'esacerbazione della pielonefrite cronica, come la forma acuta, deve essere trattata con agenti antibatterici. I farmaci di prima linea sono fluorochinoloni, cefalosporine di seconda e terza generazione e penicilline protette:

  • Lomefloxacina;
  • Pefloxacina;
  • Ciprofloxacina;
  • Sparfloxacina;
  • Moxifloxacina;
  • Amoxiclav;
  • Cefuroxime;
  • Cefaclor;
  • Ceftriaxone.

Funzionalità dell'applicazione

Gli agenti antibatterici hanno le loro caratteristiche caratteristiche se usati in varie categorie di pazienti..

Nelle persone anziane

Nella vecchiaia, negli uomini e nelle donne, i processi metabolici nel corpo diminuiscono, il fegato ei reni non espellono i prodotti del metabolismo dei farmaci con la rapidità necessaria. Pertanto, gli antibiotici vengono trattenuti nel corpo per un periodo più lungo, aumenta la probabilità di reazioni avverse. Questo viene preso in considerazione quando si prescrive il trattamento: è necessario iniziare con i dosaggi minimi, è imperativo diagnosticare malattie del fegato e insufficienza renale.

Nelle donne durante la gravidanza

Con la pielonefrite non complicata delle donne in gravidanza, vengono trattate in regime ambulatoriale se non vi è alcuna minaccia di interruzione. La durata del ciclo di trattamento è la stessa delle donne non gravide - 7-14 giorni, a seconda della gravità dell'infiammazione.

La terapia si basa su penicilline protette (Amoxiclav), cefalosporine di 2a e 3a generazione, gli aminoglicosidi sono utilizzati per motivi di salute. Tutti gli altri antibiotici per la pielonefrite nelle donne nella posizione sono controindicati.

Nei bambini

Per il trattamento della pielonefrite nei bambini, i gruppi di agenti antibatterici più adatti sono le penicilline e le cefalosporine. Hanno meno probabilità di causare reazioni collaterali rispetto ad altri antibiotici, quindi il loro uso è più sicuro.

All'inizio della terapia, i farmaci vengono prescritti iniezioni (2-3 giorni) e quindi possono essere utilizzati in compresse.

Regole generali di ammissione

La terapia antibiotica per la pielonefrite viene prescritta solo dopo aver identificato l'agente eziologico della malattia. Questo può essere fatto inoculando l'urina, dove allo stesso tempo i microbiologi determineranno la sensibilità dell'agente patogeno agli antibiotici.

È importante non utilizzare farmaci di riserva all'inizio del trattamento, poiché di solito sono altamente tossici e dovrebbero essere usati solo con alcuni patogeni (ad esempio, con infezione nosocomiale).

Il trattamento della pielonefrite senza complicanze viene effettuato su base ambulatoriale (a casa) rigorosamente secondo la prescrizione del medico. Bevanda antibiotica 10-14 giorni.

Per il trattamento della pielonefrite non vengono utilizzati farmaci che hanno un effetto negativo sui reni (aminoglicosidi). Per il trattamento della pielonefrite complicata, è possibile una combinazione di antibiotici di più gruppi contemporaneamente.

Possibili complicazioni dopo gli antibiotici

Le conseguenze indesiderabili dell'uso, caratteristiche di tutti gli agenti antibatterici, sono la disbiosi del tratto intestinale e dei genitali, diminuzione dell'immunità.

Alcuni antibiotici hanno un effetto negativo sulla formazione del sangue, sui reni, sul sistema nervoso, sul fegato e su altri organi. Questo deve essere preso in considerazione prima di iniziare il trattamento, conoscere lo stato del corpo prima di iniziare la terapia e controllare la funzione degli organi nel processo.

Precauzioni

Il trattamento della pielonefrite a casa viene effettuato solo sotto la supervisione di un medico. Sarà in grado di valutare l'efficacia degli antibiotici, se necessario, regolare il regime terapeutico. Anche la domanda su quali antibiotici trattare la pielonefrite è meglio chiedere a uno specialista, perché in base ai risultati dei test, selezionerà il miglior farmaco in una particolare situazione. Una reazione allergica a qualsiasi farmaco del gruppo di agenti antibatterici è una controindicazione all'uso di qualsiasi farmaco di questa classe. Pertanto, gli esperti non li prescrivono per il trattamento, ma selezionano un altro antibiotico.

Antibiotici per pielonefrite: tipi e panoramica

Come funzionano gli antibiotici?

La causa della pielonefrite sono i batteri. Nel 90% dei casi, la malattia è causata da E. coli. Ma gli agenti patogeni possono essere i seguenti:

  • stafilococchi;
  • streptococchi;
  • enterococchi;
  • klebsiella;
  • protea;
  • Pseudomonas aeruginosa;
  • enterobatteri.

