Antimicrobici efficaci ad ampio e stretto spettro

Durante l'infiammazione batterica delle vie respiratorie superiori, vengono utilizzati agenti sistemici e locali. La dispersione (macinazione) dei componenti attivi degli antibiotici, effettuata durante il processo di creazione di uno spray, non riduce l'attività dei principi attivi, pertanto, la nomina di questa comoda forma di dosaggio viene praticata nel trattamento di varie malattie infettive della gola e del rinofaringe.

Indicazioni per l'uso di spray antibiotici per la gola

Gli antibatterici topici per la gola sono destinati al trattamento dell'infiammazione causata da infezioni da stafilococco, streptococco, batteri anaerobici o fungini o quando esiste una minaccia del loro attaccamento alla malattia originale. Gli spray antibiotici per la gola possono essere prescritti per le seguenti diagnosi:

  • laringite (infiammazione della laringe);
  • quinsy;
  • mal di gola batterico;
  • faringite batterica.

L'effetto terapeutico locale dei preparati sotto forma di spray fornisce l'effetto dei componenti attivi dell'antibiotico direttamente sul sito dell'infezione. L'uso di medicinali di questa forma di dosaggio aiuta a ottenere rapidamente l'effetto terapeutico desiderato - per ridurre il dolore, prevenire lo sviluppo di complicanze ed evitare il passaggio della malattia allo stadio cronico. A seconda della gravità della malattia e delle caratteristiche individuali del corpo del paziente, gli spray vengono utilizzati come trattamento aggiuntivo o principale.

Spray antibiotici popolari per la gola

L'elevata biodisponibilità dei componenti della composizione, la capacità di assumere il farmaco in qualsiasi condizione (al contrario di risciacquo, inalazione e altri agenti topici), il basso grado di effetto sistemico del farmaco sul corpo: questi vantaggi degli spray antibiotici li rendono i farmaci di scelta nel trattamento delle infezioni batteriche non complicate. Solo un medico può prescrivere un tale medicinale, perché il farmaco viene selezionato in base al tipo di microrganismo che ha causato l'infiammazione. L'automedicazione è irta di aggravamento delle condizioni del paziente.

Ingalipt

Lo spray antibatterico Ingalipt di fabbricazione russa contiene sodio norsulfazolo, streptocidi solubili, timolo, saccarosio, menta ed estratti di eucalipto. La combinazione di questi componenti attivi allevia il gonfiore delle mucose, ha effetti antisettici, antinfiammatori e antibatterici, allevia la sindrome del dolore ed è attiva contro i funghi Candida. Il farmaco è prescritto come parte del complesso trattamento dell'infiammazione batterica del tratto respiratorio superiore:

  • tonsillite;
  • rinofaringite;
  • infezione batterica o fungina.

Dosaggio per pazienti adulti e bambini sopra i 12 anni - 1-2 iniezioni attraverso la cavità orale, 3-4 volte / die, per 7-10 giorni. Le controindicazioni sono allergia a uno dei componenti, malattie renali ed epatiche (nefrosi, nefrite), disturbi del sistema ematopoietico e malattie autoimmuni croniche. Il trattamento può causare effetti collaterali come eruzione cutanea, nausea e vomito, secchezza delle fauci, edema di Quincke. Il prezzo di una bottiglia da 30 ml nelle farmacie di Mosca varia da 90 a 160 rubli.

  • Zuppa di burro - ricette con foto. Come preparare la zuppa di funghi con burro fresco o congelato
  • Pasta lievitata per torte - ricette con foto. Come preparare una base per la cottura con lievito secco o vivo
  • Fungo Reishi - proprietà medicinali. Tintura, estratto o tè di funghi Reishi per il trattamento delle malattie

Tantum Verde

L'antibiotico spray gola Tantum Verde dei farmacisti italiani è realizzato sulla base della benzidamina cloridrato, un componente che ha un effetto antimicrobico anestetico. Questa sostanza mostra una pronunciata attività fungicida contro i funghi di tipo Candida, quindi è prescritta, anche per la candidosi con un focolaio di infezione nella cavità orale. Regime di dosaggio - 0,255 mg (1 dose); spruzzare nella cavità orale ogni 1,5–3 ore, 4-8 iniezioni per gli adulti, 3-4 per i bambini dai 6 ai 12 anni.

Questo spray antibiotico per la gola è controindicato in caso di ipersensibilità individuale ai componenti del prodotto; l'uso del farmaco può causare bruciore e secchezza delle mucose, reazioni allergiche, laringospasmo o attacchi d'asma. Il prezzo di Tantum Verde sotto forma di aerosol per applicazione topica nelle farmacie di Mosca è di 260-420 rubli per 30 ml.

Esorale

Lo spray americano per il mal di gola con antibiotico Hexoral è prodotto sulla base di hexetidine. Questa sostanza è un antagonista della tiamina, ha un pronunciato effetto antimicrobico, antisettico, ha un effetto antimicotico e antibatterico. Il rimedio allevia il mal di gola, la tosse e la sindrome del dolore con tonsillite, faringite, altre infiammazioni purulente della faringe, viene utilizzato in un trattamento complesso come coadiuvante.

Spray per la gola con antibiotici Hexoral viene spruzzato in gola due volte al giorno (mattina e sera), per 1-3 secondi. La durata del corso del trattamento farmacologico è di 7-10 giorni. Il farmaco è controindicato in caso di ipersensibilità ai suoi componenti e di età inferiore ai 3 anni. Può modificare le sensazioni gustative (con intolleranza individuale). Il costo di una bottiglia da 40 ml varia da 240 a 360 rubli.

Cameton

L'aerosol per la gola con antibiotico Cameton è una preparazione topica combinata contenente clorobutanolo idrato, olio di eucalipto, canfora, mentolo, che ha un effetto rinfrescante e lenitivo sul mal di gola. Antisettico con effetto anestetico locale, lo spray allevia l'infiammazione, previene la diffusione del processo infettivo.

Prima di usare il farmaco, sciacquare la gola con una soluzione di soda o clorexidina. L'agente viene iniettato nell'angolo destro e sinistro della faringe, 2-3 iniezioni, 3-4 volte al giorno, per una settimana. Non utilizzare il medicinale di età inferiore ai 5 anni e con ipersensibilità individuale ai componenti. La ricezione può causare effetti collaterali sotto forma di eruzioni cutanee, sensazione di bruciore nel rinofaringe. Il prezzo di una bottiglia da 30 ml è di 65-110 rubli.

