Trattamento antibiotico della pielonefrite

La pielonefrite è una delle malattie renali più comuni. Questa è un'infiammazione dei reni causata dai batteri. Molto spesso, la pielonefrite colpisce i bambini di 7-9 anni, le ragazze e le donne che sono sessualmente attive. Nei bambini, la malattia è dovuta alla necessità di adattare il proprio apparato urinario alle nuove condizioni (cioè alla scuola), nonché alle specificità della struttura anatomica. Anche gli uomini con adenoma prostatico soffrono della malattia.

Sintomi di pielonefrite

I sintomi standard della pielonefrite sono mal di testa, temperatura 38-39, brividi, dolore muscolare, dolore lombare doloroso, bruciore di stomaco, pelle pallida. Se compaiono questi sintomi, dovresti consultare urgentemente il tuo medico che eseguirà i test e prescriverà il corretto corso di trattamento.

La pielonefrite lieve viene solitamente trattata a casa. Al paziente viene prescritta una dieta, riposo a letto e assunzione di farmaci antibatterici in compresse o iniezioni. Le forme complicate della malattia possono creare enormi problemi, ad esempio, nella forma acuta di pielonefrite, la temperatura sale a 40 gradi e compaiono brividi, anche dolori muscolari e vomito sono caratteristici. I sintomi sono simili a malattie come appendicite, colecistite e altri, quindi è molto importante diagnosticare correttamente la malattia.

Funzione antibiotica

Gli antibiotici per la pielonefrite hanno lo scopo di inibire o aumentare l'attività dei microrganismi, cioè attenuano o stimolano lo sviluppo di batteri. Con la pielonefrite, il medico prescrive antibiotici in compresse o iniezioni, che non hanno effetti tossici e non danneggiano i reni. Non è facile identificare l'agente eziologico della pielonefrite. Per fare ciò, è necessario condurre una serie di test che mostreranno le condizioni dei reni e la loro capacità funzionale, nonché l'efficienza delle vie urinarie..

Sondaggio

Prima di iniziare il trattamento, uno specialista è obbligato a condurre un esame in cui identificherà l'agente eziologico della malattia. L'esame batteriologico delle urine è obbligatorio. Sebbene non offra una grande garanzia per l'identificazione del microrganismo, aiuterà a trovare la causa della malattia. La forma cronica o acuta di pielonefrite dipende direttamente dal metodo di trattamento.

Anche l'assunzione di antibiotici in pillole o iniezioni, così come la riabilitazione dopo il trattamento, sono diversi. Il trattamento della forma acuta di pielonefrite dovrebbe portare alla normalizzazione del deflusso di urina e all'auto-escrezione dei microbi dal corpo.

Un altro fattore importante nel trattamento delle malattie croniche è la prevenzione di future esacerbazioni. Nel 90% dei casi, l'agente eziologico della malattia è l'Escherichia coli, pertanto il trattamento con agenti antibatterici dovrebbe mirare a combatterlo..

Trattamento

Dopo i test, il medico prescrive un trattamento antibiotico. Molto spesso si distinguono 4 gruppi di antibiotici. Sono estremamente efficaci e non tossici per il paziente..

Gruppi aminopenicillina

Questi sono penicillina e amoxicillina. Hanno un'ottima tolleranza e sono prescritti anche alle donne in gravidanza, inibiscono l'azione dei batteri, ma con un uso prolungato sono possibili sintomi come nausea, vomito, perdita di appetito e vertigini. Di norma, questi sintomi scompaiono dopo il completamento del corso. Sono possibili anche infiammazione della pelle e prurito..

Farmaci antibatterici aminoglicosidici

Sono altamente nefrotossici e hanno forti proprietà antimicrobiche. Molto spesso, l'udito si deteriora quando vengono presi, quindi non sono prescritti per gli anziani. Si osservano anche aumento della sete e diminuzione della produzione di urina. Le donne incinte vengono dimesse con cautela, poiché il farmaco passa facilmente attraverso la placenta e può influire negativamente sul feto. Questi farmaci possono essere presi non più di una volta all'anno, ma l'efficacia di questo tipo di antibiotico è molto alta.

Fluorochinoloni

Con una forma complicata della malattia, vengono prescritti fluorochinoloni. Sono prescritti sotto forma di iniezioni, che dovrebbero essere somministrate due volte al giorno. Hanno una bassa tossicità e non causano effetti collaterali. Tale trattamento accelera significativamente il trattamento della pielonefrite, ma ai bambini sotto i 16 anni e alle donne incinte è vietato assumere il farmaco. Questo antibiotico penetra nei tessuti colpiti dai batteri e inibisce la crescita dei microbi.

Cefalosporine

Tali farmaci sono prescritti sotto forma di iniezioni, sono a bassa tossicità e vengono utilizzati per circa due settimane. Il farmaco è uno dei più sicuri, non ha effetti collaterali ed è rapidamente escreto dal corpo..

Più comunemente usato

Oggi viene utilizzato più spesso il gruppo di farmaci fluorochinolonici. Sono a bassa tossicità e non causano complicazioni e sono ben tollerati dai pazienti. Tuttavia, il farmaco è vietato ai bambini di età inferiore ai 18 anni, poiché le sostanze in esso contenute influenzano il periostio e il pericondrio, che promuove la crescita e lo sviluppo delle ossa. Ciò significa che il farmaco rallenterà la crescita delle ossa lunghe dello scheletro..

I farmaci in questo gruppo non dovrebbero essere presi per infezioni lievi. La norfloxacina è più spesso utilizzata nel trattamento della cistite, poiché è più difficile per essa che per altri farmaci penetrare nei tessuti. Le forme lievi di pielonefrite sono trattate con i seguenti farmaci:

  • Sulfadimezin;
  • Etazole;
  • Urosulfan.

Questi farmaci inibiscono i batteri, sono perfettamente assorbiti dall'intestino e sono facilmente escreti..

Complicazioni

Se non si osserva alcun miglioramento entro 3-4 giorni, il medico può aggiungere al corso del trattamento:

  • Penicillina;
  • Eritromicina;
  • Oleandomicina;
  • Levomicetina.

Penicillina

La penicillina è prescritta per i bambini a partire da 1 anno, ma è severamente vietata alle donne in gravidanza.

Eritromicina

L'eritromicina è vietata alle donne che allattano, poiché può influire sul latte materno e quindi sul bambino. I bambini di età superiore a 3 anni possono assumere il farmaco, ma solo dopo l'esame e l'identificazione del tipo di batterio.

Oleandomicina

La medicina moderna ha quasi abbandonato il farmaco Oleandomicina: ha un effetto dannoso sul parenchima epatico e da esso è possibile anche una reazione allergica. L'allattamento al seno e le donne in gravidanza sono prescritti molto raramente e con grande cautela..

Levomicetina

Il trattamento con levomicetina è controindicato nelle donne in gravidanza. Questo antibiotico ad ampio spettro ha lo scopo di distruggere i batteri nocivi e viene utilizzato anche per le malattie virali. Controindicato per le persone con malattie del sangue e vietato anche per le persone con funzionalità epatica compromessa.

Criteri obbligatori per l'assunzione di antibiotici

Gli antibiotici per la pielonefrite sono prescritti solo dopo test che identificano il tipo di microbo e la sua sensibilità agli antibiotici. Anche il dosaggio viene selezionato individualmente. Questo tiene conto dello stato del corpo nel suo insieme e, soprattutto, dei reni. Esiste un numero enorme di farmaci in grado di curare la pielonefrite sia nelle fasi iniziali che in quelle successive. Ricorda: non appena vengono rilevati i sintomi della pielonefrite, devi immediatamente fissare un appuntamento con un medico. L'automedicazione può peggiorare la condizione.

Benefici degli antibiotici

Il vantaggio nel trattamento antibiotico della pielonefrite è il tempo. A differenza dei preparati fotografici, il corso dei farmaci antibatterici non supera le due settimane. Un effetto collaterale dei preparati fotografici è un effetto diuretico, che promuove l'avanzamento dei calcoli e, a loro volta, provocano il secondo stadio della pielonefrite. Gli antibiotici agiscono direttamente sui focolai della malattia e non hanno un effetto dannoso su altri organi.

Quali antibiotici sono usati per trattare la pielonefrite

La pielonefrite è un'infiammazione infettiva di uno o entrambi i reni. Il trattamento della malattia è complesso. Il cardine della terapia sono gli antibiotici per la pielonefrite. La scelta di un agente antibatterico si basa sulla sensibilità dell'agente patogeno e su altri fattori determinati dal medico. La priorità sono gli antibiotici con una buona efficacia dimostrata e effetti collaterali minimi.