Gli antibiotici per la pielonefrite sopprimono l'attività della flora batterica, possono avere un effetto battericida o batteriostatico. Nei casi più gravi della malattia vengono utilizzate combinazioni di diversi gruppi. Dopo che i farmaci antibatterici uccidono tutti i batteri, l'infiammazione diminuisce e si verifica il recupero..

È importante che dopo un ciclo di trattamento, non solo i batteri patogeni muoiano, ma anche i loro prodotti di scarto vengano rimossi dal corpo, che hanno un effetto tossico. Le sostanze antibatteriche non si accumulano nel corpo, vengono escrete con l'urina.

Gli antibiotici di diversi gruppi sono più efficaci per il trattamento della pielonefrite:

  • penicilline;
  • cefalosporine;
  • fluorochinoloni;
  • carbapenemi;
  • aminoglicosidi.

I primi 2 gruppi di farmaci sono più spesso prescritti.

Quando si sceglie un medicinale per la pielonefrite, la condizione principale è la sicurezza. L'agente non dovrebbe avere un effetto negativo sui reni, è completamente escreto nelle urine. Deve avere un effetto battericida, essere attivo contro la maggior parte dei tipi di microrganismi patogeni.

La pielonefrite viene spesso trattata con i seguenti antibiotici:

  • cefalosporine - Ceftriaxone e Cefotaxime;
  • penicilline - Ampicillina e Afloxicillina;
  • fluorochinoloni - Ofloxacin e Ciprofloxacin;
  • aminoglicosidi - Gentamicina;
  • macrolidi: azitromicina, claritromicina.

I farmaci di quest'ultimo gruppo sono potenti, ma tossici..

Penicilline

Questi sono i farmaci più antichi ma meno tossici. Ecco perché sono prescritti per bambini e donne incinte. Mostrano un'elevata efficienza nel trattamento della pielonefrite, hanno un ampio spettro di azione.

Questo gruppo provoca spesso reazioni collaterali sotto forma di allergie..

Elenco degli antibiotici:

  • Amoxicillina.
  • Flemoxin Solutab.
  • Amoxiclav.
  • Augmentin.
  • Flemoklav Solutab.

I prodotti sono disponibili sotto forma di compresse, polvere per somministrazione orale e preparazione di una soluzione iniettabile.

Cefalosporine

Con l'aiuto di farmaci in questo gruppo, puoi trattare la pielonefrite lieve e grave. Nel primo caso sono adatti Cefaclor e Cefuroxime. Nei casi gravi, la pielonefrite deve essere trattata con compresse di Cefixim, iniezioni di ceftriaxone.

Le cefalosporine hanno meno probabilità di causare reazioni allergiche rispetto alle penicilline, alcune possono essere utilizzate dalla nascita.

Vengono utilizzati anche Pantsef, Suprax e Ceforal Solutab..

Carbapenemi

Questi sono rappresentanti del gruppo β-lattamico. Sono efficaci contro ceppi batterici resistenti e sono prescritti solo dopo i dati del serbatoio di coltura delle urine.

I carbapenemi colpiscono i microrganismi anaerobi, gram-positivi e gram-negativi: stafilococchi, streptococchi, meningococchi, gonococchi, enterobatteri.

Rappresentanti di questo gruppo:

  • Doripenem.
  • Meronem.
  • Meropenem.
  • Inwanz.
  • Cyronem.

Gli effetti collaterali sono rari, il principale effetto negativo è l'allergia.

Monobactams

Appartengono al gruppo β-lattamico, ma presentano differenze significative rispetto ad altri rappresentanti. Sono attivi solo contro la flora gram-negativa. I batteri Gram-positivi e anaerobici sono resistenti all'azione antibiotica.

I monobactam sono usati estremamente raramente, solo in caso di gravi condizioni dei pazienti. Il vantaggio dell'utilizzo è che raramente causano reazioni allergiche..

I monobactams includono Aztreabol, Aztreons e Aznam.

Tetracicline

Le tetracicline hanno un effetto batteriostatico, in alcuni casi battericida. I farmaci differiscono per la loro forza d'azione e il tasso di escrezione dal corpo. Hanno una vasta gamma di effetti. Nell'attività contro i batteri gram-positivi, sono più deboli delle penicilline. Il loro effetto può essere paragonato a quello della levomicetina.

I medicinali di questo gruppo non sono usati per i bambini di età inferiore a 8 anni..

Rappresentanti popolari delle tetracicline:

  • Tetraciclina.
  • Ossitetraciclina.
  • Clortetraciclina.
  • Doxiciclina.
  • Minoleksin.
  • Tigacil.