Farmaci antibatterici per la terapia locale di ferite di varie eziologie

Pubblicato sulla rivista:
"RMZH. Revisione medica "2018 n. 3 (I)

Professor I.P. Levchuk, professore M.V. Kostyuchenko
FGBOU IN RNIMU loro. N.I. Pirogova, Ministero della Salute della Russia, Mosca

Sommario

L'articolo discute gli attuali problemi della terapia antibatterica per ferite di varia eziologia, le possibilità e le limitazioni dell'uso di farmaci antibatterici locali. La principale limitazione nella scelta dei farmaci antibatterici è attualmente la presenza diffusa di microrganismi multiresistenti. Questo restringe significativamente la scelta di farmaci sia sistemici che topici per la terapia antibiotica empirica delle ferite. Attualmente, al fine di prevenire la progressione dell'infezione della ferita, i farmaci antibatterici locali sono ampiamente utilizzati per evitare effetti collaterali sistemici..
I farmaci antibatterici locali più attivamente utilizzati per la gestione delle ferite ambulatoriali includono sulfanilamide (Ranavexim), sulfatidina d'argento, neomicina con bacitracina. La terapia locale delle ferite infette deve essere basata sulle caratteristiche eziologiche e anamnestiche della ferita, sulla fase del processo della ferita e sull'estensione della lesione. L'uso locale di farmaci antibatterici (ad esempio, sulfonamide) è possibile con piccole lesioni senza un processo infettivo attivo nella ferita (abrasioni domestiche, graffi, tagli superficiali e ustioni).

Parole chiave: ferite, terapia antibiotica, multiresistenza ai farmaci, antibiotici topici, sulfanilamide.
Per citazione: Levchuk I.P., Kostyuchenko M.V. Preparazioni antibatteriche per terapia locale di ferite di varia eziologia // BC. Revisione medica. 2018. No. 00.S. 1-6.

Farmaci antibatterici per la terapia topica delle ferite di varie eziologie

Levchuk I.P., Kostyuchenko M.V.
Pirogov Russian National Research Medical University, Mosca

Astratto
L'articolo affronta i problemi moderni della terapia antibiotica delle ferite di varie eziologie, possibilità e limitazioni dell'uso di antibiotici topici. Attualmente, il principale limite nella scelta dei farmaci antibatterici è l'uso diffuso di microrganismi multiresistenti. Questo fatto riduce significativamente la scelta di farmaci sia sistemici che topici per la terapia antibiotica empirica delle ferite. Attualmente, gli antibiotici topici vengono spesso utilizzati per prevenire la progressione dell'infezione della ferita, che spesso consente di evitare effetti collaterali sistemici. Le preparazioni antibatteriche topiche più attivamente utilizzate per la gestione ambulatoriale delle ferite possono esser attribuite a un sulfanilamide (Ranavexim), sulfatides argento, neomicina con bacitracin. La terapia topica delle ferite deve essere basata sulle caratteristiche eziologiche e anamnestiche della ferita, sulla fase del processo della ferita e sull'estensione della lesione. L'uso topico di farmaci antibatterici (ad es. Sulfanilamide) è possibile con piccole lesioni senza un processo infettivo attivo nella ferita (come abrasioni, graffi, piccoli tagli e ustioni).
Parole chiave: ferite, terapia antibatterica, multiresistenza ai farmaci, applicazione topica di antibiotici, sulfonamide.
Per citazione: Levchuk I.P., Kostyuchenko M.V. Farmaci antibatterici per la terapia topica delle ferite di varie eziologie // RMJ. Revisione medica. 2018. N. 00. P. 1-6.

Tutte le ferite ricevute in condizioni non sterili sono infette, la crescita della flora batterica nella ferita provoca lo sviluppo di un processo infiammatorio, accompagnato da un aumento della temperatura locale, iperemia, dolore e disfunzione della parte del corpo su cui si trova la ferita. L'incidenza delle complicanze infettive rimane molto significativa e raggiunge in generale il 45%. I più suscettibili allo sviluppo di complicanze infettive sono le ferite contaminate dal suolo, con una violazione dell'afflusso di sangue nell'area della ferita stessa o dell'intera parte del corpo, ferite da arma da fuoco e mine esplosive, morsi di animali e umani. A seconda del tipo di danno e delle condizioni ambientali, vari microrganismi possono entrare nelle ferite: residenti - che vivono costantemente e si moltiplicano sulla pelle (principalmente cocchi coagulasi negativi, ad esempio Staphylococcus epidermidis, S. aureus e difterite, ad esempio Corinebacterium spp., Meno spesso - batteri gram-negativi) e transitoria - normalmente assente e che entra nella pelle dopo il contatto con oggetti ambientali contaminati e persone malate. A seconda dell'area del corpo (testa, arti, area perianale, ecc.), Lo spettro della microflora residente può essere diverso. La flora transitoria differisce anche nella composizione, che dipende dalla natura della ferita, dall'eziologia, dall'ambiente e può essere rappresentata da vari microrganismi infettivi e pericolosi (Escherichia coli, Klebsiella spp., Pseudomonas spp., Salmonella spp. E altri batteri gram-negativi, S. aureus, virus e funghi, Candida albicans, rotavirus, ecc.). Quando la pelle è danneggiata, i microrganismi transitori possono colonizzare e infettare la pelle per lungo tempo, formando una nuova flora residente (ma non normale) molto più pericolosa. Nella maggior parte dei casi, l'infezione è causata da associazioni microbiche. Quindi, i morsi di cane sono accompagnati da una complicazione infettiva in circa il 20% dei casi, i gatti - fino al 30-50%, gli esseri umani - 70-80% [1-3].

A causa dei cambiamenti nei parametri istochimici dei tessuti a seguito di danni e distruzione della funzione di barriera protettiva della pelle, anche i microrganismi non patogeni possono causare processi infiammatori e purulenti pronunciati. Per selezionare la terapia antibatterica ottimale, è necessario tenere conto del possibile spettro microbico della ferita (Tabella 1).