  1. Sono necessari farmaci antibatterici?
  2. I principali gruppi di antibiotici per la pielonefrite acuta
  3. Fluorochinoloni
  4. Penicilline
  5. Cefalosporine
  6. Aminoglicosidi
  7. Carbapenemi
  8. Sulfonamidi
  9. Nitrofurani
  10. Derivati ​​dell'8-idrossichinolina
  11. Quali antibiotici sono usati per trattare la pielonefrite cronica: un elenco
  12. Funzionalità dell'applicazione
  13. Nelle persone anziane
  14. Nelle donne durante la gravidanza
  15. Nei bambini
  16. Regole generali di ammissione
  17. Possibili complicazioni dopo gli antibiotici
  18. Precauzioni

Sono necessari farmaci antibatterici?

Eventuali malattie dei reni e della vescica di natura batterica devono essere trattate con antibiotici. I pazienti spesso iniziano i farmaci quando hanno sintomi di malattia renale da soli, con conseguente peggioramento.

Gli antibiotici sono prescritti solo dai medici, poiché le infezioni del tratto urinario possono essere asintomatiche per lungo tempo con il regime di trattamento sbagliato, causando complicazioni nel tempo.

In un esame del sangue, un aumento dei leucociti (principalmente neutrofili) indica un'infiammazione batterica. L'agente eziologico della pielonefrite è il più delle volte gli enterobatteri e altri microrganismi intestinali. Ciò è spiegato dalla vicinanza del retto e dell'uretra. I batteri dell'intestino possono entrare nel tratto urinario ascendendo, causando infiammazione.

I principali gruppi di antibiotici per la pielonefrite acuta

Il trattamento per la pielonefrite acuta è con antibiotici. Prima si inizia la terapia, più velocemente verrà soppressa l'infezione e minore sarà il rischio che la pielonefrite acuta diventi una forma cronica della malattia. Gruppi di antibiotici con un alto livello di evidenza vengono utilizzati per le infezioni del tratto urinario.

Fluorochinoloni

Questi antibiotici sono i farmaci di scelta per la pielonefrite. I principali rappresentanti di questo gruppo:

  • Ciprofloxacina;
  • Levofloxacina;
  • Norfloxacin;
  • Ofloxacin;
  • Pefloxacina.

I fluorochinoloni non possono essere utilizzati per il trattamento della pielonefrite nei pazienti di età inferiore ai 18 anni: interrompono lo sviluppo del tessuto cartilagineo. Il loro uso è possibile solo nei casi in cui altri farmaci sono indispensabili e i benefici dell'uso sono superiori al rischio di reazioni avverse..

I fluorochinoloni sono controindicati nelle donne in gravidanza a causa dei loro effetti teratogeni (danno al feto in via di sviluppo).

Il dosaggio e la frequenza di ammissione sono determinati dal medico dopo l'esame.

Anche l'acido nalidixico appartiene alla classe dei chinoloni. Nella pielonefrite acuta negli adulti non viene utilizzato e durante l'infanzia è completamente controindicato a causa del frequente verificarsi di reazioni indesiderate.

Penicilline

Alcuni farmaci in questo gruppo, prescritti per la pielonefrite:

  • Benzilpenicillina (la principale penicillina naturale);
  • Ampicillina;
  • Amoxicillina;
  • Oxacillina;
  • Ticarcillina.

Per la pielonefrite, è meglio usare aminopenicilline protette: amoxicillina in combinazione con acido clavulanico (un inibitore della beta-lattamasi). Caratteristiche della nomina di penicilline e altri antibiotici: nei casi più gravi, vengono prescritte iniezioni per l'infiammazione dei reni, con un decorso più leggero, le capsule possono essere dispensate.

Spesso c'è una reazione allergica alle penicilline, quindi il medico chiede sempre a una persona se è mai stato trattato con antibiotici e quali. Se in precedenza sei stato allergico alle penicilline, devi prescrivere un altro agente antibatterico.

Cefalosporine

Sono usati come terapia alternativa per la pielonefrite. Esistono cinque generazioni di cefalosporine:

  1. Cephalexin, Cefazolin. La generazione più vecchia, i farmaci non sono praticamente utilizzati al momento.
  2. Cefuroxime, Cefaclor.
  3. Cefotaxime, Ceftriaxone - alta attività contro i batteri gram-negativi.
  4. Cefepim, Cefpirome.
  5. Ceftobiprol - gli antibiotici per la pielonefrite renale di ultima generazione sono prescritti per la resistenza dei microrganismi ad altri farmaci antibatterici.

Molto spesso, le cefalosporine della 2a e 3a generazione vengono utilizzate nel trattamento dell'infiammazione renale. Le iniezioni per la pielonefrite per l'intero periodo di trattamento sono prescritte per il decorso grave. Di solito, la somministrazione parenterale del farmaco (iniezioni, contagocce) si verifica all'inizio della malattia (i primi 2-3 giorni) fino a quando la temperatura corporea non torna alla normalità. Quindi passano alle forme orali (capsule, compresse) fino al completo recupero.

Aminoglicosidi

Questo gruppo di antibiotici viene utilizzato per la pielonefrite grave. Questa classe di agenti antibatterici include:

  • Amikacin;
  • Tobramicina;
  • Gentamicina;
  • Neomicina;
  • Netilmicin.
Bisogna fare attenzione quando si prescrivono questi farmaci, poiché hanno effetti collaterali caratteristici. Danneggiano i reni e le orecchie. Ciò è dovuto al fatto che si accumulano nella corteccia dei reni e nelle strutture dell'orecchio interno..

Carbapenemi

Questi antibiotici dovrebbero essere presi solo per la pielonefrite grave. I carbapenemi sono farmaci di riserva. Sono usati raramente come terapia di primo stadio (ad eccezione della resistenza del microrganismo ad altri antibiotici). Rappresentanti di questa classe: Doripenem, Meropenem, Imipenem.

Sulfonamidi

Attualmente sono usati raramente, poiché per un lungo periodo di tempo i microrganismi hanno sviluppato resistenza. Inoltre, questi antibiotici sono molto tossici per il corpo..

La terapia antibiotica per la pielonefrite con sulfonamidi è controindicata in gravidanza e in allattamento.

  • Cotrimossazolo;
  • Mafenid;
  • Sulfacarbamide.

Nitrofurani

Sono agenti antimicrobici - derivati ​​del 5-nitrofurano. Alla domanda su quali antibiotici bere per la pielonefrite, la risposta non è sicuramente nitrofurani. Non creano alte concentrazioni nel tessuto renale, quindi sono inefficaci nell'infiammazione delle vie urinarie. Il loro svantaggio è che questi fondi non hanno forme parenterali..

La classe dei nitrofurani comprende:

  • Nitrofurale (furacilina);
  • Furazidina;
  • Furazolidone;
  • Nitrofurantoina.

Le reazioni avverse durante l'assunzione sono spesso: il danno più comune al fegato, sistema nervoso, sangue, sistema respiratorio (edema polmonare).

Derivati ​​dell'8-idrossichinolina

Antibiotici molto efficaci per l'infiammazione dei reni. Questa classe include:

  • Nitroxolina;
  • Hiniophone;
  • Quinosol;
  • Chlorquinaldol;
  • Enteroseptol.

Tra gli effetti collaterali, i più tipici per i derivati ​​dell'8-idrossichinolina:

  • neuropatia dei nervi periferici (debolezza, intorpidimento degli arti, sensazione di freddo);
  • mielopatia (ridotta attività motoria dovuta a problemi al midollo spinale);
  • danni al nervo ottico.
Per prevenire effetti dannosi, non è necessario superare la durata del trattamento e il dosaggio di questi fondi.

Quali antibiotici sono usati per trattare la pielonefrite cronica: un elenco

L'esacerbazione della pielonefrite cronica, come la forma acuta, deve essere trattata con agenti antibatterici. I farmaci di prima linea sono fluorochinoloni, cefalosporine di seconda e terza generazione e penicilline protette:

  • Lomefloxacina;
  • Pefloxacina;
  • Ciprofloxacina;
  • Sparfloxacina;
  • Moxifloxacina;
  • Amoxiclav;
  • Cefuroxime;
  • Cefaclor;
  • Ceftriaxone.

Funzionalità dell'applicazione

Gli agenti antibatterici hanno le loro caratteristiche caratteristiche se usati in varie categorie di pazienti..

Nelle persone anziane

Nella vecchiaia, negli uomini e nelle donne, i processi metabolici nel corpo diminuiscono, il fegato ei reni non espellono i prodotti del metabolismo dei farmaci con la rapidità necessaria. Pertanto, gli antibiotici vengono trattenuti nel corpo per un periodo più lungo, aumenta la probabilità di reazioni avverse. Questo viene preso in considerazione quando si prescrive il trattamento: è necessario iniziare con i dosaggi minimi, è imperativo diagnosticare malattie del fegato e insufficienza renale.