Aminoglicosidi

Più spesso utilizzato nei casi gravi. Raramente causano reazioni allergiche, ma è importante il dosaggio corretto. Dosi eccessive possono causare effetti tossici. Hanno una maggiore nefrotossicità, un'alta probabilità di effetti collaterali.

La dose per bambini è calcolata individualmente dal dottore..

I medicinali hanno un effetto battericida, sono attivi contro i batteri gram-negativi aerobici. Elenco degli antibiotici:

  • 1a generazione: streptomicina, neomicina, kanamicina;
  • 2a generazione: gentamicina, tobramicina;
  • 3a generazione - Amikacin.


Gli aminoglicosidi sono spesso usati come parte di una terapia complessa in combinazione con penicilline e cefalosporine. Le iniezioni vengono somministrate 2-3 volte al giorno..

Lincosammine

I farmaci di questo gruppo hanno uno spettro d'azione ristretto, quindi vengono utilizzati estremamente raramente. Sono efficaci nella pielonefrite causata da cocchi gram-positivi, così come nella flora non sporigena. In caso di infezioni da stafilococco, i microrganismi sviluppano rapidamente resistenza.

Le lincosamine mostrano un'azione batteriostatica, in alte concentrazioni - battericida.

Preparazioni:

  • Lincomicina.
  • Clindamicina.

I medicinali sono disponibili sia in forma orale che parenterale.

Fosfomicine

Questi sono derivati ​​dell'acido fosfonolico. Hanno una vasta gamma di effetti. Si tratta di potenti medicinali che in breve tempo portano alla morte dei batteri..

Le fosfomicine hanno un effetto battericida, agiscono contro i microrganismi gram-positivi e gram-negativi. Inefficace per flora anaerobica, infezioni da enterococco e streptococco.

I farmaci di questo gruppo sono utilizzati per il decorso non complicato della malattia, sono controindicati in caso di allergia alla fosfomicina. Rappresentanti di questo gruppo:

  • Monurale.
  • Fosforo.
  • Ecofomurale.
  • Urofoscin.

Il principio attivo è la fosfomicina trometamolo.

Levomicetina

I farmaci hanno una vasta gamma di effetti, ma sono sempre meno utilizzati nel trattamento delle malattie infettive. Prima dell'avvento degli antibiotici più moderni, la levomicetina era popolare, veniva utilizzata nel trattamento di eventuali infezioni del sistema urinario.

Ora il suo significato è passato in secondo piano. Ma rispetto alle tetracicline, quando si utilizza la levomicetina, c'è meno probabilità di formazione di resistenza al principio attivo.

Lo svantaggio è l'effetto terapeutico imprevedibile.

Una panoramica degli antibiotici per la pielonefrite

Quando si prescrive un trattamento antibiotico per la pielonefrite, un ruolo importante è giocato dalla sua forma e dall'appartenenza al gruppo. La terapia varia a seconda che il processo infiammatorio sia acuto o cronico. Si presta attenzione a selezionare un rimedio per gruppi speciali di pazienti, che includono donne incinte e bambini..

In forma cronica

La pielonefrite cronica è più difficile da trattare rispetto alla forma acuta. Molto spesso vengono utilizzati farmaci dei seguenti gruppi:

  • penicilline;
  • tetracicline;
  • cefalosporine.

Gli antibiotici più efficaci per la pielonefrite renale mostrano antibiotici di ultima generazione. Sono più efficaci e meno tossici.

Per la pielonefrite a casa, puoi assumere i seguenti farmaci:

  • Augmentin. È analogo ad Amoxiclav, il principio attivo è l'amoxicillina e l'acido clavulanico. Spesso provoca diarrea.
  • Cifran, un farmaco a base di ciprofloxacina, uno dei più apprezzati del gruppo dei fluorochinoloni.
  • Nolicina Un farmaco del gruppo dei fluorochinoloni di seconda generazione.
  • Ciprofloxacina Un farmaco del gruppo dei fluorochinoloni, esistono forme per uso orale e parenterale.

Nevigramon e 5-NOK sono usati per prevenire le ricadute.

In forma acuta

Nella pielonefrite acuta, la preferenza è data alle forme di farmaco iniettabili. I farmaci più comunemente usati sono le cefalosporine e le penicilline. Gli antibiotici in forma acuta dovrebbero avere una tossicità minima e il massimo effetto terapeutico.

Come adiuvante, la levomicetina può essere prescritta sotto forma di compresse.

Vengono utilizzati i seguenti medicinali:

  • Amoxicillina Questa è la penicillina più richiesta, ha una buona tolleranza e biodisponibilità.
  • Cefamandolo, antibiotico per uso parenterale.
  • Ceftriaxone. Farmaco di terza generazione, disponibile in polvere per soluzione iniettabile.

Per bambini

Il corpo del bambino è sensibile agli effetti tossici degli antibiotici, pertanto i farmaci più delicati sono selezionati per i bambini. Il dosaggio viene regolato in base all'età e al peso del bambino.