Tabella 1. Eziologia e spettro microbico delle ferite

Eziologia delle feriteLo spettro degli agenti causali delle complicanze infettive della ferita
Ferite accidentaliEnterobacteriaceae spp. Sono più comuni. e S. aureus, compresi i ceppi di MRSA acquisiti in comunità, Staphylococcus spp. [4]. Con ferite nella zona degli arti superiori, in particolare delle mani, predominano le forme coccal: 90% stafilococco (57% in coltura pura e 33% in associazione con bastoncelli portatori di spore); meno spesso si trovano difteroidi, bastoncelli aerobici portatori di spore e vari saprofiti di origine aerea; con trauma degli arti inferiori, E. coli e Proteus si verificano -13,5%, meno spesso - anaerobi [5].
Nella zona perianale, la ferita contiene varie combinazioni di cocchi gram-positivi (stafilococchi, streptococchi ed enterococchi) ed enterobatteri (E. coli, Klebsiella, Enterobacter, ecc.) In una possibile associazione con anaerobi (peptostreptococchi, batteroidi, fusostridobatteri [6] e altri.).
In caso di lesioni in acqua di mare - Vibrio spp, Mycobacterium marinun, in acqua dolce - Pseudomonas aeruginosa, Aeromonas spp. e Mycobacterium spp. (più spesso - M. marinum, Mycobacterium avium), Vibrio spp, Enterobacteriaceae spp. [7, 8].
I danni accompagnati da un insufficiente apporto di sangue e una forte diminuzione dell'ossigenazione dei tessuti sono i più favorevoli per lo sviluppo di C. perfringens, C. novyi, C. septicum, C. hystoliticum, C. bifermentans [6].
Brucia le feriteMolto spesso, la ferita è colonizzata da stafilococco, vegetando sotto forma di flora saprofitica sulla pelle intatta e streptococco. Nelle fasi ospedaliere - infezioni nosocomiali (flora ospedaliera multiresistente), la frequenza dei ceppi di MRSA -37-50% [9].
Le monocolture di microrganismi si verificano nel 57% dei casi, associazioni microbiche - nel 43% includono: S. aureus e Proteus vulgaris; S. aureus e S. epidermidis; S. aureus e P. aeruginosa; P. vulgaris, E. coli, S. aureus; P. aeruginosa, K. polmonite, S. aureus (Morrison V.V., 2015).
Ferite morsiNei morsi di animali, le associazioni microbiche aerobiche-anaerobiche occupano il primo posto in numero - 50-65%, Pasteurella spr. - 2075% (Pasteurella multocida - 60% e P. canis - 18%), così come Peptostreptococcus spp, S. aureus - 20-40% e Streptococcus mitis, Moraxella spp, Corynebacterium spp. e Neisseria spp. [9-11]. Per i morsi di gatto: P. multocida, S. aureus, MRSA, Cl. tetani; per i morsi di maiale: flora polimicrobica (cocchi gram-positivi, bacilli gram-negativi, Pasteurella spp. + anaerobi, Cl. tetani); con morsi di ratto: S. moniliformis, Cl. tetani; per i morsi di serpente: Pseudomonas spp, Enterobacteriaceae spp., Clostridium spp. [quattordici].
Nei morsi umani, lo spettro dei patogeni è rappresentato principalmente da Streptococcus spp. (17-90%), S. aureus (13-50%), Eikenella corrodens (10-29%), Haemophilus influenza (17-26%), Bacteroides spp, Fusobacterium spp. (12-33%), Peptostreptococcus spp. (22%), prevale la flora mista [4, 9-10, 12].
Sono possibili ceppi di MRSA acquisiti in comunità, specialmente con morsi di animali [13].
Ferite dopo aver tagliato carne o pesceErysipelothrixrhusiopathiae [7].
Ferite subite a seguito di ostilità e altre emergenzeSpesso patogeni aerobi gram-negativi: Enterobacteriaceae spp, Pseudomonas spp e Staphylococcus spp. Con lesioni di organi cavi, ad esempio, con ferite addominali penetranti: contaminazione della ferita con patogeni gram-negativi della famiglia delle Enterobacteriaceae e anaerobi [4]. Con ferite profonde contaminate dal suolo, con afflusso di sangue alterato e una forte diminuzione dell'ossigenazione dei tessuti: C. perfringens, C. novyi, C. septicum, C. hystoliticum, C. bifermentans [6].
Ferite postoperatorieS. aureus - 20% (compresi i ceppi MRSA), stafilococchi coagulasi negativi - 14%, enterococchi - 12%, E. coli - 8%, P. aeruginosa - 8%, Enterobacter spp. - 7%, P. mirabilis - 3%, K. pneumoniae - 3%, C. albicans - 3-9,5%, altri aerobi gram-positivi - 2%, Bacteroides fragilis - 2% [1, 4].
Nota: MRSA - microrganismi resistenti alla meticillina, emergenza - emergenze

Terapia antibatterica

Attualmente, i ceppi acquisiti in comunità rimangono sensibili a un gran numero di antibiotici, incluso il ß-lattamico. Fino alla fine degli anni '90, gli organismi resistenti alla meticillina (MRSA) erano un problema esclusivamente nosocomiale con una prevalenza predominante in Europa. Tuttavia, attualmente ci sono informazioni sui serbatoi acquisiti in comunità di stafilococco multiresistente di origine zoonotica, che rappresentano fino al 50% e più della massa totale nell'Europa meridionale e il 10-25% nell'Europa centrale e in Gran Bretagna [14]. In Russia, su base ambulatoriale, la frequenza di insorgenza di MRSA non supera il 3,8%, tuttavia, in ambiente ospedaliero, la frequenza di insorgenza di questi microrganismi, nonché di E. coli gram-negativi e Klebsiella spp. Resistente alle cefalosporine. raggiunge il 60,4-84,9%. Se viene identificato un alto rischio di infezione da ceppi di MRSA, è necessario includere un farmaco anti-MRSA nel regime di trattamento [6-7].

Al fine di prevenire la progressione dell'infezione della ferita, i farmaci antibatterici locali sono ora ampiamente utilizzati per evitare effetti collaterali sistemici. La terapia antibiotica sistemica non è richiesta per lesioni inferiori a 5 cm dopo un adeguato trattamento chirurgico [6].

Tabella 2. Caratteristiche dei farmaci antibatterici per uso esterno

Nota: PABA - acido para-amminobenzoico

In caso di difetti estesi della ferita, manifestazioni cliniche di infezione, inclusi segni sistemici di infiammazione (aumento della temperatura corporea> 38 ° C o diminuzione di 12 * 10 9 / lo leucopenia 9 / l; tachicardia> 90 battiti / min; mancanza di respiro> 24 respiri / min ), uno stato di immunodeficienza richiede l'uso sistemico di antibiotici [7]. Anche le forme di dosaggio locali con un componente antibatterico trovano il loro posto nei protocolli di trattamento.

I farmaci antibatterici attualmente utilizzati attivamente, con un'apparente varietà a prima vista, tenendo conto del concetto moderno di trattamento delle ferite infette e dei requisiti per tali farmaci, hanno limiti significativi. Lo spettro d'azione della maggior parte dei farmaci noti si è notevolmente ridotto per l'uso stazionario a causa della multi-resistenza dei microrganismi (Tabella 2) e della limitazione dovuta agli effetti collaterali su ampie superfici della ferita (Tabella 3).

Tabella 3. Indicazioni, effetti collaterali e limitazioni per i farmaci antibatterici per uso esterno