Nelle donne durante la gravidanza

Con la pielonefrite non complicata delle donne in gravidanza, vengono trattate in regime ambulatoriale se non vi è alcuna minaccia di interruzione. La durata del ciclo di trattamento è la stessa delle donne non gravide - 7-14 giorni, a seconda della gravità dell'infiammazione.

La terapia si basa su penicilline protette (Amoxiclav), cefalosporine di 2a e 3a generazione, gli aminoglicosidi sono utilizzati per motivi di salute. Tutti gli altri antibiotici per la pielonefrite nelle donne nella posizione sono controindicati.

Nei bambini

Per il trattamento della pielonefrite nei bambini, i gruppi di agenti antibatterici più adatti sono le penicilline e le cefalosporine. Hanno meno probabilità di causare reazioni collaterali rispetto ad altri antibiotici, quindi il loro uso è più sicuro.

All'inizio della terapia, i farmaci vengono prescritti iniezioni (2-3 giorni) e quindi possono essere utilizzati in compresse.

Regole generali di ammissione

La terapia antibiotica per la pielonefrite viene prescritta solo dopo aver identificato l'agente eziologico della malattia. Questo può essere fatto inoculando l'urina, dove allo stesso tempo i microbiologi determineranno la sensibilità dell'agente patogeno agli antibiotici.

È importante non utilizzare farmaci di riserva all'inizio del trattamento, poiché di solito sono altamente tossici e dovrebbero essere usati solo con alcuni patogeni (ad esempio, con infezione nosocomiale).

Il trattamento della pielonefrite senza complicanze viene effettuato su base ambulatoriale (a casa) rigorosamente secondo la prescrizione del medico. Bevanda antibiotica 10-14 giorni.

Per il trattamento della pielonefrite non vengono utilizzati farmaci che hanno un effetto negativo sui reni (aminoglicosidi). Per il trattamento della pielonefrite complicata, è possibile una combinazione di antibiotici di più gruppi contemporaneamente.

Possibili complicazioni dopo gli antibiotici

Le conseguenze indesiderabili dell'uso, caratteristiche di tutti gli agenti antibatterici, sono la disbiosi del tratto intestinale e dei genitali, diminuzione dell'immunità.

Alcuni antibiotici hanno un effetto negativo sulla formazione del sangue, sui reni, sul sistema nervoso, sul fegato e su altri organi. Questo deve essere preso in considerazione prima di iniziare il trattamento, conoscere lo stato del corpo prima di iniziare la terapia e controllare la funzione degli organi nel processo.

Precauzioni

Il trattamento della pielonefrite a casa viene effettuato solo sotto la supervisione di un medico. Sarà in grado di valutare l'efficacia degli antibiotici, se necessario, regolare il regime terapeutico. Anche la domanda su quali antibiotici trattare la pielonefrite è meglio chiedere a uno specialista, perché in base ai risultati dei test, selezionerà il miglior farmaco in una particolare situazione. Una reazione allergica a qualsiasi farmaco del gruppo di agenti antibatterici è una controindicazione all'uso di qualsiasi farmaco di questa classe. Pertanto, gli esperti non li prescrivono per il trattamento, ma selezionano un altro antibiotico.

Antibiotici per la pielonefrite

La pielonefrite è una malattia pericolosa che può progredire senza la comparsa di sintomi pronunciati. La principale causa di insorgenza sono i batteri patogeni che provocano patologie. Gli antibiotici per la pielonefrite sono considerati un collegamento costitutivo della terapia complessa e spesso diventano un'aggiunta alla chirurgia..
Con il loro aiuto, è possibile distruggere gli agenti patogeni ed eliminare il processo patologico. Le medicine vengono selezionate da un medico dopo aver seminato l'urina sulla microflora e aver identificato la sensibilità agli antibiotici.

Caratteristiche e cause della malattia


La pielonefrite è un'infiammazione dei reni di un'eziologia infettiva, provocata dai batteri. Il processo patologico può iniziare inaspettatamente, interessando gradualmente i reni. Per lo più la malattia viene diagnosticata nei bambini piccoli ed è dovuta alle caratteristiche fisiologiche della struttura del loro sistema urinario. La probabilità di sviluppare pielonefrite aumenta nelle seguenti categorie di pazienti:

  • donne incinte;
  • ragazzine;
  • ragazze con più partner sessuali;
  • pazienti anziani;
  • uomini con prostatite e adenoma prostatico.

La mancanza di una diagnosi tempestiva e di un trattamento improprio è distruttivo, perché molti non si rendono conto delle conseguenze.Questi fattori possono portare alla transizione da una forma acuta di pielonefrite a una forma complicata, che richiede un trattamento complesso e costoso. Con una visita tardiva dal medico, è possibile la disfunzione renale e persino la necrosi dei tessuti.
Alcuni fattori contribuiscono allo sviluppo della malattia:

  • diminuzione delle difese del corpo;
  • basso contenuto di zucchero;
  • processi infiammatori cronici;
  • ipotermia grave.

Sintomi


La forma prevalentemente acuta di patologia inizia il suo sviluppo inaspettatamente. L'esame delle urine rivela un'aumentata concentrazione di proteine, globuli bianchi ed essudato purulento. È possibile sospettare un disturbo da alcuni sintomi:

  • aumento improvviso della temperatura;
  • maggiore separazione del sudore;
  • nausea;
  • fastidio lombare.

La pielonefrite può essere complicata dalla progressione della paranephritis e dalla comparsa di formazioni pustolose negli organi urinari.
Spesso la causa della pielonefrite cronica non è completamente trattata nella fase acuta della malattia. Il medico può sospettare una tale patologia durante l'analisi delle urine o la misurazione della pressione sanguigna. Con una tale malattia, la sintomatologia non è pronunciata e il paziente potrebbe semplicemente non prestarvi attenzione. Le principali manifestazioni della pielonefrite cronica sono:

  • mal di testa;
  • sensazione di debolezza;
  • bisogno costante di usare il bagno;
  • diminuzione dell'appetito o sua completa assenza;
  • pelle pallida e secca.

Con la pielonefrite acuta, è improbabile che sia possibile curare la malattia da soli a casa. Decotti popolari e semicupi saranno semplicemente inefficaci nelle grandi aree colpite. Con questa condizione patologica, viene prescritto un trattamento antibiotico per la pielonefrite e quali farmaci negli adulti possono eliminare la malattia è deciso dal nefrologo.

Caratteristiche del trattamento antibatterico della pielonefrite negli anziani


Secondo numerosi studi, le persone anziane hanno sintomi meno pronunciati della manifestazione della malattia. Le persone di età superiore ai 50 anni mostrano livelli sierici di PCR più elevati, una maggiore incidenza di batteriemia e uropatogeni produttori di ESPO. Ciò richiede una degenza ospedaliera più lunga per una cura completa. Inoltre, hanno quasi sempre malattie concomitanti, quindi la scelta dei farmaci è molto complicata dal rischio di effetti collaterali..

Caratteristica della terapia nei bambini

La pielonefrite acuta è una delle infezioni batteriche gravi più comuni nell'infanzia, specialmente nei bambini piccoli, a causa di potenziali cicatrici renali. I medici raccomandano un trattamento antibiotico orale iniziale (amoxicillina, cefotaxime, clavulanato, cefixime, ceftibuten) seguito da terapia orale. Non vi è alcuna differenza significativa nel rischio di danno renale permanente tra il trattamento iniziale per via endovenosa (da tre a quattro giorni) seguito dal trattamento orale e completamente endovenoso (da sette a 14 giorni). Particolare attenzione è riservata alla selezione dei medicinali e alla scelta del dosaggio degli antibiotici nei neonati e nei prematuri.

Caratteristiche del trattamento della pielonefrite nelle donne in gravidanza

La pielonefrite è comune nelle donne in gravidanza e rappresenta un grande problema terapeutico a causa dell'alto rischio di gravi complicazioni nella madre e nel suo bambino. Quasi tutti i farmaci antimicrobici attraversano la placenta e alcuni possono essere teratogeni.
Gli antibiotici comunemente accettati utilizzati nel trattamento indipendentemente dal periodo includono penicillina e derivati ​​delle cefalosporine, in particolare quelli con bassa capacità di legare le proteine ​​(ad es. Cefalexina).
Nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, molti antibiotici sono ben tollerati ad eccezione dell'ultima settimana prima del parto, quando possono aumentare il rischio di ittero neonatale.