Molto spesso, la terapia viene eseguita con cefalosporine. Questo può essere Cefotaxime, Ceftriaxone e Cefodex. Questi farmaci antibatterici vengono somministrati per via intramuscolare. A casa, puoi usare Cedex o Suprax. Utilizzato anche Ampicillina, Augmentin, Carbenicillina, Amoxiclav.

Nei casi più gravi della malattia, possono ricorrere a farmaci più forti, ad esempio, aminoglicosidi (gentamicina) o macrolidi (Sumamed).

Per le donne incinte

Durante la gravidanza, le donne devono spesso assumere antibiotici per la cistite e la pielonefrite, poiché queste due malattie sono comuni tra le donne in gravidanza. Vale la pena assumere farmaci solo sotto la stretta supervisione di un medico..

Non sono prescritti farmaci del gruppo dei fluorochinoloni, sulfamidici e tetracicline. In rari casi, è possibile utilizzare Monural.

Un elenco di antibiotici per la pielonefrite nelle donne in gravidanza:

  • Kanephron. Farmaco antibatterico a base di erbe.
  • Fitolisina. Un prodotto a base di estratto di mirtillo rosso. Efficace contro Escherichia coli.
  • Cyston. Un preparato a base di erbe, ha un effetto battericida e batteriostatico contro i batteri gram-negativi.
  • Amoxicillina.
  • Amoxiclav

Il regime di trattamento è prescritto da un nefrologo. La preferenza è data ai medicinali a base di erbe e ai farmaci del gruppo delle penicilline.

Principi generali di applicazione

La pielonefrite viene trattata solo dopo l'esame. In presenza di gravi malattie sistemiche, vengono selezionati farmaci che hanno un effetto negativo minimo. Il trattamento per il deflusso di urina alterato inizia con il suo recupero con l'introduzione di un catetere o il posizionamento di uno stent.

Gli antibiotici per la pielonefrite vengono selezionati dopo un antibioticogramma, in base ai cui risultati è possibile determinare la sensibilità di vari batteri ai componenti attivi dei farmaci.

Fino a quando non si ottengono i risultati della vasca di semina, vengono prescritti farmaci di un ampio spettro d'azione, che colpiscono sia i batteri gram-positivi che quelli gram-negativi. In un ambiente ospedaliero, con un decorso grave della malattia, gli antibiotici vengono somministrati per via endovenosa o intramuscolare. Questo metodo di applicazione è più efficace nelle gravi condizioni del paziente, poiché aumenta la biodisponibilità dei farmaci..

Per ottenere un effetto terapeutico pronunciato, è necessaria una terapia complessa. Insieme ad antibiotici, epatoprotettori, soluzioni saline di glucosio, dovrebbero essere usati diuretici.

La durata del trattamento antibiotico è fino a 10-14 giorni. Con un'esacerbazione della pielonefrite cronica, possono essere necessari diversi corsi, della durata fino a 2-3 settimane.

La terapia a lungo termine è indesiderabile, poiché l'efficacia del farmaco diminuisce, quindi, per il trattamento efficace di un processo infiammatorio cronico, è necessario modificare diversi gruppi di farmaci. La sequenza è la seguente:

  • penicilline;
  • cefalosporine;
  • macrolidi.

Per il periodo di trattamento, è indicata una bevanda abbondante, la preferenza dovrebbe essere data ai decotti con effetto diuretico e battericida.

Con la pielonefrite, il sistema pielocaliceale e il parenchima renale sono coinvolti nel processo infettivo e infiammatorio. Se il trattamento antibiotico non viene iniziato in tempo, si sviluppano gravi complicazioni, ad esempio insufficienza renale, ipertensione arteriosa, cicatrici, ascessi o foruncoli renali, avvelenamento del sangue.

Autore: Oksana Belokur, dottore,
appositamente per Nefrologiya.pro

Video utile sugli antibiotici per la pielonefrite

Elenco delle fonti:

  • NEL. Zakharova, N.A. Korovin, I.E. Danilova, E.B. Mumladze. Terapia antibiotica per la pielonefrite. Nel mondo della droga. N. 3 - 1999.
  • C. Tenover. Il problema globale della resistenza antimicrobica. Giornale medico russo. Vol.3, N4. 1996.217-219
  • I.P. Zamotaev. Farmacologia clinica di antibiotici e tattica della loro applicazione. Mosca, 1978.
  • O. L. Tiktinsky, S.N. Kalinin. Pielonefrite. SPbMAPO. Stampa dei media. - p. 240-1996.
  • Derevianko I.I. Chemioterapia antibatterica moderna della pielonefrite: Diss. doct. miele. scienze. - M., 1998.