Farmaco, modulo di rilascioPrincipali indicazioni per uso topicoEffetti collateraliLimitazioni per uso esterno
Sulfanilamide (Streptocid, Ranavexim), polvere per uso esternoFerite infette di varie eziologie (comprese ulcere, crepe, abrasioni), ustioni (I e II grado), lesioni cutanee infiammatorie purulente.
Vantaggi del farmaco: utilizzato per ferite estese e profonde. Può essere utilizzato nella fase I del processo della ferita sulla superficie della ferita pulita e trattata con antisettici [6]
Reazioni allergicheSe applicato localmente, è necessario ricordare che il farmaco funziona meglio in una ferita pulita. Pertanto, si consiglia di pretrattare la ferita, sciacquare con perossido di idrogeno e altri antisettici e quindi applicare il farmaco [19]
Sulfadiazina d'argento, crema, unguento per uso esternoFerite superficiali infette e ustioni con debole essudazione, ulcere trofiche, piaghe da decubito, ulcere non cicatrizzanti a lungo termine, abrasioni. Può essere utilizzato nella fase I del processo della feritaCirca il 10% di sulfadiazina e l'1% di argento vengono assorbiti dalla circolazione periferica e sistemicaL'applicazione su ampie superfici della ferita è accompagnata da un aumento della concentrazione di sulfadiazina nel sangue fino a 10-20 μg / ml.
Con l'uso prolungato su ampie superfici della ferita, sono possibili effetti collaterali sistemici, tra cui emopoiesi compromessa, reazioni cutanee e allergiche, sintomi dispeptici, epatite, necrosi epatocellulare, disfunzione del sistema nervoso centrale, nefrosi tossica
Gentamicina, polvere per uso esternoInfezioni batteriche della pelle e dei tessuti molli causate da microflora sensibile: piodermite.
Dermatite infetta, ferite (comprese quelle chirurgiche, lente), ustioni (comprese le piante), punture di insetti, ascessi cutanei e cisti. Infezione batterica secondaria. Può essere utilizzato con una piccola area della superficie della ferita
Reazioni allergiche: locali - eruzione cutanea, prurito, arrossamento della pelle, sensazione di bruciore; generalizzato (raramente) - febbre, angioedema, eosinofiliaQuando viene assorbito da grandi superfici, possono svilupparsi effetti sistemici: neurite acustica, miastenia grave, parkinsonismo, botulismo, insufficienza renale. Restrizione d'uso nei neonati, nei prematuri e nella vecchiaia
Acido fusidico, crema, unguento per uso esternoInfezioni della pelle e dei tessuti molli causate da microrganismi sensibili, ferite infette. Può essere utilizzato per rilevare stafilococchi resistenti a meticillina, penicilline, streptomicina, cloramfenicolo, eritromicina, ceppi ospedalieri resistentiEffetto irritante locale (arrossamento e prurito della pelle), reazioni allergicheIpersensibilità, insufficienza epatica
Mupirocina, unguento topicoL'assorbimento dopo l'applicazione cutanea è estremamente basso.
Utilizzato per infezioni cutanee primarie e secondarie, comprese lesioni infette, ferite e ustioni; prevenzione dell'infezione batterica di piccole ferite, tagli e altre lesioni cutanee "pulite" quando vengono rilevati microrganismi resistenti. Può essere utilizzato nelle fasi I e II del processo della ferita
Bruciore, prurito nel sito di applicazione, reazioni allergichePuò essere assorbito attraverso la pelle danneggiata.
Limitazioni: ampia area della ferita e alterazioni della funzione renale


Molti farmaci antibatterici applicati localmente hanno restrizioni piuttosto severe per l'uso stazionario a causa della resistenza alla microflora, nonché nell'area della superficie della ferita a causa dell'assorbimento attivo e della tossicità quando si entra nella circolazione sistemica [20]. I farmaci antibatterici locali che vengono utilizzati più attivamente per la gestione ambulatoriale delle ferite al fine di prevenire lo sviluppo di infezioni della ferita includono sulfanilamide, sulfatidina d'argento, neomicina con bacitracina, con il rischio di ceppi resistenti non ospedalieri - mupirocina e acido fusidico. La sulfanilamide non ha perso la sua rilevanza ed è caratterizzata da un effetto antimicrobico contro ceppi non ospedalieri di cocchi gram-positivi e gram-negativi, E. coli, Shigella spp., Vibrio cholerae, Haemophilus influenzae, Clostridium spp., Bacillus anthracis, Corynebacterium, Ypp. Spp., Actinomyces spp., Toxoplasma gondii e alcuni altri batteri nelle ferite e ustioni dovute a incidenti ed emergenze [15-16, 21].

Quando si applicano farmaci antibatterici locali che sono a diretto contatto con la ferita, è necessario tenere conto della loro forma di rilascio e della composizione degli eccipienti, correlandoli con le fasi del processo della ferita.

Nella prima fase del processo della ferita, si raccomandano preparazioni idrosolubili con sulfanilamide per uso locale [6]. La sulfanilamide sotto forma di polvere per applicazione topica (Ranavexim in un flacone con un erogatore) assorbe l'essudato della ferita, non danneggia i tessuti della superficie della ferita e previene lo sviluppo della microflora nella ferita e l'infezione secondaria [21, 22]. Quando si utilizza una forma di dosaggio in una confezione con un dispenser, il dosaggio del farmaco e l'uniformità dell'applicazione della polvere senza contatto con la superficie della ferita sono facilmente controllati, riducendo il rischio di effetti collaterali.

In caso di ferite profonde, nella cavità della ferita vengono introdotti 5-15 g di polvere per uso esterno (Ranavexim), mentre la dose massima giornaliera per gli adulti è di 15 g, per i bambini di età superiore a 3 anni - 300 mg, con applicazione locale sotto forma di polvere (applicazione diretta sulla superficie della ferita) il farmaco non ha un effetto irritante sui tessuti [15, 21, 23].

Nella seconda fase del processo della ferita, la preferenza dovrebbe essere data alle forme che non danneggiano la granulazione..

Data la multi-resistenza dei microrganismi, i regimi empirici di terapia antibiotica stanno attualmente subendo cambiamenti significativi. Gli antibiotici di lunga data e ampiamente utilizzati rimangono, di regola, i farmaci di scelta solo per la gestione di piccole ferite in regime ambulatoriale in pazienti a basso rischio di infezione da MRSA e altri ceppi resistenti. Le ferite che richiedono un trattamento chirurgico in ambiente ospedaliero mettono automaticamente a rischio i pazienti e la scelta del farmaco cambia. In questo caso, lo spettro antibatterico del farmaco utilizzato dovrebbe includere possibili patogeni, tenendo conto delle caratteristiche eziologiche e anamnestiche della ferita.

Conclusione

Pertanto, quando si prescrive una terapia antibatterica per le ferite, è necessario tenere conto dell'eziologia e delle circostanze in cui è stata ricevuta la lesione, del possibile spettro di agenti patogeni, del trattamento ambulatoriale o ospedaliero, del rischio di infezione da microflora resistente, delle caratteristiche del trattamento chirurgico della ferita e della fase del processo della ferita. Allo stesso tempo, nonostante l'uso diffuso di forme locali di farmaci antibatterici, attualmente non esistono approcci standardizzati chiari riguardo alle fasi del processo della ferita. Solo l'uso locale di farmaci antibatterici (ad esempio, sulfonamide sotto forma di polvere per uso esterno - Ranavexim) è possibile con piccole lesioni senza un processo infettivo attivo nella ferita (abrasioni domestiche, graffi, tagli superficiali e ustioni). Per difetti profondi ed estesi della ferita dopo il trattamento chirurgico, viene utilizzata la terapia antibiotica sistemica, integrata, se necessario, con forme di dosaggio locali.