Requisiti per i farmaci e rifiuto della terapia


Gli antibiotici per la pielonefrite renale dell'ultima generazione sono farmaci, il cui uso è dannoso per i patogeni e riduce significativamente la loro attività. Gli esperti dicono che l'uso di farmaci così potenti consente di ottenere un rapido effetto positivo. Già pochi giorni dopo l'inizio della terapia farmacologica, il paziente si sente molto meglio.

Quando la pielonefrite viene rilevata in una forma trascurata, i fitopreparati vengono selezionati contemporaneamente agli agenti antibatterici. Allo stesso tempo, sono più spesso usati come medicinali ausiliari, poiché solo gli antibiotici possono eliminare completamente la malattia..

Se il paziente rifiuta la terapia antibiotica, c'è un alto rischio di sviluppare:

  • sepsi;
  • ascesso d'organo;
  • papillite necrotizzante;
  • malfunzionamento dei reni;
  • pielonefrite enfisematosa.

Esiste una varietà di farmaci antibatterici e l'efficacia della terapia sarà determinata dalla loro scelta corretta in futuro. Il requisito principale per farmaci potenti è l'assenza dei loro effetti tossici sul corpo del paziente..
Il trattamento della pielonefrite nelle donne con antibiotici è la norma in tutto il mondo e viene effettuato nel rispetto delle seguenti condizioni:

  1. sono preferiti farmaci meno nefrotossici;
  2. viene presa in considerazione la sensibilità degli agenti patogeni ai farmaci selezionati;
  3. in assenza di dinamiche positive dopo diversi giorni di terapia, l'antibiotico viene sostituito da un altro farmaco.

In una situazione con grave intossicazione del corpo e una pronunciata esacerbazione, il medico può cambiare completamente la tattica del trattamento e combinare i farmaci con altri farmaci.

Scelta dei farmaci


La pielonefrite è considerata una malattia rapidamente curabile con la corretta selezione individuale di potenti farmaci. Esiste un'ampia varietà di agenti antibatterici nell'industria farmaceutica e ciascuno di essi ha meccanismi d'azione specifici. Prima di tutto, è un effetto battericida quando il principio attivo di un antibiotico distrugge i microrganismi patogeni. Il secondo meccanismo d'azione terapeutico dei farmaci è batteriostatico, grazie al quale è possibile rallentare lo sviluppo di agenti patogeni. Principalmente con lo sviluppo di un processo infiammatorio nei reni, i farmaci vengono prescritti sotto forma di compresse, ma con complicazioni pericolose e urgenza, è indicata la loro somministrazione endovenosa.

Penicilline


I farmaci antibatterici del gruppo delle penicilline differiscono in quanto hanno un effetto dannoso su E. coli e enterococchi, che molto spesso causano lo sviluppo di pielonefrite. L'uso di penicilline è raramente accompagnato dallo sviluppo di reazioni avverse e oggi la maggior parte degli specialisti preferisce farmaci provati. Contengono acido clavulanico, che protegge le sostanze attive dalla distruzione da parte degli enzimi dei patogeni.
È possibile ottenere un effetto positivo quando applicato:

  • Ampicillina;
  • Amoxiclava;
  • Amoxicillina;
  • Amoxicar;
  • Ospamox;
  • Flemoxin Solutaba.

I farmaci in questo gruppo sono ben tollerati dal corpo umano e contengono un minimo di effetti collaterali, pertanto possono essere prescritti a donne in gravidanza in qualsiasi trimestre a scopo terapeutico..

Cefalosporine


Oltre ai farmaci antibatterici del gruppo delle penicilline, nel trattamento della pielonefrite, la medicina suggerisce anche l'uso delle cefalosporine, che hanno un effetto battericida. Nella maggior parte dei casi, vengono utilizzati negli ospedali delle istituzioni mediche, hanno una bassa tossicità e vengono rapidamente eliminati dal corpo..
Durante il trattamento della pielonefrite nelle donne con antibiotici, il nefrologo può selezionare potenti farmaci del gruppo delle cefalosporine. Nella maggior parte dei casi, ricorrono per aiutare:

  • Claforan;
  • Cifra;
  • Cefalexina;
  • Tsiprolet;
  • Tamycin;
  • Cefaclora.

I farmaci sono destinati alla somministrazione intramuscolare e quasi mai provocano reazioni avverse. Le iniezioni del gruppo delle cefalosporine possono essere utilizzate per trattare la pielonefrite per lungo tempo.
I farmaci di seconda generazione hanno un effetto dannoso su E. coli e altri tipi di enterobatteri e sono più spesso utilizzati nei policlinici. Gli antibiotici della terza generazione del gruppo delle cefalosporine differiscono in quanto sono ampiamente utilizzati nel processo infiammatorio e aiutano a fermarlo in breve tempo. Le cefalosporine di quarta generazione sono attive contro i microrganismi gram-positivi e gram-negativi, così come lo Pseudomonas aeruginosa.

Aminoglicosidi


I potenti farmaci del gruppo degli aminoglicosidi vengono solitamente utilizzati in situazioni in cui il decorso della pielonefrite del paziente è integrato da varie complicazioni. Ciò è dovuto al fatto che tali farmaci hanno un effetto antibatterico abbastanza potente e veloce. È possibile accelerare il recupero del paziente con l'aiuto di:

  • Amikacin;
  • Netilmicin;
  • Gentamicina.

I medicinali in questo gruppo sono considerati piuttosto tossici e influenzano negativamente il funzionamento dei reni. Inoltre, vengono assorbiti nell'intestino per un tempo piuttosto lungo, ma sono molto efficaci nell'eliminazione dello Pseudomonas aeruginosa. Per aumentare l'efficacia della terapia, l'assunzione di aminoglicosidi è spesso integrata con penicilline e fluorochinoloni. L'intervallo tra i cicli di assunzione di tali farmaci dovrebbe essere di almeno 1 anno.

Fluorochinoloni


Quando si diagnosticano forme acute e croniche di pielonefrite, un nefrologo può prescrivere la somministrazione intramuscolare di farmaci del gruppo fluorochinolonico. È possibile far fronte alla patologia con l'aiuto di:

  • Levofloxacina;
  • Ofloxacin;
  • Nolitsin;
  • Moxifloxacina.

Ofloxacin è un fluorochinolone di prima generazione. Con il suo aiuto, è possibile distruggere la maggior parte dei microrganismi patogeni e accelerare il recupero del paziente. Il farmaco è chiamato abbastanza a bassa tossicità e il rischio di sviluppare reazioni avverse è minimo.
La levofloxacina, che è altamente efficace nella lotta contro Pseudomonas aeruginosa, è considerata un rappresentante della seconda generazione. Inoltre, è considerato un farmaco più efficace in relazione ai batteri gram-positivi rispetto ai farmaci di prima generazione..
È vietato a causa dell'effetto collaterale negativo dell'uso di fluorochinoli per la pielonefrite nell'infanzia, durante la gravidanza e nelle donne durante l'allattamento.

Altri tipi di farmaci


Gli aminoglicosidi aminociclitoli sono antibiotici di origine naturale e semisintetica. Colpiscono un piccolo numero di microrganismi patogeni presenti nel corpo di un adulto. I rappresentanti più efficaci della nuova generazione sono farmaci con nomi come Isepamycin, Sizomycin e Tobramycin. Gli aminociclitoli prevalentemente aminoglicosidici sono prescritti per il danno renale purulento.
I carbapenemi antibatterici sono altamente efficaci contro i microrganismi aerobici e anaerobici. Per fermare il processo infiammatorio nei reni, può essere prescritto il seguente elenco di farmaci:

  • Meropenem;
  • Invasione;
  • Dorenem;
  • Doriprex.

Un altro gruppo, molto diffuso nel mondo della medicina, utilizzato per combattere la patologia, sono gli antibiotici contenenti cloramfenicolo. Hanno un effetto dannoso sulla biosintesi delle proteine ​​e inibiscono la riproduzione dei microrganismi negativi. Per sbarazzarsi di, viene selezionato un elenco di medicinali come clorocide, tromicina, parossina, otomicina, nolitsina e stamicetano.