Agenti antibatterici locali - Elenco di farmaci e farmaci

Descrizione dell'azione farmacologica

L'azione locale antibatterica è posseduta da farmaci antimicrobici sotto forma di colliri, soluzioni per l'irrigazione, supposte, creme e unguenti. L'effetto antibatterico è la capacità dei farmaci di inibire la riproduzione dei batteri e portarli alla morte. Quando applicato localmente, il farmaco non entra nel flusso sanguigno, ma una dose adeguata del farmaco appare direttamente nel fuoco infettivo. I farmaci con azione antibatterica locale sono utilizzati nel trattamento di vari processi infettivi della pelle (ad esempio streptostaphyloderma) e delle mucose (ad esempio congiuntivite, vulvovaginite), nonché nella prevenzione del loro verificarsi (per ustioni, congelamento, ulcere trofiche).

Cerca un farmaco

Farmaci ad azione farmacologica "Azione locale antibatterica"

  • B
  • Baneocin (unguento per uso esterno)
  • Betaderm (Crema per uso esterno)
  • Betaderm (unguento per uso locale ed esterno)
  • D
  • Gainomax (supposte vaginali)
  • L
  • Lincomycin-AKOS (unguento per uso esterno)
  • M
  • Maxitrol (collirio)
  • H
  • Novosept Forte (Pastiglie)
  • Novosept Forte (Spray per la gola)
  • T
  • Tobradex (collirio)
  • Tobradex (pomata per gli occhi)
  • Tobrex 2X (collirio)
  • E
  • Eucalimina (soluzione topica)

Attenzione! Le informazioni fornite in questa guida ai farmaci sono destinate ai professionisti medici e non devono costituire una base per l'automedicazione. Le descrizioni dei farmaci sono fornite solo a scopo informativo e non intendono prescrivere cure senza la partecipazione di un medico. Ci sono controindicazioni. I pazienti hanno bisogno di una consulenza specialistica!

Se sei interessato a qualsiasi altro agente e preparato antibatterico locale, loro descrizioni e istruzioni per l'uso, sinonimi e analoghi, informazioni sulla composizione e sulla forma di rilascio, indicazioni per l'uso ed effetti collaterali, metodi di applicazione, dosaggi e controindicazioni, note sul trattamento farmacologico bambini, neonati e donne incinte, il prezzo e le recensioni dei farmaci, o hai altre domande e suggerimenti - scrivici, proveremo sicuramente ad aiutarti.

Farmaci antibatterici

Soluzione di dixisept per somministrazione endovenosa e iniezione intravascolare e fiala esterna da 0,01 mg / ml 10 ml n. 10

Fromilid compresse ppo 500 mg n. 14

Le compresse Klacid SR ppo prolungano 500 mg n. 5

Tavanik 500 mg compresse n. 5

Baneocin poro d / esterno fl 10g

Moxifloxacina compresse ppo 400 mg n. 5

Farmaci antibatterici: regole di ammissione e principio di trattamento

I farmaci antibatterici sono un gruppo di farmaci che bloccano la crescita di microrganismi patogeni. Ma non influenzano i virus. L'antibiotico correttamente selezionato nel giusto dosaggio consente di affrontare efficacemente le malattie di origine batterica.

Il meccanismo d'azione degli antibiotici

I medicinali di questo gruppo sono ampiamente usati in medicina. Ma il loro uso ha una serie di caratteristiche che devono essere prese in considerazione affinché la terapia sia efficace e il rischio di effetti collaterali sia ridotto al minimo..

Questi sono farmaci speciali che agiscono sugli agenti patogeni. Lo scopo principale degli antibiotici è la completa distruzione dei batteri patogeni. Questo gruppo di farmaci ha due meccanismi d'azione:

Battericida consiste nel danneggiamento della membrana cellulare di microrganismi dannosi, che porta alla loro morte.

Il batteriostatico si basa sull'effetto sulla sintesi proteica, bloccando la riproduzione di microrganismi dannosi. I farmaci con questo effetto sono usati non solo per il trattamento, ma anche per la prevenzione delle malattie infettive..

Gli antibiotici di qualità dovrebbero bloccare i batteri nocivi senza danneggiare le cellule sane. Ciò è possibile a causa della proprietà speciale dei farmaci in questo gruppo: tossicità selettiva. L'eccezione sono gli antibiotici particolarmente forti che hanno effetti collaterali.

Principi di trattamento

Per ottenere solo un risultato positivo dal trattamento antibiotico, è necessario aderire a determinati principi:

Razionalità: questo significa che è necessario identificare correttamente il microrganismo patogeno. Pertanto, gli antibiotici devono essere prescritti solo dal medico curante sulla base di analisi e visita medica..

"Umbrella": questo principio viene seguito se non è possibile determinare il tipo di batteri patogeni. Al paziente vengono prescritti antibiotici ad ampio spettro che sono efficaci nella maggior parte delle malattie. Pertanto, il medico prescrive una terapia combinata in modo che non compaia la resistenza agli antibiotici..

Individuazione: nella scelta dei farmaci, il medico tiene conto di tutte le caratteristiche del cliente. Inoltre, lo specialista deve decidere come somministrare i farmaci in modo che la terapia sia efficace..

Il medico dovrebbe selezionare la terapia antibiotica tenendo conto di tutti questi principi al fine di ridurre al minimo il rischio di effetti collaterali..

Regole antibiotiche

Gli antibiotici sono prescritti con cautela perché possono influire negativamente sulle cellule sane del corpo. Pertanto, ci sono una serie di regole che devono essere seguite:

Gli antibiotici possono essere bevuti solo come indicato da un medico.

Non dovrebbero essere presi per infezioni virali, perché c'è il rischio di complicare il decorso della malattia.

È meglio prendere il farmaco alla stessa ora del giorno. Non è consigliabile smettere di prenderli da soli, anche se ti senti meglio. C'è il rischio che la malattia ricompaia.

Non modificare da solo il dosaggio dei medicinali. Se viene ridotto, la terapia potrebbe non essere altrettanto efficace. E se lo aumenti, potrebbe esserci un'overdose.

Le compresse vengono lavate solo con acqua. Altre bevande riducono la loro efficacia.

Distribuisci il tempo di assunzione dei farmaci in modo che ci siano intervalli di tempo uguali tra loro.

Gli sport non sono raccomandati durante la terapia antibiotica.

È vietato bere alcolici.

Seguendo queste semplici regole, puoi assumere antibiotici con il minimo rischio di effetti collaterali. E il trattamento sarà più efficace.

Antibiotici ad ampio spettro

Questi sono i farmaci più comunemente prescritti da questo gruppo. Sono anche chiamati antibiotici di nuova generazione e sono prescritti per:

il microrganismo patogeno e il tipo di infezione non sono stati determinati;

la malattia sta progredendo troppo rapidamente;

diversi processi patogeni si verificano contemporaneamente;

l'agente eziologico della malattia è resistente ai farmaci di questa categoria;

dopo l'intervento chirurgico per prevenire l'infezione;

Gli antibiotici ad ampio spettro dovrebbero essere prescritti da un medico. Di seguito una breve descrizione dei farmaci più diffusi.