Gli antibiotici più efficaci


Secondo i protocolli medici, il trattamento antibiotico per la pielonefrite renale nelle donne viene effettuato con penicilline, che sono facilmente tollerate dal corpo umano.
L'amoxicillina è un farmaco antibatterico semisintetico battericida poco costoso che appartiene al gruppo delle penicilline. La principale forma di rilascio del farmaco sono compresse, polvere per sospensioni e polvere secca per iniezione. Sotto l'influenza del farmaco, le pareti dei batteri vengono distrutte a livello cellulare, inibendo i componenti proteina-carboidrati della microflora patogena.
L'amoxiclav è una penicillina antibiotica, molto efficace nell'eliminazione di cistiti, pielonefriti e patologie ginecologiche. Il medicinale ha un ampio spettro di azione e presenta alcuni vantaggi rispetto ad altri medicinali:

  • conveniente;
  • è disponibile in una varietà di forme;
  • ha un'elevata biodisponibilità;
  • bassa tossicità ed escreto nelle urine in breve tempo;
  • un'ora dopo, viene determinato il suo livello massimo.

Amoxiclav contiene acido clavulanico (inibitore della beta-lattamasi), che contribuisce all'eliminazione precoce dei batteri.
Ceftriaxone è una cefalosporina di terza generazione prodotta in forma secca per la preparazione della soluzione iniettabile. L'antibiotico ha un effetto ampio e sfaccettato, che provoca interruzioni nella produzione di proteine ​​da parte delle cellule di microrganismi patogeni e nel tempo vengono distrutti. Lo schema per l'utilizzo del farmaco è il seguente: viene iniettato per via intramuscolare o endovenosa nel corpo del paziente per 7-10 giorni. Per consolidare l'effetto ottenuto, è necessario utilizzare un antibiotico per diversi giorni dopo aver interrotto il processo infiammatorio.
La ciprofloxacina è un fluorochinolone sistemico con una potente e pronunciata attività antimicrobica. Il farmaco distrugge i microrganismi batterici gram-positivi e gram-negativi. Le capsule devono essere ingerite senza masticare, con un po 'd'acqua. Se è necessaria la somministrazione endovenosa, si consiglia di utilizzare un'infusione breve. Le controindicazioni alla prescrizione di un farmaco sono la sensibilità al principio attivo, la gravidanza, l'allattamento al seno e l'infanzia.
Insieme all'assunzione di antibiotici a casa, si consiglia di assumere probiotici, grazie ai quali è possibile ripristinare la normale microflora intestinale. Con la terapia farmacologica della patologia urologica, è importante aderire a una dieta speciale, cioè rinunciare a piatti grassi, salati e in salamoia. Dopo aver completato il corso del trattamento, il paziente dovrà seguire uno stile di vita sano, che impedirà il ri-sviluppo della malattia.

Antibiotici per la pielonefrite: come trattare questo disturbo

La maggior parte delle malattie renali infiammatorie sono innescate dall'esposizione a microrganismi patogeni. Uno di questi disturbi è la pielonefrite. Questa è una malattia pericolosa che richiede un trattamento tempestivo e di alta qualità. Antibiotici per pielonefrite: la base della terapia.

Caratteristiche della pielonefrite

La pielonefrite è una malattia renale infettiva che può manifestarsi sia in forma acuta che cronica. La malattia si distingue per la sua vastità: colpisce il sistema calice-pelvico, così come il parenchima, si diffonde al sangue e ai vasi linfatici.

La malattia non ha un patogeno specifico, cioè molti batteri possono provocare la pielonefrite. Di solito entrano nei reni attraverso gli ureteri o il flusso sanguigno. I vasi linfatici, come cancello d'ingresso, sono usati dai patogeni molto meno frequentemente. La causa della malattia possono essere i microrganismi che hanno invaso il corpo dall'ambiente esterno, nonché quelli legati alla microflora opportunistica.

Ad oggi, è noto che la malattia renale infiammatoria più comune è causata da batteri come:

  • Escherichia coli è il leader nei casi diagnosticati di pielonefrite;
  • klebsiella;
  • i patogeni più semplici, tradizionalmente trasmessi sessualmente - clamidia, ureaplasma, micoplasma;
  • Fungo Candida;
  • protea;
  • stafilococchi e streptococchi;
  • enterococchi.

Ci sono casi frequenti in cui una persona ha più agenti patogeni contemporaneamente. Questo è tipico principalmente per la pielonefrite avanzata nella fase cronica, così come per i pazienti con un'immunità indebolita. È molto più difficile curare un tale disturbo..

Prescrizione del trattamento

Il compito principale che i medici devono affrontare è la completa distruzione della microflora patogena nei reni. Finché vi sono presenti tracce di agenti patogeni, anche se in piccole quantità, il trattamento non può essere interrotto o interrotto..

Il trattamento della pielonefrite con antibiotici è solo uno dei tanti passi verso una cura completa per la malattia, anche se il più importante. La terapia è caratterizzata dalla complessità, dovrebbe essere sviluppata tenendo conto delle caratteristiche individuali del corpo del paziente, dello stadio attuale e della forma della malattia. Dato che la pielonefrite si ripresenta spesso, sarà necessario prendere tutte le misure possibili per prevenirlo.

Trattamento antibattericoTrattamento generale
  • combattere la microflora patogena, con l'obiettivo della sua completa distruzione;
  • il farmaco deve necessariamente avere un effetto battericida nei confronti di una specifica tipologia di patogeni rilevati tramite opportuni studi clinici;
  • è anche importante che gli antibiotici usati per la pielonefrite dei reni abbiano un effetto tossico minimo sui reni;
  • il patogeno rilevato non dovrebbe avere resistenza al farmaco antibatterico - questo punto viene anche controllato utilizzando test di laboratorio;
  • i cambiamenti nell'equilibrio acido-base delle urine non dovrebbero influire sull'efficacia complessiva del farmaco prescritto;
  • una combinazione di diversi antibiotici potenzia l'effetto del trattamento, soprattutto se anche l'infezione è combinata.
  • prima di tutto, è l'eliminazione del focus del processo infiammatorio;
  • eseguire una terapia antibiotica generale, che dura fino a quando il tipo di agente patogeno non è determinato con precisione;
  • correzione del trattamento in base ai dati di laboratorio ottenuti (tipo di agente patogeno, gravità della malattia, ecc.);
  • terapia antiossidante;
  • svolgere attività volte a migliorare l'immunità del paziente. Vengono prescritti farmaci immunomodulanti. Una forte immunità riduce significativamente il rischio di recidiva e semplifica anche la cura della patologia attuale;
  • prevenzione di una possibile recidiva di pielonefrite.

Quali antibiotici sono usati per trattare la pielonefrite

Ad oggi, la cosiddetta terapia antibatterica graduale dimostra una grande efficacia. La sua essenza sta nel fatto che gli antibiotici vengono utilizzati in due fasi: in primo luogo, i farmaci vengono somministrati tramite iniezioni, quindi passano alle compresse.

Grazie alla terapia graduale, non solo si accelera il processo di recupero del paziente, ma si riduce anche il costo totale del trattamento, che è anche importante.

Il nome degli antibiotici per la pielonefrite:

  1. Gruppo fluorochinolonico

Sono antibiotici che mostrano una buona efficacia contro una varietà di batteri gram-positivi e gram-negativi. Uno svantaggio significativo dei fluorochinoloni è che hanno un effetto piuttosto grave sui reni. Cioè, l'essenza stessa del trattamento è persa, perché è necessario curare questo organo accoppiato e non avvelenarlo. Pertanto, i fluorochinoloni sono usati raramente oggi per il trattamento della pielonefrite..

I farmaci più comuni in questo gruppo sono Levofloxacina, Ciprofloxacina e Ofloxacil.

  1. Gruppo di penicillina

Le penicilline sono i primi antibiotici conosciuti. Il principio attivo combatte con successo la maggior parte dei batteri gram-positivi e gram-negativi. Allo stesso tempo, gli stafilococchi non hanno alcuna sensibilità a questo farmaco e quindi, se la pielonefrite è causata da un'infezione mista, potrebbe essere necessaria una terapia antibiotica complessa.

I farmaci più popolari in questo gruppo sono:

  • L'ampicillina è un antibiotico di alta qualità e relativamente poco costoso di origine semisintetica. È principalmente prescritto per il trattamento della pielonefrite causata dall'introduzione di Escherichia coli nel tessuto renale;
  • Amoxiclav è un antibiotico complesso di nuova generazione. Oltre all'infiammazione renale, è anche usato per trattare efficacemente la cistite e una serie di malattie ginecologiche. Ha una tossicità molto bassa per i reni, la biodisponibilità supera il 50 percento;
  • L'amoxicillina è un antibiotico semisintetico altamente efficace. L'effetto battericida si basa sulla distruzione della membrana cellulare del microrganismo patogeno, che porta alla sua morte, nonché sull'assenza della possibilità di ulteriore riproduzione.

Un vantaggio significativo del gruppo delle penicilline è che questi farmaci sono ben tollerati dall'organismo. Grazie a ciò, possono anche essere prescritti per il trattamento di donne in gravidanza..

  1. Gruppo Macrolide

I farmaci in questo gruppo sono prevalentemente basati su un principio attivo come l'azitromicina. I macrolidi hanno un ampio spettro d'azione e una buona efficacia. Interrompere la sintesi proteica nelle cellule del patogeno. Lo svantaggio è che i batteri possono sviluppare resistenza all'antibiotico, il che significa che il trattamento ripetuto, ad esempio, in caso di ricaduta, non sarà abbastanza efficace..

  1. Gruppo aminoglicosidici

Uno degli antibiotici più potenti. I farmaci più utilizzati sono Amikacin, Netilmicin e Gentamicin. Hanno un effetto distruttivo su molti batteri che possono causare infiammazioni ai reni, tra cui Pseudomonas aeruginosa. Ma c'è anche un inconveniente significativo: gli aminoglicosidi hanno una nefrotossicità abbastanza alta, cioè possono avvelenare i reni. Pertanto, se questi antibiotici vengono prescritti, solo per un breve periodo..

  1. Gruppo delle cefalosporine

Questi antibiotici sono gli antibiotici più comunemente prescritti oggi. Sono altamente efficaci, con effetti tossici minimi sui reni. Vengono utilizzate cefalosporine di terza e quarta generazione. Tali antibiotici sono prodotti per la pielonefrite in compresse e polvere per la preparazione di soluzioni iniettabili.

L'antibiotico influisce sulla capacità delle cellule batteriche di sintetizzare le proteine, i mattoni delle pareti cellulari. È efficace contro tutti i principali potenziali agenti causali della pielonefrite: Escherichia coli, enterobatteri, microrganismi a trasmissione sessuale, stafilococchi e streptococchi, funghi, ecc..

I farmaci più comuni appartenenti al gruppo delle cefalosporine sono:

  • Ceftriaxone;
  • Cefalexina;
  • Ceforal;
  • Cefalotina;
  • Cefaclor;
  • Tamycin;
  • Suprax;
  • Claforan;
  • Tsiprolet.

A causa del numero limitato di effetti collaterali e controindicazioni, il corso del trattamento con cefalosporine può durare fino a due settimane. I farmaci possono essere somministrati per via endovenosa o intramuscolare o orale. Per consolidare l'effetto terapeutico, i farmaci vengono utilizzati per alcuni giorni dopo che la microflora patogena è scomparsa.

Antibiotici per la pielonefrite nei bambini

Dato che il corpo del bambino non è ancora forte come negli adulti, inoltre, è anche instabile, il trattamento dell'infiammazione renale nei pazienti giovani dovrebbe essere affrontato con particolare attenzione..

Se possibile, vengono sempre prescritti metodi delicati per introdurre l'antibiotico nel corpo, ad esempio compresse, sospensioni, sciroppi. Le iniezioni sono prescritte solo in casi estremi, quando viene iniziata la pielonefrite. Ma questo è raramente osservato nei bambini..

Come agente antibatterico per un bambino, vengono prescritte prevalentemente cefalosporine del secondo gruppo: sono le meno tossiche. Dopo aver completato il corso del trattamento, il bambino deve dedicare un po 'di tempo a migliorare il funzionamento dei reni, ad esempio Urolesan o Kanefron.

Antibiotici per la pielonefrite renale

È impossibile curare la pielonefrite senza l'uso di agenti antimicrobici. Quando si verificano sintomi di infiammazione della pelvi renale, vengono utilizzati farmaci di scelta. Dopo aver ricevuto i risultati della decodifica dell'analisi batterica delle urine con pielonefrite dei reni, vengono prescritti antibiotici che inibiscono lo sviluppo dell'agente eziologico della malattia.

Classificazione

Le patologie urogenitali vengono eliminate attraverso le categorie elencate di farmaci antimicrobici:

  1. Penicilline. L'amoxicillina è popolare. I microbi hanno imparato a sviluppare resistenza contro le penicilline attraverso gli enzimi beta-lattamasi. L'acido clavulanico blocca gli enzimi batterici. Il farmaco Amoxiclav combina l'amoxicillina e un componente beta-lattamasi.

Nei casi gravi di pielonefrite renale, gli antibiotici di ultima generazione vengono somministrati per via endovenosa:

  • Piprax;
  • Piperacillina;
  • Isipen.
  1. Fluorochinoloni. Sono richieste norfloxacina, levofloxacina, ciprofloxacina. I farmaci sono controindicati per bambini, donne in gravidanza e allattamento.
  2. Aminoglicosidi. Per il trattamento della pielonefrite vengono utilizzate sizomicina, gentamicina, tobramicina. Durante la gravidanza, l'allattamento, l'infanzia, nonché gravi patologie renali, gli aminoglicosidi non sono prescritti.
  3. Cefalosporine. Popolare Cefotaxime, Cefepime, Ceftriaxone. I farmaci sono considerati innocui. Sono consentiti per l'uso per bambini, donne incinte, madri che allattano.
  4. Carbapenemi. Queste sono polveri per uso endovenoso. I più famosi sono Meropenem, Jenem Doriprex.

Il trattamento dell'infiammazione renale palese e permanente non è lo stesso.

Antibiotici per la pielonefrite acuta

Il paziente viene ricoverato. Viene praticato un trattamento in due fasi. Per alleviare gli effetti acuti, viene utilizzata l'infusione endovenosa. Il corso del trattamento è di 2... 4 giorni. Quando la condizione migliora, passano alle iniezioni intramuscolari.

Terminano la terapia antibiotica assumendo le compresse. Dopo aver ricevuto i risultati della coltura batterica delle urine, il trattamento antimicrobico viene regolato.

Antibiotici per la pielonefrite cronica

La pielonefrite permanente è una malattia permanente in cui periodi di remissione sono seguiti da esacerbazioni. Alla manifestazione, vengono utilizzate principalmente le cefalosporine, poiché la loro emivita è la più lunga. Durante i periodi di esacerbazione, sono preferite le iniezioni di Ceftriaxone, Cefotaxime o analoghi.

Quando la condizione migliora, vengono utilizzate le pillole. Per correggere il trattamento, viene eseguito un test delle urine batterico per la sensibilità agli agenti antimicrobici. Poiché i reni sono indeboliti dalla pielonefrite, ogni successiva esacerbazione può causare contagi diversi.

La terapia antibiotica per donne, uomini e bambini non è la stessa. Le categorie più vulnerabili sono le donne incinte e le madri che allattano. I farmaci antimicrobici non sono pericolosi per loro, ma per l'embrione o il bambino in via di sviluppo.

Per i bambini vengono selezionati farmaci parsimoniosi che non hanno un effetto negativo sulla formazione dell'apparato motorio e delle strutture cartilaginee, nonché sulla microflora intestinale benefica.

Per gli uomini adulti, non ci sono restrizioni speciali sull'uso di antibiotici, tuttavia hanno anche diversi agenti patogeni. Molto spesso, l'infiammazione renale è combinata con processi infiammatori cronici o acuti che si verificano in altri organi..

Antibiotico per la pielonefrite dei reni nelle donne

La scelta dell'antibiotico è influenzata dallo stato fisiologico. Per l'allattamento al seno, così come per le donne in gravidanza, viene utilizzata Amoxicillina o Amoxiclav, preferibilmente sotto forma di sospensione. Per la somministrazione parenterale sono consentite cefalosporine di II generazione. In situazioni difficili, viene prescritta la somministrazione endovenosa di penicilline o carbapenemi.

Poiché l'infezione entra nel corpo della donna dall'esterno e spesso la pielonefrite si verifica come complicanza dopo la cistite, gli antibiotici universali vengono utilizzati prima che i patogeni vengano identificati, seguiti dalla correzione.

Antibiotici per la pielonefrite nei bambini

La maggior parte degli antibiotici non deve essere somministrata ai bambini. La scelta si ferma sulle preparazioni orali che abbiano un gusto gradevole e siano ben assorbite dal tratto gastrointestinale. La sospensione di Amoxiclav o analoghi soddisfa questi requisiti. La preparazione in polvere viene diluita prima dell'uso. È consentita una conservazione settimanale della sospensione in frigorifero.

In caso di malattia grave o complicanze, è consentita la somministrazione parenterale di cefalosporine di II generazione.

Con la pielonefrite viene praticato un trattamento antibiotico. Viene utilizzata la terapia in due fasi. Fino a quando non ti senti meglio con la pielonefrite, vengono utilizzati antibiotici iniettabili. Termina il corso del trattamento con farmaci orali. La terapia per le forme acute e croniche della malattia non è la stessa. La decisione sulla scelta dell'antibiotico è presa dall'urologo, dal ginecologo o dal pediatra.