"Amoxicillina"

Questo farmaco è disponibile in compresse. Il periodo minimo di assunzione di "Amoxicilin" è di 3 giorni, il massimo è di 10 giorni, ma questo è in caso di prevenzione delle complicanze dopo la terapia.

Questo antibiotico deve essere somministrato con cautela a pazienti con malattie del fegato, dei reni, dello stomaco e dell'intestino. L'assunzione di "Amoxicilina" è vietata alle persone che soffrono di:

ipersensibilità ai componenti di questo antibiotico;

ittero, la cui causa è una violazione del deflusso della bile;

violazioni nel fegato;

infezioni virali della milza, tessuto linfoide;

Il medico curante, in base alla storia, determina il dosaggio per adulti e bambini.

"Ceftazidime"

Il medicinale è disponibile sotto forma di polvere, da cui viene preparata una soluzione contenente ceftzidima. È usato per via endovenosa e intramuscolare. Mettere un contagocce con "Ceftazidime" è vietato alle persone con ipersensibilità ai componenti del farmaco. Può essere utilizzata solo una soluzione appena preparata..

"Levofloxacina"

Prodotto sotto forma di compresse o soluzione. L'assunzione di questo antibiotico è vietata:

con danni a legamenti e tendini;

donne incinte e donne durante l'allattamento;

ipersensibilità e allergia ai farmaci.

La durata del trattamento con "Levofloxacina" va da una settimana a due settimane. Se la soluzione viene somministrata per via endovenosa, il trattamento è fino alla scomparsa dei sintomi e altri 3 dopo, per prevenire il verificarsi di una ricaduta.

Claritromicina

Il farmaco viene rilasciato sotto forma di compresse. La durata del trattamento per gli adulti non deve superare i 14 giorni. I bambini possono prenderlo per non più di 10 giorni. Il ricevimento di "Claritromicina" è vietato alle persone che soffrono di:

malattie del fegato acute e croniche;

malattie di natura nefrologica;

ipersensibilità ai componenti di questo antibiotico;

malattie per il trattamento di cui viene utilizzata la tintura di assenzio.

Inoltre, non può essere assunto da persone allergiche a questi componenti..

"Amikacin"

Questo antibiotico è disponibile come soluzione per iniezione. È vietato nominarlo:

persone che soffrono di malattie renali ed epatiche croniche;

pazienti con alta sensibilità ai componenti del farmaco;

persone con neurite acustica.

Il periodo massimo di trattamento con "Amikatsion" con la sua somministrazione intramuscolare è di 10 giorni, con somministrazione endovenosa - non più di 7 giorni. Il dosaggio del farmaco è determinato dal medico in base all'età e al peso del paziente..

Trattamento dei bambini

Per molto tempo, gli esperti hanno discusso sulla possibilità di prescrivere antibiotici ai bambini. Ciò è dovuto a un sistema enzimatico sottosviluppato dei meccanismi di filtrazione del fegato e dei reni. Pertanto, ai bambini sotto i 12 anni viene prescritto un dosaggio ridotto e dai 12 anni - come per gli adulti.

I genitori dovrebbero ricordare che gli antibiotici sono prescritti solo per il trattamento di malattie batteriche e non virali. Il difetto laterale più comune nei bambini dopo l'assunzione di antibiotici è il disturbo gastrointestinale..

Alla maggior parte degli antibiotici per adulti è vietata la prescrizione ai bambini. Ma ci sono farmaci che i pediatri spesso prescrivono per il trattamento.

"Oxacillina"

Questo antibiotico a base di penicillina è disponibile in polvere o compresse. La polvere viene utilizzata per preparare una soluzione iniettabile. Può essere somministrato a neonati e bambini prematuri. Il ricevimento di "Oxacillin" è vietato alla presenza di ipersensibilità alla penicillina e ai suoi derivati.

"Cefixim"

Il farmaco viene prodotto sotto forma di compresse, è ampiamente utilizzato in pediatria. Ma la sua ricezione è vietata in casi come:

intolleranza individuale al farmaco e ai suoi componenti;

malattia renale cronica;

sottopeso (fino a 25 kg).

Può essere prescritto ai bambini, solo che deve essere schiacciato in polvere. Il dosaggio e la durata del trattamento sono determinati dal pediatra.

"Aztreonam"

Questo antibiotico è disponibile come polvere per somministrazione intramuscolare o endovenosa. È prescritto per i bambini con malattie gravi. Il dosaggio e la durata della terapia sono determinati dal pediatra.

Il trattamento con Aztrenom è vietato quando:

malattie del fegato e dei reni;

ipersensibilità al farmaco o a tutti gli antibiotici;

gravidanza e allattamento.

La necessità di prendere "Aztrenom" è determinata dal pediatra, così come il dosaggio.

Antibiotici locali

La particolarità dei farmaci in questo gruppo è che vengono applicati al sito di infezione. Pertanto, sono ampiamente utilizzati per:

trattamento delle malattie della pelle e dei tessuti molli;

terapia delle malattie delle mucose dell'apparato respiratorio e dell'udito, del cavo orale e dei genitali.

Sono prodotti nella forma:

Gli antibiotici più popolari di questo gruppo sono "Syntomicina", "Tetraciclina" e "Levomicetina".

"Syntomycin"

Questo è un unguento usato per trattare malattie purulente. Il suo utilizzo è vietato per psoriasi, eruzioni cutanee e presenza di un fungo. Immergere la "sintomicina" in tamponi di cotone o applicare un sottile strato di unguento sulla zona interessata, applicare una benda sterile sopra.

"Tetraciclina"

Questo unguento è prescritto per il trattamento di malattie della pelle con complicazioni sotto forma di suppurazione. Non è possibile utilizzare "Tetraciclina" in presenza di un fungo e intolleranza individuale al farmaco o ai suoi componenti. Inoltre, non dovrebbe essere assunto da donne in gravidanza e donne durante l'allattamento..

"Levomicetina"

Questo antibiotico topico è disponibile come soluzione. Utilizzato per danni alla pelle, otite media e lesioni purulente. Esistono numerose controindicazioni per il trattamento con levomicetina:

gravidanza e allattamento;

violazione del metabolismo dei pigmenti;

età fino a un anno;

psoriasi ed eczema.

Durata dell'uso dell'unguento - fino a quando la pelle non è completamente guarita.

Dove comprare la droga a Mosca

La rete di farmacie "Vasha No. 1" offre un'ampia selezione di antibiotici, sia generali che locali. Tutti i medicinali soddisfano tutti i requisiti di qualità e sicurezza per la salute.

Puoi scegliere i farmaci necessari nel catalogo elettronico sul sito web della farmacia. Un totale di 34 filiali operano a Mosca. La consegna può essere ordinata presso la filiale più vicina. Tutti gli indirizzi sono indicati sulla mappa del sito. Al momento dell'acquisto di un ordine, il cliente deve mostrare l'appuntamento del medico per l'assunzione di antibiotici.