Trattamento della pielonefrite cronica e acuta con antibiotici: un elenco di compresse, iniezioni

La pielonefrite viene trattata con farmaci antibiotici. I benefici sono dati ai farmaci che hanno un effetto battericida e batteriostatico.

Sotto l'influenza, c'è una completa soppressione dei microbi patogeni e una diminuzione dell'attività. La terapia viene eseguita entro 7-14 giorni, a seconda della gravità del decorso della pielonefrite.

  1. Quali antibiotici vengono scelti
  2. Penicilline
  3. Fluorochinoloni
  4. Cefalosporine
  5. Sulfonamidi
  6. Aminoglicosidi
  7. Nitrofurani
  8. Derivato dall'8-idrossichinolina
  9. Tattiche nella scelta degli antibiotici
  10. Requisiti per i farmaci
  11. Antibiotici per bambini
  12. Selettività delle azioni
  13. Quali antibiotici vengono utilizzati
  14. Bassa efficacia degli antibiotici
  15. Cosa causa una bassa efficienza
  16. video

Quali antibiotici vengono scelti

Con la pielonefrite dei reni, i farmaci vengono scelti in base ai risultati dell'esame batteriologico delle urine.

La malattia è acuta, quindi, al momento del ricovero in ospedale, non c'è tempo per attendere la prontezza del test delle urine.

Pertanto, i medici usano antibiotici con una vasta gamma di effetti per la terapia empirica. Gli antibiotici per la pielonefrite sono i seguenti:

  1. Rappresentanti del gruppo delle penicilline.
  2. Fluorochinoloni.
  3. Cefalosporine, principalmente 3 generazioni.
  4. Sulfonamidi.
  5. Aminoglicosidi.
  6. Nitrofurani.
  7. Derivati ​​dell'8-idrossichinolina.

I gruppi elencati con una serie di vantaggi:

  1. Elimina i sintomi della pielonefrite in breve tempo.
  2. Spiccata attività battericida, che porta alla distruzione di microrganismi patogeni.
  3. La maggior parte di essi è consentita alle persone con gravi malattie epatiche e renali..
  4. È consentito combinare alcuni gruppi in caso di malattia grave.

La maggior parte degli antibiotici viene utilizzata per la pielonefrite acuta. Entro pochi giorni dal momento dell'assunzione delle pillole, le condizioni del paziente migliorano.

Un antibiotico per la pielonefrite riduce il rischio di sviluppare una serie di complicanze. Pertanto, la terapia viene eseguita con l'aggiunta di questi farmaci, nonostante una serie di effetti collaterali derivanti dall'assunzione.

Il trattamento della pielonefrite acuta viene effettuato mediante iniezioni intramuscolari. Se la malattia è cronica, si consiglia di assumere compresse.

Penicilline

Il trattamento della pielonefrite con antibiotici della serie di penicilline viene effettuato con un decorso grave della malattia.

Un gruppo con solo un effetto battericida, cioè c'è una morte completa di agenti patogeni. Le penicilline sono attive contro:

  1. E. coli, streptococchi, stafilococchi.
  2. Pseudomonas aeruginosa, enterococchi.

Vengono utilizzate aminopenicilline o penicilline protette. Contiene un componente chiamato acido clavulanico, che inibisce la sintesi delle beta-lattamasi.

Questa proprietà del farmaco lo rende un mezzo nella lotta contro gli agenti patogeni. I farmaci sono prescritti solo sotto forma di iniezioni, in diversi dosaggi.

Dopo l'iniezione, le condizioni del paziente vengono monitorate, poiché le penicilline possono causare gravi reazioni allergiche.

La maggior parte dei microrganismi ha sviluppato resistenza a questo gruppo di antibiotici. Pertanto, viene utilizzato solo sulla base dei risultati della coltura dell'urina su terreni nutritivi..

Fluorochinoloni

La terapia antibiotica per la pielonefrite viene eseguita dal momento in cui compaiono i primi sintomi. Tra gli agenti antibatterici, i rappresentanti del gruppo dei fluorochinoloni sono i farmaci di scelta.

Assegna 4 generazioni di fluorochinoloni, che differiscono l'uno dall'altro nello spettro d'azione.

I rappresentanti influenzano gli agenti causali più comuni della pielonefrite: E. coli, streptococchi, stafilococchi, gonococchi.

Considera che i fluorochinoloni non vengono utilizzati per eliminare le infezioni anaerobiche. Curiamo la pielonefrite con i seguenti medicinali:

  1. "Ciprofloxacina".
  2. "Norfloxacina".
  3. "Levofloxacina".

Il meccanismo d'azione di questo gruppo è associato all'effetto sui processi enzimatici e sull'inibizione del DNA batterico.

Inoltre, hanno un effetto sull'RNA delle cellule, che porta alla rottura della stabilità della membrana e alla morte. L'effetto terapeutico si forma in 2-3 ore dal momento dell'assunzione delle pillole.

Durante questo periodo, si sviluppa la concentrazione di farmaci nel plasma. Prescrivere il farmaco alla dose di 250 mg alla volta.

L'intero corso del trattamento è determinato dal medico, in base alla gravità del quadro clinico e alle condizioni del paziente.

Cefalosporine

Questo gruppo di farmaci appartiene all'ultima generazione di agenti antibatterici. Contiene 7-ACK, che promuove l'azione antibiotica sui batteri beta-lattamasi.

Le cefalosporine hanno sostituito le penicilline a causa della resistenza agli enzimi microbici.

Il meccanismo è associato all'inibizione della sintesi dello strato peptidoglicano della cellula e al rilascio di composti autolitici.

A causa di ciò, si sviluppa un pronunciato effetto battericida. In questo gruppo si distinguono 5 generazioni di farmaci. Spesso prescritto:

  1. Ceftriaxone, Cefotaxime, Ceftazidime.
  2. "Ceftolosan", "Cefepim".

È necessario trattare la pielonefrite con cefalosporine mediante somministrazione parenterale. Il corso dura una settimana.

Se necessario, la terapia viene prolungata fino a 14 giorni. I pazienti spesso manifestano reazioni allergiche alle cefalosporine.

Si manifesta sotto forma di eruzione cutanea, prurito, bruciore, in rari casi - shock anafilattico.

Le cefalosporine sono ad ampio spettro e sono quindi spesso utilizzate per il trattamento empirico. La correzione viene eseguita già sulla base dell'ottenimento dei risultati dell'urinocoltura.

Sulfonamidi

Il trattamento con antibiotici del gruppo sulfonamide viene effettuato con un decorso lieve della malattia. Preparati solo con effetto batteriostatico, cioè riducono la crescita e l'attività dei microbi, ma non uccidono.

Il meccanismo si basa sull'inibizione degli enzimi della crescita, necessari per i microbi. Sopprimere gli acidi folico e diidrofolico.

Di conseguenza, la sintesi dell'acido nucleico viene interrotta, quindi non si formerà una nuova cellula batterica.

Con la pielonefrite, il farmaco viene utilizzato sotto forma di compresse o iniezioni. Il trattamento viene effettuato in combinazione con altri antibiotici.

In questo momento, non vengono utilizzati in questo modo, poiché non hanno un effetto battericida. Non adatto alla monoterapia nei casi gravi di pielonefrite.

I medici prescrivono sulfonamidi per la pielonefrite cronica. A causa dell'azione, non si verifica l'ulteriore sviluppo della flora patogena, il che porta all'effetto terapeutico necessario.

Aminoglicosidi

Sono prescritti solo per il trattamento di forme gravi e complicate di pielonefrite. L'effetto dell'uso degli aminoglicosidi si sviluppa in un breve periodo di tempo, in media 2-3 ore. I rappresentanti del gruppo sono divisi in 4 generazioni. Usato più spesso:

  1. "Neomicina", "Streptomicina".
  2. "Gentamicina", "Amikacin".

Il meccanismo d'azione si basa su una violazione della biosintesi delle proteine ​​nelle inclusioni ribosomiali. Quando il componente entra nel sangue, si lega alla subunità 30S della struttura proteica.

C'è una distruzione nel legame delle informazioni genetiche, che porta alla morte dei microbi. Gli aminoglicosidi agiscono anche sui batteri a riposo.

Grazie a ciò, si sviluppa l'effetto desiderato. Il farmaco viene prescritto solo dopo una coltura di urina. Gli aminoglicosidi sono usati nello sviluppo di complicanze.

I medicinali di questo gruppo sono prescritti con cautela, poiché causano la perdita dell'udito. Ototossicità rilevata negli effetti collaterali degli aminoglicosidi.