Se l'antibiotico di cui hai bisogno è esaurito, puoi preordinarlo. Al ricevimento della merce, il cliente riceverà una notifica del suo arrivo.

Come effettuare un ordine di acquisto a Mosca

Per effettuare un ordine per la consegna di antibiotici, il cliente può utilizzare il modulo elettronico. Oppure contattare i rappresentanti della farmacia "Vasha n. 1" al numero di telefono indicato sul sito web, che consiglieranno il cliente su tutte le questioni.

È possibile registrare un account personale. La cronologia degli acquisti, le informazioni sullo stato dell'ordine verranno memorizzate lì. Inoltre, il cliente verrà tempestivamente informato del ricevimento di merci o promozioni.

Vantaggi di ordinare farmaci attraverso la rete di farmacie "Your No. 1"

Effettuando un ordine presso "Your No. 1", il cliente riceve i seguenti vantaggi:

l'acquisto di medicinali che soddisfano tutti i requisiti di qualità stabiliti, sono stati tutti certificati;

acquistare antibiotici al minor costo perché la merce viene consegnata direttamente dal magazzino. Pertanto, non ci sono costi aggiuntivi;

ordinazione facile e veloce. Tutto può essere fatto online o per telefono;

la possibilità di consegna della merce alla filiale più vicina "Your No. 1".

Gli antibiotici non vengono dispensati senza la prescrizione del medico, quindi il cliente deve esibire una prescrizione medica al momento dell'acquisto. Tutti gli indirizzi e gli orari di apertura delle filiali sono indicati sul sito. Pertanto, il cliente può ritirare l'ordine in qualsiasi momento opportuno..

49 Farmacie a Mosca dove puoi acquistare farmaci antibatterici

IMPORTANTE! Non vendiamo prodotti sul sito e non consegniamo ordini a casa tua. Un "ordine" sul sito web indica una prenotazione nella catena di farmacie "Il tuo numero 1". La merce viene venduta da un'organizzazione farmaceutica. La vendita a distanza di medicinali (compresa la consegna a domicilio) è vietata dalla legislazione vigente della Federazione Russa.

Licenza per l'esercizio di attività farmaceutica n. LO-77-02-010710 del 12.24.19

Farmaci antibatterici per la terapia locale di ferite di varie eziologie

* Fattore di impatto per il 2018 secondo RSCI

La rivista è inclusa nell'elenco delle pubblicazioni scientifiche peer-reviewed della Higher Attestation Commission.

Leggi nel nuovo numero

L'articolo discute gli attuali problemi della terapia antibatterica per ferite di varia eziologia, le possibilità e le limitazioni dell'uso di farmaci antibatterici locali. La principale limitazione nella scelta dei farmaci antibatterici è attualmente la presenza diffusa di microrganismi multiresistenti. Questo restringe significativamente la scelta di farmaci sia sistemici che topici per la terapia antibiotica empirica delle ferite. Attualmente, al fine di prevenire la progressione dell'infezione della ferita, i farmaci antibatterici locali sono ampiamente utilizzati per evitare effetti collaterali sistemici..
I farmaci antibatterici locali più attivamente utilizzati per la gestione delle ferite ambulatoriali includono sulfanilamide (Ranavexim), sulfatidina d'argento, neomicina con bacitracina. La terapia locale delle ferite infette deve essere basata sulle caratteristiche eziologiche e anamnestiche della ferita, sulla fase del processo della ferita e sull'estensione della lesione. L'uso locale di farmaci antibatterici (ad esempio, sulfonamide) è possibile con piccole lesioni senza un processo infettivo attivo nella ferita (abrasioni domestiche, graffi, tagli superficiali e ustioni).

Parole chiave: ferite, terapia antibiotica, multiresistenza ai farmaci, antibiotici topici, sulfanilamide.

Per citazione: Levchuk I.P., Kostyuchenko M.V. Farmaci antibatterici per la terapia locale di ferite di varie eziologie. Tumore al seno. Revisione medica. 2018; 2 (II): 64-68.

Farmaci antibatterici per la terapia topica delle ferite di varie eziologie
Levchuk I.P., Kostyuchenko M.V.

Pirogov Russian National Research Medical University, Mosca

L'articolo affronta i problemi moderni della terapia antibiotica delle ferite di varie eziologie, possibilità e limitazioni dell'uso di antibiotici topici. Attualmente, il principale limite nella scelta dei farmaci antibatterici è l'uso diffuso
di microrganismi multiresistenti. Questo fatto riduce significativamente la scelta di farmaci sia sistemici che topici per la terapia antibiotica empirica delle ferite. Attualmente, gli antibiotici topici vengono spesso utilizzati per prevenire la progressione dell'infezione della ferita, che spesso consente di evitare effetti collaterali sistemici. Le preparazioni antibatteriche topiche più attivamente utilizzate per la gestione ambulatoriale delle ferite possono esser attribuite a un sulfanilamide (Ranavexim), sulfatides argento, neomicina con bacitracin. Terapia topica
delle ferite dovrebbe basarsi sulle caratteristiche eziologiche e anamnestiche della ferita, sulla fase del processo della ferita e sull'estensione della lesione. L'uso topico di farmaci antibatterici (ad es. Sulfanilamide) è possibile con piccole lesioni senza un processo infettivo attivo nella ferita (come abrasioni, graffi, piccoli tagli e ustioni).

Parole chiave: ferite, terapia antibatterica, multiresistenza ai farmaci, applicazione topica di antibiotici, sulfanilamide.
Per citazione: Levchuk I.P., Kostyuchenko M.V. Farmaci antibatterici per la terapia topica delle ferite di varie eziologie // RMJ. Revisione medica. 2018. N. 2 (II). P. 64–69.

L'articolo discute gli attuali problemi della terapia antibatterica per ferite di varie eziologie, le possibilità e le limitazioni dell'uso di farmaci antibatterici locali

Tutte le ferite ricevute in condizioni non sterili sono infette, la crescita della flora batterica nella ferita provoca lo sviluppo di un processo infiammatorio, accompagnato da un aumento della temperatura locale, iperemia, dolore e disfunzione della parte del corpo su cui si trova la ferita. L'incidenza delle complicanze infettive rimane molto significativa e raggiunge in generale il 45%. I più suscettibili allo sviluppo di complicanze infettive sono le ferite contaminate dal suolo, con una violazione dell'afflusso di sangue nell'area della ferita stessa o dell'intera parte del corpo, ferite da arma da fuoco e mine esplosive, morsi di animali e umani. A seconda del tipo di danno e delle condizioni ambientali, vari microrganismi possono entrare nelle ferite: residenti - che vivono costantemente e si moltiplicano sulla pelle (principalmente cocchi coagulasi negativi, ad esempio Staphylococcus epidermidis, S. aureus e difterite, ad esempio Corinebacterium spp., Meno spesso - batteri gram-negativi) e transitorio - normalmente assente e che entra nella pelle dopo il contatto con oggetti ambientali contaminati e persone malate. A seconda dell'area del corpo (testa, arti, area perianale, ecc.), Lo spettro della microflora residente può essere diverso. Flora transitoria
varia anche nella composizione, che dipende dalla natura della ferita, dall'eziologia, dall'ambiente e può essere rappresentata da vari microrganismi infettivi (Escherichia coli, Klebsiella spp., Pseudomonas spp., Salmonella spp. e altri batteri gram-negativi, S. aureus, virus e funghi, Candida albicans, rotavirus, ecc.). Quando la pelle è danneggiata, i microrganismi transitori possono colonizzare e infettare la pelle per lungo tempo, formando una nuova flora residente (ma non normale) molto più pericolosa. Nella maggior parte dei casi, l'infezione è causata da associazioni microbiche. Quindi, i morsi di cane sono accompagnati da una complicazione infettiva in circa il 20% dei casi, i gatti - fino al 30-50%, gli esseri umani - 70-80% [1-3].


A causa dei cambiamenti nei parametri istochimici dei tessuti a seguito di danni e distruzione della funzione di barriera protettiva della pelle, anche i microrganismi non patogeni possono causare processi infiammatori e purulenti pronunciati. Per selezionare la terapia antibatterica ottimale, è necessario tenere conto del possibile spettro microbico della ferita (Tabella 1).

Terapia antibatterica

Attualmente, i ceppi acquisiti in comunità rimangono sensibili a un gran numero di antibiotici, inclusi i β-lattamici. Fino alla fine degli anni '90, gli organismi resistenti alla meticillina (MRSA) erano un problema esclusivamente nosocomiale con una prevalenza predominante in Europa. Tuttavia, attualmente ci sono informazioni sui serbatoi acquisiti in comunità di stafilococco multiresistente di origine zoonotica, che rappresentano fino al 50% o più della massa totale nell'Europa meridionale e il 10-25% nell'Europa centrale e in Gran Bretagna [14]. In Russia, su base ambulatoriale, la frequenza di insorgenza di MRSA non supera il 3,8%, tuttavia, in ambiente ospedaliero, la frequenza di insorgenza di questi microrganismi, nonché di E. coli gram-negativi e Klebsiella spp. Resistente alle cefalosporine. raggiunge il 60,4–84,9%. Se viene identificato un alto rischio di infezione da ceppi di MRSA, è necessario includere un farmaco anti-MRSA nel regime di trattamento [6-7].
Al fine di prevenire la progressione dell'infezione della ferita, i farmaci antibatterici locali sono ora ampiamente utilizzati per evitare effetti collaterali sistemici. La terapia antibiotica sistemica non è richiesta per lesioni inferiori a 5 cm dopo un adeguato trattamento chirurgico [6].
In caso di difetti estesi della ferita, manifestazioni cliniche di infezione, inclusi segni sistemici di infiammazione (aumento della temperatura corporea> 38 ° C o diminuzione di 12 × 10 9 / lo leucopenia 9 / l; tachicardia> 90 battiti / min; mancanza di respiro> 24 respiri / min ), uno stato di immunodeficienza richiede l'uso sistemico di antibiotici [7]. Anche le forme di dosaggio locali con un componente antibatterico trovano il loro posto nei protocolli di trattamento.
I farmaci antibatterici attualmente utilizzati attivamente, con un'apparente varietà a prima vista, tenendo conto del concetto moderno di trattamento delle ferite infette e dei requisiti per tali farmaci, hanno limiti significativi. Lo spettro d'azione della maggior parte dei farmaci noti si è notevolmente ridotto per l'uso stazionario a causa della multi-resistenza dei microrganismi (Tabella 2) e della limitazione dovuta agli effetti collaterali su ampie superfici della ferita (Tabella 3).


Molti farmaci antibatterici applicati localmente hanno restrizioni piuttosto severe per l'uso stazionario a causa della resistenza alla microflora, nonché nell'area della superficie della ferita a causa dell'assorbimento attivo e della tossicità quando si entra nella circolazione sistemica [20]. I farmaci antibatterici locali che vengono utilizzati più attivamente per la gestione ambulatoriale delle ferite al fine di prevenire lo sviluppo di infezioni della ferita includono sulfanilamide, sulfatidina d'argento, neomicina con bacitracina, con il rischio di ceppi resistenti non ospedalieri - mupirocina e acido fusidico. La sulfanilamide non ha perso la sua rilevanza ed è caratterizzata da un effetto antimicrobico contro ceppi non ospedalieri di cocchi gram-positivi e gram-negativi, E. coli, Shigella spp., Vibrio cholerae, Haemophilus influenzae, Clostridium spp., Bacillus anthracis, Corynebaceestium, Ypp. Spp., Actinomyces spp., Toxoplasma gondii e alcuni altri batteri nelle ferite e ustioni dovute a incidenti ed emergenze [15-16, 21].
Quando si applicano farmaci antibatterici locali che sono a diretto contatto con la ferita, è necessario tenere conto della loro forma di rilascio e della composizione degli eccipienti, correlandoli con le fasi del processo della ferita.
Nella prima fase del processo della ferita, si raccomandano preparazioni idrosolubili con sulfanilamide per uso locale [6]. La sulfanilamide sotto forma di polvere per applicazione topica (Ranavexim in un flacone con un erogatore) assorbe l'essudato della ferita, non danneggia i tessuti della superficie della ferita e previene lo sviluppo della microflora nella ferita e l'infezione secondaria [21, 22]. Quando si utilizza una forma di dosaggio in una confezione con un erogatore, il dosaggio del farmaco e l'uniformità dell'applicazione della polvere senza contatto con la superficie della ferita sono facilmente controllabili, riducendo il rischio di effetti collaterali. In caso di ferite profonde, 5-15 g di polvere per uso esterno (Ranavexim) vengono introdotti nella cavità della ferita, mentre la dose massima giornaliera per gli adulti è di 15 g, per i bambini di età superiore a 3 anni - 300 mg, se applicato localmente come polvere (applicazione diretta sulla superficie della ferita) il farmaco non ha un effetto irritante sui tessuti [15, 21, 23].
Nella seconda fase del processo della ferita, la preferenza dovrebbe essere data alle forme che non danneggiano la granulazione..
Data la multi-resistenza dei microrganismi, i regimi empirici di terapia antibiotica stanno attualmente subendo cambiamenti significativi. Gli antibiotici di lunga data e ampiamente utilizzati rimangono, di regola, i farmaci di scelta solo per la gestione di piccole ferite in regime ambulatoriale in pazienti a basso rischio di infezione da MRSA e altri ceppi resistenti. Le ferite che richiedono un trattamento chirurgico in ambiente ospedaliero mettono automaticamente a rischio i pazienti e la scelta del farmaco cambia. In questo caso, lo spettro antibatterico del farmaco utilizzato dovrebbe includere possibili patogeni, tenendo conto delle caratteristiche eziologiche e anamnestiche della ferita.

Conclusione

Solo per utenti registrati