Nitrofurani

I rappresentanti dei nitrofurani hanno un doppio effetto sugli agenti infettivi. Quando si assumono farmaci, succede:

  1. Diminuzione dell'attività batterica, inibizione della crescita e diminuzione del numero.
  2. Morte completa di alcuni microbi sensibili al farmaco.

I nitrofurani sono prodotti solo sotto forma di compresse, quindi vengono utilizzati per la pielonefrite lieve. Spesso ai pazienti vengono prescritti Furamag e Furadonin.

Questi farmaci sono usati solo per il trattamento delle forme croniche di pielonefrite. Come ha dimostrato la pratica, l'uso di nitrofurani nella pielonefrite acuta non è pratico, poiché non esistono forme di somministrazione parenterale.

Per questo motivo, il tempo durante il quale il farmaco inizia ad agire aumenta notevolmente, il che porta al rischio di sviluppare complicanze della malattia renale..

I nitrofurani più spesso di altri farmaci contribuiscono allo sviluppo di effetti indesiderati. Pertanto, viene utilizzato solo secondo le indicazioni, non adatto per il trattamento empirico.

Derivato dall'8-idrossichinolina

Questo gruppo include farmaci che contengono nitroxolina. Proprietà positive:

  1. È un urosettico con effetto battericida sui microbi.
  2. Si manifesta in relazione alla flora fungina.
  3. La concentrazione del farmaco viene raggiunta dopo 1,5 ore.

Questo gruppo di farmaci è efficace nel trattamento della pielonefrite. Ciò è dovuto all'accumulo di grandi quantità nelle urine e all'effetto su vari tipi di batteri.

Disponibile solo in compresse che richiedono 7-14 giorni. Il farmaco è spesso usato per trattare eventuali malattie del sistema urinario.

Di solito combinato con altri medicinali antibatterici. La "nitroxolina" è attiva nel trattamento delle forme croniche di pielonefrite. Pertanto, si consiglia di utilizzarlo per la prevenzione delle ricadute della malattia..

Tattiche nella scelta degli antibiotici

La pielonefrite è una malattia che colpisce più spesso la metà femminile della popolazione. Le ragazze spesso fanno domande: come trattare la malattia e quali antibiotici vengono utilizzati per la terapia?

La pielonefrite cronica nelle donne viene trattata in regime ambulatoriale. Per fare questo, su appuntamento dal medico, i farmaci vengono prescritti per un corso di 14 giorni. I farmaci consigliati sono:

  1. Cefalosporine.
  2. Fluorochinoloni.
  3. Penicilline protette.

Dopo la terapia, vengono valutate le condizioni del paziente. Sullo sfondo di un risultato soddisfacente, la terapia termina con l'assunzione di due settimane di agenti antibatterici.

Viene eseguita un'urinocoltura per identificare la causa della malattia. La pielonefrite acuta è una condizione che richiede il ricovero in ospedale.

In questo caso, la terapia viene eseguita con l'uso di farmaci per la somministrazione parenterale. Le iniezioni vengono somministrate con i seguenti medicinali:

  1. Cefalosporine di terza generazione.
  2. Penicilline.
  3. Fluorochinoloni, aminoglicosidi.

La scelta si basa sui risultati di un test delle urine. Il trattamento empirico viene utilizzato in condizioni gravi e di emergenza. Usa cefalosporine, penicilline.

Questi due gruppi di farmaci hanno l'effetto battericida necessario. Sullo sfondo del miglioramento delle condizioni del paziente, passano all'assunzione di fluorochinoloni in capsule.

Quale antibiotico è il migliore per la gravidanza Se la pielonefrite si verifica in una donna incinta, viene eseguito quanto segue:

  1. Il paziente deve essere ricoverato in ospedale.
  2. Usa antibiotici ad ampio spettro.
  3. Iniezioni di penicilline protette, cefalosporine o aminoglicosidi.

La durata della terapia è di 2 settimane. Sullo sfondo del trattamento con farmaci, viene eseguita un'analisi delle urine per determinare la causa della lesione del sistema renale.

Una donna incinta viene monitorata per ridurre il rischio di sviluppare effetti negativi sulla salute e sul feto. I fluorochinoloni, i sulfonamidi della pielonefrite sono controindicati in una donna incinta.

Requisiti per i farmaci

Il trattamento della pielonefrite acuta viene effettuato solo con quegli antibiotici che soddisfano i requisiti:

  1. Attività farmacologica contro i microrganismi.
  2. Elenco di controindicazioni ed effetti collaterali.
  3. Caratteristiche dell'influenza del componente sulla causa della malattia.

I medicinali utilizzati soddisfano i requisiti:

  1. Fornisce l'effetto desiderato in un breve periodo di tempo.
  2. Nessuna tossicità renale.
  3. Viene escreto in misura maggiore nelle urine.

I preparativi per il trattamento della pielonefrite dovrebbero:

  1. Contribuisce alla completa morte della flora patogena.
  2. Dopo 2-3 giorni dalla data di somministrazione dei farmaci, migliorare le condizioni del paziente.
  3. Riduci il rischio di complicazioni.

Il requisito principale per gli antibiotici è la specificità dell'azione. Più spesso, con la pielonefrite, vengono utilizzati farmaci che hanno solo un effetto battericida. In altri casi, ricorrere a un trattamento complesso utilizzando diversi farmaci.

Antibiotici per bambini

Spesso, la pielonefrite si verifica nelle ragazze di 7-10 anni. Lo sviluppo della malattia è associato al fallimento dell'immunità e delle caratteristiche anatomiche..

La malattia tra i bambini si manifesta in modo acuto e procede con un quadro clinico vivido. Lo sviluppo della pielonefrite nei bambini è pericoloso con conseguenze.

Rischio di sepsi, shock o cronicità. Per questo motivo, il corpo soffrirà. I farmaci presi hanno:

  1. Efficacia terapeutica ed effetti collaterali minimi per i bambini.
  2. Solo azione battericida.
  3. Effetto terapeutico veloce.

È possibile curare la malattia nei bambini con l'aiuto di cefalosporine, penicilline protette.

La durata della terapia è di 7 giorni. Se la malattia è grave, il corso viene aumentato a due settimane.

Quando viene fatta una diagnosi di pielonefrite, il bambino malato viene ricoverato in ospedale. Viene eseguita un'analisi per rilevare l'agente patogeno, quindi l'antibiotico selezionato viene regolato.

Selettività delle azioni

La farmacia offre vari farmaci antibatterici. Nel trattamento della pielonefrite, ricorrono spesso a farmaci che hanno un ampio spettro di azione..

Tali farmaci distruggono non solo la flora patogena, ma anche quella normale che vive nel corpo umano..

Per risolvere il problema, sono stati inventati antibiotici per la pielonefrite a spettro ristretto, che colpiscono solo un tipo specifico di patogeno.

Spesso, con la pielonefrite, bevono diversi complessi di farmaci, poiché non ci sono dati sull'eziologia. Pertanto, la maggior parte dei pazienti viene sottoposta a coltura delle urine batteriologica per determinare il tipo di microbo e la sensibilità..

Il risultato viene preparato entro 5-7 giorni, pertanto viene eseguita prima la terapia empirica..

Quali antibiotici vengono utilizzati

Quando si ottiene il risultato, il medico apporta modifiche al trattamento prescritto. L'elenco dei medicinali include:

  1. Fluorochinoloni.
  2. Aminoglicosidi.
  3. Sulfonamidi.

Se, in base ai risultati della coltura, nel paziente viene trovato E. coli, qualsiasi medicinale sarà efficace contro di esso.

Se viene rilevato un microbo che non si trova tra i pazienti con pielonefrite, la terapia viene rivista.

Bassa efficacia degli antibiotici

La pielonefrite appartiene al gruppo di malattie in cui è richiesta la terapia antibiotica. Nel 30% dei casi, i farmaci prescritti non sono attivi, il che porta alla progressione della malattia e allo sviluppo di complicanze.

Cosa causa una bassa efficienza

  1. L'antibiotico sbagliato. La situazione si verifica quando la malattia si sviluppa a causa di microbi atipici. In questo caso, il farmaco assunto non ha un effetto distruttivo e la malattia progredisce bruscamente..
  2. La presenza di ceppi resistenti che hanno sviluppato resistenza alla maggior parte dei farmaci. Questa situazione si verifica quando i pazienti assumono antibiotici in modo incontrollato..
  3. Bassa resistenza del corpo. L'efficacia del trattamento è anche influenzata dallo stato di immunità. Pertanto, il risultato della terapia è assente a causa dell'immunodeficienza latente secondaria.

La terapia con pielonefrite viene eseguita con l'uso di medicinali antibatterici. Solo con l'aiuto di questi farmaci si sbarazzano del problema per sempre.